4/5. sottotraccia NOI CON VOI. Assemblea. Ordinaria ª CONVOCAZIONE Domenica 19 Aprile 2015 ore 9.00

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "4/5. sottotraccia NOI CON VOI. Assemblea. Ordinaria 2015. 2ª CONVOCAZIONE Domenica 19 Aprile 2015 ore 9.00"

Transcript

1 PERIODICO A CURA DELLA BANCA DI BEDIZZOLE TURANO VALVESTINO Numero 71 Marzo-Aprile 2015 Anno XIII sottotraccia Assemblea NOI CON VOI Poste Italiane Spedizione in A.P. - 70% - Brescia Ordinaria ª CONVOCAZIONE Domenica 19 Aprile 2015 ore Crociera Mediterraneo 4/5 Soggiorno Mare Bellaria Iniziativa Soci Artigiani & Agricoltori Teatro don Gorini BEDIZZOLE Piazza XXV Aprile, 6 9 w w w. b e d i z z o l e. b c c. i t

2 noi con voi soci Giorgio Venturini Direttore Generale E un bilancio economico, ma anche sociale e commerciale di segno positivo quello che verrà presentato nella Assemblea dei Soci del prossimo 19 aprile Come avevamo avuto modo di anticipare commentando la semestrale 2014, l esercizio che ci siamo lasciati alle spalle segna un giro di boa rispetto all anno orribile 2013, con la nostra BCC che ritorna a conseguire un risultato economico positivo. Un utile economico che conforta al di là del puro aspetto quantitativo poiché è accompagnato da tutta una serie di ulteriori segnali di fiducia e di discontinuità rispetto al recente passato. Crescono infatti i clienti, i soci, soprattutto i giovani e le donne, si sviluppano i servizi di investimento e di pagamento, continuano a crescere gli strumenti della banca elettronica. La continuità con gli esercizi precedenti, e con le perduranti difficoltà del tessuto economico, è viceversa confermata dal peso degli accantonamenti prudenziali che anche nel 2014 hanno pesato per circa 7 milioni di Euro. Il sostegno al territorio sul fronte del credito erogato segna a fine 2014 un montante di 458 milioni di Euro, in minore contrazione rispetto ai dati creditizi provinciali. Aumenta il numero dei mutui concessi sul 2013 che segnano quota 885 per un totale erogato di circa 50 milioni di Euro. Particolare attenzione è stata dedicata al sostegno delle famiglie sul fronte del credito. Solo nel corso del 2014 sono 100 i mutui prima casa erogati alle famiglie per un totale di oltre 12 milioni di Euro. Sostegno alle famiglie che si è rivolto anche alle situazioni di momentanea difficolta: sono 70 le moratorie sul pagamento dei mutui accolte solo nel 2014, a cui si è affiancato lo strumento del Microcredito, attivato in collaborazione con la Caritas bresciana e la Fondazione Tovini, a sostegno di situazioni di particolare disagio economico. Sul fronte delle piccole e medie imprese è proseguita l attenzione della BCC, che per il 2014 si è particolarmente focalizzata sulla qualificazione del comparto estero, a cui è stata nell anno destinata una risorsa aggiuntiva dedicata allo sviluppo e alla consulenza alla clientela, in collaborazione con ICCREA Banca e con il consorzio Brescia Export. Buoni anche i risultati scaturiti dalla collaborazione con ICCREA Banca Impresa sul fronte dei mutui impresa con garanzia del Medio Credito Centrale e delle diverse convenzioni con le cooperative di garanzia. E inoltre proseguito, anche per le imprese, l accordo ABI per la sospensione delle rate mutuo. E il comparto servizi quello che misura in maniera più evidente dà il segno di un punto di svolta, non solo della BCC, ma anche dello stato di salute del nostro territorio. Crescono dell 8 % le carte di pagamento, così come nella stessa misura i servizi della banca on-line. Risultati più che soddisfacenti anche per i POS (+ 18 %) e soprattutto dello sviluppo dei prodotti di Banca assicurazione che hanno più che triplicato le masse nel corso del solo esercizio scorso. Passando al risparmio della nostra clientela, la raccolta diretta si assesta a fine anno a 561 milioni di Euro, in sostanziale pareggio con l anno scorso, mentre la raccolta indiretta passa dai 61 milioni di Euro del 2013 ai 71 di fine Il rapporto tra risparmio raccolto e credito erogato si attesta all 82 % confermando come la BCC rivolga quanto raccoglie al finanziamento dell economia reale. I soci infine, che rappresentano il più forte indicatore della fiducia nella nostra cooperativa. Il 2014 ha registrato una delle più forti crescite della storia ultracentenaria della BCC con la compagine sociale che tocca le unità, con l entrata di ben 246 nuovi Soci (+ 9 %, il triplo della crescita media delle BCC italiane). Cresce e si consolida la presenza femminile (solo nel 2014, sono entrate 75 nuove socie) che a fine anno tocca il 19 % dell intera compagine sociale, praticamente un socio su 5 è donna, nel 2006 erano 1 su 10. L impegno verso i giovani Soci continua a raccogliere frutti: i giovani Soci under 30 sono in crescita e rappresentano circa il 12 % dell intera compagine sociale, mentre se consideriamo quelli fino a 45 anni, la percentuale sale a oltre il 35 %. Con questi numeri ci apprestiamo a festeggiare i 120 anni della fondazione. Numeri di tutto rispetto che mostrano come ora come allora il ruolo determinante che la Nostra BCC ha per il suo territorio e il suo radicamento. Una Bcc che vuole essere attenta ai bisogni dei propri stakeholders nel solco tracciato dai soci fondatori e dei principi dell articolo 2 dello statuto. Ma soprattutto una cooperativa pronta ad essere protagonista nelle sfide che l attendono, a partire dalla riforma in atto del credito cooperativo. Determinata a riaffermare e reinterpretare il ruolo primario che in questi 120 ha saputo realizzare affiancando il proprio territorio nella crescita economica, culturale e sociale. 2 SOTTO TRACCIA marzo aprile

3 Gentili Soci, Renata Zecchi Il Presidente come molti di voi avranno certamente osservato, nelle ultime settimane il sistema del Credito Cooperativo, insieme a quello delle banche popolari, è stato al centro dell attenzione dei media locali e nazionali a seguito delle notizie di una profonda riforma che dovrebbe interessare tutto il mondo delle BCC. Si prospetta in estrema sintesi la creazione di uno o più gruppi bancari che consentano al mondo cooperativo di garantire una migliore capacità di raccogliere capitale e un migliore efficientamento operativo dell intero sistema. Anche la BCC di Bedizzole segue con estrema attenzione il vivace dibattito che sta accompagnando il progetto di riforma del sistema delle BCC e non ha mancato di esprimere le proprie considerazioni nelle sedi opportune nelle quali è stata chiamata a dare il proprio contributo. noi con voi soci Tra queste come BCC di Bedizzole abbiamo sottolineato la necessità che il progetto di autoriforma in corso, non riduca questo passaggio epocale, che certamente segnerà un profondo cambio di direzione nella storia del movimento del credito cooperativo italiano, a un fatto puramente tecnicistico. Se è vero che la necessità contingente sia quella di rispondere ad una precisa richiesta di riorganizzazione istituzionale e funzionale sollecitata anche dalle diverse Autorità (Governo, Banca d Italia, BCE), come Credito Cooperativo crediamo non sia possibile non chiedersi e chiederci quale sia il modello identitario che sottende il puro aspetto riorganizzativoistituzionale. In altre parole, un movimento che si è sempre caratterizzato per un sistema valoriale esplicitato e vissuto, che ha fondato e la propria direzione di marcia su un insieme di carte di valori e percorsi condivisi, deve mettere al primo posto la direzione e l identità a cui intende guardare nel prossimo futuro. Non possiamo pensare che fatta la riorganizzazione istituzionale e funzionale del credito cooperativo, possiamo iniziare a occuparci solo in un secondo tempo dell identità che ne conseguirà. Per noi BCC Bedizzole parlare di identità significa preservare il DNA di una realtà cooperativa, che vuole continuare ad essere parte attiva del proprio territorio. Il 2015 si sta rivelando, come era prevedibile, un anno che chiamerà il sistema cooperativo, e con esso la BCC di Bedizzole, a scelte importanti e cariche di responsabilità. E anche l anno del 120 anniversario dalla nostra costituzione avvenuta il 12 settembre Un passaggio importante per la vita della nostra cooperativa non solo perché, come ogni anniversario significativo, consente di rimandarci ad una storia e ad un inizio che racchiude anche il senso della nostra istituzione. Ma anche perché questa ricorrenza cade in un tempo di forte cambiamento e attesa per il sistema del credito cooperativo italiano, chiamato a riformarsi e adattarsi ad un contesto economico e normativo sempre più complesso e dinamico. Un tempo che richiede a tutti coloro che vivono più direttamente la BCC, amministratori, soci e collaboratori, di saper far coesistere il patrimonio di una storia ultracentenaria con la necessità di interpretare, fin d ora e con lungimiranza, il percorso che ci attende nei prossimi anni. Se vogliamo è un modo nuovo di considerare il valore della coesione, tanto caro alle banche di credito cooperativo: ovvero la capacità di tenere insieme, e non contrapporre, il nostro bagaglio di storia, identità e valori, con le nuove sfide e le opportunità che ci si pongono innanzi. Anelli di un tronco centenario in copertina BILANCIO SOCIALE TREDICESIMO ANNO Una scelta grafica non casuale quella di mettere in copertina al prossimo Bilancio Sociale, che verrà distribuito nel corso dell Assemblea dei Soci, un immagine che rimanda agli anelli di un tronco. A significare come la il presente della nostra BCC sia da guardare non come una semplice fotografia ma come il risultato di una sedimentazione di storie, vissuti e persone, valori che hanno plasmato nei centoventi anni di vita la nostra realtà. Anelli che testimoniano il susseguirsi e la continuità di stagioni produttive o aride. Ma anche simbolo di come la piccola Cassa Rurale di Bedizzole, da piccolo arbusto sia cresciuta e come, pur nella radice ideale originaria, si apra alle dinamiche e agli strumenti dei tempi nuovi, ad un concetto di cooperazione e localismo nuovamente interpretato anche alla luce di un contesto sempre più globale, alle sfide e opportunità di un futuro molto prossimo. SOTTO TRACCIA marzo aprile 3

4 noi con voi soci Soggiorno Mare Bellaria dal 1º al 13 Giugno 2015 Hotel Gambrinus Tower Resort Nell ambito del programma delle celebrazioni per il 120 Anniversario di costituzione, la Banca di Bedizzole Turano Valvestino organizza, in collaborazione con l agenzia Bignami Viaggi di Brescia, un soggiorno nella località turistica della Riviera Adriatica di Bellaria presso l Hotel Gambrinus Tower Resort ****. La struttura si trova sul principale viale che porta al mare, a meno di 5 minuti a piedi dal centro pedonale di Bellaria-Igea Marina. Un breve passaggio privato (circa 30 metri), che non richiede attraversamenti stradali, collega direttamente la struttura alla spiaggia. Da anni gestita con cura a conduzione familiare, assicura un soggiorno confortevole e rilassante, garantendo una cucina molto curata e offrendo agli ospiti 3 piscine, di cui una riscaldata, idromassaggio, zona solarium con lettini, piccolo centro benessere con sauna e bagno turco, un bar interno ed uno presso la piscina, spazio per giochi di carte, sala lettura, sala tv con abbonamento sky, rivendita di giornali. Nel periodo di soggiorno verranno organizzati intrattenimenti serali in hotel. PROGRAMMA Lunedì 1 giugno: ritrovo dei partecipanti a Bedizzole - Piazza Europa - per le ore 7.45; partenza alle ore 8.00 con pullman GT verso la Riviera Romagnola con sosta lungo il percorso; arrivo a Bellaria per il pranzo. Sistemazione nelle camere riservate e inizio del soggiorno giorno: Soggiorno balneare a Bellaria presso l Hotel Gambrinus Tower Resort****, con trattamento di pensione completa, con buffet di antipasti e verdure, servizio al tavolo e scelta tra 6 primi piatti, 6 secondi piatti, 6 dessert/frutta e bevande ai pasti. Sabato 13 giugno: Dopo la prima colazione inizio del viaggio di ritorno a Bedizzole con arrivo previsto in tarda mattinata. SISTEMAZIONE ALBERGHIERA POSIZIONE: l Hotel Gambrinus Tower Resort (4 stelle, centrale) si trova sul principale viale del mare, a meno di 5 minuti a piedi dal centro pedonale di Bellaria Igea Marina. Un breve passaggio privato, immerso nel verde, lo collega direttamente alla spiaggia prospiciente. DOTAZIONE e SERVIZI: l hotel dispone complessivamente di 80 camere, semplici ma funzionali, tutte con balcone, aria condizionata, bagno con vasca o doccia, asciugacapelli, TV satellitare, telefono, mini bar (consumazioni a pagamento), cassaforte, connessione internet WiFi. Le camere complessivamente si dividono in tre categorie: camere comfort (situate al 2 e 3 piano, senza alcuna vista, in quanto limitata dai palazzi vicini), camere superior (uguali alle camere comfort ma situate al 4, 5 e 7 piano, con vista mare laterale o frontale), camere deluxe (vendute solo per brevi periodi, sono situate al 6 piano, con vista mare laterale o frontale, dotate di nuovi arredi e pavimenti in legno). A disposizione degli ospiti 3 piscine, di cui una riscaldata, idromassaggio, zona solarium con lettini, piccolo centro benessere con sauna e bagno turco, un bar interno ed uno presso la piscina, spazio per giochi di carte, sala lettura, sala carambola, sala tv con sky, rivendita giornali. Nel periodo di soggiorno verranno organizzati intrattenimenti serali in hotel. RISTORANTE: l ospitalità all Hotel Gambrinus Tower Resort si distingue anche per i piaceri della buona tavola con ricchi buffet a colazione ed invitanti menu a pranzo e cena, con scelta fra 6 tipi di primi, 6 tipi di secondi e 6 tipi di dessert/frutta (scelta da definire la sera prima, al momento della cena). I pranzi e le cene sono serviti al tavolo, gli antipasti e le verdure sono a buffet. Nel periodo del soggiorno è prevista una cena con grigliata di carne o di pesce presso la brasserie dell hotel. Per chi lo desidera, l adiacente pizzeria-piadineria è sempre disponibile come alternativa (senza supplemento) a pranzo e cena. SPIAGGIA: di fronte all hotel si trova l ampia spiaggia riservata, comodamente raggiungibile tramite un breve vialetto privato (circa 30 m.). Di sabbia fine, curatissima, è dotata di servizio ombrelloni, lettini, teli mare, cabine spogliatoio, docce, servizi igienici, assistenza di bagnino ad orari fissi, bar. QUOTA PARTECIPAZIONE SOCIO E ACCOMPAGNATORE - Quota di partecipazione in camera doppia SUPERIOR con balcone vista mare lat. (a persona) 830,00 - Supplemento in camera doppia SUPERIOR con balcone vista mare front. (a persona) disp.lim. + 60,00 - Riduzione per camera doppia COMFORT con balcone senza vista mare (a persona) - 50,00 - Supplemento per camera doppia USO SINGOLA con balcone senza vista mare + 170,00 - Supplemento per camera doppia USO SINGOLA con balcone vista mare laterale + 210,00 - Quota bambini 0-24 mesi (al giorno) 10,00 - Riduzione bambini 3-5 anni - 50 % - Riduzione bambini 6-12 anni - 30 % - Assicurazione facoltativa contro le penalità di annullamento ( 50,00 a persona da richiedere al momento dell iscrizione). BONUS SOCIO BCC SPECIALE 120 ANNIVERSARIO 2015 (coniuge e/o accompagnatore esclusi): Riduzione di Euro 100,00 per il Socio di età compresa tra i 60 e 70 anni (nato tra il 01/01/1945 e il 31/12/1955) Riduzione di Euro 300,00 per il Socio con oltre 70 anni (nato anteriormente al 31/12/1944). LA QUOTA COMPRENDE - Trasferimento di andata e ritorno, con pullman gran turismo, da Bedizzole a Bellaria; - Soggiorno di 12 notti presso l Hotel Gambrinus Tower Resort (4 stelle centrale), con sistemazione nella camera prescelta; - Assistenza di accompagnatrice specializzata dell agenzia, a totale disposizione del gruppo dal primo all ultimo giorno; - Trattamento di pensione completa (dal pranzo del primo giorno alla prima colazione dell ultimo giorno) con servizio al tavolo e scelta tra 6 tipi di primi, 6 tipi di secondi, 6 tipi di dessert/frutta, buffet di antipasti e verdure; - Bevande ai pasti: acqua, vino, birra, bibite varie a volontà; - Intrattenimenti serali in hotel, tornei di carte e bocce; - Servizio spiaggia con teli mare, ombrelloni e lettini (un ombrellone + una sdraio ed un lettino per ogni camera); - Assistenza infermieristica specializzata a domicilio presso l hotel (1 ora ogni mattina); - Assicurazione sanitaria bagaglio base; - Gadget per premi ai tornei; - Facchinaggi in hotel all arrivo e alla partenza; - Borsello viaggio per ogni partecipante adulto. LA QUOTA NON COMPRENDE - Mance ed extra in genere; - Assicurazione facoltativa contro le penalità di annullamento (da richiedere al momento dell iscrizione al costo di Euro 50,00 a persona); - Tutto quanto non indicato alla voce la quota comprende. MODALITà E TERMINI DI ISCRIZIONE Le iscrizioni si riceveranno da lunedì 23 febbraio 2015 presso tutti gli sportelli della Banca di Bedizzole Turano Valvestino fino ad esaurimento dei posti disponibili e comunque non oltre lunedì 20 aprile 2015 previa compilazione del modulo di prenotazione. (N.B.: I posti sul pullman verranno assegnati in base all ordine di prenotazione). L iniziativa verrà effettuata al raggiungimento di un numero minimo di 35 partecipanti adulti. Si informa inoltre che, in caso di disdetta, verranno addebitate le seguenti penalità sulla quota: Nessuna penale fino a 21 giorni dalla partenza 15% per annullamenti comunicati in un periodo compreso tra 20 e 16 giorni dalla partenza, 30% per annullamenti comunicati in un periodo compreso tra 15 e 10 giorni dalla partenza 50% per annullamenti comunicati in un periodo compreso tra 09 e 05 giorni dalla partenza 70% per annullamenti comunicati in un periodo compreso tra 04 e 01 giorni dalla partenza 80% per annullamenti comunicati il giorno stesso della partenza o per mancata presentazione alla partenza Nessun rimborso è previsto per chi decidesse di interrompere il soggiorno anticipatamente PER OGNI RICHIESTA DI CHIARIMENTO SU PRENOTAZIONI, CONDIZIONI E TRATTAMENTO, DALLE ORE 9.30 ALLE ORE 12.30, DAL LUNEDI AL VENERDI, E DISPONIBILE UNA LINEA TELEFONICA DEDICATA AL NUMERO 030/ AGENZIA BIGNAMI VIAGGI DI BRESCIA, REPARTO GRUPPI. 4 SOTTO TRACCIA marzo aprile

