Esercitazioni di Excel

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Esercitazioni di Excel"

Transcript

1 Esercitazioni di Excel A cura dei proff. A. Khaleghi ed A. Piergiovanni. Queste esercitazioni hanno lo scopo di permettere agli studenti di familiarizzare con alcuni comandi specifici di Excel, che sono richiesti per il completamento del ciclo di studi. La maggior parte dei corsi di laboratorio richiede l'uso di Excel o di un applicazione simile ai fogli di calcolo per visualizzare i dati, eseguire calcoli e creare grafici. Ci sono diversi modi per eseguire le stesse operazioni. In queste esercitazioni vi presentiamo le varie tecniche e metodologie che funzionano bene.

2 Terminologia Cominciamo ad analizzare la guida di Excel con una discussione sulla terminologia. Sarà utile tenere aperto Excel durante l utilizzo di questa guida. Un foglio di lavoro è una griglia di righe e di colonne all interno delle quali vanno inseriti i dati. Una cartella di lavoro è un documento di Excel che può contenere molti fogli di lavoro e grafici. L'immagine a destra mostra che il foglio di lavoro 1 è attivo. Una cella è un blocco all'interno del foglio elettronico. E' nella cella che si può inserire il tipo di formula, i dati e visualizzare le informazioni come voci di tabella o le note. È possibile modificare il colore, le dimensioni e il bordo di ogni cella. Ogni cella è identificata dalla sua unica colonna e riga di intestazione. Excel si riferisce a colonne con lettere (da A a IV, per un totale di 256 colonne) e si riferisce a righe con numeri (da 1 a 65536). Queste lettere e numeri sono chiamati intestazioni di riga e colonna e sono mostrati in grigio nell'immagine a sinistra. Ogni cella può essere richiamata inserendo la lettera della colonna seguita dal numero di riga della cella desiderata. Ad esempio, la cella cerchiata nell'immagine qui sopra è nota come cella A2, perché la cella si trova all'intersezione della colonna A con la riga 2. Per fare riferimento a un intervallo di celle, immettere il riferimento per la cella nell'angolo superiore sinistro del campo, i due punti (:), e quindi il riferimento alla cella in basso a destra dell intervallo. L'immagine a destra mostra tre numeri nella colonna A. Il riferimento a queste celle è definito come (A2: A4). Una formula è un'equazione che esegue operazioni sui dati del foglio di lavoro. Le formule sono in grado di eseguire operazioni matematiche, come l'addizione e la moltiplicazione, o possono confrontare i valori del foglio di lavoro. Le formule possono anche fare riferimento a costanti, o ad altre celle del foglio stesso. Durante l'utilizzo di Excel in collaborazione con i laboratori di fisica, è possibile creare formule personalizzate, nonché utilizzare formule predefinite che sono già contenute nel programma Excel. Ogni formula viene inserita e digitata nella barra della formula, che si trova vicino alla parte superiore del foglio di calcolo. L'immagine qui sopra mostra la barra della formula cerchiata. Per fare un esempio, l'equazione nella barra della formula aggiunge 25 al valore della cella B4 e divide poi il risultato per la somma dei valori contenuti nelle celle D5, E5 e F5. È inoltre possibile utilizzare costanti nelle formule. Queste costanti possono essere numeri (2, 365 o ), costanti predefinite (P.GRECO () o EXP (1)), o riferimenti ad una costante definita nel foglio di lavoro. Microsoft Excel contiene molte formule già inserite, che sono note come Funzioni. Le funzioni possono essere utilizzate per eseguire calcoli semplici o complessi. La funzione più frequentemente utilizzata è la funzione SOMMA, che viene impiegata per sommare i numeri in un intervallo di celle. 2

3 Aritmetica Excel può essere utilizzato come una semplice calcolatrice per eseguire operazioni aritmetiche semplici. Nella nostra seconda lezione useremo questo fatto per illustrare i molti modi che Excel utilizza per aiutarvi nel vostro corso di laboratorio di fisica. Con qualsiasi equazione o formula, Excel richiede che si digiti prima un segno di uguale (=) e quindi l'equazione. Il segno di uguale implica che i caratteri successivi costituiscono una formula. Ciò che segue il segno di uguale sono gli elementi da calcolare (gli operanti), che sono separati da operatori di calcolo, come il segno più o il segno meno. Ad esempio, per sommare due numeri, diciamo 3 e 2, si dovrà digitare in qualsiasi cella vuota la seguente: = L'immagine a destra mostra questo semplice esempio inserito nella cella B2. L'equazione può essere trovata sia nella barra della formula che nella cella B2. In Excel per eseguire le operazioni aritmetiche, è necessario premere il tasto <ENTER>. Quando questo avviene, la risposta che ovviamente è 5, appare nella cella B2. L'immagine a destra mostra il foglio di lavoro dopo che l'equazione è stata inserita. Nota che il risultato si trova nella cella B2, ma l'equazione viene visualizzata nella barra della formula. Naturalmente è anche possibile utilizzare Excel per eseguire sottrazioni sostituendo il segno più (+) con il segno meno (-). La Moltiplicazione, invece, viene eseguita con l'asterisco (*) e la Divisione viene eseguita utilizzando la barra (/). Queste equazioni sono evidenziate nelle celle C2: C5 nell'immagine a destra. (E interessante sapere che le equazioni possono essere stampate sullo schermo digitando un apostrofo ( ') prima del segno di uguale). Come noto dalla matematica, le formule in Excel possono anche calcolare i valori in un ordine specifico. Excel esegue le operazioni da sinistra a destra, secondo l'ordine di precedenza degli operatori, a partire dal segno di uguale (=). È possibile controllare l'ordine di calcolo utilizzando parentesi per raggruppare le operazioni che devono essere eseguite prima. Ad esempio, nell'immagine a destra, in C7 è evidenziata la cella che mostra una parentesi intorno alla prima parte della formula. Ciò impone ad Excel di calcolare prima la somma, 3 +4, e poi di dividere il risultato per 2. Confrontiamo questa l'equazione con quella nella cella C8. Qui non ci sono parentesi così la divisione, 4 / 2, viene eseguita prima, poi viene eseguita la somma. Un altro operatore comune che verrà utilizzato molto spesso durante il corso di laboratorio di fisica è l operatore esponenziale. In Excel, per eseguire operazioni con esponenziali, si utilizza l'accento circonflesso (^). Si noti inoltre che l'uso delle parentesi è spesso indispensabile quando si utilizza l'operatore esponenziale. Di seguito sono riportati alcuni esempi di utilizzo dell'operatore. 3

