ASSOCIAZIONE SENIORES TELECOM ITALIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ASSOCIAZIONE SENIORES TELECOM ITALIA"

Transcript

1 ASSOCIAZIONE SENIORES TELECOM ITALIA INFORMAZIONE PER I SOCI DEL LAZIO N gennaio Periodico di informazione per i soci SENIORES TELECOM del Lazio - Allegato a Esperienza gennaio 2009 CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO CONVEGNO ANNUALE 2009

2 SENIORES TELECOM ITALIA Periodico di informazione per i Soci SENIORES TELECOM ITALIA - LAZIO Direttore Editoriale Guglielmo Carretti Comitato di Redazione Francesco Abet, Aldo Baldazzi, Virio Berti, Renato Cardinali, Carlo Carissimi, Guglielmo Carretti, Enrico Casini, Giancarlo Cocco, Franco Fontana, Alberto Lazzari,Cesare Lucarelli, Amalia Madonna, Roberto Malasoma, Gian Carlo Pasquini, Franco Roscini, Giorgio Sollinger, Luciano Stoppa Sede SENIORES TELECOM ITALIA - LAZIO Via Cristoforo Colombo, Roma Tel fax Sito: conto corrente postale numero intestato a ALATEL - Associazione Lavoratori Seniores Gruppo Telecom Italia s.p.a. Fotografie A. Movizzo, L. Stoppa, Stampa GGE S.r.l. - Via Tito Omboni, Roma Tel Fax sommario n i ncipit Cari Soci 2 i nconvegno Il Convegno Annuale i npremiazione Gli anziani Telecom 8 i ncomunicazione Storia delle TLC 10 i nbudget Nasce il budget 12 i ninformazione Obbligazioni Telecom Consulenze ai Soci Convivio Dirigenti 13 i npremiazione Elenco premiati Telecom 17 i ndiritto Gocce legislative 18 i nsieme Visite in Roma Castagnata Spello ENAV Concerto natalizio 22 i ncostume Gli anni del boom economico 24 i nterritorio S.Maria in Aracoeli 26 i neuropa Le lingue 28 i ndenuncia Compilazione mod. 730 Il 5 per 1000 PRIMA DI COPERTINA Foto del Convegno TERZA DI COPERTINA Foto del Convegno QUARTA DI COPERTINA Foto del Convegno Finito di stampare nel mese di febbraio 2009 I.P.

3 incipit Cari Soci, è tempo di crisi e, semmai non ce ne fossimo accorti, lo leggiamo tutti i giorni su tutti i giornali e lo sentiamo tutti i giorni dagli uomini politici ed economisti italiani e stranieri. Quindi l universo umano sta attraversando momenti difficili, però in molte parti del mondo la situazione alimentare è veramente tragica ed in altre parti del mondo a ciò si aggiunge la tragedia della guerra, anzi parlerei di follia degli scontri armati: per ristabilire la pace? No, la guerra non ha mai portato la pace, nel senso vero della parola, ma solo sopraffazioni e forzosa tranquillità. Se l enorme impegno umano, le straordinarie energie produttive belliche ed i miliardi di soldi che vengono gettati nella preparazione della guerra venissero utilizzati per mantenere la pace?! Mi sovviene quanto disse Einstein: Dobbiamo essere pronti a fare sacrifici eroici in favore della pace più di quanto facciamo di buon grado in favore della guerra. Chi di Voi ha ormai da tempo i capelli bianchi non potrà mai dimenticare le recenti italiane vicissitudini belliche; forse alcuni di Voi hanno ancora sulla pelle i segni di quel conflitto. Ebbene dobbiamo essere noi a seminare tra i nostri figli, i nostri nipoti, i nostri vicini ed i nostri amici l amore per la pace, perché non si capisce come l umanità intera che esulta per essere riuscita ad andare sulla luna facendo un passo enorme ed importante nelle conquiste tecnologiche, continua poi ad azzuffarsi per piccole cose come avveniva nell antichità. La pace non è una manna che ci viene dal cielo: bisogna costruirla mollica su mollica, uomo per uomo. Cominciamo a stare contenti di quello che possediamo e non alimentiamo conflitti inutili per futili motivi e coltiviamo le amicizie che sono la vera penicillina degli scontri. La nostra Associazione può darti una mano anche nelle piccoli questioni: non garantiamo il risultato (che spesso dipende da altri) ma senz altro garantiamo l impegno per risolverlo. 1 Un caro saluto dal Vostro Presidente, GianCarlo Pasquini Il Comitato Esecutivo dell ALATEL, in sintonia con Telecom Italia, ha stabilito di prorogare di un anno le cariche elettive della nostra Associazione. Pertanto le elezioni per il rinnovo del Consiglio Regionale si terranno a fine 2009 a valere per il triennio A tempo debito saranno divulgate le modalità operative

4 2 inconvegno la Redazione SENIORES TELECOM ITALIA - LAZIO Convegno Annuale Pomezia 17 gennaio 2009 Inizio d anno ed eccoci di nuovo riuniti presso il Centro Congressi dell Hotel Selene in Pomezia per il Convegno Annuale. Oltre 500 persone tra Soci e familiari hanno potuto ascoltare interessanti messaggi relativi alla gestione dell Associazione Seniores Telecom Italia ed avere un quadro degli obiettivi che vengono portati avanti dalla stessa. Apre il Convegno il Segretario Aldo Baldazzi che rivolge ai congressisti Aldo Baldazzi un cordiale benvenuto ; è poi la volta del Presidente Onorario Virio Berti che porge a tutti gli auguri di Buon 2009 auspicando che il nuovo anno sia foriero di ottime notizie, ed invitando i presenti a considerare ed a gestire le inevitabili difficoltà nel migliore dei modi senza confrontarsi con il prossimo, perché come dice Metastasio Se a ciascun l interno affanno si vedesse in fronte scritto, quanti che invidia fanno, ci farebbero pietà... Prende la parola il Presidente GianCarlo Pasquini per rammentare i tempi e le operazioni effettuate per raccogliere le firme relative alla proposta ANLA in tema di rivalutazione delle pensioni e, a seguire, il Vice Presidente Roberto Malasoma, anche nella sua qualità di Presidente Regionale dell ANLA Lazio, illustra - cifre alla mano la conclusione positiva della raccolta delle firme (oltre ), l apporto cospicuo del Lazio (oltre firme) e la presentazione delle stesse al Senato della Repubblica presso la Commissione competente. Il Segretario Baldazzi coglie l occasione per ricordare che l Associazione vive di sole quote sociali e che purtroppo vi sono alcuni Soci che si dimenticano ; quindi invita ciascuno dei presenti, se ha occasione di incontrare e colloquiare con colleghi che si sono allontanati dall Associazione, di sollecitarli a rientrare; se per avventura ci fossero per qualcuno difficoltà Roberto Malasoma Virio Berti economiche, lo segnalassero sapremo conclude Baldazzi - come intervenire. Riprende la parola GianCarlo Pasquini che ricorda come nel tempo passato alcuni avvenimenti della vita tecnologica, quali la televisione, la motorizzazione, il computer fossero stati

5 all inizio guardati con GianCarlo Pasquini sospetto e cautela ed accettati spesso con diffidenza dalla popolazione per poi divenire piano piano un simbolo quasi indispensabile del vivere sociale: valga per tutti l esempio della TV che oggi esiste in tutte le case con enormi ascolti (e forse anche troppi da parte dei bambini). Ebbene precisa Pasquini oggi assistiamo ad altri eventi: l introduzione del WEB e dell che concretizzano ormai un substrato importante nella vita sia industriale che privata; questi due strumenti non sono ancora capiti specie dalla maggioranza dei pensionati, ma tutti noi insiste Pasquini dobbiamo fare un passo in avanti in modo che anche questa evoluzione tecnologica ci apporti dei benefici. Quali benefici e come? si chiede Pasquini e chiama al microfono due Soci (Francesco Abet e Franco Fontana) che si stanno attivamente interessando ad un nostro progetto: quello di rendere sempre più attivo e vitale il sito web della nostra Associazione. Francesco Abet premette alla sua esposizione un cenno alle trasformazioni sociali avvenute Francesco Abet 3 ne Europea si è posto come obiettivo per il 2010 di garantire l inclusione sociale degli anziani e dei disabili, consentendo loro d usufruire da casa propria dei principali servizi socio-assistenziali (telemedicina, teleassistenza, formazione a distanza, certificazione, ecc.). In tale scenario, la nostra Associazione vuole contribuire a questa sfida fornendo l opportunità di comunicare più velocemente ed economicamente tra di noi con la posta elettronica ( ) e offrire attraverso il nostro sito Internet alcuni servizi on-line (es. prenotazione elettronica per eventi, scaricare direttamente sul proprio PC il giornale New Continuare Insieme, i moduli per il rimborso ASSILT o ASSIDA, corsi di formazione, ecc.) o la creazione di un forum in cui i soci possano esprimere il loro parere sulle attività proposte, dialogare tra loro, scambiarsi notizie, foto, esperienze, ecc. Riprende l argomento Franco Fontana: il sito dell Associazione è quindi una realtà! Dalle sue pagine è possibile avere notizie di vario genere, quali struttura della Associazione, indirizzi, convenzioni, servizi (fiscali, legali, previdenziali ecc.), cultura e turismo. Ma la nostra aspirazione è quella di vedervi attori nel mantenimento e miglioramento del sito.e allora sotto! Partecipate all iniziativa incominciando ad usare la cosa più semplice: la posta elettronica ed inviateci comunicazioni, suggerimenti, richieste, poesie, racconti, episodi di vita vissuta nel privato, nel lavoro, nello sviluppo delle teleconella società: da agricola ad industriale e quindi in quella della Informazione intesa questa come erogatrice di servizi; con un ruolo sempre più ridimensionato degli anziani; quindi, da qui la necessità di evitare l esclusione (digital divide) da tali servizi di coloro che per condizioni culturali, sociali, economiche o di abilità fisica non sanno o non possono utilizzarli. L Unio- Franco Fontana

6 4 municazioni in Italia, Guglielmo Carretti foto, documenti. Il tutto spedito all indirizzo L obiettivo finale è di realizzare e creare una comunità virtuale, cioè un modo per scambiarci informazioni, sensazioni, emozioni, ma nel contempo offrire a tutti l opportunità di manifestare le abilità ed interessi contribuendo così all implementazione del sito. A questo punto un invito: comunicateci, intanto, il vostro indirizzo di posta elettronica oppure quello dei familiari conviventi; aumenteremo, così, le nostre opportunità di contatto. Il mondo digitale porta ad un potenziamento delle capacità umane: la facilità di accesso alle informazioni, la mobilità e la facilità di connessioni possono indurre cambiamenti e ciò renderà il futuro diverso dal presente e assai più interessante e migliore; approfittiamone! A questo punto, cogliendo un momento di crisi del microfono che aveva deciso di non funzionare, si è passati ad una simpatica cerimonia: la premiazione da parte dei Fiduciari Luciano Stoppa delle Sezioni laziali del Socio più anziano presente, e cioè (nell ordine di chiamata): Gabriella Cimini di Rieti (Fiduciario: Paciucci), Amleto Conti di Viterbo (Fiduciaria: sig.a Sparaci), Angelo Bellucci di Albano (Fiduciario: Frezzotti), Antonio Antenni di Frosinone (Fiduciario: David) ed infine Anselmo Nalli e Pietro Ciattaglia coetanei di Latina (Fiduciario: Movizzo). (vedere foto in 3/a di copertina). Ritorna a funzionare il microfono e Guglielmo Carretti - Direttore Editoriale del nostro Giornale dice: Per alimentare gli strumenti delle informazioni che interessano noi tutti, tenendo conto di quali siano le particolarità che ci accomunano cioè la provenienza dal settore Telecomunicazioni, l appartenenza alla Regione Lazio e lo status di Seniores - è da tenere in conto l opportunità che le informazioni stesse restino in tali ambiti. Ricordo che molti anni fa, quando ci chiamavamo ancora ALAS, riuscimmo a pubblicare, con il contributo di tanti colleghi che ricordavano fatti di vita aziendale con risvolti anche umoristici, un volumetto intitolato Ricordo quel giorno...ora sarebbe ancora più facile realizzare una cosa del genere non essendoci bisogno di materiale cartaceo, potendo fare tutto online. (il tema è già stato ampiamente spiegato dai colleghi Abet e Fontana).Se per qualcuno il fatto di mandare in Internet costituisse ancora difficoltà può rimetterci lo stesso un manoscritto e ci penseremo noi a riportarlo sul sito internet. E il momento dell intervento del Vice Presidente Luciano Stoppa il quale pone l accento sul fatto che tutte le attività che vengono svolte sono tese all aggregazione che, se non il primo, è quanto meno il più importante dei nostri obiettivi statutari. Si cerca di perseguire questa finalità attraverso una serie di attività che ovviamente spaziano su un ventaglio molto vasto, in quanto vasti e variegati sono gli interessi dei Soci. Il depliant che è stato distribuito è già di per sé esaustivo di questo nostro operare; si vuole continua Stoppa - solamente attirare l attenzione dei presenti su alcune particolarità. Innanzitutto c è una costante attività sociale, composta da una serie di iniziative che vanno nella direzione di aiutarci vicendevolmente nei problemi del vivere quotidiano: ecco allora l aiuto nella dichiarazione dei redditi o in materia tributaria, nei temi fiscali o dell infortunistica, nella previdenza e cosi via. Una seconda serie di

7 attività riguarda l aspetto culturale: vengono programmate ogni anno visite a mostre e a monumenti religiosi o civili e ci si preoccupa di superare le difficoltà per le prenotazioni e di avere delle guide esperte in materia, in modo che il tutto possa riuscire più facile, divertente e funzionale, sempre con il fine dell associazionismo. Infine una terza serie di attività: stare insieme per scoprire insieme il territorio, con escursioni nel Lazio e in Italia con una qualche puntatina nella nostra patria più ampia che è l Europa; escursioni queste che sono ben accolte dai Soci (lo dimostra la grande partecipazione) in quanto riescono a dare loro momenti di spensieratezza ed allegria allontanandoli per un po dalla (forse) monotonia quotidiana. Il Convegno si avvia alla conclusione ed il Presidente Pasquini, citando un fatto a lui accaduto, pone l accento sulla solitudine che affligge molte persone e quindi un invito a tutti a segnalare quei colleghi che si trovino in queste situazioni: l Associazione può fare qualcosa per loro. Inoltre, in tema di ASSILT, viene ricordato che nel primo semestre del corrente anno si svolgeranno le elezioni per il rinnovo delle cariche (un invito a tutti a partecipare) ed accenna al corrente fenomeno italiano del contenimento della spesa sanitaria con evidenti riflessi sul monte rimborsi per i quali nel Lazio, il competente Centro Servizi Aziendale, sta riportando i tempi di liquidazione entro i novanta giorni come da accordi Assilt/Azienda. L ASSIDA segna analoga diminuzione della spesa sanitaria; però su entrambe le istituzioni sanitarie pesano le non poche uscite ventilate dal Gruppo con riflessi sull equilibrio finanziari futuro. Sempre in tema di elezioni, nel 2009 vi saranno anche quelle relative ai Seniores Telecom; a tempo debito saranno inviate ai Soci le schede di votazione e ci si augura che vi sia una altissima percentuale di risposte. Infine il Presidente lancia un appello per avere disponibilità di qualche Socio a collaborare nella gestione: E sufficiente qualche ora a settimana precisa Pasquini purché vi sia una continuità: il volontariato non è azione saltuaria ma una azione anche piccola ma duratura nel tempo. Pasquini termina accennando alle nuove modalità di partecipazione alle attività da parte dei cosiddetti aggregati, modalità che sono precisate sul Foglio Notizie 1 semestre 2009 in corso di spedizione. Il ringraziamento a tutti per la folta partecipazione, gli auguri di Buon Anno e un Arrivederci ai prossimi chiudono il Convegno. 5 *** Dal collega Angelo Movizzo riceviamo una bella foto della piena del Tevere, che volentieri pubblichiamo.

8 6 inpremiazione di Luciano Stoppa Il giorno 16 dicembre u.s. si è aperto in seno al Gruppo Telecom il Seniority Day, cioè la premiazione ai dipendenti che hanno raggiunto i 25, 30 e 35 anni di anzianità di servizio. La cerimonia di questa prima giornata, che ha riguardato i dipendenti del Lazio, è stata magistralmente organizzata dalla struttura del Welfare Aziendale: Luigi Marelli e Laura Giannuzzi e si è svolta a Roma nello scenografico complesso del Teatro Capranica, all ingresso del quale erano stati approntati dei desk per l accoglimento dei numerosi partecipanti a seconda della loro anzianità (erano circa 700: si sentiva nell aria il piacere di incontrarsi con i colleghi persi di vista causa le vicissitudini aziendali; quasi fosse il primo giorno di scuola dopo le vacanze estive). (foto n 1 veduta della sala ). Alle ore 15, come da programma, è iniziata la cerimonia con l intervento del management aziendale: l Amministratore Delegato Franco Bernabè e Antonio Migliardi Responsabile di Istituito in Telecom il SENIORITY DAY Una giornata dedicata ai colleghi con 25, 30 e 35 anni di anzianità Foto 1 Human resources, organization and industrial relations del Gruppo. Con la loro qualificata presenza il Gruppo Telecom ha voluto dare un alto e tangibile significato al Seniority day ribadito anche dalla presenza di Riccardo Tucci Presidente Nazionale dell Associazione Seniores Telecom Italia. Bernabè: nel suo intervento ha anticipato la volontà si riprendere, e con maggiore enfasi, la bella tradizione della festa degli anziani d azienda interrottasi dopo l OPA e poi ha rammentato la sua esperienza in Telecom ed i noti avvenimenti che lo avevano costretto ad allontanarsi; è contento però di essere ritornato sicuro delle potenzialità della Telecom e quindi certo della possibilità di riuscita della Azienda stessa a superare le difficoltà del momento. Migliardi: anche il suo intervento è stato pervaso da un pizzico di commozione per il fatto di essere stato in Telecom all inizio della sua carriera (varie e diverse esperienze l avevano poi allontanato) e, soprattutto, di aver incontrato colleghi Franco Bernabè Foto 2 Antonio Migliardi

9 Riccardo Tucci Foto 3 Foto 4 con i quali a suo tempo aveva lavorato. Il suo discorso è stato incentrato sulle sfide di trasformazione e di innovazione che attendono a breve l Azienda e che potranno essere superate e supportate dalla professionalità esistente. Un caloroso e prolungato applauso, non certo di circostanza, ha accolto le parole dell Amministratore Delegato e del Responsabile delle HR, i quali, con il loro messaggio, pur in presenza di criticità, hanno voluto dare una iniezione di fiducia e di entusiasmo agli anziani presenti. A questo punto la Sig.ra Giannuzzi, per snellezza della cerimonia, ha chiamato sul palco due dipendenti (foto n 2) con 35 anni di anzianità ai quali l Amministratore Delegato ha personalmente consegnato il previsto premio; tutti gli altri lo hanno ricevuto negli appositi desk installati a fianco della sala ove, al termine della cerimonia, è stato servito un gradito rinfresco. Ha quindi preso la parola il nostro Presidente Nazionale Riccardo Tucci che, dopo aver rivolto un messaggio di saluto e di augurio ai premiati, ha illustrato i punti cardine della nostra Associazione; quindi ha comunicato con soddisfazione che l A.D. Franco Bernabè entra a far parte dei Seniores Telecom Italia in qualità di Presidente Onorario (foto n 3) e che a tutti i premiati viene concessa l iscrizione gratuita per l anno 2009; un apposito modellino è stato infatti distribuito a tutti i presenti con preghiera di riconsegnarlo all uscita nell apposito box presidiato dai colleghi dei Seniores Telecom i quali saranno lieti di dare loro un omaggio dell Associazione (nella foto n 4 un momento della preparazione degli omaggi che ha impegnato un gruppo cospicuo di volontari Seniores). Tucci, infine, coglie l occasione per presentare il Presidente dei Seniores (Consiglio Regionale Lazio) GianCarlo Pasquini presente in sala. 7 SENIORES TELECOM ITALIA Consiglio Regionale Lazio Il Consiglio Regionale del Lazio informa di aver inviato a quei premiati che si sono dimenticati di consegnare il modellino, una lettera per sollecitare la comunicazione dei loro dati, comunicazione che è necessaria ed urgente per poter attivare nei loro confronti (iscritti come noto - gratuitamente per l anno 2009) la spedizione dei nostri Giornali, dei depliants relativi ai programmi ed alle attività, nonché quant altro fa parte della gestione associativa Seniores. Coloro che volessero avere notizie e/o informazioni sulla Associazione Seniores possono rivolgersi al Numero Verde , presidiato da colleghi volontari dal lunedì al venerdì (ore 9-12), oppure alla nostra sede di Roma V. C. Colombo,142 piano terra (stesso orario). Nelle pagine centrali con piacere pubblichiamo i nomi di tutti i premiati rinnovando loro i complimenti più cordiali per il raggiungimento dei traguardi di anzianità. Il Presidente GianCarlo Pasquini

10 8 incomunicazione di Guglielmo Carretti XVII STORIA DELLE TELECOMUNICAZIONI Le intuizioni del radar e della rifrazione lunare La scomparsa di Marconi Le ricerche e le sperimentazioni di Marconi non avevano soste ed erano indirizzate verso tutti i campi possibili ove le onde elettromagnetiche potevano avere qualche effetto. L osservazione di fenomeni nuovi che poteva rilevare durante i suoi studi, unita alla grande facoltà di intuizione, aveva portato Marconi a definire in maniera anche notevolmente precisa due campi, tra gli altri, che avrebbero avuto larghissime e fortunate applicazioni nello sviluppo di nuove tecnologie. Sono i campi del radar (radio detection and ranging) e della rifrazione lunare. Per il primo caso Marconi, spostando la sua attenzione dalle onde lunghe alle onde corte e alle micro-onde, rilevò gli strani effetti prodotti dalla riflessione e deflessione di queste onde... da parte di oggetti metallici posti a distanza di svariate miglia...; possa perciò essere possibile progettare degli apparati per mezzo dei quali una nave, per esempio, possa irradiare un fascio di raggi che, incontrando un qualsiasi ostacolo metallico (un altra nave, ad es.), riflettendo e ritornando ad un ricevitore sulla stessa nave,... rivelerebbero la presenza della seconda (dalla Conferenza del 20 giugno 1922 in America). Oltre a questa intuizione lo stesso inventore fece anni più tardi, dopo che studi in proposito erano stati portati avanti dall inglese Edward Appleton sulla riflessione di onde radio sullo strato della ionosfera e dal francese Pierre David sulla rilevazione elettromagnetica degli aerei in volo,una prova con un trattore che passava davanti ad un fascio di micro-onde da lui emesso e che faceva udire un sibilo di ritorno della sua massa metallica colpita dalle onde. Conscio dell importanza civile e militare della scoperta, Marconi informò, nel 1935, il governo italiano che, in precedenza, non diede soverchio peso alla scoperta. Al contrario, anche stavolta, degli inglesi che portarono avanti con impegno gli studi in proposito, riuscendo in breve tempo, nel 1938, a dotare il loro incrociatore Sheffield del primo impianto radar. E lo utilizzarono, purtroppo anche a nostre spese, con ottimi risultati durante la successiva guerra mondiale. Anche l altra intuizione, quella della riflessione lunare, non ricevette molta attenzione. Gli esperimenti fatti nel 1930 nel porto di Civitavecchia dal panfilo Elettra, acquistato nel 1919 per poter essere più libero nei suoi studi ed esperimenti, convinsero Marconi ed il suo fido assistente Adelmo Landini, che il ritardo di due secondi registrato da un onda lanciata nell atmosfera e ripresa da un ricevitore non poteva che essere causato da una rifrazione extraterrestre, sicuramente lunare. Marconi brevettò la scoperta ripromettendosi di ampliarne gli studi lavorando su onde corte. Era ormai considerato il genio dell impossibile, in parte per eventi drammatici che scuotevano l opinione pubblica, come il salvataggio dei superstiti della seconda spedizione Nobile al Polo, avvenuta dopo la ricezione di messaggi di

11 soccorso inviati da una piccola radio ad onde corte, in parte per eventi creati dal grande senso dello spettacolo dello stesso Marconi: con impulsi telegrafici lanciati dall Elettra ancorata nel porto di Genova il 26 marzo 1930 Marconi accese le lampade del Municipio di Sidney, nella lontana Australia; il 12 ottobre 1931, con un esperimento simile, accese da Roma le luci della grande statua del Redentore sul monte Corcovado di Rio de Janeiro; ed ancora a Chicago il 2 ottobre del 1933 fece accendere le luci dell Esposizione mondiale facendo catturare un raggio della stella Capella dal telescopio dell Osservatorio di Arcetri che rispedì il raggio a Chicago. La sua mancanza di titoli accademici era sta colmata anche con la nomina a Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (dal 1928 al 1937), ad Accademico Pontificio nel 1931, a membro della National Academy of Sciences di Washington nel 1932; nel 1933 gli fu conferita la laurea honoris causa dall Università di Cambridge. E tanti erano ancora i progetti da elaborare, i campi da esplorare, ma non ci fu più tempo sufficiente; forse il lavoro continuo, l altalenarsi di una condizione di prestigio mondiale dalla quale il regime fascista tirava a trarre il maggior vantaggio possibile con il contemporaneo sospetto dello stesso regime per la fama che offuscava i propri personaggi e le proprie attività politiche, i viaggi numerosi e chissà cos altro, provocarono un immatura e improvvisa morte, il 20 luglio Ci sembra qui opportuno proporre, come indicazione della proiezione verso il futuro e verso ambiti inusuali ed inesplorati, un testo trasmesso da Marconi al Chicago Tribune Forum l 11 marzo 1937, cioé pochi mesi prima della morte (e indicato dal Prof. Pietro Dominici dell Università La Sapienza di Roma in un suo saggio sulla rivista Teknos del gennaio1995): Noi abbiamo ora raggiunto nella scienza e arte delle radiocomunicazioni uno stadio in cui le espressioni dei nostri pensieri possono essere istantaneamente e simultaneamente trasmessi e ricevuti dai nostri simili, praticamente in ogni punto del globo, laddove sia disponibile un semplice apparecchio ricevente. Tuttavia sono trascorsi solo alcuni anni da quando é stata data al pubblico la prima indicazione delle possibilità della radiodiffusione nell influire sulla nostra vita quotidiana. Quando nel giugno 1920 fu radiodiffuso a Chelmsford, Inghilterra, un concerto di Nellie Melba, solo poche centinaia di radioamatori, le sole persone che possedessero allora un apparecchio ricevente senza fili - con eccezione naturalmente dei professionisti - erano in grado di ascoltarlo. Alla gran parte delle persone quella trasmissione probabilmente non rappresentava che un evento che non sembrava avere molta importanza in quanto non li riguardava direttamente. Posso ora chiedere quanti di voi non considererebbero oggi un apparecchio ricevente un necessario complemento delle nostre vite quotidiane? Se questo stadio é stato raggiunto in pochi anni, posso chiedervi cosa noi non possiamo aspettare per il futuro? Era stato già pensato il villaggio globale. 9 PRECISAZIONE SULLA SADAE Sul numero precedente l articoletto che parlava della SADAE (Sindrome di Attenzione Deficiente Dovuta all Età) ha mosso qualche collega ad ammettere di essersi riconosciuto nei sintomi descritti. Per dovere deontologico devo far presente che nell articolo stesso in tipografia è saltata l ultima riga che precisava la provenienza dello scritto dalla rete Internet, quindi non è farina del sacco dello scrivente ma, visto il fatto che almeno tre persone l hanno letto, è già un risultato soddisfacente l averlo trascritto. Scusate ma ho le cipolle che si stanno imbiondendo sul fuoco, sto cercando gli occhiali da vista e mia moglie sta dicendo che ha suonato il postino, evidentemente per una raccomandata. Cosa faccio prima?

12 10 inbudget la Redazione I PRIMI VAGITI DEL BUDGET... ed i riflessi sulle relazioni umane Siamo nel 1962, sta nascendo il budget e il nostro Virio Berti scrisse, a quel tempo, un articolo sull argomento. Oggi il Collega Virio ci ha inviato quell articolo e volentieri lo pubblichiamo in quanto, a 47 anni di distanza, in esso sono ravvisabili alcuni aspetti della vita di relazione tuttora validi. Il budget può essere inteso come controllo continuo di tutto l andamento aziendale, ottenuto mediante previsioni e successivi confronti, eventuali correzioni, analisi: delle spese e degli introiti, della produzione e delle vendite, degli impegni finanziari, ecc. Molteplici sono i significati di questa parola rimbalzata dall America che, nel linguaggio familare, vuol dire: ragioniamo un po sul denaro disponibile, come può essere speso e, se esiste o meno la convenienza di spenderlo in relazione all andamento presente e futuro della famiglia; se conviene fare questa spesa, o un altra, oppure rimandarla e possibilmente farla meglio. Il budget, nelle aziende, si basa infatti sulle disponibilità economiche e finanziarie, sui programmi di lavoro, sul potenziale umano che sono necessari per raggiungere lo scopo prefisso. Il budget poggia innanzi tutto sul ragionamento occorrente per dosare gli elementi e stabilire le soluzioni armoniche che tengano conto della meta finale. Ragionamento, quindi, sui problemi che di volta in volta si devono esaminare e risolvere. E dunque il momento di ragionare: Cosa si vuole ottenere? Qual è lo scopo di questo lavoro, cosa si deve fare, in che modo si può fare? Quanto costa? Il budget è, quindi, al di là dell immediato interesse economico, uno sprone a ragionare, ed il ragionamento è tanto più interessante in quanto pone a contatto due mentalità, la tecnica e l amministrativa, con l imperativo di risolvere un medesimo problema esaminato da due punti di vista: la necessità tecnica di fare e la disponibilità economica. Quindi ne scaturisce necessariamente l esigenza di collaborare per uno stesso scopo. Infatti la collaborazione, che sorge dal ragionamento (e per collaborare occorre capirsi) è la via migliore per il progresso economico e sociale, in quanto dalle relazioni che nascono dai ragionamenti a vari livelli, scaturisce la preparazione e l abitudine a vedere, capire e considerare veramente le esigenze altrui. Per capire i problemi altrui è necessario ascoltare, poiché si dice che l ascoltare è l altra metà del parlare e se il parlare non è completo non è possibile intendere compiutamente le ragioni di chi espone. A questo proposito sarebbe bene che prima di ribattere le affermazioni l oppositore riassumes-

