Economia dell Ambiente Francesca Sanna-Randaccio Lezione 7

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Economia dell Ambiente Francesca Sanna-Randaccio Lezione 7"

Transcript

1 Econoia dell Abiente Francesca Sanna-Randaccio Lezione 7 SCELTA INTERTEMPORALE Modello di scelta del consuatore che abbiao studiato solo periodo beni: flusso reddito: flusso FLUSSO Grandezza per isurare la quale è necessario fare riferiento a: unità di isura propri della grandezza (Kg, litri, etc.) intervallo di tepo (dati triestrali, ensili, annuali, etc.) STOCK Quantità o valore isurato indipendenteente dallo scorrere del tepo. Grandezza isurata in un certo oento del tepo.

2 SCELTA INTERTEMPORALE periodi periodo corrente che rappresenta il presente periodo futuro che rappresenta il futuro Coe possiao coparare grandezze onetarie disponibili in diversi periodi?

3 PRIMO PRINCIPIO DELLA FINANZA Un euro oggi vale più di un euro doani perché un euro oggi può essere investito e iniziare a dare interessi iediataente. Quindi: Per coparare grandezze onetarie disponibili in diversi periodi dobbiao tenere conto della capacità reddituale del denaro Ipotesi: Non c è inflazione (i prezzi dei beni e servizi non variano nel tepo) Non c è rischio (conosciao con certezza quali soe avreo a disposizione

4 Necessario essere in grado di rendere coparabili soe di denaro rese disponibili in oenti diversi del tepo. a) Calcolo del valore futuro di una soa disponibile oggi (capitalizzazione). b) Calcolo del valore attuale di una soa disponibile in una data futura. Interesse: nei prestiti di soe di denaro indica l eccedenza della soa che il debitore proette di restituire in futuro rispetto a quella ricevuta attualente. Tasso d interesse: interessi/soa iniziale

5 SCELTA INTERTEMPORALE ) Vita del consuatore consta di due periodi: periodo corrente che rappresenta il presente periodo futuro che rappresenta il futuro ) Il consuatore riceve in ogni periodo una soa di denaro certa, quindi conosciao il reddito coplessivo nell arco di vita del consuatore (punto di dotazione): reddito nel periodo corrente reddito nel periodo futuro 3) Date le preferenze interteporali del consuatore dobbiao deterinare: c spesa totale per consuo nel periodo corrente c spesa totale per consuo nel periodo futuro I prezzi dei beni sono dati e non variano da un periodo all altro

6 Il odello ci perette di analizzare: coe il consuatore decide di distribuire nel tepo il consuo (valori di c e c ) le scelte relative al rispario Rispario: quota del reddito ricevuto in un certo periodo che non è destinato al consuo in quello stesso periodo: N.B. Le variabili decisionali sono le soe totali allocate al consuo in ogni periodo (valore di c e c ) anziché le quantità di particolari beni e servizi Il consuatore può dare e prendere a prestito denaro ad un tasso d interesse r

7 Reddito coplessivo nell arco della vita del consuatore e sono grandezze non confrontabili V = + in terini di valore attuale + r V = ( + in terini di valore futuro + r)

8 VINCOLO DI BILANCIO INTERTEMPORALE In terini di valore attuale (valore presente) c c + + r = + ( + r) Valore presente del = Valore presente del flusso flusso di consui scelto di reddito di cui il consuatore è dotato In terini di valore futuro c ( + + r) + c = ( + r)

9 periodo ( + + r) + ( + r) periodo c ax = + ( + r) Pendenza: (+r) Costo opportunità del consuo presente in terini del consuo futuro. Dato r, un euro oggi equivale a (+r) euro tra un anno.

10 periodo C c = c = periodo CASO I In ogni periodo: Consuo = reddito Modello uni periodale coe caso particolare del odello ulti periodale.

11 periodo C c c periodo CASO II c < risparia Posticipa l utilizzo di risorse reali c = + ( c )( + r) Nel periodo futuro potrà consuare più del reddito percepito in quel periodo.

12 Chi risparia coe trasferisce questo potere di acquisto nel futuro? Acquista TITOLO DI CREDITO (eesso da chi vuole prendere a prestito) TITOLO DI CREDITO Contratto interteporale con cui chi prende a prestito si obbliga a restituire in data stabilita quanto preso a prestito più gli interessi.

13 periodo c C c periodo CASO III c > decide di indebitarsi Prende a prestito fondi sul ercato finanziario eette un titolo di credito (auenta le sue passività finanziarie); assue ipegni verso terzi. c = ( c )( + r) Nel periodo futuro dovrà consuare eno del reddito percepito in quel periodo; anticipa l utilizzo di risorse reali.

14 CHI CONCEDE UN PRESTITO ( c < ) Spesa corrente < reddito corrente Accuula Attività Finanziarie Acquista diritti su reddito futuro MERCATO FINANZIARIO CHI PRENDE A PRESTITO ( c > ) Spesa corrente > reddito corrente Assue Passività Finanziarie ossia ipegni verso terzi Anticipa l uso di risorse reali

15 ATTIVITÀ (STOCK) Proprietà dotate di valore econoico ATTIVITÀ REALI Beni che forniscono un flusso di servizi nel tepo Iobili Terreni, etc, ATTIVITÀ FINANZIARIE Moneta: non frutta interessi Titoli di Credito: fruttano interessi PASSIVITÀ (STOCK) PASSIVITÀ FINANZIARIE Ipegni assunti verso terzi. Insiee dei debiti che fanno capo ad un soggetto econoico.

16 Per valutare la situazione econoica di un individuo (paese) è necessario considerare: REDDITO (Flusso) RICCHEZZA (Stock) (R) R = ATTIVITÀ - PASSIVITÀ ATTIVITÀ : ATTIVITÀ FINANZIARIE Moneta Titoli ATTIVITÀ REALI Iobili Terreni etc.

Insieme di bilancio. Capitolo Due. Vincolo di bilancio. Vincolo di bilancio. Vincolo di bilancio. Vincolo di bilancio

Insieme di bilancio. Capitolo Due. Vincolo di bilancio. Vincolo di bilancio. Vincolo di bilancio. Vincolo di bilancio Insiee di bilancio Capitolo Due Il vincolo di bilancio L insiee di bilancio è l insiee delle coinazioni di consuo disponibili per un consuatore. Cosa vincola la scelta di un consuatore? Il suo budget,

Dettagli

Misure elettriche circuiti a corrente continua

Misure elettriche circuiti a corrente continua Misure elettriche circuiti a corrente continua Legge di oh Dato un conduttore che connette i terinali di una sorgente di forza elettrootrice si osserva nel conduttore stesso un passaggio di corrente elettrica

Dettagli

Contratti indicizzati a tassi di interesse

Contratti indicizzati a tassi di interesse MEBS Lecture 1 Contratti indicizzati a tassi di interesse MEBS, lezioni Roberto Renò Università di Siena 1.1 Introduzione Abiente di lavoro: i contratti su tassi di interesse (bond arket). Contratti standard:

Dettagli

CENTRA SOGE-PARTNERS REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO FLEXIBLE SUNRISE PROTECTION

CENTRA SOGE-PARTNERS REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO FLEXIBLE SUNRISE PROTECTION Regolaento del fondo interno Flexible Sunrise Protection A) OBIETTIVI E DESCRIZIONE DEL FONDO Il fondo Flexible Sunrise Protection è un fondo interno di tipo N (vale a dire accessibile a una pluralità

Dettagli

Centro di formazione professionale Don Bosco

Centro di formazione professionale Don Bosco Centro di forazione professionale Don Bosco Settore elettrico ELETTROTECNICA Eserciziario A.S. 204 205 CIRCUITI ELETTRICI, CAMPI ELETTRICI E MAGNETICI e MACCHINE ELETTRICHE Fabio PANOZZO Indice Elettrostatica

Dettagli

Dai numeri naturali ai numeri reali

Dai numeri naturali ai numeri reali .1 Introduzione Dai nueri naturali ai nueri reali In questa unità didattica vogliao riprendere rapidaente le nostre conoscenze sugli insiei nuerici (N, Z e Q), e successivaente apliarle a coprendere i

Dettagli

CENTRA SOGE-PARTNERS REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO FLEXIBLE SUNRISE PROTECTION DOUBLE PREMIUM

CENTRA SOGE-PARTNERS REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO FLEXIBLE SUNRISE PROTECTION DOUBLE PREMIUM REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO FLEXIBLE SUNRISE PROTECTION DOUBLE PREMIUM Regolaento del fondo interno Flexible Sunrise Protection Double Preiu A) OBIETTIVI E DESCRIZIONE DEL FONDO Il fondo Flexible Sunrise

Dettagli

Versione integrata e modificata dalla deliberazione ARG/elt 107/08, 5/10 e 127/10

Versione integrata e modificata dalla deliberazione ARG/elt 107/08, 5/10 e 127/10 Versione integrata e odificata dalla deliberazione ARG/elt 107/08, 5/10 e 127/10 MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER IL RITIRO DELL ENERGIA ELETTRICA AI SENSI DELL ARTICOLO 13, COMMI 3 E 4, DEL

Dettagli

Lezione n.15. Doppi bipoli

Lezione n.15. Doppi bipoli Lezione 5 Doppi bipoli Lezione n.5 Doppi bipoli. Definizione di N-polo. Definizione di doppio-bipolo 3. Doppi-bipoli in regie stazionario (doppi-bipoli di resistenze 4. Problei di analisi 5. Problei di

Dettagli

FISCAL. N. 3 Anno XVI - Marzo 2009. normativo minacciava di stoppare

FISCAL. N. 3 Anno XVI - Marzo 2009. normativo minacciava di stoppare FISCAL flash N. 3 Anno XVI - Marzo 2009 Rispario energetico: per la detrazione del 55% serve la counicazione La doanda preventiva va presentata alle Entrate di Oliviero Franceschi Cabiano le carte in tavola

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 1782 del 06 luglio 2010 pag. 1/8

ALLEGATOA alla Dgr n. 1782 del 06 luglio 2010 pag. 1/8 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGAOA alla Dgr n. 1782 del 06 luglio 2010 pag. 1/8 FONDO DI ROAZIONE PER IL SEORE PRIMARIO Regolaento recante la definizione dei coparti produttivi di intervento, i criteri

Dettagli

Capitolo 20: Scelta Intertemporale

Capitolo 20: Scelta Intertemporale Capitolo 20: Scelta Intertemporale 20.1: Introduzione Gli elementi di teoria economica trattati finora possono essere applicati a vari contesti. Tra questi, due rivestono particolare importanza: la scelta

Dettagli

ENERGINDUSTRIA. Il mercato dell energia elettrica e la. Vicenza, 18 maggio 2012

ENERGINDUSTRIA. Il mercato dell energia elettrica e la. Vicenza, 18 maggio 2012 ENERGINDUSTRIA Il ercato dell energia elettrica e la contrattualistica Vicenza, 18 aggio 2012 IL SISTEMA ELETTRICO ITALIANO LA STRUTTURA DEL MERCATO ELETTRICO IN ITALIA Produttori di energia elettrica/

Dettagli

SCELTE INTERTEMPORALI (cap. 20 Hey) Qui siamo nella situazione decisionale numero 1. Detto ciò:

SCELTE INTERTEMPORALI (cap. 20 Hey) Qui siamo nella situazione decisionale numero 1. Detto ciò: SCELTE INTERTEMPORALI (cap. 20 Hey) Anzitutto un preambolo: In Economia le scelte/decisioni vengono distinte in: 1. decisioni in situazioni di certezza 2. decisioni in situazioni di rischio 3. decisioni

Dettagli

etallurgico Anno 24 - n 1

etallurgico Anno 24 - n 1 il etallurgico Anno 24 - n 1 Luglio 2009 ilano oviento anifestazioni iglioraenti ondo olteplicità odalità otivazioni estieri eoria etodi utaenti Bollettino della Fio Cgil di Milano, fondato nel 1898. Nuova

Dettagli

La corrente elettrica

La corrente elettrica La corrente elettrica nei conduttori. La corrente elettrica Connettendo due conduttori a diverso potenziale si ha un oto di cariche fino a quando si raggiunge una condizione di uilibrio. Questo oto terina

Dettagli

La probabilità di avere non più di un maschio, significa la probabilità di averne 0 o 1: ( 0) P( 1)

La probabilità di avere non più di un maschio, significa la probabilità di averne 0 o 1: ( 0) P( 1) Esercizi sulle distribuzioni binoiale e poissoniana Esercizio n. Una coppia ha tre figli. Calcolare la probabilità che abbia non più di un aschio se la probabilità di avere un aschio od una feina è sepre

Dettagli

L equilibrio finanziario, patrimoniale e monetario nei gruppi aziendali. L apprezzamento dell equilibrio nelle imprese e nelle controllate di gruppo

L equilibrio finanziario, patrimoniale e monetario nei gruppi aziendali. L apprezzamento dell equilibrio nelle imprese e nelle controllate di gruppo L equilibrio finanziario, patrioniale e onetario nei gruppi aziendali L apprezzaento dell equilibrio nelle iprese e nelle controllate di gruppo Eleenti di rilievo nell apprezzaento degli equilibri finanziari

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI

MANUALE DI ISTRUZIONI FLASH MACRO TTL PER REFLEX DIGITALI Nissin Japan Ltd, Tokyo http://wwwnissin-japanco Nissin Marketing Ltd, Hong Kong http://wwwnissindigitalco MANUALE DI ISTRUZIONI Tipo C/N Disegno e caratteristiche tecniche

Dettagli

Scelta intertemporale. Lezione 9. Valori presenti e futuri. Valore futuro

Scelta intertemporale. Lezione 9. Valori presenti e futuri. Valore futuro Scelta Lezione 9 Scelta Di solito il reddito arriva ad intervalli, per esempio lo stipendio mensile. Quindi si pone il problema di decidere se (e quanto) risparmiare in un periodo per consumare più tardi.

Dettagli

APPUNTI DEL CORSO DI SISTEMI IMPIANTISTICI E SICUREZZA REGIMI DI FUNZIONAMENTO DEI CIRCUITI ELETTRICI: CORRENTE CONTINUA

APPUNTI DEL CORSO DI SISTEMI IMPIANTISTICI E SICUREZZA REGIMI DI FUNZIONAMENTO DEI CIRCUITI ELETTRICI: CORRENTE CONTINUA APPUNTI DL CORSO DI SISTMI IMPIANTISTICI SICURZZA RGIMI DI FUNZIONAMNTO DI CIRCUITI LTTRICI: CORRNT CONTINUA SOLO ALCUNI SMPI DI ANALISI DI UN CIRCUITO LTTRICO FUNZIONANTI IN CORRNT CONTINUA APPUNTI DL

Dettagli

INTRODUZIONE ALLE RILEVAZIONI CONTABILI

INTRODUZIONE ALLE RILEVAZIONI CONTABILI INTRODUZIONE ALLE RILEVAZIONI CONTABILI Nell ambito del corso di economia aziendale, verranno effettuate una serie di lezioni relative alla cd. Ragioneria Ragioneria: disciplina che si occupa delle rilevazioni

Dettagli

1^A - Esercitazione recupero n 2

1^A - Esercitazione recupero n 2 1^A - Esercitazione recupero n 2 1. Un cavo di nylon si coporta coe una olla di costante elastica 5,0 10 4 N /. Con questo cavo, trasciniao sul paviento una cassa di 280 kg a velocità costante. Il coefficiente

Dettagli

Principali indici di bilancio

Principali indici di bilancio Principali indici di bilancio Descrizione Il processo di valutazione del merito creditizio tiene conto di una serie di indici economici e patrimoniali. L analisi deve sempre essere effettuata su un arco

Dettagli

Zurich. Zurich Segna Contratto index linked

Zurich. Zurich Segna Contratto index linked Zurich Zurich Segna Contratto index linked Il presente Fascicolo Inforativo, contenente: Scheda sintetica Nota inforativa Condizioni contrattuali Glossio Modulo di Proposta deve essere consegnato al Contraente

Dettagli

LAVORO ED ENERGIA Corso di Fisica per Farmacia, Facoltà di Farmacia, Università G. D Annunzio, Cosimo Del Gratta 2006

LAVORO ED ENERGIA Corso di Fisica per Farmacia, Facoltà di Farmacia, Università G. D Annunzio, Cosimo Del Gratta 2006 LAVORO ED ENERGIA INTRODUZIONE L introduzione dei concetto di lavoro, energia cinetica ed energia potenziale ci perettono di affrontare i problei della dinaica in un odo nuovo In particolare enuncereo

Dettagli

Le difficoltà cui fanno fronte i giovani italiani per trovare un lavoro rischiano di compromettere gli investimenti nell istruzione.

Le difficoltà cui fanno fronte i giovani italiani per trovare un lavoro rischiano di compromettere gli investimenti nell istruzione. Il rapporto dell OCSE intitolato Education at a Glance: OECD Indicators è una fonte autorevole d inforazioni accurate e pertinenti sullo stato dell istruzione nel ondo. Il rapporto presenta dati sulla

Dettagli

Capitolo 22: Lo scambio nel mercato dei capitali

Capitolo 22: Lo scambio nel mercato dei capitali Capitolo 22: Lo scambio nel mercato dei capitali 22.1: Introduzione In questo capitolo analizziamo lo scambio nel mercato dei capitali, dove si incontrano la domanda di prestito e l offerta di credito.

