VADEMECUM PUBBLICHE AFFISSIONI. Il Servizio Affissioni, che il Comune gestisce in esclusiva, cura in particolare l'affissione, in

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VADEMECUM PUBBLICHE AFFISSIONI. Il Servizio Affissioni, che il Comune gestisce in esclusiva, cura in particolare l'affissione, in"

Transcript

1 COMUNE DI GANGI Provincia di Palermo ***** CAP Via Salita Municipio, 2 tel fax P. Iva VADEMECUM PUBBLICHE AFFISSIONI Notizie Generali Il Servizio Affissioni, che il Comune gestisce in esclusiva, cura in particolare l'affissione, in appositi impianti, di manifesti contenenti comunicazioni aventi finalità istituzionali, sociali e politico ideologiche e culturali. Il Servizio gestisce anche le affissioni con contenuto commerciale. Chi richiede di effettuare affissioni è tenuto al pagamento di un diritto. Il Servizio di affissioni è disciplinato dal D.Lgs 507/93. Chi deve fare domanda e come Chiunque voglia pubblicizzare la propria attività, un prodotto, uno spettacolo, una conferenza attraverso manifesti deve presentare domanda presso all Ufficio Tributi, utilizzando il modello presente nell apposito link, Uffici e Servizi Servizio Tributi, nei seguenti modi: 1. Quando la pubblicità è effettuata mediante manifesti su impianti pubblicitari comunali, l'affissione sarà svolta direttamente da personale del Comune. In questo caso è dovuto il pagamento del DIRITTO DI AFFISSIONE. Modalità per la presentazione della domanda Le affissioni sono effettuate secondo l'ordine di precedenza risultante, dall'avvenuto pagamento del diritto e dalla richiesta annotata in apposito registro in ordine cronologico. Il materiale da affiggere deve essere consegnato all ufficio tributi almeno cinque giorni prima di quello previsto per l'affissione salvo deroghe che potranno essere concesse dall Ufficio. 1

2 Il diritto è comunque dovuto per intero anche nel caso in cui, in conseguenza alla concessione delle deroga di cui sopra, l affissione si effettui successivamente alla data di decorrenza stabilita. Uffici competenti La competenza autorizzativa è attribuita all Ufficio Tributi, sito in Via Salita Municipio 2, Gangi, piano terra, con orario dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore L ufficio si occupa esclusivamente di autorizzazioni relative alle affissioni di manifesti. Responsabile del procedimento : Rag. Giunta Franca. Responsabile supplente: Rag. Ruvituso Letizia. Tel. 0921/ Interno 222 Fax 0921/ Proroga ritardo e annullamento Sono ammesse proroghe alle affissioni già eseguite solamente nei casi in cui siano disponibili gli impianti. Dette proroghe devono essere richieste all'ufficio Tributi cinque giorni prima della scadenza del periodo prenotato, previo pagamento dei diritti dovuti. Il committente ha la facoltà di annullare la richiesta di affissione prima che venga eseguita, con l'obbligo di pagare la metà del diritto dovuto. Il ritardo nell'effettuare l'affissione a causa di cattive condizioni atmosferiche si considera causa di forza maggiore. In ogni caso, se il ritardo si protrae oltre dieci giorni dalla data di richiesta, l'ufficio Affissioni ne dà comunicazione al committente per iscritto. La mancanza di spazi disponibili è comunicata al committente entro dieci giorni dalla data di richiesta. In questi casi il committente può annullare l'ordine e l'ufficio Tributi provvederà a rimborsare le somme versate entro novanta giorni. Esenzioni e riduzioni L esenzione dal diritto sulle pubbliche affissioni si dispone nei eseguenti casi: a. i manifesti riguardanti le attività istituzionali del Comune da esso svolte in via esclusiva esposti nell'ambito del proprio territorio; 2

3 b. i manifesti delle autorità militari relativi alle iscrizioni nelle liste di leva alla chiamata e ai richiami alle armi; c. i manifesti dello Stato, delle Regioni e delle Province in materia di tributi; d. i manifesti delle Autorità di Polizia in materia di pubblica sicurezza; e. i manifesti relativi agli adempimenti di legge in materia di referendum, elezioni politiche, per il Parlamento Europeo, regionali e amministrative; f. ogni altro manifesto la cui affissione sia obbligatoria per legge; g. i manifesti concernenti i corsi scolastici e professionali gratuiti e regolarmente autorizzati; La riduzione del 50% del diritto è prevista nei seguenti casi: a. i manifesti riguardanti in via esclusiva lo Stato e gli Enti Pubblici territoriali che non rientrano nei casi per i quali è prevista l'esenzione; b. i manifesti di comitati, associazioni, fondazioni e ogni altro Ente che non abbia scopo di lucro; c. i manifesti relativi ad attività politiche, sindacali e di categoria, culturali, sportive, filantropiche e religiose da chiunque realizzate con il patrocinio o la partecipazione degli Enti Pubblici territoriali; d. i manifesti relativi a festeggiamenti patriottici, religiosi, a spettacoli viaggianti e di beneficenza; e. gli annunci mortuari. Sanzioni In caso di violazione delle norme del Regolamento delle Pubbliche Affissioni il Corpo di Polizia Municipale ha l'autorità di rilevare l'infrazione con apposito verbale, applicando le sanzioni previste dalle norme vigenti. Rimborsi Se l utente ritiene di aver corrisposto al Comune delle somme non dovute, può richiederne il rimborso mediante istanza debitamente documentata entro il termine di tre anni dal giorno di pagamento o da quello in cui è stato definitivamente accertato il diritto alla restituzione. 3

