Il decalogo per stimolare la partecipazione della terza età alle piattaforme sociali.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il decalogo per stimolare la partecipazione della terza età alle piattaforme sociali."

Transcript

1 Dare to be wise! Il decalogo per stimolare la partecipazione della terza età alle piattaforme sociali. Note orientative per gli Operatori delle piattaforme 50+ e Università della Terza Età.

2 Prefazione Introduzione Anne-Sophie Parent, Segretaria Generale della AGE Platform Europe La AGE è stata una coraggiosa sostenitrice del progetto europeo PEER - Dare to be wise! (abbi il coraggio di conoscere) sin dal suo inizio. Obiettivo del progetto è rendere le piattaforme 50+ più gradevoli e usufruibili per l apprendimento informale e la AGE saluta con piacere l avvento di queste nuove linee orientative per gli strumenti Web 2.0 che aiutano le persone con più di 50 anni ad utilizzare i social network a fini educativi. Queste linee orientative comprendono sia il settore tecnologico che quello educativo e si basano sulla condivisione delle informazioni e sul transfer di competenze e esperienza tra utenti individuali, in modo tale da risultare significative e user-friendly sia per gli istruttori che per gli utenti online più anziani. Queste stesse linee orientative tengono in particolare considerazione il fatto che le persone con più di 50 anni sono un gruppo speciale con un diverso grado di facilità nell utilizzare le nuove tecnologie e gli strumenti online come quelli sviluppati in questo progetto. In particolare, la AGE si rallegra del fatto che gli elementi chiave dell apprendimento nel Web 2.0 mettano l alunno al centro del processo, guardando a ciò come ad un cambiamento positivo rispetto all apprendimento tradizionale, nel quale l onere ricade sull alunno. Inoltre, sottolineammo la necessità dell applicazione di un concetto di Design per tutti come pure del fatto che questi strumenti debbano essere accessibili anche alle persone diversamente abili. Infine, non possiamo che guardare con favore alle opportunità di nascita di dialoghi, dibattiti e discussioni su argomenti di interesse degli utilizzatori che questi strumenti possono creare. La AGE si propone quindi di promuovere l utilizzo di questi strumenti 2.0 tra i suoi membri e contatti, incoraggiando gli stessi a dare dei feedback regolari in quanto pensiamo che siano necessari agli operatori delle piattaforme per aggiornare il design delle stesse in modo che riflettano le necessità dei loro utenti e promuovano un esperienza di utilizzo più gradevole. Gli anziani stanno sviluppando un interesse crescente circa l apprendimento online con gli strumenti Web 2.0. Gli elementi interattivi e collaborativi di Internet li possono aiutare a creare nuove conoscenze e/o a condividerle con altri, conservando così le loro capacità cognitive e sviluppando allo stesso tempo nuovi interessi in un campo specifico. Un punto cruciale per gli operatori è quindi supportare gli utenti delle piattaforme nel coltivare i loro interessi mentre approfondiscono e condividono le loro conoscenze. Queste linee guida si propongono di suggerire l utilizzo di strumenti Web 2.0 a scopo educativo associati a social network per adulti con più di 50 anni. Si rivolgono dunque agli operatori delle piattaforme per adulti 50+, alle università della terza età che offrono percorsi online e a tutte le altre istituzioni interessate. Le linee guida comprendono nella prima metà consigli (da 1 a 5) relativi alla tecnologia e nell altra metà (da 6 a 10) suggerimenti relativi alla sfera dell apprendimento. In generale, danno dunque delle opinioni su come promuovere attività sulle piattaforme favorendo scambi conoscitivi e interazione tra gli anziani. Queste linee guida sono basate sulle ricerche condotte dal progetto europeo PEER - Dare to be wise ( ). L obiettivo del PEER è rendere le piattaforme destinate ai 50+ più attrattive e usufruibili per l apprendimento informale e non formale, con un occhio di riguardo per l interazione virtuale tra adulti 50+ ( apprendimento peer-to-peer ). Per seguire il progetto PEER, visitare il sito 1 2

3 1 º Consiglio Aiutare gli adulti 50+ con strumenti Web 2.0 che vanno incontro alle loro necessità Con appena pochi cambiamenti introdotti dal Web 2.0 una piattaforma online può diventare un ambiente di apprendimento interattivo. Questi cambiamenti devono supportare l abilità di esprimersi dei singoli, di condividere esperienze e conoscenze e poterli fare sentire utili. Gli strumenti Web 2.0 ben disegnati, oltre ad essere user-oriented, forniscono un panorama dettagliato del traffico sulla piattaforma. Oltre a ciò, fanno sì che i partecipanti si sentano connessi al mondo esterno alla piattaforma. I seguenti tipi di strumenti Web 2.0 possono essere un valido consiglio per migliorare una piattaforma di apprendimento online: Un archivio sicuro per memorizzare file e media in differenti formati. Strumenti di condivisione di file per l upload e il download di contenuti. Strumenti per commentare, scambiare e discutere informazioni, esperienze e opinioni. Applicazioni per audio e video conferenze per facilitare l apprendimento di gruppo. Strumenti di pianificazione per gestire vari eventi della piattaforma. Segnalibri per organizzare le informazioni più importanti. Applicazioni per lavori di gruppo su un tema specifico. Non dimenticare di spiegare ai tuoi membri i benefici che si possono trarre dagli strumenti Web 2.0! Link: Sezione strumenti Web 2.0: 3 4

4 2 º Consiglio Capire cosa allontana gli anziani dalla tecnologia Fiducia, sicurezza e affidabilità sono concetti chiave per motivare gli anziani a condividere informazioni, in particolare per quanto riguarda i dati personali. Tutte le applicazioni Web 2.0 dovrebbero essere sicure; tuttavia è essenziale che gli adulti 50+ si sentano specialmente sicuri al momento di utilizzarle. Dare agli utenti adeguate informazioni sugli strumenti tecnologici farà aumentare indirettamente anche il loro senso di fiducia negli stessi. Affidabilità dell infrastruttura Strumenti Web 2.0 stabili e con accesso permanente sono una priorità se si vuole mantenere un ambiente di apprendimento motivante. È utile fornire indicazioni chiare e precise circa gli obiettivi degli strumenti Web 2.0 per evitare malintesi. Video informativi, testi esplicativi, aggiornamenti dei software e spiegazioni su ogni novità (oltre a un valido help-desk) possono contribuire a una migliore e più esaustiva comprensione degli strumenti Web 2.0. Evitare un gergo legale o tecnico aumenta la facilità di comprensione delle spiegazioni e, conseguentemente, la fiducia negli strumenti forniti. Affidabilità dell informazione Bisognerebbe fornire solo link o informazioni riviste e verificate. Inoltre, è necessario insistere sulla sicurezza dei dati personali verso terze parti e ricordare che, caso un membro lo desideri, esiste la possibilità dell anonimato. Gli utenti devono sapere che hanno la possibilità di cancellare le informazioni che postano e che hanno un controllo totale (ma anche la responsabilità) delle informazioni che producono e condividono online. Sempre che possibile, evitare di inserire pubblicità e testi commerciali, che di norma risultano sgraditi al pubblico adulto 50+! 5 6

