Struttura dell atomo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Struttura dell atomo"

Transcript

1 Proprietà elettriche dei materiali Attrazione e repulsione delle cariche Se si sfregano due bacchette di plastica con un panno di lana e poi le bacchette vengono avvicinate, si vede che esse tendono a respingersi. Se si ripete l operazione con una bacchetta di plastica e una di vetro, le bacchette si attirano. Questi semplici esperimenti ci fanno capire che: esistono due tipi di cariche elettriche, che chiameremo positive (+) e negative (-); corpi con cariche dello stesso segno si respingono, mentre corpi con cariche di segno contrario si attraggono

2 Struttura dell atomo Dalla fisica è noto che tutti i corpi (solidi, liquidi o gassosi) sono composti da particelle molto piccole chiamate atomi. Ciascun atomo può essere paragonato ad un sistema solare in miniatura, costituito da un nucleo centrale (composto da particelle con carica positiva, i protoni, e da particelle senza carica, i neutroni) attorno al quale ruotano particelle con carica negativa, gli elettroni. Tutti gli atomi di un dato elemento chimico hanno lo stesso numero di protoni (numero atomico dell elemento). Allo stato naturale gli atomi sono elettricamente neutri: numero protoni = numero elettroni.

3 Elettroni di conduzione Si chiamano così gli elettroni contenuti nell orbita più esterna dell atomo. Infatti questi elettroni, essendo meno legati al loro nucleo, possono spostarsi con una certa facilità nell orbita più esterna di un atomo vicino, e da questa orbita a quella di un altro atomo ancora, dando così origine alla conduzione della corrente elettrica nel materiale. Questo è proprio quello che succede nei cavi di rame usati negli impianti elettrici. Il rame ha numero atomico 29. Di questi 29 elettroni 28 sono molto legati al nucleo, mentre l ultimo si può considerare praticamente libero. A questo punto dovreste essere in grado da soli di spiegare come avviene l elettrizzazione per strofinio delle bacchette.

4 Classificazione dei materiali ISOLANTI Non si lasciano attraversare dalla corrente elettrica, in quanto tutti gli elettroni degli atomi di questi materiali sono fortemente legati ai nuclei (assenza di elettroni di conduzione). La guaina che riveste i cavi di rame è un tipico esempio di isolante elettrico. Altri esempi sono: vetro, porcellana, carta, gomma, PVC, CONDUTTOI Si lasciano facilmente attraversare dalla corrente elettrica, grazie alla forte disponibilità di elettroni di conduzione. Tutti i metalli sono buoni conduttori, in particolare: rame, alluminio, oro, argento, ferro. L acqua è un conduttore? SEMICONDUTTOI Questi materiali (silicio, germanio, arseniuro di gallio) mostrano un comportamento intermedio, e hanno raggiunto una grande importanza in elettronica nella costruzione dei circuiti integrati.

5 Grandezze elettriche fondamentali La corrente elettrica Quando un cavo di rame viene inserito in un circuito elettrico elementare, i suoi elettroni di conduzione iniziano a muoversi verso il morsetto positivo della pila, da cui sono attratti. Infatti tra i due morsetti della pila, durante la fabbricazione, è stato creato uno squilibrio di cariche: un eccesso di elettroni in prossimità del morsetto, e una mancanza al morsetto +. Gli elettroni aspirati dal morsetto + vengono rimpiazzati da un numero uguale di elettroni pompati dal morsetto. Si ha così un movimento circolare (di andata e ritorno) di elettroni, cioè una corrente elettrica.

6 Una analogia idraulica Come saprai, fra due recipienti contenenti acqua a livello diverso, l acqua scorre dal recipiente con il livello più alto a quello con il livello più basso. Se vogliamo che la portata ( corrente) dell acqua ( elettroni) non diminuisca, dobbiamo mantenere costante il dislivello tra i due recipienti usando una pompa ( generatore). In modo analogo si ottiene la corrente elettrica. Avremo bisogno di avere agli estremi del cavo di rame ( tubo) una diversa concentrazione di elettroni, cioè un diverso livello di carica elettrica.

7 Misura dell intensità di corrente Immaginiamo di essere sul bordo di un autostrada per misurare l intensità del traffico: dovremo contare il numero di autoveicoli che transitano davanti a noi in un certo intervallo di tempo. Allo stesso modo, nel caso della corrente elettrica, misureremo la quantità di carica elettrica (elettroni) che passa in secondo attraverso una qualunque sezione del nostro cavo di rame. Data l estrema piccolezza della carica dell elettrone, per avere una corrente di ampere (l ampere, abbreviato A, è l unità di misura della corrente, così come il metro è l unità di misura della lunghezza) bisogna che in secondo passino 6,25 miliardi di miliardi di elettroni!

8 Verso convenzionale della corrente Come già detto gli elettroni di conduzione nel cavo di rame si muovono dal morsetto verso il morsetto + (è questo il verso reale della corrente elettrica). Tuttavia, quando la vera natura della corrente era ancora sconosciuta, è stato fissato un verso convenzionale: quello uscente dal polo positivo ed entrante in quello negativo. Quindi le frecce che nei circuiti ci aiutano a capire il percorso compiuto dalla corrente, in realtà indicano il verso opposto rispetto a quello reale di spostamento degli elettroni (come se questi avessero carica positiva!).

9 Multipli e sottomultipli dell ampere () : 000 : 000 : 000 unità piccole μa ma A KA unità grandi x 000 x 000 x 000 Esempi: ) 30 ma = 30 : 000 = 0,03 A 2) 0 KA = 0 x 000 = 0000 A (2)

10 Il generatore elettrico iprendiamo l analogia con i circuiti idraulici: ci siamo serviti di una pompa per mantenere costante il dislivello tra i due recipienti, e quindi la portata dell acqua. Nel circuito elettrico il generatore ha la stessa funzione della pompa: esercita un adeguata pressione sugli elettroni. Questa pressione elettrica viene chiamata tensione. Tutti i generatori convertono energia non elettrica in energia elettrica. Ad es. una pila usa la sua energia chimica interna per tenere separate le cariche (elettroni) tra i suoi poli. Non appena colleghiamo con del cavo una lampadina alla pila, gli elettroni carichi di energia cominciano a spostarsi dal polo al polo + attraversando la lampadina, alla quale rilasciano l energia ricevuta dal generatore.