4 Modalità di pagamento Il pagamento del diritto per le pubbliche affissioni deve essere effettuato al momento della richiesta del servizio. Il pagamento può essere effettuato sul conto corrente postale n intestato a: Comune di Gangi Servizio di Tesoreria; in contanti nelle mani dell Agente contabile incaricato. Tariffe TARIFFE SULLE PUBBLICE AFFISSIONI Tariffa applicabile per ogni foglio base di cm 70x100 (D.L. 507/93) per commissioni di almeno 50 fogli Per i primi 10 giorni fino a 15 gg. fino a 20 gg fino a 25 gg fino a 30gg 1,03 1,34 1,65 1,96 2,27 Tariffa applicabile per ogni foglio base di cm 70X100 (D.L. 507/93) per commissioni inferiori a 50 fogli Per i primi 10 giorni fino a 15 gg. fino a 20 gg fino a 25 gg fino a 30gg 1,55 2,01 2,48 2,94 3,41 Determinazione del numero di fogli base corrispondente al formato dei manifesti I manifesti di formato superiore a cm 70X100 vanno rapportati a multipli del foglio base pertanto nell'applicazione delle tariffe bisogna tener presente quanto segue: 1. I manifesti fino a cm 100x140 sono pari a 2 fogli base, (tariffa base raddoppiata secondo la durata dell'esposizione; 2. I manifesti fino a cm 100x210 sono pari a 3 fogli base (tariffa base triplicata secondo la durata dell'esposizione 3. I manifesti fino a cm 140X200 sono pari a 4 fogli base (tariffa base quadruplicata secondo la durata dell'esposizione; 4

5 4. Per formati superiore ad 8 fogli aumento del 50% ; 5. Per formati superiore ad 12 fogli aumento del 100%. La tariffa è ridotta alla metà nei casi elencati sotto la voce La riduzione del 50% del diritto è prevista nei seguenti casi sopra descritti. Modulistica Modello richiesta affissione manifesti in formato.pdf; Modello richiesta affissione manifesti in esenzione del diritto in formato.pdf; Modello richiesta affissione manifesti con riduzione del diritto in formato.pdf; 5

COMUNE DI MONTIRONE Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LE AFFISSIONI DIRETTE DEGLI ENTI NON COMMERCIALI

COMUNE DI MONTIRONE Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LE AFFISSIONI DIRETTE DEGLI ENTI NON COMMERCIALI COMUNE DI MONTIRONE Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LE AFFISSIONI DIRETTE DEGLI ENTI NON COMMERCIALI INDICE Art. 1 Affissione diretta..... pag. 3 Art. 2 Manifesti esclusi dall affissione diretta.

Dettagli

IMPOSTA SULLA PUBBLICITA

IMPOSTA SULLA PUBBLICITA IMPOSTA SULLA PUBBLICITA Zona categoria normale Tariffe 2015 Tariffe 2016 PUBBLICITÀ ORDINARIA art. 12 Annuale Fino a 1 mq 16,11 16,11 Fino a 5,5 mq 17,10 17,10 Da mq 5,5 a mq 8,5 25,65 25,65 Oltre mq

Dettagli

Allegato A alla deliberazione di Giunta Comunale n del COMUNE DI CERVETERI PROVINCIA DI ROMA

Allegato A alla deliberazione di Giunta Comunale n del COMUNE DI CERVETERI PROVINCIA DI ROMA Allegato A alla deliberazione di Giunta Comunale n del COMUNE DI CERVETERI PROVINCIA DI ROMA TARIFFE dell IMPOSTA COMUNALE sulla PUBBLICITÀ e del DIRITTO sulle PUBBLICHE AFFISSIONI Ai sensi del Decreto

Dettagli

COMUNE DI ALIA (Provincia Regionale di Palermo) Via Regina Elena n ALIA - (Pa) telefono fax

COMUNE DI ALIA (Provincia Regionale di Palermo) Via Regina Elena n ALIA - (Pa) telefono fax COMUNE DI ALIA (Provincia Regionale di Palermo) Via Regina Elena n. 1-90021 - ALIA - (Pa) telefono 091-8210911 fax 091-8210939 e-mail : www.comunedialia@libero.it www.comunedialia.it allegato A IMPOSTA

Dettagli

Comune di : R E D A V A L L E (Pavia) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEI DIRITTI COMUNALI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI

Comune di : R E D A V A L L E (Pavia) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEI DIRITTI COMUNALI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI Comune di : R E D A V A L L E (Pavia) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEI DIRITTI COMUNALI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI (Decreto Legislativo 15 novembre 1993 n. 507) APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA (Provincia di Grosseto) COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA (Provincia di Grosseto) VERBALE delle DELIBERAZIONI della GIUNTA COMUNALE (DELIBERAZIONE N 68 del 24/03/2016) OGGETTO: CONFERMA TARIFFE IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E DIRITTI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI Comune di RUVIANO PROVINCIA CASERTA REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI Comune di RUVIANO PROVINCIA DI CASERTA REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EFFETTUAZIONE DEL

Dettagli

TARIFFE PER IL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI ANNO 2007

TARIFFE PER IL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI ANNO 2007 Milano Comune di Milano Settore Pubblicità TARIFFE PER IL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI ANNO 2007 Trattazione di Massima della Giunta Comunale n. 13623.055/2002 del 17 settembre 2002 SERVIZIO DELLE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PUBBLICHE AFFISSIONI

REGOLAMENTO COMUNALE PUBBLICHE AFFISSIONI REGOLAMENTO COMUNALE PUBBLICHE AFFISSIONI DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE nr. 7 del 31/03/2007 SOMMARIO CAPO I NORME GENERALI ART.1 ISTITUZIONE DEL SERVIZIO ART.2 OGGETTO DEL REGOLAMENTO ART.3 GESTIONE

Dettagli

A L L E G A T O "A" REGOLAMENTO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI

A L L E G A T O A REGOLAMENTO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI A L L E G A T O "A" REGOLAMENTO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI Modificato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 in data 31/03/2017 CAPO I SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI

Dettagli

GIUNTA COMUNALE DI AREZZO

GIUNTA COMUNALE DI AREZZO G.C. n. 267 Riferimenti Archivistici: D 01-20120000007 VERBALE DELL ADUNANZA DEL 12/06/2013 OGGETTO: IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' E DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI. TARIFFE PER L'ANNO 2013. PRESA

Dettagli

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA. In concessione a I.C.A. srl

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA. In concessione a I.C.A. srl IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA In concessione a I.C.A. srl Contribuenti interessati L imposta sulla pubblicità si applica a tutti coloro che effettuano la diffusione di messaggi pubblicitari, attraverso

Dettagli

Servizio Pubbliche Affissioni (Affissione, a cura del Comune, di manifesti su appositi impianti a ciò destinati)

Servizio Pubbliche Affissioni (Affissione, a cura del Comune, di manifesti su appositi impianti a ciò destinati) Comune di Triggiano SCHEDA INFORMATIVA Servizio Pubbliche Affissioni (Affissione, a cura del Comune, di manifesti su appositi impianti a ciò destinati) Riferimenti normativi e regolamentari D.Lgs. 507/93:

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNE DI OPERA P r o v i n c i a d i M i l a n o REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI SOMMARIO CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1. Art.

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE N. 216 Comune di POGGIO RENATICO Provincia di Ferrara VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: D.P.C.M. 16.02.2001. RIDETERMINAZIONE TARIFFE IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA'

Dettagli

COMUNE di CASELETTE Provincia di TORINO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI

COMUNE di CASELETTE Provincia di TORINO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNE di CASELETTE Provincia di TORINO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI CAPO I NORME GENERALI ART. 1 ISTITUZIONE DEL SERVIZIO 1. E istituito, in tutto il

Dettagli

COMUNE DI ESTE (Provincia di Padova)

COMUNE DI ESTE (Provincia di Padova) COMUNE DI ESTE (Provincia di Padova) REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI Classe IV Approvato con Delibera

Dettagli

TASSA PER L'OCCUPAZIONE PERMANENTE DI SPAZI ED AREE PUBBLICHE. Le occupazioni di suolo pubblico permanenti sono quelle a carattere stabile benché

TASSA PER L'OCCUPAZIONE PERMANENTE DI SPAZI ED AREE PUBBLICHE. Le occupazioni di suolo pubblico permanenti sono quelle a carattere stabile benché COMUNE DI GANGI Provincia di Palermo ***** CAP 90024 Via Salita Municipio, 2 tel. 0921644076 fax 0921644447 P. Iva 00475910824 - www.comune.gangi.pa.it TASSA PER L'OCCUPAZIONE PERMANENTE DI SPAZI ED AREE

Dettagli

COMUNE DI SOMMATINO CITTA DELLE ZOLFARE (Provincia di Caltanissetta) REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI TRIBUTI COMUNALI

COMUNE DI SOMMATINO CITTA DELLE ZOLFARE (Provincia di Caltanissetta) REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI TRIBUTI COMUNALI COMUNE DI SOMMATINO CITTA DELLE ZOLFARE (Provincia di Caltanissetta) REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI TRIBUTI COMUNALI ALLEGATO A ALL ATTO DI C.C. N 55 DEL 23/12/2013 Indice Articolo 1 Scopo

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI BERTINORO (Provincia di Forlì-Cesena) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 126 del 22.12.2008 ed entrato in vigore

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE CITTA DI ACQUI TERME Provincia di Alessandria REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 10 del 25/03/2013 Articolo 1 Oggetto del Regolamento

Dettagli

I.C.I. Imposta comunale sugli immobili

I.C.I. Imposta comunale sugli immobili UFFICIO TRIBUTI Responsabile: Agueriti Orietta Collaboratore: Zambianchi Monica Orario: dal LUNEDì al SABATO dalle ore 9,30 alle 13,00 GIOVEDì pomeriggio dalle 15,00 alle 17,30 Linea telefonica: 0523 848099

Dettagli

- Consiglio comunale n. 98 dell'08/09/1994 (C.R.C. n. 35645 del 26/09/1994)

- Consiglio comunale n. 98 dell'08/09/1994 (C.R.C. n. 35645 del 26/09/1994) COMUNE DI CASTEL BOLOGNESE PROVINCIA DI RAVENNA R E G O L A M E N T O C O M U N A L E PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA SULLA PUBBLICITA' E PER L'EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI Approvato

Dettagli

Comune di Pisa. Regolamento per la disciplina delle pubbliche affissioni e per l applicazione del Diritto sulle pubbliche affissioni

Comune di Pisa. Regolamento per la disciplina delle pubbliche affissioni e per l applicazione del Diritto sulle pubbliche affissioni Comune di Pisa Regolamento per la disciplina delle pubbliche affissioni e per l applicazione del Diritto sulle pubbliche affissioni Approvato con Deliberazione del C.C. n. 19 del 29.04.2010 1 Indice Capo

Dettagli

REGOLAMENTO AFFISSIONI

REGOLAMENTO AFFISSIONI Pagina 1 di 6 Documento PER L APPLICAZIONE DEL DIRITTO SULLE AFFISSIONI PUBBLICHE Rev. Data Oggetto della revisione 1 2 3 25.08.1994 13.02.2006 22.09.2012 1a emissione - Approvato con deliberazione C.C.

Dettagli

Comune di Spoleto VADEMECUM IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA

Comune di Spoleto VADEMECUM IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Comune di Spoleto VADEMECUM IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Contribuenti interessati L'imposta sulla pubblicità si applica a tutti coloro che effettuano la diffusione di messaggi pubblicitari, attraverso

Dettagli

IMPOSTA SULLA PUBBLICITA'

IMPOSTA SULLA PUBBLICITA' IMPOSTA SULLA PUBBLICITA' (+ %) PUBBLICITA' ORDINARIA ( Art 12; per 1 mq.) - Annuale: da mq 5,5 a mq 8,5 13,634 20,451 27,268 - Non superiore a 3 mesi, per ogni mese o frazione: da mq 5,5 a mq 8,5 1,363

Dettagli

REGOLAMENTO UTILIZZO SALA PER RIUNIONI PUBBLICHE

REGOLAMENTO UTILIZZO SALA PER RIUNIONI PUBBLICHE Comune di Magliano in Toscana Provincia di Grosseto REGOLAMENTO UTILIZZO SALA PER RIUNIONI PUBBLICHE (Approvato con deliberazione n 55 del 30/12/2002) (Modificato con Delibera di Consiglio n. 21 del 29/05/2008)

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' E DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI AI SENSI DEL D.LGS N. 507.

REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' E DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI AI SENSI DEL D.LGS N. 507. REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' E DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI AI SENSI DEL D.LGS 15.11.1993 N. 507. Art. 1 - Ambito di applicazione La pubblicità esterna e

Dettagli

COMUNE DI MAGIONE (Provincia di Perugia) Regolamento per la disciplina dell Imposta di soggiorno

COMUNE DI MAGIONE (Provincia di Perugia) Regolamento per la disciplina dell Imposta di soggiorno COMUNE DI MAGIONE (Provincia di Perugia) Regolamento per la disciplina dell Imposta di soggiorno Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 37 del 13/04/2015 INDICE Art. 1. Oggetto del Regolamento

Dettagli

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA N.B. Prima di esporre qualsiasi mezzo pubblicitario è necessario ottenere presso i competenti uffici (Ufficio Tecnico) l autorizzazione. Contribuenti interessati L'imposta

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI TASI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI TASI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI TASI approvato con delibera di Consiglio Comunale n 26 del 29.07.2014 1 Regolamento per l istituzione e l applicazione della TASI INDICE

Dettagli

SERVIZIO PUBBLICHE AFFISSIONI COMMISSIONE PER AFFISSIONE MANIFESTI

SERVIZIO PUBBLICHE AFFISSIONI COMMISSIONE PER AFFISSIONE MANIFESTI Commissione: N del SERVIZIO PUBBLICHE AFFISSIONI COMMISSIONE PER AFFISSIONE MANIFESTI Il/la sottoscritto/a nato a il Codice fiscale residente a Prov. Via/Piazza n telefono cellulare indirizzo di posta

Dettagli

Ufficio Ragioneria e Tributi Via Roma, 69-36030 tel. 0445/333329 - fax n. 0445/330029 e-mail : tributi@comune.zugliano.vi.it www.comune.zugliano.vi.

Ufficio Ragioneria e Tributi Via Roma, 69-36030 tel. 0445/333329 - fax n. 0445/330029 e-mail : tributi@comune.zugliano.vi.it www.comune.zugliano.vi. Ufficio Ragioneria e Tributi Via Roma, 69-36030 tel. 0445/333329 - fax n. 0445/330029 e-mail : tributi@comune.zugliano.vi.it www.comune.zugliano.vi.it IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ Prima di iniziare

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO Approvato con deliberazione del C. C. n 2 del 26.03.2015 Modificato con deliberazione del C.C. n 15 del 28.07.2015 Pagina 1 di 6 28 Luglio 2015

Dettagli

COMUNE DI TIGLIETO PROVINCIA DI GENOVA

COMUNE DI TIGLIETO PROVINCIA DI GENOVA IMPOSTA SULLA PUBBLICITÀ E DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI DECRETO LEGISLATIVO 15 novembre 1993, n. 507 Tariffe vigenti a decorrere dal 1 gennaio 2002 A) IMPOSTA SULLA PUBBLICITÀ art.12 Pubblicità ordinaria

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.67/2013 INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art.

Dettagli

COMUNE DI VILLAFALLETTO

COMUNE DI VILLAFALLETTO COMUNE DI VILLAFALLETTO PROVINCIA DI CUNEO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI CAPO I D.Lgs. 15 novembre 1993, n. 507 Testo coordinato del regolamento approvato

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO PUBBLICHE AFFISSIONI

REGOLAMENTO SERVIZIO PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO PROVINCIA DI SALERNO SERVIZIO TRIBUTI REGOLAMENTO SERVIZIO PUBBLICHE AFFISSIONI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 25 del 30 marzo 1999 Modificato con deliberazione

Dettagli

TARIFFE DI TRIBUTI E SERVIZI, CANONI, CORRISPETTIVI, ANNO 2016

TARIFFE DI TRIBUTI E SERVIZI, CANONI, CORRISPETTIVI, ANNO 2016 Il presente allegato A, costituito da n. pagine, forma parte integrante e sostanziale della delibera di G.C. n. del Il Segretario Comunale Dr. Vincenzo Errico TARIFFE DI TRIBUTI E SERVIZI, CANONI, CORRISPETTIVI,

Dettagli

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 38 del 11.09.2014 COMUNE DI SISSA TRECASALI Provincia di Parma REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE

Dettagli

Tassa vidimazione libri sociali

Tassa vidimazione libri sociali Tassa vidimazione libri sociali Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il prossimo 16 marzo 2016 è il termine ultimo per effettuare il versamento della tassa annuale per la numerazione

Dettagli

(ALLEGATO ALLA DELIBERA CONSILIARE n. 34 DEL 13/11/2015) NUOVO REGOLAMENTO DISCIPLINA DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI NEL TERRITORIO COMUNALE

(ALLEGATO ALLA DELIBERA CONSILIARE n. 34 DEL 13/11/2015) NUOVO REGOLAMENTO DISCIPLINA DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI NEL TERRITORIO COMUNALE (ALLEGATO ALLA DELIBERA CONSILIARE n. 34 DEL 13/11/2015) NUOVO REGOLAMENTO DISCIPLINA DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI NEL TERRITORIO COMUNALE TITOLO I -DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Oggetto del Regolamento

Dettagli

IMPOSTA DI SOGGIORNO

IMPOSTA DI SOGGIORNO IMPOSTA DI SOGGIORNO INFORMATIVA Referente, Area II Economica- Settore Finanziario, Ufficio Tributi in Piazza Europa n.1, piano terra; Responsabile: D.ssa Daniela ILARIO Orario Apertura: Lunedì e Venerdì

Dettagli

Comune di Carmignano

Comune di Carmignano Comune di Carmignano (Provincia di Prato) Deliberazione del Consiglio Comunale n. 22 del 21/05/2014 Regolamento per l applicazione del tributo per i servizi indivisibili (TASI) Indice Art. 1 - Oggetto

Dettagli

COMUNE DI SEGARIU. Approvato con atto del Consiglio Comunale n. 51 del Pag. 1

COMUNE DI SEGARIU. Approvato con atto del Consiglio Comunale n. 51 del Pag. 1 COMUNE DI SEGARIU REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI Approvato con atto del Consiglio Comunale

Dettagli

COMUNE DI META PROVINCIA DI NAPOLI. Regolamento per la disciplina dell imposta di soggiorno

COMUNE DI META PROVINCIA DI NAPOLI. Regolamento per la disciplina dell imposta di soggiorno COMUNE DI META PROVINCIA DI NAPOLI Regolamento per la disciplina dell imposta di soggiorno Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 8 del 13/06/2012 Indice Art.1 Oggetto del regolamento -----------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

C I T T A D I M O R T A R A (Provincia di Pavia)

C I T T A D I M O R T A R A (Provincia di Pavia) C I T T A D I M O R T A R A (Provincia di Pavia) AREA TRIBUTI PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Imposta Comunale sulla pubblicità e diritti sulle pubbliche affissioni. Tariffe per

Dettagli

Comune di MODENA Servizio Tributi Gestione I.C.A. Srl IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA

Comune di MODENA Servizio Tributi Gestione I.C.A. Srl IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Comune di MODENA Servizio Tributi Gestione I.C.A. Srl IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Contribuenti interessati L'imposta sulla pubblicità si applica a tutti coloro che effettuano la diffusione di messaggi

Dettagli

Tassa vidimazione libri sociali: versamento entro il prossimo 16 marzo 2017

Tassa vidimazione libri sociali: versamento entro il prossimo 16 marzo 2017 CIRCOLARE A.F. N. 32 del 3 Marzo 2017 Ai gentili clienti Loro sedi Tassa vidimazione libri sociali: versamento entro il prossimo 16 marzo 2017 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che

Dettagli

COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese)

COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese) COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese) (Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 10 del 28.04.2004) Art 1 Il presente Regolamento disciplina l utilizzo dell area comunale ubicata in località

Dettagli

ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI/CONTABILI/AFFARI GENERALI/PRODUTTIVI allegato 2

ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI/CONTABILI/AFFARI GENERALI/PRODUTTIVI allegato 2 ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI/CONTABILI/AFFARI GENERALI/PRODUTTIVI allegato 2 SERVIZIO PROCEDIMENTO NORMATIVA DI RIFERIMENTO TERMINI DEL PROCEDIMENTO DURATA RESPONS ABILE DEL PROCEDI MENTO RESPONSABI

Dettagli

COMUNE DI GABICCE MARE Provincia di Pesaro e Urbino Regione Marche REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ISTITUZIONE E L'APPLICAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO

COMUNE DI GABICCE MARE Provincia di Pesaro e Urbino Regione Marche REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ISTITUZIONE E L'APPLICAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO Allegato A) COMUNE DI GABICCE MARE Provincia di Pesaro e Urbino Regione Marche REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ISTITUZIONE E L'APPLICAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO Approvato con Deliberazione di C.C. n. 19

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO COMUNALE SUI SERVIZI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO COMUNALE SUI SERVIZI COMUNE DI QUART VALLE D AOSTA COMMUNE DE QUART VALLÉE D AOSTE REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO COMUNALE SUI SERVIZI Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 38 del 23 ottobre 2013

Dettagli

COMUNE DI SANGANO REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO SUI SERVIZI

COMUNE DI SANGANO REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO SUI SERVIZI COMUNE DI SANGANO Ufficio Tributi REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO SUI SERVIZI Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 20 del 29/11/2013 Il Regolamento è in vigore dal 01/01/2013

Dettagli

REGIONE AUTONOMA VALLE D'AOSTA COMUNE DI CHARVENSOD

REGIONE AUTONOMA VALLE D'AOSTA COMUNE DI CHARVENSOD CONSORZIO DEGLI ENTI LOCALI DELLA VALLE D AOSTA Consortium des Collectivitités Locales de la Vallée d Aoste REGIONE AUTONOMA VALLE D'AOSTA COMUNE DI CHARVENSOD BOZZA REGOLAMENTO DISCIPLINA DEL SERVIZIO

Dettagli

Regolamento Comunale per l applicazione dell imposta sulla pubblicità e per l effettuazione del servizio delle pubbliche affissioni

Regolamento Comunale per l applicazione dell imposta sulla pubblicità e per l effettuazione del servizio delle pubbliche affissioni COMUNE DI SANT ANGELO DI PIOVE DI SACCO Provincia di Padova Regolamento Comunale per l applicazione dell imposta sulla pubblicità e per l effettuazione del servizio delle pubbliche affissioni -----------------------------

Dettagli

PUBBLICITA ANNUALE CLASSE 3 (30.001-100.000 ab.)

PUBBLICITA ANNUALE CLASSE 3 (30.001-100.000 ab.) PUBBLICITA ANNUALE CLASSE 3 (30.001-100.000 ab.) In questa categoria sono comprese tutte le esposizioni di durata superiore a tre mesi, ad eccezione degli automezzi di proprietà dell impresa per i quali

Dettagli

COMUNE DI NUMANA PROVINCIA DI ANCONA. Regolamento per la disciplina e l applicazione del Tributo sui servizi indivisibili TASI-

COMUNE DI NUMANA PROVINCIA DI ANCONA. Regolamento per la disciplina e l applicazione del Tributo sui servizi indivisibili TASI- COMUNE DI NUMANA PROVINCIA DI ANCONA Regolamento per la disciplina e l applicazione del Tributo sui servizi indivisibili TASI- Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 38 del 30.07.2014 I N D I

Dettagli

Comune di Siena UFFICIO ORGANIZZAZIONE

Comune di Siena UFFICIO ORGANIZZAZIONE Comune di Siena UFFICIO ORGANIZZAZIONE ATTO DIRIGENZIALE N 139 DEL08/02/2016 OGGETTO: PRE-RUOLO SANZIONI AMMINISTRATIVE NON RISCOSSE DERIVANTI DA VIOLAZIONI AMMINISTRATIVE A LEGGI DELLO STATO,DELLA REGIONE

Dettagli

Il/la sottoscritto/a nato/a a. in qualità di Presidente e/o Rappresentante Legale dell. Con sede in via n. Codice Fiscale, Tel.

Il/la sottoscritto/a nato/a a. in qualità di Presidente e/o Rappresentante Legale dell. Con sede in via n. Codice Fiscale, Tel. Domanda contributo Straordinario per l organizzazione di manifestazioni Culturali, Folcloristiche e di Spettacolo Nell anno 2010 Al Sig. Sindaco All Assessorato alla Cultura Sport e Spettacolo del Comune

Dettagli

COMUNE DI BELGIOIOSO PROVINCIA DI PAVIA

COMUNE DI BELGIOIOSO PROVINCIA DI PAVIA COMUNE DI BELGIOIOSO PROVINCIA DI PAVIA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI

Dettagli

Regolamento Comunale per l applicazione dell Imposta di soggiorno

Regolamento Comunale per l applicazione dell Imposta di soggiorno Regolamento Comunale per l applicazione dell Imposta di soggiorno Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 45 del 10.09.2014 In vigore dal 15.09.2014 Modificato con deliberazione di Consiglio

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI BIELLA UFFICIO DEL REGISTRO DELLE IMPRESE GUIDA ALLA BOLLATURA DEI LIBRI E REGISTRI DI IMPRESA

CAMERA DI COMMERCIO DI BIELLA UFFICIO DEL REGISTRO DELLE IMPRESE GUIDA ALLA BOLLATURA DEI LIBRI E REGISTRI DI IMPRESA CAMERA DI COMMERCIO DI BIELLA UFFICIO DEL REGISTRO DELLE IMPRESE GUIDA ALLA BOLLATURA DEI LIBRI E REGISTRI DI IMPRESA Aggiornata a dicembre 2013 Libri sociali La Camera di Commercio di Biella esegue il

Dettagli

Comune di Pesaro Gestione I.C.A. srl IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA

Comune di Pesaro Gestione I.C.A. srl IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Comune di Pesaro Gestione I.C.A. srl IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Contribuenti interessati L'imposta sulla pubblicità si applica a tutti coloro che effettuano la diffusione di messaggi pubblicitari,

Dettagli

COMUNE DI MESSINA REGOLAMENTO DI UTILIZZO

COMUNE DI MESSINA REGOLAMENTO DI UTILIZZO COMUNE DI MESSINA REGOLAMENTO DI UTILIZZO SITO: CHIESA SANTA MARIA DEGLI ALEMANNI Regolamento per l utilizzo temporaneo degli spazi comunali all interno del sito dell ex Chiesa S. Maria degli Alemanni

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO SU LEGNANO Provincia di Milano

COMUNE DI SAN GIORGIO SU LEGNANO Provincia di Milano COMUNE DI SAN GIORGIO SU LEGNANO Provincia di Milano REGOLAMENTO COMUNALE PER L APLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI APPROVATO

Dettagli

Regolamento per la disciplina dell imposta di soggiorno

Regolamento per la disciplina dell imposta di soggiorno Regolamento per la disciplina dell imposta di soggiorno Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 99 del 29/11/2011 Indice Art.1 Oggetto del regolamento -----------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELLA IMPOSTA DI SOGGIORNO

REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELLA IMPOSTA DI SOGGIORNO REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELLA IMPOSTA DI SOGGIORNO (Approvato con delibera consiglio comunale n. 42 del 30/11/2015 ) (Modificato con delibera consiglio comunale n. 28 del 08/07/2017) ARTICOLO 1

Dettagli

Comune di Cassano all Ionio ( Provincia di Cosenza )

Comune di Cassano all Ionio ( Provincia di Cosenza ) ( Provincia di Cosenza ) Il Responsabile del Procedimento: Geom. Francesco Garofalo Ord. N 52 del 15 giugno 2010 IL SINDACO Visto il Decreto della Procura della Repubblica di Castrovillari RG n. 1496/04

Dettagli

CITTA DI SEREGNO SERVIZIO TRIBUTI REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI

CITTA DI SEREGNO SERVIZIO TRIBUTI REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI CITTA DI SEREGNO REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI Delibera C.C. n. 12 del 31/01/07 SERVIZIO TRIBUTI 1 Art. 1 Oggetto del regolamento

Dettagli

PARTE TERZA. Comune di Laglio Provincia di Como. Regolamento per l istituzione e l applicazione della TASI INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

PARTE TERZA. Comune di Laglio Provincia di Como. Regolamento per l istituzione e l applicazione della TASI INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI PARTE TERZA Comune di Laglio Provincia di Como Regolamento per l istituzione e l applicazione della TASI Art. 1.Oggetto del Regolamento Art. 2. Soggetto attivo Art. 3. Indicazione analitica dei servizi

Dettagli

Città di Pescara Medaglia d oro al Merito Civile

Città di Pescara Medaglia d oro al Merito Civile Città di Pescara Medaglia d oro al Merito Civile REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA SALA CONSILIARE Approvato con delibera consiliare n. 107 del 30 luglio 2012 ( in abrogazione della deliberazione di C.C.

Dettagli

Regolamento Sull Imposta di Soggiorno nel Comune di Squillace

Regolamento Sull Imposta di Soggiorno nel Comune di Squillace C ittà d i Squillace -Provincia di Catanzaro- Regolamento Sull Imposta di Soggiorno nel Comune di Squillace Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.13 del 06 luglio 2011 Regolamento sull Imposta

Dettagli

COMUNE DI SENIGALLIA REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO

COMUNE DI SENIGALLIA REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO COMUNE DI SENIGALLIA REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 37 del 29/3/2012 *Le modifiche apportate sono evidenziate

Dettagli

COMUNE DI TURSI. - Provincia di Matera - SOMMARIO

COMUNE DI TURSI. - Provincia di Matera - SOMMARIO COMUNE DI TURSI - Provincia di Matera - REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI SOMMARIO Art. D E S C R I Z I O N E Art. D E S C R I Z I O N E CAPO I - NORME GENERALI

Dettagli

Il D.L. 69 del 2013 ha introdotto nuove modalità di pagamento delle sanzioni pecuniarie per violazioni al Codice della strada

Il D.L. 69 del 2013 ha introdotto nuove modalità di pagamento delle sanzioni pecuniarie per violazioni al Codice della strada Il D.L. 69 del 2013 ha introdotto nuove modalità di pagamento delle sanzioni pecuniarie per violazioni al Codice della strada Dal 21 agosto l automobilista indisciplinato, incorso in una sanzione pecuniaria

Dettagli

REGOLAMENTO APPLICAZIONE IMPOSTA COMUNALE PUBBLICITA E PUBBLICHE AFFISSIONI

REGOLAMENTO APPLICAZIONE IMPOSTA COMUNALE PUBBLICITA E PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNE DI ANGIARI PROVINCIA DI VERONA C.F. 82003290234 P.IVA 01275970232 Tel. 0442 97007 Fax 98210 PIAZZA MUNICIPIO, 441 37050 ANGIARI REGOLAMENTO APPLICAZIONE IMPOSTA COMUNALE PUBBLICITA E PUBBLICHE AFFISSIONI

Dettagli

Termini previsti dal D.Lgs. 285/1992

Termini previsti dal D.Lgs. 285/1992 UO Verbali e procedure sanzionatorie PROCEDIMENTO Normativa di riferimento Inizio del (d ufficio o su istanza di parte) (cognome e nome) espresso (per es ; Decreto Sindacale; Deliberazione CC ecc) CIL

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI NOTIFICAZIONE DEGLI ATTI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI NOTIFICAZIONE DEGLI ATTI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI NOTIFICAZIONE DEGLI ATTI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 25 in data 30/07/2013 INDICE ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO... 3 ART. 2 -

Dettagli

Comune di Tonengo Prov. di Asti REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.)

Comune di Tonengo Prov. di Asti REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) Comune di Tonengo Prov. di Asti REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) Allegato alla d.c.c. n. 12 del 27/06/2012 INDICE Art. 1 - Oggetto Art. 2 Abitazione posseduta a titolo

Dettagli

COMUNE DI PIEVE DI CENTO. Regolamento Per La Disciplina Del Tributo Per I Servizi Indivisibili (TASI)

COMUNE DI PIEVE DI CENTO. Regolamento Per La Disciplina Del Tributo Per I Servizi Indivisibili (TASI) COMUNE DI PIEVE DI CENTO Provincia di Bologna Regolamento Per La Disciplina Del Tributo Per I Servizi Indivisibili (TASI) Approvato dal Consiglio Comunale con delibera n. 49 del 10 luglio 2014 1 INDICE

Dettagli

Regolamento per l organizzazione del Servizio Notifiche

Regolamento per l organizzazione del Servizio Notifiche COMUNE DI SAN MARTINO SANNITA Provincia di Benevento Regolamento per l organizzazione del Servizio Notifiche. Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n 2 del 9 Gennaio 2014 Indice Art. 1 Oggetto

Dettagli

Comune di Spoleto VADEMECUM IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA

Comune di Spoleto VADEMECUM IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Comune di Spoleto VADEMECUM IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA Contribuenti interessati L'imposta sulla pubblicità si applica a tutti coloro che effettuano la diffusione di messaggi pubblicitari, attraverso

Dettagli

Comune di VERRUA SAVOIA. (Provincia di TORINO) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU)

Comune di VERRUA SAVOIA. (Provincia di TORINO) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) Comune di VERRUA SAVOIA (Provincia di TORINO) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) (Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 19 del 26/9/2012 e modificato con delibera

Dettagli

Circolare N.102 del 5 Luglio 2012

Circolare N.102 del 5 Luglio 2012 Circolare N.102 del 5 Luglio 2012 Autotrasportatori indigenti: concessa la rateizzazione delle sanzioni amministrative del codice della strada Autotrasportatori indigenti: concessa la rateazione delle

Dettagli

Circolare informativa 6/2016. ( a cura di Sara Razzi) BOLLO VIRTUALE

Circolare informativa 6/2016. ( a cura di Sara Razzi) BOLLO VIRTUALE Roma, 14 marzo 2016 Circolare informativa 6/2016 ( a cura di Sara Razzi) BOLLO VIRTUALE L imposta di bollo può essere corrisposta: mediante pagamento ad intermediario convenzionato con l Agenzia delle

Dettagli

REGOLAMENTO DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO

REGOLAMENTO DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO Comune di Valeggio sul Mincio * * * REGOLAMENTO DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 3 in data 16/02/2012 Pag.1 INDICE Articolo 1...3 Oggetto del Regolamento...3

Dettagli

COMUNE DI CONCA DEI MARINI (Provincia di Salerno) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO (D.Lgs. 14 marzo 2011, n.

COMUNE DI CONCA DEI MARINI (Provincia di Salerno) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO (D.Lgs. 14 marzo 2011, n. COMUNE DI CONCA DEI MARINI (Provincia di Salerno) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO (D.Lgs. 14 marzo 2011, n. 23) Approvato con delibera di C.C. n. 5 del 18.04.2012 Modificato con

Dettagli

COPIA DELIBERAZIONE ORIGINALE DELLA GIUNTA COMUNALE

COPIA DELIBERAZIONE ORIGINALE DELLA GIUNTA COMUNALE (PROVINCIA DI CATANIA) COPIA DELIBERAZIONE ORIGINALE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 25 del 29.01.2010 Reg. Gen. Anno 2010 OGGETTO: Approvazione tariffe 2010. L anno duemiladieci addì ventinove del mese di gennaio

Dettagli

COMUNE DI VILLAFRANCA DI VERONA PROVINCIA DI VERONA REGOLAMENTO COMUNALE SULL IMPOSTA DI SOGGIORNO

COMUNE DI VILLAFRANCA DI VERONA PROVINCIA DI VERONA REGOLAMENTO COMUNALE SULL IMPOSTA DI SOGGIORNO COMUNE DI VILLAFRANCA DI VERONA PROVINCIA DI VERONA REGOLAMENTO COMUNALE SULL IMPOSTA DI SOGGIORNO Approvato con delibera di Consiglio n. 24 del 9 aprile 2013 I N D I C E Art. 1 Oggetto del regolamento

Dettagli

COMUNE DI MONTEMURLO Provincia di Prato

COMUNE DI MONTEMURLO Provincia di Prato COMUNE DI MONTEMURLO Provincia di Prato IMPOSTA DI PUBBLICITÀ E DIRITTO DI PUBBLICHE AFFISSIONI IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ D.Lgs n.507/93 art. 12 - Categoria normale - Pubblicità ordinaria (insegne,

Dettagli

Regolamento sull imposta di soggiorno nel Comune di Camerota

Regolamento sull imposta di soggiorno nel Comune di Camerota Regolamento sull imposta di soggiorno nel Comune di Camerota (Approvato con delibera di consiglio comunale n.4 del 14/03/2014 e successivamente modificato con delibera di consiglio n.21 del 14/10/2014)

Dettagli

abbonamento Speciale studenti 8 spettacoli di Prosa e 4 spettacoli Scena contemporanea 50 valido per studenti fino a 26 anni (IV ordine di palchi)

abbonamento Speciale studenti 8 spettacoli di Prosa e 4 spettacoli Scena contemporanea 50 valido per studenti fino a 26 anni (IV ordine di palchi) ABBONAMENTI abbonamento Prosa turni a-b-c (8 spettacoli) platea I settore 165 150 R 130 RG platea II settore 144 128 R 105 RG palchi centrali 144 128 R 105 RG palchi laterali 90 78 R 60 RG R= ridotto ultra65enni

Dettagli

SANZIONI REGISTRO IMPRESE

SANZIONI REGISTRO IMPRESE SANZIONI REGISTRO IMPRESE Quando si applicano: Le sanzioni del Registro delle Imprese vengono applicate in caso di: domanda di iscrizione o di deposito nel Registro delle Imprese oltre il termine previsto

Dettagli

DISCIPLINA ORGANIZZATIVA PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

DISCIPLINA ORGANIZZATIVA PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Comune di Fontevivo SETTORE: SERVIZI GENERALI E ALLA PERSONA DISCIPLINA ORGANIZZATIVA PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI La presente disciplina: - È stata approvata con deliberazione della Giunta

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ E DEI DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ E DEI DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ E DEI DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI Approvato con deliberazione consiliare n. 13 del 08/03/1995 Modificato con deliberazione consiliare

Dettagli

DISCIPLINARE PROCEDURE CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI

DISCIPLINARE PROCEDURE CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI COMUNE DI AVIO PROVINCIA DI TRENTO DISCIPLINARE PROCEDURE CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. 080 di data 25/05/2016 Decorrenza 1 giugno 2016 Indice generale

Dettagli

Regolamento per la concessione in uso a terzi delle attrezzature comunali per l organizzazione di manifestazioni e spettacoli

Regolamento per la concessione in uso a terzi delle attrezzature comunali per l organizzazione di manifestazioni e spettacoli Comune di Carmignano Provincia di Prato Regolamento per la concessione in uso a terzi delle attrezzature comunali per l organizzazione di manifestazioni e spettacoli Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente

Dettagli