5 3 º Consiglio Offrire strumenti Web 2.0 accessibili a un pubblico adulto 50+ Sebbene gli adulti 50+ varino parecchio circa le loro capacità e necessità, offrire loro strumenti Web 2.0 facilmente comprensibili, personalizzabili e con un design attraente aumenterà considerevolmente la loro partecipazione e motivazione nell apprendimento. Una navigazione chiara e un interfaccia organizzato sono due altri aspetti importanti per questa fascia di pubblico. Fate del concetto Design per tutti il vostro motto. I principali criteri di utilizzabilità degli strumenti Web 2.0 dovrebbero essere: Registrazione non necessaria per utilizzare i tool Web 2.0. Istruzioni semplici e chiare circa l utilizzo degli stessi, se possibile con video o immagini esplicative. Possibilità di selezionare facilmente le informazioni e i messaggi ricevuti circa i propri interessi, implementazione di funzionalità che mantengano un registro della struttura dell interazione. Perdono: gli strumenti devono avere la capacità di perdonare, nel senso che un errore di utilizzo non deve portare al riavvio dello stesso o a dover ricominciare a utilizzarlo dal punto di partenza. Utilizzo divertente e piacevole. Superare le barriere linguistiche permettendo agli utenti di leggere e esprimersi nella propria lingua. Links: Linee Orientative Accessibilità Web 2.0: (link verificato nel gennaio 2013) Comprendere i WCAG: (link verificato nel gennaio 2013) Tecniche WCAG: (link verificato nel gennaio 2013) I principali criteri di accessibilità degli strumenti Web 2.0 dovrebbero essere: Struttura chiara e logica. Lessico chiaro senza espressioni tecniche. Implementazione di opzioni di download (se possibile), sia per i contenuti extra che per le informazioni. Link facilmente identificabili. Caratteri almeno in formato 12, con possibilità di cambiare facilmente il formato. Testo con contrasto marcato. Tutte le informazioni dovrebbero essere individuabili a prima vista. Più è accessibile il tuo strumento, più l utente si sente a suo agio e si divertirà a utilizzarlo 7 8

6 4 º Consiglio Includere strumenti adattati al pubblico 50+ Un punto fulcrale del progetto PEER è la fornitura di una serie di strumenti Web 2.0 selezionati e adattati alle necessità di apprendimento degli anziani. Questi tool sono offerti gratuitamente e coprono una grande gamma di necessità del pubblico 50+. Sul sito Internet del PEER è disponibile per il download un pacchetto di strumenti PEER learning package che può essere integrato su una piattaforma già esistente. Sharedocs è un servizio gratuito di hosting che offre sincronizzazione di file, cloud e client software. Accessibile tramite il World Wide Web, questo strumento permette all utente registrato di archiviare un grande volume di dati come, ad esempio, fotografie e video, e di condividerli con amici e colleghi. Si tratta di un tool completamente sicuro e solo i membri della nostra piattaforma possono accedere ai file e ai documenti. Polly è uno strumento di programmazione online che permette agli utenti di sondare un numero di persone per accertare la loro disponibilità a partecipare a un meeting o a un evento. Gli utenti creano un sondaggio con una selezione di date e orari tra i quali i parteci panti potranno esprimere la loro preferenza. È altresì possibile l opzione di votare circa differenti possibilità. Meet&Share è uno strumento che permette agli utenti di accedere a software di conferenza audio/video e organizzare in pochi istanti una conferenza online. Gli utenti possono usare microfoni e/o webcam, condividere documenti su una lavagna virtuale e, inoltre, condividere il proprio schermo e appunti della conferenza. Link: PEER learning package: Talkmaster è una funzione chat che permette agli utenti di entrare in diretto contatto e comunicare tra di loro. Può essere usata per condividere contenuti legati all apprendimento, porre domande dirette o discutere di argomenti che necessitino di un confronto rapido e diretto. Sul sito PEER trovate tutte le istruzioni per installare questi tool sulla vostra piattaforma! 9 10

7 5 º Consiglio Incoraggiare i feedback per ulteriori sviluppi degli strumenti Web 2.0 Coinvolgere i vostri membri nello sviluppo degli strumenti Web 2.0 implementati sulla piattaforma aumenterà la partecipazione degli stessi e il senso di appartenenza alla comunità. Coinvolgere gli utenti sarà inoltre utile agli operatori che potranno così ridisegnare la piattaforma secondo le esigenze dei loro utenti. Date la dovuta importanza alle esperienze degli utenti e valorizzate la loro partecipazione: Invitate i membri a dare un feedback circa l offerta disponibile al momento. Invitateli ad avanzare delle proposte per lo sviluppo di nuovi contenuti, strutture, applicazioni, design e supporto. In alternativa, fornite loro strumenti online affinché esprimano la loro opinione ad esempio tramite sondaggi e moduli da compilare circa il servizio. Tutto il progetto PEER è stato elaborato con un approccio centrato sull utente finale. In vari workshop gli utenti hanno proposto utili applicazioni, condiviso le loro idee e commentato le soluzioni proposte con grande partecipazione e entusiasmo. Valorizzate gli input degli utenti! Links: Metodi su come stimolare gli adulti 50+ a lasciare feedback disponibili su: Il progetto PEER offre inoltre una panoramica circa gli strumenti e le linee orientative: Gli strumenti Web 2.0 e gli anziani - una panoramica sulla qualità degli strumenti: Come assicurare la qualità:

8 6 º Consiglio Assicurarsi che esista un codice di condotta Un punto molto importante per quanto concerne il pubblico 50+ è il modo in cui la comunicazione è effettuata e ricevuta. Proprio come avviene nel contatto presenziale, anche nel mondo virtuale gli anziani preferiscono un interazione educata e nella quale le buone maniere rivestono un ruolo importante. È dunque necessario assicurarsi che esista una certa netiquette che regoli il linguaggio e garantisca una comunicazione educata e rispettosa. Suggeriamo pertanto di creare un codice di condotta e assicurarsi che sia rispettato. I messaggi del sistema della piattaforma devono necessariamente rispettare queste regole. Devono essere educati e comprensibili e i contenuti chiari e precisi. Sarebbe utile nominare una persona responsabile chiaramente indicata agli utenti, alla quale potranno rivolgersi nel caso dovessero trovarsi in situazioni scomode come malintesi o conflitti personali. Inoltre, il suddetto responsabile dovrebbe controllare la conformità o meno al codice dei materiali della piattaforma e verificare l esistenza di eventuali abusi. Il codice dovrebbe essere integrato da una netiquette che potrebbe essere decisa dagli stessi utenti come occasione di scambio di idee e apprendimento comune. Fate sì che i membri si sentano a loro agio nel confrontarsi con gli altri e aiutateli a sentirsi membri attivi della piattaforma! 13 14

9 7 º Consiglio Fate sentire agli adulti 50+ che i vostri tool Web 2.0 sono personalizzati Gli adulti con più di 50 anni sono un gruppo eterogeneo, molto più di altre fasce di età! È quindi normale che preferiscano strumenti personalizzabili in base alle loro necessità. Offrire dunque sulla vostra piattaforma strumenti Web 2.0 flessibili, come ad esempio: strumenti per incontrare utenti con gusti simili e gruppi di studio. creare altre forme di apprendimento personalizzato e incentrate sul singolo. Gli adulti 50+ devono sentire che hanno il pieno controllo dei loro dati e file. È dunque consigliato offrire loro un chiaro sistema di gestione delle informazioni, spiegato passo a passo, includendo dettagli su come salvare, modificare o cancellare i file. Infine, è importante che sia chiaro ai membri sapere chi ha accesso o meno ai dati. Date agli utenti la possibilità di personalizzare i loro processi di apprendimento in modo da creare un esperienza diretta e individuale di apprendimento! 15 16

10 8 º Consiglio Far sì che le motivazioni degli adulti 50+ si riflettano nell apprendimento La principale motivazione degli adulti 50+ è condividere con gli altri esperienze e informazioni in modo da sentirsi integrati nella community e in relazione con gli amministratori. I vostri membri non sono interessati solo a domande e risposte, bensì a dialoghi, dibattiti e discussioni sugli argomenti di loro interesse. È quindi importante dare una risposta alle loro motivazioni specifiche che variano dalla ricerca di informazioni sul sito della community al cercare, e fornire, aiuto, assistenza e consigli, al cimentarsi in discussioni interessanti stabilire nuove relazioni con gli altri. Per capire cosa motiva i vostri membri: Per cercare di scoprire i loro interessi, bisogni e aspettative creare, ad esempio, un sondaggio e seguire la discussione al riguardo dello stesso per trarne spunti interessanti. Prendere in considerazione l immagine dei vostri stessi membri, le loro abilità, competenze e capacità di relazione sociale. Offrite ai membri argomenti relazionati con il mondo reale e metteteli in contatto con altri utenti desiderosi di dibattere e scambiare opinioni! 17 18

11 9 º Consiglio Proporre agli adulti 50+ attività didattiche stimolanti Se le attività didattiche sono significativamente legate alla loro vita quotidiana, gli adulti 50+ saranno più inclini ad affrontare nuovi argomenti o addirittura a cimentarsi in sfide difficili e imparare cose nuove tramite gli strumenti Web 2.0. L elemento fulcrale dell apprendimento tramite il Web 2.0 sta nel mettere l utente al centro del processo di apprendimento, un cambiamento significativo rispetto all insegnamento tradizionale. Può essere utile tenere in considerazione che gli adulti 50+: Valorizzano positivamente gli scambi di conoscenza in gruppi interattivi. Vogliono sapere chi sono gli altri utenti. Ciò significa che vogliono poter entrare nei profili dei membri di altre piattaforme. Prediligono gli scambi di informazioni con persone che sono utenti attivi e non solo consumatori passivi dei contributi offerti dagli altri. Preferiscono risolvere i problemi in gruppo in maniera creativa, sotto la guida di un moderatore o di un super utente. Detto questo, può essere interessate proporre e stimolare gli scambi attivi e reciproci: Stimolando l interesse generale nell apprendere con il Web 2.0. Progettando attività didattiche stimolanti, attrattive e diversificate. Proponendo temi didattici impegnativi e interessanti, offrendo varie attività collegate. Facendo sì che possano plasmare e creare le attività didattiche. Invitandoli a letture comuni e scambi di opinioni/commenti al riguardo. Let users feel they are the most important part of your learning offer! 19 20

12 10 º Consiglio Offrire supporto con un tocco personale e favorire l approccio peer-to-peer Sia il supporto tecnico che sociale sono cruciali per rafforzare la fiducia nella piattaforma e far crescere il senso di comunità. È importante fornire un supporto tecnico diretto ai membri della piattaforma, di preferenza tramite scambi di con la helpline della piattaforma. Un altra possibilità è l opzione di un numero telefonico tramite il quale ricevere aiuto, attivo per la maggior parte del tempo. Questa opzione, tuttavia, può risultare dispendiosa anche in termini di tempo per lo staff. Il supporto tecnico dovrebbe sempre essere fornito in un massimo di 24 ore. In molti casi, tuttavia, le FAQ dovrebbero essere sufficienti a risolvere i problemi. Una linea di supporto amica può inoltre fare aumentare la fiducia degli anziani nell utilizzo degli strumenti e nella fiducia nella piattaforma. Tuttavia, il supporto tecnico non deve essere fornito esclusivamente tramite la stessa piattaforma. Gli adulti 50+ apprezzano inoltre il supporto fornito dalla comunità online, ad esempio, sulla bacheca dei messaggi. In relazione alla moderazione dei processi di scambio di informazioni, si raccomanda un approccio peer-to-peer. È quindi necessario dare una formazione adeguata agli anziani che desiderano contribuire al servizio della piattaforma sia in maniera didattico-metodologica che tecnica per garantire alla didattica un supporto adeguato. I formatori peer-to-peer offrono una sorta di servizio volontario che deve essere riconosciuto e apprezzato sia dagli operatori che dagli altri utenti. È dunque importante far sì che il loro impegno sia riconosciuto. È altresì utile organizzare incontri e attività regolari per scambi personali di conoscenze e esperienze tra i vari membri. È altamente consigliata la creazione di gruppi moderati di supporto nei quali i partecipanti possano aiutare gli altri utenti. In conclusione, guardate ai vostri utenti non solo come consumatori passivi ma come partecipanti in grado di contribuire al successo della vostra piattaforma per adulti 50+! 21 22

13 Altre informazioni Piattaforme 50+ europee Per guardare altre piattaforme e trarne spunti interessanti, utilizzare il Quadro Europeo delle piattaforme 50+ sviluppato insieme al progetto PEER. Cliccando su ogni stato dell UE si aprirà una lista delle relative piattaforme 50+. Link: Motivare gli anziani a utilizzare le piattaforme 50+ Questi appunti sono basati sul rapporto Motivare gli anziani a utilizzare le piattaforme 50+ per l apprendimento comune. Link: Manuale per la terza età online Con il progetto Terza età online (Third age online, TAO), è stato creato un manuale, disponibile su Wikiversity, su come coinvolgere gli anziani nelle attività delle community. Disponibile in Inglese. Link: Consigli di 2.0 Può essere interessante leggere a) le linee guida de Le Best Practice del Web 2.0 per gli anziani sviluppate nel progetto 2.0. Un indagine sulle necessità Web 2.0 degli adulti con più di 55 anni è stata sintetizzata in b) una relazione. Inoltre, c) sono state sviluppate linee orientatrici per progetti didattici per adulti. Tutti e tre i documenti sono disponibili sul sito 2.0 in Inglese: Link: Criteri elill di buona prassi Uno dei risultati del progetto e-learning in Later Life (apprendimento online nella terza età, elill) è stato la compilazione di una serie di linee orientatrici per stabilire i criteri di buona prassi relativi ai progetti didattici e alle attività per anziani. Disponibile in Inglese e Tedesco. Link: Circa il progetto PEER - Dare to be wise! Durata: Ottobre Dicembre 2013 Ringraziamenti Consorzio: Zentrum fuer Soziale Innovation / ZSI (Co-ordinator) University of Science and Technology, Centre of e-learning / AGH University of Strathclyde, Centre for Lifelong Learning / UoS Dutch Institute for Healthcare Improvement / CBO University Ulm, Centre f. General Scientific Continuing Education / ZAWiW Aidlearn Partner: Age Platform Europe / AGE Ja Kobieta Fundation for Women s Issues I am a woman / Forum 50+ Universities of the Third Age Network Association / RUTIS Virtuelles und reales Lern- und Kompetenz-Netzwerk älterer Erwachsener / ViLE e.v. Il consorzio PEER desidera ringraziare i seguenti esperti che hanno contribuito alla realizzazione di queste linee orientative: Jonathan Bennett, Bern University of Applied Sciences, CH Ilenia Gheno, AGE Platform Europe, BE Andreas Hollinek, AT Giselle Janeiro, Universities of the Third Age Network Association, PT Hanna Nowakowska, PL Sapere aude! Dare to be wise! - PEER è stato fondato con il supporto della Commissione Europea. La presente pubblicazione presenta esclusivamente l opinione degli autori della stessa e la Commissione non si responsabilizza per qualsiasi tipo di utilizzo delle informazioni qui contenute

14 Stampa: Pubblicazione: Consorzio del progetto PEER Autori: Agnieszka Chrzaszcz, Linda Grieser, Ralph Schneider Traduzione: SPS Traduções Layout: Manuela Meyer, Fotografie: Internet goes Ländle, pag. 3 i-stock Vienna 2013

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn Presentazione Piattaforma ilearn 1 Sommario 1. Introduzione alla Piattaforma Hiteco ilearn...3 1.1. Che cos è...3 1.2. A chi è rivolta...4 1.3. Vantaggi nell utilizzo...4 2. Caratteristiche della Piattaforma

Dettagli

Manuale d uso per l utilizzo del portale e-logos (Profilo Utente)

Manuale d uso per l utilizzo del portale e-logos (Profilo Utente) per l utilizzo del portale e-logos (Profilo Utente) Indice Introduzione... 3 Requisiti minimi di sistema... 4 Modalità di accesso... 4 Accesso alla Piattaforma... 5 Pannello Utente... 6 Pannello Messaggi...

