è assurdo che oggi, non vi sia un defibrillatore in ogni casa ma è ancora più assurdo sarebbe averlo e non salvare nessuno perché o non ha funzionato

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "è assurdo che oggi, non vi sia un defibrillatore in ogni casa ma è ancora più assurdo sarebbe averlo e non salvare nessuno perché o non ha funzionato"

Transcript

1 è assurdo che oggi, non vi sia un defibrillatore in ogni casa ma è ancora più assurdo sarebbe averlo e non salvare nessuno perché o non ha funzionato oppure perché lo si è usato troppo tardi

2 Cos è Arresto Cardiaco Quanto incide in vite umane Ci si può salvare Quanto e cosa possono fare le stru7ure sanitarie Cosa può fare il ci7adino per difendersi Come organizzarsi

3 La fibrillazione ventricolare è l aritmia che, nel 90% dei casi, ferma il cuore. Il cuore non si muove più (non si contrae) perché viene afvato troppo rapidamente(400/500 volte al minuto).... Bastano pochi secondi di questa aritmia e la persona colpita perde conoscenza. Una volta che inizia questo evento bisogna intervenire al più presto, in quanto, ogni minuto, si perde il 10% di possibilità di salvare questa vita. Il problema è che un ambulanza aqrezzata, in una ciqà media, ha un tempo di intervento medio non inferiore a 10 minur, troppi per riprendere quesr pazienr. Esiste oggi una novità tecnica e, cioè, un defibrillatore che è in grado di fare la diagnosi automarcamente e di dialogare con la persona che lo urlizza per guidarla nell impiego. DoQ. Alessandro Capucci Primario Cardiologo Ospedale Civile di Piacenza Ideatore e Responsabile del ProgeQo Vita primo caso in Europa di dislocazione sul territorio dei defibrillatori

4 Malattia delle valvole cardiache Droghe Commotio Cordis (Traumi) Wolf-Parkinson White Sindrome Miocardite Virale Arresto cardiaco da Fibrillazione ventricolare Sindrome della Morte Improvvisa infantile Cardiomiopatia Ipertrofica Cardiomiopatia dilatativa Channelopathy Malattia coronarica (infarto)

5 Ogni anno in Italia si verificano decessi, circa casi riguardano l arresto cardiaco improvviso, uno ogni 1000 persone, uno ogni 8 minuti. Frova L, Bruzzone S, Marchetti S, Pace M. Cause di morte, anno Annuario ISTAT, 2004.

6 forse non tutti sanno che quel 15% ( persone/anno) di decessi legato all arresto cardiaco potrebbe ridursi drasticamente tramite una unica azione concreta che permetterebbe di salvare una vita: l utilizzo di uno strumento salvavita in breve Tempo Defibrillatore e il Tempo La causa di questa elevata mortalità per arresto cardiaco è data dal fatto che la maggior parte delle vittime vive troppo lontana dai sistemi di soccorso che possono garantire un'assistenza adeguata, in particolare una defibrillazione precoce.

7 La soluzione è semplice, bisogna far passare a7raverso il corpo del paziente una scarica ele7rica efficace tramite un disposi>vo: il defibrillatore. I defibrillatori sono sta> sempre usa> dai medici, ma recentemente sono evolu> per cui leggono autonomamente il cuore del paziente e decidono di intervenire ed erogare la scarica ele7rica quando è necessaria. Per usarli è obbligatorio fare un breve corso di alcune ore, il corso insegna tu7e le manovre di rianimazione in caso di arresto cardiaco. Bastano pochi minu> per imparare ad usare il defibrillatore.

8 Salvati da Arresto Cardiaco ~1 %* Chicago City *Ann Emerg Med 1991;20:355 N Engl J Med 2002;347:1242

9 Salvati da Arresto Cardiaco ~1 %* 55% Chicago City Chicago Airports *Ann Emerg Med 1991;20:355 N Engl J Med 2002;347:1242

10

11 Fornire la migliore Tecnologia La più conveniente Soluzione Finanziaria I migliori strumenti per accellerare l intervento La migliore assistenza per cui chi ha un defibrillatore chi acquista un defibrillatore deve ricordare di averlo solo durante l emergenza Al resto e per tutta la vita ci pensa il Progetto Elisir Il suo cuore quando sono arriva0 i soccorsi aveva già ceduto..

12

13 Defibrillatore Bifasico GENERAL ELECTRIC RESONDER AED (affidabilità assoluta, la tranquillità della garanzia) + Le postazioni di defibrillazione: il Totem o Wall AED Cabinet; Gli accessori necessari; Corsi di formazione BLSD; Assistenza medica on-line; Software per la gestione a distanza; Consulenza fiscale e legale on-line; Consulenza per l installazione e la gestione; I servizi finanziari: finanziamento, noleggio, leasing; 7 anni di garanzia sul dispositivo; Assistenza tecnica continua

14 Il progetto Elisir è nato dalla collaborazione esclusiva tra General Electric e Technostar e mira a sensibilizzare l opinione pubblica su un problema di grande attualità: l emergenza nella morte improvvisa. Stimata per le sue performance e lo spirito creativo che la contraddistingue, GE rappresenta da sempre un simbolo di progresso, operando in oltre 100 paesi nel mondo, nei quali impiega circa persone. GE Healthcare fornisce tecnologie e servizi medicali rivoluzionari, che contribuiscono a creare una nuova era della medicina. Technostar è una azienda che cura l introduzione di soluzioni e innovazioni tecnologiche in campo sanitario, garantendo qualità per proteggere e salvaguardare la propria vita al verificarsi di un evento di tale portata.

15 Guidelines 2005 for Cardiopulmonary Resuscitation and Emergency Cardiovascular Care. Circulation 2005 L intervento con il defibrillatore per ripristinare il corretto ritmo cardiaco del paziente e salvargli la vita, deve avvenire entro 5 minuti dalla perdita di coscienza, dal momento che ogni minuto che passa riduce le possibilità di sopravvivenza del 10%.

16 Se consideriamo che la media nazionale di intervento da parte delle ambulanze o automediche è di circa 12 minuti, è naturale pensare ad una soluzione immediata e sicura per poter fronteggiare l eventualità di tale emergenza.

17 Il Comune con più alta penetrazione in Europa di defibrillatori è Piacenza: circa uno ogni cento abitan>. Questo è stato possibile grazie al Proge7o Vita del Professore Alessandro Capucci che, dal 1998, opera per acculturare la popolazione sull u>lità del defibrillatore. Defibrillatori installa> = 100 Diminuzione decessi = 35% Ubicazione defibrillatori: scuole, piazze, ambulanze, carceri, industrie, sedi Comune, polispor>ve, ambulatori, stazioni ferroviarie, uffici postali, caserme, piscine, etc. Il suo obie6vo un defibrillatore per ogni condominio per fare sempre prima Capucci A, Aschieri D, Piepoli MF. Out-of-hospital early defibrillation successfully challenges sudden cardiac arrest: the Piacenza Progetto Vita project. Ital Heart J 2002; 3:

18 Dopo aver effe7uato tu7e le fasi di accertamento e valutazione come spiegate in un corso BLSD: Aprire il coperchio dell AED; Preparazione Liberare il torace del paziente dai ves>> indossa>; Assicurarsi che la pelle sia pulita e asciu7a; Se necessario, asciugare il torace del paziente e rimuovere la peluria in eccesso.

19 Applicazione delle piastre Aprire la confezione ed estrarre le piastre; Rimuovere la pellicola prote[va da una piastra; Posizionare la piastra sulla parte scoperta superiore del torace; Rimuovere la pellicola dalla seconda piastra ed applicarla sulla parte scoperta inferiore del torace.