11 La tensione (o differenza di potenziale)

12 La tensione (o differenza di potenziale) Ma esattamente cosa vuol dire che una pila ci fornisce, ad esempio,,5 volt di tensione (il volt, abbreviato V, è l unità di misura della tensione elettrica)? La tensione elettrica ai capi di un generatore è definita come il rapporto tra l energia totale da esso fornita e la carica totale separata ai morsetti. Quindi, la tensione fornita dal generatore al circuito è direttamente proporzionale alla quantità di energia ceduta dal generatore agli elettroni. Gli elettroni poi perdono l energia acquistata dal generatore, attraversando i vari utilizzatori presenti nel circuito. Allora possiamo definire una ( caduta di) tensione ai capi di ogni utilizzatore, proporzionale all energia ceduta dagli elettroni all utilizzatore. Se poi prendiamo come livello di riferimento per l energia degli elettroni quella che essi possiedono al polo negativo del generatore, e le attribuiamo il valore convenzionale 0 (zero), potremo attribuire a ogni punto del circuito un ben preciso valore di energia, a cui diamo il nome di potenziale elettrico. Si capisce, in questo modo, che la tensione ai capi di un qualunque elemento del circuito (pila, lampadina, ) può essere definita come differenza di potenziale tra i due punti del circuito tra i quali l elemento è inserito.

13 Una analogia idraulica completa L analogia idraulica fa capire bene la differenza che esiste tra corrente e tensione. La tensione corrisponde alla pressione dell acqua, che può generare un flusso potente o debole indipendentemente dal diametro del tubo. Invece la corrente corrisponde alla portata dell acqua, e quindi proprio al diametro del tubo in cui l acqua è costretta a scorrere. Un tubo di diametro maggiore, a parità di pressione esercitata sull acqua, consentirà di avere una maggiore portata, cioè un flusso più intenso. Appare chiaro, da queste semplici analogie, che tensione e corrente sono tra di loro strettamente collegate. La relazione matematica che le lega si chiama legge di Ohm, e la esamineremo tra non molto.

14 Multipli e sottomultipli del volt () : 000 : 000 unità piccole mv V KV unità grandi x 000 x 000 Esempi: ) 700 mv = 700 : 000 = 0,7 V 2) 0,38 KV = 0,38 x 000 = 380 V (2)

15 La struttura dei circuiti Gli impianti elettrici e gli apparati elettronici sono costituiti da raggruppamenti, spesso molto complessi, di conduttori elettrici e parti speciali chiamate componenti (ne abbiamo già incontrati: pile, lampadine, ). Tutti questi sistemi vengono genericamente indicati con il termine di circuiti. Quello che vedete qui sotto, ad esempio, è un circuito per il comando di una lampada da un punto (è stata anche inserita una presa di corrente). N PE L Nel circuito a fianco (schema di montaggio) si riconoscono quattro componenti e un certo numero di collegamenti. Sapresti indicare il nome di ciascuno dei quattro componenti? L Comandata semplice + F.M.

16 Schemi elettrici Esistono diversi tipi di schemi elettrici (che ci forniscono informazioni differenti): schema funzionale (spiega il funzionamento dei diversi circuiti che compongono l impianto, non fornisce informazioni di installazione) schema di montaggio multifilare (spiega come l impianto va installato: comprende scatole di derivazione, i conduttori seguono percorsi paralleli, ) schema topografico unifilare (è molto simile allo schema di montaggio, ma indica anche l esatta collocazione dei vari componenti). Noi siamo interessati a capire il funzionamento dei circuiti, quindi useremo per lo più lo schema funzionale. Ecco lo schema funzionale della comandata semplice (per semplicità è stata tolta la presa di forza motrice):

17 Simboli usati negli schemi Generatore di tensione continua Generatore di tensione alternata Interruttore Lampada esistore (o esistenza ) Derivazione

18 Corrente continua Vs Corrente alternata La corrente elettrica viene usata o per trasportare energia o per trasportare informazioni (pensate alla rete telefonica e a Internet). Per il trasporto di energia si possono impiegare due modalità diverse: la corrente continua oppure la corrente alternata. Si chiama corrente continua quella che percorre un conduttore sempre nello stesso verso (simboli: dc, cc, --). E prodotta da: pile, accumulatori (le batterie degli autoveicoli), celle fotovoltaiche, La corrente continua viene essenzialmente usata per alimentare gli apparati elettronici. Si chiama invece corrente alternata una corrente che cambia di verso periodicamente, in modo però che il numero di elettroni trasportati in un senso sia sempre uguale a quello degli elettroni trasportati nel senso opposto (simboli: ac, ca, ~). Si preleva da: alternatori, trasformatori e dalle prese di corrente. La corrente alternata viene usata per trasportare e distribuire agli utenti l energia elettrica, e per alimentare la quasi totalità degli apparecchi elettrici domestici e industriali.

19 Andamenti (grafici) nel tempo Corrente continua 5,00 0,00 periodo (s) corrente (A) 5,00 0,00-5,00-0,00-5,00 5,00 0,00 5,00 0 0,005 0,0 0,05 0,02 0,025 tempo (s) Corrente alternata sinusoidale ( f = 50 Hz ; T = 0,02 s ) T f f T corrente (A) 0,00-5,00-0,00 0 0,005 0,0 0,05 0,02 0,025 frequenza (Hz) -5,00 tempo (s)

20 Circuito chiuso Vs Circuito aperto Un circuito si dice chiuso, se al suo interno può circolare una corrente. Un circuito invece si dice aperto, se nell insieme di conduttori che lo costituisce vi è un interruzione tale da impedire il passaggio di corrente. circuito chiuso circuito aperto

21 La teoria dei circuiti La teoria dei circuiti è un insieme di regole che permettono di determinare, in ogni punto di un circuito, i valori delle grandezze elettriche in gioco (correnti e tensioni), in modo tale da conoscere completamente il comportamento del circuito, senza bisogno di valutarne le caratteristiche durante il suo reale funzionamento (in altre parole senza bisogno di montarlo).

