Relazione e Bilancio al 31 dicembre 2008

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione e Bilancio al 31 dicembre 2008"

Transcript

1 Relazione e Bilancio al 31 dicembre 2008

2 Convocazione dell Assemblea

3 Convocazione dell Assemblea ESERCIZIO 2008 Consiglio di Amministrazione Presidente Carlo Tresoldi Vice Presidente Bruno Matteo Accornero Amministratore Delegato Renzo Vanetti Consiglieri Ugo Bechis Paolo Grandi Nazzareno Gregori Ennio La Monica Umberto Quilici Alessandro Santarsiero Eugenio Tornaghi Paolo Cederle Giorgio Ferrero Piero Luongo Paolo Abbo Giovanni Pirovano Segretario del Consiglio Direttore Generale Monica Coppo Gian Bruno Mazzi Collegio Sindacale Presidente Sindaci effettivi Prof. Mario Cattaneo Dott. Giorgio Silva Rag. Fausto Gobbi Sindaci supplenti Rag. Roberto Bianco Prof. Paolo Golia Società di Revisione Deloitte & Touche S.p.A.

4 Convocazione dell Assemblea

5 Convocazione dell Assemblea LETTERA AGLI AZIONISTI Stimati Azionisti, l anno 2008 per la Vostra società costituisce il primo esercizio completo di SIA-SSB, società nata dalla fusione di SSB S.p.A. con la SIA S.p.A. avvenuta nel mese di maggio 2007, con effetti contabili e fiscali retroattivi al 1 gennaio L esercizio è stato caratterizzato dalla prosecuzione delle attività di integrazione e razionalizzazione per il miglioramento dell efficienza aziendale, i cui risultati, in linea con le aspettative, hanno portato ad un sostanziale raddoppio dell utile di esercizio. Si è inoltre intensificato, finalizzato ad una sempre maggiore internazionalizzazione della società, lo sviluppo commerciale che si è tradotto nell aggiudicazione di importanti contratti con clienti esteri e nella crescita dei ricavi realizzati al di fuori del mercato domestico. La seconda metà dell esercizio 2008 è stata caratterizzata dal processo di asta volto a identificare un potenziale partner industriale/finanziario per l acquisizione di una quota di maggioranza del capitale sociale di SIA-SSB. Per poter proseguire nel proprio cammino, la società auspica una rapida conclusione di tale processo, in quanto le conseguenze della situazione di indeterminatezza risultano amplificate dalle attuali condizioni di incertezza dei mercati. Tali elementi non incidono tuttavia sulla determinazione con cui la vostra società persegue gli obiettivi di crescita a livello domestico ed internazionale e di miglioramento continuo dell efficienza operativa e della redditività già indicati nel Piano Triennale. In particolare essa opererà per cogliere le opportunità di sviluppo che dovessero presentarsi anche in questa situazione di recessione. SIA-SSB nel 2008 ha registrato ricavi pari a 304,1 milioni di euro, un valore della produzione di 314,8 milioni di euro e un margine operativo di 27,7 milioni di euro. L esercizio, confrontato con i valori dell esercizio precedente, presenta una riduzione dei ricavi dovuta principalmente alla chiusura di alcuni servizi dedicati ai mercati finanziari, più che compensata dalla riduzione dei costi della produzione, che ha permesso di incrementare il margine operativo. Il risultato netto, che risente degli oneri straordinari riferiti al piano di ristrutturazione principalmente inerenti al personale, risulta pari a 16,7 milioni di euro. Desideriamo confermare il nostro personale apprezzamento e ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento dei risultati e riaffermare il nostro impegno verso i clienti, i partner strategici e gli Azionisti. Il Presidente Carlo Tresoldi L Amministratore Delegato Renzo Vanetti

6 Convocazione dell Assemblea

7 Convocazione dell Assemblea ASSEMBLEA ORDINARIA Pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n Parte II - del 02 aprile 2009 SIA-SSB S.p.A. Sede sociale in Milano, Via Faravelli n. 14 Capitale sociale euro ,62=, interamente versato Partita IVA, codice fiscale e Registro Imprese di Milano n R.E.A. Milano n I signori azionisti di SIA - SSB S.p.A. sono convocati in assemblea ordinaria in Milano, presso la Sala ATRIUM della Società, Via Taramelli, 26, in prima convocazione il giorno 28 aprile 2009 alle ore 9.30 ed eventualmente in seconda convocazione il giorno 25 maggio 2009 alle ore 10.00, stesso luogo, per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno 1. Approvazione del Bilancio al 31 dicembre 2008 e delibere relative; 2. Cariche sociali ed eventuali deliberazioni inerenti la composizione delle stesse. Hanno diritto di intervenire all'assemblea gli Azionisti possessori di azioni ordinarie che presenteranno l apposita comunicazione rilasciata da un intermediario autorizzato ai sensi della normativa vigente. Milano, 30 marzo 2009 SIA-SSB S.p.A. Il Presidente del Consiglio di Amministrazione dott. Carlo Tresoldi

8 SOMMARIO Relazione sulla gestione...11 Premessa Mercato e linee strategiche Evoluzione del contesto di riferimento e l industria dei pagamenti Il posizionamento di SIA-SSB Il Piano Strategico Clienti Italia Estero Servizi Sistemi di Pagamento Card processing Capital Market Servizi di Rete Andamento dei principali servizi Sistemi di Pagamento Card processing Capital Market Servizi di Rete Livelli di servizio Gestione Le strutture di produzione Il governo della sicurezza e della Business Continuity Auditing Organismo di Vigilanza (D.LGS. 231) Gestione e rischi di impresa Principali iniziative di comunicazione... 29

9 Personale Risorse umane, organizzazione e qualità Relazioni sindacali Partecipazioni Le società controllate Le società collegate Altre partecipazioni Andamento della gestione Situazione reddituale Situazione della struttura patrimoniale Indici finanziari Evoluzione prevedibile della gestione Fatti intervenuti dopo la chiusura dell esercizio Proposta di destinazione dell utile...47 Bilancio al 31 dicembre Stato Patrimoniale Conto Economico Criteri di valutazione, principi contabili e principi di redazione del bilancio...55 Nota Integrativa al Bilancio Analisi delle voci di stato patrimoniale Attivo Passivo Analisi delle voci di conto economico Informazioni supplementari...99 Prospetto di movimentazione delle immobilizzazioni immateriali e dei relativi ammortamenti Prospetto di movimentazione delle immobilizzazioni materiali e dei relativi ammortamenti Dettaglio imposte anticipate e differite Prospetto di riconciliazione aliquota teorica ed effettiva...105

10 Dettaglio titoli Prospetto delle variazioni nei conti di patrimonio netto Stato patrimoniale riclassificato Relazione del collegio sindacale Relazione della società di revisione...117

