Cosa sono i FODMAPs ?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Cosa sono i FODMAPs ?"

Transcript

1 La FODMAPs Diet

2 Cosa sono i FODMAPs?

3 FODMAPs e meteorismo Cos è il meteorismo? Condizione in cui si presenta accumulo eccessivo di gas nel tratto gastrointestinale, con conseguente sensazione di pienezza, spasmi, distensione e dolori addominali Probabili cause: 1) Aria deglutita 2) Fermentazione batterica di varie sostanze (tra cui i FODMAPs)

4 Meteorismo e patologie Il meteorismo si manifesta in diverse condizioni: - IBS (Irritable Bowel Syndrome) - Stipsi da rallentato transito intestinale - Intolleranze alimentari (glutine, lattosio) - Disbiosi intestinale - Alterato assorbimento dei gas intestinali - Pancreatite cronica Trattamento - Cura dell affezione primaria - Attività fisica - Alimentazione adeguata

5 Ipotesi di malassorbimento dei FODMAPs: come vengono assorbiti gli zuccheri nell intestino? Digestione dei carboidrati Captazione degli esosi Nel lume intestinale Amido -> destrine + maltosio Sulla superficie dell enterocita: Lattosio -> gluc + galattosio Trealosio -> glucosio Maltosio -> glucosio Destrine -> glucosio Saccarosio -> gluc + frutt Lattasi Trealasi Maltasi-glucoamilasi Sucrasi-isomaltasi Galattosio Glucosio Fruttosio SGLT1 GLUT5 GLUT2 Galattosio Glucosio Fruttosio GLUT2 Galatt Gluc Frutt Wright, EM, Loo, DD, Hirayama, BA, Turk, E Surprising versatility of Na+-glucose cotransporters: SLC5, 2004, Physiology

6 Proprio grazie al GLUT2 apicale, il fruttosio viene assorbito meglio in presenza di glucosio. Prima del pasto Dopo il pasto Lume: zuccheri scarsi Enterocita Sangue Lume: zuccheri ad alta concentr. Enterocita Sangue Glucosio in basse concentr GLUT5 Glucosio in eccesso Maltosio GLUT5 Upregulation GLUT2 apicale Downregulation GLUT2 apicale Glucosio in eccesso Membrana apicale Membrana baso-lat Membrana apicale Glucosio Membrana baso-lat Kellett. Apical GLUT2. A Major Pathway of Intestinal Sugar Absorption, American Diabetes Association, 2005

7 Ciò spiega perchè il saccarosio sia generalmente ben tollerato (pur contenendo fruttosio), a differenza del fruttosio libero Saccarosio = Unità di glucosio + Unità di fruttosio

8 FODMAP: FERMENTABLE MONOSACCHARIDES Malassorbimento di fruttosio Esempi di cibi in cui fruttosio > glucosio

9 Percentuali di glucosio e fruttosio in alcuni alimenti Mele Pere Uva Anguria Miele Glucosio Fruttosio /2008/11/06/il-fruttosio-lo-zucchero-della-frutta/

10 Fructose Malabsorption (FM) Il trasportatore GLUT5 ha capacità limitate Il fruttosio, quando eccessivo, non viene assorbito totalmente nel piccolo intestino. Arriva nel crasso, dove viene fermentato, con produzione di acidi grassi a catena corta, H2, CO2 ed altri gas. Esso esercita anche un effetto osmotico, causando un aumentato passaggio di acqua dalla mucosa intestinale al lume. Questo aumento di acqua accelera la motilità intestinale e può causare il sintomo della diarrea

11 Possibili cause del FM Le cause del malassorbimento possono essere: 1) Una bassa capacità di assorbimento da parte dell'epitelio del piccolo intestino 2) Un transito rapido dello zucchero attraverso il piccolo intestino 3) Proliferazione batterica a livello del piccolo intestino distale Il malassorbimento di fruttosio è rilevabile attraverso Breath Test all Idrogeno dopo carico orale di fruttosio, poiché i batteri presenti nell area intestinale lo fermentano rapidamente, con successiva generazione di idrogeno che, di conseguenza, si presenterà nel respiro.

12 Intolleranza al fruttosio: prevalenza Il 53% degli individui non è in grado di assorbire un carico di 25 g dello zucchero, per arrivare fino all'80% nel caso di un carico da 50 g. Dal momento che il malassorbimento di fruttosio è così diffuso, la presenza di questo problema non è una prova attendibile di IBS, infatti la sua prevalenza sembra essere simile a quella dei controlli normali. In altre parole: il malassorbimento del fruttosio è un normale stato fisiologico ma, in presenza di ipersensibilità viscerale, la distensione intestinale induce i tipici sintomi.

13 Intolleranza al fruttosio: trattamento Le linee-guida dell American Dietetic Association includono cibi con: - meno di 3 g di fruttosio per porzione; - meno di 0.5 g di fruttosio libero (= in eccesso rispetto al glucosio) per 100 g di cibo; - meno di 0.5 g di fruttani per porzione. Va specificato che questi valori sono arbitrari.

14 Intolleranza al fruttosio: trattamento Protocolli empirici Normalmente i pazienti vengono sottoposti ad una FASE DI ELIMINAZIONE, in cui sono ammessi solo 5 g di fruttosio al giorno per circa 2 settimane. Quando i pazienti presentano sollievo dai sintomi dell intolleranza (generalmente in 2-6 settimane), viene affrontata una FASE DI RE-INTRODUZIONE, durante la quale vengono introdotti cibi contenenti quantità di fruttosio leggermente superiori, uno per volta, per capire esattamente quanto fruttosio il singolo individuo possa tollerare e realizzare così una dieta che sia la meno restrittiva possibile, tenendo i sintomi sotto controllo. Generalmente, i pazienti tollerano fino a g di fruttosio al giorno.

15 Intolleranza al fruttosio: trattamenti alternativi In uno studio è emersa la possibilità di usare l enzima XILOSIO ISOMERASI, in grado di convertire il fruttosio in glucosio, in un eventuale terapia alternativa per l intolleranza al fruttosio. Questa strategia porterebbe a un significativo decremento nella escrezione di H2 e quindi alla riduzione di sintomi quali nausea e dolori addominali, ma non avrebbe vantaggi sul meteorismo. Inoltre, il 30% dei pazienti ai quali è stato somministrato l enzima o un semplice placebo non ha mostrato un incremento nella produzione di H2, il che fa pensare che alcuni dei soggetti non soffrissero realmente di intolleranza al fruttosio. Occorrono ulteriori studi per determinare se questo o altri composti possano costituire la base per un trattamento davvero efficace. Komericki, Akkilic-Materna, Strimitzer. Oral xylose isomerase decreases breath hydrogen excretion and improves gastrointestinal symptoms in fructose malabsorption-a double-blind, placebo-controlled study. Aliment Pharmacol Ther. 2012

16 Il fruttosio nella frutta... E interessante notare come il contenuto di FODMAPs sia influenzato dal grado di maturazione dei prodotti. Esempio delle PERE PACKHAM Pere acerbe Pere mature Fruttosio Glucosio Sorbitolo Muir J, Rose R et al. J Agric Food Chem. 2009

17 ...Ma il fruttosio non è solo nella frutta...

18 ...E usato al posto del saccarosio......in dolci e bevande......nelle merendine...

19 FODMAP: FERMENTABLE DISACCHARIDES Intolleranza al lattosio Interessa una buona parte della popolazione. Prevalenza: 16% bianchi sani; 23% soggetti con FGID; 38% soggetti con IBD. Deficit di LATTASI

20 Quanto lattosio si può assumere? Normalmente fino a 7 g di lattosio in un pasto non danno problemi. Spesso si commette l errore di eliminare completamente i latticini per scongiurare l intolleranza, assumendo così poco calcio e proteine, e aumentando il rischio di incorrere nell osteoporosi. Va ricordata, infine, la possibilità di consumare latte e yogurt senza lattosio, formaggi duri e burro, nonchè piccole quantità di panna, formaggi a pasta molle e

21 FODMAP: FERMENTABLE OLIGOSACCHARIDES Malassorbimento degli oligosaccaridi Si distinguono FRUTTANI e GALATTANI FOS < 10 unità OLIGOSACCARIDI Fruttani: Catene di fruttosio Inulina 10 unità GOS < 10 unità Galattani: Catene di galattosio Raffinosio Stachiosio

22 Malassorbimento di fruttani L organismo umano ha capacità limitate nello scomporre questi oligo- / polisaccaridi nel piccolo intestino e assorbe solo il 5-15% dei fruttani. I fruttani malassorbiti, quando arrivano al colon, vengono fermentati e causano i tipici sintomi. Inoltre, le molecole più piccole di fruttani richiamano acqua nel lume intestinale, causando meteorismo e diarrea. L USDA (United States Department of Agriculture) indica un consumo medio di fruttani nella popolazione americana pari a 3.91 g/day, ma nelle altre popolazioni il consumo varia tra 1 e 20 g/day.

23 Malassorbimento degli oligosaccaridi Mancanza di idrolasi in grado di scindere le catene Fonti alimentari Il malassorbimento viene rilevato attraverso Breath Test

24 Perchè l intolleranza è in aumento? Il consumo odierno di fruttani è aumentato negli anni, perchè queste sostanze sono abbondanti nelle diete Occidentali, ove non mancano i prodotti a base di grano (cereali per la colazione, pasta, pane). Tuttavia non si hanno dati epidemiologici sufficienti a riguardo. Il contenuto di fruttosio e fruttani è stato valutato in diversi cibi, ma occorre approfondire la questione, soprattutto relativamente all inulina. Inoltre è sconosciuto l effetto della preparazione e cottura dei cibi sul contenuto dei fruttani, e anche questo andrebbe esaminato.

25 FODMAP: FERMENTABLE POLYOLS Malassorbimento dei polioli I polioli sono assorbiti dall intestino per diffusione passiva. Sono scarsamente assorbiti, in base a: - Dimensioni molecolari; - Larghezza dei pori intestinali; - Eventuali malattie della mucosa. Il sorbitolo è spesso usato come dolcificante artificiale Il mannitolo abbonda nei funghi

26 I polioli negli alimenti Sulle confezioni alimentari i codici identificativi sono: - Sorbitolo: 420; - Xilitolo: 967; - Mannitolo: 421; - Maltitolo: 965; - Isomalto: 953. Il sorbitolo è utilizzato anche come lassativo. A differenza del fruttosio, l assorbimento dei polioli non è accelerato da co-ingestione di glucosio. Prevalenza di malassorbimento: Mannitolo: 20% dei soggetti sani; Sorbitolo: 60% dei soggetti sani.

27 Meccanismo eziopatogenetico dei FODMAPs Dieta Fru$osio Fru$ani La$osio Gala$ani Polioli Fa$ori Fisiologici Carico Osmo+co H2O intraluminale Substrato fermentabile Produzione di gas Distensione Luminale Comparsa Sintomatologia Alterazioni mo5lità Gonfiore Dolore addominale Flatulenza

28 È importante valutare singolarmente i FODMAPs ed il meccanismo patogene+co che essi esercitano. Oltre che per frucosio ed inulina, saranno u+li ulteriori studi ae ad approfondire il discorso sui frucani a catena corta. Questo permetterà di selezionare gli elementi che possono essere fastidiosi, nello specifico, per ogni paziente, così da eliminare esclusivamente quelli ed elaborare un piano nutrizionale quanto più possibile completo e vantaggioso.

29 Le origini della FODMAPs Diet Come si arriva al concetto di? Negli anni si comincia a sospettare che zuccheri come il fruttosio possano arrecare dolori addominali, flatulenza, meteorismo e diarrea....ma la strada da percorrere è ancora lunga...

30 Le prime evidenze...nel 2005 vengono raccolti i diversi lavori di ricerca effettuati nel tempo su fruttosio, FOS e lattosio, e viene pubblicato il primo documento che descrive i FODMAPs, firmato da Gibson e Pastore. Ciò che è emerso con chiarezza è stato il netto miglioramento dei sintomi funzionali per il 70% dei pazienti con malattia di Crohn quiescente e fino all 86% dei soggetti con IBS negli USA, quando dalla dieta venivano eliminati i FODMAPs.

31 Nel Nasce ufficialmente, grazie a Peter Gibson......In Australia...

32 ...I FODMAPs, in seguito al malassorbimento, generano sintomi nei soggetti con disturbi intestinali funzionali (FGIDs). Perchè? - Alterata motilità - Ipersensibilità

33 L alimentazione degli Occidentali negli anni 1. Per quanto riguarda gli zuccheri consumati, è calato l'uso del saccarosio, il lattosio si è mantenuto stabile, mentre il fruttosio viene utilizzato sempre di più (il suo consumo è cresciuto di quattro volte per i bambini fino a 10 anni, circa il 20% della popolazione); 2. E in crescita la tendenza a consumare cibo fuori casa (fastfood o ristoranti), rientra in questa categoria più del 35% del cibo ingerito ogni giorno; 3. Si è registrato un aumento di quasi il 50% nel consumo di snack in rapporto al complesso dei pasti, per tutti i gruppi di età; 4. E aumentato il consumo di snack salati e pizza, mentre quello delle bevande zuccherate è raddoppiato in 20 anni; è cresciuto anche il consumo di pasta, dolci, pane, cereali, prodotti ricchi di fruttani; 5. E cresciuto, infine, l'uso di dolcificanti artificiali, in particolare nelle bevande.

34 L ipotesi FODMAP I FODMAPs alimentari che arrivano nel piccolo intestino distale e nel colon prossimale sono fermentati rapidamente. Nel piccolo intestino distale, questo porta ad una espansione delle popolazioni batteriche, con aumento della permeabilità intestinale. Nel colon prossimale, i cambiamenti nel contenuto luminale e la distensione hanno effetti neurali e ormonali a livello epiteliale, una conseguenza dei quali è quella di irritare o danneggiare l'epitelio e compromettere la sua funzione di barriera. Nella malattia di Crohn vi è un maggiore accumulo di FODMAPs nel colon, a causa di una eccessiva assunzione che potrebbe essere aggravata da malassorbimento del fruttosio. La risposta alla fermentazione rapida di un maggiore carico di FODMAPs nel piccolo intestino distale e nel colon prossimale può essere esagerata in pazienti sensibili alla malattia di Crohn, a causa di fattori ambientali o genetici.

35 I FODMAPs e l IBS I potenziali vantaggi derivanti dal limitare i FODMAPs nella dieta sono stati evidenziati in uno studio retrospettivo che ha dimostrato che il 74% dei pazienti selezionati, sia con IBS che con malassorbimento di fruttosio, ha risposto bene alla restrizione di fruttosio e fruttani (e polioli, se i pazienti hanno notato induzione di sintomi da parte di questi) della durata di 2-40 mesi. Shepherd SJ, Gibson PR. Fructose malabsorption and symptoms of irritable bowel syndrome: guidelines for effective dietary management. J Am Diet Assoc. 2006

36 Da studi successivi emerge... Media dei sintomi gastrointestinali generali in pazienti con IBS (A) e sani (B) sottoposti a dieta a basso contenuto di FODMAPs e a diete tipiche australiane. I sintomi sono migliorati significativamente con la Low- FODMAP Diet rispetto alla dieta tradizionale per il gruppo con IBS. Non sono state osservate differenze significative per i sani tra i risultati delle due diete. Emma P. Halmos, Victoria A. Power, Shepherd, Gibson. A Diet Low in FODMAPs Reduces Symptoms of Irritable Bowel Syndrome. Gastroenterology, 2013

37 Sintomi di gonfiore (A), dolore addominale (B) e flatulenza (C) in soggetti con IBS, seguendo una dieta tipica australiana e una Low- FODMAP Diet. Insoddisfazione per la consistenza delle feci in IBS- D (D) e IBS-C (E) dopo 8-21 giorni di dieta classica e Low- FODMAP sono indicati con una linea in grassetto. I sintomi erano significativamente più bassi nella Low-FODMAP Diet rispetto ad una tipica dieta australiana, in tutti i casi valutati. Emma P. Halmos, Victoria A. Power, Shepherd, Gibson. A Diet Low in FODMAPs Reduces Symptoms of Irritable Bowel Syndrome. Gastroenterology, 2013

38 Come realizzare una dieta individuale? Si procede per singoli passi: 1. Si valuta innanzitutto l'assunzione di FODMAPs, fibre, altro (per ex caffeina, alcool, grassi) e fluidi attraverso la dieta che il soggetto segue normalmente; 2. Si procede allontanando i FODMAPs dalla dieta ed, eventualmente, effettuando il breath test per valutare se sia ancora presente malassorbimento; 3. Seguono 4 settimane di prova con la Low-FODMAP Diet; 4. Si dovranno poi reinserire i FODMAPs, uno alla volta, effettuando il breath test per capire se sia presente malassorbimento per quello specifico FODMAP; 5. Dopo aver capito quali sostanze sono responsabili della genesi dei sintomi nel paziente, si può elaborare un piano alimentare personalizzato, che garantisca il massimo apporto di sostanze, in assenza di sintomi particolarmente fastidiosi.

39 La Low-FODMAP Diet è al passo con i tempi Nel mese di dicembre 2012, la Monash University ha rilasciato la prima applicazione per iphone per professionisti e pazienti che seguano la Low-FODMAP Diet. Questo permetterà di migliorare l'accesso alle informazioni più accurate e aggiornate, senz'altro per le persone che già seguono la dieta, ma si spera anche che ciò possa suscitare l'interesse di altri operatori in giro per il mondo e che sempre più pazienti possano alleviare i propri sintomi grazie a questo tipo di approccio dietetico.

