Le piante officinali in Sicilia: distribuzione ed utilizzo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le piante officinali in Sicilia: distribuzione ed utilizzo"

Transcript

1 Le piante officinali in Sicilia: distribuzione ed utilizzo 27 gennaio 2005

2

3 2% 2% 2% 2% 3% 3% Ripartizione in famiglie delle principali specie officinali spontanee presenti in Sicilia (totale delle 9 province) 2% 2% 4% 1% 2% 1% 2% 4% 4% 9% 4% 5% 8% 19% 9% 12% Asteracee Labiate Rosacee Apiacee Urticacee Solanacee Faseolacee Liliacee Borraginacee Graminacee Malvacee Ranuncolacee Plantaginacee Cucurbitacee Poligonacee Crucifere Scrofulariacee Apocinacee Rutacee Rubiacee Equisetacee Altre

4 Distribuzione delle 5 famiglie botaniche più frequenti ( % di frequenza nelle 9 province siciliane) AG 25 Asteracee Labiate ME CL Rosacee Apiacee Urticacee 10 PA 5 0 CT RG EN SR TP

5 PRINCIPALI ERBE SPONTANEE PRESENTI IN SICILIA E ADOPERATE PER L'AROMATIZZAZIONE DEGLI ALIMENTI

6 Apiacee (ex Ombrellifere) Finocchio Foeniculum vulgare Mill. subsp. vulgare L. PARTE UTILIZZ. Frutto COMPONENTI PRINCIPALI USI TRADIZIONALI USI POTENZIALI Anetolo, fencone, estragone, limonene Insaccati, prod. da forno Estraz. dell acido petroselinico

7 Faseolacee (ex Leguminose) Liquirizia Glycyrrhiza glabra (L.) PARTE UTILIZZ. Radici COMPONENTI PRINCIPALI Ac. glicirrizico USI TRADIZIONALI USI POTENZIALI Liquori, prod. da forno, caramelle Estrazione dell'ac. glicirrizico (dolcificante)

8 Lamiacee (ex Labiate) Origano Origanum heracleoticum auct. non L. (= O. vulgare ssp. hirtum (Link) Ietswaart) PARTE UTILIZZ. Foglie, sommità fiorite COMPONENTI PRINCIPALI Timolo, carvacrolo USI TRADIZIONALI Preparaz. casalinghe USI POTENZIALI Antiossidante - antibatterico

9 Lamiacee (ex Labiate) Rosmarino Rosmarinus officinalis L. PARTE UTILIZZ. Foglie, sommità fiorite COMPONENTI PRINCIPALI USI TRADIZIONALI a-pinene, borneolo, canfene, cineolo, canfora e triterpeni Preparaz. casalinghe USI POTENZIALI Antiossidanteantibatterico

10 Lamiacee (ex Labiate) Salvia Salvia officinalis L. PARTE UTILIZZ. COMPONENTI PRINCIPALI Foglie, sommità fiorite USI TRADIZIONALI Tujone, eucaliptolo, canfora, acetato di linalile Preparaz. casalinghe USI POTENZIALI Antiossidante - antibatterico

11 PRINCIPALI ERBE SPONTANEE PRESENTI IN SICILIA E ADOPERATE IN FITOTERAPIA

12 Asteracee (ex Composite) Cardo mariano Silybum marianum Gaertn. PARTE UTILIZZ. Frutto COMPONENTI PRINCIPALI Silimarina PROPRIETA Epatoprotettore

13 Ipericacee (ex Guttifere) Iperico Hypericum perforatum L. PARTE UTILIZZ. Fiori, pianta intera COMPONENTI PRINCIPALI PROPRIETA Ipericina, iperforina Cicatrizzante, sedativo, antidepressivo

14 Liliacee Scilla Scilla maritima L. PARTE UTILIZZ. Bulbi COMPONENTI PRINCIPALI Scillarina A e B PROPRIETA Cardiotonico, diuretico

15 Ripartizione per province del numero di erboristerie sul territorio regionale siciliano PA AG CL CT EN ME RG SR TP Fonte: Annuari SEAT

16 La produzione di piante officinali in Sicilia PUNTI DI FORZA OPPORTUNITA Qualità del prodotto Differenziazione dei prodotti Valorizzazione attraverso il riconoscimento industriale/ Certificazione di da Commerciale parte dei locale qualità come consumatori produzioni di agricole caratteristiche di pregio qualitative specifiche

17 La produzione di piante officinali in Sicilia PUNTI DI FORZA OPPORTUNITA Possibilità di coltivazione in biologico Inserimento nel filone commerciale dei prodotti naturali

18 La produzione di piante officinali in Sicilia PUNTI DI FORZA OPPORTUNITA Necessità di minime modificazioni dell assetto aziendale Qualificazione capitale umano

19 La produzione di piante officinali in Sicilia PUNTI DI FORZA OPPORTUNITA Flessibilità degli investimenti Diversificazione produttiva

20 La produzione di piante officinali in Sicilia PUNTI DI FORZA OPPORTUNITA Non eccedentarietà Inserimento in spazi di mercato nuovi

21 La produzione di piante officinali in Sicilia PUNTI DI FORZA OPPORTUNITA Possibilità di inserimento in itinerari produttivi integrati Sinergie nella Concentrazione promozione del valore congiunta aggiunto delle produzioni presso i produttori tipiche di qualità e del territorio cui queste sono legate

22 La produzione di piante officinali in Sicilia PUNTI DI FORZA OPPORTUNITA Ruolo ambientale e ricreativo (importante fattore di reddito) Possibilità di modulazione locale/regionale Incremento Valorizzazione della di del del quadro aree germoplasma fruibilità marginali normativo dell ambiente mediterraneo derivante dalla rurale Politica Agricola Comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

Elaborazione su dati GSE

Elaborazione su dati GSE Il fotovoltaico in Sicilia dati al 31 dicembre 2011 Nei grafici seguenti viene rappresentata la distribuzione a livello regionale del numero e della potenza degli impianti fotovoltaici installati (conto

Dettagli

INTOLLERANZE ALIMENTARI E TEST CITOTOSSICI NELL ESPERIENZA DI H. SAN RAFFAELE RESNATI S.P.A.

