Informazioni sulla sana alimentazione. by Herbalife

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Informazioni sulla sana alimentazione. by Herbalife"

Transcript

1 4.0 CAPIRE I GRASSI di Susan Bowerman, M.S., R.D., C.S.S.D. Il problema dei grassi nella dieta è forse uno di quelli che più confonde la persone. Bisogna mangiarne il meno possibile? Ma i grassi buoni? La risposta sta nel mezzo. Idealmente, dovremmo mangiare solo la quantità necessaria per insaporire i cibi. E, tra i grassi che mangiamo, si deve scegliere i più sani. Tutti i grassi, indipendentemente dalla fonte, forniscono circa 120 calorie per cucchiaio, quindi la maggior parte della gente non può (e non deve) mangiarne liberamente. Ricorda quanto segue: I grassi si classificano in saturi, monoinsaturi o polinsaturi a seconda del tipo di acido grasso predominante. In generale, i grassi saturi (che si trovano nei prodotti animali come carne, formaggi e gelato, cosi come negli oli vegetali idrogenati) tendono ad aumentare i livelli di colesterolo nel sangue e dovrebbero quindi essere evitati. I grassi polinsaturi possono essere "buoni" o "cattivi" a seconda che si tratti di grassi omega 6 (pro-infiammatori) o omega-3 (anti-infiammatori). Anche se in piccole quantità omega 3 e omega 6 sono chiamati "essenziali", il che significa che i nostri corpi non li possono produrre, le quantità richieste sono molto piccole e possono essere coperte con prodotti vegetali, con un buon equilibrio di entrambi i grassi. I grassi monoinsaturi che si trovano nell'olio d'oliva e avocado, hanno effetti neutrali sul colesterolo e non favoriscono il cancro. Questi sono i grassi sani e possono essere consumati con moderazione. I grassi buoni e cattivi di Luigi Gratton, M.D., M.P.H. Gli Omega 3 e Omega 6 Tra i molti tipi di acidi grassi, due di loro sembrano essere ultimamente in prima linea: gli omega 3 e omega 6. Gli Omega-3 tendono a ridurre l'infiammazione nell organismo, mentre gli omega-6 tendono a promuoverlo. Questo è il modo più semplice per descrivere questi due acidi grassi. Gli Omega 3 si trovano nel pesce, semi di lino e olio di borragine, mentre gli omega-6 si trovano nel mais e frumento. Entrambi sono importanti e un rapporto sano tra i due è determinante per la salute. Gli Omega 3 si trovano anche nelle piante marine come le alghe. I pesci consumano le alghe ricche di omega-3, immagazzinano i grassi sani,noi mangiamo pesce e immagazziniamo grassi sani. Anche in questo caso la frase "tu sei quello che mangi" non potrebbe essere più vicina alla realtà. Gli Omega 3 si trovano anche nell'erba, che funge da naturale sostentamento per molti animali. Le mucche pascolano naturalmente nei campi e mantengono i grassi buoni. nuovamente, in questo modo noi consumiamo carne con un alto contenuto di grassi buoni.

2 La quantità del pasto si che importa! di Luigi Gratton, M.D., m.p.h Per molti di noi, uno degli obiettivi principali da raggiungere per mantenere un peso sano consiste nell imparare a mangiare di meno. Parte del problema è che non abbiamo una idea realistica di ciò che costituisce una porzione. In un'epoca di pasti dimensione jumbo, super dimensioni e ripieni gratuiti, le mega porzioni con troppo di cibo e bevande sono diventate di regola. Inoltre, le abitudini alimentari che abbiamo appreso fin dalla tenera età; che sta bene servirsi una seconda volta, che è necessario pulire il piatto, che un pasto finisce sempre con un dessert, possono essere difficili da eliminare. Ma difficile non significa impossibile. Puoi addestrare il tuo corpo a sentirsi soddisfatto con meno, così come è stato abituato ad aver bisogno di più. Prova questi suggerimenti: Servi i pasti già distribuiti nei piatti invece di mettere le pentole sulla tavola. Questo ti farà pensare due volte prima di servirti una seconda porzione. Prova ad utilizzare un piatto più piccolo perché sembri che contenga più cibo. Mangia lentamente e gusta ogni boccone. Quando si mangia troppo in fretta, il cervello non riceve il segnale che ci si sta saziando finché non è troppo tardi e già abbiamo mangiato troppo. Mangia per primo cibi sani e con poche calorie. Si può mangiare molti di questi alimenti senza consumare troppe calorie. Quando sei ad una festa cerca prima le verdure. Quando mangi concentrati sul cibo e sulla compagnia. Guardare la televisione, leggere o lavorare mentre si mangia può distrarre e prima di quanto immagini avrai mangiato molto più di quanto volevi. Smetti di mangiare non appena inizi a sentirti sazio. Non sentirti obbligato a "Pulire il piatto". Assegna una zona della casa al mangiare, come il tavolo della cucina e siediti a mangiare. Se ancora hai fame dopo aver terminato quello che hai nel piatto, aspetta 20 minuti, parla con gli altri invitati e allora, se ancora hai fame, mangia qualcosa con poche calorie tipo verdura o frutta fresca.

3 Circondati dagli zuccheri di Luigi Gratton, M.D., M.P.H. 4.1 Gli zuccheri. Cerco sempre di consigliare ai miei pazienti quando fanno la spesa, di evitare gli zuccheri e cercare proteine. Siccome viviamo in una società dove abbondano i carboidrati, non e sempre facile trovare alimenti sani con poche calorie, che di solito sono cari e hanno vita breve. Questo è ancora più evidente quando viaggiamo. Quando siamo in aeroporto oppure in una stazione di servizio, gli alimenti con proteine e pochi zuccheri sono difficili da trovare. La prossima volta che entri in una stazione di servizio, in una rivendita di prodotti alimentari o bar in aeroporto, guardati intorno, vedrai molte patatine fritte, dolci, biscotti, ciambelle, muffin e molte bibite gassate. Quasi sempre l unica proteina che puoi trovare e carne secca, mandorle o latte. Ora le barrette proteiche stanno diventando di moda ma non in maniera estesa. Il problema di consumare questi alimenti zuccherosi e che contengono calorie vuote. Bisogna che le calorie valgano e lo zucchero non aiuta gran che. Gli alimenti confezionati con alto contenuto di zuccheri generalmente non sono molto nutrienti. La proteina e la sostanza nutriente di principale interesse per la maggior parte delle diete attuali. Negli anni 80 imperava una dieta con molti carboidrati, ma questa tipologia e risultata dannosa per la maggior parte delle persone. Ricorda: se avete bisogno di carboidrati che sono come il combustibile con cui riempiamo la nostra autovettura a meno che non vi stiate allenando per una maratona, non ne avrete bisogno di tanti. Generalmente circa il 40-50% delle vostre calorie giornaliere possono provenire dai carboidrati. In una dieta di 2000 calorie al giorno, questo vuol dire approssimativamente calorie, che a sua volta potrebbe equivalere alla tipica colazione occidentale di un caffè latte grande e un muffin. Cosi già per le 10 di mattina avrai già consumato tutti i carboidrati di cui hai bisogno per la giornata. Adesso immagina che aggiungi un pezzo di pizza un hamburger e una bibita, un caffè a metà pomeriggio, un sacchetto di patatine e dopo a volte anche del pane a cena. Non e difficile accumulare rapidamente 4000 calorie. Eliminare i carboidrati dalla dieta e la base della maggioranza, se non quasi tutte, delle diete popolari attuali. L idea di una dieta con pochi grassi e cambiata. Adesso una alimentazione ricca di grassi sani come i monoinsaturi della frutta secca, olio di avocado, olio di oliva così come i polinsaturi dell olio di pesce e olio di lino hanno guadagnato popolarità. La percentuale della proteina in una dieta può variare ampliamente ma la maggior parte degli esperti la mettano al 30% circa. La verita sugli zuccheri Di Susan Bowerman, M.S., R.D., C.S.S.D. Di la parola zucchero e la maggior parte delle persone si immagineranno quel familiare materiale bianco e granuloso che molti di noi tengono nella zuccheriera in casa. Ma cosa e esattamente lo zucchero? lo zucchero da tavola e solo una delle forme di questo alimento che consumiamo nella nostra dieta. Gli zuccheri sono carboidrati e esistono naturalmente in differenti formi e tutte le tipologie di alimenti. Lo zucchero granulato che spolveri nei cereali si chiama saccarosio e si

4 produce fondamentalmente estraendo lo zucchero da barbabietola o canna da zucchero, sebbene sia presente anche in molti altri alimenti vegetali. Lo zucchero primario della frutta si chiama fruttosio. Inoltre lo zucchero e presente anche nel latte con il nome di lattosio. Quando mangi frutta, verdura o latticini non puoi evitare di ingerire lo zucchero naturale contenuto in questi alimenti. Alla fine tutti gli zuccheri finiscono nel sangue in forma di glucosio che costituisce la forma di zucchero favorita dal nostro organismo per esser consumata come energia. Gli zuccheri degli alimenti finiscono come glucosio nel sangue così come i prodotti finali della digestione di tutti gli alimenti ricchi di carboidrati come la frutta, verdura e amidi. La preoccupazione sull assunzione degli zuccheri composti ( non quelli che si trovano in forma naturale) principalmente ha a che fare con il fatto che li consideriamo calorie vuote cioè lo zucchero fornisce calorie ( che il corpo usa come energia ) ma non vitamine o minerali. Quindi se mangi molti alimenti zuccherosi al posto di altre opzione più sane, ci si starà privando di ricevere vitamine, minerali, fibre e fitonutrienti sani che contengono gli alimenti naturali ricchi di carboidrati. Mangiamo troppo zucchero anche negli alimenti che non sono dolci. Oltre agli alimenti ovvi come le bibite, bevande di frutta, cereali zuccherati e i dolci, in un modo o nell altro lo zucchero si introduce in condimenti, zuppe, pane e anche nei gustosi panini e nei fritti. Il pericolo principale per la salute di mangiare troppo zucchero sono le carie dentali. I batteri che abitano in bocca posso trasformare lo zucchero in un acido che può distruggere lo smalto dei denti. Gli alimenti dolci e molli come le caramelle gommose di frutta sono in particolare un problema perché lo zucchero rimane a contatto con i denti. Lo zucchero fa ingrassare? Sicuramente lo zucchero apporta calorie aggiuntive alla dieta e questo significa peso in più. La maggior parte degli studi si sono concentrati nel consumo di bibite gassate e varie indagini hanno concluso che l aumento del consumo delle bibite aumenta anche il rischio di obesità. Parte del problema con le bibite e che non ci saziano così che arriviamo a consumare molte calorie con questi liquidi dolci e dobbiamo anche mangiare alimenti solidi normali per soddisfarci. L altra questione e che molti degli alimenti con alto contenuto di zuccheri composti contengono anche molti grassi e calorie: torte pasticcini gelati e barrette di cioccolato. L industria alimentare risponde con piacere alla inclinazione per i dolci negli USA. Lo zucchero e economico e apporta molto sapore agli alimenti. Per poter sapere quanto zucchero state mangiando e importante conoscere le molte forme di zucchero che si aggiungono agli alimenti. Leggendo l etichetta, potresti non renderti conto di quanto zucchero contiene un alimento in realtà. Qui di seguito elenchiamo altre forme di zucchero che potresti trovare in una etichetta: saccarosio, fruttosio, glucosio, destrosio, lattosio, maltosio, zucchero invertito,zucchero grezzo, zucchero turbinato, zucchero musco vado, canna da zucchero, sciroppo di riso, succo di frutta concentrato, zucchero in polvere, malto destrina, sciroppo di mais, sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio, miele, sciroppo d'acero e melassa. Quando si legge una etichetta di un alimento, il contenuto di zucchero appare ( in grammi per porzione ) appena sotto la lista dei carboidrati totali. Ma questo include tutti gli zuccheri dell alimento inclusi quelli