Dettagli

PROMUOVERE L ACCESSIBILITA DELLE INFORMAZIONI PER UN APPRENDIMENTO PER TUTTO L ARCO DELLA VITA

PROMUOVERE L ACCESSIBILITA DELLE INFORMAZIONI PER UN APPRENDIMENTO PER TUTTO L ARCO DELLA VITA PROMUOVERE L ACCESSIBILITA DELLE INFORMAZIONI PER UN APPRENDIMENTO PER TUTTO L ARCO DELLA VITA L accesso all informazione è un diritto fondamentale di ogni studente, con o senza disabilità e/o specifiche

Dettagli

Guida Moderatori e Conduttori

Guida Moderatori e Conduttori STEP ONE: Login to OnSync Guida Moderatori e Conduttori Guida Moderat ori e Condutt ori pag. Ultimo aggiornamento 10/2012 STEP ONE: Login to OnSync Cap. I - Quick Start Guide Guida Moderat ori e Condutt

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

COMUNITÀ VIRTUALI E AMBIENTI DI APPRENDIMENTO IL CONCETTO DI COMUNITÀ VIRTUALE

COMUNITÀ VIRTUALI E AMBIENTI DI APPRENDIMENTO IL CONCETTO DI COMUNITÀ VIRTUALE COMUNITÀ VIRTUALI E AMBIENTI DI APPRENDIMENTO IL CONCETTO DI COMUNITÀ VIRTUALE Per capire come disegnare e organizzare un ambiente di interazione orientato alla collaborazione on line occorre prima di

Dettagli

Promozione della salute, produttività d azienda e valorizzazione delle risorse umane: il counselling nei luoghi di lavoro

Promozione della salute, produttività d azienda e valorizzazione delle risorse umane: il counselling nei luoghi di lavoro Promozione della salute, produttività d azienda e valorizzazione delle risorse umane: il counselling nei luoghi di lavoro Presentazione del prossimo workshop italiano del progetto Folic (Roma, 13 luglio

Dettagli

A Le piattaforme e-learning

A Le piattaforme e-learning A Le piattaforme e-learning Paolo Fusero obiettivo didattico della lezione: introdurre lo studente all utilizzo delle piattaforme e-learning e delle nuove metodologie didattiche che utilizzano la rete

Dettagli

Guida a TwinSpace. Introduzione al tuo TwinSpace

Guida a TwinSpace. Introduzione al tuo TwinSpace Introduzione al tuo TwinSpace PRIMA DI COMINCIARE... Error! Bookmark not defined. 1. PER COMINCIARE: Naviga nel tuo nuovo TwinSpace... 5 Homepage... 5 Altre sezioni... Error! Bookmark not defined. 2. COSTRUISCI

Dettagli

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Web e Social Network: non solo comunicazione ma condivisione A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Dal Web 1.0 al Web 2.0 WEB 1.0 USO LA RETE WEB 2.0 SONO IN RETE WEB 2.0 SIAMO

Dettagli

VADEMECUM. Per l uso dello spazio web della comunità on line del progetto DIESIS. Per chiarimenti e/o informazioni ncorrente.guest@formez.

VADEMECUM. Per l uso dello spazio web della comunità on line del progetto DIESIS. Per chiarimenti e/o informazioni ncorrente.guest@formez. VADEMECUM Per l uso dello spazio web della comunità on line del progetto DIESIS Per chiarimenti e/o informazioni ncorrente.guest@formez.it 1/8 Introduzione Per la comunità on line dei partecipanti al progetto

Dettagli

LA PIATTAFORMA COMOL L E-LEARNING CENTER PER LE AZIENDE

LA PIATTAFORMA COMOL L E-LEARNING CENTER PER LE AZIENDE LA PIATTAFORMA COMOL L E-LEARNING CENTER PER LE AZIENDE Edutech Vi Offre Un Ambiente Dedicato Per La Formazione A Distanza Cosa vi offre EduTech EduTech, grazie alla collaborazione con il Dipartimento

Dettagli

NEWSLETTER. Edizione 3, Aprile 2014. 2. Panoramica sui contenuti. 3. Partnership di successo. 4. Prossime tappe. 5.

NEWSLETTER. Edizione 3, Aprile 2014. 2. Panoramica sui contenuti. 3. Partnership di successo. 4. Prossime tappe. 5. NEWSLETTER Edizione 3, Invecchiamento Attivo, fatelo voi! La Comunità di Apprendimento per l Invecchiamento Attivo @Learn è un progetto multilaterale Grundtvig che riunisce le organizzazioni partner da

Dettagli

D 6 Guida alle attività di training sul tema del mobility management nelle aree residenziali

D 6 Guida alle attività di training sul tema del mobility management nelle aree residenziali ADD HOME D 6 Guida alle attività di training sul tema del mobility management nelle aree residenziali MOBILITY MANAGEMENT PER LE AREE RESIDENZIALI DALLA DIPENDENZA DALL AUTO A UNA SCELTA LIBERA Supported

Dettagli

Guida all uso di Innovatori PA

Guida all uso di Innovatori PA Guida all uso di Innovatori PA Innovatori PA La rete per l innovazione nella Pubblica Amministrazione Italiana Sommario Sommario... 2 Cos è una comunità di pratica... 3 Creazione della comunità... 3 Gestione

Dettagli

Guida all Uso. Piattaforma collaborativa online di TIM. www.timproject.eu www.tim.project-platform.eu. (c) TIM 2013-2015 REF.: 2013-1-ES-1-LEO05-66260

Guida all Uso. Piattaforma collaborativa online di TIM. www.timproject.eu www.tim.project-platform.eu. (c) TIM 2013-2015 REF.: 2013-1-ES-1-LEO05-66260 www.timproject.eu www.tim.project-platform.eu Piattaforma collaborativa online di TIM Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L autore è il solo responsabile di questa

Dettagli

Linked. 6 mosse per entrare nella rete del lavoro

Linked. 6 mosse per entrare nella rete del lavoro Linked 6 mosse per entrare nella rete del lavoro La guida è realizzata nell ambito del Progetto n. 2013-1340 Lavoro subito cofinanziato da Provincia di Cremona, Camera di Commercio di Cremona, Comuni di

Dettagli

I Social Media e I Nostri Principi Guida

I Social Media e I Nostri Principi Guida I Social Media e I Nostri Principi Guida Materiale di servizio lettura non indicata per le riunioni di recupero I Social Media e I Nostri Principi Guida Negli ultimi anni la diffusione di social media

Dettagli

p. 5 1 Esercitazione e ripasso p. 5 1.1 Tutte le attività p. 5 1.2 Regole grammaticali p. 7 1.3 Verifiche suggerite p. 8 1.

p. 5 1 Esercitazione e ripasso p. 5 1.1 Tutte le attività p. 5 1.2 Regole grammaticali p. 7 1.3 Verifiche suggerite p. 8 1. 1 INDICE INTRODUZIONE 1 Che cos è WebLab? 2 Perché usare WebLab? p. 3 p. 3 p. 3 COME ACCEDERE A WebLAB? 1 Sei un insegnante? 2 Non sei ancora registrato? 3 Sei uno studente? p. 4 p. 4 p. 4 p. 4 LE ATTIVITÀ

Dettagli

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO Report globale e suggerimenti Gennaio 2013 Autore: Filigree Consulting Promosso da: SMART Technologies Executive

Dettagli

Per andare oltre la limitata potenza di una mente singola, i modelli del mondo devono essere condivisi e costruiti collaborativamente, attraverso la

Per andare oltre la limitata potenza di una mente singola, i modelli del mondo devono essere condivisi e costruiti collaborativamente, attraverso la Per andare oltre la limitata potenza di una mente singola, i modelli del mondo devono essere condivisi e costruiti collaborativamente, attraverso la creazione di un vasto spazio pubblico riempito di giudizi

Dettagli

IL SUO NOME SEMPRE IN PRIMO PIANO Aderendo ad uno dei nostri prodotti/servizi il suo nome sarà sempre in evidenza e nelle prime posizioni;

IL SUO NOME SEMPRE IN PRIMO PIANO Aderendo ad uno dei nostri prodotti/servizi il suo nome sarà sempre in evidenza e nelle prime posizioni; Internet è ormai universalmente riconosciuto come il nuovo mezzo di comunicazione di massa la cui diffusione cresce in maniera esponenziale giorno dopo giorno. Questa vera e propria rivoluzione della comunicazione

Dettagli

Il ruolo di etwinning in Erasmus +

Il ruolo di etwinning in Erasmus + Il ruolo di etwinning in Erasmus + Lorenzo Mentuccia Unità nazionale etwinning Agenzia LLP/INDIRE Livorno, 11/11/2013 www.etwinning.net www.etwinning.it La comunità delle scuole europee Erasmus+: 3 Azioni

Dettagli

CARTA ICOMOS DI ENAME

CARTA ICOMOS DI ENAME TERZA VERSIONE RIVEDUTA 5 Luglio 2005 CARTA ICOMOS DI ENAME PER L INTERPRETAZIONE DEI SITI DEL PATRIMONIO CULTURALE Preambolo Obiettivi Principi PREAMBOLO Cosi come la Carta di Venezia ha stabilito il

Dettagli

Come gestire i Social Network

Come gestire i Social Network marketing highlights Come gestire i Social Network A cura di: Dario Valentino I Social Network sono ritenuti strumenti di Marketing imprescindibili per tutte le aziende che svolgono attività sul Web. Questo

Dettagli

GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE

GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE Università degli Studi di Bergamo Centro per le Tecnologie Didattiche e la Comunicazione GUIDA ANALITICA PER ARGOMENTI ACCESSO...2 RISORSE e ATTIVITA - Introduzione...5

Dettagli

Documenti internazionali sulla mobilità, la sicurezza stradale e lo sviluppo sostenibile Raccolta curata dal sito web mobilita&sicurezzastradale

Documenti internazionali sulla mobilità, la sicurezza stradale e lo sviluppo sostenibile Raccolta curata dal sito web mobilita&sicurezzastradale ACCORDO di BRISTOL Incontro informale tra i Ministri europei della Politica Urbana CREARE delle COMUNITA SOSTENIBILI in EUROPA Conclusioni della Presidenza Britannica dell UE BRISTOL Dicembre 2005 Meeting

Dettagli

Make it work! Guida rapida per integrare la mobilità virtuale nei tirocini internazionali

Make it work! Guida rapida per integrare la mobilità virtuale nei tirocini internazionali Make it work! Guida rapida per integrare la mobilità virtuale nei tirocini internazionali Cosa? I tirocini internazionali in azienda o stage, così come sono generalmente conosciuti, stanno acquisendo una

Dettagli

TELESKILL PROGETTO E-LEARNING 2.0 PER LA FORMAZIONE E L'AGGIORNAMENTO CONTINUO

TELESKILL PROGETTO E-LEARNING 2.0 PER LA FORMAZIONE E L'AGGIORNAMENTO CONTINUO TELESKILL PROGETTO E-LEARNING 2.0 PER LA FORMAZIONE E L'AGGIORNAMENTO CONTINUO CARATTERISTICHE FUNZIONALI DELLA SOLUZIONE TECNOLOGICA DEDICATA ALLA FORMAZIONE E ALL'AGGIORNAMENTO A DISTANZA

Dettagli

Moodle per la formazione a distanza dei professionisti dei beni culturali: l esperienza del Progetto Europeo Linked Heritage

Moodle per la formazione a distanza dei professionisti dei beni culturali: l esperienza del Progetto Europeo Linked Heritage Moodle per la formazione a distanza dei professionisti dei beni culturali: l esperienza del Progetto Europeo Linked Heritage Antonella Zane Centro di Ateneo per le Biblioteche (CAB) Università degli studi

Dettagli

L informal learning di Jay Cross

L informal learning di Jay Cross L informal learning di Jay Cross tratto ed adattato da Apprendimento informale e formazione aziendale: perché usare questo sistema di apprendimento? di Jay Cross e Robin Good (link) Premessa di formazione-esperienziale.it

Dettagli

Indice. 01. Presentazione generale. 02. Team. 03. Presenza in rete 1. Siti Web dinamici 2. Web writing e SEO copywriting 3. Business Community

Indice. 01. Presentazione generale. 02. Team. 03. Presenza in rete 1. Siti Web dinamici 2. Web writing e SEO copywriting 3. Business Community Indice 01. Presentazione generale 02. Team 03. Presenza in rete 1. Siti Web dinamici 2. Web writing e SEO copywriting 3. Business Community 04. E-learning 1. Learning Object 2. Piattaforme LMS 3. Business

Dettagli

LA FUNZIONE DEL TUTOR NEI PROCESSI DI FORMAZIONE

LA FUNZIONE DEL TUTOR NEI PROCESSI DI FORMAZIONE LA FUNZIONE DEL TUTOR NEI PROCESSI DI FORMAZIONE La formazione degli adulti Condurre gruppi di lavoro di adulti professionalizzati Il ruolo del tutor nella formazione degli adulti Le caratteristiche della

Dettagli

Social Media: i nuovi canali quale opportunità. Una guida tascabile per i clienti commerciali di Swisscom

Social Media: i nuovi canali quale opportunità. Una guida tascabile per i clienti commerciali di Swisscom Social Media: i nuovi canali quale opportunità Una guida tascabile per i clienti commerciali di Swisscom I social media quale opportunità 2 I social media cambiano radicalmente la comunicazione aziendale,

Dettagli

Albano Squizzato ingsquizzato@libero.it. Moodle-manuale. manuale per il docente. Generazione Web 2013-14 - G9

Albano Squizzato ingsquizzato@libero.it. Moodle-manuale. manuale per il docente. Generazione Web 2013-14 - G9 Albano Squizzato ingsquizzato@libero.it Moodle-manuale manuale per il docente Generazione Web 2013-14 - G9 Come utilizzare Moodle La versatilità di Moodle consente la totale personalizzazione dell interfaccia,

Dettagli

WEB: IL MONDO COME POSSIBILE CLIENTE DIECI STEP PER SVILUPPARE LA PROPRIA PRESENZA ONLINE

WEB: IL MONDO COME POSSIBILE CLIENTE DIECI STEP PER SVILUPPARE LA PROPRIA PRESENZA ONLINE WEB: IL MONDO COME POSSIBILE CLIENTE 3 DIECI STEP PER SVILUPPARE LA COLLANA I QUADERNI DI ORIENTAMENTO I Quaderni di Orientamento nascono per aiutare chi, per la prima volta, intende avviare un attività

Dettagli

Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning.

Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning. Manuale sintetico Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning. Moodle fornisce un supporto all attività didattica attraverso una serie di strumenti molto ampia

Dettagli

Corso di Formazione in modalità blended Interlingua e Analisi degli Errori

Corso di Formazione in modalità blended Interlingua e Analisi degli Errori Corso di Formazione in modalità blended Interlingua e Analisi degli Errori Schema di progettazione corso e-learning in modalità blended Titolo Destinatari numero corsisti Lingue coinvolte Tipo di corso

Dettagli

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Uno strumento unico per risolvere i problemi di compatibilità tra le diverse lavagne interattive Non fermarti alla LIM, con

Dettagli

Corsi di formazione in e-learning integrato : linee guida

Corsi di formazione in e-learning integrato : linee guida Documento tecnico 1 allegato alla nota, prot. n. 7953/P del 17.04.04, della Direzione Generale U.S.R. Campania Corsi di formazione in e-learning integrato : linee guida 1 Il presente documento è una rielaborazione

Dettagli

FORMAZIONE BLENDED LEARNING DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09

FORMAZIONE BLENDED LEARNING DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09 FORMAZIONE BLENDED LEARNING http://puntoeduri.indire.it/neoassunti2008/in dex.php DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09 e-tutor Lorelle Carini 1 AMBIENTE ON-LINE PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI NEOASSUNTI CON CONTRATTO

Dettagli

All attenzione dell Onorevole Consiglio di Stato Cancelleria dello Stato Residenza Governativa 6501 Bellinzona. Bellinzona, 20 aprile 2012

All attenzione dell Onorevole Consiglio di Stato Cancelleria dello Stato Residenza Governativa 6501 Bellinzona. Bellinzona, 20 aprile 2012 All attenzione dell Onorevole Consiglio di Stato Cancelleria dello Stato Residenza Governativa 6501 Bellinzona Bellinzona, 20 aprile 2012 Onorevoli Consiglieri di Stato, è con piacere che il comitato del

Dettagli

PROGETTO ASCOLTO DOCENTI PAD 4

PROGETTO ASCOLTO DOCENTI PAD 4 PROGETTO ASCOLTO DOCENTI PAD 4 PREMESSA Il corso di formazione a distanza PAD (Progetto Ascolto Docenti) in collaborazione con l Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, è giunto alla sua quarta

Dettagli

CALL FOR PAPERS. X Conferenza internazionale International Society for Third Sector Research (ISTR)

CALL FOR PAPERS. X Conferenza internazionale International Society for Third Sector Research (ISTR) CALL FOR PAPERS X Conferenza internazionale International Society for Third Sector Research (ISTR) Fondazione Scuola di Alta Formazione per il Terzo Settore (ForTeS) Siena ( Italy) 10 13 luglio 2012 Democratizzazione,

Dettagli

Linee di indirizzo Tecnologie nella didattica e nella scuola Tavolo 3 - Tecnologie

Linee di indirizzo Tecnologie nella didattica e nella scuola Tavolo 3 - Tecnologie Prot. MIUR AOODRLO R.U. 1817 del 31/01/2013 Linee di indirizzo Tecnologie nella didattica e nella scuola Tavolo 3 - Tecnologie Dentro il cambiamento L introduzione delle tecnologie e la transizione al

Dettagli

Contributo FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana) all'affare Scuola n. 386

Contributo FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana) all'affare Scuola n. 386 Contributo FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana) all'affare Scuola n. 386 L agenda politica del Governo ha finalmente messo al centro un progetto educativo di ampio respiro. Le linee guida della

Dettagli

GLOSSARIO INTERNET. Barra degli indirizzi (address bar) barra del browser nella quale va digitato l'indirizzo Web o URL.

GLOSSARIO INTERNET. Barra degli indirizzi (address bar) barra del browser nella quale va digitato l'indirizzo Web o URL. GLOSSARIO INTERNET A Ambiente di apprendimento Sistema di apprendimento centrato sullo sviluppo continuo delle conoscenze e delle competenze e basato sul metodo dell imparare facendo. Gli utenti possono

Dettagli

Prefazione. Internet net opportunità e minacce. eagire?

Prefazione. Internet net opportunità e minacce. eagire? Prefazione Introduzione Internet net opportunità e minacce Internet offre ottime opportunità. Ai clienti offre una scelta molto più ampia di prodotti, servizi e prezzi da parte di diversi fornitori, nonché

Dettagli

Per questo motivo l'attività online è da considerarsi come parte imprescindibile di quella in presenza.

Per questo motivo l'attività online è da considerarsi come parte imprescindibile di quella in presenza. CORSO DI FORMAZIONE Insegnare e apprendere con i SocialMedia e gli Ambienti didattici 2.0 Ricordo a tutti quanti che le lezioni in presenza avranno un taglio teorico ma anche operativo dal momento che

Dettagli

Marco mavimo Moscaritolo Presidente Associazione Drupal Italia

Marco mavimo Moscaritolo Presidente Associazione Drupal Italia Prefazione Se state leggendo queste righe probabilmente avete appena comprato questo libro, oppure siete in piedi, davanti a uno scaffale, valutandone l acquisto. Se questo è vero, altrettanto probabilmente

Dettagli

Guida al corso Addetti delle amministrazioni locali del settore ambientale

Guida al corso Addetti delle amministrazioni locali del settore ambientale Guida al corso Addetti delle amministrazioni locali del settore ambientale Pagina 1 di 8 Indice 1. Gli obiettivi del corso...3 2. I contenuti del corso...3 3. Il percorso didattico...4 3.1 Studio individuale...4

Dettagli

People strategy in Azione

People strategy in Azione People strategy in Azione Gentili Colleghi, La People Strategy di Bausch + Lomb illustra il modo di operare della nostra azienda quando si stratta di selezionare, far crescere, motivare e valorizzare la

Dettagli

BNL People. Netiquette

BNL People. Netiquette BNL People Netiquette Netiquette È importante tutelare l attività sulle pagine Facebook e Twitter di BNL attraverso l implementazione di un area dedicata alla comunicazione della Netiquette (su Facebook

Dettagli

Il peer-coaching all interno del progetto SUSTAIN

Il peer-coaching all interno del progetto SUSTAIN REPORT DI SINTESI sul PEER-COACHING Il peer-coaching all interno del progetto SUSTAIN Nel progetto SUSTAIN il peer coaching (coaching reciproco tra pari) è stato ideato come parte integrante della fase

Dettagli

Talent Management 2020. Scenari e prospettive futuri

Talent Management 2020. Scenari e prospettive futuri Talent Management 2020 Scenari e prospettive futuri INTRODUZIONE Le funzioni delle Risorse Umane (Human Resources-HR) non solo forniscono molti servizi interni, come la selezione del personale, il sostegno

Dettagli

1. Il nome utente: NON può essere modificato 2. Il tuo nome (ne trovate prescritto uno generico): metti il tuo vero nome SENZA il cognome

1. Il nome utente: NON può essere modificato 2. Il tuo nome (ne trovate prescritto uno generico): metti il tuo vero nome SENZA il cognome Guida NetPupils Un social network è un sito che dà la possibilità alle persone di entrare in contatto e condividere informazioni. I social network si basano su quella che viene definita amicizia : concedendo

Dettagli

2 PRINCIPI E VALORI CAP. 2.0 PRINCIPI E VALORI 2.1 SCOPO 2.2 PRINCIPI. 2.2.1 Inclusività

2 PRINCIPI E VALORI CAP. 2.0 PRINCIPI E VALORI 2.1 SCOPO 2.2 PRINCIPI. 2.2.1 Inclusività Pag. 24 / 69 2 2.1 SCOPO Formalizzare e rendere noti a tutte le parti interessate, i valori ed i principi che ispirano il modello EcoFesta Puglia a partire dalla sua ideazione. 2.2 PRINCIPI Il sistema

Dettagli

Ingegneria del Software Interattivo. - I siti web - Un breve glossario. Un breve glossario (cont.) Parte sesta: I siti web. 1.

Ingegneria del Software Interattivo. - I siti web - Un breve glossario. Un breve glossario (cont.) Parte sesta: I siti web. 1. Parte sesta: I siti web Ingegneria del Software Interattivo - I siti web - Docente: Daniela Fogli 1. I siti web Nel Contesto Riferimenti: Brajnik, Umano G., Toppano, E. Creare siti web multimediali, Pearson,

Dettagli

Esperienze e valutazione della formazione

Esperienze e valutazione della formazione Contenuti TRANSPORT LEARNING Esperienze e valutazione della Caro lettore, Il materiale di è ora disponibile gratuitamente in 9 lingue! Esperienze di : La metodologia TRANSPORT LEARNING... 2 Valutazione

Dettagli

Comunità virtuale IRDAT fvg Guida utente

Comunità virtuale IRDAT fvg Guida utente Comunità virtuale IRDAT fvg Guida utente Community_IRDATfvg_ManualeUtente_Vers._1.1 1 INDICE 2. La Comunità virtuale IRDAT fvg...3 3. I servizi della Comunità...3 4. La struttura della Comunità...4 5.

Dettagli

I.I.S. G. B. Vico - CHIETI

I.I.S. G. B. Vico - CHIETI I.I.S. G. B. Vico - CHIETI Progetto a.s. 2011-2012 LE FINALITÀ Rendere la scuola un luogo in cui gli alunni diventano i protagonisti del processo educativo. Accrescere il senso di identità degli studenti.

Dettagli

LA VALUTAZIONE PER L APPRENDIMENTO

LA VALUTAZIONE PER L APPRENDIMENTO LA VALUTAZIONE PER L APPRENDIMENTO Alessandra Cenerini Presidente ADi 1 ORIGINE DELLA VALUTAZIONE PER L APPRENDIMENTO Il termine è stato ufficialmente coniato dal pamphlet Valutazione per l apprendimento:

Dettagli

13 Luglio 2010 ore 15,30 FIRENZE Grand Hotel Baglioni Piazza Unità Italiana, 6. A.Gori Il sito del Consorzio ed i relativi servizi 1

13 Luglio 2010 ore 15,30 FIRENZE Grand Hotel Baglioni Piazza Unità Italiana, 6. A.Gori Il sito del Consorzio ed i relativi servizi 1 13 Luglio 2010 ore 15,30 FIRENZE Grand Hotel Baglioni Piazza Unità Italiana, 6 A.Gori Il sito del Consorzio ed i relativi servizi 1 Il sito del Consorzio ed i relativi servizi 13 Luglio 2010 ore 15,30

Dettagli

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 1 CHE COS È INTERNET? INTERNET (connessione di rete) E' la "rete delle reti" perché collega fra

Dettagli

Una esperienza didattica sviluppata in classi tecnologicamente avanzate.

Una esperienza didattica sviluppata in classi tecnologicamente avanzate. Cl@sse2.0 Una esperienza didattica sviluppata in classi tecnologicamente avanzate. Progetto di due anni disegnato per la 1Ac. (2010-2012) Cl@sse2.0 Perché questo progetto nazionale? 1. Per rispondere a

Dettagli

KPMG e-learning Solution La nostra offerta

KPMG e-learning Solution La nostra offerta KPMG e-learning Solution La nostra offerta BUSINESS PERFORMANCE SERVICES Aprile 2011 ADVISORY Agenda 1. Introduzione Il ruolo della tecnologia nella formazione Le opportunità offerte dall e-learning 2.

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2010/2011 - PROGETTO CL@SSE 2.0 1D LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE. e-l@boriamo

ANNO SCOLASTICO 2010/2011 - PROGETTO CL@SSE 2.0 1D LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE. e-l@boriamo ANNO SCOLASTICO 2010/2011 - PROGETTO CL@SSE 2.0 1D LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE e-l@boriamo Pag 2 - PROGETTO Pag 3 - OBIETTIVI/ TECNOLOGIE/METODOLOGIE DI LAVORO Pag 4 - PIANO DI LAVORO ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C.

Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C. Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C. Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti http://moodlevarrone.netsons.org/moodle/

Dettagli

Relazione finale del progetto Sito Alunni Segrè

Relazione finale del progetto Sito Alunni Segrè Relazione finale del progetto Sito Alunni Segrè 1. Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti Il progetto ha previsto la realizzazione da parte degli alunni dell

Dettagli

Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD

Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD Indice: 1 Social Learning 2 Social Learning per E.T.I.CA. 3 RiusaLO 4 Percorsi integrati 5 Community 6 Best, la Banca dati delle Esperienze Trasferibili 7 Social

Dettagli

CORSO DI STORIA DELLA PEDAGOGIA

CORSO DI STORIA DELLA PEDAGOGIA SSIS LAZIO 2007-2007 Indirizzi Tecnologico, Economico-Giuridico CORSO DI STORIA DELLA PEDAGOGIA Pedagogia e Scienze dell Educazione nella cultura contemporanea Prof.ssa Eleonora Guglielman 1 06. Costruttivismo:

Dettagli

GUIDA PER L UTILIZZO DELLA WEBAPP VERSIONE 8

GUIDA PER L UTILIZZO DELLA WEBAPP VERSIONE 8 GUIDA PER L UTILIZZO DELLA WEBAPP VERSIONE 8 Contenuto di questo documento 1. Introduzione... 2 2. Menu Principale... 2 Importa dal mio PC... 5 Scarica Risultati... 5 Salva Progetto... 6 Salva con nome...

Dettagli

GRUPPO DEI PARI E APPRENDIMENTO COOPERATIVO COME STRATEGIA COMPENSATIVA PER I BES

GRUPPO DEI PARI E APPRENDIMENTO COOPERATIVO COME STRATEGIA COMPENSATIVA PER I BES GRUPPO DEI PARI E APPRENDIMENTO COOPERATIVO COME STRATEGIA COMPENSATIVA PER I BES Ciò che i bambini sanno fare insieme oggi, domani sapranno farlo da soli ( Lev VYGOTSKJJ) IX CONVEGNO DI RIMINI SULLA QUALITA

Dettagli

Sicurezza online per voi e la vostra famiglia

Sicurezza online per voi e la vostra famiglia Sicurezza online per voi e la vostra famiglia Guida elettronica alla vita digitale TrendLabs Di Paul Oliveria, responsabile specializzato in sicurezza di TrendLabs Siamo tutti online, ma non siamo tutti

Dettagli

Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale

Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale Premessa La Carta di qualità di cui si parla in questa scheda è stata elaborata da ONG e associazioni di 5 regioni italiane nel corso del

Dettagli

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO MOTIVAZIONE... 3 OBIETTIVI DEL PROGETTO... 5 METODOLOGIA... 6 PIANO DI LAVORO... 8 GRUPPI DI RIFERIMENTO.IMPATTO... 9 2 MOTIVAZIONE

Dettagli

Libera il tuo business UNIFIED COMMUNICATION CLOUD COMPUTING

Libera il tuo business UNIFIED COMMUNICATION CLOUD COMPUTING Libera il tuo business UNIFIED COMMUNICATION CLOUD COMPUTING 53% ottimizzazione dei costi di implementazione 48% risparmio sui costi di manutenzione 46% velocità di innovazione 30% costi adattabili in

Dettagli

PROGETTO AULA DIGITALE

PROGETTO AULA DIGITALE ) PROGETTO AULA DIGITALE Egregio Sig. Preside, La scuola italiana vive oggi un momento di grande trasformazione. Molte sono le voci che si levano e che ne chiedono un profondo ammodernamento, una ridefinizione

Dettagli

TRANSPORT LEARNING Corsi di formazione rivolti ad amministratori pubblici ed agenzie per l energia

TRANSPORT LEARNING Corsi di formazione rivolti ad amministratori pubblici ed agenzie per l energia TRANSPORT LEARNING Corsi di formazione rivolti ad amministratori pubblici ed agenzie per l energia istockphoto Contenuti Caro Lettore, Breve presentazione dei nostri servizi... 2 Creare una base di conoscenze

Dettagli

Molto efficaci per linkare il proprio sito web e aumentarne il traffico e la visibilità sul web.

Molto efficaci per linkare il proprio sito web e aumentarne il traffico e la visibilità sul web. Sistemarsi (http://www.sistemarsi.com) è un nuovo portale web, figlio del portale web EsaJob (http://www.esajob.com), social network oriented, rivolto al mondo dell immobiliare e a tutti i servizi ad esso

Dettagli

Cultura digitale e consapevolezza critica. Riflessioni su potenzialità e rischio della rete tra alunni e genitori

Cultura digitale e consapevolezza critica. Riflessioni su potenzialità e rischio della rete tra alunni e genitori Cultura digitale e consapevolezza critica. Riflessioni su potenzialità e rischio della rete tra alunni e genitori Marco Grollo Responsabile Nazionale Progetti, Associazione Media Educazione Comunità www.edumediacom.it

Dettagli

Piattaforma e-learning Moodle. Manuale ad uso dello studente. Vers. 1 Luglio 09

Piattaforma e-learning Moodle. Manuale ad uso dello studente. Vers. 1 Luglio 09 Piattaforma e-learning Moodle Manuale ad uso dello studente Vers. 1 Luglio 09 Sommario 1. Introduzione...2 1.1 L ambiente...2 1.2 Requisiti di sistema...4 2. Come accedere alla piattaforma...4 2.1 Cosa

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Social Media: Nuovi modelli di Marketing e Vendita on-line

Social Media: Nuovi modelli di Marketing e Vendita on-line Social Media: Nuovi modelli di Marketing e Vendita on-line Enrico Bertoldo Marketing Director Stefano Marongiu Customer Segment Manager Andrej Crnjaric Social Media Specialist 2009 Amadeus IT Group SA

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE E MUSICALE S. Rosa da Viterbo Viterbo, 4 Marzo 2014

LICEO DELLE SCIENZE UMANE E MUSICALE S. Rosa da Viterbo Viterbo, 4 Marzo 2014 SEMINARIO DI FORMAZIONE LICEO DELLE SCIENZE UMANE E MUSICALE S. Rosa da Viterbo Viterbo, 4 Marzo 2014 Presentazione delle ambasciatrici e-twinning Francoise Altamura, Roberta. M. Delle Monache, Grazia

Dettagli

Web 2.0, Web-Enhanced Learnign, apprendimento formale e informale

Web 2.0, Web-Enhanced Learnign, apprendimento formale e informale Workshop SVEA Torino, 20 Ottobre 2011 Web 2.0, Web-Enhanced Learnign, apprendimento formale e informale Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto Tecnologie Didattiche Genova Workshop SVEA Torino, 20

Dettagli

Glossario 117. Glossario

Glossario 117. Glossario Glossario 117 Glossario Account È lo spazio concesso su un sito a un utente, per accedere ad alcune funzioni. Al momento della registrazione occorre fornire un username e una password, che diventeranno

Dettagli

INTRODUZIONE p. 3 1 Che cos è WebCLOUD? p. 3 2 Perché usare WebCLOUD? p. 3

INTRODUZIONE p. 3 1 Che cos è WebCLOUD? p. 3 2 Perché usare WebCLOUD? p. 3 1 INDICE INTRODUZIONE p. 3 1 Che cos è WebCLOUD? p. 3 2 Perché usare WebCLOUD? p. 3 COME ACCEDERE A WebCLOUD p. 6 1 Sei un insegnante? p. 6 2 Non sei ancora registrato? p. 6 3 Sei uno studente? p. 6 COME

Dettagli

COMUNICAZIONE E VIDEO-COMUNICAZIONE

COMUNICAZIONE E VIDEO-COMUNICAZIONE 74 COMUNICAZIONE E VIDEO-COMUNICAZIONE Presentazione Una grande associazione come l Aics non può rimanere insensibile alla grande rivoluzione che si sta verificando nel campo delle comunicazioni interpersonali

Dettagli

E-LEARNING. Utilizzare le tecnologie di rete per progettare, distribuire, scegliere, gestire e ampliare l apprendimento.

E-LEARNING. Utilizzare le tecnologie di rete per progettare, distribuire, scegliere, gestire e ampliare l apprendimento. E-LEARNING Utilizzare le tecnologie di rete per progettare, distribuire, scegliere, gestire e ampliare l apprendimento. E-LEARNING Electronic Learning E- LEARNING EXPERIENCE: possibilità di interazione,

Dettagli

PROVINCIA Barletta Andria Trani. Politiche del Lavoro, Formazione Professionale e Pubblica Istruzione. Progetto

PROVINCIA Barletta Andria Trani. Politiche del Lavoro, Formazione Professionale e Pubblica Istruzione. Progetto Barletta Andria Trani Progetto dei Servizi per il Lavoro della Provincia Barletta Andria Trani Premessa e contesto di riferimento Oltre il 25% della popolazione della Provincia di Barletta Andria Trani

Dettagli

Il software completo per la comunicazione della tua scuola

Il software completo per la comunicazione della tua scuola Bacheca Scuola Interattiva Il software completo per la comunicazione della tua scuola Bacheca Scuola Interattiva è uno strumento ricco di funzionalità per gestire e condividere le informazioni della tua

Dettagli

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola?

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola? PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Quando si compila il modulo di registrazione, selezionare l opzione scuola.una volta effettuata la registrazione, si può accedere a un ambiente molto

Dettagli

UN SOLO PROGRAMMA BUSINESS PER TUTTI

UN SOLO PROGRAMMA BUSINESS PER TUTTI UN SOLO PROGRAMMA BUSINESS PER TUTTI LOTTIAMO PER LA LIBERTÀ DIGITALE F-SECURE è un pioniere della sicurezza digitale da oltre 25 anni grazie a un team coeso di tecnici e partner globali. DA SEMPRE ALL

Dettagli

INCONTRIAMOCI IN RETE Piattaforma digitale accessibile, flessibile e collaborativa, per la comunicazione tra scuola e famiglia, la comunity

INCONTRIAMOCI IN RETE Piattaforma digitale accessibile, flessibile e collaborativa, per la comunicazione tra scuola e famiglia, la comunity INCONTRIAMOCI IN RETE Piattaforma digitale accessibile, flessibile e collaborativa, per la comunicazione tra scuola e famiglia, la comunity scolastica virtuale e molto di più. INinFO di Sabina Nuovo INFORMATICAinFORMAZIONE

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento APPROFONDIMENTO ICT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento OBIETTIVI, STRATEGIE E TATTICHE DI MARKETING ON-LINE: L INTERNET MARKETING PLAN ORGANISMO BILATERALE

Dettagli

Indice. 1 Ambienti virtuali di apprendimento e piattaforme per l e-learning... 3. 1.1. Che cosa è un ambiente virtuale di apprendimento...

Indice. 1 Ambienti virtuali di apprendimento e piattaforme per l e-learning... 3. 1.1. Che cosa è un ambiente virtuale di apprendimento... AMBIENTI VIRTUALI DI APPRENDIMENTO PROF.SSA ELVIRA VENTRE Indice 1 e piattaforme per l e-learning... 3 1.1. Che cosa è un ambiente virtuale di apprendimento... 4 2 Il contesto di apprendimento e insegnamento

Dettagli

Scopri il nuovo Office

Scopri il nuovo Office Scopri il nuovo Office Sommario Scopri il nuovo Office... 4 Scegli la versione di Office più adatta a te...9 Confronta le versioni...14 Domande frequenti...16 Applicazioni di Office: Novità...19 3 Scopri

Dettagli

GUIDA GENERALE ALL USO DEL NUOVO SITO WEB

GUIDA GENERALE ALL USO DEL NUOVO SITO WEB GUIDA GENERALE ALL USO DEL NUOVO SITO WEB Una volta digitato l indirizzo del sito web www.mavarellipascoli.it, compare questa schermata (qui vediamo la metà superiore della pagina). Link dal quale accedere

Dettagli