Approvato con determinazione dirigenziale n. del XX/XX/2012 COMUNE DI UDINE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Approvato con determinazione dirigenziale n. del XX/XX/2012 COMUNE DI UDINE"

Transcript

1 Approvato con determinazione dirigenziale n. del //0 COMUNE DI UDINE CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'EROGAZIONE DI SERVIZI DI MANUTENZIONE ASSISTENZA TECNICA ED HELP DESK IT ANNI 0-04 Udine, lì xx//0 Pagina di 8

2 Pagina di 8

3 INDICE A.OGGETTO DELL APPALTO QUANTITÀ DURATA REQUISITI DI PARTECIPAZIONE...8 A.Oggetto e natura dell'appalto...8 A..Oggetto dell'appalto...8 A..CPV...8 A..Natura dell'appalto...8 A.Ammontare dell'appalto...8 A.Consistenza della fornitura...9 A.4Durata dell appalto...9 A.5Requisiti di partecipazione...9 B.CONDIZIONI PER LA CORRETTA ESECUZIONE DELL APPALTO...0 B.Modalità di erogazione del servizio...0 B.Luogo di esecuzione dell'appalto... B.Valutazione del rischio... B.4Livelli di Servizio... B.5Periodo transitorio... C.DELIVERABLE - PROPRIETÀ MATERIALI E BREVETTI... C.Deliverable... C.Proprietà materiali... C.Brevetti... C.4Segreto d ufficio e privacy... D.AGGIUDICAZIONE CORRISPETTIVI CLAUSOLE GENERALI... D.Modalità di aggiudicazione... D.ormulazione dell offerta economica... D.Valutazione offerte anormalmente basse... D.4Variazioni del servizio...4 D.5Corrispettivo...4 D.6Cauzione provvisoria e definitiva...5 D.7Penali...6 D.8Pagamenti...6 E.CLAUSOLE GENERALI...7 E.Comitato di controllo e pianificazione...7 E.Disciplina nei luoghi di lavoro...7 E.Trattamento e tutela dei lavoratori...7 E.4Oneri e obblighi diversi a carico della Ditta. Sicurezza sul lavoro...8 E.5Tracciabilità dei flussi finanziari...8 Pagina di 8

4 E.6Responsabilità civile e penale per danni a terzi...9 E.7Recesso...9 E.8Esecuzione d ufficio, risoluzione contratto...9 E.9Subappalto e divieto di cessione...0 E.0Cessione del credito...0 E.Spese contrattuali...0 E.Risoluzione delle controversie... E.oro Competente....SPECIICHE TECNICHE E LIVELLI DI SERVIZIO....Descrizione Prestazioni.....Introduzione.....Sedi.....Orario di lavoro.....4periodo di osservazione.....5presa in consegna dell'infrastruttura IT.....6Riconsegna dell'infrastruttura alla fine del periodo contrattuale....call Center...4..Obiettivi del servizio...4..criteri di attivazione...4..criteri di chiusura modalità di accesso descrizione delle attività rendicontazione da produrre periodicità della rendicontazione sistema di gestione delle misure relative all'andamento del servizio scenari di svolgimento del servizio inestra temporale di erogazione...7..livelli di servizio...7..prestazioni relative alle richieste telefoniche...7.presidio Locale - Help Desk di livello...7..obiettivi del servizio...7..criteri di attivazione...7..criteri di chiusura modalità di accesso descrizione delle attività scenari di svolgimento del servizio inestra temporale di erogazione livelli di servizio...8.4servizio Installation, Move, Add and Change Obiettivi del servizio...8 Pagina 4 di 8

5 .4.Criteri di attivazione criteri di chiusura modalità di accesso descrizione delle attività note sul sistema di gestione delle misure relative all'andamento del servizio scenari di svolgimento del servizio inestra temporale di erogazione livelli di servizio tempestività nel servizio IMAC...0.5Manutenzione hardware dei sistemi server obiettivi del servizio criteri di attivazione criteri di chiusura modalità di accesso descrizione delle attività note sul sistema di gestione delle misure relative all'andamento del servizio scenari di svolgimento del servizio inestra temporale di erogazione livelli di gravità dei problemi livelli di servizio tempestività di risoluzione dei problemi....6assistenza tecnica e manutenzione dei sistemi di informatica individuale (desktop)....6.obiettivi del servizio....6.criteri di attivazione....6.criteri di chiusura modalità di accesso descrizione delle attività manutenzione hardware manutenzione software ed assistenza sistemistica scenari di svolgimento del servizio note sul sistema di gestione delle misure relative all'andamento del servizio inestra temporale di erogazione livelli di gravità dei problemi livelli di servizio tempestività di risoluzione dei problemi per PdL rontoffice/critiche tempestività di risoluzione dei problemi per PdL BackOffice/Non Critiche Tempestività nella riparazione di guasti hardware tempestività nel servizio di software distribution...6.7gestione dell inventario delle attrezzature informatiche obiettivi del servizio criteri di attivazione criteri di chiusura modalità di accesso note sul sistema di gestione delle misure relative all'andamento del servizio...7 Pagina 5 di 8

6 .7.6Scenari di svolgimento del servizio inestra temporale di erogazione livelli di servizio aggiornamento database...7.8obblighi della Ditta Numero verde Call Center...9.9Obblighi dell Amministrazione Locali Skill transfer su Sistemi Informativi Aziendali Gestione remota degli elaboratori sistema di gestione dell'inventario sistema di gestione automatizzato di problemi e reportistica...40 ALLEGATO DEINIZIONI...4 ALLEGATO ELENCO SEDI...4 ALLEGATO TIPOLOGIA DELLE APPARECCHIATURE IT...46 Allegato. Desktop...46 Allegato. Notebook...47 Allegato. Stampanti...48 Allegato.4 Scanner...49 Allegato.5 Altri dispositivi...50 Allegato.6 Sistemi server...5 ALLEGATO 4 PRODOTTI SOTWARE...5 Allegato 4. Sistemi operativi...5 Allegato 4. Produttività individuale...5 Allegato 4. Software di base...5 Allegato 4.4 Sistemi Informativi aziendali...5 ALLEGATO 5 SCHEMA RETE DATI...54 ALLEGATO 6 DIMENSIONI DELLE RETI LAN/WAN...55 ALLEGATO 7 IGURE PROESSIONALI...57 Allegato 7. Requisiti delle risorse umane...57 Allegato 7. Profili professionali...58 Pagina 6 di 8

7 ALLEGATO 8 MATRICE DI RESPONSABILITÀ...60 ALLEGATO 9 INVENTARIO...64 ALLEGATO 0 PREZZI UNITARI SERVIZI A CORPO (ANNUI)...65 ALLEGATO PREZZI UNITARI SERVIZI A MISURA...66 ALLEGATO MODULO PER LA PRESENTAZIONE DELL OERTA...67 ALLEGATO DISCIPLINARE DI GARA...7 Pagina 7 di 8

