Val Gardena Storia e gente, la famiglia Moroder

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Val Gardena Storia e gente, la famiglia Moroder"

Transcript

1 Val Gardena Storia e gente, la famiglia Moroder PDF generato attraverso il toolkit opensource ''mwlib''. Per maggiori informazioni, vedi [[http://code.pediapress.com/ PDF generated at: Sun, 29 Jan :05:51 UTC

2 Indice Voci Note Premessa 1 Val Gardena 2 Ortisei 7 Santa Cristina Valgardena 13 Selva di Val Gardena 13 Moroder 18 Adele Moroder 19 Egon Rusina 20 Franz Moroder 24 Giorgio Moroder 26 Karin Moroder 31 Johann Baptist Moroder 33 Josef Moroder-Lusenberg 36 Ludwig Moroder 40 Fonti e autori delle voci 46 Fonti, licenze e autori delle immagini 47 Licenze della voce Licenza 49

3 Premessa 1 Premessa Cos'è questo libro Questo è un libro di Wikipedia. È una raccolta di voci tratte dall'edizione italiana dell'enciclopedia online Wikipedia [1]. Le voci di Wikipedia sono scritte collettivamente e i lettori sono anche gli autori. Nessuno è stato pagato per scrivere questo libro. Come usare questo libro Quest'opera può essere liberamente utilizzata, riprodotta, modificata, distribuita per qualsiasi scopo (anche commerciale), a patto di attribuire correttamente la provenienza dei contenuti e citare gli autori, nel rispetto della licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo (CC-BY-SA) 3.0 [2] per quanto riguarda i testi. Le opere derivate devono mantenere la stessa licenza o una compatibile. In fondo al libro sono riportati l'elenco degli autori dei testi e delle immagini. Prima di distribuire il libro, verifica in particolare che le licenze delle immagini siano riportate correttamente. [3] Proprio per la natura del contributo libero e gratuito di tutti gli autori, compresi gli utenti anonimi, Wikipedia non può fornire garanzie sulla validità e l'accuratezza dei contenuti. Benché la comunità degli utenti cerchi di essere nel complesso vigile e accurata, in ogni istante è sempre possibile che una pagina venga vandalizzata o modificata in modo improprio, seppure in buona fede, con informazioni errate, illegali o non conformi alle consuetudini della comunità o dell'area in cui vivi. Per favore, leggi attentamente le avvertenze [4] e tieni presente che le informazioni qui riportate hanno un valore puramente illustrativo e divulgativo. Wikipedia non fornisce alcun consiglio medico, legale o professionale. Dove trovare altri libri come questo Se desideri scaricare gratuitamente altri libri di Wikipedia, oppure la versione più aggiornata di questo stesso libro, vai alla pagina / it. wikipedia. org/ wiki/ Wikipedia:Libri Ce ne sono molti altri, tutti gratuiti, sui più vari argomenti. Se non trovi quello che fa per te, lo puoi costruire tu facilmente, raccogliendo assieme le voci dell'enciclopedia. Come correggere questo libro Se leggendo questo libro incontri degli errori o ritieni di poter migliorare i suoi contenuti per le future edizioni, ti invitiamo a raggiungere il sito web / it. wikipedia. org, cercare la voce sull'argomento relativo e fare clic su "modifica". In pochi secondi puoi eliminare l'errore. Ricordati che la tua collaborazione è preziosa. Una volta effettuate le correzioni, puoi aggiornare la tua versione del libro e ristampare le pagine interessate dalle modifiche. Buona lettura. Wikipedia, 29/01/2012

4 Premessa 2 Note [1] / it. wikipedia. org [2] / creativecommons. org/ licenses/ by-sa/ 3. 0/ [3] A causa di un problema tecnico, la licenza di alcune immagini potrebbe risultare sconosciuta ("unknown"). Alcune di queste immagini potrebbero non essere utilizzabili al di fuori del sito di Wikipedia. Si consiglia di scaricare il libro in formato ODT per rimuovere i contenuti non liberi e correggere tali licenze. [4] / it. wikipedia. org/ wiki/ WP:General_disclaimer Val Gardena Coordinate geografiche: N E46.56 N E [1] Val Gardena Gherdëina Gröden Paese/i Italia La Val Gardena con Ortisei e Santa Cristina visti dal Ciampinoi Regione/i Provincia/e Comuni principali Nome abitanti Trentino-Alto Adige Bolzano Ponte Gardena, Laion, Bulla, Ortisei, Oltretorrente, Santa Cristina Val Gardena, Selva di Val Gardena gardenesi / Grödner Sito internet [2] La Val Gardena (in lingua ladina detta Gherdëina, in tedesco Gröden o Grödnertal) si trova nelle Dolomiti, in Alto Adige. Geografia È coronata dalle catene montuose definite come Dolomiti di Gardena. È percorsa dal rio Gardena (Derjon / Grödnerbach), lungo 25 km. È suddivisa in tre comuni: Ortisei (Urtijëi / St. Ulrich), Santa Cristina Val Gardena (S. Cristina Gherdëina o S. Crestina Gherdëina / St. Christina in Gröden) e Selva di Val Gardena (Sëlva / Wolkenstein in Gröden), nonché, sulla sinistra orografica del rio Gardena, presso Ortisei, di tre frazioni del comune di Castelrotto (Ciastel / Kastelruth) chiamate Oltretorrente (Sureghes / Überwasser), Roncadizza (Runcadic / Runggaditsch) e Bulla (Bula / Pufels). La popolazione autoctona di questa valle è di madrelingua ladina (ca % della popolazione). La valle è ufficialmente trilingue, e tutte le denominazioni sono riportate in ladino, tedesco ed italiano.

5 Val Gardena 3 Panoramica dal Passo Gardena verso la Val Gardena, con le località di Santa Cristina Val Gardena, Selva di Val Gardena e Ortisei, e il Sassolungo In Val Gardena si trovano alcuni laghi in maggior parte sopra i 2000 metri: il lech dl Dragon (2680 m) sulla cengia del Sella, il lago Crespëina (2380 m) nel Puez, i laghi Lech Sant (2096 m), Lech da Iman (2208 m), Lech da Rijeda (2135 m) e Lech dla Scaies (2050) sull'alpe Mastlè, ed il Lech Lagustel (1826 m) sotto il monte Pic. Prendono il nome dalla Val Gardena le formazioni geologiche Arenarie di Val Gardena. [3] Trasporti Fino al 1960 la valle era percorsa dalla Ferrovia della Val Gardena, che da Chiusa, per Ortisei e Santa Cristina Valgardena, arrivava fino a Plan. A ovest si congiunge presso Ponte Gardena (Pruca / Waidbruck) alla Valle Isarco (Eisacktal), a est si giunge nella Val Badia (Gadertal) attraversando il Passo Gardena (Jëuf de Frea / Grödner Joch) (2.121 m s.l.m.), oppure in Val di Fassa attraverso il Passo Sella (Jëuf de Sella / Sellajoch) (2240 m s.l.m.). Verso sud si arriva all'alpe di Siusi (Mont Sëuc / Seiser Alm) passando da Castelrotto (Ciastel / Kastelruth). Il gruppo del Sassolungo da San Giacomo-Ortisei Nel 2004 è stata aperta un trenino funicolare sotterraneo, che collega Ruacia e la cabinovia di Col Raiser: il Gardena Ronda Express. I principali centri abitati La valle è formata principalmente da tre centri abitati: Ortisei (Urtijëi / St. Ulrich) Santa Cristina Valgardena (Santa Cristina Gherdëina o Santa Crestina Gherdëina / St. Christina in Gröden) Selva di Val Gardena (Sëlva / Wolkenstein). Sono considerati parte della Val Gardena anche altri due comuni e alcune frazioni di Castelrotto, bagnate dal Rio Gardena: Laion (Laion / Lajen) Ponte Gardena (Pruca / Waidbruck) Oltretorrente (Sureghes / Überwasser) Bulla (Bula / Pufels) Roncadizza (Runcadic / Runggaditsch)

6 Val Gardena 4 Turismo La valle è nota soprattutto per il turismo (sciistico), e vi si tengono numerose gare di rilevanza internazionale, nonché tappe della Coppa del Mondo di sci alpino. Negli ultimi anni sulla pista Saslong si disputano un Super G e una discesa libera. La Val Gardena dispone di 175 km di piste da discesa, 83 impianti di risalita e 115 km di piste da fondo. La Val Gardena d'inverno con il Sassolungo il Sella e lo Stevia visti dal Seceda Artigianato Tradizionale è l'artigianato legato al legno con particolare attenzione per la scultura. L'attività dell'intaglio del compatto legno di cembro si sviluppò già a partire dal XVII secolo a Pescosta, una frazione di Ortisei, e tuttora è un settore trainante della vallata. Cultura Ortisei è sede del Museo della Val Gardena che espone numerose collezioni di oggetti riguardanti la valle. Nella vallata, la lingua piu' diffusa, e' la lingua ladina, una delle lingue retroromanze. Sport La val Gardena ha una sua squadra di Hockey su ghiaccio, l'hc Gherdeina, che gioca in serie A2. Tra i più famosi personaggi sportivi della valle, si La Villa Venezia a Ortisei, ornata di sculture gardenesi ricorda Carolina Kostner, famosa giovane pattinatrice artistica e tra l'altro cugina della campionessa di sci, Isolde Kostner. Inoltre lo star internazionale nel campo alpinistico Karl Unterkircher, scalatore estremo. Per lo sci è famoso il giro sciistico del Gardena Ronda. Dal 2007 vi è un nuovo centro fondo al Monte Pana.

7 Val Gardena 5 Ferrate in Val Gardena La Val Gardena offre agli appassionati della montagna diverse possibilità, tra cui alcune delle vie ferrate più famose delle Dolomiti. Le più note sono: Ferrata Tridentina, Ferrata Schuster, Ferrata delle Meisules [4], Via ferrata Sass Rigais, Ferrata Piz Duleda [5] e Ferrata Sandro Pertini [6]. Personaggi della Val Gardena Belsy, cantante folk Giovanni Battista Holnaider (Alneider), armaiolo, orefice, falsario Carolina Kostner, pattinatrice artistica Isolde Kostner, sciatrice Die Ladiner (Joakin Stuffer e Otto Demetz), duetto di musica folk Johann Dominik Mahlknecht, scultore Marchiò Molziner, scultore della Val Gardena attivo a Venezia attorno al 1700 Alex Moroder fondatore Radio Ladin de Gherdëina Egon Moroder Rusina, pittore ed illustratore Giorgio Moroder, compositore e vincitore di tre Oscar Igor Moroder, liutaio Ludwig Moroder, scultore Hans Perathoner, scultore Werner Perathoner, sciatore Michela Ponza, atleta di biathlon Peter Runggaldier, sciatore Coro Sasslong, corista Helmuth Schmalzl, è un ex-sciatore alpino Luis Trenker, scalatore, attore e scrittore Karl Unterkircher, scalatore estremo, guida alpina Martin Vinazer, scultore Oswald von Wolkenstein, poeta e compositore Lukas Runggaldier, atleta di combinata nordica Incidenti sul lavoro come quello illustrato erano frequenti fra i contadini che dovevano trasportare a valle i carichi di legno nei duri inverni gardenesi. Voci correlate Arenarie di Val Gardena Dolomiti Gardena Ronda Gardena Ronda Express Parco naturale Puez Odle Luis Trenker Arturo Tanesini Emilio Comici I costumi della Val Gardena in un aquarello di Josef Moroder Lusenberg