5 Iniziativa Socie Artigiani & Agricoltori Visita all Aeroporto Militare di Rivolto (UD) 13º Gruppo Addestramento Frecce Tricolori e alla Città di Udine 10 Luglio 2015 noi con voi soci UDINE La capitale del Friuli ti parla con piazze accoglienti - Udine è una cittadina con piazze dal fascino veneziano e antichi palazzi: da piazza Libertà, definita la più bella piazza veneziana sulla terraferma, a piazza Matteotti (o delle Erbe), che, tutta contornata da portici, sembra un salotto a cielo aperto, si osserva la carrellata di antichi e colorati palazzi che annunciano lo spirito di Udine. Sul colle della città sorge il castello da cui si intravedono i tetti della città, le montagne che la circondano e, verso sud, il mare Adriatico. Udine nel Settecento fu la città di Giambattista Tiepolo che qui raggiunse la sua maturità artistica: oggi si possono ammirare i suoi capolavori nelle Gallerie del Tiepolo (nel Palazzo Patriarcale), nel Duomo, nella chiesa della Purità. La città di Udine conserva, dal punto di vista urbanistico, la tipica impronta delle città medievali. La città si è sviluppata intorno al colle del castello, al centro, espandendosi a partire dal X secolo (si contarono ben cinque cerchie murarie successive, fino al XV secolo, con relative porte e portoni). Tra i monumenti più famosi: il Castello sito su di un colle che domina la città, il Duomo, la Loggia del Lionello, il Palazzo Arcivescovile con gli affreschi del Tiepolo, la piazza Libertà in stile veneziano e piazza San Giacomo, che rappresenta il cuore cittadino assieme a via Mercatovecchio. Per quanto riguarda le opere moderne, da segnalare il Teatro Nuovo Giovanni da Udine, inaugurato nel 1997, il progetto porta la firma dell ingegner Giuliano Parmegiani e dell architetto Lorenzo Giacomuzzi Moore. Nell ambito del programma degli eventi per il 120 anniversario di costituzione della BCC, la Banca di Bedizzole Turano Valvestino propone l iniziativa dedicata ai Soci Agricoltori e Artigiani che prevede la visita all aeroporto militare di Rivolto (UD), sede del 313 Gruppo Addestramento Acrobatico FRECCE TRICOLORI, organizzazione tecnica Nicolini Viaggi, nella giornata di: PROGRAMMA Venerdì 10 luglio 2015 La giornata si svolgerà secondo il seguente programma: ritrovo e partenza alle ore 5.00 da Piazza Europa a Bedizzole con pullman; in mattinata arrivo all Aeroporto militare. Il programma prevede la visita presso la linea volo di uno degli MB339, nonché i velivoli storici utilizzati dalla Pattuglia Acrobatica Nazionale e, qualora reso disponibile, la visione di un volo acrobatico di addestramento. trasferimento e pranzo in ristorante in zona; nel pomeriggio visita guidata alla città di Udine; rientro a Bedizzole previsto in serata. QUOTA DI PARTECIPAZIONE SOCIO EURO 31,00 QUOTA PARTECIPAZIONE NON SOCIO EURO 62,00 (salvo disponibilità posti) MODALITA E TERMINI DI ISCRIZIONE: Le iscrizioni si riceveranno da lunedì 4 maggio 2015 presso tutti gli sportelli della Banca di Bedizzole Turano Valvestino previa compilazione del modulo di prenotazione fino ad esaurimento dei posti disponibili e comunque non oltre mercoledì 17 giugno L iniziativa verrà effettuata al raggiungimento di un numero minimo di 40 adesioni. AVVERTENZA IMPORTANTE: Come comunicato dall organizzazione dell aeroporto, appare importante sottolineare che condizioni meteorologiche o improrogabili ed impreviste esigenze operative della Aeronautica militare, possono imporre la cancellazione della visita in aeroporto, fino al giorno stesso. In tale eventualità l iniziativa sociale verrà comunque svolta secondo un programma di visita alternativo. SOTTO TRACCIA marzo aprile 5

6 noi con voi soci Crociera Costa Mediterranea dal 20 al 27 Giugno 2015 Escursioni comprese Visita a Venezia Venezia Trieste Spalato Dubrovnik Kotor Nell ambito del programma delle celebrazioni per il 120 Anniversario di costituzione della Banca, la BCC, in collaborazione con l Agenzia Ocean Viaggi, propone una speciale iniziativa sociale estiva riservata ai Soci della BANCA DI CREDITO COOPERATIVO. Trattasi di una crociera nel Mediterraneo Orientale su COSTA MEDITER- RANEA - che si svolgerà nel periodo: dal 20 al 27 giugno 2015 PROGRAMMA 1º giorno BEDIZZOLE -TRIESTE ore ritrovo e partenza da Piazzale Europa a Bedizzole con pullman Granturismo. Sosta al castello Miramare e successivamente arrivo a Trieste e imbarco pranzo a bordo e pomeriggio visita guidata a PORTOROSE 2º giorno SPALATO Pomeriggio passeggiata nel centro storico 3º giorno KOTOR MONTENEGRO - Mattina Tour con guida 4º giorno CEFALONIA GRECIA Pomeriggio giro panoramico Cefalonia e spiaggie 5º giorno CORFU GRECIA giro panoramico 6º giorno DUBROVNIK - mattino Passeggiata centro storico 7º giorno VENEZIA ESCURSIONE MEZZA GIORNATA IN CITTA + TEMPO LIBERO 8º giorno TRIESTE giro città di Trieste - pranzo - pomeriggio - SOSTA OUTLET E VILLE VENETE Tutti i pasti verranno consumati a bordo (dal Pranzo del 1 giorno alla 1 colazione del 8 giorno). LA NAVE COSTA MEDITERRANEA - Bella, affascinante, raffinata in ogni suo dettaglio, Vi porterà alla scoperta del meraviglioso Mar Mediterraneo. Preparati a vivere un viaggio all insegna di eleganza, relax e divertimento avvolti dalla magica atmosfera del mare e di quei palazzi italiani del 600/700 che hanno ispirato gli arredamenti di questo gioiello del mare. Se state cercando uno spazio tutto Vostro dove ammirare albe splendenti e magici tramonti, non dovrete far altro che rimanere nella Vostra cabina e godervi il mare dai uno dei 742 balconi che troverete su Costa Mediterranea. Un angolo di intimità da cui potrete guardare porti, avvicinarsi e scomparire all orizzonte, sorseggiando calde tazze di caffè o dissetanti cocktails. La nave è da ritenersi bella dentro dal teatro al casinò dalla hall centrale allo shopping center per finire con lo sport e il relax, palestra e piscine per essere e per benessere, non ultimi i sontuosi ristoranti ove consumare con un servizio impeccabile tutti i pasti in modo tradizionale o a self service. Una grande nave, ma non enorme, fatta per privilegiare il servizio. Lunga 292 metri e larga 60 metri la COSTA MEDITERRANEA ha una capacità di ospiti e una velocità di crociera 22 nodi. Tutte le cabine sono dotate di TV satellitare, minibar, cassaforte, Radio, Phon, aria condizionata, room service 24 ore su 24 ore. All interno 4 ristoranti di cui il Ristorante Club a pagamento su prenotazione - 11 Bar di cui un Wine Bar - sigar Lounge. 4 Piscine di cui una con copertura semovente - scivolo acquatico Toboga - piscina baby -4 vasche idromassaggio - percorso jogging esterno di 120mt. Campo polisportivo - Ischia SPA Centro benessere su 2 piani con palestra - sale trattamenti - saune - bagno turco - solarium UVA. Teatro su 3 piani - Casinò - Discoteca -Internet Point - Biblioteca -Galleria shop - Mondo Virtuale - Cappella - Ambulatorio con assistenza medica. PER OGNI RICHIESTA DI CHIARIMENTO SU PRENOTA- ZIONI, CONDIZIONI, TRATTAMENTO, DAL LUNEDI AL SABATO è DISPONIBILE NELLE SUE AGENZIE DI CASTIGLIONE D/S (0376/638054) LONATO (030/ ) SALO (0365/522484) DESENZANO (030/ ) SIRMIONE (030/ ) BRESCIA (030/43474) MONTICHIARI (030/ ) dove sono disponibili le Condizioni generali di contratto di vendita di pacchetti turistici a norma dell art. 35 del CODICE DEL TURISMO, e un opuscolo specifico sulle crociere. Corfù Argostoli/Cefalonia QUOTA DI PARTECIPAZIONE ONNICOMPRENSIVA (min. 40 partecipanti): COMPRENSIVA DI TUTTE LE ESCURSIONI, ONERI DI SERVIZIO, TASSE PORTUALI, ASSICURAZIONI, BEVANDE 13 BOTTIGLIE DI ACQUA A CABINA - Quota in CABINA CON BALCONE a persona: 1.250,00 - Quota in CABINA ESTERNA con vista parzialmente ostruita a pers.: 1.190,00 - Quota in CABINA INTERNA a persona 1.100,00 - Quota forfettaria RAGAZZI 0-18 non compiuti (disp. limitata soggetta a disponibilità) Comprensiva degli oneri di cui sopra, nonché di transfer ed escursioni Sconto 3/4 letto adulti (disp. limitata): - 20% - Supplemento cabina singola + 60% BONUS SOCIO BCC SPECIALE 120 ANNIVERSARIO 120,00 SCONTO PRENOTA PRIMA : SE PRENOTI ENTRO IL 31 GEN- NAIO 2015 SCONTO DI ULTERIORI 100 EURO A PERSONA ADULTA SULLA QUOTA DI PARTECIPAZIONE. SE PRENOTI ENTRO IL 28 FEBBRAIO 2015 SCONTO DI ULTERIORI 50 EURO A PERSONA ADULTA SULLA QUOTA DI PARTECIPAZIONE DOCUMENTI RICHIESTI: per il viaggio in oggetto, agli adulti ed ai minori - cittadini italiani - è chiesta la carta d identità (senza timbro di proroga) o il passaporto individuale, in corso di validità. N.B. si segnala che anche i minori dovranno essere muniti di un documento d identità individuale, riportante, inoltre, i nomi dei genitori. (Pertanto, l eventuale iscrizione sui passaporti dei genitori non costituisce documento valido). MODALITA E TERMINI DI ISCRIZIONE Le iscrizioni si raccoglieranno a partire da lunedì 15 dicembre 2014 presso gli sportelli della Banca di Bedizzole Turano Valvestino fino ad esaurimento dei posti disponibili previa compilazione del modulo di prenotazione. Nel caso di disdetta, verrà addebitata una penale di annullamento secondo le condizioni generali di contratto. L iniziativa verrà effettuata al raggiungimento di un numero minimo di 40 partecipanti adulti. 6 SOTTO TRACCIA marzo aprile

7 120º Anniversario Correva l Anno 1921 di Alberto Comini L addio a Don Gorini La ricorrenza del 120 anniversario della nascita della Banca di Bedizzole Turano Valvestino costituisce una preziosa occasione per riscoprire alcuni avvenimenti e persone che hanno segnato la storia della BCC nei suoi tre secoli di vita. Riscopriamo in questo numero la figura del fondatore della Cassa Rurale di Bedizzole, don Francesco Gorini. noi con voi soci Lunedì 13 giugno 1921, alle ore 12, nella colonia agricola di Remedello, si spegneva don Francesco Gorini rapidissimamente, nel pieno possesso delle sue energie, nell esercizio instancabile della sua attività, tra i suoi discepoli, quando nessuno poteva lontanamente pensare alla sua fine, come ricordava La Voce del Popolo nell articolo di commiato. All età di 63 anni - era nato a Sale Marasino nel terminava la sua esperienza terrena il promotore e fondatore della Cassa Rurale di Bedizzole. Egli rappresenta per Bedizzole e per la BCC di Bedizzole Turano Valvestino quello che con il contributo di molti altri sacerdoti, nominati in analoghe storie di paesi e comunità di fine Ottocento, viene ricompreso sotto il nome di movimento cattolico bresciano. In quel fiorire di idee e di istituzioni che vide svilupparsi in pochi anni, soprattutto nei borghi rurali, comitati parrocchiali, società di mutuo soccorso, cooperative di consumo, latterie turnarie, colonie agricole, e appunto casse rurali, don Gorini riveste un ruolo particolarmente autorevole per le diverse iniziative avviate e per l opera di divulgazione agraria svolta nel corso della propria esistenza. Riscoprendone la biografia, intensa e per molti aspetti ancora da approfondire per quanto attiene la sua smisurata attività di articolista, si può affermare che l avvio dell esperienza della cooperazione di credito a Bedizzole abbia costituito solo una declinazione del proprio impegno a favore delle popolazioni rurali e dello sviluppo tecnico-economico delle campagne; impegno che lo porterà sin dal 1896 accanto a Padre Piamarta e a Padre Giovanni Bonsignori tra i protagonisti dell esperienza degli Artigianelli e della colonia agricola bresciana di Remedello. Si spegneva una vita intensa, di cui lo stesso don Gorini riconosceva anche il soverchio e qualche volta opprimente lavoro, che si è aggravato sulle nostre spalle e per la redazione del nostro Periodico [il giornale di divulgazione agricola La Famiglia Agricola, di cui don Gorini fu per anni direttore], e per le parecchie lezioni di agricoltura da impartire, e per le molteplici conferenze agrarie richiesteci, e per ispezioni su campi di riforma e di esperimenti dimandateci, soprattutto dopo l infermità e la morte del nostro Maestro e Duce P. Bonsignori, [ ] senza contare altre pur impellenti occupazioni, tra le quali quelle della educazione e cura dei giovani, opera che lo caratterizzò in modo più intenso a partire dal 1917 quando ebbe l incarico di direttore della Colonia Agricola di Remedello. Amico dei campagnuoli e al tempo stesso pioniere del movimento neofisiocratico che diffondeva nelle campagne i principi della Nuova Agricoltura, don Gorini fu uomo del suo tempo; attento a cogliere quanto si muoveva nel campo della tecnica agraria, delle nuove forme di mutua solidarietà e nelle questioni sociali dei primi del Novecento, ma allo stesso modo costantemente immerso nella quotidianità della gente dei campi. Nell ora del congedo così lo ricordava il periodico da lui diretto La Famiglia Agricola con un articolo intitolato Il triste vuoto : Quando nell assillante problema dell assestamento Agricolo Nazionale, l opera dei tecnici e dei competenti doveva dare il migliore contributo alla sua rapida soluzione, Padre Gorini che fra questi rappresentava una delle menti migliori, più pratiche di quella praticità fatta di esperienza e di studio, si spense. Un morbo fatale lo colse nella pienezza della sua energia, quando tante attività avrebbe ancora spese per il bene dell agricoltura della quale era apostolo grande, sincero, amoroso. In mezzo ai campi della sua diletta Colonia, fra i ragazzi che amava con l affetto di padre e che desiderava, anzi voleva, istruiti al culto della fede e del lavoro, passava la sua vita di opere buone e di amore. Di tempra instancabile, buono e paziente, di quella bontà dolce, di quella pazienza fatta di virtù che sa trarre a sé e sulla via del bene anche gli elementi più restii, amante dello studio, cultore diligente e appassionato delle discipline agricole e sociali, insegnante coscienzioso, spese tutta la sua esistenza, purtroppo breve, nel lavoro, nell istruzione e nell educazione della gioventù, convinto come era che solamente per questi mezzi il popolo poteva assurgere a destini migliori. Il vuoto lasciato è grande, immenso; le sue elette virtù, la sua vita tutta di bontà, di lavoro di abnegazione, siano di esempio e di sprone alle generazioni future. E ancora, dalle pagine del quotidiano diocesano La Voce del popolo veniva affidato il doloroso saluto all anima dell amico nostro e dei nostri campagnoli, il Padre Francesco Gorini, direttore della Famiglia Agricola e della Scuola di Agricoltura Bonsignori a Remedello Sopra. [ ] Appassionato alla terra, dalla quale sapeva quanta ricchezza poteva strappare il volenteroso lavoratore, battagliava da lunghi anni, e da parecchi anni insegnava ad una numerosa schiera di giovani, per una coltura moderna migliore. Aveva seguaci, ammiratori, anche avversari in certe sue campagne, ma tutti amici per l animo retto e generoso che l aveva condotto a seguire quell apostolo di Bonsignori nella indagine e propaganda agraria scientifica, e nello studio sperimentale dei nuovi sistemi. Ottimo sacerdote, provato già a lungo nella cura d anime, cuore di padre, attendeva ora alla formazione di quell istituto orfani di guerra. L improvvisa raffica l ha portato via. Provvederà in cielo all opera lasciata qui incompiuta e che altri della famiglia raccoglierà certo con la sua fede, e con il suo entusiasmo. I funerali, svoltisi a Remedello il 15 giugno 1921, riuscirono un imponente attestato di affetto e di ammirazione per il degno e colto sacerdote. [ ] Precedevano il carro i bimbi dell asilo, gli alunni delle elementari colle rispettive insegnanti, le congregazioni della parrocchia di Remedello, la rappresentanza della Colonia di Cerati e Saranano Siena. Reggevano i cordoni del feretro in segno di particolare vicinanza come era stato per i suoi predecessori padre Bonini e padre Bonsignori - il comm. Ottorino Villa, il dott. Varisco [direttore della Scuola Pastori e segretario del Comitato Agrario Bresciano], il rev. Bodeo [arciprete di Salò], Mons. Melchiori [in gioventù alunno di don Gorini a Bedizzole, al tempo Abate di Pontevico], il Conte Calini e il sindaco di Remedello. Il lungo e maestoso corteo entrò nella Parrocchiale ove il superiore dell Istituto celebrò la Messa esequiale. Innumerevoli i privati e i rappresentanti di istituzioni presenti alle esequie che il Cittadino di Brescia riportava nella cronaca del funerale, tra i quali a segnare il legame mai venuto meno con Bedizzole D. Landi e il maestro Morandi per il municipio di Bedizzole e la Cassa Rurale fondata dal defunto. Tutti sentirono una viva commozione e giovani e signori e sacerdoti avevano sul labbro quest augurio: doni ancora il Signore a noi dei sacerdoti buoni e bravi, che lasciano un impronta di bene indelebile. SOTTO TRACCIA marzo aprile 7

8 noi con voi consulta soci Tra valle, alto e basso lago Tracciati esperti di appartenenza di Giovanni De Marco Nell agricola vicenda professionale nel settore pubblico di Reginaldo Filippini, rappresentate per Gargnano ed in quella vissuta nel dinamismo della editoria e della comunicazione da Vittorio Turina, punto di riferimento per Manerba del Garda, gli elementi aggreganti e funzionali della Consulta Soci per favorire il contributo attivo di sostegno dedicato alla comunità locale DIGNITÀ e LAVORO Far parte della compagine sociale targata BCC rappresenta un fondamentale collegamento con la realtà economica e sociale del proprio territorio, al quale ogni persona coinvolta è legata tramite la propria filiale di appartenenza. Significa dare un contributo concreto in prima persona alla propria collettività, grazie anche all esperienza maturata sul campo durante la propria carriera lavorativa. Significa condividere valori come impegno e senso di appartenenza, ideali condivisi anche da due referenti della consulta BBC di Gargnano e Manerba. Reginaldo Filippini si è sempre distinto a Gargnano come portavoce non solo della sua comunità, ma anche di tutto la zona del Valvestino, lungamente vissuta durante gli anni della sua carriera lavorativa come segretario comunale: «Mi è sempre piaciuto fare il mio lavoro di segretario comunale, per il contatto con la gente e l amore per il territorio dell Alto Garda. Dopo vari concorsi e vicissitudini, vinsi quello di primo grado per il Trentino, mantenendo assieme l incarico di supplente a Valvestino e Magasa - afferma Filippini - In quei tempi, la normativa degli enti comunali era semplice. C erano sicuramente delle difficoltà economiche come oggi, ma la gestione amministrativa era molto più scorrevole. Con gli anni, si è notevolmente evoluta l amministrazione pubblica, portando con sé degli adempimenti che in un altro frangente hanno aggravato la situazione». Una vita professionale che nel tempo gli ha permesso di avere una visione completa delle strutture amministrative della nostra provincia, in quel territorio dell Alto Garda che nel 1995 gli conferirà la cittadinanza onoraria a Valvestino. Territorio dove si fece a cavallo degli anni settanta la storia della BCC: «Erano gli anni della fusione tra la Cassa Rurale ed Artigiana di Turano Valvestino con quella di Bedizzole. Diedi personalmente una mano alla causa, sicuro degli effetti benefici che avrebbe avuto in futuro l operazione. C era la paura di perdere, in qualche modo, l identità della cassa rurale locale rispetto all attività generale della consorella di Bedizzole. Ricordo in prima persona gli incontri di convincimento con la popolazione. Erano gli anni di grande cambiamento ed espansione del credito cooperativo». adi Vittorio Turina, professionista nel settore dell editoria per BresciaOggi - Gruppo Arena nonché rappresentante della consulta per la filiale di Manerba: «La filiale segue le linee guida tracciate da quella bedizzolese. Dopo l ultima riunione, stiamo lavorando sull indagine qualitativa del servizi offerti alla clientela con il questionario e sull emissione delle Obbligazioni Sorriso, obbligazioni etiche solidali targate BCC». Radici nel territorio che non sono mai ostacolo per i soci della banca, ma risorse per superare le difficoltà del momento economico che vede nascere nuove linee guida di autoriforma del credito cooperativo, dettate da Federcasse. «Fare parte della consulta significa far parte dell organo di rappresentanza dei soci sul territorio, con il quale poter migliorare ed aumentare il collegamento con le altre zone di competenza della banca - conclude Turina - Mettiamo al centro del nostro lavoro la persona e l esperienza di ciascuno, cercando nuove soluzioni tra banca e cliente. La BCC è un ambiente familiare, che ascolta le esigenze di tutti. L apertura della filiale di Manerba il sabato mattina ne è un esempio, l ideale per chi durante la settimana lavora e non può recarsi allo sportello». A proposito di riforma del Credito Cooperativo Stato dell arte ed opportunità CASTENEDOLO SOLIDALE PARROCCHIA S. BARTOLOMEO APOSTOLO - CASTENEDOLO COMUNE DI CASTENEDOLO ACCOMPAGNARE, SOSTENERE, VALORIZZARE di Mario Pizzatti Coordinatore Consulta Soci Banca di Bedizzole Turano Valvestino Cambio epocale, caldeggiato da direttive BCE, con previsioni di adesioni ad un unico gruppo cooperativo e di rafforzamento patrimoniale. I problemi legati ad una diversa interpretazione/limitazione dell autonomia delle singole BCC. Le differenze sostanziali, in fatto di virtuosità del sistema, con realtà europee ed internazionali similari. Ma anche la consapevolezza, sulla quale investire anche con il contributo dei soci, della solidità di una rete capace di superare negli anni altri importanti e decisivi cambiamenti. In questo periodo i media hanno dato ampio risalto alle riforme in atto nel sistema bancario per le banche popolari e per il credito cooperativo. Mentre per il primo comparto l iter parlamentare è di fatto concluso, per le BCC il Governo, dopo aver portato in Consiglio dei Ministri le linee del progetto di riforma, ha concesso un tempo relativamente breve, affinché il sistema presentasse un proprio progetto di autoriforma che tenesse conto degli orientamenti, abbastanza vincolanti di BCE e della Banca d Italia. Questo ha scatenato anche nella nostra provincia un ampio dibattito, a volte anche aspro, sui futuri assetti organizzativi del sistema BCC. Il progetto in sintesi prevede: - Superare le criticità del Credito Cooperativo con l adesione obbligatoria ad un gruppo bancario cooperativo, con capogruppo una banca spa; - Rispondere alle esigenze di rafforzamento patrimoniale; - Rapporto con la capogruppo con un contratto che prevede fra l altro i compiti di direzione e coordinamento di quest ultima in tema di indirizzi strategici, poteri per il rispetto dei requisiti patrimoniali, apertura al mercato per la capitalizzazione, possibilità di nominare parte degli amministratori e sindaci, capitalizzazione della capogruppo da parte delle BCC, garanzia in solido delle obbligazioni assunte dalla capogruppo e dalle BCC aderenti. Il tutto mantenendo a livello di singola BCC le caratteristiche di cooperazione mutualistica. Si tratta di una profonda rivoluzione dettata da alcune criticità emerse durante la crisi di questi anni e per mettere in sicurezza le banche da possibili futuri scenari negativi, anche improvvisi, che possono mettere a repentaglio il sistema. Tuttavia bisogna osservare, anche se giornali e televisione non ne parlano per la solita politica autolesionista che vede tutto in negativo, che il sistema bancario italiano sta uscendo dalla crisi senza interventi di salvataggio dello Stato, come è stato per la Germania, per l Inghilterra ecc. per non parlare degli USA, dove prima sono state lasciare fallire alcune banche, poi visto che ci andavano di mezzo i risparmiatori, si è pensato di nazionalizzare. Tali interventi sono costati agli Stati che li hanno messi in atto e naturalmente ai loro cittadini, con tasse o minori servizi, una somma enorme. Naturalmente la crisi ha fatto esplodere le sofferenze, con difficoltà ad assorbirle, per i margini di interesse bassissimi e la difficoltà ad effettuare investimenti con aziende meritorie di credito. Nello specifico le BCC hanno coraggiosamente sostenuto tante piccole attività, anche se in difficoltà, data la vicinanza al territorio, alle imprese ed alle famiglie. Alcune criticità poi sono emerse per quanto riguarda la governance, dove alcuni amministratori di banche finite male hanno scambiato la Banca come loro proprietà personale, mantenendo cariche per decenni, dimenticando che la BCC è una cooperativa ed i proprietari sono tutti i soci con pari dignità. Per ovviare a questo basterebbe seguire l esempio della nostra Banca di Bedizzole Turano Valvestino, dove dal 1980 è in vigore uno Statuto che prevede per gli amministratori il limite dei tre mandati, ed ha visto alternarsi in questi anni tante persone che con vero spirito civico e solidaristico si sono impegnati per il successo della Banca e per lo sviluppo delle comunità ove opera. Tornando al progetto di riforma, si tratta senza dubbio di un cambio epocale, che significa perdere parecchia autonomia per trasferire poteri decisionali in alto alla capogruppo. In altri contesti tipo Germania, Austria e Francia il sistema ha funzionato, ma si parla di mentalità ed organizzazioni differenti. E difficile coniugare la disciplina e l organizzazione tedesca, con l individualismo, il campanilismo e le diversità a volte molto positive italiane. Tuttavia la trattativa con Governo e Banca d Italia (per conto anche di BCE e FMI) sarà incentrata sul livello di autonomia lasciata alle singole BCC, sulla possibilità che nascano più gruppi cooperativi, magari in leale concorrenza fra di loro, e sulla possibilità di apporti di capitali dall esterno, sul ruolo e la rappresentanza riservata alle BCC virtuose rispetto a quella delle BCC in difficoltà. A questo proposito vale la pena di ricordare una verità elementare: tutto dipende dagli uomini chiamati a ruoli di responsabilità ed operative nelle singole banche, come per le altre aziende. Perché realtà che operano nello stesso territorio, nello stesso ambito economico, nello stesso periodo, con le stesse regole e gli stessi adempimenti, fornendo gli stessi servizi, hanno però risultati diametralmente opposti. L esempio bresciano è illuminante: nel giro di qualche decennio alcune BCC sono diventate forti, grandi e redditizie, altre vivono una fase dignitosa per il loro territorio e tante sono sparite. Comunque i cambiamenti epocali non devono spaventare, ne abbiamo superati tanti: la riforma del 1936, il passaggio da cooperativa a responsabilità illimitata (i soci rispondevano con i loro beni personali dei debiti della Banca!) alla responsabilità limitata, da Cassa Rurale ed Artigiana (Soci per l 80% artigiani e agricoltori, categorie notoriamente sane ed affidabili, forti limitazioni all operatività, durata massima dei prestiti 5 anni ecc.) a Banca di Credito Cooperativo, dove la parolina banca ci dava la possibilità di fare le stesse cose e di essere in concorrenza con le grandi banche nazionali e regionali. E sicuramente erano cambi epocali che ponevano grossi interrogativi sulla capacità di reggere la concorrenza di tali colossi. Su tutta la problematica della riforma delle BCC, lo scorso 24 marzo c è stato un interessante incontro fra il Comitato Ristretto della Consulta dei Soci con il Presidente Signora Renata Zecchi e alcuni ex esponenti aziendali per approfondire l argomento ed iniziare un primo coinvolgimento, almeno dei rappresentanti territoriali dei soci su tali argomenti. Sicuramente il CDA avrà altre occasioni di coinvolgere personale e soci sull argomento man mano che procederà la riforma e saranno meglio delineati gli aspetti organizzativi. Infine una riflessione: visto che una delle criticità delle BCC è la dotazione di capitale, perché noi soci non seguiamo almeno in minima parte l esempio dei soci dei primi decenni che addirittura mettevano a repentaglio il proprio patrimonio per la loro Cassa, sottoscrivendo altre azioni della nostra banca, o facendoci promotori della richiesta di diventare soci ai clienti di nostra conoscenza? Per gli oltre soci sarebbero piccoli gesti ma che avrebbe il significato di credere in quei valori che a parole tutti dicono di voler difendere, ma che spesso non trovano riscontro nell operare concreto. 8 SOTTO TRACCIA marzo aprile