22 Le leggi di Ohm La 3 a grandezza elettrica fondamentale: la resistenza Gli elettroni muovendosi nei conduttori non scorrono del tutto liberamente ma incontrano una certa resistenza (dovuta ai continui urti degli elettroni contro gli atomi del conduttore). Possiamo paragonare questo fenomeno a quello che si ha in un impianto idraulico quando l acqua che scorre nei tubi incontra una strozzatura. Tutti i materiali attraversati da una corrente presentano una certa resistenza.

23 La resistenza: definizione della grandezza La resistenza rappresenta il grado di opposizione che un materiale presenta al passaggio della corrente. La sua unità di misura è l ohm, abbreviato con la lettera o dell alfabeto greco: la lettera Ω. In un circuito gli utilizzatori presentano sempre una grande resistenza rispetto a quella dei conduttori che costituiscono i cavi di collegamento. L unico scopo dei conduttori è quello di trasportare l energia dal generatore agli utilizzatori, quindi i conduttori devono avere la resistenza più piccola possibile. 00 m di cavo di rame di sezione 2,5 mm 2 hanno una resistenza di soli 0,7 Ω! Una lampadina da 00 W ha una resistenza di circa 500 Ω.

24 Multipli dell ohm () : 000 : 000 unità piccole Ω KΩ MΩ unità grandi x 000 x 000 Esempi: ) 0,7 Ω = 0,7 : 000 = 0,0007 KΩ 2) 0,0005 MΩ = 0,0005 x 000 = 0,5 KΩ (2)

25 La resistenza: applicazioni Vedremo più avanti che la resistenza dei materiali al passaggio di corrente viene sfruttata in elettronica per ridurre la tensione o la corrente in un circuito. D altra parte, quando la corrente incontra un elevata resistenza nell attraversare un materiale, questo tende a surriscaldarsi. Molti dispositivi elettrici sfruttano questo fenomeno per produrre calore, ad esempio: saldatori ferri da stiro lampadine

26 Il cortocircuito Analizziamo il comportamento del circuito disegnato in questa slide. Quando l interruttore è aperto, il circuito si comporta in modo corretto (perché?). Quando invece l interruttore è chiuso, gli elettroni che formano la corrente, arrivati alla derivazione x, che percorso seguiranno? La risposta più naturale sarebbe: gli elettroni si ripartiscono tra i due percorsi. Purtroppo l utilizzatore (lampadina) ha una resistenza molto più grande di quella del solo cavo (di cortocircuito) che gli elettroni trovano proseguendo a destra. Per cui la corrente scorrerà praticamente tutta attraverso il collegamento di cortocircuito, e con intensità molto elevata (perché?). Il termine cortocircuito è usato proprio per indicare un collegamento diretto tra i due poli del generatore, cioè un collegamento che non passa attraverso alcun utilizzatore.

27 La (prima) legge di Ohm Abbiamo detto che gli elettroni, muovendosi nel circuito, urtano continuamente gli atomi dei materiali che attraversano. In questi urti gli elettroni perdono energia, e questa perdita si traduce in una progressiva caduta di potenziale lungo il circuito (in parole povere si perde, a poco a poco, la tensione fornita dal generatore). Una perdita simile (ma di pressione) incontra l acqua di un impianto idraulico percorrendo una strozzatura. Più il diametro del tubo si riduce, maggiore sarà il calo della pressione. Allo stesso modo, più grande è la resistenza elettrica del materiale, maggiore sarà la tensione persa. Si capisce così che la maggior parte della tensione verrà persa sugli utilizzatori, e non sui conduttori che hanno resistenza molto bassa. Il legame tra tensione persa e resistenza è stabilito da una relazione molto semplice, la prima legge di Ohm: resistenza (Ω) tensione (V) V = I corrente (A)

28 Le tre espressioni della legge di Ohm Cerchiamo di capire meglio il significato della legge di Ohm: ) l espressione V = I ci dice sostanzialmente che la caduta di tensione sull utilizzatore è direttamente proporzionale alla sua resistenza (cioè se ad esempio la resistenza raddoppia, anche la tensione raddoppia); 2) ma possiamo anche riscrivere la legge come I = V : (è stata solo girata ), e questa seconda espressione ci fa vedere che la corrente che scorre nell utilizzatore è inversamente proporzionale alla sua resistenza (cioè se la resistenza raddoppia, la corrente diventa la metà riflettete anche sull analogia idraulica!); 3) infine, girando nel terzo modo possibile la legge, otteniamo l espressione = V : I che ci consente di ricavare la resistenza dell utilizzatore, se conosciamo la sua tensione e la sua corrente. Queste tre espressioni della legge di Ohm vanno ricordate a memoria.

29 Prova sperimentale della legge di Ohm Con il circuito riportato in questa slide è possibile verificare la validità della legge di Ohm. I due tester consentono di misurare corrente (I) e tensione (V) sulla resistenza. Aumentando la tensione fornita dal generatore, il rapporto V : I non deve cambiare, ma rimanere sempre uguale al valore della resistenza. Questo è proprio quello che afferma la terza espressione della legge di Ohm. Link al grafico dei dati sperimentali.

30 La seconda legge di Ohm Abbiamo detto che la tensione persa lungo i cavi dell impianto è trascurabile rispetto a quella che cade sugli utilizzatori. Tuttavia in certi casi è necessario valutarla, e per farlo è necessario conoscere la resistenza totale del cavo. E facile intuire che la resistenza di un cavo elettrico è: direttamente proporzionale alla sua lunghezza, inversamente proporzionale alla sua sezione, dipendente dal tipo di conduttore usato per costruire il cavo (cambiando il conduttore cambia la quantità di elettroni di conduzione disponibili). Queste tre osservazioni sono riassunte dalla seconda legge di Ohm: l S = resistenza del cavo (Ω) ρ = resistività del conduttore (per il rame vale 0,075) l = lunghezza del cavo (m) S = sezione del cavo (mm 2 )

31 La resistenza equivalente esistenze in serie Quando due o più resistenze sono collegate tra loro una di seguito all altra in modo tale che la corrente sia la stessa per tutte (non avendo altro percorso possibile), si dice che le resistenze sono collegate in serie. Un circuito contenente una serie di resistenze può essere semplificato, sostituendo alla serie un unica resistenza equivalente di valore pari alla somma delle singole resistenze. Se EQ = , allora le due correnti sono uguali cioè I = I.