8 Val Gardena 6 Note [1] / toolserver. org/ ~geohack/ geohack. php?pagename=val_gardena& language=it& params=46_33_36_n_11_42_17_e_region:it-32_type:mountain [2] / www. valgardena. it [3] Cfr. Johannes Koch, Die Genese des Grödner Sandsteines der nordwestlichen Dolomiten (Südtirol, Italien) (Sonderveröffentlichungen - Geologisches Institut der Universität zu Köln, 43), Colonia, Università di Colonia, [4] Ferrata delle Meisules (http:// www. paretiverticali. it/ FERRATE HTML/ FERRATA DELLE MEISULES. htm) [5] Ferrata Piz Duleda (http:// www. paretiverticali. it/ FERRATE HTML/ FERRATA DULEDA. htm) [6] Ferrata Sandro Pertini (http:// www. paretiverticali. it/ FERRATE HTML/ FERRATA SANDRO PERTINI GRUPPO PUEZ SELVA VAL GARDENA. htm) Bibliografia (DE) Maria M. Gordon Ogilvie, Das Grödener-, Fassa- und Enneberggebiet in den Südtiroler Dolomiten - geologische Beschreibung mit besonderer Berücksichtigung der Überschiebungserscheinungen, 2 voll. (Abhandlungen der geologischen Bundesanstalt, XXIV,1-2), Vienna, Geologische Bundesanstalt, (DE) Edgar Moroder, Die Moroder, ein altladinisches Geschlecht aus Gröden-Dolomiten vom 14. bis zum 20. Jahrhundert. Ursprung Geschichte Biographien Anhang. Beitrag zur tirolischen Familienforschung, Ortisei, Hans Rabanser, Roland Verra, Val Gardena. Incontro per immagini, Bolzano, Athesia, ISBN (DE) Marina Demetz, Hausierhandel, Hausindustrie und Kunstgewerbe im Grödental vom 18. bis zum beginnenden 20. Jahrhundert, Innsbruck, Wagner, ISBN Donatella Bindi Mondaini, Gente di Val Gardena, Firenze, Istituto di Studi per l'alto Adige, (LLD) Emma Comploi (a cura di), Ad gredine forestum Cunvëni "l nridlamënt de na valeda", , Urtijëi, Cësa di cungresc. Referac y discusciones dl cunvëni, San Martin de Tor, Istitut Ladin "Micurà de Rü", ISBN Eugen Trapp (a cura di), Testimonianze di storia e d'arte nelle valli ladine: Val Badia - Val Gardena - Val di Fassa - Livinallongo - Ampezzo, San Martin de Tor, Istitut Ladin Micurá de Rü, ISBN (LLD, DE, IT) Edgar Moroder, L prim stradon de Gherdëina: Liber per la festa di 150 ani, Urtijëi, Union di Ladins de Gherdëina, ISBN X. (DE) Helmuth Stampfer (a cura di), Bauernhöfe in Südtirol, vol. 7: Gröden, Bolzano, Athesia, ISBN Altri progetti Wikimedia Commons contiene file multimediali: / commons. wikimedia. org/ wiki/ Category:Sculptures from Gröden - Sculture in Val Gardena o opere di artisti della Val Gardena Wikimedia Commons contiene file multimediali: / commons. wikimedia. org/ wiki/ category:gröden Collegamenti esterni Stampe antiche della valle (http:/ / www. lusenberg. com/ prints/ valgardenaprints. html)

9 Ortisei 7 Ortisei Ortisei comune Ortisei/St.Ulrich/Urtijëi Dati amministrativi Stato Italia Regione Trentino-Alto Adige Provincia Bolzano Sindaco Ewald Norbert Leopold Moroder (SVP) dal 16/05/2010 Territorio Coordinate Altitudine Superficie Abitanti Densità Frazioni Comuni confinanti N E N E [1] Coordinate: N E N E [1] m s.l.m km² 4663 [2] ( ) ab./km² San Giacomo (Sankt Jakob in Gröden) Castelrotto, Funes, Laion, Santa Cristina Valgardena Altre informazioni Cod. postale Prefisso 0471 Fuso orario Codice ISTAT Cod. catastale Targa Cl. sismica G140 BZ zona 4 (sismicità molto bassa)

10 Ortisei 8 Cl. climatica Nome abitanti Patrono Giorno festivo zona F, 4407 GG [3] gardenesi / grödner san Ulrico 4 luglio Localizzazione Ortisei Il territorio comunale Sito istituzionale [4] Ortisei (Urtijëi in ladino [5], St. Ulrich in Gröden in tedesco [6] ) è un comune italiano di abitanti della Provincia Autonoma di Bolzano. È inoltre un comune mercato. Ortisei è la località principale e più densamente popolata della Val Gardena. Geografia fisica L'abitato va dal fondovalle verso le pendici del Monte Rasciesa (Raschötz, m) ed è situato sulla destra orografica del rio Gardena (ted. Grödner Bach - lad. Derjon oppure ruf de Gherdëina), che scorre da est a ovest e sfocia a Ponte Gardena nell'isarco. Confina a est con Santa Cristina Val Gardena, oltre il citato rio Gardena; a sud, sulla sinistra orografica, si trova Oltretorrente (ted. Überwasser - lad.sureghes), una frazione ladina del comune di Castelrotto e a ovest confina con il territorio di Laion.

11 Ortisei 9 Storia Toponimo Il toponimo è attestato come Ortiseit nel 1288 e deriva dal latino urticetum ("luogo delle ortiche") [7]. Il nome tedesco Sankt Ulrich è documentato dal 1366 ed è la versione tedesca del patrono locale San Ulrico. [8] Stemma Lo stemma raffigura San Ulrico con i paramenti vescovili ed una croce d oro nella mano destra, montato su un cavallo con i finimenti d oro, su tre cime di monti verdi e lo sfondo d oro. Lo stemma è adornato da un capo azzurro con tre scudetti alternati a due api d oro; le api simboleggiano l operosità degli abitanti del comune. Lo stemma è stato concesso nel 1907 e riconfermato nel [9] Monumenti e luoghi d'interesse Architetture religiose Chiesa Parrocchiale di Sant' Ulrico e dell'epifania del Signore: contiene una ricca collezione di statue lignee di artisti locali Chiesa di Sant' Antonio, del 1600 Chiesa di Sant' Anna: chiesa del cimitero gotica con arredi barocchi Chiesa di San Giacomo: chiesa tardogotica con arredi barocchi [10] Architetture civili Il palazzo "Casa della cultura Luis Trenker" dell'architetto Hubert Prachensky ( ). Musei Nel centro di Ortisei è situato il Museo della Val Gardena con collezioni sulla geologia, paleontologia, archeologia, sculture e giocattoli di legno. Società veduta del centro Ripartizione linguistica La sua popolazione è in maggioranza di madrelingua ladina, così come altri 7 comuni della provincia: Ortisei nel 1856 in una litografia di Johann Burgauner ( )

12 Ortisei 10 Il paese di Ortisei. Dalla foto si può anche notare come questo stia vivendo una intensa fase di urbanizzazione % Ripartizione linguistica (gruppi principali) Fonte: Astat informazioni Nr /2002 [11] 12,13% madrelingua tedesca 5,55% madrelingua italiana 82,32% madrelingua ladina Evoluzione demografica Abitanti censiti Cultura Scuole Ortisei ospita le scuole dell'obbligo e alcune scuole secondarie superiori e in particolare l'istituto d'arte (Kunstschule / Scola d'ert), facenti parte del sistema d'istruzione pubblica per le località ladine, nelle cui scuole l'istruzione avviene (in proporzione che cambia dalla prima elementare alle superiori) in ladino, tedesco e italiano. Biblioteche Biblioteca civica San Durich Biblioteca del Circolo degli artisti Biblioteca ladina nella Cësa di Ladins

13 Ortisei 11 Personalità legate a Ortisei Ortisei è il paese natale di alcuni italiani noti in tutto il mondo: il regista e attore cinematografico Luis Trenker e il produttore e compositore di musiche elettroniche e musiche da film Giorgio Moroder. Sono nati o hanno vissuto ad Ortisei anche: Josef Kostner (1933) scultore, disegnatore e poeta Alex Moroder ( ), fondatore Radio Ladin de Gherdëina Giorgio Moroder (1940), produttore discografico e compositore Ludwig Moroder ( ), scultore Josef Moroder-Lusenberg ( ), pittore Bernardin Pittschieler/Bernardino Piceller ( ), pittore vissuto a Perugia. Egon Moroder Rusina (1949), pittore ed illustratore Guido Balsamo Stella ( ), direttore Scuola d'arte di Ortisei Arturo Tanesini ( ), podestà Franz Tavella ( ), scultore Batista Vinatzer ( ), alpinista Martin Vinazer ( ), scultore Economia L'economia locale si basa soprattutto sul turismo invernale e (in misura minore) estivo. Noto e di antica tradizione è l'artigianato delle sculture di legno. Turismo I 1236 m s.l.m. del capoluogo della Val Gardena rappresentano l'altitudine ideale sia per una vacanza invernale che estiva. La tradizione alberghiera risale alla fine del Il centro, con la sua zona pedonale, è luogo d'incontro, di chiacchiere e di compere. Da qui si può passeggiare per i boschi e scovare qualche vecchio maso. Infrastrutture e trasporti Ortisei viene raggiunta dalla Valle Isarco provenendo da Ponte Gardena sulla statale ss. 242 oppure (sulla diramazione della 242) da Chiusa, dove si trova lo svincolo autostradale della A22. Impianti di risalita Con una ovovia a doppia fune si può raggiungere l'alpe di Siusi. Il monte Secëda si raggiunge con un'altra ovovia ed una funivia. Una seggiovia ad un posto singolo portava al Rasciesa - Raschötz. Una funicolare fra le più lunghe d'europa (2422 metri), che la sostituisce dall'estate del 2010, porta al Rasciesa in 6 minuti [12]. Altri impianti di risalita servono esclusivamente piste da sci e sono pertanto chiusi durante il periodo estivo. La ovovia dell'alpe di Siusi è conosciuta per la manifestazione Val Gardena Sky Dinner, un'elegante cena gourmet, servita nelle singole cabine, permettendo ai circa 120 commensali di godere una vista spettacolare. Una passeggiata, che copre il vecchio tracciato della ferrovia Chiusa-Val Gardena, collega il paese con Santa Cristina Val Gardena.

14 Ortisei 12 Amministrazione Sindaco: Ewald Norbert Leopold Moroder (SVP) dal 16/05/2010 (2º mandato) Amministrazioni precedenti Periodo Primo Cittadino Partito Carica Note Ewald Norbert Leopold Moroder SVP Sindaco 2010 in carica Ewald Norbert Leopold Moroder SVP Sindaco Il comune fa parte della Comunità Comprensoriale Salto-Sciliar. Sport In occasione dei Mondiali di sci alpino 1970 si svolsero a Ortisei sul pendio del Ronc le gare di slalom speciale. Il 21 maggio 2005 la 13ª tappa del Giro d'italia 2005 si è conclusa ad Ortisei con la vittoria del colombiano Ivan Parra. Personalitá sportive legate a Ortisei I più famosi sportivi legati ad Ortisei sono: la giovane pattinatrice di figura Carolina Kostner e la campionessa mondiale di sci Isolde Kostner. Curiosità Nel film Fantozzi contro tutti, il ragionier Fantozzi insieme agli altri suoi colleghi di lavoro tra cui il ragionier Filini e il geometra Calboni si recano ad Ortisei per trascorrere una settimana bianca, passandone di tutti i colori ed apostrofati con i classici stereotipi anti-italiani. Le riprese vengono eseguite in una stazione ferroviaria che non è locata a Ortisei. Note [1] / toolserver. org/ ~geohack/ geohack. php?pagename=ortisei& language=it& params=46_34_0_n_11_40_0_e_type:adm3rd& title=ortisei [2] Dato Istat (http:// demo. istat. it/ bilmens2011gen/ index. html) - Popolazione residente al 30 giugno [3] D.P.R. 26 agosto 1993 n. 412 (http:// efficienzaenergetica. acs. enea. it/ doc/ dpr pdf) in efficienzaenergetica.acs.enea.it. URL consultato il 27 settembre [4] / www. comune. ortisei. bz. it [5] AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p [6] AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p [7] Egon Kühebacher, Die Ortsnamen Südtirols und ihre Geschichte, vol. 1, Bolzano, Athesia, 1995, p ISBN [8] AA.VV., Nomi d'italia. Novara, Istituto Geografico De Agostini, 2004 [9] (EN) Heraldry of the World: Ortisei (http:// www. ngw. nl/ int/ ita/ s/ st-ulric. htm) [10] Cfr. Dorothea Oschinsky, Das Urbar der St.-Jakobskirche in Gardena von 1487, in «Bozner Jahrbuch für Geschichte, Kultur und Kunst», 5, , pp [11] / www. provincia. bz. it/ astat/ download/ mit17_02. pdf [12] Nuova funicolare Ortisei - Rasciesa (http:// win. funivie. org/ pagine/ speciali/ 2011/ ful_rasciesa/ index. htm)

15 Ortisei 13 Bibliografia (DE) Wilhelm Moroder, Die Marktgemeinde St. Ulrich in Gröden, Ristampa in occasione del millenario nella rivista "Der Schlern", 73, 1999, pp (DE) Elfriede Perathoner (a cura di), 100 Jahre Marktgemeinde Urtijëi - St. Ulrich - Ortisei: ein Streifzug, Bolzano, Raetia, ISBN (DE) Sabine Piazza, Armenfürsorge in der Gemeinde St. Ulrich : eine Mikro-Geschichte in einem Makro-Kontext, Innsbruck, Università degli studi, 2010, pp Altri progetti Wikimedia Commons contiene file multimediali: / commons. wikimedia. org/ wiki/ Category:Urtijëi Collegamenti esterni Comune di Ortisei (http:/ / www. ortisei. eu/ ) Santa Cristina Valgardena 1. RINVIA Santa Cristina (Val Gardena) Selva di Val Gardena Selva di Val Gardena comune Selva di Val Gardena/Sëlva/Wolkenstein in Gröden Dati amministrativi Stato Italia Regione Trentino-Alto Adige Provincia Bolzano Sindaco Peter Mussner (SVP) dal 16/05/2010

16 Selva di Val Gardena 14 Territorio Coordinate Altitudine Superficie Abitanti Densità Frazioni Comuni confinanti N E46.55 N E [1] Coordinate: N E46.55 N E [1] m s.l.m. 53 km² 2642 [2] ( ) ab./km² Plan Badia, Campitello di Fassa (TN), Canazei (TN), Corvara in Badia, San Martino in Badia, Santa Cristina Valgardena Altre informazioni Cod. postale Prefisso 0471 Fuso orario Codice ISTAT Cod. catastale Targa Cl. sismica Cl. climatica Nome abitanti I591 BZ zona 4 (sismicità molto bassa) zona F, 5072 GG [3] gardenesi / wolkensteiner Localizzazione Selva di Val Gardena Il territorio comunale Sito istituzionale [4] Selva di Val Gardena (Sëlva in ladino, Wolkenstein in Gröden in tedesco [5] ) è un comune di abitanti della Provincia Autonoma di Bolzano, situato nelle Dolomiti, in Val Gardena.