5 naturali in maniera che possa essere ingannevole. Per esempio della crusca senza zucchero aggiunto ma con uva passa potrebbe sembrare contenere zucchero quanto i cereali zuccherati per bambini. C e una grande differenza nel valore nutritivo di entrambi gli alimenti, uno conterrà unicamente zucchero naturale della frutta mentre l altro lo zucchero aggiunto. Come puoi ridurre il consumo dello zucchero? Cerca di consumare zuccheri naturali: principalmente frutta fresca e intera. - I succhi di frutta anche quelli che sono 100% naturali contengono zucchero completamente naturale ma con molte calorie. E meglio evitare le bibite con molte calorie inclusi succhi di frutta bibite gassate limonate e altre bibite zuccherate. Imparate a godere del sapore naturale del the freddo invece del sapore dello zucchero che versate nel bicchiere. - Invece di mettere sciroppo o miele ad alimenti come cialde o frittelle, prova a metterci frutta fresca o uno yogurt di vaniglia. - Cerca cereali integrali senza gli zuccheri aggiunti e integrali con fettine di banana o frutta che ti piace. Questo vale sia per i cereali freddi che caldi. L avena e deliziosa abbinata con una banana per addolcirla. - Tieni a portata di mano spuntini sani come frutti interi, verdura tagliata, biscotti integrali, yogurt o formaggio con pochi grassi, per non cadere in tentazione di mangiare dolci. - Aiuta i tuoi figli a sviluppare abitudini più salutari. Se sono abbastanza grandi per leggere le etichette dagli una lista di tutti gli zuccheri e chiedili di diventare detective degli zuccheri. Si divertiranno a trovare voci sconosciute di zuccheri negli alimenti e questo contribuirà ad educarli sugli zuccheri che mangia quando meno te lo aspetti, - Al posto di pasticcini per dessert prova frutta fresca con un po di sciroppo di cioccolato, un trucco magnifico e prendere le banane mature sbucciale e mettile in una pentola ricoperta con un foglio di alluminio nel congelatore. Le banane congelate hanno lo stesso sapore del gelato e daranno soddisfazione alla tua voglia di dolce con un numero significativamente minore di calorie. - Se aggiungi abitualmente zucchero ai cereali, bibite e frutta, cerca di ridurre via via la quantità. A volte non conosci il vero sapore di questi alimenti perché lo hai mascherato con lo zucchero. La frutta fresca di stagione deve essere deliziosamente dolce e non c e necessità di aggiungere zucchero.

6 4.2 Perché ingrassiamo? Sono già molti anni che l epidemia del sovrappeso sta attaccando quasi in ogni luogo. Abbiamo oggi più bambini in sovrappeso che anni fa, ed in generale le percentuale di persone in sovrappeso sono salite più che mai. Ed ogni anno aumentano i malati di diabete, pressione alta, e altre malattie principalmente legate al sovrappeso. Perche succede questo? Ci hanno insegnato a non mangiare molte calorie. Oggi giorno quasi tutte le bibite hanno la loro copia dietetica X aranciata X aranciata light ma questo non ci aiuta a niente. Ci hanno insegnato a non mangiare molti grassi. Tutti i prodotti lattiero caseari sono bassi in grassi, friggere in padelle di teflon e senza olio non ci impedito questa epidemia del sovrappeso. La chiave per comprendere questa cosa, è capire esattamente come funzionano i sistemi del nostro organismo, quando conosciamo questo saremo in grado di sapere cosa mangiare di più cosa di meno e cosa evitare completamente. I tre elementi di base che mangiamo sono: Carboidrati (zuccheri), proteine e grassi. Ogni alimento che ingeriamo contiene uno o più di questi elementi basici. Negli anni 60 del secolo passato iniziò l epidemia del sovrappeso nella comunità europea. Quando hanno fatto questa ricerca l hanno fatta in forma semplice e con gli strumenti che avevano all epoca, un detto molto semplice era: se la persona accumula molti grassi deve mangiare meno grassi, se consuma molte calorie, che mangi meno calorie questa è la legge in poche parole! Tuttavia negli ultimi anni si è scoperto che la cosa non è proprio così semplice. Ognuno sa che se mangia un buon pezzo di carne (proteine) si sente pieno e soddisfatto per molto tempo, e se mangi solo riso e patate (anche mangi lo stesso numero di calorie della carne) ti sentirai affamato dopo una o due ore. Cioè il problema non è solo il numero di calorie o i grassi che introduciamo ma quello che producono. Prima di questo dobbiamo capire come funziona l organismo. Le scorte di energia dell organismo sono gli zuccheri che abbiamo nel sangue. Il maggior consumatore di zuccheri dell organismo è il cervello, ma dobbiamo lavorare in un range definito di livelli di zuccheri. Una deviazione verso l alto o verso il basso di questi livelli produce una diminuzione del funzionamento del cervello e dell intero organismo. Il bilanciamento degli zuccheri nell organismo si realizza per mezzo dell insulina comandata dal pancreas. Il fegato produce l insulina che converte lo zucchero in grasso, per poi immagazzinarlo in grassi di deposito. I depositi di energia meno accessibili sono i grassi. Un grammo di grasso contiene 9 calorie e ha bisogno di mantenere molta energia in una zona relativamente piccola. Il nostro corpo è in grado di trattenere solo 2000 calorie circa di zuccheri liberi nel sangue; nello stesso tempo è in grado di immagazzinare le calorie come grasso, senza nessun limite di spazio. Pensa ora al tuo telefono cellulare, caricarlo per un ora generalmente permette di poterlo utilizzare per un buon periodo di tempo. Così dovrebbero funzionare tutti i dispositivi di risparmio caricarsi velocemente e scaricarsi lentamente. Così lavora il nostro organismo, per mangiare una pezzo di torta da 500 calorie ci vogliono 2 minuti,per togliersi queste calori ci vuole più di un ora di palestra.

7 Una volta che abbiamo capito questo, dobbiamo capire che tutto il problema del sovrappeso si deve alla ingestione di carboidrati semplici e zuccheri, pane bianco,gallette di mais, patate, riso bianco, mais lavorato. Questi carboidrati si convertono rapidamente in zuccheri nel nostro organismo. Quando il sangue si riempie di zuccheri, il pancreas produce e invia l ormone dell insulina. Il ruolo dell insulina è trasportare gli zuccheri dal sangue alle cellule quindi, diminuire i livelli di zucchero nel sangue. Lo zucchero che la cellula non consuma viene convertito in grasso. Come possiamo sapere quali alimenti riempiono il sangue di zuccheri? Qui che introduciamo l espressione indice glicemico o IG degli alimenti, questo segnala la velocità con la quale lo zucchero si separa dall alimento nell intestino e viene assorbito dal sangue. Ne esistono che si disgregano lentamente ( e sono i più sani ) e che si disgregano molto velocemente ( e sono i più dannosi ) La disgregazione veloce degli zuccheri genera una reazione rapida producendo più insulina da immettere nel sangue. L insulina, come abbiamo già detto diminuisce i livelli di zucchero nel sangue, e converte gli zuccheri non utilizzati in cellule grasse/adipose. Il risultato è che dopo una o due ora i livelli di zucchero nel sangue si abbassano di nuovo, e noi ci sentiamo come che se non avessimo mangiato, cioè, abbiamo nuovamente fame e vogliamo mangiare altri dolci, e questo ci fa ritrovare qualche grammo di grasso in più nel nostro corpo. Entreremo in un cerchio senza fine di necessità di carboidrati semplici, trasformando il resto degli zuccheri semplici in grassi, con successivo sovrappeso, fame e così via. Che facciamo? a) Proviamo a mangiare più proteine: le proteine ci fa sentire più soddisfatti dei carboidrati e quasi non contengono zuccheri b) Mangia carboidrati con indice glicemico basso. Il processo contrario si produce quando mangiamo alimenti con un basso valore glicemico, avremmo una crescita controllata di zuccheri nel sangue, lo zucchero richiesto per il funzionamento dei muscoli dell organismo, non producendo il resto degli zuccheri che vengono convertiti in grasso. Quando il livello degli zuccheri nel sangue inizia ad abbassarsi, l organismo libera un ormone il cui ruolo è disgregare le riserve di grasso del nostro organismo, per convertirle in energia accessibile, cioè zuccheri. L indice glicemico (IG) è diviso in 3 gruppi: Basso: fino a 55 Medio: da 56 a 70 Alto: oltre i 71 Presta molta attenzione a questo esempio, le gallette di riso che sono considerate dietetiche contengono un indice glicemico di 110; cioè inondano il sangue di zuccheri e generano una grande quantità di insulina introducendo l organismo in un circolo vizioso che ci fa mangiare in maniera incontrollata ingrassando a dismisura. Consumare prodotti con un alto indice glicemico, alimenti che aumentano rapidamente e di molto il livello di zuccheri nel sangue, può produrre a lungo termine problemi nella nostra salute; come per esempio sviluppo di malattie come diabete di secondo tipo MELLITO, danneggiano le proteine, l emoglobina, sviluppano malattie cardiache, arteriose, e altri problemi di salute.

8 Per questo è desiderabile che gli alimenti che mangiamo siano il più possibile con un basso indice glicemico e che facciamo molta attenzione quando mangiamo prodotti ad alto indice glicemico. Prova questi suggerimenti: Servi i pasti già distribuiti nei piatti invece di mettere le pentole sulla tavola. Questo ti farà pensare due volte prima di servirti una seconda porzione. Prova ad utilizzare un piatto più piccolo perché sembri che contenga più cibo. Mangia lentamente e gusta ogni boccone. Quando si mangia troppo in fretta, il cervello non riceve il segnale che ci si sta saziando finché non è troppo tardi e già abbiamo mangiato troppo. Mangia per primo cibi sani e con poche calorie. Si può mangiare molti di questi alimenti senza consumare troppe calorie. Quando sei ad una festa cerca prima le verdure. Quando mangi concentrati sul cibo e sulla compagnia. Guardare la televisione, leggere o lavorare mentre si mangia può distrarre e prima di quanto immagini avrai mangiato molto più di quanto volevi. Smetti di mangiare non appena inizi a sentirti sazio. Non sentirti obbligato a "Pulire il piatto". Assegna una zona della casa al mangiare, come il tavolo della cucina e siediti a mangiare. Se ancora hai fame dopo aver terminato quello che hai nel piatto, aspetta 20 minuti, parla con gli altri invitati e allora, se ancora hai fame, mangia qualcosa con poche calorie tipo verdura o frutta fresca.

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari È una iniziativa Diversity & Inclusion Sandoz Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Introduzione: Le malattie cardiovascolari

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

DIABETE E ALIMENTAZIONE

DIABETE E ALIMENTAZIONE DIABETE E ALIMENTAZIONE La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione di cibi migliore, delle porzioni e dell effetto dei diversi alimenti sui livelli

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org g olf or w. coo n lf o o d p l a et. g or co w w et. ww w.efa d.o.eufic.org w ww rg Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio.

Dettagli

ALIMENTAZIONE e NUOTO

ALIMENTAZIONE e NUOTO MICROELEMENTI ALIMENTAZIONE e NUOTO ZUCCHERI: costituiscono la fonte energetica, che permette all uomo di muoversi. Sono di due tipi : a. SEMPLICI, si trovano nella zuccheriera, nella, nel miele e sono

Dettagli

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni DIABETE E CIBO Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni I nutrienti della dieta I nutrienti essenziali: PROTEINE

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L uomo è ciò che mangia Ippocrate 400 a.c. Una sana e adeguata alimentazione

Dettagli

Guida alla nutrizione

Guida alla nutrizione CentroCalcioRossoNero Guida alla nutrizione Bilancio energetico e nutrienti Il mantenimento del bilancio energetico-nutrizionale negli atleti rappresenta un importante obiettivo biofisiologico. Diversi

Dettagli

I macronutrienti. Nutrizione e Vita di Gallo dr Ubaldo - info@italianutrizione.it

I macronutrienti. Nutrizione e Vita di Gallo dr Ubaldo - info@italianutrizione.it I macronutrienti 1 Ogni alimento può essere composto da: Carboidrati Proteine Grassi Questi sono conosciuti come macronutrienti 2 Il cibo va forse valutato solo in funzione del suo apporto calorico? ASSOLUTAMENTE

Dettagli

Alimenti. Gruppi Alimentari

Alimenti. Gruppi Alimentari Alimenti Gli alimenti sono tutto ciò che viene utilizzato come cibo dalla specie umana. Un dato alimento non contiene tutti i nutrienti necessari per il mantenimento di un corretto stato fisiologico La

Dettagli

Sedalfam. Descrizione

Sedalfam. Descrizione L attenzione al peso corporeo e all indice glicemico e ad un corretto metabolismo non è solo oggetto di interesse estetico, ma di importanza fondamentale per la prevenzione di molte malattie quali diabete,

Dettagli

MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI!

MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI! MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI! Paese, 13 marzo 2013 dott.ssa Laura Martinelli dietista sportiva www.alimentazionesportivamartinelli.com ARGOMENTI L alimentazione dei bambini in Italia Elementi di dietetica

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

colesterolo sotto controllo

colesterolo sotto controllo Come tenere il colesterolo sotto controllo LAVORIAMO INSIEME PER PROTEGGERE LA TUA VITA Cos è il colesterolo alto (ipercolesterolemia)? Come succede a molti di noi, non hai mai pensato al colesterolo o

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

OVAIO POLICISTICO, INSULINO-RESISTENZA E ALIMENTAZIONE

OVAIO POLICISTICO, INSULINO-RESISTENZA E ALIMENTAZIONE OVAIO POLICISTICO, INSULINO-RESISTENZA E ALIMENTAZIONE L ovaio policistico (PCO) è una condizione molto eterogenea caratterizzata da disfunzione ovarica e disordini mestruali associati spesso a segni clinici

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA NUTRIZIONE

EDUCAZIONE ALLA NUTRIZIONE EDUCAZIONE ALLA NUTRIZIONE Dott.ssa Luce Ghigo Medico Chirurgo Convenzionato S.S.N. Medicina di Gruppo - Medico di R.S.A. Piani Alimentari e Terapia del Sovrappeso 1 Se è vero che le esigenze nutrizionali

Dettagli

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE Corso di tecniche di assistenza di base per caregivers Maggio Dicembre 2012 FABBISOGNO ENERGETICO Il fabbisogno energetico è individuale e dipende da: Sesso Peso Altezza Età

Dettagli

L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI

L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI La prima colazione A tavola: La prima colazione permette di migliorare l attenzione e la concentrazione, quindi il rendimento scolastico. Inizia la tua giornata

Dettagli

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.»

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.» AZIENDA UNITÁ LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta

Dettagli

BUON GIORNO: SONO LE 7 DEL MATTINO E TI PREPARI AD AFFRONTARE UNA NUOVA GIORNATA.

BUON GIORNO: SONO LE 7 DEL MATTINO E TI PREPARI AD AFFRONTARE UNA NUOVA GIORNATA. INTRODUZIONE Da un indagine condotta dal CONI Provinciale di Milano, risulta che 3 bambini su 10 sono in sovrappeso e obesi. Ciò è dovuto soprattutto ad abitudini alimentari errate e a un eccessiva sedentarietà.

Dettagli

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE Il nuoto è una disciplina sportiva di tipo aerobico-anaerobico misto in cui sono coinvolti principalmente i CARBOIDRATI per soddisfare il fabbisogno energetico. Devono essere

Dettagli

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH ...Sentiamo parlare sempre piú spesso di FIBRE: - Quale é il loro ruolo nell organismo? - Quale é la quantitá consigliata? - Quante bisogna mangiarne giornalmente? Vuoi aumentare energia e benessere? Prova

Dettagli

DIABETE E ALIMENTI: I PRINCIPI NUTRITIVI FACCIAMO IL PUNTO

DIABETE E ALIMENTI: I PRINCIPI NUTRITIVI FACCIAMO IL PUNTO DIABETE E ALIMENTI: I PRINCIPI NUTRITIVI FACCIAMO IL PUNTO Dr.ssa SABRINA BUGOSSI DIETISTA L alimentazione rappresenta uno dei cardini fondamentali nella terapia del diabete mellito Più che parlare di

Dettagli

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO NUTRIZIONE ed EQULIBRIO Lo sapevi che Una corretta alimentazione è importante per il nostro benessere psico-fisico ed è uno dei modi più sicuri per prevenire diverse malattie. Sono diffuse cattive abitudini

Dettagli

Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine!

Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine! ..\..\Leggi+Articoli rist + logo+immag\loghi AIC\Loghi AFC\AFC definitivobis.pdf Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine! Alimentazione sana ed equilibrata Migliora

Dettagli

Imparare a leggere e interpretare etichette nutrizionali preparare lista precisa e acquistare solo alimenti lista fare acquisti quando non siete

Imparare a leggere e interpretare etichette nutrizionali preparare lista precisa e acquistare solo alimenti lista fare acquisti quando non siete Come costruire una sana alimentazione in famiglia Quando si fa la spesa durante i pasti alcolici consigli ai genitori come ridurre il contenuto in grassi (Società Italiana Nutrizione Umana) 1 Quando si

Dettagli

L ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA FREQUENZE SETTIMANALI DI CONSUMO E PORZIONI STANDARD

L ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA FREQUENZE SETTIMANALI DI CONSUMO E PORZIONI STANDARD ASL LECCO - GRUPPI DI CAMMINO 2008 L ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA FREQUENZE SETTIMANALI DI CONSUMO E PORZIONI STANDARD Estratto dalle LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA predisposte dall Istituto

Dettagli

ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute

ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute Titolo: Diabete e alimentazione Relatore: Giovanna Foschini Data 19 marzo 2014 Sede Sala Piccolotto UN PO DI STORIA Un po' di storia... Papiro di Ebers (1550 a.c.)

Dettagli

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE 1) CONTROLLA IL PESO E MANTIENITI ATTIVO Pesarsi almeno una

Dettagli

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana CORSA E ALIMENTAZIONE Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana Un alimentazione corretta in chi pratica attività sportiva permette di: - ottimizzare il rendimento

Dettagli

Progetto Expo 2015. Questionario on-line

Progetto Expo 2015. Questionario on-line a.s. 2014.15 Progetto Expo 2015 Questionario on-line Questionario di indagine sul livello di informazione e consapevolezza in merito all alimentazione Indice Introduzione Prima sezione: Conosci le tue

Dettagli

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO

Dettagli

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv. FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO Servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.it Progetto pilota Linee

Dettagli

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO )

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) OBIETTIVI del SIAN: sicurezza alimentare prevenzione delle malattie correlate all alimentazione promuovere comportamenti utili per la

Dettagli

LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE

LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE Per sentirsi bene e in salute è necessario non solo raggiungere un peso salutare ma è necessario fare anche dei cambiamenti nel proprio stile di vita e nel proprio modo

Dettagli

Viaggio delle sostanze nutritive

Viaggio delle sostanze nutritive Viaggio delle sostanze nutritive Il cibo che assumiamo contiene sostanze nutritive per la produzione di nuove cellule Gli alimenti però devono essere ridotti in molecole Esistono 4 fasi fondamentali 1)

Dettagli

GIOCHI IL PRANZO È SANO CON MELAROSSA

GIOCHI IL PRANZO È SANO CON MELAROSSA PROGETTO SCUOLA MELAROSSA GIOCHI IL PRANZO È SANO CON MELAROSSA con la supervisione del professor Pietro A. Migliaccio Presidente di SISA, Società Italiana di Scienza dell Alimentazione e la collaborazione

Dettagli

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE BALLO LATINO AMERICANO CORSA NUOTO FOOTBALL MOUNTAIN BIKE TENNIS BICICLETTA SCIARE CAMMINARE VELOCE ATTIVITA LAVORATIVA 250 CALORIE

Dettagli

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti.

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. IL VIAGGIO DEL CIBO Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. Dalla bocca passano nello stomaco e da qui all intestino per poi venire

Dettagli

LO SPORT E SERVITO. CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti

LO SPORT E SERVITO. CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti LO SPORT E SERVITO CINISELLO BALSAMO 25 MAGGIO 2012 Dott.ssa Raffaella Elena Monti ALIMENTO - DEFINIZIONE Per alimento si intende qualsiasi sostanza utilizzabile dal nostro organismo ai fini dell accrescimento,

Dettagli

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici Prof. Carlo Carrisi Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti: servono a nutrire l organismo, derivano dalla digestione, vengono

Dettagli

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Maria Teresa Gussoni Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 1 L eccesso di peso rappresenta un fattore di rischio rilevante per le principali

Dettagli

Dispense weekend di educazione terapeutica

Dispense weekend di educazione terapeutica Dispense weekend di educazione terapeutica Druogno 4-5 Ottobre 2008 Dr.ssa Elena Piovanelli, dietista dietistapiovanelli@gmail.com Quale terapia nutrizionale? Negli anni la terapia nutrizionale si è evoluta,

Dettagli

LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE

LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE Lo scopo di questa guida alimentare è prevalentemente quello di informare con chiarezza e orientare il proprio stile di vita alimentare, modulando le scelte alimentari

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

DIMAGRIRE. giorno per giorno RIZA

DIMAGRIRE. giorno per giorno RIZA RIZA DIMAGRIRE giorno per giorno Come rendere più leggeri i cibi che ci piacciono Cosa mangiare ai pasti, negli spuntini e fuori casa I condimenti, le cotture e gli abbinamenti light DIMAGRIRE giorno

Dettagli

ALIMENTAZIONE NELLA SCHERMA Club Scherma Roma

ALIMENTAZIONE NELLA SCHERMA Club Scherma Roma ALIMENTAZIONE NELLA SCHERMA Club Scherma Roma I. Bonchi Dietista specializ. in nutrizione nello sport, gravidanza e allattamento I.bonchi@libero.it Con la collaborazione di Francesca Pascazio Nutrizione

Dettagli

ALIMENTAZIONE SANA PER CRESCERE BENE

ALIMENTAZIONE SANA PER CRESCERE BENE ALIMENTAZIONE SANA PER CRESCERE BENE In qualità di Presidente del mi sento in dovere di portarvi a conoscenza di alcune interessanti e basilari concetti per una corretta alimentazione dei nostri figli.

Dettagli

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015 SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. S.I.A.N.) ) ASL NO SOROPTIMIS INTERNATIONAL D ITALIA CLUB DI NOVARA ISTITUTO PARITARIO SACRO CUORE NOVARA E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio

Dettagli

COLAZIONE & BENESSERE.

COLAZIONE & BENESSERE. COLAZIONE & BENESSERE. IL BUONGIORNO SI VEDE DALLA PRIMA COLAZIONE. ORE 7, SUONA LA SVEGLIA: TI ALZI, FAI LA DOCCIA, PRENDI UN CAFFÈ AL VOLO, TI VESTI ED ESCI DI CASA DI CORSA. FORSE NON LO SAI, MA STAI

Dettagli

E-Book Gratuito I principi base del Professionista Top

E-Book Gratuito I principi base del Professionista Top Questo E-book è di proprietà di Ivan Ianniello. Questo E-book non può essere copiato, venduto o usato come contenuto proprio in nessun caso, salvo previa concessione dell'autore. L'Autore non si assume

Dettagli

Da allora, la dieta Atkins è stata popolare in tutto il mondo e molti altri libri sono stati scritti su di essa.

Da allora, la dieta Atkins è stata popolare in tutto il mondo e molti altri libri sono stati scritti su di essa. Dieta Atkins 1 Dieta Atkins: ecco tutto quello che c è da sapere. Dal menu, alla descrizione delle 4 fasi. Dalla versione per vegetariani, fino alla Dieta Atkins in versione Pdf La dieta Atkins è una dieta

Dettagli

Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno

Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno Avvertenze Le informazioni racchiuse in questo documento non sono da intendere come indicazioni mediche, ma sono a fini educativi e di intrattenimento.

Dettagli

ALIMENTAZIONE ESTIVA : ALCUNE REGOLE SANE

ALIMENTAZIONE ESTIVA : ALCUNE REGOLE SANE ALIMENTAZIONE ESTIVA : ALCUNE REGOLE SANE Come abbiamo sempre menzionato parlando di alimentazione per noi sportivi essa diventa non solo un mezzo per sfamarci, ma è un mezzo per fornirci energia di qualità

Dettagli

SE MANGIO COTOLETTA CADO SUI SASSI LA PANCIA M INGROSSA E CASCANO LE OSSA NON PRENDO MEDICINE. BEVIAMO L ARANCIATA

SE MANGIO COTOLETTA CADO SUI SASSI LA PANCIA M INGROSSA E CASCANO LE OSSA NON PRENDO MEDICINE. BEVIAMO L ARANCIATA RAP SANO ASCOLTA IL RAP SE MANGIO COTOLETTA DOPO UNA CORSETTA NELLA FRUTTA VITAMINE NON PRENDO MEDICINE. SE MANGIO CARBOIDRATI TRA DOLCI E SALATI IO ACCUMULO ENERGIA E POI VOLO VIA. MANGIO CEREALI E MI

Dettagli

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia 8. Varia spesso le tue scelte a tavola 58 La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia da essi apportata, anche altri nutrienti indispensabili,

Dettagli

CONSIGLI GENERALI PER UN ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA

CONSIGLI GENERALI PER UN ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA CONSIGLI GENERALI PER UN ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA Un alimentazione equilibrata prevede l assunzione di tre pasti durante la giornata: colazione, pranzo e cena ed, eventualmente, due spuntini a metà mattina

Dettagli

Come Eseguire la dieta Zona

Come Eseguire la dieta Zona Come Eseguire la dieta Zona 1 blocco è dato da 7g di proteine + circa 3 g di grassi + circa 9 g di carboidrati. La pasta, come tutti i derivati delle farine, viene generalmente evitata è consigliato dunque

Dettagli

DIETA. Ovvero MANGIARE PER LA VITA

DIETA. Ovvero MANGIARE PER LA VITA Regione PIEMONTE- ASL2-Torino Ambulatorio di Cardiologia OSPEDALE S. Giovanni Bosco Tel.011-2402310 Progetto GIOTTO Responsabile Drssa Bianca BIANCHINI DIETA Ovvero MANGIARE PER LA VITA Questo piccolo

Dettagli

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI Le Linee guida per una sana alimentazione italiana dell Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) pubblicate nel 2003 propongono dieci direttive

Dettagli

IL Piccolo Cronista Sportivo

IL Piccolo Cronista Sportivo IL Piccolo Cronista Sportivo Stagione Sportiva 2014-2015 Asp.Scuola calcio Qualificata EDIZIONE SPECIALE SULL INCONTRO DEL 10.11.2014 SUL TEMA: L Educazione alimentare per la salute e lo sport Piccoli

Dettagli

Alimentazione e sport

Alimentazione e sport Dietista Silvia Bernardi Trento, 5 Marzo 2010 Il movimento spontaneo e l attività fisica, se iniziati precocemente, rappresentano la misura più efficace di terapia e prevenzione delle patologie del benessere.

Dettagli

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA Una corretta alimentazione nello sport Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA CARBOIDRATI Sono alla base dell alimentazione costituiscono circa il 50% delle calorie che occorrono ogni giorno POSSIAMO

Dettagli

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013 Attività fisica e Alimentazione Per guadagnare salute 09/05/2013 ? QUANTA ENERGIA ENERGIA SERVE AL PODISTA AMATORE? 09/05/2013 FABBISOGNO ENERGETICO Metabolismo basale (60-75%): età, sesso, massa corporea

Dettagli

Capitolo 4 I menu per ritrovare la linea in 14 giorni 95. Capitolo 5 Cucinare con i cibi che non alzano la glicemia 115

Capitolo 4 I menu per ritrovare la linea in 14 giorni 95. Capitolo 5 Cucinare con i cibi che non alzano la glicemia 115 Sommario Introduzione Conosci l indice glicemico e perdi peso senza sacrifici 7 Capitolo 1 La glicemia dei cibi e i meccanismi che fanno ingrassare 13 Capitolo 2 L importanza dell indice glicemico 33 Capitolo

Dettagli

L'Alimentazione (principi alimentari e consigli) Una Sana Alimentazione Ogni essere vivente introduce cibo nell'organismo: questo processo prende il nome di ALIMENTAZIONE. Introdurre cibo nel nostro corpo

Dettagli

COMITATO SCIENTIFICO PER LA SALUTE

COMITATO SCIENTIFICO PER LA SALUTE COMITATO SCIENTIFICO PER LA SALUTE in collaborazione con: - C. N. R. di Avellino Istituto di Scienze dell alimentazione - Prof. Augusto Parente-Facoltà di scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, Seconda

Dettagli

ENERGIA CONCENTRATA NEI TUOI MUSCOLI.

ENERGIA CONCENTRATA NEI TUOI MUSCOLI. CARBOIDRATI. I carboidrati rappresentano la principale fonte di energia delle cellule. Essi fungono da combustibile di pronto e facile impiego e di maggior rendimento. I CARBOIDRATI possono essere divisi

Dettagli

IMPARA A FARE UNA COLAZIONE EQUILIBRATA

IMPARA A FARE UNA COLAZIONE EQUILIBRATA IMPARA A FARE UNA COLAZIONE EQUILIBRATA Come ben sapevano i nostri nonni la colazione è il pasto più importante della giornata in quanto migliora le tue capacità cognitive e di concentrazione, favorisce

Dettagli

Pur rappresentando il 60-65% delle calorie della dieta sono contenuti nel corpo solo per l 1% 60-65% 1%

Pur rappresentando il 60-65% delle calorie della dieta sono contenuti nel corpo solo per l 1% 60-65% 1% CARBOIDRATI 1 GLUCIDI Il termine deriva dal greco, dolce, dato che i più semplici hanno sapore dolce; vengono anche chiamati carboidrati Sono i costituenti più importanti dei vegetali che li sintetizzano

Dettagli

L'alimentazione nel giovane sportivo

L'alimentazione nel giovane sportivo L'alimentazione nel giovane sportivo Dr.ssa Sara Perrotta Biologa Nutrizionista Le abitudini alimentari sono in grado di influenzare in maniera significativa la capacità individuale di realizzare una determinata

Dettagli

CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano

CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano I prodotti più comunemente utilizzati per una colazione completa e varia sono: Bevande: caffè latte, tè, cioccolata calda, succhi e centrifugati

Dettagli

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE LA COLAZIONE IDEALE Recenti statistiche attribuiscono ad una alimentazione scorretta la causa principale di diverse patologie nel mondo Noi siamo quello che mangiamo Alcuni fatti... L 86% dei decessi,

Dettagli

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea La nuova piramide della dieta mediterranea moderna proposta dall INRAN (Istituto Nazionale per la Ricerca degli Alimenti e della Nutrizione) presenta

Dettagli

I gruppi alimentari GRUPPO N GRUPPO N. CARNI, PESCI, UOVA Forniscono: proteine ad alto valore biologico; minerali quali ferro,

I gruppi alimentari GRUPPO N GRUPPO N. CARNI, PESCI, UOVA Forniscono: proteine ad alto valore biologico; minerali quali ferro, I nutrienti I gruppi alimentari NEL NOSTRO VIVER COMUNE, NON RAGIONIAMO CON NUTRIENTI MA CON ALIMENTI: SONO PERTANTO STATI RAGGRUPPATI GLI ALIMENTI SECONDO CARATTERISTICHE NUTRITIVE IN COMUNE. GRUPPO N

Dettagli

ALIMENTAZIONE IN ETA PRESCOLARE E SCOLARE. Silvia Scaglioni Clinica Pediatrica Ospedale S.Paolo Università di Milano

ALIMENTAZIONE IN ETA PRESCOLARE E SCOLARE. Silvia Scaglioni Clinica Pediatrica Ospedale S.Paolo Università di Milano ALIMENTAZIONE IN ETA PRESCOLARE E SCOLARE Silvia Scaglioni Clinica Pediatrica Ospedale S.Paolo Università di Milano ABITUDINI NUTRIZIONALI IN ITALIA ETÀ PRESCOLARE E SCOLARE ABITUDINI NUTRIZIONALI 3-53

Dettagli

INDICE GLICEMICO DEGLI ALIMENTI

INDICE GLICEMICO DEGLI ALIMENTI INDICE GLICEMICO DEGLI ALIMENTI Quando mangiamo un alimento ricco di carboidrati, la glicemia (quantità di zucchero nel sangue) si alza. La velocità con cui questo accade dipende da molti fattori, tra

Dettagli

Copyright 2012 all right reserved www.tuttodukan.com

Copyright 2012 all right reserved www.tuttodukan.com Dopo 15 anni nel mondo del fitness e dell alimentazione Low-carb, abbiamo ricevuto oltre 30.000 email, la maggior parte di queste riguardava il perchè la zona addominale non si sviluppa e non si ottengono

Dettagli

QUESTIONARIO PER EDUCATORI

QUESTIONARIO PER EDUCATORI www.okkio3a.liguria.org Codice ID questionario _ _ _ _ _ _ _ _ ASL Scuola Classe QUESTIONARIO PER EDUCATORI 1. Elenca alcuni alimenti o bevande che contengono zuccheri: 2. Hai l abitudine di fare la colazione

Dettagli

Alimentazione del nuotatore. Daniela Stehrenberger Dietista diplomata

Alimentazione del nuotatore. Daniela Stehrenberger Dietista diplomata Alimentazione del nuotatore Daniela Stehrenberger Dietista diplomata Programma 1. Alimentazione di base composizione equilibrata dei pasti assunzione di liquidi 2. Particolarità dell alimentazione del

Dettagli

CUORE & ALIMENTAZIONE

CUORE & ALIMENTAZIONE 5 Convegno Socio-Scientifico ASPEC Teatro «Antonio Ghirelli» - Salerno, 27 Giugno 2015 CUORE & ALIMENTAZIONE Annapaola Campana Unità Operativa di Oncoematologia Presidio Ospedaliero Pagani (SA) CAUSE DI

Dettagli

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale ALIMENTAZIONE dell ATLETA Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale A CHE SERVE MANGIARE? Gli alimenti ci forniscono l energia per muoverci, per respirare,per il battito cardiaco, per il funzionamento

Dettagli

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata.

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. Una corretta alimentazione e una costante attività fisica sono la base per una vita sana Perché si

Dettagli

Grassi: Grassi. 3. scegli la qualità e limita la quantità

Grassi: Grassi. 3. scegli la qualità e limita la quantità 3. Grassi: Grassi 3. scegli la qualità e limita la quantità 3. Grassi: scegli la qualità e limita la quantità 30 Per stare bene è necessario introdurre con l'alimentazione una certa quantità di grassi,

Dettagli

U.O.C. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Dip. di Prevenzione Medico -ASL di Pavia

U.O.C. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Dip. di Prevenzione Medico -ASL di Pavia Nell elaborazione del piano dietetico proposto alle scuole della Provincia di Pavia, l U.O.C. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell A.S.L. tiene conto delle indicazioni riportate da: L.A.R.N. (1996)

Dettagli

Introduzione Pag. 3. Il decalogo dei consigli Pag 4. Ripartizione giornaliera degli alimenti Pag. 5. Esempi di dieta Pag. 6

Introduzione Pag. 3. Il decalogo dei consigli Pag 4. Ripartizione giornaliera degli alimenti Pag. 5. Esempi di dieta Pag. 6 Introduzione Pag. 3 Il decalogo dei consigli Pag 4 Ripartizione giornaliera degli alimenti Pag. 5 Esempi di dieta Pag. 6 Frequenze settimanali Pag. 7 Attività fisica Pag. 8 La piramide della salute Pag.

Dettagli

DIETA E KARATE PREMESSA

DIETA E KARATE PREMESSA DIETA E KARATE PREMESSA La dieta dello sportivo è spesso mirata a bruciare le prestazioni di pochi gruppi muscolari nell arco di pochi anni. Questo purtroppo può comportare un invecchiamento precoce e

Dettagli

Le 4 fasi della dieta Dukan

Le 4 fasi della dieta Dukan Assistente Virtuale Le 4 fasi della dieta Dukan 1 L'introduzione alla Dieta Dukan: la Bibbia di chi vuole dimagrire Menu tipo della Dukan per la prima e la seconda settimana Fase 1 : Attacco La dieta Dukan

Dettagli

Perché mangiamo. L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi.

Perché mangiamo. L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi. Perché mangiamo L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi. L energia è necessaria per ogni attività del nostro corpo:

Dettagli

La nutrizione, tra gusto e salute, nei menu scolastici

La nutrizione, tra gusto e salute, nei menu scolastici Milano, 29 marzo 2012 La nutrizione, tra gusto e salute, nei menu scolastici Andrea Ghiselli INRAN La corretta alimentazione del bambino Alimento 3-10 anni Porzioni Linee Guida Frutta+succhi 216 1.4 3

Dettagli

SEZIONE PROVINCIALE DI CUNEO IL PIACERE DELLA SALUTE

SEZIONE PROVINCIALE DI CUNEO IL PIACERE DELLA SALUTE SEZIONE PROVINCIALE DI CUNEO IL PIACERE DELLA SALUTE BIBLIOGRAFIA Le informazioni contenute nell opuscolo sono state acquisite da: LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE www.mipaf.it (sito ufficiale del

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

PROGETTO EDUCAZIONE ALIMENTARE anno scolastico 2008 2009

PROGETTO EDUCAZIONE ALIMENTARE anno scolastico 2008 2009 PROGETTO EDUCAZIONE ALIMENTARE anno scolastico 2008 2009 Educare i bambini ad acquisire e mantenere sane abitudini alimentari rappresenta un importante intervento di promozione alla salute Il progetto

Dettagli

alimentazione WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ

alimentazione WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ alimentazione WWW.FISIOKINESITERAPIA.BIZ NUTRIENTI (O PRINCIPI NUTRITIVI): PROTEINE LIPIDI CARBOIDRATI VITAMINE ACQUA MINERALI CON FUNZIONE: PLASTICA ENERGETICA BIOREGOLATRICE PROTEINE LUNGHE CATENE DI

Dettagli

ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO. una corretta informazione per un benessere psicofisico

ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO. una corretta informazione per un benessere psicofisico ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO una corretta informazione per un benessere psicofisico Mangiare o nutrirsi? Mangiare è un atto ricco di significati che va ben oltre il semplice soddisfacimento fisiologico Nutrirsi

Dettagli

Alimentazione nel bambino in età scolare

Alimentazione nel bambino in età scolare Martellago 05 marzo 2015 Alimentazione nel bambino in età scolare Dr.ssa Maria Tumino Servizio Igiene degli alimenti e della Nutrizione Veneto Sovrappeso Obesità Obesità severa 17,45% 5,5% 1,5% latte

Dettagli