13 se il pensiero esposto e ne avesse l approvazione, in maniera tale che ogni travisamento o deformazione venisse subito corretta da chi ha enunciato il ragionamento; con ciò si acquisisce una conoscenza intima del punto di vista altrui anche se tale punto di vista non è condiviso. La discussione sembrerà più lunga, solo apparentemente, di fatto sarà più breve perché saranno stati evitati i soliti codicilli. Un capo, a qualsiasi livello, chiama il dipendente interessato ad un cambiamento o ad un nuovo lavoro e gli spiega come lo deve fare e quanto deve costare. Al termine gli chiederà se è chiaro e con un si dell altro il colloquio si conclude. Ma il dipendente ha ascoltato il capo? Ed il capo ha messo a suo agio il dipendente? Forse no, perché un si è una risposta semplice per un nuovo problema; o forse si, ma la risposta ottenuta potrebbe essere stata determinata dalla mancanza di analisi da parte del dipendente o dalla mancanza di spigliatezza. Ed allora il capo, che più di un comandate deve essere una guida di uomini, indirizzerà e metterà il dipendente in condizioni di analizzare il nuovo lavoro e manifestare il suo punto di vista. Quindi dopo avergli esposto la questione del cambiamento o del nuovo lavoro ed anche il modo ed i mezzi a disposizione per risolverlo, chiederà di esporgli la sua idea in proposito. Il dipendente avrà così modo di manifestare le proprie idee ed il superiore potrà così apprezzare di più o conoscere meglio il dipendente. D altro lato il dipendente stimerà nel giusto valore il suo superiore. Ora che sono diventati collaboratori procedono di comune accordo alla soluzione del problema che risulterà con ogni probabilità più organica ed economica perché discussa. Questo è il risultato economico, ma al di là del risultato economico immediato c è un risultato di maggior valore, la preparazione del personale che costituisce la capitalizzazione più grande del tempo impiegato per questa scuola continua, per questa partecipazione a discussioni produttive. Infatti il costo del personale è uno dei costi che incide in misura sempre più notevole nella gestione dei servizi e quindi non si vede perché anche sotto questo aspetto non si debba dedicare al fattore umano l attenzione che si dedica agli altri fattori (materie prime, trasporti, manutenzione, ecc). Al di sopra di queste risultanze pratiche, certamente di indubbio valore, vi sono anche alcuni aspetti delle relazioni umane. Conoscersi, sentire il calore delle persone vicine di cui tutti abbiamo bisogno. L uomo, anche dietro la faccia più austera, fortunatamente, nel suo intimo, nasconde sempre il sentimento e niente vale di più alla sua serenità ed alla sua personalità, che l essere capito da chi lavorando con lui gli è vicino e lo giudica; e per capirsi occorre ragionare, parlare ed ascoltare. Il budget è, tra l altro, lo abbiamo detto, uno sprone a ragionare e quindi a razionalizzare l assetto organizzativo. (Virio Berti) 11 ACQUA CHIARA NO DEPURATORE - NO PAGAMENTO Una legge del 1994 (n 36 la c.d. legge Galli) riformò il settore dei servizi idrici fissando alcuni principi, tra i quali quello che tutti i costi dovevano essere messi in bolletta e che il ciclo idrico dovesse essere integrato con la depurazione. Purtroppo non tutti i Comuni o le Aziende erogatrici hanno realizzato la depurazione delle acque, ma hanno però addebitato agli utenti un prezzo per un servizio non dato. Sul caso è intervenuta di recente la Corte Costituzionale che (con sentenza 335/2008) ha dichiarato l illegittimità delle norme della predetta legge Galli, nella parte che imponevano ai clienti il pagamento del servizio di depurazione anche se, non essendo allacciati alle rete fognaria, non usufruiscono di tale servizio e nel caso che manchino, o siano inattivi, gli impianti di depurazione. Chi ha pagato il servizio non ricevuto, può richiedere il rimborso all ente fornitore. (Renato Cardinali)

14 12 ininformazione Milano, 31 dicembre 2008 PRESTITO OBBLIGAZIONARIO TELECOM ITALIA RISERVATO AI DIPENDENTI ED EX DIPENDENTI DEL GRUPPO CEDOLA n.15 Ai dipendenti ed ex dipendenti del Gruppo Telecom Italia S.p.A. in possesso di obbligazioni del Prestito Obbligazionario Telecom Italia si comunica che, a seguito della determinazione del tasso di riferimento per il primo semestre 2009 (Euribor 365 scadenza 6 mesi, rilevato il 30/12/2008), per il periodo di godimento 1 gennaio 30 giugno 2009, e quindi con il pagamento degli interessi del 1 luglio 2009 (cedola n.15), le obbligazioni frutteranno un interesse semestrale così calcolato: a) componente base 3,04% tasso annuo lordo equivalente a 1,508% tasso semestrale lordo b) componente Bonus +0,45% sul tasso semestrale lordo per le obbligazioni costituenti l incremento del possesso medio dell obbligazionista rilevato nel primo semestre 2009 rispetto al possesso medio del secondo semestre In altri termini, per le obbligazioni che avranno diritto anche alla componente Bonus, il rendimento della cedola n.15 sarà pari ad un tasso semestrale lordo complessivo del 1,958%, corrispondente ad un tasso annuo lordo del 3,95% circa. Si ricorda inoltre che è data l opportunità a tutti gli obbligazionisti di disporre di una carta di credito gratuita per utilizzare correntemente i risparmi del conto obbligazioni, di predisporre piani di investimento in obbligazioni, attraverso differenti modalità: trattenute sullo stipendio, addebito su conto corrente, reinvestimento degli interessi maturati. Per eventuali informazioni sul Prestito Obbligazionario e dettagli o chiarimenti su quanto sopra indicato sono disponibili: - il sito intranet e internet - il call center attivo nei giorni lavorativi dalle 9,00 alle 12,30 Prima dell'adesione leggere il prospetto informativo, redatto ai sensi della normativa Consob. Il prospetto è disponibile su Intranet e Internet e sarà inviato a chiunque ne farà richiesta tramite il Numero Verde. AIUTI e CONSULENZE per i SOCI con sportello telefonico gratuito - LEGALE (fiscale, tributario, lavoro e previdenziale, successioni, infortunistica stradale) rivolgersi a Studio Socio LASTEI (Roma V.Foligno,10) telef. info n merc. e ven. ore 17-19,30 - INFORTUNISTICA STRADALE - Socio Marcello MARIANI V. Quintilio Varo, Roma telef. info (lun- mer- giov- ore 17-19,30) fax attivo 0-24 n SERVIZI BANCARI - Socio Fabio CENTOMINI telef. info ufficio cell DONAZIONE SANGUE Socio Giorgio NASTA telef. info oppure cell Come anticipato sull ultimo numero di questo Giornale, il 18 dicembre u.s. si è tenuto l incontro dei Seniores Dirigenti per lo scambio di auguri nel rispetto di una ormai consolidata tradizione istituita da oltre 25 anni dal nostro Presidente Onorario Virio Berti; comunque l incontro rappresenta, al di là dell aspetto formale ma sempre gradito di socializzare e rinsaldare quei i rapporti di amicizia nati sui banchi di lavoro, anche un momento importante per mantenersi aggiornati sulle tematiche del Gruppo o su argomenti interessanti. Tra i partecipanti, oltre alla gentile presenza di numerose consorti, va menzionata la sempre costante adesione di Colleghi che ormai hanno raggiunto la quarta e quinta età ed ai quali va il nostro rinnovato saluto ed augurio di continuare a mantenersi in gamba. Il Presidente dei Seniores del Lazio, Giancarlo Pasquini, ha colto l occasione per illustrare sinteticamente le attività dei Seniores e a richiesta - ha fornito alcune informazioni di massima sull Assida incentrate soprattutto nell attenuare i timori sul futuro dell assistenza sanitaria integrativa pur in un momento che vede Aziende e Dirigenti uscire, a vario titolo, dal nostro mondo associativo. Al termine dell incontro Virio Berti ha rivolto l augurio per il 2009 ed i presenti si sono lasciati con l impegno di ritrovarsi a fine del prossimo maggio. (Francesco Abet)

15 ELENCO DEI DIPENDENTI PREMIATI PER ANZIANITÀ DI SERVIZIO inpremiazione Anzianità 25 anni ACHILLI SILVIA ALBANESI STEFANO ALECCI PAOLO ALFONSO ANTONIO AMENDOLA MASSIMO ANGELONI LUIGI ANTIGNANI MAURO ANTONI FRANCO ANTONUCCI GIOVANNI ARCIDIACONO DANIELE ARCIDIACONO ROMOLO ARCIONI ELEONORA ARMENI PATRIZIA AUGUSTO SERGIO BADARACCHI STEFANO BALDISSERRI ALESSANDRA BALOCCO ALESSANDRA BARALDI CLAUDIO BARBERINI MARCO BARONCI DOMIZIANO BELLACCOMO ANNA BENEDETTI MANUELA BENZI FRANCO BERNARDI FLAVIO BERNARDINI ENRICA BERNARDINI TIZIANA BERTINI ROSA BETTI DONATELLA BIAGINI STEFANO BIAGIOLA AMEDEO BICELLI DANIELA BIGELLI RITA BINUCCI ADRIANO BISCARI MAURO BOGGERO STEFANO BONETTI RITA BONFIGLI LAURA BRAMUCCI MASSIMO BRUNETTI EGIDIO CACACE ALESSANDRO CALOGIURI ALESSANDRA CANDRIELLO FABIO CANNONE ROBERTA CANTANTE LORENZO CAPASSO MICHELE CAPOBIANCO VINCENZO CAPONI MARIANO CAPPETTA VINICIO CAPRIELLO DOMENICO CAPUANO LOREDANA CAPUTO GIOVANNI CARDIA DANIELA CARLETTI CARLO CARONIA LEONARDO CARONIA LEONARDO CASELLA LUCIO CASTELLANO SERGIO CASTRONI MAURIZIO CASULA GIAMPAOLO CATILLO ANGELO CELLINI LUIGI CENTI FABRIZIO CESARANO CLAUDIO CHIAPPA STEFANO CIANCI ELISABETTA CIAVARELLA GIUSEPPE CICCIOLI LUCA CIOT DANIELA CIOTTI SILVIO CIRILLO MAURIZIO COLAFRANCESCO ROBERTO COMANDINI LUCIANA CONSALVO MAURIZIO CONSORTI MAURIZIO COSTANTINI VINCENZO CRESPINA STEFANO CRUCITTI DANIELA D ACIERNO CARMINE D AMATA GIANFRANCO D AMICIS ENRICO D APRILE FRANCESCO DAVID MARIA GRAZIA DE FAZIO STEFANO DE LISIO ROBERTO DE VINCENTI CESARE DECINA MAURO DEL PRETE SERGIO DI GABRIELE FRANCESCO DI GIOSAFFATTE ANDREA DI GIOVANNI STEFANO DI LAURO VINCENZO DI LORENZO VINCENZO DI PASCA ROCCO DI SANTO ELEUTERIO DI SPIRITO PAOLA DIONISI SANDRO DUCCI PIERO EGIDDI MAURIZIO ESPOSITO FRANCESCO S. FANELLI MASSIMO FEDERICI RENATO FELIZIANI STEFANIA FERRANTI STEFANO FERRETTI GIAMPAOLO FERRI GIACOMO FIDANZA FRANCESCO FORCINITI MARIA FRANCESCHINI GIORGIO FRANCHI MARIA FRATERNALI ANNA RITA FUMI PAOLO FUSCO ORNELLA GALLO LUCA GALOPPA NAZARENO GAROFOLI ANNA GASKELL BONTADINI VALERIA GATTI FABRIZIO GENTILE IVANO GERARDI ANTONIO GESSI ROBERTO GIACOMINI ALESSANDRO GIOVANNONE ASSUNTA GIRONE STEFANO GOTTIERI ELEONORA V. GRANELLA LUIGI GRATTAFIORI PAOLO GRATTERI SALVATORE GUARAGNA ALESSANDRO IACONO MARINA IANDOLI ANTONIO IBBA RAFFAELA IERFONE GIUSEPPE INNAMORATI ANDREA INNAMORATO ANNA MARIA IPPOLITO ANNA MARIA LANCIA PAOLO LANCIOTTI LUIGI LASERPE SIMONETTA LATINI ROBERTO LAURENTI MARIO LICCIARDI LUIGI LUCIDI FABIO LUPO NICOLA LUTRARIO MAURIZIO MALATESTA ROBERTO MALERBA ELIO MALLUCCI DANILA MANEGGIO MARIANO MARASCA NOEMI MARCHETTINI MAURO MARCONETTI LUIGI MARCUCCI CINZIA 13

16 14 MARIANI MARIO MARINI DOMENICANTONIO MARINI ROBERTO MARIOTTI MARCO MARTINI PATRIZIA MARTORELLI GINO MATERA ANNA MATERAZZI MARCO MATTEOCCI MONICA MATTICOLI LICIA MAZZEI UMBERTO MENNINI MASSIMO MERCURI FRANCESCO MESSINA ANTONIO MIANI ANGELO MILANO CAMILLO MARIA MILIGI LUIGI MILONE GIACOMINA MONACO MARIA GRAZIA MONTANARI OLGA MORITTU ALBERTO MOSCETTI SERGIO MUCIGNAT MAURIZIO MUNNO SILVIA NARDUCCI FABIO NAVA PATRIZIA NECCI ROBERTO NEVOLA ALBERTO NOBILE PATRIZIA NOBILE ROBERTO NOTARI FAUSTO NUCCI MAURO ODDI MARCELLO ONETO CLAUDIO ORIOLI PATRIZIA ORONZO VINCENZO PACE LUCIANO PALIZZI ENZO PANCIA FABIO PANZERI MAURIZIO PASSALACQUA A. GIUSEPPE PATRIZI SERENA PELLA VALERIO PELUSI PAOLO PERAZZOLO LUIGINO PERCIATO VINCENZO PERNASELCI ARCADIO PERONI FABIO PERSIA ANNA MARIA PESCE LUCIA PEZZANERA MASSIMO PICCIRILLI PAOLO PIGNATARO ANNA PINCI DANILO PINNA PIER PAOLO PIRAS FRANCESCO PITONI ROSSANO POCHI MARCO POLI SERGIO POLIDORI MARCO PROCACCIANTI PATRIZIA PROFILI DARIO PROIETTI VALTER PROTANO DANILO QUARTU MARISA QUATRINI BERNARDINO QUATTRONE GIUSEPPE C. QUEIROLO RICCARDO RANAGLIA LORENZO RANIERI ANNA RITA REALI MARIA PAOLA REGIS FRANCO RICCI MAURIZIO ROCCHETTI FABIO ROMAGNOLI SIMONA ROMALDI ALBERTO ROMIO STEFANO ROPINI GIOVANNI ROSA MAMILIANO ROSSI PAOLO RUGGIERO ASCANIO RUSSO MARIARITA SALVATORI SILVESTRO SANTARELLI ALBERTO SAVERI CLAUDIO SCAFATI VIRGILIO SCAMAZZO ERMINIA C. SEMENZATO PAOLO SEPE ANTONIO SERRA FRANCESCO SETTIMI MARCO SGAVICCHIA ROBERTO SIMEONI MASSIMO SIRTORE LUALDO SORRENTINO PASQUALINO SPADA STEFANO SPINELLI FABIO SPINELLI ROSSELLA STANZIONE PAOLO STRACCAMORE MAURIZIO SUTTO PATRIZIA TALOZZI GIORGIO TAMIGLIO ALESSANDRA TANGA NICOLETTA TARASCIO LUCIA TARATUFOLO LAURA TEMPERA FABRIZIO TEODORI MAURO TERZI CRISTIANA TESTA FABIO TETRO MICHELE TINTISONA EUGENIO TOSCANO ANGELO TOSI CAMILLO TRAMACERE MARILENA TRAVISI MAURO TRILLO MARCO TUCCI LEANDRO URBINI LUIGI VARESI CARLO VECCHI FABRIZIO VENANZETTI FABIO VENERE MARCO VENERUCCI LAURA VERDILE GIULIA VITOLA LICIA ZANCHINI CLAUDIA ZEBI ENZO ZEPPETELLA PIETRO Anzianità 30 anni ABBADESSA SERGIO ABBATE LUIGIA ACERRA MARIA AGNOLI CARLO ALBORINO FILOMENA ALDROVANDI ROSSELLA AMARO SALVATORE ANDREASSI LUIGI ARAIMO RENATO ATTENE ANGELA AVALLONE LUCIANO BAIOCCHI ASCENZA A. BAIOCCO DANTE BALBI CARLO BARBACANO STEFANO BARBACCI EMANUELA BARBARITO AMEDEO BARONE GIOVANNI BARUCCA CARLO BASTIANELLI ROBERTO BATTARELLI LEONARDO BATTISTA GIUSEPPE BEFFA ROBERTO BELLI MASSIMO BELLINI STEFANO BERARDI AMERIGO BIDINOST MARCO BOCCACCI ALBERTO BONACUCINA GIOVANNI BONAVENTURA STEFANO BONAVOGLIA LUCIO BONDI BRUNO BORRIELLO DANIELA BOSSETTI PATRIZIA BRUNCO MARIA BRUNELLI MAURIZIO

17 BRUNO LUCIANO BRUNO STEFANO CAGNO PASQUALE CAIELLA STEFANO CAMBI GIAMPIERO G. CAMPONESCHI PASQUALINO CANISTRACCI MARIO CAPOMAZZA ROBERTO CAPORUSCIO MELANIA CAPUTI ROMOLO CARACCI MASSIMO CARAMADRE ERNESTO CARATELLI MASSIMO CARBONE RAFFAELE CARISI MARIA CRISTINA CASINI CORTESI ANDREA CASTELLETTI GIANCARLO CASTORI CLAUDIO CATANIA FRANCESCO CAUSI NICOLA CECILIO RITA CERVINI ARMANDO CIANGOLA NADIA CICCULLO ANGELO ROSARIO CILEA FRANCESCO CINCI STEFANO COGGIATTI ALESSANDRO COLANTONIO GIANNI COLAPIETRO DANIELE COLASANTI ROBERTO COLASUONNO MASSIMO COLINDRI SANDRA COLMAYER ARCANGELO COLUZZI GIANCARLO CONTI PATRIZIO COPPOLA MARIA ANTONIA CORRADO ANTONIO COTRONEO MARIA ROSA COZZOLINO LUIGI CRAUS VINCENZO CROCE PATRIZIA D AGOSTINO CARLO D AGOSTINO CONCETTA D AMORE MARIANGELA DANDINI ROBERTO D ANTONI ELEONORA DE ANGELIS GIOVANNI DE SIMONE CARMEN DE TOMA CARLO DEL DUCA ANDREA DEL MONTE CARLA DI CARLO ALDO DI CARLO MAURO DI CELESTINO GIUSEPPE DI CESARE ALESSANDRO DI DIO VALTER DI FABIO SONIA DI LORENZO ANGELO DI MANNO DONATO DI MARCO ALBERTO DIELI MASSIMO D OFFIZI MAURO DOMIZIANI PAOLA D OTTAVI PATRIZIO DOVIS MARINA DRAGO ROBERTO DRAGONE MASSIMO EVANGELISTA ANTONIO FABI FABIO FABRIANI GIOVANNI FACCHINI ORLANDO FAZI ROBERTO FEDERICO RICCARDO FELICIOLI MAURIZIO FERNANDEZ LUIGI FERRINI MANLIO FONTANA FAUSTO FRACASSA ROLANDO FRANCESCONI DOLORES FRANCO PAOLO FRANTI GIOVANNI FRANZESE SILVANA FURBETTA CLAUDIO FUSERINI ROSARIA GALIZI FERDINANDO GALLO FRANCESCO GASPERI ALCIDE GENTILINI SERGIO GENUARDI SALVATORE GERMANI MARIALUISA GERONZI MARCO GIAMMARINI ANTONIO GIANNINI MASSIMO GIANSANTI ROBERTO GIUSEPPINI LUIGIA GRASSO MARTINA GRAZIANI RENZO GRELLA ALESSANDRO GRILLO DOMENICO GUADAGNO ALESSANDRO GUIDOTTI VITTORIO GURRIERI MARIA INNAMORATO PAOLO ROCCO LA RICCIA MATTEO LACQUA MARIA RITA LANCIA MARCELLO LANCIANESI PIETRO LANZONI CLAUDIO LEONE MASSIMO LEVERINI VALERIO LIBURDI ANGELO LISTA GIAMPIERO LOMASTO VINCENZO LOMBARDI MARCO LUCERTINI CLAUDIO LUCIANELLI ROBERTO LUGARI MAURO LUONGO BARTOLOMEO MACCOLINI ELIANA MAGLIOZZI ENZO MAMPRIN ALESSANDRO MANCINI FRANCESCO MANCINI GIOVANNA MANCINI SANDRO MANCUSO CLAUDIO MANNA MARIO MANZONI STEFANO MAROZZI PATRIZIA MARSILI BRUNO MARTELLA LUCIO FAUSTO MARTINI RENATO MARTORELLI ARMANDO MARTORELLI FRANCESCO MARZOCCHI FRANCESCO MASSARELLI MASSIMO MASTRELLA ANGELA MASTRODICASA RINALDI F. MATERA CLOTILDE MATTIA CESARE MAURO GIANCARLO MAZZAGLIA ROSSELLA MAZZUCCA MARIO MENDITTO LUIGI MEO ROBERTO MERUCCI MONICA MICUCCI CECCHI NICOLA MINGO FABIO MIRTI MAURO MOLEA VALERIO MONDARINI GIANPIERO MONTANO LUCIANO MONTI FRANCESCO MORICHETTI CLAUDIO MORISCO ERMINIA MOSCARIELLO ANTONIO MOSSENA ENRICO MUGIONE ALFONSO NAPOLEONI MASSIMO NARDI LATINO NARDINI TASSINI DANIELA NARDUZZI ANTONIO NEGRISOLI MASSIMO A. NERI CLAUDIO NICOLINI GIOVANNI NOBILI D AVACH ALESSANDRO NOCERA GIUSEPPE NORCIA ARTURO OREFICE GIOVANNI ORLANDINI CLAUDIO ORTUSO DIEGO PACE SERGIO PACIFICI UMBERTO PALMIZIO IVANIA PAOLINI MASSIMO PASSA AURORA PASSARANI MAURO PASSEGGERI MASSIMO PASSERI ALBERTO PATTERI PIETRO GIORGIO PELLEGRINO VINCENZO PELONE BRUNO PENNISI SILVIO PEPERONI LIVIO PERRONE MARIO PERSILI ADRIANO PERUZZI LUCIANO PETTIGLI ANTONIO PEZZELLA DONATO PIACENTINI MARISA PICCOTTI ROBERTO PIERINI ALDO PIERLORENZI DOMENICO PIERONI VIVIANA PIETROBONO GIANCARLO PIGNOLI LAMBERTO PIRCHI ALFREDO PIREDDU MARINA POLESE CLAUDIO POMPILI PLAUTILIA PROIETTI MICHELE PROIETTI OSVALDO RALLI ROBERTO RAPONE MASSIMINO RASTELLI GIOVANNI 15

18 16 REGINI ROBERTO REI RITA RIGANTE PANTALEO ANTONIO RINALDI PATRIZIA RIPOSATI CLAUDIO ROCCA LEONARDO ROCCO ANTONIO RODDI LUCIANO ROVAI STEFANO RUDI PASQUALE RUSSO ALDO RUSSO CARLO SALVADOR DIANA SANNIBALE ORETTA SAPONARA PATRIZIA SAPUPPO VALERIA SARGENTI LUCIA SBARRA SAVINO SCAFATI MASSIMO SCARAFONI FRANCO SCARSELLA PASQUALE G. SCIMIA PATRIZIO SERAFINI ENZO SETTIMI SILVIO SILVESTRI PIETRO SONNINO BELLINA SPADONI SERGIO SPALICE EMANUELE SPARACCA GIANCARLO SPLENDORI LOREDANA SPOLVERINI ROSELLA STELLINO EMANUELA STINGONE MAURIZIO STRACCAMORE CONSIGLIA STRADOTTO MAURO STRAMAGLIA ALESSANDRO SULPIZI GABRIELE TABOLACCI PIETRO TAGLIONI ARDUINO TEMPESTINI PAOLO TERZINO LIVIO THEODOLI STEFANIA TISCI CLAUDIO TOMASSETTI CARLO TOSTI UBALDO TRECCA MAURIZIO TROILO CARMINA TROMBETTA PIETRO TUMMOLO LEONARDO TURSI UMBERTO UGHETTA MASSIMO VACCA MARCELLO VALENTE EDUARDO VALENTINI ALBERTO VALENTINI CESARE VANNUTELLI MAURO VARRONE FABIO VASTA ALFONSO VELLUTI ALBERTO VENTURA FABRIZIO VIDETTA VINCENZO VITALE FRANCESCO G. VITTURINI ADELMO VUMBACA MARIA ZIANTONI MAURIZIO Anzianità 35 anni ADAMI GIULIO AGOSTINUCCI ROBERTO ALLEGRETTI PATRIZIA AMALFI MAURIZIO ANGELINI MARIA GIOIA ANTOBENEDETTO MASSIMO APOLLONIO MARIA G. BARBAGIOVANNI PISEIA S. BEDINI GIORGIO BENAMATI RENATO BOCCI GIANCARLO BOTTICELLI GIULIANO CACIALLI ROSSANA CAIRA GIAMPAOLO CALCERANO NINFA CALOROSO CARLO CARBONE ANGELO CARTOCCI FRANCO CASORIA PAOLO CAVATASSI RENATO CERTELLI SALVATORE CHIAPPINI CLAUDIO CIANI MARIA GRAZIA CICCOLELLA FRANCESCO CICCOLELLA GIANFRANCO CILIBERTI FRANCA CIMMINO GABRIELLA COCCIOLO LUIGI CODISPOTI ANTONIO COMANDINI STEFANO COMISI LORENZO CORONA ENRICO COSTABILE FLORA COZZI FILIPPO D ALEO FAUSTO D AMICO GIANCARLO DE GIORGI STEFANO DE SANCTIS CAMILLA DENNI ENRICO DERGNEVICH VALTER DI MURO FRANCESCO DI PARIDE ANTONIO FABRO NELLO FELLA VITTORIO FLAMINI GIOVANNI GALENO GUIDO GENTILEZZA UGO GIULIANELLI RENATO GRANERI ARTURO GRECO LUCIANA GRECO RENATO GUARDIGLI GIORGIO M. GUARNERA SEBASTIANO IACONO SIMONETTA LABATE FRANCESCA LAMBIASE FRANCESCO LARIA MICHELE LATINI ROBERTO LISENA PIETRO MANTOVANI AMALIA MARIANI ALDO MARUZZO CLAUDIO MATTEUCCI RITA MAZZEI CESARE MENICHETTI MAURIZIO MEZZETTI VITTORIO MICARELLI FAUSTO MICELI GIUSEPPE MORETTI GIOVANNI MOVIZZO PAOLO NARDINI MAURO NAVARRA NELLY NENCI DARIO NOBILE GIUSEPPE ONORATI CELSO SERGIO OVIDI GIORGIO OVIDI LILIANA PALMIERI PIETRO PALMIGIANI LORENA PELLICCIARI MARIA LAURA PERIFI VITTORIO PIERGUIDI ARMANDO PIETRANGELI ROBERTO POLI MARCELLA POZZI OLIVIERO PREZIOSI PASQUALINO PROIA PIETRO RAMADU GIOVANNA RECHICHI GIOVANNI ROSSI MARIA DANIELA SALVAGIO ANNA MARIA SANTELLI ANNA SEVERI SEVERIANO SPINELLI MICHELE ANGELO TIRACORRENDO GIUSEPPE TOPPI VALTER UTTARO FRANCESCO VALENTINI LOREDANA VALERI GIULIA VALIDO CARMELA VARI ELISABETTA VERGINI DANIELA VIZZI LUCIA VOLPI MARIO

19 GOCCE LEGISLATIVE di Luciano Stoppa indiritto Continuiamo la rubrica che apre le finestre su principali leggi, sentenze, decreti o quant altro possa interessare i nostri Soci ed il loro ambiente familiare, condominiale, lavorativo, economico, ecc. Come già precisato, non possiamo qui pubblicare per intero le normative, le sentenze,i decreti, le circolari, ecc. ma ci limitiamo a darne il succo con alcuni riferimenti (es.: n della G.U.- estremi della Circolare,ecc.) utili per ricercare ed approfondire maggiormente l argomento. Balconi sporgenti I c.d. balconi aggettanti (o sporgenti) rispetto all edificio, non costituiscono parti comuni dello stesso, ma sono un prolungamento della proprietà individuale dell appartamento soprastante (a differenza dei balconi c.d. a livello o a castello incassati e inglobati nel corpo dell edificio, i quali, invece, sono parti condominiali). Ne consegue che il proprietario dell appartamento inferiore, nel primo caso, deve ottenere il previo consenso del proprietario dell appartamento superiore per poter agganciare le tende da sole al balcone soprastante sporgente. (così si è espressa la Corte di Cassazione sent /2007). La reversibilità ed il lavoretto La pensione ai superstiti è disciplinata dall articolo 13 del RDL n. 636/1939, nel testo sostituito dall articolo 22 della legge n. 903/1965. Il comma 3 del novellato articolo 13 stabilisce che la reversibilità spetta ai figli superstiti che risultino a carico del genitore al momento del decesso e non prestino lavoro retribuito; e su questo aspetto ricordiamo la Corte costituzionale da tempo (cfr. sent. n. 42/1999) ha chiarito che:...il riferimento alla prestazione di un indistinto lavoro retribuito, quale causa di esclusione della quota di pensione, non può riguardare attività lavorative precarie, saltuarie e con reddito assai basso, ma solo le normali prestazioni durature e con adeguata retribuzione. Pertanto, nel caso in cui svolga una attività di modesto rilievo, per la quale percepisca una remunerazione esigua, l orfano non perde la sua prevalente qualifica di studente ; sicché la eliminazione totale o anche la semplice decurtazione si risolverebbe in una sostanziale lesione del diritto allo studio.... Se c è l ok il fax si presume arrivato I documenti trasmessi via fax si presumono giunti al destinatario se il rapporto di trasmissione indica che il loro invio è avvenuto regolarmente. Il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio (sent. n 5113 del 2008) così si è espresso ed ha chiarito che, quando i dati si trasmettono via fax, se il rapporto di trasmissione indica che questa è avvenuta correttamente, si presume che il destinatario ne sia venuto a conoscenza, a meno che non provi l esistenza di un cattivo funzionamento dell apparecchio ricevente o di una sua rottura che abbia impedito l effettiva comunicazione, mentre il mittente non deve fornire alcuna ulteriore prova sull invio. Omissione di soccorso Il codice della strada all art. 189, laddove descrive la condotta che l utente della strada deve tenere in caso di incidente comunque ricollegabile al suo comportamento, prevede, chiaramente, l obbligo di fermarsi in ogni caso, cui si aggiunge, allorché vi siano persone ferite, quello di prestare loro assistenza. Orbene la Corte di Cassazione (sentenza n 41962/2006) ha ribadito questo obbligo precisando (ndr - è importante!) che ai fini della punibilità per questa omissione è rilevante il solo fatto di essersi allontanato ancorché le lesioni patite dalle persone siano lievi o non riscontrabili. 17

20 18 insieme AA.VV. GIRARE GIRARE Visite guidate in Roma di G. Gargano Con una splendida Ottobrata Romana abbiamo ripreso le visite in città, visitando:villa Torlonia ed in essa il Casino Nobile riaperto al pubblico nel 1997 dopo lunghi restauri; deve il suo aspetto all intervento, prima, di Giuseppe Valadier, (circa 1802), e poi ( ) a Giovan Battista Caretti che aggiunse il maestoso pronao della facciata; molti pittori lavorarono alla sua decorazione, quali Podesti e Coghetti, Villa Torlonia oltre a scultori e stuccatori della scuola di Thorvaldsen e Canova. Quando, dal 1925 al 1943, nella Villa risiedette l allora Capo del Governo, nel piano interrato furono realizzati un rifugio antigas ed un bunker antiaereo. L edificio ospita sculture, dipinti e arredi d epoca, molto apprezzati dai Soci che, al termine, hanno effettuato una dolce passeggiata tra i viali del parco. Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali Il Museo dei Fori Imperiali nei Mercati di Traiano è legato topograficamente e concettualmente al grandioso sistema urbanistico dei Fori Imperiali. Situato lungo le pendici del Colle Quirinale, inaugurato nell autunno del 2007, dopo due anni di importanti restauri, costituisce il primo museo di architettura antica ed espone ricomposizioni di partiture della decorazione architettonica e scultorea dei Fori ottenute con frammenti originali, calchi e integrazioni modulari in pietra secondo la scelta museografica della riversibilità. Il percorso espositivo, situato su tre livelli, si snoda partendo dalla Grande Aula del Corpo centrale per finire nel Grande Emiciclo con la sezione del Foro di Traiano. Mostra su BELLINI Bellini Madonna con il Bambino Giovanni Bellini (1435 circa 1516) visse al centro di una famiglia di artisti( era figlio del celebre Jacopo, fratello di Gentile e cognato di Andrea Mantegna) e di un operosissima bottega, oltre che in una città come Venezia, nella quale circolavano Antonello da Messina, Giorgione, Tiziano, Leonardo e tutti gli artisti più grandi del momento. A lui, infatti, a Messer Zuan Bellin (il Giambellino come veniva chiamato), il maestro di tutti, dobbiamo capolavori in grado ancora oggi di colpirci profondamente per aver colto lo spirito del tempo e le profonde rivoluzioni culturali allora in atto, attraverso la commovente poesia delle figure e del paesaggio, oltre che una sempre rinnovata freschezza d invenzione. Alle Scuderie del Quirinale, sede della Mostra, i Soci hanno potuto ammirare non solo le famose Madonne e le tante rappresentazioni sacre e profane, ma, per la prima volta, alcune straordinarie pale d altare, come quella con il Battesimo di Cristo eseguita per la chiesa della Santa Corona a Vicenza e la stupefacente Pala di Pesaro, oggi conservata ai Musei Vaticani; tutto questo è stato possibili grazie al concorso dei più importanti musei del mondo, delle Soprintendenze italiane, delle Curie ecclesiali ed alla grande collaborazione della città di Venezia.

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 Sortino Consuelo Pisano Antonino Impellizzeri Giulia Petriglieri Emilio Silvestro Federica Ciadamidaro Rocco graphic design 3 / triennio lunedì

Dettagli

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Nominativo / SCS AZIONINNOVA SPA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BOLOGNA UNIVERSITA' LA

Dettagli

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc.

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc. Classe: 3A TERZE E QUARTE NUOVO ORDINAMENTO LICEO SCIENTIFICO STATALE "P. RUGGIERI" MARSALA 1 ANGILERI VITO 11/02/1999 2 ARISTODEMO MARCO 17/03/1999 3 BONFRATELLO SAMUELE 26/06/1999 4 CAMAGNA MICHELE 12/05/1999

Dettagli

Elenco candidati ammessi al collquio per il conferimento dell'incarico di responsabile Ufficio "Stampa" (Determinazione n. 117 del 25/02/2014)

Elenco candidati ammessi al collquio per il conferimento dell'incarico di responsabile Ufficio Stampa (Determinazione n. 117 del 25/02/2014) Elenco candidati ammessi al collquio per il conferimento dell'incarico di responsabile Ufficio "Stampa" (Determinazione n. 117 del 25/02/2014) Caschera Finanzio AMMESSO De Ritis Gianni AMMESSO Degl'Innocenti

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI LISTE REGIONALI SEZ. 1 SEZ. 2 SEZ.3 SEZ.4 SEZ. 5 SEZ. 6 SEZ. 7 SEZ. 8 SEZ. 9 SEZ. 10 SEZ. 11 SEZ. 12 SEZ. 13 TOTALE LISTA N. 1 CANCELLERI Giovanni Carlo 72 103 104 106 70 53 90 91 59 86 77 89 96 1096 LISTA

Dettagli

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Area Affari Generali Servizio Società Partecipate INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Di seguito si riportano i dati relativi alle partecipazioni in società

Dettagli

ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE

ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE A.S. 2013-14 ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE SCUOLA INFANZIA COLLE INNAMORATI Doc. curricolari Sostegno IRC Sezione A Cattelan Cristina Ranieri Paola (antimer.)

Dettagli

1. CINELLI ANNA MARIA 15/04/57 PN 151,00

1. CINELLI ANNA MARIA 15/04/57 PN 151,00 INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 NOTA ESPLICATIVA I PUNTEGGI PER I DOCENTI INCLUSI NELLA PRESENTE GRADUATORIA SONO DETERMINATI NEL SEGUENTE MODO: 1) PER I DOCENTI GIA' TITOLARI SULLA

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

DETERMINAZIONE N 1 DEL 2009

DETERMINAZIONE N 1 DEL 2009 Oggetto: approvazione graduatoria finale della selezione pubblica per titoli per il reperimento di figure professionali necessarie al funzionamento dell ufficio di Piano e per attività e servizi previsti

Dettagli

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1 Posti disponibili A 245 CIACCI Angela pos.214 punt.70,20 CHEILAN Claria Marie pos.221 punt.70,00 MELLI CREMONINI Elisabetta pos.210 punt.70,50 MUCCHINO Valentina pos.212 punt.70,30 APPIGNANESI SIMONA pos.224

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI Giovedì 28 agosto 2014: inizio operazioni ore 10,00 PROV. 1 CISCO EMANUELA 02/02/1982 VI 2 RONCAGLIA FRANCESCA 06/03/1983 VI 3 PAGLIAMINUTA

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO AMBITO VII - PROVINCIA DI TERAMO

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO AMBITO VII - PROVINCIA DI TERAMO A016 - COSTR. TECNOL. CECI EUSTACCHIO FAUSTO 15/09/1963 DOTAZIONE ORGANICA PROV. 114,00 UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO AMBITO VII - PROVINCIA DI TERAMO A017 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI ABATUCCI

Dettagli

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale CDS Master Organizzazione: Trionfo Ligure - Genova RISULTATI 100 METRI MASTER F Serie Unica VILLA GENTILE - 18 Maggio 2013 Ora Inizio: 16:26 - Vento: +0.4 1 4

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

LICEO GINNASIO "I. KANT" IV A V A. Composizione Consigli di Classe A.S. 2011-12. Classe: CINTI MARIA CARLA. Italiano GALLORO FELICIA.

LICEO GINNASIO I. KANT IV A V A. Composizione Consigli di Classe A.S. 2011-12. Classe: CINTI MARIA CARLA. Italiano GALLORO FELICIA. LICEO GINNASIO "I. KANT" Composizione Consigli di Classe A.S. 2011-12 IV A CINTI MARIA CARLA GALLORO FELICIA CINTI MARIA CARLA CINTI MARIA CARLA TEDESCHINI ALESSANDRA CRISTOFORI PAOLA MATTONI ANNAMARIA

Dettagli

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 Poschiavo, 14 febbraio 2014 PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 L assemblea generale ordinaria del 2015 si è svolta presso il ristorante La Tana del Grillo a Pedemonte, in data 31 gennaio

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA Graduatoria Docenti aspiranti all UTILIZZAZIONE nei LICEI MUSICALI Anno Scolastico 0/ Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA sul posto o sulla quota orario assegnata nell anno scolastico 0/ (docenti titolari

Dettagli

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014.

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014. Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014 Editrice Comitato scientifico: Elisabetta BERTACCHINI (Professore

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

PUNT. TOT. DICHIARATO PREC.

PUNT. TOT. DICHIARATO PREC. 1 A016 NUCIFORA LAURA 24/06/1962 205,00 ITG JUVARA SIRACUSA 1 A018 LASAGNA GIORGIO 11/09/1956 DOP 200,00 LIC.ART. NOTO 2 A018 GULINO MARIA TERESA 06/08/1961 DOP 118,00 LIC.ART. LENTINI 3 A018 INTERLANDI

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

D E C R E T A 3 D ADDARIO TEODOLINDA AD01 ITC CASALBORDINO 5 DI BIASE LUCIA AD01 IM LANCIANO 6 DI BLASIO TERESA AD01 ITIS VASTO

D E C R E T A 3 D ADDARIO TEODOLINDA AD01 ITC CASALBORDINO 5 DI BIASE LUCIA AD01 IM LANCIANO 6 DI BLASIO TERESA AD01 ITIS VASTO Prot. n. AOOUSPCH2813 IL RESPONSABILE DELL UFFICIO VI VISTO il proprio atto n. 2462 del 22 luglio 2013, con il quale sono stati individuati i posti di sostegno agli alunni in situazione di handicap negli

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014

Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014 Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014 Tipo Posto Cod. Tipo Posto Posto Cognome Nome Punteggio COMUNE AN 1 VICARI

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

In cl. Ri s. Cod. Tip o. Su ppl en za

In cl. Ri s. Cod. Tip o. Su ppl en za Cod. Tip o In cl. Ri s Post o Cognome Nome Data Nascita Punt eggi o AN 1 PROIETTI MANCINI SIMONA 30/09/1975 200 AN 2 CALCATERRA LUCIA 24/09/1969 198 AN 3 COPPOLA MARIA TERESA 25/06/1962 196 AN 4 MARCON

Dettagli

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er.

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er. Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co Tipo d. Incl. Po Posto Tip o Ris sto Cognome Nome Data Nascita Prov.

Dettagli

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE)

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE) Brochure Montesilvano 2015 30/07/15 12: Pagina 1 Associazione Italiana Operatori Sanitari di Stomaterapia INCONTR- 2015 Certificazione EN ISO 9001:2008 IQ-0905-12 per formazione ed aggiornamento COMPETENZE

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

A012 PORRECA Patrizia A058-A060-A074 Pisticci 101 95 95 DOP. A016 COLLETTA Olga Ren. A072- Sostegno Policoro 46 40 Senza sede

A012 PORRECA Patrizia A058-A060-A074 Pisticci 101 95 95 DOP. A016 COLLETTA Olga Ren. A072- Sostegno Policoro 46 40 Senza sede Altra Classe di Sede e A012 PORRECA Patrizia A058-A060-A074 Pisticci 101 95 95 DOP A016 COLLETTA Olga Ren. A072- Sostegno Policoro 46 40 Senza sede A017 GAUDIANO Domenico A039 ITC"Ol."MT 299 Matera 305

Dettagli

CLASSE DI CONCORSO:A019 DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMIC. CLASSE DI CONCORSO:A024 DISEGNO E STORIA DEL COSTUME

CLASSE DI CONCORSO:A019 DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMIC. CLASSE DI CONCORSO:A024 DISEGNO E STORIA DEL COSTUME CLASSE DI CONCORSO:A017 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI BARONI SILVANA 06/03/1962 VV 262,00 C D DI VITO GREGORIO 12/09/1957 VV 193,00 C D DRAMISSINO ROSALBA 07/06/1960 CS 176,00 C D ** FIAMINGO ANTONIA

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE PER LA PROVINCIA DI PESCARA

AMBITO TERRITORIALE PER LA PROVINCIA DI PESCARA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale ABRUZZO Ufficio V AMBITO TERRITORIALE PER LA PROVINCIA DI PESCARA Prot.n 4580 Pescara, 25 agosto 2010 I L RESPONSABILE

Dettagli

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi)

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) Autorizzazione/Atto Contenuto Destinatario Documentazione ANNA MARCHI MAZZINI Autorizzazione

Dettagli

Modalità di selezione. Modalità di affidamento

Modalità di selezione. Modalità di affidamento UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE Ufficio X A.T.P. DATA COMPILAZIONE 23.10.2014 e della Ricerca ELENCO DEGLI INCARICHI RETRIBUITI E NON RETRIBUITI CONFERITI O AUTORIZZATI DALL'AMMINISTRAZIONE AL PERSONALE DIRIGENZIALE

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

Tip olo gia Gr. Cod. Tip o. Incl. Ris

Tip olo gia Gr. Cod. Tip o. Incl. Ris Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Infanzia BRIC82200P- SECONDO ISTITUTO COMPRENSIVO-SAN VITO DEI NORMANNI Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 30/09/2014 Tipo Posto Cod. Tip

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Con l Europa investiamo nel vostro futuro

Con l Europa investiamo nel vostro futuro Facilitatore ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE ELENA DI SAVOIA PIERO CALAMANDREI ISTITUTO TECNICO STATALE TECNOLOGICO ECONOMICO CHIMICA MATERIALI E BIOTECNOLOGIE SANITARIE AMBIENTALI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

COGNOME NOME DATA NASCITA PRV NASCITA PUNT. UTI PUNT. EXTIT SCUOLA DI RICONF. COD. PREC CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T

COGNOME NOME DATA NASCITA PRV NASCITA PUNT. UTI PUNT. EXTIT SCUOLA DI RICONF. COD. PREC CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 CLASSE DI CONCORSO:A017 DISCIPLINE ECONOMICO AZIENDALI ANZIVINO MARILENA 07/12/1968 FG 30,00 0,00 CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

GRADUATORIA DEFINITIVA (rif. Bando prot. 1738/C7 del 09/05/2014) Alessandria, 28 luglio 2014 - prot. 2820/C7 ARCHI (VIOLINO JAZZ) - IDONEI

GRADUATORIA DEFINITIVA (rif. Bando prot. 1738/C7 del 09/05/2014) Alessandria, 28 luglio 2014 - prot. 2820/C7 ARCHI (VIOLINO JAZZ) - IDONEI GRADUATORIA DEFINITIVA (rif. Bando prot. 1738/C7 del 09/05/2014) Alessandria, 28 luglio 2014 - prot. 2820/C7 ARCHI (VIOLINO JAZZ) - IDONEI NOME PUNT. ARTISTICO TOT TITOLI DI STUDIO TITOLI DI SERVIZIO PUNT.

Dettagli

Progetti POF 2013-2014

Progetti POF 2013-2014 Infanzia PITEGLIO Apolito Teresa Pellegrineschi Marzia Zini Miriam Rappresentiamo le feste I frutti del bosco Il girotondo della salute Infanzia CUTIGLIANO Ferrari Sandra Infanzia S.MARCELLO Lori Melani

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Sup. Co d. Tip o. Tip olo gia Gr. Inc l. Ris. Po sto. Tipo Posto

Sup. Co d. Tip o. Tip olo gia Gr. Inc l. Ris. Po sto. Tipo Posto Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria BRIC82200P- SECONDO ISTITUTO COMPRENSIVO SAN VITO DEI NORMANNI Data Produzione Graduatoria Definitiva: 08/11/2014 Tipo Posto Co d. Tip

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

TOT SEDE ASSEGNATA PUNTI 1 DSGA QUATTRINI ROBERTA 581 I.I.S. CAVAZZI PAVULLO N/F FIGLI INF ANNI 6

TOT SEDE ASSEGNATA PUNTI 1 DSGA QUATTRINI ROBERTA 581 I.I.S. CAVAZZI PAVULLO N/F FIGLI INF ANNI 6 1 DSGA QUATTRINI ROBERTA 581 I.I.S. CAVAZZI PAVULLO N/F 1 DSGA CARIDI MASSIMO 24 16 40 DD 1 CIRCOLO MODENA 2 DSGA LERA GIORGIO FRANCESCO 24 24 IC SAN CESARIO S/P 3 DSGA PETRUZZO ANTONIETTA 24 24 IC FERRARI

Dettagli

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015 ORDINE DEI SANTI MAURIZIO E LAZZARO Delegazione Gran Magistrale della Sardegna SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

Dettagli

ACCETTAZIONE O RINUNCIA FIRMA(*)

ACCETTAZIONE O RINUNCIA FIRMA(*) Prot. AOOUSPNO 5969/U Novara, 22/08/2013 IL DIRIGENTE la CM n. 8004 del 02/08/2013 e il relativo contingente assegnato a questa provincia per l attribuzione di contratto a tempo indeterminato per il PERSONALE

Dettagli

Viale E. Fermi, 105 20900 Monza tel: 039/262.30.1 - fax: 039/2140074 brianzacque@legalmail.it www.bianzacque.it

Viale E. Fermi, 105 20900 Monza tel: 039/262.30.1 - fax: 039/2140074 brianzacque@legalmail.it www.bianzacque.it Committente: Viale E. Fermi, 105 20900 Monza tel: 039/262.30.1 - fax: 039/2140074 brianzacque@legalmail.it www.bianzacque.it Viale E. Fermi, 105 20900 Monza tel: 039/212251 - fax: 039/2109334 http//www.alsispa.it

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Il Mobile Significante 2015 XII edizione

Il Mobile Significante 2015 XII edizione Internazionale Fondazione Aldo Morelato sull arte applicata nel mobile. Il Mobile Significante XII edizione I Luoghi del relax 2.0 oggetti d arredo per il relax domestico Art. 1 Tema del concorso Lo spazio

Dettagli

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira Sardegna Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas Su Balente e sa Emina con Michelangelo Pira presentazione di Bachisio Bandinu Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore.

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. L ASCENSORE Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. Cosa fare? Cosa non fare? Questo pieghevole è offerto dal vostro ascensorista

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : MATERA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : MATERA GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

Prot. n. 4582/1 Foggia, 20.8.2013 IL DIRIGENTE

Prot. n. 4582/1 Foggia, 20.8.2013 IL DIRIGENTE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la PUGLIA Direzione Generale Ufficio IX Ambito Territoriale Foggia Prot. n. 4582/1 Foggia, 20.8.2013 IL DIRIGENTE

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA PUGLIA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : FOGGIA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA PUGLIA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : FOGGIA GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio XIII - Cremona Prot. MIUR AOO USPCR RU/5402 Cremona, 30 Agosto 2012 IL DIRIGENTE VISTO il

Dettagli

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Prof. PAOLO SECLÌ Docente di Attività motoria per l età evolutiva

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ A) ASPETTI GENERALI SU CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD na Carta di Credito TOP senza uguali sul mercato. Per gli Associati che non vorranno o non potranno avere

Dettagli

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) 1 LA LUCE NELLA STORIA Nell antica Grecia c era chi (i pitagorici) pensavano che ci fossero dei fili sottili che partono dagli

Dettagli

PROCEDIMENTI RELATIVI AI REATI PREVISTI DALL ARTICOLO 96 DELLA COSTITUZIONE TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE... 3 TRASMISSIONE DI DECRETI DI

PROCEDIMENTI RELATIVI AI REATI PREVISTI DALL ARTICOLO 96 DELLA COSTITUZIONE TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE... 3 TRASMISSIONE DI DECRETI DI PROCEDIMENTI RELATIVI AI REATI PREVISTI DALL ARTICOLO 96 DELLA COSTITUZIONE TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE... 3 TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE PARZIALE... 5 DOMANDE DI AUTORIZZAZIONE

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Coordinatore Settore Civile Tel.081.223.9787 Torre A - 24 piano

Coordinatore Settore Civile Tel.081.223.9787 Torre A - 24 piano CANCELLERIE DEL SETTORE CIVILE DELLA CORTE DI APPELLO DI NAPOLI ( CENTRO DIREZIONALE) Coordinatore Settore Civile Tel.081.223.9787 Torre A - 24 piano 1^ sezione civile Tribunale Acque Pubbliche Sezione

Dettagli

CI INTERESSA visione, strategia, politiche

CI INTERESSA visione, strategia, politiche CI INTERESSA visione, strategia, politiche 45 Convegno Santa Margherita Ligure Grand Hotel Miramare 5 6 giugno 2015 La politica e le politiche sono cose molto diverse. La prima troppo spesso sembra attenta

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media Commissione 1 - COMMISSIONE AFFARI ESTERI (AFET) CHAIR: Ilaria BLASUCCI, Alessandro IANNAMORELLI TOTALE INCONTRI: CALCIOTTI LUDOVICA VAIANA VALENTINA DI CASTRO MATTEO VERNICA DIANA LE LUCA MARIANNA SBARDELLA

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

1 - via Botticelli 11/15(ACCETTATO) 2 - VIA SCOTELLARO 19(CANCELLATO PER ACCETTAZIONE) 1 - via Botticelli 11/15(ACCETTATO) 2 - via Paisiello 42

1 - via Botticelli 11/15(ACCETTATO) 2 - VIA SCOTELLARO 19(CANCELLATO PER ACCETTAZIONE) 1 - via Botticelli 11/15(ACCETTATO) 2 - via Paisiello 42 SCUOLA : via Botticelli /5 P.C. S. Giuseppe lavoratore / 00555 ANNO SCOLASTICO : 05/06 DATA GRADUATORIA : 30/03/05 PUBBLICATA Ver. 0 FASCIA DI ETA' DAL : 0/0/00 AL : 3//0 PRIORITA' ASSOLUTA 30/08/0 690

Dettagli

Deliberazione n. 18 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE

Deliberazione n. 18 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE Protocollo RC n. 21857/08 Anno 2008 VERBALE N. 9 Deliberazione n. 18 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE Seduta Pubblica del 12 febbraio 2008 Presidenza: CORATTI L anno duemilaotto,

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli