Economia dell Ambiente Francesca Sanna-Randaccio Lezione 7

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Economia dell Ambiente Francesca Sanna-Randaccio Lezione 7"

Transcript

1 Econoia dell Abiente Francesca Sanna-Randaccio Lezione 7 SCELTA INTERTEMPORALE Modello di scelta del consuatore che abbiao studiato solo periodo beni: flusso reddito: flusso FLUSSO Grandezza per isurare la quale è necessario fare riferiento a: unità di isura propri della grandezza (Kg, litri, etc.) intervallo di tepo (dati triestrali, ensili, annuali, etc.) STOCK Quantità o valore isurato indipendenteente dallo scorrere del tepo. Grandezza isurata in un certo oento del tepo.

2 SCELTA INTERTEMPORALE periodi periodo corrente che rappresenta il presente periodo futuro che rappresenta il futuro Coe possiao coparare grandezze onetarie disponibili in diversi periodi?

3 PRIMO PRINCIPIO DELLA FINANZA Un euro oggi vale più di un euro doani perché un euro oggi può essere investito e iniziare a dare interessi iediataente. Quindi: Per coparare grandezze onetarie disponibili in diversi periodi dobbiao tenere conto della capacità reddituale del denaro Ipotesi: Non c è inflazione (i prezzi dei beni e servizi non variano nel tepo) Non c è rischio (conosciao con certezza quali soe avreo a disposizione

4 Necessario essere in grado di rendere coparabili soe di denaro rese disponibili in oenti diversi del tepo. a) Calcolo del valore futuro di una soa disponibile oggi (capitalizzazione). b) Calcolo del valore attuale di una soa disponibile in una data futura. Interesse: nei prestiti di soe di denaro indica l eccedenza della soa che il debitore proette di restituire in futuro rispetto a quella ricevuta attualente. Tasso d interesse: interessi/soa iniziale

5 SCELTA INTERTEMPORALE ) Vita del consuatore consta di due periodi: periodo corrente che rappresenta il presente periodo futuro che rappresenta il futuro ) Il consuatore riceve in ogni periodo una soa di denaro certa, quindi conosciao il reddito coplessivo nell arco di vita del consuatore (punto di dotazione): reddito nel periodo corrente reddito nel periodo futuro 3) Date le preferenze interteporali del consuatore dobbiao deterinare: c spesa totale per consuo nel periodo corrente c spesa totale per consuo nel periodo futuro I prezzi dei beni sono dati e non variano da un periodo all altro

6 Il odello ci perette di analizzare: coe il consuatore decide di distribuire nel tepo il consuo (valori di c e c ) le scelte relative al rispario Rispario: quota del reddito ricevuto in un certo periodo che non è destinato al consuo in quello stesso periodo: N.B. Le variabili decisionali sono le soe totali allocate al consuo in ogni periodo (valore di c e c ) anziché le quantità di particolari beni e servizi Il consuatore può dare e prendere a prestito denaro ad un tasso d interesse r

7 Reddito coplessivo nell arco della vita del consuatore e sono grandezze non confrontabili V = + in terini di valore attuale + r V = ( + in terini di valore futuro + r)

8 VINCOLO DI BILANCIO INTERTEMPORALE In terini di valore attuale (valore presente) c c + + r = + ( + r) Valore presente del = Valore presente del flusso flusso di consui scelto di reddito di cui il consuatore è dotato In terini di valore futuro c ( + + r) + c = ( + r)

9 periodo ( + + r) + ( + r) periodo c ax = + ( + r) Pendenza: (+r) Costo opportunità del consuo presente in terini del consuo futuro. Dato r, un euro oggi equivale a (+r) euro tra un anno.

10 periodo C c = c = periodo CASO I In ogni periodo: Consuo = reddito Modello uni periodale coe caso particolare del odello ulti periodale.

11 periodo C c c periodo CASO II c < risparia Posticipa l utilizzo di risorse reali c = + ( c )( + r) Nel periodo futuro potrà consuare più del reddito percepito in quel periodo.

12 Chi risparia coe trasferisce questo potere di acquisto nel futuro? Acquista TITOLO DI CREDITO (eesso da chi vuole prendere a prestito) TITOLO DI CREDITO Contratto interteporale con cui chi prende a prestito si obbliga a restituire in data stabilita quanto preso a prestito più gli interessi.

13 periodo c C c periodo CASO III c > decide di indebitarsi Prende a prestito fondi sul ercato finanziario eette un titolo di credito (auenta le sue passività finanziarie); assue ipegni verso terzi. c = ( c )( + r) Nel periodo futuro dovrà consuare eno del reddito percepito in quel periodo; anticipa l utilizzo di risorse reali.

14 CHI CONCEDE UN PRESTITO ( c < ) Spesa corrente < reddito corrente Accuula Attività Finanziarie Acquista diritti su reddito futuro MERCATO FINANZIARIO CHI PRENDE A PRESTITO ( c > ) Spesa corrente > reddito corrente Assue Passività Finanziarie ossia ipegni verso terzi Anticipa l uso di risorse reali

15 ATTIVITÀ (STOCK) Proprietà dotate di valore econoico ATTIVITÀ REALI Beni che forniscono un flusso di servizi nel tepo Iobili Terreni, etc, ATTIVITÀ FINANZIARIE Moneta: non frutta interessi Titoli di Credito: fruttano interessi PASSIVITÀ (STOCK) PASSIVITÀ FINANZIARIE Ipegni assunti verso terzi. Insiee dei debiti che fanno capo ad un soggetto econoico.

16 Per valutare la situazione econoica di un individuo (paese) è necessario considerare: REDDITO (Flusso) RICCHEZZA (Stock) (R) R = ATTIVITÀ - PASSIVITÀ ATTIVITÀ : ATTIVITÀ FINANZIARIE Moneta Titoli ATTIVITÀ REALI Iobili Terreni etc.

ECONOMIA Sanna-Randaccio (Lez 5)

ECONOMIA Sanna-Randaccio (Lez 5) ECONOMIA Sanna-Randaccio (Lez 5) Scelta intertemporale n periodi di tempo Flusso e Stock Calcolo del valore attuale e del valore futuro (2 periodi) Vincolo di bilancio intertemporale Scelta intertemporale

Dettagli

NEL MODELLO MICROECONOMICO

NEL MODELLO MICROECONOMICO NEL MODELLO MICROECONOMICO 1 solo periodo Output: flusso Input: flusso Decisioni dell impresa: raffrontare ricavi correnti con costi correnti Questo si adatta bene ad alcuni fattori (il LAVORO) Meno soddisfacente

Dettagli

L incertezza. Lezione 10. L incertezza. Stati di Natura. Consumo condizionato. Consumo condizionato. Incertezza. Cos è incerto nei sistemi economici?

L incertezza. Lezione 10. L incertezza. Stati di Natura. Consumo condizionato. Consumo condizionato. Incertezza. Cos è incerto nei sistemi economici? incertezza ezione 10 Incertezza Cos è incerto nei sistei econoici? I prezzi di doani a ricchezza futura a disponibilità futura di beni e azioni presenti e future delle altre persone. incertezza Stati di

Dettagli

Insieme di bilancio. Capitolo Due. Vincolo di bilancio. Vincolo di bilancio. Vincolo di bilancio. Vincolo di bilancio

Insieme di bilancio. Capitolo Due. Vincolo di bilancio. Vincolo di bilancio. Vincolo di bilancio. Vincolo di bilancio Insiee di bilancio Capitolo Due Il vincolo di bilancio L insiee di bilancio è l insiee delle coinazioni di consuo disponibili per un consuatore. Cosa vincola la scelta di un consuatore? Il suo budget,

Dettagli

Misure elettriche circuiti a corrente continua

Misure elettriche circuiti a corrente continua Misure elettriche circuiti a corrente continua Legge di oh Dato un conduttore che connette i terinali di una sorgente di forza elettrootrice si osserva nel conduttore stesso un passaggio di corrente elettrica

Dettagli

Economia dell Ambiente Francesca Sanna-Randaccio Lezione 8

Economia dell Ambiente Francesca Sanna-Randaccio Lezione 8 Economia dell Ambiente Francesca Sanna-Randaccio Lezione 8 SELTA INTERTEMPORALE (continua) Valore attuale nel caso di più periodi Valore di un titolo di credito Obbligazioni Obbligazioni emesse dalla Stato.

Dettagli

Contratti indicizzati a tassi di interesse

Contratti indicizzati a tassi di interesse MEBS Lecture 1 Contratti indicizzati a tassi di interesse MEBS, lezioni Roberto Renò Università di Siena 1.1 Introduzione Abiente di lavoro: i contratti su tassi di interesse (bond arket). Contratti standard:

Dettagli

Dai numeri naturali ai numeri reali

Dai numeri naturali ai numeri reali .1 Introduzione Dai nueri naturali ai nueri reali In questa unità didattica vogliao riprendere rapidaente le nostre conoscenze sugli insiei nuerici (N, Z e Q), e successivaente apliarle a coprendere i

Dettagli

CENTRA SOGE-PARTNERS REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO FLEXIBLE SUNRISE PROTECTION

CENTRA SOGE-PARTNERS REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO FLEXIBLE SUNRISE PROTECTION Regolaento del fondo interno Flexible Sunrise Protection A) OBIETTIVI E DESCRIZIONE DEL FONDO Il fondo Flexible Sunrise Protection è un fondo interno di tipo N (vale a dire accessibile a una pluralità

Dettagli

Centro di formazione professionale Don Bosco

Centro di formazione professionale Don Bosco Centro di forazione professionale Don Bosco Settore elettrico ELETTROTECNICA Eserciziario A.S. 204 205 CIRCUITI ELETTRICI, CAMPI ELETTRICI E MAGNETICI e MACCHINE ELETTRICHE Fabio PANOZZO Indice Elettrostatica

Dettagli

CENTRA SOGE-PARTNERS REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO FLEXIBLE SUNRISE PROTECTION DOUBLE PREMIUM

CENTRA SOGE-PARTNERS REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO FLEXIBLE SUNRISE PROTECTION DOUBLE PREMIUM REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO FLEXIBLE SUNRISE PROTECTION DOUBLE PREMIUM Regolaento del fondo interno Flexible Sunrise Protection Double Preiu A) OBIETTIVI E DESCRIZIONE DEL FONDO Il fondo Flexible Sunrise

Dettagli

Indagine sui costi dei servizi bancari VADEMECUM PER LA PARTECIPAZIONE ALL!INDAGINE

Indagine sui costi dei servizi bancari VADEMECUM PER LA PARTECIPAZIONE ALL!INDAGINE ! Indagine sui costi dei servizi bancari VADEMECUM PER LA PARTECIPAZIONE ALL!INDAGINE Coe anticipato nella lettera di presentazione dell!iniziativa, l!indagine proossa dalla Caera di Coercio di Milano

Dettagli

Lezione n.15. Doppi bipoli

Lezione n.15. Doppi bipoli Lezione 5 Doppi bipoli Lezione n.5 Doppi bipoli. Definizione di N-polo. Definizione di doppio-bipolo 3. Doppi-bipoli in regie stazionario (doppi-bipoli di resistenze 4. Problei di analisi 5. Problei di

Dettagli

Capitolo 20: Scelta Intertemporale

Capitolo 20: Scelta Intertemporale Capitolo 20: Scelta Intertemporale 20.1: Introduzione Gli elementi di teoria economica trattati finora possono essere applicati a vari contesti. Tra questi, due rivestono particolare importanza: la scelta

Dettagli

Versione integrata e modificata dalla deliberazione ARG/elt 107/08, 5/10 e 127/10

Versione integrata e modificata dalla deliberazione ARG/elt 107/08, 5/10 e 127/10 Versione integrata e odificata dalla deliberazione ARG/elt 107/08, 5/10 e 127/10 MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER IL RITIRO DELL ENERGIA ELETTRICA AI SENSI DELL ARTICOLO 13, COMMI 3 E 4, DEL

Dettagli

FISCAL. N. 3 Anno XVI - Marzo 2009. normativo minacciava di stoppare

FISCAL. N. 3 Anno XVI - Marzo 2009. normativo minacciava di stoppare FISCAL flash N. 3 Anno XVI - Marzo 2009 Rispario energetico: per la detrazione del 55% serve la counicazione La doanda preventiva va presentata alle Entrate di Oliviero Franceschi Cabiano le carte in tavola

Dettagli

SCELTE INTERTEMPORALI (cap. 20 Hey) Qui siamo nella situazione decisionale numero 1. Detto ciò:

SCELTE INTERTEMPORALI (cap. 20 Hey) Qui siamo nella situazione decisionale numero 1. Detto ciò: SCELTE INTERTEMPORALI (cap. 20 Hey) Anzitutto un preambolo: In Economia le scelte/decisioni vengono distinte in: 1. decisioni in situazioni di certezza 2. decisioni in situazioni di rischio 3. decisioni

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 1782 del 06 luglio 2010 pag. 1/8

ALLEGATOA alla Dgr n. 1782 del 06 luglio 2010 pag. 1/8 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGAOA alla Dgr n. 1782 del 06 luglio 2010 pag. 1/8 FONDO DI ROAZIONE PER IL SEORE PRIMARIO Regolaento recante la definizione dei coparti produttivi di intervento, i criteri

Dettagli

accelerazione al posto di velocità. Ecco quello che otteniamo:

accelerazione al posto di velocità. Ecco quello che otteniamo: Lezione 5 - pag.1 Lezione 5: L accelerazione 5.1. Velocità e accelerazione Sappiao che la velocità è una grandezza essenziale per descrivere il oviento: quando la posizione di un corpo cabia nel tepo,

Dettagli

Ciao S. Ciao S. Disegni tecnici. Dati tecnici. Caldaie Murali Standard. Residenziale CIAO S 20-24 CSI CIAO S 20 RSI.

Ciao S. Ciao S. Disegni tecnici. Dati tecnici. Caldaie Murali Standard. Residenziale CIAO S 20-24 CSI CIAO S 20 RSI. Disegni tecnici Dati tecnici 0 4 CSI LEGENDA: Ipianto: Ritorno R/ Mandata M/ Gas G Acqua sanitaria: Entrata E/ Uscita U 0 RSI 40 405 Vista dall alto 7.5 acqua gas 75 75 67.5 40 65.5 60 48 55 4.5 G U E

Dettagli

COSTO DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE

COSTO DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE Trasporti e noli Materiali Mano d'opera 7 aggio 202 202 I triestre 202 COSTO DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE Nel prio triestre 202 il costo di costruzione di un fabbricato residenziale auenta

Dettagli

GLI INVESTIMENTI RISK FREE: UNA

GLI INVESTIMENTI RISK FREE: UNA 16 Maggio 2012 GLI INVESTIMENTI RISK FREE: UNA SPECIE ESTINTA. QUALI IMPLICAZIONI PER GLI INVESTITORI? PREMESSA Lo scorso 19 Aprile abbiao avuto l opportunità di partecipare a Milano, all incontro istituzionale,

Dettagli

RICOSTRUZIONE DEGLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE GENNAIO 2005-DICEMBRE 2009

RICOSTRUZIONE DEGLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE GENNAIO 2005-DICEMBRE 2009 16 ottobre 2015 RCOSTRUZONE DEGL NDC DE PREZZ ALL MPORTAZONE GENNAO 2005-DCEMBRE 2009 A partire dal counicato stapa del 16 ottobre 2015 l stituto nazionale di statistica pubblica le serie storice ricostruite

Dettagli

ENERGINDUSTRIA. Il mercato dell energia elettrica e la. Vicenza, 18 maggio 2012

ENERGINDUSTRIA. Il mercato dell energia elettrica e la. Vicenza, 18 maggio 2012 ENERGINDUSTRIA Il ercato dell energia elettrica e la contrattualistica Vicenza, 18 aggio 2012 IL SISTEMA ELETTRICO ITALIANO LA STRUTTURA DEL MERCATO ELETTRICO IN ITALIA Produttori di energia elettrica/

Dettagli

Scelta intertemporale. Lezione 9. Valori presenti e futuri. Valore futuro

Scelta intertemporale. Lezione 9. Valori presenti e futuri. Valore futuro Scelta Lezione 9 Scelta Di solito il reddito arriva ad intervalli, per esempio lo stipendio mensile. Quindi si pone il problema di decidere se (e quanto) risparmiare in un periodo per consumare più tardi.

Dettagli

etallurgico Anno 24 - n 1

etallurgico Anno 24 - n 1 il etallurgico Anno 24 - n 1 Luglio 2009 ilano oviento anifestazioni iglioraenti ondo olteplicità odalità otivazioni estieri eoria etodi utaenti Bollettino della Fio Cgil di Milano, fondato nel 1898. Nuova

Dettagli

La probabilità di avere non più di un maschio, significa la probabilità di averne 0 o 1: ( 0) P( 1)

La probabilità di avere non più di un maschio, significa la probabilità di averne 0 o 1: ( 0) P( 1) Esercizi sulle distribuzioni binoiale e poissoniana Esercizio n. Una coppia ha tre figli. Calcolare la probabilità che abbia non più di un aschio se la probabilità di avere un aschio od una feina è sepre

Dettagli

Capitolo 22: Lo scambio nel mercato dei capitali

Capitolo 22: Lo scambio nel mercato dei capitali Capitolo 22: Lo scambio nel mercato dei capitali 22.1: Introduzione In questo capitolo analizziamo lo scambio nel mercato dei capitali, dove si incontrano la domanda di prestito e l offerta di credito.

Dettagli

L equilibrio finanziario, patrimoniale e monetario nei gruppi aziendali. L apprezzamento dell equilibrio nelle imprese e nelle controllate di gruppo

L equilibrio finanziario, patrimoniale e monetario nei gruppi aziendali. L apprezzamento dell equilibrio nelle imprese e nelle controllate di gruppo L equilibrio finanziario, patrioniale e onetario nei gruppi aziendali L apprezzaento dell equilibrio nelle iprese e nelle controllate di gruppo Eleenti di rilievo nell apprezzaento degli equilibri finanziari

Dettagli

LAVORO ED ENERGIA Corso di Fisica per Farmacia, Facoltà di Farmacia, Università G. D Annunzio, Cosimo Del Gratta 2006

LAVORO ED ENERGIA Corso di Fisica per Farmacia, Facoltà di Farmacia, Università G. D Annunzio, Cosimo Del Gratta 2006 LAVORO ED ENERGIA INTRODUZIONE L introduzione dei concetto di lavoro, energia cinetica ed energia potenziale ci perettono di affrontare i problei della dinaica in un odo nuovo In particolare enuncereo

Dettagli

Coatings tecnologici a risparmio energetico, Cool Roof e altri tipi di prodotti riflettenti e funzionali di nuova generazione. www.watergyitalia.

Coatings tecnologici a risparmio energetico, Cool Roof e altri tipi di prodotti riflettenti e funzionali di nuova generazione. www.watergyitalia. Coatings tecnologici a rispario energetico, Cool Roof e altri tipi di prodotti riflettenti e funzionali di nuova generazione Coatings tecnologici a rispario energetico, Cool Roof e altri tipi di prodotti

Dettagli

Scelte intertemporali e decisioni di risparmio

Scelte intertemporali e decisioni di risparmio CAPITOLO 4 Scelte intertemporali e decisioni di risparmio Esercizio 4.1. Tizio deve decidere la spesa per consumo corrente, c 0, e quella per consumo futuro,. Le sue preferenze sono rappresentate dalla

Dettagli

La corrente elettrica

La corrente elettrica La corrente elettrica nei conduttori. La corrente elettrica Connettendo due conduttori a diverso potenziale si ha un oto di cariche fino a quando si raggiunge una condizione di uilibrio. Questo oto terina

Dettagli

Slides per il corso di ECONOMIA DEI MERCATI FINANZIARI

Slides per il corso di ECONOMIA DEI MERCATI FINANZIARI Slides per il corso di ECONOMIA DEI MERCATI FINANZIARI Nicola Meccheri (meccheri@ec.unipi.it) Facoltà di Economia Università di Pisa A.A. 2011/2012 ECONOMIA DEI MERCATI FINANZIARI: ASPETTI INTRODUTTIVI

Dettagli

FORMAGGI DURI E SEMIDURI

FORMAGGI DURI E SEMIDURI ERCATO FORMAGGI DURI E SEMIDURI I pareri di Siga, Tuo (Despar), Conad Categoria di prodotti tradizionale e trasversale, i foraggi duri e seiduri vivono una fase di ercato interlocutoria, con crescite nelle

Dettagli

APPUNTI DEL CORSO DI SISTEMI IMPIANTISTICI E SICUREZZA REGIMI DI FUNZIONAMENTO DEI CIRCUITI ELETTRICI: CORRENTE CONTINUA

APPUNTI DEL CORSO DI SISTEMI IMPIANTISTICI E SICUREZZA REGIMI DI FUNZIONAMENTO DEI CIRCUITI ELETTRICI: CORRENTE CONTINUA APPUNTI DL CORSO DI SISTMI IMPIANTISTICI SICURZZA RGIMI DI FUNZIONAMNTO DI CIRCUITI LTTRICI: CORRNT CONTINUA SOLO ALCUNI SMPI DI ANALISI DI UN CIRCUITO LTTRICO FUNZIONANTI IN CORRNT CONTINUA APPUNTI DL

Dettagli

Le difficoltà cui fanno fronte i giovani italiani per trovare un lavoro rischiano di compromettere gli investimenti nell istruzione.

Le difficoltà cui fanno fronte i giovani italiani per trovare un lavoro rischiano di compromettere gli investimenti nell istruzione. Il rapporto dell OCSE intitolato Education at a Glance: OECD Indicators è una fonte autorevole d inforazioni accurate e pertinenti sullo stato dell istruzione nel ondo. Il rapporto presenta dati sulla

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI

MANUALE DI ISTRUZIONI FLASH MACRO TTL PER REFLEX DIGITALI Nissin Japan Ltd, Tokyo http://wwwnissin-japanco Nissin Marketing Ltd, Hong Kong http://wwwnissindigitalco MANUALE DI ISTRUZIONI Tipo C/N Disegno e caratteristiche tecniche

Dettagli

FERRARI 575M Maranello Velocità Massima 325 Km/h Accelerazione Massima 0-100Km/h in 4,2 s

FERRARI 575M Maranello Velocità Massima 325 Km/h Accelerazione Massima 0-100Km/h in 4,2 s 1 IL MOTO RETTILINEO UNIFORMEMENTE ACCELERATO L accelerazione. Una autoobile di grossa cilindrata, coe la Ferrari 575M Maranello, è apprezzata per la sua ripresa, cioè per la sua capacità di variare la

Dettagli

INTRODUZIONE ALLE RILEVAZIONI CONTABILI

INTRODUZIONE ALLE RILEVAZIONI CONTABILI INTRODUZIONE ALLE RILEVAZIONI CONTABILI Nell ambito del corso di economia aziendale, verranno effettuate una serie di lezioni relative alla cd. Ragioneria Ragioneria: disciplina che si occupa delle rilevazioni

Dettagli

Il rischio di tasso di interesse

Il rischio di tasso di interesse MEBS Lecture 2 Il rischio di tasso di interesse MEBS, lezioni Roberto Renò Università di Siena 2.1 Il rischio di tasso di interesse Per rischio di tasso di interesse si intende la possibilità che, effettuato

Dettagli

1^A - Esercitazione recupero n 2

1^A - Esercitazione recupero n 2 1^A - Esercitazione recupero n 2 1. Un cavo di nylon si coporta coe una olla di costante elastica 5,0 10 4 N /. Con questo cavo, trasciniao sul paviento una cassa di 280 kg a velocità costante. Il coefficiente

Dettagli

Relazione tecnica di asseverazione Allegata alla D.I.A ai sensi degli artt. 41 e 42 della Legge Regionale n. 12 del 11/03/2005

Relazione tecnica di asseverazione Allegata alla D.I.A ai sensi degli artt. 41 e 42 della Legge Regionale n. 12 del 11/03/2005 APT-SGT-RTA/0 Servizio Gestione del Territorio Pagina 1 di 8 Spazio riservato all ufficio Relazione tecnica di asseverazione Allegata alla D.I.A ai sensi degli artt. 41 e 4 della Legge Regionale n. 1 del

Dettagli

ASPETTI DELLA GESTIONE AZIENDALE RAMO FINANZIARIO E RAMO ECONOMICO

ASPETTI DELLA GESTIONE AZIENDALE RAMO FINANZIARIO E RAMO ECONOMICO ASPETTI DELLA GESTIONE AZIENDALE RAMO FINANZIARIO E RAMO ECONOMICO RAMO FINANZIARIO: coinvolge le grandezze finanziarie: denaro, crediti e debiti di varia natura, sia di funzionamento che di finanziamento.

Dettagli

Zurich. Zurich Segna Contratto index linked

Zurich. Zurich Segna Contratto index linked Zurich Zurich Segna Contratto index linked Il presente Fascicolo Inforativo, contenente: Scheda sintetica Nota inforativa Condizioni contrattuali Glossio Modulo di Proposta deve essere consegnato al Contraente

Dettagli

Principali indici di bilancio

Principali indici di bilancio Principali indici di bilancio Descrizione Il processo di valutazione del merito creditizio tiene conto di una serie di indici economici e patrimoniali. L analisi deve sempre essere effettuata su un arco

Dettagli

Prestazioni termiche e acustiche di soluzioni di involucro in laterizio faccia a vista

Prestazioni termiche e acustiche di soluzioni di involucro in laterizio faccia a vista 2 Prestazioni teriche e acustiche di soluzioni di involucro in laterizio faccia a vista Indice Preessa pag. 3 Le soluzioni tecniche d involucro con attoni faccia a vista pag. 5 La valutazione delle prestazioni

Dettagli

RISPARMIO, INVESTIMENTO E SISTEMA FINANZIARIO

RISPARMIO, INVESTIMENTO E SISTEMA FINANZIARIO Università degli studi di MACERATA Facoltà di SCIENZE POLITICHE ECONOMIA POLITICA: MICROECONOMIA A.A. 2009/2010 RISPARMIO, INVESTIMENTO E SISTEMA FINANZIARIO Fabio CLEMENTI E-mail: fabio.clementi@univpm.it

Dettagli

Scelta intertemporale: Consumo vs. risparmio

Scelta intertemporale: Consumo vs. risparmio Scelta intertemporale: Consumo vs. risparmio Fino a questo punto abbiamo considerato solo modelli statici, cioè modelli che non hanno una dimensione temporale. In realtà i consumatori devono scegliere

Dettagli

Aspettative, consumo e investimento

Aspettative, consumo e investimento Aspettative, consumo e investimento In questa lezione: Studiamo come le aspettative di reddito e ricchezza futuro determinano le decisioni di consumo e investimento degli individui. Studiamo cosa determina

Dettagli

Relazione tecnica di asseverazione Allegata alla Procedura Abilitativa Semplificata

Relazione tecnica di asseverazione Allegata alla Procedura Abilitativa Semplificata Modello B104ASS (febb 2013) Allo Sportello Unico per l Edilizia Pagina 1 di 12 COMUNE DI BOVINO (Provincia di Foggia) SETTORE TECNICO - URBANISTICO AMBIENTE - PATRIMONIO Protocollo Esente da bollo Cod.

Dettagli

Lezione 4: la velocità. Nella scorsa lezione abbiamo considerato la grandezza velocità media. Essa, come ricordate, è definita così:

Lezione 4: la velocità. Nella scorsa lezione abbiamo considerato la grandezza velocità media. Essa, come ricordate, è definita così: Lezione 4 - pag.1 Lezione 4: la velocità 4.1. Velocità edia e grafico tepo - poizione Nella cora lezione abbiao coniderato la grandezza velocità edia. Ea, coe ricordate, è definita coì: ditanza percora

Dettagli

Confronto fra valore del misurando e valore di riferimento (1 di 2)

Confronto fra valore del misurando e valore di riferimento (1 di 2) Confronto fra valore del isurando e valore di riferiento (1 di 2) Talvolta si deve espriere un parere sulla accettabilità o eno di una caratteristica fisica del isurando ediante il confronto fra il valore

Dettagli

PIANO REGIONALE DEL TRASPORTO MERCI E DELLA LOGISTICA

PIANO REGIONALE DEL TRASPORTO MERCI E DELLA LOGISTICA Assessore On. Franco Dalia Direttore Dott.ssa Arcangela Galluzzo PIANO REGIONALE DEL TRASPORTO MERCI E DELLA LOGISTICA Direttore Ing. Antonio Mallao Segretario del Piano PRMTL Dott. Elio Mensurati Francesco

Dettagli

Bongini,Di Battista, Nieri, Patarnello, Il sistema finanziario, Il Mulino 2004 Capitolo 2. I contratti finanziari. Capitolo 2 I CONTRATTI FINANZIARI

Bongini,Di Battista, Nieri, Patarnello, Il sistema finanziario, Il Mulino 2004 Capitolo 2. I contratti finanziari. Capitolo 2 I CONTRATTI FINANZIARI Capitolo 2 I CONTRATTI FINANZIARI 1 Indice Definizione di contratto finanziario Contratti finanziari bilaterali e multilaterali Contratto di debito Contratto di partecipazione Contratto assicurativo Contratto

Dettagli

La capitalizzazione composta. Operazione finanziaria = un operazione in cui avviene uno scambio di denaro in tempi diversi.

La capitalizzazione composta. Operazione finanziaria = un operazione in cui avviene uno scambio di denaro in tempi diversi. La capitalizzazione composta Operazione finanziaria = un operazione in cui avviene uno scambio di denaro in tempi diversi. Mutuante o creditore = chi concede il prestito Mutuatario o debitore = chi riceve

Dettagli

LE DINAMICHE DELLA POPOLAZIONE AL VARIARE DEGLI ASSETTI DEL TERRITORIO E DEL SISTEMA DEI TRASPORTI: UN MODELLO PREVISIONALE

LE DINAMICHE DELLA POPOLAZIONE AL VARIARE DEGLI ASSETTI DEL TERRITORIO E DEL SISTEMA DEI TRASPORTI: UN MODELLO PREVISIONALE XXIX CONFERENZA ITALIANA DI SCIENZE REGIONALI LE DINAMICHE DELLA POPOLAZIONE AL VARIARE DEGLI ASSETTI DEL TERRITORIO E DEL SISTEMA DEI TRASPORTI: UN MODELLO PREVISIONALE Francesco ARAGONA 1, Manuela DE

Dettagli

Corso di Estimo Elementi di Matematica Finanziaria

Corso di Estimo Elementi di Matematica Finanziaria Corso di Estimo Elementi di Matematica Finanziaria Corso di Scienze e Tecnologie Agrarie Indice argomenti Capitale e Interesse Interesse semplice Interesse composto Annualità Poliannualità r nominale e

Dettagli

Esercizio #1. Esercizio #2 P = 100 W. d = 3 m

Esercizio #1. Esercizio #2 P = 100 W. d = 3 m Esercizio #1 Un iportante annuncio è trasesso, per ezzo di onde radio, a persone sedute vicino alle proprie radio ad una distanza di 1 K dall'eittente e, per ezzo di onde sonore, alle persone sedute nella

Dettagli

Depliant di progettazione GARDENA 2012

Depliant di progettazione GARDENA 2012 Depliant di progettazione GARDENA 2012 GARDENA Sistea di irrigazione Se siete interessati a servizi di progettazione e installazione? Vi preghiao di rivolgervi direttaente alla nostra sedo www.gardena.ch

Dettagli

Determinazione della quota sul livello del mare del monte Etna

Determinazione della quota sul livello del mare del monte Etna Deterinazione ella quota sul livello el are el onte Etna a.s. 998/999 classe 5 oorinatore: Prof.. Epainona Preessa Per ottenere una isura i tutto rispetto, ci siao avvalsi ella consulenza e ella collaborazione

Dettagli

Lezione 13. Moneta e inflazione. Leonardo Bargigli

Lezione 13. Moneta e inflazione. Leonardo Bargigli Lezione 13. Moneta e inflazione Leonardo Bargigli La Moneta La moneta è tutto ciò che viene accettato come mezzo di acquisto di beni e servizi. E il medium dello scambio che consente di superare il baratto

Dettagli

Risparmio, investimenti e sistema finanziario

Risparmio, investimenti e sistema finanziario Risparmio, investimenti e sistema finanziario Una relazione fondamentale per la crescita economica è quella tra risparmio e investimenti. In un economia di mercato occorre individuare meccanismi capaci

Dettagli

Corso di Microeconomia - Daniele Checchi

Corso di Microeconomia - Daniele Checchi PERCORSO SUI PRINCIPAI CONCETTI ECONOMICI I CONSUMATORI E OFFERTA DEI FATTORI PRODUTTIVI a DECISIONE DI RISPARMIO ovvero OFFERTA DI CAPITAI AE IMPRESE a decisione di risparmiare coinvolge necessariamente

Dettagli

Appendice 1 - Generalità sui metodi di misura

Appendice 1 - Generalità sui metodi di misura Appunti di Misure Elettriche Appendice 1 - Generalità sui etodi di isura Introduzione: isure relative ed assolute...1 Classificazione dei etodi di isura...1 Metodi a deviazione...2 Metodi di zero...3 Siboli

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 2

Economia monetaria e creditizia. Slide 2 Economia monetaria e creditizia Slide 2 Le attività e i mercati finanziari Oltre alla moneta, un altra istituzione consente di ridurre i costi di transazione negli scambi: i mercati Si tratta dei contesti

Dettagli

Reddito d esercizio e Capitale di funzionamento (I parte)

Reddito d esercizio e Capitale di funzionamento (I parte) Reddito d esercizio e Capitale di funzionamento (I parte) 1 REDDITO flusso di ricchezza che, in un definito arco temporale di vita dell impresa, per effetto della gestione,! incrementa il valore del capitale

Dettagli

Unità Didattica N 16. Il comportamento dei gas perfetti

Unità Didattica N 16. Il comportamento dei gas perfetti Unità Didattica N 16 Il coportaento dei gas perfetti Unità Didattica N 16 Il coportaento dei gas perfetti 1) Alcune considerazioni sullo studio dei sistei gassosi 2) Dilatazione terica degli aerifori 3)

Dettagli

INDICE. Macchine Teoriche e Architettura di base LA MACCHINA DI TURING. Il test di Turing LA MACCHINA DI VON NEUMANN

INDICE. Macchine Teoriche e Architettura di base LA MACCHINA DI TURING. Il test di Turing LA MACCHINA DI VON NEUMANN INDICE Macchine Teoriche e Architettura di base LA MACCHINA DI TURING Il test di Turing LA MACCHINA DI VON NEUMANN Il funzionaento della Macchina di Von Neuann 1 Macchine Teoriche e Architettura di base

Dettagli

Saggio di attualizzazione, tasso di rendimento interno e saggio di capitalizzazione

Saggio di attualizzazione, tasso di rendimento interno e saggio di capitalizzazione Saggio di attualizzazione, tasso di rendimento interno e saggio di capitalizzazione 27.XI.2013 Scopo e temi della lezione I principali tassi per la misura del valore degli investimenti sono: il saggio

Dettagli

PARTE 5: Risparmio, investimento e

PARTE 5: Risparmio, investimento e : Risparmio, investimento e relazioni finanziarie L esistenza di soggetti con un eccesso di spesa sul reddito, ovvero con un eccesso di risparmio sull investimento determina trasferimenti di fondi da chi

Dettagli

SOLARC.S.P. Concentrating Solar Power

SOLARC.S.P. Concentrating Solar Power SOLARC.S.P. Concentrating Solar Power NEW 2013 via I Maggio 23 27042 Bressana Pavia Italia tel. +39 03821855848 eail info@.co www..it Concentrating Solar Power il perché di una scelta... La nostra tecnologia

Dettagli

PROGRAMMA PLURIENNALE 2013-2017

PROGRAMMA PLURIENNALE 2013-2017 Abiente Ainistrativ Archiazzase tte, 2 / Legale: Novebre, 7 Palo K 6,5 (RM) C.F. oabiente.co PROGRAMMA PLURIENNALE 20132017 Prot. Pres. 8/2013, 16 aggio 2013 Il presente elaborato costituisce un docuento

Dettagli

Macroeconomia Luca Deidda e-mail: deidda@uniss.it. Lezione 16: Microfondazioni: 1) Investimenti; 2) Domanda e Offerta di moneta; 3) Consumo

Macroeconomia Luca Deidda e-mail: deidda@uniss.it. Lezione 16: Microfondazioni: 1) Investimenti; 2) Domanda e Offerta di moneta; 3) Consumo Macroeconomia Luca Deidda e-mail: deidda@uniss.it Lezione 16: Microfondazioni: 1) Investimenti; 2) Domanda e Offerta di moneta; 3) Consumo 0 Obbiettivi Analisi dei fondamenti microeconomici di Funzione

Dettagli

Nota metodologica Strategia di campionamento e livello di precisione dei risultati

Nota metodologica Strategia di campionamento e livello di precisione dei risultati Nota etodologica Strategia di capionaento e livello di precisione dei risultati 1. Obiettivi conoscitivi La popolaione di interesse dell indagine in oggetto, ossia l insiee delle unità statistiche intorno

Dettagli

ESAME DI MATEMATICA FINANZIARIA Z. Marino Appello maggio 2004 Nuovo ordinamento 3 CFU

ESAME DI MATEMATICA FINANZIARIA Z. Marino Appello maggio 2004 Nuovo ordinamento 3 CFU Nuovo ordinaento 3 CFU Dato il tasso di sconto seestrale d ½ =0,05 si deterini il valore di 1000 euro tra un anno e ezzo, nei seguenti regii finanziari: 1. interesse seplice; 2. interesse coposto; 3. sconto

Dettagli

I.T.I. Modesto PANETTI B A R I

I.T.I. Modesto PANETTI B A R I I.T.I. Modesto PAETTI B A R I Via Re David, 86-705 BARI 080-54.54. - Fa 080-54.64.3 Intranet http://0.0.0. - Internet http://www.itispanetti.it eail : BATF05000C@istruzione.it Introduzione Analisi statistica

Dettagli

MODI DI FINANZIAMENTO DELL ECONOMIA

MODI DI FINANZIAMENTO DELL ECONOMIA MODI DI FINANZIAMENTO DELL ECONOMIA 1 OPERATORI FINANZIARI ATTIVI E PASSIVI Gli operatori finanziari possono essere divisi in quattro gruppi: Le famiglie; Le imprese; La pubblica amministrazione; il resto

Dettagli

LE OPERAZIONI E I PROCESSI AZIENDALI. Finanziamento Investimento Produzione Vendita

LE OPERAZIONI E I PROCESSI AZIENDALI. Finanziamento Investimento Produzione Vendita LE OPERAZIONI E I PROCESSI AZIENDALI La vita delle aziende si realizza attraverso una sequenza di operazioni e processi, svolti da soggetti diversi e con modalità diverse, coordinati tra loro per il raggiungimento

Dettagli

FONDAMENTI DI FISICA GENERALE

FONDAMENTI DI FISICA GENERALE FONDAMENTI DI FISICA GENERALE Ingegneria Meccanica Roa Tre AA/0-0 APPUNTI PER IL CORSO (Ripresi e sisteati, con differente organizzazione e varie integrazioni, dai testi di bibliografia) Roberto Renzetti

Dettagli

I. CONTROLLO E GESTIONE DEL SISTEMA

I. CONTROLLO E GESTIONE DEL SISTEMA - La presenza di cavi elettrici scaldanti interrati deve essere chiaraente segnalata (nora CEI 11-17) e una copia della geoetria di posa deve essere in possesso del responsabile della anutenzione dell

Dettagli

Pompe Sommerse. Pompe Verticali Multistadio. Pompe Orizzontali Multistadio. Pompe Sommergibili

Pompe Sommerse. Pompe Verticali Multistadio. Pompe Orizzontali Multistadio. Pompe Sommergibili E X P E R I E N C E E - T E C H IT Pope Soerse Vogliao servire i nostri clienti con la igliore Qualità. Tutte le pope e i coponenti sono costruiti con tolleranze di precisione. Ogni coponente viene controllato

Dettagli

Lezione 5. Livello e composizione della ricchezza delle famiglie

Lezione 5. Livello e composizione della ricchezza delle famiglie Lezione 5. Livello e composizione della ricchezza delle famiglie Scelte finanziarie delle famiglie: a determinano i flussi di risparmio che alimentano lo stock di ricchezza; selezionano le attività patrimoniali

Dettagli

Depliant di progettazione GARDENA 2011

Depliant di progettazione GARDENA 2011 Depliant di progettazione GARDENA 2011 GARDENA Sistea di irrigazione Se siete interessati a servizi di progettazione e installazione? Vi preghiao di rivolgervi direttaente alla nostra sedo www.gardena.ch

Dettagli

Crescita della moneta e inflazione

Crescita della moneta e inflazione Crescita della moneta e inflazione Alcune osservazioni e definizioni L aumento del livello generale dei prezzi è detto inflazione. Ultimi 60 anni: variazione media del 5% annuale. Effetto: i prezzi sono

Dettagli

al centro di uno tsunami!

al centro di uno tsunami! nuero 1 Katsushika Hokusai, Dietro la grande onda a Kanagawa (1823-1829), dipinto su legno Onde da paura: viaggio di FAUSTO SALERI al centro di uno tsunai! Negli ultii anni a causa di eventi particolarente

Dettagli

Il Regolamento della Commissione Europea sul trattamento della stagionalità. L'impatto sull'hicp italiano per l'abbigliamento

Il Regolamento della Commissione Europea sul trattamento della stagionalità. L'impatto sull'hicp italiano per l'abbigliamento istat working papers Il Regolaento della Coissione Europea sul trattaento della stagionalità. L'ipatto sull'hicp italiano per l'abbigliaento N.11 2011 Monica Montella, Franco Mostacci istat working papers

Dettagli

Lezione 1: Richiami ai concetti di base: Valore Attuale, VAN, Rendite. Analisi degli Investimenti 2015/16 Lorenzo Salieri

Lezione 1: Richiami ai concetti di base: Valore Attuale, VAN, Rendite. Analisi degli Investimenti 2015/16 Lorenzo Salieri Lezione 1: Richiami ai concetti di base: Valore Attuale, VAN, Rendite Analisi degli Investimenti 2015/16 Lorenzo Salieri Il valore dell impresa come una torta Debito Capitale Azionario 2 Struttura Finanziaria

Dettagli

La Teoria Moderna del Consumo

La Teoria Moderna del Consumo La Teoria Moderna del Consumo Alessandro Scopelliti Università di Reggio Calabria e University of Warwick alessandro.scopelliti@unirc.it Spesa per consumi Il consumo è la componente predominante della

Dettagli

Capitolo Quinto: L interesse

Capitolo Quinto: L interesse Capitolo Quinto: L interesse 95 Capitolo Quinto L interesse L interesse può essere definito come il prezzo che si paga per l uso del risparmio altrui: esso viene corrisposto a chi dispone di capitale finanziario

Dettagli

UNITÀ 1 LA MISURA DELLE GRANDEZZE FISICHE

UNITÀ 1 LA MISURA DELLE GRANDEZZE FISICHE UNITÀ 1 LA MISURA DELLE GRANDEZZE FISICHE 1. Che cos è la Fisica. La fisica è una scienza sperientale che studia i fenoeni naturali, detti anche fenoeni fisici, utilizzando il etodo scientifico. Si tratta

Dettagli

L ABC DELL ECONOMIA AZIENDALE. A cura di Chiara Morelli

L ABC DELL ECONOMIA AZIENDALE. A cura di Chiara Morelli L ABC DELL ECONOMIA AZIENDALE A cura di Chiara Morelli LE AZIENDE DI PRODUZIONE L attività economica di produzione di beni e servizi è svolta da unità economiche denominate Aziende di produzione o Imprese.

Dettagli

Calvello. Comunica. 5 Nuovi Bandi in Arrivo IN QUESTO NUMERO. 5 Nuovi Bandi in Arrivo. Politiche sociali. Sviluppo Economico.

Calvello. Comunica. 5 Nuovi Bandi in Arrivo IN QUESTO NUMERO. 5 Nuovi Bandi in Arrivo. Politiche sociali. Sviluppo Economico. Periodico di inforazione sulle attività dell Ainistrazione Counale - DISTRIBUZIONE GRATUITA Calvello Counica Dicebre 20 ANNO I - N.2 - Agosto 2011 Io ao il io paese Registrazione al Tribunale di Potenza

Dettagli

RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO DEL PATRIMONIO

RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO DEL PATRIMONIO RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO DEL PATRIMONIO Lo schema del conto del patrimonio previsto dal D.P.R n. 194/96 è strutturato a sezioni divise e contrapposte e presenta un impostazione in cui le attività sono

Dettagli

Lavoro svolto nell ambito del Progetto di ricerca ARAC - Miele APQ Azione 3.

Lavoro svolto nell ambito del Progetto di ricerca ARAC - Miele APQ Azione 3. XXXIII CONFERENZA ITALIANA DI SCIENZE REGIONALI LA VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DI UN INVESTIMENTO PER LA LAVORAZIONE E IL CONFEZIONAMENTO DEL MIELE NELLA PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA ATTRAVERSO L

Dettagli

CALCOLO DI VERIFICA DELLA RETE ESISTENTE E CALCOLO DEL GRUPPO DI PRESSURIZZAZIONE

CALCOLO DI VERIFICA DELLA RETE ESISTENTE E CALCOLO DEL GRUPPO DI PRESSURIZZAZIONE PREMESSA OPERE DI COMPLETAMENTO DEL CENTRO SERVIZI IN ZONA INDUSTRIALE Tra le varie opere eseguite nei precedenti lotti di esecuzione è stato realizzato un ipianto idrico antincendio posizionato all'esterno

Dettagli