20 Analisi ed erogazione della scarica L'AED analizza automa>camente l ECG del paziente informando l'operatore della necessità di premere il pulsante ed erogare una scarica, se necessario. L'AED si avvale di un solo pulsante e guida l'operatore a7raverso le fasi di rianimazione, u>lizzando una combinazione di comandi vocali,avvisi acus>ci e indicatori visivi. Una volta erogato lo shock, il defibrillatore enuncerà di effe7uare la rianimazione cardiopolmonare, eseguendo 30 compressioni seguite da 2 ven>lazioni.

21 Dotato della tecnologia leader nel settore e di caratteristiche avanzate di facile utilizzo, il defibrillatore della GE Healthcare Responder AED fornisce le prestazioni di soccorso affidabili richieste da un defibrillatore semiautomatico. Il software di analisi RHYTHMx brevettato e programmabile e la forma d onda dell energia di defibrillazione bifasica STAR garantiscono prestazioni di soccorso sicure, immediate e illimitate.

22 Sono 3 le domande che bisogna porsi quando si sceglie un AED 1. Il defibrillatore funzionerà quando ce ne sarà bisogno? E affidabile? 2. Sarò effettivamente in grado di utilizzarlo quando ci sarà Un emergenza? E facile da utilizzare? 3. Il suo trattamento terapeutico è veramente efficace? E la tecnologia migliore?

23 Responder AED= Affidabilità I defibrillatori devono essere sempre pronti all utilizzo. Questo è garantito soltanto dal numero di test di funzionalità. I problemi possono sussistere sugli elettrodi, sull apparecchio o sullo stato di carica delle batterie. Autotest quotidiani da parte del dispositivo verificano il corretto funzionamento del circuito, degli elettrodi e dello stato di carica della batteria; Indicatori visivi e segnali acustici avvertono immediatamente l operatore in caso di presenza di problemi; Un indicatore luminoso graduato indica lo stato di carica delle batterie.

24 Responder AED= Semplicità Qualsiasi operatore addestrato deve poter utilizzare il defibrillatore in maniera immediata, non c è un minuto da perdere perché si deve salvare una vita! Il tasto che apre lo sportellino coincide con il tasto di accensione; I comandi vocali sono semplici ed immediati; Gli elettrodi sono già precollegati; Gli elettrodi non sono polarizzati, sono cioè utilizzabili indifferentemente nelle due posizioni canoniche; C è un unico tasto per erogare lo shock; Se qualcosa non è al posto giusto c è un avvertimento vocale o visivo.

25 Responder AED= La garanzia della tecnologia Il defibrillatore è uno strumento salvavita, deve essere sicuro, la sua tecnologia deve essere assolutamente testata. General Electric, Leader mondiale anche nello sviluppo di prodotti biomedicali, garantisce una tecnologia innovativa ed affidabile. Tecnologia Bifasica STAR (Self-tracking Active Response): Energia programmabile variabile: da 105 a 360 joules di energia erogata, il livello di energia si adatta all impedenza del paziente. ALGORYTHME Advanced RHYTHMx Technology: Eroga lo shock solo se necessario, l algoritmo controlla continuamente le variazioni del ritmo cardiaco anche dopo la carica del condensatore, se vi è un repentino cambiamento egli può immediatamente fermare lo shock. Eroga uno shock sincronizzato nella modalità DSA, aumentando le probabilità di efficacia dello shock. Algoritmo per il riconoscimento degli artefatti, provenienti da un movimento, informa l utilizzatore e gli chiede una rianalisi.

26 EMERGENZA Arresto cardiaco Dove ho messo il Defibrillatore?

27

28 Come ridurre il tempo di intervento I Totem Elisir sono postazioni indicate per quegli ambienti dove l affluenza di pubblico è particolarmente elevata: medie e grandi aziende, cinema, teatri, musei, etc. Dotato di allarme visivo e sonoro, consente immediata reperibilità e tempestività di utilizzo. Istruzioni grafiche o tramite monitor per un retraining continuo su come utilizzare il defibrillatore. Possibilità di inserimento di un tabellone pubblicitario. Esclusiva Progetto Elisir

29 L addestramento alle manovre di rianimazione cardio-polmonare ed all uso del defibrillatore si acquisisce partecipando a corsi specifici presso centri accreditati. Partecipare ad un corso che operi secondo criteri di qualità e efficienza permette di risparmiare tempo prezioso quando si deve intervenire rapidamente per salvare una vita. I corsi di BLS-D Basic Life Support e Defibrillation generalmente hanno una durata di circa 4/5 ore, solo chi supera i corsi esecutore può accedere ai corsi istruttore.

30 Per imparare ad utilizzare un defibrillatore bastano pochi minuti, è però necessario e fondamentale esercitarsi per ricordarsi tutte le manovre imparate durante un corso BLSD, altrimenti si corre il rischio di non essere pronti in caso di reale emergenza. Tramite il software e-learning BLSD potrete prepararvi al corso di retraining svolto dagli enti accreditati, previsto per legge.

31 Una assistenza medica on-line è messa a disposizione sul sito internet gli esperti rispondono alle domande più frequenti in riferimento alla problematica dell arresto cardiaco, della rianimazione cardiopolmonare e delle situazioni di emergenza in cui sia necessario utilizzare un defibrillatore semiautomatico.

32 Un form sul sito internet permetterà agli utenti registrati di chiedere pareri e i nostri esperti risponderanno ai quesiti inerenti le problematiche legate al defibrillatore e alla sua modalità di utilizzo in caso di soccorso, ai riferimenti legislativi e le opportunità fiscali.

33 Pochi minuti a disposizione Il defibrillatore deve essere pronto per essere utilizzato! L ubicazione del defibrillatore nel luogo di destinazione risulta essere di rilevante importanza per poterne fare un uso corretto ed efficace, se il defibrillatore non è facilmente accessibile, se non è facilmente individuabile, una persona potrebbe morire. Per questo motivo Technostar mette a disposizione una consulenza tecnica per definire il luogo di installazione più idoneo e visibile dove ubicare la postazione con il defibrillatore.

34 I nostri esperti possono consigliavi le forme migliori di finanziamento, noleggio, leasing. Tra le modalità di acquisto delle Soluzioni Technostar vi è la possibilità di usufruire di una modalità di finanziamento particolarmente vantaggiosa praticata dalla General Electric. Il G.E. Financial Services è un finanziamento che consente all utente di poter dilazionare la totalità dell importo fino a un massimo di cinque anni, e di poter detrarre fiscalmente l intero ammontare del prodotto. GE Capital Solution Equipment Financing

35 Responder AED General Electric è un prodotto di elevata tecnologia, la sua garanzia integrale copre un periodo di 7 anni: una lunga garanzia è sinonimo di qualità del prodotto ed affidabilità dell azienda. La garanzia di 7 anni copre un periodo di tempo enorme e in tale periodo l azienda assume su di sé la responsabilità su qualsiasi difetto tecnologico compresa la responsabilità legata a tali difetti. Annualmente è inoltre prevista la manutenzione del dispositivo, affidata a personale qualificato, per il monitoraggio completo del prodotto.

36 Il numero e la affidabilità dei centri di assistenza deve essere un criterio principe.

37 Il defibrillatore non è un elettrodomestico comune, la tecnologia è sofisticata e deve essere sempre tenuta sotto controllo. Se malauguratamente non dovesse funzionare l effetto potrebbe essere la morte di una persona. L acquisto di un defibrillatore deve essere assolutamente seguito da un rapporto continuativo di assistenza. La tipologia di assistenza post vendita con la gestione di funzionalità del defibrillatore nel tempo deve essere assolutamente valutata nel momento dell acquisto come un dato fondamentale. In caso di malfunzionamento, nell arco dei 7 anni di garanzia, sostituzione integrale del defibrillatore entro 24 ore dalla comunicazione del cliente.

