UN APPROCCIO FEDERATO ALLA TRASFORMAZIONE DEGLI ENTI INTEGRARE TERRITORIO, SISTEMI E ORGANIZZAZIONE PER UNA PA PIÙ EFFICIENTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UN APPROCCIO FEDERATO ALLA TRASFORMAZIONE DEGLI ENTI INTEGRARE TERRITORIO, SISTEMI E ORGANIZZAZIONE PER UNA PA PIÙ EFFICIENTE"

Transcript

1 UN APPROCCIO FEDERATO ALLA TRASFORMAZIONE DEGLI ENTI INTEGRARE TERRITORIO, SISTEMI E ORGANIZZAZIONE PER UNA PA PIÙ EFFICIENTE

2 Un metodo di lavoro per gli Enti: L ASSOCIAZIONE COME RISORSA Gli Enti pubblici oggi sono chiamati a fare di più con meno. Non è una frase fatta ma un dato di fatto, ovvero l assunto da cui ha avuto origine il Decreto che sancisce la necessità per i comuni con meno di abitanti in pianura, e meno di abitanti in montagna, di gestire in forma associata le loro funzioni fondamentali attraverso l unione o la convenzione con altri comuni. Ma come si associano i comuni? Come fanno a scegliere quelle entità con cui è più vantaggioso farlo? In che modo possono trasformare questo cambiamento in un opportunità per diventare più grandi e, oltre ad essere autosufficienti, trasformarsi in centri con cui offrono servizi agli altri Enti del territorio? E come cambiano le modalità di lavoro delle persone che ne fanno parte a seguito dell introduzione di questa nuova forma di gestione allargata? Infine, come possono essere certi che i dati dei cittadini e delle imprese, tradizionalmente custoditi nel loro territorio di appartenenza, siano gestiti in modo sicuro anche in un ottica trans funzionale e sovra comunale? capace di dare valore a cittadini e imprese attraverso la messa a fattor comune delle risorse su scala non più limitata ai confini comunali, ma riferendosi alla città vista come quel tessuto di relazioni, economiche e sociali, che fa di un insieme di Enti un territorio. Dedagroup offre agli Enti chiamati a rispondere a questa sfida un metodo di lavoro e un insieme di strumenti attraverso cui realizzarlo nel quotidiano. Si tratta della capacità di costruire nuovi modelli organizzativi e infrastrutture territoriali e centrali che nascono nativamente come interoperabili perché già costruite in risposta ad un esigenza concreta: mettere a fattor comune le risorse del territorio in un ottica aperta in cui non ci sono più silos. Per essere efficace, tale trasformazione deve combinare la capacità di generare dati di qualità, di utilizzare le informazioni territoriali e d integrare e far cooperare applicazioni e sistemi. Dedagroup ICT Network si propone oggi al mercato Pubblica Amministrazione con una struttura integrata nella visione, nell offerta e nella governance, che unisce le specifiche competenze di Dedagroup SpA, Sinergis e DDway. Si posiziona così come unica realtà italiana capace di gestire la complessità del passaggio all Amministrazione Digitale in modo sistemico, contemperando le competenze di consulenza, system integration, gestione degli enti locali e realizzazione di sistemi informativi territoriali. È così che, passo dopo passo, Dedagroup ICT Network accompagna gli Enti in questo cambio di paradigma, aiutandoli a indirizzare nel modo più efficace possibile i cambiamenti legislativi dettati dalle esigenze di razionalizzazione della spesa che caratterizzano questo momento storico. Il tema è senz altro molto caldo perché le risorse della Pubblica Amministrazione sono sempre più limitate e, al tempo stesso, i cittadini e le imprese si aspettano che questa offra loro servizi migliori, sostenendo lo sviluppo economico delle aree in cui vivono per accrescere il benessere di tutti. Ciò che la Pubblica Amministrazione è chiamata a fare è essenzialmente un passaggio al 2.0: non solo aperta, bidirezionale, accountable ed efficiente ma

3 L UNIONE FA LA FORZA: NOI VI DIAMO UN METODO E GLI STRUMENTI PER REALIZZARLA Bisogni e risposte per il cambiamento in ottica associativa COME POTETE RAZIONALIZZARE LA SPESA? Con un set di strumenti tecnologici, dipartimentali e gestionali che vi aiutano ad essere più efficienti nella gestione del personale consentendovi di migliorare i servizi offerti a cittadini e imprese. Vi offriamo soluzioni verticali standardizzate e integrate implementabili in modo veloce e per questo efficaci. Vi aiutiamo ad abbattere i costi dell IT della vostra amministrazione riducendo i tempi di gestione dei diversi procedimenti, automatizzando la fornitura di servizi più evoluti, fornendovi soluzioni cloud con cui prendiamo in carico la gestione completa dell infrastruttura consentendovi di risparmiare e di eliminare gli oneri connessi alla sua manutenzione. È anche così che vi aiutiamo a rimettere i cittadini e le imprese al centro, ovvero offrendovi strumenti innovativi che vi consentono non solo di risparmiare ma anche di focalizzarvi sugli utenti cui rivolgete i vostri servizi e non sul procedimento con cui li erogate. COME GUARDARE OLTRE I CONFINI? L esigenza di gestire in forma associata le funzioni amministrative principali vi spinge a cercare negli altri Enti del territorio una nuova opportunità per migliorare l efficienza dei servizi, pur contando su risorse limitate. Avete bisogno di fare il punto su come riorganizzare le infrastrutture e le applicazioni, e di rivedere ruoli e attività delle persone che lavorano con voi, magari avviando percorsi di formazione attraverso cui potete riallocarle su nuove attività a valore aggiunto come ad esempio quelle per la creazione di banche dati certificanti su cui riformare tutto il paradigma di comunicazione tra le diverse Amministrazioni Pubbliche e, conseguentemente, tra la Pubblica Amministrazione, i cittadini e le imprese. Per fare tutto ciò in modo sostenibile ed efficiente vi aiutiamo a capire cosa è prioritario per voi, al di là dell assetto organizzativo e tecnologico che avrete domani. Vi aiutiamo a cambiare davvero il modo di lavorare dell Ente supportandovi nella creazione di banche dati di qualità e, dunque, certificanti. Da qui potete partire per superare la logica 1 soluzione - 1 ufficio, creando data base unitari, sia in termini logici sia fisici, georeferenziati, integrati a livello nativo e centralizzati. QUALI SONO I VINCOLI CHE DOVETE RISPETTARE? Adesso siete tenuti a fornire e condividere i dati su cittadini e imprese con altri Enti pubblici e a erogare servizi associandovi con più amministrazioni. Tutto ciò dovete farlo seguendo l indirizzo di Enti sovra ordinati che dettano le modalità con cui gestire questo cambiamento, assicurando che la nuova organizzazione abbia un unica logica organizzativa e tecnologica e che risponda ai modelli di amministrazione digitale definiti nei piani. Vi aiutiamo a farlo fornendovi soluzioni specifiche con cui adempiere gli obblighi normativi (albo pretorio, Civit, trasparenza) nel rispetto degli standard nazionali e locali. Lo facciamo in modo integrato, allineandole da subito con le altre soluzioni già implementate e con banche dati certificanti. Così vi aiutiamo a semplificare, eliminando la duplicazione dei tempi di lavorazione e inutili repliche di dati. Dove presenti, siamo in grado di allineare le nostre soluzioni ai modelli di cooperazione e integrazione già definiti dalle Regioni, garantendovi un offerta applicativa e infrastrutturale dinamica che varia sulla base dei costanti cambiamenti organizzativi e normativi che vi trovate ad affrontare.