17 Selva di Val Gardena 15 Geografia fisica Confina a ovest, più a valle, con Santa Cristina Valgardena, e ad est con la Val Badia. È dominata dai gruppi montuosi Stevia a nord, Gruppo del Cir e Gruppo del Sella ad est e Sassolungo a sud. Rinomata località di villeggiatura estiva e invernale, fa parte del comprensorio sciistico Sellaronda che collega Selva a Arabba, Canazei e Corvara in Badia. Da Selva parte la ferrata Sandro Pertini, che conduce attraverso la Vallunga al rifugio Stevia. Storia Toponimo Il toponimo è attestato come Silva, Zilve, Cylve nel 1166 e come in Greden ze Wolchenstein nel 1288 [6] e deriva dal latino silva ("bosco") e dal nome del castello e casato di Wolkenstein. Dall'annessione al 1923 il paese si chiamò Selva in Gardena e dal 1923 al 1955 Selva. [7][8] Stemma Lo stemma è inquartato, il primo ed il quarto cantone sono trinciato ed innestato d argento e di rosso; il secondo ed il terzo sono cuneato di azzurro ed argento su un piano nero. Lo stemma raffigura le insegne dei Signori di Wolkenstein che costruirono il castello Lo stemma è stato adottato nel [9] Società Ripartizione linguistica La sua popolazione è per la grande maggioranza di madrelingua ladina. % Ripartizione linguistica (gruppi principali) Fonte: Astat informazioni N.17-08/2002 [11] 5,97% madrelingua tedesca 6,18% madrelingua italiana 87,84% madrelingua ladina Evoluzione demografica Abitanti censiti

18 Selva di Val Gardena 16 Cultura Nel 1908, ancora in età austro-ungarica, fu fondata la Kunstschule per professionalizzare l'arte dell'intaglio e della scultura in legno; la scuola esiste tuttora e si chiama oggi Scuola d'ert / Kunstschule / Scuola d'arte. [10] Personalità legate a Selva di Val Gardena Oswald von Wolkenstein, poeta e diplomatico ( ) Mauro Bernardi Emilio Comici Peter Runggaldier Carlo Senoner Karl Unterkircher Economia Solare termico Treno a vapore in uscita da Selva (1959) Il comune vanta la più elevata diffusione di pannelli solari termici in Italia. Nel territorio del comune sono installati 2000 m² di pannelli con una media di quasi 800 m² per mille abitanti. [11] Infrastrutture e trasporti A Selva e precisamente nella frazione Plan de Gralba termina la Strada statale 242 di Val Gardena e Passo Sella ed incomincia la Strada statale 243 del Passo Gardena, che prosegue superando il passo Gardena (2.121 m), e termina a Corvara, dove si incrocia con la Strada statale 244 della Val Badia, ovvero la strada collega la val Gardena con la val Badia e corre ai piedi del Gruppo del Sella. Amministrazione Sindaco: Peter Mussner (SVP) dal 16/05/2010 Amministrazioni precedenti Periodo Primo Cittadino Partito Carica Note Rolando Demetz lista civica Sindaco 2010 in carica Peter Mussner SVP Sindaco Sport A Selva di Val Gardena gioca l'h.c. Gherdëina, squadra di hockey su ghiaccio già quattro volte campione d'italia, e che oggi milita in serie A2. Fino al '99 la squadra di Selva si chiamava H.C. Selva (vincitrice del campionato di serie B del 1997) ma dopo la frana dello stadio del ghiaccio di Ortisei si fuse con l'h.c. Gardena (HC Gröden). Nel giocò sotto il nome di Selva 2000, ma poi prese il nome dell'antica gloria: H.C. Gherdëina. Da allora il titolo venne solo al più sfiorato, ma mai vinto. Selva di Val Gardena è stata più volte arrivo di tappa del Giro d'italia:

19 Selva di Val Gardena (11 giugno): 16ª tappa, vinta da Massimiliano Lelli (2 giugno): 17ª tappa, vinta da Giuseppe Guerini (In fuga fino al traguardo con Pantani) (27 maggio): 13ª tappa, vinta dallo spagnolo José Luis Rubiera Vigil. Si disputano anche gare di discesa libera e Super G valide per la Coppa del Mondo di sci alpino sulla celebre pista Saslong. Selva è anche famosa per merito dei famosi sciatori come Peter Runggaldier e Werner Perathoner. La località è molto frequentata sia dai turisti invernali sia da quelli estivi. In molti vi si recano per apprezzare le piste da sci all'ombra delle cime suggestive del Sassolungo e del Gruppo del Sella (Sellaronda). Molti turisti provengono da zone d'italia non vicinissime, anche dal centro-sud. Curiosità Il "Salotto di Selva" (die feine Ecke in ted., the cosy corner in ingl.), in una zona in prossimità della chiesa di Selva, organizza annualmente una tavola imbandita per ca. 700 commensali della lunghezza di oltre 300 metri. [12] A Selva si trova il Centro di addestramento alpino dei Carabinieri, istituito il 15 ottobre 1968, con le funzioni di "centro di specializzazione per corsi sciatori e rocciatori". Presso il centro di addestramento si svolgono appositi corsi sciistici, alpinistici, per conduttori di cani da soccorso alpino e sciistico-alpinistici per i reparti speciali. Note [1] / toolserver. org/ ~geohack/ geohack. php?pagename=selva_di_val_gardena& language=it& params=46_33_0_n_11_46_0_e_type:adm3rd& title=selva+ di+ Val+ Gardena [2] Dato Istat (http:// demo. istat. it/ bil2010/ index. html) - Popolazione residente al 31 dicembre [3] D.P.R. 26 agosto 1993 n. 412 (http:// efficienzaenergetica. acs. enea. it/ doc/ dpr pdf) in efficienzaenergetica.acs.enea.it. URL consultato il 27 settembre [4] / www. comune. selvadivalgardena. bz. it/ [5] AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p [6] Oswald v. Zingerle, Das Urbar Meinhards II. (Fontes rerum Austriacarum II/45), Vienna, 1890, p. 104 n. 194, 216. [7] AA.VV., Nomi d'italia. Novara, Istituto Geografico De Agostini, 2004 [8] Egon Kühebacher, Die Ortsnamen Südtirols und ihre Geschichte, vol. 1, Bolzano, Athesia, 1995, p ISBN [9] (EN) Heraldry of the World: Selva di Val Gardena (http:// www. ngw. nl/ int/ ita/ w/ wolkenst. htm) [10] Cfr. Danila Serafini, La scola d'ert de Sëlva Gherdëina : 95 ani de storia, op. cit. [11] Classifica legambiente (http:// www. repubblica. it/ 2007/ 02/ sezioni/ ambiente/ comuni-ambiente/ comuni-ambiente/ comuni-ambiente. html) su la Repubblica [12] Il salotto di Selva (http:// www. hotelselva. com/ ) Bibliografia (LLD, DE, IT) Danila Serafini, La scola d'ert de Sëlva Gherdëina : 95 ani de storia / Die Kunstschule Wolkenstein Gröden / La Scuola d'arte di Selva Gardena, San Martin de Tor, Museum Ladin Ciastel de Tor, ISBN (LLD) Rudolf Mussner (curatore), Nosta Sëlva, Cunsëi de furmazion de Sëlva, pp., 671 fotografie. Voci correlate Rifugio Puez Castel Gardena Lech dl Dragon

20 Selva di Val Gardena 18 Altri progetti Wikimedia Commons contiene file multimediali: / commons. wikimedia. org/ wiki/ category:wolkenstein in Gröden Collegamenti esterni Comune di Selva Gardena (http:/ / www. selva. eu/ ) Moroder Moroder /Mo'rodɐr/ è un cognome della Val Gardena (provincia di Bolzano), presente quasi esclusivamente ad Ortisei. Le migrazioni, cominciate già nel Settecento, nell'ambito di una vasta rete di commerci operata dagli abitanti della Val Gardena, hanno distribuito il cognome anche altrove in Italia (Bolzano, Ancona, Pordenone) e all'estero a Valencia e Lione, e successivamente in Austria, Germania, Santiago del Cile, e negli Stati Uniti. I Moroder di Ortisei, dei quali esistono più rami distinti dal maso o dalla casa di origine (Costamula, Lenert, Lusenberg, Resciesa, Doss, Cialian ecc.), sono conosciuti tradizionalmente come una famiglia di scultori del legno. Bibliografia Stemma della famiglia Moroder Ampia documentazione sulla famiglia si trova sulla pubblicazione Komitee für die Drucklegung des Moroder-Stammbuches. Die Moroder, ein altladinisches Geschlecht aus Gröden-Dolomiten. Vom 14. bis zum 20. Jahrhundert. Ursprung - Geschichte - Biographien - Anhang. Beitrag zur tirolischen Familienforschung - Ed. Comitato Libro Moroder, Ortisei 1980 (libro in tedesco con alcune sezioni in italiano, inglese, spagnolo e ladino. Dotato di albero, tavole genealogiche e numerose illustrazioni). La famiglia Moroder ha dato tre sindaci alla città di Ancona, Carlo Moroder ( ), Augusto Moroder ( ) [1], Riccardo Moroder ( ) [2][3]. Persone Adele Moroder-Lenèrt ( ), autrice di racconti in ladino; Albin Moroder (1922]-2007), scultore; Alex Moroder ( ), fondatore del Radio Ladin de Gherdëina; David Moroder, campione mondiale di slittino (argento 1961 Girenbad, bronzo 1959 Villard-de-Lans); Egon Moroder-Rusina (1949), pittore ed illustratore; Franz Moroder-Lenèrt ( ), politico, primo sindaco di Ortisei; Giorgio Moroder (1940), compositore e musicista; Ignazio Moroder, pittore barocco cha ha afffrescato la Cappella della Madonna del Rosario (Castelnuovo Berardenga) Igor Moroder, liutaio a Verona; Leo Moroder-Doss, scultore a Buenos Aires [4] ; Karin Moroder (1974), fondista, medaglia di bronzo ai XVIII Giochi olimpici invernali;

21 Moroder 19 Johann Baptist Moroder-Lusenberg ( ), scultore; Josef Moroder-Lusenberg ( ), pittore; Ludwig Moroder ( ), scultore; Rudolf Moroder-Lenert ( ), scultore. Vinzenz Moroder-Resciesa ( ), scultore. Altri progetti Wikimedia Commons contiene file multimediali: / commons. wikimedia. org/ wiki/ Category:Artists Moroder family Opere scultoree e pitture di artisti della famiglia Moroder Collegamenti esterni Cognome Moroder in Italia [5] (EN) Nel Mondo [6] Note [1] Capitano Augusto Moroder, 5 Lancieri di Novara [2] Senatore Riccardo Moroder [3] v. sindaci di Ancona [4] Sculture di Leo Moroder nella Cattedrale di La Plata [5] / www. gens. labo. net/ en/ cognomi/ genera. html?cognome=moroder& t=cognomi-fis [6] / www. publicprofiler. org/ worldnames/ Adele Moroder Adele Moroder-Lenèrt (Ortisei, 17 dicembre 1887 Ortisei, 11 febbraio 1966) è stata una scrittrice austriaca naturalizzata italiana. È stata una narratrice e scrittrice in lingua ladina. Era la figlia di Franz Moroder ed era sposata con un lontano parente, lo scultore Ludwig Moroder. Pubblicò vecchi racconti e leggende in lingua ladina nel giornale Nos Ladins e nell'almanacco gardenese Calender de Gherdeina. Sono conosciuti 70 suoi racconti che leggeva anche nelle trasmissioni in lingua ladina della Rai di Bolzano. [1] Note [1] Archivio Radio Ladin Alex Moroder presso la Mediateca: catalogo on-line di documenti audiovisivi della storia contemporanea dell'alto Adige (http:// www. mediathek. bz. it/ index. php?option=com_content& view=article& id=37:alex-moroder-comitato-radio-ladin-de-gherdeina& catid=12:collezioni& Itemid=17) Copertina per il libro di racconti di Adele Moroder - disegno di Egon Rusina

22 Adele Moroder 20 Pubblicazioni Calender de Gherdeina. Union di Ladins de Gherdeina, Ortisei Anno 1959/pag. 68; anno 1962/pag. 42; anno 1963/pagg. 37, 53, 62; anno 1964/pagg. 2-26, 54; anno 1965/pagg. 81; anno 1966/pagg. 41, 97, 98 (in ladino). Stories de Anda Adele Moroder de Lenèrt. Con 7 Illustrationi di Egon Moroder Rusina. Editore: Union di Ladins de Gherdeina, Ortisei 1990 (in ladino). Archivio Radio Ladin de Gherdeina. Museo della Val Gardena, Ortisei. Collegamenti Immagini e testi in [[ladino (http:/ / www. lusenberg. com/ adelemoroder/ adelemoroder. html)]] Egon Rusina Egon Moroder Rusina (Bressanone, 15 luglio 1949) è un pittore e illustratore italiano. Vive a Ortisei in Val Gardena (Alto Adige), pittore ed illustratore, membro della famiglia Moroder nella quale nacquero numerosi artisti e scultori nel legno in Val Gardena, nipote di Ludwig Moroder che formò come insegnante della Scuola d'arte di Ortisei una intera generazione di scultori nel legno. Artista ladino, esprime con la sua arte e nelle sue illustrazioni in modo irriverente e dissacrante, talvolta feroce, la sua visione della realtà sociale e politica e soprattutto della conflittualità etnica dell'alto Adige. Infanzia e scuola Amava da bambino soprattutto, secondo parole sue, favole, leggende, boschi, montagne, ruscelli e il mare. Riflessioni, desideri, sogni e paure alimentavano la sua carica creativa. Dopo la scuola media ha frequentato come molti suoi coetanei gardenesi le tipiche botteghe e laboratori dove si intagliano nel legno le statue di santi. D'inverno studiava nell'istituto d'arte di Ortisei. Seguì i corsi di disegno di Markus Vallazza. Negli anni del Sessantotto frequentò il Magistero d'arte a Firenze. Con i movimenti studenteschi nacque in lui una forte consapevolezza social-politica, ma gli rimaneva una nostalgia per le montagne ed i lunghi silenzi delle foreste della valle natia. Quadro di Egon Rusina dal ciclo "Samsara Niflheim" - misto di tempera su carta. Prime attività e viaggi Insegnò educazione artistica a Bressanone e nello stesso periodo fu attivo nel direttivo del Circolo Artistico di Ortisei. Organizzò le sue prime mostre sperimentali: nell'estate del 1970 ad Ortisei, con alcuni compagni gardenesi colleghi di studio a Firenze, espose oggetti "cibernetici", luci psichedeliche in movimento, musica elettronica autoconfezionata, diapositive e film. Suscitò molto scandalo e ammirazione fra gardenesi e turisti. Nel 1971, sempre nella sala del Circolo Artistico di Ortisei, costruì un'installazione "porcospino" di 15 metri di lunghezza e 2 d'altezza. Contemporaneamente s'interessò di politica comunale, con provocatorie vignette satiriche. Alcuni viaggi all'estero, in Spagna, Afganistan, USA, Olanda, Germania, Portogallo, Norvegia, caratterizzarono anche i suoi anni settanta. L'insegnamento nella scuola lo annoiava e presto rinunciò alla professione di insegnante. Visse per un anno a Monaco di Baviera, dove disegnava moltissimo e la sua prima personale fu un successo: vendette fino all'ultimo tutti i suoi quadri. Welz, galleria di importanza europea di Salisburgo, gli propose importanti contratti che rifiutò. Disperato per la perdita dei quadri, rinunciò a tutto: Monaco era troppo piatta e ritornò fra le

23 Egon Rusina 21 montagne. Temi Montagne e mattatoio Per quattro anni ( ), disegnò e dipinse tra le montagne e nel mattatoio di Ortisei. Viveva in un magazzino. Momenti intensi secondo Rusina di carne, sangue e ossa. Vita e morte. Vedo soffrire e piangere gli animali. Era un'esperienza esistenziale che ancora oggi condiziona la sua attività creativa. Dipingeva la carne tremolante di animali con il loro sangue e usava le dita e bastoncini al posto del pennello. Vedeva la carne e sento le urla di dolore nella montagna, nel bosco, nella terra e nell'acqua. Tutto, a suo dire, si muove selvaggiamente nella mia mente e dalla mente al quadro. Dal 1973 al 1991, per 18 anni non espose nulla della sua pittura. Realismo fantastico Creò La Bella Addormentata, un ciclo di pitture erotiche. Il piacere è espresso con intensi campi di rosso scarlatto. Nello stesso tempo compose il ciclo della Fortuna di Albrecht Dürer. Questa allegoria del grande maestro tedesco lo portò a disegnare centinaia di variazioni sul tema dell'eros. Nel 1987 tentò un nuovo esperimento col video: un film-installazione di 3 ore. Un anno di lavoro che finiva col sequestro da parte dei carabinieri di Ortisei della videocassetta, giunta davanti al PM in tribunale. L'accusa era vilipendio alla religione di stato e proiezione di atti osceni. Dopo mesi di battaglie, ore e ore di interrogatori presso i carabinieri, il giudice, infastidito per la pochezza Dal ciclo "La bella addormentata" della cosa, dissequestrò la videocassetta ed archiviò il caso. Nel 1993 venne inaugurata dalla scrittrice Inga Hosp, nel Museo Comunale di Chiusa (Italia), una parte del ciclo erotico La Bella Addormentata. Realismo politico e sociale Dal 1980 al 1990 Rusina si presentò al pubblico con performance e caricature a sfondo social-politico. Da solo o insieme ad altri artisti di Ortisei, Merano, Bolzano, Bressanone. Si presentò nelle città di Bolzano, Merano, Bressanone, Vienna, Venezia, Milano, Cortina d'ampezzo, Como, esponendo soprattutto se stesso vestito da satiro o diavolo, tirolese soggiogato, artista ingabbiato, mendicante-vagabondo. Sfondo comune delle illustrazioni satiriche di Rusina è la sua risata sarcastica. Iniziò un'intensa attività disegnando caricature per giornali e riviste di lingua italiana, tedesca, e ladina quali Alto Adige, Usc di Ladins, FF Illustrierte, Skolast, Südtiroler Arbeiterzeitung, Alternative, Sturzflüge, Distel Neue Südtiroler Tageszeitung. Nel 1981 fondò il mensile satirico-culturale gardenese L Brunsin. In una mostra collettiva nel 1983 nel castello di Presule a Fiè allo Sciliar, venne distrutta una sua installazione sul tema della caccia alle streghe. Dimostrò troppa aggressione verso il tradizionalismo-conservatorismo tirolese. Le impietose caricature contro gli Schützen gli resero la vita Copertina per il libro di racconti di Adele Moroder

24 Egon Rusina 22 pericolosa. Come caricaturista lavorò assiduamente col nuovo giornale di Bolzano Il Mattino. Lavorò come cartoonista al settimanale di lingua tedesca Südtirol Profil nel La sua edizione satirica delle tradizionali carte da gioco tirolesi, dove rappresentava i personaggi dell'ambiente politico, sportivo e culturale dell'alto Adige, suscitò grande interesse (vendette esemplari) e molto scandalo. Nel 1997 il settimanale FF pubblicò il libretto Viecherei (bestialità), raccolta di caricature, pubblicate dal in vari giornali e settimanali dell'alto Adige. Nel 2002, nella nuova edizione di carte da gioco tirolesi, le figure tradizionali erano sostituite dalle donne VIP dell'alto Adige. Nel Castello Le carte da gioco satiriche create da Rusina Trostburg a Ponte Gardena espose il tema: Donna con caricature, satire e con le carte da gioco. Una terza versione di carte da gioco tirolesi uscì nel nevembre 2009 con caricature di politici e personaggi prevalentemente sudtirolesi [1]. Ritorno alla montagna e alla pietra Dopo anni di assenza mostrò al pubblico i quadri di montagna, che non ha mai smesso di dipingere, in Val di Funes. L'assessore provinciale alla cultura della Provincia di Bolzano Bruno Hosp inaugurò la mostra. Il Circolo Artistico di Ortisei espose nel 1994 una nuova serie di quadri del Rusina, nominata "Mont de Dite". Questi avevano come oggetto numerose vedute del monte Rasciesa (in val Gardena) nella sua veste invernale. Rusina trascorre tuttora lunghi momenti di solitudine e di lavoro su quell'alpe. A Novacella (Bressanone), nel 1996 nel Castello dell'angelo, sviluppò il tema Cuore di pietra : con ironia e drammaticità accostava in una mostra di coloratissimi pannelli di grandi dimensioni la morbidezza del nudo femminile all'asperità della roccia. Attualmente a Rusina interessano poco le caricature politiche [2]. Si dedica esclusivamente alla pittura. Dipinge sempre nella aperta natura (en plein air). Da 15 anni vive tutta l'estate in solitudine, con due capre e due galline, nella foresta in alta montagna e dorme in una tenda [3]. Elaborò il progetto dissoluzione, concepito e sviluppato d'estate, in sessanta quadri dove la materialità della roccia si dissolve nella luce del bianco. Il ciclo venne esposto nel 2000 ad Ortisei come installazione in un vecchio tunnel della ferrovia della Val Gardena costruita da prigionieri russi per l'esercito austriaco nella prima guerra mondiale. Un secondo progetto neeve (la doppia "ee" dovrebbe esprimere sofficità, monotonia), serie di tenui paesaggi invernali abbinati ad un video, venne esposto al Circolo di Ortisei. I due progetti furono elaborati esclusivamente all'aperto, nei posti più inviolati della natura gardenese. Il ritiro nella natura stimola il Rusina ad un'intensa attività creativa e produttiva. Nel 2002 nel Circolo di Ortisei espose il tema figurativo: Il monte Seceda. Partecipò nel 2002, nell'edificio Cassa di Risparmio a Merano, organizzata da Merano Arte alla mostra: Bella vista visioni della montagna da Segantini a Weinberger. Nella mostra collettiva con Giovanni Segantini, Alberto e Giovanni Giacometti, Kirchner, Richard Long, Vittorio Sella, Mario Sironi ed altri espose un murales di 5x5 metri con tessere raffiguranti una roccia. Nacque nel 2000 lo studio di colore sulle scie di condensa degli aerei nei cieli delle Dolomiti (Alitalia [4] ) che si realizzò progressivamente in un nuovo tema: "Samsara Niflheim" [5], forse il più importante della mia vita, dice Rusina. Espose al pubblico nell'art Cafe di Dobbiaco: scia di luce-alitalia ; nell'agosto 2004 espose in una mostra collettiva sempre a Dobbiaco nel Grand Hotel un nuovo ciclo di cieli e sempre più eteree rocce: Aura in Aere. Con la mostra nell'hotel Gardena di Ortisei nel 2004 iniziò la presentazione del ciclo Samsara-Niflheim [6] : tracce di luce spiccanti su monocromie che esplorano tutto lo spettro dei colori. Samsara-Niflheim [7] : ciclo di 150 quadri assieme ad un nuovo studio Vuoto giallo [8] vennero completati ed esposti nel Museo Ladino Castel de Tor in Val Badia nel [9]

25 Egon Rusina 23 Pubblicazioni Mec, Schenk Markus, e Rusina, Egon Moroder. Caricatures de Mec y Egon Rusina. Edizions L Brunsin. Ortisei (Illustrazioni) Kunstschaffen in Ladinien, in Sturzflüge die kulturzeitschrift, anno 12 N. 40/41. Südtiroler Autorenverieinigung e Südtiroler Kulturzentrum (tedesco) (illustrazioni). Viecherei. Eine Sammlung von Cartoons und Karikaturen. Egon Moroder Rusina. Südtiroler Wochenzeitschrift FF, Bolzano, (Tedesco) (Illustrazioni) Filmografia Traudi Messini: Purismus der Maler Egon Rusina. durata: 20 minuti. RAI TV Bolzano Hans-Dieter Hartl, Helmuth Lechthaler: Rund um die Sella. Televisione bavarese Karl Prossliner: Egon Rusina - Die Ahnung vom unendlich leeren Raum. 22. Filmfestival internationale Graz, tedesco, 17 minuti [10]. Bibliografia Giorgio Di Genova, Le realtà del fantastico. L'arte fantastica in Italia dal dopoguerra ad oggi, Editori Riuniti. Roma Renzo Francescotti (a cura di), Artisti e ambiente alpino. Prima biennale di pittura e scultura, Comune di Tenno pp Franco Spaggiari, Museum in Motion. Opere di autori contemporanei per una collezione al Castel San Pietro, Mazzotta, Milano pp. 144 e 189. Marco Obrist, Bella Vista. Visioni della montagna da Segantini a Weinberger, Folio Editore Vienna - Bolzano Testo in tedesco, italiano e inglese. pp. 73, 122, ISBN Scudiero Maurizio, La collezione di opere d'arte della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige. Bolzano pp. 11, 205, 319. Margit Strobl, Dolomia. Le Dolomiti nell'arte figurativa. Electa Mondadori. Milano ISBN Voci correlate Storia dell'alto Adige Gruppo linguistico Altri progetti Wikimedia Commons contiene file multimediali: / commons. wikimedia. org/ wiki/ Category:Egon Moroder Rusina Collegamenti esterni Immagini [11] Alcune performance di Egon Rusina [12] Matteo Vegetti, Giallo infinito, Franzmagazine 2011 [13]

26 Egon Rusina 24 Note [1] Carte da gioco 2009 (http:// altoadige. gelocal. it/ multimedia/ home/ ) [2] Alto Adige: Rusina dice addio alle caricature "mi dedico all'arte" consultato il 27 dicembre 2010 (http:// altoadige. gelocal. it/ cronaca/ 2010/ 11/ 23/ news/ alto-adige-rusina-dice-addio-alle-caricature-mi-dedico-all-arte ) [3] Egon Rusina nel suo ritiro (http:// www. lusenberg. com/ rusina/ cuecnes/ cuecenes. html) [4] Strie di condensa presentazione powerpoint (http:// lusenberg. com/ rusina/ alitalianet. pps) [5] Samsara Niflheim presentazione powerpoint (http:// lusenberg. com/ rusina/ niflheim. pps) [6] Il sonno assoluto (concetto) (traduzione in italiano di Cristina Matha) (http:// lusenberg. com/ rusina/ articoli/ il_sonno_assoluto_rusina. pdf) [7] Samsara-Niflheim esposizione del concetto. (http:// lusenberg. com/ rusina/ Samsara_Niflheim_ita. pdf) [8] Il vuoto giallo esposizione del concetto (http:// lusenberg. com/ rusina/ il_vuoto_giallo. pdf) [9] Egon Rusina nel Museo Ladino Castel de Tor in Val Badia (http:// www. museumladin. it/ news/ news_i. asp?art=164215& HLM=1) [10] Film: Egon Rusina - Die Ahnung vom unendlich leeren Raum (http:// www. mountainfilm. com/ en/ 2010/ film/ 870/ ) [11] / www. lusenberg. com/ rusina/ [12] / www. lusenberg. com/ rusina/ performances/ performances. html [13] / issuu. com/ franzmagazine/ docs/ shooting6 Franz Moroder Franz Moroder (Ortisei, 4 settembre 1847 Ortisei, 13 maggio 1920) è stato un politico austriaco. Franz Moroder Lenèrt fu un commerciante, ricercatore e scrittore di storia locale, promotore della lingua ladina, primo sindaco di Ortisei in Val Gardena dopo la elevazione di Ortisei a Comune (Marktgemeinde). Vita Figlio di Jan Matie Moroder ( ) commerciante ad Ancona e a Ortisei e di Marianna Perathoner Lenert, Franz Moroder frequentò le scuole a Ortisei, Bressanone e Trento, poi lavorò come commesso a Trento e Bolzano; in seguito completò la sua formazione di commerciante lavorando nelle sedi estere di commercianti della Val Gardena, a San Pietroburgo, Londra e Parigi. Ebbe così la possibilità di imparare bene l'inglese ed il francese, lingue nelle quali era molto versatile. Tradusse infatti poesie dall'inglese in ladino e scrisse una edizione in lingua francese del suo libro La Val Gardena. Di tale libro rimane solo il manoscritto, non essendo stato pubblicato. Nel 1875 sposo la cugina Marianna Moroder, sorella del pittore Josef Moroder-Lusenberg. Ebbe 14 figli, il secondo era lo scultore Rudolf Moroder-Lenert. Una figlia Adele Moroder, sposata con lo scultore Ludwig Moroder, un lontano parente, scrisse e narrò molti testi di racconti e favole in lingua ladina. Franz Moroder scrisse anche molte poesie in ladino, e fu anche musicista: suonava il violino ed il violoncello, e compose alcuni pezzi musicali che furono pubblicati a Lipsia.

27 Franz Moroder 25 Carriera Attività di commerciante Nel 1869 Franz Moroder fondò con il fratello Alois la ditta Fratelli Moroder per il commercio di giocattoli di legno e di arredi sacri. La ditta espanse la sua attività nella produzione e vendita di arredi sacri all'estero a Offenburg nel Baden-Württemberg e dava lavoro fino a 40 intagliatori e scultori nel legno. La ditta ottenne molti premi a Londra (Esposizione Mondiale), a Parigi (Esposizione Mondiale), Eger, Bolzano, Vienna, San Pietroburgo e Firenze con dieci premi di cui tre medaglie d'oro. Il laboratorio della ditta Fratelli Moroder a Ortisei Carriera politica nella Casa Lenert. A sinistra Franz Moroder e a destra in suo genero Ludwig Moroder. All'età di 25 anni nel 1872 Moroder fu eletto nel consiglio comunale di Ortisei. Dal 1886 era membro corrispondente della Camera di Commercio di Bolzano e fu onorato nel 1898 con una medaglia d'oro per meriti acquisiti da questa Camera di Commercio. Nel 1985 fu cofondatore della Sezione Val Gardena del Club Alpino Austro-Germanico. Come membro corrispondente del Club sostenne lo sviluppo alpinistico e turistico della Val Gardena. Nel 1895/1896 anche per merito suo fu costruito uno dei primi rifugi alpini sul Passo Gardena. Operò per diversi anni come presidente del consorzio gestore del rifugio. Nel 1902 divenne il Preposto comunale e come tale costruì la prima rete di acqua ad alta pressione, ed eseguì lavori di consolidamento del torrente Cuecenes. Fondò la prima cassa di risparmio della vallata e ne fu il primo direttore. Per sua iniziativa Ortisei divenne Comune di Mercato (Marktgemeinde) nel 1907 e per questo impegno gli fu conferita la nomina di primo sindaco e di cittadino onorario. Nel 1909 fu insignito della Croce di merito con corona da parte dell'imperatore d'austria Francesco Giuseppe. In molti scritti e volantini Franz Moroder, assieme ad Archangelus Lardschneider, Josef Runggaldier ed il suo nipote Wilhelm Moroder, fu uno dei principali promotori del mantenimento, l'uso e la scrittura della lingua ladina. Bibliografia La bibliografia e letteratura consultata sono esclusivamente in lingua tedesca ma vengono comunque riportate a scopo di documentazione e consultazione. Warnung. Flugschrift von Franz Moroder an den Ladinerverein Zur Topographie und Nomenclatur der Geisslerspitzen-Gruppe. Aus Mitteilungen der Deutschen und Österreichischen Alpenvereins, Nr Das Grödner Tal. 2. Auflage herausgegeben von der Section Gröden des Deutschen u. Österreichischen Alpenvereins. St. Ulrich in Gröden 1914.

28 Franz Moroder 26 Letteratura e fonti Kirchliche Kunstwerkstätte Gebrüder Moroder Franz Jos. Simmlers Nachf. : Altarbau - Bildhauerei in Holz und Stein; gegründet seit Offenburg in Baden ca Prevalentemente illustrazioni. Edgar Moroder. Die Moroder, Ein altladinisches Geschlecht aus Gröden-Dolomiten. Vom 14. bis zum 20. Jahrhundert. Ursprung - Geschichte - Biographien - Anhang. Beitrag zur tirolischen Familienforschung Ed. In proprio Ortisei Pagg Walter Belardi. Narrativa Gardenese. Franz Moroder. Università la Sapienza Roma - Union di Ladins de Gherdeina Urtijei Pagg Dieter Kattenbusch. Franz Moroder ( ). Ein Ladiner ohne Furcht und Tadel. Aus: Ladinia Sfoi cultural dai Ladins dles Dolomites Nr. 15. Istitut Ladin "Micura de Rü". San Martin de Tor 1991, Pag. 65 [1]. Werner Pescosta. Storia dei ladini delle Dolomiti. Istitut Ladin Micurà de Rü, San Martin de Tor ISBN P Collegamenti Wikimedia Commons contiene file multimediali: / commons. wikimedia. org/ wiki/ Category:Franz Moroder-Lenert Scritti di Franz Moroder [2] Note [1] Ein Ladiner ohne Furcht und Tadel testo originale in tedesco (http:/ / www. lusenberg. com/ franzmoroder/ dokument. html) [2] / www. lusenberg. com/ franzmoroder/ geisslerspitzen. html Giorgio Moroder Giorgio Moroder (Hansjörg Moroder) Giorgio Moroder in sala di registrazione Nazionalità Genere Periodo di attività Strumento Etichetta Italia (crea redirect al codice) Disco Italo disco Musica elettronica 1966 in attività Sintetizzatore Miura, First Album pubblicati 8 Studio 8

29 Giorgio Moroder 27 Sito web moroder.net [1] Oscar alla migliore colonna sonora 1979 Oscar alla migliore canzone 1984 Oscar alla migliore canzone 1987 Giovanni Giorgio Moroder (nato Hansjörg Moroder; Ortisei, 26 aprile 1940) è un produttore discografico e compositore italiano. Cenni biografici Nato in Val Gardena, la sua madrelingua è il ladino. [2] Totalmente autodidatta, Giorgio Moroder, con il suo lavoro innovativo con i sintetizzatori durante gli anni settanta, ebbe una particolare influenza sulla disco music e la musica elettronica in generale. Inizia l'attività come cantante di musica leggera nel 1968, incidendo vari 45 giri con i nomi d'arte Giorgio e George dapprima per la Miura e poi per la First; partecipa inoltre al Cantagiro 1970 con Luky Luky. Nel 1977 ha un primo notevole successo per la collaborazione con le Munich Machine per il brano Get on the Funk Train, ballatissimo nelle discoteche di quegli anni. Moroder ha prodotto anche diversi successi di disco elettronica per The Three Degrees (come la famosa The Runner), per gli Sparks (l'album No. 1 in Heaven e in particolare Beat the Clock, un brano che ebbe grande successo nel 1979). suo primo Oscar. L'etichetta di un 45 giri di Moroder Diversi sono anche i successi ottenuti come cantante: From Here to Eternity del 1977, firmata semplicemente come "Giorgio", e The Chase, dell'anno seguente, tratto dalla colonna sonora del film Fuga di mezzanotte che gli valse il Nel 1979 vince il premio Oscar alla migliore colonna sonora per il film Fuga di mezzanotte; nello stesso anno produce Last Dance cantata nel film Thank God, It's Friday da Donna Summer: il brano si aggiudica l'oscar per la migliore canzone. Negli anni ottanta lavora alle musiche di film come American Gigolò, Flashdance (secondo premio Oscar personale), Scarface, Top Gun (terzo premio Oscar). La colonna sonora di Scarface è tornata alla ribalta dopo essere stata usata nel videogioco Grand Theft Auto III e Scarface: The World is Yours, contenente l'intera colonna sonora del film. Altre sue composizioni, quelle del 1977 e 1978, sono state riprese anche nel videogioco Grand Theft Auto: Liberty City Stories. Nel 1984 lavora al restauro e alla riedizione del famoso film muto Metropolis. La sua versione del film introduceva una nuova e moderna colonna sonora rock, oltre ad essere stata riformattata a 24 immagini al secondo e ad integrare le didascalie nel film stesso come sottotitoli. Questa versione del film è della durata di soli 87 minuti. La "versione Moroder" di Metropolis innescò un acceso dibattito tra cinefili e fan, con critiche aperte e apprezzamenti che si divisero equamente in due. Moroder ha inoltre composto la musica per le Olimpiadi di Los Angeles nel 1984 e per i Giochi di Seul nel 1988, oltre alla canzone To Be Number One per il campionato mondiale di calcio di Italia '90 (in italiano Un'estate italiana, interpretata da Edoardo Bennato e Gianna Nannini che ne scrissero il testo italiano). Ha composto anche la canzone

30 Giorgio Moroder 28 "Forever Friends" per le Olimpiadi di Pechino nel 2008 [3]. Fra il 1989 e il 1990 scrive le canzoni Strike Like Lightning e Shadows, interpretate dai Mr. Big, per il film Navy Seals - Pagati per morire. Giorgio Moroder ha lavorato con [4] : Madleen Kane (Don't Wanna Lose You) Eurythmics Donna Summer (Love to Love You Baby, I Feel Love) Mr. Big (Strike Like Lightnings, Shadows) Roberta Kelly (Zodiac, Trouble Maker) Chaka Khan Elton John Roger Daltrey France Gall Irene Cara Janet Jackson Miami Sound Machine Barbra Streisand Sammy Hagar David Bowie Sparks (Beat the Clock e l'album No. 1 in Heaven) Graham Nash Sigue Sigue Sputnik Kenny Loggins Cheap Trick Sabrina Salerno Bonnie Tyler Limahl Japan Cher Falco Freddie Mercury Gianna Nannini Phil Oakey Edoardo Bennato Olivia Newton-John Adriano Celentano Blondie Attualmente vive a Los Angeles (Beverly Hills), con la moglie Francisca, di origine messicana, e il loro figlio Alex, nato nel Nel 2005 Moroder è stato nominato Commendatore dal Presidente italiano Carlo Azeglio Ciampi [5]. Il 5 settembre 2010 gli è stato conferito il Grande Ordine al Merito della Provincia autonoma di Bolzano. Discografia parziale Album Knights in White Satin From Here to Eternity Battlestar Galactica Midnight Express E=MC Cat People Solitary Men To Be Number One Forever Dancing Moroder and Moroder Art Show

31 Giorgio Moroder giri Yummy, yummy/make me your baby (Miura, PON NP 40078; come George) Monja/Raggi di sole (Miura, PON NP 40085; come George) Mony mony/tempo d'amore (Miura, PON NP 40087; come George) Luky Luky/Senza te, senza me (First, FR 5006; come George) Non ci sto/tu sei mio padre (Dischi Ricordi - Serie Internazionale, SIR ; come Giorgio) Filmografia 1978: Fuga di mezzanotte di Alan Parker con Brad Davis e Randy Quaid Grazie a Dio è venerdì con Donna Summer 1980: A donne con gli amici di Adrian Lyne con Laura Dern e Jodie Foster American Gigolo di Paul Schrader con Richard Gere e Lauren Hutton 1982: Il bacio della pantera di Paul Schrader con Nastassja Kinski e Malcolm McDowell 1983: Flashdance di Adrian Lyne con Jennifer Beals e Michael Nouri Scarface di Brian De Palma con Al Pacino e Michelle Pfeiffer 1984: La storia infinita di Wolfgang Petersen con Barret Oliver e Noah Hathaway Metropolis di Fritz Lang (versione colorata, rimontata e messa in musica da Moroder) Electric dreams di Steve Barron con Larry Von Dohlen e Virginia Madsen. 1986: Top Gun (la canzone Take My Breath Away) 1987: Over the top con Sylvester Stallone. 1990: La storia infinita 2 Riconoscimenti Oltre 150 dischi d'oro Oscar alla migliore colonna sonora nel 1979 per il film Fuga di mezzanotte Midnight Express Oscar per la migliore canzone nel 1984 per "Flashdance...What a Feeling" dal film Flashdance Premio Bambi 1984 Oscar per la migliore canzone nel 1987 per "Take My Breath Away" dal film Top Gun Premio Bambi 1988 Grammy Award nel 1998 per "Carry On" con Donna Summer World Soundtrack Lifetime Achievement Award nel 2011

32 Giorgio Moroder 30 Onorificenze Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana 2 giugno Grande Ordine al Merito della Provincia autonoma di Bolzano 5 settembre Curiosità Giorgio Moroder, in un'intervista dell'estate 2010, affermò di avere sempre posseduto vetture Mercedes. Nella fattispecie, Moroder specificò che nel 1980, quando uscì il film American Gigolò, possedeva una Mercedes 450 SL uguale a quella del protagonista del film [6]. Voci correlate Disco music Italo disco Collegamenti esterni Sito ufficiale [1] Giorgio Moroder Discography (inglese) [7] Approfondimento su Giorgio Moroder su Rockit [8] Sito con informazioni su Giorgio Moroder [9] Scheda su Giorgio Moroder [10] dell'internet Movie Database Note [1] / www. moroder. net/ [2] Un testimonial doc: Giorgio Moroder (http:// www. amiscdlaladinia. info/ index. php?option=com_content& task=view& id=1044& Itemid=64) URL consultato il [3] CRI online (http:// italian. cri. cn/ 301/ 2008/ 09/ 17/ 126s htm), Canzoni per le Olimpiadi di Pechino [4] Pagina (http:// www. giorgiomoroder. com/ disco/ m_disco. html) sulle collaborazioni di Giorgio Moroder, dal suo sito ufficiale [5] Scheda (http:// www. moroder. net/ comendatore/ commendatore. html) sulla nomina di Moroder a commendatore [6] Intervista a Giorgio Moroder su American Gigolò (http:// 032c. com/ 2011/ the-new-angeles)/ [7] / www. giorgio-moroder-disco. com/ [8] / www. rockit. it/ articolo/ 695/ retroterra-giorgio-moroder [9] / www. demetz. net/ Moroder-Summer/ [10] / www. imdb. it/ name/ nm /

33 Karin Moroder 31 Karin Moroder Karin Moroder Karin Moroder in gara a Oberhof durante il Tour de Ski 2010 Dati biografici Nome Karin Moroder Nazionalità Italia Altezza Peso 163 cm 59 kg Sci di fondo Dati agonistici Squadra G.S. Forestale Ritirata 2010 Palmarès Olimpiadi Campionati italiani Per maggiori dettagli vedi qui Karin Moroder (Bolzano, 30 novembre 1974) è un'ex fondista italiana. Biografia Originaria di Santa Cristina Valgardena [1], esordì in campo internazionale ai Mondiali juniores del 1994, senza conseguire risultati di rilievo. In Coppa del Mondo debuttò il 20 dicembre 1994 nella 5 km a tecnica libera di Sappada (45ª) e ottenne il primo podio il 7 dicembre 1997 nella staffetta di Santa Caterina di Valfurva (3ª). In carriera pertecipò a tre edizioni dei Giochi olimpici invernali, Nagano 1998 (30ª nella 15 km, non conclude la 30 km, 3ª nella staffetta), Salt Lake City 2002 (26ª nella sprint) e Vancouver 2010 (39ª nella sprint), e a cinque dei Campionati mondiali (24ª nella sprint di Lahti 2001 il miglior risultato). Si ritirò dalle compitezioni al termine dei Giochi di Vancouver.

34 Karin Moroder 32 Palmarès Olimpiadi 1 medaglia: 1 bronzo (staffetta a Nagano 1998) Coppa del Mondo Miglior piazzamento in classifica generale: 28ª nel podi (1 individuale, 5 a squadre [2] ): 2 secondi posti (a squadre) 4 terzi posti (1 individuale, 3 a squadre) Campionati italiani 7 medaglie [1] : 2 ori (10 km TC, sprint TC a Primiero/Slingia 2006) 3 argenti (sprint TL a Cogne 2008; 30 km TC a Madonna di Campiglio/Slingia 2009; inseguimento a Val Ridanna 2010) 2 bronzi (inseguimento a Cogne 2008; sprint TL a Madonna di Campiglio/Slingia 2009) Note [1] Scheda FISI (http:/ / www. fisi. org/ node/ 31973). URL consultato il 19 ottobre [2] Fino al 2000 dati parziali per le prove a squadre. Collegamenti esterni (DE, EN, FR) Scheda FIS (http:// www. fis-ski. com/ uk/ 604/ 613. html?sector=cc& listid=& competitorid=41580& type=result) (EN) Scheda FISI (http:// www. fisi. org/ node/ 31973). URL consultato il 19 ottobre (EN) Scheda Sports-reference (http:// www. sports-reference. com/ olympics/ athletes/ mo/ karin-moroder-1. html). URL consultato il 19 ottobre Sito personale (http:// www. karinmoroder. com/ first. html). URL consultato il 19 ottobre 2011.

35 Johann Baptist Moroder 33 Johann Baptist Moroder Johann Baptist Moroder (Ortisei, 20 febbraio 1870 Ortisei, 24 maggio 1932) è stato uno scultore austriaco. Le sue sculture, principalmente d arte sacra, sono caratterizzate da grandi dimensioni e si trovano in diverse località dell'alto Adige. Vita Nacque come primo figlio del pittore Josef Moroder-Lusenberg e dalla prima moglie Annamaria Sanoner-Mauritz sul maso "Jumbierch" ad Ortisei. A 14 anni iniziò la sua formazione di scultore nel legno nel laboratorio del padre a Jumbierch. Dal 1886 al 1888 lavorò nel laboratorio di Franz Tavella ad Ortisei insieme al cugino, Rudolf Moroder-Lenert, e a Ludwig Moroder. Nel 1887 usufruì d ulteriori insegnamenti del Prof. Franz Haider direttore della Scuola d Arte di Ortisei. Nel 1895 sposò Katharina Bernardi de Ianesc da cui ebbe 11 figli. Negli anni tra il 1910 e il 1918 insegnò disegno e modello nella Scuola d Arte di Ortisei. Monumento al padre, il pittore Josef Moroder-Lusenberg, nel giardino della Villa Sonnenburg ad Ortisei. Opere 1896 Monumento al padre Josef Moroder Lusenberg in porfido. Inizio della progettazione della propria casa e laboratorio Villa Venezia in stile veneziano (v. immagini). La costruzione fu eseguita negli anni Angelo sulla tomba della famiglia Insam-Prinot nel cimitero di Ortisei

36 Johann Baptist Moroder 34 Dettaglio dal monumento scultorio sulla tomba Insam-Prinoth 1900 angelo sulla tomba Insam-Prinoth nel cimitero di Ortisei (v. immagine) Pietà di marmo sulla tomba della famiglia Purger nello stesso cimitero (v. Immagine) creazione ed installazione di una gigantesca statua raffigurante un legionario romano davanti a Villa Venezia (v. illustrazione) 1908 creazione dell altare della chiesa della Trinità ad Offenburg nel Baden Wuerttemberg con bassorilievo di figure di grandezza di Marmo Savonnièr Incarico da parte del Feldmaresciallo Conrad von Hötzendorf comandante il fronte Sud di quattro grandi sculture fra cui la S. Barbara patrona dei ferrovieri in occasione della costruzione del Treno della Val Gardena, gli apostoli Pietro e Paolo e l aquila tirolese in cemento. La Villa Venezia ad Ortisei in Val Gardena. La trinità sul coro della chiesa parrocchiale di Ortisei. Il Museo della Val Gardena espone attualmente due sculture del J.B. Moroder raffiguranti Oswald von Wolkenstein a cavallo, che serviva per raccogliere fondi nella prima guerra mondiale e la S. Barbara un tempo collocata vicino al tunnel ferroviario di Ortisei. Dettaglio dalla Villa Venezia con rappresentazione dei giullari Oswald von Wolkenstein a sinistra e Walther von der Vogelweide a destra (due dei suoi figli si chiamavano Osvald e Walter). Al centro il busto gravemente lesionato in porfido di Albrecht Dürer.

37 Johann Baptist Moroder 35 Bibliografia Edgar Moroder. Der Künstler Johann Baptist Moroder-Lusenberg und die Villa Venezia in St. Ulrich in Gröden. Edizione Typak, Ortisei ISBN ( Libro in tedesco riccamente illustrato di opere del Moroder) Altri progetti Wikimedia Commons contiene file multimediali: commons.wikimedia.org/wiki/category:johann Baptist Moroder Legionario romano a Villa Venezia in Ortisei Putto all Hotel Madonna a Ortisei Pietà di marmo nel cimitero di Ortisei

38 Josef Moroder-Lusenberg 36 Josef Moroder-Lusenberg Josef Moroder (Ortisei, 28 maggio 1846 Ortisei, 16 febbraio 1939) è stato un pittore e scultore austriaco. Chiamato Lusenberger, fu il capostipite della famiglia di artisti Moroder; può essere considerato il più importante pittore ladino. Josef Moroder con la moglie Annamaria Sanoner in viaggio di nozze nel 1869 a Monaco di Baviera Vita Era nato nel maso Scurcià, il quarto di otto figli di Vincenzo Moroder e Anna Maria Schmalzl. Suo padre morì quando aveva 8 anni. Presto dovette occuparsi dal maso Jumbierch che ereditò dallo zio, ricco commerciante di Ancona. Ancora giovanissimo incominciò la scultura nel legno, ma dovette occuparsi anche del maso, delle coltivazioni e del bestiame. Nel 1875, colpito da un quadro del Defregger esposto a Vienna, decise di diventare pittore e si trasferì a Monaco di Baviera all età di trent anni per imparare la pittura. Era già sposato la seconda volta, essendo la prima moglie, Annamaria Sanoner morta dopo il parto del quarto figlio. La seconda moglie Felizitas Unterplatzer, dalla quale ebbe altri 11 figli, lo sostenne molto nella sua educazione artistica, dovendo lei poi mantenere i numerosi figli con il maso e la sua attività di commerciante d antichità. Nell Accademia di Monaco negli anni 1876 fino 1880 i suoi maestri furono Joseph Knabl, Ludwig von Löfftz e Feodor Dietz. Dal 1880 al 1884 fu discepolo di Franz von Defregger. A Monaco di Baviera fu San Michele Arcangelo, pala d'altare nella chiesa di S. Antonio ad Ortisei

39 Josef Moroder-Lusenberg 37 confrontato con le tendenze artistiche dell epoca, rappresentate dai pittori di genere e seguaci dello storicismo quali Franz von Defregger, con l Idealismo e il Realismo di Wilhelm Leibl due anni più vecchio di lui. Il Moroder fu influenzato molto dal suo maestro Franz Defregger, con il quale legò una salda amicizia fatta di lunghe escursioni, viaggi nel Trentino ed incarichi avuti dallo stesso Defregger di copiare i suoi quadri storici. Allievi della sua bottega furono i suoi figli, di cui è noto soprattutto Johann Baptist Moroder, e lo scultore Ludwig Moroder, che sposò la sua nipote Adele. Insegnò per alcuni anni, alla fine dell ottocento, nella Scuola d Arte di Ortisei elevandone notevolmente il livello. Nel romanzo biografico del 1930 di Maria Veronika Rubatscher, una scrittrice nazional-popolare tirolese, è raccontata dettagliatamente la vita dell artista ed è descritto accuratamente l ambiente di vita della Val Gardena di allora. Tale romanzo fu tradotto anche in lingua ladina. Opere Il Moroder era un attento osservatore della natura, dell ambiente contadino del maso Scurcià e Jumbierch in cui visse e operò. Descrisse, oltre che nelle pregevoli tele di genere, anche in innumerevoli acquarelli e schizzi eseguiti con matita le persone, la vita paesane ed i suoi numerosi figli e nipoti nella vita quotidiana. Con una tecnica raffinata d acquarello creò una serie di ritratti di molte persone caratteristiche per la loro originalità, ritratti molto realistici di vecchi, mendicanti, venditori ambulanti, viandanti, con grande armonia del colore dei volti con gli sfondi. I paesaggi gardenesi, nelle varie stagioni, gli interni di case contadine, masi di montagna sono curati nel minimo dettaglio e rappresentano preziosi documenti storici della vita di allora. La Beata Vergine Maria, nella chiesa parrocchiale di Ortisei Le sue opere scultoree, la Vergine Maria con bambino e la Mater Dolorosa del 1893 sono esposte nella chiesa parrocchiale di Ortisei. A Laghel di Arco nel Trentino si possono vedere le 14 stazioni della via Crucis scolpite dal Moroder nel Ivi nel santuario "Madonna di Laghel", costruito nel 1700 in stile barocco e che sorge in cima alla ripida Via Crucis fu collocato nel sepolcro il 19 marzo del 1896 il "Gesù morto", opera di Moroder [1] Mostre La pala dell'altare maggiore con i Re Magi nella chiesa parrocchiale di Ortisei Nel 1965 vi fu una mostra di 36 quadri del Moroder a Bolzano. Nel 1973 ad Innsbruck ospitó un importante mostra storica dell'artista seguita da una mostra di acquarelli a Bolzano nel Nel 1986 e nel 1996 per il 140 e 150 anniversario della nascita di Josef Moroder il Museo della Val Gardena organizzò alre due mostre. Il Museo della Val Gardena[2] espone ad Ortisei, il luogo natale di Josef Moroder Lusenberg, una collezione permanente di oltre trenta dipinti, acquarelli e disegni del pittore. Nel Museo Civico di Bolzano sono invece esposte

40 Josef Moroder-Lusenberg 38 sculture dell artista di persone in costume tirolese di grandezza naturale. Due mostre con 120 opere a Ortisei e 100 opere a Bolzano nel 2009 misero a disposizione del pubblico opere dell'artista provenienti da collezioni private [3]. Critica Giovanni Testori, nel Corriere della Sera in una serie sul Genio degli ignoti, dedica un ritratto a Josef Moroder-Lusenberg, in occasione della mostra dei suoi acquarelli Bolzano nel Testori descrive in un lungo articolo il Lusenberg come personalità tanto più commovente e grande, quanto più in vita era stata pudica, riservata, tetragona... totalmente indifferente a ogni gesto che spostasse la mira della sua arte: che fu nulla più, ma neanche nulla meno, dell amatissima e strettissima realtà della valle, del paese suo Ortisei. Testori nell esame dell opera di Josef Moroder si rende conto che, avendo egli frequentato l Accademia, invece di un sorprendente naif, come tanti altri, per vero ancora da scoprire, erano e sarebbero usciti lungo il crinale dell Alpi. Ne venne...fuori una sorta d Holbein, Interno di un maso con musicisti, olio su tela di Lusenberg inscenata nel suo maso antico di Furnes (Ortisei) inperterritamente dolce e severo: un Holbein delle cascine, delle rocce, dei masi, dei monti, della loro gente e della di loro solitaria grandezza. Nel ritratto ad acquerello di Moroder del Pitti da Merc, allegato all'articolo, il Testori vede: Sulla linea delle più famose, dolenti effigi anarchiche, del secolo scorso, quella linea che trova uno dei pilastri nel Jean Journet di Coubert e, tuttavia, dieci anni, dicesi dieci, prima di quelle, che Van Gogh avrebbe eseguito a Etten (effigi di fronte alle quali questa di Moroder mostra di non cedere d un solo millimetro), il Pitti da Merc, nelle sue esigue misure di foglio da carnet, è destinato a collocarsi e restare lì, stupendamente grande, proprio perché completamente umile (e umiliato), a intrigare i metodi cari alle storiografie artistiche in uso Il Testori conclude: Insomma questo stralunato apotre gardenese... ci avvisa che, quando tutto sembra già chiarito e rivelato, tutto, nell arte, va coraggiosamente riaperto. E di ciò sia lodato, con Dio, anche il nostro dimenticatissimo (ma d ora in avanti osiamo credere, non più) Josef Moroder Lusenberg; e la serie che, prima o poi, anche le grandi Capitali dovranno decidersi a mettere in mostra, dei suoi inarrivabili acquarelli. [4] Sybille-Karin Moser, analizzando il quadretto L ultimo bacio ad Annamaria 29. Juni 1874, commenta così: Non si percepisce nulla di quella che potrebbe essere stata la influenza di Defregger, la composizione ricorda il primo Manet... o anche il primo Munch... ma è certo che con questo quadretto il Moroder dimostra di essere un moderno [5] Note [1] Santuario di Laghel (Arco) (http:/ / www. arco. org/ Cultura/ cultura2-4. asp) [2] Museo della Val Gardena (http:/ / www. museumgherdeina. it/ ) [3] Mostre di Ortisei e Bolzano 2009 (http:/ / www. museumgherdeina. it/ 164d420. html) [4] Giovanni Testori. Dipinti di Josef Moroder Lusenberg ( ) in una Galleria di Bolzano Lo sconosciuto di Ortisei. Corriere della Sera, Mercoledì 8 marzo [5] Sybille-Karin Moser. Tiroler Bilder und Ihre Darstellung. Malerei von 1830 bis Pag. 519.Da: Kunst in Tirol. Editori: Paul Naredi-Rainer, Lukas Madersbacher. Verlagsanstalt Tyrolia Innsbruck und Verlagsanstalt Athesia Bozen ISBN ISBN (In lingua tedesca con numerose illustrazioni).

41 Josef Moroder-Lusenberg 39 Bibliografia Maria Veronika Rubatscher: Der Lusenberger. Der Roman eines Künstlerlebens. Monaco di Baviera: Casa editrice Josef Kösel & Friedrich Pustet, 1930 (ISBN ) (in lingua tedesca e ladina) Die Moroder, Ein altladinisches Geschlecht aus Gröden-Dolomiten. Vom 14. bis zum 20. Jahrhundert. Ursprung - Geschichte - Biographien - Anhang. Beitrag zur tirolischen Familienforschung Edizione in proprio Ortisei Pagg Gasteiger Josef, Markus Vallazza. Jos. Moroder Lusenberg, Aquarelli. Galleria Goethe Bolzano Museo della Val Gardena. Josef Moroder Lusenberg Catalogo della mostra con testi di Gert Ammann, Edgar Moroder, Ingrid Moroder-Runggaldier e Robert Moroder. Foto: Robert Moroder. (lad./ted./ital.) Josef Moroder Lusenberg. Cassa di Risparmio della Provincia di Bolzano. Stampa Typak Ortisei Eva Gadner, Gert Amman, Peter Weiermair: Josef Moroder Lusenberg, Bera Sepl da Jumbierch, Editori: Istitut Ladin Micura da Ru, Museum Gherdeina, Südtiroler Kulturinstitut ISBN Altri progetti Wikimedia Commons contiene file multimediali: / commons. wikimedia. org/ wiki/ category:josef Moroder-Lusenberg Collegamenti esterni Josef Moroder nella WP ladina (incubator) (http:// incubator. wikimedia. org/ wiki/ Wp/ lld/ Josef_Moroder_Jumbiërch) Immagini ed altri testi su Josef Moroder-Lusenberg (http:// lusenberg. com/ lusenberger/ lusenberg. html) Piccola raccolta di schizzi (http:// fetalmedicine. tripod. com/ tlancon/ ) Articolo di Giovanni Testori sul Corriere della Sera (http:// fetalmedicine. tripod. com/ Lusenberg/ bilder/ Testori-Corriere-merc-8-mar. jpg)

42 Ludwig Moroder 40 Ludwig Moroder Ludwig Moroder "Lenert" (Ortisei, 7 novembre 1879 Ortisei, 10 agosto 1953) è stato uno scultore e insegnante italiano. È ricordato alternativamente come Ludwig Moroder-Lenert, Ludwig Moroder dl Meune o Lodovico Moroder. Vita Nacque a Ortisei, oggi importante centro turistico della Val Gardena, da una famiglia molto nota in paese, in quanto i suoi membri, di padre in figlio, ricoprivano sin dal Seicento la carica di sagrestani della locale parrocchia. Suo padre, come peraltro la maggior parte dei gardenesi, intagliava il legno ed era specializzato nella creazione di crocifissi. Morì quando Ludwig era ancora giovanissimo. Lo scultore Ludwig Moroder a 20 anni Ludwig imparò a scolpire dal prof. Franz Haider, da Josef Moroder-Lusenberg e da Franz Tavella. Lavorò nel laboratorio dei Fratelli Moroder nella casa Lenert ad Ortisei e come direttore tecnico nell atelier dei Fratelli Moroder ad Offenburg nel Baden-Württemberg in Germania. Negli anni allestì molti altari costruiti dalla ditta Fratelli Moroder, con statue in stile neogotico, nel Baden-Württemberg. Secondo la testimonianza della figlia, egli partecipò all esecuzione del gruppo scultorio della Santa Elisabetta d'ungheria di Rudolf Moroder, ora esposto nella chiesa parrocchiale di Ortisei, scolpendo il mendicante. Per tale scultura la ditta Fratelli Moroder fu premiata con una medaglia d oro all Esposizione Mondiale di Parigi del Nel 1911 sposò Adele Moroder una lontana parente e figlia di Franz Moroder il titolare della ditta Fratelli Moroder e s installò definitivamente nel laboratorio di casa Lenert dopoché ben quattro fratelli della moglie Adele erano caduti nella prima guerra mondiale o deceduti per malattia. Dal matrimonio con Adele nacquero cinque figli: Alessandro nel 1913, Maria nel 1914, Carlo nel 1917, Pauli nel 1919 e Alex nel Due dei suoi figli, Carlo e Pauli, divennero scultori nel legno. Il monumento in bronzo del 1921 a J.B. Purger costruttore della prima strada della Val Gardena

43 Ludwig Moroder 41. San Francesco d'assisi nella chiesa di San Antonio a Ortisei, 1914 San Antonio di Padova nella chiesa parrocchiale di Ortisei, ca 1935

44 Ludwig Moroder 42 Crocifisso sulla tomba della famiglia Moroder-Lenert a Ortisei, 1920 ca. Ludwig Moroder ottenne ancora nel 1918 l incarico da parte del Governo di Vienna all insegnamento di disegno, modellare e scultura nella Scuola d Arte ad Ortisei dove insegnò per 27 anni. Sotto l influenza del direttore della Scuola negli anni Guido Balsamo Stella, Ludwig Moroder subì un notevole cambiamento del suo stile che divenne più contemporaneo. Le sue sculture divennero più morbide nei lineamenti e spesso d aspetto neorinascimentale rispetto allo stile neogotica neogotico, probabilmente ereditato da Franz Tavella suo maestro alla fine dell ottocento. Anche i numerosi viaggi nelle città d'arte italiane contribuirono alla svolta del suo stile. Nel 1920 Ludwig Moroder fu cofondatore del Circolo degli Artisti di Ortisei. Il 24 aprile 1935 fu conferito all'artista il titolo di "Cavaliere dell'ordine della Corona d'italia" da parte del re d'italia Vittorio Emanuele III di Savoia. Nel 1943 una statua lignea dell artista rappresentante San Francesco di Sales fu donata dai giornalisti del giornale L Avvenire d Italia al papa Pio XII (L'Avvenire d'italia 21. Marzo 1943) Statua di San Paolo di Tarso nella chiesa parrocchiale di Ortisei, 1907 Una statua lignea di donna con messe di frumento e fascio, alta ca 50 cm, donata al Principe Umberto di Savoia durante una visita in Val Gardena nel 1936, fu venduta nel 2005 all asta di Christie's della collezione della principessa Maria Beatrice di Savoia. Dopo l occupazione dell Alto Adige da parte delle truppe naziste nel 1943 fu sospeso dal suo incarico di insegnante d arte avendo egli nel 1939 in occasione delle opzioni deciso di rimanere in Italia. Fu reinserito nell insegnamento nel Nel 1949 si pensionò per motivi d età.

45 Ludwig Moroder 43. Madonna all esterno della casa Lenert ad Ortisei. S. Cuore di Gesù nella chiesa parrocchiale di Ortisei, 1914

46 Ludwig Moroder 44 Opere Opere importanti sono esposte nella chiesa parrocchiale di Ortisei: Sant Ulrico, la statua del Cuore di Gesù, il San Paolo, la crocifissione sul tabernacolo dell altare principale, Sant'Antonio di Padova. Nella vicina cappella dei caduti, progettata dal prof. Adolf Keim, si può osservare uno dei capolavori del Moroder: la Pietà. Ad Ortisei si possono inoltre ammirare il monumento a J.B Purger, il costruttore della Strada della Val Gardena, (v. foto), nel cimitero un crocifisso in stile tardogotico (v. foto), nella chiesa di S. Antonio San Francesco scolpito nel 1914 e nel Museo della Val Gardena la scultura dell eremita. A Sambughè, comune di Preganziol (TV), nel presbiterio della chiesa parrocchiale S. Martino il Sacro Cuore di Gesù in cirmolo.[1] Bibliografia Le bellezze naturali delle nuove province italiane. Ortisei di Val Gardena, Pro Famiglia, Milano , p L Italia alla Esposizione Internazionale di Arti decorative, industriali e moderne, Parigi Statua lignea di San Ulrico, patrono della chiesa parrocchiale di Ortisei,1932 La mostra dei lavori di Gardena, Pro Famiglia, Milano , p Guido Ruberti, Gli scultori in legno di Val Gardena, L Arte per tutti, Ed. Istituto Nazionale d Arti Grafiche, Bergamo Gino Salvaneschi, Montanari Scultori di Val Gardena, La Gazzetta del Popolo , p. 3. Luigi Gennari, Questione economica più che artistica. Una visita ad Ortisei, Il Legno, , pp Madonne di giovani. Un riuscitissimo concorso a Ortisei. Nuove tendenze ed affermazioni. Le opere premiate, La Provincia di Bolzano, , p. 8. Lory Mangano, Presepi italiani, La donna fascista, 1937, p. 3. I campionati nazionali di mestiere alla Reale Scuola d Arte di Ortisei, La Provincia di Bolzano, Vincenzo Costantini, Artigiani di Gardena. Athesia Augusta, Anno I, N 5, luglio 1939, pp Riccardo Toccaceli, Lodovico Moroder. Un vero maestro, L Adige, Tabernacolo dell altare maggiore della parrocchiale di Ortisei, 1943 Artisti della Val Gardena, Mostra Commemorativa del Prof. Lodovico Moroder, Alto Adige, Carlo Galasso, Ludwig Moroder , Museum de Gherdëina, Ortisei Carlo Galasso, A vent anni dalla scomparsa del maestro. Domenica si rievoca Lodovico Moroder, Alto Adige, Rudolf Moroder-Rudolfine, Arte e artigianato in Val Gardena, In: L Museum de Gherdëina. Ed. Museum de Gherdëina, Ortisei 1985, p

47 Ludwig Moroder anni Istituto d Arte di Ortisei , Ortisei 1990, pp U. Modulo e al., Parrocchia di San Martino Sambughè. Storia e Arte, Associazione culturale Aurora, Unigraf Sambughè di Preganziol Edgar Moroder: 50 ani do la mort dl gran scultëur prof. Ludwig Moroder dl Mëune ( ). Calënder de Gherdëina. Union di Ladins de Gherdëina St. Ulrich. Jahrgang 2003 S (LLD). Ludwig Moroder Scultëur y Maester, Bildhauer und Fachlehrer, Scultore e insegnante d'arte, Editore Museum de Gherdëina. Ortisei 2003, 84 pagine. Alfonso Panzetta, Nuovo Dizionario degli scultori italiani dell'ottocento e del primo novecento. Da Antonio Canova ad Arturo Martini, Ed. Adarte, Torino ISBN Ed Parish Sanders, Paul. Sterling 2009, pp 30-31,218. ISBN [2] Note [1] Sacro Cuore nella Chiesa di Sambughè (http:/ / digilander. libero. it/ sambughe/ storia e arte. htm#_il_presbiterio) [2],Ed Parish Sanders Paul. Sterling 2009 (http:/ / books. google. it/ books?id=dyxnwvc2sdgc& pg=pa30& lpg=pa218& ) Altri progetti Wikimedia Commons contiene file multimediali: / commons. wikimedia. org/ wiki/ Category:Ludwig Moroder Collegamenti esterni Opere e note biografiche di Ludwig Moroder (http:/ / lusenberg. com/ ludvig/ ludvig. html)

WILHELM SENONER E UNO DI NOI

WILHELM SENONER E UNO DI NOI WILHELM SENONER E UNO DI NOI Dopo l installazione presso il Padiglione Italia di Torino in occasione della 54 Biennale d Arte di Venezia, una nuova metafora della condizione umana rappresentata dal lavoro

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

BREVE INTRODUZIONE ALLA STORIA E ALLA CULTURA TIROLESI. Grazie a Everton Altmayer e al Circolo Trentino di São Paulo

BREVE INTRODUZIONE ALLA STORIA E ALLA CULTURA TIROLESI. Grazie a Everton Altmayer e al Circolo Trentino di São Paulo BREVE INTRODUZIONE ALLA STORIA E ALLA CULTURA TIROLESI Grazie a Everton Altmayer e al Circolo Trentino di São Paulo Traduzione e integrazioni : Daiana Boller Stemma del Tirolo storico (Tirol-Südtirol-Trentino)

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni Area sciistica Merano 2000 Malga di Verano Dal parcheggio nr. 5 di Avelengo si procede verso il municipio per poi prendere il sentiero 2/a che porta

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE

I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE 13 15 febbraio 2015 www.bolzano-bozen.it Anche quest anno, dal 13 al 15 febbraio, Bolzano festeggia San Valentino con gli appuntamenti de I Luoghi dell Amore, un viaggio

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

INFORMAZIONI e REGISTRAZIONE al TrailTrophy Plan de Corones 2015

INFORMAZIONI e REGISTRAZIONE al TrailTrophy Plan de Corones 2015 INFORMAZIONI e REGISTRAZIONE al TrailTrophy Plan de Corones 2015 PROGRAMMA/INFORMAZIONI La prima del TrailTrophy a Plan de Corones: alla fine di luglio la comunità del TrailTrophy si ritrova una seconda

Dettagli

Parrocchia Di Tavole. Piazza SS. Annunziata 18100 Tavole/Prelá

Parrocchia Di Tavole. Piazza SS. Annunziata 18100 Tavole/Prelá Piazza SS. Annunziata 18100 Tavole/Prelá Per ulteriori informazioni: Don Sandro Marsano, Piazza San Tommaso 18020, Dolcedo (IM); Irene Revello, Piazza SS. Annunziata 5, 18100 Tavole/Prelá, Tel: 0039 0183

Dettagli

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015 Ospitalità STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 BENVENUTI A SAN SIRO Il nuovo modo di vivere la partita Amala e colora un emozione di nero e d azzurro. Inter Corporate 2014-15 è l esclusivo programma di Corporate

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso tabella A 1/A Aerotecnica e costruzioni aeronautiche 2/A Anatomia, fisiopatologia oculare e laboratorio di misure oftalmiche 3/A Arte del

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

L impatto della musica nei locali pubblici. L utilizzo della musica è sempre più un aspetto fondamentale per le attività commerciali

L impatto della musica nei locali pubblici. L utilizzo della musica è sempre più un aspetto fondamentale per le attività commerciali L impatto della musica nei locali pubblici L utilizzo della musica è sempre più un aspetto fondamentale per le attività commerciali Le cinque verità 1. Le persone attribuiscono alla musica un enorme importanza.

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI Repertorio generale n. 1638 Settore Servizi sociali, culturali e tempo libero Servizi Culturali, Educativi e Tempo Libero DETERMINAZIONE

Dettagli

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE SCIARE AL CORNO ALLE SCALE IL CORNO ALLE SCALE SPORT INVERNALI PER TUTTI E A TUTTI I LIVELLI, CALDA OSPITALITÀ E PIACEVOLI MOMENTI DI SVAGO E DI RELAX: È CIÒ CHE OFFRE IL CORNO ALLE SCALE, LA STAZIONE

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala.

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala. Fo oto Erio Piccaglian ni Teatro alla S Scala L opera italiana nel panorama mondiale Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014 ASK: CHI, PERCHE, COSA Siamo

Dettagli

L uso dell articolo con i nomi propri italiani regole generali Verwendung des Artikels bei italienischen Eigennamen - generelle Regeln

L uso dell articolo con i nomi propri italiani regole generali Verwendung des Artikels bei italienischen Eigennamen - generelle Regeln L uso dell articolo con i nomi propri italiani regole generali Verwendung des Artikels bei italienischen Eigennamen - generelle Regeln 1. Nomi di persona/battesimo (Personennamen) e cognomi (Familiennamen)

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche c. 1 Illustrissimi signori Per la maggior facilità e chiarezza della stima dei mobili del patrimonio dell illustrissimo signor marchese bali Vincenzio Riccardi, incaricatami con il decreto delle signorie

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli

Monti di Carate. Monte di Carate e Giseno visti dal lago

Monti di Carate. Monte di Carate e Giseno visti dal lago Monti di Carate Monte di Carate e Giseno visti dal lago Monte di Carate (Freccia gialla) visto da Brunate (*) Monte di Carate visto dalla strada del Bisbino E' formato da una cinquantina di baite immerse

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Stagione invernale 2014/2015 1. Le presenti Condizioni Generali di Vendita regolano le condizioni contrattuali relative all acquisto ed all utilizzo degli skipass e delle

Dettagli

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Progetto Nazionale di Educazione al Patrimonio 2011-2012 Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Presentazione Sul presupposto che si conserva

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010

Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010 Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010 La capacità di godere richiede cultura, e la cultura equivale poi sempre alla capacità di godere. Thomas Mann 1 Oggetto Il progetto consiste nella creazione

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.)

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) (A cura di Barbara Limonta e Giulia Scacco) INDICE Introduzione pag. 3 Efficacia della registrazione

Dettagli

Poco tempo dopo la sua costituzione, promossa dalle Generali nel 1890, l Anonima

Poco tempo dopo la sua costituzione, promossa dalle Generali nel 1890, l Anonima Boccasile e altri 110 L ANONImA GrANDINE NEGLI ANNI trenta Nella pagina a fronte, dall alto in senso orario: manifesto con disegno di Ballerio (1935); calendario murale e manifesto con illustrazione di

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 PIANO DI IO CI SARÒ LIA LEVI LETTURA dai 9 anni Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE Lia Levi è oggi una delle più affermate

Dettagli

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS : VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS Un Viaggio indimenticabile attraverso la Storia Venice-Simplon Orient-Express è il treno più famoso del mondo, con una storia ultracentenaria che nasce nel 1864 e prosegue

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

I VIAGGIATORI DI IN VIAGGIO SULLE OROBIE 2015

I VIAGGIATORI DI IN VIAGGIO SULLE OROBIE 2015 I VIAGGIATORI DI IN VIAGGIO SULLE OROBIE 2015 GIULIO BEGGIO - Guida alpina Classe 1958, guida alpina erbese, imprenditore nel settore dell attrezzatura da montagna, Giulio Beggio è un profondo conoscitore

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Le problematiche del turismo: uno sguardo interdisciplinare. Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo

Le problematiche del turismo: uno sguardo interdisciplinare. Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo Secondo l Organizzazione Mondiale per il Turismo, le Alpi accolgono ogni anno il 12% circa del turismo mondiale. Parallelamente le Alpi rappresentano anche uno

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

1^A - Esercitazione recupero n 4

1^A - Esercitazione recupero n 4 1^A - Esercitazione recupero n 4 1 In un cartone animato, un gatto scocca una freccia per colpire un topo, mentre questi cerca di raggiungere la sua tana che si trova a 5,0 m di distanza Il topo corre

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA CORRETTA REGISTRAZIONE AL SITO PER POTER ACCEDERE ALL'AREA PRIVATA E PER L INSERIMENTO DELLE ISCRIZIONI.

ISTRUZIONI PER LA CORRETTA REGISTRAZIONE AL SITO PER POTER ACCEDERE ALL'AREA PRIVATA E PER L INSERIMENTO DELLE ISCRIZIONI. ISTRUZIONI PER LA CORRETTA REGISTRAZIONE AL SITO PER POTER ACCEDERE ALL'AREA PRIVATA E PER L INSERIMENTO DELLE ISCRIZIONI. REGISTRAZIONE: Cliccare su Registrati La procedura di registrazione prevede tre

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

El lugar de las fresas

El lugar de las fresas El lugar de las fresas Il luogo delle fragole Un anziana contadina italiana dedita al lavoro, un immigrato marrocchino appena arrivato in Italia, una giovane cineasta spagnola; Da un incontro casuale al

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica Il carnevale degli animali di Camille Saint Saёns Grande fantasia zoologica Per due pianoforti e piccola orchestra Obiettivi del nostro lavoro Imparare a riconoscere il timbro di alcuni strumenti musicali.

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

Ottanta anni fa: la prima immagine televisiva in Italia

Ottanta anni fa: la prima immagine televisiva in Italia Ottanta anni fa: la prima immagine televisiva in Italia Marzio Barbero e Natasha Shpuza 1. 80 anni fa E il 28 febbraio 1929 quando due ingegneri, Alessandro Banfi Nota 1 e Sergio Bertolotti Nota 2, riescono

Dettagli

DOLOMITI SUPERSKI BACKSTAGE uno sguardo dietro le quinte

DOLOMITI SUPERSKI BACKSTAGE uno sguardo dietro le quinte DOLOMITI SUPERSKI BACKSTAGE uno sguardo dietro le quinte La vacanza invernale ideale deve essere proprio così: neve perfetta sulle piste, cielo azzurro, un paesaggio spettacolare e un comprensorio sciistico

Dettagli