Ente Camera di Commercio di Caltanissetta

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ente Camera di Commercio di Caltanissetta"

Transcript

1 Ente Camera di Commercio di Caltanissetta Progetto Specifico : Portale web relazionale del Distretto Turistico delle Miniere, dei servizi annessi, della relativa campagna di comunicazione web e del suo posizionamento. Speciale di Appalto CIG: Z8E12C1C96 - CUP: G62C

2 Sommario Capitolo 1 -Caratteristiche Generali... 3 Art. 1 - Stazione Appaltante... 3 Art. 2 - Oggetto dell intervento... 3 Art. 3 - Importo complessivo importo a base d asta... 3 Art. 4 - Durata del contratto... 4 Capitolo 2 -Descrizione dei lavori... 4 Art. 5 - Caratteristiche Generali... 4 Art. 6 - Portale di Web Marketing Turistico... 6 Art Progettazione contenuti e web design... 7 Art Registrazione nome a dominio e implementazione cms... 8 Art Elaborazione contenuti... 8 Art Sviluppo applicazione mobile Art. 7 - Gruppo di lavoro Art. 8 - Sala di Gestione e Controllo Art Server Rack Art UPS Rack Art Postazione Operatore Art Switch Art. 9 - Connessione internet Capitolo 3 -Gestione operativa e funzionale13 Art Piano di realizzazione delle attività Art Programmazione modalità di esecuzione del collaudo Art Fornitura, installazione e configurazione apparati Art Servizi di Assistenza tecnica evolutiva Art Livelli di Servizio Art Addestramento Art Garanzia Capitolo 4 -Disciplina economica e disposizioni contrattuali17 Art Piano di fatturazione e dei pagamenti Art Contabilizzazione e liquidazione dei lavori Art Pagamenti a saldo Art Penalità per ritardi nella esecuzione dei lavori Art Offerte anormalmente basse Art Spese contrattuali e cauzione definitiva Art Risoluzione del contratto Art Subappalto Art Divieto di cessione del contratto Art Fallimento dell Appaltatore Art Controversie Art Disposizioni Antimafia Art Disposizioni Finali Art Rinvio

3 Capitolo 1 - Caratteristiche Generali Art. 1 - Stazione Appaltante Ente Camera di Commercio di Caltanissetta, di seguito Amministrazione. Art. 2 - Oggetto dell intervento La Camera di Commercio di Caltanissetta su incarico del Distretto intende affidare il servizio di progettazione, Portale web relazionale del Distretto Turistico delle Miniere, dei servizi annessi, della relativa campagna di comunicazione web e del suo posizionamento tenuto conto del Piano di Sviluppo Turistico e di quanto richiesto nel presente. La costruzione del portale web del Distretto delle Miniere è finalizzata alla realizzazione di uno strumento di promozione turistica, multimediale e dinamico del patrimonio del Distretto, che interagisca efficacemente con l utenza e che risponda alle nuove e crescenti esigenze di utilizzo della rete Internet per ottenere informazioni turistiche. Il presente documento illustra gli elementi progettuali e ciò che concerne le attività per la realizzazione del progetto avente titolo: Portale web relazionale del Distretto Turistico delle Miniere, dei servizi annessi, della relativa campagna di comunicazione web e del suo posizionamento Il progetto si articola nei seguenti punti: Fornitura e servizi di realizzazione chiavi in mano di una piattaforma di web marketing a scopo turistico promozionale. Fornitura e servizi di realizzazione della centrale di controllo del portale. Servizio di creazione, elaborazione dei contenuti che popolano il portale Fornitura e servizio di realizzazione di collegamento internet dedicato per il portale. Servizio di assistenza tecnica evolutiva per la durata di 12 mesi dell intero sistema La realizzazione dell intero sistema dovrà essere eseguita secondo la formula chiavi in mano, ossia comprensiva anche delle componenti eventualmente non esplicitate, ma necessarie al soddisfacimento di tutti i requisiti progettuali, nonché di tutte le autorizzazioni previste dalla vigente normativa. Art. 3 - Importo complessivo importo a base d asta Euro ,00 (centodiciassettemilacentosettantotto/00) oltre IVA 3

4 Art. 4 - Durata del contratto L'appalto di cui al presente avrà durata massima di mesi 6 (sei) o il minor tempo come esplicitato in sede di offerta tecnica, con decorrenza dal verbale di avvio dell esecuzione del contratto ai sensi dell art. 304 del D.P.R. 207/2010 e ss.mm.ii. nel rispetto del Piano Temporale previsto dal presente capitolato come, eventualmente, rimodulato dall offerta tecnica dell aggiudicatario. Resta inteso che l eventuale estensione del periodo di assistenza e manutenzione, esplicitata in sede di offerta, non costituisce durata contrattuale come definita nel presente capitolato. Il verbale di avvio dell esecuzione del contratto sarà redatto entro il termine massimo di giorni trenta dalla data di sottoscrizione del contratto d appalto ed a tale verbale saranno allegate le consistenze delle strumentazioni presenti nei siti interessati dal progetto e che saranno redatte preventivamente alla data di sottoscrizione del verbale. Capitolo 2 - Descrizione dei lavori Di seguito è illustrato il sistema nella sua interezza e, per ogni elemento costituente, sono indicate le specifiche tecniche e le modalità di realizzazione. Le informazioni progettuali indicate di seguito non hanno effetto vincolante se non nel rispetto dei requisiti minimi richiesti e nel risultato atteso. Art. 5 - Caratteristiche Generali Il progetto prevede la realizzazione di un portale di web marketing a scopo turistico al fine di promuovere il Distretto Turistico delle Miniere (con l obiettivo di creare memoria anche storica dei luoghi), fornendo informazioni di taglio pratico e cartografico (per consentire l effettiva fruibilità delle risorse turistiche) e stimolando la personalizzazione della propria esperienza di soggiorno. Le evoluzioni del Web 2.0 hanno messo a disposizione degli utenti una ricca massa di informazioni, in passato possedute solo dagli agenti di viaggio e ora di dominio pubblico, in una prospettiva di sempre maggiore autoorganizzazione e disintermediazione del cliente. La ricchezza del capitale informativo rende il turista selettivo e critico nei confronti dell offerta, non solo in termini di competitività e convenienza economica ma ancor più di qualità dell esperienza del viaggio. Un potere contrattuale intensificato, poi, dal fattore comunicazione, cioè dal tam-tam mediatico generato nella Rete ad opera dei feed-back dei clienti, agenti ormai non solo di se stessi ma anche degli altri, in una logica di scambio e capitalizzazione delle esperienze. La comunicazione deve, pertanto, diventare mirata, targettizzata, cucita su misura del singolo turista. Oggi non è più concesso pensare al turista come ad un modello teorico ed universalmente valido. E' necessario rivolgersi alla pluralità dei potenziali turisti per essere in grado di cogliere tutte le diverse domande alle quali la campagna di promozione turistica deve riuscire a trovare risposta. L'attrattività di una destinazione non dipende solamente dal contenitore, ossia dall'ambiente, ma sempre di più dal suo contenuto. Occorre mutare l'organizzazione che negli anni precedenti si è basata su una comunicazione unilaterale e che oggi ha bisogno di nuove proposte che diversifichino sempre più la tipologia dell'offerta interagendo con la 4

5 flessibilità ed i mutamenti del mercato della domanda sempre più condizionata dai vettori (soprattutto aerei) attraverso una moltitudine di opportunità di voli low-cost che giornalmente vengono inserite nella rete. Le iniziative perseguibili per la valorizzazione del prodotto turistico distretto delle Miniere dovranno muoversi in un contesto coordinato di interventi finalizzato ad aumentare i flussi e la domanda di consumo soprattutto nei periodi di bassa stagione in modo da incrementare la percentuale di occupazione dei posti letto e l'incremento della spesa turistica giornaliera. Il raggiungimento di questi obiettivi non può prescindere dalla definizione di un percorso di programmazione e di pianificazione che preveda la definizione precisa di strategie di mercato, di obiettivi di marketing e di iniziative pratico-operative e di coordinamento. Ogni utente-navigatore e potenziale turista potrà scegliere le combinazioni di servizi e proposte che più aderiscono alle proprie aspettative, preferenze ed esigenze. Individuare e promuovere itinerari tematici e percorsi integrati che permettano la migliore fruizione delle risorse turistiche locali, garantendo l intera ed omogenea copertura del territorio: all integrazione e valorizzazione dei presidi minerari, dei luoghi storici, delle ex residenze connessione alle piste ciclabili, definizione di percorsi dell eccellenze e luoghi dei personaggi storici- Luoghi d autore della letteratura contemporanea, Marchi storicidelle produzioni distrettuali ed enogastronomici dell entroterra. Il portale ha come obiettivo quello di promozionare il patrimonio del territorio del Distretto delle Miniere (gli eventi i percorsi naturalistici storico archeologici ed enogastronomici per la migliore fruizione di specifiche attrattività riconducibili in particolare alle tipologie di turismo culturale, natura e sport ed enogastronomico per specifiche nicchie di mercato. Gli obiettivi che attraverso il progetto si intendono traguardare sono: 1) Fornire un informazione ampia ed esaustiva sulle attività e i servizi turistici presenti e fruibili sul territorio; 2) Ammodernare l interazione relazionale con gli utenti. 3) Sostenere la vocazione turistica del territorio; Attraverso un apposita attività di scouting ed elaborazione e re-ingegnerizzazione delle informazioni sarà focalizzata l attenzione sul posizionamento strategico dell intera promozione sui principali motori di ricerca e si attuerà la promozione dei servizi genericamente indicati come turistici sul portale web realizzato. Le nuove tecnologie ed in particolare la navigazione da smartphone e l'utilizzo di applicazioni (IOS, Android e Windows phone), rappresentano un importante strumento di marketing, per il potenziamento della promozione del territorio e per migliorare la capacità attrattiva nei confronti dei flussi turistici. L obiettivo strategico del nuovo portale, da perseguire sia attraverso l' architettura web che attraverso la linee di comunicazione strategica attuate, permetterà una navigazione basata sulla user experience, molto profilata sull utente, ricca di servizi, facile e intuitiva. Il progetto inoltre prevede l'organizzazione completa dei contenuti relativi all offerta turistica, secondo i bisogni della domanda, dei target e dunque del singolo viaggiatore. Riepilogano il progetto prevede: 5

6 Fornitura e servizi di realizzazione chiavi in mano di una piattaforma di web marketing a scopo turistico promozionale. Fornitura e servizi di realizzazione della centrale di controllo del portale. Servizio di creazione, elaborazione dei contenuti che popolano il portale Fornitura e servizio di realizzazione di collegamento internet dedicato per il portale. Per un periodo di 12 mesi. Servizio di assistenza tecnica evolutiva per la durata di 12 mesi dell intero sistema Art. 6 - Portale di Web Marketing Turistico Di seguito sono elencate le macro attività necessarie alla realizzazione e continuità operativa del portale. PROGETTAZIONE ARCHITETTURA DEI CONTENUTI E WEB DESIGN progettazione dell architettura dei contenuti (modello di navigazione) progettazione grafica del layout web (in responsive design), progettazione grafica dell'applicazione mobile; Progettazione degli elementi grafici delle pagine ufficiali sui canali social REGISTRAZIONE NOME A DOMINIO E IMPLEMENTAZIONE CMS Registrazione del nome a dominio; Implementazione del CMS ( gestore dei contenuti) Gestione delle pagine web tramite CMS REALIZZAZIONE PIATTAFORMA SERVER Fornitura ed installazione server Fornitura ed installazione postazione operatore Accessori ELABORAZIONE CONTENUTI redazione dei testi; servizio fotografico dei luoghi; 6

7 produzione di video di breve durata (pillole web ) traduzione dei contenuti ; Importazione in audio dei contenuti; allestimento e redazione delle pagine con i contenuti da aggiornare allestimento della sezione agenzie e strutture alberghiere e ristorative l inserimento dei principali servizi turistici ed eventi Itinerari e percorsi WEB MARKETING La campagna di posizionamento strategico, concerne il posizionamento nei principali motori di ricerca tramite ottimizzazione del codice delle pagine web e con l'individuazione delle coordinate oggettive del sito: parole chiave (keywords), vision, mission. SVILUPPO APPLICAZIONE MOBILE Progettazione, sviluppo e rilascio dell'applicazione ( Apple Android); Art Progettazione contenuti e web design Progettazione e realizzazione dell architettura (modello di navigazione) prevedendo massima integrazione con i principali social network Mediante l'utilizzo delle API messe a disposizione i contenuti social verranno implementati all'interno del portale facendoli diventare parte integrante del messaggio. Il portale dovrà prevedere l'accesso ai suoi contenuti in Italiano e nelle lingue Inglese, Tedesco, Francese e altra lingua. Il web design del portale del Distretto deve prevedere l attività di copy writing per le parti statiche del portale (ad esempio pagina di presentazione della destinazione, delle aree territoriali, etc). Al fine di una migliore e moderna navigazione multi canale (pc, tablet, smartphone, monitor multimediali ecc.) il layout del portale dovrà essere progettato con la tecnica del responsive design. Il Responsive Design è un tipo di sviluppo grafico per il web che rende un sito internet adattabile graficamente agli schermi di diverse dimensioni e risoluzioni e quindi a diversi dispositivi. La grafica delle pagine web, deve prevedere lo sviluppo iniziale di almeno tre modelli di esempio del layout grafico, in differenti tonalità di colore ed in modo che si possa desumere complessivamente la strategia di comunicazione per lo sviluppo del sito. Il progetto di web design dovrà comprendere più precisamente: 7

8 - ideazione, progettazione e realizzazione complessiva del layout grafico della home page e delle pagine interne. L obiettivo strategico da perseguire, sia attraverso la architettura web che attraverso la linea di comunicazione (visual e copy), è permettere una navigazione basata sulla user experience. - attività di copy legata agli elementi strutturali del portale (parte statica); - La progettazione degli elementi grafici da utilizzare nell'applicazione mobile; - La progettazione degli elementi grafici delle pagine ufficiali sui canali social. - Il portale dovrà essere accessibile secondo le norme della legge 4/2009 e ss.mm.ii. Art Registrazione nome a dominio e implementazione cms E' richiesta la registrazione per la durata di anni 1 del nome a dominio. A seguito della attività dovrà essere possibile associare a dominio altri 3 nomi tramite redirect. I suddetti nomi a dominio saranno configurati insieme al servizio di posta elettronica non certificata su un servizio di server dedicato. L Aggiudicatario si impegna a consegnare al termine del contratto il sistema in piena efficienza operativa e conforme ai requisiti di sicurezza richiesti per norma o regolamento e, fin d ora, a collaborare con l eventuale subentrante per il periodo di presa in carico del sistema, fornendo tutte le istruzioni, le informazioni e la documentazione aggiornata, necessarie per l espletamento del servizio. Sul server dedicato sarà installato e configurato il CMS, di tipo open source e non a codice proprietario, per la gestione dei contenuti dinamici per permettere la costruzione / editing di pagine web. La gestione delle pagine web avverrà tramite area riservata accessibile solo alla redazione dell Ente e tramite una combinazione di login/password che consenta di intervenire direttamente sul sito per eventuali operazioni di aggiornamento, modifiche e aggiunte dei contenuti informativi presenti nelle pagine web. L'aggiudicatario dovrà fornire un training formativo al personale indicato dal Distretto ed erogato anche in modalità on-the-job in 4 (cinque) giornate/uomo. Art Elaborazione contenuti L obiettivo del portale è il coinvolgimento emotivo ed intellettuale oltre alla memorabilità, fornendo informazioni di taglio pratico e cartografico (per consentire l effettiva fruibilità delle risorse turistiche) e stimolando la personalizzazione della propria esperienza di soggiorno. In coerenza con questo obiettivo il soggetto aggiudicatario dovrà assicurare la redazione di testi originali che, pur mantenendo il necessario rigore scientifico, descrivano e raccontino il territorio del distretto, dei comuni e dei più importanti monumenti come meglio elencati nel piano di sviluppo turistico del Distretto. Configurazione di possibili offerte turistiche integrate, a scala distrettuale, costituenti una filiera completa tra attori pubblici e privati (ad esempio: i vettori, le strutture turistico ricettive, gli operatori della ristorazione, gli enti pubblici gestori degli accessi ai contenitori di beni culturali o ai beni culturali stessi, le aziende operanti in materia di trasporto locale pubblico o privato, gli operatori del marketing, etc).; 8

9 Implementazione e definizione di itinerari tematici. Tale attività deve produrre itinerari tematici e percorsi integrati condivisi dal partenariato e dagli stakeholders che permettano la migliore fruizione delle risorse turistiche locali, garantendo l intera ed omogenea copertura del territorio: all integrazione e valorizzazione dei presidi minerari, dei luoghi storici, delle ex residenze connessione alle piste ciclabili, definizione di percorsi dell eccellenze e luoghi dei personaggi storici- Luoghi d autore della letteratura contemporanea, Marchi storicidelle produzioni distrettuali ed enogastronomici dell entroterra. I testi dovranno assicurare la descrizione dei siti Minerari dei distretto (accessibilità orari di visita, programmazione visite guidate, storia, immagini storiche ) il patrimonio dei beni architettonici, dei centri storici, dei monumenti, della storia del territorio e dei suoi personaggi storici e folcloristici, delle feste legate alla tradizione religiosa e territoriale, dei beni paesaggistici (riserve e percorsi naturalistico-sportivi), dei siti di particolare valenza paesaggistica e panoramica, dei prodotti tipici del territorio, della loro storia e delle ricette tradizionali. Il portale dovrà inoltre contenere sezioni dedicate: a tutte le strutture ricettive presenti sul territorio (alberghi, agriturismo, bed and breakfast, ristoranti, ostelli, campeggi), ristorative nei vari Comuni consultabile attraverso diverse chiavi di accesso; alle informazioni su fiere ed eventi, con un calendario degli eventi di interesse pubblico delle fiere delle feste religiose delle manifestazioni turistiche alle informazioni sulle Strutture preposte all informazione turistica e ai servizi turistici del Distretto (Pro loco, Sportelli informativi, sedi comunali) Tutti i beni descritti e gli elementi contenuti nelle sezioni dedicate dovranno essere geolocalizzati e riportati su una mappa interattiva contenuta nel portale. L'impresa candidata potrà esprimere la propria capacità nell'assolvere a questo specifico servizio attraverso la professionalità del gruppo di lavoro coinvolto e dovrà presentare, in formato elettronico e cartaceo, almeno 3 soluzioni prospettate utilizzando anche lavori già realizzati. Prima della pubblicazione tutti i testi dovranno essere approvati dall'ente committente. I testi redatti in lingua Italiana saranno tradotti nelle seguenti lingue Inglese, Tedesco, Francese ed un altra lingua E' richiesta la realizzazione di un servizio fotografico sui beni del territorio del Distretto. Il servizio fotografico nel numero minimo di almeno n. 5 foto per ogni soggetto (si stimano circa 200 soggetti) diventeranno parte del patrimonio fotografico del Distretto il quale ne avrà il diritto d uso esclusivo e potrà utilizzarli anche in materiali diversi rispetto a quanto contenuto nel presente bando di gara. A titolo esemplificativo ma non esaustivo l Aggiudicatario dovrà occuparsi di: scelta delle location, organizzazione e gestione dell eventuale casting, compenso degli eventuali protagonisti/testimonial scelti per gli scatti, produzione e postproduzione. 9

10 Pertanto, nella elaborazione della offerta economica, l Aggiudicatario dovrà considerare anche i costi derivanti da questa attività. Produzioni e l inserimento di brevi video (da 30 a 4 min) da utilizzare a scopi promozionali che l'aggiudicatario dovrà attivare, sia sui principali canali web (tipo Youtube) che su tv o altri canali video che dovranno essere previsti nella relazione da presentare. Video che descrivano e raccontino il territorio del distretto, percorsi itinerari i comuni e i più importanti il patrimonio minerario WEB MARKETING La promo-commercializzazione attraverso il web segue una strategia di marketing interattivo ed esperienziale che tiene conto dei comportamenti dei consumatori on-line prendendo in esame il processo decisionale ed operativo che caratterizza gli acquisti su Internet. L'obiettivo dei messaggi è portare il navigatore a quel click in più che lo porta a scegliere il prodotto Sicilia in un mercato sempre più competitivo. Con le nuove tecnologie dell'informazione e comunicazione si può mostrare la vetrina digitale dei territori del Distretto delle Miniere che valorizza i suoi prodotti turistici relativi al vasto patrimonio minerario, artistico, paesaggistico, culturale, storico, eno/agroalimentare ed altro ancora in tutto il mondo, senza confini, e in tutte le forme linguistiche dei navigatori. La strategia web prevede pertanto che i riflettori siano puntati sul turista, fruitore ultimo dell'offerta, detentore del potere decisionale il quale avendo uno scenario ricchissimo di offerte, informazioni ed emozioni, necessita di notizie precise, trasparenti, ma anche accattivanti, originali e coinvolgenti. Pianificazione di una campagna di web marketing con l'obiettivo di costruire la destination reputation del territorio. Al fine di valorizzare e promuovere il portale e la destinazione la campagna prevederà il posizionamento strategico con apposita attività di SEO sui principali motori di ricerca internazionali. La campagna di posizionamento strategico, concerne il posizionamento nei principali motori di ricerca tramite ottimizzazione del codice delle pagine web e con l'individuazione delle coordinate oggettive del sito: parole chiave (keywords), vision, mission. Queste coordinate diventeranno il biglietto da visita in ciascuno dei motori individuati. La campagna dovrà prevedere anche l utilizzo della tecnologia Google Adwords. Al fine di rendere misurabile l efficacia di questa iniziativa, saranno opportunamente concordate con l'ente appaltante le aree geografiche e le parole chiave dove far comparire l annuncio, mirando con ancor maggior precisione ad un target ben definito. Dovrà essere attivato e gestito l'account su Tripadvisor for business per i profili organizzazioni turistiche. Al fine di poter monitorare e misurare l'attività di web marketing si utilizzerà lo strumento di google analitycs, a tal fine l'aggiudicatario si impegna ad attivare e configurare il relativo account 10

11 Art Sviluppo applicazione mobile Progettazione, sviluppo e rilascio dell'applicazione ( Apple Android); L applicazione deve essere progettata per facilitare la fruizione dei contenuti già presenti sul portale (testi, audio e video) in versione mobile. Funzionalità e caratteristiche principali richieste: 1. Mappa dei Punti di Interesse (chiesa, monumento, piazza etc) attorno all'utilizzatore; In prossimità del Punto di Interesse (chiesa, monumento, piazza) dovrà essere proposto il documento multimediale disponibile ( testi, audio, video). 2. L'applicazione a partire dalla posizione dell'utilizzatore deve proporre su una mappa interattiva gli itinerari possibili. 3. L applicazione deve essere originale e i singoli moduli ed altri elementi che la compongono, ivi comprese le immagini utilizzate, non devono violare le disposizioni normative vigenti sul diritto d'autore; 4. l applicazione dovrà essere utilizzabile sia con smartphone e tablet dotati di sistema operativo Android, IOs per ipad o iphone, Windows Phone; 5. l applicazione dovrà essere realizzata in italiano e nelle lingue previste per i testi del portale. Art. 7 - Gruppo di lavoro L Aggiudicatario, in considerazione della natura dell attività oggetto del presente capitolato, dovrà garantire (specificandolo nella offerta tecnica ed economica e allegando i singoli curriculum vitae firmati da ciascuna risorsa umana e dal legale rappresentante dell'impresa candidata) un gruppo di lavoro, con la seguente composizione minima: n. 1 Web Master/Developer esperto in sviluppo di applicazioni con una esperienza professionale di almeno 3 anni nel ruolo; n. 1 Web designer, con almeno 3 anni di esperienza nel ruolo, in progettazione grafica di siti web complessi e strumenti web. n.1 Fotografo con una esperienza professionale di almeno 3 anni nel ruolo, in progetti di comunicazione complessi e campagne di comunicazione; Il gruppo di lavoro deve essere caratterizzato da un approccio organizzativo flessibile per rispondere alle esigenze che potranno presentarsi nel corso dello svolgimento delle attività. Art. 8 - Sala di Gestione e Controllo La sala di controllo conterrà l intera piattaforma: allo scadere dei 12 mesi di assistenza tecnica che l aggiudicatario dovrà fornire, il sistema sarà gestito dal personale interno al Distretto o del soggetto attuatore opportunamente 11

12 Durante i 12 mesi di assistenza tecnica l intero sistema dovrà esser accessibile da remoto all Aggiudicatario al fine di risolvere le problematiche occorrenti che includono anche eventuali richieste di aggiornamento. L infrastruttura HW dovrà essere composta dei seguenti elementi: N 1 server tower per la gestione e dei dispositivi integrati; N 1 UPS tower; N 2 postazioni operatore completo di monitor 26 ; N 1 switch per la connessione alla rete LAN interna. Tutti gli elementi dovranno essere accessibili, internamente alla LAN, al personale autorizzato. Art Server Rack Si richiede la fornitura, l istallazione e configurazione di N 1 server che conterrà la piattaforma nella sua interezza. Principali caratteristiche di riferimento: Numero Processori Inclusi : 1, Numero Processori Max : 2, Xeon Quad-Core, 2,40 GHz, Bit 64; Banchi RAM Totali : 12, RAM Installata : 4 GB, RAM Massima : 64 GB, DDR 3; Storage: capacità a disposizione 4 TB; Connettività: scheda di rete Gigabit Ethernet; Case: Numero unità rack 1, Nero; Grafica: Integrata, ATI, ES1000, Memoria Dedicata 32 MB. SW Operativo Windows Server 2008 R2 Art UPS Rack L UPS, in modalità tower, dovrà essere a servizio e protezione degli elementi installati. Principali caratteristiche di riferimento: Protezione Server e reti pc, Interruttore automatico, VI ( Voltage Independent); 1500 Va, Spine elettriche connettibili 7, IEC C13 - IEC C19, Frequenza d'uscita Minima 57 Hz, Frequenza d'uscita Massima 63 Hz; Batterie Ermetiche al piombo; N 1 connettori in ingresso; Connettività Usb; Art Postazione Operatore Le postazioni operatore dovranno essere due e ciascuna costituita da un pc multimediale attraverso il quale saranno effettuate tutte le operazioni per la gestione dei servizi oggetto del progetto. Principali caratteristiche di riferimento: 12

13 Processore Intel, Core i3, 3,30 GHz, 64 bit; Ram 4 GB; Memoria di massa 500 GB, HDD (Hard Disk Drive); Scheda grafica dedicata da 1000 MB; Sistema Operativo Windows 7, Home Premium, Bit S.O. : 64. Unità Ottica DVD±RW DL 8x read, 6x write; Connettori 4 USB frontali, 6 USB posteriori; Chassis Tower. Monitor multimediale con lunghezza diagonale (polliciaggio) di 26"; Formato 16:10; Luminosità: 300 cd/m² Dot pitch: 28 mm; Frequenza ottimale 76 HZ. Art Switch Lo switch previsto dovrà connettere il sistema descritto alla LAN esistente. Principali caratteristiche di riferimento: Connettività RJ-45 10/100/1000 MBPS, N 12 porte LAN N 4 porte uplink RJ-45 10/100/1000; Managed; Supporto Routing (Layer 3), Quality Of Service (QOS), 256 Vlan supportate; Alimentatore incluso; Art. 9 - Connessione internet Si richiede la fornitura di una linea internet dedicata ed attestata presso la centrale di gestione e controllo al fine di garantire il servizio internet per la agli hot spot installati nei siti in modalità centralizzata. Il profilo richiesto è di 2 Mbit/s in Downlink, 2 Mbit/s in Uplink e di 1 Mbit/s di BMG con livello di affidabilità L2. Il servizio di rete dovrà esser garantito per un minimo di 12 mesi. Capitolo 3 - Gestione operativa e funzionale Di seguito sono illustrati e regolamentati i servizi richiesti e le modalità con cui questi dovranno essere eseguiti. Nello specifico si fa riferimento: - Al piano di realizzazione ed attivazione dell opera; - Alle modalità di espletamento dei lavori per la realizzazione del sistema; - Ai servizi di assistenza tecnica evolutiva - ai servizi relativi alla formazione ed al trasferimento delle competenze. Art Piano di realizzazione delle attività Tutte le attività connesse alla realizzazione del Sistema, oggetto del presente, dovranno soddisfare i vincoli temporali massimi (6 mesi) o secondo il piano di realizzazione e attivazione indicato dall aggiudicatario nell offerta tecnica. Art Programmazione modalità di esecuzione del collaudo Secondo quanto indicato nel piano di realizzazione ed attivazione dell opera, le attività di collaudo saranno espletate nel seguente modo entro 15 giorni dalla data di comunicazione dell Aggiudicatario della ultimazione dei lavori. 13

14 Le operazioni di collaudo, svolte dall Amministrazione in contraddittorio con il soggetto aggiudicatario, saranno effettuate sulla base del manuale di collaudo consegnato dal soggetto aggiudicatario. Il risultato del collaudo dovrà essere documentato dal verbale di collaudo. Un collaudo si definisce positivo quando tutti i test eseguiti risultano conformi ai valori definiti nella presente specifica o nelle norme di riferimento applicabili. Un collaudo si definisce negativo quando almeno uno dei test previsti dia esito negativo L'esito positivo del collaudo definitivo - secondo l articolazione sopra riportata - si intende vincolante ai fini della fatturazione, da parte del Soggetto aggiudicatario, dei relativi stati di avanzamento, secondo il piano di fatturazione indicato nel disciplinare di gara. Un eventuale esito negativo del collaudo darà origine ad un periodo massimo di 20 (venti) giorni a disposizione dell Aggiudicatario per eliminare le non conformità emerse nel corso del collaudo. Decorso tale termine sarà effettuata una nuova sessione di collaudo. Un ulteriore esito negativo comporterà l applicazione delle penali come descritto nel disciplinare di gara, e darà seguito ad un nuovo periodo di 15 (quindici) giorni a disposizione dell Aggiudicatario per eliminare le non conformità ed effettuare l ultima sessione di collaudo utile. In caso di terzo esito negativo del collaudo il contratto di appalto è risolto ai sensi e per gli effetti dell art c.c., salvo il risarcimento dei danni, come specificato nel disciplinare di gara. Le prove da effettuare potranno comprendere: verifica della configurazione hardware e software degli apparati verifica della qualità delle comunicazioni; verifica dei contenuti minimi richiesti e quelli proposti quali migliorie in sede di offerta verifica dei servizi, prestazioni e funzionalità delle piattaforme SW fornite; comparazione tra le funzionalità richieste e quelle dichiarate dei sistemi (HW+SW) offerti; Art Fornitura, installazione e configurazione apparati La fornitura, installazione e configurazione di tutti gli apparati previsti per la realizzazione dell intero sistema dovrà avvenire secondo i termini fissati per le diverse fasi descritte nel Piano di attivazione. La fornitura dovrà comprendere complessivamente quanto necessario alla realizzazione a regola d arte dell intero sistema, di quanto previsto nel presente e degli eventuali miglioramenti offerti dal concorrente in sede di gara. 14

15 Pertanto, la realizzazione dell intero sistema dovrà essere eseguita secondo la formula chiavi in mano, ossia comprensiva anche delle componenti eventualmente non esplicitate, ma necessarie al soddisfacimento di tutti i requisiti dell appalto stesso, nonché di tutte le autorizzazioni previste dalla vigente normativa. Saranno interamente a carico dell aggiudicatario tutti i relativi oneri economici, ivi compresi, a titolo indicativo, quelli inerenti le operazioni di imballo, nolo e trasporto del materiale, di spedizione, di recupero e di smaltimento degli imballi, e ogni altra attività accessoria, il tutto per la consegna ed installazione prevista all interno dei locali tecnici individuati dall Amministrazione. L Aggiudicatario effettuerà la consegna dei beni a proprio rischio, assumendo a proprio carico le spese di ogni natura. In particolare, sono a carico dell Aggiudicatario i rischi di perdite e danni alle apparecchiature durante il trasporto e l installazione. Si evidenzia che in tutti i locali tecnici individuati, oggetto di attività di installazione, sarà disponibile esclusivamente tensione a 220 V in c.a. Il Soggetto aggiudicatario dovrà quindi predisporre tutte le componenti necessarie per rendere compatibile la tensione a 220 V in c.a. con i propri apparati. I prodotti forniti a seguito dell'aggiudicazione devono essere originali e recanti il marchio del Costruttore nel rispetto della normativa vigente che regolamenta la loro produzione, commercializzazione ed utilizzazione. Inoltre, le apparecchiature devono rispettare, per le singole specifiche caratteristiche, le vigenti prescrizioni in materia di sicurezza tra le quali, a titolo indicativo e non esaustivo: L. 186/1968, D.Lgs. 81/2008, D.M. 37/2008, norme CEE di riferimento. L Aggiudicatario dovrà fornire idonea documentazione in merito alla sicurezza di quanto fornito ed in particolare dovrà documentare la presenza eventuale di sostanze nocive o cancerogene. Art Servizi di Assistenza tecnica evolutiva Le attività base di assistenza e manutenzione che dovranno essere espletate riguardano i pannelli multimediali e la rete di telecomunicazioni. Il servizio di Assistenza tecnica dovrà includere le seguenti funzionalità: Help Desk Unico punto di accesso a tutte le funzioni di assistenza. La unità operativa deputata dovrà, come requisiti minimi, accogliere ed analizzare la segnalazione ricevuta, fornire le dovute informazioni preliminari, attivare la tipologia di interventi secondo gravità (assistenza remota; assistenza tecnica on-site, etc.), dare visibilità della soluzione al personale dell Amministrazione. Assistenza correttiva Riguarda tutte le attività di intervento a fronte di un guasto, un problema o un cambio nella configurazione dei servizi erogati. 15

16 I Soggetti proponenti dovranno in sede di offerta illustrare le modalità di espletamento del servizio. Al fine di dare chiara evidenza dei livelli di servizio minimi che dovranno essere richiesti, relativamente alla gestione e ripristino di un guasto, si definiscono: Guasto Bloccante: guasto che provoca la totale indisponibilità della connettività e/o dei servizi veicolati Guasto Non Bloccante: guasto che provoca un degrado delle performance della connettività rispetto agli standard garantiti e un limitato utilizzo dei servizi veicolati. Tempo di Risposta al Disservizio: tempo intercorrente tra l apertura del trouble ticket, in seguito alla segnalazione del disservizio all Impresa da parte dell Amministrazione o di personale esterno incaricato dall Amministrazione e la comunicazione da parte dell Impresa all Amministrazione della diagnosi del guasto e delle previsioni sul tempo di ripristino. Tempo di Ripristino del Servizio: tempo intercorrente tra l apertura del trouble ticket, in seguito alla segnalazione del disservizio all Impresa da parte dell Amministrazione o di personale esterno incaricato dall Amministrazione e la chiusura del trouble ticket in concomitanza con la comunicazione da parte dell Impresa all Amministrazione dell avvenuto ripristino del corretto funzionamento della risorsa coinvolta nel guasto. Art Livelli di Servizio L Impresa dovrà garantire il Servizio di Assistenza per 12 mesi a decorrere dalla data di collaudo. Livelli di servizio minimi richiesti TIPOLOGIA DI INTERVENTO FREQUENZA HELP DESK Con supporto Operatore Lun-Ven, festivi esclusi, dalle ore 9:00 alle ore 18:00 ASSISTENZA CORRETTIVA Con supporto Operatore Lun-Ven, festivi esclusi, dalle ore 9:00 alle ore 18:00 SERVIZIO DI RIPRISTINO DEL GUASTO Tipologia Guasto Tempo di risposta al disservizio Tempo di ripristino del servizio Non Bloccante 8 h 96 h salvo attività di sviluppo Bloccante 4 h 72 h salvo attività di sviluppo 16

17 Art Addestramento Il soggetto aggiudicatario dovrà provvedere alla formazione del personale preposto all uso e gestione del sistema e dovrà provvedere alla fornitura dei manuali d uso operativo. La formula prevista dall Amministrazione è quella del training on the job e non dovrà esser inferiore a 4 gg. I soggetti partecipanti dovranno illustrare il programma formativo proposto. In fase di valutazione delle offerte la Commissione terrà conto degli argomenti che saranno proposti in fase di addestramento e del modello di gestione ed erogazione della formazione. Art Garanzia Tutti gli elementi oggetto della fornitura il che comprende gli apparati HW e SW dell intero sistema dovranno essere corredati di garanzia delle case costruttrici dalla durata minima di 12 mesi. La formula deve comprendere tutte le possibili cause di malfunzionamento che non sono imputabili a: manomissione dell apparecchio (sia HW che SW) azioni dolose sia dirette che indirette ed ad esse riconducibili. Capitolo 4 - Disciplina economica e disposizioni contrattuali Art Piano di fatturazione e dei pagamenti La sottoscrizione del contratto non impegna il beneficiario finché non è stato approvato dalla Autorità competente, Responsabile di Obiettivo Operativo di Linea di Intervento, e registrato, qualora previsto, presso gli Organi di Controllo. In conformità alla previsione dell art. 3 della Legge n. 136 del 13/08/2010 e ss.mm.ii. nonchè dell art. 2, comma 1, della L.R. 15/2008 come modificata dalla L.R. 6/2009, per assicurare la tracciabilità dei flussi finanziari, per tutte le operazioni economiche afferenti l appalto del presente capitolato, l Operatore Economico utilizzerà uno o più conti correnti bancari o postali che dovrà indicare prima della stipula del contratto e sul quale l Amministrazione farà confluire tutti i pagamenti. Inoltre l Operatore per i pagamenti di propria competenza applicherà integralmente la richiamata disposizione della L. 136/2010 e successive modifiche. I pagamenti saranno effettuati a stato di avanzamento lavori in tre ratei autorizzati dalla Direzione Lavori, secondo il seguente schema: I SAL, al raggiungimento del 30% dei lavori in relazione all importo aggiudicato, con pagamento del 30% del valore aggiudicato. II SAL, al raggiungimento del 68% dei lavori in relazione all importo aggiudicato, con pagamento del 38% del valore aggiudicato. 17

18 Collaudo finale, al raggiungimento del 100% dei lavori in relazione all importo aggiudicato, con pagamento del 32% dl valore aggiudicato. Dai pagamenti suindicati saranno trattenute le eventuali somme in caso di applicazione delle penali previste dal presente. Entro 15 (quindici) giorni dal verificarsi delle condizioni di cui sopra, il direttore dei lavori redige la contabilità ed emette lo stato di avanzamento dei lavori, ai sensi dell articolo 194 del DPR 207/2010, il quale deve recare la dicitura: «lavori a tutto il» con l indicazione della data di chiusura. Entro 15 (quindi) giorni dal verificarsi delle condizioni di cui sopra, il R.U.P. emette il conseguente certificato di pagamento, ai sensi dell articolo 195 del DPR 207/2010, il quale deve esplicitamente contenere il riferimento al relativo stato di avanzamento dei lavori, con l indicazione della data di emissione. Le fatture potranno essere emesse solo dopo il perfezionamento del relativo certificato di pagamento. Qualora i lavori rimangano sospesi per un periodo superiore a 90 giorni, per cause non dipendenti dall appaltatore, si provvede alla redazione dello stato d avanzamento ed all emissione del certificato di pagamento, prescindendo dall importo minimo. La rata di ultimazione potrà essere di qualunque importo. L importo dei lavori residuo è contabilizzato nel conto finale e liquidato ai sensi dell articolo 35. Ai fini del presente comma per importo contrattuale si intende l importo del contratto originario eventualmente adeguato in base all importo degli atti di sottomissione approvati. L emissione di ogni certificato di pagamento è subordinata all acquisizione del DURC e all esibizione da parte dell appaltatore della documentazione attestante la corretta esecuzione degli adempimenti relativi al versamento delle ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente, dei contributi previdenziali e dei contributi assicurativi obbligatori per gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali dei dipendenti, nonché verso gli eventuali subappaltatori. Art Contabilizzazione e liquidazione dei lavori La contabilità dei lavori e il conto finale sono tenuti e redatti in conformità a quanto previsto dall art. 178 e seguenti del DPR 207/2010, osservate, in particolare, ai fini dell'apposizione di eccezioni, domande o riserve le modalità e le decadenze stabilite agli artt. 189, 190 e 201 dello stesso DPR. Art Pagamenti a saldo Il pagamento della rata di saldo non costituisce presunzione di accettazione dell opera, ai sensi dell articolo 1666, secondo comma, del codice civile; il pagamento del saldo è disposto solo dopo che la Stazione Appaltante avrà approvato il certificato di collaudo, previa presentazione di regolare fattura fiscale, ai sensi dell articolo 185 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n

19 Salvo quanto disposto dall articolo 1669 del codice civile, l appaltatore risponde per la difformità ed i vizi dell opera, ancorché riconoscibili, purché denunciati dal soggetto appaltante prima che il certificato di collaudo assuma carattere definitivo. L appaltatore e il direttore dei lavori devono utilizzare la massima diligenza e professionalità, nonché improntare il proprio comportamento a buona fede, al fine di evidenziare tempestivamente i vizi e i difetti riscontrabili nonché le misure da adottare per il loro rimedio. Art Penalità per ritardi nella esecuzione dei lavori La Stazione Appaltante applicherà le seguenti penali: 1. per ogni giorno lavorativo di ritardo rispetto al piano temporale dell esecuzione dei lavori (Piano di attivazione), non imputabile all Amministrazione, ovvero a causa di forza maggiore o a caso fortuito, una penale pari allo 0,01% dell'importo complessivo di aggiudicazione, salvo il risarcimento dell eventuale maggior danno; 2. per ogni giorno di proroga concesso dall Amministrazione in caso di esito negativo del collaudo una penale pari allo 0,01% dell'importo complessivo di aggiudicazione, salvo il risarcimento dell eventuale maggior danno; 3. per ogni giorno successivo a decorrere da quello di scadenza della proroga concessa una penale pari allo 0,05% dell'importo complessivo di aggiudicazione, salvo il risarcimento dell eventuale maggior danno e la possibilità da parte dell Amministrazione di risolvere il contratto. Qualora la somma delle penali complessivamente applicate superi il 10% dell importo complessivo di aggiudicazione, l Amministrazione si riserva la possibilità di risolvere il contratto Art Offerte anormalmente basse La valutazione della congruità dell offerta sarà effettuata dalla Commissione di gara per quelle offerte in cui i punti relativi al prezzo siano pari o superiori ai 4/5 dei corrispondenti punti massimi previsti (art. 86, comma 2 del Codice dei Contratti). In ogni caso la Commissione di gara può valutare la congruità di ogni altra offerta che, in base ad elementi specifici, appaia anormalmente bassa (art. 86, comma 3). Ai sensi dell art. 88, comma 7 del Codice dei contratti, verrà sottoposta a verifica la prima migliore offerta, se la stessa appaia anormalmente bassa e, se ritenuta anomala, si procederà nella stessa maniera progressivamente nei confronti delle successive migliori offerte, fino ad individuare la migliore offerta non anomala. In alternativa la Commissione di gara potrà procedere contemporaneamente alla verifica di anomalia delle migliori offerte, non oltre la quinta, fermo restando quanto previsto ai commi da 1 a 5 dell art. 88 del Codice dei contratti. 19

20 Art Spese contrattuali e cauzione definitiva Sono a carico dell Operatore Economico tutte le imposte e tasse e le spese relative e conseguenti alla stipula del contratto, nessuna esclusa o eccettuata, comprese quelle necessarie alla sua registrazione. Prima della stipula del contratto la Stazione Appaltante invita l aggiudicatario a produrre tutta la documentazione necessaria inclusa la cauzione definitiva di cui all art. 113 del Codice dei Contratti. La stipula del contratto è, comunque, subordinata al positivo esito delle procedure previste dalla normativa vigente in materia di lotta alla criminalità organizzata. Ove l'aggiudicatario, nel termine di 30 giorni dalla data di comunicazione di aggiudicazione definitiva efficace, non abbia perfettamente e completamente ottemperato a quanto richiesto per la stipula del contratto o non si sia presentato per la firma del contratto nel giorno all'uopo stabilito, la Stazione Appaltante, salva ed impregiudicata ogni ulteriore pretesa risarcitoria, revocherà l aggiudicazione per inadempimento. La cauzione definitiva sarà svincolata in conformità al comma 3 del richiamato art. 113 in sede di pagamento degli acconti e del saldo del corrispettivo contrattuale. Art Risoluzione del contratto L'Amministrazione avrà potere di risoluzione del contratto, escludendo qualsiasi pretesa di indennizzo od indennità sia da parte dell'appaltatore che degli aventi diritto sui beni di quest'ultimo, nei seguenti casi: a) sospensione del Servizio, interruzione ovvero abbandono volontario delle prestazioni da parte dell'appaltatore, anche parziale e senza giustificato motivo, comunque non previamente comunicato ed autorizzato, eccettuati i casi comprovati di forza maggiore; b) gravi e/o ripetute inadempienze dell'appaltatore o violazioni delle norme di legge applicabili in materia o degli obblighi contrattuali, tali da pregiudicare la funzionalità degli impianti ed il loro conseguente normale esercizio; c) rifiuto di presentazione della documentazione relativa alla gestione del personale o in caso che la stessa risulti non conforme agli obblighi di legge; d) fallimento, concordato fallimentare o liquidazione coatta amministrativa; e) cessione del contratto o subappalto senza autorizzazione della Stazione Appaltante. Causano, altresì, la risoluzione anticipata del rapporto contrattuale le gravi inadempienze dell'esecutore dell appalto, che l Amministrazione rilevi con espressa diffida ad adempiere, inviata con lettera raccomandata a/r. In particolare costituiscono gravi inadempienze: impegnare nello svolgimento dell appalto personale non regolarmente contrattualizzato; il recesso unilaterale dal contratto da parte dell Operatore Economico; l accertata violazione a quanto disposto dall art. 3 della L. 136 del 13/08/2010 e ss.mm.ii. in merito all aver eseguito transazioni senza avvalersi di banche o della società Poste Italiane S.p.A.; 20

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente STAZIONE UNICA APPALTANTE GUIDA ALLA CONVENZIONE AMBITO DI OPERATIVITA La si occupa dei seguenti appalti: lavori pubblici di importo pari o superiore ad 150.000,00 forniture e servizi di importo pari o

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI PECETTO TORINESE CAP 10020 - PROVINCIA DI TORINO Sede Municipale di via Umberto I n.3 Tel. 0118609218/9- Fax 0118609073 e mail:info@comune.pecetto.to.it Partita IVA 02085860019 - C.F. 90002610013

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi COSTRUZIONI Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi di Mauro Cappello Mauro Cappello GEOCENTRO/magazine pubblica, di Mauro Cappello, Ingegnere e Ispettore Verificatore

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE 2 PREMESSA Zètema, in virtù del Contratto di Servizio

Dettagli

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l.

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. TERMINI E CONDIZIONI Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. ha predisposto le seguenti Condizioni generali per l utilizzo del Servizio

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1)

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) Comune di Prato Servizio Risorse Umane Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) 1 Prova Scritta- Quiz con risposte esatte le risposte esatte sono sottolineate

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4 Regolamento per la ripartizione e l erogazione dell incentivo ex art. 92 D. lgs. 163/06 e s.m.i. 1 INDICE TITOLO I :PREMESSA 3 Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA

CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA [D.Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 e ss.mm.ii. (di seguito Codice)] Entrata in vigore delle ultime modifiche (D.Lgs. n. 153/2014): 26 novembre 2014 D.P.C.M. n. 193/2014 Regolamento

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

La Direzione dei Lavori

La Direzione dei Lavori La Direzione dei Lavori L istituzione della Direzione lavori. Ai sensi dell art.10, comma 1, lett.l, del Reg., l istituzione dell ufficio di direzione dei lavori è promossa dal responsabile del procedimento

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario

Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario 1) Dati identificativi del denunciante: ACER Associazione dei Costruttori Edili di Roma e Provincia in persona del legale

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012 Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE Direzione Generale per la regolazione e dei contratti pubblici Circolare prot. n.

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali

Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali FESR-ASSE II- Qualità degli ambienti scolastici (Avviso prot. AOODGAI n. 7667/15-06-2010) MANUALE DELLE PROCEDURE PER L ESECUZIONE

Dettagli