4 We have the power COME SCEGLIERE CON QUALI ENTI COLLABORARE? Il territorio rappresenta il tessuto connettivo di questa nuova modalità di governance allargata in cui i diversi livelli di governo, comunale, regionale, provinciale e centrale, sono chiamati a dialogare in modo sempre più assiduo e integrato. Il territorio è, dunque, fonte di dati importanti attraverso cui potete tracciare le connessioni, finora non necessarie o poco comprensibili, con gli altri Enti con cui state iniziando a collaborare. Noi vi offriamo un insieme di soluzioni territoriali che vi consentono di comprenderne le risorse o le criticità, dando slancio anche alla creazione della nuova mappa organizzativa sovra territoriale della Pubblica Amministrazione. Le abbiamo progettate già in una logica d integrazione, sia all interno sia all esterno con soluzioni nostre o di terze parti e sempre nel rispetto degli standard internazionali e nazionali. Quello che vi offriamo è un architettura a più livelli già pronta per essere integrata con i processi e l architettura organizzativa, infrastrutturale e applicativa della nuova Pubblica Amministrazione associata. SE INTEGRATE DATI E INFRASTRUTTURE, C È RISCHIO DI PERDERE QUALCOSA PER STRADA? Chiaramente non volete che questo accada, né tanto meno che i cittadini e le imprese si trovino ad avere servizi meno efficienti durante il passaggio alla gestione dei servizi in forma associata. In altre parole, avrete la necessità di assicurare loro la sicurezza, sia logica sia fisica, delle informazioni e la continuità operativa del servizi. Tutto ciò mentre razionalizzate e centralizzate i data center e lo storage, creando un cloud pubblico, privato o ibrido con cui mettete a fattor comune i dati della vostra comunità. Noi vi supportiamo nell individuazione di processi e infrastrutture IT che, nel rispetto degli adempimenti, vi assicurano una performance migliore e la sicurezza totale dei dati. Conosciamo a fondo le soluzioni tecnologiche verticali e trasversali presenti sul mercato, includendo l offerta fisica, in cloud e in outsourcing. Così vi aiutiamo a scegliere, e se volete a implementare, la soluzione più adatta alle vostre esigenze, oppure vi offriamo servizi di consulenza con cui vi supportiamo nella progettazione del vostro data center. LA QUALITÀ E L AFFIDABILITÀ DELLE INFORMAZIONI È IL PASSO SUCCESSIVO Quando si fa un trasloco spesso si coglie l occasione anche per riorganizzare il modo in cui si gestiscono le proprie cose, o per fare ordine negli archivi di fatture e bollette. La stessa cosa vale per voi: ricominciare in modo nuovo è un ottimo momento per rivedere anche la qualità delle banche dati su cui avete fatto affidamento fino a oggi con l obiettivo di porre basi ancora più solide ai nuovi processi organizzativi, non solo tecnologici, che state affrontando. Ripartire con una base dati affidabile e sempre aggiornata è fondamentale. Vi aiutiamo a farlo offrendovi servizi di consulenza, metodologie e soluzioni con cui verificare e identificare eventuali incongruenze o disallineamenti nelle vostre base dati. In questo modo potete validare fin da subito il patrimonio informativo di partenza e traghettarlo in modo più efficace nel cambiamento associativo. Rifondare la Pubblica Amministrazione è anche questo e noi vi indichiamo la strada offrendovi gli strumenti per affrontare tale trasformazione.

5 IL TERRITORIO DIVENTA ANCORA PIÙ SMART Bisogni e risposte per il cambiamento della città intelligente OPEN VUOL DIRE MISURABILE Sia nel caso vi siate associati, che nel caso in cui continuiate a operare come un comune singolo, ci sono degli obblighi di legge che dovete rispettare in termini di valutazione delle performance. TRASPARENTE PER CONDIVIDERE LA COSTRUZIONE DEL FUTURO Essere trasparenti oggi è un obbligo di legge ma anche un opportunità, attraverso cui rispondete alle richieste dei cittadini e delle imprese che chiedono di contribuire attivamente alla gestione pubblica. Non soltanto perché una Pubblica Amministrazione aperta deve rendere tracciabile le sue operazioni, ma anche perché in questo modo è possibile aggiustare il tiro e, conseguentemente, migliorare i servizi e l attrattività del territorio. Vi offriamo un insieme di soluzioni che prevedono nativamente il monitoraggio del funzionamento dei sistemi e dei tempi per ciascuno dei procedimenti che gestite. Vi aiutiamo anche a monitorare le vostre performance e a stilare indicatori che siano in grado di misurarle così da consentirvi di intervenire su eventuali inefficienze. Il concetto di Accountability prende il largo e investe sia la visione d insieme che i piani di sviluppo delle singole iniziative della Pubblica Amministrazione. In base alle prescrizioni e alle diverse tipologie di dati da produrre in ottica di trasparenza, vi offriamo soluzioni che automatizzano nativamente tutte queste attività, senza che abbiate bisogno di dotarvi di strumenti aggiuntivi per farlo. Si tratta di soluzioni integrate con i vostri portali online, siano essi dedicati ai cittadini o alle imprese, in grado di dialogare con i sistemi di cooperazione applicativa tra le diverse aree della nuova Pubblica STILARE INDICATORI MONITORARE LE PERFORMANCE INTERVENIRE SULLE INEFFICIENZE Amministrazione associata, e collegati nativamente con i data base certificanti.

6 Smart is good OPEN VUOL DIRE ANCHE MIGLIORABILE L utilizzo degli Open Data e dei Linked Open Data non è solo dettato dall obbligo di trasparenza ma anche uno strumento con cui è possibile portare avanti una duplice rivoluzione : creare nuove opportunità per il territorio e le imprese e, contestualmente, alimentare un flusso di produzione di dati di qualità perché basato sull utilizzo, l integrazione, la verifica e il feedback delle informazioni processate. Siamo specializzati nella fornitura di soluzioni, tutte con interfaccia standard, che abilitano l esportazione e la pubblicazione dei dati in modo costante nel tempo. Lo abbiamo fatto per la Regione Emilia-Romagna, e per altre regioni italiane, aiutandole a costruire e rilasciare i propri dati geografici in modalità aperta e riusabile. Siamo in grado di implementare soluzioni standard, sia a livello di gestione dei dati che di tecnologie utilizzate, e le integriamo con i nostri strumenti di gestione dei servizi geografici. SMARTNESS VUOL DIRE FARE IL PUNTO SULL INTELLIGENZA DELLE CITTÀ E DEI TERRITORI La creazione della Smart City, o del territorio associato e intelligente, non è un percorso semplice. Ciascuna area del Paese avrà bisogno, sulla base del livello di adozione o meno di tecnologie a supporto della costruzione della smart city, di risorse e tempi diversi. In che modo? Quali? Telecontrollo Infomobilità Data Integration System Integration Vi aiutiamo a fare il punto della situazione e poi vi offriamo un mix di soluzioni per affrontare questo percorso, ad esempio con servizi di system e data integration che abilitano la mobilità, il teleconcontrollo, l infomobilità o strumenti per la gestione efficiente delle reti elettriche. Tutto ciò lo integriamo, a livello macro, con le infrastrutture e le modalità organizzative di quei soggetti che elaborano, definiscono e sviluppano i trend tecnologici e funzionali e gli standard a supporto delle smart city. Vi aiutiamo a diventare una Pubblica Amministrazione più smart ma anche a essere, sulla base dell adozione di questi strumenti, una Pubblica Amministrazione che abilita le piattaforme, i processi e le modalità organizzative del cambiamento verso la gestione associata e la condivisione delle risorse.

7 UN APPROCCIO FEDERATO ALLA SMART CITY ASSOCIATA: Ecco come vediamo il cambiamento della Pubblica Amministrazione La gestione dei servizi in forma associata sta, dunque, determinando la creazione di entità sovra comunali che si organizzano e operano non più come un unicum ma come un insieme di soggetti federati e interconnessi, che condividono strumenti e risorse, modalità gestionali e organizzative. referenze significative maturate con comuni, unioni di comuni e Enti sovra ordinati per cui ha curato la creazione di anagrafi degli immobili certificate che sono alla base di un moderno approccio al controllo del territorio ed alle politiche di equità fiscale. Gli Enti non sono più isole singole ma fanno sistema, lavorando come unità collegate tra loro. Si tratta di un approccio federato al bene pubblico e agli strumenti che ne rendono possibile la realizzazione, come l infrastruttura tecnologica. Al tempo stesso, tale cambiamento riguarda la trasformazione del ruolo della Pubblica Amministrazione, che da accentratrice diventa catalizzatore di pratiche e modelli che, facendo leva proprio sulle nuove tecnologie, migliorano davvero i servizi offerti a cittadini e imprese, ad esempio attraverso l implementazione dell identità federata, della cooperazione applicativa, delle pratiche di dematerializzazione e decertificazione, con cui si può offrire a cittadini e imprese la possibilità di accedere ai servizi in maniera simile in termini di autenticazione, canali di accesso, modulistica e processi, riducendo tempi e costi e migliorando la qualità dei servizi erogati. VI AIUTIAMO A: Creare basi dati di qualità e certificanti attraverso cui continuare il processo di digitalizzazione degli Enti su basi più solide che garantiscono la completa interoperabilità tra i sistemi dei diversi livelli dell Amministrazione Pubblica. Lo facciamo attraverso la competenza e l esperienza di DDway, che ha al suo attivo referenze significative maturate in collaborazione con la Pubblica Amministrazione Centrale. L azienda ha progettato, e continua a gestire, un sistema per la definizione della qualità dei dati della più grande anagrafica esistente in Italia, ovvero l anagrafica dei pensionati e di tutti coloro che hanno una relazione con un qualsiasi Ente previdenziale del nostro Paese. Ma anche attraverso l esperienza di Sinergis, che ha al suo attivo QUALI BENEFICI OTTENETE: l univocità e l affidabilità dei dati inerenti il singolo soggetto (cittadino, lavoratore, pensionato, impresa) che ha rapporti diversificati con l Ente e il singolo oggetto territoriale (edificio, unità immobiliare, terreno) è la condizione imprescindibile per superare la visione verticalizzata dei servizi e creare una solida piattaforma di rinnovamento dell Amministrazione a tutti i suoi livelli. ENTE

8 Together is better Leggere il territorio e integrarne i dati nei sistemi e nei processi dell Amministrazione, così da poterli mettere a disposizione del singolo Ente o delle sue forme associative. Il territorio diventa in questo modo il tessuto connettivo su cui le Amministrazioni cambiano le modalità di gestione delle risorse. È così, infatti, che queste possono superare i confini dell Ente per capire quali risorse sono disponibili e dove sono disponibili, così da creare associazioni di comuni che massimizzano le potenzialità del territorio perché in grado di trarne linfa per allocare le risorse in modo efficiente. QUALI BENEFICI OTTENETE: gli Enti sono in grado di integrare la gestione amministrativa con le informazioni circa le risorse presenti sui territori, prendendo decisioni più informate che superano le divisioni amministrative tra i singoli Enti. L integrazione nativa dei verticali gestionali del comune con il territorio permette di utilizzate tali banche dati come veri e propri sensori attraverso i quali rappresentare sulle mappe del sistema informativo territoriale le trasformazioni (fisiche, demografiche, sociali ed economiche) in atto sul territorio dell Ente. Si tratta di un area in cui creiamo valore grazie alle competenze di Sinergis, che ha aiutato il comune di Modena, e decine di altri comuni in Italia, nella creazione di un sistema informativo geografico in grado di essere alimentato attraverso molteplici fonti informative, sia interne sia esterne all Ente, e di effettuare previsioni e simulazioni con cui può pianificare e gestire in modo più oculato le sue risorse, riducendo gli sprechi e abbattendo l impatto ambientale. In tale ambito, ci avvaliamo anche delle competenze di Dedagroup Pal, che aiuta gli Enti a governare l informazione amministrativa e gestionale nativamente correlata con la geografia del territorio, andando in questo modo a raccordare tutta l azione amministrativa e tecnica del comune al territorio al quale essa si rivolge. A semplificare i processi e gli strumenti attraverso cui gestite l erogazione dei servizi ai cittadini, consentendovi di diventare più efficienti e di risparmiare risorse da riutilizzare su progetti che danno più valore al vostro territorio. Vi aiutiamo a far dialogare meglio le vostre aree funzionali, sia all interno dell Ente sia tra Enti diversi, attraverso strumenti gestionali e di cooperazione applicativa che vi permettono di collaborare in modo più diretto e immediato. In quest area ci avvaliamo dell esperienza di Dedagroup PA, che ha realizzato per il comune di Ancora un sistema di gestione delle variazioni anagrafiche in grado di far dialogare in modo integrato i diversi uffici dell Ente, consentendogli di allineare in modo automatico e sicuro tutte le sue banche dati interne e di superare il problema dell obsolescenza e dell affidabilità dei dati.

9 UN APPROCCIO FEDERATO ALLA SMART CITY ASSOCIATA: Ecco come vediamo il cambiamento della Pubblica Amministrazione Contestualmente, l esperienza di Sinergis in questo settore aiuta gli Enti nella gestione delle pratiche edilizie al fine di integrarle con i processi tributari e urbanistici e di attingere direttamente dai titoli abilitativi le informazioni con cui aggiornare costantemente le cartografie e l anagrafe comunale degli immobili. La federazione delle risorse e il rinnovamento tecnologico sono i cardini con cui possiamo realizzarla. concreta realizzazione dell Agenda Digitale attraverso la condivisione di una nuova modalità organizzativa basata sulla messa a fattor comune di metodologie, processi e sistemi. Al centro di tutto ci sono le nostre soluzioni Civilia web, con cui aiutiamo le Amministrazioni a gestire in modo efficiente le singole funzioni, e l Infrastruttura di dati territoriali, con cui queste possono trarre informazioni utili su cui fondare e realizzare il passaggio alla federazione delle risorse. Siamo in grado di farlo offrendo una visione centrale e locale al tempo stesso grazie: alla capacità di rivedere i processi e i sistemi di gestione dei dati in ottica di maggiore qualità e affidabilità; QUALI BENEFICI OTTENETE: migliorate la performance dell Ente non soltanto in termini di controllo della spesa, ma anche in termini di velocità, flessibilità e semplicità degli strumenti con cui i cittadini e le imprese possono interagire con il comune, sia per chiedere e rilasciare un semplice certificato sia per presentare una pratica edilizia o una richiesta di autorizzazione per l esercizio di un attività produttiva. È attraverso l unione di queste competenze che Dedagroup ICT Network offre agli Enti non soltanto un set di strumenti gestionali verticali costruiti per rispondere alle loro esigenze ma, al di là dei processi e delle architetture coinvolte, un metodo di lavoro con cui questi, anche nella loro forma associata o sovra ordinata, abilitano la all offerta di soluzioni, sia di mercato che Open source, aperte e nativamente interoperabili che vi aiutano ad agire già in modo integrato con le necessità dei comuni e delle loro forme associate; alla conoscenza specifica delle caratteristiche dei singoli Enti e dei diversi domini che si trovano a gestire; Uniamo alla competenza tecnologica la conoscenza delle necessità amministrative singole, per dare agli Enti una visione con cui indirizzare il cambiamento e consentendogli di accogliere e gestire al meglio i vincoli normativi, tecnologici e organizzativi. Grazie all utilizzo di tecnologie open source, inoltre, non obblighiamo gli Enti a cambiare tutto il proprio parco applicativo gestionale ma offriamo loro un elemento orchestrante, come l infrastruttura per la cooperazione applicativa, con cui possono cambiare il proprio modo di lavorare.

10 CHE GESTISCE MEGLIO LE RISORSE E MIGLIORA IL TERRITORIO PER UNA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE UNICA COME? Con competenze verticali e trasversali completamente integrate e capillari per una Pubblica Amministrazione unica, che gestisce meglio le risorse e migliora il territorio, fa dialogare i propri Enti tra loro, crea un solo punto di contatto che la lega con il singolo cittadino attraverso basi dati di qualità. Abbiamo costruito sistemi informativi territoriali per circa 1600 comuni, dal nord al sud del Paese. Abbiamo supportato 11 Regioni nella realizzazione del loro tessuto connettivo creando sistemi informativi geografici integrati con le nostre soluzioni verticali per la gestione delle diverse funzioni amministrative dell Ente, in alcuni casi vivendo anche l integrazione con i neonati piani telematici e agende digitali che ciascuno di essi sta sviluppando. Abbiamo ampie referenze nella gestione di progetti complessi per la Pubblica Amministrazione centrale. In quest ambito, grazie alle competenze in materia di Servizi per la Cooperazione Applicativa, abbiamo aiutato gli Enti locali a creare una connessione tra centro e periferia, ovvero a integrare il loro parco applicativo con quello utilizzato a livello centrale, consentendogli di beneficiare di tutte le potenzialità offerte dal SPC (Sistema Pubblico di Connettività). Lo abbiamo fatto nell ambito del progetto SigmaTER per l interoperabilità tra l Agenzia del territorio, le Regioni e gli Enti locali, che sfrutta il Sistema Pubblico di Connettività per l interscambio di informazioni catastali fra i diversi livelli amministrativi. In tale contesto, Sinergis ha realizzato le componenti di sistema per le Regioni e gli Enti locali ed ha implementato soluzioni specifiche per lo sfruttamento e l integrazione dei dati catastali nei processi di gestione dei comuni. Tutto questo lo facciamo seguendo una logica modulare con cui costruiamo soluzioni e servizi autosufficienti, che gli Entipossono decidere di integrare solo se ne hanno davvero bisogno. Aggiungiamo a questo l utilizzo di tecnologie e applicativi aperti e standard. In questo modo offriamo risposte alla Pubblica Amministrazione, centrale e locale, costruite sulla base dello specifico modello organizzativo adottato dall Ente. Si tratta di un blend unico di competenze che ci consentono di rispondere alle esigenze di tutte le anime della Pubblica Amministrazione, siano essi comuni, associazioni di comuni e grandi aree metropolitane o Ministeri e grandi Enti. Lo facciamo attraverso un gruppo di professionisti dislocati su tutto il territorio nazionale che conoscono a fondo gli specifici domini delle singole Amministrazioni ma che hanno, al tempo stesso, una visione sistemica del cambiamento che la Pubblica Amministrazione sta affrontando.

11

Civilia Next è una soluzione per: la pa semplice, veloce e innovativa

Civilia Next è una soluzione per: la pa semplice, veloce e innovativa Civilia Next è una soluzione per: la pa semplice, veloce e innovativa Soluzioni e servizi per migliorare la gestione interna dell Ente e le modalità di erogazione dei servizi ai cittadini e alle imprese

Dettagli

porta i dati al centro

porta i dati al centro REALIZZA IL cambiamento porta i dati al centro Il mondo che cambia Il digitale abilita una relazione virtuosa tra la Pubblica Amministrazione e la collettività, nonché il ridisegno dei processi a partire

Dettagli

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale Gestione documentale Gestione documentale Dalla dematerializzazione dei documenti

Dettagli

L Agenda digitale del Piemonte. 2 febbraio 2015

L Agenda digitale del Piemonte. 2 febbraio 2015 L Agenda digitale del Piemonte 2 febbraio 2015 I punti di partenza La Digital Agenda europea è una delle sette iniziative faro della strategia Europa 2020 Nella politica di coesione 2014-2020 il miglior

Dettagli

L organizzazione della gestione dei sistemi informativi nella PA Bologna, 01 luglio 2014

L organizzazione della gestione dei sistemi informativi nella PA Bologna, 01 luglio 2014 L organizzazione della gestione dei sistemi informativi nella PA Bologna, 01 luglio 2014 Evento organizzato in collaborazione con Digital Government: in fondo alle classifiche Il grado di digitalizzazione

Dettagli

Open City Platform OCP

Open City Platform OCP Open City Platform OCP Come rendere intelligente la città (un passo per volta)? Una piattaforma cloud aperta robusta, scalabile e flessibile per accelerare l attivazione digitale dei servizi della PA INFN

Dettagli

Dall agenda digitale locale alle Smart Communities: il percorso in atto in regione Emilia Romagna. Dimitri Tartari, Regione Emilia-Romagna

Dall agenda digitale locale alle Smart Communities: il percorso in atto in regione Emilia Romagna. Dimitri Tartari, Regione Emilia-Romagna L Agenda Digitale Locale: il piano strategico condiviso per le politiche di innovazione e di progettazione di comunità locali intelligenti e sostenibili: il caso dell Emilia-Romagna Dall agenda digitale

Dettagli

L iniziativa Cloud DT

L iniziativa Cloud DT L iniziativa Cloud DT Francesco Castanò Dipartimento del Tesoro Ufficio per il Coordinamento Informatico Dipartimentale (UCID) Roma, Luglio 2011 Il Cloud Computing Alcune definizioni Il Cloud Computing

Dettagli

Fattura elettronica e conservazione

Fattura elettronica e conservazione Fattura elettronica e conservazione Maria Pia Giovannini Responsabile Area Regole, standard e guide tecniche Agenzia per l Italia Digitale Torino, 22 novembre 2013 1 Il contesto di riferimento Agenda digitale

Dettagli

Larga banda e nuove tecnologie: il caso dell Emilia-Romagna. Sandra Lotti LepidaSpA Area strategie, territorio, Europa

Larga banda e nuove tecnologie: il caso dell Emilia-Romagna. Sandra Lotti LepidaSpA Area strategie, territorio, Europa Larga banda e nuove tecnologie: il caso dell Emilia-Romagna Sandra Lotti LepidaSpA Area strategie, territorio, Europa Firenze Settembre 2013 La rete Lepida Tutto inizia con il Piano Telematico 2002: focus

Dettagli

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA 1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA La Regione Siciliana ha intrapreso nell'ultimo decennio un percorso di modernizzazione che ha come frontiera la creazione della Società dell Informazione, ovvero

Dettagli

La «Community Network dell Umbria» (CN-Umbria)

La «Community Network dell Umbria» (CN-Umbria) La «Community Network dell Umbria» (CN-Umbria) Un opportunità per gli Enti territoriali della Regione Umbria 1 La riforma della Pubblica Amministrazione La trasformazione dei processi della PA: Le riforme

Dettagli

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST CST Area di Taranto Assemblea dei Sindaci 19.09.2008 Evoluzione del CST 1. Introduzione Il prossimo 30 settembre 2008 termina il progetto di esercizio sperimentale dei servizi e, quindi, il Centro Servizi

Dettagli

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply Abstract Nei nuovi scenari aperti dal Cloud Computing, Reply si pone come provider di servizi e tecnologie, nonché come abilitatore di soluzioni e servizi di integrazione, volti a supportare le aziende

Dettagli

COMUNE DI CASTELCUCCO

COMUNE DI CASTELCUCCO COMUNE DI CASTELCUCCO Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni ai sensi art. 24, comma 3 bis D.L. n. 90/2014 e s.m.i. SOMMARIO 1 CONTESTO

Dettagli

Open Data, opportunità per le imprese. Ennio Lucarelli. Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici

Open Data, opportunità per le imprese. Ennio Lucarelli. Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Open Data, opportunità per le imprese Ennio Lucarelli Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Prendo spunto da un paragrafo tratto dall Agenda nazionale per la Valorizzazione del Patrimonio

Dettagli

LE TECNOLOGIE PER IL CAMBIAMENTO 2

LE TECNOLOGIE PER IL CAMBIAMENTO 2 LE TECNOLOGIE PER IL CAMBIAMENTO 2 CITTADINANZA DIGITALE: GLI STRUMENTI La cooperazione applicativa - ICAR Andrea Nicolini PM ICAR - CISIS Roma, 1 ottobre 2010 Agenda E-gov in Italia negli ultimi 10 anni

Dettagli

FORUM PA 2015 LA PA DIGITALE ROMA 26 MAGGIO 14.30.15.30

FORUM PA 2015 LA PA DIGITALE ROMA 26 MAGGIO 14.30.15.30 PROGRAMMAZIONE 2014-2020 DEI FONDI SIE PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE GOVERNANCE E CAPACITA ISTITUZIONALE FORUM PA 2015 LA PA DIGITALE ROMA 26 MAGGIO 14.30.15.30 Il PON Governance e capacità istituzionale

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure ai sensi dell art. 24 comma 3bis DL 90/2014 (L. 114/2014)

Piano di informatizzazione delle procedure ai sensi dell art. 24 comma 3bis DL 90/2014 (L. 114/2014) Piano di informatizzazione delle procedure ai sensi dell art. 24 comma 3bis DL 90/2014 (L. 114/2014) Comune di Argelato Comune di Bentivoglio Comune di Castel Maggiore Comune di Castello d Argile Comune

Dettagli

Circolarità Anagrafica- Sistema Informativo dell'amministrazione Regionale

Circolarità Anagrafica- Sistema Informativo dell'amministrazione Regionale Circolarità Anagrafica- Realizzazione della piattaforma infrastrutturale regionale Obiettivo dell intervento è la realizzazione della circolarità anagrafica come l insieme delle regole, procedure e applicazioni

Dettagli

SOMMARIO 1 CONTESTO ATTUALE E SERVIZI ATTIVI... 2 OBIETTIVI DEL COMUNE...

SOMMARIO 1 CONTESTO ATTUALE E SERVIZI ATTIVI... 2 OBIETTIVI DEL COMUNE... COMUNE DI FONTE Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni ai sensi art. 24, comma 3 bis D.L. n. 90/2014 e s.m.i. SOMMARIO 1 CONTESTO ATTUALE

Dettagli

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale 1. Livello infrastrutturale Il Cloud, inteso come un ampio insieme di risorse e servizi fruibili da Internet che possono essere dinamicamente

Dettagli

Premio Innovazione ICT Smau business Bari 2011

Premio Innovazione ICT Smau business Bari 2011 Premio Innovazione ICT Smau business Bari 2011 0 La metodologia Rilevanza per l impresal Innovatività Benefici di business Candidature 81 Imprese e PA finaliste 16 Imprese e PA vincitrici 6 1 Le categorie

Dettagli

Programma ELISA - Proposta progettuale

Programma ELISA - Proposta progettuale Macro descrizione del progetto Il progetto intende fornire alle amministrazioni locali gli strumenti per un ottimale governo dell erogazione dei servizi sui diversi canali e per la definizione di concrete

Dettagli

Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina

Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina COMUNE DI FIRENZE Area Comunicazione Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina Forum P.A. - Roma, 08 maggio 2006 I PERCORSI DI CAMBIAMENTO E INNOVAZIONE NEL COMUNE DI FIRENZE

Dettagli

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE. Rete telematica e servizi di supporto ICT

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE. Rete telematica e servizi di supporto ICT SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE Rete telematica e servizi di supporto ICT La rete telematica regionale LEPIDA ed il SISTEMA a rete degli SUAP come esempi di collaborazione fra Enti della PA per

Dettagli

P r o v i n c i a d i B e l l u n o l o c. Ca p o l u o g o, n. 1 0 5 3 2 0 3 7 S o s p i r o l o P. I. 0 0 1 6 4 1 1 0 2 5 6

P r o v i n c i a d i B e l l u n o l o c. Ca p o l u o g o, n. 1 0 5 3 2 0 3 7 S o s p i r o l o P. I. 0 0 1 6 4 1 1 0 2 5 6 Comune di Sospirolo P r o v i n c i a d i B e l l u n o l o c. Ca p o l u o g o, n. 1 0 5 3 2 0 3 7 S o s p i r o l o P. I. 0 0 1 6 4 1 1 0 2 5 6 PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione

Dettagli

PROGETTO: SVILUPPO PIATTAFORME ICT INTERATTIVE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GESTIONE AMBIENTALE E DEL TERRITORIO

PROGETTO: SVILUPPO PIATTAFORME ICT INTERATTIVE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GESTIONE AMBIENTALE E DEL TERRITORIO Associazione dei Comuni del Comprensorio TRIGNO-SINELLO PROGETTO: SVILUPPO PIATTAFORME ICT INTERATTIVE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GESTIONE AMBIENTALE E DEL TERRITORIO RELAZIONE TECNICA E CRONOPROGRAMMA

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di VERGIATE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di VERGIATE PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di VERGIATE (ex art.24 DL 90/2014) SOMMARIO 1. Cronologia revisioni 2. Inquadramento e obiettivi del piano 3. Architettura di riferimento 4. Piano attuativo 4.1. Individuazione

Dettagli

Il Piano Telematico dell Emilia-Romagna: linee di azione e progetti

Il Piano Telematico dell Emilia-Romagna: linee di azione e progetti Il Piano Telematico dell Emilia-Romagna: linee di azione e progetti Massimo Fustini Regione Emilia-Romagna Coordinamento Piano Telematico Bologna 18 Novembre 2013 Il contesto strategico:il Piano Telematico

Dettagli

PROTOCOLLO D 'INTESA tra

PROTOCOLLO D 'INTESA tra PROTOCOLLO D 'INTESA tra Comune di Firenze, con sede legale in Firenze, P.zza della Signoria, rappresentato da.., nato a il, domiciliato per la carica presso lo stesso Comune di Firenze e Azienda Ospedaliera

Dettagli

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration COSA FACCIAMO SEMPLIFICHIAMO I PROCESSI DEL TUO BUSINESS CON SOLUZIONI SU MISURA EXTRA supporta lo sviluppo

Dettagli

RICOGNIZIONE DELLA SITUAZIONE ESISTENTE...7

RICOGNIZIONE DELLA SITUAZIONE ESISTENTE...7 COMUNE DI SPECCHIA Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione e la compilazione on-line da parte di cittadini e imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al Comune INDICE

Dettagli

Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture

Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture TRASFORMARE LE COMPAGNIE ASSICURATIVE Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture Costruire la compagnia digitale? L approccio DDway alla trasformazione dell IT Un percorso

Dettagli

sanfaustino the solution network PSFGED

sanfaustino the solution network PSFGED GRUPPO sanfaustino the solution network PSFGED Privacy, sicurezza e controllo dell intero ciclo produttivo, sono le garanzie offerte d a u n I m p r e s a c h e amministra ogni aspetto al proprio interno

Dettagli

SMART CITY/SMART TOWN

SMART CITY/SMART TOWN Contributo ANCI Toscana al Programma regionale per la promozione e lo sviluppo dell amministrazione elettronica e della società dell informazione e della conoscenza nel sistema regionale 2012-2015 Il presente

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni (D.L. 90/2014 convertito in legge 114/2014, art. 24 comma 3 bis) Indice 1. Finalità 2. Riferimenti

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE ISTITUTO TECNICO SETTORE TECNOLOGICO E. SCALFARO Piazza Matteotti, 1 88100 CATANZARO Codice Fiscale 97028930796 0961-745155 FAX 0961-744438 E-Mail: cztf010008@istruzione.it - PEC:cztf010008@pec.istruzione.it

Dettagli

Il Digital Business Ecosystem per migliorare la qualità della vita in una Smart City Giuseppe VISAGGIO giuseppe.visaggio@uniba.

Il Digital Business Ecosystem per migliorare la qualità della vita in una Smart City Giuseppe VISAGGIO giuseppe.visaggio@uniba. Il Digital Business Ecosystem per migliorare la qualità della vita in una Smart City Giuseppe VISAGGIO giuseppe.visaggio@uniba.it Dipartimento di Informatica Università di Bari Centro di Competenza ICT:

Dettagli

Utilizzare la soluzione giusta, semplicemente.

Utilizzare la soluzione giusta, semplicemente. Grandi Aziende Utilizzare la soluzione giusta, semplicemente. Nuove prospettive per la vostra azienda. Sempre in buona compagnia con la nostra gamma di servizi. Consulting Benvenuti al «think tank»! Qui

Dettagli

Software Servizi Progetti. per la Pubblica Amministrazione e le Aziende

Software Servizi Progetti. per la Pubblica Amministrazione e le Aziende Software Servizi Progetti per la Pubblica Amministrazione e le Aziende SOLUZIONI AD ELEVATO VALORE AGGIUNTO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E LE AZIENDE Maggioli Informatica unitamente ai suoi marchi Cedaf,

Dettagli

SPECIFICHE TECNICO-FUNZIONALI FORNITURA SOFTWARE APPLICATIVO PROTOCOLLO ATTI E RILEVAZIONE PRESENZE

SPECIFICHE TECNICO-FUNZIONALI FORNITURA SOFTWARE APPLICATIVO PROTOCOLLO ATTI E RILEVAZIONE PRESENZE SPECIFICHE TECNICO-FUNZIONALI FORNITURA SOFTWARE APPLICATIVO PROTOCOLLO ATTI E RILEVAZIONE PRESENZE 1. IL SOFTWARE APPLICATIVO PROGETTOENTE 1.1 Linee guida generali: Un software aperto che Vi accompagna

Dettagli

COMUNE DI MAGIONE Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 coordinato con la legge di Conversione 11 agosto 2014, n.

COMUNE DI MAGIONE Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 coordinato con la legge di Conversione 11 agosto 2014, n. COMUNE DI MAGIONE Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 coordinato con la legge di Conversione 11 agosto 2014, n. 114 Rif. int. : Rev. : 0.0 Vers. Prec. : Sommario 1- Revisioni...

Dettagli

L azione organizzativa come leva per raggiungere gli obiettivi della digitalizzazione della PA. Bologna, 01 luglio 2014

L azione organizzativa come leva per raggiungere gli obiettivi della digitalizzazione della PA. Bologna, 01 luglio 2014 L azione organizzativa come leva per raggiungere gli obiettivi della digitalizzazione della PA Il Percorso intrapreso dalla Regione Emilia-Romagna Grazia Cesari Evento organizzato in collaborazione con

Dettagli

Service Oriented Architecture what and why? QuickTime and a decompressor are needed to see this picture.

Service Oriented Architecture what and why? QuickTime and a decompressor are needed to see this picture. Service Oriented Architecture what and why? Service Oriented Architecture : architettura In quanto architettura, non è soltanto un insieme di nuove tecnologie, ma un insieme di componenti, di modelli e

Dettagli

TRASPARENTE, SNELLA, ORGANIZZATA. Partire dal documento per dematerializzare i procedimenti amministrativi

TRASPARENTE, SNELLA, ORGANIZZATA. Partire dal documento per dematerializzare i procedimenti amministrativi TRASPARENTE, SNELLA, ORGANIZZATA Partire dal documento per dematerializzare i procedimenti amministrativi A CHE PUNTO SIAMO Cogliere opportunità le dell evoluzione normativa Dagli anni 90 l innovazione

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE AI SENSI DELL ART.24 DL 90/2014. Comune di Savignano sul Panaro (MO)

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE AI SENSI DELL ART.24 DL 90/2014. Comune di Savignano sul Panaro (MO) PIANO DI INFORMATIZZAZIONE AI SENSI DELL ART.24 DL 90/2014 Comune di Savignano sul Panaro (MO) Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n 27 in data 13/02/2015 1. PREMESSA In ottemperanza alle

Dettagli

Knowledge Box Spring 2011. Il nuovo CAD Per valorizzare il patrimonio informativo e conoscitivo delle PA

Knowledge Box Spring 2011. Il nuovo CAD Per valorizzare il patrimonio informativo e conoscitivo delle PA Knowledge Box Spring 2011 Il nuovo CAD Per valorizzare il patrimonio informativo e conoscitivo delle PA Maria Pia Giovannini DigitPA Responsabile Ufficio Sistemi per l efficienza della gestione delle risorse

Dettagli

La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio del territorio

La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio del territorio La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio dei Comuni e del territorio 28 aprile 2015 1 Legge 56/2014 Del Rio 85. Le province di cui ai commi da 51 a 53, quali enti con funzioni di area

Dettagli

Gruppo Telecom Italia Linee Guida del Nuovo Piano Industriale 2014-2016

Gruppo Telecom Italia Linee Guida del Nuovo Piano Industriale 2014-2016 GRUPPO TELECOM ITALIA Il Piano Industriale 2014-2016 Gruppo Telecom Italia Linee Guida del Nuovo Piano Industriale 2014-2016 - 1 - Piano IT 2014-2016 Digital Telco: perché ora I paradigmi di mercato stabile

Dettagli

IL CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE

IL CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE IL CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE SCHEDA Il Codice è il risultato di oltre due anni di lavoro, di continue interazioni con tutti i livelli istituzionali, con le Regioni e le Autonomie Locali. È stato

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni Ai sensi del comma 3 bis dell art. 24 del D.L. 90/2014 convertito nella legge 11/08/2014 n. 114

Dettagli

ALLEGATO 1 Dichiarazione di intenti per la realizzazione ed utilizzo di datacenter in Emilia-Romagna

ALLEGATO 1 Dichiarazione di intenti per la realizzazione ed utilizzo di datacenter in Emilia-Romagna ALLEGATO 1 Dichiarazione di intenti per la realizzazione ed utilizzo di datacenter in Emilia-Romagna La Regione Emilia-Romagna, nella persona dell Assessore alla Programmazione territoriale, urbanistica,

Dettagli

A SMART CITY EXHIBITION. 22-23-24 ottobre Bologna Fiere Stand 4A. Padiglione 31

A SMART CITY EXHIBITION. 22-23-24 ottobre Bologna Fiere Stand 4A. Padiglione 31 22-23-24 ottobre Bologna Fiere Stand 4A. Padiglione 31 22 ottobre 2014 11.30-12.00 Focus on La legge Delrio come opportunità di sviluppo Per associarsi bene occorre conoscere a fondo il territorio. [Sinergis]

Dettagli

Smart & Green Technologies. Antonio Iossa R&D, Scouting

Smart & Green Technologies. Antonio Iossa R&D, Scouting Smart & Green Technologies Antonio Iossa R&D, Scouting SMART? GREEN? Le dimensioni della Smart City Fonte: http://www.smart-cities.eu Le dimensioni della Smart City Fonte: ForumPA C. Forghieri SCCI Smart

Dettagli

Open. City Platform. Il Cloud Computing per lo Smart Government. Eugenio Leone TD Group. Firenze 04 Aprile 2013

Open. City Platform. Il Cloud Computing per lo Smart Government. Eugenio Leone TD Group. Firenze 04 Aprile 2013 Open Il Cloud Computing per lo Smart Government City Platform Eugenio Leone TD Group Firenze 04 Aprile 2013 Agenda 2 Open City Platform: il Partneriato Il progetto 18 Comuni, 1 Comunità Montana e 2 Unioni

Dettagli

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery COMUNE DI PALOMONTE Provincia di Salerno Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery ai sensi della Circolare n.58 di DigitPA del

Dettagli

BSC Brescia Smart City

BSC Brescia Smart City BSC Brescia Smart City Ruolo, programma, obiettivi 2014 > 2020 Smart City : di cosa parliamo Con il termine Smart City/Community (SC) si intende quel luogo e/o contesto territoriale ove l'utilizzo pianificato

Dettagli

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE Prot. 13/2011 del 25/01/2011 Pag. 0 di 11 ADMINISTRA COMUNE DI NAPOLI Il progetto Administra nasce dall esigenza del Comune di Napoli di disporre di un unica infrastruttura tecnologica permanente di servizi

Dettagli

Tabella 6: Tipologie di azioni della Società dell Informazione, Progetti di InnovaPuglia

Tabella 6: Tipologie di azioni della Società dell Informazione, Progetti di InnovaPuglia Tabella 6: della Società dell Informazione, Asse I - Infrastruttura a banda larga 1. Completamento della copertura a banda larga degli Enti pubblici e dei siti strategici per l erogazione di servizi di

Dettagli

L attuazione del piano nazionale di e-e government nella PAL

L attuazione del piano nazionale di e-e government nella PAL L attuazione del piano nazionale di e-e government nella PAL Seminario sulla Società dell informazione, cooperazione territoriale e sviluppo locale Catania, 9 novembre 2005 Mauro Savini CNIPA, Progetto

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso INCA CGIL Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione dei

Dettagli

III SETTORE UFFICIO SISTEMI INFORMATICI

III SETTORE UFFICIO SISTEMI INFORMATICI III SETTORE UFFICIO SISTEMI INFORMATICI PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Approvato con deliberazione della Giunta comunale n del 16 febbraio 2015 PIANO DI INFORMATIZZAZIONE 1. Presupposti. Il Piano di Informatizzazione

Dettagli

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government Il progetto P.E.O.P.L.E. Dimensioni del progetto Presentato da 55 enti con quasi 7,4 milioni di abitanti, circa il 13% della popolazione nazionale. P.E.O.P.L.E. si basa su un budget iniziale complessivo

Dettagli

NUOVA ENERGIA PER L INTEGRAZIONE IT

NUOVA ENERGIA PER L INTEGRAZIONE IT NUOVA ENERGIA PER L INTEGRAZIONE IT Dalla consulenza alla systems integration, alla completa gestione delle soluzioni IT, LUNACOM guida le performance del vostro business. REGOLA NUMERO UNO: COMPRENDERE

Dettagli

Il nuovo codice della PA digitale

Il nuovo codice della PA digitale Il nuovo codice della PA digitale 1. Cosa è e a cosa serve Le pubbliche amministrazioni sono molto cambiate in questi ultimi anni: secondo i sondaggi i cittadini stessi le vedono mediamente più veloci

Dettagli

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica del Comune di Rotondi (Av)

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica del Comune di Rotondi (Av) Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica del Comune di Rotondi (Av) Circolare DigitPA 1 dicembre 2011 n. 58 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 30 del

Dettagli

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Osservatorio Cloud & ICT as a Service Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Mariano Corso Stefano Mainetti 17 Dicembre 2013 Collaborative Business

Dettagli

Relazione accompagnamento Studio di Fattibilità Tecnica COMUNE DI TURRI. Provincia Medio Campidano

Relazione accompagnamento Studio di Fattibilità Tecnica COMUNE DI TURRI. Provincia Medio Campidano COMUNE DI TURRI Provincia Medio Campidano Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery ai sensi della Circolare n.58 di DigitPA del

Dettagli

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche 1. La e-company: definizione e caratteristiche 2. Le tre direttrici di sviluppo del

Dettagli

COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE)

COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE) COMUNE DI VIGONOVO PROVINCIA DI VENEZIA Via Veneto, 2 30030 VIGONOVO (VE) Comune di Vigonovo Sistemi Informativi Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni

Dettagli

METODA FINANCE GESCO. Gestione Controlli Interni Modulo. Controlli Rete di Vendita. La piattaforma per i Furti d Identità

METODA FINANCE GESCO. Gestione Controlli Interni Modulo. Controlli Rete di Vendita. La piattaforma per i Furti d Identità METODA GESCO FINANCE Gestione Controlli Interni Modulo Controlli Rete di Vendita La piattaforma per i Furti d Identità (La piattaforma per la gestione dei Furti di identità e la Fraud Examination) gennaio

Dettagli

La società di informatica delle Camere di Commercio

La società di informatica delle Camere di Commercio La società di informatica delle Camere di Commercio InfoCamere, il braccio tecnologico delle Camere di Commercio InfoCamere, il braccio tecnologico delle Camere di Commercio italiane, è la struttura di

Dettagli

Programma ELISA - Proposta progettuale

Programma ELISA - Proposta progettuale più dei soggetti aggregati o aggregandi Cofinanziamenti provenienti da enti esterni all aggregazione costituita o costituenda e diversi dal finanziamento comma 893 TOTALE Il Progetto si inquadra nell ambito

Dettagli

Architettura del sistema

Architettura del sistema 18/06/15 I N D I C E 1 INTRODUZIONE... 2 2 DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI... 2 3 PROGETTO DI MASSIMA... 3 3.1 REQUISITI DELLA SOLUZIONE... 4 4 LA SOLUZIONE... 4 4.1 IL NUCLEO CENTRALE... 5 4.1.1 La gestione

Dettagli

SPCOOP E I PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE

SPCOOP E I PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE SPCOOP E I PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE EGIDIO PICERNO POTENZA 9 LUGLIO 2010 Interoperabiltà è la capacità di due o più sistemi informativi di scambiarsi informazioni e di attivare, a suddetto

Dettagli

Regione Umbria. Sessione tematica V: Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale delle informazioni. www.umbriageo.regione.umbria.

Regione Umbria. Sessione tematica V: Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale delle informazioni. www.umbriageo.regione.umbria. DIREZIONE AMBIENTE TERRITORIO E INFRASTRUTTURE Servizio Informatico/Informativo: geografico ambientale e territoriale Sessione tematica V: Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale delle informazioni

Dettagli

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009)

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) CeBAS Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) Introduzione Il progetto CEBAS: la finalità è di migliorare l efficienza operativa interna dell Ente rispondere alle aspettative

Dettagli

Strategia per la banda ultralarga e crescita digitale

Strategia per la banda ultralarga e crescita digitale Martedì 3 marzo 2015 1 / 25 Strategia per la banda ultralarga e crescita digitale Presidenza del Consiglio dei Ministri, AgID, Ministero dello Sviluppo Economico Infrastrutture: dove siamo L Italia è il

Dettagli

Il TAL nel programma dell Agenzia per l Italia Digitale

Il TAL nel programma dell Agenzia per l Italia Digitale Il TAL nel programma dell Agenzia per l Italia Digitale ing. Mauro Draoli C O N F E R E N Z A TA L 2 0 1 4 Europa 2020 e Agenda Digitale Strategia Europa 2020 per superare l'impatto della crisi finanziaria

Dettagli

Catalogo delle Azioni del PO FESR 2014-2020 Confronto con il partenariato

Catalogo delle Azioni del PO FESR 2014-2020 Confronto con il partenariato Catalogo delle Azioni del PO FESR 2014-2020 Confronto con il partenariato Dipartimento Programmazione e Finanze SALVATORE PANZANARO DOMENICA NARDELLI GIUSEPPE BERNARDO FFAELE PACIELLO ENRICO D ALESSIO

Dettagli

Il Programma di razionalizzazione della spesa per beni e servizi della P.A.

Il Programma di razionalizzazione della spesa per beni e servizi della P.A. Il Programma di razionalizzazione della spesa per beni e servizi della P.A. Seminario sulle Convenzioni CONSIP in ambito ICT 28 Novembre 2003 Palazzo del Consiglio Regionale Sala Sinni Agenda 1. Apertura

Dettagli

Sanità digitale !62 STRATEGIA PER LA CRESCITA DIGITALE 2014-2020

Sanità digitale !62 STRATEGIA PER LA CRESCITA DIGITALE 2014-2020 Sanità digitale Cosa e perchè L innovazione digitale dei processi sanitari è un passaggio fondamentale per migliorare il rapporto costo-qualità dei servizi sanitari, limitare sprechi e inefficienze, ridurre

Dettagli

La strategia IBM a supporto delle politiche della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) in Italia

La strategia IBM a supporto delle politiche della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) in Italia La strategia IBM a supporto delle politiche della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) in Italia Il 2006 ha registrato alcuni segnali positivi di ripresa, sia dell'economia italiana che dell Information

Dettagli

FORMAZIONE AVANZATA IL CONSERVATORE DEI DOCUMENTI DIGITALI

FORMAZIONE AVANZATA IL CONSERVATORE DEI DOCUMENTI DIGITALI FORMAZIONE AVANZATA IL CONSERVATORE DEI DOCUMENTI DIGITALI 1. Premessa Con raccomandazione del 27/10/2011 - digitalizzazione e accessibilità dei contenuti culturali e sulla conservazione digitale - la

Dettagli

SUITE PAGHE 2.0. Il software per compilare le tue paghe online

SUITE PAGHE 2.0. Il software per compilare le tue paghe online SUITE PAGHE 2.0 Il software per compilare le tue paghe online SUITE PAGHE 2.0 L EFFICIENZA DELLA TECNOLOGIA SI UNISCE ALLA FUNZIONALITÀ DELLA PRATICA Il software Paghe 2.0 Un servizio per la gestione del

Dettagli

Iniziative Consip a supporto della Agenda digitale italiana

Iniziative Consip a supporto della Agenda digitale italiana 1 Iniziative Consip a supporto della Agenda digitale italiana Incontro con le Pubbliche Amministrazioni Centrali Roma 21-09-2015 2 Perimetro potenziale di spesa ICT per il quinquennio 2014-18 La stima

Dettagli

> LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco.

> LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco. > LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco. Perché investire in innovazione 2 Perché scegliere MediaNET 4 A chi si rivolge MediaNET 6 I numeri 7 Soluzioni e servizi 8 L identità MediaNET

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E IL PRESIDENTE DEL CONSORZIO BIM PIAVE DI BELLUNO GIOVANNI PICCOLI

PROTOCOLLO D INTESA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E IL PRESIDENTE DEL CONSORZIO BIM PIAVE DI BELLUNO GIOVANNI PICCOLI PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E IL PRESIDENTE DEL CONSORZIO BIM PIAVE DI BELLUNO GIOVANNI PICCOLI PER GARANTIRE L ACCESSO AI SERVIZI PUBBLICI LOCALI

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei ministri. Agenda digitale italiana egovernment innovazione digitale nella PA

Presidenza del Consiglio dei ministri. Agenda digitale italiana egovernment innovazione digitale nella PA Presidenza del Consiglio dei ministri Agenda digitale italiana egovernment innovazione digitale nella PA 1 Agenda digitale italiana - Innovazione digitale nella PA - Infrastrutture abilitanti per la digitalizzazione

Dettagli

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in PROGRAMMA STRATEGICO TRIENNALE 2011-2013 Per La Realizzazione Del Sistema Informativo Regionale Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli

Dettagli

Conoscere Dittaweb per:

Conoscere Dittaweb per: IL GESTIONALE DI OGGI E DEL FUTURO Conoscere Dittaweb per: migliorare la gestione della tua azienda ottimizzare le risorse risparmiare denaro vivere meglio il proprio tempo IL MERCATO TRA OGGI E DOMANI

Dettagli

Direttiva del 4 gennaio 2005 LINEE GUIDA IN MATERIA DI DIGITALIZZAZIONE DELL AMMINISTRAZIONE. (Gazzetta Ufficiale n. 35 del 12 febbraio 2005)

Direttiva del 4 gennaio 2005 LINEE GUIDA IN MATERIA DI DIGITALIZZAZIONE DELL AMMINISTRAZIONE. (Gazzetta Ufficiale n. 35 del 12 febbraio 2005) Direttiva del 4 gennaio 2005 LINEE GUIDA IN MATERIA DI DIGITALIZZAZIONE DELL AMMINISTRAZIONE (Gazzetta Ufficiale n. 35 del 12 febbraio 2005) ----------------------------------------------------- IL MINISTRO

Dettagli

Relazione introduttiva Febbraio 2006

Relazione introduttiva Febbraio 2006 Amministrazione Provincia di Rieti Febbraio 2006 1 Progetto Sistema Informativo Territoriale Amministrazione Provincia di Rieti Premessa L aumento della qualità e quantità dei servizi che ha caratterizzato

Dettagli

PARTE SECONDA. VISTO il PO 2007 2013 FESR della Regione Puglia, come approvato dalla Commissione Europea con C(2007) 5726 del 20/11/2007;

PARTE SECONDA. VISTO il PO 2007 2013 FESR della Regione Puglia, come approvato dalla Commissione Europea con C(2007) 5726 del 20/11/2007; 50014 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 175 del 24 12 2014 PARTE SECONDA Atti regionali DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO ECONOMICO, IL LAVORO E L IN NOVAZIONE 18 dicembre

Dettagli

La strategia AgID per la realizzazione dell Agenda. Agostino Ragosa

La strategia AgID per la realizzazione dell Agenda. Agostino Ragosa La strategia AgID per la realizzazione dell Agenda Digitale Italiana Agostino Ragosa Forum PA 2013 Palazzo dei Congressi - Roma, 28 Maggio 2013 Il contesto L economia digitale italiana Ha registrato un

Dettagli

Le Province, l e-government e le politiche di sviluppo

Le Province, l e-government e le politiche di sviluppo AtoB Piemonte AtoB Piemonte è il progetto di e-government che le Province piemontesi hanno ideato per aziende, utenza e territorio al fine di semplificare, velocizzare e rendere più trasparenti i procedimenti

Dettagli

La Misura delle Smart Communities e il Piano Nazionale. Irene Bengo Dipartimento di Ingegneria Gestionale Politecnico di Milano

La Misura delle Smart Communities e il Piano Nazionale. Irene Bengo Dipartimento di Ingegneria Gestionale Politecnico di Milano La Misura delle Smart Communities e il Piano Nazionale Irene Bengo Politecnico di Milano Strategia: Smart Community 2 SMART CITY Convergenza tecnologia innovazione sociale (benessere) Articolazione sul

Dettagli