Il Programma CENTRAL EUROPE verso il 2014/2020

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Programma CENTRAL EUROPE verso il 2014/2020"

Transcript

1 Convegno internazionale progetto ESSENCE, Bologna, 30 ottobre Il Programma CENTRAL EUROPE verso il 2014/2020 Benedetta Pricolo Punto di Contatto Nazionale

2 1. CENTRAL EUROPE: dove siamo? Struttura Territoriale CENTRAL EUROPE comprende otto Stati Membri: Austria, Repubblica Ceca, Germania(*), Ungheria, Italia(*), Polonia, Slovacchia, Slovenia. L Ucraina partecipa come osservatore. oltre 1 Milione di Chilometri quadrati, residenza di più di un quarto dei cittadini europei (142+ milioni nel 2011) 77 unità NUTS 2 8 città che superano 1 Milione di abitanti (*) Stati Membri la cui partecipazione riguarda solo alcune regioni: Germania orientale e nord Italia.

3 1. CENTRAL EUROPE: dove siamo? Governance territoriale oltre i confini in CE CENTRAL EUROPE ospita diversi modelli di governance che vanno oltre i confini: Strategie Macro-Regionali esistenti e potenziali Corridoi di Trasporto Pan-Europei

4 1. CENTRAL EUROPE: dove siamo? Governance territoriale oltre i confini in CE CENTRAL EUROPE ospita diversi modelli di governance che vanno oltre i confini: Gruppi Europei di Cooperazione Territoriale (EGTC) Altre forme di coordinamento tra i territori che condividono caratteristiche comuni (es: Centrope)

5 2. CENTRAL EUROPE : lezioni apprese Il Programma CE in sintesi ü CENTRAL EUROPE è uno dei 13 Programmi transnazionali dell obiettivo CTE ü 231 M FESR sono stati stanziati per 124 progetti ü che coinvolgono piu di partners, dei quali ü 18% appartengono al settore privato e (almeno) 5% di loro sono PMI

6 3. Transnational cooperation : lesson learned Ubicazione dei partners I Partners sono ubicati in 72 delle 77 regioni NUTS 2 e in 211 delle 444 aree NUTS 3

7 2. CENTRAL EUROPE : lezioni apprese I Partner stanno costruendo reti durevoli di cooperazione all interno e oltre l area

8 2. CENTRAL EUROPE : lezioni apprese Caratteristiche dei Progetti I progetti appartengono a 6 aree tematiche: In pratica, i progetti:

9 3. CENTRAL EUROPE 2014/2020 Prospettive Principi generali per la preparazione del Programma CE 2014/ Solida base conoscitiva rispetto a: sfide comuni e bisogni condivisi in tutta l area del Programma; potenziale esistente per una crescita smart, sostenibile e inclusiva delle regioni centrali Europee. 2. Forte partecipazione degli stakeholder rilevanti: ruolo consultivo nel delineare la strategia di Programma (definizione degli obiettivi); condivisione di contributi specifici sui tipi di azioni, beneficiari, gruppi target; costruzione dell ownership del Programma. 3. Valorizzazione di esperienza e lezioni apprese nel periodo : approccio orientato al risultato per i progetti, per impatti di lungo termine; riduzione del carico amministrativo per una attuazione efficace.

10 3. CENTRAL EUROPE 2014/2020 Prospettive Il Programma CE 2014/2020 in sintesi ü La portata geografica è stata ampliata con l ingresso della Croazia nella UE: da 8 a 9 Stati Membri; ü L Autorità di Gestione del Programma (Città di Vienna) è stata confermata; Cooperating beyond borders in central Europe to make our cities and regions better places to live and work ü Budget ancora non definito (Autunno 2013); ü Organizzato in 4 Assi Priority Prioritari, axis 2 che corrispondono Priority axis 3 a 4 degli 11 Obiettivi Priority axis Tematici 4 predefiniti del FESR Cooperating on low carbon : Priority axis 1 Cooperating on innovation to make CENTRAL EUROPE more competitive Thematic objective 1 Strengthening research, techno- logical development and inno- vation Investment priority 1b Promoting business investment in inno- vation and research, and developing links and synergies between enterprises, R&D centres and higher education [...] Cooperating beyond borders in central Europe to make our cities and regions better places to live and work Priority axis 1 Cooperating on innovation to make CENTRAL EUROPE more competitive Thematic objective 1 Strengthening research, techno- Specific logical objective development 1.1 and inno- To strengthen regional innovation capacity vation through improved framework conditions for innovation Central Europe strategies in CENTRAL EUROPE Thematic objective 4 Supporting the shift towards a low- carbon economy in all sectors Central Europe Investment priority 4c Supporting energy efficiency and renewable energy Investment priority 4e Promoting low- carbon strategies for all types of territories, i.p. use in public infra- Priority axis 2 structures, inclu- urban areas, incl. Cooperating ding in public on low the carbon promotion of strategies buildings and in in CENTRAL sustainable EUROPE urban the housing sector mobility and miti- gation relevant adaptation Thematic objective 4measures Supporting the shift towards a low- Specific carbon objective economy 2.1 in Specific all sectors objective 2.2 To increase energy To strengthen the efficiency and implementation of renewable energy low- carbon strategies Territo ria l n eed s Cooperating on natural and cultural resources for sustainable growth in CENTRAL EUROPE Thematic objective 6 Protecting the environment and promoting resource efficiency Territo ria l n eed s Investment Investment priority 6c priority 6e Protecting, pro- Action to improve moting and deve- the urban environ- loping cultural ment, regenera- and natural tion of brownfield Priority axis 3 heritage sites and reduc- Cooperating on natural tion of and air pollu- cultural resources for tion sustainable growth in CENTRAL EUROPE Thematic objective 6 Protecting the environment and Specific promoting objective resource 3.1 Specific efficiency objective 3.3 To strengthen the To improve the protection and environmental quality sustainable use of in functional urban Cooperating on transport to better connect CENTRAL EUROPE Thematic objective 7 Promoting sustainable transport and removing bottlenecks in key network infrastructures Investment Investment priority 7b priority 7c Enhancing regio- Developing envi- nal mobility ronment- friendly through connec- and low- carbon ting secondary transport systems Priority axis 4 and tertiary nodes including river and to Cooperating TEN- T infra- on transport sea transport, to better structure connect CENTRAL EUROPE ports and multi- modal links Thematic objective 7 Promoting sustainable transport Specific and removing objective 4.1 bottlenecks Specific objective in key 4.2 To network improve regional infrastructures To strengthen multi- passenger transport modal environment- and mobility to better friendly freight