9 Servizio assistenziale di ultima generazione Benvenuto raggio di luna Il 30 Aprile 2015 a Bedizzole l inaugurazione del Nuovo Centro Diurno di Neuropsichiatria dell Infanzia e dell Adolescenza a cura della Cooperativa Sociale Fraternità Giovani e Fondazione Ing. Giovanni Quarena. La Banca di Bedizzole Turano Valvestino sostiene l iniziativa attraverso l emissione di Obbligazioni etiche dedicate Abbiamo posato la Pietra Memoriale il 10 Ottobre 2014, in occasione della Giornata Mondiale della Salute Mentale, insieme ai cittadini di Bedizzole, le Istituzioni ed ai nostri operatori e volontari. Da allora sono passati diversi mesi: i lavori della struttura sono terminati, l ASL ha concesso l autorizzazione al funzionamento ed il Nuovo Centro Diurno di Neuropsichiatria ha finalmente anche un nome: Raggio di luna. Per coloro che non lo sapessero, Raggio di Luna è una struttura semiresidenziale terapeutica, una tra le poche nel suo genere, che ospiterà fino a 20 minori di età compresa tra i 12 e i 18 anni con patologie di tipo neuropsichiatrico, ovvero con disturbi del comportamento caratterizzati da grave disagio psichico. Un progetto ambizioso nato dal forte bisogno riscontrato sul territorio della Valle Sabbia e del Basso Garda, un bisogno colto grazie alla stretta collaborazione con l Azienda Ospedaliera di Desenzano d/g, con la quale da anni esiste un accordo di programma, e con l Asl di Brescia. La nostra cooperativa festeggia quest anno un doppio anniversario: 15 anni di vita e 10 anni di esperienza nel campo delle problematiche neuropsichiatriche a carico di minori. Tra successi e fatiche, la strada fatta in questo ambito, ancora così poco noto, sia in ambito ospedaliero che nel privato sociale,è stata tanta ed impegnativa. Ad oggi abbiamo in carico circa 35 ragazzi, tra coloro che sono ospitati ad Ome, nel Centro Residenziale e a Brescia nel Centro Diurno. Dal mese di Maggio, un altra avventura ci aspetta nel Centro Raggio di luna. Per la nostra cooperativa, per i nostri operatori, per i nostri professionisti, ma soprattutto per coloro che accoglieremo, è importante sentire che il territorio, il vostro territorio, ci aspetta e ci accoglie con semplicità e voglia di collaborare. In questi mesi abbiamo incontrato diverse realtà associative ed educative, aziende, persone singole che ci hanno manifestato la loro disponibilità a mettersi in gioco e ci hanno dimostrato grande voglia di camminare con noi e con i nostri e vostri ragazzi e ragazze. Tutto questo è di buon auspicio e ci trasmette grande entusiasmo. Giovedì 30 aprile vi sarà, come detto, l inaugurazione alla presenza di S.E. Mons. Luciano Monari Vescovo di Brescia. Con affetto, vi aspettiamo tutti all inaugurazione! La Cooperativa Sociale Fraternità Giovani Per informazioni scrivete a o chiamate al seguente numero: Insieme a Castenedolo Solidale Work in progress riconversione Comune, Parrocchia San Bartolomeo, Caritas e Associazioni di Castenedolo, con il supporto dell Obbligazione Sorriso BCC, rendono operativi i corsi di formazione per chi ha perso il lavoro. Si comincia con stiratura e cucito per poi proseguire in altri ambiti fruttuosi di occasione delle professioni artigianali. Accompagnare, sostenere, valorizzare. Per ridare dignità al lavoro. Non solo slogan nel progetto Castenedolo Solidale, ma virtuosa e fattiva operazione in appoggio a chi è rimasto senza reddito. Così la sinergia fra Comune, Parrocchia di San Bartolomeo, Caritas, Centro Ascolto L Oasi, istituzioni ed enti attivi a Castenedolo, con il contributo della Banca di Bedizzole Turano Valvestino, rende merito ad un tipo di solidarietà propositiva. In sostanza, come hanno spiegato nel corso di una presentazione pubblica del progetto le parti in causa il Sindaco di Castenedolo Gianbattista Groli, e Don Tino Decca, Parroco di San Bartolomeo sono stati attivati corsi di avviamento e riconversione verso lavori oggi maggiormente richiesta. Così l attualità registra già istituita la formazione per quanto riguarda la stiratura ed il cucito. Mentre sono in fase di organizzazione altre tipologia di addestramento soprattutto inerenti il comparto artigianale tradizionale ed evolutivo. La Banca di Bedizzole Turano Valvestino, grazie all ormai collaudata formula dell emissione di obbligazioni etiche dedicate, si inserisce con convinzione in quest ambito di efficiente ottimizzazione di risorse da riconvertire solidaristicamente. NOI CON VOI assistenza e solidarietà IL RISPARMIO SOLIDALE CHE FA BENE A TUTTI SOTTO TRACCIA marzo aprile 9

10 Formula Nicolini, Gavardo noi con voi impresa Mescole vincenti da viaggio La crescita d impresa con trasporti pubblici datati anni Cinquanta e l Agenzia Viaggi fondata nel Affidando l evoluzione aziendale a progetti d Icoming turistico sul territorio locale sostenuti dalla tradizionale esperienza nel settore autolinee ed escursioni di gruppo Lungimiranti orizzonti di viaggio. Inizialmente programmati, nel dopoguerra anni Cinquanta del rilancio, nel trasporto locale. Da Serle verso Gavardo, Villanuova sul Clisi, Roè e poi Muscoline, Brescia via dicendo. Per andare al lavoro o per utile diporto. Evolvendo, a metà dell esuberante decennio Ottanta, nel versante di Agenzia Viaggi che quest anno festeggia il trentennale. Azione sinergica in favore di presente e futuro che corrono sui binari, o meglio sulle ruote esperte, funzionali e programmatiche di idee attente all incoming turistico organizzativo ache formato guida dentro le esclusive eccellenze locali. Assemblando razionalità, efficienza e innovazione, sotto le tradizionali insegne aziendali della famiglia Nicolini. Perché è proprio il connotato famigliare che caratterizza la storia d impresa riferita ad Autolinee Nicolini di Gavardo e Agenzia Viaggi Nicolini - sedi sempre a Gavardo e Salò - con la diramazione di ultima generazione Divisione Incoming Garda Experience. Però, per cominciare, giù il cappello, con onore e gloria, al fondatore Luigi Nicolini. Pioniere del trasporto anni Cinquanta, oggi genealogicamente ben rappresentato dai figli Mario e Gianfranco che guidano l azienda insieme alle consorti Antonella Susio e Giuseppina (Giusy) Cavalli. Ed ancora, a loro volta, rinverdendo i ranghi dinastici con il contributo attivo dei figli - Cristina e Paolo, versante Mario/Antonella, Sara e Luca, ramo Gianfranco. Più familiare di così. Caratteristica nobilmente adeguata, con appassionato vigore partecipativo, a visioni prospettiche di mercato ad ampio spettro. Tutto è iniziato grazie a mio padre ricorda Mario Nicolini, con orgoglioso affetto per un passato capace di trasferire idee e competenze dentro attualità e futuro con i primi viaggi che da Serle trasferivano gli operai, perlopiù attivi nello storico Lanificio, in quel di Gavardo. La zona era più o meno quella con qualche puntata verso Vallio, Soprazocco, Muscoline. Mezzo di trasporto una sorta di camion, tipo militare, con le panche dietro al conducente dove si distribuivano i passeggeri. Altri tempi sorride Mario rimescolando ancora dentro la memoria di famiglia che comunque hanno gettato le basi per la crescita dell azienda. E avanti sulla strada. Con indirizzi tematici sempre più articolati. Dalla fine degli anni Sessanta prosegue Nicolini effettuiamo con regolarità il servizio pubblico sulle direttrici più o meno collocate tra Brescia, Gavardo, Vallio ed altro. Oggi questa attività si concretizza con collaborazioni in sub appalto ad altre realtà. Ma è nel settore dei viaggi turistici su gomma che si è specializzata, nel corso del tempo, l azienda. E qui torna alla memoria l intuizione ancora una volta del capostipite Luigi che sollecitò l apertura dell Agenzia Viaggi. Fu inaugurata nel 1985 conferma Mario Nicolini proprio quest anno ricorre il trentennale. Di fatto costituisce l evoluzione naturale del nostro lavoro. Da una parte l esperienza nel accompagnare gruppi attraverso l Europa, dall altra la funzione attiva nel creare opportunità di viaggi per far crescere le nostre potenzialità. Con la nuovissima componente della Divisione Incoming dedicata ad organizzare pacchetti turistici direttamente sul nostro territorio. Riassumendo i valori consolidati del gruppo Nicolini, sotto lo sguardo amministrativo, attento e sensibile di Antonella Susio, fatto di esperienza motivazionale qualificata non solo dai numeri, ma altresì da sensazioni ed emozioni al tratto esecutivo di un lavoro speciale, leggiamo un attualità che parla di 25 mezzi dedicati ai diversi profili contenutistici di trasporto e di una trentina di dipendenti, che svariano nelle dinamiche articolate e sinergiche della mission aziendale. Seguendo i tratti esclusivi di famiglia. Che ripercorriamo richiamando alla mente, anche con constatazioni personali in diretta, la qualità professionale di Gianfranco Nicolini, esperta condizione che si traduce in sicurezza empatica con i passeggeri. Senza dimenticare la disponibilità risolutiva carica di verve, che Giusy Cavalli allinea con determinata accogliente leggerezza nel trend organizzativo del viaggio collettivo. Completando il tutto con la voce del futuro affidata a Cristina, che insieme al fratello Paolo ed ai cugini Sara e Luca sintetizza i colori relazionali evolutivi di Autolinee e Agenzia Viaggi Nicolini virando su Divisione Incoming Garda Experience. Stiamo lavorando molto in quest ultimo settore sottolinea Cristina Nicolini la formula è quella di creare pacchetti turistici dedicati al nostro territorio. Quello che lambisce perlopiù il Garda, il suo hinterland, la Franciacorta e la città. Percorsi studiati attentamente che spaziano dalla cultura, all arte fino all enogastronomia in collaborazione con le realtà locali di tipo associativo, istituzionale, commerciale, artigianale e turistico pubbliche e private. In particolare conclude Cristina Nicolini per tutta l estate saranno attive delle organizzate Guide sul Territorio per concretizzare questa offerta di incoming focalizzato sulla nostre diverse accoglienti eccellenze. Mentre la trazione di supporto e servizio continua a garantire, con mescole vincenti, la precisa, sicura elasticità della gomma da viaggio. Scivolando agilmente nella piacevole ebbrezza verso un altrove geografico tutto da godere SOTTO TRACCIA marzo aprile