4 Espressione Matematica Espressione in Excel Risultato 3 ^ ^ (-2) 0, ^ (1 / 3) ^ (3 / 2) 1000 Per esempio, l'immagine a destra mostra come utilizzare Excel per calcolare Naturalmente non abbiamo bisogno di utilizzare un foglio di calcolo per sommare, sottrarre, moltiplicare e dividere; abbiamo già le calcolatrici che fanno ciò. Tuttavia, Excel è molto più di una calcolatrice. E possibile che una formula di Excel faccia riferimento ad altre celle all'interno del foglio elettronico. Per esempio, qui sotto, le celle A2 e B2 visualizzano la lunghezza e la larghezza di un pezzo di moquette. Per determinare l area del tappeto, possiamo usare la formula Area = (lunghezza) (larghezza). Per compiere questa operazione in Excel attenersi alla seguente procedura: 1. Fare clic sulla cella C2, poiché questo è il posto più logico per visualizzare il risultato. 2. Con la tastiera digitare il segno d uguale (=) 3. Selezionare A2 dalla tastiera o utilizzare il mouse per fare clic sulla cella 4. Digitare il simbolo della moltiplicazione (*) 5. Selezionare B2 da tastiera o utilizzare il mouse per fare clic sulla cella 6. Premere il tasto <INVIO> Si noti che il risultato è mostrato nella cella C2, mentre la formula viene visualizzata nella barra della formula. Nell'esempio di cui sopra, la cella che contiene la formula (ad esempio, la cella C2), è conosciuta come la cella dipendente perché il suo valore dipende dai valori contenuti nelle celle A2 e B2. Ogni volta che una cella, a cui la formula si riferisce, subisce dei cambiamenti, cambia anche la cella dipendente, per impostazione predefinita. Ad esempio, se varia il valore di Lunghezza (A2) o Larghezza (B2) varierà anche il risultato della formula = A2 * B2. Invece se nella formula si utilizzano valori costanti, al posto dei riferimenti alle celle (per esempio, = 15.3 * 22.1), il risultato cambia solo se si modifica la formula stessa. Microsoft Excel contiene molte funzioni predefinite, che sono note come Funzioni. Le funzioni possono essere utilizzate per eseguire calcoli semplici o complessi. Le funzioni più frequentemente utilizzati sono la SOMMA, la MEDIA e la RADQ. La funzione SOMMA viene utilizzata per sommare i numeri in un intervallo di celle. La funzione MEDIA viene utilizzata per ottenere il valore medio di un intervallo di celle. La funzione RADQ viene utilizzata per ottenere la radice quadrata di un numero. 4

5 Nella tabella qui di seguito riportata, è possibile vedere i dettagli sull'utilizzo di queste tre funzioni. La funzione SOMMA Per sommare una colonna o una riga di numeri seguire la seguente procedura: La funzione MEDIA Per avere la media di una colonna o una riga di numeri seguire la seguente procedura: 1. Fare clic su una cella vuota. Nell'esempio sopra, abbiamo scelto F1 come cella in cui inserire la nostra formula. 2. Con la tastiera digitare il segno di uguale (=) 3. Iniziate digitando la funzione SOMMA ( * Non dimenticare di aprire la parentesi! 4. O digitare A1: E1 o utilizzare il mouse per evidenziare le celle A1, B1, C1, D1 ed E1 5. Completa la funzione con una parentesi di chiusura digitando) 6. Premere il tasto <INVIO> Nota: la somma dei numeri viene visualizzata nella cella F1 e la formula può essere trovata nella barra della formula. 1. Fare clic su una cella vuota. Nell'esempio sopra, abbiamo scelto F1 cella in cui inserire la nostra formula. 2. Con tastiera digitare il segno di uguale (=) 3. Iniziare la funzione digitando MEDIA ( * Non dimenticare di aprire la parentesi! 4. O digitare A1: E1 o utilizzare il mouse per evidenziare le celle A1, B1, C1, D1 ed E1 5. Completa la funzione con una parentesi di chiusura digitando) 6. Premere il tasto <INVIO> Nota: la media dei numeri viene visualizzata nella cella F1 e la formula può essere trovata nella barra della formula. La Funzione RADQ (Radice quadrata) Per trovare la radice quadrata di un numero si utilizza, all'interno di una cella del foglio di lavoro, la seguente procedura: 1. Fare clic su una cella vuota. Nell'esempio sopra, abbiamo scelto la cella B2 in cui immettere la nostra formula. 2. Da tastiera inserire il segno d uguale (=) 3. Iniziare la funzione digitando RADQ ( * Non dimenticare di aprire la parentesi! 4. Digitare B1 o utilizzare il mouse per fare clic sulla cella B1 5. Completa la funzione con una parentesi di chiusura digitando) 6. Premere il tasto <INVIO> 5