11 3. CENTRAL EUROPE 2014/2020 Prospettive Orientamento tematico CE 2014/2020 Priority 1 - Cooperating on innovation to make CENTRAL EUROPE more competitive Building entrepreneurship capacity Social innovation Competence for novel technologies Cluster development/internationalisation Capacity in the public sector for innovation New/better services supporting innovation in businesses Transfer of R&D-results Priority 2 - Cooperating on low carbon strategies in CENTRAL EUROPE Energy efficiency of public infrastructures Harmonisation of standards and certification systems Use of renewable energy potentials innovative energy services, incentives and financing schemes Energy performance of public and private sectors Integrated low-carbon mobility in urban areas New technologies for low-carbon mobility

12 3. CENTRAL EUROPE 2014/2020 Perspectives Orientamento tematico CE 2014/2020 Priority 3 - Cooperating on natural and cultural resources for sustainable growth in CE Sustainable management of protected areas Reduction of land-use conflicts Culture fostering economic growth and employment Valorising cultural heritage and resources Sustainable use of natural resources Adaptation to climate change Smart cities Improvement of environmental quality Sustainable use and promotion of cultural heritage sites Rehabilitation of brownfield sites Priority 4 - Cooperating on transport to better connect CENTRAL EUROPE Linking peripheral regions to TEN-T network and transport nodes Multimodality of freight transport systems Improvement of regional public transport systems Smart regional mobility and services Sustainable logistics through optimised freight transport chains Greening the last mile of freight transport

13 3. CENTRAL EUROPE 2014/2020 Prospettive Il Processo Identificazione delle sfide/necessità/potenzialità (Analisi territoriale dell area di programma e consultazione degli stakeholder) (REALIZZATO) 2012 Formulazione della Strategia di Programma (Scelte strategiche per la focalizzazione tematica) (REALIZZATO) Aprile/Maggio, Settembre 2013 Contenuti del Programma (Azioni, risorse finanziarie, realizzazione, etc.) (IN CORSO) Marzo 2013 Novembre/Dicembre 2013 Consultazione degli Stakeholder sulla strategia (on-line, eventi nazionali/ transnazionali) (REALIZZATO) Ottobre 2013 Consultazione del Pubblico (Strategic Environmental Assessment) Approvazione Programma da parte della Commissione Europea e apertura del bando (2014)

14 Per maggiori informazioni Sito web del Programma: Analisi territoriale dell area del Programma CENTRAL EUROPE (2012): CE_Territorial_Analysis_2nd_report_APPROVED_clean.pdf Biblioteca dei risultati CENTRAL EUROPE Pubblicazioni tematiche CENTRAL EUROPE : Documentazione e informazioni CENTRAL EUROPE :

15 Contatti CENTRAL EUROPE Programme Punto di Contatto Nazionale Benedetta Pricolo Regione del Veneto Unità di Progetto Cooperazione Transfrontaliera Dorsoduro 3494/A Rio Novo Venezia tel fax

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ATTUAZIONE DELLE POLITICHE DELL UE ATTRAVERSO L APPROCCIO BOTTOM UP E LA GOVERNANCE MULTILIVELLO IL PATTO DEI SINDACI IN ABRUZZO.

REGIONE ABRUZZO ATTUAZIONE DELLE POLITICHE DELL UE ATTRAVERSO L APPROCCIO BOTTOM UP E LA GOVERNANCE MULTILIVELLO IL PATTO DEI SINDACI IN ABRUZZO. ATTUAZIONE DELLE POLITICHE DELL UE ATTRAVERSO L APPROCCIO BOTTOM UP E LA GOVERNANCE MULTILIVELLO IL PATTO DEI SINDACI IN ABRUZZO. Il Piano Energetico Regionale (PER) Approvato con D.G.R. n. 470/c del 31/08/2009

Dettagli

Le opportunità per l ambiente e l energia low carbon nella nuova programmazione europea. Cooperazione Territoriale Europea in Emilia-Romagna

Le opportunità per l ambiente e l energia low carbon nella nuova programmazione europea. Cooperazione Territoriale Europea in Emilia-Romagna Le opportunità per l ambiente e l energia low carbon nella nuova programmazione europea Cooperazione Territoriale Europea in Emilia-Romagna Ravenna, 21 maggio 2015 Stefania Leoni CTE 2007-2013 : numero

Dettagli

Il processo di programmazione italiano per il 2014/2020 e la partecipazione dell Italia ai programmi di cooperazione territoriale europea

Il processo di programmazione italiano per il 2014/2020 e la partecipazione dell Italia ai programmi di cooperazione territoriale europea Storie di progetti del Programma CENTRAL EUROPE Il processo di programmazione italiano per il 2014/2020 e la partecipazione dell Italia ai programmi di cooperazione territoriale europea Rossella Rusca

Dettagli

Politiche regionali ed il programma Horizon 2020

Politiche regionali ed il programma Horizon 2020 L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE NEI MERCATI EUROPEI Il progetto Alterenergy come opportunità per accedere allo sviluppo energetico nell area dei Balcani Politiche regionali ed il programma Horizon

Dettagli

Strategia macro-regionale EUSALP

Strategia macro-regionale EUSALP Strategia macro-regionale EUSALP Roberta Negriolli Regione Lombardia 11 maggio 2015 Regione Emilia-Romagna Sala 20 Maggio 2012 Viale della Fiera 8, Bologna INDICE 1. Cos è una Strategia Macroregionale

Dettagli

2014-2020 Focus su Obie vo Tema co n. 4 Economia a bassa emissione di carbonio energia sostenibile

2014-2020 Focus su Obie vo Tema co n. 4 Economia a bassa emissione di carbonio energia sostenibile 2014-2020 Focus su Obie vo Tema co n. 4 Economia a bassa emissione di carbonio energia sostenibile Matera, o obre 2013 Rosanna Micciché, Unit G4, DG REGIO 1 Poli ca di coesione: 2007-2013 Poli ca di inves

Dettagli

BANDI & STAGES NEWSLETTER. patriziatoia.it FEBBRAIO 2015. Patrizia Toia. Care e cari tutti,

BANDI & STAGES NEWSLETTER. patriziatoia.it FEBBRAIO 2015. Patrizia Toia. Care e cari tutti, NEWSLETTER FEBBRAIO 2015 patriziatoia.it BANDI & STAGES Care e cari tutti, questa vuole essere una newsletter operativa sulle opportunità europee aperte, sia dal punto di vista di alcuni bandi relativi

Dettagli

Le politiche e la normativa Europea sulle Energie Rinnovabili e Carbon Neutrality: sfide e opportunità Antonio Ballarin Denti

Le politiche e la normativa Europea sulle Energie Rinnovabili e Carbon Neutrality: sfide e opportunità Antonio Ballarin Denti Le politiche e la normativa Europea sulle Energie Rinnovabili e Carbon Neutrality: sfide e opportunità Antonio Ballarin Denti Fondazione Lombardia per l Ambiente Milano, 26 giugno 2014 Emissioni annuali

Dettagli

Dalla illuminazione pubblica alla Smart City: Mauro Annunziato

Dalla illuminazione pubblica alla Smart City: Mauro Annunziato Dalla illuminazione pubblica alla Smart City: la ricerca europea e gli approcci applicativi Mauro Annunziato Coordinatore Smart Cities ed Ecoindustria Città sostenibili Energia, Ambiente, Trasporti Società

Dettagli

TRANSFORMation Dialogue

TRANSFORMation Dialogue TRANSFORMation Dialogue Genova 16 & 17.06.2014 Smart cities Horizon2020 e oltre Simona Costa IL CONTESTO: perché le città? ~70%della popolazione europea ~70%di concentrazione di consumo energetico ~75%gas

Dettagli

Smart Specialisation e Horizon 2020

Smart Specialisation e Horizon 2020 Smart Specialisation e Horizon 2020 Napoli, 2 Febbraio 2013 Giuseppe Ruotolo DG Ricerca e Innovazione Unità Policy Che relazione tra R&D e crescita? 2 Europa 2020-5 obiettivi OCCUPAZIONE 75% of the population

Dettagli

Progetto strategico ClusterPoliSEE Smarter Cluster Policies for South East Europe

Progetto strategico ClusterPoliSEE Smarter Cluster Policies for South East Europe Progetto strategico ClusterPoliSEE Smarter Cluster Policies for South East Europe REGIONE MARCHE P.F. Politiche Comunitarie e Autorità di Gestione F.E.S.R. e F.S.E. Lead Partner di progetto Ancona, 18

Dettagli

Cooperazione Territoriale Europea 2014-2020 in Emilia-Romagna

Cooperazione Territoriale Europea 2014-2020 in Emilia-Romagna Cooperazione Territoriale Europea 2014-2020 in Emilia-Romagna Seminario DirEUropa:i fondi europei come opportunità per lo sviluppo locale Rimini, 16 aprile 2014 Michele Migliori Servizio Politiche europee

Dettagli

Sistemi di misurazione delle performance

Sistemi di misurazione delle performance Sistemi di misurazione delle performance 1 Agenda Cos è la misurazione delle performance e a cosa serve? Tipi di indicatori Outcome Requisiti minimi Come gestire la performance. 2 Che cos e la misurazione

Dettagli

Prima Giornata InFormativa Progetto BioTTasa. Area della Ricerca del CNR - Via G. Amendola,122/O Bari, 22 maggio 2014

Prima Giornata InFormativa Progetto BioTTasa. Area della Ricerca del CNR - Via G. Amendola,122/O Bari, 22 maggio 2014 Prima Giornata InFormativa Progetto BioTTasa Area della Ricerca del CNR - Via G. Amendola,122/O Bari, 22 maggio 2014 Il TT nella dimensione europea Francesco S. Donadio Progetto Finanziato dal Ministero

Dettagli

Cooperazione Territoriale Europea 2014-2020. Lodovico Gherardi Regione Emilia-Romagna

Cooperazione Territoriale Europea 2014-2020. Lodovico Gherardi Regione Emilia-Romagna Cooperazione Territoriale Europea 2014-2020 Lodovico Gherardi Regione Emilia-Romagna 1 La Cooperazione Territoriale Europea si inserisce nell ampio panorama di interventi programmati dalla Comunità Europea

Dettagli

Strumento per le PMI Horizon 2020

Strumento per le PMI Horizon 2020 Strumento per le PMI Horizon 2020 CHE COSA Vengono finanziate solo le PMI, da sole o in partenariato Possono partecipare anche le reti di impresa se possiedono personalità giuridica e se nell insieme delle

Dettagli

NEWSLETTER CITYREGIONS NUMERO 1

NEWSLETTER CITYREGIONS NUMERO 1 NEWSLETTER CITYREGIONS NUMERO 1 Un progetto dedicato alle cooperazioni metropolitane Nell area del programma CENTRAL EUROPE circa il 70 per cento della popolazione vive in aree urbane dove si concentrano

Dettagli

UN MODELLO PER LO SVILUPPO DI CITTÀ INTELLIGENTI

UN MODELLO PER LO SVILUPPO DI CITTÀ INTELLIGENTI DA LUMIÈRE ALLA SMART CITY: UN MODELLO PER LO SVILUPPO DI CITTÀ INTELLIGENTI Roma, 5 marzo 202 Claudia Meloni Progetto Smart Cities Unità Tecnologie Avanzate per l Energia e l Industria SMART CITIES: SOSTENIBILITA

Dettagli

Smart City: Mauro Annunziato

Smart City: Mauro Annunziato Smart City: la ricerca europea e gli approcci applicativi Mauro Annunziato Coordinatore Smart Cities ed Ecoindustria Smart City : sostenibilità a 360 ECONOMY Development of innovative spirit Ability to

Dettagli

Ruolo del CRA nelle strategie di pianificazione e sviluppo della ricerca in Agricoltura Biologica. Stefano BISOFFI (CRA-DCS)

Ruolo del CRA nelle strategie di pianificazione e sviluppo della ricerca in Agricoltura Biologica. Stefano BISOFFI (CRA-DCS) Ruolo del CRA nelle strategie di pianificazione e sviluppo della ricerca in Agricoltura Biologica Stefano BISOFFI (CRA-DCS) 1 Biologia e produzione vegetale 2 Biologia e produzioni animali 3 Trasformazione

Dettagli

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi Innovazioni di metodo Risultati attesi Risultati Azioni attesi Tempi

Dettagli

I CONCETTI BASE. Germana Di Falco, Nuovo Istituto di Business Internazionale - All Rights Reserved.