11 Lego Lago fashion evergreen di ALICE SCALFI L impegno giovane a Sirmione di Nicola Alberti Atom heart mother Lego Una passione esplosiva senza tempo e senza regole. Madre mignon, dal cuore universalmente atomico base del tutto, capace di erigere, centimetro su centimetro, atomo su atomo, gli incredibili set urbanistici stile Legoland. Un sodalizio, nato in riva al Garda, celebra il valore educativo, fatto di ragionamento collegato a creatività e fantasia, delle mitiche costruzioni a mattoncini, anche attraverso l organizzazione di eventi e concorsi a tema Un mattoncino non è semplicemente un mattoncino. È la base del tutto. L atomo che unito ad altri uguali ma diversi costruisce l universo. Un atomo grande qualche centimetro, certo, e di plastica dura e colorata, ma pur sempre un atomo. E l universo che costruisce è sicuramente in scala ridotta, ma non per questo è meno affascinante, perché è l universo della fantasia. Lego, Lego, Lego: una passione inesauribile. Piacciono a tutti, è innegabile. Ai piccoli, naturalmente, senza distinzione di genere. Non c è giocattolo più trasversale: e poco conta che negli ultimi anni siano entrati in commercio più specifici set (così si chiamano i pacchetti completi che, seguendo passo passo le istruzioni, consentono di realizzare in maniera esatta lo scenario riportato sulla scatola), diversi a seconda che siano dedicati ai maschietti o alle femminucce. Conta poco perché quei set sono una deviazione dal percorso, una svolta piacevole: la magia dei Lego sta tutta nella libertà, nel trovarsi davanti una ventina di mattoncini e costruirci qualcosa, qualsiasi cosa. Il fenomeno Lego sta balzando agli occhi ormai da qualche anno. Non stupisce che piacciano ai più piccoli, è invece tutto sommato una novità il fatto che anche i grandi abbiano sciolto le riserve e proclamato pubblicamente il loro amore imperituro per i mattoncini. Sfumata ogni vergogna legata all età ormai non più verde, migliaia e migliaia di adulti in tutta Italia e nel mondo si sono riuniti in associazioni, sodalizi, gruppi per annunciare e diffondere la passione Lego. Dai ad un grande una scatola di mattoncini e farà miracoli. Perché se i bambini sono bravissimi, i grandi lo sono per forza un po di più, o quanto meno in maniera diversa: l esperienza, l occhio adulto e, certo, anche la disponibilità economica, consentono di realizzare creazioni da dare i brividi. Se il virtuale pullula di siti, forum, negozi online dove acquistare pezzi e componenti, anche nel reale non si sta fermi. Certo non sta ferma la nostra provincia, che in questo settore ha qualcosa da insegnare a molte altre. Da noi, gli appassionati possono trovare appoggio, amici e gioia nei carissimi Mattoncini del Garda: un gruppo di ragazzoni che ormai un annetto fa ha avuto la bella pensata di associarsi e di diffondere la cultura Lego nel bresciano, e anche oltre. L associazione conta già quasi 400 iscritti e ne è presidente Stefano Forcella, giovane salodiano padre di due figli. Con lui, i membri del direttivo: Monica Girelli, Massimiliano Basile, Elena Togni e Davide Pelizzari. L obiettivo della nostra associazione è in primo luogo quello di divertirci, tra noi e con i nostri bambini, coinvolgendo il maggior numero di persone. Per far questo organizziamo incontri ed eventi, concorsi e manifestazioni : sempre affollatissimi. All ultima occasione pubblica organizzata, andata in scena qualche mese fa a Manerba, è arrivato un migliaio di persone, da tutto il nord Italia. E sono eventi organizzati con il patrocinio delle Amministrazioni comunali dei paesi interessati, perché tutti, anche i pubblici amministratori, sono consapevoli del grande valore aggregativo ed educativo dei mattoncini. Oltre agli eventi, un occasione eccezionale: i nostri mattoncini saranno ad Expo, ospiti di Aisem (Associazione italiana sensori e microsismi), con una serie di creazioni realizzate ad hoc. In programma per la fine di giugno, poi, una tre giorni a LegoLand: il paradiso degli appassionati. Abbiamo raccolto un sacco di adesioni - racconta il presidente Forcella - ma siamo in fermento per racimolare sponsor che consentano anche a quelle famiglie che non possono permetterselo, di trascorrere tre giorni in compagnia. Chiunque può partecipare, associati e non, basta prendere contatto con l associazione. Hanno un sito (www.legodigarda.it) e pure una pagina Facebook: basta seguirne le gesta per essere sempre aggiornati. Da pari a pari La vitalità operativa di un associazione capace di fornire intensità e progetti alla comunità. L esordio con l organizzazione di un DiscoBus, per l andata e ritorno dalle discoteche. Con il valore aggiunto divulgativo del divertirsi responsabilmente oltre ad esser sostenitori del proprio futuro peer to peer Bravi ragazzi, quelli dell associazione giovani di Sirmione, ragazze e ragazzi in gamba che si impegnano per dare un presente ed un futuro migliore ai loro coetanei e non solo. Troppo? Giudicate Voi. Chi sono queste ragazze e ragazzi lo chiediamo a Valentina Raimondi, segretaria dell associazione dai modi gentili, dal sorriso dolce e dal linguaggio forbito. Siamo una quindicina di associati- spiega Valentina - più 14 benemeriti. Il presidente dell associazione è Nicholas Ferrari, il vice Roberto Campagnola. Io sono la segretaria. Poi ci sono Luca Caliari, Giulia Olga Zorzi, Alberto Mair, Gianmarco Mattinzoli, Mario Gazineo, Gianmarco Splendori, Andrea Cola, Claudia Piermarini, Raffaele Barbaria e tutti coloro che vorranno essere fautori del loro futuro. L idea è quella di dare voce ai giovani per i giovani, peer to peer per dirla all inglese. Vogliamo urlare al mondo che i giovani non solo esistono, ma hanno idee e voce, non sono ectoplasmi distratti dalla tecnologia e dalle serate brave, ma che sono l essenza viva della società e della comunità. Cosa hanno fatto questi ragazzi dall ottobre del 2014 data del loro battesimo ufficiale? Il Discobus! - risponde Valentina - Un Pullman per trasportare i ragazzi nelle discoteche così abbiamo più disco e meno rischio. Un bus di 54 posti noleggiato dalla Sirmioviaggi finanziato per metà dagli sponsor ( le discoteche Madame Sisi, Coco Beach, No Name, ma anche altro che condividono i progetti ) per metà dagli utenti. Sul bus c è un educatore, messo a disposizione dal Comune tramite una cooperativa. Primo centro, il discobus è un mezzo di trasporto sicuro con cui si salvano vite, l hanno voluto, promosso e ottenuto loro, magari con un aiutino targato Elena Boschi, assessore sirmionese di talento. Altro tempo ben speso ê quello dedicato alla Safe road in the nightclub, una serata dedicata alla sicurezza stradale. C erano anche quando a Sirmione è stata allestita la pista del ghiaccio ( erano quelli dentro la casetta), impegnati a promuovere la propria associazione e far funzionare il servizio. Ancora la sicurezza stradale al centro dell attenzione dei ragazzi con un iniziativa chiamata Divertiti responsabilmente realizzata in collaborazione con l autoscuola Bovo. In una mattina speciale, patrocinata dal Comune, a cui hanno partecipato anche la Croce Rossa Italiana e la Polizia locale 20 ragazzi dell Istituto Bazzoli invece di trovare la solita lezione sono stati letteralmente catapultati in una realtà che ha evidenziato i rischi concreti della guida. E allora eccoli guidare un auto con a fianco Stefania Bovo ed il fratello (la sicurezza è un vizio di famiglia) mentre fanno lo slalom tra i birilli, parcheggiare in retromarcia, frenare in stato di emergenza, simulare un sinistro con tanto di trasporto in barella ad opera del 118. Gli studenti hanno barcollato, perso l equilibrio, ma anche guidato indossando le maschere che simulavano lo stato di ebrezza, la stanchezza, l uso di stupefacenti. Magic moment è la prova con lo skid car con le ruote dietro che vanno per conto loro, come quando c è ghiaccio. Entusiasti i partecipanti a questo vento, stanchi ma soddisfatti i ragazzi di Sirmione e Stefania ed i suoi collaboratori dell autoscuola. Se anche uno solo dei partecipanti all evento ripenserà a questa giornata e non si metterà alla guida dopo aver bevuto, forse una vita sarà stata salvata, grazie anche a quei bravi ragazzi dell associazione giovani Sirmione. noi con voi scuola e giovani SOTTO TRACCIA marzo aprile 11

12 "Posso richiedere il mio prestito personale comodamente da casa?" E la nuova soluzione dedicata ai clienti delle Banche di Credito Cooperativo che ti permette di richiedere il tuo finanziamento Crediper quando vuoi e da dove vuoi, comodamente da casa o dal tuo ufficio, nell orario che preferisci. Inoltrare la tua richiesta è davvero facile: scegli l importo che desideri e la rata su misura per le tue esigenze compilando il form on-line, è semplice e veloce. «Carte Powered» Formula Rebate Se la usi non la paghi Messaggio pubblicitario con finalità promozionali. Cosa fa: La carta si paga da sola. Più la usi meno costa. Raggiunta la soglia prefissata, il canone della carta si AZZERA Soglie minime differenti per tipologia di carta. Che esigenze soddisfa: Prima volta che viene applicato nel mondo BCC In funzione della spesa del cliente permette di scegliere il prodotto più indicato Più usi la carta meno ti costa Sicurezza Innovazione Flessibilità Chiarezza Economicità & Affidabilità sottotraccia N 71 marzo aprile Anno XIV NOI CON VOI Editore: Banca di Bedizzole Turano Valvestino Via Garibaldi, 6/A BEDIZZOLE (BS) Direttore Responsabile: Giuseppe Rocca Progetto grafico: Graphite snc Art Director: Monica Polato Ottimizzazione: Alberto Comini Fotografie: Barbara Caldera Hanno collaborato: Nicola Alberti, Alberto Bernardi, Paolo Caldera, Marco Conforti, Giovanni De Marco, Alice Scalfi, Valentina Zanna, Alessandro Zoni Tipografia: FDA EUROSTAMPA SRL Via Molino Vecchio, Borgosatollo (BS) Tel. 030/ Registrazione Tribunale di Brescia n. 3/03 del 21/01/03 Cellofanatura e Spedizione: COOP SERVICE s.c.r.l. Via Napoleonica Rezzato (BS) Tel. 030/ Poste Italiane - Spedizione in A.P. - 70% - Brescia 12 SOTTO TRACCIA marzo aprile

13 Giornate di Primavera 2015 di Giovanni De Marco Cosa F.A.I. di bello a Desenzano? Le numerose iniziative locali del Fondo Ambiente Italiano. Dalla la nuova sala della palafitta inaugurata al Museo Rambotti all apertura gratuita al pubblico della Villa Romana e del Castello. L interessante interazione fra istituzioni per creare occasioni promozionale grazie allo sfruttamento del ricco patrimonio artistico, culturale ed ambientale di questo angolo di Basso Garda La salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio artistico e naturale italiano è dal 1992 al centro degli obbiettivi del FAI, Fondo Ambiente Italiano, con le Giornate di Primavera durante le quali è possibile visitare gratuitamente beni italiani di interesse culturale e storico, che normalmente sarebbero chiusi al pubblico. Una sensibilizzazione della collettività che diventa occasione per una passeggiata fuoriporta, un appuntamento stagionale spesso supportato dal bel tempo e dal risveglio della natura nel mese di marzo. L amministrazione comunale di Desenzano del Garda ha risposto puntualmente all invito lo scorso 21 marzo con l attesa inaugurazione della nuova sala della palafitta, presso il Museo civico archeologico G. Rambotti in viale Tommaso dal Molin. Noto ai più per custodire l aratro più antico del mondo, risalente al 2000 a.c., il museo cittadino si arricchisce così di nuovi spazi per fare cultura. Ora la nuova sala offre ai visitatori la possibilità di immergersi in un ambientazione preistorica unica nel suo genere: infatti è possibile sperimentare in prima persona cosa significhi vivere in una vera palafitta grazie a stimoli sensoriali, come odori, superfici, ritornando così indietro nel tempo. L operazione ha visto il coinvolgimento di Casa Serena di Desenzano e della cooperativa La Melagrana di Salò. Lavori e consulenza scientifica sono stati curati e supervisionati da Claudia Mangani, conservatrice del Museo Rambotti, ed in collaborazione con la direttrice, Anna Maria Finazzi. È un offerta quella del Rambotti che si ampia sempre più, mese dopo mese, grazie a restauri ed ampliamenti mirati. Dal 1990 orgogliosamente raccoglie tutte le culture preistoriche evolutesi nella regione del Benàco. Reperti dell Età del Bronzo trovano qui casa, diventando vetrina di divulgazione e conservazione. Da non dimenticare tra i reperti, le testimonianze provenienti dalle campagne circostanti, aree di interesse archeologico come il sito del Lavagnone o siti di tarda costruzione edile come le ville romane. Domenica 23 sono stati aperti gratuitamente al pubblico il castello, la villa romana, il duomo di Desenzano e la chiesa di San Zeno a Rivoltella. Non da meno anche la splendida Cascina Selva Capuzza che ha proposto visite guidate in cantina, con immancabile degustazione finale per tutti. Le visite guidate nei luoghi della cultura sono state effettuate in collaborazione con gli studenti del Liceo G. Bagatta, dell Istituto di istruzione secondaria Bazoli - Polo, l associazione Garda I Care e Hotels Promotion di Desenzano. È proprio grazie alla collaborazione tra ente comunale, associazioni e volontari, che Desenzano per questa primavera 2015 rinasce, ed annuncia una lunga stagione di eventi che allieterà cittadini ed ospiti. Considerata da sempre la capitale del Basso Garda, Desenzano risponde così in modo chiaro alle critiche ricevute in tempi di crisi: proposte culturali e tesori d arte quelli del lago capaci di fare meno rumore e più aggregazione. noi con voi ambiente Il paese degli affreschi di ALICE SCALFI Polpenazze murales cult In cinque anni, cinquanta opere su altrettante abitazioni, con l obiettivo di sviluppare il dolce armonioso. L originale iniziativa tematica inserita all interno del concorso internazionale di pittura Un grande dipinto, da costruire di anno in anno, realizzato su di una tela cara a tutti: il paese. Polpenazze sta diventando passo passo il paese degli affreschi. Entro il 2019 una cinquantina di realizzazioni caratterizzeranno il già bellissimo borgo della Valtenesi: un operazione di promozione del territorio e di valorizzazione delle antiche tradizioni pressoché unica nel suo genere. Verranno realizzati dieci affreschi all anno, a cominciare dal Il progetto è lungo ed articolato, e messo in piedi dall associazione Studio B, presieduta dall infaticabile e poliedrico Gianluca Bordiga: Quella degli affreschi è una sezione inserita nel più vasto contenitore del Concorso nazionale di pittura, giunto quest anno alla quarta edizione e realizzato grazie al fondamentale supporto dell assessorato alla Cultura del paese. Già dall anno scorso - precisa il presidente Bordiga - abbiamo pensato di introdurre questa particolare tecnica perché troppo spesso dimenticata e da valorizzare. L obiettivo è quello di sviluppare nel contesto urbano di Polpenazze il dolce armonioso, la bellezza, perché siamo convinti che la frequentazione quotidiana della bellezza, dell arte, contribuisca ad addolcire l animo umano, a renderlo più ricettivo e aperto. Arte e bellezza, dunque, in perfetta armonia con il rispetto della storia, delle tradizioni e delle radici contadine del luogo. Il progetto è infatti centrato sul tema La civiltà contadina e il sole della Valtenesi : Polpenazze si sta arricchendo d arte - osserva a tal proposito l assessore alla Cultura Maria Rosa Avanzini - un arte che ci rappresenta e che evidenzia la semplice e faticosa vita contadina, ricca di valori. Noi, orgogliosi del nostro passato e fiduciosi verso il futuro, vogliamo lasciare in eredità ai nostri figli quei valori antichi raccontati dagli affreschi che ornano e orneranno i muri delle nostre case: la semplicità, l onestà e l amore per il nostro paese. Nobili intenti, dunque, dietro al progetto, che funziona in tre tappe: prima vengono selezionate le abitazioni sulle quali realizzare gli affreschi (i cittadini interessati propongono la loro candidatura partecipando all apposito bando, ne vengono selezionati 10 e per ciascuno parte una pratica edilizia a sé, perché Polpenazze è interamente sottoposto a vincolo paesaggistico), poi i bozzetti delle opere da realizzare effettivamente. Tutti gli artisti interessati possono mandare il loro schizzo (o i loro schizzi, non è previsto un numero massimo) e, tra quelli ricevuti, il comitato di Studio B ne selezionerà 10, che verranno poi sottoposti al giudizio dei cittadini: ciascuno sceglierà quello che preferisce grazie alla mediazione del comitato, evitando doppioni. Ultima tappa, la realizzazione vera e propria. Avverrà nel contesto del concorso pittorico, quindi quest anno a ottobre, dal 10 al 18. In quella settimana, i pittori avranno modo di mettersi al lavoro: il 18, poi, il comitato valuterà le opere realizzate e selezionerà un vincitore. La macchina organizzatrice è già in pieno movimento: per informazioni, curiosità, dettagli, è stata attivata una pagina Facebook, concorsi pittura e affreschi a tema Polpenazze. SOTTO TRACCIA marzo aprile 13

