EUROPEAN SCHOOL OF ECONOMICS DIRITTO PENALE DELL ECONOMIA E DELL IMPRESA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EUROPEAN SCHOOL OF ECONOMICS DIRITTO PENALE DELL ECONOMIA E DELL IMPRESA"

Transcript

1 EUROPEAN SCHOOL OF ECONOMICS DIRITTO PENALE DELL ECONOMIA E DELL IMPRESA MARZO MAGGIO 2010 n. 8 GIORNATE (DA 3 ORE CADAUNA) + 1 GIORNATA CONCLUSIVA (DA 6 ORE) Direzione: Avv. Maurizio Arena, Avvocato penalista del Foro di Roma, si occupa di diritto dell economia, con particolare riguardo ai profili penali del diritto societario, del diritto dei mercati finanziari, del diritto dell informatica, del diritto ambientale e del diritto sanitario. Componente di Organismi di Vigilanza ex D.lgs. 231/01, curatore del portale giuridico curatore dell Osservatorio sulla Compliance delle aziende farmaceutiche con il D.lgs. 231/2001 (www.231farmaceutiche.it). Componente dal 2003 del gruppo di studio istituito dal Consiglio Nazionale Forense in materia di Antiriciclaggio. Obiettivi del Corso Il corso si propone come obiettivo principale quello di formare giuristi in grado di sviluppare uno studio critico e ragionato del diritto penale dell economia e dell impresa, preparando i professionisti all assistenza in giudizio e alla consulenza stragiudiziale in materia. In quest ottica le lezioni verteranno sulle principali tematiche del White Collar Crime : reati societari, diritto penalfallimentare, diritto penale dei mercati finanziari, disciplina antiriciclaggio, reati tributari e responsabilità da reato delle persone giuridiche ex D.lgs. 231/01. Particolare attenzione verrà dedicata ai principi fondamentali del diritto penale d impresa, ripercorrendo gli snodi fondamentali di istituti quali la delega di funzioni e verificando le gradazioni della responsabilità penale in capo agli organi societari. Nelle lezioni verranno presentati dei casi pratici emblematici dei principali problemi che oggi vive la materia; dall analisi di casi giurisprudenziali si trarranno spunti di riflessione necessari per un comprensione critica del diritto penale dell economia. GIORNATA I (2 marzo, ore ) I principi generali del diritto penale dell economia: i soggetti coinvolti e l istituto della delega di funzioni I soggetti penalmente responsabili nel diritto penale societario La nuova figura del c.d. amministratore di fatto

2 La delega di funzioni: profili di responsabilità del delegante e del delegato La responsabilità penale dell amministratore delegato La responsabilità degli amministratori non esecutivi La responsabilità penale dei sindaci GIORNATA II (9 marzo, ore ) Il nuovo diritto penale societario: la tutela delle comunicazioni sociali e del capitale sociale La riforma del diritto penale societario del 2002: profili generali Il delitto e la contravvenzione di false comunicazioni sociali Le falsità nei rapporti con la società di revisione I reati posti a tutela del capitale sociale GIORNATA III (16 marzo, ore ) Il nuovo diritto penale societario: le infedeltà degli amministratori e la tutela penale delle autorità di vigilanza Il reato di infedeltà patrimoniale La c.d. corruzione privata Il reato di omessa comunicazione del conflitto di interessi Il reato di ostacolo all esercizio delle autorità pubbliche di vigilanza GIORNATA IV (23 marzo, ore ) La normativa antiriciclaggio Riciclaggio, ricettazione e reimpiego nel codice penale La disciplina di prevenzione del riciclaggio: il D.lgs. 231/07 I soggetti destinatari della disciplina antiriciclaggio Gli obblighi di identificazione, registrazione e di segnalazione La limitazione all uso del contante I reati e gli illeciti amministrativi nel D.lgs. 231/07

3 GIORNATA V (30 marzo, ore ) Il diritto penale fallimentare Principi generali e prospettive di riforma dei reati fallimentari La bancarotta fraudolenta patrimoniale La bancarotta fraudolenta documentale La bancarotta preferenziale La bancarotta postfallimentare La bancarotta semplice La bancarotta societaria Il delitto di ricorso abusivo al credito I reati commessi da persone diverse dal fallito (cenni) GIORNATA VI (13 aprile, ore ) I reati tributari Principi generali del diritto penale tributario I limiti al principio ignorantia legis non excusat Il delitto di dichiarazione infedele I delitti di dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici Il reato di omessa dichiarazione I reati esterni alla dichiarazione GIORNATA VII (20 aprile, ore ) La disciplina penale del lavoro Il D.lgs. 81/08: uno sguardo d insieme alla nuova disciplina in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro Ruoli e responsabilità dei soggetti coinvolti nel D.lgs. 81/08 e l impianto sanzionatorio La delega di funzioni nel diritto penale del lavoro

4 La valutazione dei rischi in azienda e l importanza della compliance nel settore GIORNATA VIII (27 aprile, ore ) Il diritto penale dei mercati finanziari Le disposizioni penali ed amministrative contenute nel T.U.F. Il reato di insider trading Il reato di manipolazione del mercato Gli illeciti amministrativi di insider trading e manipolazione del mercato Market Abuse e cumulo sanzionatorio in capo alle persone giuridiche GIORNATA IX (4 maggio, intera giornata) Il D.lgs 231/01: principi generali della responsabilità da reato delle persone giuridiche Introduzione: la scomparsa del principio societas delinquere non potest Tratti generali della disciplina del D.lgs. 231/01 I soggetti destinatari della disciplina I ruoli aziendali coinvolti: i soggetti apicali ed i sottoposti I criteri oggettivi e soggettivi di ascrizione della responsabilità all ente collettivo L apparato sanzionatorio del D.lgs. 231/01: sanzioni pecuniarie ed interdittive Il processo a carico degli enti I reati imputabili all ente collettivo Il D.lgs 231/01: i modelli organizzativi e la disciplina dell Organismo di Vigilanza Introduzione: i compliance programs e gli ethics officers nell esperienza statunitense La funzione dei modelli organizzativi nel D.lgs. 231/01 La mappatura dei rischi di reato I protocolli aziendali di prevenzione del rischio di reato Il sistema sanzionatorio previsto dal modello organizzativo Le indicazioni giurisprudenziali sul contenuto dei modelli Natura e funzione dell Organismo di Vigilanza ex D.lgs. 231/01

5 La corretta composizione dell OdV Le responsabilità dei componenti dell Organismo di Vigilanza ESE Roma Via di San Vitale, Roma - Italia Tel: Fax:

CARPANEDA & ASSOCIATI. Il ruolo del modello organizzativo e gestionale ex 231 nelle società di factoring. Michele Carpaneda 16 maggio 2006

CARPANEDA & ASSOCIATI. Il ruolo del modello organizzativo e gestionale ex 231 nelle società di factoring. Michele Carpaneda 16 maggio 2006 Il ruolo del modello organizzativo e gestionale ex 231 nelle società di factoring Michele Carpaneda 16 maggio 2006 Corporate Governance La Corporate Governance è l insieme dei processi per indirizzare

Dettagli

INDICE CAPITOLO I NOZIONE DI DIRITTO PENALE DELL IMPRESA

INDICE CAPITOLO I NOZIONE DI DIRITTO PENALE DELL IMPRESA INDICE Prefazione alla VI edizione................ VII Prefazione alla I edizione................ IX CAPITOLO I NOZIONE DI DIRITTO PENALE DELL IMPRESA 1.1. Il concetto di mercato............... 2 1.2.

Dettagli

SOMMARIO. Parte I Aspetti generali

SOMMARIO. Parte I Aspetti generali SOMMARIO Presentazione... Profilo Autori... V VII Parte I Aspetti generali Capitolo 1 Linee di tendenza del mercato del risparmio di Marco Prosperetti 1. Caratteristiche del mercato del risparmio... 3

Dettagli

INDICE CAPITOLO I NOZIONE DI DIRITTO PENALE DELL IMPRESA

INDICE CAPITOLO I NOZIONE DI DIRITTO PENALE DELL IMPRESA INDICE Prefazione alla VII edizione............... VII Prefazione alla I edizione................ IX CAPITOLO I NOZIONE DI DIRITTO PENALE DELL IMPRESA 1.1. Il concetto di mercato................ 3 1.2.

Dettagli

La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche: i Modelli Organizzativi ex D. Lgs. 231/01

La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche: i Modelli Organizzativi ex D. Lgs. 231/01 La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche: i Modelli Organizzativi ex D. Lgs. 231/01 Studio Legale avv. Paolo Savoldi Bergamo, Via G. Verdi 14 Oggetto del Decreto 231/01 Il Decreto 231/01

Dettagli

REATI PENALI SPECIFICI PER LE SOCIETA QUOTATE IN BORSA. Hanno contribuito

REATI PENALI SPECIFICI PER LE SOCIETA QUOTATE IN BORSA. Hanno contribuito Responsabilità degli amministratori in ambito penale tipologie di reati specifici per le società quotate in borsa REATI PENALI SPECIFICI PER LE SOCIETA QUOTATE IN BORSA a cura di Margherita Gardi per il

Dettagli

Corso di formazione Il ruolo e l adeguatezza dei modelli organizzativi previsti D. Lgs 231/2001. Presentazione

Corso di formazione Il ruolo e l adeguatezza dei modelli organizzativi previsti D. Lgs 231/2001. Presentazione Corso di formazione Il ruolo e l adeguatezza dei modelli organizzativi previsti D. Lgs 231/2001 Presentazione Il decreto legislativo 8 giugno 2001 n. 231 Disciplina della responsabilità amministrativa

Dettagli

INDICE CAPITOLO PRIMO RIFLESSIONI SUL CONCETTO DI FRODE NEL DIRITTO PENALE DELL ECONOMIA

INDICE CAPITOLO PRIMO RIFLESSIONI SUL CONCETTO DI FRODE NEL DIRITTO PENALE DELL ECONOMIA INDICE Premessa... pag. 11 CAPITOLO PRIMO RIFLESSIONI SUL CONCETTO DI FRODE NEL DIRITTO PENALE DELL ECONOMIA 1.1 Le frodi fiscali. Evoluzione storica della fattispecie... pag. 13 1.2 Il concetto di frode.

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Premessa... Collaboratori... PARTE PRIMA I REATI PREVISTI DAL CODICE PENALE

INDICE SOMMARIO. Premessa... Collaboratori... PARTE PRIMA I REATI PREVISTI DAL CODICE PENALE XI Premessa... Collaboratori... VII IX PARTE PRIMA I REATI PREVISTI DAL CODICE PENALE CAPITOLO I I NUOVI REATI IN MATERIA DI TERRORISMO INTERNAZIONALE (ARTT. 270-BIS-270-SEXIES) 1. Premessa... 5 2. Alla

Dettagli

La legge antiriciclaggio e lo scudo fiscale

La legge antiriciclaggio e lo scudo fiscale S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE La legge antiriciclaggio e lo scudo fiscale Inquadramento generale sui reati presupposto I reati per i quali è esclusa la punibilità I reati per i quali non è esclusa la

Dettagli

Circolare informativa: settore consulenza aziendale - tributaria

Circolare informativa: settore consulenza aziendale - tributaria Bosin & Maas & Stocker Wirtschaftsberatung Steuerrecht Arbeitsrecht Revisoren dottori commercialisti consulenti del lavoro revisori dr. F. J. S c h ö n w e g e r dr. M a n f r e d B o s i n dr. G o t t

Dettagli

PERCHÈ JUST LEGAL SERVICES - SCUOLA DI FORMAZIONE LEGALE

PERCHÈ JUST LEGAL SERVICES - SCUOLA DI FORMAZIONE LEGALE 8 a Edizione PERCHÈ JUST LEGAL SERVICES - SCUOLA DI FORMAZIONE LEGALE La scuola di formazione legale di Just Legal Services si rivolge a tutti coloro che sentono la necessità di integrare il proprio curriculum

Dettagli

TAVOLI DI LAVORO 231 PROGRAMMA DEI LAVORI. PLENUM Consulting Group S.r.l.

TAVOLI DI LAVORO 231 PROGRAMMA DEI LAVORI. PLENUM Consulting Group S.r.l. TAVOLI DI LAVORO 231 PROGRAMMA DEI LAVORI N. 1559 UNI EN ISO 9001:2008 PLENUM Consulting Group S.r.l. Via San Quintino, 26/A 10121 TORINO -ITALY Tel +39 011 812 47 05 Fax +39 011 812 70 70 E-mail: plenum@plenum.it

Dettagli

Sommario. I. Il reato di riciclaggio e le misure antiriciclaggio pag. 9

Sommario. I. Il reato di riciclaggio e le misure antiriciclaggio pag. 9 I. Il reato di riciclaggio e le misure antiriciclaggio pag. 9 1. Le norme antiriciclaggio previste dal decreto legislativo n. 231 del 21 novembre 2007: applicabilità al nuovo reato di autoriciclaggio pag.

Dettagli

Anno Accademico 2015/2016 MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN DIRITTO PENALE DI IMPRESA

Anno Accademico 2015/2016 MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN DIRITTO PENALE DI IMPRESA Anno Accademico 2015/2016 MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN DI IMPRESA DIRETTORE: PROF.SSA PAOLA SEVERINO - - - Visto lo Statuto di autonomia della LUISS Guido Carli, emanato con D.R. n. 7 del

Dettagli

MODULI: CONTENUTI GENERALI

MODULI: CONTENUTI GENERALI MODULI: CONTENUTI GENERALI Primo Modulo LO SCENARIO COMPETITIVO INTERNAZIONALE, L EVOLUZIONE DEL BUSINESS: LE PROSPETTIVE DEGLI OPERATORI DEL DIRITTO (4 gg) Secondo Modulo SISTEMI DI GOVERNANCE, PERFORMANCE

Dettagli

INFORMATIVA E TRASPARENZA NELLE SOCIETA DI CAPITALI

INFORMATIVA E TRASPARENZA NELLE SOCIETA DI CAPITALI INFORMATIVA E TRASPARENZA NELLE SOCIETA DI CAPITALI Ø Soci, mercato e Autorità di Vigilanza Ø Ruolo e compiti degli amministratori Ø Conflitti di interesse Ø Crisi di impresa e procedure concorsuali Ø

Dettagli

IL FALSO IN BILANCIO

IL FALSO IN BILANCIO IL FALSO IN BILANCIO Riflessioni sulle novità della legge di riforma Convegno di studi a cura di Gianfranco Cavazzoni G. Giappichelli Editore - Torino Presentazione pag. VII Capitolo I LA VERITÀ E LA FALSITÀ

Dettagli

IL PROGRAMMA ITALIANO PER LA VOLUNTARY DISCLOSURE SUI PATRIMONI ESTERI: ASPETTI PENALI IL REATO DI AUTO-RICICLAGGIO

IL PROGRAMMA ITALIANO PER LA VOLUNTARY DISCLOSURE SUI PATRIMONI ESTERI: ASPETTI PENALI IL REATO DI AUTO-RICICLAGGIO IL PROGRAMMA ITALIANO PER LA VOLUNTARY DISCLOSURE SUI PATRIMONI ESTERI: ASPETTI PENALI IL REATO DI AUTO-RICICLAGGIO AVV. FABIO CAGNOLA VOLUNTARY DISCLOSURE E AUTO-RICICLAGGIO a) Voluntary disclosure per

Dettagli

Modello di Organizzazione Gestione e Controllo. ai sensi del D. Lgs. 231/2001

Modello di Organizzazione Gestione e Controllo. ai sensi del D. Lgs. 231/2001 Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ai sensi del D. Lgs. 231/2001 1 Le origini del decreto 1977 (USA): Foreign Corrupt Practices Act 1995 (UE): Convenzione sulla tutela finanziaria delle Comunità

Dettagli

15 CREDITI FORMATIVI per il triennio 2014-2016 di formazione continua. 9 a Edizione

15 CREDITI FORMATIVI per il triennio 2014-2016 di formazione continua. 9 a Edizione 15 CREDITI FORMATIVI per il triennio 2014-2016 di formazione continua 9 a Edizione PERCHÈ JUST LEGAL SERVICES - SCUOLA DI FORMAZIONE LEGALE La Scuola di formazione legale di Just Legal Services si rivolge

Dettagli

Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231

Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231 Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231 dedicato all Un percorso formativo che permette di certificare il possesso di requisiti e competenze necessarie a realizzare, gestire

Dettagli

SOCIETA DI GESTIONE DEL RISPARMIO E NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO

SOCIETA DI GESTIONE DEL RISPARMIO E NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO SOCIETA DI GESTIONE DEL RISPARMIO E NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO - Premessa: i delitti di riciclaggio e impiego di denaro ed utilità di provenienza illecita art 648-bis c.p. (Riciclaggio) Fuori dei casi di

Dettagli

IL SISTEMA GIURIDICO ITALIANO

IL SISTEMA GIURIDICO ITALIANO Studio Legale Associato Tosello & Partners Modello D.Lgs. 231/01 integrato con l art. 30 D.Lgs. 81/08 La responsabilità degli amministratori per mancata adozione del Modello 231 secondo la giurisprudenza

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Premessa... I CARATTERI DELLA FRODE FISCALE NELL IM- PIANTO NORMATIVO DEL D. LGS. 74/2000 PARTE PRIMA

INDICE SOMMARIO. Premessa... I CARATTERI DELLA FRODE FISCALE NELL IM- PIANTO NORMATIVO DEL D. LGS. 74/2000 PARTE PRIMA INDICE SOMMARIO Premessa... XIII PARTE PRIMA I CARATTERI DELLA FRODE FISCALE NELL IM- PIANTO NORMATIVO DEL D. LGS. 74/2000 CAPITOLO 1 IL CONCETTO DI FRODE AL FISCO 1. Premessa... 3 2. Concetto e finalità

Dettagli

RESPONSABILITÀ DI IMPRESA (D.L. 231/01) E PRIVACY AREA LAZIO E AREA MARCHE

RESPONSABILITÀ DI IMPRESA (D.L. 231/01) E PRIVACY AREA LAZIO E AREA MARCHE RESPONSABILITÀ DI IMPRESA (D.L. 231/01) E PRIVACY AREA LAZIO E AREA MARCHE D&D srl offre servizi di consulenza per la responsabilità d impresa (D. Lgs. n. 231/01) e la privacy agli Enti, alle PMI e alle

Dettagli

ICT SECURITY N. 52 Gennaio/Febbraio 2007 Sicurezza informatica e responsabilità amministrativa degli enti. Autore: Daniela Rocca

ICT SECURITY N. 52 Gennaio/Febbraio 2007 Sicurezza informatica e responsabilità amministrativa degli enti. Autore: Daniela Rocca Sommario - I fatti illeciti a vantaggio o nell interesse dell organizzazione - Le fattispecie di reato rilevanti - I modelli di organizzazione e controllo e la mappatura dei processi a rischio Il D. Lgs.

Dettagli

In Diritto24 www.diritto24.com. SCHEMI E TABELLE Rappresentazioni grafiche dei principali istituti del codice penale e delle leggi complementari

In Diritto24 www.diritto24.com. SCHEMI E TABELLE Rappresentazioni grafiche dei principali istituti del codice penale e delle leggi complementari In Diritto24 www.diritto24.com SCHEMI E TABELLE Rappresentazioni grafiche dei principali istituti del codice penale e delle leggi complementari codice penale Reati in generale Principio di legalità e principio

Dettagli

High Value Audit Communiti - Milano, 16 aprile 2010 Protiviti - Via Tiziano, 32 - Milano

High Value Audit Communiti - Milano, 16 aprile 2010 Protiviti - Via Tiziano, 32 - Milano Il ruolo dell Internal Audit nei processi di gestione e verifica dei Modelli organizzativi ex D. Lgs. 231/01, anche sottoposti al vaglio della Magistratura: l esperienza Impregilo High Value Audit Communiti

Dettagli

Il D.lgs. 231/2007 in materia di antiriciclaggio, tra novità legislative, ruolo degli Organi e delle Autorità di Vigilanza ed impianto sanzionatorio

Il D.lgs. 231/2007 in materia di antiriciclaggio, tra novità legislative, ruolo degli Organi e delle Autorità di Vigilanza ed impianto sanzionatorio Il D.lgs. 231/2007 in materia di antiriciclaggio, tra novità legislative, ruolo degli Organi e delle Autorità di Vigilanza ed impianto sanzionatorio 1 La normativa Il D. lgs. 231/07 ha dato attuazione

Dettagli

Responsabilità Amministrativa delle Imprese Decreto Legislativo 231/2001 e s.m.i. III Edizione Realizzato da

Responsabilità Amministrativa delle Imprese Decreto Legislativo 231/2001 e s.m.i. III Edizione Realizzato da Responsabilità Amministrativa delle Imprese Decreto Legislativo 231/2001 e s.m.i. III Edizione Realizzato da Indice Introduzione Formazione Parte 1 Cosa prevede la legge Principali riferimenti legislativi

Dettagli

Avv. Carlo Autru Ryolo

Avv. Carlo Autru Ryolo Gestione della responsabilità amministrativa L'apparato organizzativo della D.Lgs. 231/01 e il Sistema di Gestione della Responsabilità Amministrativa L'APPARATO ORGANIZZATIVO DELLA D.LGS. 231/01 Disciplina

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 231/01

DECRETO LEGISLATIVO 231/01 DECRETO LEGISLATIVO 231/01 Il Decreto Legislativo 231/2001 ha introdotto per la prima volta nell ordinamento giuridico italiano il principio della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Premessa... LA DISCIPLINA DEI REATI IN MATERIA DI IMPO- STE SUI REDDITI E SUL VALORE AGGIUNTO PARTE PRIMA

INDICE SOMMARIO. Premessa... LA DISCIPLINA DEI REATI IN MATERIA DI IMPO- STE SUI REDDITI E SUL VALORE AGGIUNTO PARTE PRIMA INDICE SOMMARIO Premessa... XV PARTE PRIMA LA DISCIPLINA DEI REATI IN MATERIA DI IMPO- STE SUI REDDITI E SUL VALORE AGGIUNTO CAPITOLO 1 LA REPRESSIONE DEGLI ILLECITI PENALI TRI- BUTARI 1. L illecito tributario...

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ANNO 2014/2015

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ANNO 2014/2015 CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ANNO 2014/2015 1/8 A R E A D I R I T T O T R I B U T A R I O 1a parte (Ore 52,5) Il sistema tributario italiano

Dettagli

Modello di ORGANIZZAZIONE GESTIONE e CONTROLLO

Modello di ORGANIZZAZIONE GESTIONE e CONTROLLO Pag. 1 di 4 Consorzio Train Modello di ORGANIZZAZIONE GESTIONE e CONTROLLO conforme ai requisiti del D.lgs. 8 giugno 2001, n. 231, e smi Indice Pag. 2 di 4 I) PARTE GENERALE INTRODUZIONE 1 PRESENTAZIONE

Dettagli

Introduzione al D.lgs 231/2001

Introduzione al D.lgs 231/2001 1. IL DECRETO LEGISLATIVO 8 GIUGNO 2001 N. 231 1.1. LA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DEGLI ENTI Il D. Lgs. 8 giugno 2001, n. 231, che reca la Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone

Dettagli

Categoria. Formazione generale: tributario

Categoria. Formazione generale: tributario ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MILANO Iniziative formative organizzate dal Consiglio dell'ordine-fondazione Forense programmate per il periodo gennaio - luglio 2015 Le informazioni contenute nel presente piano

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1205 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI COLLETTI, AGOSTINELLI, ALBERTI, BALDASSARRE, BAR- BANTI, BECHIS, MASSIMILIANO BERNINI, NICOLA

Dettagli

STUDIO LEGALE. www.casubrignola.it D.LGS. 231/2001 RIFLESSIONI SUI RECENTI ORIENTAMENTI DELLA GIURISPRUDENZA LIGURE E LOMBARDA AVV. FRANCESCO BRIGNOLA

STUDIO LEGALE. www.casubrignola.it D.LGS. 231/2001 RIFLESSIONI SUI RECENTI ORIENTAMENTI DELLA GIURISPRUDENZA LIGURE E LOMBARDA AVV. FRANCESCO BRIGNOLA D.LGS. 231/2001 RIFLESSIONI SUI RECENTI ORIENTAMENTI DELLA GIURISPRUDENZA LIGURE E LOMBARDA AVV. FRANCESCO BRIGNOLA Trib. Milano (GIP) - Sent. 27/02/07 e Ord. 12/03/08 Criterio di attribuzione della responsabilità

Dettagli

Giugno 2013. Le prossime novità della normativa antiriciclaggio. Avv. Maurizio Arena

Giugno 2013. Le prossime novità della normativa antiriciclaggio. Avv. Maurizio Arena Giugno 2013 Le prossime novità della normativa antiriciclaggio Avv. Maurizio Arena Con il presente contributo si intende dare conto delle principali proposte normative che di recente hanno riguardato la

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I FALSO E OFFENSIVITÀ

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I FALSO E OFFENSIVITÀ INDICE SOMMARIO L attribuzione dell opera, pur se unitariamente concepita dai due Autori, va così ripartita: A. Larussa, capitoli I, IV (paragrafi da 1 a 6), VI, VII, formule; A. Cisterna, capitoli II,

Dettagli

Mundipharma Pharmaceuticals S.r.l. Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D.Lgs. 231/2001

Mundipharma Pharmaceuticals S.r.l. Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D.Lgs. 231/2001 Mundipharma Pharmaceuticals S.r.l. Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D.Lgs. 231/2001 Ver. 1 del 13 Giugno 2014 Mundipharma Pharmaceuticals S.r.l. MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E

Dettagli

Il Decreto 231: quadro di riferimento e guida interpretativa - seconda parte

Il Decreto 231: quadro di riferimento e guida interpretativa - seconda parte S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO SISTEMI DI COMPLIANCE E DECRETO LEGISLATIVO 231 DEL 2001 Il Decreto 231: quadro di riferimento e guida interpretativa - seconda parte Stefano Bonetto e Francesco

Dettagli

DBAPPAREL ITALIA S.r.l. Modello di Organizzazione, di Gestione e Controllo di cui al decreto legislativo n. 231 dell 8 giugno 2001

DBAPPAREL ITALIA S.r.l. Modello di Organizzazione, di Gestione e Controllo di cui al decreto legislativo n. 231 dell 8 giugno 2001 DBAPPAREL ITALIA S.r.l. Modello di Organizzazione, di Gestione e Controllo di cui al decreto legislativo n. 231 dell 8 giugno 2001 - Parte Generale - 1 1. Introduzione Definizioni e Glossario (copre le

Dettagli

INTRODUZIONE CHE COSA E IL D.LGS. 231/01? n. 026 - GIUGNO 2014

INTRODUZIONE CHE COSA E IL D.LGS. 231/01? n. 026 - GIUGNO 2014 AUDIT INFORMATICO PER PREVENIRE I REATI INFORMATICI (ART. 24 BIS D.LGS. 231/01) E ANNULLARE LA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DELL IMPRESA NEL RISPETTO DEL CODICE DELLA PRIVACY (D.LGS. 196/03) E DELLO STATUTO

Dettagli

L ANTIRICICLAGGIO NELLE BANCHE E NELLE ASSICURAZIONI.

L ANTIRICICLAGGIO NELLE BANCHE E NELLE ASSICURAZIONI. L ANTIRICICLAGGIO NELLE BANCHE E NELLE ASSICURAZIONI. I regolamenti di Banca d Italia e ISVAP I relativi chiarimenti delle autorità I nuovi schemi di comportamento dell unità di informazione finanziaria

Dettagli

CURRICULUM DELL'AVV. MASSIMILIANO BELLI

CURRICULUM DELL'AVV. MASSIMILIANO BELLI CURRICULUM DELL'AVV. MASSIMILIANO BELLI DATI PERSONALI : Nato a Recanati (MC) il 22 agosto 1972. Recapiti di studio: - via Marchetti 32, 60019, Senigallia (AN), tel. e fax 071659612; e-mail: avv.mbelli@libero.it

Dettagli

Anno Accademico 2014/2015 MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN DIRITTO PENALE DI IMPRESA

Anno Accademico 2014/2015 MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN DIRITTO PENALE DI IMPRESA Anno Accademico 2014/2015 MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN DI IMPRESA DIRETTORE: PROF.SSA PAOLA SEVERINO - - - Visto lo Statuto di autonomia della LUISS Guido Carli, emanato con D.R. n. 7 del

Dettagli

Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE IN GIURISTA D IMPRESA PARTECIPAZIONE GRATUITA

Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE IN GIURISTA D IMPRESA PARTECIPAZIONE GRATUITA Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE IN GIURISTA D IMPRESA PARTECIPAZIONE GRATUITA Salerno Formazione, società operante nel settore della didattica, della formazione professionale e certificata secondo la

Dettagli

MICROSOFT S.R.L. Modello di Organizzazione Gestione e Controllo. D. Lgs. 231/2001. P a r t e S p e c i a l e 2 -

MICROSOFT S.R.L. Modello di Organizzazione Gestione e Controllo. D. Lgs. 231/2001. P a r t e S p e c i a l e 2 - MICROSOFT S.R.L. Modello di Organizzazione Gestione e Controllo D. Lgs. 231/2001 P a r t e S p e c i a l e 2 - Edizione settembre 2008 Reati Societari Pagina 2 di 18 INDICE PARTE SPECIALE 2 1. Le fattispecie

Dettagli

Le soluzioni assicurative a tutela del dirigente preposto.

Le soluzioni assicurative a tutela del dirigente preposto. Milano 9 Maggio 2007 Le soluzioni assicurative a tutela del dirigente preposto. Maurizio Arecco Marsh S.p.A. FINPRO (Financial & Professional risks) Introduzione L esigenza di garantire una tutela patrimoniale,

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO. ai sensi dell art. 6, comma 1, lett. a) del D.Lgs. 8 giugno 2001, n. 231

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO. ai sensi dell art. 6, comma 1, lett. a) del D.Lgs. 8 giugno 2001, n. 231 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO ai sensi dell art. 6, comma 1, lett. a) del D.Lgs. 8 giugno 2001, n. 231 DEFINIZIONI...4 PARTE GENERALE...7 1. Il Decreto Legislativo 231/2001...7 1.1. Premessa...7

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ai sensi del D.Lgs. 231 del 2001 CODICE ETICO

Modello di organizzazione, gestione e controllo ai sensi del D.Lgs. 231 del 2001 CODICE ETICO CIRES BOLOGNA FERRARA Soc. Coop. Via Scipione Dal Ferro 19/a 40138 BOLOGNA Tel. 051/30.88.79 Fax 051/34.22.42 E-mail: ufficiotecnico@cires-bo.it Modello di organizzazione, gestione e controllo ai sensi

Dettagli

PROGRAMMA DEI CORSI NOVARK 2015

PROGRAMMA DEI CORSI NOVARK 2015 PROGRAMMA DEI CORSI NOVARK 2015 Catalogo dei corsi di formazione individuale 1 Modalità di erogazione dei corsi Novark, in qualità di ente attuatore di Fondoprofessioni, il Fondo Paritetico Interprofessionale

Dettagli

STUDIO LEGALE ASSOCIATO. Impatto sul Modello Organizzativo. L aggiornamento, i controlli. 16 aprile 2015

STUDIO LEGALE ASSOCIATO. Impatto sul Modello Organizzativo. L aggiornamento, i controlli. 16 aprile 2015 STUDIO LEGALE ASSOCIATO Impatto sul Modello Organizzativo L aggiornamento, i controlli 16 aprile 2015 Avv. Antonella Alfonsi Managing Partner Studio Legale Associato Deloitte Autoriciclaggio e D.Lgs. 231/2001

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 LA RESPONSABILITAv NELLA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI INVESTIMENTO. PROFILI GENERALI (Giovanni Falcone)

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 LA RESPONSABILITAv NELLA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI INVESTIMENTO. PROFILI GENERALI (Giovanni Falcone) INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... Introduzione... XIII XV Capitolo 1 LA RESPONSABILITAv NELLA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI INVESTIMENTO. PROFILI GENERALI (Giovanni Falcone) 1. Aspetti

Dettagli

pag. SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1

pag. SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1 pag. SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1 TESTI LEGISLATIVI... 11 1. Legge 25 giugno 1999, n. 205 (Delega al Governo per la depenalizzazione dei reati minori e modifiche al sistema penale e tributario):

Dettagli

Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs. 231/2001

Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs. 231/2001 Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs. 231/2001 Documento adottato dal Consiglio di Amministrazione di Ascotrade S.p.A. in data 3 luglio 2015 PARTE GENERALE 1. Premessa 2. Il

Dettagli

COMUNICATO STAMPA ROMA, 29 GENNAIO 2014

COMUNICATO STAMPA ROMA, 29 GENNAIO 2014 COMUNICATO STAMPA ROMA, 29 GENNAIO 2014 GUARDIA DI FINANZA: TUTELA DEI MERCATI FINANZIARI, CONTRASTO AL RICICLAGGIO, AGGRESSIONE AI PATRIMONI DELLA CRIMINALITA ORGANIZZATA, LOTTA AL CONTRABBANDO ED AL

Dettagli

EMERSIONE DI ATTIVITÀ DETENUTE ALL ESTERO

EMERSIONE DI ATTIVITÀ DETENUTE ALL ESTERO Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli EMERSIONE DI ATTIVITÀ DETENUTE ALL ESTERO (Artt. 11-21 Decreto legge 25 settembre 2001, n. 350, convertito,

Dettagli

INQUADRAMENTO GENERALE DELLE SANZIONI PENALI TRIBUTARIE. I Modulo

INQUADRAMENTO GENERALE DELLE SANZIONI PENALI TRIBUTARIE. I Modulo INQUADRAMENTO GENERALE DELLE SANZIONI PENALI TRIBUTARIE I delitti in materia di documenti e pagamenti di imposte I Modulo 1 DEFINIZIONE DI IMPOSTA EVASA Art. 1 d.lgs. N. 74/2000 E l imposta effettivamente

Dettagli

CORSO CARTACEO E ON LINE MAGISTRATURA E CONCORSI PUBBLICI di Roberto GAROFOLI

CORSO CARTACEO E ON LINE MAGISTRATURA E CONCORSI PUBBLICI di Roberto GAROFOLI CORSO CARTACEO E ON LINE MAGISTRATURA E CONCORSI PUBBLICI di Roberto GAROFOLI Roberto GAROFOLI CORSO RAGIONATO DI PENALE PER GLI SCRITTI DI MAGISTRATURA Volume I SOMMARIO PARTE I LEGALITÀ ED EFFICACIA

Dettagli

Parte Speciale G : I reati transnazionali e di ricettazione, riciclaggio ed impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita

Parte Speciale G : I reati transnazionali e di ricettazione, riciclaggio ed impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita Parte Speciale G : I reati transnazionali e di ricettazione, riciclaggio ed impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO ADOTTATO DA COMAG s.r.l.

Dettagli

MODELLO DI ORgANIZZAZIONE gestione E CONTROLLO

MODELLO DI ORgANIZZAZIONE gestione E CONTROLLO MODELLO DI ORgANIZZAZIONE gestione E CONTROLLO (ai sensi del D. Lgs. 8 giugno 2001 N. 231) 1 INDICE IL DECRETO LEgISLATIVO N. 231/2001 E LA NORMATIVA RILEVANTE...7 IL REgIME DI RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA...7

Dettagli

Il quadro normativo sulla sicurezza informatica

Il quadro normativo sulla sicurezza informatica Il quadro normativo sulla sicurezza informatica Prof. Avv. Giusella Finocchiaro www.studiolegalefinocchiaro.it www.blogstudiolegalefinocchiaro.it Le principali tematiche Sicurezza dei dati Sicurezza dei

Dettagli

LA LEGGE, LA TECNOLOGIA E LA SICUREZZA DEI DATI E DEI SISTEMI: DALLA NORMATIVA SULLA PRIVACY AI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI CONTROLLO

LA LEGGE, LA TECNOLOGIA E LA SICUREZZA DEI DATI E DEI SISTEMI: DALLA NORMATIVA SULLA PRIVACY AI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI CONTROLLO LA LEGGE, LA TECNOLOGIA E LA SICUREZZA DEI DATI E DEI SISTEMI: DALLA NORMATIVA SULLA PRIVACY AI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI CONTROLLO Avv. Giorgio Spedicato CHI SONO Managing Partner dello studio legale

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO ai sensi dell art. 6, comma 1, lett. a) del D.Lgs. 8 giugno 2001, n. 231 Gruppo MutuiOnline S.p.A. (in breve Gruppo MOL S.p.A. o MOL Holding S.p.A.) Sede

Dettagli

TRACCE PER ESAME AVVOCATO di Roberto GAROFOLI

TRACCE PER ESAME AVVOCATO di Roberto GAROFOLI TRACCE PER ESAME AVVOCATO di Roberto GAROFOLI Simona DI NICOLA - Gianluca FILICE TRACCE DI PARERI PENALE con PARERI SVOLTI CASI PROBABILI TECNICHE DI REDAZIONE PREMESSA Si è inteso estendere, con i dovuti

Dettagli

Sanzioni ed effetti penali della Voluntary disclosure. di Antonio Iorio

Sanzioni ed effetti penali della Voluntary disclosure. di Antonio Iorio Sanzioni ed effetti penali della Voluntary disclosure di Antonio Iorio Benefici: Riduzione delle sanzioni amministrative relative all omessa compilazione del quadro RW (art. 5-quinquies, comma 2 del D.L.

Dettagli

MASTER post laurea e di specializzazione MASTER di Specializzazione in AVVOCATO D AFFARI, Business School, Il Sole 24 Ore, Roma, marzo giugno, 2011.

MASTER post laurea e di specializzazione MASTER di Specializzazione in AVVOCATO D AFFARI, Business School, Il Sole 24 Ore, Roma, marzo giugno, 2011. C U R R I C U L U M V I T A E DATI ANAGRAFICI e PROFESSIONALI Antonio MANZARI, nato a Monopoli (BA) il 01.04.1974 Studio Legale: Via Ricasoli n. 76-70043 - Monopoli (BA) Recapiti professionali: Tel. 080-9376461

Dettagli

Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs. 231/2001

Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs. 231/2001 Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs. 231/2001 Documento adottato dal Consiglio di Amministrazione di Veritas Energia S.p.A. in data 14 luglio 2015 PARTE GENERALE 1. Premessa

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI mandato 2008-2012

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI mandato 2008-2012 CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI mandato 2008-2012 area di delega: CONSULENZA DIREZIONALE E ORGANIZZAZIONE LINEE GUIDA SUL MODELLO ORGANIZZATIVO EX D. LGS. 231/2001

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO ai sensi dell art. 6, comma 1, lett. a) del D.Lgs. 8 giugno 2001, n. 231 approvato con delibera del CdA di GMM S.p.A. del 22 marzo 2013 Indice DEFINIZIONI...

Dettagli

LE FALSE COMUNICAZONI SOCIALI

LE FALSE COMUNICAZONI SOCIALI LE FALSE COMUNICAZONI SOCIALI 1 COME ERAVAMO: PREMESSA Si definisce falso in bilancio o frode contabile, in diritto societario, la compilazione di false comunicazioni sociali ovvero una rendicontazione

Dettagli

LINEAMENTI GENERALI DEI REATI TRIBUTARI

LINEAMENTI GENERALI DEI REATI TRIBUTARI Presentazione... VII PARTE PRIMA LINEAMENTI GENERALI DEI REATI TRIBUTARI CAPITOLO I LA REPRESSIONE DEGLI ILLECITI PENALI TRI- BUTARI 1 L illecito tributario... 3 2 Reati finanziari e tributari... 5 3 Soggetto

Dettagli

GLI ADEGUATI ASSETTI ORGANIZZATIVI

GLI ADEGUATI ASSETTI ORGANIZZATIVI D.LGS. 231/2001: ADEMPIMENTI NELL AMBITO DELLA COMPLIANCE AZIENDALE Torino, 1 dicembre 2011 GLI ADEGUATI ASSETTI ORGANIZZATIVI Convegno «D.lgs 231/2001» - Torino, 01 dicembre 2011 Centro Congressi Villa

Dettagli

Attualmente è docente della scuola territoriale Franco Antonelli istituita dalla Camera Penale di Padova.

Attualmente è docente della scuola territoriale Franco Antonelli istituita dalla Camera Penale di Padova. Curriculum dell avv. Fabio Pinelli Attività professionale L avv. Fabio Pinelli ha assistito i vertici di numerose aziende coinvolti in procedimenti penali aventi a oggetto la contestazione di reati societari,

Dettagli

Parte Speciale G: I reati transnazionali e di ricettazione, riciclaggio e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita Codice documento:

Parte Speciale G: I reati transnazionali e di ricettazione, riciclaggio e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita Codice documento: Parte Speciale G: I reati transnazionali e di ricettazione, riciclaggio e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita Codice documento: MOG 231 - PSG COPIA CONTROLLATA N 1 REV. BREVE DESCRIZIONE

Dettagli

Valutatori (auditor) di Sistemi di Gestione per la Qualità, la Sicurezza e l Ambiente

Valutatori (auditor) di Sistemi di Gestione per la Qualità, la Sicurezza e l Ambiente Valutatori (auditor) di Sistemi di Gestione per la Qualità, la Sicurezza e l Ambiente La responsabilità d impresa D.lgs. 231/01 Docente: http:// massimo@massimofarina.it La responsabilità d impresa D.lgs.

Dettagli

Codice Etico. BOLOGNA Via Dei Mille, 24 40121 Bologna Tel 051 4211655 Fax 051 4219900. polibo@politecnica.it

Codice Etico. BOLOGNA Via Dei Mille, 24 40121 Bologna Tel 051 4211655 Fax 051 4219900. polibo@politecnica.it Luglio 2010 Codice Etico In attuazione del D.Lgs. 8 giugno 2001 n. 231 Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità

Dettagli

L organismo di vigilanza e l audit del sistema di prevenzione

L organismo di vigilanza e l audit del sistema di prevenzione I modelli organizzativi di prevenzione nelle cooperative e i nuovi reati del D.Lgs. 231/01 L organismo di vigilanza e l audit del sistema di prevenzione Paolo Maestri Unilab Consulenze Aziendali 9 aprile

Dettagli

Responsabilità amministrativa delle persone giuridiche

Responsabilità amministrativa delle persone giuridiche Formazione Laboratori Responsabilità amministrativa delle persone giuridiche Avv. Emanuele Montemarano Presidente dell Organismo di Vigilanza ACCREDIA 1 Un errore nel titolo... La normativa oggetto della

Dettagli

Dipartimento delle Scienze Giuridiche (DSG)

Dipartimento delle Scienze Giuridiche (DSG) Dipartimento delle Scienze Giuridiche (DSG) Master IL NUOVO DIRITTO SOCIETARIO Aspetti giuridici ed economici, con particolare riferimento alla governance societaria Allegato 1 Programma didattico-scientifico

Dettagli

APPENDICE 1. Reati commessi nei rapporti con la pubblica amministrazione (artt. 24 e 25 del Decreto);

APPENDICE 1. Reati commessi nei rapporti con la pubblica amministrazione (artt. 24 e 25 del Decreto); APPENDICE 1 REATI ED ILLECITI (Generale)* I II Reati commessi nei rapporti con la pubblica amministrazione (artt. 24 e 25 del Decreto); Reati informatici e trattamento illecito di dati (art. 24 bis del

Dettagli

Abusi di mercato e responsabilità degli enti nella giurisprudenza di legittimità

Abusi di mercato e responsabilità degli enti nella giurisprudenza di legittimità Abusi di mercato e responsabilità degli enti nella giurisprudenza di legittimità Nel primo intervento delle Sezioni Unite Penali (sent. 26654/08) sulla responsabilità degli enti collettivi ex D.lg. 231.01

Dettagli

GALLERIA VERDE S.r.l.

GALLERIA VERDE S.r.l. MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO GALLERIA VERDE S.r.l. ai sensi dell art. 6, 3 comma, del Decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 «Disciplina della responsabilità amministrativa delle

Dettagli

ECONOMIA E LEGISLAZIONE ANTIRICICLAGGIO. In sigla Master 42

ECONOMIA E LEGISLAZIONE ANTIRICICLAGGIO. In sigla Master 42 Master di 1 Livello Inserito nell Offerta Formativa Interregionale: ID 6889 Discipline economico-statistiche, giuridiche, politico-sociali Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) ECONOMIA E LEGISLAZIONE

Dettagli

www.justlegalservices.it JLS Just Legal Services Scuola di Formazione Legale più formazione più futuro

www.justlegalservices.it JLS Just Legal Services Scuola di Formazione Legale più formazione più futuro www.justlegalservices.it JLS Scuola di Formazione Legale Just Legal Services più formazione più futuro JUST LEGAL SERVICES - SCUOLA DI FORMAZIONE LEGALE La scuola di formazione legale di Just Legal Services

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Introduzione... Pag. VII

INDICE-SOMMARIO. Introduzione... Pag. VII IX INDICE-SOMMARIO Introduzione... Pag. VII Capitolo Primo IL SISTEMA DI AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO DELLE S.P.A. (hanno collaborato Giusy Staropoli, Eleonora Bianchi, avvocati) 1. L amministrazione della

Dettagli

a) adottato modelli di organizzazione, gestione e controllo idonei a prevenire i reati considerati;

a) adottato modelli di organizzazione, gestione e controllo idonei a prevenire i reati considerati; L Organismo di vigilanza (ODV) nel sistema del d.lg. n. 231 L art. 6 del d.lg. n. 231 prevede che l ente possa essere esonerato dalla responsabilità amministrativa conseguente alla commissione dei reati

Dettagli

Informativa n. 38. La manovra di Ferragosto ( DL 13.8.2011 n. 138 convertito nella L. 14.9.2011 n. 148) - Novità in materia di reati tributari INDICE

Informativa n. 38. La manovra di Ferragosto ( DL 13.8.2011 n. 138 convertito nella L. 14.9.2011 n. 148) - Novità in materia di reati tributari INDICE Informativa n. 38 del 21 settembre 2011 La manovra di Ferragosto ( DL 13.8.2011 n. 138 convertito nella L. 14.9.2011 n. 148) - Novità in materia di reati tributari INDICE 1 Premessa... 2 2 Operatività

Dettagli

Federico Maurizio d Andrea La società per azioni e il suo sistema di controllo interno e di gestione dei rischi

Federico Maurizio d Andrea La società per azioni e il suo sistema di controllo interno e di gestione dei rischi A12 407 Federico Maurizio d Andrea La società per azioni e il suo sistema di controllo interno e di gestione dei rischi Gli attori che presidiano la control governance Copyright MMXII ARACNE editrice

Dettagli

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2014 di Roberto GAROFOLI

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2014 di Roberto GAROFOLI SCRITTI ESAME AVVOCATO 2014 di Roberto GAROFOLI Antonino GIGLIA COME SI SCRIVE IL PARERE GUIDA PRATICA E CONSIGLI OPERATIVI Paolo ABBATE Anna DIFALCO Sergio DI GERLANDO - Franz DONATI - Paola MARINO SOMMARIO

Dettagli

Meda Pharma SpA Modello di Organizzazione Gestione e Controllo - Allegato A Documento di mappatura dei processi sensibili

Meda Pharma SpA Modello di Organizzazione Gestione e Controllo - Allegato A Documento di mappatura dei processi sensibili Meda Pharma SpA - Allegato A al Modello Organizzativo Reato non rilevante Reato rilevante Articolo D.Lgs Fattispecie iilecito amministrativo Anno introduzione Reato Articolo 23 D. Lgs. Inosservanza delle

Dettagli

modello di organizzazione e di gestione ex d.lgs 231/2001

modello di organizzazione e di gestione ex d.lgs 231/2001 modello di organizzazione e di gestione ex d.lgs 231/2001 Approvato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 22 settembre 2010 2 > 27 Parte Generale MODELLO DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE SOMMARIO

Dettagli

INDICE - SOMMARIO. Prefazione... pag. XIX Introduzione...» XXI CAPITOLO I IL CONTESTO NORMATIVO TRIBUTARIO DI RIFERIMENTO CAPITOLO II

INDICE - SOMMARIO. Prefazione... pag. XIX Introduzione...» XXI CAPITOLO I IL CONTESTO NORMATIVO TRIBUTARIO DI RIFERIMENTO CAPITOLO II Prefazione... pag. XIX Introduzione...» XXI CAPITOLO I IL CONTESTO NORMATIVO TRIBUTARIO DI RIFERIMENTO 1. Il diritto tributario e le entrate dello Stato... pag. 1 2. Le fonti del diritto...» 6 3. Le fonti

Dettagli

Rendimento del capitale investito e costo delle risorse finanziarie. Cenni funzionali sui principi legislativi e ragionieristici del bilancio

Rendimento del capitale investito e costo delle risorse finanziarie. Cenni funzionali sui principi legislativi e ragionieristici del bilancio Le Novità del Credito: corso di aggiornamento Obiettivi Fornire una visione sistematica e completa dell'operatività creditizia, aggiornata alle piu recenti novita (I.A.S., riforma societaria, riforma diritto

Dettagli

Marzo 2015. Voluntary Disclosure, ravvedimento operoso e acquiescenza. Quale strada percorrere?

Marzo 2015. Voluntary Disclosure, ravvedimento operoso e acquiescenza. Quale strada percorrere? Marzo 2015 Voluntary Disclosure, ravvedimento operoso e acquiescenza. Quale strada percorrere? Carlo Sallustio, Ph. D. in Diritto tributario, Avvocato tributarista presso Studio Legale Tributario Fantozzi

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE ADOTTATO DALLA BANCA DI VERONA CREDITO COOPERATIVO CADIDAVID AI SENSI DEL D.LGS 231/2001

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE ADOTTATO DALLA BANCA DI VERONA CREDITO COOPERATIVO CADIDAVID AI SENSI DEL D.LGS 231/2001 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE ADOTTATO DALLA BANCA DI VERONA CREDITO COOPERATIVO CADIDAVID AI SENSI DEL D.LGS 231/2001 Documento approvato dal Consiglio di amministrazione con delibera del 24/06/2015

Dettagli