INTOLLERANZE ALIMENTARI E TEST CITOTOSSICI NELL ESPERIENZA DI H. SAN RAFFAELE RESNATI S.P.A. INTOLLERANZE ALIMENTARI E TEST CITOTOSSICI NELL ESPERIENZA DI H. SAN RAFFAELE RESNATI S.P.A. Dott.ssa Stefania Ferrari Libera professione presso il Laboratorio Analisi dell Ospedale San Raffaele - Resnati

Dettagli

fiori d arancio fiori d arnica betulla biancospino camomilla finocchio ginepro iperico lino

fiori d arancio fiori d arnica betulla biancospino camomilla finocchio ginepro iperico lino fiori d arancio fiori d arnica betulla biancospino camomilla finocchio ginepro iperico lino liquirizia malva melissa menta salvia senna timo uva orsina valeriana FIORI D ARANCIO (AURANTII FLOS) Arancio

Dettagli

Studio di Modelli di sviluppo connessi alle Piante spontanee

Studio di Modelli di sviluppo connessi alle Piante spontanee Studio di Modelli di sviluppo connessi alle Piante spontanee Cividino S.R.S, Gussetti I,Casali P,Capone F,Mossenta M,Croatto M,Cattivello C. Cervignano,, Villa Chiozza di Scodovacca 25-02 02-0909 Obiettivi

Dettagli

La filiera erboristica: aspetti della coltivazione delle erbe e relazione con il mercato.

La filiera erboristica: aspetti della coltivazione delle erbe e relazione con il mercato. SEMINARIO Convegno Espositivo Erboristeria Parma 22 13 settembre 2012 La filiera erboristica: aspetti della coltivazione delle erbe e relazione con il mercato. Andrea Primavera Agronomo Presidente FIPPO

Dettagli

Le piante officinali, strumenti strategici di crescita ed innovazione dei prodotti per la salute

Le piante officinali, strumenti strategici di crescita ed innovazione dei prodotti per la salute Le piante officinali, strumenti strategici di crescita ed innovazione dei prodotti per la salute Marinella Trovato Marinella Trovato ASSOERBE -S.I.S.T.E. Piantead usoumano L'OMS stima che nel mondo siano

Dettagli

Coltivazione delle piante officinali: come fornire materie prime di qualità

Coltivazione delle piante officinali: come fornire materie prime di qualità COME MONITORARE LA QUALITA' DELLE PIANTE IN USO PER GLI INTEGRATORI ALIMENTARI corso di formazione Coltivazione delle piante officinali: come fornire materie prime di qualità Andrea Primavera, Agronomo

Dettagli

Le aziende siciliane secondo la Normativa di Basilea2: analisi aggregata quantitativa. Elena Desiderio Senior Product Marketing Manager

Le aziende siciliane secondo la Normativa di Basilea2: analisi aggregata quantitativa. Elena Desiderio Senior Product Marketing Manager Le aziende siciliane secondo la Normativa di Basilea2: analisi aggregata quantitativa Elena Desiderio Senior Product Marketing Manager Caratteristiche del campione analizzato Numerosità : 16.036 società

Dettagli

Le piante officinali, strumenti strategici di crescita ed innovazione dei prodotti per la salute

Le piante officinali, strumenti strategici di crescita ed innovazione dei prodotti per la salute Le piante officinali, strumenti strategici di crescita ed innovazione dei prodotti per la salute Marinella Trovato Marinella Trovato ASSOERBE - S.I.S.T.E. Piante officinali In Italia si tratta di un uso

Dettagli

Piano di Azione e Coesione fase III

Piano di Azione e Coesione fase III Piano di Azione e Coesione fase III Il PO FESR e 2007/2013 rimodulazione del PO FESR 2007/2013 Dipartimento Regionale Fondi Strutturali Europei Palermo 31 dicembre 2013 Adesione della Regione Siciliana

Dettagli

Fondamenti introduttivi alla ERBORISTERIA DOMESTICA

Fondamenti introduttivi alla ERBORISTERIA DOMESTICA Fondamenti introduttivi alla ERBORISTERIA DOMESTICA (immagine di laboratorio erboristico) Illustrazione di alcune comuni PIANTE OFFICINALI di utilizzo semplice e sicuro Per studiare l utilizzo domestico

Dettagli

La coltivazione di piante officinali nella Provincia Autonoma di Bolzano

La coltivazione di piante officinali nella Provincia Autonoma di Bolzano La coltivazione di piante officinali nella Provincia Autonoma di Bolzano Convegno VisMont Agricoltura, ambiente, territorio: una Visione innovativa per l agricoltura l di Montagna 27 luglio 2015 PALAMONTI

Dettagli

Perenne, alta fino a 80 cm. Nome latino: leucanthemum vulgare Nome volgare: volgare margherita Famiglia: composite (asteracee)

Perenne, alta fino a 80 cm. Nome latino: leucanthemum vulgare Nome volgare: volgare margherita Famiglia: composite (asteracee) Perenne, alta fino a 80 cm Nome latino: leucanthemum vulgare Nome volgare: volgare margherita Famiglia: composite (asteracee) Perenne, alta fino a 120 cm Nome latino: agropiro caninum Nome volgare: gramigna

Dettagli

Semina 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 Raccolta 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12

Semina 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 Raccolta 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 Erbe aromatiche Le erbe aromatiche vengono utilizzate comunemente in cucina come condimento, in infusione o come rimedio medicamentoso Il passaggio da verdura a spezia o da alimento-piacere ad alimento-rimedio

Dettagli

Le piante si presentano

Le piante si presentano Estinzione e conservazione Unità didattica 1 Le piante si presentano Durata 2 ore Materiali per ciascun gruppo - schede di lavoro reperibili nelle risorse multimediali, estinzione e conservazione, unità

Dettagli

Allegato 1 del Programma di Cooperazione Italia-Malta 2014-2020: Elenco delle figure e delle immagini

Allegato 1 del Programma di Cooperazione Italia-Malta 2014-2020: Elenco delle figure e delle immagini Allegato 1 del Programma di Cooperazione Italia-Malta 2014-2020: Elenco delle figure e delle immagini Fig. 1 - Area del programma di cooperazione Italia-Malta 2014-2020 Fonte: Eurostat - GISCO 2013 Tab.