32 Un esempio Perché il circuito di destra sia equivalente a quello di sinistra, bisogna che siano uguali le correnti I e I (visto che la tensione fornita dal generatore è sempre la stessa, 36 V). La resistenza equivalente della serie di tre resistenze è: = 300 Ω. Proviamo allora a calcolare la corrente I : I = V G : EQ = 36 : 300 = 0,2 A, lo stesso valore della corrente I, quindi i due circuiti sono equivalenti.

33 esistenza equivalente: applicazioni L applicazione principale del concetto di resistenza equivalente consiste nel calcolo della corrente erogata dal generatore al circuito. Considerate il circuito disegnato in questa slide: è possibile calcolare la corrente erogata dal generatore usando soltanto la legge di Ohm? La risposta è no. Bisogna per forza passare al circuito equivalente, in cui la legge di Ohm è applicabile essendo presente una sola resistenza (quella equivalente). Tanto sappiamo che la corrente calcolata nel circuito equivalente è uguale alla corrente che scorre nel circuito di partenza! Trovata la corrente si potrà continuare l analisi del circuito con la legge di Ohm. PATITOE DI TENSIONE I V G V V 2 V G EQ 2 I G V ( ( G 2 ) VG 2 ; ) V 2 (APPOTO DI PATIZIONE) 2 I G 2 VG ( 2)

34 esistenze in parallelo Quando due o più resistenze sono montate una di fianco all altra in modo tale che la tensione sia la stessa per tutte (non essendoci altre cadute tra una resistenza e l altra), si dice che le resistenze sono collegate in parallelo. Un circuito contenente un parallelo di resistenze può essere semplificato, sostituendo al parallelo un unica resistenza equivalente di valore pari all inverso della somma degli inversi delle singole resistenze. PATITOE DI COENTE EQ EQ EQ 2 n FOMULA GENEALE n ESISTENZE TUTTE UGUALI PAALLELO DI 2 ESISTENZE Se si usa la resistenza equivalente, la corrente I G erogata dal generatore non cambia.

35 Un esempio I I 2 V V , 3 0, 2 A A I G I I 0,3 0,2 0, 5 A EQ 2 G IG 0, 5 A V EQ

36 Utilizzatori in parallelo Ecco un esempio di collegamento di più utilizzatori alla linea principale di distribuzione dell energia elettrica all interno di un abitazione (~ 230 V). Come vedete gli utilizzatori sono tutti collegati in parallelo, in modo da poterli accendere e spegnere indipendentemente l uno dall altro. Inoltre, in caso di guasto di un utilizzatore, gli altri continuano a funzionare correttamente. Con un collegamento in serie tutto ciò sarebbe stato possibile?

37 Collegamenti misti di resistenze Un collegamento misto è una combinazione di resistenze montate in serie e in parallelo. Considerate ad esempio il circuito seguente. Esso può essere semplificato progressivamente procedendo per piccoli passi: a ogni passo bisogna riconoscere quei gruppi di resistenze che sono tra loro in serie o in parallelo, e sostituirli con la loro resistenza equivalente.

Carica positiva e carica negativa

Carica positiva e carica negativa Elettrostatica Fin dal 600 a.c. si erano studiati alcuni effetti prodotti dallo sfregamento di una resina fossile, l ambra (dal cui nome in greco electron deriva il termine elettricità) con alcuni tipi

Dettagli

Unità 12. La corrente elettrica

Unità 12. La corrente elettrica Unità 12 La corrente elettrica L elettricità risiede nell atomo Modello dell atomo: al centro c è il nucleo formato da protoni e neutroni ben legati tra di loro; in orbita intorno al nucleo si trovano

Dettagli

Tesina di scienze. L Elettricità. Le forze elettriche

Tesina di scienze. L Elettricità. Le forze elettriche Tesina di scienze L Elettricità Le forze elettriche In natura esistono due forme di elettricità: quella negativa e quella positiva. Queste due energie si attraggono fra loro, mentre gli stessi tipi di

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it L INTENSITÀ DELLA CORRENTE ELETTRICA Consideriamo una lampadina inserita in un circuito elettrico costituito da fili metallici ed un interruttore.

Dettagli

Corrente elettrica. Esempio LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA. Cos è la corrente elettrica? Definizione di intensità di corrente elettrica

Corrente elettrica. Esempio LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA. Cos è la corrente elettrica? Definizione di intensità di corrente elettrica Corrente elettrica LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA Cos è la corrente elettrica? La corrente elettrica è un flusso di elettroni che si spostano dentro un conduttore dal polo negativo verso il polo positivo

Dettagli

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica Correnti e circuiti a corrente continua La corrente elettrica Corrente elettrica: carica che fluisce attraverso la sezione di un conduttore in una unità di tempo Q t Q lim t 0 t ntensità di corrente media

Dettagli

Inizia presentazione

Inizia presentazione Inizia presentazione Che si misura in ampère può essere generata In simboli A da pile dal movimento di spire conduttrici all interno di campi magnetici come per esempio nelle dinamo e negli alternatori

Dettagli

Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico

Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DELL AQUILA Scuola di Specializzazione per la Formazione degli Insegnanti nella Scuola Secondaria Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico Prof. Umberto Buontempo

Dettagli

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica Correnti e circuiti a corrente continua La corrente elettrica Corrente elettrica: carica che fluisce attraverso la sezione di un conduttore in una unità di tempo Q t Q lim t 0 t ntensità di corrente media

Dettagli

Elettricità e magnetismo

Elettricità e magnetismo E1 Cos'è l'elettricità La carica elettrica è una proprietà delle particelle elementari (protoni e elettroni) che formano l'atomo. I protoni hanno carica elettrica positiva. Gli elettroni hanno carica elettrica

Dettagli

CARICA ELETTRICA. La carica elettrica può essere di segno positivo, che indichiamo con +;- o di segno negativo, che indichiamo con il -.

CARICA ELETTRICA. La carica elettrica può essere di segno positivo, che indichiamo con +;- o di segno negativo, che indichiamo con il -. CARICA ELETTRICA Si dimostra sperimentalmente che se strofiniamo una bacchetta di plastica o di vetro su di un panno essa è in grado di attrarre dei pezzettini di carta. Questo fatto noi lo giustifichiamo

Dettagli

La corrente elettrica

La corrente elettrica Lampadina Ferro da stiro Altoparlante Moto di cariche elettrice Nei metalli i portatori di carica sono gli elettroni Agitazione termica - moto caotico velocità media 10 5 m/s Non costituiscono una corrente

Dettagli

Visione d insieme DOMANDE E RISPOSTE SULL UNITÀ

Visione d insieme DOMANDE E RISPOSTE SULL UNITÀ Visione d insieme DOMANDE E RISPOSTE SULL UNITÀ Che cos è la corrente elettrica? Nei conduttori metallici la corrente è un flusso di elettroni. L intensità della corrente è il rapporto tra la quantità

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA

LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA (Fenomeno, indipendente dal tempo, che si osserva nei corpi conduttori quando le cariche elettriche fluiscono in essi.) Un conduttore metallico è in equilibrio elettrostatico

Dettagli

Elettrostatica. 1. La carica elettrica 2. La legge di Coulomb 3. Il campo elettrostatico 4. Il potenziale elettrico 5. Condensatori e dielettrici

Elettrostatica. 1. La carica elettrica 2. La legge di Coulomb 3. Il campo elettrostatico 4. Il potenziale elettrico 5. Condensatori e dielettrici Elettrostatica 1. La carica elettrica 2. La legge di Coulomb 3. Il campo elettrostatico 4. Il potenziale elettrico 5. Condensatori e dielettrici Prof. Giovanni Ianne 1 L ELETTRIZZAZIONE PER STROFINIO Un

Dettagli

RIASSUNTO DI FISICA 3 a LICEO

RIASSUNTO DI FISICA 3 a LICEO RIASSUNTO DI FISICA 3 a LICEO ELETTROLOGIA 1) CONCETTI FONDAMENTALI Cariche elettriche: cariche elettriche dello stesso segno si respingono e cariche elettriche di segno opposto si attraggono. Conduttore:

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA

LA CORRENTE ELETTRICA L CORRENTE ELETTRIC H P h Prima che si raggiunga l equilibrio c è un intervallo di tempo dove il livello del fluido non è uguale. Il verso del movimento del fluido va dal vaso a livello maggiore () verso

Dettagli

1 di 3 07/06/2010 14.04

1 di 3 07/06/2010 14.04 Principi 1 http://digilander.libero.it/emmepi347/la%20pagina%20di%20elettronic... 1 di 3 07/06/2010 14.04 Community emmepi347 Profilo Blog Video Sito Foto Amici Esplora L'atomo Ogni materiale conosciuto

Dettagli

Prof. Ing. Luigi Maffei. Impienti elettrici e speciali

Prof. Ing. Luigi Maffei. Impienti elettrici e speciali Conduttori: sostanze nelle quali alcune o tutte le cariche elettriche possono muoversi liberamente sotto l'azione di forze elettriche (es: metalli, soluzioni acquose). Isolanti (dielettrici): materiali

Dettagli

Come ottengo la CORRENTE ELETTRICA

Come ottengo la CORRENTE ELETTRICA COS È L ELETTRICITÀ Come ottengo la CORRENTE ELETTRICA si produce con i generatori di corrente che possono essere chimici, meccanici oppure utilizzare l'energia del sole Generatori meccanici che producono

Dettagli

CORRENTE ELETTRICA. La grandezza fisica che descrive la corrente elettrica è l intensità di corrente.

CORRENTE ELETTRICA. La grandezza fisica che descrive la corrente elettrica è l intensità di corrente. CORRENTE ELETTRICA Si definisce CORRENTE ELETTRICA un moto ordinato di cariche elettriche. Il moto ordinato è distinto dal moto termico, che è invece disordinato, ed è sovrapposto a questo. Il moto ordinato

Dettagli

Giochiamo con l elettricità 10 marzo 2012. Dalle Indicazioni per il Curricolo per la scuola primaria e secondaria di primo grado (agosto 2007)

Giochiamo con l elettricità 10 marzo 2012. Dalle Indicazioni per il Curricolo per la scuola primaria e secondaria di primo grado (agosto 2007) Dalle Indicazioni per il Curricolo per la scuola primaria e secondaria di primo grado (agosto 2007) Fin dall'antichità i Greci, avevano scoperto che l'ambra gialla (resina fossile) strofinata attira dei

Dettagli

Classe 3 D Bucci Arianna Evangelista Andrea Palombo Leonardo Ricci Alessia Progetto di Scienze a.s. 2013/2014. Prof.ssa Piacentini Veronica

Classe 3 D Bucci Arianna Evangelista Andrea Palombo Leonardo Ricci Alessia Progetto di Scienze a.s. 2013/2014. Prof.ssa Piacentini Veronica Classe 3 D Bucci Arianna Evangelista Andrea Palombo Leonardo Ricci Alessia Progetto di Scienze a.s. 2013/2014 Prof.ssa Piacentini Veronica La corrente elettrica La corrente elettrica è un flusso di elettroni

Dettagli

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 INDICE CORRENTE ELETTRICA...3 INTENSITÀ DI CORRENTE...4 Carica elettrica...4 LE CORRENTI CONTINUE O STAZIONARIE...5 CARICA ELETTRICA ELEMENTARE...6

Dettagli

La corrente e le leggi di Ohm

La corrente e le leggi di Ohm La corrente e le leggi di Ohm Elettroni di conduzione La conduzione elettrica, che definiremo successivamente, consiste nel passaggio di cariche elettriche da un punto ad un altro di un corpo conduttore.

