2 VENDITE ALLO SCOPERTO OVERNIGHT E PRESTITO TITOLI DA DIRECTA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2 VENDITE ALLO SCOPERTO OVERNIGHT E PRESTITO TITOLI DA DIRECTA"

Transcript

1 t

2 B= il termine ultimo per ricoprirsi dalle operazioni effettuate; decorso il primo di questi, il Cliente non avrà più la possibilità di vendere allo scoperto e dovrà revocare eventuali ordini di vendita in negoziazione, dando mandato a Directa di revocarli in sua vece ove lo ritenga necessario; su strumenti finanziari con saldo negativo potrà effettuare solo ordini di acquisto. f) Il termine A potrà essere anticipato o ritardato da parte di Directa anche durante la giornata; il termine B potrà essere unicamente ritardato, a meno che non sia stata comunicata da parte del mercato una variazione degli orari o delle modalità di funzionamento. g) Il Cliente si impegna a fare quanto di sua pertinenza per coprirsi entro il termine B; in difetto, non potrà comunque più operare sullo strumento finanziario fino al termine della seduta e Directa avrà mandato per chiudere la posizione secondo le modalità descritte nella successiva sezione Chiusura delle posizioni modalità operative, imputando al Cliente una commissione aggiuntiva di 10 euro per ogni strumento finanziario toccato. Ai fini di quanto esposto in questa sezione, non si intende scoperta la posizione di portafoglio coperta da prestito titoli ottenuto secondo le modalità riportate nella successiva sezione Vendite allo scoperto overnight e prestito titoli da Directa. h) Sugli strumenti finanziari su cui si opera allo scoperto Directa potrà imporre limitazioni alla tipologia di ordini accettati: in particolare, potrebbe essere esclusa la presenza di ordini "multigiorno" e gli ordini potrebbero dover recare sempre l'indicazione del prezzo limite. i) Directa ha la facoltà di modificare le modalità di cui ai precedenti punti da "a" ad "h" e di introdurne di nuove, previa comunicazione per via telematica agli interessati. 2 VENDITE ALLO SCOPERTO OVERNIGHT E PRESTITO TITOLI DA DIRECTA Il Cliente abilitato alle Vendite allo scoperto overnight e prestito titoli da Directa può, a condizione di avere ottenuto preventivamente da Directa un prestito titoli di pari consistenza, mantenere aperte posizioni scoperte su strumenti finanziari anche dopo i termini giornalieri previsti nella precedente sezione Vendite allo scoperto intraday. Con il servizio di prestito titoli il Cliente richiede a Directa un prestito di strumenti finanziari contro pagamento di interesse. Tale servizio si svolgerà in conformità alla normativa sui servizi di finanziamento e sarà destinato all esecuzione di operazioni relative a strumenti finanziari in cui Directa interviene come intermediario di raccolta ordini/negoziazione. Directa è disponibile a consentire la vendita allo scoperto overnight e a prestare strumenti finanziari in suo possesso al Cliente che ne faccia richiesta con le seguenti modalità, che Egli dichiara di conoscere e accettare: Vendite allo scoperto overnight a) Per la funzionalità di vendita allo scoperto overnight le modalità operative saranno identiche a quelle previste per le Vendite allo scoperto intraday, tranne che per le seguenti variazioni: - nel caso in cui alla scadenza del termine B di cui alla sezione precedente il Cliente risulti scoperto di strumenti finanziari di sua proprietà, ma in possesso di strumenti finanziari ricevuti in prestito secondo le modalità qui di seguito specificate, Directa manterrà la sua posizione aperta fino

3 alla concorrenza della quantità che il Cliente ha ricevuto in prestito e provvederà eventualmente alla chiusura delle sole posizioni eccedenti, agendo secondo le modalità previste nella successiva sezione chiusura delle posizioni modalità operative ; - potranno essere previste e comunicate per via telematica modalità diverse da quelle per la vendita intraday in merito a strumenti ammessi, orari di negoziazione, margini richiesti su strumenti finanziari. Prestito titoli da Directa b) Il Cliente comunica a Directa, di norma tramite Internet, gli strumenti finanziari e le quantità di cui richiede il prestito. c) Directa non ha l obbligo di concedere il prestito. d) Il prestito titoli si perfeziona con il trasferimento sul conto del Cliente degli strumenti finanziari prestati e si intende concluso o ridotto in uno dei seguenti modi: - disposizione di restituzione di strumenti finanziari da parte del Cliente comunicata anche solo per via telematica; - chiusura del prestito, totale o parziale, da parte di Directa dietro semplice comunicazione al Cliente per via telematica; tale chiusura potrà avvenire per motivazioni di oggettiva opportunità, per esempio in occasione di stacco cedola/dividendi o di operazioni sul capitale, in caso di richiamo degli strumenti finanziari da parte dell effettivo proprietario, oppure semplicemente per riduzione o chiusura della posizione scoperta detenuta effettivamente dal Cliente alla fine di ogni giornata borsistica. e) A fronte di ogni operazione di prestito, e contestualmente al trasferimento sul suo conto degli strumenti finanziari prestati, il Cliente rilascia a favore di Directa un margine di garanzia in denaro non produttivo di interessi, di seguito detto anche collateral, e autorizza espressamente Directa ad acquisirlo a titolo di pegno irregolare (ex art c.c.) e a trasferirne a sua volta l importo a terze parti, ad esempio a titolo di margine di garanzia o in qualunque altra forma utile e funzionale all ottenimento degli strumenti finanziari. Il collateral verrà giornalmente adeguato, in aumento o riduzione, in funzione di quantità, corso e margine degli strumenti finanziari prestati, ed eventualmente della posizione fiscale, e il Cliente potrà ricevere liquidità di ritorno oppure doverla versare per tenere aperta la posizione. Sarà Directa a stabilire gli importi percentuali necessari e potrà variarli titolo per titolo, comunicandolo per via telematica, anche nel corso della giornata. f) Il Cliente esplicitamente conferisce mandato a Directa di chiudere o ridurre la sua posizione di prestito titoli secondo le modalità riportate nella sezione Chiusura delle posizioni modalità operative qualora il collateral non fosse da lui reintegrato entro i termini richiesti da Directa. g) A conclusione di ciascuna operazione di prestito, il Cliente si impegna a restituire a Directa strumenti finanziari della stessa specie e quantità degli strumenti finanziari prestati; contestualmente a tale adempimento, Directa provvederà a restituire a sua volta al Cliente le somme trattenute come margine di garanzia. h) Le operazioni di prestito titoli sono oggetto di rendiconto periodico, che sarà prodotto ed inviato al Cliente per via telematica o cartacea con le stesse modalità previste per i rendiconti relativi agli altri servizi di investimento svolti da Directa per via telematica.

4 i) Il Cliente pagherà una commissione di apertura prestito e un interesse giornaliero commisurato al controvalore, ai prezzi di riferimento o chiusura, degli strumenti finanziari che ha preso in prestito; una tabella disponibile per via telematica e aggiornabile da Directa in ogni momento segnalerà la commissione di apertura e la misura dei tassi di interesse applicati giornalmente titolo per titolo. j) Il contratto è subordinato alle leggi ed ai regolamenti del mercato in cui si svolgono le operazioni, che prevarranno sulle clausole contrattuali in caso di conflitto o di intervenute modifiche. k) Directa ha facoltà di modificare le modalità operative indicate nelle precedenti lettere da a a j, a partire dal momento in cui ne avrà dato la preliminare comunicazione telematica. 3 MARGINAZIONE INTRADAY SUGLI ACQUISTI Il Cliente abilitato al servizio di marginazione intraday sugli acquisti può tenere aperte posizioni long durante la giornata per controvalori superiori alla propria disponibilità liquida, in deroga alla previsione di copertura integrale prevista nel contratto sottoscritto con Directa. Le operazioni potranno essere effettuate secondo le seguenti modalità, che il Cliente dichiara di conoscere e accettare: a) L ordine di acquisto è accettato da Directa a fronte dell'impegno da parte del Cliente di procedere nell'arco della stessa giornata e nei termini temporali fissati da Directa a successiva completa ricopertura della posizione liquida, ad esempio mediante la vendita degli strumenti finanziari che sono stati acquistati senza copertura di liquidità. b) Gli acquisti con il margine si potranno effettuare su una selezione di strumenti finanziari che sarà attuata, variata e comunicata per via telematica da Directa, con il margine applicabile a ciascuno. c) Directa potrà sospendere al Cliente la possibilità di acquisto con il margine per tutti o per alcuni degli strumenti finanziari della selezione, anche nel corso della giornata borsistica. d) Gli strumenti finanziari acquistati o posseduti grazie all utilizzo del margine potranno solo essere oggetto di vendita fino alla completa ricopertura della posizione. e) Vengono fissati e comunicati per via telematica da Directa, per ciascuno strumento finanziario per cui sono ammesse operazioni di acquisto con il margine, due orari nella giornata borsistica: A = il termine ultimo per effettuare acquisti con il margine; B= il termine ultimo per rivendere gli strumenti finanziari acquistati con il margine; decorso il primo di questi, il Cliente non avrà più la possibilità di effettuare operazioni che aumentino l esposizione (tipicamente gli acquisti) e dovrà revocare eventuali ordini che riducano la disponibilità, dando mandato a Directa di procedere in sua vece ove lo ritenga necessario. f) Il termine A potrà essere anticipato o ritardato da parte di Directa anche durante la giornata; il termine B potrà essere unicamente ritardato, a meno che non sia stata comunicata da parte del mercato una variazione degli orari o delle modalità di funzionamento. In deroga al comma precedente e in caso lo ritenga necessario in base al proprio giudizio professionale, Directa avrà la facoltà di procedere autonomamente alla chiusura di posizioni non coperte anche nel corso della giornata. g) Il Cliente si impegna a fare quanto di sua pertinenza per chiudere le posizioni entro il termine B ; in difetto, non potrà comunque più operare fino al termine della seduta e Directa avrà

5 mandato per ripristinare una situazione di disponibilità per valuta non negativa, secondo quanto riportato nella sezione Chiusura delle posizioni modalità operative, con una maggiorazione di 10 euro per ogni strumento finanziario movimentato. h) Sugli strumenti finanziari su cui si effettuano acquisti con l utilizzo del margine Directa potrà imporre limitazioni alla tipologia di ordini accettati. i) Per l utilizzo di questa particolare funzionalità Directa potrà richiedere il pagamento di una commissione aggiuntiva rispetto a quella di raccolta ordini e negoziazione. j) Directa ha la facoltà di modificare le modalità di cui ai precedenti punti da "a" ad "i" e di introdurne di nuove, previa comunicazione per via telematica agli interessati. 4 MARGINAZIONE MULTIDAY SUGLI ACQUISTI E FINANZIAMENTO LIQUIDITA AL CLIENTE Il Cliente abilitato alla marginazione multiday sugli acquisti e finanziamento liquidità al Cliente può, a condizione di aver ricevuto da Directa un finanziamento di importo corrispondente, mantenere aperte posizioni long, non chiudendo l operazione entro il termine della giornata. Usando il servizio di Finanziamento liquidità" il Cliente richiede a Directa un finanziamento di liquidità contro pagamento di interesse. Tale servizio sarà prestato in conformità alla normativa sui servizi di finanziamento e potrà essere utilizzato esclusivamente per il pagamento di operazioni su strumenti finanziari in cui Directa interviene come intermediario di raccolta ordini/negoziazione e collocamento. Directa è disponibile a consentire l acquisto con marginazione multiday e a concedere il finanziamento al Cliente che ne faccia richiesta con le seguenti modalità, che il Cliente dichiara di conoscere e accettare: Marginazione multiday sugli acquisti Per la funzionalità di Marginazione multiday sugli acquisti le modalità operative sono identiche a quelle previste per la marginazione intraday sugli acquisti, tranne che per le seguenti variazioni: a) nel caso in cui alla scadenza del termine B di cui alla sezione precedente il Cliente risulti scoperto di disponibilità liquide, ma sia in possesso di liquidità concessa in finanziamento, Directa manterrà la sua posizione aperta fino alla concorrenza della disponibilità liquida da lui ricevuta in prestito e provvederà eventualmente alla chiusura delle sole posizioni eccedenti, agendo secondo le modalità della sezione Chiusura delle posizioni modalità operative. Potranno essere previste, e saranno comunicate per via telematica, modalità diverse da quelle per la vendita intraday in merito a strumenti ammessi, orari di negoziazione, margini richiesti su strumenti finanziari. Finanziamento liquidità al Cliente b) Il Cliente comunica a Directa, di norma tramite Internet, l importo in euro di cui richiede il finanziamento. Purché consentito dalle procedure telematiche, la richiesta potrà essere effettuata implicitamente per l ammontare della propria esposizione calcolata al termine ultimo utile per rivendere gli strumenti finanziari acquistati con il margine, ammontare che in tal caso, anziché essere inserito dal Cliente, verrà calcolato da Directa. c) Directa ha facoltà di non concedere il finanziamento o di concederne solo una parte.

6 d) Il finanziamento si perfeziona mediante il trasferimento in prestito a Directa di strumenti finanziari del Cliente per un quantitativo tale da consentire, considerati i relativi margini, il trasferimento delle disponibilità liquide richieste sul conto del Cliente. Lo stesso si intende concluso o ridotto in uno dei seguenti modi: - disposizione di restituzione del finanziamento da parte del Cliente, comunicata anche solo per via telematica; - chiusura parziale o totale del finanziamento da parte di Directa dietro semplice comunicazione al Cliente per via telematica; tale chiusura potrà avvenire per motivazioni di oggettiva opportunità, per esempio in caso di corrispondente riduzione o chiusura dello scoperto di liquidità del Cliente alla fine di ciascuna giornata borsistica. e) A fronte di ogni operazione di finanziamento il Cliente autorizza Directa a prelevare, in prestito dal suo conto titoli, strumenti finanziari a sua scelta in quantità tale da corrispondere, sulla base dell ultimo prezzo di riferimento o di chiusura, all ammontare del finanziamento concesso, maggiorato di un' ulteriore somma atta a costituire un margine corrispondente a quanto comunicato via Internet da Directa per ciascun titolo. Il prestito titoli verrà giornalmente adeguato in aumento o riduzione in funzione di quantità, corsi e margini degli strumenti finanziari prestati, ed eventualmente della posizione fiscale, e il Cliente potrà ricevere in restituzione strumenti finanziari oppure al contrario doverne prestare altri per tenere aperto il finanziamento. Sarà Directa a stabilire gli importi percentuali necessari e potrà variarli titolo per titolo, comunicandolo per via telematica, anche nel corso della giornata. f) Directa potrà variare di giorno in giorno la scelta dei titoli nel portafoglio del Cliente mantenendo l importo finanziato; il controvalore, al netto del margine, dei titoli presi a prestito dal Cliente non dovrà superare di oltre l 1% il valore del finanziamento erogato o il controvalore della singola azione di massimo valore fra quelle prese a prestito. g) Qualora i quantitativi di strumenti finanziari oggetto di prestito titoli non fossero da lui reintegrati entro i termini richiesti da Directa, il Cliente esplicitamente conferisce mandato a Directa di chiudere o ridurre il finanziamento concessogli, secondo le modalità riportate nella sezione Chiusura delle posizioni modalità operative. h) Il Cliente pagherà un interesse per anno di 365 (o 366 per gli anni bisestili) giorni, con computo giornaliero e addebito a fine mese o, se precedente, al momento della chiusura dell'operazione di finanziamento. La percentuale di interesse dovuta per il finanziamento erogato sarà comunicata da Directa, per via telematica, in apposita tabella, modificabile giorno per giorno, senza però mai superare il tasso di rifinanziamento marginale BCE (Marginal Lending Facility) aumentato di cinque punti percentuali. i) A conclusione di ciascun finanziamento, il Cliente si impegna a restituire a Directa le somme prestategli maggiorate degli interessi; contestualmente a tale adempimento, Directa provvederà ad estinguere l operazione di prestito titoli, restituendo al Cliente strumenti finanziari della stessa specie e quantità di quelli via via presi a prestito. j) Le operazioni di finanziamento sono oggetto di rendiconto periodico, che sarà prodotto e inviato al Cliente per via telematica o cartacea, con le stesse modalità previste per i rendiconti relativi agli altri servizi di investimento svolti da Directa per via telematica. k) Il contratto è subordinato alle leggi ed ai regolamenti vigenti, nonché, per le collaterali operazioni di prestito titoli, alle regole eventualmente poste dal mercato in cui sono trattati gli

7 strumenti finanziari;, tali norme prevarranno sulle clausole contrattuali in caso di conflitto o di intervenute modifiche. l) Directa ha facoltà di modificare le modalità operative indicate nelle precedenti lettere da a a k, a partire dal momento in cui ne avrà dato la preliminare comunicazione per via telematica. 5 CHIUSURA DELLE POSIZIONI MODALITÁ OPERATIVE a) Sarà responsabilità del Cliente, nel caso che la sua posizione sia negativa in termini di disponibilità per valuta non coperta da finanziamento o di saldo di strumenti finanziari non coperti da prestito titoli, provvedere giorno per giorno alla ricopertura entro l orario comunicatogli anche solo per via telematica da Directa; ciò potrà normalmente avvenire revocando ordini, chiudendo posizioni o trasferendo liquidità da una sezione all altra. b) Qualora il Cliente non vi provvedesse personalmente, Directa si intende dal medesimo espressamente autorizzata ad effettuare essa stessa quanto ritenga utile a ripristinare una posizione non negativa. c) A titolo esemplificativo, in caso di saldo negativo della disponibilità per valuta Directa potrà procedere con la vendita di tutti o parte degli strumenti finanziari presenti nel portafoglio del Cliente. Nella scelta delle modalità Directa potrà agire liberamente, senza tener conto dell' eventuale preferibilità di un' operazione rispetto a un altra agli effetti del capital gain del Cliente o delle aspettative di rialzo o ribasso dello strumento finanziario. Directa potrà scegliere il mercato o il sistema di scambi organizzati su cui effettuare le operazioni. Qualora Directa per qualsiasi motivo non procedesse alle ricoperture di cui al punto precedente, avrà facoltà di finanziare la posizione dei Clienti, prestare strumenti finanziari o sistemare la posizione secondo qualsiasi modalità consentita dalla normativa, addebitando al Cliente tutti gli oneri e le spese relative. In caso di finanziamento su saldo negativo di disponibilità per valuta, al di fuori di quanto previsto nella sezione 4 del presente Addendum, o di mancato rimborso del finanziamento a seguito di una mancata integrazione del prestito titoli ivi contemplato, verrà addebitato al Cliente un interesse maggiorato di 3 punti, a titolo di mora, rispetto a quello normale indicato alla lettera h) della sezione 4. L eventuale concessione di un finanziamento di tal fatta per uno o più giorni non costituisce in alcun modo acquiescenza di Directa al comportamento del Cliente, che sarà da considerare in mora senza altro avviso. d) In tutti i casi in cui, al termine della giornata, il Cliente debba ricevere da Directa un finanziamento di liquidità, Egli conviene di concedere in prestito tutti gli strumenti finanziari in suo possesso a Directa, secondo le modalità riportate nella apposita sezione "Prestito titoli a Directa. 6 PRESTITO TITOLI A DIRECTA Il Cliente abilitato al servizio di Prestito titoli a Directa accetta di prestare gli strumenti finanziari di sua proprietà per ottenere un finanziamento oppure una remunerazione, con l intesa che questo prestito non comporti vincoli alla sua operatività di vendita o trasferimento degli strumenti finanziari. Il Cliente potrà prestare i suoi strumenti finanziari secondo le seguenti modalità, che dichiara di conoscere e accettare: a) Directa decide liberamente se prendere o meno a prestito gli strumenti finanziari resi disponibili dal Cliente, senza necessità di acquisire volta per volta il suo preventivo assenso.

8 b) Ogni operazione di prestito titoli si perfezionerà con la comunicazione per via telematica da parte di Directa al Cliente della quantità complessiva dei titoli presi a prestito. Contestualmente verrà fornita al Cliente l informativa della operazione di prestito con la registrazione sull estratto conto. Il Cliente dà mandato a Directa di espletare per suo conto tutte le pratiche amministrative necessarie alla conclusione dell operazione. c) Alla data di consegna gli strumenti finanziari oggetto del contratto di prestito passeranno, ai sensi dell art del codice civile, nella proprietà di Directa, che potrà disporne a suo piacimento, anche per concludere altre operazioni con enti finanziari; ad esempio potrà venderli, darli a sua volta in prestito oppure in garanzia per ottenere un finanziamento. Il Cliente prende atto che normalmente Directa utilizzerà gli strumenti finanziari presi a prestito per reperire le risorse finanziarie necessarie a concedere ai Clienti il finanziamento di cui alla Sezione 4, Marginazione multiday sugli acquisti e finanziamento liquidità al Cliente. Directa diventerà inoltre titolare di tutti i diritti di pertinenza dei titoli presi a prestito, quali ad esempio l incasso dei dividendi o la possibilità di partecipare all assemblea degli azionisti. In caso di dividendo pagato durante il periodo del prestito, Directa potrà procedere con l accredito al Cliente dell importo ricevuto al netto delle ritenute previste dalla legge per le SIM o le altre entità a cui avesse a sua volta ceduto i titoli. d) Per ogni operazione di prestito titoli verrà riconosciuto al Cliente un compenso, calcolato in ragione della durata effettiva del prestito e dei coefficienti applicati da Directa: esso sarà pari al tasso giornaliero per quello strumento finanziario comunicato di volta in volta da Directa per via telematica in apposita tabella, applicato al controvalore degli strumenti finanziari in base ai prezzi di riferimento o chiusura di quel giorno. e) Sulla remunerazione corrisposta al Cliente, Directa provvederà ad effettuare le ritenute previste dalla normativa in qualità di sostituto di imposta. La remunerazione del prestito titoli verrà conteggiata giornalmente e liquidata con cadenza almeno mensile. f) Per le operazioni di prestito titoli a Directa non verranno addebitate commissioni. g) L operazione di prestito non pregiudicherà la possibilità di disporre dei titoli: in caso di vendita totale o parziale dei titoli prestati da parte del Cliente, Directa al termine della giornata provvederà corrispondentemente ad estinguere o a ridurre pro quota il prestito. h) Directa ha facoltà di chiudere autonomamente il prestito in tutto o in parte in ogni momento, dandone comunicazione al Cliente per via telematica, e di chiedere la contestuale restituzione del finanziamento eventualmente concesso. i) A conclusione del contratto di prestito Directa si impegna a restituire al Cliente strumenti finanziari della stessa specie e quantità di quelli presi a prestito; il contratto si intende concluso qualora il Cliente venda gli strumenti finanziari di sua proprietà o ne richieda il trasferimento sul suo conto pre-definito, nonché quando Directa provveda a restituirli trasferendoli sul conto su cui sono depositati gli strumenti finanziari della Clientela e dandone comunicazione al Cliente per via telematica. Nel caso in cui al termine delle operazioni il saldo di liquidità del Cliente risulti negativo, Directa provvederà a ripristinare una situazione positiva sul conto secondo le modalità previste nella sezione Chiusura delle posizioni Modalità operative.

9 j) Il contratto è subordinato alle leggi ed ai regolamenti del mercato in cui si svolgono le operazioni, che prevarranno sulle clausole contrattuali in caso di conflitto o di intervenute modifiche. k) Directa ha facoltà di modificare le modalità operative indicate nelle precedenti lettere da a a j, a partire dal momento in cui ne avrà dato la preliminare comunicazione telematica. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE PER VIA TELEMATICA Ai fini delle previsioni contrattuali qui riportate, per comunicazione per via telematica si intende anche la semplice modifica della situazione disponibilità, liquidità e strumenti finanziari evidenziata in una pagina del sito di trading. In particolare, per la posizione liquidità e strumenti finanziari vale quanto riportato nel relativo estratto conto consultabile on line. CLAUSOLE SPECIFICAMENTE APPROVATE E FIRME Richiedo l abilitazione ai servizi riportati nel presente Addendum contrattuale, che saranno prestati secondo i termini e le modalità sopra illustrati. nome e cognome numero conto luogo e data firma Dichiaro inoltre di approvare specificamente, ai sensi dell art.1341, comma 2, del Codice Civile, le seguenti clausole: sezione 1, lett. c) (sospensione dell operatività con scoperto), lett. h) (limitazione tipologia ordini), lett. i) (possibilità di modificare le condizioni e comunicarle per via telematica); sezione 2, lett. e) (rilascio del collateral), lett. f) (chiusura delle posizioni), lett.k) (possibilità di modificare le condizioni e comunicarle per via telematica); sezione 3, lett. c) (sospensione dell operatività di acquisto con il margine), lett. h) (limitazione tipologia ordini), lett. j) (possibilità di modificare le condizioni e comunicarle per via telematica); sezione 4, lett. d) (modalità operative del finanziamento), lett. l) (possibilità di modificare le condizioni e di comunicarle via Internet); sezione 6, lett. a) (possibilità di scegliere i titoli), lett. c) (trasferimento della proprietà del titolo), lett. h) (chiusura del prestito), lett. k) (possibilità di modificare le condizioni e di comunicarle via Internet). luogo e data firma

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia Normativa sulla Trasparenza Bancaria Foglio informativo sulle operazioni e servizi offerti alla clientela 5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Valconca

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO

FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO BANCA DEGLI ERNICI di Credito Cooperativo SCpA VIA ROMANA SELVA, SNC - 03039 - SORA (FR) Tel. : 07768520 - Fax: 0776852030 Email:info@bancadegliernici.it

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 SERVIZIO SULLE OPZIONI SU AZIONI (ISOALPHA) 1. INTRODUZIONE Con la piattaforma T3 di Webank possono essere negoziate le Opzioni su Azioni (Isoalpha), contratti di opzione

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Regolamento Generale Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit, Carta Gold Credit, Carta Explora e Blu American Express.

Regolamento Generale Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit, Carta Gold Credit, Carta Explora e Blu American Express. Regolamento Generale Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit, Carta Gold Credit, Carta Explora e Blu American Express. Regolamento Generale delle Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit,

Dettagli

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5 CONTRATTO QUADRO PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO A VALERE SUL CONTO CORRENTE (Contratto per persone fisiche che agiscono per scopi estranei all attività imprenditoriale o professionale) Mod.

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

VALORE 2.0. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili e a premio annuo indicizzato

VALORE 2.0. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili e a premio annuo indicizzato VALORE 2.0 Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili e a premio annuo indicizzato Il presente Fascicolo informativo, contenente: Scheda sintetica Nota informativa Condizioni di

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria)

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI PESCIA-CREDITO COOPERATIVO SOC.COOP. Via Alberghi n. 26-51012 - PESCIA (PT) Tel. : 0572-45941 - Fax: 0572-451621 Email:

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015 Foglio informativo INTERNET BANKING INFORMAZIONI SULLA BANCA Credito Cooperativo Mediocrati Società Cooperativa per Azioni Sede legale ed amministrativa: Via Alfieri 87036 Rende (CS) Tel. 0984.841811 Fax

Dettagli

postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013

postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013 postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013 Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili Il presente Fascicolo Informativo contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente regolamento s intendono per: a) "Autorità",

Dettagli

Modulo di richiesta Migrazione da Ricaricabile ad Abbonamento

Modulo di richiesta Migrazione da Ricaricabile ad Abbonamento Dati dell'azienda intestataria della SIM Card PosteMobile Modulo di richiesta Migrazione da Ricaricabile ad Abbonamento Ragione Sociale P.IVA Codice Fiscale Sede Legale: Indirizzo N civico Provincia Cap

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo Agrobresciano Soc. Coop. Piazza Roma, 17-25016 - GHEDI (BS) Tel. : 03090441 - Fax: 0309058501 Email:

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. Condizioni di utilizzo aggiuntive di Acrobat.com Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. SERVIZI ONLINE ADOBE RESI DISPONIBILI SU

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

Allianz S.p.A. Società appartenente al Gruppo Allianz SE

Allianz S.p.A. Società appartenente al Gruppo Allianz SE Società appartenente al Gruppo Allianz SE Offerta al pubblico di Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked La Scheda Sintetica del Prospetto d offerta deve essere consegnata all Investitore-Contraente,

Dettagli

PIÙ VALORE PRIVATE EDITION

PIÙ VALORE PRIVATE EDITION Linea Investimento Garantito PIÙ VALORE PRIVATE EDITION Assicurazione in caso di morte a vita intera a premio unico Il presente Fascicolo Informativo contenente: Scheda Sintetica, Nota Informativa, Condizioni

Dettagli

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA Mid Industry Capital S.p.A Sede Legale Galleria Sala dei Longobardi 2, 20121 Milano Cod. Fisc. e P.IVA R.I. Milano 05244910963, R.E.A. Mi 1806317, Capitale Sociale Euro 5.000.225 i.v. CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

WEB INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

WEB INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI WEB INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. Identità e contatti del finanziatore/ intermediario del credito Finanziatore Indirizzo Telefono Email Fax Sito web Creditis Servizi Finanziari

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

Regolamento Generale Carte di Pagamento American Express

Regolamento Generale Carte di Pagamento American Express Regolamento Generale Carte di Pagamento American Express Testo aggiornato a febbraio 2015 FOGLIO INFORMATIVO E DOCUMENTO DI SINTESI 10INFCHG0215 PER LE SEGUENTI CARTE DI PAGAMENTO EMESSE DA AMERICAN EXPRESS

Dettagli

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete CG di BKW I per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

Allianz S.p.A. Divisione Allianz Subalpina Società appartenente al gruppo Allianz SE A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI GLOBAL FUTURO PIU

Allianz S.p.A. Divisione Allianz Subalpina Società appartenente al gruppo Allianz SE A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI GLOBAL FUTURO PIU Allianz S.p.A. Divisione Allianz Subalpina Società appartenente al gruppo Allianz SE CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI GLOBAL FUTURO PIU IL PRESENTE FASCICOLO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

1 di 8. Poste Italiane S.p.A. - Società con socio unico Patrimonio BancoPosta. Mifid Condizioni Generali Ed. Giugno 2015

1 di 8. Poste Italiane S.p.A. - Società con socio unico Patrimonio BancoPosta. Mifid Condizioni Generali Ed. Giugno 2015 CONDIZIONI GENERALI CHE REGOLANO IL CONTRATTO PER LA PRESTAZIONE DEI SERVIZI E DELLE ATTIVITÀ DI INVESTIMENTO E DEL SERVIZIO DI CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI PER CONTO DEI CLIENTI

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia;

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia; DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ULTERIORI DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE DELLA DELEGA DI CUI ALL ARTICOLO 33, COMMA 1, LETTERA E), DELLA LEGGE 7 LUGLIO 2009, N. 88 Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni DOMANDA DI CARTA DELL AZIENDA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di DATI DELL AZIENDA Denominazione

Dettagli

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... Come accade per tutte quelle aziende che servono in ogni momento

Dettagli

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il Credito ai consumatori in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il credito ai consumatori dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE 28.12.2006 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 379/5 REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE del 15 dicembre 2006 relativo all applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1) NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO La nozione di pacchetto turistico è la seguente: i pacchetti turistici hanno ad oggetto i viaggi, le

Dettagli

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*)

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*) CONTO CORRENTE WEBANK L offerta commerciale della Banca contempla prodotti, servizi e attività differenti che si contraddistinguono per specifiche caratteristiche (es. i prodotti contraddistinti dal marchio

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

La polizza Capital 5 con Bonus

La polizza Capital 5 con Bonus Risparmio & Sicurezza La polizza Capital 5 con Bonus Codice F001001 - Edizione dicembre 2014 Contratto di assicurazione sulla vita a capitale differito, con premio annuo costante e capitale rivalutabile

Dettagli

OGGETTO: Articolo 23 del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231, come modificato dal decreto legislativo 19 settembre 2012, n. 169.

OGGETTO: Articolo 23 del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231, come modificato dal decreto legislativo 19 settembre 2012, n. 169. Ministero dell'economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Direzione V Il Capo della Direzione OGGETTO: Articolo 23 del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231, come modificato dal decreto legislativo

Dettagli

SERVIZIO DI OPERATIVITÀ TRAMITE FILIALI DI ALTRE BANCHE DEL GRUPPO UNIONE DI BANCHE ITALIANE

SERVIZIO DI OPERATIVITÀ TRAMITE FILIALI DI ALTRE BANCHE DEL GRUPPO UNIONE DI BANCHE ITALIANE DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI - (Titolo VI Testo Unico Bancario - D. Lgs. 385/1993) FOGLIO INFORMATIVO Il presente Foglio

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI );

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); CONVENZIONE TRA il Ministero dello Sviluppo Economico, con sede in Roma, Via Vittorio Veneto 33, Codice fiscale n. 80230390587 (di seguito il Ministero ); E Associazione Bancaria Italiana, con sede in

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

NOTE OPERATIVE PER IL NUOVO TRADING

NOTE OPERATIVE PER IL NUOVO TRADING Integrazione Webank-WeTrade NOTE OPERATIVE PER IL NUOVO TRADING La fusione tra Webank e WeTrade, avvenuta lo scorso 18 dicembre, ha comportato alcune novità nella tua operatività di trading. Te li riassumiamo

Dettagli