40 Low-FODMAP Diet e fibre - Rischio di apporto di fibre inadeguato Privilegiare l assunzione di cereali come... Crusca di riso Avena...E frutta e verdure ammesse: Fragole, kiwi Fagiolini verdi Bietola

41 0,8 Cereali per una colazione Low- FODMAP 0,7 0,6 0,5 0,4 0,3 0,2 FOS Eccesso di fruttosio Sorbitolo 0,1 0 Crusca di frumento Muesli Fiocchi di mais Riso soffiato Avena J. R. Biesiekierski. Journal of Human Nutrition and Dietetics, 2011

42 I Fodmaps in varie tipologie di pane P. Gluten-free Pane bianco Pane integrale P. Multicereali FOS Eccesso di fruttosio Raffinosio Stachiosio Pane di segale 0 0,2 0,4 0,6 0,8 1 J. R. Biesiekierski. Journal of Human Nutrition and Dietetics, 2011

43 ...Anche la pasta contiene FODMAPs? Osserviamo i livelli di FODMAPs individuati in vari tipi di pasta: Pasta di quinoa Pasta Gluten-Free Pasta di grano Fruttosio FOS Couscous Gnocchi 0 0,5 1 1,5 J. R. Biesiekierski. Journal of Human Nutrition and Dietetics, 2011

44 E importante ricordare che il RISO, a differenza della pasta, non contiene livelli quantificabili di carboidrati a catena corta, quindi il suo grado di tollerabilità è molto elevato

45 Contenuto di FODMAPs nei legumi Lenticchie Ceci I GOS sono stati riscontrati in tutti i legumi Fagioli di Lima fruttosio libero FOS Fagioli rossi Piselli 0 0,5 1 J. R. Biesiekierski. Journal of Human Nutrition and Dietetics, 2011

46 FODMAPs negli snack Cibi contenenti FOS (g / 100 g) Gocce di cioccolato: 0,21 g Pane croccante di segale: 0,92 g Biscotti farciti con frutta: 0,63 g Muesli: 0,86 g Salatini: 0,29 g J. R. Biesiekierski. Journal of Human Nutrition and Dietetics, 2011

47 LOW-FODMAP Alimenti naturalmente... HIGH-FODMAP

48 Conclusioni Il malassorbimento dei carboidrati a catena corta è un disturbo piuttosto diffuso nella società odierna. Proprio da questo nasce l ispirazione che porta alla Low-FODMAP Diet. Si aggiunge, in tal modo, un importante capitolo al controverso tema delle intolleranze alimentari.

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

La corretta alimentazione

La corretta alimentazione La corretta alimentazione www.salute.gov.it 2 Tutta la comunità scientifica è d accordo sul fatto che esista uno stretto legame tra una corretta alimentazione e una vita in buona salute. Per mantenersi

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi.

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi. STORIA E TRADIZIONE La Pasticceria Orlandi nasce per volontà di Romano Orlandi che dopo una lunga gavetta nelle più famose pasticcerie milanesi, nel 1952 decide di mettersi in proprio aprendo il suo negozio

Dettagli

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona MAN- GIAR BENE vivere sani 3 Mantenere il corpo in buona salute ha la sua base in una corretta alimentazione. Essa si basa sull apporto equilibrato di acqua, carboidrati (zuccheri e amidi), proteine, grassi

Dettagli

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione Arriva l'estate ed ecco, regolarmente, "spuntare" le solite diete dimagranti. Ne esistono

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti Gruppo Mangiarsano Germinal Book prodotti Il Gruppo MangiarsanoGerminal opera nel mercato dei prodotti biologici e salutistici con un unica missione: prendersi cura della salute dell uomo e dell ambiente.

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni )

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale?

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Questo vecchio slogan pubblicitario riconduce ad una parziale verità scientifica, oggi più che attuale. E risaputo che parlare di zucchero

Dettagli

Conta con il leone. Andrea Scaramuzza Alessandra Bosetti Gian Vincenzo Zuccotti. con le foto di Sabrina Alessio e i piatti di Gianluca Modugno

Conta con il leone. Andrea Scaramuzza Alessandra Bosetti Gian Vincenzo Zuccotti. con le foto di Sabrina Alessio e i piatti di Gianluca Modugno Conta con il leone Guida all uso del conteggio dei carboidrati, e non solo! Andrea Scaramuzza Alessandra Bosetti Gian Vincenzo Zuccotti con le foto di Sabrina Alessio e i piatti di Gianluca Modugno Conta

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori A cura dell U.O.C. Igiene Alimenti e Nutrizione Dipartimento Prevenzione Medica, A.S.L. di Pavia, V.le Indipendenza,3 0382 432451 TROVA L EQUIILIIBRIIO

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

Latte & Co. Cucinare senza lattosio. Abitudini alimentari e tendenze. Alimentazione equilibrata. Una guida per più gusto e benessere.

Latte & Co. Cucinare senza lattosio. Abitudini alimentari e tendenze. Alimentazione equilibrata. Una guida per più gusto e benessere. free.salute Alimentazione Benessere Una guida per più gusto e benessere. Latte & Co. Quando il malessere nasce a tavola. Cucinare senza lattosio. Menu leggero di 3 portate. Abitudini alimentari e tendenze.

Dettagli

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita SOMMARIO PRINCIPI DI NUTRIZIONE Pag. 2 I NUTRIENTI Pag. 2 LE VITAMINE Pag. 3 I GRUPPI ALIMENTARI Pag. 6 LA PIRAMIDE ALIMENTARE Pag.

Dettagli

Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione. Indice

Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione. Indice pag. 1 / 20 Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione Indice Versione lunga / Novembre 2011 2 Piramide alimentare svizzera

Dettagli

alimentazione come e di promozione della SALUTE

alimentazione come e di promozione della SALUTE LA SALUTE VIEN MANGIANDO: alimentazione come fattore di rischio e di promozione della SALUTE Dr. Saverio Chilese Resp. Unità Operativa di Nutrizione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione ULSS 4 Referente

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Passo numero 1: TESTA LA TUA DIGESTIONE Questo primo breve test ti serve per capire com è adesso la tua digestione, se è ancora buona ed efficiente

Dettagli

di albicocche. ) senza glutine ) senza lattosio GIu~BuII~

di albicocche. ) senza glutine ) senza lattosio GIu~BuII~ Dr Schàr Foodservice ri Chi è affetto da celiachia non deve assolutamente rinunciare a mangiare al ristorante; attenendosi ad alcune regole e suggerimenti è possibile consumare i propri pasti al ristorante,

Dettagli

ASPETTI NUTRIZIONALI DELLA DIETA SENZA GLUTINE

ASPETTI NUTRIZIONALI DELLA DIETA SENZA GLUTINE COELIAC FORUM EDIZIONE NR 02_2010 IN PRIMO PIANO AGGIORNAMENTO RICERCA ASPETTI NUTRIZIONALI DELLA DIETA SENZA GLUTINE La terapia nutrizionale è l unico trattamento universalmente accettato per la celiachia,

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare Ancora dal convegno di Copenaghen. Questo parametro, nell allevamento delle bovine da latte, può crescere. E non solo perfezionando il razionamento. Ma anche intervenendo su diversi altri fattori, come

Dettagli

Le «contaminazioni» nella dieta senza glutine

Le «contaminazioni» nella dieta senza glutine Le «contaminazioni» nella dieta senza glutine La contaminazione con glutine di cibi che ne sono apparentemente privi è tema molto sentito e resta tuttora vivo il dibattito su come «gestire» le informazioni

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO: LE SORPRESE DELLA BUONA TAVOLA

LA SALUTE VIEN MANGIANDO: LE SORPRESE DELLA BUONA TAVOLA LA SALUTE VIEN MANGIANDO: LE SORPRESE DELLA BUONA TAVOLA Dipende soltanto da noi essere in un modo piuttosto che in un altro. Il nostro corpo è un giardino e il suo giardiniere è la nostra volontà. Spetta

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi)

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) 1 settimana MENU D Tabella asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) petti di pollo al latte piselli e macedonia di al limone e biscotti risotto giallo involtini di tacchino cavolfiore fresca minestrina di piselli

Dettagli

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma 19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma ISBN 978-88-96646-46-5 2015 - Clio S.p.A., Lecce www.clioedu.it Proprietà

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

Alimentazione in caso di intolleranza al lattosio. Indice

Alimentazione in caso di intolleranza al lattosio. Indice P. 1 / 11 Alimentazione in caso di intolleranza al lattosio Indice Scheda informativa Alimentazione in caso di intolleranza al lattosio / Febbraio 2013 Parte 1 Basi teoriche 2 Introduzione 2 Che cos è

Dettagli

Intolleranza al lattosio nella pratica clinica

Intolleranza al lattosio nella pratica clinica Prevenzione e stili di vita Intolleranza al lattosio nella pratica clinica Angelo Franzè 1, Anna Bertelè 2 1 Direttore Dipartimento Medico polispecialistico e Direttore Gasoenterologia ed Endoscopia Digestiva,

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

Analisi nutrizionale: strumenti per la valutazione

Analisi nutrizionale: strumenti per la valutazione Analisi nutrizionale: strumenti per la valutazione Sara Grioni Unità di Epidemiologia e Prevenzione Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori "Strumenti di Sorveglianza Nutrizionale: luci ed ombre"

Dettagli

Pane 100% farina di grano saraceno

Pane 100% farina di grano saraceno Questa ricetta l'ho elaborata grazie ai preziosi consigli di un grande chef e amico, ovvero il titolare del Ristorante dal Sem ad Albissola Superiore Sv (http://www.ristorantedasem.it/). Uno sguardo al

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3 Compito Categoria Numero di partenza Posizione Tempo: 10 minuti Leggere attentamente il questionario allegato. Rispondere alle domande sul tema. Nel contempo si tratta di risolvere un caso pratico. Per

Dettagli

impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali a cura di Luciana Baroni Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV 4 a edizione 2014

impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali a cura di Luciana Baroni Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV 4 a edizione 2014 impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali a cura di Luciana Baroni Società Scientifi ca di Nutrizione Vegetariana - SSNV 4 a edizione 2014 Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV www.scienzavegetariana.it

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO)

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO) PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 Giorno Prima settimana Seconda settimana Terza settimana Quarta Pasta all olio e Uova strapazzate Riso alla zucca Bresaola* / formaggio fresco Pasta olio e Bocconcini

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI I PRINCIPI NUTRITIVI PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI SICUREZZA ALIMENTARE DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI ALTRI RISCHI LEGATI AL CONSUMO DI ALIMENTI I PRINCIPI NUTRITIVI I principi

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA On. Ministro Gianni Alemanno Presidente, Prof. Ferdinando Romano Gruppo di esperti costituito presso l Istituto

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Menopausa, alimentazione ed osteoporosi Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Cambiamenti ormonali in menopausa Con la menopausa si assiste al declino della produzione ovarica di

Dettagli

LA MEMBRANA PLASMATICA

LA MEMBRANA PLASMATICA LA MEMBRANA PLASMATICA 1. LE FUNZIONI DELLA MEMBRANA PLASMATICA La membrana plasmatica svolge le seguenti funzioni: 1. tenere concentrate tutte le sostanze indispensabili alla vita: è proprio la membrana

Dettagli

STANCHI, FIACCHI, SENZA ENERGIA CARENZA DI FERRO?

STANCHI, FIACCHI, SENZA ENERGIA CARENZA DI FERRO? STANCHI, FIACCHI, SENZA ENERGIA CARENZA DI FERRO? Allestimento e produzione dell opuscolo da parte di Mediscope AG. www.mediscope.ch Indice 1. Prefazione Prof. Dr. Dr. med. Walter A. Wuillemin, ematologo,

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

GUIDA PER LA PREPARAZIONE DELL UTENTE ALLA COLONSCOPIA

GUIDA PER LA PREPARAZIONE DELL UTENTE ALLA COLONSCOPIA GUIDA PER LA PREPARAZIONE DELL UTENTE ALLA COLONSCOPIA LA COLONSCOPIA: CHE COS È E PERCHÉ VIENE ESEGUITA La colonscopia è un esame che permette di visualizzare l intestino ed individuare o escludere la

Dettagli

L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA. a cura del Dott.

L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA. a cura del Dott. L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA a cura del Dott. Samorindo Peci Appunti dell autore Ho fatto in modo di realizzare questo

Dettagli

Si ringraziano: Daniela Rende, Lorenzo Pellegrino, Katya Gaudio per la collaborazione tecnica

Si ringraziano: Daniela Rende, Lorenzo Pellegrino, Katya Gaudio per la collaborazione tecnica Questa pubblicazione è frutto della collaborazione di un gruppo di esperti del CRA (Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura): dott. Stefano Delbono dott. Andrea Ghiselli dott.ssa Roberta

Dettagli

Alimentazione e Cancro

Alimentazione e Cancro Alimentazione e Cancro Dott.ssa Veronica Villani Neurologo Istituto Regina Elena Alimentazione e Cancro Non si vuole proporre una dieta Si vuole fornire una panoramica sulle ricerche effettuate per valutare

Dettagli

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia VINCENZO FEDELE E GIOVANNI ANNICCHIARICO C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia Stalla Pascolo DECIDE L ALLEVATORE DECIDE L ANIMALE Scelta alimenti Scelta alimenti (Vegetazione) Quantità (limitata)

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

INFIAMMAZIONE. L infiammazione è strettamente connessa con i processi riparativi! l agente di malattia e pone le basi per la

INFIAMMAZIONE. L infiammazione è strettamente connessa con i processi riparativi! l agente di malattia e pone le basi per la INFIAMMAZIONE Risposta protettiva che ha lo scopo di eliminare sia la causa iniziale del danno cellulare (es. microbi, tossine etc), sia i detriti cellulari e le cellule necrotiche che compaiono a seguito

Dettagli

Ess-Trends alimentari Fokus in primo piano

Ess-Trends alimentari Fokus in primo piano sge Schweizerische Gesellschaft für Ernährung ssn Société Suisse de Nutrition ssn Società Svizzera di Nutrizione Ess-Trends alimentari Fokus in primo piano Eine Un iniziativa Initiative von Coop Coop con

Dettagli

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia Come prevenire il tumore del pancreas insieme contro il cancro Il pancreas e il tumore Il pancreas è un organo dalla forma simile a quella di una pera o di una lingua, situato in profondità nella cavità

Dettagli

Linee guida per un corretto stile di vita

Linee guida per un corretto stile di vita Linee guida per un corretto stile di vita 1 Hanno collaborato alla redazione delle Linee guida : Rosanna Barbieri Angela Bardi Antonio Dispenza Maria Naldini Marina Pacetti Maria Rosa Silvestro Corrado

Dettagli

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU NOI STESSI E SUL MONDO BISOGNI PRIMARI DELL'UOMO Quali sono i bisogni dell'uomo? Volendo semplificare i bisogni basilari sono due: vogliamo evitare

Dettagli

UNITÀ OPERATIVA DI GASTRO ENTEROLOGIA ALIMENTARSI INFORMATI

UNITÀ OPERATIVA DI GASTRO ENTEROLOGIA ALIMENTARSI INFORMATI UNITÀ OPERATIVA DI GASTRO ENTEROLOGIA ALIMENTARSI INFORMATI È con vero piacere che presento oggi Alimentarsi informati, un pratico manuale elaborato dall Unità Operativa di Gastroenterologia ed Endoscopia

Dettagli

Anni d argento, anni di valore. Piccoli consigli per vivere al meglio la terza e quarta età

Anni d argento, anni di valore. Piccoli consigli per vivere al meglio la terza e quarta età Anni d argento, anni di valore. Piccoli consigli per vivere al meglio la terza e quarta età Beata vecchiaia. Nel nostro paese è in corso una grande sfida: trasformare la vecchiaia in un periodo della vita

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

La nutrizione nel malato oncologico

La nutrizione nel malato oncologico La Collana del Girasole n. 13 La nutrizione nel malato oncologico Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti e amici La Collana del Girasole La nutrizione nel malato oncologico 13 Legenda Per praticità

Dettagli

sohère roked mai più stanchi Come sconfiggere la fatica e sentirsi pieni di energia ogni giorno Traduzione di Edy Tassi

sohère roked mai più stanchi Come sconfiggere la fatica e sentirsi pieni di energia ogni giorno Traduzione di Edy Tassi mai più stanchi sohère roked mai più stanchi Come sconfiggere la fatica e sentirsi pieni di energia ogni giorno Traduzione di Edy Tassi Titolo originale: The tiredness cure Sohère Roked 2014 First published

Dettagli

Un alimentazione equilibrata rafforza la salute

Un alimentazione equilibrata rafforza la salute Un alimentazione equilibrata rafforza la salute Come ridurre il rischio di cancro Un informazione della Lega contro il cancro Un alimentazione equilibrata rafforza la salute 1 Indice Editoriale 5 Una sana

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale 2.1 Vitamine & antiossidanti 2.2 Elementi in traccia ed enzimi STRESS OSSIDATIVO & BILANCIO NUTRIZIONALE R Alimentazione : vitamine e carotenoidi, Antiossidanti : lipofilici Vitamine & antiossidanti ZVIT

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli

Educazione alimentare e del gusto nella scuola primaria

Educazione alimentare e del gusto nella scuola primaria PIÙ ORTAGGI, LEGUMI E FRUTTA Educazione alimentare e del gusto nella scuola primaria Manuale per la formazione dell insegnante Progetto MiPAAF Qualità Alimentare (approvato con D.M. 591/7303/02 del 23/12/2002)

Dettagli

Manuale informativo sull H.A.C.C.P.

Manuale informativo sull H.A.C.C.P. Manuale informativo sull H.A.C.C.P. per il controllo dell igiene degli alimenti (con particolare riferimento al controllo della temperatura) Manuale redatto dalla GIORGIO BORMAC S.r.l. Le informazioni

Dettagli

Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari

Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari Jane Gick www.e-imd.org Indice Introduzione...3 Il metabolismo...4 Ecco come l organismo utilizza le proteine...4 Quali sono

Dettagli

La salute vien mangiando!

La salute vien mangiando! La salute vien mangiando! Sede Legale: Monza 20052 viale Elvezia, 2 tel. 039 23841 www.aslmonzabrianza.it - C.F. / P. IVA Sede Legale: Monza 20052 02734330968 viale Elvezia, 2 tel. 039 23841 www.aslmonzabrianza.it

Dettagli

-Composti organici essenziali per la vita

-Composti organici essenziali per la vita -Composti organici essenziali per la vita -La maggior parte dei vertebrati (tra cui l uomo) non sono in grado di sintetizzarle (come gli amminoacidi essenziali) -Sono assunte con la dieta -Alcune malattie

Dettagli