8 A.Oggetto dell appalto Quantità Durata Requisiti di partecipazione A. Oggetto e natura dell'appalto A.. Oggetto dell'appalto Oggetto del presente appalto è la fornitura dei seguenti servizi professionali nell ambito della gestione delle apparecchiature IT (Information Technology) del Comune di Udine:. Call Center Help Desk di livello. Presidio locale Help Desk di livello. Attività IMAC (Installation, Movement, Addition, Change) 4. Manutenzione hardware dei sistemi di informatica individuale 5. Manutenzione hardware dei sistemi server 6. Gestione dell inventario delle apparecchiature IT La descrizione dei servizi sopra elencati e delle relative specifiche, comprensive dei livelli di servizio previsti, sono dettagliate nella sezione Specifiche tecniche e livelli di servizio. A.. CPV CPV Oggetto principale: Servizi di riparazione, manutenzione e servizi affini connessi a personal computer, attrezzature d'ufficio, apparecchiature per telecomunicazione e impianti audiovisivi. A.. Natura dell'appalto L appalto è regolato dal D.Lgs. n. 6/006 e ss.mm.ii. Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 004/7/CE e 004/8/CE. L'affidamento sarà effettuato mediante procedura aperta, ai sensi degli artt. 54 e 55 del succitato Codice dei contratti pubblici. L appalto è parte a corpo e parte a misura. A misura per il servizio IMAC (Installation, Movement, Add & Change), a corpo per i rimanenti servizi. La fornitura verrà effettuata dalla Ditta sulla base delle disposizioni del presente contratto ed in collegamento funzionale con il SSIT. A. Ammontare dell'appalto L importo complessivo presunto a base d appalto ammonta a 0.40,00 + IVA così suddivisi: ,00 (Euro duecentocinquantottomilaquattrocentoquaranta/00) + IVA per i servizi a corpo; 7.900,00 (Euro trensettemilanovecento/00) + IVA per i servizi a misura; 4.900,00 (Euro quattromilanovecento/00) + IVA per oneri per la sicurezza derivanti da rischi da interferenza, non soggetti a ribasso d asta; Per quanto sopra l importo soggetto a ribasso d asta è pari a 96.40,00 (Euro duecentonovantaseimilatrecentoquaranta/00) IVA esclusa. Pagina 8 di 8

9 A. Consistenza della fornitura La consistenza dei servizi a corpo è dettagliata all'interno dei capitoli relativi ai singoli servizi, descritti nella sezione Specifiche tecniche e livelli di servizio e mediante le schede riassuntive contenute negli Allegati. La consistenza presunta dei servizi a misura è dettagliata nell'allegato Prezzi unitari servizi a misura. A.4 Durata dell appalto I servizi descritti dal presente Capitolato Speciale d'appalto dovranno essere erogati per tutto il periodo di durata contrattuale, fissato in mesi 4 (ventiquattro) a decorrere presumibilmente a far data da 0.0.0, compatibilmente con la conclusione della procedura di aggiudicazione dell'appalto. La Ditta si obbliga a rendere le prestazioni oggetto del presente appalto anche nelle more della stipula del relativo contratto. In tal caso potrà comunque farsi luogo alla liquidazione dei compensi spettanti alla Ditta stessa, purché quest'ultima abbia già costituito e presentato cauzione definitiva prevista dall'art. D.6 e la polizza assicurativa prevista dall'art. E.6 del presente Capitolato Speciale d'appalto. Non è ammessa alcuna revisione prezzi per il primo anno di durata del servizio. Qualora, dopo il primo anno di esecuzione dell'appalto, secondo quanto disposto dall art. 5 del D.Lgs. 6/006 e ss. mm. ii., le componenti essenziali di costo (materiali, manodopera, ecc.) evidenziate all atto dell offerta subiscano una variazione rispetto al corrispettivo dell appalto medesimo, l Amministrazione/la Ditta potranno pretenderne la revisione. La revisione verrà operata sulla base di un istruttoria condotta dal responsabile del centro di costo nella cui competenza rientra la gestione del rapporto contrattuale di cui trattasi, il quale potrà utilizzare a tal fine, se disponibili, i dati di cui agli artt. 7, comma 4, lett. c) e comma 5 del D.Lgs. 6/006. La Ditta si obbliga altresì a proseguire il servizio, alle medesime condizioni offerte in sede di gara, anche successivamente alla scadenza dello stesso, per il periodo di tempo strettamente necessario all'amministrazione per completare l'espletamento delle procedure necessarie all'individuazione del successivo affidatario, fermo restando che quest'ultimo periodo non potrà essere superiore a 6 (sei) mesi. A.5 Requisiti di partecipazione Sono ammesse a presentare offerta per il servizio oggetto del presente capitolato i concorrenti in possesso dei seguenti requisiti:. aver effettuato negli ultimi tre anni (dal 0 luglio 009 sino alla data di scadenza fissata per la presentazione delle offerte) e con buon esito, servizi di manutenzione, assistenza tecnica ed help desk su attrezzature informatiche (di cui ai punti,,, 4, 5 e 6 dell'art. A.. Oggetto dell'appalto del C.S.A.) nei confronti di enti Pubblici e/o privati per un importo complessivo non inferiore a ,00 (Euro trecentomila/00) di cui..almeno un servizio di manutenzione, IMAC, assistenza tecnica ed help desk su sistemi desktop con consistenza di almeno 400 PdL oppure, in alternativa, almeno due servizi di manutenzione, IMAC, assistenza tecnica ed help desk su sistemi desktop con consistenza di almeno 700 PdL ciascuno;..almeno servizio di manutenzione, assistenza tecnica ed help desk su sistemi server su un parco macchine di almeno 60 sistemi server, di cui almeno il 50% costituito da sistemi prodotti da DELL oppure, in alternativa, almeno due servizi di manutenzione, Pagina 9 di 8

10 assistenza tecnica ed help desk su sistemi server su un parco macchine di almeno 0 sistemi server ciascuno, di cui almeno il 50% costituito da sistemi prodotti da DELL;..almeno un servizio di gestione dell inventario delle apparecchiature IT.. possesso della certificazione ISO 900:008 per almeno il settore di accreditamento EA, per processi di erogazione servizi in ambito IT, in corso di validità certificata da organismi conformi alla norma UNI CEI EN ISO/IEC 70. Per ciascun servizio svolto (di cui al punto e ai punti.,..,.) dovranno essere inoltre indicati: l ente committente (pubblico o privato), la tipologia del servizio prestato, l esatto periodo di esecuzione del servizio che ricade nella fascia temporale che interessa il presente appalto ai fini del possesso del requisito (dal 0 luglio 009 sino alla data di scadenza fissata per la presentazione delle offerte). Per i servizi di cui al punto. dovrà inoltre essere indicato l importo al netto dell I.V.A. relativo al periodo di cui sopra. Per le ATI in previsione di raggruppamento: L importo relativo ai servizi svolti di cui al punto. è cumulabile, ma la capogruppo lo dovrà possedere nella misura minima del 60 %, pari a Euro ,00. Nel caso in cui il requisito non sia soddisfatto per intero dalla capogruppo, lo stesso, per la parte residua, dovrà essere posseduto complessivamente dalla/e mandante/i. I requisiti sui servizi di cui ai punti da. a. sopra citati devono essere posseduti complessivamente dal Raggruppamento. La certificazione ISO 900:008 di cui al punto dovrà essere posseduta da ciascuna ditta del raggruppamento. B.Condizioni per la corretta esecuzione dell appalto B. Modalità di erogazione del servizio L appalto si basa su un rapporto di collaborazione all interno del quale Amministrazione e Ditta operano sinergicamente per il conseguimento degli obiettivi stabiliti. L esecuzione dei servizi richiesti alla Ditta deve essere ispirata al principio della collaborazione con l Amministrazione, favorendo la massima assistenza e consulenza programmata necessaria alla ottimale gestione dei servizi. Il servizio dovrà essere eseguito secondo le migliori regole dell arte ed in conformità alle prescrizioni contenute nel presente CSA e nel contratto, o emanate dall Amministrazione nel corso dell appalto. L'Amministrazione potrà ordinare il rifacimento di quanto non eseguito in conformità alle disposizioni contrattuali od alle buone regole dell arte, restando salvo il diritto dell Amministrazione al risarcimento dei danni. La Ditta non potrà rifiutarsi di dare immediata esecuzione alle disposizioni ed agli ordini dell Amministrazione che riguardino sia il modo di esecuzione del servizio e/o dei lavori in conformità al CSA, sia il rifiuto o la sostituzione dei materiali. La Ditta dovrà fornire personale tecnico, di provata capacità ed idoneo, per numero e qualità, alle necessità derivanti dall espletamento del servizio, come specificato nell'allegato 7 igure professionali. Nel corso dell erogazione del servizio, le sedi interessate agli interventi di assistenza tecnica continueranno ad essere utilizzate da personale dell Amministrazione o da terzi per lo svolgimento del normale lavoro e per gli usi tipici comunali. La Ditta, pertanto, si impegna sin d ora ad erogare il servizio, salvaguardando le esigenze dell'amministrazione e del proprio personale o di terzi senza recare intralci, disturbi o interruzioni all attività lavorativa in atto, rinunciando a qualsiasi pretesa o richiesta di compenso nel caso in cui l erogazione del servizio dovesse essere ostacolata o resa più Pagina 0 di 8

11 onerosa dalle attività svolte all interno dei locali da detto personale, o dalle interruzioni che si dovessero rendere necessarie ai fini della salvaguardia delle esigenze delle attività comunali. In particolare è fatto tassativo obbligo alla Ditta di arrecare il minimo disservizio e disagio nelle aree a disposizione del pubblico, per le quali potrà essere ordinata, per particolari esigenze e per periodi limitati, l erogazione dei servizi anche in orari di lavoro notturni e/o festivi nel rispetto dei limiti di legge, In tali casi il corrispettivo dovuto alla ditta ai sensi dell'art. D.5 Corrispettivo verrà conseguentemente integrato sulla base del costo del lavoro per ore festive e/o notturne previsto dal CCNL applicabile. L Amministrazione potrà ordinare in via prioritaria l erogazione di servizi con carattere di urgenza in deroga alle priorità prestabilite. B. Luogo di esecuzione dell'appalto Il servizio deve essere prestato presso le sedi di cui all Allegato Elenco sedi nell ambito del territorio del Comune di Udine. B. Valutazione del rischio Per la valutazione dei rischi da interferenza, ai sensi del D.Lgs. 8/008 art. 6 e ss.mm.ii., si fa riferimento allo specifico DUVRI redatto dall'u.org. Sicurezza e Emas dell'amministrazione, allegato alla documentazione di gara. B.4 Livelli di Servizio La Ditta si impegna a garantire i livelli di servizio minimi specificati nelle apposite schede presenti all interno degli articoli riferentisi ai servizi specifici. Qualora a causa di ben giustificati motivi di natura tecnica o organizzativa si verifichi un differimento dei tempi massimi di intervento specificati nelle schede dei livelli di servizio, questo fatto deve essere immediatamente portato a conoscenza del responsabile tecnico del SSIT, il quale provvederà a valutare le motivazioni addotte dalla Ditta, se del caso, a concedere le opportune deroghe a quanto sopra esposto, da esaminare caso per caso. I livelli di servizio saranno oggetto di monitoraggio sulla base dei periodi di rendicontazione specificati nelle schede. La verifica dell erogazione dei livelli di servizio minimi garantiti, e la conseguente eventuale applicazione delle penali di cui all art. D.7, sarà effettuata invece sulla base di uno specifico periodo di osservazione, indicato anch esso nelle schede di cui alla sezione Specifiche tecniche e livelli di servizio. In ogni caso, è compito della Ditta registrare e documentare nel sistema informatico di cui all articolo..8 Sistema di gestione delle misure relative all'andamento del servizio, ciascun evento accaduto durante l intero iter di gestione dei problemi o degli interventi, al fine di permettere all Amministrazione di valutare la qualità del servizio prestato. La Ditta è tenuta altresì ad informare il personale del SSIT nel caso occorrano situazioni o eventi, di natura tecnica ovvero organizzativa, non gestibili in completa autonomia da parte del personale della Ditta o per i quali risultino necessarie autorizzazioni da parte dell Amministrazione prima di procedere. B.5 Periodo transitorio Nei primi 0 (trenta) giorni solari dell esecuzione dell appalto il personale tecnico messo a disposizione dalla Ditta sarà di norma affiancato da personale dell Amministrazione, con l obiettivo di una progressiva autonomia operativa da raggiungersi entro il termine di tale periodo. I periodi di osservazione indicati nella descrizione dei servizi avranno decorrenza a partire dal termine del periodo transitorio. In ogni caso viene richiesta alla Ditta la consegna della reportistica Pagina di 8

12 specificata nella descrizione dei singoli servizi anche per la durata dell'intero periodo transitorio, anche se durante tale periodo transitorio verrà sospesa l'applicazione di eventuali penali a fronte della verifica del non soddisfacimento dei livelli di servizio previsti dal presente Capitolato Speciale d'appalto. C.Deliverable - Proprietà materiali e Brevetti C. Deliverable Nell ambito del presente appalto di servizi i cosiddetti Deliverable sono costituiti dall insieme della reportistica, ove richiesta, che la Ditta dovrà produrre nell ambito dello svolgimento dei servizi previsti. La Ditta si impegna a fornire la reportistica in formato elettronico su supporto ottico (CD-ROM ISO-9660 con estensioni Joliet). In particolare viene richiesta alla Ditta la fornitura dei deliverable nei seguenti formati: documenti di testo: testo in formato OpenDocument (OD), Rich Text ormat (RT), testo ASCII (CP 47 oppure CP 850); fogli dati: foglio di calcolo in formato OpenDocument (ODS), Comma Separated Value (CSV). La fornitura dei dati secondo altri formati è consentita in aggiunta ai formati sopra indicati: gli stessi dovranno essere concordati con l Amministrazione. La rendicontazione ha sia l'obiettivo di verificare l'andamento del servizio che di fornire informazioni utili all'evoluzione delle forme contrattuali. C. Proprietà materiali Tutti i materiali ed i consumabili utilizzati dalla Ditta nella riparazione e/o manutenzione di apparecchiature dell Amministrazione rimangono di proprietà dell Amministrazione. C. Brevetti Nell esecuzione del presente appalto la Ditta non potrà utilizzare arbitrariamente dispositivi o soluzioni tecniche di cui altri abbiano ottenuto la privativa. La Ditta manleva pertanto l Amministrazione da ogni azione promossa nei suoi confronti, in Italia o all Estero, per violazione di brevetti (per invenzioni, modelli industriali e marchi) e/o diritti d autore in relazione alle apparecchiature hardware, al software o alla documentazione utilizzati in base al Contratto o in relazione al suo uso. C.4 Segreto d ufficio e privacy La Ditta, pena la risoluzione del contratto e fatto salvo in ogni caso il risarcimento dei danni subiti dall Amministrazione, non dovrà divulgare, anche successivamente alla scadenza del contratto, notizie relative alla attività svolta dall'amministrazione o di terzi di cui sia venuto a conoscenza nell esecuzione delle prestazioni contrattuali, nonché a non eseguire ed a non permettere che altri eseguano copia, estratti, note ed elaborazioni di qualsiasi atto o documento di cui sia eventualmente venuto in possesso in ragione dell incarico affidatogli con il contratto. La Ditta si impegna pertanto all osservanza del segreto d ufficio, richiamando l attenzione dei propri dipendenti o subappaltatori su quanto disposto dall art. 6 del Codice Penale, così come modificato dalla L. 6 aprile 990 n. 86, nonché del D.Lgs. 96/00 Codice in materia di protezione dei dati personali e sue successive modifiche ed integrazioni, sulla tutela dei dati personali che punisce la violazione, l uso illegittimo e lo sfruttamento di notizie riservate. Pagina di 8

13 A tal fine la Ditta si impegna inoltre ad uniformare le proprie procedure a quanto previsto nel Documento Programmatico per la Sicurezza di cui al D.Lgs. 96/00 in vigore presso l Amministrazione. L'Amministrazione assume l'obbligo di mantenere riservate le informazioni tecniche appartenenti alla Ditta che siano state da questa portate a sua conoscenza nello svolgimento del rapporto contrattuale. D.Aggiudicazione Corrispettivi Clausole Generali D. Modalità di aggiudicazione L aggiudicazione verrà effettuata a seguito di procedura aperta, con il criterio del prezzo più basso, ai sensi dell art. 8 del D.Lgs. 6/006 e ss.mm.ii., fatto salvo il procedimento di verifica delle offerte anormalmente basse, ai sensi dell'art. 86 del succitato D.Lgs. L offerta dovrà essere formulata sulla base dello schema di offerta allegato al presente Capitolato e dovrà contenere i prezzi unitari, il prezzo complessivo biennale offerto e il ribasso percentuale offerto per l esecuzione del servizio, sulla base del quale avverrà l aggiudicazione. D. ormulazione dell offerta economica La presentazione dell offerta implica l accettazione incondizionata del presente Capitolato Speciale d'appalto. La Ditta sarà tenuta a presentare l offerta economica in carta legale o resa legale e firmata dal legale rappresentante, compilata secondo lo schema riportato nell Allegato Modulo per la presentazione dell offerta. Gli importi offerti dovranno essere formulati in cifre ed in lettere, al netto dell'i.v.a. e devono intendersi comprensivi di tutti gli oneri necessari per l espletamento dell appalto. La Ditta redigerà l offerta tenendo conto di tutte le richieste specificate nei vari articoli di questo Capitolato Speciale d'appalto e negli allegati documenti. Ogni ulteriore richiesta e/o indicazione da parte dell Amministrazione, formulata ad appalto assegnato o in corso d opera, potrà comportare modifiche del servizio, secondo le modalità di cui al successivo articolo D.4 Variazioni del servizio. D. Valutazione offerte anormalmente basse Ai sensi dell art. 87, comma, del D. Lgs. 6/006 se l offerta apparirà anormalmente bassa, l Amministrazione richiederà all offerente le giustificazioni relative alle voci di prezzo che concorrono a formare l importo complessivo posto a base di gara, procedendo ai sensi dell articolo 88 del D. Lgs. 6/006. Solo all esito dell ulteriore verifica, in contraddittorio, si potrà procedere all esclusione dell offerta. Ai sensi dell'art. 87 c. del succitato D.Lgs. le giustificazioni possono riguardare a titolo esemplificativo:. l economia del metodo di prestazione del servizio;. le soluzioni tecniche adottate;. le condizioni eccezionalmente favorevoli di cui dispone l offerente per eseguire i lavori, per fornire i prodotti, o per prestare i servizi; 4. l originalità del progetto, dei lavori, delle forniture, dei servizi offerti; 5. l eventualità che l offerente ottenga un aiuto di Stato; Pagina di 8

14 Si ricorda, infine, che non saranno ammesse giustificazioni in relazione a trattamenti salariali minimi inderogabili stabiliti dalla legge o da fonti autorizzate dalla legge. D.4 Variazioni del servizio L Amministrazione, durante l esecuzione dell appalto, ha la facoltà di ordinare per iscritto, alle stesse condizioni del contratto, l esecuzione di ulteriori servizi a corpo ovvero la cessazione di parte di essi e di servizi a misura connessi ad esigenze particolari ed imprevedibili, della stessa natura di quelli indicati nel presente CSA, sempre e non oltre la concorrenza di un quinto dell importo contrattuale relativo. Gli importi unitari indicati nei computi metrico-economici di gara (allegati 0 e del CSA) si intendono validi, fatto salvo quanto di seguito precisato, anche per prodotti, equipaggiamenti o componenti aggiuntivi che l Amministrazione dovesse inserire nel servizio durante il periodo di validità contrattuale. Le variazioni saranno contabilizzate: per i servizi a corpo, sulla base degli importi unitari indicati nell'allegato 0 ai quali verrà applicato il ribasso percentuale indicato in sede di gara dalla Ditta; per i servizi a misura, sulla base dei prezzi unitari offerti in sede di gara. D.5 Corrispettivo L importo di aggiudicazione è da intendersi onnicomprensivo di tutte le spese e gli oneri connessi all espletamento del servizio oggetto di affidamento, ivi comprese le spese relative al personale, agli attrezzi ed ai materiali necessari (es. mezzi di trasporto, utensili, strumenti hardware e software in dotazione al personale utilizzato, strumenti diagnostici e di test, materiali utilizzati per le riparazioni, cavi, fibre ottiche, connettori, multiprese, ecc.), oneri accessori legati ad aspetti logistici relativi all'erogazione dei servizi (es. trasporto tra le diverse sedi comunali delle attrezzature), nonché quelli relativi all obbligo per l aggiudicatario di sostituzione di apparati/dispositivi che non sia più in grado di manutenere per le ragioni espresse nel CSA con altri aventi i requisiti previsti nel presente CSA. La lista delle quantità e categorie di servizi di manutenzione a corpo, così come riportate in Allegato 0, ha valore ai soli fini della variazione dei servizi di cui all'art. D.4 Variazioni del servizio del presente CSA e non anche per la determinazione del corrispettivo, che rimane stabilito a corpo nell ammontare complessivo fisso ed invariabile riportato in offerta. L'offerta si intende effettuata dalla Ditta in base ai calcoli, di sua convenienza, a tutto suo rischio. La stessa è stata giudicata dalla Ditta nel suo complesso conveniente e remunerativa, tale da compensare tutti gli oneri che dovessero derivare dall espletamento del presente appalto. La Ditta si obbliga ad eseguire, nel rispetto dei limiti di legge e per particolari esigenze, legate alla necessità di ultimare operazioni di notevole rilievo nei termini indicati dall Amministrazione, oppure per assicurare, in casi di emergenza, la funzionalità degli uffici comunali, le prestazioni oggetto del presente appalto anche in ore festive e/o notturne. In tali casi il corrispettivo dovuto alla ditta ai sensi del presente articolo verrà conseguentemente integrato sulla base del costo del lavoro per ore festive e/o notturne previsto dal CCNL applicabile. La Ditta dovrà inoltre garantire, incluso nel prezzo offerto, i servizi oggetto del presente appalto durante lo svolgimento di elezioni politiche, amministrative o altre consultazioni elettorali, con una copertura 7x4 (ossia 7 giorni alla settimana per 4 ore al giorno) per le sedi interessate che saranno comunicate con debito anticipo (non meno di 7 giorni solari) alla Ditta stessa. Anche in tali casi il corrispettivo dovuto alla ditta ai sensi del presente articolo verrà conseguentemente integrato sulla base del costo del lavoro per ore festive e/o notturne previsto dal CCNL applicabile. Pagina 4 di 8

15 D.6 Cauzione provvisoria e definitiva A garanzia dell adempimento degli obblighi derivanti dalla partecipazione alla gara, la Ditta concorrente è obbligata ai sensi dell art. 75 del D. Lgs. n. 6/006, a presentare una cauzione provvisoria (mediante polizza assicurativa, fideiussione bancaria o rilasciata dagli intermediari finanziari di cui all art. 75 comma del D. Lgs. 6/006 o versamento presso la Tesoreria o equivalente) pari al %, arrotondato per difetto, dell importo a base d appalto. Se presentata con fideiussione bancaria o assicurativa o rilasciata dagli intermediari finanziari di cui all art. 75 comma del D. Lgs. 6/006 la cauzione provvisoria dovrà prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all eccezione di cui all articolo 957, comma, del codice civile e la liquidazione entro 5 giorni a semplice richiesta scritta dell Amministrazione Comunale; la fideiussione, inoltre, dovrà avere validità per almeno 80 giorni dalla data di presentazione dell offerta e contenere l impegno del garante a rinnovare la garanzia, su richiesta della Stazione appaltante, per 90 giorni, nel caso in cui al momento della sua scadenza non sia ancora intervenuta l aggiudicazione. L offerta è altresì corredata, a pena di esclusione, dall impegno di un fideiussore a rilasciare la garanzia definitiva qualora l offerente risultasse affidatario. Si precisa che, ai sensi dell art. 75, comma 7, D.Lgs. n. 6/006, l importo della garanzia è pari all % dell importo netto a base d appalto, per gli operatori economici ai quali venga rilasciata, da organismi accreditati, ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN e della serie UNI CEI EN ISO/IEC 7000, la certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI EN ISO Per fruire di tale beneficio, l operatore economico segnala, in sede di offerta, il possesso del requisito, e lo documenta nei modi prescritti dai documenti di gara. La Ditta aggiudicataria è altresì tenuta, ai sensi dell art. del D.Lgs. 6/006, a presentare idonea cauzione definitiva pari al 0% dell importo contrattuale (I.V.A. esclusa) ovvero, in caso di aggiudicazione con ribasso d'asta superiore al 0 per cento, pari all importo stabilito con le modalità dettate dall art., comma, del D. Lgs. n. 6/006, a garanzia dell esatto adempimento di tutte le obbligazioni previste dal presente Capitolato e dal successivo contratto. La cauzione definitiva dovrà prevedere la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all eccezione di cui all articolo 957, comma, del codice civile e la liquidazione entro 5 giorni a semplice richiesta scritta della Stazione appaltante. La cauzione definitiva potrà anche essere utilizzata per l applicazione di penali o per risarcire il danno che la Stazione Appaltante abbia patito in corso di esecuzione del contratto, fermo restando che in tali casi l ammontare della cauzione stessa dovrà essere ripristinato entro 5 giorni, pena la risoluzione del contratto. La cauzione definitiva, che non dovrà prevedere l estinzione automatica della garanzia, sarà svincolata nei modi di cui all art. c. del D.Lgs. 6/006. La mancata costituzione della cauzione definitiva determina la revoca dell'affidamento e l'acquisizione della cauzione provvisoria di cui al comma da parte della stazione appaltante, che aggiudica l'appalto al concorrente che segue nella graduatoria. La cauzione definitiva assicura l adempimento di tutte le obbligazioni contrattuali, nonché il rimborso delle somme che l Amministrazione avesse eventualmente pagate in più durante l appalto in confronto del credito della Ditta, risultante dalla liquidazione finale. L Amministrazione avrà pure il diritto di valersi, di propria autorità, della cauzione definitiva per le spese dei servizi da eseguirsi d ufficio, in caso di inadempimento dell'aggiudicatario, nonché per il recupero delle penali di cui all art. D.7 Penali. È salvo in ogni caso l esperimento di ogni altra azione qualora la cauzione o l ammontare delle trattenute risultassero insufficienti. Pagina 5 di 8

16 D.7 Penali L Amministrazione procederà alla verifica dei livelli di servizio e del rispetto dei tempi di erogazione dei servizi secondo le scadenze indicate nella sezione Specifiche tecniche e livelli di servizio, nei paragrafi denominati Periodo di osservazione. La verifica dei livelli di servizio verrà effettuata sulla base dei Deliverable forniti dalla Ditta oppure, ove ciò non sia possibile, sulla base di verifiche dirette da parte del personale del SSIT dell Amministrazione stessa, calcolando gli eventuali scostamenti dai livelli di servizio minimi che la Ditta si impegna a garantire, secondo quanto specificato nelle tabelle di definizione dei livelli di servizio minimi, indicati nella sezione Specifiche tecniche e livelli di servizio. Gli importi applicabili sono quelli riportati nelle tabelle relative ai livelli di servizio richiesti (rif. nella sezione Specifiche tecniche e livelli di servizio ). D.8 Pagamenti Per i servizi a corpo di cui al presente appalto la Ditta emetterà fatture bimestrali posticipate di importo pari ad un dodicesimo dell importo di aggiudicazione relativo ai servizi a corpo, fatte salve eventuali variazioni in aggiunta o detrazione subentrate in corso di appalto. In quest'ultimo caso i corrispettivi in aggiunta o gli importi in detrazione verranno rateizzati su base bimestrale calcolando l importo sulla base dei prezzi unitari di cui all'allegato 0 del presente CSA, ai quali verrà applicato il ribasso percentuale indicato in sede di offerta dalla Ditta. La fattura dovrà: a) essere intestata al Comune di Udine - Servizio Sistemi Informativi e Telematici Via Lionello 00 Udine C.. / P.IVA ; b) indicare il periodo di riferimento del servizio, nonché tutti i dati relativi al pagamento (numero conto corrente bancario e codice IBAN, numero conto corrente postale dedicati ai sensi dell art. della L.6/00); c) riportare gli estremi della determinazione dirigenziale di affidamento del servizio (data e numero cronologico). Si precisa che, in mancanza anche di uno solo degli elementi di cui alle lettere a), b) e c), le fatture saranno restituite al mittente. Secondo quanto previsto dall art. 4 comma del DPR 07/00, in ogni caso sull'importo netto progressivo delle prestazioni è operata una ritenuta dello 0,50 per cento; le ritenute possono essere svincolate soltanto in sede di liquidazione finale, dopo l'approvazione da parte della stazione appaltante di verifica di conformità, previo rilascio del documento unico di regolarità contributiva. Il pagamento dell ultimo canone bimestrale sarà condizionato dalla accettazione della riconsegna impianti come descritto nell'articolo..6 Riconsegna dell'infrastruttura alla fine del periodo contrattuale. Per i servizi a misura di cui al presente appalto, la Ditta emetterà fatture bimestrali posticipate, calcolando l importo sulla base dei prezzi unitari offerti. Il tipo e la quantità delle attività richieste nell'ambito dei servizi a misura devono essere preventivamente autorizzati dal SSIT. Il pagamento verrà effettuato dalla Tesoreria Comunale a mezzo mandato entro 0 giorni dalla data di ricevimento all Ufficio Protocollo della fattura riscontrata regolare e conforme alle prestazioni effettuate, previa acquisizione della documentazione attestante il versamento dei contributi assicurativi obbligatori. Pagina 6 di 8

17 In caso di applicazioni delle penali di cui all'art. D.7 Penali sarà facoltà dell'amministrazione compensare, nel rispetto della normativa fiscale, il debito con il credito o rivalersi sulla cauzione senza bisogno di diffida o procedimento giudiziario. E. Clausole Generali E. Comitato di controllo e pianificazione È costituito un Comitato di controllo e pianificazione composto da 5 (cinque) membri effettivi con diritto di voto: il Dirigente del SSIT dell'amministrazione, che presiede, il Responsabile Tecnico ed il Responsabile Amministrativo designati dall'amministrazione, il Responsabile Tecnico ed il Responsabile Amministrativo designati dalla Ditta (articolo E.4 Oneri e obblighi diversi a carico della Ditta. Sicurezza sul lavoro ). Il Comitato di controllo e pianificazione si riunisce ordinariamente su convocazione del Presidente con periodicità trimestrale; può riunirsi anche straordinariamente su richiesta dell Amministrazione o della Ditta. Il Comitato di controllo e pianificazione ha il compito di: ) analizzare l'andamento generale e l'erogazione dei servizi di assistenza tecnica ed help desk erogati dalla Ditta; ) analizzare trimestralmente il rispetto dei livelli di servizio (SLA) riportati nel presente CSA; ) concordare le eventuali misure ed iniziative correttive necessarie per mantenere o migliorare i livelli di servizio stabiliti; 4) proporre qualunque azione organizzativa utile per assicurare la massima funzionalità di tutte le attività di servizio erogate ai sensi del presente CSA; 5) concordare le modalità di pianificazione e conduzione di attività tecniche relative a progetti ICT che prevedano il coinvolgimento di personale della Ditta. Delle sedute del Comitato di controllo e pianificazione verrà redatto apposito verbale. E. Disciplina nei luoghi di lavoro La Ditta dovrà mantenere la perfetta disciplina nei luoghi di lavoro impegnandosi ad osservare ed a fare osservare al proprio personale le obbligazioni nascenti dal contratto. L Amministrazione potrà esigere il cambiamento di tale personale per incapacità o grave negligenza, fermo restando la responsabilità della Ditta per i danni o le inadempienze causati da tali mancanze. Il personale della Ditta durante lo svolgimento delle proprie funzioni dovrà esibire un apposito cartellino identificativo che riporti la ragione sociale della Ditta nonché la fotografia ed i dati anagrafici fondamentali dell'operatore (nome, cognome) ai sensi dell'art. 6 del D.Lgs. n. 8/008. E. Trattamento e tutela dei lavoratori La Ditta è obbligata ad applicare ai lavoratori dipendenti, occupati nei servizi costituenti oggetto del presente contratto e, se cooperativa, anche nei confronti dei soci lavoratori, condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi di lavoro vigenti nel settore per la zona e nei tempi in cui si svolgeranno il servizio ed a continuare ad applicare i suddetti contratti collettivi anche dopo la loro scadenza e fino alla loro sostituzione. La Ditta si obbliga in particolare ad osservare le clausole dei contratti collettivi nazionali e provinciali relative al trattamento economico per ferie, gratifica natalizia e festività, ed a provvedere Pagina 7 di 8

18 all accantonamento degli importi relativi nei modi e nelle formule in essi previsti. I suddetti obblighi vincolano la Ditta fino alla data di validità del contratto anche se lo stesso non sia aderente alle associazioni stipulanti o receda da esse, ed indipendentemente dalla natura industriale ed artigiana, dalla natura e dimensioni della Ditta di cui è titolare, e da ogni sua altra qualificazione giuridica, economica o sindacale. E.4 Oneri e obblighi diversi a carico della Ditta. Sicurezza sul lavoro Saranno a carico della Ditta gli oneri ed obblighi seguenti: la nomina, entro 5 (cinque) giorni solari dall'aggiudicazione del presente appalto, del Responsabile Tecnico (RT) e del Responsabile Amministrativo (RA) nei rapporti con l Amministrazione; la nomina, all'inizio dell'erogazione dei servizi previsti dal presente appalto, del Coordinatore per il servizio Presidio locale Help Desk di livello di cui all'art.. Presidio Locale Help Desk di livello ; l adozione, nell esecuzione di tutti i servizi, dei procedimenti e delle cautele necessarie per garantire la vita e l incolumità del personale addetto e dei terzi, nonché per evitare danni ai beni pubblici e privati, osservando le disposizioni contenute nel D. Lgs. n. 8 del 9/4/008 Attuazione dell'articolo della legge agosto 007, n., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro e ss.mm.ii. e di tutte le norme in vigore in materia di infortunistica. Ogni responsabilità in caso di infortuni ricadrà pertanto sulla Ditta restandone sollevata l Amministrazione, nonché il suo personale preposto alla direzione e sorveglianza; lo svolgimento del servizio nel pieno rispetto di tutte le norme, sia generali che relative allo specifico appalto, vigenti in materia di prevenzioni infortuni ed igiene del lavoro, ed in ogni caso in condizioni di permanente sicurezza ed igiene. La Ditta dovrà quindi informare ed addestrare i propri dipendenti su tutte le norme di legge, di contratto e sulle decisioni che avrà assunto in adempimento di quanto sopra secondo quanto stabilito dagli artt. 6 e 7 del D. Lgs. n. 8 del 9/4/008. La Ditta è tenuta a dare avviso all Amministrazione di quelle misure di carattere eccezionale che abbia ritenuto di assumere per salvaguardare l incolumità delle persone e che possono avere influenza sull andamento dei servizi. L Amministrazione ha in ogni momento la facoltà di richiedere ispezioni ed accertamenti relativi al rispetto delle norme di sicurezza ed igiene del lavoro ad Enti pubblici (ASL) o a consulenti privati di propria fiducia, e la Ditta è tenuta a consentirvi, fornendo anche le informazioni e la documentazione del caso; la vigilanza affinché il proprio personale, ed anche gli eventuali subappaltatori applichino scrupolosamente l addestramento ricevuto, ed in generale osservino le norme di legge, di contratto e quelle specifiche che ella ha stabilito; la cura e la pulizia dei locali messi a disposizione dell Amministrazione oppure delle sedi di intervento per tutte le attività previste dal presente Capitolato Speciale d'appalto, compreso lo sgombero dagli stessi dei materiali di rifiuto derivanti dall'esecuzione di attività tecniche e/o logistiche (es. imballaggi, consumabili). La presenza di personale dell Amministrazione, i controlli e le verifiche da esso eseguiti non liberano la Ditta dagli obblighi e responsabilità inerenti alla buona riuscita del servizio ed alla sua rispondenza alle clausole contrattuali, né da quelli incombenti in forza delle leggi, regolamenti e norme in vigore. E.5 Tracciabilità dei flussi finanziari La ditta appaltatrice è tenuta al rispetto degli obblighi previsti dall art. della L. n.6/00, al fine di assicurare la tracciabilità dei movimenti finanziari relativi all appalto. Il mancato utilizzo del bonifico bancario o postale, ovvero degli altri strumenti idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni, determina la risoluzione di diritto del contratto, ai sensi del comma 9 bis del predetto art. della L. n. 6/00 e ss.mm.ii. Pagina 8 di 8

19 E.6 Responsabilità civile e penale per danni a terzi La Ditta sarà responsabile nei confronti dei terzi e dell Amministrazione per i danni derivanti dall inadempimento delle obbligazioni contrattuali. Durante l esecuzione del contratto la Ditta sarà responsabile per danni derivanti a terzi dall operato dei propri dipendenti: pertanto dovrà adottare tutti i provvedimenti e le cautele necessari, con l obbligo di controllo, al fine di garantire le condizioni di sicurezza e prevenzione infortuni in tutte le operazioni connesse con il contratto. È fatto obbligo alla Ditta di mantenere l Amministrazione sollevata ed indenne contro azioni legali derivanti da richieste risarcitorie avanzate, nei confronti della stessa Amministrazione, da terzi danneggiati. La Ditta sarà comunque tenuta a risarcire l Amministrazione dal danno causato da ogni inadempimento alle obbligazioni derivanti dal presente capitolato speciale d appalto. Sarà obbligo della Ditta adottare, nell'esecuzione dei servizi, tutti i provvedimenti e le cautele necessarie a garantire la vita e l incolumità delle persone addette ai servizi e dei terzi e per evitare danni a persone e a cose di cui sarebbe unicamente responsabile. La Ditta, a copertura dei rischi sopra indicati, è tenuta ad essere in possesso di idonea polizza assicurativa per danni da responsabilità civile verso terzi, incluso l'amministrazione, per tutti i rischi, nessuno escluso, derivanti dall attività oggetto del presente appalto e per ogni danno anche se qui non menzionato, con un massimale unico di almeno ,00 (Euro quattromilioni/00) per sinistro e per anno assicurativo. La polizza, copia autentica della quale dovrà essere rilasciata all Amministrazione prima dell'inizio del servizio, dovrà avere validità per tutta la durata del contratto. Resta pertanto inteso che la Ditta assumerà ogni più ampia responsabilità sia civile che penale in caso di infortuni, incidenti o danni a persone, cose o animali provocati dal proprio personale nell esecuzione del servizio commissionato, della quale responsabilità si intende sollevata l Amministrazione e il personale preposto alla sorveglianza e rilievo del servizio medesimo. E.7 Recesso L'Amministrazione, ai sensi dell'art. c. del D.L. 6 luglio 0 n. 95 così come convertito dalla legge 7 agosto 0 n. 5, si riserva il diritto di recedere in qualsiasi tempo dal contratto, previa formale comunicazione alla Ditta con preavviso non inferiore a quindici giorni e previo pagamento delle prestazioni già eseguite oltre al decimo delle prestazioni non ancora eseguite, nel caso in cui, tenuto conto anche dell'importo dovuto per le prestazioni non ancora eseguite, i parametri delle convenzioni stipulate da Consip S.p.A. ai sensi dell'articolo 6, comma, della legge dicembre 999, n. 488 successivamente alla stipula del predetto contratto siano migliorativi rispetto a quelli del contratto stipulato e la Ditta non acconsenta ad una modifica, proposta da Consip S.p.A., delle condizioni economiche tale da rispettare il limite di cui all'articolo 6, comma della legge dicembre 999, n E.8 Esecuzione d ufficio, risoluzione contratto L Amministrazione si riserva il diritto insindacabile di risolvere il contratto nei seguenti casi: se la Ditta è colpevole di frode, negligenza o colpa grave; in caso di fallimento, di insolvenza o richiesta di un concordato giudiziale od extragiudiziale della Ditta; dopo (tre) casi, comunicati per iscritto secondo quanto previsto dall'art. E. Risoluzione delle controversie, nell'arco della durata contrattuale di: inadeguatezza di mezzi o disorganizzazione da parte della Ditta, servizio non erogato secondo le prescrizioni di Pagina 9 di 8

20 Capitolato Speciale d'appalto o secondo le condizioni contrattuali, o sospeso per cause imputabili alla Ditta qualora l ammontare delle penali applicate, ai sensi dell'art D.7, durante l esecuzione dell appalto risulti superiore ad un importo pari al 5% (cinque percento) dell importo di aggiudicazione dell appalto stesso; in caso di subappalto non autorizzato ai sensi del successivo art. E.9. in caso di mancato adempimento degli obblighi di tracciabilità finanziaria previsti dall'art. della legge n. 6/00 di cui all'art. E.5 Tracciabilità dei flussi finanziari In caso di risoluzione l Amministrazione si riserva il diritto di affidare alla scadenza del termine di diffida, l ultimazione del servizio ad altro Appaltatore o di eseguire direttamente il servizio. Gli eventuali maggiori oneri per l'affidamento dell'ultimazione dell'appalto ad altro Appaltatore verranno addebitati alla Ditta, la quale risponderà inoltre di ogni altro danno che potesse derivare all Amministrazione dalla stipulazione di tale contratto o dalla esecuzione diretta del servizio e perderà ogni altro diritto a pretendere un indennizzo per spese sostenute o per mancato guadagno. In caso di risoluzione del contratto si procederà inoltre all incameramento completo della cauzione definitiva, salvo il diritto al risarcimento degli ulteriori danni. E.9 Subappalto e divieto di cessione E vietato il subappalto totale del servizio. L eventuale affidamento in subappalto di parte del servizio (ivi comprese le attività di trasporto di attrezzature informatiche tra le diverse sedi, noleggio di attrezzature informatiche), è subordinato al rispetto delle disposizioni di cui all art. 8 del D.Lgs. 6/006, tenendo presente che, in relazione a quanto disposto dal succitato articolo, la quota subappaltabile non può essere superiore al 0% (trentapercento). La Ditta Aggiudicataria resta in ogni caso responsabile, unitamente alla Ditta Subappaltatrice, nei confronti dell Amministrazione Comunale per l esecuzione delle prestazioni oggetto di subappalto, sollevando quest ultima da qualsiasi eventuale pretesa delle imprese subappaltatrici o da richieste di risarcimento danni eventualmente avanzate da terzi, in conseguenza anche delle prestazioni subappaltate. Il pagamento al subappaltatore avverrà tramite la Ditta Aggiudicataria. È fatto obbligo alla Ditta Aggiudicataria di trasmettere entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato nei suoi confronti copie delle fatture quietanzate relative ai pagamenti corrisposti al subappaltatore. La Ditta Aggiudicataria è altresì obbligata a depositare il contratto di subappalto presso la Stazione appaltante almeno 0 giorni prima della data di effettivo inizio dell esecuzione delle prestazioni oggetto di subappalto. La cessione, anche parziale, del contratto è vietata. E.0 Cessione del credito Per le cessioni dei crediti si applica l art. 7 del D. Lgs. n. 6/006. La richiesta di cessione del credito dovrà essere inviata a mezzo raccomandata A.R. al SSIT ovvero alla casella PEC istituzionale dell'amministrazione. Per tutte le vicende soggettive che dovessero interessare l esecutore del contratto si applica l art. 6 del D.Lgs. n. 6/006 E. Spese contrattuali Tutte le spese inerenti e conseguenti al Contratto ed al Capitolato Speciale d'appalto (bolli, registrazioni e diritti vari) sono a carico della Ditta. Pagina 0 di 8

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI PECETTO TORINESE CAP 10020 - PROVINCIA DI TORINO Sede Municipale di via Umberto I n.3 Tel. 0118609218/9- Fax 0118609073 e mail:info@comune.pecetto.to.it Partita IVA 02085860019 - C.F. 90002610013

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO GINNASIO STATALE "M. T. CICERONE" RMPC29000G Via Fontana Vecchia, 2 00044 FRASCATI tel. 06.9416530 fax 06.9417120 Cod.

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1)

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) Comune di Prato Servizio Risorse Umane Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) 1 Prova Scritta- Quiz con risposte esatte le risposte esatte sono sottolineate

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura adottate dall'associazione olandese Grossisti di Prodotti di Floricoltura ( Vereniging van Groothandelaren in Bloemkwekerijproducten

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI 6 Settore: Tutela Ambientale Servizio Proponente:Servizi per l'ambiente Responsabile del Procedimento:G.Laudicina Responsabile del Settore: R.Quatrosi DETERMINAZIONE

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO La Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, da compilarsi in caso di Offerta Segreta o Offerta

Dettagli

Fideiussione Corporate (la "Garanzia")

Fideiussione Corporate (la Garanzia) Fideiussione Corporate (la "Garanzia") OGGETTO: A ciascun detentore di obbligazioni convertibili in azioni della società Sacom S.p.A. denominati "Sacom 2013 2018 Obbligazioni Convertibili" (ciascun Obbligazionista,

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro.

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro. L. 15 luglio 1966, n. 604 (1). Norme sui licenziamenti individuali (2). (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 6 agosto 1966, n. 195. (2) Il comma 1 dell art. 1, D.Lgs. 1 dicembre 2009, n. 179, in combinato 1.

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto, durata ed importo dell appalto...

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli