Il decalogo per stimolare la partecipazione della terza età alle piattaforme sociali.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il decalogo per stimolare la partecipazione della terza età alle piattaforme sociali."

Transcript

1 Dare to be wise! Il decalogo per stimolare la partecipazione della terza età alle piattaforme sociali. Note orientative per gli Operatori delle piattaforme 50+ e Università della Terza Età.

2 Prefazione Introduzione Anne-Sophie Parent, Segretaria Generale della AGE Platform Europe La AGE è stata una coraggiosa sostenitrice del progetto europeo PEER - Dare to be wise! (abbi il coraggio di conoscere) sin dal suo inizio. Obiettivo del progetto è rendere le piattaforme 50+ più gradevoli e usufruibili per l apprendimento informale e la AGE saluta con piacere l avvento di queste nuove linee orientative per gli strumenti Web 2.0 che aiutano le persone con più di 50 anni ad utilizzare i social network a fini educativi. Queste linee orientative comprendono sia il settore tecnologico che quello educativo e si basano sulla condivisione delle informazioni e sul transfer di competenze e esperienza tra utenti individuali, in modo tale da risultare significative e user-friendly sia per gli istruttori che per gli utenti online più anziani. Queste stesse linee orientative tengono in particolare considerazione il fatto che le persone con più di 50 anni sono un gruppo speciale con un diverso grado di facilità nell utilizzare le nuove tecnologie e gli strumenti online come quelli sviluppati in questo progetto. In particolare, la AGE si rallegra del fatto che gli elementi chiave dell apprendimento nel Web 2.0 mettano l alunno al centro del processo, guardando a ciò come ad un cambiamento positivo rispetto all apprendimento tradizionale, nel quale l onere ricade sull alunno. Inoltre, sottolineammo la necessità dell applicazione di un concetto di Design per tutti come pure del fatto che questi strumenti debbano essere accessibili anche alle persone diversamente abili. Infine, non possiamo che guardare con favore alle opportunità di nascita di dialoghi, dibattiti e discussioni su argomenti di interesse degli utilizzatori che questi strumenti possono creare. La AGE si propone quindi di promuovere l utilizzo di questi strumenti 2.0 tra i suoi membri e contatti, incoraggiando gli stessi a dare dei feedback regolari in quanto pensiamo che siano necessari agli operatori delle piattaforme per aggiornare il design delle stesse in modo che riflettano le necessità dei loro utenti e promuovano un esperienza di utilizzo più gradevole. Gli anziani stanno sviluppando un interesse crescente circa l apprendimento online con gli strumenti Web 2.0. Gli elementi interattivi e collaborativi di Internet li possono aiutare a creare nuove conoscenze e/o a condividerle con altri, conservando così le loro capacità cognitive e sviluppando allo stesso tempo nuovi interessi in un campo specifico. Un punto cruciale per gli operatori è quindi supportare gli utenti delle piattaforme nel coltivare i loro interessi mentre approfondiscono e condividono le loro conoscenze. Queste linee guida si propongono di suggerire l utilizzo di strumenti Web 2.0 a scopo educativo associati a social network per adulti con più di 50 anni. Si rivolgono dunque agli operatori delle piattaforme per adulti 50+, alle università della terza età che offrono percorsi online e a tutte le altre istituzioni interessate. Le linee guida comprendono nella prima metà consigli (da 1 a 5) relativi alla tecnologia e nell altra metà (da 6 a 10) suggerimenti relativi alla sfera dell apprendimento. In generale, danno dunque delle opinioni su come promuovere attività sulle piattaforme favorendo scambi conoscitivi e interazione tra gli anziani. Queste linee guida sono basate sulle ricerche condotte dal progetto europeo PEER - Dare to be wise ( ). L obiettivo del PEER è rendere le piattaforme destinate ai 50+ più attrattive e usufruibili per l apprendimento informale e non formale, con un occhio di riguardo per l interazione virtuale tra adulti 50+ ( apprendimento peer-to-peer ). Per seguire il progetto PEER, visitare il sito 1 2

3 1 º Consiglio Aiutare gli adulti 50+ con strumenti Web 2.0 che vanno incontro alle loro necessità Con appena pochi cambiamenti introdotti dal Web 2.0 una piattaforma online può diventare un ambiente di apprendimento interattivo. Questi cambiamenti devono supportare l abilità di esprimersi dei singoli, di condividere esperienze e conoscenze e poterli fare sentire utili. Gli strumenti Web 2.0 ben disegnati, oltre ad essere user-oriented, forniscono un panorama dettagliato del traffico sulla piattaforma. Oltre a ciò, fanno sì che i partecipanti si sentano connessi al mondo esterno alla piattaforma. I seguenti tipi di strumenti Web 2.0 possono essere un valido consiglio per migliorare una piattaforma di apprendimento online: Un archivio sicuro per memorizzare file e media in differenti formati. Strumenti di condivisione di file per l upload e il download di contenuti. Strumenti per commentare, scambiare e discutere informazioni, esperienze e opinioni. Applicazioni per audio e video conferenze per facilitare l apprendimento di gruppo. Strumenti di pianificazione per gestire vari eventi della piattaforma. Segnalibri per organizzare le informazioni più importanti. Applicazioni per lavori di gruppo su un tema specifico. Non dimenticare di spiegare ai tuoi membri i benefici che si possono trarre dagli strumenti Web 2.0! Link: Sezione strumenti Web 2.0: 3 4

4 2 º Consiglio Capire cosa allontana gli anziani dalla tecnologia Fiducia, sicurezza e affidabilità sono concetti chiave per motivare gli anziani a condividere informazioni, in particolare per quanto riguarda i dati personali. Tutte le applicazioni Web 2.0 dovrebbero essere sicure; tuttavia è essenziale che gli adulti 50+ si sentano specialmente sicuri al momento di utilizzarle. Dare agli utenti adeguate informazioni sugli strumenti tecnologici farà aumentare indirettamente anche il loro senso di fiducia negli stessi. Affidabilità dell infrastruttura Strumenti Web 2.0 stabili e con accesso permanente sono una priorità se si vuole mantenere un ambiente di apprendimento motivante. È utile fornire indicazioni chiare e precise circa gli obiettivi degli strumenti Web 2.0 per evitare malintesi. Video informativi, testi esplicativi, aggiornamenti dei software e spiegazioni su ogni novità (oltre a un valido help-desk) possono contribuire a una migliore e più esaustiva comprensione degli strumenti Web 2.0. Evitare un gergo legale o tecnico aumenta la facilità di comprensione delle spiegazioni e, conseguentemente, la fiducia negli strumenti forniti. Affidabilità dell informazione Bisognerebbe fornire solo link o informazioni riviste e verificate. Inoltre, è necessario insistere sulla sicurezza dei dati personali verso terze parti e ricordare che, caso un membro lo desideri, esiste la possibilità dell anonimato. Gli utenti devono sapere che hanno la possibilità di cancellare le informazioni che postano e che hanno un controllo totale (ma anche la responsabilità) delle informazioni che producono e condividono online. Sempre che possibile, evitare di inserire pubblicità e testi commerciali, che di norma risultano sgraditi al pubblico adulto 50+! 5 6

5 3 º Consiglio Offrire strumenti Web 2.0 accessibili a un pubblico adulto 50+ Sebbene gli adulti 50+ varino parecchio circa le loro capacità e necessità, offrire loro strumenti Web 2.0 facilmente comprensibili, personalizzabili e con un design attraente aumenterà considerevolmente la loro partecipazione e motivazione nell apprendimento. Una navigazione chiara e un interfaccia organizzato sono due altri aspetti importanti per questa fascia di pubblico. Fate del concetto Design per tutti il vostro motto. I principali criteri di utilizzabilità degli strumenti Web 2.0 dovrebbero essere: Registrazione non necessaria per utilizzare i tool Web 2.0. Istruzioni semplici e chiare circa l utilizzo degli stessi, se possibile con video o immagini esplicative. Possibilità di selezionare facilmente le informazioni e i messaggi ricevuti circa i propri interessi, implementazione di funzionalità che mantengano un registro della struttura dell interazione. Perdono: gli strumenti devono avere la capacità di perdonare, nel senso che un errore di utilizzo non deve portare al riavvio dello stesso o a dover ricominciare a utilizzarlo dal punto di partenza. Utilizzo divertente e piacevole. Superare le barriere linguistiche permettendo agli utenti di leggere e esprimersi nella propria lingua. Links: Linee Orientative Accessibilità Web 2.0: (link verificato nel gennaio 2013) Comprendere i WCAG: (link verificato nel gennaio 2013) Tecniche WCAG: (link verificato nel gennaio 2013) I principali criteri di accessibilità degli strumenti Web 2.0 dovrebbero essere: Struttura chiara e logica. Lessico chiaro senza espressioni tecniche. Implementazione di opzioni di download (se possibile), sia per i contenuti extra che per le informazioni. Link facilmente identificabili. Caratteri almeno in formato 12, con possibilità di cambiare facilmente il formato. Testo con contrasto marcato. Tutte le informazioni dovrebbero essere individuabili a prima vista. Più è accessibile il tuo strumento, più l utente si sente a suo agio e si divertirà a utilizzarlo 7 8

6 4 º Consiglio Includere strumenti adattati al pubblico 50+ Un punto fulcrale del progetto PEER è la fornitura di una serie di strumenti Web 2.0 selezionati e adattati alle necessità di apprendimento degli anziani. Questi tool sono offerti gratuitamente e coprono una grande gamma di necessità del pubblico 50+. Sul sito Internet del PEER è disponibile per il download un pacchetto di strumenti PEER learning package che può essere integrato su una piattaforma già esistente. Sharedocs è un servizio gratuito di hosting che offre sincronizzazione di file, cloud e client software. Accessibile tramite il World Wide Web, questo strumento permette all utente registrato di archiviare un grande volume di dati come, ad esempio, fotografie e video, e di condividerli con amici e colleghi. Si tratta di un tool completamente sicuro e solo i membri della nostra piattaforma possono accedere ai file e ai documenti. Polly è uno strumento di programmazione online che permette agli utenti di sondare un numero di persone per accertare la loro disponibilità a partecipare a un meeting o a un evento. Gli utenti creano un sondaggio con una selezione di date e orari tra i quali i parteci panti potranno esprimere la loro preferenza. È altresì possibile l opzione di votare circa differenti possibilità. Meet&Share è uno strumento che permette agli utenti di accedere a software di conferenza audio/video e organizzare in pochi istanti una conferenza online. Gli utenti possono usare microfoni e/o webcam, condividere documenti su una lavagna virtuale e, inoltre, condividere il proprio schermo e appunti della conferenza. Link: PEER learning package: Talkmaster è una funzione chat che permette agli utenti di entrare in diretto contatto e comunicare tra di loro. Può essere usata per condividere contenuti legati all apprendimento, porre domande dirette o discutere di argomenti che necessitino di un confronto rapido e diretto. Sul sito PEER trovate tutte le istruzioni per installare questi tool sulla vostra piattaforma! 9 10

7 5 º Consiglio Incoraggiare i feedback per ulteriori sviluppi degli strumenti Web 2.0 Coinvolgere i vostri membri nello sviluppo degli strumenti Web 2.0 implementati sulla piattaforma aumenterà la partecipazione degli stessi e il senso di appartenenza alla comunità. Coinvolgere gli utenti sarà inoltre utile agli operatori che potranno così ridisegnare la piattaforma secondo le esigenze dei loro utenti. Date la dovuta importanza alle esperienze degli utenti e valorizzate la loro partecipazione: Invitate i membri a dare un feedback circa l offerta disponibile al momento. Invitateli ad avanzare delle proposte per lo sviluppo di nuovi contenuti, strutture, applicazioni, design e supporto. In alternativa, fornite loro strumenti online affinché esprimano la loro opinione ad esempio tramite sondaggi e moduli da compilare circa il servizio. Tutto il progetto PEER è stato elaborato con un approccio centrato sull utente finale. In vari workshop gli utenti hanno proposto utili applicazioni, condiviso le loro idee e commentato le soluzioni proposte con grande partecipazione e entusiasmo. Valorizzate gli input degli utenti! Links: Metodi su come stimolare gli adulti 50+ a lasciare feedback disponibili su: Il progetto PEER offre inoltre una panoramica circa gli strumenti e le linee orientative: Gli strumenti Web 2.0 e gli anziani - una panoramica sulla qualità degli strumenti: Come assicurare la qualità:

8 6 º Consiglio Assicurarsi che esista un codice di condotta Un punto molto importante per quanto concerne il pubblico 50+ è il modo in cui la comunicazione è effettuata e ricevuta. Proprio come avviene nel contatto presenziale, anche nel mondo virtuale gli anziani preferiscono un interazione educata e nella quale le buone maniere rivestono un ruolo importante. È dunque necessario assicurarsi che esista una certa netiquette che regoli il linguaggio e garantisca una comunicazione educata e rispettosa. Suggeriamo pertanto di creare un codice di condotta e assicurarsi che sia rispettato. I messaggi del sistema della piattaforma devono necessariamente rispettare queste regole. Devono essere educati e comprensibili e i contenuti chiari e precisi. Sarebbe utile nominare una persona responsabile chiaramente indicata agli utenti, alla quale potranno rivolgersi nel caso dovessero trovarsi in situazioni scomode come malintesi o conflitti personali. Inoltre, il suddetto responsabile dovrebbe controllare la conformità o meno al codice dei materiali della piattaforma e verificare l esistenza di eventuali abusi. Il codice dovrebbe essere integrato da una netiquette che potrebbe essere decisa dagli stessi utenti come occasione di scambio di idee e apprendimento comune. Fate sì che i membri si sentano a loro agio nel confrontarsi con gli altri e aiutateli a sentirsi membri attivi della piattaforma! 13 14

9 7 º Consiglio Fate sentire agli adulti 50+ che i vostri tool Web 2.0 sono personalizzati Gli adulti con più di 50 anni sono un gruppo eterogeneo, molto più di altre fasce di età! È quindi normale che preferiscano strumenti personalizzabili in base alle loro necessità. Offrire dunque sulla vostra piattaforma strumenti Web 2.0 flessibili, come ad esempio: strumenti per incontrare utenti con gusti simili e gruppi di studio. creare altre forme di apprendimento personalizzato e incentrate sul singolo. Gli adulti 50+ devono sentire che hanno il pieno controllo dei loro dati e file. È dunque consigliato offrire loro un chiaro sistema di gestione delle informazioni, spiegato passo a passo, includendo dettagli su come salvare, modificare o cancellare i file. Infine, è importante che sia chiaro ai membri sapere chi ha accesso o meno ai dati. Date agli utenti la possibilità di personalizzare i loro processi di apprendimento in modo da creare un esperienza diretta e individuale di apprendimento! 15 16

10 8 º Consiglio Far sì che le motivazioni degli adulti 50+ si riflettano nell apprendimento La principale motivazione degli adulti 50+ è condividere con gli altri esperienze e informazioni in modo da sentirsi integrati nella community e in relazione con gli amministratori. I vostri membri non sono interessati solo a domande e risposte, bensì a dialoghi, dibattiti e discussioni sugli argomenti di loro interesse. È quindi importante dare una risposta alle loro motivazioni specifiche che variano dalla ricerca di informazioni sul sito della community al cercare, e fornire, aiuto, assistenza e consigli, al cimentarsi in discussioni interessanti stabilire nuove relazioni con gli altri. Per capire cosa motiva i vostri membri: Per cercare di scoprire i loro interessi, bisogni e aspettative creare, ad esempio, un sondaggio e seguire la discussione al riguardo dello stesso per trarne spunti interessanti. Prendere in considerazione l immagine dei vostri stessi membri, le loro abilità, competenze e capacità di relazione sociale. Offrite ai membri argomenti relazionati con il mondo reale e metteteli in contatto con altri utenti desiderosi di dibattere e scambiare opinioni! 17 18

11 9 º Consiglio Proporre agli adulti 50+ attività didattiche stimolanti Se le attività didattiche sono significativamente legate alla loro vita quotidiana, gli adulti 50+ saranno più inclini ad affrontare nuovi argomenti o addirittura a cimentarsi in sfide difficili e imparare cose nuove tramite gli strumenti Web 2.0. L elemento fulcrale dell apprendimento tramite il Web 2.0 sta nel mettere l utente al centro del processo di apprendimento, un cambiamento significativo rispetto all insegnamento tradizionale. Può essere utile tenere in considerazione che gli adulti 50+: Valorizzano positivamente gli scambi di conoscenza in gruppi interattivi. Vogliono sapere chi sono gli altri utenti. Ciò significa che vogliono poter entrare nei profili dei membri di altre piattaforme. Prediligono gli scambi di informazioni con persone che sono utenti attivi e non solo consumatori passivi dei contributi offerti dagli altri. Preferiscono risolvere i problemi in gruppo in maniera creativa, sotto la guida di un moderatore o di un super utente. Detto questo, può essere interessate proporre e stimolare gli scambi attivi e reciproci: Stimolando l interesse generale nell apprendere con il Web 2.0. Progettando attività didattiche stimolanti, attrattive e diversificate. Proponendo temi didattici impegnativi e interessanti, offrendo varie attività collegate. Facendo sì che possano plasmare e creare le attività didattiche. Invitandoli a letture comuni e scambi di opinioni/commenti al riguardo. Let users feel they are the most important part of your learning offer! 19 20

12 10 º Consiglio Offrire supporto con un tocco personale e favorire l approccio peer-to-peer Sia il supporto tecnico che sociale sono cruciali per rafforzare la fiducia nella piattaforma e far crescere il senso di comunità. È importante fornire un supporto tecnico diretto ai membri della piattaforma, di preferenza tramite scambi di con la helpline della piattaforma. Un altra possibilità è l opzione di un numero telefonico tramite il quale ricevere aiuto, attivo per la maggior parte del tempo. Questa opzione, tuttavia, può risultare dispendiosa anche in termini di tempo per lo staff. Il supporto tecnico dovrebbe sempre essere fornito in un massimo di 24 ore. In molti casi, tuttavia, le FAQ dovrebbero essere sufficienti a risolvere i problemi. Una linea di supporto amica può inoltre fare aumentare la fiducia degli anziani nell utilizzo degli strumenti e nella fiducia nella piattaforma. Tuttavia, il supporto tecnico non deve essere fornito esclusivamente tramite la stessa piattaforma. Gli adulti 50+ apprezzano inoltre il supporto fornito dalla comunità online, ad esempio, sulla bacheca dei messaggi. In relazione alla moderazione dei processi di scambio di informazioni, si raccomanda un approccio peer-to-peer. È quindi necessario dare una formazione adeguata agli anziani che desiderano contribuire al servizio della piattaforma sia in maniera didattico-metodologica che tecnica per garantire alla didattica un supporto adeguato. I formatori peer-to-peer offrono una sorta di servizio volontario che deve essere riconosciuto e apprezzato sia dagli operatori che dagli altri utenti. È dunque importante far sì che il loro impegno sia riconosciuto. È altresì utile organizzare incontri e attività regolari per scambi personali di conoscenze e esperienze tra i vari membri. È altamente consigliata la creazione di gruppi moderati di supporto nei quali i partecipanti possano aiutare gli altri utenti. In conclusione, guardate ai vostri utenti non solo come consumatori passivi ma come partecipanti in grado di contribuire al successo della vostra piattaforma per adulti 50+! 21 22

13 Altre informazioni Piattaforme 50+ europee Per guardare altre piattaforme e trarne spunti interessanti, utilizzare il Quadro Europeo delle piattaforme 50+ sviluppato insieme al progetto PEER. Cliccando su ogni stato dell UE si aprirà una lista delle relative piattaforme 50+. Link: Motivare gli anziani a utilizzare le piattaforme 50+ Questi appunti sono basati sul rapporto Motivare gli anziani a utilizzare le piattaforme 50+ per l apprendimento comune. Link: Manuale per la terza età online Con il progetto Terza età online (Third age online, TAO), è stato creato un manuale, disponibile su Wikiversity, su come coinvolgere gli anziani nelle attività delle community. Disponibile in Inglese. Link: Consigli di 2.0 Può essere interessante leggere a) le linee guida de Le Best Practice del Web 2.0 per gli anziani sviluppate nel progetto 2.0. Un indagine sulle necessità Web 2.0 degli adulti con più di 55 anni è stata sintetizzata in b) una relazione. Inoltre, c) sono state sviluppate linee orientatrici per progetti didattici per adulti. Tutti e tre i documenti sono disponibili sul sito 2.0 in Inglese: Link: Criteri elill di buona prassi Uno dei risultati del progetto e-learning in Later Life (apprendimento online nella terza età, elill) è stato la compilazione di una serie di linee orientatrici per stabilire i criteri di buona prassi relativi ai progetti didattici e alle attività per anziani. Disponibile in Inglese e Tedesco. Link: Circa il progetto PEER - Dare to be wise! Durata: Ottobre Dicembre 2013 Ringraziamenti Consorzio: Zentrum fuer Soziale Innovation / ZSI (Co-ordinator) University of Science and Technology, Centre of e-learning / AGH University of Strathclyde, Centre for Lifelong Learning / UoS Dutch Institute for Healthcare Improvement / CBO University Ulm, Centre f. General Scientific Continuing Education / ZAWiW Aidlearn Partner: Age Platform Europe / AGE Ja Kobieta Fundation for Women s Issues I am a woman / Forum 50+ Universities of the Third Age Network Association / RUTIS Virtuelles und reales Lern- und Kompetenz-Netzwerk älterer Erwachsener / ViLE e.v. Il consorzio PEER desidera ringraziare i seguenti esperti che hanno contribuito alla realizzazione di queste linee orientative: Jonathan Bennett, Bern University of Applied Sciences, CH Ilenia Gheno, AGE Platform Europe, BE Andreas Hollinek, AT Giselle Janeiro, Universities of the Third Age Network Association, PT Hanna Nowakowska, PL Sapere aude! Dare to be wise! - PEER è stato fondato con il supporto della Commissione Europea. La presente pubblicazione presenta esclusivamente l opinione degli autori della stessa e la Commissione non si responsabilizza per qualsiasi tipo di utilizzo delle informazioni qui contenute

14 Stampa: Pubblicazione: Consorzio del progetto PEER Autori: Agnieszka Chrzaszcz, Linda Grieser, Ralph Schneider Traduzione: SPS Traduções Layout: Manuela Meyer, Fotografie: Internet goes Ländle, pag. 3 i-stock Vienna 2013

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn Presentazione Piattaforma ilearn 1 Sommario 1. Introduzione alla Piattaforma Hiteco ilearn...3 1.1. Che cos è...3 1.2. A chi è rivolta...4 1.3. Vantaggi nell utilizzo...4 2. Caratteristiche della Piattaforma

Dettagli

Applicazione pedagogica degli ambienti di apprendimento

Applicazione pedagogica degli ambienti di apprendimento Applicazione pedagogica degli ambienti di apprendimento Materiale pratico della durata di un ora circa Il nuovo ambiente di apprendimento rappresenterà un cambiamento pedagogico radicale o sarà soltanto

Dettagli

Realizzare la valutazione inclusiva

Realizzare la valutazione inclusiva LA VALUTAZIONE NELLE CLASSI COMUNI IT Realizzare la valutazione inclusiva La fase conclusiva del progetto La valutazione nelle classi comuni dell Agenzia ha visto un dibattito e una spiegazione del concetto

Dettagli

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO Report globale e suggerimenti Gennaio 2013 Autore: Filigree Consulting Promosso da: SMART Technologies Executive

Dettagli

PROMUOVERE L ACCESSIBILITA DELLE INFORMAZIONI PER UN APPRENDIMENTO PER TUTTO L ARCO DELLA VITA

PROMUOVERE L ACCESSIBILITA DELLE INFORMAZIONI PER UN APPRENDIMENTO PER TUTTO L ARCO DELLA VITA PROMUOVERE L ACCESSIBILITA DELLE INFORMAZIONI PER UN APPRENDIMENTO PER TUTTO L ARCO DELLA VITA L accesso all informazione è un diritto fondamentale di ogni studente, con o senza disabilità e/o specifiche

Dettagli

Manuale d uso per l utilizzo del portale e-logos (Profilo Utente)

Manuale d uso per l utilizzo del portale e-logos (Profilo Utente) per l utilizzo del portale e-logos (Profilo Utente) Indice Introduzione... 3 Requisiti minimi di sistema... 4 Modalità di accesso... 4 Accesso alla Piattaforma... 5 Pannello Utente... 6 Pannello Messaggi...

Dettagli

Il peer-coaching all interno del progetto SUSTAIN

Il peer-coaching all interno del progetto SUSTAIN REPORT DI SINTESI sul PEER-COACHING Il peer-coaching all interno del progetto SUSTAIN Nel progetto SUSTAIN il peer coaching (coaching reciproco tra pari) è stato ideato come parte integrante della fase

Dettagli

Il Consiglio comunale dei ragazzi.

Il Consiglio comunale dei ragazzi. Il Consiglio comunale dei ragazzi. Un Progetto per le bambine e i bambini, per i ragazzi e le ragazze tra intenzioni e scelte Premessa L Amministrazione comunale di Cento, con questo progetto, intende

Dettagli

Realizzazione di una chat su protocollo HTTP

Realizzazione di una chat su protocollo HTTP Università di Pisa Università di Pisa Percorsi Abilitanti Speciali (PAS) Percorsi Abilitanti Speciali (PAS) Realizzazione di una chat su protocollo HTTP Realizzazione di una chat su protocollo HTTP Feo

Dettagli

Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online

Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online Progetto PerformancePA Ambito A - Linea 1 - Una rete per la riforma della PA Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online Autore: Laura Manconi Creatore: Formez PA, Progetto Performance PA

Dettagli

Aumentare la consapevolezza formativa come fattore chiave di un invecchiamento attivo

Aumentare la consapevolezza formativa come fattore chiave di un invecchiamento attivo Aumentare la consapevolezza formativa come fattore chiave di un invecchiamento attivo 1. Rilevanza del progetto Il progetto SLIC enfatizza il ruolo della formazione degli adulti come uno dei fattori fondamentali

Dettagli

IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati

IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati Tu 1. Hanno risposto 32 insegnanti: 15 insegnano nella scuola secondaria inferiore, 17 in quella superiore. 2. Di questo campione, 23 insegnano

Dettagli

Costruisci la tua presenza con le Pagine Facebook

Costruisci la tua presenza con le Pagine Facebook Pagine 1 Costruisci la tua presenza con le Pagine Guida per le organizzazioni no profit La Ogni giorno, milioni di persone in tutto il mondo visitano per connettersi con gli amici e condividere i propri

Dettagli

PON PER LA SCUOLA FONDI STRUTTURALI EUROPEI 2014-2020

PON PER LA SCUOLA FONDI STRUTTURALI EUROPEI 2014-2020 PON PER LA SCUOLA FONDI STRUTTURALI EUROPEI 2014-2020 LA CLASSE OLTRE I CONFINI PER UNA DIDATTICA 3.0 Progetto dell Istituto Comprensivo Vittorio Veneto 1 Lorenzo Da Ponte NOME DEL PROGETTO: LA CLASSE

Dettagli

Standard di competenza ENETOSH per formatori ed istruttori relativo alla sicurezza e alla salute sul luogo di lavoro

Standard di competenza ENETOSH per formatori ed istruttori relativo alla sicurezza e alla salute sul luogo di lavoro Standard di competenza ENETOSH per formatori ed istruttori relativo alla sicurezza e alla salute sul luogo di lavoro Ambito di competenza: formazione iniziale e continua Livello: 6 Credito: Capacità Conoscenze

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione Direzione Generale dell Istruzione Elementare Servizio per la Scuola Materna Coordinamento per le Attività degli Studenti PROGETTO OR.M.E. Guida al Sito Internet www.bdp.it/orme

Dettagli

Specifiche tecniche per la piattaforma E-HOW

Specifiche tecniche per la piattaforma E-HOW Specifiche tecniche per la piattaforma E-HOW Questo progetto è stato finanziato dalla Commissione Europea nell ambito del Lifelong Learning Programme (LLP) e attuato dal Ministero della Repubblica di Turchia

Dettagli

Make it work! Guida rapida per integrare la mobilità virtuale nei tirocini internazionali

Make it work! Guida rapida per integrare la mobilità virtuale nei tirocini internazionali Make it work! Guida rapida per integrare la mobilità virtuale nei tirocini internazionali Cosa? I tirocini internazionali in azienda o stage, così come sono generalmente conosciuti, stanno acquisendo una

Dettagli

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO MOTIVAZIONE... 3 OBIETTIVI DEL PROGETTO... 5 METODOLOGIA... 6 PIANO DI LAVORO... 8 GRUPPI DI RIFERIMENTO.IMPATTO... 9 2 MOTIVAZIONE

Dettagli

Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti

Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti Morena Terraschi Lynx Srl via Ostiense 60/D 00154 Roma morena@altrascuola.it http://corsi.altrascuola.it Corsi Altrascuola è la

Dettagli

Guida al corso Addetti delle amministrazioni locali del settore ambientale

Guida al corso Addetti delle amministrazioni locali del settore ambientale Guida al corso Addetti delle amministrazioni locali del settore ambientale Pagina 1 di 8 Indice 1. Gli obiettivi del corso...3 2. I contenuti del corso...3 3. Il percorso didattico...4 3.1 Studio individuale...4

Dettagli

LA PIATTAFORMA COMOL L E-LEARNING CENTER PER LE AZIENDE

LA PIATTAFORMA COMOL L E-LEARNING CENTER PER LE AZIENDE LA PIATTAFORMA COMOL L E-LEARNING CENTER PER LE AZIENDE Edutech Vi Offre Un Ambiente Dedicato Per La Formazione A Distanza Cosa vi offre EduTech EduTech, grazie alla collaborazione con il Dipartimento

Dettagli

Guida all uso di Innovatori PA

Guida all uso di Innovatori PA Guida all uso di Innovatori PA Innovatori PA La rete per l innovazione nella Pubblica Amministrazione Italiana Sommario Sommario... 2 Cos è una comunità di pratica... 3 Creazione della comunità... 3 Gestione

Dettagli

Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola /Famiglia

Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola /Famiglia Istituto Comprensivo - Monte Urano Via Vittorio Alfieri 1 - Monte Urano - prov. Ascoli Piceno - cap.63015 telefono 0734/840605 Fax 0734/840880 Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola

Dettagli

CALL FOR PAPERS. X Conferenza internazionale International Society for Third Sector Research (ISTR)

CALL FOR PAPERS. X Conferenza internazionale International Society for Third Sector Research (ISTR) CALL FOR PAPERS X Conferenza internazionale International Society for Third Sector Research (ISTR) Fondazione Scuola di Alta Formazione per il Terzo Settore (ForTeS) Siena ( Italy) 10 13 luglio 2012 Democratizzazione,

Dettagli

IT Questionario per formatori di insegnanti di lingue Analisi dei dati

IT Questionario per formatori di insegnanti di lingue Analisi dei dati IT Questionario per formatori di insegnanti di lingue Analisi dei dati Tu 1. Al questionario hanno risposto sette formatori di insegnanti di lingue. 2. Sei formatori parlano l inglese, sei il francese,

Dettagli

Vademecum per organizzare un evento CaffExpo

Vademecum per organizzare un evento CaffExpo Vademecum per organizzare un evento CaffExpo 1 - Cosa è CaffExpo Nato da un idea del Centro di Ricerca sull agricoltura sostenibile OPERA e sviluppato grazie al contributo importante di altri centri di

Dettagli

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Uno strumento unico per risolvere i problemi di compatibilità tra le diverse lavagne interattive Non fermarti alla LIM, con

Dettagli

TRANSPORT LEARNING Corsi di formazione rivolti ad amministratori pubblici ed agenzie per l energia

TRANSPORT LEARNING Corsi di formazione rivolti ad amministratori pubblici ed agenzie per l energia TRANSPORT LEARNING Corsi di formazione rivolti ad amministratori pubblici ed agenzie per l energia istockphoto Contenuti Caro Lettore, Breve presentazione dei nostri servizi... 2 Creare una base di conoscenze

Dettagli

Scheda Informativa. Verizon Net Conferncing

Scheda Informativa. Verizon Net Conferncing Scheda Informativa Verizon Net Conferncing Net Conferencing 1.1 Informazioni generali sul Servizio Grazie a Net Conferencing Verizon e alle potenzialità di Internet, potrete condividere la vostra presentazione

Dettagli

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona 3 È possibile ricreare dei rapporti intergenerazionali reali attraverso attività in cui bambini e anziani, in uno stesso spazio, imparino gli uni dagli altri in uno scambio di esperienze. Un incontro di

Dettagli

PROGETTO AULA DIGITALE

PROGETTO AULA DIGITALE ) PROGETTO AULA DIGITALE Egregio Sig. Preside, La scuola italiana vive oggi un momento di grande trasformazione. Molte sono le voci che si levano e che ne chiedono un profondo ammodernamento, una ridefinizione

Dettagli

Formulari e altri materiali di supporto alla sperimentazione

Formulari e altri materiali di supporto alla sperimentazione Formulari e altri materiali di supporto alla sperimentazione La presenza e il ruolo di ciascun utente nella sperimentazione è rilevato mediante il questionario di ingresso e il questionario di uscita (form):

Dettagli

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 1 CHE COS È INTERNET? INTERNET (connessione di rete) E' la "rete delle reti" perché collega fra

Dettagli

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Pagina 2 Contenuto Il progetto TIDE...4 Il manifesto TIDE...6 La nostra Dichiarazione...8 Conclusioni...12 Pagina 3 Il progetto TIDE Verso un

Dettagli

NUOVE TECNOLOGIE E PARTECIPAZIONE GIOVANILE

NUOVE TECNOLOGIE E PARTECIPAZIONE GIOVANILE NUOVE TECNOLOGIE E PARTECIPAZIONE GIOVANILE Progettazione e realizzazione di percorsi di cittadinanza attiva attraverso le nuove tecnologie. PREMESSA Abbiamo scelto per semplicità di presentare in questo

Dettagli

Per questo motivo l'attività online è da considerarsi come parte imprescindibile di quella in presenza.

Per questo motivo l'attività online è da considerarsi come parte imprescindibile di quella in presenza. CORSO DI FORMAZIONE Insegnare e apprendere con i SocialMedia e gli Ambienti didattici 2.0 Ricordo a tutti quanti che le lezioni in presenza avranno un taglio teorico ma anche operativo dal momento che

Dettagli

Scuola + 15 PROGETTI DI DIDATTICA INTEGRATA. Progetto realizzato da Fondazione Rosselli con il contributo di Fondazione Roma

Scuola + 15 PROGETTI DI DIDATTICA INTEGRATA. Progetto realizzato da Fondazione Rosselli con il contributo di Fondazione Roma Scuola + 15 PROGETTI DI DIDATTICA INTEGRATA Progetto realizzato da Fondazione Rosselli con il contributo di Fondazione Roma 2 Scuola, tecnologie e innovazione didattica La tecnologia sembra trasformare

Dettagli

Dopo la formazione i mentori saranno consapevoli che

Dopo la formazione i mentori saranno consapevoli che Modulo 2 Le tecniche del mentor/tutor 2.5. Perché e in che modo le competenze pedagogiche sono importanti per i mentori che lavorano nella formazione professionale (VET) Tempistica Tempo totale 2 ore:

Dettagli

LA FUNZIONE DEL TUTOR NEI PROCESSI DI FORMAZIONE

LA FUNZIONE DEL TUTOR NEI PROCESSI DI FORMAZIONE LA FUNZIONE DEL TUTOR NEI PROCESSI DI FORMAZIONE La formazione degli adulti Condurre gruppi di lavoro di adulti professionalizzati Il ruolo del tutor nella formazione degli adulti Le caratteristiche della

Dettagli

NEWSLETTER. Edizione 3, Aprile 2014. 2. Panoramica sui contenuti. 3. Partnership di successo. 4. Prossime tappe. 5.

NEWSLETTER. Edizione 3, Aprile 2014. 2. Panoramica sui contenuti. 3. Partnership di successo. 4. Prossime tappe. 5. NEWSLETTER Edizione 3, Invecchiamento Attivo, fatelo voi! La Comunità di Apprendimento per l Invecchiamento Attivo @Learn è un progetto multilaterale Grundtvig che riunisce le organizzazioni partner da

Dettagli

Come gestire i Social Network

Come gestire i Social Network marketing highlights Come gestire i Social Network A cura di: Dario Valentino I Social Network sono ritenuti strumenti di Marketing imprescindibili per tutte le aziende che svolgono attività sul Web. Questo

Dettagli

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Web e Social Network: non solo comunicazione ma condivisione A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Dal Web 1.0 al Web 2.0 WEB 1.0 USO LA RETE WEB 2.0 SONO IN RETE WEB 2.0 SIAMO

Dettagli

PROGETTO ASCOLTO DOCENTI PAD 4

PROGETTO ASCOLTO DOCENTI PAD 4 PROGETTO ASCOLTO DOCENTI PAD 4 PREMESSA Il corso di formazione a distanza PAD (Progetto Ascolto Docenti) in collaborazione con l Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, è giunto alla sua quarta

Dettagli

Internet ed il computer in comunità. Dotazioni e procedure di utilizzo sicuro

Internet ed il computer in comunità. Dotazioni e procedure di utilizzo sicuro Internet ed il computer in comunità Dotazioni e procedure di utilizzo sicuro 1 Premessa Il presente documento è destinato agli operatori e ai responsabili delle comunità di prima accoglienza e alle case

Dettagli

Lezione con la LIM. Stefania Pinnelli unisalento. Stefania Pinnelli

Lezione con la LIM. Stefania Pinnelli unisalento. Stefania Pinnelli Lezione con la LIM. unisalento Perché piace agli insegnanti - rinnova la lezione frontale consente salvataggio di attività didattiche e il recupero rapido - facilita la spiegazione di processi, la descrizione

Dettagli

2 PRINCIPI E VALORI CAP. 2.0 PRINCIPI E VALORI 2.1 SCOPO 2.2 PRINCIPI. 2.2.1 Inclusività

2 PRINCIPI E VALORI CAP. 2.0 PRINCIPI E VALORI 2.1 SCOPO 2.2 PRINCIPI. 2.2.1 Inclusività Pag. 24 / 69 2 2.1 SCOPO Formalizzare e rendere noti a tutte le parti interessate, i valori ed i principi che ispirano il modello EcoFesta Puglia a partire dalla sua ideazione. 2.2 PRINCIPI Il sistema

Dettagli

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato A SCUOLA CON JUMPC Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli studenti che hanno partecipato Roma, 20 aprile 2009 Indice dei contenuti Gli esiti del sondaggio

Dettagli

Formative Assessment: Improving Learning in Secondary Classrooms. Valutazione formativa: migliorare l apprendimento nella scuola secondaria

Formative Assessment: Improving Learning in Secondary Classrooms. Valutazione formativa: migliorare l apprendimento nella scuola secondaria Formative Assessment: Improving Learning in Secondary Classrooms Summary in Italian Valutazione formativa: migliorare l apprendimento nella scuola secondaria Riassunto La valutazione fa parte integrante

Dettagli

Il metodo ASEI SCHOOL mette al centro l allievo.

Il metodo ASEI SCHOOL mette al centro l allievo. ASEI SCHOOL è la prima Smart School di lingue certificata dal sistema ISO 900-2008 e accreditata dall Università di Cambridge per il test online BULATS. THE HIVE è l innovativo metodo didattico ideato

Dettagli

A Le piattaforme e-learning

A Le piattaforme e-learning A Le piattaforme e-learning Paolo Fusero obiettivo didattico della lezione: introdurre lo studente all utilizzo delle piattaforme e-learning e delle nuove metodologie didattiche che utilizzano la rete

Dettagli

Apprendere per competenze nei laboratori di Città della Scienza. Luigi Amodio Direttore di Città della Scienza Napoli, 18 maggio 2015

Apprendere per competenze nei laboratori di Città della Scienza. Luigi Amodio Direttore di Città della Scienza Napoli, 18 maggio 2015 Apprendere per competenze nei laboratori di Città della Scienza Luigi Amodio Direttore di Città della Scienza Napoli, 18 maggio 2015 2 3 Cambiamenti nell istruzione e nel mercato del lavoro XX SECOLO XXI

Dettagli

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 10 OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI AUTOCONTROLLO ATTENZIONE E PARTECIPAZIONE ATTEGGIAMENTO E COMPORTAMENTO

Dettagli

Materia: TECNOLOGIE INFORMATICHE. Programmazione dei moduli didattici

Materia: TECNOLOGIE INFORMATICHE. Programmazione dei moduli didattici Modulo SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ Programmazione Moduli Didattici Indirizzo Trasporti e Logistica Ist. Tec. Aeronautico Statale Arturo Ferrarin Via Galermo, 172 95123 Catania (CT) Codice M PMD

Dettagli

SISTEMA WEB PER LA GESTIONE DEI TEAM DI PROGETTO (DTPM)

SISTEMA WEB PER LA GESTIONE DEI TEAM DI PROGETTO (DTPM) SISTEMA WEB PER LA GESTIONE DEI TEAM DI PROGETTO SISTEMA WEB PER LA GESTIONE DEI TEAM DI PROGETTO (DTPM) Giovanni Serpelloni 1),Ermanno Ancona 2), Elisabetta Simeoni 3) 1. Dipartimento delle Dipendenze

Dettagli

Comunicare una consultazione online

Comunicare una consultazione online Comunicare una consultazione online Questo materiale didattico è stato realizzato da Formez PA nel Progetto PerformancePA, Ambito A Linea 1, in convenzione con il Dipartimento della Funzione Pubblica,

Dettagli

Che cos è AIESEC? Cambiare il mondo tramite l educazione

Che cos è AIESEC? Cambiare il mondo tramite l educazione AIESEC Italia Che cos è AIESEC? Nata nel 1948, AIESEC è una piattaforma che mira allo sviluppo della leadership nei giovani, offrendo loro l opportunità di partecipare a stage internazionali con l obiettivo

Dettagli

Linee guida per i servizi bibliotecari per ragazzi

Linee guida per i servizi bibliotecari per ragazzi Libraries for Children and Young Adults Section Linee guida per i servizi bibliotecari per ragazzi *i servizi bibliotecari per ragazzi *oggi più importanti che mai per i bambini, i ragazzi e le loro famiglie

Dettagli

PERCORSO DI FORMAZIONE SUI METODI DI APPRENDIMENTO COOPERATIVO. LABORATORIO PERMANENTE di FORMAZIONE E RICERCA

PERCORSO DI FORMAZIONE SUI METODI DI APPRENDIMENTO COOPERATIVO. LABORATORIO PERMANENTE di FORMAZIONE E RICERCA PERCORSO DI FORMAZIONE SUI METODI DI APPRENDIMENTO COOPERATIVO LABORATORIO PERMANENTE di FORMAZIONE E RICERCA Dr. Andrea Bertucci Psicologo e Dottore di Ricerca in Scienze Cognitive E mail: andrea.bertucci@yahoo.com

Dettagli

Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning.

Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning. Manuale sintetico Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning. Moodle fornisce un supporto all attività didattica attraverso una serie di strumenti molto ampia

Dettagli

PuntoEdu Indire: Formazione online Neoassunti 2008

PuntoEdu Indire: Formazione online Neoassunti 2008 PuntoEdu Indire: Formazione online Neoassunti 2008 PuntoEdu Formazione NeoAssunti 2008 è l ambiente di apprendimento per i docenti neoassunti nell anno scolastico 2007/08 con contratto a tempo indeterminato.

Dettagli

Guida al web. 10 consigli per navigare senza affogare nell era di internet. versione 2011

Guida al web. 10 consigli per navigare senza affogare nell era di internet. versione 2011 A cura di WECA-Associazione Webmaster Cattolici Italiani Via Aurelia 468 00165 Roma www.webcattolici.it - info@webcattolici.it Infoline: 848 580167 addebito ripartito Per saperne di più su questo fumetto,

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

BENVENUTO AL CORSO ONLINE. POSitivitiES Psicologia Positiva nelle Scuole Europee GUIDA DEL CORSO

BENVENUTO AL CORSO ONLINE. POSitivitiES Psicologia Positiva nelle Scuole Europee GUIDA DEL CORSO BENVENUTO AL CORSO ONLINE POSitivitiES Psicologia Positiva nelle Scuole Europee GUIDA DEL CORSO ACCESSO AL CORSO Sei già registrato/a come studente su Psicologia Positiva in Educazione Corso Online Hai

Dettagli

COLLABORATIVE E-LEARNING: UN APPLICAZIONE PRATICA NELLE POLITICHE DI PREVENZIONE SOCIO-SANITARIA Elisabetta Simeoni, Giovanni Serpelloni, Diana Candio

COLLABORATIVE E-LEARNING: UN APPLICAZIONE PRATICA NELLE POLITICHE DI PREVENZIONE SOCIO-SANITARIA Elisabetta Simeoni, Giovanni Serpelloni, Diana Candio COLLABORATIVE E-LEARNING: UN APPLICAZIONE PRATICA NELLE POLITICHE DI PREVENZIONE SOCIO-SANITARIA Elisabetta Simeoni, Giovanni Serpelloni, Diana Candio INTRODUZIONE Nell ambito delle politiche socio-sanitarie,

Dettagli

BNL People. Netiquette

BNL People. Netiquette BNL People Netiquette Netiquette È importante tutelare l attività sulle pagine Facebook e Twitter di BNL attraverso l implementazione di un area dedicata alla comunicazione della Netiquette (su Facebook

Dettagli

Gli argomenti qui accennati trovano una più grande ed esaustiva declinazione sul BLOG: www.aimepernettaz.com

Gli argomenti qui accennati trovano una più grande ed esaustiva declinazione sul BLOG: www.aimepernettaz.com In questa breve guida si prenderanno in considerazione alcuni Social Media e le possibilità in termini di promozione turistica che questi ultimi consentono Gli argomenti qui accennati trovano una più grande

Dettagli

Verso una Coop 2.0. Media e comunicazione nelle imprese cooperative: tecnologie comunicative, pratiche e partecipazione.

Verso una Coop 2.0. Media e comunicazione nelle imprese cooperative: tecnologie comunicative, pratiche e partecipazione. Verso una Coop 2.0 Media e comunicazione nelle imprese cooperative: tecnologie comunicative, pratiche e partecipazione Agata Meneghelli Obiettivi ricerca Che potenzialità hanno i nuovi media digitali per

Dettagli

GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE

GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE Università degli Studi di Bergamo Centro per le Tecnologie Didattiche e la Comunicazione GUIDA ANALITICA PER ARGOMENTI ACCESSO...2 RISORSE e ATTIVITA - Introduzione...5

Dettagli

GLOBAL JUNIOR CHALLENGE 2015

GLOBAL JUNIOR CHALLENGE 2015 GLOBAL JUNIOR CHALLENGE 2015 MODULO DI PARTECIPAZIONE Compilate il modulo in tutte le sue parti in stampatello. Il modulo dovrà pervenire via e-mail all indirizzo info@gjc.it o per posta o via fax entro

Dettagli

DIDATEC Corso base e corso avanzato

DIDATEC Corso base e corso avanzato PROGETTI DI FORMAZIONE PER DOCENTI DIDATEC Corso base e corso avanzato PER I TUTTI DOCENTI I DOCENTI DI ITALIANO Scuola Primaria e Secondaria di I Grado e Biennio Secondaria di II Grado D-5-FSE-2010-1

Dettagli

Iscrizioni on line. Parte Scuola Personalizzazione e pubblicazione del modulo d iscrizione

Iscrizioni on line. Parte Scuola Personalizzazione e pubblicazione del modulo d iscrizione Iscrizioni on line Parte Scuola Personalizzazione e pubblicazione del modulo d iscrizione Manuale d'uso Iscrizioni on line - Manuale d uso per le scuole Personalizzazione e pubblicazione modulo d iscrizione

Dettagli

CISCI Cinema e Scienza Sorprendente e invitante. E il nuovo modo per far crescere l interesse nello studio di discipline scientifiche.

CISCI Cinema e Scienza Sorprendente e invitante. E il nuovo modo per far crescere l interesse nello studio di discipline scientifiche. Questionario europeo per migliorare l insegnamento di materie scientifiche Coloro che compileranno questo questionario riceveranno in omaggio un CD ROM relativo al progetto CISCI, che contiene materiale

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Minerva. Un ambiente integrato per la Didattica e la Divulgazione. dr. Augusto Pifferi. dr. Guido Righini. http://minerva.mlib.cnr.

Minerva. Un ambiente integrato per la Didattica e la Divulgazione. dr. Augusto Pifferi. dr. Guido Righini. http://minerva.mlib.cnr. Minerva Un ambiente integrato per la Didattica e la Divulgazione dr. Augusto Pifferi Istituto di Cristallografia C.N.R. dr. Guido Righini Istituto di Struttura della Materia C.N.R. http://minerva.mlib.cnr.it

Dettagli

ESERCITAZIONE. La Rete come risorsa per l educazione interculturale PREMESSA

ESERCITAZIONE. La Rete come risorsa per l educazione interculturale PREMESSA ESERCITAZIONE La Rete come risorsa per l educazione interculturale PREMESSA Il World Wide Web, come abbiamo visto, costituisce sicuramente un ambiente che offre importanti opportunità e risorse per lo

Dettagli

COOPERATIVA SOCIALE E.D.I. ONLUS EDUCAZIONE AI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA

COOPERATIVA SOCIALE E.D.I. ONLUS EDUCAZIONE AI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA COOPERATIVA SOCIALE E.D.I. ONLUS EDUCAZIONE AI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA OGGETTO: PERCORSI SULL USO RESPONSABILE DEI NUOVI MEDIA E LA CITTADINANZA DIGITALE PROPOSTA PER LE SCUOLE La Cooperativa

Dettagli

IL SUO NOME SEMPRE IN PRIMO PIANO Aderendo ad uno dei nostri prodotti/servizi il suo nome sarà sempre in evidenza e nelle prime posizioni;

IL SUO NOME SEMPRE IN PRIMO PIANO Aderendo ad uno dei nostri prodotti/servizi il suo nome sarà sempre in evidenza e nelle prime posizioni; Internet è ormai universalmente riconosciuto come il nuovo mezzo di comunicazione di massa la cui diffusione cresce in maniera esponenziale giorno dopo giorno. Questa vera e propria rivoluzione della comunicazione

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOANALISI PROFESSIONALE

QUESTIONARIO DI AUTOANALISI PROFESSIONALE QUESTIONARIO DI AUTOANALISI PROFESSIONALE Il presente questionario autovalutativo si pone come strumento per consentire ai docenti della scuola primaria e secondaria di primo grado una rilettura critica

Dettagli

Fase 1 - evidenze scientifiche e best practice ACCOGLIENZA STATO DEL PROGETTO AL 7 GIUGNO 2012

Fase 1 - evidenze scientifiche e best practice ACCOGLIENZA STATO DEL PROGETTO AL 7 GIUGNO 2012 Fase 1 - evidenze scientifiche e best practice 1 ACCOGLIENZA STATO DEL PROGETTO AL 7 GIUGNO 2012 1. Aspetti generali 2. Aspetti specifici 3. Ascolto e lettura della domanda 4. Le competenze professionali

Dettagli

VIDEO COMUNICAZIONE VIA WEB: LA NOSTRA SOLUZIONE PER LEZIONI IN AULA VIRTUALE, SEMINARI E RIUNIONI A DISTANZA

VIDEO COMUNICAZIONE VIA WEB: LA NOSTRA SOLUZIONE PER LEZIONI IN AULA VIRTUALE, SEMINARI E RIUNIONI A DISTANZA Grifo multimedia Srl Via Bruno Zaccaro, 19 Bari 70126- Italy Tel. +39 080.460 2093 Fax +39 080.548 1762 info@grifomultimedia.it www.grifomultimedia.it VIDEO COMUNICAZIONE VIA WEB: LA NOSTRA SOLUZIONE PER

Dettagli

Bach Centre: criteri per il riconoscimento per i Corsi di Livello 2

Bach Centre: criteri per il riconoscimento per i Corsi di Livello 2 Bach Centre: criteri per il riconoscimento per i Corsi di Livello 2 Introduzione Questo documento stabilisce gli standard minimi ai quali i Corsi di Livello 2 approvati dal Bach Centre devono uniformarsi.

Dettagli

VADEMECUM. Per l uso dello spazio web della comunità on line del progetto DIESIS. Per chiarimenti e/o informazioni ncorrente.guest@formez.

VADEMECUM. Per l uso dello spazio web della comunità on line del progetto DIESIS. Per chiarimenti e/o informazioni ncorrente.guest@formez. VADEMECUM Per l uso dello spazio web della comunità on line del progetto DIESIS Per chiarimenti e/o informazioni ncorrente.guest@formez.it 1/8 Introduzione Per la comunità on line dei partecipanti al progetto

Dettagli

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO Il progetto teatro nasce dalla necessità di avvicinare gli alunni al mondo teatrale perché

Dettagli

DM-Learning MOO. Manuale del Docente

DM-Learning MOO. Manuale del Docente DM-Learning MOO Manuale del Docente DM-Learning MOO è un ambiente virtuale di supporto alle attività didattiche svolte in presenza, ed è gestita da DidatticaMente.net per l I.T.I.S. Zuccante di Venezia

Dettagli

Gioventù in movimento: l Europa sostiene i giovani

Gioventù in movimento: l Europa sostiene i giovani INNOVARE Gioventù in movimento: l Europa sostiene i giovani STUDIARE TIROCINIO LAVORARE PARTECIPARE I TUOI DIRITTI APPRENDERE SPOSTARSI VOLONTARIO CREARE in EUROPA Né la Commissione europea né alcuna persona

Dettagli

Guida per il partecipante

Guida per il partecipante CORSO DI ALFABETIZZAZIONE DIGITALE PER CITTADINI Primo Livello COMPUTER/TABLET Guida per il partecipante Indice dei contenuti Introduzione al corso... 2 Destinatari dei Corsi... 2 Obiettivi del corso...

Dettagli

CPS1 Linee guida per l uso dei sistemi di e- learning nella didattica

CPS1 Linee guida per l uso dei sistemi di e- learning nella didattica learning nella didattica Il presente documento propone la struttura e i contenuti di un possibile documento relativo alle linee guida sull uso dell elearning nell ambito delle attività didattiche con riferimento

Dettagli

All attenzione dell Onorevole Consiglio di Stato Cancelleria dello Stato Residenza Governativa 6501 Bellinzona. Bellinzona, 20 aprile 2012

All attenzione dell Onorevole Consiglio di Stato Cancelleria dello Stato Residenza Governativa 6501 Bellinzona. Bellinzona, 20 aprile 2012 All attenzione dell Onorevole Consiglio di Stato Cancelleria dello Stato Residenza Governativa 6501 Bellinzona Bellinzona, 20 aprile 2012 Onorevoli Consiglieri di Stato, è con piacere che il comitato del

Dettagli

Ambiente di apprendimento. generativo - Generative. Learning Environment

Ambiente di apprendimento. generativo - Generative. Learning Environment Ambiente di apprendimento generativo - Generative Learning Environment di Paolo Giordani 1 Nel loro articolo del 1995, intitolato Rich environments for active learning: A definition, Grabinger e Dunlap

Dettagli

Seminario sulla raccolta dei documenti

Seminario sulla raccolta dei documenti Seminario sulla raccolta dei documenti Questa lezione e le risorse didattiche collegate possono essere usate per preparare un seminario della durata di tre o quattro ore sulla preparazione, la raccolta,

Dettagli

Insegnare con il blog. Materiale tratto da:

Insegnare con il blog. Materiale tratto da: Insegnare con il blog Materiale tratto da: Weblog La parola "blog" nasce dalla contrazione del termine anglosassone "weblog" che, letteralmente, significa "traccia nella rete". Il blog infatti rappresenta

Dettagli

FORMAZIONE BLENDED LEARNING DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09

FORMAZIONE BLENDED LEARNING DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09 FORMAZIONE BLENDED LEARNING http://puntoeduri.indire.it/neoassunti2008/in dex.php DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09 e-tutor Lorelle Carini 1 AMBIENTE ON-LINE PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI NEOASSUNTI CON CONTRATTO

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO Sommario

ISTRUZIONI PER L USO Sommario ISTRUZIONI PER L USO Sommario PRESENTAZIONE... 2 DESCRIZIONE... 3 PROFILO UTENTE... 5 PAGINA AZIENDA... 6 PAGINA ASSOCIAZIONE... 9 DISCUSSIONI...12 GESTIONE AZIENDALE...13 DOMANDE...14 MERCATO DEL LAVORO...15

Dettagli

Guida Moderatori e Conduttori

Guida Moderatori e Conduttori STEP ONE: Login to OnSync Guida Moderatori e Conduttori Guida Moderat ori e Condutt ori pag. Ultimo aggiornamento 10/2012 STEP ONE: Login to OnSync Cap. I - Quick Start Guide Guida Moderat ori e Condutt

Dettagli

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accogliere e trattenere i volontari in associazione Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accoglienza Ogni volontario dovrebbe fin dal primo incontro con l associazione, potersi sentire accolto e a proprio

Dettagli

Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy

Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy Kofi Annan Scegliamo di unire il potere dei mercati con l autorevolezza degli ideali universalmente riconosciuti. 1. Le opportunità del Patto

Dettagli

Social Media: i nuovi canali quale opportunità. Una guida tascabile per i clienti commerciali di Swisscom

Social Media: i nuovi canali quale opportunità. Una guida tascabile per i clienti commerciali di Swisscom Social Media: i nuovi canali quale opportunità Una guida tascabile per i clienti commerciali di Swisscom I social media quale opportunità 2 I social media cambiano radicalmente la comunicazione aziendale,

Dettagli

I WEBQUEST SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO. Palermo 9 novembre 2011

I WEBQUEST SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO. Palermo 9 novembre 2011 I WEBQUEST SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA Palermo 9 novembre 2011 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO Webquest Attività di indagine guidata sul Web, che richiede la partecipazione attiva degli studenti,

Dettagli

Una fonte Autorevole di risorse online per i progettisti

Una fonte Autorevole di risorse online per i progettisti THE WORLD S DISTRIBUTOR OF CHOICE RS COMPONENTS ELECTRONICS DIVISION Una fonte Autorevole di risorse online per i progettisti Oscar Cipolla Electronics Marketing Manager Cosa chiedono i progettisti L evoluzione

Dettagli