14 24 a EDIZIONE N. 80 PREMI ALLO STUDIO anno scolastico 2014/2015 anno ACCADEMICO 2013/2014 TERMINE ISCRIZIONI 31 Luglio 2015 La Banca di Bedizzole Turano Valvestino Credito Cooperativo bandisce per il ventiquattresimo anno consecutivo un concorso per l assegnazione di n. 80 Premi allo Studio per l anno scolastico 2014/2015 e l anno accademico 2013/2014 per l iscrizione e la frequenza ad istituti e scuole di istruzione secondaria di primo e secondo grado, statali o riconosciuti dallo Stato, corsi di laurea universitari di qualsiasi facoltà e riconosciuti dallo Stato. 1) I n. 80 premi allo studio saranno riservati rispettivamente in n. 40 ai Soci e figli di Soci e in n. 40 ai figli di clienti che intrattengano un rapporto di conto corrente con la Banca. Essi verranno suddivisi tra le varie scuole ed indirizzi secondo le modalità di seguito riportate ed in proporzione alle domande pervenute. Il valore dei premi allo studio è fissato in Euro 200,00 per la scuola secondaria di primo grado (scuola media), Euro 300,00 per la scuola secondaria di secondo grado (scuola superiore) e per gli istituti professionali, Euro 400,00 (o in alternativa il controvalore di Euro 600 in azioni BCC Bedizzole) per l università. L assegnazione dei premi allo studio è stabilita dal Consiglio di Amministrazione con giudizio insindacabile in base alla graduatoria di merito. Verranno prese in considerazione, ai fini della graduatoria di cui sopra, le domande presentate aventi i seguenti requisiti: Studenti che hanno conseguito la licenza di scuola media con la votazione di 10/10. Studenti della scuola secondaria di secondo grado (scuola superiore), che hanno riportato nella sessione estiva dell anno scolastico 2014/2015 una votazione, senza debiti formativi, non inferiore a 8.5/10 nello scrutinio finale se trattasi di promozione ad anno successivo e 95/100 per il conseguimento del diploma di maturità. Studenti di istituti professionali che possono dar diritto al conseguimento del diploma oppure ad una semplice qualificazione professionale che hanno frequentato il terzo anno e si iscrivono al quarto ed hanno riportato, senza debiti formativi, una votazione non inferiore a 8.5/10. Gli studenti del quarto e quinto anno saranno equiparati agli studenti di scuola secondaria di secondo grado a livello di maturità. Studenti frequentanti l università che abbiano conseguito un numero di crediti congruo con il relativo e regolare piano di studi e una media non inferiore ai 27/30 (il voto di 30 e lode verrà conteggiato ai fini della media con un punteggio di 32). 2) I concorrenti iscritti agli istituti di istruzione secondaria di secondo grado per l anno scolastico 2014/2015 dovranno comprovare i requisiti di cui sopra mediante certificato rilasciato dalla scuola o dall istituto cui appartengono. Il certificato scolastico dovrà riportare, ove previste, le votazioni ottenute in ciascuna materia e gli eventuali debiti formativi. La media sarà calcolata con l esclusione dei voti riportati nelle eventuali materie facoltative. Dal concorso sono esclusi gli studenti ripetenti. I concorrenti iscritti a corsi universitari successivi al primo delle rispettive facoltà per l anno accademico 2013/2014 dovranno comprovare che si trovino in regolare corso di studi presentando la seguente documentazione: copia del piano di studi della facoltà prescelta; documentazione rilasciata dall Università attestante la regolare iscrizione al corso, gli esami sostenuti e la relativa votazione. Nel caso in cui uno dei documenti di cui sopra non dovesse essere presentato il concorrente non sarà ammesso al concorso. L età massima degli studenti frequentanti corsi universitari non dovrà essere pari/superiore ai 26 anni alla data di presentazione della domanda. 3) La domanda di ammissione al concorso redatta sul modello predisposto e disponibile presso tutti gli sportelli della Banca e sul sito corredata dalla documentazione prescritta dal successivo punto 4) potrà essere presentata, entro e non oltre il 31 luglio 2015, direttamente presso gli sportelli della Banca di Bedizzole Turano Valvestino Credito Cooperativo oppure essere inviata a mezzo lettera raccomandata all attenzione dell Ufficio Segreteria Generale della BCC presso la Sede di Bedizzole. 4) Alla domanda dovranno essere allegati i seguenti documenti: - Stato di famiglia del concorrente; - Certificato della Scuola o dell Università di cui al precedente punto 2). 5) All assegnazione dei premi allo studio provvederà il Consiglio di Amministrazione della Banca con sua delibera sulla base della graduatoria elaborata. 6) Ai vincitori sarà data comunicazione personale entro il mese di settembre La graduatoria di cui sopra sarà disponibile sui siti internet della Banca e www. sottotracciabcc.it per una eventuale consultazione almeno quindici giorni prima della data stabilita per la consegna. 7) La consegna del premio è subordinata al possesso di libretto a risparmio per gli studenti minorenni e di conto corrente personale per gli studenti maggiorenni aperto presso la filiale della Banca di Bedizzole Turano Valvestino indicata dal vincitore. 8) Le domande incomplete nella documentazione o che pervenissero fuori termine stabilito non saranno prese in considerazione. Bedizzole, 9 ottobre SOTTO TRACCIA marzo aprile

15 Anema e coro Nuvolento e Nuvolera accoratamente insieme da 4 anni per un ensemble che vale per due. Il cammino delle corali, riunite nel 2011, come pezzo importante di storia dell intera comunità noi con voi Unità nel bel canto argini del chiese di ASCA Una storia di unione e comunione che, insieme, vale più di cinquant anni. I destini delle corali di Nuvolento e Nuvolera hanno preso la stessa strada nel Fino a quel momento, hanno vissuto vicine ma divise, mentre oggi rappresentano un sodalizio unico, grande ed importante, presieduto da Elena Zizioli, che spende parole affettuose per raccontare il percorso che ha portato alla fusione delle due realtà: Un lungo cammino caratterizzato da scelte, azioni e gesti compiuti con semplicità, trovando sempre persone meritevoli e rispettose. L obiettivo è sempre stato e continua ad essere quello di non annegare nell indifferenza, crescendo rimanendo uniti. Unità e condivisione: la storia dei due gruppi è molto vicina, va addirittura di pari passo con quella delle comunità cui hanno fatto e tutt ora fanno riferimento. Presenti soprattutto in ambito liturgico, sia le due corali, prima, sia la grande corale unita, poi, sono state testimoni attive dei più importanti e solenni momenti che hanno interessato Nuvolento e Nuvolera. Perché se l impegno principale è sempre stato quello di animare le celebrazioni liturgiche delle due parrocchie, le corali hanno avuto modo di esibirsi anche in occasione di alcuni concerti per scopi benefici e di solidarietà, con enti e associazioni, ed in manifestazioni di carattere civile. La corale c era al cinquantesimo anniversario dell Avis di Gavardo, nel 2012, così come ha fatto la sua parte raccogliendo fondi a favore dei terremotati dell Emilia (sempre nel 2012). Più indietro nel tempo, ma certo indimenticabile, la partecipazione dei due cori, all epoca ancora divisi, alla messa di beatificazione di Giuseppe Tovini, nel 1998, presieduta da Giovanni Paolo II. Prima della fusione del 2011, si diceva, i due cori erano entità distinte. Il coro parrocchiale di Nuvolera è stato costituito nel 1980 dietro iniziativa del parroco di allora, don Antonio Bonetta, e di alcuni volontari. Lo spirito di don Bonetta è stato portato avanti, dal 1991 ad oggi, dall attuale parroco, don Lucio Salvi: fondamentale, oltre all incisiva spinta dei due prelati, anche l incessante supporto di volontari e amici. Ben più lunga la storia della corale di Nuvolento, istituita nei primi anni Sessanta dal parroco dell epoca, don Giuseppe Bertuzzi: erano gli anni dell oratorio di don Basilio Zanotti, il celeberrimo curato che tutti i ragazzi di allora ricordano, e che fra l altro sembra abbia scoperto il talento canoro di Fausto Leali. Periodo magico, quello dei primi anni del coro, cui si riconduce anche la figura dello storico organista: lo zio di tutti, Angelo Massardi. Più noto come, appunto, zio Angelì, era la rappresentazione vivente della musica in paese: organista per oltre 70 anni, ha visto nascere il coro e l ha seguito, sotto l occhio vigile e attento dei ragazzi che allora bazzicavano l ambiente, finché è rimasto in vita. Alcuni di quei ragazzi, e di quelle ragazze, smessi i calzoncini e le trecce sulle spalle, ancora oggi son lì, a cantare. E l impegno non è da poco. Perché l organico è costituito da coristi non professionisti: 35 anime oggi dirette da Marco Gobbini e Tiziano Perini, che si alternano nella direzione e nell accompagnamento all organo. Prima di loro, gli indimenticati Gianfranco Bresciani e Gianfranco Cretti a Nuvolento, mentre a Nuvolera, dove la direzione è sempre stata affidata alle mani del già citato Perini, all organo si sono succeduti Franco Fregoni, Giuseppe Ghidoni e Alessandro Perini. Un aspetto da evidenziare, questo dell accompagnamento all organo, perché in esso è contenuta una ulteriore finalità della corale. Oltre alle celebrazioni, liturgiche o laiche che siano, l attività del gruppo garantisce infatti la valorizzazione e la conservazione degli organi storici presenti nelle due chiese di Nuvolento e Nuvolera, per altro recentemente restaurati. Tre strumenti antichi e preziosi, costruiti nella seconda metà dell ottocento da celeberrimi organari. Il costante impegno dei coristi, di chi li dirige e di chi li accompagna, fa sì che questi importanti pezzi di storia non finiscano nella polvere. Storia, finalità e, infine, prospettive future: quali? L obiettivo per il 2015 è la preparazione di alcuni concerti per le feste patronali dei due paesi, con la collaborazione del corpo bandistico di Nuvolera. A Pasqua un primo test di collaborazione, con alcuni elementi della banda ad accompagnare il coro nelle cerimonie liturgiche. SOTTO TRACCIA marzo aprile 15

16 Quelli delle ragazze di strada di NIC di NIK noi con voi riflessioni Sofferenti cuori di tenebra Una scelta di vita quasi sempre determinata dall inganno. Con false promesse di lavoro dignitoso e guadagni facili. Ma dietro l angolo solo abissi di dolore che non vale la pena alimentare Quanto vuoi? Trenta con, 50 senza. Ma cosa c è dietro questa contrattazione sessuale a pagamento che avviene ogni sera, migliaia di volte sulle strade, certe strade, italiane?. Tutto comincia in una città lontana, più frequentemente della Romania, della Bulgaria, dell Albania o dell Africa, dove le ragazze vengono reclutate. Il modo di reclutamento fa leva su vari fattori: l inganno, l illusione, i soldi, la paura. L inganno è quasi la regola assoluta, a certe ragazze viene promesso un lavoro più che dignitoso, ad altre soldi facili, ad altre ancora una famiglia (spesso a sedurle sono bei ragazzi, loro connazionali, che le malcapitate continuano a cercare in Italia, senza mai trovarli in quanto già impegnati in nuovi reclutamenti... ). Le ragazze scelte hanno sempre un aspetto gradevole, che sfiorisce molto velocemente... più sono belle, più sono giovani, più valgono sul mercato. Vengono buttate sulla strada, alcune prima violentate dai loro sfruttatori, altre pestate e violentate, altre ancora ricattate. Se parli con i clienti, ti dicono, ma in fondo piace anche a lei. Se parli con le prostitute ti dicono che loro i clienti se li scelgono ed i soldi se li tengono. Sono così coinvolte nel rapporto che mentre dedicano i 15 minuti al cliente comprensivi di contrattazione, raggiungimento del luogo dove il rapporto viene consumato, il rapporto stesso, il ritorno sul luogo di lavoro giocano con il telefonino, quasi ad estraniarsi da quello che sta succedendo in quell auto. Emblematica un intercettazione dei ragazzi in divisa in cui il cliente mugola, grugnisce bramoso e lei contemporaneamente prenota al telefono il suo driver per il ritorno. Per loro le ragazze tengono poco o niente, a meno che non decidano di far parte dell organizzazione diventando la ragazza del boss. Queste capette sono caporali in strada che verificano che il comportamento delle loro colleghe sia conforme al volere del boss. Mai più di 15 minuti (il tempo è denaro), segnano le targhe dei sospetti, riferiscono controlli di Polizia o clienti che si affezionano alle ragazze, chiamano le colleghe se si attardano, verificano che non vengano occultati i soldi frutto dei rapporti. Sono il braccio operativo del capo sul territorio. Se chiedi a loro, pur non pensandolo, ti diranno che quel lavoro è bellissimo. Sono attive nel reclutamento di nuove ragazze. Sono loro che si fanno avanti, quando arriva la Polizia, sono loro che spiegano alle altre che quando vengono fermate la cosa da non dire mai è per chi lavorano davvero. Poi ci sono i driver che vanno distinti dai clienti casuali, o persone che portano le ragazze dal luogo dove dormono a quello dove lavorano magari in seguito al loro autostop ed in cambio della prima prestazione sessuale della serata. I driver sono i bracci destri dei capi, o comunque uomini di fiducia dei capi, sono parte integrante dell organizzazione. Talvolta sono italiani, più spesso stranieri con patente regolare, se fermati nei controlli di polizia si comportano educatamente e spesso non hanno precedenti penali o ne hanno lievi. Il capo sta lontano dal lavoro delle sue ragazze, nervine e solo in caso di problemi, le controlla attraverso i telefoni o la sua capo areale sul posto, arriva a guadagnare per ogni vittima da 200- a 2000 euro a sera. Reinvestirà, molto probabilmente, i suoi guadagni, rigorosamente esentasse, in altre attività criminose quali la clonazione di bancomat, lo spaccio di droga, o forse l acquisto di un pezzo di strada dalle organizzazioni criminali (un po come a monopoli). Sono individui pericolosi e violenti, spesso armati o in grado di procurarsi le armi in caso di necessità. Per loro le donne equivalgono al bancomat, macchine per far soldi che se non funzionano vanno bautte via, in tali casi le ragazze rischiano anche la vita. Ecco questo è uno spaccato della prostituzione in strada che non è reato per la legge italiana, lo è lo sfruttamento ed il favoreggiamento. Dietro quei venti o cinquanta euro, c è ancora tanto altro, ma sicuramente c è un abisso di sofferenza che, certamente, vale la pena non alimentare. Nei menù leggeri di Primavera DI ASCA Ravvedimenti appetitosi Qualche angoscia stagionale per l obbligo di mangiar leggero e fare movimento in ragione di prove costume prossime a venire. Le quattro categorie di vittime forzate della sana alimentazione. E le ricette furbe per trasformare anonime pietanze in bocconcini gradevoli colesterolocompatibili Maledetta primavera. Loretta Goggi aveva ragione, e non tanto per le motivazioni sentimental -amorose contenute nel celebre brano degli anni Ottanta. La Goggi aveva ragione perché la primavera è una stagione maledetta. Bellissima, per certi aspetti: il clima si fa mite, la natura più colorata. Tutto sembra sorridere, tranne le pance. Le pance piangono lacrime amare, amarissime. E non la raccontino quelli che c è voglia di star leggeri, l arrivo della bella stagione ti invita a vivere in modo sano, a contatto con la natura: piatti semplici e tanto movimento. Non è vero. Almeno, non lo è per chi per natura vive per mangiare, e non sono pochi. La primavera, per questi, equivale a sprofondare nel baratro imposto dalla celeberrima prova costume, di cui la primavera, appunto, è odiosissimo preludio. La primavera è la stagione del ravvedimento forzato: bisogna mangiar leggero, è necessario ridurre le calorie, è doveroso quanto meno cercare di passeggiare un po di più. Bisogna, in primavera, perdere una taglia per essere al meglio, per quanto possibile, per l estate. Un inferno carico di imperativi categorici nel quale ci si lancia con un entusiasmo dal sapore amaro: un incombenza da sbrigare cercando di fare in modo che pesi il meno possibile. Come? Con tanto ingegno. Sostituendo tutto ciò che è grasso e unto con preparazioni leggere, semplici ma gustose. Via libera alla verdura, alla frutta, alle carni bianche e al pesce. Banditi per qualche mese i dolci (Pasqua esclusa, perché la colomba bisogna mangiarla: imperativo categorico), così come i formaggi (ad eccezione di quelli magri, come la ricotta scremata, mentre la mozzarella è tutto fuorché magra, facciamocene una ragione), e i carboidrati: pasta poca, pochissima, e comunque condita con olio e verdure. Nemmeno un accenno agli insaccati, che si commentano da soli: non si mangiano e stop. Di nessun tipo. Al massimo un paio di fettine di bresaola, poche. Le vittime della primavera si possono collocare in quattro categorie distinte. Quattro tipi umani accomunati dal loro essere, in grado variabile e in modo diverso, vittime. I bravi ce la fanno, si sottopongono alla tortura primaverile con una forza d animo degna d ammirazione. Sono vittime a loro insaputa, perché superano sì la prova costume e con gran soddisfazione, ma a pancia vuota e brontolante, e pure un po frustrati. Invece i tristi, che sono la maggioranza, soffrono e si sacrificano inutilmente: sono le vittime per antonomasia della primavera. La loro, è una sconfitta totale. Magari perché a giorni di privazioni si sono alternati momenti di euforia da frigorifero che hanno ricondotto allo zero i risultati: si sa, è la costanza il segreto di tutto. In molti, poi, e sono i rappresentanti della categoria degli scriteriati, si illudono che sia sufficiente inserire un vegetale qualsiasi in una preparazione per renderla dietetica : poco conta che l asparago sia inondato da due litri di besciamella, perché è il fatto che ci sia, l asparago, a sistemare la coscienza. Il vittimismo degli scriteriati è inqualificabile: chi è causa del suo male, pianga se stesso. Qualcuno, invece, e sono i furbi, riesce a trarre il meglio dalla stagione maledetta : sono vittime consapevoli ed agguerrite, disposte al sacrificio, ma con moderazione. Ed Internet in questo senso può dare una gran mano. I furbi si impegnano tantissimo, certo più dei bravi che si limitano a eliminare alcuni alimenti e a ridurre drasticamente la quantità di ciò che finisce nel piatto. I furbi sono ammirevoli perché sì, riducono, ma nemmeno troppo. Loro si ingegnano, sperimentano, provano: coniugano gusto e leggerezza in ricette nuove, saporite e dal ridotto apporto calorico, come si dice. Quindi mangiano, magari fino alla sazietà, e si alzano da tavola appagati e con la coscienza pulita. Per loro, la primavera non è poi così maledetta. Anzi, è uno stimolo alla creatività. Internet può dare una gran mano, si diceva, perché il web è terreno di caccia prediletto per i furbi : la caccia alla ricetta perfetta, quella che appaga ma non pesa. E la caccia è quasi sempre grossa, perché nel web si trovano davvero, e a migliaia, ricette furbe per trasformare l odiosissima fettina di petto di pollo in una preparazione golosa e niente affatto calorica. Il miracolo, comunque, quasi sempre è compiuto dall aggiunta di spezie orientaleggianti. Resta il fatto che sia una furbata. 16 SOTTO TRACCIA marzo aprile

17 Fotoclub Bedizzole di Giovanni De Marco di G De Ma Flash con scatto alla memoria La cattura dell istante nelle immagini fotografiche di Domenico Bertè e soci come memoria storica della comunità Ciò che la fotografia riproduce all infinito, affermava Roland Barthes, ha avuto luogo una sola volta: ripete meccanicamente ciò che non potrà mai più ripetersi. Niente di più vero perché la fotografia una volta scattata, cattura l attimo, l istante ultimo di un evento prima che questo svanisca nel tempo. Fotografia è sinonimo di immagine, dialogo che diventa interrogazione, confessione intima tra il fotografo e l oggetto ritratto. Dopo anni di esperienza nel settore, Domenico Bertè ha fondato con altri amatori l associazione Fotoclub Bedizzole, arricchendo così la già vista compagine sociale del paese fatta anche di piccole realtà promotrici di arte e cultura. Fotografo freelance, Domenico, in arte Mimmo, nasce a Barcellona Pozzo di Gotto, cullato dai paesaggi mediterranei della Sicilia: qui, alla giovane età di 16 anni, comincia a coltivare la passione per la fotografia. «Ho cominciato ad avvicinarmi alla fotografia da giovane, quando mio padre mi regalò la mia prima macchina fotografica con mirino a pozzetto. Con semplicità, da allora cominciai a fotografare le ricorrenze della famiglia. In un primo momento stampavo su pellicola - afferma il presidente dell associazione - Ma è stato con l avvento del digitale che decisi di riprendere in mano la macchina fotografica e continuare il mio percorso artistico». Fotografo di eventi, manifestazioni e concorsi, l attività di Mimmo Bertè spazia dalla fotografia commerciale agli scatti di moda e non solo, per uno stile moderno, attento ai dettagli e dalle esigenze del mercato. Mosso da un profondo desiderio di migliorare e condividere con altre persone la stessa passione, ecco nascere l associazione dopo una mostra personale al Vecchio Mulino lo scorso anno. Frutto dell unione di un ricco gruppo di instancabili appassionati del genere, fin da subito Fotoclub Bedizzole ha come principale obbiettivo l insegnamento e la trasmissione a 360 gradi della cultura fotografica. Una vocazione territoriale, in stretto contatto con la realtà locale delle istituzioni. «Come fotoclub ci prefiggiamo di creare un archivio storico del territorio da custodire nel tempo: vogliamo preservare l istante, l attimo, attraverso il materiale fotografico che produciamo. Vorremmo stimolare la creatività di ciascuno con la curiosità di una passeggiata o di un uscita nella natura che, con la bella stagione, può diventare un interessante workshop all aperto». Non è un caso se, fin dal suo esordio, Fotoclub Bedizzole segue ogni singolo evento di natura pubblica della comunità. Ne sono testimonianza le splendide e suggestive immagini, pubblicate sulla pagina facebook dell associazione, sull ultima rassegna provinciale del carnevale bresciano o sull operazione natalizia Albero Solidale. Ora il sogno più grande è quello di poter consolidare sempre più questa memoria storica, una memoria fotografica estemporanea del territorio fatta di contenuti ed emozioni. «Siamo ventiquattro soci mossi dall idea di base che la fotografia è passione ed aggregazione. Il nostro prossimo passo sarà quello di organizzare anche dei corsi di fotografia - conclude Mimmo - Ora siamo aperti con la campagna di tesseramento, con la convinzione che grazie alla fotografia si possano creare momenti di aggregazione speciali, in un clima piacevole di confronto e crescita». Il mondo della fotografia è un campo senza confini e, in quanto arte, va carpita sul posto magari con una macchina fotografica sempre a portata di scatto, perché il click giusto può celarsi in ogni dove. Fenomenologia delle Uova di Pasqua Sorprendenti e devote Viaggio tra mito, costume e simbologia a proposito dei tradizionali ed amatissimi dolci, senza dimenticare l adorazione/consacrazione rituale anche per quelli forniti da mamma natura, che attraversano con vivacità il momento classico dell importante ricorrenza religiosa di Primavera La presenza dell uovo nella ricorrenza della Pasqua affonda le sue radici nel lontano passato, quando si festeggiava l arrivo della primavera con lo scambio di semplici uova di gallina. È con i cristiani che l uovo si carica di significati simbolici, di rinascita e resurrezione: le uova di gallina vengono sostituite con uova decorate a mano. Ad ogni paese, la sua speciale tradizione pasquale. Nel bresciano ancora oggi si tramanda di padre in figlio una particolare devozione riguardo l uovo di gallina del venerdì Santo, dalle speciali proprietà protettive acquisite come la salvaguardia dagli incidenti stradali. L ideale sarebbe mangiarlo sudato, parzialmente cotto, o anche sodo: per questo è dovuto il detto Non hai mangiato l uovo rivolto a chi purtroppo è stato vittima di incidenti. Nel mondo anglosassone invece la Pasqua è soprattutto l easter bunny, il coniglietto pasquale. Secondo il mito, il coniglio per piacere alla dea latina della primavera Ostara, da cui deriva la parola inglese easter, cominciò a lasciare uova decorate nella natura con i colori dell arcobaleno. Da qui, l usanza del coniglio portatore di uova al cioccolato, uova da nascondere e far ritrovare in giardino dai bambini la mattina di Pasqua. Nel mondo dell informatica, gli americani hanno addirittura coniato il termine easter egg, uovo pasquale, per definire la sorpresa che non ti aspetti, attivabile con una successione di tasti bizzarra, all interno di un programma per sorprendere l utente. Anche il mondo dell arte ha tratto fonte d ispirazione dalle forme perfette e pulite dell uovo: proporzioni magiche che colpirono Piero della Francesca così tanto da collocarlo nel punto più alto della sua celebre Pala di Brera, sospeso in una conchiglia sopra il potente Federico da Montefeltro. Oggi come ieri, donare uova per questa ricorrenza è anche un gesto di benevolenza. Uova come pegno d amore: lo zar Alessandro III regalò per anni alla moglie Maria, in occasione della Pasqua, oltre cinquanta uova gioiello create dalla leggendaria maison di gioielleria Fabergé. Innegabile l importanza anche del contenuto, la sorpresa. C è chi ne ha fatto un business dolciario, creando ovetti con sorpresa per rendere felici bambini tutto l anno. Colomba o uovo di cioccolato che sia, a ciascuno il suo dolce pasquale preferito. Grandi e piccoli, senza distinzione di età, adorano ricevere un uovo di cioccolata, vuoi anche per una sorpresa custodita all interno che, a volte, non è mai all altezza delle proprie aspettative. Rompere l uovo è segno di buon auspicio, è l inizio di un cambiamento, di liberazione, come il pulcino appena nato che esce dal guscio o il baco che finalmente diventa farfalla. A partire dagli anni novanta l uovo è diventato anche sinonimo di solidarietà e beneficenza. Dal 1994, l AIL propone nelle piazze d Italia le proprie uova di cioccolato per raccogliere fondi per la ricerca sulle leucemie, linfomi e mieloma, affinché possano diventare patologie sempre più guaribili. Nutriente, l uovo di gallina, o dolce, quello di cioccolato delle feste, l uovo è sempre ben gradito pur nella sua semplicità, e nel vasto uso che se ne fa nelle nostre case in cucina. Un alimento dalla forma perfetta, che porta con sé un forte legame sospeso tra mito e realtà in tutte le culture del mondo. noi con voi distretto bedizzole SOTTO TRACCIA marzo aprile 17

18 con la nuova App... la BCC sempre in tasca SCARICA LA NUOVA APP DAL SITO Messaggio pubblicitario con finalità promozionali. Per le condizioni contrattuali si rimanda ai FOGLI INFORMATIVI disponibili presso tutte le filiali 18 SOTTO TRACCIA marzo aprile

19 Superambiente Valvestino Che volpe quell orso Ne rigoglioso dinamismo del risveglio primaverile lo scorrazzare astuto del canide dal pelo rosso si contrappone all ingombrante girovagare del mammifero di maestosa stazza. L eterna avvincente competizione fauna, flora, razza umana. In un compendio emozionale che da queste parti assume caratteristiche di attraente fascino primordiale tutto da scoprire Ho letto recentemente su Bresciaoggi che in Valvestino qualcuno, forse nel tentativo di uccidere le volpi, ha ucciso alcuni cani con dei bocconi avvelenati. Al di là della notizia in sé è un fatto che la natura nella Valvestino è rigogliosa, verde, a tratti perfino incontaminata e gli animali ci vivono bene. Di certo vivono bene i cinghiali che scorrazzano, quasi presuntuosi padroni, di territori in cui per l uomo è sempre più faticoso vivere, mentre per certi animali diventa un habitat naturale. Ci vivrebbero le volpi, da sempre, acerrime rivali dei cacciatori bresciani che vedono l astuto animale, dalla coda morbida quasi peggio dei guardiacaccia o della Polizia Provinciale. Ma la volpe è stata fin da tempi antichissimi, protagonista delle fiabe, emblema dell astuzia e, talvolta, della sopraffazione. È la volpe che spinge Pinocchio sulla cattiva strada. Sono le volpi che, nelle grandi tenute dei lord inglesi, si contendevano con i nobili bipedi, gustose pernici, saporite lepri e colorati fagiani. Sono le volpi che, così come bene hanno immortalato alcuni film memorabili, vengono cacciate a cavallo. Vi sono state razze di cani e cavallo selezionate proprio per favorire questo tipo di caccia. A fianco della volpe e, mi si dica poi che la Valvestino non è straordinaria, ecco spuntare gli orsi. Bestioni dai 100 agli 800 chili (ma il nostro orso bruno si ferma a 400), alti circa 2,5 metri, non a rischio di estinzione nel Mondo, dove, la sempre ben infornata Wikipedia, ne conta Quattordicimila in Europa. In Italia l orso bruno rischiava l estinzione sino all inizio degli anni novanta quando nella roccaforte delle Dolomiti si rifugiarono gli ultimi due plantigradi. Il parco Adamello Brenta ne adotta l immagine come simbolo, valorizzandone la presenza anche in chiave turistica. Nel 1996 ne vennero reintrodotti una decina di esemplari con lo scopo di averne in loco, nei trent anni successivi, individui. Progetto riuscito con 13 nuovi nati accertati tra il 2002 e La convivenza con l uomo non sempre è semplicissima. Negli Usa, dove gli orsi possono davvero arrivare agli 800 chili, è diffuso il detto un orso nutrito è un orso morto. Le arnie delle baite sono molto gradite, non tanto per il miele, che pure non disdegnano, quanto delle larve delle api. L orso solitamente non è aggressivo, ma se associa alle attività dell uomo la possibilità di avere cibo può diventare una presenza piuttosto ingombrante. L incontro tra uomo ed orso, se casuale, determina solitamente la fuga dell orso. I problemi nascono solitamente da incontri in situazioni limite quando l animale è ferito, quando ha i piccoli, eccetera. Chissà quante altre cose ci sono da scoprire nella Valvestino. E se invece di raccontarvele ci faceste un saltino nel prossimo fine settimana? Certo se vedete un orso o magari una volpe scrivetecelo, meglio ancora, mandateci una foto! di Nicola Alberti noi con voi cieli di valvestino SOTTO TRACCIA marzo aprile 19

20 bccestero+ FINANZIAMENTO EXPORT Finanziamento Sviluppo ed Innovazione Destinazione piccole e medie imprese Finalità Sviluppo Export - Attività di Incoming Buyers Tasso Variabile - euribor a 3 mesi + 2,25% 2,00% ClieNTi soci TaeG 2,557% TaeG 2,301% Mutuo chirografario Importo massimo finanziabile ,00 Durata massima 3 anni TAEG Socio 2,301% - TAEG Cliente 2,557% Rilevazione Euribor 3 mesi. Risultante da Il Sole 24 Ore, dell ultimo giorno lavorativo del mese di dicembre, marzo, giugno e settembre immediatamente antecedente il trimestre di applicazione MESAGGIO PUBBLICITARIO. Il presente annuncio è un messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali ed economiche fare riferimento ai fogli informativi disponibili presso le filiali e sul sito internet e presso tutte le filiali. La presente offerta è valida per tutte le richieste di mutuo sottoscritte entro il 31/12/2015 salvo esaurimento plafond. La richiesta di mutuo è soggetta a valutazione ed approvazione da parte della Banca. - mutuo prima casa Fifty & Fifty Iniziative sociali Appuntamenti/Organi istituzionali di partecipazione Assemblea Generale dei Soci Consulta Soci Incontri Soci sul territorio Incontro di formazione con Neo Soci Informazione e Formazione del Socio Pubblicazione e distribuzione del BILANCIO SOCIALE News via mail su novità sociali e commerciali del Socio Periodico sociale SOTTOTRACCIA - Invio postale del periodico bimestrale con informazioni su iniziative sociali, novità legislative, territorio e cooperazione Ufficio Soci Presso la Sede l Ufficio Soci è a disposizione per richieste di chiarimento e informazioni su servizi e iniziative Iniziativa culturale di Primavera Soci Artigiani e Agricoltori Giornata che prevede la visita a realtà di particolare interesse tecnico/culturale Iniziativa Sociale Soggiorno Mare Maggio Soggiorno tutto compreso in località marina in Italia. Riduzione di Euro 300,00 per i Soci oltre i 70 anni Crociera per il 120º Anniversario Speciali condizioni riservate al Soci Iniziativa Culturale Dicembre Soggiorni in località di interesse culturale in Italia e all Estero. Speciali condizioni riservate al Socio Iniziativa Culturale Giovani Soci Iniziativa Culturale Socie BCC XXIV Premio allo Studio 2015 n. 40 Premi allo Studio riservati ai Soci e Figli di Soci FINANZIAMENTO DEL 50 % DELL'ACQUISTO PRIMA CASA Garanzie Ipoteca I grado Tasso INTEREssE + EuRIboR a 3 mesi 1,90% 1,75% CLIENTI soci Durata Massima 15 Anni 1,95% 1,90% CLIENTI soci Durata dai 15 ai 30 Anni Importo massimo finanziabile ,00 Plafond ,00 - Scadenza iniziativa 31/12/2015 TAEG Socio 2,130% - TAEG Cliente 2,181% Rilevazione Euribor 3 mesi. Risultante da Il Sole 24 Ore, dell ultimo giorno lavorativo del mese di dicembre, marzo, giugno e settembre immediatamente antecedente il trimestre di applicazione MESAGGIO PUBBLICITARIO. Il presente annuncio è un messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali ed economiche fare riferimento ai fogli informativi disponibili presso le filiali e sul sito internet bcc.it. La presente offerta è valida per tutte le richieste di mutuo sottoscritte entro il 31/12/2015 salvo esaurimento plafond. La richiesta di mutuo è soggetta a valutazione ed approvazione da parte della Banca. - mutuo azienda Speciale Centoventanni EDIZIONE LIMITATA SOLO DA 12 SETTEMBRE 2014 A SETTEMBRE 2015 w w w. b e d i z z o l e. b c c. i t TaSSo Variabile euribor a 3 mesi + 2,50% 2,00% ClieNTi SoCi MUTUO CHIROGRAFARIO 5 anni Importo massimo finanziabile ,00 per i Soci, Tasso variabile pari all euribor 3 mesi maggiorato di uno spread di 2,00 punti minimo del 3,00% TAEG 3,407% - per i Clienti tasso variabile maggiorato di uno spread di 2,50 punti minimo 3,50% TAEG 3,924% Rilevazione Euribor 3 mesi. Risultante da Il Sole 24 Ore, dell ultimo giorno lavorativo del mese di dicembre, marzo, giugno e settembre immediatamente antecedente il trimestre di applicazione MESAGGIO PUBBLICITARIO. Il presente annuncio è un messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali ed economiche fare riferimento ai fogli informativi disponibili presso le filiali e sul sito internet La presente offerta è valida per tutte le richieste di mutuo sottoscritte entro il 12/09/2015 salvo esaurimento plafond. La richiesta di mutuo è soggetta a valutazione ed approvazione da parte della Banca. pacchetto soci - mutuo centoventanni famiglia EDIZIONE LIMITATA SOLO DA 12 SETTEMBRE 2014 A SETTEMBRE 2015 Tasso Variabile - euribor a 3 mesi + 2,50% 2,00% ClieNTi soci MUTUO CHIROGRAFARIO 5 anni Importo massimo finanziabile ,00 per i SOCI, Tasso variabile pari all euribor 3 mesi, maggiorato di uno spread di 2,00 punti minimo del 3,00% - TAEG 3,442 per i CLIEnTI tasso maggiorato di uno spread di 2,50 punti minimo 3,50% - TAEG 3,960 Rilevazione Euribor 3 mesi. Risultante da Il Sole 24 Ore, dell ultimo giorno lavorativo del mese di dicembre, marzo, giugno e settembre immediatamente antecedente il trimestre di applicazione MESAGGIO PUBBLICITARIO. Il presente annuncio è un messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali ed economiche fare riferimento ai fogli informativi disponibili presso le filiali e sul sito internet e presso tutte le filiali. La presente offerta è valida per tutte le richieste di mutuo sottoscritte entro il 12/09/2015 salvo esaurimento plafond. La richiesta di mutuo è soggetta a valutazione ed approvazione da parte della Banca. - fido socio Speciale Centoventanni In occasione del 120º Anniversario la BCC offre ai propri Soci un Fido agevolato rapportato al numero delle azioni SOCI AZIENDA Minimo 80 azioni per 30,00 pari ad 2.400,00 NR. AZIONI IMPORTO FIDO TASSO TAEG Da 0 a ,00 3,25% + EURIBOR 3 MESI 3,39% da 80 a ,00 3,00% + EURIBOR 3 MESI 3,14% Da 100 e più ,00 2,75% + EURIBOR 3 MESI 2,88% SOCI PERSONE FISIChE SOCIO SENIOR - Minimo 50 azioni - 30,00 cadauna - pari ad 1.500,00 NUOVI GIOVANI SOCI - Minimo 16 azioni - 30,00 cadauna - pari ad 480,00 NR. AZIONI IMPORTO FIDO TASSO TAEG Da 1 a ,00 3,25% + EURIBOR 3 MESI 3,39% da 20 a ,00 3,25% + EURIBOR 3 MESI 3,39% da 30 a ,00 3,00% + EURIBOR 3 MESI 3,14% Da 50 e più ,00 2,75% + EURIBOR 3 MESI 2,88% La richiesta di ammissione a nuovo Socio è soggetta a valutazione ed approvazione da parte della Banca. L acquisito di quote sociali non da automaticamente diritto alla concessione del fido di cassa che resta soggetto ad una valutazione sul merito di credito ed alla approvazione da parte della Banca. Rilevazione Euribor 3 mesi. Risultante da Il Sole 24 Ore, dell ultimo giorno lavorativo del mese di dicembre, marzo, giugno e settembre immediatamente antecedente il trimestre di applicazione MESAGGIO PUBBLICITARIO. Il presente annuncio è un messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali ed economiche fare riferimento ai fogli informativi disponibili presso le filiali e sul sito internet bcc.it. La presente offerta è valida per tutte le richieste delle persone fisiche e giuridiche che fanno parte della compagine sociale della Banca di Bedizzole Turano Valvestino, entro il 12/09/2015. La richiesta di ammissione a nuovo Socio è soggetta a valutazione ed approvazione da parte della Banca. L acquisito di quote sociali non da automaticamente diritto alla concessione del fido di cassa che resta soggetto ad una valutazione sul merito di credito ed alla approvazione da parte della Banca. centoventivolteconto EDIZIONE LIMITATA SOLO DA 12 SETTEMBRE 2014 A SETTEMBRE 2015 PER I PRIMI 120 NUOVI SOCI CONTO CORRENTE A COSTO ZERO Numero Operazioni Gratuite Tutte Spesa per operazioni oltre Forfait Gratuita Tenuta Conto Gratuita Invio Corrispondenza Gratuita Bonifici 0,80 interni - 1,00 esterni Valuta versamento assegni stesso giorno Libretto assegni Gratuito BANCA ELETTRONICA SERVIZI PAGAMENTO Bancomat Gratuito Prelevamento Bancomat su altri Istituti di Credito Gratuito Carta di Credito Carta Bcc Gratuita Servizio pagamento utenze tramite Rid Gratuito Bonifico effettuato con Relax Banking Gratuito Canone Relax Banking dispositivo Gratuito OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO Riduzione del 50% selle spese di istruttoria/rinnovo finanziamenti Riduzione minima dello 0,25% del tasso di interesse di tutti i mutui OPERAZIONI DI INVESTIMENTO Servizio gratuito tenuta conto Dossier Titoli Speciali emissioni Obbligazionarie riservate ai soci Riduzione 0,25% commissioni ingresso Bcc Risparmio & Previdenza PREVIDENZA & SALUTE Conto Risparmio e Previdenza L apertura di un deposito a risparmio ed un versamento di una somma minima di 500,00 consente : - la copertura assicurativa Grandi Interventi - la diaria di 15,49 giornalieri per ricoveri ospedalieri Assicurazioni Linea Socio Assimoco Riduzione del 5% sui premi delle Polizze Casa,Infortuni,Malattia,Caso Morte Riduzioni su Polizze RC Auto Riduzione dei caricamenti Prodotti Bcc Vita MESAGGIO PUBBLICITARIO. Il presente annuncio è un messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali ed economiche fare riferimento ai fogli informativi disponibili presso le filiali e sul sito internet e presso tutte le filiali. La presente offerta è valida per tutte le richieste di mutuo sottoscritte entro il 12/09/2015 salvo esaurimento plafond. La richiesta di mutuo è soggetta a valutazione ed approvazione da parte della Banca SOTTO TRACCIA marzo aprile

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Alassio AL MARE RESIDENZA. Stagione 2014-2015

Alassio AL MARE RESIDENZA. Stagione 2014-2015 RESIDENZA AL MARE Alassio Stagione 2014-2015 Periodi e tariffe giornaliere di soggiorno: PERIODO DAL AL SOCI AGOAL AGGREGATI NOTE Festività fine Anno 28/12/2014 02/01/2015 72,00 77,00 Periodo non frazionabile

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

A ROMA DA PAPA FRANCESCO. Roma 31 Ottobre 2015

A ROMA DA PAPA FRANCESCO. Roma 31 Ottobre 2015 A ROMA DA PAPA FRANCESCO Roma 31 Ottobre 2015 Il Programma definitivo della giornata sarà disponibile sul sito www.ucid.it A ROMA DA PAPA FRANCESCO - Roma, 31 Ottobre 2015 PROPOSTE DI ACCOGLIENZA OPZ.

Dettagli

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS : VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS Un Viaggio indimenticabile attraverso la Storia Venice-Simplon Orient-Express è il treno più famoso del mondo, con una storia ultracentenaria che nasce nel 1864 e prosegue

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA con visita della Samaria e dei Monasteri della Palestina dal 28 Maggio al 4 Giugno 2015

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

Scopriamo insieme il

Scopriamo insieme il Scopriamo insieme il SettemariClub Sol Falcó Durante la visita tecnica della struttura, porta con te questo Mini Book inspection, potrà esserti utile. In molti casi, le notizie contenute nel Mini Book

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015 Ospitalità STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 BENVENUTI A SAN SIRO Il nuovo modo di vivere la partita Amala e colora un emozione di nero e d azzurro. Inter Corporate 2014-15 è l esclusivo programma di Corporate

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Club Alpino Italiano Sezione di Valenza Davide e Luigi Guerci Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Sabato 19 settembre 2015 Viaggio andata Ritrovo dei

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

MEETING & CONFERENCE ENNA. www.hotelfedericoenna.it

MEETING & CONFERENCE ENNA. www.hotelfedericoenna.it MEETING & CONFERENCE ENNA www.hotelfedericoenna.it Ci presentiamo Il Federico II Palace Hotel Spa & Congress, sorge a Enna circondato da immense vallate che creano una cornice naturale di verde, ma anche

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose.

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose. RESIDENZA LE ROSE DATI ANAGRAFICI STRUTTURA SCHEDA SERVIZIO Residenza LE ROSE DENOMINAZIONE Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD INDIRIZZO CAP CITTÀ PROVINCIA 0429 644544 TELEFONO info@residenzalerose.net

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014).

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014). COMUNICATO STAMPA ADRIATIC SEA FORUM: al via oggi a Dubrovnik la seconda edizione di Adriatic Sea Forum cruise, ferry, sail & yacht, evento internazionale itinerante dedicato ai settori del turismo via

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI Ogni programma è preceduto da una testatina contenente, in forma sintetica, le informazioni relative al viaggio. Lo spazio a disposizione nella scheda è limitato

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA!

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! Febbio (1200-2063 m.) Comune di Villa Minozzo, alle pendici del Monte Cusna; località inserita nel meraviglioso contesto

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: DAY CAMP Peschiera del Garda dal 15 al 20 giugno / dal 22 al 27 giugno / dal 29 giugno al 4 luglio Centro Sportivo Parc Hotel Paradiso Borgo Roma dal 15 al 20 giugno Centro Sportivo

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

Svolgimento a cura di Fabio Ferriello e Stefano Rascioni Pag. 1 a 6

Svolgimento a cura di Fabio Ferriello e Stefano Rascioni Pag. 1 a 6 Svolgimento a cura di Fabio Ferriello e Stefano Rascioni Pag. 1 a 6 Esame di Stato 2015 Istituto Professionale - Settore servizi Indirizzo Servizi per l enogastronomia e l ospitalità alberghiera Articolazione

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

639 Spagna - Baleari - Minorca - Cala Son Bou ORANGE CLUB LA NORIA*** 7 notti all inclusive + volo + trasferimento

639 Spagna - Baleari - Minorca - Cala Son Bou ORANGE CLUB LA NORIA*** 7 notti all inclusive + volo + trasferimento Offerte prenotabili dal 21 maggio al 3 giugno 2015 639 Spagna - Baleari - Minorca - Cala Son Bou ORANGE CLUB LA NORIA*** 7 notti all inclusive + volo + trasferimento VOLO Servizi inclusi: volo A/R da Milano

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita 6 ESSERE GENITORI: TRASMETTERE LA FEDE ED EDUCARE ALLA VITA "I genitori di Paola, 10 anni, sono

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Matrimonio alle Seychelles

Matrimonio alle Seychelles Benvenuti nella nostra pagina Matrimoni! Qui potrete definire ogni dettaglio per il Vostro meraviglioso matrimonio a Praslin, La Digue o in qualsiasi piccola isola delle Seychelles, scegliendo sia le decorazioni

Dettagli

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo I corsi del C.A.S. in collaborazione con le Scuole Sci Monte Pora, Spiazzi, Vareno, 90 Foppolo e Alta Valle Brembana Stagione 2010-2011 Formula Località Giorno e Orario Livelli Età bus (*) White M. Pora

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli