PESATURA CUMULATIVA in fase previsionale OBIETTIVI di PEG 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PESATURA CUMULATIVA in fase previsionale OBIETTIVI di PEG 2014"

Transcript

1 PESATURA CUMULATIVA in fase previsionale di PEG 2014 AI SENSI DEL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE APPROVATO CON DGP N. 25 DEL 1/02/2011 DIRIGENTE BALOCCO PAOLO Contribuire a migliorare e qualificare l'attività degli apicoltori sul territorio provinciale Miglioramento delle procedure di controllo sui macelli in deroga a quanto previsto dalla vigente normativa e delle sanzioni Miglioramento del coordinamento dell'attività svolta dalle guardie volontarie provinciali con quella dell'ufficio vigilanza media 6,42 0,9 27 1

2 CANAVESE LOREDANA Adeguamento al nuovo ordinamento contabile degli Enti Locali media 6,67 0,9 27 DE STEFANIS PIER LUIGI Ricollocazione di persone disoccupate Promuovere e sostenere l'inserimento lavorativo dei giovani in percorsi di eccellenza locale ai fini occupazionali media 6,44 0,9 27 ELIA EZIO Miglioramento dell'archivio del personale in materia di formazione e sicurezza sul lavoro * media 6,17 0,9 27 2

3 ENRICI RICCARDO Monitoraggio delle condizioni di sicurezza stradale attraverso il proseguimento della ricognizione delle strutture stradali, in particolare dei ponti, e verifiche idrauliche * Monitoraggio delle condizioni di sicurezza stradale attraverso l'aggiornamento dei dissesti ed il completamento delle fasi progettuali di messa in sicurezza del territorio * FANTINO LUCIANO Coordinamento delle procedure AUA (Autorizzazione Unica Ambientale) con i SUAP comunali ed intercomunali Miglioramento della conoscenza sull'inquinamento acustico per l'utenza esterna Miglioramento della procedura espropriativa all'interno del procedimento di autorizzazione unica fonti rinnovabili 387/2003 e dell'iter di gestione delle osservazioni, anche con la semplificazione della predisposizione della documentazione da parte dei proponenti privati * media 6,67 0,9 27 3

4 FRENI FABRIZIO Attivazione di risorse straordinarie per la messa in sicurezza e il miglioramento gestionale dei fabbricati scolastici di competenza * Monitoraggio delle condizioni di sicurezza nelle scuole * Valorizzazione del patrimonio immobiliare provinciale attraverso l'esternalizzazione del Centro Incontri della Provincia * Valorizzazione del patrimonio immobiliare provinciale attraverso la verifica di fattibilità di di strumenti finanziari * Riordino dell archivio terreni demaniali * Miglioramento dell'archivio del personale in materia di formazione e sicurezza sul lavoro * media 6,38 0,9 27 4

5 GASTALDI DARIO Miglioramento della possibilità di fruizione, sia interna che esterna, dei prodotti video, audio e web disponibili presso l'ente Migliorare il coordinamento e l'efficacia del monitoraggio sugli organismi partecipati o sottoposti a controllo o vigilanza Garantire nuove possibilità di contenimento dei costi istituzionali GIAMELLO GIUSEPPE Monitoraggio delle condizioni di sicurezza stradale attraverso il proseguimento della ricognizione delle strutture stradali, in particolare dei ponti, e verifiche idrauliche * Monitoraggio delle condizioni di sicurezza stradale attraverso l'aggiornamento dei dissesti ed il completamento delle fasi progettuali di messa in sicurezza del territorio * 5

6 MERIGGIO CLAUDIO dell'attività di monitoraggio e certificazione delle spese delle attività formative per avvenuta cessazione di collaborazioni esterne MONDINO MARIA MADDALENA Miglioramento della fruibilità di una parte del patrimonio artistico provinciale anche attraverso la valorizzazione di percorsi e itinerari turistici Miglioramento delle funzioni di verifica e di controllo sulle IPAB media 6,11 0,9 27 6

7 MUSSO RAFFAELLA Riordino dell archivio terreni demaniali * Standardizzazione delle richieste di procedure espropriative Miglioramento della procedura espropriativa all'interno del procedimento di autorizzazione unica fonti rinnovabili 387/2003 e dell'iter di gestione delle osservazioni, anche con la semplificazione della predisposizione della documentazione da parte dei proponenti privati * Prosecuzione del riordino dell'archivio di deposito 7

8 NOVELLO ENZO Revisione dei servizi TPL e ottimizzazione degli stessi in funzione delle risorse assegnate per il 2014 Attivazione di risorse straordinarie per la messa in sicurezza e il miglioramento gestionale dei fabbricati scolastici di competenza * Monitoraggio delle condizioni di sicurezza nelle scuole * Valorizzazione del patrimonio immobiliare provinciale attraverso l'esternalizzazione del Centro Incontri della Provincia * Valorizzazione del patrimonio immobiliare provinciale attraverso la verifica di fattibilità di di strumenti finanziari * Riordino dell archivio terreni demaniali * media 6,38 0,9 27 8

9 RISSO ALESSANDRO Valutazione delle pratiche di derivazione di acque superficiali e per uso idroelettrico Miglioramento dell'efficacia e dell'integrazione delle procedure connesse alle trasferte del personale media 6,44 0,9 27 ** obiettivo comune a tutti i dirigenti * obiettivo comune a due o più dirigenti 9

MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA

MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA Elenco della macro struttura: Organi di riferimento Staff Sindaco e/o Giunta Strutture di secondo livello di staff 1) Servizio Polizia Municipale 2) Servizio Legale

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA PROVINCIA DI LINEA DI INTERVENTO 7.1.1.2 AZIONI PER SEMPLIFICARE GLI ITER PROCEDURALI CONNESSI ALLA LOCALIZZAZIONE ED ALL OPERATIVITÀ DELLE IMPRESE (SUAP) ASSE VII SISTEMI PRODUTTIVI DEL POR CALABRIA FESR

Dettagli

COMPETENZE DI CONTESTO (Capacità)

COMPETENZE DI CONTESTO (Capacità) DENOMINAZIONE POSIZIONE: CODICE POSIZIONE: TIPO DI POSIZIONE: STRUTTURA ORGANIZZATIVA DI APPARTENENZA: AREA SETTORIALE DI APPARTENENZA: FAMIGLIA PROFESSIONALE DI APPARTENENZA: GRADUAZIONE POSIZIONE: FINALITÀ

Dettagli

IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE PROVINCIA DI FIRENZE IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Parte I - Articolazione generale del sistema di misurazione e valutazione 1. Premessa 2. Piano della performance 3. Principi

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CONTROLLI INTERNI I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 85 PROVINCIA DI PADOVA

REGOLAMENTO DEI CONTROLLI INTERNI I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 85 PROVINCIA DI PADOVA I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 85 PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO DEI CONTROLLI INTERNI Approvato con D.C.P. del 14.3.2013 n. 6 reg. e modificato con D.C.P. del 28.4.2014 n. 22 reg. INDICE Art. 1 Art. 2

Dettagli

COMUNE DI POZZOLENGO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2013-2015

COMUNE DI POZZOLENGO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2013-2015 COMUNE DI POZZOLENGO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2013-2015 ALLEGATO Alla DELIBERAZIONE della GIUNTA COMUNALE N 56 del 15/05/2013 1 PREMESSA Il Decreto Legislativo 14 marzo 2013

Dettagli

Settore Segreteria Generale. Settore Servizi Amministrativi. Settore Polizia Provinciale. Settore Risorse Umane e Finanziarie. Settore Servizi Tecnici

Settore Segreteria Generale. Settore Servizi Amministrativi. Settore Polizia Provinciale. Settore Risorse Umane e Finanziarie. Settore Servizi Tecnici Settore Segreteria Generale Segretario Generale: Giulio Nardi e-mail: giulio.nardi@provincia.siena.it Telefono: 0577 241360 Fax: 0577 241321 Orario di ricevimento: su appuntamento Settore Servizi Amministrativi

Dettagli

SETTORE SOCIO CULTURALE

SETTORE SOCIO CULTURALE SETTORE SOCIO CULTURALE Attività a carattere sociale Rapporti con i soggetti gestori dei servizi socio-assistenziali, coordinati a livello sovraterritoriale e gestiti dalla Fondazione Territori Sociali

Dettagli

RUOLO DELLA PROVINCIA COME ENTE DI AREA VASTA IN TEMA DI APPALTI DI LAVORI PUBBLICI, SERVIZI, FORNITURE E ASSISTENZA TECNICO - AMMINISTRATIVA

RUOLO DELLA PROVINCIA COME ENTE DI AREA VASTA IN TEMA DI APPALTI DI LAVORI PUBBLICI, SERVIZI, FORNITURE E ASSISTENZA TECNICO - AMMINISTRATIVA RUOLO DELLA PROVINCIA COME ENTE DI AREA VASTA IN TEMA DI APPALTI DI LAVORI PUBBLICI, SERVIZI, FORNITURE E ASSISTENZA TECNICO - AMMINISTRATIVA Servizio Lavoro, Formazione Professionale, Risorse Umane e

Dettagli

PROVINCIA DI BARLETTA-ANDRIA-TRANI REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI

PROVINCIA DI BARLETTA-ANDRIA-TRANI REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI PROVINCIA DI BARLETTA-ANDRIA-TRANI REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 3 del 11 Marzo 2013 Sommario TITOLO I PRINCIPI E FINALITÀ...1 ART. 1 (Finalità)...1

Dettagli

Giovanni Fernando Massa

Giovanni Fernando Massa F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Giovanni Fernando Massa Indirizzo Telefono uff. 0971/417409 Cell.uff. Fax E-mail VIALE DELLE MEDAGLIE OLIMPICHE,10-85100

Dettagli

Aree funzionali. Presidente. Segretario/Direttore Generale. Gabinetto della Presidenza. Polizia Provinciale. Rapporti Internazionali.

Aree funzionali. Presidente. Segretario/Direttore Generale. Gabinetto della Presidenza. Polizia Provinciale. Rapporti Internazionali. Aree funzionali Presidente Gabinetto della Presidenza Polizia Provinciale Rapporti Internazionali Segretario/Direttore Generale Avvocatura Area I Amministrativa Area II Finanziaria Area III Servizi alla

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014-2015-2016 INDICE

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014-2015-2016 INDICE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014-2015-2016 INDICE PREMESSA 1. Organizzazione e funzioni dell amministrazione 2. Obiettivi strategici in materia di trasparenza e integrità

Dettagli

SERVIZIO LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E RISORSE UMANE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

SERVIZIO LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E RISORSE UMANE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE SERVIZIO LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E RISORSE UMANE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 1190 DEL 16/12/2011 OGGETTO QUARTA AUTORIZZAZIONE RELATIVA ALL'AVVISO PUBBLICO N. 119 DEL 19/04/2011 PER L'AUTORIZZAZIONE

Dettagli

PIANO DELLE PERFORMANCE

PIANO DELLE PERFORMANCE AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE di PORDENONE PIANO DELLE PERFORMANCE 2015 Servizio Controllo di Gestione e Sviluppo Organizzativo Premessa Il D. Lgs. 27 ottobre 2009, n. 150 prevede che ogni Amministrazione

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013-2015

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013-2015 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013-2015 Premesse e finalità Le recenti e numerose modifiche normative nell ambito del vasto progetto di riforma della Pubblica Amministrazione impongono

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI COMUNE DI BRINDISI PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2013-2014-2015 (Attuazione dell art.10, comma 1, D.Lgs 14 marzo 2013, n.33) Premessa Con la redazione del presente Programma Triennale

Dettagli

n 18 Prevenzione e protezione luoghi di lavoro 100 n 19

n 18 Prevenzione e protezione luoghi di lavoro 100 n 19 OBIETTIVI 2010 SERVIZIO N 1 AFFARI GENERALI Responsabile - Dr.ssa Tiziana Vanelli n 1 Predisposizione della programmazione annuale e pluriennale del fabbisogno di personale Determinazione e gestione fondo

Dettagli

CORSO GRATUITO CONTABILITA ORDINARIA E DEL PERSONALE SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA

CORSO GRATUITO CONTABILITA ORDINARIA E DEL PERSONALE SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA CORSO GRATUITO SEDI E CONTATTI CONTABILITA ORDINARIA ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA Frequenza infrasettimanale Corso gratuito Corpo docente formato da professionisti provenienti

Dettagli

Disciplina organica in materia di difesa del suolo e di utilizzazione delle acque

Disciplina organica in materia di difesa del suolo e di utilizzazione delle acque Legge regionale n.11, 29 aprile 2015 Disciplina organica in materia di difesa del suolo e di 1 QUADRO NORMATIVO NAZIONALE E COMUNITARIO Regio decreto 523/1904 (testo unico sulle opere idrauliche) Legge

Dettagli

Provvedimento n 020 del 24/04/2015

Provvedimento n 020 del 24/04/2015 UNIONE MONTANA ALTA VALLE DEL METAURO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE SUAP - GESTIONE ASSOCIATA Provvedimento n 020 del 24/04/2015 Oggetto: TITOLO UNICO DIGITALE PER: RICHIESTA DI TITOLO UNICO

Dettagli

COMUNE DI ASCOLI PICENO medaglia d oro al valor militare per attività partigiana

COMUNE DI ASCOLI PICENO medaglia d oro al valor militare per attività partigiana Comune di Ascoli Piceno Regolamento comunale sul sistema dei controlli interni COMUNE DI ASCOLI PICENO medaglia d oro al valor militare per attività partigiana REGOLAMENTO COMUNALE SUL SISTEMA DEI CONTROLLI

Dettagli

6. Che la destinazione d uso dopo l intervento: E invariata E mutata in:.

6. Che la destinazione d uso dopo l intervento: E invariata E mutata in:. 3. Che la tipologia dell intervento, delle suddette opere è riconducibile a: 4. Che lo stato attuale dell immobile/unità immobiliare risulta legittimato dai seguenti atti: Fabbricato antecedente al 1938

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO Area Risorse Umane e Finanziarie Via Ricasoli, 25-59100 Prato Tel. 0574 5341 Fax 0574 534598

PROVINCIA DI PRATO Area Risorse Umane e Finanziarie Via Ricasoli, 25-59100 Prato Tel. 0574 5341 Fax 0574 534598 Area e Servizio proponenti il progetto: Area Entrate e Affari generali Servizio Archivio e Protocollo PROGETTO FORMATIVO N.5 TITOLO DI STUDIO: Laurea magistrale nella seguente classe: 5/M Archivistica

Dettagli

Comune di San Pellegrino Terme. PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA e L INTEGRITA 2014-2016

Comune di San Pellegrino Terme. PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA e L INTEGRITA 2014-2016 Comune di San Pellegrino Terme PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA e L INTEGRITA 2014-2016 Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 3,03 del 31 gennaio 2014 SOMMARIO INTRODUZIONE - ORGANIZZAZIONE

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Urbanistica Rigenerazione Urbana DIRETTORE CARLETTI arch. RUGGERO Numero di registro Data dell'atto 1090 29/07/2015 Oggetto : Approvazione dell'accordo di

Dettagli

cittadino@comunetempio.it

cittadino@comunetempio.it C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Piera Lucia Sotgiu Indirizzo C.ne S.Francesco n.7 - Tempio Pausania (OT) Telefono 079/679975 Fax 079/679908 E-mail cittadino@comunetempio.it Nazionalità

Dettagli

COMUNE DI PULA. IL PIANO DELLA PERFORMANCE triennio 2012-2014

COMUNE DI PULA. IL PIANO DELLA PERFORMANCE triennio 2012-2014 COMUNE DI PULA PROVINCIA DI CAGLIARI Corso Vittorio Emanuele, 28 C.A.P. 09010 Fax. 0709245165 IL PIANO DELLA PERFORMANCE triennio 2012-2014 Tracce d Anima Antica Pagina 1 di 84 Indice Il processo di costruzione

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 42 della GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 42 della GIUNTA COMUNALE COMUNE DI NAGO-TORBOLE PROVINCIA DI TRENTO VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 42 della GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Intervento 18 Finanziamento a progetto per cooperative sociali al fine di promuovere l inserimento

Dettagli

PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 6: SERVIZI DELL AREA EA RISORSE FINANZIARIE. di GESTIONE PROVVISORIO

PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 6: SERVIZI DELL AREA EA RISORSE FINANZIARIE. di GESTIONE PROVVISORIO PIANO ESECUTIVO di GESTIONE PROVVISORIO 2012 Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 48-1482 del 24/01/2012 Obiettivi e dotazioni Volume 6: SERVIZI DELL AREA EA RISORSE FINANZIARIE Piano

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA

PROVINCIA DI MANTOVA PROVINCIA DI MANTOVA Deliberazione della Giunta Provinciale Seduta n.1 del 21/11/2014 ore 10:30 delibera n. 153 OGGETTO: PIANO DELLE ALIENAZIONI E VALORIZZAZIONI IMMOBILIARI EX ART. 58 D.L. 112 DEL 25/06/2008

Dettagli

ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE - AUA

ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE - AUA Mod.AUA_Istanza_parte-generale Al SUAP del Comune di Istanza senza contestuale richiesta di ulteriori titoli abilitativi (art.4 comma 7 del DPR 59/2013) Istanza con contestuale richiesta di ulteriori titoli

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2013-2015

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2013-2015 1 COMUNE DI MONIGA DEL GARDA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2013-2015 PREMESSA 2 COMUNE DI MONIGA DEL GARDA Il Decreto Legislativo 14 marzo 2013 n.33 ha riordinato la disciplina

Dettagli

Progetto determinazioni digitali

Progetto determinazioni digitali Progetto determinazioni digitali Sabrina Catani Responsabile Ufficio Affari Generali e Istituzionali, Archivio e Protocollo sabrina.catani@provincia.fc.it Riferimenti normativi determinazioni T.U. ORDINAMENTO

Dettagli

COMUNE DI CUNEO Regolamento sui controlli interni

COMUNE DI CUNEO Regolamento sui controlli interni COMUNE DI CUNEO Regolamento sui controlli interni (art. 147 del TUELL 267/2000, modificato dal D.L. 174/2012 convertito nella legge 213/2012) INDICE Parte 1^ Premesse generali Art. 1 Finalità e ambito

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014 2016 (art.10 del D.Lgs. n.33/14.03.2013)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014 2016 (art.10 del D.Lgs. n.33/14.03.2013) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014 2016 (art.10 del D.Lgs. n.33/14.03.2013) Indice 1. Premesse e finalità... 3 2. Ruoli organizzativi... 4 3. Interventi attuativi... 5 4. Modalità

Dettagli

ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59

ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 Al SUAP territorialmente competente Marca da bollo 1 [Solo nel caso in cui l istanza al SUAP riguardi esclusivamente

Dettagli

Il Consiglio Comunale

Il Consiglio Comunale Oggetto: Approvazione del Piano delle Alienazioni e del Piano delle Valorizzazioni per il triennio 2011-13, ai sensi e per gli effetti dell art. 58 L. 133/2008 di conversione del D.L. 112/2008. Il Consiglio

Dettagli

Complessità (a cura del Dirigente - Opzioni 1 2 3 a valenza decrescente) 1. Priorità (a cura dell'assessore - Opzioni 1 2 3 a valenza decrescente) 1

Complessità (a cura del Dirigente - Opzioni 1 2 3 a valenza decrescente) 1. Priorità (a cura dell'assessore - Opzioni 1 2 3 a valenza decrescente) 1 SCHEDA OBIETTIVO - 1 : Semplificazione delle procedure di assunzione del personale Supporto alle politiche assunzionali Il processo assunzionale deve soddisfare i bisogni occupazionali dei Settori, siano

Dettagli

DIREZIONE GENERALE. SICUREZZA 626 Datore di lavoro SEGRETERIA DIRETTORE GENERALE. Coordinamento dirigenze. Formazione dirigenti

DIREZIONE GENERALE. SICUREZZA 626 Datore di lavoro SEGRETERIA DIRETTORE GENERALE. Coordinamento dirigenze. Formazione dirigenti DIREZIONE GENERALE SICUREZZA 626 Datore di lavoro DIRETTORE GENERALE SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI, MONITORAGGIO, VALUTAZIONE E QUALITA TOTALE COORDINAMENTO DEI DIRIGENTI FORMAZIONE E CONTRATTI COLLETTIVI

Dettagli

Proposta di legge Modifiche alla legge regionale 23 marzo 2000, n. 42 (Testo unico delle leggi regionali in materia di turismo) Relazione illustrativa

Proposta di legge Modifiche alla legge regionale 23 marzo 2000, n. 42 (Testo unico delle leggi regionali in materia di turismo) Relazione illustrativa Proposta di legge Modifiche alla legge regionale 23 marzo 2000, n. 42 (Testo unico delle leggi regionali in materia di turismo) ALLEGATO B Relazione illustrativa La presente proposta di legge interviene

Dettagli

AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE PRIME ISTRUZIONI OPERATIVE

AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE PRIME ISTRUZIONI OPERATIVE AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE PRIME ISTRUZIONI OPERATIVE PROVINCIA DI BERGAMO ASSESSORATO ALL AMBIENTE DIRIGENTE DR. CLAUDIO CONFALONIERI SETTORE AMBIENTE Dr Ing. Claudia Pianello DPR n. 59 del 13.03.2013

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI NOVARA PER IL TRIENNIO 2015/2017 (approvato con decreto n. 10 del 29.1.

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI NOVARA PER IL TRIENNIO 2015/2017 (approvato con decreto n. 10 del 29.1. --- PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI NOVARA PER IL TRIENNIO (approvato con decreto n. 10 del 29.1.2015) 1 --- Indice (redatto in conformità alle indicazioni fornite

Dettagli

VERSO UN SISTEMA REGIONALE AMPLIATO DEI SERVIZI AL LAVORO Giornata di confronto sui sistemi di accreditamento. Palermo 30 novembre 2010

VERSO UN SISTEMA REGIONALE AMPLIATO DEI SERVIZI AL LAVORO Giornata di confronto sui sistemi di accreditamento. Palermo 30 novembre 2010 VERSO UN SISTEMA REGIONALE AMPLIATO DEI SERVIZI AL LAVORO Giornata di confronto sui sistemi di accreditamento Palermo 30 novembre 2010 Cosa si intende per accreditamento? L art. 2 del DLgs 276/2003 definisce:

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA Triennio 2013 2015 1 Indice Articolo 1. Articolo 2. Articolo 3. Articolo 4. Articolo 5. Articolo 6. Articolo 7. Oggetto e Finalità Organizzazione e

Dettagli

COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI Provincia di Livorno REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI

COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI Provincia di Livorno REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI Provincia di Livorno REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 7 del

Dettagli

Nr. 6 del Reg. Data 21 Febbraio 2013

Nr. 6 del Reg. Data 21 Febbraio 2013 C I T T A D I rovincia di Vibo Valentia I Z Z O COIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Nr. 6 del Reg. Data 21 Febbraio 2013 OGGETTO: AROVAZIONE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI CONTROLLI INTERNI. L anno

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2002-2003 - 2004 SEZIONE 3 PROGRAMMI

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2002-2003 - 2004 SEZIONE 3 PROGRAMMI RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2002-2003 - 2004 SEZIONE 3 PROGRAMMI Comune di Roseto degli Abruzzi 3.1 - Considerazioni generali e motivata dimostrazione delle variazioni rispetto all'esercizio

Dettagli

La dematerializzazione, la standardizzazione, la tracciabilità e la trasparenza dei processi amministrativi. La soluzione SAP BPM

La dematerializzazione, la standardizzazione, la tracciabilità e la trasparenza dei processi amministrativi. La soluzione SAP BPM La dematerializzazione, la standardizzazione, la tracciabilità e la trasparenza dei processi amministrativi. La soluzione SAP BPM Agenda 1. Dematerializzazione dei flussi amministrativi 2. Gli elementi

Dettagli

Legge Provinciale 1 luglio 2013 n. 10 Interventi per favorire l'apprendimento permanente e la certificazione delle competenze.

Legge Provinciale 1 luglio 2013 n. 10 Interventi per favorire l'apprendimento permanente e la certificazione delle competenze. Legge Provinciale 1 luglio 2013 n. 10 Interventi per favorire l'apprendimento permanente e la certificazione delle competenze. (Trentino-Alto Adige, Provincia autonoma di Trento, BUR 2 luglio 2013, n.

Dettagli

STRUTTURE DI STAFF. Settori Ordinari

STRUTTURE DI STAFF. Settori Ordinari Allegato A PROVINCIA DI FROSINONE ORGANIGRAMMA STRUTTURE DI STAFF Ufficio Segreteria particolare / Comunicazione Istituzionale Ufficio di Controllo di I livello Attività Attività e rapporti istituzionali

Dettagli

Edilizia Privata LE NUOVE PROCEDURE DOPO IL D.L. SBLOCCA ITALIA E LA RELAZIONE TECNICA DI ASSEVERAZIONE

Edilizia Privata LE NUOVE PROCEDURE DOPO IL D.L. SBLOCCA ITALIA E LA RELAZIONE TECNICA DI ASSEVERAZIONE Edilizia Privata LE NUOVE PROCEDURE DOPO IL D.L. SBLOCCA ITALIA E LA RELAZIONE TECNICA DI ASSEVERAZIONE Verona, 14 ottobre 2015 Auditorium del Banco Popolare Viale delle Nazioni 4 www.legislazionetecnica.it

Dettagli

Amministrazione Provinciale di Catanzaro Piazza Rossi,1-88100 Catanzaro

Amministrazione Provinciale di Catanzaro Piazza Rossi,1-88100 Catanzaro \ Amministrazione Provinciale di Catanzaro Piazza Rossi,1-88100 Catanzaro PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE ISTITUTO SCOLASTICO OGGETTO D INTERVENTO LICEO SCIENTIFICO L. SICILIANI - CATANZARO CODICE MECCANOGRAFICO:

Dettagli

Gli obblighi di pubblicazione sul sito della scuola alla luce del recente Decreto Trasparenza

Gli obblighi di pubblicazione sul sito della scuola alla luce del recente Decreto Trasparenza 1 di 10 19/05/2013 12.32 17-05-2013 Gli obblighi di pubblicazione sul sito della scuola alla luce del recente Decreto Trasparenza Ricordiamo ai nostri lettori l'attivazione dei corsi "SITO WEB e TRASPARENZA:

Dettagli

COMUNE DI GANDOSSO PROGRAMMA TRIENNALE TRASPARENZA E INTEGRITA'

COMUNE DI GANDOSSO PROGRAMMA TRIENNALE TRASPARENZA E INTEGRITA' COMUNE DI GANDOSSO PROGRAMMA TRIENNALE TRASPARENZA E INTEGRITA' 2014 2016 PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA Con il presente documento ci si propone di fornire una visione organica dei compiti istituzionali e

Dettagli

Il sistema di gestione delle emergenze della Provincia di Roma

Il sistema di gestione delle emergenze della Provincia di Roma Il sistema di gestione delle emergenze della Provincia di Roma Alessio Argentieri Dirigente Servizio 1 Difesa del suolo - Dipartimento IV Servizi di tutela e valorizzazione dell ambiente PROVINCIA DI ROMA

Dettagli

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE servizi per la gestione delle risorse economico-finanziarie servizi di provveditorato ed economato servizi tributari servizio del personale servizi istituzionali

Dettagli

Piano triennale per la Trasparenza e Integrità 2014/2015/2016

Piano triennale per la Trasparenza e Integrità 2014/2015/2016 Ministero dell Istruzione Università e Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CUGLIERI Viale delle Rimembranze 09073 Cuglieri Tel. 078539603 fax 078539091 mail: oric80500q@istruzione.it, pec: oric80500q.pec@istruzione.it

Dettagli

Titolo III Aiuti alle Medie Imprese e ai Consorzi di PMI per i Programmi Integrati di Investimento PIA Turismo

Titolo III Aiuti alle Medie Imprese e ai Consorzi di PMI per i Programmi Integrati di Investimento PIA Turismo Regolamento 30 Dicembre 2009 n. 36 della Regione Puglia dei Regimi di Aiuto in esenzione per le imprese turistiche Titolo III Aiuti alle Medie Imprese e ai Consorzi di PMI per i Programmi Integrati di

Dettagli

GABINETTO DELLA PRESIDENZA

GABINETTO DELLA PRESIDENZA FUNZIONIGRAMMA GABINETTO DELLA PRESIDENZA GABINETTO DELLA PRESIDENZA Comunicazione e URP Servizi culturali e Valorizzazione Beni del Territorio Unità Operativa Comunicazione e URP Supporto alle attività

Dettagli

Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Delta del Po REGOLAMENTO DEL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI

Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Delta del Po REGOLAMENTO DEL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Delta del Po REGOLAMENTO DEL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Approvato con Deliberazione del Comitato Esecutivo n. 51 del 30/05/2014 Indice Art. 1 Oggetto

Dettagli

al Servizio deglienti FORMEL Locali Il Patrimonio Pubblico a cura di Formel Srl

al Servizio deglienti FORMEL Locali Il Patrimonio Pubblico a cura di Formel Srl FORMEL al Servizio deglienti Locali Il Patrimonio Pubblico a cura di Formel Srl le tante facce del Prisma le tante facce del sistema informativo integrato di gestione del patrimonio immobiliare pubblico

Dettagli

PERFORMANCE ORGANIZZATIVA LINEE PROGRAMMATICHE DI MANDATO AREA, PROGRAMMA, PROGETTI, OBIETTIVI STRATEGICI

PERFORMANCE ORGANIZZATIVA LINEE PROGRAMMATICHE DI MANDATO AREA, PROGRAMMA, PROGETTI, OBIETTIVI STRATEGICI PERFORMANCE ORGANIZZATIVA LINEE PROGRAMMATICHE DI MANDATO AREA, PROGRAMMA, PROGETTI, OBIETTIVI STRATEGICI AREA STRATEGICA 1 Individuare soluzioni e metodi in grado di apportare miglioramenti e innovazioni

Dettagli

SERVIZIO BIBLIOTECA SALITA LICEO PALAZZO SANTA CHIARA - COSENZA

SERVIZIO BIBLIOTECA SALITA LICEO PALAZZO SANTA CHIARA - COSENZA SERVIZIO BIBLIOTECA SALITA LICEO PALAZZO SANTA CHIARA - COSENZA PROVINCIA DI COSENZA Settore Politiche Culturali e Pubblica Istruzione REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA PROVINCIALE COSENZA CAPO 1 PRINCIPI GENERALI

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA DEL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO

ISTRUZIONE OPERATIVA DEL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO ISTRUZIONE OPERATIVA IO.SMA 07-0 Pag. 0/4 ISTRUZIONE OPERATIVA DEL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO INDICE 1. SCOPO... 1 2. CAMPO DI APPLICAZIONE... 1 3. PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI E DOCUMENTI...

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/26 O G G E T T O

COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/26 O G G E T T O COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/26 O G G E T T O Piano fabbisogni assunzionali 2015-2017: mobilità reciproca tra enti

Dettagli

Allegato A al CCNL 2006/2009 comparto Ministeri

Allegato A al CCNL 2006/2009 comparto Ministeri Allegato A al CCNL 2006/2009 comparto Ministeri AREA FUNZIONALE PRIMA ( ex A1 e A1S ) Appartengono a questa Area funzionale i lavoratori che svolgono attività ausiliarie, ovvero lavoratori che svolgono

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.)

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) COMUNE DI PONTBOSET Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) 2014 2016 Predisposto dal responsabile per la trasparenza Adottato in data 20 febbraio 2014 con deliberazione n. 4 della

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Indice: Premessa 1. I dati da pubblicare sul sito istituzionale del comune 2. Il processo di pubblicazione dei dati 3. Le iniziative per l integrità

Dettagli

37. AMBITO AVA FIUME SECCHIA OPERE DI INTERESSE PUBBLICO: CENTRALE IDROELETTRICA A VALLE DEL VIADOTTO DELLA STRADA PEDEMONTANA Il progetto di impianto idroelettrico è previsto su un area demaniale, a ridosso

Dettagli

PROGRAMMAZIONE FABBISOGNO DEL PERSONALE TRIENNIO 2016-2018

PROGRAMMAZIONE FABBISOGNO DEL PERSONALE TRIENNIO 2016-2018 Allegato B delibera 13 del 3.2.2016 PROGRAMMAZIONE FABBISOGNO DEL PERSONALE TRIENNIO 2016-2018 PREMESSO che il vigente quadro normativo in materia di organizzazione dell'ente locale, con particolare riferimento

Dettagli

AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA

AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA Al Comitato Portuale Oggetto: Punto n. 3 all ordine del giorno del Comitato Portuale del 25/10/2007. Variazione al Bilancio Previsionale 2007. Si propone l approvazione della

Dettagli

SETTORE POLITICHE DEL LAVORO,FORMAZIONE PROFESSIONALE,PUBBLICA ISTRUZIONE

SETTORE POLITICHE DEL LAVORO,FORMAZIONE PROFESSIONALE,PUBBLICA ISTRUZIONE SETTORE POLITICHE DEL LAVORO,FORMAZIONE PROFESSIONALE,PUBBLICA ISTRUZIONE Procedimento Amministrativo: Riferimenti Normativi o Regolamentari Unità Organizzativa Referente Responsabile Di Procedimento Termini

Dettagli

SEMINARI DI AGGIORNAMENTO E SPECIALIZZAZIONE IN CAMPO AMBIENTALE

SEMINARI DI AGGIORNAMENTO E SPECIALIZZAZIONE IN CAMPO AMBIENTALE SEMINARI DI AGGIORNAMENTO E SPECIALIZZAZIONE IN CAMPO AMBIENTALE Patrocinato dal COLLEGIO DEI GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DI MODENA NOTE INTRODUTTIVE AL CICLO SEMINARI Il GEOMETRA grazie a questo ciclo

Dettagli

ALLEGATO ALLA D.G.R. ATTUAZIONE DOTE UNICA LAVORO POR FSE 2014-2020. 1. Premessa... 2. 2. Caratteristiche della Dote Unica Lavoro...

ALLEGATO ALLA D.G.R. ATTUAZIONE DOTE UNICA LAVORO POR FSE 2014-2020. 1. Premessa... 2. 2. Caratteristiche della Dote Unica Lavoro... ALLEGATO ALLA D.G.R. ATTUAZIONE DOTE UNICA LAVORO POR FSE 2014-2020 Allegato 1 Indice 1. Premessa... 2 2. Caratteristiche della Dote Unica Lavoro... 2 2.1 Destinatari... 2 2.2 Fasce d aiuto... 2 2.3 Soggetti

Dettagli

X Datore di lavoro pubblico

X Datore di lavoro pubblico AZIONE 3 - attivazione di accordi sugli orari e sull organizzazione del lavoro, volti a favorire forme di flessibilità finalizzate alla conciliazione dei tempi di vita familiare e di lavoro dei lavoratori

Dettagli

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO Legge Regionale n 12 del 20/03/1998 Disposizioni in materia di inquinamento acustico emanata da: Regione Liguria e pubblicata su: Bollettino. Uff. Regione n 6 del 15/04/1998

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2009-2011 sul contenimento e riduzione dei costi di funzionamento dell Ente (art. 2, comma dal 594 e seguenti L.

PIANO TRIENNALE 2009-2011 sul contenimento e riduzione dei costi di funzionamento dell Ente (art. 2, comma dal 594 e seguenti L. ALLEGATO A) PIANO TRIENNALE 2009-2011 sul contenimento e riduzione dei costi di funzionamento dell Ente (art. 2, comma dal 594 e seguenti L. 244/2007) Comma 594 lettera A) Sono garantiti gli strumenti

Dettagli

D e l i b e r a z i o n e d e l l a G i u n t a P r o v i n c i a l e

D e l i b e r a z i o n e d e l l a G i u n t a P r o v i n c i a l e PROVINCIA DI LECCE D e l i b e r a z i o n e d e l l a G i u n t a P r o v i n c i a l e N. 126 della Deliberazione Tornata del 23/05/2008 OGGETTO: ATTIVITÀ CONTROLLO IMPIANTI TERMICI ATTI DI INDIRIZZO

Dettagli

PIANO DEGLI OBIETTIVI DI PERFORMANCE INDIVIDUALE ANNO 2013

PIANO DEGLI OBIETTIVI DI PERFORMANCE INDIVIDUALE ANNO 2013 Allegato A alla deliberazione della G.C. n. 137 del 01.08.2013 COMUNE DI VILLACIDRO PIANO DEGLI OBIETTIVI DI PERFORMANCE INDIVIDUALE ANNO 2013 1 OBIETTIVI DI PERFORMANCE INDIVIDUALE ANNO 2013 SERVIZIO

Dettagli

Attività di edilizia libera (Comunicazione Inizio Lavori)

Attività di edilizia libera (Comunicazione Inizio Lavori) Attività di edilizia libera (Comunicazione Inizio Lavori) Descrizione del procedimento e riferimenti normativi Le attività di edilizia libera sono individuate all art. 6 D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380. Ai

Dettagli

AREA N.2 AREA DI PROCEDIMENTO

AREA N.2 AREA DI PROCEDIMENTO AREA DI PROCEDIMENTO PROCEDIMENTI AFFIDAMENTI INCARICHI TECNICI PROGETTAZIONE PRELIMINARE FASI AREA N.2 LAVORI PUBBLICI E PATRIMONIO * Predisposizione del bando (quando necessario); * Predisposizione della

Dettagli

SERVIZIO REGISTRO DELLE IMPRESE UFFICIO FRONT OFFICE

SERVIZIO REGISTRO DELLE IMPRESE UFFICIO FRONT OFFICE Allegato A) alla Determinazione Dirigenziale n. 63 del 22.2.2011 SERVIZIO REGISTRO DELLE IMPRESE UFFICIO FRONT OFFICE 30 aprile 2012; conseguimento della certificazione 2)Gestione di ragionevoli tempi

Dettagli

COMUNE DI SPOTORNO. Provincia di Savona DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI SPOTORNO. Provincia di Savona DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ( ) ORIGINALE ( X ) COPIA N. 22 DEL 14.02.2012 COMUNE DI SPOTORNO Provincia di Savona DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE, PROGRAMMAZIONE CONTROLLO DELLA GESTIONE PROPOSTA

Dettagli

Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale DELIBERAZIONE N 18 DEL 31/03/2016 Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: forme di collaborazione tra la Provincia di Alessandria e il Comune di Villalvernia per avvalersi degli uffici

Dettagli

http://www.gies.it/index.aspx

http://www.gies.it/index.aspx Attività prodotte dagli esperti dell'inventario Pagina 1 di 1 Area Riservata HOME DOVE SIAMO MISSION PARTNERS SERVIZI PRODOTTI NEWS CONTATTI SOLUZIONI INNOVATIVE PER L'AGGIORNAMENTO DEL PATRIMONIO MOBILIARE

Dettagli

ALLEGATO A) Comma 594 lettera A)

ALLEGATO A) Comma 594 lettera A) ALLEGATO A) PIANO TRIENNALE 2008-2010 sul contenimento e riduzione dei costi di funzionamento dell Ente (art. 2, comma dal 594 e seguenti L. 244/2007) approvato con Delibera di Giunta n. 313 del 30/12/2008

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) 2015 2017

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) 2015 2017 Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) 2015 2017 Predisposto dal responsabile per la trasparenza Adottato in data 26 gennaio 2015 con deliberazione n. 03 della Giunta comunale

Dettagli

Provincia di Ravenna

Provincia di Ravenna Allegato A) Provincia di Ravenna PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE DELLA SPESA, RIORDINO E RISTRUTTURAZIONE AMMINISTRATIVA, DI SEMPLIFICAZIONE E DIGITALIZZAZIONE, DI RIDUZIONE

Dettagli

COMUNE DI GANGI REGOLAMENTO

COMUNE DI GANGI REGOLAMENTO COMUNE DI GANGI (Provincia di Palermo) Part. I.V.A. 004759084 SETTORE TECNICO URBANISTICA - COMMERCIO ED ARTIGIANATO (Politiche di Gestione - Sviluppo del Territorio, dell Ambiente e dello Sviluppo Economico)

Dettagli

INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE

INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE L unione di più esperienze e una struttura di vendita competente e dinamica consentono ad IMPRESA di offrire una forte operatività, mirata alla soluzione delle esigenze del

Dettagli

Allegato 4 Tabella di raccordo tra dimensioni del BES, funzioni e obiettivi della provincia

Allegato 4 Tabella di raccordo tra dimensioni del BES, funzioni e obiettivi della provincia Allegato 4 Tabella di raccordo tra dimensioni del BES, funzioni e obiettivi della provincia Dimensione/dominio Funzioni Piano strategico Tema Descrizione Standard materiali di vita (reddito,consumi,ricchezz

Dettagli

PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI NIBIONNO

PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI NIBIONNO PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI NIBIONNO Valutazione Ambientale Strategica del Piano di Governo del Territorio - 28 luglio 2010 - La VAS nel processo di pianificazione Accompagna il processo della formazione

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/133 O G G E T T O

COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/133 O G G E T T O COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/133 O G G E T T O Piano assunzioni con forme flessibili 2015 L anno duemilaquindici

Dettagli

Agenzia della Regione Autonoma della Sardegna per le Entrate - ARASE

Agenzia della Regione Autonoma della Sardegna per le Entrate - ARASE Agenzia della Regione Autonoma della Sardegna per le Entrate - ARASE Via XXIX Novembre 23, 09123 Cagliari Tel 070/6068066 fax 070/6068017 agenziaentrate@regione.sardegna.it Chi Siamo L ARASE è stata istituita

Dettagli

P_11 MU 08 Rev. 1 del 10/11/2006. Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale

P_11 MU 08 Rev. 1 del 10/11/2006. Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale www.comuneriomarina.it P_11 MU 08 Rev. 1 del 10/11/2006 Sistema certificato ISO 9001 : 2000 urp@comuneriomarina.it Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale COPIA OGGETTO: Approvazione del programma

Dettagli

OBIETTIVI P.R.O. 2015 AREA SERVIZI FINANZIARI E PERSONALE

OBIETTIVI P.R.O. 2015 AREA SERVIZI FINANZIARI E PERSONALE OBIETTIVI P.R.O. 2015 AREA SERVIZI FINANZIARI E PERSONALE Responsabile: Istruttore Direttivo Luciana Saggini Servizi: 1. Contabilità e bilancio 2. Personale 3. Tributi - Economato OBIETTIVI ANNO 2015 Codice:

Dettagli

AREA CONTABILITÀ AREA CONTABILITÀ CONTABILITÀ FINANZIARIA BILANCIO DI PREVISIONE PATTO DI STABILITÀ GESTIONI CERTIFICAZIONI GESTIONE ORDINI

AREA CONTABILITÀ AREA CONTABILITÀ CONTABILITÀ FINANZIARIA BILANCIO DI PREVISIONE PATTO DI STABILITÀ GESTIONI CERTIFICAZIONI GESTIONE ORDINI AREA CONTABILITÀ AREA CONTABILITÀ CONTABILITÀ FINANZIARIA BILANCIO DI PREVISIONE PATTO DI STABILITÀ GESTIONI CERTIFICAZIONI GESTIONE ORDINI GESTIONE MAGAZZINO FATTURAZIONE ED IVA GESTIONE DEL PATRIMONIO

Dettagli

Inventario. Certificazione ISO:9001 per l Area Servizi

Inventario. Certificazione ISO:9001 per l Area Servizi Servizio di inventario dei beni mobili ed immobili e determinazione del conto del Patrimonio Il patrimonio, secondo una generale accezione, è costituito dal complesso dei rapporti attivi e passivi facenti

Dettagli

INGECO Srl Consulenze Industriali. Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001

INGECO Srl Consulenze Industriali. Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001 INGECO Srl Consulenze Industriali Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001 : :. S O M M A R I O. : : - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Dettagli