Dettagli

proposta di legge n. 238

proposta di legge n. 238 REGIONE MARCHE 1 CONSIGLIO REGIONALE proposta di legge n. 238 a iniziativa della Giunta regionale presentata in data 30 marzo 2004 MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 27 LUGLIO 1998, N. 24 CONCERNENTE: DISCIPLINA

Dettagli

OGGETTO: Modalità di svolgimento in piazza Pomposa di un mercato dei produttori agricoli biologici. IL SINDACO

OGGETTO: Modalità di svolgimento in piazza Pomposa di un mercato dei produttori agricoli biologici. IL SINDACO Comune di Modena Politiche Economiche, Società Partecipate e Sportello Unico L Assessore 22 settembre 2005 Prot. Gen. 2005/125195 IE 11299 OGGETTO: Modalità di svolgimento in piazza Pomposa di un mercato

Dettagli

PROGETTO Regionale di Promozione della Salute. Indicazioni per una corretta etichettatura degli integratori alimentari a base di piante officinali

PROGETTO Regionale di Promozione della Salute. Indicazioni per una corretta etichettatura degli integratori alimentari a base di piante officinali NetWork Servizi Igiene Alimenti e Nutrizione ASL 6-7-15-16-17-18-19 in collaborazione con Università di Torino Facoltà di farmacia cdl tecniche erboristiche PROGETTO Regionale di Promozione della Salute

Dettagli

Assessorato della Salute Dipartimento ASOE -Servizio 3

Assessorato della Salute Dipartimento ASOE -Servizio 3 Assessorato della Salute Dipartimento ASOE -Servizio 3 Siracusa 27.01.2014 Antonio LEONARDI Direttore Area Tutela e Sicurezza nei luoghi di lavoro ASP CT Componente Cabina di Regia del Progetto -Coordinamento

Dettagli

Workshop Piano di Settore Osservatorio Economico e dati statistici della filiera delle piante officinali

Workshop Piano di Settore Osservatorio Economico e dati statistici della filiera delle piante officinali Workshop Piano di Settore Osservatorio Economico e dati statistici della filiera delle piante officinali 17 luglio 2013 Auditorium Biagio Alba, via G. Ribotta. ROMA La federazione Italiana Produttori Piante

Dettagli

Presentazione dell Allegato Tecnico al Piano di Settore delle Piante Officinali

Presentazione dell Allegato Tecnico al Piano di Settore delle Piante Officinali Presentazione dell Allegato Tecnico al Piano di Settore delle Piante Officinali Maria Laura Colombo Dip. Scienza e Tecnologia del Farmaco Università di Torino Piano di Settore -MIPAAF Documento articolato

Dettagli

Iperico (Hypericum perforatum L. ) Famiglia: Hypericaceae (Guttiferae)

Iperico (Hypericum perforatum L. ) Famiglia: Hypericaceae (Guttiferae) Iperico (Hypericum perforatum L. ) Famiglia: Hypericaceae (Guttiferae) Descrizione botanica È una pianta erbacea perenne alta dai 20 ai 70 cm. Ha un corto rizoma sotterraneo che produce numerosi fusti,

Dettagli

Presentazione dell Allegato Tecnico al Piano di Settore delle Piante Officinali

Presentazione dell Allegato Tecnico al Piano di Settore delle Piante Officinali Presentazione dell Allegato Tecnico al Piano di Settore delle Piante Officinali Maria Laura Colombo Dip. Scienza e Tecnologia del Farmaco Università di Torino Piano di Settore - MIPAAF Documento articolato

Dettagli

Scuola Media Cap. D. Marocco Supino Gruppo di progetto: gli alunni:, Angelica Torriero, Lavinia Ferragni e Federica Borgetti.

Scuola Media Cap. D. Marocco Supino Gruppo di progetto: gli alunni:, Angelica Torriero, Lavinia Ferragni e Federica Borgetti. Associazione Regione Lazio Istituto di Ricerca sulla Formazione-Intervento Progetto Uno PROGETTO per la creazione di un scheda di rappresentazione delle o Erbe Officinali presenti sui Monti Lepini con

Dettagli

Progetto Marchio d Area Viaggio negli Iblei. Pist 9 Linea d intervento 3.3.IA (attività C) del PO. FESR 2007/2013

Progetto Marchio d Area Viaggio negli Iblei. Pist 9 Linea d intervento 3.3.IA (attività C) del PO. FESR 2007/2013 Progetto Marchio d Area Viaggio negli Iblei. Pist 9 Linea d intervento 3.3.IA (attività C) del PO. FESR 2007/2013 Provincia Regionale di Ragusa Piani Integrati di Sviluppo Territoriale Progetto Viaggio

Dettagli

Agricoltura biologica oggi Estratto dalla pubblicazione Scegliere l agricoltura biologica in Calabria, Edagricole (2015).