Dettagli

Scelte intertemporali e decisioni di risparmio

Scelte intertemporali e decisioni di risparmio CAPITOLO 4 Scelte intertemporali e decisioni di risparmio Esercizio 4.1. Tizio deve decidere la spesa per consumo corrente, c 0, e quella per consumo futuro,. Le sue preferenze sono rappresentate dalla

Dettagli

PIANO REGIONALE DEL TRASPORTO MERCI E DELLA LOGISTICA

PIANO REGIONALE DEL TRASPORTO MERCI E DELLA LOGISTICA Assessore On. Franco Dalia Direttore Dott.ssa Arcangela Galluzzo PIANO REGIONALE DEL TRASPORTO MERCI E DELLA LOGISTICA Direttore Ing. Antonio Mallao Segretario del Piano PRMTL Dott. Elio Mensurati Francesco

Dettagli

Depliant di progettazione GARDENA 2012

Depliant di progettazione GARDENA 2012 Depliant di progettazione GARDENA 2012 GARDENA Sistea di irrigazione Se siete interessati a servizi di progettazione e installazione? Vi preghiao di rivolgervi direttaente alla nostra sedo www.gardena.ch

Dettagli

INDICE. Macchine Teoriche e Architettura di base LA MACCHINA DI TURING. Il test di Turing LA MACCHINA DI VON NEUMANN

INDICE. Macchine Teoriche e Architettura di base LA MACCHINA DI TURING. Il test di Turing LA MACCHINA DI VON NEUMANN INDICE Macchine Teoriche e Architettura di base LA MACCHINA DI TURING Il test di Turing LA MACCHINA DI VON NEUMANN Il funzionaento della Macchina di Von Neuann 1 Macchine Teoriche e Architettura di base

Dettagli

SOLARC.S.P. Concentrating Solar Power

SOLARC.S.P. Concentrating Solar Power SOLARC.S.P. Concentrating Solar Power NEW 2013 via I Maggio 23 27042 Bressana Pavia Italia tel. +39 03821855848 eail info@.co www..it Concentrating Solar Power il perché di una scelta... La nostra tecnologia

Dettagli

Nota metodologica Strategia di campionamento e livello di precisione dei risultati

Nota metodologica Strategia di campionamento e livello di precisione dei risultati Nota etodologica Strategia di capionaento e livello di precisione dei risultati 1. Obiettivi conoscitivi La popolaione di interesse dell indagine in oggetto, ossia l insiee delle unità statistiche intorno

Dettagli

RISPARMIO, INVESTIMENTO E SISTEMA FINANZIARIO

RISPARMIO, INVESTIMENTO E SISTEMA FINANZIARIO Università degli studi di MACERATA Facoltà di SCIENZE POLITICHE ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA A.A. 2009/2010 RISPARMIO, INVESTIMENTO E SISTEMA FINANZIARIO Fabio CLEMENTI E-mail: fabio.clementi@univpm.it

Dettagli

Corso di Estimo Elementi di Matematica Finanziaria

Corso di Estimo Elementi di Matematica Finanziaria Corso di Estimo Elementi di Matematica Finanziaria Corso di Scienze e Tecnologie Agrarie Indice argomenti Capitale e Interesse Interesse semplice Interesse composto Annualità Poliannualità r nominale e

Dettagli

Aspettative, consumo e investimento

Aspettative, consumo e investimento Aspettative, consumo e investimento In questa lezione: Studiamo come le aspettative di reddito e ricchezza futuro determinano le decisioni di consumo e investimento degli individui. Studiamo cosa determina

Dettagli

Slides per il corso di ECONOMIA DEI MERCATI FINANZIARI

Slides per il corso di ECONOMIA DEI MERCATI FINANZIARI Slides per il corso di ECONOMIA DEI MERCATI FINANZIARI Nicola Meccheri (meccheri@ec.unipi.it) Facoltà di Economia Università di Pisa A.A. 2011/2012 ECONOMIA DEI MERCATI FINANZIARI: ASPETTI INTRODUTTIVI

Dettagli

Confronto fra valore del misurando e valore di riferimento (1 di 2)

Confronto fra valore del misurando e valore di riferimento (1 di 2) Confronto fra valore del isurando e valore di riferiento (1 di 2) Talvolta si deve espriere un parere sulla accettabilità o eno di una caratteristica fisica del isurando ediante il confronto fra il valore

Dettagli

Pompe Sommerse. Pompe Verticali Multistadio. Pompe Orizzontali Multistadio. Pompe Sommergibili

Pompe Sommerse. Pompe Verticali Multistadio. Pompe Orizzontali Multistadio. Pompe Sommergibili E X P E R I E N C E E - T E C H IT Pope Soerse Vogliao servire i nostri clienti con la igliore Qualità. Tutte le pope e i coponenti sono costruiti con tolleranze di precisione. Ogni coponente viene controllato

Dettagli

Come funziona un accordo collusivo

Come funziona un accordo collusivo Collusione Introduzione Nel odello di Bertrand con beni oogenei, il prezzo di equilibrio coincide con quello di concorrenza perfetta anche se nel ercato ci sono solo due iprese (paradosso di Bertrand).

Dettagli

I. CONTROLLO E GESTIONE DEL SISTEMA

I. CONTROLLO E GESTIONE DEL SISTEMA - La presenza di cavi elettrici scaldanti interrati deve essere chiaraente segnalata (nora CEI 11-17) e una copia della geoetria di posa deve essere in possesso del responsabile della anutenzione dell

Dettagli

Bongini,Di Battista, Nieri, Patarnello, Il sistema finanziario, Il Mulino 2004 Capitolo 2. I contratti finanziari. Capitolo 2 I CONTRATTI FINANZIARI

Bongini,Di Battista, Nieri, Patarnello, Il sistema finanziario, Il Mulino 2004 Capitolo 2. I contratti finanziari. Capitolo 2 I CONTRATTI FINANZIARI Capitolo 2 I CONTRATTI FINANZIARI 1 Indice Definizione di contratto finanziario Contratti finanziari bilaterali e multilaterali Contratto di debito Contratto di partecipazione Contratto assicurativo Contratto

Dettagli

PD 42. Printed: 07.07.2013 Doc-Nr: PUB / 5140866 / 000 / 00

PD 42. Printed: 07.07.2013 Doc-Nr: PUB / 5140866 / 000 / 00 PD 42 Bedienungsanleung Operating instructions Mode d eploi Istruzioni d uso Manual de instrucciones Manual de instruções Gebruiksaanwijzing Οδηγιες χρησεως Kulllana Taliatı de en fr es pt nl el tr ar

Dettagli

ESAME DI MATEMATICA FINANZIARIA Z. Marino Appello maggio 2004 Nuovo ordinamento 3 CFU

ESAME DI MATEMATICA FINANZIARIA Z. Marino Appello maggio 2004 Nuovo ordinamento 3 CFU Nuovo ordinaento 3 CFU Dato il tasso di sconto seestrale d ½ =0,05 si deterini il valore di 1000 euro tra un anno e ezzo, nei seguenti regii finanziari: 1. interesse seplice; 2. interesse coposto; 3. sconto

Dettagli

Crescita della moneta e inflazione

Crescita della moneta e inflazione Crescita della moneta e inflazione Alcune osservazioni e definizioni L aumento del livello generale dei prezzi è detto inflazione. Ultimi 60 anni: variazione media del 5% annuale. Effetto: i prezzi sono

Dettagli

LE OPERAZIONI E I PROCESSI AZIENDALI. Finanziamento Investimento Produzione Vendita

LE OPERAZIONI E I PROCESSI AZIENDALI. Finanziamento Investimento Produzione Vendita LE OPERAZIONI E I PROCESSI AZIENDALI La vita delle aziende si realizza attraverso una sequenza di operazioni e processi, svolti da soggetti diversi e con modalità diverse, coordinati tra loro per il raggiungimento

Dettagli

Corso di Microeconomia - Daniele Checchi

Corso di Microeconomia - Daniele Checchi PERCORSO SUI PRINCIPAI CONCETTI ECONOMICI I CONSUMATORI E OFFERTA DEI FATTORI PRODUTTIVI a DECISIONE DI RISPARMIO ovvero OFFERTA DI CAPITAI AE IMPRESE a decisione di risparmiare coinvolge necessariamente

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 2

Economia monetaria e creditizia. Slide 2 Economia monetaria e creditizia Slide 2 Le attività e i mercati finanziari Oltre alla moneta, un altra istituzione consente di ridurre i costi di transazione negli scambi: i mercati Si tratta dei contesti

Dettagli

Lezione 13. Moneta e inflazione. Leonardo Bargigli

Lezione 13. Moneta e inflazione. Leonardo Bargigli Lezione 13. Moneta e inflazione Leonardo Bargigli La Moneta La moneta è tutto ciò che viene accettato come mezzo di acquisto di beni e servizi. E il medium dello scambio che consente di superare il baratto

Dettagli

Capitolo Quinto: L interesse

Capitolo Quinto: L interesse Capitolo Quinto: L interesse 95 Capitolo Quinto L interesse L interesse può essere definito come il prezzo che si paga per l uso del risparmio altrui: esso viene corrisposto a chi dispone di capitale finanziario

Dettagli

CLIMATIZZATORI RESIDENZIALI // SISTEMI DI RISCALDAMENTO E RAFFREDDAMENTO NUOVA GAMMA ETHEREA MAGGIORE EFFICIENZA MAGGIORI RISPARMI

CLIMATIZZATORI RESIDENZIALI // SISTEMI DI RISCALDAMENTO E RAFFREDDAMENTO NUOVA GAMMA ETHEREA MAGGIORE EFFICIENZA MAGGIORI RISPARMI // SISTEMI DI RISCALDAMENTO E RAFFREDDAMENTO NUOVA GAMMA ETHEREA MAGGIORE EFFICIENZA MAGGIORI RISPARMI EDITORIALE ECO IDEAS PER GLI STILI DI VITA: PROMUOVEREMO STILI DI VITA CHE AZZERANO VIRTUALMENTE LE

Dettagli

IL LABORATORIO DIDATTICO

IL LABORATORIO DIDATTICO IL LABORATORIO DIDATTICO Prof. ing. Italo GORINI (1), Prof. ing. Serio SARTORI (2) (1)Politecnico di Torino Dipartiento di Elettronica (2)Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Metrologia "Gustavo

Dettagli

r~~f~~. --r-~r-r ---- _[::=_~- r-l

r~~f~~. --r-~r-r ---- _[::=_~- r-l In tutti i problei si userà coe velocità del suono in aria il valore 340 /s (valido per una teperatura dell'aria di circa 18 C), salvo diversa indicazione. La propagazione ondosa La figura seguente ostra

Dettagli

COMPLESSO SAN BENIGNO

COMPLESSO SAN BENIGNO COMPLESSO SAN BENIGNO Studio per una infrastruttura di condizionaento del coplesso attraverso l uso dell acqua di are Introduzione Lo studio riporta alcune idee di assia ed una valutazione costi benefici

Dettagli

GLI INDICI DEI COSTI DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE

GLI INDICI DEI COSTI DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE 21 arzo 2013 GLI INDICI DEI COSTI DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE La nuova base 2010 A partire dal ese di arzo 2013, l Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione dei nuovi indici

Dettagli

Reddito d esercizio e Capitale di funzionamento (I parte)

Reddito d esercizio e Capitale di funzionamento (I parte) Reddito d esercizio e Capitale di funzionamento (I parte) 1 REDDITO flusso di ricchezza che, in un definito arco temporale di vita dell impresa, per effetto della gestione,! incrementa il valore del capitale

Dettagli

Un modello probabilistico per quantificare i risultati delle ricerche sulla Sindone di Torino

Un modello probabilistico per quantificare i risultati delle ricerche sulla Sindone di Torino Congresso nternazionale di Studi sulla Sindone, Torino, 5-7 giugno 998 Un odello probabilistico per quantificare i risultati delle ricerche sulla Sindone di Torino Giulio Fanti, Eanuela Marinelli + CSAS

Dettagli

Macroeconomia Luca Deidda e-mail: deidda@uniss.it. Lezione 16: Microfondazioni: 1) Investimenti; 2) Domanda e Offerta di moneta; 3) Consumo

Macroeconomia Luca Deidda e-mail: deidda@uniss.it. Lezione 16: Microfondazioni: 1) Investimenti; 2) Domanda e Offerta di moneta; 3) Consumo Macroeconomia Luca Deidda e-mail: deidda@uniss.it Lezione 16: Microfondazioni: 1) Investimenti; 2) Domanda e Offerta di moneta; 3) Consumo 0 Obbiettivi Analisi dei fondamenti microeconomici di Funzione

Dettagli

Guida al modello pensioni CNPADC (11mar2014)

Guida al modello pensioni CNPADC (11mar2014) Guida al modello pensioni CNPADC (11mar2014) Valutazione delle future pensioni e dei relativi tassi di sostituzione In relazione alle tre variabili decisionali di tipo previdenziale, ossia Pensione (oppure

Dettagli

Residenziale - Monosplit Eleganti, dalle linee semplici e di classe, disegnati per inserirsi armoniosamente in ogni ambiente.

Residenziale - Monosplit Eleganti, dalle linee semplici e di classe, disegnati per inserirsi armoniosamente in ogni ambiente. Residenziale - Eleganti, dalle linee seplici e di classe, disegnati per inserirsi aroniosaente in ogni abiente. Efficienti, progettati per assicurare aria pura e il assio del cofort in ogni oento della

Dettagli

13.10.2003 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea

13.10.2003 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 13.10.2003 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 261/243 DATA DI ENTRATA IN VIGORE 29. A eccezione dei paragrafi 23 e 24, il presente Principio contabile internazionale è entrato in vigore a partire

Dettagli

Parte 1^ Di Angelo Fiori

Parte 1^ Di Angelo Fiori Relazioni fra tempo e denaro Alcuni concetti, regole ed esempi per cominciare ad orientarsi nelle relazioni fra tempo e denaro, utilizzando anche le funzionalità del foglio di calcolo di microsoft excel

Dettagli

Modulo 1 Test di verifica

Modulo 1 Test di verifica Modulo 1 Test di verifica Concetti teorici di base delle T.I.C. PDF created with FinePrint pdffactory trial version http://www.pdffactory.co Test n. 1 Quali tra le seguenti non sono eorie di assa? o o

Dettagli

UNI EN 12215 Impianti di verniciatura

UNI EN 12215 Impianti di verniciatura Dipartiento di Sanità Pubblica U.O. Prevenzione e Sicurezza Abienti di Lavoro UNI EN 12215 Ipianti di verniciatura Cabine di verniciatura per l applicazione prodotti vernicianti liquidi Requisiti di sicurezza

Dettagli

L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) Università degli Studi di Teramo - Prof.

L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) Università degli Studi di Teramo - Prof. L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) 1 I contratti bancari fanno parte della più ampia categoria dei CONTRATTI FINANZIARI ossia quei contratti che si caratterizzano

Dettagli

Saggio di attualizzazione, tasso di rendimento interno e saggio di capitalizzazione

Saggio di attualizzazione, tasso di rendimento interno e saggio di capitalizzazione Saggio di attualizzazione, tasso di rendimento interno e saggio di capitalizzazione 27.XI.2013 Scopo e temi della lezione I principali tassi per la misura del valore degli investimenti sono: il saggio

Dettagli

Introduzione alla contabilità economicopatrimoniale

Introduzione alla contabilità economicopatrimoniale Introduzione alla contabilità economicopatrimoniale Il metodo della partita Dott. Angelo Erbacci, Politecnico di Milano angelo.erbacci@polimi.it 2 Introduzione alla COEP La contabilità economico-patrimoniale

Dettagli

RIMBORSO DI UN PRESTITO

RIMBORSO DI UN PRESTITO RIMBORSO DI UN PRESTITO Conoscenze Conoscere le principali forme di rimborso di un prestito Saper individuare gli elementi caratterizzanti un rimborso di un prestito Abilità Saper determinare le principali

Dettagli

Consumo intertemporale e asset pricing

Consumo intertemporale e asset pricing Consumo intertemporale e asset pricing Giuseppe Travaglini Università di Urbino Carlo Bo Università di Urbino, Facoltà di Economia, Istituto di Scienze Economiche, via Saffi 42, Palazzo Battiferri, 6129,

Dettagli

SCIENZE: Compiti delle vacanze Estate 2015

SCIENZE: Compiti delle vacanze Estate 2015 SCIEZE: Copiti delle vacanze Estate 2015 Classe I a Per agevolare lo svolgiento degli esercizi ho realizzato questa breve dispensa che, se ben utilizzata, ti peretterà di ripassare tutti gli argoenti svolti

Dettagli

... a) Lo spettro di un segnale SSB è costituito da... b) Un segnale SSB può essere ottenuto... in una... mediante un... centrato su...

... a) Lo spettro di un segnale SSB è costituito da... b) Un segnale SSB può essere ottenuto... in una... mediante un... centrato su... MODULAZIONE ANALOGICA UNITÀ VERIFICA Copleta: a) Per odulazione lineare si intende la... dello spettro del... intorno alla frequenza... b) La odulazione di apiezza consiste nel... del segnale portante...

Dettagli

Rischi in Finanza. Rischi finanziari. Rischi puri. Rischi sistematici. Rischi non sistematici

Rischi in Finanza. Rischi finanziari. Rischi puri. Rischi sistematici. Rischi non sistematici Rischi in Finanza Rischi puri Rischi finanziari Rischi sistematici Rischi non sistematici Rischi non sistematici I rischi non sistematici sono rischi specifici Tipologie di rischi specifico più frequenti:

Dettagli

L analisi finanziaria

L analisi finanziaria L analisi finanziaria Sebastiano Di Diego - Fabrizio Micozzi 1 L analisi dei flussi Profili generali 1 Le ragioni per uno studio dei flussi (1) Le riclassificazioni di dati economici e patrimoniali e lo

Dettagli

GLI EQUILIBRI AZIENDALI

GLI EQUILIBRI AZIENDALI GLI EQUILIBRI AZIENDALI Il fine ultimo dell azienda è se stessa, ossia la sua capacità di sopravvivere e svilupparsi, operando in condizioni di «equilibrio». Le condizioni di equilibrio aziendale sono

Dettagli

UTILIZZO GEODETICO E IN TEMPO REALE DI RICEVITORI GPS DI BASSO COSTO

UTILIZZO GEODETICO E IN TEMPO REALE DI RICEVITORI GPS DI BASSO COSTO UTILIZZO GEODETICO E IN TEMPO REALE DI RICEVITORI GPS DI BASSO COSTO Marco BALDO (**), Alberto CINA (*), Abrogio MANZINO (*), Marco ROGGERO (*) (*) Politecnico di Torino DIGET, C.so Duca degli Abruzzi,

Dettagli

L'AZIENDA 2 ACCESSORI PORTE DI PIANO

L'AZIENDA 2 ACCESSORI PORTE DI PIANO L'AZIENDA 2 A. T. E. 350-460 - 650-850 V P ASCENSORE TRADIZIONALE A FUNI A. S. P. 500-00 - 1500-3000 V P ASCENSORE OLEODINAMICO A SPINTA DIRETTA A. S. T. 480-640 - 800-950 V P ASCENSORE OLEODINAMICO IN

Dettagli

L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) Università degli Studi di Teramo - Prof.

L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) Università degli Studi di Teramo - Prof. L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) 1 I contratti bancari fanno parte della più ampia categoria dei CONTRATTI FINANZIARI ossia quei contratti che si caratterizzano

Dettagli

PRINCIPIO DI INDUZIONE. k =. 2. k 2 n(n + 1)(2n + 1) 6

PRINCIPIO DI INDUZIONE. k =. 2. k 2 n(n + 1)(2n + 1) 6 PRINCIPIO DI INDUZIONE LORENZO BRASCO Esercizio. Diostrare che per ogni n si ha nn. 2 Esercizio 2. Diostrare che per ogni n si ha 2 2 nn 2n. Soluzione Procediao per induzione: la 2 è ovviaente vera per

Dettagli

Guida. al noleggio. Vendita Assistenza

Guida. al noleggio. Vendita Assistenza Guida al noleggio Vendita Assistenza Il partner per il successo della tua ipresa. Indice DOVE SIAMO 4-5 Servizi / condizioni / specifiche per il trasporto 6-7 PIATTAFORME AUTOCARRATE Patente B 8-9 PIATTAFORME

Dettagli

Risparmio, investimenti e sistema finanziario

Risparmio, investimenti e sistema finanziario Risparmio, investimenti e sistema finanziario Una relazione fondamentale per la crescita economica è quella tra risparmio e investimenti. In un economia di mercato occorre individuare meccanismi capaci

Dettagli

Volume 2.2 LISTINO DEI PREZZI. per l esecuzione di opere pubbliche e manutenzioni. COSTI UNITARI e PICCOLA MANUTENZIONE IMPIANTI ELETTRICI e MECCANICI

Volume 2.2 LISTINO DEI PREZZI. per l esecuzione di opere pubbliche e manutenzioni. COSTI UNITARI e PICCOLA MANUTENZIONE IMPIANTI ELETTRICI e MECCANICI DEI PREZZI 2012 AREA TERRITORIO DIREZIONE CENTRALE OO.PP. E CENTRALE UNICA APPALTI DIREZIONE CENTRALE TECNICA per l esecuzione di opere pubbliche e anutenzioni Volue 2.2 COSTI UNITARI e PICCOLA MANUTENZIONE

Dettagli

AREA TERRITORIO DIREZIONE CENTRALE TECNICA

AREA TERRITORIO DIREZIONE CENTRALE TECNICA Coune di Milano - Listino dei Prezzi 1 gennaio 2014 A cura del Coune di Milano AREA TERRITORIO DIREZIONE CENTRALE TECNICA A AREA TERRITORIO DIREZIONE CENTRALE TECNICA Coune di Milano - Listino dei Prezzi

Dettagli

L ABC DELL ECONOMIA AZIENDALE. A cura di Chiara Morelli

L ABC DELL ECONOMIA AZIENDALE. A cura di Chiara Morelli L ABC DELL ECONOMIA AZIENDALE A cura di Chiara Morelli LE AZIENDE DI PRODUZIONE L attività economica di produzione di beni e servizi è svolta da unità economiche denominate Aziende di produzione o Imprese.

Dettagli

LG Air Conditioning Professional 2011 GUIDA PRODOTTI LINEA MULTISPLIT

LG Air Conditioning Professional 2011 GUIDA PRODOTTI LINEA MULTISPLIT LG Air Conditioning Professional 11 GUIDA PRODOTTI LINEA MULTISPLIT CLIMATIZZATORI LG EFFICIENZA E DESIGN LG è tra le aziende più iportanti al ondo per la produzione di condizionatori d aria. La gaa dei

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA

MATEMATICA FINANZIARIA MATEMATICA FINANZIARIA Introduzione Definizione. La matematica finanziaria studia le operazioni finanziarie. Definizione. Una operazione finanziaria è un contratto che prevede scambi di danaro (tra i contraenti)

Dettagli

NONANTOLANOTIZIE. Nonantola Film Festival Dal 23 aprile al 5 maggio la settima edizione del Festival Cinematografico A NONANTOLA IN PROGRAMMA

NONANTOLANOTIZIE. Nonantola Film Festival Dal 23 aprile al 5 maggio la settima edizione del Festival Cinematografico A NONANTOLA IN PROGRAMMA N 1 / 2013 - APRILE NONANTOLANOTIZIE A P P U N T A M E N T I IN PROGRAMMA A NONANTOLA NOTIZIE DAL TERRITORIO Sisa, la situazione aggiornata sui lavori in corso "L'arte nell'epicentro da Guercino a Malatesta":

Dettagli

3. La struttura dell intervento I COSTI DI INVESTIMENTO

3. La struttura dell intervento I COSTI DI INVESTIMENTO ANALISI DI FATTIBILITA ECONOMICO - FINANZIARIA PARCO DELLO SPORT DI MONZA 1. Executive Summary L analisi della fattibilità economico finanziaria ha come finalità la verifica della sostenibilità economico-finanziaria

Dettagli

TIP Aerotermi TIP. Aerotermi come apparecchi a parete e soffitto Catalogo tecnico

TIP Aerotermi TIP. Aerotermi come apparecchi a parete e soffitto Catalogo tecnico TIP Aeroteri TIP Aeroteri coe apparecchi a parete e soffitto Catalogo tecnico Indice 01 Inforazioni sul prodotto 6 Panoraica 7 Dati sul prodotto 8 Guida alla scelta: Panoraica delle versioni 9 TIP in un

Dettagli

Le basi della contabilità economico patrimoniale: gli obiettivi e gli strumenti

Le basi della contabilità economico patrimoniale: gli obiettivi e gli strumenti Le basi della contabilità economico patrimoniale: gli obiettivi e gli strumenti Tommaso Agasisti, Politecnico di Milano Dipartimento di Ingegneria Gestionale tommaso.agasisti@polimi.it Agenda 1.Il bilancio

Dettagli

La posizione finanziaria nei confronti dell estero

La posizione finanziaria nei confronti dell estero Corso di Economia finanziaria La posizione finanziaria nei confronti dell estero Dott.ssa Arianna Moschetti A.A. 2012-13 2012 Sommario La Bilancia dei Pagamenti Definizione Processo evolutivo Schema e

Dettagli

x (m) -1-2 m 4 01 m 2 m 1

x (m) -1-2 m 4 01 m 2 m 1 Fisica (A.A. 4/5) Esercizi Meccanica ) Lo spostaento nel tepo di una certa particella che si uoe lungo l asse x è ostrato in figura. Troare la elocità edia negli interalli di tepo: a) da a s b) da a 4

Dettagli

guida prodotti professional 2010 air conditioning

guida prodotti professional 2010 air conditioning guida prodotti professional 10 air conditioning 6residenziale 34 ultisplit 112 78 coerciale e accessori 122 LG è tra le aziende più iportanti al ondo per la produzione di condizionatori d aria. Ha sviluppato

Dettagli

La Moneta e i Mercati Monetari. Introduciamo una nuova definizione della domanda di moneta (domanda di moneta di tipo keynesiano)

La Moneta e i Mercati Monetari. Introduciamo una nuova definizione della domanda di moneta (domanda di moneta di tipo keynesiano) La Moneta e i Mercati Monetari In questa lezione: Determiniamo le funzioni e l origine della moneta Introduciamo una nuova definizione della domanda di moneta (domanda di moneta di tipo keynesiano) Data

Dettagli

M A C C H I N E A F L U I D O

M A C C H I N E A F L U I D O 1 M A C C I N E A F L U I D O MACCINA: è n sistea di organi fissi e obili vincolati gli ni agli altri da legai definiti cineaticaente e disposti in odo tale da copiere, ovendosi sotto l azione di forze

Dettagli

Misurazione e rappresentazione dei risultati d impresa (I parte)

Misurazione e rappresentazione dei risultati d impresa (I parte) Misurazione e rappresentazione dei risultati d impresa (I parte) 1 .Oltre l analisi delle variazioni L analisi delle variazioni fornisce informazioni sulle implicazioni economiche e finanziarie associate

Dettagli

Il mercato della moneta

Il mercato della moneta Il mercato della moneta Alessandro Scopelliti Università di Reggio Calabria e University of Warwick alessandro.scopelliti@unirc.it 1 Funzioni della moneta Consideriamo i mercati della moneta e delle attività

Dettagli

AREA TERRITORIO DIREZIONE CENTRALE TECNICA

AREA TERRITORIO DIREZIONE CENTRALE TECNICA Coune di Milano - Listino dei Prezzi 1 gennaio 2014 A cura del Coune di Milano AREA TERRITORIO DIREZIONE CENTRALE TECNICA A AREA TERRITORIO DIREZIONE CENTRALE TECNICA Coune di Milano - Listino dei Prezzi

Dettagli

IL SISTEMA MONETARIO. Harcourt Brace & Company

IL SISTEMA MONETARIO. Harcourt Brace & Company IL SISTEMA MONETARIO Il significato della moneta La moneta è l insieme dei valori che vengono utilizzati regolarmente dagli individui di un economia per acquistare beni e servizi da altri individui. Tre

Dettagli

VARIANTE AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE IN ZONA SA MINDA NOA VIALE ALDO MORO OLBIA GOLFO ARANCI V.LE. d7 d8 ALDO MORO VIA CAIRO VIA ATENE VIA VIA TUNISI

VARIANTE AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE IN ZONA SA MINDA NOA VIALE ALDO MORO OLBIA GOLFO ARANCI V.LE. d7 d8 ALDO MORO VIA CAIRO VIA ATENE VIA VIA TUNISI 40 HELSINKI 70 VARIANTE AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE IN ZONA SA MINDA NOA LE ALDO MORO OLBIA GOLFO ARANCI d1 d3 d4 d2 d5 d6 d7 d8 V.LE ALDO MORO CAIRO ATENE TUNISI 40 LUBIANA MOSCA MOSCA NAIROBI STRADA 3

Dettagli