Dettagli

PRIMA LEGGE DI OHM OBIETTIVO: NOTE TEORICHE: Differenza di potenziale Generatore di tensione Corrente elettrica

PRIMA LEGGE DI OHM OBIETTIVO: NOTE TEORICHE: Differenza di potenziale Generatore di tensione Corrente elettrica Liceo Scientifico G. TARANTINO ALUNNO: Pellicciari Girolamo VG PRIMA LEGGE DI OHM OBIETTIVO: Verificare la Prima leggi di Ohm in un circuito ohmico (o resistore) cioè verificare che l intensità di corrente

Dettagli

GRANDEZZE ELETTRICHE E COMPONENTI

GRANDEZZE ELETTRICHE E COMPONENTI Capitolo3:Layout 1 17-10-2012 15:33 Pagina 73 CAPITOLO 3 GRANDEZZE ELETTRICHE E COMPONENTI OBIETTIVI Conoscere le grandezze fisiche necessarie alla trattazione dei circuiti elettrici Comprendere la necessità

Dettagli

1. Presentazione del problema. 2.Ipotesi di soluzione

1. Presentazione del problema. 2.Ipotesi di soluzione 1. Presentazione del problema Al fine di sollecitare gli alunni a progettare, realizzare e verificare esperienze operative inerenti all Energia elettrica, l insegnante di Ed. Tecnica propone alla classe,

Dettagli

La resistenza elettrica e il resistore

La resistenza elettrica e il resistore La resistenza elettrica e il resistore Gli antichi greci erano rimasti colpiti dalle proprietà di una resina fossile, l ambra, che se strofinata con un panno di lana riusciva ad attirare, senza toccarli,

Dettagli

V= R*I. LEGGE DI OHM Dopo aver illustrato le principali grandezze elettriche è necessario analizzare i legami che vi sono tra di loro.

V= R*I. LEGGE DI OHM Dopo aver illustrato le principali grandezze elettriche è necessario analizzare i legami che vi sono tra di loro. LEGGE DI OHM Dopo aver illustrato le principali grandezze elettriche è necessario analizzare i legami che vi sono tra di loro. PREMESSA: Anche intuitivamente dovrebbe a questo punto essere ormai chiaro

Dettagli

Due cariche positive si respingono, due cariche negative si respingono, una carica positiva e una negativa si attraggono.

Due cariche positive si respingono, due cariche negative si respingono, una carica positiva e una negativa si attraggono. 2012 11 08 pagina 1 Carica elettrica Esistono cariche elettriche di due tipi: positiva e negativa. Due cariche positive si respingono, due cariche negative si respingono, una carica positiva e una negativa

Dettagli

Fisica Generale - Modulo Fisica II Esercitazione 5 Ingegneria Gestionale-Informatica CARICA E SCARICA DEL CONDENSATORE

Fisica Generale - Modulo Fisica II Esercitazione 5 Ingegneria Gestionale-Informatica CARICA E SCARICA DEL CONDENSATORE AIA E SAIA DEL ONDENSATOE a. Studiare la scarica del condensatore della figura che è connesso I(t) alla resistenza al tempo t=0 quando porta una carica Q(0) = Q 0. Soluzione. Per la relazione di maglia,

Dettagli

Circuiti in Corrente Continua (direct current=dc) RIASSUNTO: La carica elettrica La corrente elettrica Il Potenziale Elettrico La legge di Ohm Il

Circuiti in Corrente Continua (direct current=dc) RIASSUNTO: La carica elettrica La corrente elettrica Il Potenziale Elettrico La legge di Ohm Il Circuiti in Corrente Continua direct currentdc ASSUNTO: La carica elettrica La corrente elettrica l Potenziale Elettrico La legge di Ohm l resistore codice dei colori esistenze in serie ed in parallelo

Dettagli

Soluzione: 2 ) Cosa si intende per calore?

Soluzione: 2 ) Cosa si intende per calore? 1 ) Volendo calcolare di quanto è aumentata la temperatura di un corpo al quale è stata somministrata una certa quantità di calore, è necessario conoscere: A. Il calore specifico e la massa del corpo.

Dettagli

INDICE. Assessorato turismo, sport, commercio e trasporti Infrastrutture funiviarie

INDICE. Assessorato turismo, sport, commercio e trasporti Infrastrutture funiviarie INDICE 4 PRINCIPI DI ELETTROTECNICA ED ELETTROMAGENTISMO... 3 4.1 Introduzione... 3 4.2 Concetti generali... 3 4.2.1 L elettricità... 3 4.2.2 I fenomeni elettrostatici... 3 4.2.3 La struttura atomica...

Dettagli

LAVORO ESTIVO RECUPERO DEBITO I H a.s. 2013-2014 SCALA DELL AMPERE 1MA 1KA. 1gradino=

LAVORO ESTIVO RECUPERO DEBITO I H a.s. 2013-2014 SCALA DELL AMPERE 1MA 1KA. 1gradino= LAVORO ESTIVO RECUPERO DEBITO I H a.s. 2013-2014 MULTIPLI E SOTTOMULTIPLI DELLE UNITÁ DI MISURA L AMPERE É L UNITÁ DI MISURA DELLA INTENSITÁ DI CORRENTE LA CORRENTE SI INDICA CON LA LETTERA I L AMPERE

Dettagli

Esercizi e considerazioni pratiche sulla legge di ohm e la potenza

Esercizi e considerazioni pratiche sulla legge di ohm e la potenza Esercizi e considerazioni pratiche sulla legge di ohm e la potenza Come detto precedentemente la legge di ohm lega la tensione e la corrente con un altro parametro detto "resistenza". Di seguito sono presenti

Dettagli

Definendo elettricità lo stato in cui un corpo possiede queste proprietà, da queste esperienze deduciamo che:

Definendo elettricità lo stato in cui un corpo possiede queste proprietà, da queste esperienze deduciamo che: Fonica: Scheda 1 (a cura di Pietro Di Mascolo) Elettricità Fin dall antichità si è potuto osservare sperimentalmente che corpi di particolari materiali (le prime esperienze furono fatte con ebanite e vetro),

Dettagli

Circuiti Elettrici. Elementi di circuito: resistori, generatori di differenza di potenziale

Circuiti Elettrici. Elementi di circuito: resistori, generatori di differenza di potenziale Circuiti Elettrici Corrente elettrica Legge di Ohm Elementi di circuito: resistori, generatori di differenza di potenziale Leggi di Kirchhoff Elementi di circuito: voltmetri, amperometri, condensatori

Dettagli

Corrente ele)rica. Cariche in movimento e legge di Ohm

Corrente ele)rica. Cariche in movimento e legge di Ohm Corrente ele)rica Cariche in movimento e legge di Ohm Corrente ele)rica Nei metalli si possono avere elettroni che si muovono anche velocemente fra un estremo e l altro del metallo, ma la risultante istante

Dettagli

Generatore di Forza Elettromotrice

Generatore di Forza Elettromotrice CIRCUITI ELETTRICI Corrente Elettrica 1. La corrente elettrica è un flusso ordinato di carica elettrica. 2. L intensità di corrente elettrica (i) è definita come la quantità di carica che attraversa una

Dettagli

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA 1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA Un conduttore ideale all equilibrio elettrostatico ha un campo elettrico nullo al suo interno. Cosa succede se viene generato un campo elettrico diverso da zero al suo

Dettagli

1. La corrente elettrica

1. La corrente elettrica . Elettrodinamica. La corrente elettrica Finora abbiamo studiato situazioni in cui le cariche elettriche erano ferme. Nell elettrodinamica si studia il moto delle cariche elettriche. Una corrente elettrica

Dettagli

TRASFORMAZIONE DELL ENERGIA PRIMO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA

TRASFORMAZIONE DELL ENERGIA PRIMO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA TRASFORMAZIONE DELL ENERGIA PRIMO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA L ENERGIA e IL LAVORO Non è facile dare una definizione semplice e precisa della parola energia, perché è un concetto molto astratto che

Dettagli

Generatore di forza elettromotrice f.e.m.

Generatore di forza elettromotrice f.e.m. Generatore di forza elettromotrice f.e.m. Un dispositivo che mantiene una differenza di potenziale tra una coppia di terminali batterie generatori elettrici celle solari termopile celle a combustibile

Dettagli

U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA

U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA 1 ATTREZZI MATERIALI 2 Tavoletta compensato Misure: 30cmx20-30 cm spellafili punteruolo cacciavite Nastro isolante Metro da falegname e matita Lampadine da 4,5V o 1,5V pinza

Dettagli

Il campo magnetico. 1. Fenomeni magnetici 2. Calcolo del campo magnetico 3. Forze su conduttori percorsi da corrente 4. La forza di Lorentz

Il campo magnetico. 1. Fenomeni magnetici 2. Calcolo del campo magnetico 3. Forze su conduttori percorsi da corrente 4. La forza di Lorentz Il campo magnetico 1. Fenomeni magnetici 2. Calcolo del campo magnetico 3. Forze su conduttori percorsi da corrente 4. La forza di Lorentz 1 Lezione 1 - Fenomeni magnetici I campi magnetici possono essere

Dettagli

Corrente Elettrica. dq dt

Corrente Elettrica. dq dt Corrente Elettrica Finora abbiamo considerato le cariche elettriche fisse: Elettrostatica Consideriamole adesso in movimento! La carica in moto forma una corrente elettrica. L intensità di corrente è uguale

Dettagli

RICHIAMI DI ELETTROTECNICA

RICHIAMI DI ELETTROTECNICA RICHIAMI DI ELETTROTECNICA Premessa Per comprendere gli argomenti presentati nelle pagine dell area tematica sul rischio elettrico, è necessario conoscere il significato di alcune grandezze elettriche

Dettagli

Elettrostatica e fenomeni elettrici

Elettrostatica e fenomeni elettrici Elettrostatica e fenomeni elettrici Introduzione all'elettricità La parola elettricità deriva dal greco élecktron che significa ambra. La ragione di questa etimologia è presto spiegata: la proprietà dell'ambra

Dettagli

TERZA LEZIONE (4 ore): INTERAZIONE MAGNETICA

TERZA LEZIONE (4 ore): INTERAZIONE MAGNETICA TERZA LEZIONE (4 ore): INTERAZIONE MAGNETICA Evidenza dell interazione magnetica; sorgenti delle azioni magnetiche; forze tra poli magnetici, il campo magnetico Forza magnetica su una carica in moto; particella

Dettagli

L'energia elettrica e le altre grandezze elettriche

L'energia elettrica e le altre grandezze elettriche 1. Circuito elettrico elementare L'energia elettrica e le altre grandezze elettriche Cominciamo ad analizzare i fenomeni elettrici con una descrizione dei componenti fondamentali di un circuito elettrico,

Dettagli

dove Q è la carica che attraversa la sezione S del conduttore nel tempo t;

dove Q è la carica che attraversa la sezione S del conduttore nel tempo t; CAPITOLO CIRCUITI IN CORRENTE CONTINUA Definizioni Dato un conduttore filiforme ed una sua sezione normale S si definisce: Corrente elettrica i Q = (1) t dove Q è la carica che attraversa la sezione S

Dettagli

Elettricità Pagina 1

Elettricità Pagina 1 Elettricità Pagina 1 S c i e n z e n a t u r a l i L'elettricità Scuola media Classe IV Giubiasco, giugno 2006 SOMMARIO 1. Produzione e costo dell'elettricità... 1 1.1. La fattura per la fornitura di energia

Dettagli

funziona meglio con FIREFOX! FENOMENI ELETTROSTATICI mappa 1 mappa 2 mappa 3 mappa 4 http://cmap.ihmc.us/

funziona meglio con FIREFOX! FENOMENI ELETTROSTATICI mappa 1 mappa 2 mappa 3 mappa 4 http://cmap.ihmc.us/ mappa 1 mappa 2 mappa 3 mappa 4 http://cmap.ihmc.us/ funziona meglio con FIREFOX! FENOMENI ELETTROSTATICI Struttura dell'atomo (nucleo, protoni, neutroni, elettroni); cariche elettriche elementari (elettrone,

Dettagli

Corso di fisica generale con elementi di fisica tecnica

Corso di fisica generale con elementi di fisica tecnica Corso di fisica generale con elementi di fisica tecnica Aniello (Daniele) Mennella Dipartimento di Fisica Secondo modulo Parte prima (fondamenti di elettromagnetismo) Lezione 1 Carica elettrica, legge

Dettagli

Il diodo emettitore di luce e la costante di Planck

Il diodo emettitore di luce e la costante di Planck Progetto A1e Un esperimento in prestito di Lauree Scientifiche G. Rinaudo Dicembre 2005 Il diodo emettitore di luce e la costante di Planck Scopo dell esperimento Indagare il doppio comportamento corpuscolare

Dettagli

La corrente e le leggi di Ohm

La corrente e le leggi di Ohm La corrente e le leggi di Ohm Elettroni di conduzione La conduzione elettrica, che definiremo successivamente, consiste nel passaggio di cariche elettriche da un punto ad un altro di un corpo conduttore.

Dettagli

Concetti fondamentali

Concetti fondamentali Università degli Studi di Pavia Facoltà di Ingegneria Corso di Elettrotecnica Teoria dei Circuiti Concetti fondamentali UNITÀ DI MISURA Standard per la misurazione di grandezze fisiche MKSA (Giorgi) Sistema

Dettagli

ELETTRICITA E MAGNETISMO

ELETTRICITA E MAGNETISMO ELETTRICITA E MAGNETISMO Per iniziare facciamo due chiacchiere per richiamare i contenuti teorici delle esperienze che costruiremo in laboratorio: Cariche elettriche Si distinguono due tipi di carica:

Dettagli

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente Unità G16 - La corrente elettrica continua La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente 1 Lezione 1 - La corrente elettrica

Dettagli

CORRENTE E TENSIONE ELETTRICA LA CORRENTE ELETTRICA

CORRENTE E TENSIONE ELETTRICA LA CORRENTE ELETTRICA CORRENTE E TENSIONE ELETTRICA La conoscenza delle grandezze elettriche fondamentali (corrente e tensione) è indispensabile per definire lo stato di un circuito elettrico. LA CORRENTE ELETTRICA DEFINIZIONE:

Dettagli

CORRENTE ELETTRICA Corso di Fisica per la Facoltà di Farmacia, Università G. D Annunzio, Cosimo Del Gratta 2007

CORRENTE ELETTRICA Corso di Fisica per la Facoltà di Farmacia, Università G. D Annunzio, Cosimo Del Gratta 2007 CORRENTE ELETTRICA INTRODUZIONE Dopo lo studio dell elettrostatica, nella quale abbiamo descritto distribuzioni e sistemi di cariche elettriche in quiete, passiamo allo studio di fenomeni nei quali le

Dettagli

I CIRCUITI ELETTRICI. Prima di tutto occorre mettersi d accordo anche sui nomi di alcune parti dei circuiti stessi.

I CIRCUITI ELETTRICI. Prima di tutto occorre mettersi d accordo anche sui nomi di alcune parti dei circuiti stessi. I CIRCUITI ELETTRICI Prima di tutto occorre mettersi d accordo anche sui nomi di alcune parti dei circuiti stessi. Definiamo ramo un tratto di circuito senza diramazioni (tratto evidenziato in rosso nella

Dettagli

Elettronica I Grandezze elettriche e unità di misura

Elettronica I Grandezze elettriche e unità di misura Elettronica I Grandezze elettriche e unità di misura Valentino Liberali Dipartimento di Tecnologie dell Informazione Università di Milano, 26013 Crema e-mail: liberali@dti.unimi.it http://www.dti.unimi.it/

Dettagli

La corrente elettrica

La corrente elettrica Unità didattica 8 La corrente elettrica Competenze Costruire semplici circuiti elettrici e spiegare il modello di spostamento delle cariche elettriche. Definire l intensità di corrente, la resistenza e

Dettagli

Studio d ingegneria Dott.Ing.Piero Arona

Studio d ingegneria Dott.Ing.Piero Arona STRUTTURA DELLA MATERIA E noto da tempo che la materia è costituita da un aggregato di molecole e come queste sono a loro volta costituite da atomi, essendo l atomo la più piccola particella che entra

Dettagli

Introduzione all elettronica

Introduzione all elettronica Introduzione all elettronica L elettronica nacque agli inizi del 1900 con l invenzione del primo componente elettronico, il diodo (1904) seguito poi dal triodo (1906) i cosiddetti tubi a vuoto. Questa

Dettagli

ELETTROSTATICA + Carica Elettrica + Campi Elettrici + Legge di Gauss + Potenziale Elettrico + Capacita Elettrica

ELETTROSTATICA + Carica Elettrica + Campi Elettrici + Legge di Gauss + Potenziale Elettrico + Capacita Elettrica ELETTROSTATICA + Carica Elettrica + Campi Elettrici + Legge di Gauss + Potenziale Elettrico + Capacita Elettrica ELETTRODINAMICA + Correnti + Campi Magnetici + Induzione e Induttanza + Equazioni di Maxwell

Dettagli

approfondimento Corrente elettrica e circuiti in corrente continua

approfondimento Corrente elettrica e circuiti in corrente continua approfondimento Corrente elettrica e circuiti in corrente continua Corrente elettrica e forza elettromotrice La conduzione nei metalli: Resistenza e legge di Ohm Energia e potenza nei circuiti elettrici

Dettagli

Corrente elettrica. Daniel Gessuti

Corrente elettrica. Daniel Gessuti Corrente elettrica Daniel Gessuti indice 1 Definizioni 1 Definizione di corrente 1 Definizione di resistenza 2 2 Effetto Joule 3 Circuiti in parallelo 4 3 Circuiti in serie 5 4 Il campo magnetico 5 Fenomeni

Dettagli

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA 1 esercizi in corrente continua completamente svolti ESERCIZI DI ELETTROTECNICA IN CORRENTE CONTINUA ( completamente svolti ) a cura del Prof. Michele ZIMOTTI 1 2 esercizi in corrente continua completamente

Dettagli

Il Corso di Fisica per Scienze Biologiche

Il Corso di Fisica per Scienze Biologiche Il Corso di Fisica per Scienze Biologiche Ø Prof. Attilio Santocchia Ø Ufficio presso il Dipartimento di Fisica (Quinto Piano) Tel. 075-585 2708 Ø E-mail: attilio.santocchia@pg.infn.it Ø Web: http://www.fisica.unipg.it/~attilio.santocchia

Dettagli

L ENERGIA. L energia si trasforma. L energia compie lavoro. A cura di M. Aliberti

L ENERGIA. L energia si trasforma. L energia compie lavoro. A cura di M. Aliberti A cura di M. Aliberti L ENERGIA Spunti per la ricerca Che cos è l energia? Come si manifesta concretamente l energia? