Classica et Christiana Revista Centrului de Studii Clasice şi Creştine Fondator: Nelu ZUGRAVU 8/1, 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Classica et Christiana Revista Centrului de Studii Clasice şi Creştine Fondator: Nelu ZUGRAVU 8/1, 2013"

Transcript

1 N

2

3 Classica et Christiana Revista Centrului de Studii Clasice şi Creştine Fondator: Nelu ZUGRAVU 8/1, 2013 Classica et Christiana Periodico del Centro di Studi Classici e Cristiani Fondatore: Nelu ZUGRAVU 8/1, 2013 ISSN:

4 Comitetul ştiinţific / Comitato scientifico Ovidiu ALBERT (Ostkirchliches Institut der Bayerisch-Deutschen Augustinerprovinz an der Universität Würzburg) Livia BUZOIANU (Muzeul Naţional de Istorie şi Arheologie Constanţa) Marija BUZOV (Istituto di Archeologia, Zagreb) Victor COJOCARU (Institutul de Arheologie Iaşi) Ioana COSTA (Universitatea din Bucureşti) Dan DANA (C.N.R.S. ANHIMA, Paris) Mario GIRARDI (Università di Bari) Attila JAKAB (Civitas Europica Centralis, Budapest) Domenico LASSANDRO (Università di Bari Aldo Moro) Sorin NEMETI (Universitatea Babeş-Bolyai, Cluj-Napoca) Eduard NEMETH (Universitatea Babeş-Bolyai, Cluj-Napoca) Cristian OLARIU (Universitatea Bucureşti) Evalda PACI (Centro di Studi di Albanologia, Tirana) Marcin PAWLAK (Università di Torun) Vladimir P. PETROVIĆ (Accademia Serba delle Scienze e delle Arti, Belgrad) Luigi PIACENTE (Università di Bari) Mihai POPESCU (C.N.R.S. USR 710 L Année Épigraphique, Paris) Viorica RUSU BOLINDEŢ (Muzeul Naţional de Istorie a Transilvaniei, Cluj-Napoca) Heather WHITE (Classics Research Centre, London) Comitetul de redacţie / Comitato di redazione Roxana-Gabriela CURCĂ (Universitatea Al. I. Cuza din Iaşi) Mihaela PARASCHIV (Universitatea Al. I. Cuza din Iaşi) Claudia TĂRNĂUCEANU (Universitatea Al. I. Cuza din Iaşi) Nelu ZUGRAVU, director al Centrului de Studii Clasice şi Creştine al Facultăţii de Istorie a Universităţii Alexandru I. Cuza din Iaşi (director responsabil / direttore responsabile) Corespondenţa / Corrispondenza: Prof. univ. dr. Nelu ZUGRAVU Facultatea de Istorie, Centrul de Studii Clasice şi Creştine Bd. Carol I, nr 11, Iaşi, România Tel / , Fax

5 UNIVERSITATEA ALEXANDRU IOAN CUZA DIN IAŞI FACULTATEA DE ISTORIE CENTRUL DE STUDII CLASICE ŞI CREŞTINE Classica et Christiana 8/ ACTELE ŞCOLII DE STUDII AVANSATE Tradiţie şi inovaţie între Antichitate şi Evul Mediu: prosopografie-biografie-epigrafie (Iaşi, 8-14 octombrie 2012) editate de Nelu ZUGRAVU ATTI DELLA SCUOLA DI RICERCA Tradizione e innovazione fra Antichità e Medioevo: prosopografia-biografia-epigrafia (Iaşi, 8-14 ottobre 2012) a cura di Nelu ZUGRAVU

6 This work was supported by CNCS UEFISCDI PN-II-IDEI/SSA/ Tehnoredactor: Nelu ZUGRAVU Coperta: Manuela OBOROCEANU ISSN: Editura Universităţii Alexandru Ioan Cuza Iaşi, tel./fax

7 SUMAR / INDICE SIGLE ŞI ABREVIERI SIGLE E ABBREVIAZIONI / 7 ACTELE ŞCOLII DE STUDII AVANSATE Tradiţie şi inovaţie între Antichitate şi Evul Mediu: prosopografie-biografie-epigrafie (Iaşi, 8-14 octombrie 2012) ATTI DELLA SCUOLA DI RICERCA Tradizione e innovazione fra Antichità e Medioevo: prosopografia-biografia-epigrafia (Iaşi, 8-14 ottobre 2012) PROGRAM PROGRAMMA / 9 Immacolata AULISA, Tradizione e innovazione nelle biografie cristiane (IV- VI secolo) / 15 Antonella BRUZZONE, I Furii Annales: ancora sull identità dell autore / 47 Roxana-Gabriela CURCĂ, La prosopographie des femmes en Mésie Inférieure. Une approche préliminaire / 73 Sebastian FINK, The genealogie of Gilgamesh / 81 Mario GIRARDI, Chi «ha unto e preparato» ( le pthj) al martirio Saba il goto? A proposito di Basilio, ep. 164, 1 / 109 Ştefan S. GOROVEI, L homme la raison d être de l histoire. Plaidoyer pour la prosopographie / 129 Olimpia IMPERIO, Il ritratto di Pericle nella commedia attica antica. Presenze e assenze dei comici nella biografia periclea di Plutarco / 145 Domenico LASSANDRO, Bella movere docent, melius qui rura moverent (Sigeberto): rivolte contadine di età tardoantica e tradizione medievale / 175 Bogdan-Petru MALEON, Preliminary Notes on Byzantine Imperial Biographies of the 6 th - 12 th Centuries / 187

8 6 SUMAR / INDICE Patrizia MASCOLI, Gli Apollinari: una famiglia dell aristocrazia galloromana / 199 Constantin-Ionuţ MIHAI, Elementi protrettici e biografici nell Encomio di Origene attribuito a Gregorio il Taumaturgo / 217 Giovanni Antonio NIGRO, Figure imperiali negli scritti dei Padri Cappadoci / 229 Cristian OLARIU, The senatorial aristocracy in the fourth century. A case study: the Ceionii Rufii / 271 Daniele Vittorio PIACENTE, Giurisprudenza e fonti del diritto romano nella tarda Antiquità / 287 Anna Maria PIREDDA, Presenze classiche e patristiche nelle anonime passiones di Fabio e di Salsa / 299 Claudia TĂRNĂUCEANU, Éléments des biographies impériales dans Demetrii Principis Cantemirii Incrementorum et decrementorum Aulae Othmanicae historia / 317 Nelu ZUGRAVU, Alessandro nei epitomatori tardoantichi / 337

9 Classica et Christiana, 8/1, 2013, 7, ISSN: SIGLE ŞI ABREVIERI / SIGLE E ABBREVIAZIONI 1 AIIAI BHAC BHL CCSL CI CSEL DACL DHGE DNP FGrHist GCS GNO HAC MGH OLD PG PIR PL PLRE RE RI RIC SAI SC SMIM ThlL Anuarul Institutului de Istorie şi Arheologie A. D. Xenopol Iaşi Bonner Historia-Augusta-Colloquium, Bonn Bibliotheca Hagiographica Latina Corpus Christianorum. Series Latina, Turnhout Cercetări istorice, Iaşi Corpus Scriptorum Ecclesiasticorum Latinorum, Wien Dictionnaire d archéologie chrétienne et de liturgie, Paris Dictionnaire d histoire et de géographie ecclésiastiques, Paris Der neue Pauly Enzyklopädie der Antike, Herausgegeben von H. Cancik und H. Schneider, Stuttgart-Weimar Die Fragmente der griechischen Historiker, Berlin Die griechischen christlichen Schriftsteller der ersten (drei) Jahrunderte, Berlin-Leipzig Gregorii Nysseni Opera Historiae Augustae Colloquia Nova Series, Bari Monumenta Germaniae Historica editit Theodorus Mommsen, Berlin, Oxford Latin Dictionary, Oxford, 1988 Patrologiae cursus completus. Series Graeca, Paris Prosopographia Imperii Romani. Saec. I.II.III Patrologiae cursus completus. Series Latina, Paris The Prosopography of the Later Roman Empire, I, A. D , by A. H. M. Jones, J. R. Martindale, J. Morris, Cambridge, 1971; II, A. D , by J. R. Martindale, Cambridge, 1980 Realencyclopädie der classischen Altertumswissenschaft (Pauly-Wissowa-Kroll), Stuttgart-München Revista istorică, Bucureşti Roman Imperial Coinage Studii şi articole de istorie, Bucureşti Sources Chrétiennes, Lyon Studii şi materiale de istorie medie, Bucureşti Thesaurus linguae Latinae 1 Cu excepţia celor din L Année Philologique şi L Année épigraphique / Escluse quelle segnalate da L Année Philologique e L année épigraphique.

10

11

12 10 PROGRAM / PROGRAMMA ŞCOALA DE STUDII AVANSATE Tradiţie şi inovaţie între Antichitate şi Evul Mediu: prosopografie-biografie-epigrafie SCUOLA DI RICERCA Tradizione e innovazione fra antichità e medioevo: prosopografia-biografia-epigrafia [CNCS-UEFISCDI PN-II-IDEI/SSA/ ] [director: prof. univ. dr. Nelu ZUGRAVU; co-directori: prof. univ. dr. Lucreţiu-Ion BÎRLIBA, prof. univ. dr. Ştefan Sorin GOROVEI, prof. dr. Petronel ZAHARIUC, prof. dr. Mario GIRARDI] PROGRAM / PROGRAMMA This work was supported by CNCS UEFISCDI PN-II-IDEI/SSA/ Iaşi, 8-14 octombrie / ottobre 2012 Sala Ferdinand

13 PROGRAM / PROGRAMMA 11 Luni / Lunedi, 8 octombrie / ottobre 2012 Sosirea invitaţilor / Arrivo degli ospiti , Sala Ferdinand Moderator/ Moderatore: Nelu Zugravu (Iaşi) : Deschiderea Şcolii; salutul organizatorilor / Apertura della Scuola; saluti : Comunicare inaugurală / Relazione inaugurale: Ştefan S. GOROVEI (Iaşi), L homme-la raison d être de l histoire. Plaidoyer pour la prosopographie : Roxana-Gabriela CURCĂ (Iaşi), La prosopographie des femmes en Mésie Inférieure MASĂ OFICIALĂ / CENA UFFICIALE Marţi / Martedi, 9 octombrie / ottobre , Sala Ferdinand Moderator/ Moderatore: Domenico Lassandro (Bari) : Olimpia IMPERIO (Bari), Il ritratto di Pericle nella commedia attica antica : Luigi PIACENTE (Bari), Tito Pomponio Attico, un manager dell industria culturale : Pauză de cafea / Intervallo : Patrizia MASCOLI (Bari), Gli Apollinari: per la storia di una famiglia tardoantica : Daniele Vittorio PIACENTE (Bari), Giurisprudenza e fonti del diritto romano nel periodo tardoantico Trataţie / Protocollo : Pauză de prânz / Pausa pranzo , Sala Ferdinand Moderator / Moderatore: Luigi Piacente (Bari) : Constantin-Ionuţ MIHAI (Iaşi), Elementi biografici e protrettici nell Encomio di Origene attribuito a Gregorio il Taumaturgo : Giovanni Antonio NIGRO (Bari), Figure imperiali negli scritti dei Padri Cappadoci : Mario GIRARDI (Bari), Chi è colui che ha unto e preparato alla lotta ( le pthj) il martire, Saba il goto? A proposito di Basilio di Cesarea, ep. 164, : Trataţie / Protocollo Miercuri / Mercoledi, 10 octombrie / ottobre , Sala Ferdinand Moderator / Moderatore: Mario Girardi (Bari) : Immacolata AULISA (Bari), Tradizione e innovazione nelle biografie cristiane (IV-VI secolo) : Bogdan-Petru MALEON (Iaşi), Imperial Biographies in Byzantium during the 6 th - 12 th Centuries : Domenico LASSANDRO (Bari), Bella movere docent, melius qui rura moverent (Sigeberto di Gembloux): rivolte tardoantiche e tradizione medievale : Trataţie / Protocollo

14 12 PROGRAM / PROGRAMMA : Pauză de prânz / Pausa pranzo : Sala Ferdinand Moderator / Moderatore: Mihaela Paraschiv (Iaşi) : Antonella BRUZZONE (Sassari), I Furii Annales: ancora sull identità dell autore : Anna Maria PIREDDA (Sassari), Presenze classiche e patristiche nelle a- nonime passiones di Fabio e di Salsa : Nelu ZUGRAVU (Iaşi), Alessandro Magno nei breviatori tardoantichi : Sala H1: Trataţie / Protocollo Joi / Giovedi, 11 octombrie / ottobre , Sala Ferdinand Moderator / Moderatore: Alexander Rubel (Iaşi) : Sebastian FINK (Innsbruck), Die Genealogie Gilgameschs : Victor COJOCARU (Iaşi), Bibliographia classica orae septentrionalis Ponti Euxini. I. Epigraphica, Numismatica, Onomastica als erster Schritt eines Forschungsprojekts : Pauză de cafea / Intervallo : Lucreţiu-Ion BÎRLIBA (Iaşi), Epigraphik-prosopographie. Die Mobilität der Soldaten von Legio V Macedonica : Florian MATEI-POPESCU (Bucureşti), The Prosopography of the Soldiers on the Danubian limes in Moesia inferior : Trataţie / Protocollo : Pauză de prânz / Pausa pranzo : Sala Ferdinand Moderator / Moderatore: Ştefan S. Gorovei (Iaşi) : Claudia TĂRNĂUCEANU (Iaşi), Quelques éléments des biographies impériales antiques dans Demetrii Principis Cantemirii Incrementorum et decrementorum Aulae Othman[n]icae historia [Elemente ale biografiilor imperiale antice în Demetrii Principis Cantemirii Incrementorum et decrementorum Aulae Othman[n]icae historia] : Marius DIACONESCU (Bucureşti), Potenţialul izvoarelor de antroponimie istorică: conscripţiile din Transilvania de la mijlocul secolului al XVI-lea : Sala H1: Trataţie / Protocollo Vineri / Venerdi, 12 octombrie / ottobre , Sala Ferdinand Moderator / Moderatore: Lucreţiu-Ion Bîrliba (Iaşi) : Cristian OLARIU (Bucureşti), The Senatorial Aristocracy in the Fourth Century. A Case Study: the Ceionii Rufii : Pauză de cafea / Intervallo : Iulian MOGA (Iaşi), On the Exaltation of Divine Powers in Asia Minor. Epigraphic Documents : Sala Ferdinand : Trataţie / Protocollo

15 PROGRAM / PROGRAMMA : Vizite la monumente istorice din municipiul şi judeţul Iaşi / Visita ai monumenti storici di Iaşi : Sala H1: Trataţie / Protocollo Sâmbătă / Sabato, 13 octombrie / ottobre , Sala Ferdinand Moderator / Moderatore: Lucreţiu-Ion Bîrliba (Iaşi) : Christoph SCHAEFER (Trier), Boethius und der weströmische Senat Prosopographische Erklärungen für das Scheitern einer Biographie : Vizite la monumente istorice din municipiul şi judeţul Iaşi / Visita ai monumenti storici di Iaşi : Sala Ferdinand Moderator / Moderatore: Nelu Zugravu (Iaşi) Închiderea Şcolii de Studii Avansate. Concluzii / La conclusione della Scuola Duminică / Domenica, 14 octombrie / ottobre 2012 Plecarea invitaţilor / Partenza degli ospiti

16

17 Classica et Christiana, 8/1, 2013, 15-46, ISSN: TRADIZIONE E INNOVAZIONE NELLE BIOGRAFIE CRISTIANE (IV-VI SECOLO) Immacolata AULISA* (Università degli Studi di Bari Aldo Moro) Keywords: Christian Biography, Martyrological Literature, Tradition, Innovation, Models of Holiness, Controversy, Jews, Heretics. Abstract: The hagiographic theme, already central in modern historiography, continues to have a singular fortune even in contemporary historiography. The aim of the paper is to follow the evolution of hagiographical models from the time of Theodosius to the pontificate of Gregory the Great. As narration of the life of exemplar Christians, perfect imitators of Christ, Christian biographies, beyond the miraculous elements that mostly characterize them, can be a privileged point of view for understanding the evolution of Christian identity and the very idea of holiness. The Christian biographies of these centuries (IV-VI) show us, on one hand, the news they represent compared with the pagan historiography and biography, on the other hand, the evolution of previous hagiographic model, the martyrial model. Cuvinte-cheie: biografie creştină, literatură martirologică, tradiţie, inovaţie, modele de sfinţenie, controversă, evrei, eretici. Rezumat: Tema hagiografică, deja centrală în istoriografia modernă, continuă să aibă un destin singular chiar şi în istoriografia contemporană. Scopul acestui text este de a urmări evoluţia modelelor hagiografice din epoca lui Theodosius până la pontificatul lui Grigore cel Mare. Ca naraţiuni ale vieţii creştinilor exemplari, imitatori perfecţi ai lui Hristos, biografiile creştine, dincolo de elementele miraculoase prin care se caracterizează cele mai multe, pot fi un punct de pornire privilegiat pentru înţelegerea evoluţiei identităţii creştine şi a ideii de sfinţenie. Biografiile creştine ale secolelor IV-VI ne arată, pe de o parte, inovaţiile pe care le aduc comparativ cu istoriografia şi biografia păgâne şi, pe de altă parte, evoluţia modelului hagiografic precedent modelul martirial. *

18 16 Immacolata AULISA 1. Alle origini della biografia cristiana Il b oj come genere letterario in ambito profano ha sempre presentato vicende comprese entro uno spazio cronologico circoscritto, dalla nascita del protagonista alla sua morte. Esso è caratterizzato da una flessibilità e dalla capacità di adattarsi a funzioni e scopi differenti 1 : poteva configurarsi come un prodotto squisitamente letterario 2 o un opera per fare storia 3 ; nell uno e nell altro caso, tuttavia, ben si prestava alla presentazione di un modello che incarnava un ideale di vita, con declinazioni di valore etico-filosofico, come dimostra la grande diffusione che ha avuto nella scuola pitagorica e aristotelica. Diversi testi hanno veicolato la concezione e gli ideali del qe oj n»r della cultura greca. In ambito pagano l «uomo divino» è rappresentato dal saggio, dal filosofo che, per la sua sapienza, si pone al di sopra degli altri uomini e, in alcuni casi, dispone di doti particolari, quali la tau- 1 La bibliografia relativa alla biografia antica è molto vasta; mi limito a segnalare: F. Leo, Die griechisch-römische Biographie nach ihrer literarischen Form, Leipzig, 1901; D. R. Stuart, Epochs of Greek and Roman Biography, Berkeley, 1928; R. Aigrain, L hagiographie: ses sources, ses méthodes, son histoire, Paris, 1953, nuova ed. a cura di R. Godding, Bruxelles, 2000 (Subsidia Hagiographica 80); M. Pellegrino, Sull antica biografia cristiana: problemi ed orientamenti, in Studi in onore di G. Funaioli, Roma, 1955, ; T. A. Dorey (cur.), Latin Biography, London, 1967; A. Momigliano, The Development of Greek Biography, Harvard Mass., 1971; Chr. Mohrmann, Introduzione, in Vita di Antonio, Testo critico e commento di G. J. M. Bartelink, traduzione di P. Citati, S. Lilla, Verona, 1974, VII-LXVII; P. F. Beatrice, s.v. Biografia e autobiografia, in A. Di Berardino (cur.), Dizionario patristico e di antichità cristiane, I, Casale Monferrato, 1983, ; R. Grégoire, Manuale di agiologia. Introduzione alla letteratura agiografica, Fabriano, 1987; I. Gallo, L indagine sulla biografia greca: vecchi e nuovi problemi, in B. Amata (cur.), Cultura e lingue classiche 3, Roma, 1993, ; Id., Studi sulla biografia greca, Napoli, 1997; Id., La biografia greca. Profilo storico e breve antologia di testi, Soveria Mannelli, Si pensi alla Vita di Euripide, scritta da Satiro, o alle biografie di Pindaro, Virgilio, Lucano. Le biografie letterarie trovarono ampia diffusione anche a motivo della consuetudine dei filologi antichi di premettere alle edizioni delle opere un b oj dei vari autori. 3 Tali opere, pur riservando particolare attenzione alla componente letteraria, si caratterizzano piuttosto per la spiccata componente aneddottica: si pensi al De Vita Caesarum di Svetonio e, per certi aspetti, ai testi degli Scriptores Historiae Augustae.

19 TRADIZIONE E INNOVAZIONE NELLE BIOGRAFIE CRISTIANE 17 maturgia e la divinazione 4 : si pensi a personaggi quali Pitagora, Porfirio o ai pensatori delle Vite di Diogene Laerzio o alla Vita di Apollonio di Tiana, scritta da Filostrato di Atene, nella quale il neopitagorico è presentato come un personaggio eccezionale in grado di operare anche mirabilia, di viaggiare in terre lontane e divenire addirittura oggetto di culto 5. Nella tradizione classica si suole distinguere la biografia di origine peripatetica, che descrive l evoluzione del carattere di un personaggio e offre una presentazione organica della sua personalità, attraverso il susseguirsi delle sue azioni 6 e, a partire dal III secolo, la biografia alessandrina che, invece, senza preoccupazioni di carattere cronologico, propone un catalogo di vizi, virtù, eventi pubblici, privati, suddivisi in sezioni, con un intento erudito e aneddotico 7. Nelle biografie, storiche o filosofiche, in ogni caso, sebbene siano descritte alcune caratteristiche del personaggio a scapito di altre, è, comunque, preservata la continuità dalla nascita alla morte, che, anzi, ne costituisce l elemento irrinunciabile 8. La completezza della narrazione diviene uno degli elementi principali che determina l appartenenza di uno scritto al genere biografico. Quando venne utilizzato anche dai cristiani, il genere letterario della biografia, dunque, si caratterizzava per la sua ampia diffusione e la sua complessa articolazione, e alcuni testi, come quelli di Plutarco e Svetonio, erano ormai considerati classici. 4 Su tali aspetti cfr. L. Bieler, Theios aner. Das Bild des göttlichen Menschen in Spätantike und Frühchristentum, 2 voll., Wien, Cfr. E. Giannarelli, Sogni e visioni dell infanzia nelle biografie dei santi: fra tradizione classica e innovazione cristiana, in Sogni, visioni e profezie nell antico cristianesimo. XVII Incontro di studiosi dell antichità cristiana (Roma, 5-7 maggio 1988), Augustinianum, 29, 1989, fasc. 1-3, 218, n. 17; Ead., Fra letteratura cristiana antica e teologia: l uomo, l individuo, il santo, RicTeol, 2, 1991, 58; Ead., Introduzione, in Sulpicio Severo, Vita di Martino, Introduzione e note di E. Giannarelli, traduzione di M. Spinelli, Torino, 1995, In questo genere di biografie grande diffusione hanno avuto le Vite parallele di Plutarco e l Agricola di Tacito. 7 Il modello che ha trovato maggiore fortuna in tale ambito è rappresentato dal De Vita Caesarum di Svetonio. Su tale distinzione cfr. Leo, Die griechisch-römische Biographie cit.; M. Simonetti, Introduzione, in Ponzio, Vita di Cipriano. Paolino, Vita di Ambrogio. Possidio, Vita di Agostino, Roma, , 10; Gallo, L indagine sulla biografia greca cit., Cfr., in particolare, Momigliano, The Development of Greek Biography cit.

20 18 Immacolata AULISA Durante i primi secoli del cristianesimo, per descrivere una qualsiasi vicenda umana i cristiani, tuttavia, non ricorsero al genere biografico, ma a quello di tipo agiografico degli Acta e delle Passiones, opere nelle quali venivano presentati non i modelli di un esistenza umana dalla nascita alla morte, ma i martiri, esempi di coloro che avevano affrontato una morte eccezionale 9. La retorica classica comprendeva generi per alcuni versi accostabili agli Acta e alle Passiones, anche se questi non possono certo considerarsi precedenti diretti: si tratta degli Exitus, in cui veniva descritta la fine di un personaggio noto, proprio per evidenziarne l esemplarità 10. Gli Acta e le Passiones dei martiri non descrivono, quindi, l esistenza del futuro martire, ma la sua morte, escludendo volutamente tutti i particolari che riguardano la sua vita. Il martire viene esaltato non come individuo, ma come realizzazione di un ideale: chi testimonia la propria fede fino al sacrificio estremo della vita è un fedele di Cristo e, di fronte a tale atto, tutte le altre notizie relative all identità personale il nome, la nazionalità, il sesso passano in secondo piano. Spesso, infatti, al giudice che domanda il nome, il futuro martire risponde che il suo primo nome è cristiano 11 e che la sua patria è il cielo. Opera di collegamento tra Passio e biografia, nel mondo latino, è considerata la Vita Cypriani, scritta da Ponzio alla metà del III secolo. Sebbene sia considerata la prima biografia cristiana 12, «si può 9 La bibliografia sull argomento è molto vasta; mi limito a rimandare a H. Delehaye, Les passions des martyrs et les genres littéraires, Bruxelles, 1921 (Subsidia Hagiographica 13 B). 10 L importanza della morte di un personaggio in ambito pagano è testimoniata non solo dalle biografie o dagli Exitus, ma anche da altre opere e racconti: si pensi alla tradizione legata alla morte di Socrate riportata nel Fedone di Platone (115b-118a) o quella relativa al suicidio forzato di Seneca negli Annales di Tacito (15, 61-64). 11 Cfr., ad esempio, Mart. Carp. 2-3, in A. A. R. Bastiaensen et alii, Atti e passioni dei martiri, Milano, 1987, La definizione è di A. Harnack, che ritenne quest opera non solo la prima biografia cristiana, ma anche il modello della successiva letteratura agiografica dell Occidente cristiano fino ai tempi moderni (Das Leben Cyprians von Pontius, die erste christliche Biographie, Texte und Untersuchungen zur Geschichte der altchristlichen Literatur 39, 3, Leipzig, 1913). Oggi è opinione comune che lo studioso tedesco abbia sopravvalutato il testo, ma, a partire dal suo giudizio, si è sviluppato un ampio dibattito sulle caratteristiche dello scritto che ha portato gli storici ad as-

21 TRADIZIONE E INNOVAZIONE NELLE BIOGRAFIE CRISTIANE 19 definire un avvio di racconto biografico, non precisamente una biografia» 13. Cipriano aveva incarnato una grande personalità sia sotto l aspetto pastorale che letterario, tanto che la pur precoce redazione degli Acta 14 del suo martirio non fu la sola opera a ricordarne i meriti. Ponzio decide di narrare la storia del vescovo di Cartagine quale risposta polemica nei confronti di testi scritti per semplici fedeli e catecumeni che avevano dimostrato la propria fede ed erano divenuti oggetto di venerazione: a fronte di semplici personaggi un grande vescovo e testimone, quale fu Cipriano, agli occhi del suo biografo, rischiava di essere dimenticato 15. Anche se non avesse subito il martirio, Cipriano sarebbe stato degno di essere celebrato in quanto fu un vero maestro per tutta la comunità dei fedeli; alcune affermazioni di Ponzio a riguardo lasciano trapelare forme di velata polemica tra il clero da una parte e i laici martiri dall altra 16. Ponzio allude a Passiones ormai famose, come quella di Perpetua e Felicita 17. Così specifica nel prologo della sua opera: Certe durum erat, ut cum maiores nostri plebeis et catecuminis martyrium consecutis tantum honoris pro martyrii ipsius veneratione debuerint, ut de passionibus eorum multa aut ut prope dixerim paene cuncta conscripserint, utique ut ad nostram quoque notitiam qui nondum nati fuimus pervenirent, Cypriani tanti sacerdotis et tanti sumere posizioni molto diversificate (cfr. Chr. Mohrmann, Introduzione, in Vita di Cipriano. Vita di Ambrogio. Vita di Agostino, Testo critico e commento di A. A. R. Bastiaensen, traduzioni di L. Canali, C. Carena, Verona, 1975, XIII-XVI, ivi bibliografia). 13 E. Prinzivalli, Lo sviluppo della biografia agiografica in Occidente, in M. Simonetti, E. Prinzivalli, Storia della letteratura cristiana antica, Bologna, 2010, Act. Cypr., in Bastiaensen et alii, Atti e passioni dei martiri cit., Vita Cypr. 1, 1-2 (in Vita di Cipriano. Vita di Ambrogio. Vita di Agostino cit., 4-6). 16 Sulla mentalità ecclesiastica dell autore in contrapposizione ai laici e sul rapporto problematico tra laici e chierici nel III secolo cfr. Giannarelli, Fra letteratura cristiana antica e teologia cit., Sulla polemica tra il prologo della Passio Perpetuae et Felicitatis e le affermazioni di Ponzio cfr. T. Sardella, Strutture temporali e modelli di cultura: rapporti tra antitradizionalismo storico e modello martiriale nella Passio Perpetuae et Felicitatis, Augustinianum, 30, 1990,

22 20 Immacolata AULISA martyris passio praeteriretur, qui et sine martyrio habuit quae doceret 18. Il prologo contiene luoghi comuni già diffusi negli scritti cristiani 19 : la grandezza e la fama del personaggio suscitano nell autore il timore di non essere all altezza di quanto si accinge a narrare; il suo racconto, destinato ai contemporanei e ai posteri, potrebbe non soddisfare le aspettative di un pubblico così vasto; le virtù di Cipriano sono numerose e non tutte possono essere illustrate adeguatamente 20. Nell opera, anche se l autore riserva spazio particolare al martirio di Cipriano 21, per la prima volta vengono recuperate le notizie relative alla vita del santo prima della fase eroica del martirio: al racconto della morte sono premesse, infatti, opera et merita di Cipriano come vescovo e come scrittore 22. In epoca di persecuzioni, la Vita prospetta un nuovo modo di vedere: non sono venerati solo i martiri, ma anche un vescovo, quale capo e pastore della comunità 23. È Ponzio stesso a dichiarare da dove intende dare avvio alla sua narrazione: Unde igitur incipiam? Unde exordium bonorum eius adgrediar, nisi a principio fidei et nativitate caelesti? Siquidem hominis Dei facta non debent aliunde numerari nisi ex quo Deo natus est? Vita Cypr. 1, 2 (in Vita di Cipriano. Vita di Ambrogio. Vita di Agostino cit., 4). 19 Il Delehaye ritiene che Ponzio non abbia voluto seguire, in particolare, alcun genere letterario (Les passions cit., ); a parere della Mohrmann, tale affermazione può essere condivisibile soprattutto per la prima parte dell opera, appunto, che non può considerarsi in senso stretto né una biografia, né un panegirico, né un apologia, in quanto in essa si possono individuare elementi di tutti quei generi e anche di altri (Introduzione, in Vita di Cipriano. Vita di Ambrogio. Vita di Agostino cit., XVII). 20 Vita Cypr. 1 (in Vita di Cipriano. Vita di Ambrogio. Vita di Agostino cit., 4-6). 21 Vicina ai racconti delle Passiones è la terminologia del martirio utilizzata da Ponzio, che si esprime attraverso termini quali: gloria, gloriosus, victoria, corona. 22 Vita Cypr. 1, 1 (in Vita di Cipriano. Vita di Ambrogio. Vita di Agostino cit., 4). Ponzio abbonda nel confrontare personaggi e situazioni bibliche con gli acta e i merita del suo protagonista; su questi aspetti cfr. Mohrmann, Introduzione, in Vita di Cipriano. Vita di Ambrogio. Vita di Agostino cit., XXVI. 23 Mohrmann, Introduzione, in Vita di Antonio cit., XXIII; Simonetti, Introduzione, in Ponzio, Vita di Cipriano cit., Vita Cypr. 2, 1 (in Vita di Cipriano. Vita di Ambrogio. Vita di Agostino cit., 6).

23 TRADIZIONE E INNOVAZIONE NELLE BIOGRAFIE CRISTIANE 21 L autore intende, dunque, narrare gli eventi dal momento in cui ha inizio l esperienza religiosa di Cipriano, tralasciando quanto non è a questa strettamente connesso. Ponzio è esplicito a riguardo: Fuerint licet studia et bonae artes devotum pectus inbuerint, tamen illa praetereo; nondum enim ad utilitatem nisi saeculi pertinebant. Postquam et sacras litteras didicit et mundi nube discussa in lucem sapientiae spiritalis emersit, si quibus eius interfui, si qua de antiquioribus comperi, dicam, hanc tamen petens veniam, ut quicquid minus dixero minus enim dicam necesse est ignorantiae meae potius quam illius gloriae derogetur 25. Rispetto ai precedenti pagani, lo scritto di Ponzio si fonda sulla contrapposizione cristiana tra la sfera mondana e quella dello spirito e omette tre luoghi comuni di fondamentale importanza in una biografia pagana: la nascita, la stirpe e l educazione 26. Come ha scritto Elena Giannarelli 27, si crea il santo senza infanzia e si considera biografico uno scritto in cui il protagonista è presentato da adulto, da quando, cioè, si converte alla fede e si dedica all esercizio delle virtù cristiane. L innovazione rispetto al mondo classico è evidente: è definibile b oj un opera in cui il protagonista è presentato da adulto, con un passato cui non si riserva alcun valore. Si può considerare, dunque, un innovazione di Ponzio quella di inserire nel fiorente filone della letteratura martirologica la narrazione delle azioni e l illustrazione delle virtù del futuro martire. Manlio Simonetti ha messo in luce come si possa pensare che Ponzio, volendo introdurre elementi nuovi nella letteratura martirologica, abbia trovato ispirazione, per la struttura della sua opera, non nelle vere e proprie biografie classiche, ma nella composizione retorica dell encomio: il suo racconto, infatti, mira in primo luogo alla glorificazione del vescovo e martire e non ne intende presentare soltanto una difesa. La genericità stessa della biografia non è dovuta ad una carenza di fonti 25 Vita Cypr. 2, 2-3 (in Vita di Cipriano. Vita di Ambrogio. Vita di Agostino cit., 6-8). 26 Sulla presenza dei tre topoi nella biografia classica cfr. E. Giannarelli, Infanzia e santità: un problema della biografia cristiana antica, in A. Benvenuti Papi, E. Giannarelli, Bambini santi. Rappresentazioni dell infanzia e modelli agiografici, Torino, 1991, Giannarelli, Sogni e visioni cit., 217 ss.; Ead., Il biografo e il peso della tradizione, in La tradizione: forme e modi (Studia Ephemeridis Augustinianum 31), Roma, 1990, ; Ead., Infanzia e santità cit., 25.

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe prima della scuola primaria...2 CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe seconda della scuola primaria...4

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

Classe prima,seconda,terza,quarta, quinta.

Classe prima,seconda,terza,quarta, quinta. DIREZIONE DIDATTICA 1 CIRCOLO MARSCIANO Piazza della Vittoria,1 06055- MARSCIANO (PG)- C.F.800005660545 Centralino/Fax 0758742353 Dirigente Scolastico 0758742251 E.mail:pgee41007@istruzione.it Sito Web:

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ ANNO SCOLASTICO 2015/2016 www.ic2sassuolonord.gov.it CURRICOLO IRC 6 11 anni Diocesi di Reggio Emilia

Dettagli

I SIGNIFICATI DEL TERMINE CHIESA.

I SIGNIFICATI DEL TERMINE CHIESA. LA NASCITA DELLA CHIESA (pagine 170-177) QUALI SONO LE FONTI PER RICOSTRUIRE LA STORIA DELLA CHIESA? I Vangeli, gli Atti degli Apostoli le Lettere del NT. (in particolare quelle scritte da S. Paolo) gli

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO

ISTITUTO COMPRENSIVO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO VIA ASIGLIANO VERCELLESE Scuola primaria Antonelli VIA VEZZOLANO, 20 - TORINO Anno scolastico 2009/2010 RELIGIONE CATTOLICA classe 1^ Scoprire la grandezza dell

Dettagli

Riconosce nella bellezza del mondo e della vita umana un dono gratuito di Dio Padre. Ascoltare alcuni brani del testo biblico.

Riconosce nella bellezza del mondo e della vita umana un dono gratuito di Dio Padre. Ascoltare alcuni brani del testo biblico. Classe prima L alunno riflette su Dio Creatore e Padre e sa collegare i contenuti principali del suo insegnamento alle tradizioni dell ambiente in cui vive. Riconosce nella bellezza del mondo e della vita

Dettagli

ISTITUTO MAGISTRALE GUACCI. INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA Piano di Studio. Classe 2 sez B Liceo Linguistico Anno scolastico 2015/2016

ISTITUTO MAGISTRALE GUACCI. INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA Piano di Studio. Classe 2 sez B Liceo Linguistico Anno scolastico 2015/2016 ISTITUTO MAGISTRALE GUACCI INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA Piano di Studio Classe 2 sez B Liceo Linguistico Anno scolastico 2015/2016 PROFILO GENERALE L insegnamento della religione cattolica (IRC)

Dettagli

Il matrimonio cristiano. chi si sposa in chiesa sa quello che fa?

Il matrimonio cristiano. chi si sposa in chiesa sa quello che fa? Il matrimonio cristiano chi si sposa in chiesa sa quello che fa? Antonio Tavilla IL MATRIMONIO CRISTIANO chi si sposa in chiesa sa quello che fa? religione e spiritualità www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI UNITA DI 1 gli alunni delle classi prime Riconoscere l importanza dello stare insieme e del conoscere se stessi e gli altri. Riconoscere l importanza dell imparare legata alla nuova esperienza scolastica.

Dettagli

Pellegrinaggio a Roma nell Anno della fede

Pellegrinaggio a Roma nell Anno della fede DIOCESI DI PORDENONE Aprile 2013 3 giorni; 2 notti Pellegrinaggio a Roma nell Anno della fede Percorso catechistico-celebrativo Porta fidei semper nobis patet, quae in communionem cum Deo nos infert datque

Dettagli

Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una

Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una seria educazione cristiana ai figli. Agostino fu educato

Dettagli

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Istituto Comprensivo G Pascoli - Gozzano Anno scolastico 2013/2014 Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola

Dettagli

UN LIBRO PER DUE RELIGIONI

UN LIBRO PER DUE RELIGIONI UN LIBRO PER DUE RELIGIONI La Bibbia è un libro il cui contenuto è considerato sacro sia dalla religione ebraica sia dalla religione cristiana. Le prime comunità cristiane conoscevano come libro sacro

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

SCUOLA di FORMAZIONE TEOLOGICA per LAICI 2014-2015. 2 Anno. L uomo in Cristo

SCUOLA di FORMAZIONE TEOLOGICA per LAICI 2014-2015. 2 Anno. L uomo in Cristo SCUOLA di FORMAZIONE TEOLOGICA per LAICI 2014-2015 2 Anno L uomo in Cristo DIOCESI DI MILANO Zona Pastorale IV Decanato di Bollate INTRODUZIONE La rivelazione cristiana, oltre a comunicarci il volto di

Dettagli

Illustri Autorità, Professori e Alunni,

Illustri Autorità, Professori e Alunni, Roma, 11 novembre 2010 Inaugurazione anno accademico Celebrazione eucaristica Omelia di monsignor Fernando Filoni Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato Vaticano Illustri Autorità,

Dettagli

E il Signore ci dice:

E il Signore ci dice: E il Signore ci dice: mettetevi sulla strada buona (Paolo VI) Itinerario quaresimale con i Papi del Concilio Vaticano II: Giovanni XXIII e Paolo VI A cura di Mons. Battista Rinaldi Consulenza redazionale

Dettagli

Parrocchia di San Sperate CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI 2012-13

Parrocchia di San Sperate CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI 2012-13 Parrocchia di San Sperate CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI 2012-13 LE FONTI DELLA CATECHESI RINNOVAMENTO DELLA CATECHESI Al capitolo VI il Documento di Base indica 4 fonti per la catechesi: 1. la SACRA

Dettagli

Diocesi di Savona Noli Ufficio Pastorale per i Problemi Sociali e il Lavoro Giustizia e Pace Salvaguardia del Creato

Diocesi di Savona Noli Ufficio Pastorale per i Problemi Sociali e il Lavoro Giustizia e Pace Salvaguardia del Creato Diocesi di Savona Noli Ufficio Pastorale per i Problemi Sociali e il Lavoro Giustizia e Pace Salvaguardia del Creato 30/11/2014 1 IL DISCERNIMENTO Adattamento de Il discernimento. Una comunità cristiana

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. CLASSE PRIMA I Macrounità

RELIGIONE CATTOLICA. CLASSE PRIMA I Macrounità Unione Europea Fondo Social Europeo Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Distretto Scolastico N 15 Istituto Comprensivo III V.Negroni Via

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/16 INSEGNANTI: Chirico Cecilia Calì Angela Bevilacqua Marianna CLASSE PRIMA Competenze Disciplinari Competenze

Dettagli

Prof. Andrea Potestio Università degli studi di Bergamo

Prof. Andrea Potestio Università degli studi di Bergamo CORSO DI STORIA DELLA PEDAGOGIA Prof. Andrea Potestio Università degli studi di Bergamo 1 La Cristianità e le scuole monastiche Diffusione della cultura cristiana Una tradizione nuova che si innesta su

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

L età comunale può essere suddivisa in due periodi: inizi del Trecento); 1378 circa).

L età comunale può essere suddivisa in due periodi: inizi del Trecento); 1378 circa). L età comunale può essere suddivisa in due periodi: 1. periodod affermazione daffermazione(da metà XII secolo agli inizi del Trecento); 2. periodo di crisi (dai primi decenni del Trecento al 1378 circa).

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA Per sviluppare una competenza di area occorre in primo luogo promuovere l acquisizione delle relative conoscenze e abilità in modo che esse

Dettagli

LATINO E GRECO II BIENNIO e V ANNO LATINO

LATINO E GRECO II BIENNIO e V ANNO LATINO LATINO E GRECO II BIENNIO e V ANNO LATINO Finalità generali La consapevolezza della propria identità culturale attraverso il recupero di radici e archetipi che trovano nel mondo greco e romano le loro

Dettagli

Programmazione annuale

Programmazione annuale Istituto Comprensivo Bassa Anaunia Denno AREA RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA Programmazione annuale Anno scolastico 2012/13 Docenti: SP BORGHESI PATRIZIA GRANDI MARISA LEONARDI VIOLA ZUECH GIUDITTA

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

ANICA, TRA PASSATO E FUTURO

ANICA, TRA PASSATO E FUTURO ANICA, TRA PASSATO E FUTURO Documentario di Massimo De Pascale e Saverio di Biagio Regia di Saverio Di Biagio PREMESSA Il rischio di ogni anniversario è quello di risolversi in una celebrazione, magari

Dettagli

I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO

I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO SHALOM 1 Editrice Shalom - 06.08.2014 Trasfigurazione del Signore 2008 Fondazione di Religione Santi Francesco

Dettagli

MARIA GIUSEPPA DEI SACRI CUORI

MARIA GIUSEPPA DEI SACRI CUORI MARIA GIUSEPPA DEI SACRI CUORI Figura n. 1 Serva di Dio M. Giuseppa dei SS. Cuori. UNA MONACA ADORATRICE MARIA GIUSEPPA DEI SACRI CUORI MARIANNA FORTUNATA CHERUBINI La Monaca Adoratrice amata dalla Napoli

Dettagli

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 PREMESSA L Insegnamento della Religione Cattolica (I.R.C.) fa sì che gli alunni

Dettagli

Classe 3B-3C Prof. Alpi Alessia Libro di testo adottato:percorsi di filosofia-storia e temi-di N.Abbagnano-G.Fornero. Piano di lavoro di FILOSOFIA

Classe 3B-3C Prof. Alpi Alessia Libro di testo adottato:percorsi di filosofia-storia e temi-di N.Abbagnano-G.Fornero. Piano di lavoro di FILOSOFIA Liceo delle Scienze Umane Alessandro da Imola /Imola Anno scolastico 2013/14 Classe 3B-3C Prof. Alpi Alessia Libro di testo adottato:percorsi di filosofia-storia e temi-di N.Abbagnano-G.Fornero Piano di

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO MAFFI PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA Ins. Marina Striolo Marianna Chieppa Cinzia Di Folco ANNO SCOLASTICO 2015/2016 L IRC, come le altre discipline scolastiche della

Dettagli

Dante Alighieri 1265-1321

Dante Alighieri 1265-1321 Dante Alighieri 1265-1321 La vita Anni Eventi 1265 Nasce a Firenze da una famiglia nobile decaduta 1289 Frequenta i poeti stilnovisti 1295 Inizia l attività politica in Firenze; è un guelfo bianco 1301

Dettagli

Epoca 1. La civiltà comunale sino al 1300. 1.1 Società e cultura nel secolo XIII

Epoca 1. La civiltà comunale sino al 1300. 1.1 Società e cultura nel secolo XIII Epoca 1. La civiltà comunale sino al 1300 1.1 Società e cultura nel secolo XIII Progressiva affermazione dei volgari in Italia nel XIII secolo atti notarili in volgare o parzialmente in volgare statuti

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

Istituto Comprensivo

Istituto Comprensivo CLASSE I - SCUOLA PRIMARIA Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore, Padre e che fin dalle origini ha stabilito un'alleanza con l'uomo. Affinare capacità di osservazione dell ambiente circostante

Dettagli

Il battesimo dei bambini

Il battesimo dei bambini A11 511 Francesco Arduini Il battesimo dei bambini Un ipotesi sulle origini Presentazione di Lothar Vogel Prefazione di Edgar G. Foster Postfazione di Carlo Siracusa Copyright MMX ARACNE editrice S.r.l.

Dettagli

PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012

PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012 PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012 CURRICOLO DI BASE PER IL PRIMO BIENNIO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE ABILITA Scoprire che gli altri sono importanti per la vita. Saper

Dettagli

Studium Biblicum Franciscanum

Studium Biblicum Franciscanum 82 Studium Biblicum Franciscanum Alfio Marcello Buscemi Lettera ai Colossesi Commentario esegetico 2015 Fondazione Terra Santa - Milano Edizioni Terra Santa - Milano Nessuna parte di questo libro può

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA 1. Scoprire nei segni dell ambiente la presenza di Dio Creatore e Padre 2. Conoscere Gesù nei suoi aspetti quotidiani, familiari, sociali e religiosi 3. Cogliere i segni

Dettagli

Pienezza dei valori spirituali in Africa. Innocent Hakizimana Ndimubanzi. Edizioni ocd Edizioni ocd

Pienezza dei valori spirituali in Africa. Innocent Hakizimana Ndimubanzi. Edizioni ocd Edizioni ocd Pienezza dei valori spirituali in Africa Innocent Hakizimana Ndimubanzi Edizioni ocd Edizioni ocd Percorsi di Teologia spirituale Innocent Hakizimana Ndimubanzi Gesù Cristo Pienezza dei valori spirituali

Dettagli

La chiesa primitiva e l Impero Romano

La chiesa primitiva e l Impero Romano La chiesa primitiva e l Impero Romano L Impero Romano La situazione dell Impero L Impero romano e l Ellenismo 323 a.c.-1 sec. d.c. Il Giudaismo tradizionale e quello ellenizzato. Impero Romano: circa 50

Dettagli

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI VIVERE CON E PER CRISTO Evangelizzare significa: Convertire Portare

Dettagli

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno Parrocchia di S. Gregorio Magno Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno via Boccaccio, 91-35128 Padova, P. IVA 03386430288, C.F. 80041130289 Tel.e Fax 049-8071565, E mail: scuolamaterna@sangregoriomagnopadova.it,

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA G. PARINI TORINO

DIREZIONE DIDATTICA G. PARINI TORINO DIREZIONE DIDATTICA G. PARINI TORINO INSEGNANTI: CATERINA PIRROTTA ANTONELLA BORDONARO CLASSE I OBIETTIVI GENERALI Portare il bambino alla scoperta di se stesso in rapporto con gli altri. Far scoprire

Dettagli

Santi e agiografia medievale di Otricoli

Santi e agiografia medievale di Otricoli EDOARDO D ANGELO Santi e agiografia medievale di Otricoli Il cantiere archeologico e storico-artistico di Otricoli (TR) ha condotto, tra le altre iniziative (vedi relazione di Lara Catalano in questo volume),

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

CURRICOLO RELIGIONE CLASSE 1^

CURRICOLO RELIGIONE CLASSE 1^ CLASSE 1^ Dio e l uomo Classe 1^ Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore. Gesù di Nazareth. La Bibbia e le, leggere e saper riferire circa alcune pagine bibliche fondamentali i segni cristiani

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA Che cos è l iniziazione cristiana? È l introduzione e l accompagnamento di ogni persona all incontro personale con Cristo all

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI Scuola dell infanzia Programmazione Religione Cattolica Anno scolastico 2013 2014 Insegnante:BINACO MARIA CRISTINA Motivazione dell itinerario annuale Il percorso per l I.R.C.

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA Istituti Comprensivi di Udine allegato al Piano dell Offerta Formativa CURRICOLO VERTICALE Redatto sulla base delle Nuove Indicazioni Nazionali 2012 e I.N. 2007, in sintonia con le Raccomandazioni del

Dettagli

LA MONACAZIONE FORZATA

LA MONACAZIONE FORZATA LA MONACAZIONE FORZATA Per monacazione si intende una forma di vita totalmente consacrata a Dio rinunciando a ricchezze e affetti per distaccarsi dal mondo e seguire l ideale evangelico. Lo stile di vita

Dettagli

U na celebre affermazione di. Spiritualità. e dei sacramenti che si celebrano per diventare cristiani. A livello antropologico

U na celebre affermazione di. Spiritualità. e dei sacramenti che si celebrano per diventare cristiani. A livello antropologico Spiritualità L iniziazione Liniziazione CRISTIA di don GIUSEPPE RUPPI U na celebre affermazione di Tertulliano recita: «Cristiani non si nasce ma si diventa». In base a questa convinzione, fin dai primi

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

PIL ANNO PROPEDEUTICO. 1º semestre. Pro Seminario. 95558 Ricerca scientifica 3 ECTS P. Gunter (responsabile) - P.A. Muroni - O.M.

PIL ANNO PROPEDEUTICO. 1º semestre. Pro Seminario. 95558 Ricerca scientifica 3 ECTS P. Gunter (responsabile) - P.A. Muroni - O.M. ANNO PROPEDEUTICO ANNO PROPEDEUTICO 293 1º semestre Pro Seminario 95558 Ricerca scientifica 3 ECTS P. Gunter (responsabile) - P.A. Muroni - O.M. Sarr Obiettivi: Al termine del corso lo studente: Gli studenti

Dettagli

Quadro di Riferimento PISA per la Literacy Scientifica

Quadro di Riferimento PISA per la Literacy Scientifica Quadro di Riferimento PISA per la Literacy Scientifica Il testo che segue è una sintesi della prima parte dello Science Framework di PISA 2006. Il testo definitivo sarà pubblicato dall OCSE entro il mese

Dettagli

COMPETENZE ABILITA' CONOSCENZE e CONTENUTI. Saper leggere in modo scorrevole un testo latino

COMPETENZE ABILITA' CONOSCENZE e CONTENUTI. Saper leggere in modo scorrevole un testo latino LICEO SCIENTIFICO GALILEO GALILEI - PERUGIA PIANO ANNUALE DI CLASSE A.S. 14-15 Classe 4a, sez. L MATERIA: LINGUA E LETTERATURA LATINA DOCENTE: ROSSELLA SPINA 1. Presentazione della classe La classe è composta

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA 1. DIO E L UOMO CLASSE PRIMA 1.1 Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre 1.2 Conoscere Gesù di Nazareth come Emmanuele, testimoniato

Dettagli

ISC RODARI- MARCONI-PORTO SANT ELPIDIO SCUOLA PRIMARIA a.s. 2015 2016 PIANO DI LAVORO ANNUALE - IRC Classe 1ª

ISC RODARI- MARCONI-PORTO SANT ELPIDIO SCUOLA PRIMARIA a.s. 2015 2016 PIANO DI LAVORO ANNUALE - IRC Classe 1ª ISC RODARI- MARCONI-PORTO SANT ELPIDIO SCUOLA PRIMARIA a.s. 2015 2016 PIANO DI LAVORO ANNUALE - IRC Classe 1ª 1 ª UA - Dio Creatore e amico 1 Bim. Ott-Nov Scoprire che per la religione cristiana Dio è

Dettagli

...SULLA BUONA STRADA...

...SULLA BUONA STRADA... SCUOLA DELL INFANZIA SANT' EFISIO Via Vittorio Veneto, 28 Oristano PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA EDUCATIVO-DIDATTICHE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA BAMBINI - 3-4-5 ANNI Numero sezioni:

Dettagli

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi per lo sviluppo delle competenze L alunno riflette su Dio Creatore e Padre significato cristiano del Natale L alunno riflette sui dati fondamentali

Dettagli

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI 22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI Parrocchia dei Santi Faustino e Giovita GRUPPO BETLEMME ICFR Primo anno Il percorso del primo anno offre ai genitori la possibilità di scoprire o riscoprire la bellezza

Dettagli

SANTA. LUISA DE MARILLAC Patrona degli A.S.

SANTA. LUISA DE MARILLAC Patrona degli A.S. SANTA LUISA DE MARILLAC Patrona degli A.S. BIOGRAFIA Luisa nacque il 12 agosto 1591 a Parigi, da Luigi de Marillac, Signore di Ferrières, imparentato con la migliore nobiltà di Francia e da madre ignota,

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

La costituzione aggiunge:

La costituzione aggiunge: B.5: Offerta accademica Introduzione La preparazione dell offerta accademica del Pontificio Ateneo S. Anselmo, nella sua globalità, ha avuto come linee guida nella sua storia recente la ricerca sulle fonti,

Dettagli

AMBITO ANTROPOLOGICO

AMBITO ANTROPOLOGICO ISTITUTO COMPRENSIVO AVIO - SCUOLA PRIMARIA DI AVIO - AMBITO ANTROPOLOGICO classe 5^ Insegnante: Paola Martinelli Anno scolastico 2013/2014 STORIA Competenze 1 e 2 al termine del 3 biennio (classe 5^ scuola

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Calolziocorte Via F. Nullo,6 23801 CALOLZIOCORTE (LC) e.mail: lcic823002@istruzione.it - Tel: 0341/642405/630636

Dettagli

Presa di posizione La concezione di Battesimo e Suggello nella Chiesa Neo-Apostolica

Presa di posizione La concezione di Battesimo e Suggello nella Chiesa Neo-Apostolica Presa di posizione La concezione di Battesimo e Suggello nella Chiesa Neo-Apostolica Chiesa Neo-Apostolica pagina 1 di 5 1 Il Santo Battesimo con acqua (testo basilare) 1.1 Il sacramento del Santo Battesimo

Dettagli

Andrea Carlo Ferrari.

Andrea Carlo Ferrari. Per questo ammirabile esercizio di carità tutti vedevano in Lui il santo e lo dichiaravano apertamente.. Il Servo di Dio praticava le opere di misericordia sia spirituali che corporali.. Andrea Carlo Ferrari.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA Liceo Artistico E. Catalano Palermo PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2010/2011 Palermo, settembre 2010 Programmazione dipartimento Religione Cattolica a.s. 2010-2011

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Scoprire nell'ambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre Descrivere l'ambiente di vita di Gesù nei suoi aspetti

Dettagli

P.E.I. Progetto Educativo dell Istituto

P.E.I. Progetto Educativo dell Istituto P.E.I. Progetto Educativo dell Istituto 1.Premessa La Scuola cattolica privilegia la promozione integrale della persona, adempie ad una funzione educativa e didattica ed è chiamata ad assolvere un compito

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA IST. COMPRENSIVO VIA MEROPE a.s 2014-15 - RELIGIONE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA IST. COMPRENSIVO VIA MEROPE a.s 2014-15 - RELIGIONE DATTICA IST. COMPRENSIVO VIA MEROPE a.s 2014-15 - RELIGIONE Scoprire che per la religione cristiana Dio è creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. Comunicazione

Dettagli

Non dimentichiamoci di Dio

Non dimentichiamoci di Dio Angelo Scola Non dimentichiamoci di Dio Libertà di fedi, di culture e politica Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2013 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-06129-2 Prima edizione: marzo 2013 Prefazione

Dettagli

Natale del Signore - 25 dicembre

Natale del Signore - 25 dicembre Natale del Signore - 25 dicembre La Messa della notte sviluppa il tema di Gesù luce e pace vera donata agli uomini ( colletta); viene commentata attraverso una lettura tipologica la nascita di Gesù con

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

LA CHIESA NEL RINASCIMENTO

LA CHIESA NEL RINASCIMENTO LA CHIESA NEL RINASCIMENTO SI PERCEPISCE L URGENTE NECESSITA DI UN RINNOVAMENTO DI TUTTA LA CHIESA IL LIVELLO DI DECADENZA AVEVA RAGGIUNTIO IL CAMPO RELIGIOSO, MORALE E CIVILE LA VITA MORALE DI ALCUNI

Dettagli

Progetto Educativo. Istituto infanzia parrocchiale BEATA VERGINE DEL ROSARIO Via Don Bosco 1 Azzano X

Progetto Educativo. Istituto infanzia parrocchiale BEATA VERGINE DEL ROSARIO Via Don Bosco 1 Azzano X Progetto Educativo Istituto infanzia parrocchiale BEATA VERGINE DEL ROSARIO Via Don Bosco 1 Azzano X Parrocchia San Pietro Apostolo Via Don Bosco 12 Azzano X La scuola dell infanzia Beata Vergine del Rosario,

Dettagli

S. DOMENICO di Guzman

S. DOMENICO di Guzman Carissimi bambini, abbiamo pensato di farvi una sorpresa... sapete che questo è il giornalino del rosario, ma vi siete mai domandati chi ha inventato il rosario? Nooooo?! E allora, bambini e bambine, in

Dettagli

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE LE ESSENZIALI DI DISEGNO E classe prima Liceo scientifico utilizzare regole e tecniche grafiche progettare un minimo percorso grafico costruire un disegno geometrico, impiegando in maniera appropriata

Dettagli

Edizioni Rosminiane. Catalogo generale aggiornato

Edizioni Rosminiane. Catalogo generale aggiornato Edizioni Rosminiane Catalogo generale aggiornato Stresa 2015 B. Edizioni diverse Opere di Antonio Rosmini Alla scuola del Padre. Meditazioni tratte dalle lettere di Antonio Rosmini, Domodossola 1950, pp.

Dettagli

CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE. -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre

CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE. -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE -Scoprire un mondo intorno a sé; un dono stupendo il creato -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre -L alunno/a sa: -riflettere su Dio

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA 1 - IO NELLA CLASSE 1. Presentarsi nella propria particolarità 2. Capire che ognuno ha un posto 3. Comprendere che in classe non si è soli Presentazione degli insegnanti

Dettagli

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio La Chiesa ha bisogno di santi, lo sappiamo, ma essa ha bisogno anche di artisti bravi e capaci; gli uni e gli altri, santi e artisti, sono testimoni dello spirito vivente in Cristo. PAOLO VI Lettera ai

Dettagli