I CONCETTI BASE. Germana Di Falco, Nuovo Istituto di Business Internazionale - All Rights Reserved. I CONCETTI BASE Germana Di Falco, MONEY MAKES THE WORLD GO AROUND: THE OLD COFINANCING MODEL EU Funds (ERDF or ESF) National/regional Funds Total Cost of project Local public funds ATTORI E MODELLI SECONDO

Dettagli

2014-2020 Programming Period

2014-2020 Programming Period Structural & Investment Funds (including IPA II) for the Adriatic-Ionian Region 2014-2020 Programming Period Silvia Grandi Head of Institutional Agreements & Special Area Programmes + EU Policies & International

Dettagli

STRATEGIE, RISORSE E STRUMENTI FINANZIARI PER LA REALIZZAZIONE DEI PROGETTI A LIVELLO LOCALE NAPOLI 27 MARZO 2014

STRATEGIE, RISORSE E STRUMENTI FINANZIARI PER LA REALIZZAZIONE DEI PROGETTI A LIVELLO LOCALE NAPOLI 27 MARZO 2014 STRATEGIE, RISORSE E STRUMENTI FINANZIARI PER LA REALIZZAZIONE DEI PROGETTI A LIVELLO LOCALE NAPOLI 27 MARZO 2014 Un prodotto digitale (una cassetta degli attrezzi interattiva) in grado di migliorare la

Dettagli

CiaoTech S.r.l. (Member of PNO Group)

CiaoTech S.r.l. (Member of PNO Group) CiaoTech S.r.l. (Member of PNO Group) Opportunità di finanziamento europee per la Ricerca e lo Sviluppo - The New EU Framework Programme for Research and Innovation- Horizon 2014-2020 and LIFE opportunities

Dettagli

Smart Cities: la via della città sostenibili

Smart Cities: la via della città sostenibili Cities: la via della città sostenibili Mauro Annunziato ENEA Sub-coordinatore European Joint Programme Cities - EERA mauro.annunziato@enea.it City Economy Mobility Governance smart city Environment Living

Dettagli

la roadmap per le città sostenibili

la roadmap per le città sostenibili Smart Cities la roadmap per le città sostenibili Mauro Annunziato Coordinatore Smart City ed Ecoindustria La strada maestra della sostenibilità ambientale passa attraverso l efficienza energetica Fonte

Dettagli

I programmi di cooperazione transnazionale e interregionale 2014-2020

I programmi di cooperazione transnazionale e interregionale 2014-2020 Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea I programmi di cooperazione transnazionale e interregionale 2014-2020 Tiziana Dell Olmo, Regione Piemonte PROGRAMMAZIONE 2014-2020 IN PIEMONTE Programmi regionali

Dettagli

innovazione energie rinnovabili risorse ambientali Regione Calabria

innovazione energie rinnovabili risorse ambientali Regione Calabria Polo innovazione sull energie rinnovabili, efficienza energetica e tecnologie per la gestione sostenibile delle risorse ambientali della Regione Calabria Ente Gestore Dove POLI D INNOVAZIONE DELLA REGIONE

Dettagli

L innovazione tecnologica dell industria italiana verso la visione europea del prossimo futuro

L innovazione tecnologica dell industria italiana verso la visione europea del prossimo futuro L innovazione tecnologica dell industria italiana verso la visione europea del prossimo futuro Mercoledì 2 Aprile 2014 Cristina Piai, Intesa Sanpaolo S.p.A. Strumenti finanziari nell ambito di Horizon

Dettagli

European Spatial Planning Observation Network

European Spatial Planning Observation Network European Spatial Planning Observation Network Graziella Guaragno geografia e risorse ESPON 2020 FESR 41,377 Meuro priorità Mission Continuare il consolidamento di una Rete Europea di Osservazione Territoriale

Dettagli

Strictly Confiden/al Dra2 for internal use 27.01.14

Strictly Confiden/al Dra2 for internal use 27.01.14 Strictly Confiden/al Dra2 for internal use 27.01.14 Febbraio 2015 The Company, Energy Efficiency Group di UniCredit (nata dalla JV con WWF), in appena 3 anni dalla sua nascita ha sviluppato operazioni

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO. Un università internazionale per il territorio

POLITECNICO DI TORINO. Un università internazionale per il territorio POLITECNICO DI TORINO Un università internazionale per il territorio I valori Leader nella cultura politecnica Nazionale ed Internazionale Reputazione Eccellenza nell istruzione superiore e la formazione

Dettagli

Le iniziative in corso per una politica di promozione della cantieristica europea

Le iniziative in corso per una politica di promozione della cantieristica europea Le iniziative in corso per una politica di promozione della cantieristica europea Genova Port&ShippingTech 30 novembre 2012 ing. Vincenzo Zezza (PhD) Divisione IX politiche industriali dei settori automotive,

Dettagli

"Gli strumenti a supporto dell innovazione in agricoltura nell ambito della programmazione europea 2014-2020." Luigi Sidoli

Gli strumenti a supporto dell innovazione in agricoltura nell ambito della programmazione europea 2014-2020. Luigi Sidoli "Gli strumenti a supporto dell innovazione in agricoltura nell ambito della programmazione europea 2014-2020." Luigi Sidoli Milano, 20 Aprile 2015 L Unione dell innovazione Strumento Partenariati Europei

Dettagli

Rafforzare la competitività e la capacità innovativa delle PMI. Priorità ed esigenze di fronte alle nuove opportunità di finanziamento.

Rafforzare la competitività e la capacità innovativa delle PMI. Priorità ed esigenze di fronte alle nuove opportunità di finanziamento. Rafforzare la competitività e la capacità innovativa delle PMI. Priorità ed esigenze di fronte alle nuove opportunità di finanziamento. Marcella Contini Politiche Innovazione, Ricerca e Credito CNA Emilia

Dettagli

Il contributo di Enea nello sviluppo delle Cities Stefano Pizzuti ENEA Dipartimento Tecnologie Energetiche Stefano.pizzuti@enea.it City Economy Mobility Governance smart city Environment Living Energy

Dettagli

Politica di coesione post 2013 e obiettivi di Europa 2020. Regione del Veneto Assessorato al Bilancio e agli Enti Locali Direzione Programmazione

Politica di coesione post 2013 e obiettivi di Europa 2020. Regione del Veneto Assessorato al Bilancio e agli Enti Locali Direzione Programmazione Politica di coesione post 2013 e obiettivi di Europa 2020 Regione del Veneto Assessorato al Bilancio e agli Enti Locali Direzione Programmazione 1 Il contesto globale Accelerazione e intensificazione delle

Dettagli

Newsletter della rete EEN Centro Italia

Newsletter della rete EEN Centro Italia N 8 anno 2014 Newsletter della rete EEN Centro Italia Enterprise Europe Network La rete al servizio delle imprese http://www.enterprise-europe-network-italia.eu/ http://een.ec.europa.eu/ Questo è l ottavo

Dettagli

nella programmazione 2014-2020

nella programmazione 2014-2020 La cooperazione territoriale europea nella programmazione 2014-2020 Monica Bellisario Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica Brescia, 2 ottobre 2014 PO CTE 2014-2020 IN ITALIA I territori

Dettagli

Enterprise Europe Network 26 febbraio 2014 I FINANZIAMENTI UE PER IL SETTORE AGROALIMENTARE/TURISMO

Enterprise Europe Network 26 febbraio 2014 I FINANZIAMENTI UE PER IL SETTORE AGROALIMENTARE/TURISMO I FINANZIAMENTI UE PER IL SETTORE AGROALIMENTARE/TURISMO PROGRAMMA PER L INNOVAZIONE IN EUROPA 2014-2020. HORIZON 2020 AREA AGROALIMENTARE La Commissione Europea si propone di favorire l innovazione nel

Dettagli

ECOFAST & D APPOLONIA COOPERATION. 26 Ottobre 2015 Ing. Anna Paraboschi

ECOFAST & D APPOLONIA COOPERATION. 26 Ottobre 2015 Ing. Anna Paraboschi ECOFAST & D APPOLONIA COOPERATION 26 Ottobre 2015 Ing. Anna Paraboschi Agenda D Appolonia - Short introduction Ecofast Short introduction Ecofast&D Appolonia cooperation Our Mission A team of engineers,

Dettagli

Insieme per Mild Home. Jointly for Mild Home

Insieme per Mild Home. Jointly for Mild Home Insieme per Mild Home www.mildhome.eu Jointly for Mild Home Questo progetto è attuato nell ambito del Programma Europa Sud Orientale 2007 2013, un Programma di Cooperazione Transnazionale cofinanziato

Dettagli

Le attività di ISPRA nel processo di attuazione della Direttiva Alluvioni verso la scadenza del 2015

Le attività di ISPRA nel processo di attuazione della Direttiva Alluvioni verso la scadenza del 2015 Le attività di ISPRA nel processo di attuazione della Direttiva Alluvioni verso la scadenza del 2015 Giuseppina Monacelli ISPRA Istituto Superiore per la Ricerca e la Protezione Ambientale The Floods Directive

Dettagli

AlpCheck2 Strumenti innovativi di supporto alle decisioni per il trasporto su strada

AlpCheck2 Strumenti innovativi di supporto alle decisioni per il trasporto su strada AlpCheck2 Strumenti innovativi di supporto alle decisioni per il trasporto su strada Marilanda Bianchini Regione del Veneto (AlpCheck2 Lead Partner) Tecnologie innovative per la gestione del traffico Milano,

Dettagli

Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea I programmi di cooperazione transnazionale e interregionale 2014-2020. Documento in aggiornamento

Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea I programmi di cooperazione transnazionale e interregionale 2014-2020. Documento in aggiornamento Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea I programmi di cooperazione transnazionale e interregionale 2014-2020 Documento in aggiornamento PROGRAMMA ALPINE SPACE Autorità di Gestione: Land Sazburg(A)

Dettagli

Orizzontalità in Horizon 2020:

Orizzontalità in Horizon 2020: Orizzontalità in Horizon 2020: Strumento PMI e Cooperazione Internazionale Giornata Nazionale di Lancio NMP+B Roma, 15 Novembre 2013 Martina Desole - APRE Punto Contatto Nazionale: NMP + B desole@apre.it

Dettagli

Il progetto Energy For Mayors

Il progetto Energy For Mayors Il progetto Energy For Mayors Verso un nuovo sistema energetico City on power: dal piano alle azioni locali Torino 7 novembre 2012 Dario Miroglio, Provincia di Genova (IT) miroglio@provincia.genova.it

Dettagli

POLITICA DI COESIONE A SUPPORTO DELLA CRESCITA E OCCUPAZIONE Orientamenti Strategici Comunitari Bozza Maggio 2005

POLITICA DI COESIONE A SUPPORTO DELLA CRESCITA E OCCUPAZIONE Orientamenti Strategici Comunitari Bozza Maggio 2005 POLITICA DI COESIONE A SUPPORTO DELLA CRESCITA E OCCUPAZIONE Orientamenti Bozza Maggio 2005 STRATEGIA DI LISBONA: 2 OBIETTIVI CRESCITA IMPIEGO Policy: A more attractive place to invest and work Extend

Dettagli

UNEUROPA Bollettino delle nuove accessioni del Centro di Documentazione Europea Febbraio / Luglio 2014

UNEUROPA Bollettino delle nuove accessioni del Centro di Documentazione Europea Febbraio / Luglio 2014 1 UNEUROPA Bollettino delle nuove accessioni del Centro di Documentazione Europea Febbraio / Luglio 2014 A cura di Rosanna Cifolelli Centro di Documentazione Europea c/o Biblioteca di Ateneo dell Università

Dettagli

LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020

LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020 LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020 2020 OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO NEL SETTORE DEI TRASPORTI. Brescia, 3 Dicembre 2013 Paolo Bonardi, EURODESK Bruxelles HORIZON 2020 zione di coordinamento e supporto:

Dettagli

Comitato di Sorveglianza 15 giugno 2012 Roma

Comitato di Sorveglianza 15 giugno 2012 Roma Punto 5 dell ordine del giorno: Aggiornamento del reporting di Monitoraggio al 30/04/2012 e informativa sulle azioni di nuovo avvio Avviso 84/Ric. del 2/3/2012 SMART CITIES AND COMMUNITIES AND SOCIAL INNOVATION

Dettagli

Le opportunità di finanziamento della biodiversità nella nuova programmazione comunitaria

Le opportunità di finanziamento della biodiversità nella nuova programmazione comunitaria Le opportunità di finanziamento della biodiversità nella nuova programmazione comunitaria Laura Muraglia Funzionario Regione Liguria Dipartimento Ambiente Genova, 19 marzo 2015 PROGETTAZIONE 2014-2020

Dettagli

SHAPE tra costa e mare

SHAPE tra costa e mare SHAPE tra costa e mare Lignano Sabbiadoro 17 Ottobre 2013 Katia Raffaelli Direzione Generale Ambiente, Difesa del Suolo e della Costa Regione Emilia-Romagna Shaping an Holistic Approach to Protect the

Dettagli

Collegare Regione Lombardia all Europa per lo Sviluppo della Bioeconomy

Collegare Regione Lombardia all Europa per lo Sviluppo della Bioeconomy Collegare Regione Lombardia all Europa per lo Sviluppo della Bioeconomy Valentina PINNA Contenuti Presentazione 1. Il Ruolo della delegazione di regione Lombardia a Bruxelles 2. Il lavoro con le reti europee

Dettagli

(PA), 11-12.07.2013 WORKSHOP IEE COVENANT CAPACITY

(PA), 11-12.07.2013 WORKSHOP IEE COVENANT CAPACITY COVENANT CAPACITY Capacity building of local governments to advance Local Climate and Energy Action from planning to action to monitoring GIORNATE DI FORMAZIONE Il Patto dei Sindaci: opportunità di crescita

Dettagli

Elementi del Programma Italia-Croazia 2014-2020 Flavia Zuccon Regione del Veneto Sezione Cooperazione Transfrontaliera e Territoriale europea

Elementi del Programma Italia-Croazia 2014-2020 Flavia Zuccon Regione del Veneto Sezione Cooperazione Transfrontaliera e Territoriale europea Elementi del Programma Italia-Croazia 2014-2020 Flavia Zuccon Regione del Veneto Sezione Cooperazione Transfrontaliera e Territoriale europea 11 maggio 2015 Regione Emilia-Romagna Sala 20 Maggio 2012 Viale

Dettagli

Dal Distretto Tecnologico Nazionale sull Energia al Cluster Tecnologico. Francesca Iacobone

Dal Distretto Tecnologico Nazionale sull Energia al Cluster Tecnologico. Francesca Iacobone Dal Distretto Tecnologico Nazionale sull Energia al Cluster Tecnologico Nazionale Energia Francesca Iacobone 1 Uno strumento: Cosa è un distretto tecnologico (CLUSTER) Per incrementare la cooperazione

Dettagli

FIORENZA CARRARO Curriculum Vitae et Studiorum (giugno 2014)

FIORENZA CARRARO Curriculum Vitae et Studiorum (giugno 2014) FIORENZA CARRARO Curriculum Vitae et Studiorum (giugno 2014) POSIZIONE ATTUALE: Collaboratore presso il Dipartimento per la Regolazione dell Autorità per l Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico,

Dettagli

PROGETTO BUILD SEE IL PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSNAZIONALE SOUTH EAST EUROPE (SEE)

PROGETTO BUILD SEE IL PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSNAZIONALE SOUTH EAST EUROPE (SEE) PROGETTO BUILD SEE IL PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSNAZIONALE SOUTH EAST EUROPE (SEE) ll programma di cooperazione Europa Sud Orientale discende dalla divisione del precedente Interreg III B Cadses in

Dettagli

marzo 2003- anno IV Comunic@zione/i NEWSLETTER DELLA CATTEDRA DI DIDATTICA GENERALE MENSILE A CIRCOLAZIONE INTERNA

marzo 2003- anno IV Comunic@zione/i NEWSLETTER DELLA CATTEDRA DI DIDATTICA GENERALE MENSILE A CIRCOLAZIONE INTERNA marzo 2003- anno IV Comunic@zione/i NEWSLETTER DELLA CATTEDRA DI DIDATTICA GENERALE MENSILE A CIRCOLAZIONE INTERNA Direzione e coordinamento Prof.ssa Alba Porcheddu Redazione A. Baldi L. Bernardini B.

Dettagli

OLTRE L INFRASTRUTTURA PER UNA NUOVA CULTURA DELLA MOBILITÀ

OLTRE L INFRASTRUTTURA PER UNA NUOVA CULTURA DELLA MOBILITÀ CONVEGNO VENERDÌ 20 FEBBRAIO 2015 OLTRE L INFRASTRUTTURA PER UNA NUOVA CULTURA DELLA MOBILITÀ e 10 ma edizione dello SWOMM Scientific Workshop on Mountain Mobility and Transport in collaborazione con Ministero

Dettagli

!!! Obiettivi e articolazione di dettaglio del corso

!!! Obiettivi e articolazione di dettaglio del corso 1 Master Universitario PITAGORA PROGETTAZIONE per la INNOVAZIONE del TERRITORIO e della AZIENDA (Esperto in Gestione e Organizzazione delle Reti Aziendali per l Internazionalizzazione) Obiettivi e articolazione

Dettagli

Gli strumenti finanziari per la realizzazione di iniziative smart

Gli strumenti finanziari per la realizzazione di iniziative smart Gli strumenti finanziari per la realizzazione di iniziative smart - opportunità, criticità e soluzioni Simona Camerano cassa depositi e prestiti Intelligenze e innovazione: passi concreti verso il futuro

Dettagli

Programmazione 2014-2020: le sfide per la nuova dimensione della cooperazione territoriale europea

Programmazione 2014-2020: le sfide per la nuova dimensione della cooperazione territoriale europea Programmazione 2014-2020: le sfide per la nuova dimensione della cooperazione territoriale europea Silvia Grandi Dirigente Responsabile - Servizio intese istituzionali e programmi speciali d area sigrandi@regione.emilia-romagna.it

Dettagli

Le reti ecologiche polivalenti: inquadramento generale. Sergio Malcevschi - Università degli Studi di Pavia

Le reti ecologiche polivalenti: inquadramento generale. Sergio Malcevschi - Università degli Studi di Pavia Le reti ecologiche polivalenti: inquadramento generale Sergio Malcevschi - Università degli Studi di Pavia Biodiversità, ecosistemi, impatti antropici A B C D 1 Attività umane ed ecosistemi contenitori

Dettagli

La posizione dell Università di Trieste sulle grandi tematiche trasversali della ricerca

La posizione dell Università di Trieste sulle grandi tematiche trasversali della ricerca Università degli Studi di Trieste La posizione dell Università di Trieste sulle grandi tematiche trasversali della ricerca WWW.UNITS.IT pipan@units.it Michele Pipan - Delegato alla Ricerca Il Sistema Trieste

Dettagli

Programma Spazio Alpino 2014+ Presentazione

Programma Spazio Alpino 2014+ Presentazione Programma Spazio Alpino 2014+ Presentazione Presentazione Attraverso questo documento si vuole offrire a una breve presentazione dei principali elementi del Programma di Cooperazione Territoriale Spazio

Dettagli

Cooperazione Territoriale Europea 2014-2020. Programma Interreg Europe

Cooperazione Territoriale Europea 2014-2020. Programma Interreg Europe Cooperazione Territoriale Europea 2014-2020 Programma Interreg Europe Bologna, 27 novembre 2014 L area di Programma Programma Interreg Europe OBIETTIVO GENERALE Contribuire al rafforzamento delle politiche

Dettagli

SME Instrument. Silvi Serreqi "COSME A1" UNIT EASME

SME Instrument. Silvi Serreqi COSME A1 UNIT EASME SME Instrument Silvi Serreqi "COSME A1" UNIT EASME 1 Obiettivi e approccio Misura specifica dedicata alle PMI nel quadro di H2020 (budget 2014-2020 circa 3mld) Obiettivo: collocare le PMI al centro del

Dettagli

Logical Framework Approach: Stakeholder Analysis e Problem Analysis

Logical Framework Approach: Stakeholder Analysis e Problem Analysis European Institute of Public Administration - Institut européen d administration publique Logical Framework Approach: Stakeholder Analysis e Problem Analysis Francesca Pepe learning and development - consultancy

Dettagli

Forum PA Dal Cloud per la PA alla PA in Cloud Giancarlo Capitani Roma, 10 maggio 2011

Forum PA Dal Cloud per la PA alla PA in Cloud Giancarlo Capitani Roma, 10 maggio 2011 Forum PA Dal Cloud per la PA alla PA in Cloud Giancarlo Capitani L iniziativa IBM - NetConsulting Next step Evento presentazione/ discussione Modello e White Paper Modelli di implementazione White Paper

Dettagli

Informazioni aziendali: il punto di vista del Chief Information Security Officer ed il supporto di COBIT 5 for Information Security

Informazioni aziendali: il punto di vista del Chief Information Security Officer ed il supporto di COBIT 5 for Information Security Informazioni aziendali: il punto di vista del Chief Information Security Officer ed il supporto di COBIT 5 for Information Security Jonathan Brera Venezia Mestre, 26 Ottobre 2012 1 Agenda Introduzione

Dettagli

IL PROGETTO CEBBIS. Central Europe Branch Based Innovation Support. Confindustria Udine, 27 febbraio 2013. www.cebbis.eu

IL PROGETTO CEBBIS. Central Europe Branch Based Innovation Support. Confindustria Udine, 27 febbraio 2013. www.cebbis.eu IL PROGETTO CEBBIS Central Europe Branch Based Innovation Support Confindustria Udine, 27 febbraio 2013 The CEBBIS project is implemented through the Central Europe Programme co-financed by the ERDF Il

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO TramE - SPAZIO ALPINO PARCO DEI COLLI T R A M _ E. EMANUELE SANA GRUPPO DI LAVORO TramE 27-02 - 2015

PRESENTAZIONE PROGETTO TramE - SPAZIO ALPINO PARCO DEI COLLI T R A M _ E. EMANUELE SANA GRUPPO DI LAVORO TramE 27-02 - 2015 PRESENTAZIONE PROGETTO TramE - SPAZIO ALPINO PARCO DEI COLLI EMANUELE SANA GRUPPO DI LAVORO TramE 27-02 - 2015 PRIMOBANDO Aperto il primo step dal 25/2, fino al 10/4 EoI: manifestazione di interesse

Dettagli

Il progetto HELPS e le sperimetazioni di soluzioni innovative di housing e home-care in Friuli Venezia Giulia

Il progetto HELPS e le sperimetazioni di soluzioni innovative di housing e home-care in Friuli Venezia Giulia Al servizio di gente unica CARD - Home Care e Dsitretti - Roma, 24 maggio 2013 Il progetto HELPS e le sperimetazioni di soluzioni innovative di housing e home-care in Friuli Venezia Giulia Dott. Gian Matteo

Dettagli

Piattaforme Tecnologiche Europee e nuovi strumenti di finanziamento. Ing. Aldo Covello MUR Roma 3 aprile 2007 1

Piattaforme Tecnologiche Europee e nuovi strumenti di finanziamento. Ing. Aldo Covello MUR Roma 3 aprile 2007 1 Piattaforme Tecnologiche Europee e nuovi strumenti di finanziamento Ing. Aldo Covello MUR Roma 3 aprile 2007 1 Sommario 1.Piattaforme Tecnologiche Europee 2.Art. 171 3.Art. 169 4.ERANET ed ERANET+ 2 Obiettivi

Dettagli

KIC Innovazione e IP

KIC Innovazione e IP KIC Innovazione e IP Ing. Giuseppe Conti Dirigente Area Ricerca Trasferimento Tecnologico Alma Mater Studiorum Coordinatore Gruppo Formazione NETVAL Rappresentante italiano nel Management Team Foodbest

Dettagli

LE RIFORME FISCALI NECESSARIE PER ATTIVARE UN GREEN NEW DEAL

LE RIFORME FISCALI NECESSARIE PER ATTIVARE UN GREEN NEW DEAL LE RIFORME FISCALI NECESSARIE PER ATTIVARE UN GREEN NEW DEAL Stati Generali della Green Economy 7 novembre 2013 Rimini Ivana Capozza Senior Economist, Environmental Performance Reviews OECD Environment

Dettagli

I servizi della rete Enterprise Europe Network per l innovazione e lo sviluppo delle imprese piemontesi

I servizi della rete Enterprise Europe Network per l innovazione e lo sviluppo delle imprese piemontesi I servizi della rete Enterprise Europe Network per l innovazione e lo sviluppo delle imprese piemontesi Ing. Paolo Guazzotti Enterprise Europe Network Confindustria Piemonte Torino, 16 novembre 2015 STRUTTURA

Dettagli

Presentation of the survey results PP11 Province of Bologna. Marino Cavallo Luigia Sampietro Province of Bologna

Presentation of the survey results PP11 Province of Bologna. Marino Cavallo Luigia Sampietro Province of Bologna Presentation of the survey results PP11 Province of Bologna Marino Cavallo Luigia Sampietro Province of Bologna Progetto LOGICAL mira al miglioramento della logistica a livello transnazionale (Europa Centrale)

Dettagli

Prospettive e rischi del nuovo ciclo di programmazione della politica europea di coesione

Prospettive e rischi del nuovo ciclo di programmazione della politica europea di coesione Roma, 20 maggio 2010 Prospettive e rischi del nuovo ciclo di programmazione della politica europea di coesione Michele Pasca-Raymondo Commissione Europea DG Politica regionale 1 Principali fasi del processo

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI EUROPEI 2014-2020: LE POLITICHE EUROPEE E LE OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO APPROFONDIMENTI

LA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI EUROPEI 2014-2020: LE POLITICHE EUROPEE E LE OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO APPROFONDIMENTI LA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI EUROPEI 2014-2020: LE POLITICHE EUROPEE E LE OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO APPROFONDIMENTI Percorso formativo «Protagoniste nei governi locali» Incontro 4 Assistenza tecnica

Dettagli

Dalle Smart Grid alle Smart Cities Un opportunit. opportunità di innovazione Andrea Costa

Dalle Smart Grid alle Smart Cities Un opportunit. opportunità di innovazione Andrea Costa Dalle Smart Grid alle Smart Cities Un opportunit opportunità di innovazione Andrea Costa Le sfide di Europa 2020 3 direttrici Smart Growth Sviluppo di un economia basata su innovazione e conoscenza. Sviluppo

Dettagli

AIRI e lo Sviluppo Tecnologico del Paese. Sesto Viticoli

AIRI e lo Sviluppo Tecnologico del Paese. Sesto Viticoli AIRI e lo Sviluppo Tecnologico del Paese Sesto Viticoli Avezzano, 20 novembre 2014 CHI SIAMO AIRI profilo Fondata nel 1974 (Confindustria,IMI, ENEL e CSM), sede a Roma e Ufficio a Milano Focal point per

Dettagli

Sfide energetico-ambientali ed opportunità di business. Strumenti di gestione e bilanci integrati. Climate-KIC

Sfide energetico-ambientali ed opportunità di business. Strumenti di gestione e bilanci integrati. Climate-KIC Il Progetto Green Industries e le opportunità per le PMI in materia di risparmio energetico e di riqualificazione 24 novembre 2014, Bologna Teresa Bagnoli, ASTER Sfide energetico-ambientali ed opportunità

Dettagli

CONVENZIONE DELLE ALPI Trattato internazionale per lo sviluppo sostenibile del territorio alpino

CONVENZIONE DELLE ALPI Trattato internazionale per lo sviluppo sostenibile del territorio alpino CONVENZIONE DELLE ALPI Trattato internazionale per lo sviluppo sostenibile del territorio alpino Un trattato per il territorio 1.Ambito di applicazione geografico* 2.Partecipazione attiva degli enti territoriali

Dettagli

Smart cities: quali opportunità per le amministrazioni locali?

Smart cities: quali opportunità per le amministrazioni locali? Smart cities: quali opportunità per le amministrazioni locali? Integrazioni dei dati, collaborazione pubblicoprivato per lo sviluppo delle applicazioni e smart citizen sembrano essere le parole chiave

Dettagli

Strategie di ripresa UE 2020: le priorità per la Smart Specialization Strategy. Potenza, Unibas, 15 gennaio 2014 (II parte seminario)

Strategie di ripresa UE 2020: le priorità per la Smart Specialization Strategy. Potenza, Unibas, 15 gennaio 2014 (II parte seminario) Strategie di ripresa UE 2020: le priorità per la Smart Specialization Strategy Potenza, Unibas, 15 gennaio 2014 (II parte seminario) Ue 2020 : le sfide dei 28 paesi membri Competitività globale : imprese

Dettagli

Bando: Horizon 2020 dedicated SME Instrument Phase 1, 2014-2015- H2020-SMEINST-1-2015 Strumento dedicato alle PMI

Bando: Horizon 2020 dedicated SME Instrument Phase 1, 2014-2015- H2020-SMEINST-1-2015 Strumento dedicato alle PMI Bandi Pilastro Sfide della società I bandi del pilastro Sfide della società riguardano le sfide sociali identificate nella strategia Europa 2020 e concentrano i finanziamenti su tematiche come: la salute,

Dettagli

Risparmio Innovazione Risorse Il Progetto Lumière dell ENEA strumento di sviluppo territoriale

Risparmio Innovazione Risorse Il Progetto Lumière dell ENEA strumento di sviluppo territoriale REGIONE BASILICATA CITTÀ DI MARATEA Risparmio Innovazione Risorse Il Progetto Lumière dell ENEA strumento di sviluppo territoriale Il ruolo dei cittadini ed il risparmio energetico: una proposta attraverso

Dettagli

Le Priorità del Programma Spazio Alpino 2014-2020 e le nuove opportunità per i portatori di interesse italiani

Le Priorità del Programma Spazio Alpino 2014-2020 e le nuove opportunità per i portatori di interesse italiani Le Priorità del Programma Spazio Alpino 2014-2020 e le nuove opportunità per i portatori di interesse italiani Udine Italy 15 Settembre 2015 Wania Moschetta Regione Friuli Venezia Giulia This programme

Dettagli

Giorgia Nesti Progettare Smart cities e Smart communities dal globale al locale

Giorgia Nesti Progettare Smart cities e Smart communities dal globale al locale Dipar&mento di Scienze Poli&che, Giuridiche e Studi Internazionali Giorgia Nesti Progettare Smart cities e Smart communities dal globale al locale Padova, 26 marzo 2015 GOVERNANCE LOCALE 3.0. LE POLITICHE

Dettagli

Workshop Global Compact Network Italia GdL Ambiente 14 Luglio Altran Italia, Roma

Workshop Global Compact Network Italia GdL Ambiente 14 Luglio Altran Italia, Roma Workshop Global Compact Network Italia GdL Ambiente 14 Luglio Altran Italia, Roma Diletta Di Stanio Responsabile Marketing & Sustainability Office Giuseppe Gammariello Responsabile Research & Innovation

Dettagli

PROGETTAZIONE GESTIONE E CONTROLLO DEI PROGRAMMI DELL UNIONE EUROPEA

PROGETTAZIONE GESTIONE E CONTROLLO DEI PROGRAMMI DELL UNIONE EUROPEA PROGETTAZIONE GESTIONE E CONTROLLO DEI PROGRAMMI DELL UNIONE EUROPEA PUBLIC PROCUREMENT OF INNOVATION CHRISTIAN VIOLI Torino 13 Ottobre 2014 PUBLIC PROCUREMENT OF INNOVATION Appalti pubblici per soluzioni

Dettagli

La Societal Challenge Secure, clean and efficient energy in Horizon 2020. Fuel Cells Hydrogen 2 Joint Udertaking

La Societal Challenge Secure, clean and efficient energy in Horizon 2020. Fuel Cells Hydrogen 2 Joint Udertaking La Societal Challenge Secure, clean and efficient energy in Horizon 2020 Fuel Cells Hydrogen 2 Joint Udertaking Roma, 15 Luglio 2014 Ing. Massimo Borriello APRE borriello@apre.it www.apre.it APRE 2013

Dettagli

CREATING A NEW WAY OF WORKING

CREATING A NEW WAY OF WORKING 2014 IBM Corporation CREATING A NEW WAY OF WORKING L intelligenza collaborativa nella social organization Alessandro Chinnici Digital Enterprise Social Business Consultant IBM alessandro_chinnici@it.ibm.com

Dettagli

Horizon2020 EUREKA, EUROSTARS. Rovereto, EEN Days-28 Novembre 2013 Aleardo Furlani, Pier Luigi Franceschini

Horizon2020 EUREKA, EUROSTARS. Rovereto, EEN Days-28 Novembre 2013 Aleardo Furlani, Pier Luigi Franceschini Horizon2020 EUREKA, EUROSTARS Rovereto, EEN Days-28 Novembre 2013 Aleardo Furlani, Pier Luigi Franceschini Sommario Cos è Horizon 2020? Struttura del progamma Aspetti pratici Nuovo Strumento per le PMI

Dettagli