38 fax simile modulo on-line

39

40 Per ulteriori informazioni: Technostar S.r.l. Via L. Savioli 30/2, Bologna Tel. 051/ Fax 051/ P.zza V Giornate 4, Milano Tel. 02/ Fax 02/

è assurdo che oggi, non vi sia un defibrillatore in ogni casa ma è ancora più assurdo sarebbe averlo e non salvare nessuno perché o non ha funzionato

è assurdo che oggi, non vi sia un defibrillatore in ogni casa ma è ancora più assurdo sarebbe averlo e non salvare nessuno perché o non ha funzionato è assurdo che oggi, non vi sia un defibrillatore in ogni casa ma è ancora più assurdo sarebbe averlo e non salvare nessuno perché o non ha funzionato oppure perché lo si è usato troppo tardi Cos è Arresto

Dettagli

D A E = DEFIBRILLATORE AUTOMATICO ESTERNO. informazione. formazione BLS-D. defibrillatore. gestione e assistenza DAE

D A E = DEFIBRILLATORE AUTOMATICO ESTERNO. informazione. formazione BLS-D. defibrillatore. gestione e assistenza DAE i l t ui ol tdue of idber iflil ba rt oi lrlea. ti to r e. i t Cometech, azienda giovane, dinamica e creativa con sede a Jesi (AN), è specializzata nella progettazione e sviluppo di programmi di Cardio-Protezione;

Dettagli

B.L.S.D. Basic Life Support Defibrillation Supporto Vitale di Base e Defibrillazione Secondo le linee guida 2007 della Regione Toscana

B.L.S.D. Basic Life Support Defibrillation Supporto Vitale di Base e Defibrillazione Secondo le linee guida 2007 della Regione Toscana B.L.S.D. Basic Life Support Defibrillation Supporto Vitale di Base e Defibrillazione Secondo le linee guida 2007 della Regione Toscana 1 Fase D: Defibrillazione Precoce Se Polso e Segni di Circolo sono

Dettagli

Convenzione FIV - AMI ITALIA Defibrillatori Saver One Series

Convenzione FIV - AMI ITALIA Defibrillatori Saver One Series Convenzione FIV - AMI ITALIA Defibrillatori Saver One Series Convenzione FIV, ai tesserati e alle società sportive affiliate alla FEDERAZIONE ITALIANA VELA, sono riservate particolari condizioni commerciali

Dettagli

BLS-D Basic Life Support Defibrillation

BLS-D Basic Life Support Defibrillation Manovre di rianimazione BLS-D Basic Life Support Defibrillation Catena della sopravvivenza Supporto vitale di base-defibrillazione Manovre di rianimazione BLS-D Basic Life Support Defibrillation La cosa

Dettagli

Progetto Sport Sicuro

Progetto Sport Sicuro Allegato A) Progetto Sport Sicuro Prevenzione dell arresto cardiaco durante l attività sportiva agonistica, non agonistica e ludico-motoria INTRODUZIONE ARRESTO CARDIACO E MORTE IMPROVVISA DURANTE SPORT

Dettagli

CONVENZIONE FIPAV PER ACQUISTO DEFIBRILLATORI SEMIAUTOMATICI ESTERNI

CONVENZIONE FIPAV PER ACQUISTO DEFIBRILLATORI SEMIAUTOMATICI ESTERNI CONVENZIONE FIPAV PER ACQUISTO DEFIBRILLATORI SEMIAUTOMATICI ESTERNI Convenzione FIPAV, ai tesserati e alle società sportive affiliate alla FEDERAZIONE ITALIANA DI PALLAVOLO, sono riservate particolari

Dettagli

PROPOSTA IN ESCLUSIVA A.N.D.I.

PROPOSTA IN ESCLUSIVA A.N.D.I. PROPOSTA IN ESCLUSIVA A.N.D.I. 1 PROTOCOLLO NUMERO N. 0143/2008 Bologna, 12 Maggio 2008 OFFERTA 1 N. 1 Defibrillatore Semi-Automatico - mod. RESPONDER AED (cod. 2019198-110) Dotato della tecnologia leader

Dettagli

Italian Resuscitation Council BLS-D Basic Life Support -Defibrillation Rianimazione Cardiopolmonare e Defibrillazione Precoce Secondo le linee guida ERC/IRC 2005 CORSO BLSD OBIETTIVO E STRUTTURA OBIETTIVO

Dettagli

La defibrillazione precoce

La defibrillazione precoce L American Heart Association ha stimato che più di una persona ogni mille, in particolare tra i 45 e i 65 anni muore di morte improvvisa. La Morte Cardiaca Improvvisa (MCI) è l effetto di un circolo vizioso

Dettagli

CONVENZIONE FIPAV PER ACQUISTO DEFIBRILLATORI SEMIAUTOMATICI ESTERNI

CONVENZIONE FIPAV PER ACQUISTO DEFIBRILLATORI SEMIAUTOMATICI ESTERNI CONVENZIONE FIPAV PER ACQUISTO DEFIBRILLATORI SEMIAUTOMATICI ESTERNI Convenzione FIPAV, ai tesserati e alle società sportive affiliate alla FEDERAZIONE ITALIANA DI PALLAVOLO, sono riservate particolari

Dettagli

BLS-D Basic Life Support Defibrillation:

BLS-D Basic Life Support Defibrillation: BLS-D Basic Life Support Defibrillation: La corsa contro il tempo La morte cardiaca improvvisa Ogni anno colpisce 1 persona su 1000 Le malattie cardiovascolari sono la causa più frequente e nei 2/3 dei

Dettagli

Arresto Cardio Circolatorio = evento letale se non trattato

Arresto Cardio Circolatorio = evento letale se non trattato ARRESTO CARDIACO - MORTE IMPROVVISA CATENA DELLA SOPRAVVIVENZA DEFIBRILLATORE. Ogni anno in Italia circa 50.000 persone muoiono improvvisamente. La Morte improvvisa (intesa come morte non preceduta da

Dettagli

La morte cardiaca improvvisa. Ogni anno colpisce 1 persona su 1000. Le malattie cardiovascolari sono la causa più frequente

La morte cardiaca improvvisa. Ogni anno colpisce 1 persona su 1000. Le malattie cardiovascolari sono la causa più frequente BLS-D Basic Life Support Defibrillation: La corsa contro il tempo La morte cardiaca improvvisa Ogni anno colpisce 1 persona su 1000 Le malattie cardiovascolari sono la causa più frequente La morte cardiaca

Dettagli

NEL CUOREUORE DELLO SPORTPORT FONDAZIONE ANTONIO VALENTINO ONLUS

NEL CUOREUORE DELLO SPORTPORT FONDAZIONE ANTONIO VALENTINO ONLUS NEL CUOREUORE DELLO SPORTPORT FONDAZIONE ANTONIO VALENTINO ONLUS Introduzione La opera dal 2000 nel settore della ricerca scientifica per lo studio delle cardiomiopatie di origine genetica, causa di morte

Dettagli

TORINO 18 GIUGNO 2013 CENTRO INCONTRI REGIONE PIEMONTE CONVEGNO : SICUREZZA SUL LAVORO DEFIBRILLATORE COME,QUANDO E PERCHE

TORINO 18 GIUGNO 2013 CENTRO INCONTRI REGIONE PIEMONTE CONVEGNO : SICUREZZA SUL LAVORO DEFIBRILLATORE COME,QUANDO E PERCHE TORINO 18 GIUGNO 2013 CENTRO INCONTRI REGIONE PIEMONTE CONVEGNO : SICUREZZA SUL LAVORO DEFIBRILLATORE COME,QUANDO E PERCHE Relatore dr roberto carlin In Italia, le malattie cardiovascolari sono la causa

Dettagli

BLS-D Basic Life Support- Defibrillation

BLS-D Basic Life Support- Defibrillation BLS-D Basic Life Support- Defibrillation Rianimazione Cardiopolmonare e Defibrillazione Precoce per Comunità M. & G. for and La morte cardiaca improvvisa Ogni anno colpisce una persona su 1.000 Molte di

Dettagli

GUIDA ALL ACQUISTO DI UN DAE

GUIDA ALL ACQUISTO DI UN DAE GUIDA ALL ACQUISTO DI UN DAE Introduzione Acquistare un DAE (defibrillatore semiautomatico esterno) per uso professionale o personale è una prassi che si sta consolidando grazie alla legge n 120 del 2001

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE n 241 del 05.06.2009 OGGETTO: Adozione progetto formativo aziendale - Corso Basic Life Support and Defibrillation tipo B (BLS-D). IL DIRETTORE GENERALE Su proposta del Responsabile del S.

