DELIBERAZIONE N. 28/5 DEL

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DELIBERAZIONE N. 28/5 DEL"

Transcript

1 Oggetto: L.R. n. 3/2009, art.9 comma 2, lett. h) e s.m.i.. Finanziamento a favore delle Università degli Studi di Cagliari e Sassari per i programmi di mobilità studentesca internazionale, attivati sulla base dei programmi comunitari Erasmus Plus o di accordi bilaterali e per il miglioramento dei servizi agli studenti dei due atenei. Ripartizione risorse - UPB S Posizione finanziaria SC del bilancio regionale per il Disponibilità finanziaria L Assessore della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport riferisce che l art. 9, comma 2, lett h), della L.R. n. 3/2009 prevede, in favore delle Università degli Studi di Cagliari e Sassari, l importo di euro annui per il finanziamento di programmi di mobilità studentesca internazionale e per il miglioramento dei servizi agli studenti dei due atenei. Tale importo è stato incrementato complessivamente di euro con le leggi finanziarie 2011, 2012 e Nel 2014 l importo stanziato con la legge di bilancio è di euro L Assessore ricorda che le azioni di mobilità studentesca, autonomamente gestite dalle Università, sono attivate, oltreché sulla base di specifici accordi bilaterali di cooperazione con istituti universitari, imprese e centri di ricerca europei ed extraeuropei, nell ambito di programmi comunitari ad hoc. Gli interventi richiamati infatti, sono finanziati, oltreché dalle risorse poste a disposizione dall Amministrazione regionale, dall Unione Europea. In particolare, con il nuovo ciclo di programmazione , il programma di riferimento per la mobilità è Erasmus Plus, che riunisce gli attuali sette strumenti comunitari per l educazione, la formazione, la gioventù e lo sport, tra cui Gioventù in azione e i Programmi di apprendimento permanente (LLP) - Erasmus, Leonardo da Vinci, Comenius, Grundtvig. Il programma, articolato in tre azioni chiave, prevede, nell ambito dell azione 1 - Mobilità degli individui, il sostegno ad attività finalizzate a sostenere la mobilità transnazionale degli individui impegnati in percorsi di apprendimento (studenti, tirocinanti, giovani ecc) e del personale (docenti, insegnanti, formatori, ecc.) verso uno dei paesi partecipanti del programma. L Assessore prosegue sottolineando l importanza che le esperienze di mobilità studentesca rivestono su molteplici fronti. Da un lato, le stesse costituiscono un opportunità di crescita 1/5

2 individuale e formativa, che consente ai giovani studenti di vivere esperienze culturali all estero, di conoscere nuovi sistemi di istruzione superiore, di migliorare le competenze linguistiche e digitali, e, nel contempo, di sostenere gli esami del corso di laurea frequentato e acquisire i relativi crediti formativi, accreditati dall ateneo di appartenenza o di maturare esperienze di tirocinio formativo presso università, imprese, centri di formazione e ricerca aziende in un altro paese partecipante del programma. Parimenti, argomenta l Assessore, gli investimenti nell ambito della mobilità studentesca sono volti ad alimentare il processo di internazionalizzazione delle Università e concorrere al miglioramento degli atenei, al fine di renderli più competitivi a livello nazionale e internazionale. Non ultimo, gli elementi di crescita individuale dei giovani studenti sardi in mobilità ed il processo di internazionalizzazione delle Università, precisa l Assessore, sono elementi che, combinati tra loro, costituiscono parte integrante delle politiche di potenziamento del capitale umano, quale risorsa fondamentale per lo sviluppo economico del territorio regionale. Peraltro, rammenta l Assessore, tali azioni sono pienamente coerenti con l obiettivo, richiamato nel Piano regionale di sviluppo , di accrescere la presenza di studenti e docenti stranieri nel territorio regionale e alla crescita delle relazioni e dei rapporti con altre Università e si integrano con gli ulteriori interventi a favore della mobilità giovanile internazionale e degli scambi giovanili, prevalentemente rivolti ai giovani esclusi da sistemi di apprendimento formali, di cui alla L.R. n. 3/2009, art. 9, comma 9, lettera e). Al fine di fornire utili elementi di valutazione delle azioni di mobilità intraprese dagli atenei sardi, l Assessore illustra i dati riferiti all ultimo triennio, in cui si è registrata una crescita progressiva della percentuale di studenti in mobilità all estero sia a fini di studio che di tirocinio. Nello specifico, l Università degli Studi di Cagliari è passata dai 636 studenti complessivi dell anno accademico 2011/2012 ai 702 studenti dell anno accademico 2013/2014, mentre l Università di Sassari è passata dai 526 studenti complessivi dell anno accademico 2011/2012 ai 704 studenti dell anno accademico 2013/2014. In particolare, per quanto riguarda la mobilità studentesca ai fini di studio (Erasmus Studio), l Ateneo di Cagliari ha registrato una contrazione passando dai 431 studenti dell anno accademico 2011/2012 ai 388 studenti dell anno accademico 2013/2014, mentre l Ateneo di Sassari è passato dai 307 studenti dell anno accademico 2011/2012 ai 361 studenti dell anno accademico 2013/2014. Per quanto attiene la mobilità ai fini di tirocinio (Erasmus Placement), l Università di Cagliari è passata dai 108 studenti dell anno accademico 2011/2012 ai 206 studenti dell anno accademico 2013/2014, mentre l Università di Sassari è passata dai 161 studenti dell anno accademico 2/5

3 2011/2012 ai 260 studenti dell anno accademico 2012/2013. In entrambi i casi si registra un incremento di circa 100 unità. Le tabelle seguenti riportano i dati relativi alle esperienze di mobilità attivate dalle due Università sarde nel corso dell anno accademico 2013/2014. Esperienze di mobilità degli studenti dell Università di Cagliari relative all anno accademico 2013/2014: Programma n. studenti in mobilità Mensilità Attività (studio o placement) Ambito territoriale LLP/Ersmus Studio Mobilità ai fini di studio Comunitario LLP/Erasmus Placemente Mobilità ai fini di tirocinio Comunitario LLP/Erasmus Placedoc Extra comunitario Globus Studio Studio Extra comunitario Globus Placement Stage Aziendali Extra comunitario Globus Doc/Leonardo Stage Aziendali Extra comunitario Totale Esperienze di mobilità degli studenti dell Università di Sassari relative all'anno accademico 2013/2014: Programma N. studenti in mobilità Mensilità Attività (studio o placement) Ambito territoriale LLP/Ersmus Studio Mobilità ai fini di studio Comunitario LLP/Erasmus Placemente Mobilità ai fini di tirocinio Comunitario Programma Ulisse Mobilità ai fini di studio e tirocinio Extra comunitario Programma SPECQUE 4 Tirocinio Extra comunitario Totale L Assessore prosegue precisando che i dati illustrati, oltreché utili al fine di valutare le politiche regionali a sostegno della mobilità studentesca, rappresentano la base informativa necessaria su cui fondare la ripartizione delle risorse. Infatti, il crescente volume dei flussi di studenti in mobilità, unito alla prospettiva di un ulteriore incremento della mobilità nei prossimi anni con l avvio del nuovo Programma Erasmus Plus, impegnano le Università ad investire in misura sempre più consistente in servizi agli studenti (linguistici, di orientamento e di assistenza agli studenti in mobilità). Pertanto, anche tenuto conto delle richieste delle Università di Cagliari e di Sassari, tese ad aumentare in misura proporzionale alla crescita dei flussi di mobilità degli ultimi anni, l Assessore, 3/5

4 coerentemente con il dettato della L.R. n. 3/2009, che stabilisce di destinare il finanziamento regionale sia per il finanziamento di programmi di mobilità studentesca internazionale, sia per il miglioramento dei servizi agli studenti dei due atenei, propone di ripartire le risorse stanziate per il 2014, pari a euro , secondo i seguenti criteri rivisitati alla luce dei risultati ottenuti e delle attività svolte: a) l 85% dell importo complessivo stanziato, pari ad euro , è destinato alla realizzazione dei programmi di mobilità studentesca, attivati sulla base di programmi comunitari Erasmus Plus o di accordi bilaterali in territorio extraeuropeo. L individuazione degli aventi diritto dovrà avvenire su base concorsuale e la somma da destinare a ciascun studente sarà determinata autonomamente dagli atenei; b) il 15% dell importo complessivo stanziato, pari ad euro , è destinato al miglioramento dei servizi agli studenti in mobilità internazionale. Eventuali somme eccedenti il fabbisogno delle Università per questa tipologia di spesa potranno incrementare la dotazione destinata al finanziamento dei programmi di mobilità studentesca internazionale, di cui al precedente punto a); c) gli importi, come sopra determinati, verranno ripartiti tra le Università di Cagliari e di Sassari in proporzione al numero degli studenti in mobilità nell anno accademico 2013/2014. Sulla base di tali criteri, la tabella finale di assegnazione delle risorse, pertanto, è la seguente: Ateneo n. studentin mobilità A.A. 2013/2014 Contributo per mobilità studentesca Contributo per il miglioramento dei servizi agli studenti Totale Cagliari , , Sassari , , Totali La Giunta regionale, udita la proposta dall Assessore della Pubblica Istruzione, Beni culturali, Informazione, Spettacolo e Sport, acquisito il parere di concerto dell'assessore della Programmazione, Bilancio, Credito e Assetto del Territorio, constatato che il Direttore generale della Pubblica Istruzione ha espresso il parere favorevole di legittimità sulla proposta in esame DELIBERA di prendere atto che i criteri di ripartizione, contenuti nell'art. 2 della L.R. n. 25/2002, necessitano di essere adeguati alle mutate condizioni di esercizio del diritto allo studio e di dare mandato all'assessore della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport di predisporre un disegno di legge che aggiorni i suddetti criteri; 4/5

5 di approvare i criteri di ripartizione del finanziamento previsto per i programmi di mobilità studentesca attivati sulla base dei programmi comunitari Erasmus Plus o di accordi bilaterali e per il miglioramento dei servizi agli studenti sulla base della seguente tabella: Ateneo n. studentin mobilità A.A. 2013/2014 Contributo per mobilità studentesca Contributo per il miglioramento dei servizi agli studenti Totale Cagliari , , Sassari , , Totali di autorizzare l utilizzo di eventuali somme eccedenti il fabbisogno delle Università a valere sulle risorse destinate al miglioramento dei servizi agli studenti in mobilità internazionale per incrementare la dotazione destinata al finanziamento dei programmi di mobilità studentesca internazionale; di dare atto che la spesa complessiva di euro graverà sulla posizione finanziaria SC (UPB S ) del bilancio regionale per l esercizio finanziario Il Direttore Generale Alessandro De Martini p. il Presidente Raffaele Paci 5/5

L Assessore della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport,

L Assessore della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport, DELIBERAZIONE N. 29/ 10 Oggetto: Contributi per fitto-casa da assegnare a studenti sardi che frequentano corsi universitari in Sardegna, nella Penisola o all Estero. Anno accademico 2008 / 2009. Approvazione

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 55/15 DEL

DELIBERAZIONE N. 55/15 DEL Oggetto: Istruzione e formazione tecnica superiore. Esercizio finanziario 2016. Approvazione nuovi corsi e riparto fondi. Assegnazione contributi regionali. L Assessore della Pubblica Istruzione, Beni

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 34/28 DEL

DELIBERAZIONE N. 34/28 DEL Oggetto: L.R. n. 3/2008, art. 4, comma 1, lett. b). Assegni di merito a favore degli studenti universitari. Anno accademico 2009/2010. U.P.B. S02.01.009 Pos. Fin. SC02.0183. Disponibilità finanziaria euro

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 49/37 DEL

DELIBERAZIONE N. 49/37 DEL Oggetto: Istruzione e formazione tecnica superiore. Esercizio finanziario 2017. Programmazione ripartizione contributi nazionali e regionali. L Assessore della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione,

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 39/4 DEL

DELIBERAZIONE N. 39/4 DEL Oggetto: PO FSE 2014/2020. Borse di studio e azioni di sostegno a favore di studenti capaci e meritevoli privi di mezzi, inclusi gli studenti con disabilità. Criteri generali per i bandi relativi all anno

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 57/27 DEL

DELIBERAZIONE N. 57/27 DEL Oggetto: Istruzione e formazione tecnica superiore. Ripartizione risorse finanziarie statali e cofinanziamento regionale 2015, assegnazioni statali aggiuntive e modifiche alla Delib.G.R. n. 44/28 del 7.11.2014.

Dettagli

1. alla mappatura del personale medico del servizio sanitario regionale ed alla ripartizione dello stesso per classi di età;

1. alla mappatura del personale medico del servizio sanitario regionale ed alla ripartizione dello stesso per classi di età; L Assessore dell Igiene e Sanità e dell Assistenza Sociale riferisce che l art. 1, comma 300, della L. n. 266/2005, intervenendo parzialmente sul D.Lgs. n. 368/1999, ha modificato la disciplina relativa

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 52/117 DEL

DELIBERAZIONE N. 52/117 DEL Oggetto: Legge regionale 13 aprile 2010, n. 10 Misure per lo sviluppo del trasporto aereo. Programmi di attività triennio 2011-2013. 2013. L Assessore dei Trasporti ricorda che la legge regionale 13 aprile

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 67/14 DEL

DELIBERAZIONE N. 67/14 DEL Oggetto: Prosecuzione degli interventi in materia di assistenza termale di cui all art. 5, comma 54, della L.R. n. 12/2013. Indicazioni operative per il riparto tra le ASL n. 1 di Sassari, n. 5 di Oristano

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 21/49 DELL

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 21/49 DELL 21/49 L 8.4.2008 Oggetto: Programma di investimenti per il rinnovo del parco rotabile delle ferrovie ordinarie e a scartamento ridotto. 57.860.887,41. L Assessore dei trasporti riferisce che l approvazione

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 534 del 04/10/2016

Delibera della Giunta Regionale n. 534 del 04/10/2016 Delibera della Giunta Regionale n. 534 del 04/10/2016 Dipartimento 54 - Dipartimento Istr., Ric., Lav., Politiche Cult. e Soc. Oggetto dell'atto: PO FSE CAMPANIA 2014-2020. AZIONE 10.4.7 - ERASMUS START

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 46/6 DEL

DELIBERAZIONE N. 46/6 DEL Oggetto: Agenzia Sardegna Ricerche. Programma delle attività per il Parco Scientifico e Tecnologico ex art. 26 L.R. n. 37/1998. Annualità 2015. L Assessore della Programmazione, Bilancio, Credito e Assetto

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 44/13 DEL

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 44/13 DEL IBERAZIONE N. 44/13 31.10.2007 Oggetto: Fondo per la non autosufficienza: sostegno alle persone anziane che si avvalgono dell aiuto di un assistente familiare (LR 2/2007 art. 34 comma 4 lettere b) ed f)

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 46/22 DEL

DELIBERAZIONE N. 46/22 DEL Oggetto: Contributi per l'organizzazione e il funzionamento dei Centri antiviolenza e delle Case di accoglienza. L.R. 7 agosto 2007, n. 8. Programmazione risorse regionali anno 2017. Euro 900.000. Programmazione

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Reg. delib. n. 361 Prot. n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE OGGETTO: Approvazione del bando contenente i criteri e le modalità per la concessione di una borsa

Dettagli

Erasmus + Mobilità per Traineeships. Area per l Internazionalizzazione. 20 marzo 2014

Erasmus + Mobilità per Traineeships. Area per l Internazionalizzazione. 20 marzo 2014 Erasmus + Mobilità per Traineeships Area per l Internazionalizzazione 20 marzo 2014 Erasmus+ è il nuovo programma della Commissione europea per gli studenti universitari. Prosegue il precedente programma

Dettagli

L Assessore della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport,

L Assessore della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport, DELIBERAZIONE N. 44/ 14 Oggetto: Interventi per attività didattiche integrative, di sostegno e di sperimentazione nella scuola dell obbligo e nella scuola superiore e per favorire il turismo scolastico.

Dettagli

ERASMUS+ Erasmusplus. Programma di cooperazione bilaterale con i paesi industrializzati

ERASMUS+ Erasmusplus. Programma di cooperazione bilaterale con i paesi industrializzati ERASMUS+ unico programma integrato che riunisce i precedenti sette strumenti comunitari per l educazione, la formazione, la gioventù e lo sport Programma di apprendimento permanente - (Erasmus, Leonardo

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 17/15 DEL

DELIBERAZIONE N. 17/15 DEL Oggetto: Attribuzione alle aziende sanitarie regionali delle risorse destinate al finanziamento indistinto della spesa sanitaria di parte corrente per l esercizio 2016. L Assessore dell Igiene e Sanità

Dettagli

Erasmus +: il programma dell UE per l Educazione, Formazione, Giovani e Sport

Erasmus +: il programma dell UE per l Educazione, Formazione, Giovani e Sport REGIONE SICILIANA UFFICIO DI BRUXELLES Erasmus +: il programma dell UE 2014-2020 per l Educazione, Formazione, Giovani e Sport Giornate informative sul funzionamento e le opportunità di finanziamento dell

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 2/14 DEL

DELIBERAZIONE N. 2/14 DEL Oggetto: Piano di Dimensionamento delle istituzioni scolastiche e di ridefinizione della rete scolastica e dell offerta formativa per l anno scolastico 2017/2018. Approvazione preliminare. L Assessore

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 6/15 DEL Proposta di ridefinizione della rete ospedaliera della Regione Autonoma della Sardegna.

DELIBERAZIONE N. 6/15 DEL Proposta di ridefinizione della rete ospedaliera della Regione Autonoma della Sardegna. Oggetto: Proposta di ridefinizione della rete ospedaliera della Regione Autonoma della Sardegna. L Assessore dell Igiene e Sanità e dell Assistenza sociale ricorda che la legge regionale del 17 novembre

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 42/ 6 DEL

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 42/ 6 DEL DELIBERAZIONE N. 42/ 6 Oggetto: Piano di sponsorizzazione delle società sportive partecipanti ai campionati federali 2005-2006 - Artt. 31 e 32 L.R. 17.5.1999, n. 17. UPB S11.036 Capitolo 11274-00 7.000.000,00

Dettagli

MOBILITÀ INTERNAZIONALE PER STUDIO

MOBILITÀ INTERNAZIONALE PER STUDIO MOBILITÀ INTERNAZIONALE PER STUDIO Fin dalla sua istituzione l Università Iuav di Venezia ha sviluppato le sue attività accademiche in ambito internazionale con l intento di migliorare la qualità della

Dettagli

Oggetto: Regolamento per la ripartizione e la distribuzione dei contributi degli studenti. Emanazione. IL RETTORE

Oggetto: Regolamento per la ripartizione e la distribuzione dei contributi degli studenti. Emanazione. IL RETTORE D.R. n. 443 Oggetto: Regolamento per la ripartizione e la distribuzione dei contributi degli studenti. Emanazione. IL RETTORE VISTA VISTA CONSIDERATO VISTO CONSIDERATO la deliberazione n. 28 del 19.03.2013

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 18/7 DEL

DELIBERAZIONE N. 18/7 DEL Oggetto: Piano Sulcis. Atto di programmazione delle risorse recate dalla delibera CIPE n. 31/2015 - Tabella 2. Assistenza tecnica. Legge regionale 13 novembre 1998 n. 31, art. 8. Il Presidente riferisce

Dettagli

SETTORE SISTEMA REGIONALE DELLA FORMAZIONE. PROGRAMMAZIONE IEFP, APPRENDISTATO E TIROCINI

SETTORE SISTEMA REGIONALE DELLA FORMAZIONE. PROGRAMMAZIONE IEFP, APPRENDISTATO E TIROCINI REGIONE TOSCANA DIREZIONE ISTRUZIONE E FORMAZIONE SETTORE SISTEMA REGIONALE DELLA FORMAZIONE. PROGRAMMAZIONE IEFP, APPRENDISTATO E TIROCINI Responsabile di settore: GRONDONI GABRIELE Decreto soggetto a

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 44/28 DEL

DELIBERAZIONE N. 44/28 DEL Oggetto: Riorganizzazione del sistema di istruzione e formazione tecnica superiore. Conferma Istituto Tecnico Superiore (ITS) per la Mobilità Sostenibile. UPB S01.03.010, Posizione finanziaria SC01.0628.

Dettagli

Il programma settoriale LEONARDO DA VINCI e SECTOR SKILLS ALLIANCES (Erasmus for All)

Il programma settoriale LEONARDO DA VINCI e SECTOR SKILLS ALLIANCES (Erasmus for All) FORUM DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 2012 Il programma settoriale LEONARDO DA VINCI e SECTOR SKILLS ALLIANCES (Erasmus for All) Relatore: Rossano Arenare Obiettivi del programma Oltre agli obiettivi del

Dettagli

L Internazionalizzazione fra obiettivi, indicatori e finanziamenti

L Internazionalizzazione fra obiettivi, indicatori e finanziamenti L Internazionalizzazione fra obiettivi, indicatori e finanziamenti Piano Performance, Programmazione Triennale, FFO Antonella Cammisa Direttore ARI Corso di formazione Internazionalizzazione dei percorsi

Dettagli

BILANCIO UNICO D ATENEO DI PREVISIONE TRIENNALE A cura Area Contabilità, Finanza e Controllo di Gestione

BILANCIO UNICO D ATENEO DI PREVISIONE TRIENNALE A cura Area Contabilità, Finanza e Controllo di Gestione BILANCIO UNICO D ATENEO DI PREVISIONE TRIENNALE 2017-2019 A cura Area Contabilità, Finanza e Controllo di Gestione Bilancio unico d Ateneo di previsione triennale 2017-2019 La programmazione relativa agli

Dettagli

STRATEGIE NAZIONALI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE: LE NUOVE LINEE PROGRAMMATICHE PER IL SISTEMA UNIVERSITARIO

STRATEGIE NAZIONALI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE: LE NUOVE LINEE PROGRAMMATICHE PER IL SISTEMA UNIVERSITARIO STRATEGIE NAZIONALI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE: LE NUOVE LINEE PROGRAMMATICHE PER IL SISTEMA UNIVERSITARIO Marzia Foroni Direzione Generale per l Università, lo Studente e il Diritto allo Studio Universitario

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 45/25 DEL

DELIBERAZIONE N. 45/25 DEL Oggetto: Contributi alle Organizzazioni di Volontariato di protezione civile. Annualità 2016. Approvazione criteri di assegnazione e modalità di erogazione. L Assessore della Difesa dell'ambiente, delegato

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO REGOLAMENTO D ATENEO PER LA DISCIPLINA DEL PROGRAMMA COMUNITARIO ERASMUS+ AZIONE CHIAVE 1 MOBILITÀ DEI DOCENTI E DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO IN USCITA E IN INGRESSO EU Programme Countries SENATO ACCADEMICO

Dettagli

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Viste: LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA - la L.R. 30 maggio 1997, n. 15 Norme per l esercizio delle funzioni regionali in materia di agricoltura. Abrogazione della L.R. 27 agosto 1983, n. 34. ; -

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 25/6 DEL

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 25/6 DEL 25/6 1.6.2005 Oggetto: L.R. 31 marzo 1992, n 5. Capitolo 12138/00 U.P.B.S12.031 - Contributo alle Università della Sardegna per l istituzione di borse di studio per la frequenza delle Scuole di Specializzazione

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 37/31 DEL 21.6.2016

DELIBERAZIONE N. 37/31 DEL 21.6.2016 Oggetto: Ripartizione contributi ai Consorzi di bonifica. Stanziamento euro 26.350.000. Capitolo SC04.0193 (F.R.), CdR 00.06.01.04, Missione 16, Programma 01. Legge regionale 23 maggio 2008. Legge regionale

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA NOTA TECNICA n. 1 a) i corsi di studio da istituire e attivare nel rispetto dei requisiti minimi essenziali in termini di risorse strutturali ed umane, nonché quelli da sopprimere a.1 Numero medio di docenti

Dettagli

Il Piano Esecutivo della Regione Abruzzo STATO DI ATTUAZIONE

Il Piano Esecutivo della Regione Abruzzo STATO DI ATTUAZIONE www.abruzzolavoro.eu Il Piano Esecutivo della Regione Abruzzo STATO DI ATTUAZIONE un opportunità per i giovani abruzzesi Comitato di Sorveglianza PO FSE 2014-2020 Pescara 26 maggio 2016 Il Programma Garanzia

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Reg. delib. n. 2175 Prot. n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE OGGETTO: Anno accademico 2016-2017. Applicazione dell'articolo 23 della legge provinciale 24

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 57/12 DEL

DELIBERAZIONE N. 57/12 DEL Oggetto: L.R. 4 febbraio 2016, n. 2 Riordino del sistema delle autonomie locali della Sardegna. Art. 18 Trasferimento alla città metropolitana di Cagliari e alla provincia del Sud Sardegna dei beni immobili,

Dettagli

R E G I O N E P U G L I A Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale

R E G I O N E P U G L I A Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale R E G I O N E P U G L I A Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale AREA POLITICHE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE DELLE PERSONE E DELLE PARI OPPORTUNITA SERVIZIO PROGRAMMAZIONE ASSISTENZA OSPEDALIERA

Dettagli

- il Programma Operativo 2016 nell ambito dell Azione 8, Gestione del sistema informativo del portale Pu-

- il Programma Operativo 2016 nell ambito dell Azione 8, Gestione del sistema informativo del portale Pu- 10600 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 22 del 17-2-2017 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 07 febbraio 2017, n. 136 L. R. n. 33/2006, così come modificata dalla legge regionale 32/2012

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 32/8 DEL

DELIBERAZIONE N. 32/8 DEL Oggetto: L.R. n. 23/2005, art. 25-bis Finanziamenti straordinari a carattere di urgenza e di inderogabilità per l affidamento di minori, anziani e minori stranieri non accompagnati disposti dall autorità

Dettagli

L.L.P. Erasmus Students Placement

L.L.P. Erasmus Students Placement L.L.P. Erasmus Students Placement BANDO DI SELEZIONE a.a. 2013/2014 Art. 1 Opportunità di tirocinio 1. Il programma Erasmus permette agli studenti dell Università di accedere a tirocini presso imprese

Dettagli

L Internazionalizzazione all Università degli Studi di Catania

L Internazionalizzazione all Università degli Studi di Catania Università degli Studi! di Catania!! L Internazionalizzazione all Università degli Studi di Catania! Prof. Andrea Rapisarda Delegato del Rettore all Internazionalizzazione Coordinatore Istituzionale Erasmus

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 139 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 139 del 57222 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 22 novembre 2016, n. 1750 Programmazione Fondo per le Politiche Giovanili 2016. Approvazione scheda intervento Regione Puglia. L Assessore alle Politiche giovanili

Dettagli

l Assistenza domiciliare integrata di carattere sia sanitario che sociale;

l Assistenza domiciliare integrata di carattere sia sanitario che sociale; IBERAZIONE N. 22/10 11.6.2010 Oggetto: L.R. n. 4/2006, art. 17, comma 1. Fondo per la non autosufficienza: potenziamento del programma Ritornare a casa e definizione dei criteri di accesso. UPB S05.03.007,

Dettagli

La risposta del sistema educativo e formativo al lifelong learning. Camerino, 18 dicembre Clara Grano

La risposta del sistema educativo e formativo al lifelong learning. Camerino, 18 dicembre Clara Grano La risposta del sistema educativo e formativo al lifelong learning Camerino, 18 dicembre 2008 Clara Grano 1 Quadro europeo L apprendimento permanente costituisce uno degli obiettivi perseguiti nei due

Dettagli

Obiettivi per l Internazionalizzazione Piano Performance, Programmazione Triennale

Obiettivi per l Internazionalizzazione Piano Performance, Programmazione Triennale Incontro con i responsabili accademici erasmus, Roma 15 maggio 2014 Obiettivi per l Internazionalizzazione Piano Performance, Programmazione Triennale Piano performance Sapienza 2014/2016 Supportare la

Dettagli

Il programma Lifelong Learning: un ventaglio di opportunità per una educazione e istruzione in dimensione europea

Il programma Lifelong Learning: un ventaglio di opportunità per una educazione e istruzione in dimensione europea Il programma Lifelong Learning: un ventaglio di opportunità per una educazione e istruzione in dimensione europea Francesca Sbordoni Agenzia nazionale Lifelong Learning Programme - Comenius, Erasmus, Grundtvig

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 25/1 DEL

DELIBERAZIONE N. 25/1 DEL Oggetto: POR FSE 2014-2020: orientamento all istruzione universitaria o equivalente. Accordo ai sensi dell art. 15 della Legge n. 241/1990 e s.m.i., tra la Regione Autonoma della Sardegna e le Università

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E DELLE RELAZIONI SINDACALI (Counsellor of labour law and labour relations) (CLASSE L-14) (Emanato con

Dettagli

FORMAZ., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIV., DIR. STUDIO DETERMINAZIONE. Estensore TESSE DANIELE. Responsabile del procedimento TOMASSETTI EVA

FORMAZ., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIV., DIR. STUDIO DETERMINAZIONE. Estensore TESSE DANIELE. Responsabile del procedimento TOMASSETTI EVA REGIONE LAZIO Direzione Regionale: FORMAZ., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIV., DIR. STUDIO Area: DETERMINAZIONE N. G08133 del 12/06/2017 Proposta n. 10745 del 12/06/2017 Oggetto: Approvazione delle graduatorie

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLA FACOLTA DI INGEGNERIA

INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLA FACOLTA DI INGEGNERIA INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLA FACOLTA DI INGEGNERIA alcune azioni che si possono compiere INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL SISTEMA UNIVERSITARIO CHI COINVOLGE? - Studenti italiani in uscita e stranieri in entrata

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 20 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 20 del 9974 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 20 del 13-2-2017 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 31 gennaio 2017, n. 68 Strutture di seconda accoglienza dei minori stranieri non accompagnati -

Dettagli

CHI SIAMO ESSENIA UETP - University and Enterprise Training Partnership - è un organizzazione con sede a Salerno, nata nel 1991 da un accordo tra

CHI SIAMO ESSENIA UETP - University and Enterprise Training Partnership - è un organizzazione con sede a Salerno, nata nel 1991 da un accordo tra www.esseniauetp.it CHI SIAMO ESSENIA UETP - University and Enterprise Training Partnership - è un organizzazione con sede a Salerno, nata nel 1991 da un accordo tra Università ed Imprese europee, con

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 38/12

DELIBERAZIONE N. 38/12 Oggetto: Programma di riorganizzazione della rete ospedaliera della Regione Autonoma della Sardegna. L Assessore dell Igiene e Sanità e dell Assistenza Sociale ricorda che la legge regionale n. 23 del

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/14 DEL

DELIBERAZIONE N. 30/14 DEL Oggetto: Cartellone regionale degli eventi 2017. Requisiti e criteri per l'individuazione di manifestazioni pubbliche di grande interesse turistico. Direttive sulla rendicontazione ed erogazione dei contributi.

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Reg.delib.n. 625 Prot. n. 104/15-D VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE O G G E T T O: Articolo 59 della legge provinciale 29 dicembre 2005 n. 20. Fondo per la

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/38 DEL

DELIBERAZIONE N. 30/38 DEL Oggetto: Programma annuale 2017 degli interventi per lo sviluppo dello sport in Sardegna. Legge regionale 17 maggio 1999, n. 17. Missione 06, Programma 01, Sport e tempo libero. Euro 7.987.000. Approvazione

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 35 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 35 del 15131 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 7 marzo 2017, n. 312 POR PUGLIA FESR-F.S.E. 2014-2020. Asse X Investire nell istruz., nella formaz. e nell apprend. perm. Azione 10.2 Interventi per il rafforz.

Dettagli

DETERMINAZIONE PROT. N REP. 512 DEL

DETERMINAZIONE PROT. N REP. 512 DEL Direzione Generale della Pubblica Istruzione Servizio Istruzione DETERMINAZIONE PROT. N. 12613 REP. 512 DEL 11.11.205 Oggetto: L.R. 25.6.1984, n. 31 - L.R. 9.3.2015, n. 6 - art. 27 L. 23.12.1998, n. 448

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 39/ 12 DEL

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 39/ 12 DEL DELIBERAZIONE N. 39/ 12 Oggetto: Progetti speciali per l occupazione. Azioni 7/a2 e 7/ a3 Estensione del Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN) e automazione dei cataloghi delle biblioteche comunali; Azione

Dettagli

Erasmus+ Area per l Internazionalizzazione. 20 marzo 2014

Erasmus+ Area per l Internazionalizzazione. 20 marzo 2014 Erasmus+ Area per l Internazionalizzazione 20 marzo 2014 Erasmus+ è il nuovo programma della Commissione europea per gli studenti universitari. Prosegue il precedente programma Erasmus ma offre più opportunità

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 14/28 DEL 23.3.2016

DELIBERAZIONE N. 14/28 DEL 23.3.2016 Oggetto: Adempimenti previsti dall'art. 11, comma 8, del decreto legislativo n. 118 del 2011 ai fini della predisposizione del rendiconto consolidato. L'Assessore della Programmazione, Bilancio, Credito

Dettagli

REGIONE TOSCANA MONTOMOLI MARIA CHIARA. Il Dirigente Responsabile:

REGIONE TOSCANA MONTOMOLI MARIA CHIARA. Il Dirigente Responsabile: REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO EDUCAZIONE, ISTRUZIONE, UNIVERSITA' E RICERCA SETTORE ISTRUZIONE E EDUCAZIONE Il

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 56 DEL 4 DICEMBRE 2006

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 56 DEL 4 DICEMBRE 2006 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 56 DEL 4 DICEMBRE 2006 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 10 novembre 2006 - Deliberazione N. 1783 - Area Generale di Coordinamento N. 17

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 35/11 DEL 12.9.2014

DELIBERAZIONE N. 35/11 DEL 12.9.2014 Oggetto: Programmazione FSC 2007/2013. Interventi di rilevanza strategica regionale nel settore della Viabilità. Delibere CIPE n. 62/2011 e n. 93/2012. Accordo di Programma Quadro Viabilità rafforzato.

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Reg. delib. n. 49 Prot. n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE OGGETTO: Approvazione dello schema di Convenzione tra la Provincia autonoma di Trento e l'università

Dettagli

Un Programma unico per l istruzione, l formazione, la gioventù e lo sport ( )

Un Programma unico per l istruzione, l formazione, la gioventù e lo sport ( ) Un Programma unico per l istruzione, l la formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020) Fonte: Comunicazione Commissione europea al Parlamento, al Consiglio, al Comitato economico e sociale e al Comitato

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 43/8 DEL

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 43/8 DEL IBERAZIONE N. 43/8 11.10.2006 Oggetto: L.R. 27.2.1957, n. 5 e successive modificazioni. Concessione contributo a favore delle Organizzazioni cooperativistiche per l anno 2006. L Assessore del Lavoro, Formazione

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 8 FEBBRAIO 2010, N. 175

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 8 FEBBRAIO 2010, N. 175 Regione Emilia-Romagna DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 8 FEBBRAIO 2010, N. 175 Definizione criteri per l'assegnazione di contributi per la realizzazione di interventi relativi al primo anno in famiglia

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 29/1 DEL

DELIBERAZIONE N. 29/1 DEL Oggetto: Adeguamento del sistema della contabilità economico-patrimoniale delle aziende sanitarie al Titolo II D.Lgs. 23 giugno 2011, n. 118 concernente Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 25/9 DEL

DELIBERAZIONE N. 25/9 DEL Oggetto: Contributi alle Associazioni Interprovinciali e Provinciali degli Allevatori per l anno 2017. Trasferimenti all Agenzia LAORE per la gestione e l erogazione delle attività di cui all art. 1 della

Dettagli

UFFICIO RELAZIONI INTERNAZIONALI. BANDO DI CONCORSO PROGRAMMA ERASMUS+ MOBILITA AI FINI DI PLACEMENT a.a. 2017/18

UFFICIO RELAZIONI INTERNAZIONALI. BANDO DI CONCORSO PROGRAMMA ERASMUS+ MOBILITA AI FINI DI PLACEMENT a.a. 2017/18 UFFICIO RELAZIONI INTERNAZIONALI BANDO DI CONCORSO PROGRAMMA ERASMUS+ MOBILITA AI FINI DI PLACEMENT a.a. 2017/18 Programma Erasmus+ - SMP - Placement Anno Accademico 2017/18 Introduzione Per l anno accademico

Dettagli

Gli strumenti Unioncamere per l Orientamento. Licia Cianfriglia Vicepresidente ANP

Gli strumenti Unioncamere per l Orientamento. Licia Cianfriglia Vicepresidente ANP Gli strumenti Unioncamere per l Orientamento il sistema informativo Excelsior e il portale Filo Licia Cianfriglia Vicepresidente ANP Introduzione al secondo webinar per dirigenti e docenti a cura di Anp,

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 6/27 DEL

DELIBERAZIONE N. 6/27 DEL Oggetto: Programmazione Unitaria 2014-2020. Strategia 2 "Creare opportunità di lavoro favorendo la competitività delle imprese". Programma di intervento: 3 - Competitività delle imprese. Progetti R&S collaborativi

Dettagli

«Calabria 2020» Consorzio Regionale di Alta Formazione Un partenariato pubblico-privato efficace per una Calabria migliore

«Calabria 2020» Consorzio Regionale di Alta Formazione Un partenariato pubblico-privato efficace per una Calabria migliore «Calabria 2020» Consorzio Regionale di Alta Formazione Un partenariato pubblico-privato efficace per una Calabria migliore In Progress Calabria (Capofila del Consorzio) è un'associazione che opera nel

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Politiche Sociali SETTORE : Locci Lucia. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 21/12/2015. in data C O P I A

COMUNE DI SESTU. Politiche Sociali SETTORE : Locci Lucia. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 21/12/2015. in data C O P I A COMUNE DI SESTU SETTORE : Responsabile: Politiche Sociali Locci Lucia DETERMINAZIONE N. in data 2084 21/12/2015 OGGETTO: Accertamento di entrata a titolo di finanziamento per interventi di cui al programma

Dettagli

A SCUOLA DI INNOVAZIONE 383 MILIONI DI EURO PER PIÙ QUALITÀ E INNOVAZIONE PER GLI STUDENTI LOMBARDI

A SCUOLA DI INNOVAZIONE 383 MILIONI DI EURO PER PIÙ QUALITÀ E INNOVAZIONE PER GLI STUDENTI LOMBARDI A SCUOLA DI INNOVAZIONE 383 MILIONI DI EURO PER PIÙ QUALITÀ E INNOVAZIONE PER GLI STUDENTI LOMBARDI 383 MILIONI DI EURO PER LE DOTI E INNOVAZIONE A SCUOLA Regione Lombardia ha stanziato 383 milioni di

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 6 luglio 2012, n. 1346

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 6 luglio 2012, n. 1346 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 113 del 31-07-2012 26979 Gli Assessori relatori, sulla base delle risultanze istruttorie, propone alla Giunta Regionale l adozione del seguente atto finale,

Dettagli

Mobilità con Paesi terzi

Mobilità con Paesi terzi Mobilità con Paesi terzi Opportunità e sfide (analisi basata sui risultati dei questionari raccolti) Carla Salvaterra Marzia Foroni Opportunità livello internazionale Diffusione di esperienze di integrazione

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 1/12 DEL

DELIBERAZIONE N. 1/12 DEL Oggetto: Linee di indirizzo regionali in materia di determinazione delle dotazioni organiche delle Aziende del Servizio Sanitario Regionale. L Assessore dell Igiene e Sanità e dell Assistenza Sociale riferisce

Dettagli

3ISTRUZIONE E FORMAZIONE

3ISTRUZIONE E FORMAZIONE 3ISTRUZIONE E FORMAZIONE I NUOVI PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE IL RAPPORTO SCUOLA-LAVORO IL SISTEMA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE I CORSI PER ADULTI I nuovi percorsi

Dettagli

Scheda progetto Interregionale/ transnazionale

Scheda progetto Interregionale/ transnazionale Allegato n. 1 alla Delib.G.R. n. 52/72 del 23.12.2011 Scheda progetto Interregionale/ transnazionale Modelli di semplificazione dei costi ed analisi delle relative procedure di gestione e controllo in

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 10 luglio 2012, n. 1389

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 10 luglio 2012, n. 1389 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 113 del 31-07-2012 27015 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 10 luglio 2012, n. 1389 DGR n. 2990/2011 - Documento di indirizzo Economico - Funzionale del

Dettagli

Laboratori info/formativi sulle opportunità di mobilità offerte dai programmi europei LIFELONG LEARNING PROGRAMME e GIOVENTÙ IN AZIONE

Laboratori info/formativi sulle opportunità di mobilità offerte dai programmi europei LIFELONG LEARNING PROGRAMME e GIOVENTÙ IN AZIONE Città di Roseto degli Abruzzi Ass.to alle Politiche Comunitarie e alle Politiche Giovanili Centro Informa Giovani - Punto Europe Direct Laboratori info/formativi sulle opportunità di mobilità offerte dai

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 7 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 7 del 2508 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 21 dicembre 2016, n. 2151 L.144/99 e L.296/06. Finanziamenti delle attività connesse alla realizzazione del 4 Programma di attuazione del Piano Nazionale della

Dettagli

Dodici anni di equilibri e squilibri

Dodici anni di equilibri e squilibri Dodici anni di equilibri e squilibri Prof. del Politecnico di Milano Indice Atenei e Docenti nel Sistema Universitario pag 3 Studenti nel Sistema Universitario pag 4 Il Fondo di finanziamento Ordinario

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA

PROTOCOLLO D INTESA TRA PROTOCOLLO D INTESA TRA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Assessorato al coordinamento delle politiche europee allo sviluppo, scuola, formazione professionale, università, ricerca e lavoro Assessorato all agricoltura,

Dettagli

SCUOLA DI ECONOMIA, MANAGEMENT E STATISTICA Sede Di Forlì Corso di Laurea in Economia e Commercio

SCUOLA DI ECONOMIA, MANAGEMENT E STATISTICA Sede Di Forlì Corso di Laurea in Economia e Commercio SCUOLA DI ECONOMIA, MANAGEMENT E STATISTICA Sede Di Forlì Corso di Laurea in Economia e Commercio Art. 1 Requisiti per l accesso al corso Requisiti di accesso Per essere ammessi al corso di laurea è necessario

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE Viste le risultanze del Gruppo di lavoro presso il Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato - I.G.R.U.E., di cui al citato decreto del Ministro del tesoro 15 maggio 2000, nella riunione svoltasi

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA REGIONE DEL VENETO E LA PROVINCIA DI VICENZA PER REALIZZARE UN PIANO DI INIZIATIVE NELL AMBITO DELLA SICUREZZA URBANA

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA REGIONE DEL VENETO E LA PROVINCIA DI VICENZA PER REALIZZARE UN PIANO DI INIZIATIVE NELL AMBITO DELLA SICUREZZA URBANA PROVINCIA DI VICENZA PROTOCOLLO D INTESA TRA LA REGIONE DEL VENETO E LA PROVINCIA DI VICENZA PER REALIZZARE UN PIANO DI INIZIATIVE NELL AMBITO DELLA SICUREZZA URBANA DENOMINATO PIANO PROGETTUALE DI AZIONI

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA FRA LA REGIONE SICILIANA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

PROTOCOLLO D INTESA FRA LA REGIONE SICILIANA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA PROTOCOLLO D INTESA FRA LA REGIONE SICILIANA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Per la realizzazione dall anno scolastico 2003/2004

Dettagli

Deliberazione n. 26 del 9 settembre 2011

Deliberazione n. 26 del 9 settembre 2011 Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario - Cagliari Ersu - Cagliari Deliberazione n. 26 del 9 settembre 2011 Oggetto: P.O.R. FSE 2007 2013 Competitività regionale e occupazione. Asse IV

Dettagli

ErasmusPlus ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus. A cura dell Associazione Tecla Ascoli Piceno, 20/01/2014

ErasmusPlus ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus. A cura dell Associazione Tecla  Ascoli Piceno, 20/01/2014 II ATELIER ErasmusPlus 2014 2020 ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus A cura dell Ascoli Piceno, 20/01/2014 OVERVIEW ERASMUS+2014-2020 ISTRUZIONE, FORMAZIONE, GIOVENTÙ E SPORT LIFELONG LEARNING PROGRAMME

Dettagli

Incontro informativo sul Programma Erasmus+ Studio ed altre opportunità di mobilità internazionale

Incontro informativo sul Programma Erasmus+ Studio ed altre opportunità di mobilità internazionale Ufficio mobilità e relazioni internazionali Incontro informativo sul Programma Erasmus+ Studio 2017-18 ed altre opportunità di mobilità internazionale Ferrara, 02 marzo 2017 Theonil Lugo-Arrendell Periodo

Dettagli

A relazione dell'assessore Parigi: Premesso che:

A relazione dell'assessore Parigi: Premesso che: REGIONE PIEMONTE BU33 20/08/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 6 luglio 2015, n. 55-1704 L.R. 75/96, art. 14. Criteri per la determinazione del riparto e l'assegnazione alle Agenzie di Accoglienza

Dettagli