6 Azioni di base Ci sono alcune cose che è possibile fare per rendere il foglio di lavoro più leggibile. Questo sarà molto utile per il vostro lavoro in laboratorio al fine di accertare dove si stanno commettendo errori. Qui si analizzeranno alcune delle cose che potete fare per migliorare l'aspetto del foglio di lavoro. Questo paragrafo vi guiderà attraverso un finto esperimento, in cui si misurano i raggi di diverse sfere, ed utilizzare Excel per determinare il volume. I dati relativi al raggio sono visualizzati in alto a destra. Come si può vedere, i dati sono lì, ma è necessario molto lavoro per ottenere un foglio di lavoro in una forma accettabile. Si consiglia di seguire la seguente procedura con Excel prima di inserire i dati come mostrato a destra. Creare titoli e intestazioni di colonna Innanzi tutto è necessario aggiungere le intestazioni di colonna sopra i dati per capire cosa rappresentano i numeri. Ovviamente non essendoci spazio per una voce si devono spostare i dati più in basso sul foglio di lavoro. Non ridigitare i dati quando si può spostarli. È possibile spostare il contenuto della cella evidenziando le celle desiderate. Poi, col mouse, fare clic sul bordo o bordi delle celle evidenziate e utilizzare ancora il mouse per spostarli in una zona libera. Ad esempio dobbiamo spostare i dati dei raggi dalle celle A1: A4 alle celle A3: A6, come mostrato a destra. Ora abbiamo lo spazio per aggiungere un titolo alla nostra tabella dati Poiché dobbiamo determinare il volume delle diverse sfere, titoliamo la tabella dei dati "Volume delle Sfere". Mettiamo questo titolo nella cella A1. Abbiamo anche bisogno d intestazioni di colonna. Nella cella A2 digitiamo "Raggi", perché i dati sotto questa voce sono le misure dei raggi. Dobbiamo anche mettere un titolo per il calcolo del volume risultante. Nella cella B2, digitiamo Volume. Ora siamo pronti per inserire la formula che verrà utilizzata per calcolare il volume delle sfere. Aggiungere le unità di misura I dati delle colonne Raggi e Volume possiedono delle unità di misura. Il raggio è di 10mm,10 cm, 10 m? Ovviamente ci servono l unità di misura. Il modo migliore per farlo è quello di mettere l'unità di misura tra parentesi sotto l intestazione. Per mantenere l intestazione e l'unità nella stessa cella, digitare prima l intestazione e poi premere contemporaneamente i tasti <ALT>+ <INVIO>. Questo aggiunge un ritorno a capo all'interno della cella, consentendo così di digitare l'unità sotto l'intestazione. 6

7 Si noti l'unità di misura del volume è cm 3 ma è scritto cm ^ 3 nella cella B2. Questo è un metodo comune che gli studenti utilizzano per scrivere gli indici. Ma c'è un modo migliore. Invece di digitare cm ^ 3, digitare cm3, quindi evidenziare il 3. Quando il 3 è evidenziato, fare clic sul Formato> Celle>> Apice e il 3 diventa apice, come mostrato a destra. Copia e incolla la formula E bene ricordare che il volume di una sfera è dato 3 dalla formula 4 V = π r, dove r è il raggio 3 della sfera e π = Pertanto, la formula che verrà utilizzata per trovare il volume della prima sfera è = (4 / 3) * 3,14159 * A3 ^ 3. Immettere questa formula nella cella B3. Si noti che il risultato ( cm 3 ) viene visualizzato nella cella. Potremmo ripetere questo processo per ogni raggio della tabella e per ciascuna scrivere delle nuove formule. Tuttavia il modo migliore per determinare il volume delle restanti sfere è utilizzare le funzioni copia e incolla. Sarebbe utile per copiare la formula nella cella B3 e incollarla in cella B4 attraverso B6. A) Per la copia del contenuto di una cella, evidenziare la cella, facendo clic sulla cella. Nel nostro esempio, fare clic sulla cella B3. Quindi fare clic sul pulsante Copia,, sulla barra degli strumenti. La cella sarà contrassegnata da un bordo come illustrato in figura. Ricontrollare la formula per garantire che sia corretto prima di copiarlo! 7

8 Per incollare le celle copiate in un'altra posizione, evidenziare le celle di destinazione con il mouse. Nel nostro esempio, abbiamo evidenziato le celle B4, B5 e B6. Quindi fare clic sul pulsante Incolla, nella barra degli strumenti. Si noti che la formula incollata automaticamente ha cambiato riferimento di cella al raggio. È sempre una buona idea ricontrollare la prima e l'ultima cella con una calcolatrice, dopo aver incollato solo per assicurarsi che le formule siano state corrette. Utilizzare correttamente le cifre significative Ogni studente sa che 2,2 x 5.1 è pari a 11 e non 11,22, come appare nella vostra calcolatrice. Questo, ovviamente, a causa del numero di cifre significative utilizzate. I numeri 2,2 e 5,1 hanno entrambi due cifre significative, quindi, anche la risposta deve avere due cifre significative. Come impostazione predefinita Excel visualizza il numero massimo di cifre decimali. Tuttavia, il numero di decimali visualizzati possono essere forzati manualmente utilizzando il pulsante aumenta decimali, e il pulsante diminuisci decimali, a seconda della situazione. Per esempio, l'immagine a destra mostra la modalità di utilizzo del pulsante diminuisci decimali per ridurre il numero di decimali nella risposta. Enfatizzare il Testo Importante È utile enfatizzare il testo come i titoli, le intestazioni di colonna, e risultati finali. Per rendere l'intero contenuto di una cella in grassetto, ad esempio, il titolo trovato nella cella A1, è sufficiente selezionare la cella (o celle) e fare clic sul pulsante Grassetto, barra degli strumenti., Sulla 8

9 Non c'è bisogno di rendere l'intero contenuto cella in grassetto come indicato sopra. Per esempio, si può fare la voce in grassetto, mentre le unità di misura vengono visualizzate come testo normale. Per fare questo, dalla barra della formula, evidenziare il testo che si desidera fare in grassetto e quindi fare clic sul pulsante Grassetto, barra degli strumenti., sulla Evidenziare le celle Per richiamare veramente l'attenzione sui risultati più importanti di questo esperimento, si dovrebbe evidenziare le celle che contengono formule e risultati finali. Per evidenziare la cella o le celle che si desidera, fare clic sulla freccia verso il basso nera del pulsante colore riempimento, e selezionare il colore desiderato. Si noti che colorare una cella di un colore scuro nasconde il testo, perciò scegliere una tonalità chiara. Manipolare più Celle Abbiamo quasi finito di rendere il foglio di lavoro presentabile. Attualmente il foglio di lavoro appare un po stretto. Possiamo ridimensionare le colonne così che i dati e i risultati siano un po più leggibili. Per fare questo, trascinare il bordo sul lato destro del titolo di una colonna fino a quando la colonna è della larghezza desiderata. Fare lo stesso per la colonna B. La stessa tecnica può essere utilizzata anche sulle righe del foglio di lavoro. ridimensiona Si noti che se la larghezza di una cella è troppo piccola, il contenuto della cella non potrà essere visualizzato e l'errore ###### verrà visualizzato nella cella. Per risolvere il problema, è sufficiente aumentare la larghezza della cella. È possibile ridimensionare un numero di colonne in una sola volta, selezionando le colonne che si desidera modificare, quindi trascinare un bordo a destra di una delle colonne selezionate. Ogni cella evidenziata diventerà automaticamente ridimensionata. L'immagine a destra mostra le colonne ridimensionate ad una larghezza più leggibile: È inoltre possibile modificare lo stile dei caratteri e dimensioni dei caratteri per rendere alcuni testi, come i titoli e le intestazioni, più evidenti. 9

10 Come impostazione predefinita, tutto il testo è allineato a sinistra in una cella. Per modificarne l allineamento, selezionare la cella desiderata (o celle) e quindi fare clic su uno dei pulsanti di allineamento, : Allinea a Sinistra, Centro o Allinea a destra. È inoltre possibile aggiungere Bordi alle celle per farli risaltare ancora di più. Il metodo più semplice (ma non il più completo), è quello di evidenziare le celle desiderate, fare clic sul frontiere, E poi selezionare il bordo adatto. Per una maggiore flessibilità, è possibile creare bordi personalizzati cliccando su Formato> Celle>> Bordi dalla barra del menu. L'immagine a destra mostra i dati relativi al test del volume con voci e dati centrati. Notare che anche il titolo è ridimensionato, con uno stile di carattere diverso, e sono stati aggiunti i bordi. Esempio di visualizzazione delle formule Il foglio di lavoro è ora in una forma facile da leggere, ma possiamo renderla ancora più leggibile. Per esempio, siamo in grado di visualizzare un equazione campione di ogni tipo di formula utilizzata nel foglio di lavoro. Per fare questo, dalla barra della formula evidenziare l'equazione che si desidera visualizzare come testo, come mostrato a destra. Con la formula evidenziata, fare clic sul pulsante Copia,, e premere il tasto <Invio>. Non sottovalutare l'ultimo passo, si deve premere il tasto <Invio>. Quando la formula viene copiata, fare clic in una cella vuota in cui si desidera far comparire l'equazione visualizzata in quella cella, digitare un apostrofo (') che costringerà il contenuto della cella di apparire come testo. Poi incollare la formula facendo clic sul pulsante Incolla,. Per rendere la formula visualizzata anche più evidente, evidenzia la cella con un colore ben visibile, come mostrato nell'immagine sottostante. 10

11 Consultare la pagina di configurazione Spesso avete bisogno di stampare il foglio di lavoro. È importante stampare la griglia e le intestazioni di riga e di colonna, in modo che l insegnante avrà un riferimento durante la verifica delle formule. Per fare questo, cliccare su File>> Imposta pagina dalla barra del menu. Poi clicca sul Foglio. Assicurarsi di aver selezionato il segno di spunta su Griglia e Intestazioni di Riga e di Colonna all'interno della sezione Stampa. Utilizzare il pulsante Anteprima di stampa,, per visualizzare il foglio di lavoro prima di stamparlo. Prendete un paio di minuti per valutare il vostro lavoro e assicurarvi che siano state utilizzate unità, corrette cifre significative, bordi, ombreggiature, ecc inoltre assicurarvi che si visualizza le formule del campione. Quando si è soddisfatti, sarà pronto per essere consegnato, quindi stamparlo. Per fare un esempio, questo è ciò che si può ottenere con il nostro foglio di lavoro (notare che non è stata utilizzata una stampante a colori e l'ombreggiatura è stata convertita in scala di grigi): 11

12 Algebra Excel è molto utile nella risoluzione di equazioni algebriche. Il programma, tuttavia, non sa effettivamente eseguire operazioni algebriche, quindi è necessario fornire la formula corretta. Per esempio, possiamo usare Excel per determinare lo spessore di un foglio di carta. Sapendo che una risma di carta contiene 500 fogli ed è 4,895 centimetri di spessore, lo spessore di un singolo foglio può essere determinato dividendo lo spessore totale per il numero totale di fogli nella risma. Possiamo utilizzare il programma, prima per la registrazione dei valori noti, vale a dire, Il numero totale di fogli e lo spessore totale. Questi sono inseriti in colonne A e B, rispettivamente, nell'esempio qui sotto. La formula (= B2/A2) può quindi essere inserito nella cella C2. L'esempio del foglio di lavoro è riportato di seguito. Si noti che la cella contenente la formula è evidenziata e anche l'equazione viene stampata e messa in evidenza. Assicurarsi di stampare la griglia e intestazioni di riga e di colonna. Per informazioni su queste e altre azioni di base, Vedere il paragrafo precedente. Ecco un altro esempio un po più complicato in cui Excel può esserci d aiuto. Diciamo che vogliamo conoscere la distanza percorsa, girando intorno ad un campo da calcio sei volte. Data la lunghezza del campo pari a 109,80 metri e la larghezza pari a 48,80 metri. La distanza percorsa è semplicemente pari al perimetro del campo moltiplicato per il numero di giri. Il perimetro, naturalmente, è la somma delle distanze d ogni lato del campo, o Perimetro = (2 x lunghezza) + (2 x larghezza). Quindi il foglio di lavoro può essere simile al seguente: Per determinare la distanza percorsa, se si sono eseguiti, ad esempio, 12,5 giri, basta cambiare il contenuto della cella A2 da 6 a 12,5 e la distanza viene automaticamente ricalcolata. Non vi è alcun bisogno di modificare le tue formule! 12

13 2 Ecco un altro esempio. L'equazione quadratica generale è data da ax + bx + c = 0 La sua soluzione è, naturalmente, la formula quadratica Sia data l'equazione quadratica, 2x 2 + 8x + 7 = 0 vogliamo trovare le sue soluzioni. Siamo in grado di utilizzare Excel per risolvere questo compito e la schermata qui sotto mostra come ciò viene fatto. (Gli spazi all'interno della formula sono stati aggiunti per rendere la formula più facile da leggere.) Naturalmente, per risolvere un altra equazione di secondo grado, tutto quello che si deve fare è sostituire i valori delle costanti a, b e c nelle celle A1, B1 e C1. Non vi è alcuna necessità di modificare la formula e il nuovo risultato è dato immediatamente dopo aver scritto i nuovi valori! Questa esercitazione si concluderà con un ultimo esempio. Sappiamo che il volume di una 4 3 sfera è dato dalla formulav = π r dove r è il raggio della sfera e π = In questo 3 esempio, ci viene detto che il volume di un pallone da basket è cm 3. Utilizzare Excel per determinare il raggio della sfera. In primo luogo, l'equazione deve essere riscritta come 3V r = 3. La schermata che segue mostra un modo per utilizzare Excel per risolvere il 4 π raggio: Nell'esempio precedente, abbiamo utilizzato il numero 3,14159 per rappresentare la costante π. Excel ha una PI. GRECO() integrata, che restituisce il valore per π quando utilizzato in una formula di Excel. Pertanto, l'equazione per il raggio nell'esempio precedente può essere riscritta come illustrato di seguito: 13

14 Entrambi i metodi sono validi da usare. Alcuni preferiscono utilizzare il valore numerico e alcuni preferiscono utilizzare la PI. GRECO() integrata. La scelta è vostra. Infine, diciamo, che conoscendo i volumi di quattro altre sfere, vorremmo determinare i raggi di queste. Potremmo semplicemente cambiare il valore della cella A2 negli esempi di cui sopra e determinare il raggio di ciascuna sfera una alla volta. Si potrebbe riscrivere la formula per ogni sfera. Tuttavia il modo migliore (e più veloce) di determinare i raggi delle sfere è quello di utilizzare copia e incolla di funzioni, che abbiamo appreso nelle precedenti guide. 14

15 La visualizzazione dei simboli Ci si trova spesso ad utilizzare simboli come α, β, δ, π, e ± all'interno del vostro foglio di lavoro. A seconda dei simboli che si desidera visualizzare, ci sono almeno due modi di farlo. Con il primo metodo si può semplicemente cambiare il tipo di carattere in Symbol e digitare la lettera appropriata. Ad esempio, per visualizzare la lettera greca alfa α, prima digitare la lettera "A". Quindi evidenziare la lettera e cambiare il tipo di carattere in "Symbol". Questo è tutto quello che c'è da fare per questo metodo. Qui di seguito ci sono un po dei caratteri che è possibile visualizzare cambiando il tipo di carattere in "Symbol". Per creare questo carattere... Cambiare il tipo di carattere in "symbol" e digitare questa lettera... Per creare questo carattere... Cambiare il tipo di carattere in "symbol" e digitare questa lettera... α a Χ C β b D δ d Φ F φ f Γ G γ g Λ L λ l Π P µ m Θ Q ν n Σ S π p Ω W θ ρ r ^ σ τ ω s t w \ 15

16 Purtroppo non tutti i caratteri che si desidera utilizzare possono essere visualizzati con il metodo di cui sopra. Alcuni come, (gradi), ±, e possono essere visualizzati utilizzando un secondo metodo. Per ottenere questi ed alcuni altri caratteri si deve premere il tasto <ALT> mentre si utilizza la tastiera numerica e digitare il codice numerico appropriato. Ad esempio, per creare il simbolo del grado ( ), premere il tasto <ALT> 0176, mentre si digita con la tastiera numerica, non i tasti numerici sulla tastiera principale. Qui di seguito sono riportati un po' di caratteri che si possono visualizzare con il metodo <ALT> + Numero. Per creare questo carattere... Tenere premuto il tasto <ALT> durante la digitazione questo numero... (gradi) 0176 ± Per creare questo carattere... Tenere premuto il tasto <ALT> durante la digitazione questo numero Si noti che i numeri inseriti sopra devono essere inseriti con la tastiera numerica, non la tastiera principale! A destra vi è un esempio di foglio di lavoro, dove sono stati utilizzati i due metodi descritti in precedenza per creare simboli e lettere greche. 16

17 Trigonometria Quando si risolvono espressioni trigonometriche come seno, coseno e tangente, è molto importante rendersi conto che Excel utilizza radianti, e non gradi per eseguire questi calcoli! Se l'angolo è in gradi è necessario prima convertirlo in radianti. Ci sono due semplici modi per fare questo. 1. Ricordo che π = 180. Pertanto, se l'angolo è in gradi, basta moltiplicarlo per π/ 180 per convertirlo in radianti. Con Excel, questa conversione può essere scritta PI.GRECO () / 180. Ad esempio, per convertire 45 in radianti, l'espressione di Excel sarebbe di 45 * PI.GRECO () / 180, che equivale a 0,7854 radianti. 2. Excel dispone di una funzione nota come RADIANTI (angolo) dove Angolo è l'angolo in gradi che si desidera convertire in radianti. Per esempio, l'espressione di Excel utilizzata per convertire 270 in radianti sarebbe RADIANS (270), che è uguale a 4, radianti È possibile utilizzare la funzione GRADI (angolo) per convertire radianti in gradi. Ad esempio, GRADI (PI.GRECO ()) è uguale a 180. Excel utilizza diverse funzioni trigonometriche. Quelli che si usano più spesso sono visualizzati nella tabella sottostante. Si noti che gli argomenti per le funzioni SEN (), COS () e TAN () sono, in radianti. Inoltre, i valori delle funzioni ARCSEN (), ARCCOS () e ARCTAN () sono in radianti. (Quando si lavora con gradi, sarà necessario usare correttamente i GRADI () e RADIANTI () per convertire l'unità corretta.) Espressione Matematica Espressione Excel Esempi di Excel seno: sen (θ) SEN (numero) SEN (30) è uguale a -0,98803, il seno di 30 radianti SEN (RADIANTI (30)) è uguale a 0.5, il seno di 30 coseno: cos (θ) COS (numero) COS (1,5) è uguale a 0,07074, il coseno di 1,5 radianti COS (RADIANTI (1.5)) è uguale a 0,99966, il seno di 1.5 tangente: tan (θ) TAN (numero) TAN (2) è uguale a -2,18504, la tangente di 2 radianti TAN (RADIANTI (2)) è uguale a 0,03492, la tangente di 2 arcoseno: sin -1 (x) ARCSEN (numero) ARCSEN (0,5) è uguale a 0, radianti GRADI (ARCSEIN (0.5)) è uguale a 30, l'arcoseno di 0,5 17

18 arccos: cos -1 (x) ARCCOS(numero) ARCCOS (-0.5) è uguale a 2,09440 radianti GRADI (ARCOS (-0.5)) è uguale a 120, l'arcocoseno di -0,5 arcotangente: tan - 1 (x) ARCTAN(numero) ARCTAN (1) è uguale a 0, radianti GRADI (ARCTAN (1)) è uguale a 45, l'arcotangente di 1 Di seguito sono riportati alcuni esempi di problemi di trigonometria e di come abbiamo usato Excel per risolverli. Diciamo, per esempio, vogliamo conoscere l'altezza dell'albero nella figura sopra indicato. Sappiamo che se ci troviamo a 76 m dalla base dell'albero (x = 76 m), la linea di vista per la parte superiore della struttura è di 32 rispetto all'orizzonte (θ = 32 ). Sappiamo che Risolvendo per l'altezza dell'albero, h, troviamo. La schermata qui sotto mostra come abbiamo usato Excel per determinare che l'altezza dell albero è di 47 m. Si noti l'uso della funzione RADIANTI () nell'esempio precedente. 18

19 In questo prossimo esempio, si vuole conoscere l'angolo di lancio,α, della rampa di sci d'acqua nella foto sopra. Ci sono dati A = 3,5 m, B = 10,2 m e β = 45,0. Per trovare α. Possiamo usare il Teorema dei seni che, in questo caso può essere scritto Asin β Possiamo riscrivere questa equazione come α = sin 1. Utilizzando l'arcoseno B (sin -1 ) possiamo trovare l'angolo α utilizzando l'equazione La schermata qui sotto mostra come abbiamo usato Excel per determinare che l'angolo di lancio della rampa è 14,04. Si noti l'uso delle funzioni GRADI () e RADIANTI () nell'esempio precedente. Nel nostro esempio finale, useremo Excel per esaminare l'identità trigonometrica Nella schermata qui sotto si vede che quest identità vale quando θ è dato in radianti o in gradi. 19

20 Nota: le unità per l'angolo θ sono messe in celle diverse rispetto ai numeri. Se poniamo i numeri e le unità nella stessa cella, Excel non sarà in grado di decifrare il numero e quindi non saremo in grado di fare riferimento alle celle per l'uso di qualsiasi equazione! Grafica dei dati e curve di interpolazione In questa guida alla realizzazione di grafici, esamineremo i dati raccolti in un esperimento in cui sono state misurate le circonferenze e i raggi di vari oggetti circolari. I dati sono riportati nella schermata a fianco. Naturalmente l equazione associata a questi dati è C = 2πr, cioè la circonferenza di un cerchio è uguale a due volte il raggio del cerchio moltiplicato per π. In questo esperimento sono state misurate le circonferenze e i raggi. Speriamo di riuscire a determinare il valore di π, che, con sei cifre significative, vale 3, Qui mostriamo come usare Excel per rappresentare su un grafico i dati. Segui i passaggi qui sotto. 1. Introduci i dati nel foglio di lavoro come mostrato nella schermata vista sopra (se usi la versione italiana di Excel, i numeri decimali devono essere scritti con la virgola). 2. Clicca su una cella vuota del foglio di lavoro e poi clicca sull icona Creazione Guidata Grafico,, dalla barra degli strumenti. 3. Si aprirà una finestra Tipo di grafico - Passaggio 1 di 4. Scegli l opzione Dispers.(XY). Non scegliere nessuna modalità che colleghi i punti con linee o curve. Premi il bottone Avanti. 4. Si aprirà una finestra Dati di origine del grafico - Passaggio 2 di 4. Clicca sulla tabella Serie vicino alla sommità della finestra. 5. Clicca sull icona Aggiungi. Aggiungi Ecco che cosa avverrà nelle box valori: Quindi clicca sul bottone Restringi Finestra di Dialogo,, all estremità destra del box Valori X Questo restringerà temporaneamente la finestra del dialogo cosicché potrai selezionare sul foglio di lavoro i valori di x che desideri situare sull asse orizzontale. 6. Quando la finestra di dialogo si restringe, puoi usare il mouse per selezionare sul foglio di lavoro i valori di x che saranno situati lungo l asse orizzontale (valori del raggio). Osserva che, quando le celle vengono selezionate, appare il loro riferimento nel box Valori X. Quando hai finito, clicca sul bottone Espandi Finestra di Dialogo,, che riporterà la finestra di dialogo alla massima dimensione. 20

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC Barra di Formattazione Barra Standard Barra del Menu Intestazione di colonna Barra di Calcolo Contenuto della cella attiva Indirizzo della cella attiva Cella attiva Intestazione

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

Non tutto, ma un po di tutto

Non tutto, ma un po di tutto ALFREDO MANGIA Non tutto, ma un po di tutto Nozioni fondamentali per conoscere e usare un foglio di calcolo. Corso di alfabetizzazione all informatica Settembre 2004 SCUOLA MEDIA GARIBALDI Genzano di Roma

Dettagli

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole Guida rapida Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Riunisce geometria, algebra, tabelle,

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL Inserire una funzione dalla barra dei menu Clicca sulla scheda "Formule" e clicca su "Fx" (Inserisci Funzione). Dalla finestra di dialogo "Inserisci Funzione" clicca sulla categoria

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli ITCG C. CATTANEO via Matilde di Canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (Reggio Emilia) Costruzione del grafico di una funzione con Microsoft Excel Supponiamo di aver costruito la tabella riportata in figura

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 Indice generale GUIDA A CALC 3.5... 3 1 Utilizzo dell'applicazione... 3 1.1 LAVORARE CON IL FOGLIO ELETTRONICO...3 1.2 MIGLIORARE LA

Dettagli

Cos è Excel. Uno spreadsheet : un foglio elettronico. è una lavagna di lavoro, suddivisa in celle, cosciente del contenuto delle celle stesse

Cos è Excel. Uno spreadsheet : un foglio elettronico. è una lavagna di lavoro, suddivisa in celle, cosciente del contenuto delle celle stesse Cos è Excel Uno spreadsheet : un foglio elettronico è una lavagna di lavoro, suddivisa in celle, cosciente del contenuto delle celle stesse I dati contenuti nelle celle possono essere elaborati ponendo

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO Con questa esercitazione guidata imparerai a realizzare una macro. Una macro è costituita da una serie di istruzioni pre-registrate che possono essere

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

Legge del Raffreddamento di Newton

Legge del Raffreddamento di Newton Legge del Raffreddamento di Newton www.lepla.eu Obiettivo L'obiettivo di questo esperimento è studiare l'andamento temporale della temperatura di un oggetto che si raffredda e trovare un modello matematico

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

La finestra di Avvio di Excel

La finestra di Avvio di Excel Con Excel si possono fare molte cose, ma alla base di tutto c è il foglio di lavoro. Lavorare con Excel significa essenzialmente immettere numeri in un foglio di lavoro ed eseguire calcoli sui numeri immessi.

Dettagli

Equilibrio Termico tra Due Corpi

Equilibrio Termico tra Due Corpi Equilibrio Termico tra Due Corpi www.lepla.eu OBIETTIVO L attività ha l obiettivo di fare acquisire allo sperimentatore la consapevolezza che: 1 il raggiungimento dell'equilibrio termico non è istantaneo

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

IN BASSO NELLA FINESTRA C È LA BARRA DI DISEGNO. SE NON È VISIBILE, FARE CLIC SUL MENU IN ALTO: VISUALIZZA / BARRE DEGLI STRUMENTI / DISEGNO

IN BASSO NELLA FINESTRA C È LA BARRA DI DISEGNO. SE NON È VISIBILE, FARE CLIC SUL MENU IN ALTO: VISUALIZZA / BARRE DEGLI STRUMENTI / DISEGNO FARE UNA MAPPA CON OPENOFFICE IMPRESS START/PROGRAMMI APRIRE IMPRESS SCEGLIERE PRESENTAZIONE VUOTA. POI CLIC SU AVANTI E DI NUOVO SU AVANTI. QUANDO AVANTI NON COMPARE PIÙ, FARE CLIC SU CREA CHIUDERE LE

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia DERIVATE DELLE FUNZIONI esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia Incremento della variabile indipendente e della funzione. Se, sono due valori della variabile indipendente, y f ) e y f ) le corrispondenti

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento -

Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento - Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento - Nota preliminare La presente guida, da considerarsi quale mera indicazione di massima fornita a titolo esemplificativo,

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Laboratorio Database. Docente Prof. Giuseppe Landolfi

Laboratorio Database. Docente Prof. Giuseppe Landolfi Laboratorio Database Docente Prof. Giuseppe Landolfi Manuale Laboratorio Database Scritto dal Prof.Giuseppe Landolfi per S.M.S Pietramelara Access 2000 Introduzione Che cos'è un Database Il modo migliore

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

Laboratorio di Statistica con Excel

Laboratorio di Statistica con Excel Università di Torino QUADERNI DIDATTICI del Dipartimento di Matematica G. Peano MARIA GARETTO Laboratorio di Statistica con Excel Soluzioni Corso di Laurea in Biotecnologie A.A. 2009/2010 Quaderno # 46

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI

GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI Francesca Plebani Settembre 2009 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. WORD E L ASPETTO

Dettagli

Funzione reale di variabile reale

Funzione reale di variabile reale Funzione reale di variabile reale Siano A e B due sottoinsiemi non vuoti di. Si chiama funzione reale di variabile reale, di A in B, una qualsiasi legge che faccia corrispondere, a ogni elemento A x A

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

LA NOTAZIONE SCIENTIFICA

LA NOTAZIONE SCIENTIFICA LA NOTAZIONE SCIENTIFICA Definizioni Ricordiamo, a proposito delle potenze del, che = =.000 =.000.000.000.000 ovvero n è uguale ad seguito da n zeri. Nel caso di potenze con esponente negativo ricordiamo

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 1) Introduzione Pg 3 2) L area amministratore Pg 3 2.1) ECM Pg 4 2.1.1) Sezione Struttura Pg 5 2.1.2) Sezione Documento Pg 7 2.1.3) Sezione Pubblicazione

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate

Dettagli

Raccolta di Esercizi di Matematica. Capitolo 8 : Modalità CAS (Computer Algebra S ystem)

Raccolta di Esercizi di Matematica. Capitolo 8 : Modalità CAS (Computer Algebra S ystem) Raccolta di Esercizi di Matematica Capitolo 8 : Modalità CAS (Computer Algebra S ystem) Contenuti: 8-1. L ordine Algebrico delle Operazioni 8-2. Problemi sulle Percentuali 8-3. Le Forme Standard e Point-Slope

Dettagli

I numeri. Premessa: Che cosa sono e a che servono i numeri?

I numeri. Premessa: Che cosa sono e a che servono i numeri? I numeri Premessa: Che cosa sono e a che servono i numeri? Come ti sarai reso conto, i numeri occupano un ruolo importante nella tua vita: dai numeri che esprimono il prezzo degli oggetti venduti in un

Dettagli

(accuratezza) ovvero (esattezza)

(accuratezza) ovvero (esattezza) Capitolo n 2 2.1 - Misure ed errori In un analisi chimica si misurano dei valori chimico-fisici di svariate grandezze; tuttavia ogni misura comporta sempre una incertezza, dovuta alla presenza non eliminabile

Dettagli

2 Editor di... stile. 2 Colonna... metrica. 6 Percentuale... di carotaggio. 10 Colonne... libere/utente 11 Colonne... grafico

2 Editor di... stile. 2 Colonna... metrica. 6 Percentuale... di carotaggio. 10 Colonne... libere/utente 11 Colonne... grafico I Parte I Introduzione 1 1 Introduzione... 1 2 Editor di... stile 1 Parte II Modello grafico 4 1 Intestazione... 4 2 Colonna... metrica 4 3 Litologia... 5 4 Descrizione... 5 5 Quota... 6 6 Percentuale...

Dettagli

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario!

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Manuale del Trader Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Questo manuale spiega esattamente cosa sono le opzioni binarie, come investire e familiarizzare con il nostro sito web. Se avete delle

Dettagli

Appunti sulle disequazioni

Appunti sulle disequazioni Premessa Istituto d Istruzione Superiore A. Tilgher Ercolano (Na) Appunti sulle disequazioni Questa breve trattazione non vuole costituire una guida completa ed esauriente sull argomento, ma vuole fornire

Dettagli

Note sull utilizzo del PC-DMIS

Note sull utilizzo del PC-DMIS Note sull utilizzo del PC-DMIS Sommario 1. Definizione e qualifica di tastatori a stella (esempio su configurazione con attacco M2)...3 2. Dimensione Angolo...4 3. Nascondere componenti della configurazione

Dettagli

ESAME DI STATO 2010 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO

ESAME DI STATO 2010 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO Archimede ESAME DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO ARTICOLO Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. Sia ABCD un quadrato di

Dettagli

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12 Data ultima revisione del presente documento: domenica 8 maggio 2011 Indice Sommario Descrizione prodotto.... 3 Licenza e assunzione di responsabilità utente finale:... 4 Prerequisiti:... 5 Sistema Operativo:...

Dettagli

Nitro Reader 3 Guida per l' utente

Nitro Reader 3 Guida per l' utente Nitro Reader 3 Guida per l' utente In questa Guida per l'utente Benvenuti in Nitro Reader 3 1 Come usare questa guida 1 Trovare rapidamente le informazioni giuste 1 Per eseguire una ricerca basata su parole

Dettagli

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro)

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Quando si realizzano dei documenti visivi per illustrare dati e informazioni chiave, bisogna sforzarsi di

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

STUDIO DI UNA FUNZIONE

STUDIO DI UNA FUNZIONE STUDIO DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Data l equazione Y = f(x) di una funzione a variabili reali (X R e Y R), studiare l andamento del suo grafico. PROCEDIMENTO 1. STUDIO DEL DOMINIO (CAMPO DI ESISTENZA)

Dettagli

Creazione di un disegno realistico con CorelDRAW

Creazione di un disegno realistico con CorelDRAW Creazione di un disegno realistico con CorelDRAW Hugo Hansen L'autore L'autore Hugo Hansen vive appena fuori dalla splendida città di Copenhagen. Esperto professionista nell'ambito del design grafico,

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

Problema n. 1: CURVA NORD

Problema n. 1: CURVA NORD Problema n. 1: CURVA NORD Sei il responsabile della gestione del settore Curva Nord dell impianto sportivo della tua città e devi organizzare tutti i servizi relativi all ingresso e all uscita degli spettatori,

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A.

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A. UdA n. 1 Titolo: Disequazioni algebriche Saper esprimere in linguaggio matematico disuguaglianze e disequazioni Risolvere problemi mediante l uso di disequazioni algebriche Le disequazioni I principi delle

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

GFI Product Manual. Manuale per il client fax

GFI Product Manual. Manuale per il client fax GFI Product Manual Manuale per il client fax http://www.gfi.com info@gfi.com Le informazioni contenute nel presente documento sono soggette a modifiche senza preavviso. Le società, i nomi e i dati utilizzati

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA LE DISEQUAZIONI NON LINEARI

APPUNTI DI MATEMATICA LE DISEQUAZIONI NON LINEARI APPUNTI DI MATEMATICA LE DISEQUAZIONI NON LINEARI Le disequazioni fratte Le disequazioni di secondo grado I sistemi di disequazioni Alessandro Bocconi Indice 1 Le disequazioni non lineari 2 1.1 Introduzione.........................................

Dettagli

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO ARCHIMEDE 4/ 97 ESAME DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO Il candidato risolva uno dei due problemi e 5 dei quesiti in cui si articola il questionario. PROBLEMA In un

Dettagli

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it PROCEDURA E-COMMERCE BUSINESS TO BUSINESS Guida alla Compilazione di un ordine INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it INDICE 1. Autenticazione del nome utente

Dettagli

Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 10 alla base 16

Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 10 alla base 16 Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 1 alla base 16 Dato un numero N rappresentato in base dieci, la sua rappresentazione in base sedici sarà del tipo: c m c m-1... c 1 c (le c i sono cifre

Dettagli

CAPITOLO 6 Colore e trasparenza

CAPITOLO 6 Colore e trasparenza 6 CAPITOLO 6 Colore e trasparenza... Fireworks offre un'ampia gamma di opzioni per la scelta dei colori di un grafico. Si possono usare i campioni di colore predefiniti per conservare quanto più possibile

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2004

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2004 ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 004 Il candidato risolva uno dei due problemi e 5 dei 10 quesiti in cui si articola il questionario. PROBLEMA 1 Sia f la funzione definita da: f

Dettagli

Da una a più variabili: derivate

Da una a più variabili: derivate Da una a più variabili: derivate ( ) 5 gennaio 2011 Scopo di questo articolo è di evidenziare le analogie e le differenze, relativamente al calcolo differenziale, fra le funzioni di una variabile reale

Dettagli

Numeri naturali numeri naturali minore maggiore Operazioni con numeri naturali

Numeri naturali numeri naturali minore maggiore Operazioni con numeri naturali 1 Numeri naturali La successione di tutti i numeri del tipo: 0,1, 2, 3, 4,..., n,... forma l'insieme dei numeri naturali, che si indica con il simbolo N. Tale insieme si può disporre in maniera ordinata

Dettagli

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser.

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Se vogliamo accedere alla nostra casella di posta elettronica unipg.it senza usare un client di posta (eudora,

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 Download Si può scaricare gratuitamente la versione per il proprio sistema operativo (Windows, MacOS, Linux) dal sito: http://www.codeblocks.org

Dettagli

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Lezione 1 Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Definizione di utente e di programmatore L utente è qualsiasi persona che usa il computer anche se non è in grado di programmarlo

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Programma di gestione per service audio, luci, video Manuale operativo

Programma di gestione per service audio, luci, video Manuale operativo Programma di gestione per service audio, luci, video Manuale operativo Presentazione ServiceControl è l evoluzione del primo programma, scritto per gestire il mio service circa 12 anni fa. Il programma

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

FileMaker Pro 10. Esercitazioni

FileMaker Pro 10. Esercitazioni FileMaker Pro 10 Esercitazioni 2007-2009 FileMaker, Inc., tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker, il logo della cartella dei file, Bento

Dettagli