Agricoltura biologica oggi Estratto dalla pubblicazione Scegliere l agricoltura biologica in Calabria, Edagricole (2015). Agricoltura biologica oggi Estratto dalla pubblicazione Scegliere l agricoltura biologica in Calabria, Edagricole (2015). L agricoltura biologica nel mondo ha registrato negli ultimi venti anni un trend

Dettagli

Il biologico in Sicilia

Il biologico in Sicilia Quaderno della Il biologico in Sicilia 7 Chi promuove il progetto Filiera Corta Bio nella regione AGRINOVA e una cooperativa agricola di produttori e tecnici agronomi ed ha come scopo sociale la diffusione

Dettagli

Dipartimento Città e Territorio Università degli Studi di Palermo

Dipartimento Città e Territorio Università degli Studi di Palermo Palermo 25/02/2005 Al Direttore del Dipartimento Città e Territorio Prof. Arch. Teresa Cannarozzo SEDE Oggetto: Convenzione tra l Assessorato Regionale Turismo Comunicazioni e Trasporti ed il Dipartimento

Dettagli

1 Forum Food & Made in Italy Un viaggio nell impresa del gusto

1 Forum Food & Made in Italy Un viaggio nell impresa del gusto 1 Forum Food & Made in Italy Un viaggio nell impresa del gusto Paolo Gibello 10 dicembre 2013 Alcuni dati dell Agroalimentare 2 Food & Agriculture Dati generali del settore Agroalimentare in Italia 204,3

Dettagli

PROGETTO PER LA DIFFUSIONE DELLA COLTIVAZIONE DELLE PIANTE OFFICINALI

PROGETTO PER LA DIFFUSIONE DELLA COLTIVAZIONE DELLE PIANTE OFFICINALI COMUNITA MONTANA VALLE CANNOBINA - I-28825 Cavaglio Spoccia PROGETTO PER LA DIFFUSIONE DELLA COLTIVAZIONE DELLE PIANTE OFFICINALI L esperienza di coltivazione di piante officinali è nata e si è sviluppata

Dettagli

AGRICOLTURA BIOLOGICA IN CIFRE AL 31/12/2011

AGRICOLTURA BIOLOGICA IN CIFRE AL 31/12/2011 AGRICOLTURA BIOLOGICA IN CIFRE AL 31/12/ Dalla prima analisi dei dati forniti al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali dagli Organismi di Controllo (OdC) operanti in Italia al 31 dicembre

Dettagli

PE per il controllo del peso corporeo coadiuvan3 diete ipocaloriche

PE per il controllo del peso corporeo coadiuvan3 diete ipocaloriche PE per il controllo del peso corporeo coadiuvan3 diete ipocaloriche Concentrato fluido Modo d'uso: si consiglia di assumere metà o un flaconcino al giorno, di preferenza al ma7no, diluito in un abbondante

Dettagli

MULTIFUNZIONALITÀ AZIENDALE: UN OPPORTUNITÀ PER LE IMPRESE FEMMINILI E IL TERRITORIO VERONICA NAVARRA PRESIDENTE DELEGATO ONILFA

MULTIFUNZIONALITÀ AZIENDALE: UN OPPORTUNITÀ PER LE IMPRESE FEMMINILI E IL TERRITORIO VERONICA NAVARRA PRESIDENTE DELEGATO ONILFA MULTIFUNZIONALITÀ AZIENDALE: UN OPPORTUNITÀ PER LE IMPRESE FEMMINILI E IL TERRITORIO VERONICA NAVARRA PRESIDENTE DELEGATO ONILFA Sul filo del lavoro Nuove trame per lo sviluppo della filiera tessile e

Dettagli

CEAC COGE CONTABILITÀ GENERALE. Personalizzato alle esigenze dei C.F.P. Semplice da utilizzare, rapido e intuitivo

CEAC COGE CONTABILITÀ GENERALE. Personalizzato alle esigenze dei C.F.P. Semplice da utilizzare, rapido e intuitivo CEAC COGE CONTABILITÀ GENERALE Personalizzato alle esigenze dei C.F.P. Semplice da utilizzare, rapido e intuitivo 1 SERVICE PROVIDER CONNESSIONE IN TERMINAL SERVER Terminal Server potenzia le funzionalità

Dettagli

Il sistema agro-alimentare

Il sistema agro-alimentare Il sistema agro-alimentare Aziende produttrici di input per l agricoltura Aziende agricole (di coltivazione e di allevamento) Aziende di trasformazione alimentare dei prodotti agricoli Aziende della distribuzione

Dettagli

L osservatorio economico delle piante officinali

L osservatorio economico delle piante officinali L osservatorio economico delle piante officinali Dr. Alberto Manzo Le piante officinali della Sardegna Un patrimonio da difendere e valorizzare Pula (CA), 8-9 ottobre 2015 Direzione Generale per la promozione

Dettagli

Effetti sul sistema economico urbano e regionale (effetti indiretti)

Effetti sul sistema economico urbano e regionale (effetti indiretti) Corso di Trasporti e Territorio prof. ing. Agostino Nuzzolo Trasporti e Sistema Economico Gli effetti sull Economia degli investimenti nel settore dei Trasporti spending effects (effetti diretti) Effetti

Dettagli

Analisi economica della sicurezza degli alimenti

Analisi economica della sicurezza degli alimenti Analisi economica della sicurezza degli alimenti Maria Sassi Dipartimento di Ricerche Aziendali Facoltà di Economia Università di Pavia E-mail msassi@eco.unipv.it Definizione di sicurezza degli alimenti

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA PROGRAMMA PROTEINE VEGETALI

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA PROGRAMMA PROTEINE VEGETALI PROGRAMMA PROTEINE VEGETALI Premessa Il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali ha invitato le Regioni alla stesura di un proprio programma che s inserisse all interno di un piano nazionale, denominato

Dettagli

QUADRO DI SINTESI POTENZIALITA E CRITICITA

QUADRO DI SINTESI POTENZIALITA E CRITICITA QUADRO DI SINTESI POTENZIALITA E CRITICITA CONTRATTO DI PAESAGGIO FINALIZZATO ALLA DEFINIZIONE DI UNA STRATEGIA DI SVILUPPO TERRITORIALE E DI RIQUALIFICAZIONE PAESAGGISTICA DEI TERRITORI MONTANI DI COMUNANZA

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 503. Disciplina della produzione, commercializzazione e consumo di prodotti erboristici

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 503. Disciplina della produzione, commercializzazione e consumo di prodotti erboristici Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 503 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore MASSIDDA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 13 MAGGIO 2008 Disciplina della produzione, commercializzazione e consumo

Dettagli

La scienza in campo. Marisa Porrini Facoltà di Agraria

La scienza in campo. Marisa Porrini Facoltà di Agraria La scienza in campo Marisa Porrini Facoltà di Agraria Il sistema agricolo non opera più secondo un modello prettamente produttivo, ma si sta orientando verso la salvaguardia delle risorse naturali, della

Dettagli

B og o e g n e e n s e i s e e ca c r a at a ter e ist s ich c e h e de d i e p r p inc n i c pi p a t a tivi

B og o e g n e e n s e i s e e ca c r a at a ter e ist s ich c e h e de d i e p r p inc n i c pi p a t a tivi Biogenesi e caratteristiche dei principi attivi attivi Le vie metaboliche secondarie derivano solo e unicamente dal metabolismo primario e mai viceversa e si attivano se e solo se il primario possiede

Dettagli

Rintracciabilità e tracciabilità strumenti di valorizzazione i del prodotto

Rintracciabilità e tracciabilità strumenti di valorizzazione i del prodotto MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI Direzione generale della pesca marittima e dell acquacoltura Aggiornamento in acquacoltura Corso di formazione Firenze 12/04/2013 Rintracciabilità

Dettagli

8.2.1.2 Descrizione della Misura, inclusa la logica di intervento ed il contributo alle FA ed agli obiettivi trasversali

8.2.1.2 Descrizione della Misura, inclusa la logica di intervento ed il contributo alle FA ed agli obiettivi trasversali 8.2 Descrizione della Misura 8.2.1 Codice e titolo della Misura Regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari. Cod. Misura 3. 8.2.1.1 Basi giuridiche Base giuridica della Misura 3 è l Art. 16 del

Dettagli

Autori: Salvatore Caldara, Alberto Mandanici.

Autori: Salvatore Caldara, Alberto Mandanici. Autori: Salvatore Caldara, Alberto Mandanici. INDICATORE SITI CONTAMINATI I siti contaminati comprendono quelle aree nelle quali, in seguito ad attività umane svolte o in corso, è stata accertata, sulla

Dettagli

Il Progetto e la Filiera di Produzione

Il Progetto e la Filiera di Produzione Il Progetto e la Filiera di Produzione VALLE CANNOBINA, POLO D ATTRAZIONE OFFICINALE Testo tratto da Erboristeria Domani, Febbraio 2006 a cura di Michele Bernelli, capo redattore Il progetto di Fitopolo

Dettagli

CONVEGNO Piante officinali

CONVEGNO Piante officinali CONVEGNO Piante officinali Esoerienze a confronto e prospettive di sviluppo La F.I.P.P.O. Attività di sostegno per i produttori di piante officinali e prime indicazioni per lo sviluppo di progetti aziendali

Dettagli

Una start-up per fare della posidonia delle Egadi l aloe del mare

Una start-up per fare della posidonia delle Egadi l aloe del mare Lastampa.it 15 gennaio 2016 Una start-up per fare della posidonia delle Egadi l aloe del mare Nasce tra Genova (oggi il debutto all Acquario) e Favignana la cosmesi fitomarina Mediterranea: un progetto

Dettagli

Nuovo paradigma: interventi finanziari coordinati per migliorare la competitività delle imprese agricole

Nuovo paradigma: interventi finanziari coordinati per migliorare la competitività delle imprese agricole Nuovo paradigma: interventi finanziari coordinati per migliorare la competitività delle imprese agricole Agricoltura e turismo 1) sono i settori che meglio tengono nella crisi economico-finanziaria di

Dettagli

Scheda 3. «Agricoltura e Agroenergie» L AGRICOLTURA MULTIFUNZIONALE. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 3. «Agricoltura e Agroenergie» L AGRICOLTURA MULTIFUNZIONALE. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 3 «Agricoltura e Agroenergie» L AGRICOLTURA MULTIFUNZIONALE GREEN JOBS Formazione e Orientamento Il concetto di multifunzionalità è comparso nelle politiche internazionali, nel dibattito in seno

Dettagli

Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia - 1 - XI Legislatura - Atti consiliari

Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia - 1 - XI Legislatura - Atti consiliari Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia - 1 - XI Legislatura - Atti consiliari TESTO PRESENTATO DAI PROPONENTI Art. 1 (Finalità)

Dettagli

Le buone erbe: dal prato alla scuola

Le buone erbe: dal prato alla scuola Corso di Aggiornamento CORSO DI AGGIORNAMENTO ANNO SCOLASTICO 2010/11 Le buone erbe: dal prato alla scuola Aggiornamento Docenti a cura di Dott.ssa Serena Dorigotti Museo Tridentino di Scienze Naturali

Dettagli

REGIONE SICILIANA PIANO NAZIONALE DELLA PREVENZIONE 2005-2007

REGIONE SICILIANA PIANO NAZIONALE DELLA PREVENZIONE 2005-2007 REGIONE SICILIANA PIANO NAZIONALE DELLA PREVENZIONE 2005-2007 I PROGETTI DELLA REGIONE SICILIA SUGLI SCREENING ONCOLOGICI Lo screening della cervice uterina Dott. Saverio Ciriminna Dirigente Generale Ispettorato

Dettagli

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave:

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave: 2 3 scheda SEZIONE C: SCHEDA La strategia di sviluppo rurale del Friuli Venezia Giulia 2014-2020 in breve La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole

Dettagli

Le Politiche della Regione nell ambito dei consumi e alimentazione a KM 0

Le Politiche della Regione nell ambito dei consumi e alimentazione a KM 0 Le Politiche della Regione nell ambito dei consumi e alimentazione a Valorizzazione produzioni agro alimentari di qualità Premessa Cosa si intende per consumo a KM 0? prodotti provenienti da areali di

Dettagli

18/02/2011. Sostenibilità. Razionalizzazione della produzione agricola. Livelli limitanti di. temperatura. Alessandra Carrubba. Anomalie pedologiche

18/02/2011. Sostenibilità. Razionalizzazione della produzione agricola. Livelli limitanti di. temperatura. Alessandra Carrubba. Anomalie pedologiche Piante aromatiche e da essenza per la valorizzazione delle aree marginali GLI AMBIENTI MARGINALI Alessandra Carrubba Livelli limitanti di Anomalie pedologiche temperatura umidità ph salinità Dipartimento

Dettagli

SPEZIE ED ERBE AROMATICHE

SPEZIE ED ERBE AROMATICHE Marchio di qualità con indicazione di origine Marchio di qualità Südtirol/Alto Adige DISCIPLINARE per il settore SPEZIE ED ERBE AROMATICHE Decreto del Direttore della Ripartizione Economia n. 833 del 26.11.2014

Dettagli

Randagismo: un problema regionale

Randagismo: un problema regionale REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO ALLA SANITÁ Dipartimento Attività Sanitarie ed Osservatorio Epidemiologico Randagismo: un problema regionale Agrigento, 9 marzo 2012 SERVIZIO 9 SANITÁ

Dettagli

Strutture per le donne vittime di violenza in Sicilia Dati prima rilevazione

Strutture per le donne vittime di violenza in Sicilia Dati prima rilevazione Strutture per le donne vittime di violenza in Sicilia Dati prima rilevazione Forum permanente contro le molestie e la violenza di genere 28 maggio 205 Sequenza attuazione L.r. /202 --202 Approvazione della

Dettagli

I NOSTRI PRODOTTI Ingredienti Confezione

I NOSTRI PRODOTTI Ingredienti Confezione Azienda Agricola" Cascina Molino Torrine" Via Campi di giugno, 47 www.cascinemolinotorrine.com info@cascinamolinotorrine.com 0161 966893 Cell. 335-6899938 Aceti al rosmarino I NOSTRI PRODOTTI Ingredienti

Dettagli

PIANO STRATEGICO DELLO SVILUPPO RURALE L AGRICOLTURA A BENEFICIO DI TUTTI

PIANO STRATEGICO DELLO SVILUPPO RURALE L AGRICOLTURA A BENEFICIO DI TUTTI PIANO STRATEGICO DELLO SVILUPPO RURALE L AGRICOLTURA A BENEFICIO DI TUTTI BIOLOGICO: NON SOLO MERCATO LE REGOLE L'agricoltura biologica rappresenta uno dei comparti dell'agroalimentare di qualità di maggior

Dettagli

POZIONE N. 1 AZIONE DIGESTIVA

POZIONE N. 1 AZIONE DIGESTIVA POZIONE N. 1 AZIONE DIGESTIVA Menta piperita (Mentha piperita L.) foglia, Liquirizia (Glycyrrhiza glabra L.) radice, Fumaria (Fumaria officinalis L.) sommità, Arancio dolce (Citrus aurantium L.) scorza,

Dettagli

MISURA 311. 1. Titolo della misura Diversificazione in attività non agricole. 2. Articoli di riferimento

MISURA 311. 1. Titolo della misura Diversificazione in attività non agricole. 2. Articoli di riferimento 1. Titolo della misura Diversificazione in attività non agricole. 2. Articoli di riferimento MISURA 311 Titolo IV, Capo 1, sezione 3, Articolo 52 lettera a) punto i e sottosezione 1, Articolo 53 del Regolamento

Dettagli

EXPECT MORE FROM OUR TRADITION

EXPECT MORE FROM OUR TRADITION TRADITION La Punico Liquori nasce a Marsala, città situata nell estrema punta occidentale della Sicilia, famosa in tutto il mondo grazie al suo omonimo vino liquoroso. Da questa tradizione nasce l esperienza

Dettagli

Smeralda Consulting & Associati srl è una società di servizi alle imprese e alla pubblica amministrazione che nasce dalla collaborazione consolidata

Smeralda Consulting & Associati srl è una società di servizi alle imprese e alla pubblica amministrazione che nasce dalla collaborazione consolidata Smeralda Consulting & Associati srl è una società di servizi alle imprese e alla pubblica amministrazione che nasce dalla collaborazione consolidata di un gruppo di professionisti. La società, sorta per

Dettagli

corso di AROMATERAPIA E FITOTERAPIA 1 giornata (8 ore totali) C O R S O D I F O R M A Z I O N E Professionale

corso di AROMATERAPIA E FITOTERAPIA 1 giornata (8 ore totali) C O R S O D I F O R M A Z I O N E Professionale AROMATERAPIA E FITOTERAPIA C O R S O D I F O R M A Z I O N E Professionale 1 giornata (8 ore totali) Ente NO-PROFIT di Formazione Professionale Riconosciuto dalla Regione Lombardia 2014/NA37 AROMETERAPIA

Dettagli

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI Dario Focarelli Direttore Generale ANIA Milano, 12 marzo 2013 «LA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTOMOBILISTICA STRATEGIA, INNOVAZIONE

Dettagli

FISCALITÀ DELL IMPRESA AGRICOLA

FISCALITÀ DELL IMPRESA AGRICOLA FISCALITÀ DELL IMPRESA AGRICOLA Imprenditore Agricolo (Art. 2135 Codice Civile come modificato dal D.Lgs 18 maggio 2001, n. 228) Attività agricole in senso stretto È imprenditore agricolo chi esercita

Dettagli

LE DECISIONI STRATEGICHE DI ACQUISIZIONE- CESSIONE AZIENDALE

LE DECISIONI STRATEGICHE DI ACQUISIZIONE- CESSIONE AZIENDALE LE DECISIONI STRATEGICHE DI ACQUISIZIONE- CESSIONE AZIENDALE Prof. Massimo Saita Direttore Istituto Economia, Amministrazione e Politica Aziendale Università degli Studi di Milano Bicocca Professore ordinario

Dettagli

www.isolabiosicilia.it

www.isolabiosicilia.it Consorzio Isola Bio Sicilia Consorzio per la valorizzazione dei prodotti biologici e lo sviluppo rurale Struttura e finalità del consorzio www.isolabiosicilia.it Generalità sul consorzio Il Consorzio Isola

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Decreto n. 7407 del 4 agosto 2010 Modifiche all articolo 5 del decreto ministeriale 27 novembre 2008, n. 5396, concernente Disposizioni di attuazione dei regolamenti (CE) n. 479/2008 del Consiglio e n.

Dettagli

L ORTO CHE CURA. Un incontro per vedere da vicino il mondo delle piante officinali, quelle che possiamo coltivare nei nostri orti le loro proprietà

L ORTO CHE CURA. Un incontro per vedere da vicino il mondo delle piante officinali, quelle che possiamo coltivare nei nostri orti le loro proprietà L ORTO CHE CURA Un incontro per vedere da vicino il mondo delle piante officinali, quelle che possiamo coltivare nei nostri orti le loro proprietà e soprattutto l uso che ne possiamo fare CAMOMILLA Matricaria

Dettagli

L altitudine dei terreni coltivati a piante officinali influisce sulla quantità e qualità dei principi attivi per la Genziana (Gentiana lutea L.).

L altitudine dei terreni coltivati a piante officinali influisce sulla quantità e qualità dei principi attivi per la Genziana (Gentiana lutea L.). 6. Reintroduzione di specie aromatiche nel comprensorio di Sant Elena Sannita: aspetti colturali 6.1 Introduzione E noto da tempo che le condizioni ambientali e pedoclimatiche possono influenzare la qualità

Dettagli

SICUREZZA E QUALITA ALIMENTARE: LA CERTIFICAZIONE A TUTELA DEL CONSUMATORE

SICUREZZA E QUALITA ALIMENTARE: LA CERTIFICAZIONE A TUTELA DEL CONSUMATORE Tesi congressuale 2 SICUREZZA E QUALITA ALIMENTARE: LA CERTIFICAZIONE A TUTELA DEL CONSUMATORE Ufficio di Coordinamento - Consigliere Nazionale Coordinatore: Dott. Agr. Cosimo Damiano CORETTI - Presidente

Dettagli

LA DISTILLAZIONE delle PIANTE OFFICINALI Principi e impianti

LA DISTILLAZIONE delle PIANTE OFFICINALI Principi e impianti F.I.P.P.O. Federazione Italiana Produttori Piante Officinali Convegno Meccanizzazione e tecnologia nella produzione di piante officinali LA DISTILLAZIONE delle PIANTE OFFICINALI Principi e impianti di

Dettagli

GRUPPO AZIONE LOCALE BASSO TIRRENO COSENTINO Programma di Sviluppo Rurale della Regione Calabria 2007-2013 PSR 2007-2013 - ASSE 4 APPROCCIO LEADER

GRUPPO AZIONE LOCALE BASSO TIRRENO COSENTINO Programma di Sviluppo Rurale della Regione Calabria 2007-2013 PSR 2007-2013 - ASSE 4 APPROCCIO LEADER GRUPPO AZIONE LOCALE BASSO TIRRENO COSENTINO PSR 2007-2013 - ASSE 4 APPROCCIO LEADER Programma di Sviluppo Locale BASSO TIRRENO COSENTINO SCHEDA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALLA PRESENTAZIONE DI PROGETTI

Dettagli

Sistemi di gestione aziendale Sistema di gestione per la qualità - ISO 9001:2008

Sistemi di gestione aziendale Sistema di gestione per la qualità - ISO 9001:2008 Sistemi di gestione aziendale Sistema di gestione per la qualità - ISO 9001:2008 Per dare evidenza dell'efficace gestione organizzativa dell'azienda. Sistema di gestione ambientale - ISO 14001:2004 Per

Dettagli

PAC 2020: LA "CONTROPROPOSTA" APPROVATA DALLA COMAGRI DEL PE NUOVO REGIME DEI PAGAMENTI DIRETTI

PAC 2020: LA CONTROPROPOSTA APPROVATA DALLA COMAGRI DEL PE NUOVO REGIME DEI PAGAMENTI DIRETTI PAC 2020: LA "CONTROPROPOSTA" APPROVATA DALLA COMAGRI DEL PE NUOVO REGIME DEI PAGAMENTI DIRETTI ARGOMENTO Convergenza esterna Active farmers Flessibilità tra i pilastri NOVITÀ RISPETTO ALLA PROPOSTA UE

Dettagli

La politica di sviluppo rurale e il PSR 2007-2013 della Lombardia

La politica di sviluppo rurale e il PSR 2007-2013 della Lombardia La politica di sviluppo rurale e il PSR 2007-2013 della Lombardia Roberto Pretolani Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agro-alimentare e Ambientale Università degli Studi di Milano La politica

Dettagli

Migliorare la sostenibilità territoriale attraverso il sistema del cibo:

Migliorare la sostenibilità territoriale attraverso il sistema del cibo: Osservatorio CORES CONSUMI, RETI E PRATICHE DI ECONOMIE SOSTENIBILI Migliorare la sostenibilità territoriale attraverso il sistema del cibo: Dalle spinte dal basso verso nuove forme di governance? Il caso

Dettagli

Zola fa agricoltura Il Mondo contadino dal seminativo alla zootecnia

Zola fa agricoltura Il Mondo contadino dal seminativo alla zootecnia Zola fa agricoltura Il Mondo contadino dal seminativo alla zootecnia I sostegni alle imprese agricole per la competitività e la diversificazione dei redditi Zola Predosa 29 ottobre 2011 Zola fa agricoltura

Dettagli

Il biologico in Toscana

Il biologico in Toscana Quaderno della Il biologico in Toscana 7 Chi promuove il progetto Filiera Corta Bio nella regione CTPB - Coordinamento Toscano Produttori Biologici - e un associazione nata nel 1983 a Firenze per iniziativa

Dettagli

Il ruolo della ricerca nella conservazione delle risorse genetiche delle specie officinali in Europa

Il ruolo della ricerca nella conservazione delle risorse genetiche delle specie officinali in Europa Il ruolo della ricerca nella conservazione delle risorse genetiche delle specie officinali in Europa Carla Vender CRA - Isafa, Villazzano (Trento) ERBORISTERIA DOMANI 293 GIUGNO 2005: 41-44 Già un quarto

Dettagli

Forever. Essential Oils

Forever. Essential Oils Forever Essential Oils DAL 1978, FOREVER LIVING PRODUCTS LAVORA PER OFFRIRE LA RISORSA PIÙ PURA DI INGREDIENTI PROVENIENTI DA OGNI PARTE DEL MONDO PER CREARE PRODOTTI DELLA PIÙ ELEVATA QUALITÀ DISPONIBILI

Dettagli

Istituzione e disciplina della professione di erborista e disposizioni concernenti l attività commerciale di erboristeria

Istituzione e disciplina della professione di erborista e disposizioni concernenti l attività commerciale di erboristeria Istituzione e disciplina della professione di erborista e disposizioni concernenti l attività commerciale di erboristeria Art. 1 (Oggetto) 1. La presente legge disciplina: a) i requisiti professionali

Dettagli

Oleolita all Equiseto Rende la pelle luminosa

Oleolita all Equiseto Rende la pelle luminosa Oleolita all Equiseto Rende la pelle luminosa L Oleolita all Equiseto rende la pelle luminosa. L Equiseto contiene una altissima percentuale di Silice. La Silice, contenuta nell Equiseto e nell Argilla

Dettagli

La Politica Agricola Comune, i Programmi di Sviluppo Rurale e la Rete Natura 2000 Stato attuale e quadro post 2013

La Politica Agricola Comune, i Programmi di Sviluppo Rurale e la Rete Natura 2000 Stato attuale e quadro post 2013 La Politica Agricola Comune, i Programmi di Sviluppo Rurale e la Rete Natura 2000 Stato attuale e quadro post 2013 Luigi Servadei Ministero Luogo e delle datapolitiche Agricole, D.G. Sviluppo Rurale Rete

Dettagli

svolgono un ruolo importante arterie. sia

svolgono un ruolo importante arterie. sia I grassi nella dieta mediterranea Gli acidi grassi saturi (prevalentemente di origine animale) si IMPACCHETTANO molto facilmente e solidificano più facilmente rispetto agli insaturi, depositandosi sui

Dettagli

Il NUOVO PSR PUGLIA IISS L.G.M. Columella

Il NUOVO PSR PUGLIA IISS L.G.M. Columella Il NUOVO PSR PUGLIA IISS L.G.M. Columella Opportunità di Finanziamento per i Giovani Relatore: Dr. Agr. Andrea Antonio PANICO Lecce, li 21/02/2015 Confederazione Italiana Agricoltori Lecce- Nuovo PSR PUGLIA

Dettagli

Attività: purgante stimolante-irritativa Effetto: stimolazione della motilità intestinale ed evacuazione dopo 6-8 ore

Attività: purgante stimolante-irritativa Effetto: stimolazione della motilità intestinale ed evacuazione dopo 6-8 ore Glucosidi antrachinonici: Biogenesi via Ac-CoA-Malonato [C3] Attività: purgante stimolante-irritativa Effetto: stimolazione della motilità intestinale ed evacuazione dopo 6-8 ore C6-(CO)2-C6 TIPI DI PURGANTI

Dettagli

LA FLORITERAPIA E LA FITOTERAPIA COME AIUTO PER LENIRE IL DOLORE

LA FLORITERAPIA E LA FITOTERAPIA COME AIUTO PER LENIRE IL DOLORE LA FLORITERAPIA E LA FITOTERAPIA COME AIUTO PER LENIRE IL DOLORE ESTRATTO UNIVERSALE Fu chiamato dal Dr Bach rimedio di soccorso per i suoi effetti calmanti e stabilizzanti sulle emozioni nel corso di

Dettagli

ACCREDITAMENTO SEDI FORMATIVE E CERTIFICAZIONE DI QUALITA UNI EN ISO 9001

ACCREDITAMENTO SEDI FORMATIVE E CERTIFICAZIONE DI QUALITA UNI EN ISO 9001 Provincia di Cosenza Assessorato alla Formazione Professionale e Mercato del Lavoro SETTORE FORMAZIONE PROFESSIONALE (Dirigente Avv. Gaetano Pignanelli) ACCREDITAMENTO SEDI FORMATIVE E CERTIFICAZIONE DI

Dettagli

Il carattere multifunzionale dell agricoltura: approcci teorici e ruolo delle family farms. Leonardo Casini

Il carattere multifunzionale dell agricoltura: approcci teorici e ruolo delle family farms. Leonardo Casini Il carattere multifunzionale dell agricoltura: approcci teorici e ruolo delle family farms Leonardo Casini Questo è probabilmente l ettaro di terra più costoso del mondo: Burgundy, Vigneto Romanée Conti:

Dettagli

Il Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013

Il Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013 Il Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013 Le opportunità per le aziende agricole FINANZIAMENTI IN AGRICOLTURA FINANZIAMENTI COMUNITARI I PILASTRO Politica dei Mercati OCM PAC II PILASTRO Sviluppo rurale -

Dettagli

ALTRA AGRICOLTURA E SOSTENIBILITA URBANA. Ada Cavazzani Centro Studi Sviluppo Rurale Università della Calabria

ALTRA AGRICOLTURA E SOSTENIBILITA URBANA. Ada Cavazzani Centro Studi Sviluppo Rurale Università della Calabria ALTRA AGRICOLTURA E SOSTENIBILITA URBANA Ada Cavazzani Centro Studi Sviluppo Rurale Università della Calabria Presentazione 1. Quadro di riferimento 2. Rapporti città-campagna 3. Altra agricoltura 4. Reti

Dettagli

SISTEMA DI FILIERA AMALATTEA PER LA PRODUZIONE, TRASFORMAZIONE, DISTRIBUZIONE, COMMERCIALIZZAZIONE E PROMOZIONE DEL LATTE DI CAPRA.

SISTEMA DI FILIERA AMALATTEA PER LA PRODUZIONE, TRASFORMAZIONE, DISTRIBUZIONE, COMMERCIALIZZAZIONE E PROMOZIONE DEL LATTE DI CAPRA. La tutela dell ambiente: garanzia della salubrità e sicurezza del nostro cibo L IMPATTO SULLA SICUREZZA ALIMENTARE: DALL AUTOCONTROLLO AL CONTROLLO UFFICIALE. LA TRASFORMAZIONE Ministero del Lavoro, Salute

Dettagli