Progetto: Microcredito per Persone Sieropositive. Zona: Nord Gondar. Etiopia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetto: Microcredito per Persone Sieropositive. Zona: Nord Gondar. Etiopia"

Transcript

1 Progetto: Microcredito per sone Sieropositive Zona: Nord Gondar Etiopia Resoconto delle attività svolte grazie al contributo della Proloco di Monasterolo del Castello

2 La vita delle persone sieropositive e il progetto La vita delle persone sieropositive è resa ancora più difficile dalla serie di problematiche che l HIV porta con sé: il costo delle cure e dei medicinali, la discriminazione e lo stigma sociale, l emarginazione e la difficoltà di trovare un lavoro sono alcune tra queste. Un modo per garantire a queste persone una vita dignitosa e mitigare gli effetti dell epidemia è promuovere sistemi innovativi e sostenibili per favorire la reintegrazione sociale ed economica. Il programma di microcredito attraverso fondi rotativi si inserisce in questa prospettiva: formare e motivare le persone sieropositive, affinché possano acquisire maggiore fiducia nelle proprie capacità e metterle a frutto grazie alle conoscenze acquisite così da poter avviare attività commerciali o produttive grazie alle quali vivere e sopravvivere. Il programma, infatti, permette loro di ridurre la vulnerabilità e ricostruire l autostima attraverso la capacità di produrre reddito, con il quale provvedere al soddisfacimento dei bisogni primari propri e delle famiglie. Tale cambiamento li spinge a sviluppare e migliorare le relazioni sociali e si costituisce come canale per la reintegrazione familiare e comunitaria. Attività del progetto Le attività del progetto sono strutturate in due fasi, una prima fase di formazione e una seconda di applicazione delle conoscenze acquisite. Formazione. I 72 beneficiari del corso di microcredito sono stati selezionati da un comitato formato da: i responsabili CVM del progetto, i rappresentanti dell Ufficio di Prevenzione e Controllo dell HIV/AIDS (HAPCO), dell Ufficio per le Pari Opportunità, dell Ufficio di Microcredito, secondo criteri prestabiliti: - vivere al di sotto della soglia di povertà, le cui condizioni economiche o familiari non garantiscono il sufficiente soddisfacimento dei bisogni minimi di nutrizione necessari per la crescita e la sopravvivenza di lungo termine; - esprimere un reale interesse a lavorare e a partecipare ai programmi di microcredito; - decisione ad apprendere le conoscenze commerciali e finanziarie di base; - intenzione a partecipare attivamente al programma e rispettare le scadenze specifiche per la restituzione del credito ricevuto. Le persone selezionate hanno partecipato al corso di formazione per acquisire le competenze specifiche per la gestione del microcredito e l utilizzo dei fondi rotativi. I beneficiari sono stati divisi in 3 diverse associazioni composte da 24 persone ciascuna. A 2

3 loro volta, le associazioni sono state suddivise in 3 sottogruppi di 8 persone ciascuno: i primi 3 sottogruppi di ogni Associazione sono stati i primi destinatari del corso. I primi sottogruppi di ogni associazione hanno partecipato al primo corso di formazione, in seguito alla quale ciascun beneficiario ha ricevuto la quota di finanziamento. Successivamente sono stati formati i membri dei secondi sottogruppi di ogni associazione, che hanno ricevuto come credito il saldo del pagamento del prestito effettuato. Il corso è stato promosso in collaborazione con gli attori economici e sociali attivi nel settore, tra i quali le piccole e medie imprese commerciali che lavorano nella zona di Nord Gonder. Inoltre hanno partecipato contribuendo alla realizzazione delle singole sessioni alcuni rappresentanti selezionati tra i membri di 3 associazioni di microcredito formate in precedenza nelle comunità (woreda) di intervento di Lay Armacheho, Alefa e Adiarkay. Il corso ha trattato i seguenti argomenti: Cura e controllo dell HIV/AIDS: durante i primi due giorni del corso il tema è stato trattato al fine di dare maggiori informazioni sulle cure accessibile per combattere il virus, per abbattere preconcetti e dare maggiore fiducia per convivere con la malattia, anche nei momenti più diffcili; Concetti e principi alla base del sistema dei fondi rotativi: spiegazione dei criteri per l accesso ai fondi, della loro gestione e dei termini per la loro restituzione; Assistenza nella creazione dei gruppi attraverso un supporto individuale con il quale è stato definito il ruolo di ciascun membro al fine di minimizzare i possibili problemi; Condivisione e verifica degli obiettivi personali di tutti i partecipanti; Esercizi pratici sulla gestione di un piccolo esercizio commerciale; Tecniche per attuare e sviluppare un progetto commerciale e/o produttivo; Sistemi di gestione finanziaria, dei guadagni e dei risparmi; Sviluppo delle competenze per l accesso a fondi stanziati da donatori alternativi. CVM ci tiene a precisare che il corso di formazione ha avuto costi più contenuti rispetto a quelli preventivati: grazie ad un cambio favorevole è stato possibile stanziare ulteriori fondi rotativi rispetto a quelli indicati nella proposta di progetto. La somma di denaro rimasta a disposizione del progetto è stata quindi stata convertita in fondi rotativi a favore di altre 16 persone sieropositive : 8 membri dell associazione Edegede e 8 membri dell associazione 3

4 Yebeltal entrambe presenti nella woreda di Chilga, sempre nella zona del North Gondar. Nel caso specifico i due gruppi in questione avevano già seguito il periodo di formazione. Fondi Rotativi e Associazioni. Il corso ha quindi fornito gli strumenti per la costituzione di Associazioni di microcredito che sono state poi registrate legalmente per lavorare come organizzazioni nella società civile. Alla fine del percorso formativo, ogni beneficiario ha ricevuto un prestito pari a birr (182 euro), il quale ha la facoltà di richiedere una somma inferiore qualora non necessita dell intero ammontare del credito. I secondi gruppi hanno ricevuto il prestito nel momento in cui il primo gruppo ha saldato il proprio credito, iniziando il pagamento dopo un periodo di 3 mesi. Tale approccio permette di responsabilizzare i gruppi e garantire la continuità e la liquidità dei fondi. garantire un effettivo funzionamento delle associazioni di microcredito, le persone selezionate come beneficiarie del programma sono state divise in 3 sottogruppi. Molto importante, per lo stesso fine, è il presupposto in base al quale le persone di uno stesso sottogruppo conoscano tutti i membri. Si è preferito, quindi, costituire sottogruppi con persone che vivono nella stessa area in modo tale da facilitare la comunicazione e l organizzazione del lavoro. Ogni sottogruppo ha nominato un portavoce, che ha assunto il compito di raccogliere la quota di rimborso di ogni beneficiario. Tutta l associazione si riunisce una volta al mese, nomina un presidente che organizza e gestisce gli incontri oltre a controllare tutta la documentazione, lo svolgimento del lavoro e garantire la restituzione dei fondi con l aiuto di un cassiere, scelto tra e dai beneficiari stessi. Il segretario/cassiere ha seguito un corso di formazione specifico ed è assistito dai collaboratori CVM che monitorano il suo lavoro. In particolare ha la responsabilità di contattare coloro che non partecipano agli incontri, capirne il motivo e controllare che ogni membro di ogni sottogruppo rispetti i termini di pagamento con la facoltà di recarsi presso le abitazioni private, verificare la situazione e procedere con la riscossione della quota. Qualora si verifichino gravi incombenze o mancanze, il cassiere ha l incarico di sospendere il programma di microcredito per i beneficiari che non rispettano i vincoli del sistema rotativo, in modo da garantire l effettività e la continuità delle attività sia del sottogruppo che dell intera associazione. Il cassiere provvede, inoltre, all apertura di un conto bancario a nome della associazione utile ai fini dei pagamenti. La riunione mensile di ogni associazione ha lo scopo, oltre che di raccogliere i soldi, di rappresentare un momento di scambio di esperienze e idee che contribuisce a consolidare il 4

5 senso di appartenenza e di solidarietà del gruppo. Gli incontri rappresentano, infatti, un ottimo forum di discussione su molte tematiche comuni dei beneficiari, come la salute, i problemi dell HIV/AIDS e l andamento delle singole attività. La maggior parte dei beneficiari ha intrapreso una piccola attività commerciale, in particolare: acquisto, nelle aree rurali, e rivendita, nei mercati, di cipolle, pomodori, berberé e altre spezie allevamento e vendita di pecore produzione e vendita di tella (birra locale) filatura del cotone produzione e vendita dell artigianato locale produzione e vendita dell injera (elemento base della cucina etiope, preparato con il teff, un cereale autoctono, e paragonabile al nostro pane). Il sistema dei fondi rotativi, grazie al contributo della Pro Loco di Monasterolo del Castello, ha ottenuto buoni risultati. Ogni Associazione, ogni sottogruppo lavora per portare avanti la propria attività mantenendo fede all impegno preso e costituendo un forte anello della catena che permette la continuità e la sostenibilità del progetto. La seguente tabella riassume le caratteristiche delle associazioni di microcredito nate grazie al progetto, mettendo in evidenza il numero dei membri, il tipo di attività avviata, il capitale messo a disposizione, l impegno nella restituzione del prestito. I dati sono presentati distinti nelle 2 fasi finora portate avanti dal progetto 5

6 Nome Associazione Woreda/Comunità Data di registrazione Tipo di attività Membri dell'associazione M F Totale Data Finanziamenti Associazione Individuo 1 Turno Ammontare restituito Saldo Data finale per il pagamento completo % saldato Menormestawitnew Adarkay 04/06/2009 Tiwldaden Alefa 04/06/2009 Yedilferie Lay Armachico 04/06/2009 commercio animali da pascolo/da cortile /6/ , , , ,00 Settembre ,00% commercio animali da pascolo/da cortile /6/ , , , ,00 Ottobre ,00% commercio animali da pascolo/da cortile /7/ , , , ,00 Ottobre ,00% Nome Associazione n. membri Associazione Finanziamenti Individuo 2 Turno Ammontare restituito Saldo Menormestawitnew Tiwldaden Yedilferie Data finale per il pagamento completo % saldato Dicembre ,00% Gennaio ,00% Gennaio ,00%

7 La tabella riassume la situazione delle ulteriori 16 persone sieropositive che è stato possibile supportare 1 Turno Membri dell'associazione Finanziamenti Nome Associazion e Woreda/Co Data di munità registrazione Tipo di attività M F Totale Data Associazione Vendita di animali da Yebeltal Chiliga 22/05/2008 cortile /02/ ,00 Edegete Chiliga 22/05/2008 Individuo 3.000,00 Ammontar e restituito Saldo 2.100, ,00 Vendita di animali da cortile /02/ , , , ,00 Data finale per il pagament o completo % saldato Giugno ,75% Giugno ,75% 2 Turno Nome Associazione n. membri Associazione Finanziamenti Individuo Ammontare restituito Saldo Yebeltal , , , ,00 Edegete , , , ,00 Data finale per il pagamento completo % saldato Dicembre ,40% Dicembre ,40% Fondi Rotativi- Riassunto Attività N. Beneficiari Prestito Unitario in Birr Prestito Unitario in Euro Costo Totale in Birr Costo Totale in Euro Fondi Rotativi

8 Riepilogo Economico Lista delle spese per la realizzazione del progetto Data N. documento Descrizione Ammontare Birr Euro 31/1/09 EG PV-0277 Fondi Rotativi per 16 membri di associazioni di sieropositivi a Chilga Belesa , ,57 1/6/09 EG BPV0310 Corso di formazione in microcredito per 72 persone sieropositive , ,37 15/6/09 19/6/09 1/7/09 EG BPV Fondi Rotativi per Menormestawitnew Ass. di Aderkay , ,78 EG BPV Fondi Rotativi per Tiwldaden Ass. di Alefa , ,78 EG BPV Fondi Rotativi per Yedilferie Ass. di Lay Armachico , ,78 Totale , ,29

9 I Beneficiari Le attività svolte hanno visto la partecipazione attiva di tutti i beneficiari che hanno contribuito con entusiasmo alla riuscita del progetto. I nostri volontari hanno intervistato alcuni delle persone che hanno ricevuto i fondi rotativi. Abbiamo deciso di condividere con voi l esperienza e pezzi di vita di due donne sieropositive protagoniste del progetto: Alamachash Farrad e Gebia Tefarra. Allevamento di pecore a Saraba Alamachash Farrad è una giovane donna di 35 anni. Quando viveva nelle zone rurali dell'altopiano amharico era sposata e madre di due figli. In seguito ad una malattia e alla poca volontà di suo marito di provvedere economicamente alla sua medicazione, ha deciso di andarsene. È arrivata a Saraba 8 anni fa. Alamachash cercava di guadagnare da vivere vendendo 'tella' (una sorta di birra artigianale) e'areqi' (specie di acquavite). A fine giornata i soldi erano sempre pochi e non bastavano a mantenere la famiglia. Alamachash non Alamachash con sua madre e suo figlio è riuscita a trovare un lavoro migliore: senza istruzione e qualifica professionale non ha avuto altre alternative alla vita di strada, alla prostituzione. Odiava se stessa, il suo stile di vita ed i suoi clienti, che spesso le negavano l'uso del preservativo.grazie all'aiuto del CVM ed ai corsi svolti, oggi vive assieme ai suoi due figli ed alla madre, alleva pecore ed ha definitivamente chiuso con il precedente mestiere. Le pecore vengono nutrite con gli scarti della lavorazione del 'tella' e, una volta adulte ed ingrassate, vendute ad un albergo situato nelle vicinanze. Alamachash nella stalla delle sue pecore I due figli, oltre ad andare a scuola, aiutano la madre

10 Pianta gesho utilizzata per la produzione di tella nell'allevamento con grande impegno: sono infatti loro che vanno a comprare le pecore al mercato della città vicina e le portano a casa. Inoltre, i due fratelli si sono organizzati per svolgere il lavoro giornaliero a turni: mentre uno va a scuola, l'altro fa da guardia alle pecore. Con il ricavo mensile, che varia dai 200 ai 400 ETB (ethiopian birr, la moneta locale), Alamachash ha comprato pollame e semi per piantare gesho, che vende in quanto componente indispensabile per la produzione di 'tella'. il futuro si augura di poter espandere la sua attività all'allevamento di vacche e che i suoi figli continuino ad aiutarla ed a studiare. Alamachash nell'allevamento di pecore 10

11 Lavorazione di cotone a Saraba Gebia Tefarra è una signora di 45 anni che vive e lavora a Saraba da 20 anni. Ha perso i genitori in giovane età e, da quel momento in poi, ha vissuto nella casa di sua zia. In quel periodo, usava raccogliere legname nelle zone rurali e portarlo sui mercati legandoselo sulla schiena; il lavoro era molto duro. Questo era il motivo principale per cui ha deciso di andare a vivere a Saraba e, visto che il villaggio non offriva altre opportunità lavorative, di dedicarsi alla prostituzione. Ha avuto sei figli, dei quali quattro vivono in casa con lei (3 maschi ed 1 femmina) ed altri due sono deceduti. I tre figli vanno a scuola, mentre la figlia di recente ha avuto un bambino ed è per questo impossibilitata a continuare l'iter educativo. Gebia davanti la sua abitazione Grazie all'aiuto del CVM, la sua vita è cambiata in meglio ed oggi riesce a mantenere sé e la sua famiglia autonomamente. Infatti, vive e lavora gratuitamente in una casa di proprietà dell'amministrazione locale. Si dedica alla lavorazione del cotone, di vestiti tradizionali e di oggetti in paglia, alla preparazione di malto ed al commercio di pollame, pomodori e cipolle. Ciò le permette di nutrire sé ed i suoi figli tre volte al giorno, di mandarli a scuola e di mettere mensilmente da parte un po di denaro. Ha inoltre instaurato un ottimo rapporto con i vicini di casa, che essendo contenti del suo cambiamento, la invitano spesso alla cerimonia del caffè e ad altre attività sociali. Gebia impegnata nella filatura del cotone 11

12 il futuro, spera di poter continuare con questo stile di vita e di essere rapida nell'adeguarsi a nuove richieste del mercato, cosa che le è riuscita bene finora. Cotone filato Alamachash Farrad e Gebia Tefarra sono solo due delle protagoniste del progetto di microcredito, ma come loro, tutti gli altri beneficiari sono riusciti a realizzare il proprio progetto lavorativo ma ancora di più il proprio progetto di vita. La formazione prima e il lavoro poi hanno permesso alle 72 persone sieropositive coinvolte nel progetto di riacquisire fiducia in se stesse e negli altri, a capire che convivere con la malattia è possibile, anche se difficile: ora sono capaci di prendersi cura di loro stessi. Inoltre, proprio grazie al progetto, le persone sono riuscite a ricostruire i rapporti con le proprie famiglie, che erano stati compromessi a causa della malattia. Madri e padri riescono ora a garantire ai figli cibo e istruzione, ad assistere parenti e amici, tornando ad agire anche all interno della comunità in cui vivono con solidarietà e partecipazione. 12

13 13

Mani Unite Onlus. Sintesi attività 2014

Mani Unite Onlus. Sintesi attività 2014 Mani Unite Onlus Nel 2014 le attività svolte in Mozambico, oltre ad essere state realizzate come negli anni precedenti nell ambito degli obiettivi istituzionali (sostegno scolastico e nutrizionale), si

Dettagli

Mani Unite. Unite Onlus. Sintesi attività 2011

Mani Unite. Unite Onlus. Sintesi attività 2011 Mani Unite Unite Onlus Presentiamo anche quest anno, come doverosa consuetudine, la sintesi delle attività realizzate nel corso del 2011 a favore dei bambini che soffrono ingiustizie, fame e carenze non

Dettagli

SAKAFO 1.1 OBIETTIVI GENERALI DELL ATTIVITA DEL SOGGETTO PROPONENTE.

SAKAFO 1.1 OBIETTIVI GENERALI DELL ATTIVITA DEL SOGGETTO PROPONENTE. SAKAFO 1. NOTIZIE SULLA REALTA RICHIEDENTE Soggetto che propone il progetto: Denominazione Associazione MANGWANA Natura Giuridica Associazione Promozione Sociale Indirizzo Lucca via della Dogana n. 3 Telefono

Dettagli

AMKA Onlus. www.assoamka.org ONLUS. Via Flaminia Nuova, 246 00191 Roma Tel + 39 06 64 76 0188 amka@assoamka.org

AMKA Onlus. www.assoamka.org ONLUS. Via Flaminia Nuova, 246 00191 Roma Tel + 39 06 64 76 0188 amka@assoamka.org chi? Amka è un Organizzazione no profit nata nel 2001 dall incontro di due culture differenti e dalla volontà di contribuire al miglioramento reale della vita delle popolazioni del Sud mondo. L Associazione

Dettagli

Un aiuto alle fattorie familiari

Un aiuto alle fattorie familiari Sostegno al reddito e costruzione di infrastrutture per lo sviluppo rurale del Nord Uganda Anno 2013 Fondazione AVSI www.avsi.org 20158 Milano Via Legnone 4 Tel. +39.02.67.49.881 - milano@avsi.org 47521

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE E OBIETTIVI DEL MILLENNIO

ALFABETIZZAZIONE E OBIETTIVI DEL MILLENNIO ORIENTAMENTI INTERNAZIONALI NELL EDUCAZIONE DEGLI ADULTI IL CONTESTO DELLE INIZIATIVE PROF. BARBARA DE CANALE Indice 1 INTRODUZIONE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Report annuale 2014 Progetto CASA PANGEA Calcutta

Report annuale 2014 Progetto CASA PANGEA Calcutta Report annuale 2014 Progetto CASA PANGEA Calcutta Fondazione Pangea è impegnata in un programma a sostegno di donne e bambine con disabilità fisiche o mentali che vivono negli slum di Calcutta e nell area

Dettagli

SAPERI IN CAMPAGNA PROGRAMMA INTERREGIONALE COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE PROGRAMMA OPERATIVO 2005. Allegato alla deliberazione n.

SAPERI IN CAMPAGNA PROGRAMMA INTERREGIONALE COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE PROGRAMMA OPERATIVO 2005. Allegato alla deliberazione n. PROGRAMMA INTERREGIONALE COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE PROGRAMMA OPERATIVO 2005 SAPERI IN CAMPAGNA 1 PREMESSA Le nuove generazioni e la Sardegna: un rapporto che occorrerebbe rinsaldare attraverso

Dettagli

Anno scolastico 2007-2008

Anno scolastico 2007-2008 Anno scolastico 2007-2008 I BAMBINI CHE SI PERDONO NEL BOSCO di Andrea Canevaro Quando un bambino va a scuola, è come se fosse portato nel bosco, lontano da casa. Ci sono bambini che si riempiono le tasche

Dettagli

Progetto Casa Pangea Calcutta. Report semestrale Gennaio-Giugno 2015

Progetto Casa Pangea Calcutta. Report semestrale Gennaio-Giugno 2015 Progetto Casa Pangea Calcutta Report semestrale Gennaio-Giugno 2015 Sommario 3 Introduzione 5 Programma di supporto e riabilitazione fisico-mentale 5 Supporto medico 5 Accesso alle agevolazioni statali

Dettagli

Sostegno a distanza Gambia

Sostegno a distanza Gambia Sostegno a distanza Gambia 5ª Relazione sullo stato di avanzamento Data: agosto 2009 Periodo: agosto 2008 agosto 2009 Incontro al villaggio di Daru Foday Ba INTRODUZIONE Il Sostegno a distanza in Gambia

Dettagli

Progetto Laboratorio VERSO IL FUTURO

Progetto Laboratorio VERSO IL FUTURO Progetto Laboratorio VERSO IL FUTURO PREMESSA L Associazione Gli Amici di Zaccheo da alcuni anni opera all interno ed all esterno delle carceri genovesi attraverso contatti con detenuti e loro parenti,

Dettagli

SOGNI DA RIACCENDERE Benin

SOGNI DA RIACCENDERE Benin SOGNI DA RIACCENDERE Benin Il Sole Onlus Soprattutto i bambini Nel 1997 nasce l Associazione Il Sole Onlus. La sua mission è garantire ai bambini di tutto il mondo pari opportunità e dignità, indipendentemente

Dettagli

Intervento del Direttore Operativo di Formez PA, Prof. Marco Villani al Seminario Politiche per la famiglia

Intervento del Direttore Operativo di Formez PA, Prof. Marco Villani al Seminario Politiche per la famiglia Intervento del Direttore Operativo di Formez PA, Prof. Marco Villani al Seminario Politiche per la famiglia tra cooperazione e accessibilità ai servizi: i nuovi progetti della Presidenza del Consiglio

Dettagli

PROGETTO: UNA QUESERA PER SHUYO

PROGETTO: UNA QUESERA PER SHUYO PROGETTO: UNA QUESERA PER SHUYO Shuyo Ecuador: La cordigliera delle Ande raggiunge il punto più alto con il Chimborazo (6310) ed è composta da due dorsali parallele di origine vulcanica tra le quali si

Dettagli

ADOZIONI A DISTANZA Burkina Faso

ADOZIONI A DISTANZA Burkina Faso ADOZIONI A DISTANZA Burkina Faso Il Sole Onlus Nel 1997 nasce, a Como, l Associazione Il Sole Onlus. Il suo obiettivo è, fin da subito, garantire ai bambini, soprattutto nei Paesi in Via di Sviluppo, uguaglianza

Dettagli

TRACCIA INTERVENTO Quale finanza per uno sviluppo partecipato in America Latina? Franco Caleffi

TRACCIA INTERVENTO Quale finanza per uno sviluppo partecipato in America Latina? Franco Caleffi TRACCIA INTERVENTO Quale finanza per uno sviluppo partecipato in America Latina? Franco Caleffi Gentili ospiti e convenuti, dopo un incontro così denso di interventi e ricco di stimoli cercare di tirare

Dettagli

Piano regionale di lotta alla diffusione delle infezioni sessualmente trasmesse e dell HIV/AIDS

Piano regionale di lotta alla diffusione delle infezioni sessualmente trasmesse e dell HIV/AIDS ALLEGATO A Piano regionale di lotta alla diffusione delle infezioni sessualmente trasmesse e dell HIV/AIDS LE INFEZIONI SESSUALMENTE TRASMESSE E L INFEZIONE DA HIV/AIDS IN PIEMONTE Con l introduzione dei

Dettagli

Osservatorio sulle Differenze

Osservatorio sulle Differenze Comune di Bologna Assessorato scuola, formazione e Politiche delle differenze Osservatorio sulle Differenze Sintesi della ricerca: L integrazione scolastica delle seconde generazioni di stranieri nelle

Dettagli

Linee guida sul sostegno a distanza

Linee guida sul sostegno a distanza Linee guida sul sostegno a distanza in collaborazione con Sostegno o adozione a distanza? Un po' di chiarezza a livello di termini In genere, sono molti i termini utilizzati per indicare questa forma di

Dettagli

La casa nel percorso di autonomia delle nuove generazioni

La casa nel percorso di autonomia delle nuove generazioni La casa nel percorso di autonomia delle nuove generazioni Esiste un emergenza giovanile in Italia e nessuno se n è accorto. Il fatto che 2/3 dei trentenni vive ancora con i genitori non scatena un dibattito

Dettagli

PROGETTO DOPOSCUOLA ANNO SCOLASTICO 2015/2016. SCUOLA PRIMARIA S.Pertini SCUOLA SECONDARIA 1 G.Ghirardini Badia Polesine

PROGETTO DOPOSCUOLA ANNO SCOLASTICO 2015/2016. SCUOLA PRIMARIA S.Pertini SCUOLA SECONDARIA 1 G.Ghirardini Badia Polesine PROGETTO DOPOSCUOLA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SCUOLA PRIMARIA S.Pertini SCUOLA SECONDARIA 1 G.Ghirardini Badia Polesine TAM TAM Cooperativa Sociale Via G. Marconi n.978/b 45021 Badia Polesine (RO) Tel.3332736263

Dettagli

L Irpef. L imposta sul reddito delle persone fisiche Le addizionali locali Il pagamento delle pensioni STAMPA

L Irpef. L imposta sul reddito delle persone fisiche Le addizionali locali Il pagamento delle pensioni STAMPA L Irpef L imposta sul reddito delle persone fisiche Le addizionali locali Il pagamento delle pensioni STAMPA L imposta sul reddito delle persone fisiche 360 Dopo la legge 289/2002 e la legge 311/2004,

Dettagli

Programma di adozioni a distanza

Programma di adozioni a distanza Programma di adozioni a distanza Tutti noi siamo stati bambini, certamente più fortunati di molti altri perchè abbiamo avuto chi ci ha seguito e ci ha consentito di diventare adulti. Ma in tutto il mondo

Dettagli

Sostegno A Distanza (SAD): indagine esplorativa sul pubblico

Sostegno A Distanza (SAD): indagine esplorativa sul pubblico Sostegno A Distanza (SAD): indagine esplorativa sul pubblico Questionario 1. Come Le abbiamo accennato, parliamo di sostegno/adozione a distanza. Lei ne ha mai sentito parlare? Sì D4 No Se no a D2 Il sostegno/l

Dettagli

24 CONGRESSO PROVINCIALE ACLI NOVARA

24 CONGRESSO PROVINCIALE ACLI NOVARA Relazione del Presidente Fabio Sponghini Rigenerare comunità per ricostruire il Paese. Acli artefici di democrazia partecipativa e buona economia. Fabio Sponghini Care amiche e cari amici congressisti,

Dettagli

Il Microcredito. Caterina Spadaro Corso di Laurea Magistrale in Relazioni internazionli Facoltà di Scienze Politiche

Il Microcredito. Caterina Spadaro Corso di Laurea Magistrale in Relazioni internazionli Facoltà di Scienze Politiche Il Microcredito Caterina Spadaro Corso di Laurea Magistrale in Relazioni internazionli Facoltà di Scienze Politiche Elisa Di Gloria Corso di Laurea Magistrale in Matematica Facoltà di SMFN Introduzione

Dettagli

PROPOSTA PROGETTUALE 2014

PROPOSTA PROGETTUALE 2014 PROPOSTA PROGETTUALE 2014 Titolo/Denominazione del Progetto: RATING INCOME Ente/Associazione Promotore: Ashram Rogate Center India Consolidato [ ] Nuovo [ X ] Area di riferimento: Destinatari Assistenza

Dettagli

1A - Attività dell Associazione Differenza Maternità. Associazione Differenza Maternità. Ampliamento del servizio "Informanascita"- linea telefonica

1A - Attività dell Associazione Differenza Maternità. Associazione Differenza Maternità. Ampliamento del servizio Informanascita- linea telefonica 1A - Attività Differenza Maternità 1 Associazione responsabile e collaborazioni. Rete/Partners coinvolti Associazione Differenza Maternità Descrizione intervento / prodotto 2 Denominazione Informamamma:

Dettagli

AFGHANISTAN: Programma di aiuti alimentari nella Provincia di Jawzjan. Rapporto Finale per:

AFGHANISTAN: Programma di aiuti alimentari nella Provincia di Jawzjan. Rapporto Finale per: AFGHANISTAN: Programma di aiuti alimentari nella Provincia di Jawzjan Rapporto Finale per: ROTARY INTERNATIONAL DISTRETTO 2040 GRUPPO MI 4 ANNO 2008/2009 Progetto Obiettivo del progetto Beneficiari diretti

Dettagli

SCHEDA DI RILEVAZIONE SOCIOCULTURALE. Età Sesso M F Luogo di nascita

SCHEDA DI RILEVAZIONE SOCIOCULTURALE. Età Sesso M F Luogo di nascita SCHEDA DI RILEVAZIONE SOCIOCULTURALE a cura di Francesco De Renzo (Facoltà di Studi Orientali, Sapienza-Università di Roma) A. BAMBINO Nome (indicare se è presente un doppio nome) Cognome (indicare se

Dettagli

L Associazione MWENDO Cammino insieme presenta il DOCUMENTO DI PROGETTO PROGRAMMA DI SOSTEGNO A DISTANZA NEL DISTRETTO DI WASA IRINGA, TANZANIA

L Associazione MWENDO Cammino insieme presenta il DOCUMENTO DI PROGETTO PROGRAMMA DI SOSTEGNO A DISTANZA NEL DISTRETTO DI WASA IRINGA, TANZANIA L Associazione MWENDO Cammino insieme presenta il DOCUMENTO DI PROGETTO PROGRAMMA DI SOSTEGNO A DISTANZA NEL DISTRETTO DI WASA IRINGA, TANZANIA Definizione del contesto paese Tanzania Popolazione: 42.746.620

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

STATUTO Dell ASSOCIAZIONE BIELLESE DI VOLONTARIATO A.B.V. Con sede in Biella

STATUTO Dell ASSOCIAZIONE BIELLESE DI VOLONTARIATO A.B.V. Con sede in Biella STATUTO Dell ASSOCIAZIONE BIELLESE DI VOLONTARIATO A.B.V. Con sede in Biella Art.1- Denominazione e sede Nell ambito delle vigenti disposizioni di legge in materia, ed in particolare della Legge quadro

Dettagli

Scuole per. l Africa. Uniti per i bambini

Scuole per. l Africa. Uniti per i bambini Scuole per l Africa Uniti per i bambini Nell Africa Subsahariana un bambino su tre si vede negato il diritto fondamentale ad andare a scuola e rimane intrappolato in un circolo vizioso di povertà, discriminazione

Dettagli

Progetto Jamila Afghanistan. Report Gennaio Giugno 2015

Progetto Jamila Afghanistan. Report Gennaio Giugno 2015 Progetto Jamila Afghanistan Report Gennaio Giugno 2015 Sommario 3 Premessa 5 Programma di microcredito 5 Rimborso dei crediti 6 Attività imprenditoriali avviate 6 Raccolta dei risparmi settimanali 7 Corsi

Dettagli

Programma regionale per il sostegno economico a famiglie e persone in situazioni di povertà e di disagio

Programma regionale per il sostegno economico a famiglie e persone in situazioni di povertà e di disagio Allegato alla Delib.G.R. n. 48/7 del 2.10.2015 Programma regionale per il sostegno economico a famiglie e persone in situazioni di povertà e di disagio Finalità e obiettivi del programma Il programma regionale

Dettagli

RAPPORTO MICROCREDITO A ZINDER/NIGER

RAPPORTO MICROCREDITO A ZINDER/NIGER RAPPORTO MICROCREDITO A ZINDER/NIGER Incontro per iniziare il micro credito Il microcredito ha avuto inizio nel gennaio/febbraio 2007 a favore delle donne della Comunità Urbana di Zinder. Esso costituisce

Dettagli

HIV/AIDS & BAMBINI. Restituire la speranza ad una generazione L aiuto alimentare contribuisce a dare un istruzione agli orfani e ai bambini a rischio

HIV/AIDS & BAMBINI. Restituire la speranza ad una generazione L aiuto alimentare contribuisce a dare un istruzione agli orfani e ai bambini a rischio HIV/AIDS & BAMBINI Restituire la speranza ad una generazione L aiuto alimentare contribuisce a dare un istruzione agli orfani e ai bambini a rischio L inarrestabile diffusione dell HIV/AIDS, lascia un

Dettagli

Banca del Tempo di Isola Vicentina

Banca del Tempo di Isola Vicentina Banca del Tempo di Isola Vicentina Regolamento della BDT di Isola Vicentina Vers. 2.0 del 13 Agosto 2014 Pag. 1 Sommario BDT... Error! Bookmark not defined. di Isola Vicentina... 1 REGOLAMENTO INTERNO...

Dettagli

proposta di legge n. 168

proposta di legge n. 168 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA proposta di legge n. 168 a iniziativa del Consigliere Latini presentata in data 14 dicembre 2011 DISCIPLINA DELL AFFIDAMENTO FAMILIARE IN SITUAZIONI DI EMERGENZA

Dettagli

Centro Missionario Diocesano - Trento. Alla ricerca del bene comune. Crescere insieme oltre le visioni parziali. I.R.

Centro Missionario Diocesano - Trento. Alla ricerca del bene comune. Crescere insieme oltre le visioni parziali. I.R. Centro Missionario Diocesano - Trento I.R. Alla ricerca del bene comune. Crescere insieme oltre le visioni parziali. Progetto Anno Pastorale 2008/2009 ALLA RICERCA DEL BENE COMUNE! Ma cos è questo bene

Dettagli

Linee Guida. La concretezza dell oggetto di lavoro

Linee Guida. La concretezza dell oggetto di lavoro Linee Guida A partire dalle esperienze sviluppate dai singoli partner in relazione al coinvolgimento attivo dei giovani all interno delle specifiche realtà locali, il team di lavoro ha elaborato le seguenti

Dettagli

Comune di Carpaneto Piacentino Provincia di Piacenza Settore Socio culturale

Comune di Carpaneto Piacentino Provincia di Piacenza Settore Socio culturale Comune di Carpaneto Piacentino Provincia di Piacenza Settore Socio culturale REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A SOGGETTI PRIVATI (approvato con delibera C.C. n 49 del 24/06/2000)

Dettagli

FAMIGLIA E SOGGETTI SOCIALI

FAMIGLIA E SOGGETTI SOCIALI MOD. ISTAT/IMF-10/B1.03 SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Provincia INDAGINE STATISTICA MULTISCOPO SULLE FAMIGLIE FAMIGLIA E SOGGETTI SOCIALI 1 2... Comune... Sezione di Censimento...

Dettagli

Etiopia acqua potabile e microcredito per la sicurezza alimentare

Etiopia acqua potabile e microcredito per la sicurezza alimentare Foto: Andrea Labate Etiopia acqua potabile e microcredito per la sicurezza alimentare PROGETTO PRIORITARIO - Report conclusivo Etiopia acqua potabile e microcredito per la sicurezza alimentare Report conclusivo

Dettagli

"Un asilo nido multietnico: Sogno di Bimbi

Un asilo nido multietnico: Sogno di Bimbi "Un asilo nido multietnico: Sogno di Bimbi Sogno di bimbi Aggiornamento a novembre 2010 ALL 88 PRO 06.05 bis Rev. 0 01/09/2007 LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO: PROGETTO: RESPONSABILE: BENEFICIARI DIRETTI:

Dettagli

UNA CASA SPECIALE per l accoglienza di famiglie con bambini che necessitano di cure sanitarie presso l ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma

UNA CASA SPECIALE per l accoglienza di famiglie con bambini che necessitano di cure sanitarie presso l ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma UNA CASA SPECIALE per l accoglienza di famiglie con bambini che necessitano di cure sanitarie presso l ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma Anno 2015 CHI SIAMO - SOS Villaggi dei Bambini SOS Villaggi

Dettagli

Ordinanza sulle indennità di perdita di guadagno

Ordinanza sulle indennità di perdita di guadagno Ordinanza sulle indennità di perdita di guadagno (OIPG) 834.11 del 24 novembre 2004 (Stato 15 marzo 2005) Il Consiglio federale svizzero, visto l articolo 81 della legge federale del 6 ottobre 2000 1 sulla

Dettagli

FAMIGLIE E RISPARMIO

FAMIGLIE E RISPARMIO COMUNICATO STAMPA Sondaggio realizzato per ACRI da TNS Abacus in occasione della 79ª Giornata Mondiale del Risparmio FAMIGLIE E RISPARMIO Roma, 30 ottobre 2003. La quasi totalità degli italiani riconosce

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE ATTIVITA COMMERCIALI ARTIGIANALI TURISTICHE E DEI SERVIZI ANNO 2011

BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE ATTIVITA COMMERCIALI ARTIGIANALI TURISTICHE E DEI SERVIZI ANNO 2011 Allegato A Prot. n. 1645 Pratica n. 16761/2010 Tit. 08 Cat. 07 Cl. 01 BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE ATTIVITA COMMERCIALI ARTIGIANALI TURISTICHE E DEI SERVIZI ANNO 2011 IL DIRIGENTE

Dettagli

Ministero della Giustizia

Ministero della Giustizia Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA ISTITUTUTO SUPERIORE DI STUDI PENITENZIARI RI-CONOSCERE E VALORIZZARE LE ESPERIENZE NEL DAP MODELLO DI CANDIDATURA Istituto Superiore

Dettagli

L ADOZIONE A DISTANZA UNA SCELTA FATTA CON IL CUORE

L ADOZIONE A DISTANZA UNA SCELTA FATTA CON IL CUORE L ADOZIONE A DISTANZA UNA SCELTA FATTA CON IL CUORE ANCHE TU AVRAI UNA NUOVA FAMIGLIA. Se c è qualcosa di cui un bambino abbandonato o rimasto senza i genitori ha bisogno, questa è la famiglia. Non solo

Dettagli

Dieci Talenti. Opportunità di Microcredito. Accoglienza Ascolto Accompagnamento. Susanna Piccioni Palermo 22 novembre 2013

Dieci Talenti. Opportunità di Microcredito. Accoglienza Ascolto Accompagnamento. Susanna Piccioni Palermo 22 novembre 2013 Dieci Talenti Opportunità di Microcredito Accoglienza Ascolto Accompagnamento Susanna Piccioni Palermo 22 novembre 2013 Il progetto Dieci Talenti fa capo alla Fondazione Don Mario Operti, istituzione voluta

Dettagli

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani Simone Feder 2004: Fabio Fabio, un ragazzo di 15 anni chiedeva un consiglio per aiutare suo padre, caduto da alcuni mesi in una rete sconosciuta che catturava

Dettagli

PROGETTO di LEGGE Norme a tutela dei genitori separati e/o divorziati e dei loro figli

PROGETTO di LEGGE Norme a tutela dei genitori separati e/o divorziati e dei loro figli PROGETTO di LEGGE Norme a tutela dei genitori separati e/o divorziati e dei loro figli RELAZIONE ILLUSTRATIVA Secondo le rilevazioni statistiche, la rottura dei legami familiari è un fenomeno sociale che

Dettagli

Legge di riconoscimento, tutela e promozione del diritto al cibo

Legge di riconoscimento, tutela e promozione del diritto al cibo Legge Regionale 6 novembre 2015, n. 34 Legge di riconoscimento, tutela e promozione del diritto al cibo (BURL n. 46, suppl. del 10 Novembre 2015 ) urn:nir:regione.lombardia:legge:2015-11-06;34 Art. 1 (Principi

Dettagli

Prefazione. Se non cambiamo il nostro modo di pensare non riusciremmo mai a risolvere i problemi che noi stessi abbiamo creato Albert Einstein

Prefazione. Se non cambiamo il nostro modo di pensare non riusciremmo mai a risolvere i problemi che noi stessi abbiamo creato Albert Einstein Prefazione Se non cambiamo il nostro modo di pensare non riusciremmo mai a risolvere i problemi che noi stessi abbiamo creato Albert Einstein Durante l anno scolastico, nelle lezioni di scienze, gli insegnanti

Dettagli

Sostegno a distanza I nostri bambini di valore Haïti, Port-au-Prince

Sostegno a distanza I nostri bambini di valore Haïti, Port-au-Prince Fondazione AVSI www.avsi.org 20158 Milano Via Legnone 4 Tel. +39.02.67.49.881 - milano@avsi.org 47521 Cesena (FC) - Via Padre Vicinio da Sarsina 216 Tel. +39.0547.36.08.11 - cesena@avsi.org Se io fossi

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SCUOLA PRIMARIA PASCOLI SCUOLA SECONDARIA BONIFACIO

ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SCUOLA PRIMARIA PASCOLI SCUOLA SECONDARIA BONIFACIO PROGETTO DOPOSCUOLA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SCUOLA PRIMARIA PASCOLI SCUOLA SECONDARIA BONIFACIO TAM TAM Cooperativa Sociale IVia G. Marconi n.978/b 45021 Badia Polesine (RO) Tel.3332736263 e-mail tamtamcoop@

Dettagli

dello specifico ciclo produttivo ed una maggiore sensibilizzazione sulla rilevanza delle attività agricole nell ecosistema naturale ed ambientale e

dello specifico ciclo produttivo ed una maggiore sensibilizzazione sulla rilevanza delle attività agricole nell ecosistema naturale ed ambientale e Nel periodo 2000-2010 1 in Italia è stata registrata una riduzione dell 8% della Superficie Agricola Totale (che include i terreni produttivi e quelli non produttivi di un azienda agricola), una riduzione

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE. In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 38 del 15/02/2010 dichiarata immediatamente NELL INTENTO

IL DIRETTORE GENERALE. In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 38 del 15/02/2010 dichiarata immediatamente NELL INTENTO Prot. n. 2471 del 22/02/2010 BANDO ANNO 2010 PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE ATTIVITA COMMERCIALI, TURISTICHE, ARTIGIANALI E DEI SERVIZI. IL DIRETTORE

Dettagli

Classe 3 B sc. Padre Gemelli PROGETTO COMPRARE E VENDERE: OPPORTUNITĂ DIVERSE PER IMPARARE AD ARRICCHIRE INTERIORMENTE

Classe 3 B sc. Padre Gemelli PROGETTO COMPRARE E VENDERE: OPPORTUNITĂ DIVERSE PER IMPARARE AD ARRICCHIRE INTERIORMENTE I C PADRE GEMELLI-TORINO COMPETENZA IMPARARE AD IMPARARE Sapersi relazionare anno scolastico 2013-14 Classe 3 B sc. Padre Gemelli PROGETTO COMPRARE E VENDERE: OPPORTUNITĂ DIVERSE PER IMPARARE AD ARRICCHIRE

Dettagli

Il comportamento economico delle famiglie straniere

Il comportamento economico delle famiglie straniere STUDI E RICERCHE SULL ECONOMIA DELL IMMIGRAZIONE Il comportamento economico delle straniere Redditi, consumi, risparmi e povertà delle straniere in Italia nel 2010 Elaborazioni su dati Banca d Italia Perché

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2474 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI PREZIOSI, VILLECCO CALIPARI, ALBANELLA, ARLOTTI, BASSO, BRAGA, CAPOZZOLO, CARRESCIA, CASATI,

Dettagli

Ciao! Il mio nome è Bek e vivo in Etiopia.

Ciao! Il mio nome è Bek e vivo in Etiopia. Ciao! Il mio nome è Bek e vivo in Etiopia. eka 1 L Etiopia è forse il più antico stato africano. E riuscito a restare indipendente durante tutto il periodo coloniale, fatta eccezione per l occupazione

Dettagli

APPENDICE METODOLOGICA

APPENDICE METODOLOGICA APPENDICE METODOLOGICA Le indagini sul campo alla base del Rapporto su Torino di quest anno consistono in un ampia ricognizione e nell analisi di studi e ricerche prodotti di recente: sull area torinese,

Dettagli

GUIDA ALL USO DI. - Cos'è Investitempo.it? - Come Registrarsi ad InvestiTempo

GUIDA ALL USO DI. - Cos'è Investitempo.it? - Come Registrarsi ad InvestiTempo GUIDA ALL USO DI Questa guida è stata creata con il solo scopo di informare l utente sull uso corretto del sito affinchè lo stesso possa trarre il maggior guadagno possibile utilizzando correttamente gli

Dettagli

ActionAid International in Somaliland: grazie al contributo di Viaggiare!

ActionAid International in Somaliland: grazie al contributo di Viaggiare! ActionAid International in Somaliland: grazie al contributo di Viaggiare! IL SOMALILAND Più di un miliardo di persone, circa un sesto della popolazione mondiale, ancora oggi in Somaliland non ha accesso

Dettagli

G.C.A.R. IL NODO Via Zandonai 19 10154 TORINO tel: +39 011 201538 fax: +39 011 200262 e-mail: ilnodo@iol.it

G.C.A.R. IL NODO Via Zandonai 19 10154 TORINO tel: +39 011 201538 fax: +39 011 200262 e-mail: ilnodo@iol.it G.C.A.R. IL NODO Via Zandonai 19 10154 TORINO tel: +39 011 201538 fax: +39 011 200262 e-mail: ilnodo@iol.it Persona di riferimento: Andrea Procellana Tipologia di attività svolte: SITUAZIONE DI RIFERIMENTO:

Dettagli

I PROGETTI ADOTTATI DA 4CITIES4DEV cibo buono, pulito e giusto: l esperienza delle comunità del cibo

I PROGETTI ADOTTATI DA 4CITIES4DEV cibo buono, pulito e giusto: l esperienza delle comunità del cibo I PROGETTI ADOTTATI DA 4CITIES4DEV cibo buono, pulito e giusto: l esperienza delle comunità del cibo Orti comunitari di N Ganon e Nangounkaha, Costa d Avorio Foto Archivio Slow Food Progetto Slow Food

Dettagli

La gestione delle donazioni in Abruzzo dopo il terremoto del 2009

La gestione delle donazioni in Abruzzo dopo il terremoto del 2009 La gestione delle donazioni in Abruzzo dopo il terremoto del 2009 Nei mesi successivi al terremoto il Dipartimento di Protezione Civile, per gestire al meglio le offerte ricevute vis sms per il terremoto

Dettagli

CONDIZIONI DI FINANZIAMENTO

CONDIZIONI DI FINANZIAMENTO CONDIZIONI DI FINANZIAMENTO 1. Definizioni Nell ambito delle presenti Condizioni di Finanziamento, ciascuno dei seguenti termini, quando viene scritto con l iniziale maiuscola, sia al singolare che al

Dettagli

New Education For Liberation

New Education For Liberation Cotronix O.n.l.u.s. New Education For Liberation Nuova educazione per l emancipazione Il Contesto d intervento: ORIGINI DEL PROGETTO: Il progetto nasce dalla necessità di intervenire a sostegno di un infanzia

Dettagli

Le famiglie fanno Centro Progetto ai sensi della DGR n. 1216/2012

Le famiglie fanno Centro Progetto ai sensi della DGR n. 1216/2012 Comune di Gradara Provincia di Pesaro e UrBino Settore Politiche Sociali Assessore Solindo Pantucci Le famiglie fanno Centro Progetto ai sensi della DGR n. 1216/2012 A cura di: Dott.ssa Carmen Pacini Responsabile

Dettagli

UNA RICERCA ESPLORATIVA

UNA RICERCA ESPLORATIVA UNA RICERCA ESPLORATIVA ISTRUZIONE E CAPITALE SOCIALE Prof. Adriana Fazio Anno scolastico 2009/2010 1 Istruzione e capitale sociale Capitale sociale è una rete di relazioni caratterizzate da fiducia e

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

PROGETTO INIZIATIVE ESTIVE

PROGETTO INIZIATIVE ESTIVE PROGETTO INIZIATIVE ESTIVE OBIETTIVI GENERALI Le attività estive dell Ufficio Pio prevedono l erogazione di servizi ricreativi/educativi destinati ai minori nella fascia d età 6/14 anni durante la stagione

Dettagli

FONDAZIONE PROVINCIALE DELLA COMUNITA COMASCA ONLUS A) ASSISTENZA ANZIANI B) DISAGIO GIOVANILE C) INTERVENTI SOCIO-SANITARI OBIETTIVI DEL BANDO

FONDAZIONE PROVINCIALE DELLA COMUNITA COMASCA ONLUS A) ASSISTENZA ANZIANI B) DISAGIO GIOVANILE C) INTERVENTI SOCIO-SANITARI OBIETTIVI DEL BANDO FONDAZIONE PROVINCIALE DELLA COMUNITA COMASCA ONLUS 4 BANDO ANNO 2015 SETTORI A) ASSISTENZA ANZIANI B) DISAGIO GIOVANILE C) INTERVENTI SOCIO-SANITARI DA PRESENTARE ON LINE OBIETTIVI DEL BANDO Migliorare

Dettagli

CASO 1 (status e tutela giurisdizionale)

CASO 1 (status e tutela giurisdizionale) CASO 1 (status e tutela giurisdizionale) Djibril è nato nel 1989 ad Atar in Mauritania. La sua è una famiglia di Haratines, ovvero di schiavi neri discendenti dalle popolazioni locali, da sempre schiavi

Dettagli

Patto educativo di corresponsabilità Scuola Famiglia

Patto educativo di corresponsabilità Scuola Famiglia Patto educativo di corresponsabilità Scuola Famiglia (Approvato dal Consiglio d Istituto nella seduta del 18 dicembre 2008) ---------------- L Istituto Comprensivo VIA CASAL BIANCO è una scuola che svolge

Dettagli

Ufficio Politiche e Solidarietà Sociali

Ufficio Politiche e Solidarietà Sociali Ufficio Politiche e Solidarietà Sociali DISCIPLINARE DI FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO AFFIDO ANZIANI ART. 1 NATURA DEL SERVIZIO Il Comune di Mesagne intende realizzare il servizio di affidamento anziani,

Dettagli

Comune di Cassina de Pecchi REGOLAMENTO DI GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE IL PESCIOLINO ROSSO. Approvato con deliberazione 8/05/2014 N 64

Comune di Cassina de Pecchi REGOLAMENTO DI GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE IL PESCIOLINO ROSSO. Approvato con deliberazione 8/05/2014 N 64 Comune di Cassina de Pecchi REGOLAMENTO DI GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE IL PESCIOLINO ROSSO Approvato con deliberazione 8/05/2014 N 64 1 INDICE art. 1 Finalità del Servizio pag. 3 art. 2 Area di utenza

Dettagli

STATUTO. Approvato dall'assemblea dei soci del 27-05-14. Pag. 1! /! 9

STATUTO. Approvato dall'assemblea dei soci del 27-05-14. Pag. 1! /! 9 ! STATUTO Approvato dall'assemblea dei soci del 27-05-14 Pag. 1! /! 9 STATUTO TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 E costituita una libera associazione di volontariato denominata Nuova Associazione

Dettagli

AVVISO PER LA CONCESSIONE DI INCENTIVI E SUSSIDI DA PARTE DI EBITER FVG, COMITATO PROVINCIALE DI TRIESTE

AVVISO PER LA CONCESSIONE DI INCENTIVI E SUSSIDI DA PARTE DI EBITER FVG, COMITATO PROVINCIALE DI TRIESTE AVVISO PER LA CONCESSIONE DI INCENTIVI E SUSSIDI DA PARTE DI EBITER FVG, COMITATO PROVINCIALE DI TRIESTE 1. Finalità Principali finalità degli Enti Bilaterali sono l'agevolazione e l'assistenza delle aziende

Dettagli

Riforma della PAC Aiuti Diretti. CIA di Treviso - Working Progress - Ultimo Aggiornamento Fine Ottobre Riproduzione Vietata

Riforma della PAC Aiuti Diretti. CIA di Treviso - Working Progress - Ultimo Aggiornamento Fine Ottobre Riproduzione Vietata Riforma della PAC Aiuti Diretti Europa 2020 Aiuti diretti Quadro finanziario Pluriennale (QFP) per l Italia 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 TOTALE 3953,3 3902,0 3850,8 3799,5 3751,9 3704,3 3704,3 26.666,38

Dettagli

ASILO NIDO LA FILASTROCCA

ASILO NIDO LA FILASTROCCA ASILO NIDO LA FILASTROCCA Programmazione educativa 2012-2013 INDICE Finalità educative generali dell asilo e percorso educativo anno 2012/2013 Pag. 3 Organizzazione dell asilo Pag. 4-5 Organizzazione degli

Dettagli

BUSINESS PLAN e FINANZIAMENTI

BUSINESS PLAN e FINANZIAMENTI BUSINESS PLAN e FINANZIAMENTI 1 PREVENIRE I RISCHI si può? Sì, prima di avviare l impresa, con realismo e piedi per terra business plan (fatto da soli, vedi sito www. pd.camcom.it, miniguide) 2 PREVENIRE

Dettagli

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano CITTA-DIAMOCI La Caritas di Bolzano-Bressanone offre ai giovani interessati al Servizio Civile Nazionale tre posti all interno di strutture che lavorano con persone senza dimora. Descrizione progetti 1.

Dettagli

La Casa delle donne Benin

La Casa delle donne Benin La Casa delle donne Benin Il Sole Onlus Nel 1997 nasce, a Como, l Associazione Il Sole Onlus. Il suo obiettivo è, fin da subito, di garantire ai bambini, soprattutto nei Paesi in Via di Sviluppo, uguaglianza

Dettagli

EaSI: il programma dell Unione europea per l occupazione e l innovazione sociale*

EaSI: il programma dell Unione europea per l occupazione e l innovazione sociale* EaSI: il programma dell Unione europea per l occupazione e l innovazione sociale* Il programma Occupazione e innovazione sociale (EaSI- Employment and Social Innovation) è il nuovo strumento finanziario

Dettagli

Sogni da riaccendere Benin

Sogni da riaccendere Benin Sogni da riaccendere Benin Il Sole Onlus Nel 1997 nasce, a Como, l Associazione Il Sole Onlus. Il suo obiettivo è, fin da subito, garantire ai bambini, soprattutto nei Paesi in Via di Sviluppo, uguaglianza

Dettagli

LA DECRESCITA FELICE Viaggio alla ricerca del vivere a misura d uomo.

LA DECRESCITA FELICE Viaggio alla ricerca del vivere a misura d uomo. Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau LA DECRESCITA FELICE Viaggio alla ricerca del vivere a misura d uomo. Con la compartecipazione della Provincia di Bologna, Tavolo Provinciale per la Pace.

Dettagli

I tribali delle Palani Hills. Tamil Nadu India del Sud

I tribali delle Palani Hills. Tamil Nadu India del Sud I tribali delle Palani Hills Tamil Nadu India del Sud Tamil Nadu Il Tamil Nadu è uno stato federato situato sulla costa orientale della penisola indiana, è l undicesimo stato più grande dell India; presenta

Dettagli

COMUNITA PASTORALE Beati Giovanni Mazzucconi e Luigi Monza San Giovanni - Rancio - Laorca FONDO SOLIDALE DELLA COMUNITA

COMUNITA PASTORALE Beati Giovanni Mazzucconi e Luigi Monza San Giovanni - Rancio - Laorca FONDO SOLIDALE DELLA COMUNITA COMUNITA PASTORALE Beati Giovanni Mazzucconi e Luigi Monza San Giovanni - Rancio - Laorca FONDO SOLIDALE DELLA COMUNITA R E G O L A M E N T O Premessa Facendo proprie le considerazioni dell arcivescovo

Dettagli

COLLOQUIO DI SELEZIONE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI

COLLOQUIO DI SELEZIONE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI COLLOQUIO DI SELEZIONE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI 1. Qual è lo scopo del colloquio di selezione? Lo scopo del colloquio di selezione è: CAPIRE L INVESTIMENTO CHE DOVREMO FARE SULLA PERSONA IN

Dettagli

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi Allegato B REGOLAMENTO PER LA PREDISPOSIZIONE E PER IL FINANZIAMENTO DELLE IMPEGNATIVE DI CURA DOMICILIARE PER PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ PSICHICA ED INTELLETTIVA (ICDp) 1. Premessa La normativa nazionale

Dettagli

Rete Europea di Microfinanza Studio del Settore del Microcredito nell Unione Europea 2010 2011

Rete Europea di Microfinanza Studio del Settore del Microcredito nell Unione Europea 2010 2011 Rete Europea di Microfinanza Studio del Settore del Microcredito nell Unione Europea 2010 2011 Questionario per l indagine sulle istituzioni di microfinanza Sommario: I. Caratteristiche istituzionali chiave

Dettagli

Area Disabilita. Assistenza scolastica per l autonomia e la comunicazione dei disabili LIVEAS

Area Disabilita. Assistenza scolastica per l autonomia e la comunicazione dei disabili LIVEAS Area Disabilita Num. Scheda 1 TITOLO AZIONE o o Assistenza scolastica per l autonomia e la comunicazione dei disabili LIVEAS OBIETTIVI Come recita l articolo 12 della legge 104/92, scopo generale dell

Dettagli