Dettagli

Regione Toscana. Azienda USL 8 Arezzo. Sede legale e. Centro Direzionale. Via Curtatone, 54. 52100 Arezzo. Telefono 0575 2551

Regione Toscana. Azienda USL 8 Arezzo. Sede legale e. Centro Direzionale. Via Curtatone, 54. 52100 Arezzo. Telefono 0575 2551 Regione Toscana Azienda USL 8 Arezzo Sede legale e Centro Direzionale Via Curtatone, 54 52100 Arezzo Telefono 0575 2551 AREZZO CUORE Obbiettivo del progetto Incrementare la sopravvivenza in caso di arresto

Dettagli

vivo DEFIBRILLATORE SEMIAUTOMATICO rivenditore autorizzato HeartSine Via Renato Hirsch 14 44124 Ferrara (FE) email: defibrillatori@626medica.

vivo DEFIBRILLATORE SEMIAUTOMATICO rivenditore autorizzato HeartSine Via Renato Hirsch 14 44124 Ferrara (FE) email: defibrillatori@626medica. vivo DEFIBRILLATORE SEMIAUTOMATICO rivenditore autorizzato HeartSine Via Renato Hirsch 14 44124 Ferrara (FE) email: defibrillatori@626medica.it Numero Verde 848 580626 HAI SOLO 5 MINUTI! Che cosa succede?

Dettagli

Servizio di Ingegneria Clinica

Servizio di Ingegneria Clinica Servizio Ingegneria Clinica Energy Management Tel. 0874/409.550 (Interno 2550) Fax 0874/409.551 (Interno 2551) e-mail: sic@asrem.org Servizio con sistema di gestione certificato ISO 9001 Riferimenti Normativi:

Dettagli

Il Defibrillatore nello Sport

Il Defibrillatore nello Sport Il Defibrillatore nello Sport Il Primo Soccorso anche per persone non qualificate SEMPLICITÀ - AFFIDABILITÀ - SICUREZZA - RAZIONALITÀ OPERATIVA BioApp sas www.bioapp.it - info@bioapp.it - bioappsas@pec.it

Dettagli

Equipaggiamenti di emergenza.

Equipaggiamenti di emergenza. Informazione sul prodotto Equipaggiamenti di emergenza. Defibrillatori e ossigeno medicale per ogni esigenza. 2 Equipaggiamenti di emergenza Sommario. PanGas Healthcare 4 Powerheart G DAE Powerheart G

Dettagli

Regione Toscana. Azienda USL 8 Arezzo. Sede legale e. Centro Direzionale. Via Curtatone, 54. 52100 Arezzo. Telefono 0575 2551

Regione Toscana. Azienda USL 8 Arezzo. Sede legale e. Centro Direzionale. Via Curtatone, 54. 52100 Arezzo. Telefono 0575 2551 Regione Toscana Azienda USL 8 Arezzo Sede legale e Centro Direzionale Via Curtatone, 54 52100 Arezzo Telefono 0575 2551 AREZZO CUORE Obbiettivo del progetto Incrementare la sopravvivenza in caso di arresto

Dettagli

Emergenza Urgenza Soccorso

Emergenza Urgenza Soccorso Emergenza Urgenza Soccorso I corsi di formazione...poche ore della tua vita possono salvare una vita... Premessa Una serie di anelli può formare una catena, dove la forza della catena è costituita dalla

Dettagli

Che cosa è un Defibrillatore Semiautomatico Esterno (DAE)? Un DAE è una macchina di piccole dimensioni che contiene al suo interno due piastre

Che cosa è un Defibrillatore Semiautomatico Esterno (DAE)? Un DAE è una macchina di piccole dimensioni che contiene al suo interno due piastre Che cosa è un Defibrillatore Semiautomatico Esterno (DAE)? Un DAE è una macchina di piccole dimensioni che contiene al suo interno due piastre adesive in grado di rilevare le alterazioni del'attività elettrica

Dettagli

LINEE GUIDA ILCOR 2010 Guida ai cambiamenti. Croce Rossa Italiana Gruppo Nazionale Formatori BLSD CRI

LINEE GUIDA ILCOR 2010 Guida ai cambiamenti. Croce Rossa Italiana Gruppo Nazionale Formatori BLSD CRI LINEE GUIDA ILCOR 2010 Guida ai cambiamenti Croce Rossa Italiana Gruppo Nazionale Formatori BLSD CRI LINEE GUIDA ILCOR 2010 Contenuto della presentazione I principali cambiamenti nei protocolli di BLS

Dettagli

Defibrillatore Semiautomatico/Manuale FRED easy Relazione Generale Specifiche Tecniche

Defibrillatore Semiautomatico/Manuale FRED easy Relazione Generale Specifiche Tecniche Defibrillatore Semiautomatico/Manuale FRED easy Relazione Generale Specifiche Tecniche FRED easy Relazione Generale Rev.A13 Pagina 1 di 10 Defibrillatore Bifasico FRED easy FRED EASY è un defibrillatore

Dettagli

Defibrillazione Precoce

Defibrillazione Precoce Capitolo 3 Defibrillazione Precoce RegioneLombardia 2006 Obiettivi Sapere - Saper Fare - Saper Essere utilizzando il DAE Struttura del Corso Regionale ILCOR 2000-2005 (ERC ed AHA) 5 ore verifica manovre

Dettagli

Italian Resuscitation Council BLS. Basic Life Support BLS IRC 2005. Rianimazione Cardiopolmonare Precoce. Secondo linee guida ERC/IRC 2005

Italian Resuscitation Council BLS. Basic Life Support BLS IRC 2005. Rianimazione Cardiopolmonare Precoce. Secondo linee guida ERC/IRC 2005 Italian Resuscitation Council BLS Basic Life Support Rianimazione Cardiopolmonare Precoce Secondo linee guida ERC/IRC 2005 Corso BLS OBIETTIVO E STRUTTURA OBIETTIVO DEL CORSO È ACQUISIRE Conoscenze teoriche

Dettagli

R Series. La sicurezza è garantita. dal sistema Code-Ready

R Series. La sicurezza è garantita. dal sistema Code-Ready R Series La sicurezza è garantita dal sistema Code-Ready Il primo ed unico defibrillatore Code-Ready Il momento peggiore per scoprire che un defibrillatore non è pronto è quando serve. Agire rapidamente

Dettagli

ASSOCIAZIONE INSIEME PER IL CUORE O.N.L.U.S. OSPEDALE SAN GIACOMO ASL RMA ARRESTO CARDIACO E RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE

ASSOCIAZIONE INSIEME PER IL CUORE O.N.L.U.S. OSPEDALE SAN GIACOMO ASL RMA ARRESTO CARDIACO E RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE ASSOCIAZIONE INSIEME PER IL CUORE O.N.L.U.S. OSPEDALE SAN GIACOMO ASL RMA ARRESTO CARDIACO E RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE 1 U.O.C. Cardiologia UTIC Ospedale San Giacomo ASL RMA Ospedale San Giacomo ASL

Dettagli

Corso BLSD per Laici. Basic Life Support Defibrillation Supporto Vitale di Base e Defibrillazione

Corso BLSD per Laici. Basic Life Support Defibrillation Supporto Vitale di Base e Defibrillazione Corso BLSD per Laici Dott. Claudio Pagliara European Resuscitation Council Corso BLSD per Laici Basic Life Support Defibrillation Supporto Vitale di Base e Defibrillazione ARRESTO CARDIORESPIRATORIO Negli

Dettagli

Basic Life Support and early Defibrillation. Supporto vitale di base e defibrillazione precoce B.L.S.-D.

Basic Life Support and early Defibrillation. Supporto vitale di base e defibrillazione precoce B.L.S.-D. Basic Life Support and early Defibrillation Supporto vitale di base e defibrillazione precoce Prof. M. Scafuro B.L.S.-D. E l insieme delle procedure salvavita necessarie per soccorrere un soggetto che

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Novara. La defibrillazione precoce

Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Novara. La defibrillazione precoce La defibrillazione precoce L'American Heart Association ha stimato che più di una persona ogni mille, in particolare tra i 45 e i 65 anni muore di morte improvvisa. La Morte Cardiaca Improvvisa (MCI) è

Dettagli

PROGETTO BLSD PER I LAICI (Decreto legge 158 13 settembre 2012)

PROGETTO BLSD PER I LAICI (Decreto legge 158 13 settembre 2012) PROGETTO BLSD PER I LAICI (Decreto legge 158 13 settembre 2012) BASIC LIFE SUPPORT AND DEFIBRILLATION (rianimazione cardiopolmonare di base e defibrillazione) PREMESSA L arresto cardiaco improvviso è la

Dettagli

Associazione per la diffusione della cultura al soccorso e aiuto sociale. Progetto cuore

Associazione per la diffusione della cultura al soccorso e aiuto sociale. Progetto cuore Associazione per la diffusione della cultura al soccorso e aiuto sociale Progetto cuore Prefazione Il Progetto è nato dalla collaborazione tra CRI e AVIS Sez. Bardolino per sensibilizzare la cittadinanza

Dettagli

LINEE GUIDA AHA (I.L.C.O.R.2010)

LINEE GUIDA AHA (I.L.C.O.R.2010) LINEE GUIDA AHA (I.L.C.O.R.2010) OSTRUZIONE DELLE VIE AEREE VALUTAZIONE DELLA SEVERITA Ostruzione severa (tosse inefficace) Ostruzione moderata (tosse efficace) incosciente cosciente incoraggia a tossire

Dettagli

MODALITÀ D IMPIEGO DEL DEFIBRILLATORE

MODALITÀ D IMPIEGO DEL DEFIBRILLATORE MODALITÀ D IMPIEGO DEL DEFIBRILLATORE Come già illustrato, l impiego del defibrillatore semiautomatico esterno è riservato ai pazienti in arresto cardiocircolatorio. Il soccorritore che utilizza l apparecchiatura

Dettagli

Basic Life Support Defibrillazione Automatica Esterna nell adulto (BLS DAE) Linee guida AHA 2005

Basic Life Support Defibrillazione Automatica Esterna nell adulto (BLS DAE) Linee guida AHA 2005 Basic Life Support Defibrillazione Automatica Esterna nell adulto (BLS DAE) Linee guida AHA 2005 Catena della sopravvivenza AHA 2005 Traduzione da: Circulation: part IV - 13 December, 2005. Daniel Pasquali

Dettagli

REGIONE CALABRIA. Definizione e dati statistici della Morte Cardiaca nella Regione Calabria.

REGIONE CALABRIA. Definizione e dati statistici della Morte Cardiaca nella Regione Calabria. Programma della Regione Calabria per la diffusione e l utilizzo dei defibrillatori semiautomatici esterni (DAE) secondo il decreto interministeriale 18 marzo 2011 Definizione e dati statistici della Morte

Dettagli

R E G I O N E P U G L I A

R E G I O N E P U G L I A Obj100 R E G I O N E P U G L I A Area Politiche per la promozione della salute delle persone e delle pari opportunità Servizio Programmazione Assistenza Territoriale e Prevenzione PROGETTO DEEP IMPACT

Dettagli

Basic Life Support and Defibrillation

Basic Life Support and Defibrillation Basic Life Support and Defibrillation MANUALE ESECUTORE OPERATORI SANITARI Revisione 2006 Secondo linee guida Irc Erc Ilcor A cura di: Staff Docenti Centro di Formazione 118 Piacenza Soccorso Segreteria

Dettagli

La professionalità a portata di mano

La professionalità a portata di mano La professionalità a portata di mano La professionalità a portata di mano Ogni anno in Europa circa 700.000 persone sono colpite da arresto cardiaco improvviso (SCA). L'arresto cardiaco può affliggere

Dettagli

IL DEFIBRILLATORE NEGLI IMPIANTI SPORTIVI? IL PERCHE DI UNA SCELTA OBBLIGATA

IL DEFIBRILLATORE NEGLI IMPIANTI SPORTIVI? IL PERCHE DI UNA SCELTA OBBLIGATA IL DEFIBRILLATORE NEGLI IMPIANTI SPORTIVI? IL PERCHE DI UNA SCELTA OBBLIGATA Furio Zucco Responsabile Sevizio Sanitario Stadio S. Siro Milano Convegno: In campo con il Cuore 17 maggio 2014 Milano UN PROBLEMA

Dettagli

Anita Antonich Corso di Defibrillazione Precoce Versione 2.0 del 18 aprile 2000

Anita Antonich Corso di Defibrillazione Precoce Versione 2.0 del 18 aprile 2000 Anita Antonich Corso di Defibrillazione Precoce Versione 2.0 del 18 aprile 2000 Contenuti del Corso : Defibrillazione Cardiaca Precoce con Defibrillatore Semiautomatico - La catena della sopravvivenza

Dettagli

Per chi arriva prima. Defi brillatore Philips HeartStart FRx

Per chi arriva prima. Defi brillatore Philips HeartStart FRx Per chi arriva prima Defi brillatore Philips HeartStart FRx Chiunque, in qualsiasi Attualmente la percentuale di sopravvivenza all'arresto cardiaco improvviso è inferiore al 7% Le probabilità di successo

Dettagli

Premessa. e con. UOS Formazione Via Portuense 332, 00149 Roma Tel 06.55115456/457/467/468 - Fax 06.55115456 E-mail: accreditamento.blsd@ares118.

Premessa. e con. UOS Formazione Via Portuense 332, 00149 Roma Tel 06.55115456/457/467/468 - Fax 06.55115456 E-mail: accreditamento.blsd@ares118. UOS Formazione Via Portuense 332, 00149 Roma Tel 06.55115456/457/467/468 - Fax 06.55115456 E-mail: accreditamento.blsd@ares118.it REQUISITI PER GLI ENTI FORMATORI EROGATORI DI CORSI BLSD RIVOLTI A SOGGETTI

Dettagli

HeartSine. Manuale per l utente SAM 300. samaritan PAD HeartSine

HeartSine. Manuale per l utente SAM 300. samaritan PAD HeartSine HeartSine Manuale per l utente SAM 300 samaritan PAD HeartSine Contents Introduzione Configurazione samaritan PAD SAM modello 300 Linee guida CPR 2005 Il samaritan PAD Caratteristiche samaritan PAD SAM

Dettagli

CORSO Basic Life Support con l aggiunta della procedura di defibrillazione (B.L.S. - D.)

CORSO Basic Life Support con l aggiunta della procedura di defibrillazione (B.L.S. - D.) Progetto formativo: CORSO Basic Life Support con l aggiunta della procedura di defibrillazione (B.L.S. - D.) in conformità alla Legge 03 aprile 2001, n. 120 e s.m. HSA ITALIA Handicapped Scuba Association

Dettagli

Per persone comuni in una situazione straordinaria. Defibrillatore Philips HeartStart OnSite

Per persone comuni in una situazione straordinaria. Defibrillatore Philips HeartStart OnSite Per persone comuni in una situazione straordinaria Defibrillatore Philips HeartStart OnSite Aggiornato per le linee guida 2010 Chiunque, in qualsiasi momento, Attualmente la percentuale di sopravvivenza

Dettagli

www.defibrillatoriaed-2100.com

www.defibrillatoriaed-2100.com Solo Tre Step per Salvare una Vita CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE ALLA CAPILLARE DIFFUSIONE DEI DEFIBRILLATORI DAE PER IL PIÙ AMPIO ACCESSO PUBBLICO ALLA DEFIBRILLAZIONE PRECOCE. www.defibrillatoriaed-2100.com

Dettagli

CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 27 FEBBRAIO 2003

CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 27 FEBBRAIO 2003 CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 27 FEBBRAIO 2003 Repertorio Atti n. 1626 del 27 febbraio 2003 Oggetto:Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano

Dettagli

Modello di Accreditamento della Regione Emilia Romagna. Procedura di attivazione del Team Medico d Eemergenza INDICE

Modello di Accreditamento della Regione Emilia Romagna. Procedura di attivazione del Team Medico d Eemergenza INDICE Sez. 8 Pag. 1 di 6 INDICE MODIFICHE... 2 OGGETTO... 2 SCOPO... 2 CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 DEFINIZIONI... 3 CONTENUTO... 3 RESPONSABILITÀ OPERATIVE... 3 CRITERI DI ATTIVAZIONE

Dettagli

Per persone comuni in situazioni straordinarie

Per persone comuni in situazioni straordinarie Per persone comuni in situazioni straordinarie Defibrillatore Philips HeartStart OnSite Scheda prodotto Aggiornato per le linee guida 2005 L arresto cardiaco chiunque, in qualsiasi Attualmente, negli Stati

Dettagli

BLSD e Aspetti giuridici della professione infermieristica

BLSD e Aspetti giuridici della professione infermieristica 2 CONVENTION DELLE UTIC DEL PIEMONTE E VALLE D AOSTA BLSD e Aspetti giuridici della professione infermieristica Laura Pozzo Laura Pozzo ASL TO2 osp. Maria Vittoria Torino La formazione in emergenza di

Dettagli

Per chi arriva prima. Defibrillatore Philips HeartStart FRx Scheda prodotto

Per chi arriva prima. Defibrillatore Philips HeartStart FRx Scheda prodotto Per chi arriva prima Scheda prodotto Aggiornato per le linee guida del 2005 L'arresto cardiaco chiunque, in qualsiasi Attualmente, negli Stati Uniti la percentuale di sopravvivenza all'arresto cardiaco

Dettagli

Public Access Defibrillation P.A.D.

Public Access Defibrillation P.A.D. DEFIBRILLAZIONE PRECOCE: UNA REALTA! Public Access Defibrillation P.A.D. Pagina 1 di 11 Aeroporto di Chicago: un passeggero in attesa di imbarcarsi improvvisamente perde coscienza e si accascia a terra.

Dettagli

CORSO di BLS D : Organizzazione: Presidente Csain Padova - Matteo Giardini

CORSO di BLS D : Organizzazione: Presidente Csain Padova - Matteo Giardini CORSO di BLS D : Rianimazione cardio polmonare e uso del defibrillatore semi automatico / con rilascio di certificazione numerata del 118 e Regione Veneto. Organizzazione: Presidente Csain Padova - Matteo

Dettagli

CORSO ISTRUTTORI BLS-D AHA

CORSO ISTRUTTORI BLS-D AHA DIP.TO DI URGENZA EMEGENZA - U.O.C. DI PRONTO SOCCORSO CORSO ISTRUTTORI BLS-D AHA 1^ ed. 26-27-28 FEBBRAIO 2015 2^ ed. 08-09-10 MAGGIO 2015 Premessa: La lotta alla morte improvvisa cardiaca (MIC) richiede,

Dettagli

Linee guida regionali per l accreditamento dei soggetti erogatori dei corsi. BASIC LIFE SUPPORT DEFIBRILLATION (BLSD) a personale non sanitario

Linee guida regionali per l accreditamento dei soggetti erogatori dei corsi. BASIC LIFE SUPPORT DEFIBRILLATION (BLSD) a personale non sanitario ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1014 DEL 30 MAGGIO 2014 PREMESSA Linee guida regionali per l accreditamento dei soggetti erogatori dei corsi BASIC LIFE SUPPORT DEFIBRILLATION (BLSD) a personale non sanitario

Dettagli

LIFE LINE AED plus. relazione tecnica. Pag. 1 di 10

LIFE LINE AED plus. relazione tecnica. Pag. 1 di 10 DEFIBRILLATORE SEMIAUTOMATICO ESTERNO LIFE LINE AED plus relazione tecnica prodotto da: distribuito da: Mortara Rangoni EUROPE Vista anteriore con protezione gommata esterna maniglia di trasporto e due

Dettagli

LIFEPAK CR. Plus DEFIBRILLATORE LIFEPAK EXPRESS DEFIBRILLATORE ISTRUZIONI PER L USO

LIFEPAK CR. Plus DEFIBRILLATORE LIFEPAK EXPRESS DEFIBRILLATORE ISTRUZIONI PER L USO + LIFEPAK CR Plus DEFIBRILLATORE LIFEPAK EXPRESS DEFIBRILLATORE ISTRUZIONI PER L USO LIFEPAK CR Plus DEFIBRILLATORE LIFEPAK EXPRESS DEFIBRILLATORE ISTRUZIONI PER L USO Responsabilità delle informazioni

Dettagli

Rianimazione Cardio-Polmonare di Base e Defibrillazione precoce per la cittadinanza

Rianimazione Cardio-Polmonare di Base e Defibrillazione precoce per la cittadinanza BLSD BASIC LIFE SUPPORT DEFIBRILLATION Rianimazione Cardio-Polmonare di Base e Defibrillazione precoce per la cittadinanza Secondo le linee guida European Resuscitation Council (ERC) del 18 ottobre 2010

Dettagli

LAUREA MEDICINA E CHIRURGIA Sede Università degli Studi di Perugia Voto 110/110 Data 25/10/1983

<Emilia Filicetti> LAUREA MEDICINA E CHIRURGIA Sede Università degli Studi di Perugia Voto 110/110 Data 25/10/1983 INFORMAZIONI PERSONALI Nome FILICETTI EMILIA CF FLC MLE 57B55I896I Indirizzo Via Roma 191/D, 87058 Spezzano Sila- Cosenza Telefono 0984 435940 340 6884568 e-mail emiliafilicetti@tiscali.it Nazionalità

Dettagli

MANUALE D USO. HeartOn A10 Defibrillatore Automatico Esterno. HeartOn A10 Manuale d uso Revised Date: 1111 N di revisione: A7131-2

MANUALE D USO. HeartOn A10 Defibrillatore Automatico Esterno. HeartOn A10 Manuale d uso Revised Date: 1111 N di revisione: A7131-2 MANUALE D USO HeartOn A10 Defibrillatore Automatico Esterno Rappresentante Europeo OBELIS S.A Bd. Général Wahis, 53, 1030 Bruxelles, Belgio Produttore Mediana Co., Ltd. Wonju Medical Industry Park, 1650-1

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Giannoccaro Fabiola Data di nascita 06/07/1964

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Giannoccaro Fabiola Data di nascita 06/07/1964 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Giannoccaro Fabiola Data di nascita 06/07/1964 Qualifica Amministrazione I Fascia ASL DI TARANTO - TA Incarico attuale Dirigente ASL I fascia - Struttura Complessa CO 118 Numero

Dettagli

Basic Life Support & Automated External Defibrillation Course

Basic Life Support & Automated External Defibrillation Course Basic Life Support & Automated External Defibrillation Course BACKGROUND Circa 700.000 arresti cardiaci\anno in europa 5 10% di dimessi vivi dopo arresto cardiaco L inizio precoce della CPR da parte degli

Dettagli

BLSD B ESECUTORE Programma

BLSD B ESECUTORE Programma Studio Infermieri Associati Auxilium Centro di Formazione IRC P.zza Martiri della Libertà, 9 50032 Borgo San Lorenzo Tel 055/8496116 Fax 055/8496023 studio.auxilium@tin.it BLSD B ESECUTORE Programma 8.30

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 4282 del 29 dicembre 2009 pag. 1/11

ALLEGATOA alla Dgr n. 4282 del 29 dicembre 2009 pag. 1/11 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 4282 del 29 dicembre 2009 pag. 1/11 Regolamento per la gestione dei Defibrillatori Automatici Esterni in ambito extraospedaliero Indice 0. Glossario

Dettagli

CORSO SUPPORTO VITALE DI BASE E DEFIBRILLAZIONE PRECOCE (BLS-D) PER SANITARI (PERSONALE VOLONTARIO SOCCORRITORE LIVELLO AVANZATO)

CORSO SUPPORTO VITALE DI BASE E DEFIBRILLAZIONE PRECOCE (BLS-D) PER SANITARI (PERSONALE VOLONTARIO SOCCORRITORE LIVELLO AVANZATO) B.L.S.D. SUPPORTO VITALE DI BASE e DEFIBRILLAZIONE (LIVELLO AVANZATO) 1 CORSO SUPPORTO VITALE DI BASE E DEFIBRILLAZIONE PRECOCE (BLS-D) PER SANITARI (PERSONALE VOLONTARIO SOCCORRITORE LIVELLO AVANZATO)

Dettagli

Patrimonio e Servizi Tecnici Settore Apparecchiature Elettromedicali

Patrimonio e Servizi Tecnici Settore Apparecchiature Elettromedicali OGGETTO: PROCEDURA NEGOZIATA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DELL EVENTUALE FORNITURA, IN UN UNICO LOTTO DI DEFIBRILLATORI DA DESTINARE AI DIVERSI PRESIDI DELLA ASL DI CAGLIARI. (Rif.Pistis/Secci). CAPITOLATO

Dettagli

in collaborazione con la CORSO per l'utilizzo in ambito extra ospedaliero dei defibrillatori semiautomatici BLS-D.

in collaborazione con la CORSO per l'utilizzo in ambito extra ospedaliero dei defibrillatori semiautomatici BLS-D. A.P.E.T. onlus Associazione Professionisti Emergenza Territoriale Via Montagna Spaccata 594, Napoli. Tel. 3334431558 http://www.apet118.it info@apet118.it C.F. 095063610638 in collaborazione con la SOCIETA

Dettagli

L insegnamento del primo soccorso per il personale delle scuole di Roma Capitale. Società Italiana di Medicina di Emergenza Urgenza Pediatrica

L insegnamento del primo soccorso per il personale delle scuole di Roma Capitale. Società Italiana di Medicina di Emergenza Urgenza Pediatrica L insegnamento del primo soccorso per il personale delle scuole di Roma Capitale Società Italiana di Medicina di Emergenza Urgenza Pediatrica Con il nuovo corso PBLS SIMEUP redatto secondo le nuove linee

Dettagli

CENTRO REGIONALE MIGRANTI

CENTRO REGIONALE MIGRANTI CENTRO REGIONALE MIGRANTI Metodologia formativa mirata Direttore del Progetto Dott. Mario Vettorazzo CORSI DI FORMAZIONE PER L ASSISTENZA ALLA FAMIGLIA E DI PRIMO SOCCORSO Responsabile progetto: Vettorazzo

Dettagli

Istruzioni per l operatore di Pediatric-Pak (Da utilizzare con il defibrillatore samaritan PAD modello SAM300P)

Istruzioni per l operatore di Pediatric-Pak (Da utilizzare con il defibrillatore samaritan PAD modello SAM300P) di Pediatric-Pak (Da utilizzare con il defibrillatore samaritan PAD modello SAM300P) AVVERTENZA: le leggi federali (USA) limitano la vendita di questo dispositivo a medici autorizzati o dietro loro ordine.

Dettagli

REGIONE CAMPANIA CUORE SICURO CAMPANIA. fonte: http://burc.regione.campania.it

REGIONE CAMPANIA CUORE SICURO CAMPANIA. fonte: http://burc.regione.campania.it REGIONE CAMPANIA PROGRAMMA UNICO REGIONALE PER LA DIFFUSIONE DEI DEFIBRILLATORI SEMIAUTOMATICI ESTERNI DI CUI AL DECRETO INTERMINISTERIALE DEL 18.3.2011 PUBBLICATO SULLA G.U. n 129 del 6.6.2011. CUORE

Dettagli

Manuale d uso. Defibrillatore esterno semiautomatico (AED) FR2 HEARTSTART M3840A e M3841A LAERDAL

Manuale d uso. Defibrillatore esterno semiautomatico (AED) FR2 HEARTSTART M3840A e M3841A LAERDAL Manuale d uso Defibrillatore esterno semiautomatico (AED) FR2 HEARTSTART M3840A e M3841A LAERDAL " "$#$"$ In senso orario, a partire dal componente in alto a destra. Batteria. Gruppo batteria non ricaricabile

Dettagli

TRIDENTE VITA AEROPORTO DI FIUMICINO

TRIDENTE VITA AEROPORTO DI FIUMICINO 8 Ottobre 2007 Ministero della Salute Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie TRIDENTE VITA AEROPORTO DI FIUMICINO (Progetto di defibrillazione cardiaca precoce) Responsabile

Dettagli

Manuale d uso e di servizio 300282-010 Rev. C

Manuale d uso e di servizio 300282-010 Rev. C Manuale d uso e di servizio 300282-010 Rev. C Pagina -1 2001 Cardiac Science, Inc 300282-010 Rev B Pagina 0 2001 Cardiac Science, Inc 300282-010 Rev B Manuale d uso e di assistenza del PowerHeart AED ATTENZIONE

Dettagli

Strumentazione Biomedica

Strumentazione Biomedica Defibrillatori Univ. degli studi Federico II di Napoli ing. Paolo Bifulco Defibrillatori I defibrillatori sono dispositivi usati per applicare scariche elettriche di elevata intensità e breve durata attraverso

Dettagli

A relazione dell'assessore Saitta:

A relazione dell'assessore Saitta: REGIONE PIEMONTE BU5S2 05/02/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 2 febbraio 2015, n. 16-979 Aggiornamento regolamentazione attivita' formativa per la gestione dei Defibrillatori Automatici Esterni

Dettagli

COMUNICAZIONI DEL COMITATO REGIONALE. Corso Esecutore BLSD- Basic Life Support Defibrillation

COMUNICAZIONI DEL COMITATO REGIONALE. Corso Esecutore BLSD- Basic Life Support Defibrillation C o m i t a t o P r o v i n c i a l e M e s s i n a Via Rossini, 4-98076 Sant'Agata Militello (Me) Tel. / Fax 0941-721948 e-mail: segreteria@pgsmessina.it - www.pgsmessina.it COMUNICATO UFFICIALE N 47

Dettagli

COSA SONO I PACEMAKER E DEFIBRILLATORI?

COSA SONO I PACEMAKER E DEFIBRILLATORI? COSA SONO I PACEMAKER E DEFIBRILLATORI? I dispositivi Pacemaker (PM) e defibrillatore impiantabile (ICD) sono apparecchi ad altissima tecnologia, utilizzati per la cura dei disturbi del ritmo cardiaco,

Dettagli

STRUTTURA COMPLESSA DI PRONTO SOCCORSO

STRUTTURA COMPLESSA DI PRONTO SOCCORSO Servizio Qualità e Formazione STRUTTURA COMPLESSA DI PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE TITOLO DEL CORSO Basic Life Support Defibrillation tipo B Retraining a) Corso di addestramento 1. TIPOLOGIA DI CORSO 2.

Dettagli

REGIONE PUGLIA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA CONSORZIALE POLICLINICO DI BARI. Educazione Continua in Medicina (E.C.M.)

REGIONE PUGLIA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA CONSORZIALE POLICLINICO DI BARI. Educazione Continua in Medicina (E.C.M.) REGIONE PUGLIA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA CONSORZIALE POLICLINICO DI BARI Educazione Continua in Medicina (E.C.M.) PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE N. CREDITI 8,8 PBLSD-IRC PEDIATRIC BASIC LIFE SUPPORT

Dettagli

EMERGENZA CARDIO RESPIRATORIA

EMERGENZA CARDIO RESPIRATORIA EMERGENZA CARDIO RESPIRATORIA Nel 1969 la World Federation of Societies of Anaesthesia, basandosi sui lavori di Safar e collaboratori, diffuse, per la prima volta, una metodologia d'approccio agli stati

Dettagli

Centro Sportivo Italiano Comitato Provinciale di Chieti

Centro Sportivo Italiano Comitato Provinciale di Chieti Centro Sportivo Italiano Comitato Provinciale di Chieti e la Medical Assistance Regione Abruzzo in collaborazione con il: Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale

Dettagli

Rianimazione cardiaca. Monitor/Defibrillatore HeartStart MRx. Monitoraggio, misurazioni e terapie di comprovata efficacia in un unico dispositivo

Rianimazione cardiaca. Monitor/Defibrillatore HeartStart MRx. Monitoraggio, misurazioni e terapie di comprovata efficacia in un unico dispositivo Rianimazione cardiaca Monitor/Defibrillatore HeartStart MRx Monitoraggio, misurazioni e terapie di comprovata efficacia in un unico dispositivo Monitor/defibrillatore Funzioni di monitoraggio Il monitor/defibrillatore

Dettagli

Defibrillatore esterno semi automatico Defibtech LIFELINE AED

Defibrillatore esterno semi automatico Defibtech LIFELINE AED Defibrillatore esterno semi automatico Defibtech LIFELINE AED Manuale dell operatore Software v2.0 Premessa La Defibtech non può essere ritenuta responsabile di eventuali errori contenuti nella presente

Dettagli

SCHEDA PER LA PROGETTAZIONE ESECUTIVA E DI DETTAGLIO ( Corso ) BASIC LIFE SUPPORT ESECUTORE PER SANITARI (AHA) 1

SCHEDA PER LA PROGETTAZIONE ESECUTIVA E DI DETTAGLIO ( Corso ) BASIC LIFE SUPPORT ESECUTORE PER SANITARI (AHA) 1 SCHEDA PER LA PROGETTAZIONE ESECUTIVA E DI DETTAGLIO ( Corso ) BASIC LIFE SUPPORT ESECUTORE PER SANITARI (AHA) 1 RESPONSABILE SCIENTIFICO DEL PROGETTO FORMATIVO ROSARIO SPINA ANDREA ZIPOLI RESPONSABILE

Dettagli

INTRODUZIONE: PERCHE IL BLSD?

INTRODUZIONE: PERCHE IL BLSD? Basic Life Support Defibrillation - Holistic Square INTRODUZIONE: La morte cardiaca improvvisa è causata nell 80%- 90% dei casi da aritmie ipercinetiche a carico dei ventricoli :tachicardia ventricolare

Dettagli

BLS-D Basic Life Support Defibrillation

BLS-D Basic Life Support Defibrillation BLS-D Basic Life Support Defibrillation Università degli Studi di Sassari U.O. di Anestesia e Rianimazione Obiettivi e Struttura del corso Obiettivi: Acquisire conoscenze teorico pratiche in tema di Rianimazione

Dettagli

Se si ferma il Cuore...

Se si ferma il Cuore... Giuliano Altamura in collaborazione con Alessandro Totteri e Francesco Lo Bianco Se si ferma il Cuore...... defibrillazione precoce e la vita continua La perdita di coscienza L arresto cardiaco Il dolore

Dettagli

Corso teorico pratico per i lavoratori addetti al Pronto Soccorso Aziendale Aziende di gruppo A (D.Lgs. 626/94 D.M. 15 luglio 2003 n.

Corso teorico pratico per i lavoratori addetti al Pronto Soccorso Aziendale Aziende di gruppo A (D.Lgs. 626/94 D.M. 15 luglio 2003 n. TITOLO Corso teorico pratico per i lavoratori addetti al Pronto Soccorso Aziendale Aziende di gruppo A (D.Lgs. 626/94 D.M. 15 luglio 2003 n.388) OBIETTIVI GENERALI Saper riconoscere tempestivamente le

Dettagli

FAD SERVIZI S.N.C DI BEVILACQUA ANGELA E MAGIONCALDA FRANCESCA

FAD SERVIZI S.N.C DI BEVILACQUA ANGELA E MAGIONCALDA FRANCESCA Istruttori: FAD SERVIZI S.N.C DI BEVILACQUA ANGELA E MAGIONCALDA FRANCESCA Angela Bevilacqua BLSD/PBLSD/METAL/ALS Provider (A.S.O. S.Croce CN) Paolo Dadone BLSD/PBLSD/ALS Provider (A.S.O. S.Croce CN e

Dettagli

PROGETTO CASOLE D ELSA COMUNE CARDIOPROTETTO

PROGETTO CASOLE D ELSA COMUNE CARDIOPROTETTO PROGETTO CASOLE D ELSA COMUNE CARDIOPROTETTO 1. Il razionale del Progetto 2. Progetto di Cardioprotezione sul Territorio 3. I Partners 4. Fasi del Progetto: 4a 4b 4c Formazione dei laici Installazione

Dettagli

Scuola sicura. Programma corsi primo soccorso e BLSD non. sanitari per Insegnanti e Studenti di Istituti scolastici. d ordine superiore e inferiore

Scuola sicura. Programma corsi primo soccorso e BLSD non. sanitari per Insegnanti e Studenti di Istituti scolastici. d ordine superiore e inferiore Scuola sicura Programma corsi primo soccorso e BLSD non sanitari per Insegnanti e Studenti di Istituti scolastici d ordine superiore e inferiore La scuola è una struttura educativa che vede coinvolti al

Dettagli

BASIC LIFE SUPPORT DEFIBRILLATION

BASIC LIFE SUPPORT DEFIBRILLATION Manuale di BASIC LIFE SUPPORT DEFIBRILLATION trattamento di base dell arresto cardio-respiratorio a cura del Centro Formazione Permanente Abruzzo Soccorso INTRODUZIONE Tra le funzioni del cuore, dei polmoni

Dettagli