11 Relazione sulla gestione

12 Relazione sulla gestione PREMESSA L esercizio 2008 ha visto la società impegnata in una forte spinta di espansione commerciale incentrata in particolare sui mercati esteri, in un attenta azione di controllo della spesa con una politica di investimento mirata e nel perseguimento e consolidamento delle sinergie da integrazione, relative alla fusione, avvenuta nel mese di maggio La seconda metà dell anno è stata caratterizzata dall avvio del processo di asta per la selezione di un possibile acquirente di una quota di maggioranza del Capitale Sociale di SIA-SSB. Tale processo alla data di chiusura del bilancio non è ancora concluso. MERCATO E LINEE STRATEGICHE Evoluzione del contesto di riferimento e l industria dei pagamenti L esercizio 2008 è stato l anno in cui la crisi, iniziata nell'estate sul mercato dei mutui immobiliari americani, dopo essersi rapidamente estesa a ogni comparto della finanza ed a tutto il mondo, ha colpito l'economia reale. Le conseguenze di questa trasposizione sono ancora di difficile valutazione ma di fatto hanno lasciato in eredità al 2009 un quadro congiunturale in rapido peggioramento che ha colpito anche le economie emergenti. Negli Stati Uniti il prodotto interno lordo è diminuito ancora nell'ultimo trimestre del 2008 e ci si aspetta che la contrazione prosegua nel All'indebolirsi dell'attività economica ha corrisposto un brusco rientro dei costi internazionali delle materie di base, in particolare quelle energetiche, tornate ai prezzi del Ne è derivato un calo repentino dell'inflazione al consumo nelle maggiori economie. Al recedere dell'inflazione e al peggiorare della congiuntura si sono accompagnate delle politiche monetarie marcatamente espansive unitamente a comportamenti mirati a mantenere il mercato ben approvvigionato di liquidità. Nei bilanci pubblici sono stati previsti importanti programmi di sostegno alla domanda aggregata. Nell'area dell'euro la frenata della domanda estera e la crisi dei mercati finanziari si sono innanzitutto ripercosse sulle decisioni d'investimento delle imprese. Il clima di fiducia presso le imprese e le famiglie è ai minimi storici. Gli effetti sull andamento della disoccupazione non si sono ancora pienamente dispiegati. La Commissione Europea stima un calo percentuale del prodotto interno lordo pari a 1,9% per il 2009 (Interim Forecast January 2009). Le aspettative di inflazione a breve e a medio termine, peggiorate in estate di pari passo con l'aumento dei prezzi delle materie prime energetiche, si sono drasticamente ridimensionate negli ultimi mesi del

13 Relazione sulla gestione Il PIL dell'italia riflette un forte calo degli investimenti delle imprese, una flessione delle esportazioni, una stagnazione dei consumi delle famiglie. Il peggioramento congiunturale si è accentuato negli ultimi mesi del I più recenti sondaggi congiunturali prefigurano un contesto di diffuso pessimismo sulle prospettive della domanda. L'occupazione, in crescita da oltre dieci anni, ha subito una battuta d'arresto e si è intensificato nel 2008 il ricorso alla Cassa Integrazione Guadagni. In questo contesto di grande incertezza il business di SIA-SSB si è mantenuto sostanzialmente stabile risentendo dei benefici attesi dagli elevati tassi di crescita nell uso degli strumenti di pagamento elettronici e dal modello di business di riferimento che opera sui volumi di transazioni e non sul controvalore delle stesse. Nel 2008, infatti, non si sono rilevati cambiamenti significativi nelle abitudini di acquisto e nelle tipologie di strumenti utilizzati, pur avendo riscontrato una diminuzione nei volumi di transazioni di alcuni pagamenti (debito domestico) proprio negli ultimi mesi dell anno. In particolare, relativamente al mercato delle carte di credito e di debito internazionali, nel 2008 si sono confermate le previsioni di crescita ma allo stesso tempo si è vista rafforzare e confermare la tendenza ad una crescente competizione a livello sovranazionale tra i principali provider. Con l affermarsi a livello europeo di operatori prima attivi a livello nazionale, lo scenario competitivo si è dimostrato nel suo complesso agguerrito e dinamico con un aumentata pressione sui prezzi del processing delle carte. In questo contesto il Gruppo SIA-SSB è l'unico processor in Europa che gestisce centralmente in una piattaforma tecnologica più di 58,8 milioni di carte di pagamento con brand internazionali e più di di esercenti erogando servizi di issuing ed acquiring in 12 paesi. Il mercato dei sistemi di pagamento ha conservato una struttura frammentata e, pur in presenza di segnali di evoluzione, non vanta la presenza di leader a livello paneuropeo. In questo contesto si è creata un attesa sulla evoluzione del contesto regolatorio per la introduzione della Payment Service Directive (PSD). Se infatti l introduzione degli strumenti SEPA si è concretizzato nella sostituzione dei tradizionali strumenti di pagamento cross border - il 28 gennaio 2008 è stata avviata l attività di elaborazione dei bonifici conformi ai nuovi standard SEPA attraverso la piattaforma tecnologica Shared Platform sviluppata dalla società - l adozione della direttiva PSD può avere un impatto più profondo nel rapporto con il cliente e nelle attività operative della Banca. Il 2008 è stato l anno in cui si è confermato il posizionamento strategico di SIA-SSB nel settore del posttrading e del pre-settlement titoli, grazie alla lunga esperienza e collaborazione maturata insieme a Monte Titoli. Nel 2008 SIA-SSB è diventata infatti fornitore di riferimento per il London Stock Exchange per tutte le attività di clearing titoli della piazza finanziaria inglese. Si conferma inoltre il ruolo di leadership maturato da SIA-SSB relativamente all offerta per la direttiva MiFID (Markets in Financial Instruments Directive) - entrata in vigore in tutta Europa il 1 novembre che mira a disciplinare servizi e mercati finanziari Europei sia per gli intermediari che per i clienti. La società, che 11

14 Relazione sulla gestione ha saputo creare per prima delle soluzioni per i regulator e gli intermediari finanziari, ha consolidato il mercato in Italia e ha iniziato a promuovere la propria offerta anche fuori del confine domestico. Si è inoltre confermato il ruolo di leadership svolto da MTS nei mercati dei fixed income e, di conseguenza, il ruolo di provider tecnologico svolto da SIA-SSB nel settore, grazie ad una piattaforma tecnologica estremamente evoluta. Per il mercato dei servizi di rete la società ha continuato ad operare ampliando l offerta di interconnessioni a livello paneuropeo in grado di offrire la più ampia interoperabilità fra i service provider e i diversi clienti, ad esempio sfruttando l unbundling dei servizi di connettività tra network e trading services e, infine, affermando l estensione della propria offerta di servizi basati su connettività fisica anche per le imprese. Il posizionamento di SIA-SSB Nel corso del 2008 il Gruppo ha confermato il proprio posizionamento di operatore leader sul mercato italiano, e tra i primi in Europa, nei mercati del card processing e dei servizi e sistemi di pagamento - dove per dimensione è comparabile o superiore ai principali player internazionali - nei mercati dei servizi/soluzioni per gli intermediari finanziari e nell area dei servizi di networking. La copertura geografica dei servizi erogati si estende a trenta paesi tra Europa, Medio Oriente, Africa e Sudamerica. Coerentemente ai principi che ne hanno determinato la costituzione, il Gruppo conferma tra le sue qualità caratterizzanti: la capacità di erogazione dei servizi su scala europea, indispensabile per competere con i player locali, basata sull effetto combinato di scala, infrastruttura tecnologica cross-border e presidio locale ove necessario; la capacità tecnologica di assoluto livello, in grado di soddisfare le esigenze della clientela in termini di efficienza ed efficacia (livelli di servizio, supporto all innovazione); l ampia gamma d offerta per catturare tutte le opportunità di mercato con buon potenziale di marginalità, sfruttare sinergie di go-to-market, ponendosi come credibile partner tecnologico in grado di soddisfare le esigenze dei clienti (servizi, soluzioni e prodotti) sull intera area dei sistemi di pagamento, delle carte e delle soluzioni/servizi per gli intermediari finanziari, fare leva sulla capacità di servizio associata alla gestione della rete. Con riferimento alle opportunità legate al mutato quadro normativo europeo ed agli obiettivi fissati dal Piano Strategico, il Gruppo ribadisce il proprio ruolo di player di primo piano nell area SEPA e di partner di riferimento per le banche, le imprese e la pubblica amministrazione. 12

15 Relazione sulla gestione Il Gruppo conferma quindi sia il proprio ruolo di provider tecnologico di servizi e soluzioni finanziarie sia la propria area di influenza, estesa ormai all ambito extra-europeo. Il Piano Strategico Nel corso dell esercizio è stato sviluppato il Piano Strategico di Gruppo in una logica di continuità e coerenza con le direttrici fissate dal Piano precedente. In particolare, il Piano prende in considerazione: il profondo cambiamento nel quadro macroeconomico internazionale innescato dalla crisi di natura finanziaria; i cambiamenti avvenuti nel quadro competitivo, con gli ulteriori fenomeni di consolidamento del settore che hanno interessato, oltre alla scena internazionale, lo stesso mercato domestico; l evolversi del mercato italiano delle carte in conseguenza del definitivo superamento dell assetto basato sulle cosiddette società di sistema nel mercato bancario nazionale. In considerazione di tali fattori, e nel rispetto delle direttrici previste dal Piano precedente, il Piano si sviluppa lungo quattro indirizzi strategici: compensare la prevista riduzione di volumi di transazioni sul mercato delle carte con l acquisizione di nuovi clienti e lo sviluppo del cross selling a livello internazionale; ottenere una rapida riconfigurazione e maggiore flessibilità dei costi di struttura, sia per le risorse umane sia per le piattaforme tecnologiche; accelerare i processi di innovazione di prodotto/servizio e sviluppo di VAS (Value Added Services) /AOS (Additional Optional Service) e la copertura della catena del valore dei principali servizi; puntare ad una profittevole diversificazione verso nuovi mercati verticali e la penetrazione in nuove aree geografiche, nel rispetto delle priorità identificate. 13

16 Relazione sulla gestione CLIENTI Italia Nel corso del 2008, SIA-SSB ha confermato l impegno per lo sviluppo commerciale dei mercati Finance, Capital Market e Imprese, con l obiettivo di: mantenere il ruolo di riferimento per i clienti acquisiti in termini di capacità progettuale e di innovazione, a supporto delle strategie di sviluppo del mercato; garantire un offerta commerciale caratterizzata da un portafoglio di soluzioni e servizi economicamente competitivi; migliorare la capacità di innovazione, creando valore aggiunto rispetto alle esigenze di business del parco clienti attuale e potenziale; approfondire ed estendere la comprensione delle esigenze di business dei clienti attuali e potenziali con il supporto delle società del Gruppo. Nell ambito dei Sistemi di Pagamento l azione è stata focalizzata sull acquisizione di nuove referenze per i servizi SEPA (accesso al SEPA Credit Transfer e compensazione per i bonifici SEPA) e sull introduzione dei nuovi servizi sviluppati in ambito Corporate Banking Interbancario (CBI). In particolare sono stati acquisiti nel corso dell anno nuovi clienti per il servizio di accesso al Clearing SCT di Step2 e sono stati completati, attraverso la controllata RA Computer, nuovi progetti di re-ingegnerizzazione architetturale, in ottica SEPA, dei sistemi di accesso alle reti interbancarie tramite il prodotto IOM. Relativamente ai servizi CBI è stato confermato l interesse delle banche per i servizi di facilitazione tecnologica, con particolare attenzione a quelli previsti dal Nuovo CBI. Sul fronte delle imprese sono stati inoltre attivati nuovi clienti su delega delle banche proponenti. Nell ambito del Processing delle Carte di debito e credito, è stato confermato dai principali issuer il ruolo di riferimento di SIA-SSB per risolvere le problematiche correlate ai processi di concentrazione bancaria e sviluppare nel contempo nuove iniziative finalizzate al consolidamento della posizione di mercato. I progetti rilevanti in corso d anno sono stati focalizzati sullo sviluppo di nuove soluzioni di front-end integrate con i sistemi di processing carte, sul consolidamento dei servizi di risk management e sul completamento dei progetti di migrazione al microcircuito. E stato inoltre avviato lo sviluppo del primo progetto basato su tecnologia contactless. Nel settore Oil & Gas è stato acquisita la gestione delle fuel card nell ambito della rete di distribuzione italiana ed europea di un primario operatore. SIA-SSB si è qualificata come unico fornitore del servizio a seguito di una gara internazionale a cui hanno partecipato i principali player del settore. Questa acquisizione 14

17 Relazione sulla gestione ha confermato il posizionamento del Gruppo come outsourcer di riferimento nel settore Oil & Gas lungo l intera catena del valore per i servizi di processing carte. In ambito acquiring lo sviluppo di servizi innovativi per i terminali POS multifunzione ha trovato nuovi riscontri sui clienti acquisiti, favorendo l ampliamento del parco terminali gestito dalle controllate TSP e GBC. Relativamente ai servizi di incasso/pagamento tramite reti self-service, l azione commerciale è stata focalizzata sullo sviluppo di iniziative finalizzate a incrementare i volumi di traffico gestiti a livello di Gruppo e ad ampliare i servizi disponibili sui canali ATM e internet-banking dei partner bancari con importanti risultati nel settore della Grande Distribuzione Organizzata (GDO). In ambito Pubblica Amministrazione, è stato esteso ai canali bancari il servizio di pagamento tributi di un primario comune italiano. Sono state inoltre avviate, sempre con la collaborazione di TSP, iniziative finalizzate alla realizzazione di prodotti prepagati per il pagamento di beni e servizi all interno di circuiti privativi. Per quanto attiene i Servizi di Capital Market, è proseguito lo sviluppo commerciale dei prodotti TODEAL, come piattaforma di accesso al mercato primario e secondario, e SIA-EAGLE, come soluzione di compliance e sorveglianza per l operatività sui mercati dei capitali. L offerta TODEAL ha consolidato il proprio posizionamento, come prodotto e servizio tecnologico, presso i primary dealer italiani grazie all integrazione della negoziazione sul mercato secondario fixed income con l accesso alle aste di mercato primario. La piattaforma SIA-EAGLE ha raggiunto le 100 referenze in ambito domestico fra banche commerciali, intermediari negoziatori e SGR, avendo esteso il perimetro dei controlli dai monitoraggi Market Abuse alle verifiche MiFID ed alla gestione delle nuove indicazioni normative in tema di conflitti di interesse. Durante il 2008 sono stati rinnovati i contratti pluriennali con il London Stock Exchange Group (LSE) riferiti ai servizi di outsourcing tecnologico per Monte Titoli e MTS. In particolare, nel corso del 2008 per Monte Titoli sono state completate le attività principali volte ad estendere l offerta del servizio di pre-settlement anche ai partecipanti al LSE. Per MTS è stata completata con successo la migrazione sulla nuova piattaforma TradeImpact di tutti i mercati MTS, inclusa l accettazione per l avvio in produzione del mercato BondVision. Per e-mid, infine, sono stati completati gli adeguamenti per TARGET 2 e sviluppati i nuovi segmenti di mercato anonimo e sezione garantita. Per quanto riguarda i Servizi di Rete, nel 2008 è proseguita la proposizione dell offerta MDA (Multiple Domain Access) avviata nel corso del L azione è stata orientata principalmente su tre linee guida: indirizzare le nuove opportunità del mercato, sfruttando l esigenza di potenziare le linee; ricontrattualizzare i contratti esistenti per i servizi di connettività 15

18 Relazione sulla gestione SIAnet; sostituire, con azioni di winback, le connettività a servizi del Gruppo esistenti e fornite da altri provider. È stato inoltre avviato, nel rispetto delle regole di unbundling fissate dall Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato (AGCM), il processo di ricontrattualizzazione diretta con i clienti per i servizi di rete offerti nell ambito di contratti quadro in corso di validità, in occasione dei rinnovi contrattuali. Relativamente ai servizi di messaging, il 2008 ha visto inoltre la proposizione e le prime realizzazioni del nuovo servizio B-Gate. Sempre in questo ambito, nel corso del 2008 è stato inoltre avviato e sottoscritto con i primi clienti, il nuovo servizio di Dominio SEPA specificamente indirizzato alla veicolazione degli strumenti finanziari SEPA (SEPA Credit Transfer, SEPA Direct Debit e SEPA eligible, bonifici e incassi). Estero Nel corso del 2008 il posizionamento internazionale del nuovo Gruppo SIA-SSB si è significativamente rafforzato, con positive ripercussioni a livello sia di affermazione del marchio nell area SEPA, sia di aumento della quota di ricavi complessivi generati fuori dall Italia. L obiettivo strategico di internazionalizzazione del business è stato perseguito con numerose iniziative volte a massimizzare le potenzialità di vendita sul portafoglio clienti e a promuovere il cross-selling e la capacità di integrazione tra le offerte espresse dalle diverse Business Unit (Carte, Sistemi di Pagamento, Capital Market e Servizi di Rete). Il presidio dei mercati di riferimento e l ampiezza della copertura funzionale dei servizi offerti hanno di fatto consentito di capitalizzare sulle relazioni con i grandi gruppi bancari internazionali già clienti e di acquisire nuove controparti contrattuali. Entrambe le direttrici di sviluppo del business hanno potuto avvantaggiarsi anche della copertura geografica garantita in termini di supporto commerciale e operativo attraverso le controllate estere del Gruppo. Nell ambito dei Sistemi di Pagamento, il 2008 è stato un anno di intensa collaborazione tra SIA-SSB ed EBA Clearing, in relazione al consolidamento dei bonifici SCT (SEPA Credit Transfer) e degli sviluppi relativi all SDD (SEPA Direct Debit). Per quanto riguarda l offerta verso le Banche Centrali, nel 2008 si sono completate le attività progettuali sulle soluzioni RTGS e CSD (consulenza e prodotti software della controllata Perago AG) relativamente a Svezia ed Egitto, mentre è in fase di ultimazione il test di accettazione per la Norvegia. Nel corso del 2008 sono stati acquisiti due nuovi rilevanti progetti relativi ad implementazioni delle soluzioni RTGS in Sudan e Palestina. Nel settore del Processing Carte, il 2008 segna una decisa affermazione del Gruppo nell Europa centro orientale. La controllata SiNSYS si è aggiudicata un contratto pluriennale di servizio con il principale issuer di 16

19 Relazione sulla gestione carte nel mercato austriaco. SIA-SSB ha inoltre aperto un ufficio di rappresentanza a Varsavia per poter consolidare più rapidamente il vantaggio competitivo acquisito tramite una presenza diretta sul mercato. Il consolidamento della società ungherese GBC ha consentito al Gruppo di affermarsi con una rilevante quota di mercato in una delle regioni considerate strategiche per l espansione internazionale e di allargare la propria proposizione in Ungheria e nei paesi limitrofi. Nel corso dei primi mesi del 2009 sono stati acquisiti importanti contratti per lo sviluppo futuro del business della società. Il 2008 ha visto il consolidamento dei servizi di processing in Ucraina e l avvio di un progetto con una banca in Russia. Ciò ha consentito di predisporre l infrastruttura operativa al contesto economico-normativo e legislativo dell area e di poter conseguentemente accelerare l azione commerciale. Nel settore dei Capital Market, il 2008 ha rappresentato un periodo di consolidamento delle relazioni con la clientela estera già acquisita nei 15 paesi di adozione dell MTS e nel contempo di studio per l individuazione dei mercati potenziali di sbocco per le tematiche di sorveglianza e compliance introdotte dalla direttiva comunitaria MiFID. Di particolare rilevanza la collaborazione con London Stock Exchange che ha consentito di rinnovare contratti pluriennali relativi alle attività di settlement di Monte Titoli e l outsourcing del mercato MTS per il reddito fisso. Sui mercati dell Europa occidentale la soluzione TODEAL conta circa 30 referenze presso i primary dealer di mercato raggiungendo una quota di mercato di circa il 50% dei global player sulla piazza di Londra, mentre la soluzione SIA-EAGLE ha acquisito la sua prima referenza estera presso un intermediario in Irlanda. Per quanto riguarda i Servizi di Rete, l azione di vendita all estero nel corso del 2008 si è concentrata sulla promozione dei servizi di messaging SEPA che si affiancano ai tradizionali domini applicativi attualmente raggiungibili sull infrastruttura di rete SIAnet.DOM. Al fine di rendere maggiormente efficace tale azione, è stata promossa una indagine di mercato sui principali paesi europei per conoscere la sensibilità da parte dei maggiori operatori di mercato rispetto al tema dell infrastruttura di rete come strumento competitivo per lo sviluppo del business. L analisi di mercato risultante ha prodotto la mappatura delle aree di business potenziali ed il posizionamento dell offerta di SIAnet.NG rispetto ai competitor principali (Radianz e Swift). In ambito infrastrutturale è stato attivato il polo di Disaster Recovery di rete presso GBC in Ungheria per consentire la proposizione di soluzioni di alta affidabilità alla clientela. Tale iniziativa costituisce la base per favorire l estensione dell offerta di connettività gestita anche in Ungheria e nei paesi limitrofi. Nella seconda metà dell anno è stato inoltre completato il processo di certificazione NSP (Network Service Provider) per l accesso alla infrastruttura di rete Extranet di London Stock Exchange, indispensabile per poter accedere alla negoziazione sui Mercati Gestiti da LSE. SIA-SSB è tra i sei Network Service Provider europei ad avere ottenuto tale certificazione. 17

20 Relazione sulla gestione SERVIZI Di seguito vengono evidenziati i principali nuovi servizi sviluppati nell esercizio appena concluso e quelli in corso di sviluppo. Sistemi di Pagamento Il 2008 è stato l anno dell avvio in produzione delle attività relative allo scambio dei SEPA Credit Transfer, nel rispetto dei requisiti e della pianificazione definiti dall EPC (European Payments Council) e dal Piano Nazionale di Migrazione alla SEPA. SIA-SSB ha avviato le soluzioni di clearing SEPA nel duplice ruolo di: IT Operator della piattaforma STEP2 di EBA Clearing; Clearing Mechanism e Operatore Incaricato per le banche italiane che continuano ad utilizzare il sistema di compensazione BI-COMP per il regolamento in base monetaria delle operazioni di pagamento SEPA. Contestualmente all avvio in produzione del servizio di SEPA Credit Transfer, sono state attivate anche le soluzioni di accesso al clearing SEPA, che hanno permesso alle banche di gestire il processo di migrazione ai nuovi standard in modo estremamente flessibile. In particolare, per le banche che hanno colto l occasione della SEPA e delle trasformazioni societarie per razionalizzare i processi applicativi, SIA-SSB attraverso RA Computer ha realizzato un software d integrazione di applicazioni (Interbanking Operation Manager - IOM), che consente di ottenere una riduzione degli elementi della catena tecnologica Business Application Reti di comunicazione e un aumento di efficacia ed efficienza dell intero processo di business. A dicembre 2008 sono inoltre state rese operative le modifiche alla piattaforma STEP2 per l accesso al sistema di regolamento TARGET2 per l introduzione di un ciclo di regolamento notturno richiesto dalla comunità finlandese come AOS. Sono state infine avviate per conto di EBA Clearing le attività di adeguamento della piattaforma STEP2, relativamente ai servizi SEPA Credit Transfer e SEPA Direct Debit (B2C e B2B), in coerenza con le nuove versioni dei relativi Rulebook EPC, la cui attivazione è prevista nel corso del Per quanto riguarda i progetti per Banche Centrali relativi a sistemi RTGS (attività gestita in collaborazione con la controllata Perago AG) nel corso del 2008 si è ultimata la realizzazione dei sistemi per la Banca 18

ICT e sicurezza delle transazioni a servizio dell evoluzione dei sistemi di supporto alla gestione del circolante

ICT e sicurezza delle transazioni a servizio dell evoluzione dei sistemi di supporto alla gestione del circolante ICT e sicurezza delle transazioni a servizio dell evoluzione dei sistemi di supporto alla gestione del circolante Claudio Mauro Direttore RA Computer S.p.A. SIA Milano, 4 Dicembre 2012 SIA Verso il futuro:

Dettagli

Relazione e Bilancio al 31 dicembre 2009

Relazione e Bilancio al 31 dicembre 2009 Relazione e Bilancio al 31 dicembre 2009 Convocazione dell Assemblea Convocazione dell Assemblea ESERCIZIO 2009 Consiglio di Amministrazione Presidente Carlo Tresoldi Vice Presidente Bruno Matteo Accornero

Dettagli

Innovazione e Creazione di Valore nei Servizi Banca Impresa P.A.

Innovazione e Creazione di Valore nei Servizi Banca Impresa P.A. Innovazione e Creazione di Valore nei Servizi Banca Impresa P.A. Arnaldo Cis, Direttore Commerciale Istituto Centrale delle Banche Popolari Roma, 02 dicembre 2010 Il Gruppo ICBPI oggi G O V E R N A N C

Dettagli

Partnership di mercato ed outsourcing per affrontare le prossime sfide

Partnership di mercato ed outsourcing per affrontare le prossime sfide Partnership di mercato ed outsourcing per affrontare le prossime sfide Convegno Carte 2007 Roma, 26 novembre 2007 Giorgio Avanzi Direttore Generale CartaSi S.p.A. Le scadenze SEPA modificano scenari sino

Dettagli

SIA BILANCIO 2012: RICAVI E REDDITIVITA IN CRESCITA

SIA BILANCIO 2012: RICAVI E REDDITIVITA IN CRESCITA SIA BILANCIO 2012: RICAVI E REDDITIVITA IN CRESCITA Nel secondo anno di attuazione del Piano Strategico: ricavi +4,2% utile netto +67,8% ROE al 22% rispetto al 16% previsto alla fine del triennio Dopo

Dettagli

Un nuovo modello di outsourcer: da gestore di terminali a provider di servizi integrati

Un nuovo modello di outsourcer: da gestore di terminali a provider di servizi integrati Roma, 8 novembre 2005 Un nuovo modello di outsourcer: da gestore di terminali a provider di servizi integrati Fausto Bolognini Direttore Generale Quercia Software Società del gruppo Unicredit, fondata

Dettagli

Expanding the Horizons of Payment System Development. Università Luiss «Guido Carli» Sala delle Colonne Viale Pola, 12 Roma

Expanding the Horizons of Payment System Development. Università Luiss «Guido Carli» Sala delle Colonne Viale Pola, 12 Roma Expanding the Horizons of Payment System Development Università Luiss «Guido Carli» Sala delle Colonne Viale Pola, 12 Roma Domenico Santececca Vice Direttore Generale ICBPI I sistemi di pagamento: confronto

Dettagli

I pagamenti al dettaglio: Il quadro europeo e i servizi offerti dalla Banca d Italia

I pagamenti al dettaglio: Il quadro europeo e i servizi offerti dalla Banca d Italia 1 I pagamenti al dettaglio: Il quadro europeo e i servizi offerti dalla Banca d Italia 24 gennaio 2014 Servizio Sistema dei pagamenti Marco Piccinini - 1 - 2 Sommario Il Sistema dei pagamenti: definizione,

Dettagli

CHL S.P.A. Sede in Firenze, Via di Novoli n. 7. Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 1.153.639, 20

CHL S.P.A. Sede in Firenze, Via di Novoli n. 7. Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 1.153.639, 20 CHL S.P.A. Sede in Firenze, Via di Novoli n. 7 Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 1.153.639, 20 Iscritta alla Sezione Ordinaria del Registro delle Imprese di Firenze al n. 68220/ Tribunale di

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo semestre 2010

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo semestre 2010 Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo semestre 2010 Cagliari, 27 agosto 2010 Il Consiglio di Amministrazione di ha approvato i risultati al 30 giugno 2010. Risultato

Dettagli

Digitale per la crescita: dall innovazione all attuazione. Francesco Orlandini Direttore Public Sector

Digitale per la crescita: dall innovazione all attuazione. Francesco Orlandini Direttore Public Sector Francesco Orlandini Direttore Public Sector Priorità per il piano industriale 1 Contribuire allo sviluppo della Pubblica Amministrazione in Italia 2 Innovare 3 Accelerare la crescita all estero 2 I mercati

Dettagli

Tariffario SIA-SSB Aggiornato al 24 Marzo 2011

Tariffario SIA-SSB Aggiornato al 24 Marzo 2011 Tariffario SIA-SSB Aggiornato al 24 Marzo 2011 Il Gruppo SIA-SSB Il Gruppo SIA-SSB è uno dei leader in Italia e tra i primi in Europa a presidiare in modo completo e integrato le seguenti aree: :: processing

Dettagli

Carte prepagate e carte a microcircuito

Carte prepagate e carte a microcircuito Carte prepagate e carte a microcircuito situazione attuale e prospettive future Gabriele Boni Convegno ABI Carte 2002 - Roma, 10 luglio Agenda SSB ed il mercato Carte prepagate Caratteristiche e vantaggi

Dettagli

Il Piano Industriale

Il Piano Industriale LE CARATTERISTICHE DEL PIANO INDUSTRIALE 1.1. Definizione e obiettivi del piano industriale 1.2. Requisiti del piano industriale 1.3. I contenuti del piano industriale 1.3.1. La strategia realizzata e

Dettagli

Dalle Relazioni, il Valore

Dalle Relazioni, il Valore Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto 80 Schemi e prospetti 82 Le strategie e il Valore 86 Il Valore delle relazioni 88 Indici di Sostenibilità 89 78 79 Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto

Dettagli

Claudio Pedrotti, Alessandra Carazzina Milano, 28 maggio 2008

Claudio Pedrotti, Alessandra Carazzina Milano, 28 maggio 2008 Gestione dell emergenza nel processo di integrazione SIA-SSB Claudio Pedrotti, Alessandra Carazzina Milano, 28 maggio 2008 sia ssb 2008 Agenda Il Gruppo SIA-SSB - Aree di Business La struttura di Risk

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA ESAMINATI DAL CONSIGLIO I RISULTATI CONSOLIDATI DEL PRIMO TRIMESTRE GRUPPO ITALMOBILIARE: RICAVI: 1.386,4 MILIONI DI EURO (1.452,5 MILIONI NEL PRIMO TRIMESTRE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012)

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) La Holding chiude il 2013 con un utile di 0,5 milioni (perdita

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2013

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2013 Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2013 Cagliari, 14 maggio 2013 Il Consiglio di Amministrazione di ha approvato i risultati al 31 marzo 2013. Ricavi consolidati

Dettagli

I differenti ruoli nel progetto SEPA (Single Euro Payments Area)

I differenti ruoli nel progetto SEPA (Single Euro Payments Area) ABI SPIN 2006 SWIFT ITALY I fattori del cambiamento Regolamentazione e competizione I differenti ruoli nel progetto SEPA (Single Euro Payments Area) Antonio Finocchiaro Vice Direttore generale della Banca

Dettagli

IL RUOLO DEL TESORIERE NEL SUPPORTO ALLA P.A.

IL RUOLO DEL TESORIERE NEL SUPPORTO ALLA P.A. IL RUOLO DEL TESORIERE NEL SUPPORTO ALLA P.A. Claudio Mauro Direttore Centrale Business Genova, 11 Novembre 2010 1 Agenda Scenario Pubblica Amministrazione Locale Ordinativo Informatico Locale Gestione

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo 267,1 milioni di Euro di ricavi, in crescita del 26% rispetto al primo trimestre 2003 Crescita

Dettagli

CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008

CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008 CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008 Approvata la proposta di autorizzazione all acquisto e disposizione di azioni proprie Margine di intermediazione consolidato

Dettagli

APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014

APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014 Risultati annuali APPROVATI IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE E IL BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVI ALL ESERCIZIO 2014 - Confermati i risultati preliminari consolidati già approvati lo scorso 11 febbraio

Dettagli

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC INCONTRO 31 GENNAIO 2012 TRA ASSTEL E SLC-CGIL, FISTEL-CISL E UILCOM-UIL SUL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO Sviluppo e

Dettagli

L innovazione nei servizi di pagamento dalla SEPA alla PSD2: OBEP, P2P, Mobile e Instant Payment

L innovazione nei servizi di pagamento dalla SEPA alla PSD2: OBEP, P2P, Mobile e Instant Payment ATTIVITA DI RICERCA 2015 L innovazione nei servizi di pagamento dalla SEPA alla PSD2: OBEP, P2P, Mobile e Instant Payment PROPOSTA DI ADESIONE 1 TEMI E MOTIVAZIONI L introduzione della SEPA ha impegnato

Dettagli

Approvati risultati al 30 settembre 2015

Approvati risultati al 30 settembre 2015 COMUNICATO STAMPA Approvati risultati al 30 settembre 2015 Risultati record nei primi nove mesi, con il miglior trimestre di sempre Utile netto: 148,8 milioni ( 109,3 milioni al 30 settembre 2014, +36,2%)

Dettagli

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO COMUNICATO STAMPA Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO In forte accelerazione i flussi commerciali, 56.000 nuovi clienti nei primi quattro mesi

Dettagli

ENTERPRISE PARTNERSHIP TRA XCHANGING E SIA-SSB

ENTERPRISE PARTNERSHIP TRA XCHANGING E SIA-SSB ENTERPRISE PARTNERSHIP TRA XCHANGING E SIA-SSB Xchanging fa il suo ingresso nel mercato italiano - un importante pietra miliare nella strategia di crescita a livello pan-europeo FRANCOFORTE, 22 giugno

Dettagli

Chi siamo. La società. Soluzioni. C-Card è la società del Gruppo Cedacri, costituita per operare nel business delle carte di pagamento.

Chi siamo. La società. Soluzioni. C-Card è la società del Gruppo Cedacri, costituita per operare nel business delle carte di pagamento. Company Profile 3 Chi siamo C-Card è la società del Gruppo Cedacri, costituita per operare nel business delle carte di pagamento. Tramite C-Card il Gruppo Cedacri amplia la sua proposta di servizi per

Dettagli

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007)

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007) CREDITO BERGAMASCO: il Consiglio di Amministrazione approva la relazione finanziaria semestrale. Crescono i ricavi. Continua espansione dei prestiti a piccole e medie imprese e della raccolta diretta complessiva.

Dettagli

TARIFFARIO SIA Aggiornato al 1 Luglio 2015

TARIFFARIO SIA Aggiornato al 1 Luglio 2015 TARIFFARIO SIA Aggiornato al 1 Luglio 2015 Il Gruppo SIA SIA è leader europeo nella progettazione, realizzazione e gestione di infrastrutture e servizi tecnologici dedicati alle Istituzioni Finanziarie,

Dettagli

Poligrafici Printing RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2010

Poligrafici Printing RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2010 Poligrafici Printing RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2010 18 CARICHE SOCIALI Consiglio di Amministrazione: (per l esercizio 2010) Presidente Consiglieri Giovanni TOSO Nicola NATALI Sergio VITELLI * *

Dettagli

COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009.

COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. Fatturato oltre le attese e marginalità in forte miglioramento. Il quarto trimestre è in forte

Dettagli

Nuove regole nel mercato dei servizi di pagamento: concorrenza, cooperazione e ruolo della banca centrale

Nuove regole nel mercato dei servizi di pagamento: concorrenza, cooperazione e ruolo della banca centrale Nuove regole nel mercato dei servizi di pagamento: concorrenza, cooperazione e ruolo della banca centrale Torino, 30 settembre 2011 Gino Giambelluca- Banca d Italia Servizio Supervisione sui mercati e

Dettagli

I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013:

I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013: I risultati economici del Gruppo nel 1 semestre del 2014 rispetto al 1 semestre 2013: Nei primi sei mesi dell anno, la gestione economica del Gruppo ha generato un risultato della gestione operativa in

Dettagli

POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA

POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA Ricavi totali: 23,9 miliardi, +6,0% ( 22,6 miliardi al 30.09.2014) Risultato

Dettagli

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo Il Gruppo conferma la leadership nella raccolta del risparmio e dei premi assicurativi. Nel settore postale incide l onere per

Dettagli

Le novità del CBI a seguito del progetto SEPA e della PSD

Le novità del CBI a seguito del progetto SEPA e della PSD SPIN 2010 Le novità del CBI a seguito del progetto SEPA e della PSD Liliana Fratini Passi Segretario Generale Consorzio CBI Membro dell Expert Group on Electronic Invoicing della Commissione Europea Roma

Dettagli

Direzione Marketing Small Business Missione

Direzione Marketing Small Business Missione Direzione Marketing Small Business Missione Soddisfare i bisogni della clientela Small Business 1, compresi gli Enti, attraverso un presidio integrato di segmento, prodotto e canale Definire un modello

Dettagli

SIA: CDA APPROVA BILANCIO 2014

SIA: CDA APPROVA BILANCIO 2014 SIA: CDA APPROVA BILANCIO 2014 Utile netto +27,5% a 59,6 milioni di euro Margine operativo +22,5% a 81,9 milioni di euro Ricavi +7% a 336,9 milioni di euro Proposta agli azionisti la distribuzione di un

Dettagli

3 luglio 2015 Fatturazione Elettronica: dalla Pubblica Amministrazione al B2B. Un percorso dove il controllo di gestione fa la differenza.

3 luglio 2015 Fatturazione Elettronica: dalla Pubblica Amministrazione al B2B. Un percorso dove il controllo di gestione fa la differenza. 3 luglio 2015 Fatturazione Elettronica: dalla Pubblica Amministrazione al B2B. Un percorso dove il controllo di gestione fa la differenza. Aspetti tecnici e di compliance, esperienze e case history, incentivi

Dettagli

Comunicato Stampa 27 agosto 2013

Comunicato Stampa 27 agosto 2013 Landi Renzo: il CDA approva i risultati al 30 giugno 2013 o Fatturato a 112,0 milioni di euro (139,2 milioni di euro al 30 giugno 2012) o EBITDA a 5,1 milioni di euro (16,2 milioni di euro al 30 giugno

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2016. Organismo per la gestione degli elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi

BILANCIO DI PREVISIONE 2016. Organismo per la gestione degli elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi BILANCIO DI PREVISIONE 2016 Organismo per la gestione degli elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi Il Direttore Generale Federico Luchetti Il Presidente Antonio Catricalà

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. NOEMALIFE: il CdA approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2013.

COMUNICATO STAMPA. NOEMALIFE: il CdA approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2013. COMUNICATO STAMPA NOEMALIFE: il CdA approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2013. Ricavi Operativi Consolidati pari a 15,1 milioni di Euro, +10% rispetto al primo trimestre 2012. EBITDA*

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Attesa una crescita organica dei ricavi di Gruppo tra 3% ed il 4%

COMUNICATO STAMPA. Attesa una crescita organica dei ricavi di Gruppo tra 3% ed il 4% COMUNICATO STAMPA ILLUSTRATE ALLA COMUNITA FINANZIARIA LE STRATEGIE E GLI OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2006-2008 DEL GRUPPO TELECOM ITALIA E DELLA BUSINESS UNIT OPERATIONS Attesa una crescita organica dei

Dettagli

Comunicato Stampa. SMI Società Metallurgica Italiana S.p.A cod.abi 107683 www.smi.it BILANCIO DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2002

Comunicato Stampa. SMI Società Metallurgica Italiana S.p.A cod.abi 107683 www.smi.it BILANCIO DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2002 Comunicato Stampa SMI Società Metallurgica Italiana S.p.A cod.abi 107683 www.smi.it BILANCIO DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2002 Il Gruppo: il fatturato consolidato, pari a Euro 2.054,4 milioni,

Dettagli

Direzione Centrale Sistemi Informativi

Direzione Centrale Sistemi Informativi Direzione Centrale Sistemi Informativi Missione Contribuire, in coerenza con le strategie e gli obiettivi aziendali, alla definizione della strategia ICT del Gruppo, con proposta al Chief Operating Officer

Dettagli

il margine di interesse risulta stabile, attestandosi a 30,6 Milioni di Euro

il margine di interesse risulta stabile, attestandosi a 30,6 Milioni di Euro COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni S.p.A. approva il Bilancio consolidato ed il Bilancio d esercizio al 31 dicembre 2012: Raccolta complessiva

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Risultati preliminari di bilancio consolidati al 31 dicembre 2015

COMUNICATO STAMPA Risultati preliminari di bilancio consolidati al 31 dicembre 2015 Società per Azioni con Sede Legale in Cagliari Viale Bonaria, 33 Codice fiscale e n di iscrizione al Registro delle Imprese di Cagliari 01564560900 Partita IVA 01577330903 Iscrizione all Albo delle Banche

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ROSSS: il CdA approva bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014

COMUNICATO STAMPA. ROSSS: il CdA approva bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 COMUNICATO STAMPA Scarperia (FI), 30 marzo 2015 ROSSS: il CdA approva bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Dati relativi al bilancio consolidato al 31 dicembre 2014 Ricavi

Dettagli

Analisi con EZ-DB2 dell impatto applicativo della migrazione dei sistemi di SIA da DB2 V9 a DB2 V10

Analisi con EZ-DB2 dell impatto applicativo della migrazione dei sistemi di SIA da DB2 V9 a DB2 V10 Analisi con EZ-DB2 dell impatto applicativo della migrazione dei sistemi di SIA da DB2 V9 a DB2 V10 Alberto Aldi Agenda Chi siamo? La sfida: SIA Migrare a DB2 V10 La metodologia di lavoro Risultati Conclusioni

Dettagli

Il mercato dell involucro edilizio in Italia nel 2010

Il mercato dell involucro edilizio in Italia nel 2010 Il mercato dell involucro edilizio in Italia nel 2010 Indice 2 Sintesi 3 Cos era avvenuto nel 2009 4 Cosa sta accadendo nel 2010 6 Estratto dall osservatorio Uncsaal sul primo quadrimestre 2010 Sintesi

Dettagli

Domenico Santececca Responsabile dell Area Servizi di Mercato ABI

Domenico Santececca Responsabile dell Area Servizi di Mercato ABI L Evoluzione della SEPA: la Realizzazione delle Infrastrutture e il Nuovo Quadro Normativo Domenico Santececca Responsabile dell Area Servizi di Mercato ABI Roma, 16 giugno 2006 Struttura presentazione

Dettagli

CARTE 2003 6 e 7 Novembre 2003

CARTE 2003 6 e 7 Novembre 2003 CARTE 2003 6 e 7 Novembre 2003 La migrazione italiana al microchip e le prospettive di sviluppo di nuovi servizi Ing. Fernando Fabiani Segretario Associazione Progetto Microcircuito ASSOCIAZIONE PROGETTO

Dettagli

PAYMENT RESEARCH PROGRAM 2009-2012

PAYMENT RESEARCH PROGRAM 2009-2012 DO YOU SEPA? 2010 PAYMENT RESEARCH PROGRAM 2009-2012 Chiara Frigerio CeTIF in collaborazione con 1 Dinamiche evolutive del business dei pagamenti Fattori Socio-culturali SEPA Evoluzione del mercato Sistemi

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

CONFORMIS IN FINANCE S.R.L Via Carroccio, 16 20123 Milano P.IVA/C.F. 07620150966

CONFORMIS IN FINANCE S.R.L Via Carroccio, 16 20123 Milano P.IVA/C.F. 07620150966 CONFORMIS IN FINANCE S.R.L Via Carroccio, 16 20123 Milano P.IVA/C.F. 07620150966 Tel: 0287186784 Fax: 0287161185 info@conformisinfinance.it pec@pec.conformisinfinance.it www.conformisinfinance.it Obiettivi

Dettagli

Approvati i risultati al 31 marzo 2015

Approvati i risultati al 31 marzo 2015 COMUNICATO STAMPA Approvati i risultati al 31 marzo 2015 UTILE NETTO: 47,8 milioni ( 36,9 milioni al 31 marzo 2014, +29,4%) Ricavi totali: 137 milioni ( 113 milioni al 31 marzo 2014, +20,9%) Cost/Income

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei COMUNICATO STAMPA PRESS OFFICE Tel. +39.040.671180 - Tel. +39.040.671085 press@generali.com INVESTOR RELATIONS Tel. +39.040.671202 - Tel. +39.040.671347 - generali_ir@generali.com www.generali.com RISULTATI

Dettagli

Comunicato Stampa 13 novembre 2014

Comunicato Stampa 13 novembre 2014 Landi Renzo: ricavi, marginalità e flussi finanziari di cassa in miglioramento al 30 settembre 2014; il terzo trimestre conferma il trend di crescita di fatturato e utile Fatturato pari a Euro 173,9 mln,

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015

Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015 Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015 Data/Ora Ricezione 27 Marzo 2015 18:58:41 MOT - DomesticMOT Societa' : BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Identificativo Informazione Regolamentata : 55362 Nome utilizzatore

Dettagli

ISA. svolge attività di supporto al Mipaaf nei procedimenti di erogazione delle agevolazioni relative ai contratti di filiera (L. 289/2002).

ISA. svolge attività di supporto al Mipaaf nei procedimenti di erogazione delle agevolazioni relative ai contratti di filiera (L. 289/2002). Commissione Agricoltura Senato - Roma, 25 Luglio 2013 Presentazione ISA è una società di intermediazione finanziaria, partecipata al 100% dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf),

Dettagli

8.624.333 (+12,3%) i passeggeri transitati nel sistema aeroportuale di Venezia e Treviso.

8.624.333 (+12,3%) i passeggeri transitati nel sistema aeroportuale di Venezia e Treviso. COMUNICATO STAMPA SAVE AEROPORTO DI VENEZIA: Il C.d.A. approva il Progetto di Bilancio dell esercizio 2007 Risultati in crescita e dividendi raddoppiati Fatturato consolidato in crescita del 40,8% a 310,8

Dettagli

Chi è CartaSi. I numeri chiave di CartaSi

Chi è CartaSi. I numeri chiave di CartaSi PROFILO CARTASI Chi è CartaSi CartaSi S.p.A. è dal 1985 la società leader in Italia nei pagamenti elettronici con oltre 2 miliardi di transazioni complessivamente gestite, 13,5 milioni di carte di credito

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 30 2014 18,3 (+0,1%) EBITDA:

COMUNICATO STAMPA 30 2014 18,3 (+0,1%) EBITDA: COMUNICATO STAMPA MC-link: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 30 giugno 2014 Valore della produzione: 18,3 milioni di euro (+0,1%) EBITDA: 3,7 milioni di euro (+3,6%) Risultato Ante

Dettagli

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply Abstract Nei nuovi scenari aperti dal Cloud Computing, Reply si pone come provider di servizi e tecnologie, nonché come abilitatore di soluzioni e servizi di integrazione, volti a supportare le aziende

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Mestre, 14 novembre 2011. I risultati in breve

COMUNICATO STAMPA. Mestre, 14 novembre 2011. I risultati in breve COMUNICATO STAMPA Margini in forte crescita e indici di solidità patrimoniale a livelli di assoluta eccellenza: il Gruppo Banca IFIS conferma la validità del modello di business anche in mercati instabili

Dettagli

Presentazione alla Comunità Finanziaria

Presentazione alla Comunità Finanziaria Presentazione alla Comunità Finanziaria Luciano Facchini, CEO LUGANO SMALL & MID CAP INVESTOR DAY III Edizione Hotel Splendide Royal 28 settembre 2012 Servizi Italia: Partner delle aziende sanitarie italiane

Dettagli

INFORMATIVA AL PUBBLICO AI SENSI DEL PROVVEDIMENTO BANCA D ITALIA 24 OTTOBRE 2007 TITOLO III CAPITOLO 1

INFORMATIVA AL PUBBLICO AI SENSI DEL PROVVEDIMENTO BANCA D ITALIA 24 OTTOBRE 2007 TITOLO III CAPITOLO 1 INFORMATIVA AL PUBBLICO AI SENSI DEL PROVVEDIMENTO BANCA D ITALIA 24 OTTOBRE 2007 TITOLO III CAPITOLO 1 Premessa Il Regolamento della Banca d Italia in materia di vigilanza prudenziale per le SIM (Titolo

Dettagli

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione al 30 giugno 2009 SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

Dettagli

Comunicato stampa del 12 agosto 2015

Comunicato stampa del 12 agosto 2015 Comunicato stampa del 12 agosto 2015 Cassa di Risparmio di Bolzano torna all utile nel primo semestre 2015, approva il Piano Strategico 2015/2019 e si prepara a lanciare l aumento di capitale. Il Consiglio

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus ha esaminato: Le Linee guida del prossimo Piano Industriale pluriennale

Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus ha esaminato: Le Linee guida del prossimo Piano Industriale pluriennale Milano, 5 Agosto 2011 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus ha esaminato: I dati consolidati del 1 semestre 2011 Le Previsioni 2011 Le Linee guida del prossimo Piano Industriale

Dettagli

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Comunicato stampa EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Le imprese associate a Eurogroup sono quasi 37 mila (+8,6% rispetto al 2006) L avanzo di gestione ante imposte è di 6,3

Dettagli

Comunicato Stampa 12 novembre 2015

Comunicato Stampa 12 novembre 2015 Landi Renzo: il CDA approva i risultati al 30 settembre 2015 Fatturato pari a Euro 145,6 mln (Euro 173,9 mln al 30 settembre 2014) EBITDA pari a Euro 1,9 mln (Euro 14,1 mln al 30 settembre 2014) EBIT pari

Dettagli

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%)

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013 Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) Commissioni nette 41,1 mln di euro (-5,6%1*) Margine di intermediazione

Dettagli

PIANO INDUSTRIALE 2015-2017.

PIANO INDUSTRIALE 2015-2017. PIANO INDUSTRIALE 2015-2017. LINEE GUIDA DEL PIANO 1. Incremento dei ricavi attraverso una maggiore spinta sui mercati e una migliore gestione del portafoglio clienti con focus sui proventi commissionali

Dettagli

Comunicato Stampa 12 novembre 2013

Comunicato Stampa 12 novembre 2013 Landi Renzo: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 30 settembre 2013. o Fatturato pari a 164,6 (203,4 milioni di euro al 30 settembre 2012) o EBITDA pari a 8,1 milioni di euro (23,7 milioni

Dettagli

ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015

ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO RICAVI IN PROGRESSO, IN PARTICOLARE IN INDIA E MAROCCO SOSTANZIALE STABILITA DEI VOLUMI DI VENDITA DI CEMENTO: LA DEBOLEZZA

Dettagli

Liliana Fratini Passi Direttore Generale Consorzio CBI

Liliana Fratini Passi Direttore Generale Consorzio CBI Liliana Fratini Passi Direttore Generale Consorzio Il Consorzio - Customer to Business Interaction Infrastruttura di rete Comunità estesa 580 Istituti finanziari Consorziati (compreso Poste e CartaLis)

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio consolidato al 31 dicembre 2009

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio consolidato al 31 dicembre 2009 SOCIETÀ PER AZIONI Sede legale: Cagliari - Viale Bonaria 33 Sede amministrativa e Direzione generale: Sassari - Viale Umberto 36 Capitale sociale Euro 155.247.762,00 i.v. Cod. fisc. e num. iscriz. al Registro

Dettagli

Poligrafici Editoriale

Poligrafici Editoriale COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione Finanziaria semestrale

Dettagli

Il CDA ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 GRUPPO BANCA IFIS

Il CDA ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 GRUPPO BANCA IFIS Comunicato stampa Mestre, 29 aprile 2010 Il CDA ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 GRUPPO BANCA IFIS UTILI IN FORTE CRESCITA: +107,8% SUL 4 TRIMESTRE 2009, +13,9% SUL 1 TRIMESTRE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI DELL ESERCIZIO 2006

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI DELL ESERCIZIO 2006 COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI DELL ESERCIZIO 2006 2006 ANNO DI SVOLTA PER SEAT PAGINE GIALLE CON UN SECONDO SEMESTRE IN FORTE CRESCITA GRAZIE ALLE INNOVAZIONI

Dettagli

De Longhi S.p.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010

De Longhi S.p.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 De Longhi S.p.A. Organi societari * Consiglio di amministrazione GIUSEPPE DE'LONGHI FABIO DE'LONGHI ALBERTO CLÒ ** RENATO CORRADA ** SILVIA DE'LONGHI CARLO GARAVAGLIA DARIO MELO GIORGIO SANDRI SILVIO SARTORI

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto)

2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto) 2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto) 2.1. Dati significativi di gestione Nelle pagine che seguono sono rappresentate le principali grandezze economico-patrimoniali, ottenute dalla

Dettagli

Il Progetto Speciale SEPA e la Pubblica Amministrazione. Forum PA - Roma, 25 maggio 2007

Il Progetto Speciale SEPA e la Pubblica Amministrazione. Forum PA - Roma, 25 maggio 2007 Il Progetto Speciale SEPA e la Pubblica Amministrazione Forum PA - Roma, 25 maggio 2007 Agenda 1 > Il Progetto SEPA 1.1 > Cosa cambierà con la SEPA? 1.2 > Gli Stakeholders nella SEPA 1.3 > La Direttiva

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI VERCELLI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI VERCELLI REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI VERCELLI Approvato dall Organo di indirizzo in data 17 dicembre 2015 2 SOMMARIO TITOLO I - PREMESSE Art. 1 (Ambito di applicazione)

Dettagli

Poligrafici Editoriale

Poligrafici Editoriale COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto intermedio di gestione

Dettagli

DELLE FRODI SISTEMA DI PREVENZIONE. Carte di Pagamento

DELLE FRODI SISTEMA DI PREVENZIONE. Carte di Pagamento Carte di Pagamento SISTEMA DI PREVENZIONE DELLE FRODI La soluzione per pagamenti elettronici sicuri in conformità alla Legge n.166/05 e al Decreto Attuativo n.112/07 SISTEMA DI PREVENZIONE DELLE FRODI

Dettagli

Interoperability, reachability, competitiveness, a coherent and efficient choice for the full realisation of the Single Euro Payments Area

Interoperability, reachability, competitiveness, a coherent and efficient choice for the full realisation of the Single Euro Payments Area Interoperability, reachability, competitiveness, a coherent and efficient choice for the full realisation of the Single Euro Payments Area Milano, Centro Convegni ICBPI, 14 ottobre 2011 Intervento di Franco

Dettagli

COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni)

COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni) COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto intermedio di gestione

Dettagli

CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2011

CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2011 CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2011 Margine di intermediazione consolidato pari a 5,68 milioni di euro (4,14 milioni di euro al IH2010) Risultato della gestione operativa

Dettagli

COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE:

COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE: COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE: Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati dei primi nove mesi del 2010. Utile e margini operativi in forte crescita. Ricavi Consolidati: Euro 620,9 milioni (+11,3%

Dettagli

CONSORZIO SERVIZI BANCARI

CONSORZIO SERVIZI BANCARI CONSORZIO SERVIZI BANCARI CSE Consorzio Servizi Bancari, nato nel 1970 come centro meccanografico, è divenuto nel corso degli anni leader nel campo dell outsourcing bancario. Nel tempo l attività primaria

Dettagli

SIA: APPROVATO BILANCIO 2013

SIA: APPROVATO BILANCIO 2013 SIA: APPROVATO BILANCIO 2013 Nel terzo anno di attuazione del Piano Strategico: ricavi +6,7% utile netto +8,5% margine operativo +18,2% ROE al 22% Proposta agli azionisti la distribuzione di un dividendo

Dettagli

Le imprese e la SEPA Completare la migrazione entro il 1 febbraio 2016

Le imprese e la SEPA Completare la migrazione entro il 1 febbraio 2016 Comitato PagamentiItalia Le imprese e la SEPA Completare la migrazione entro il 1 febbraio 2016 Nel 2014 gli schemi di bonifico e addebito diretto SEPA (Single Euro Payments Area) hanno definitivamente

Dettagli

COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni)

COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni) COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto Intermedio di gestione al 31 marzo

Dettagli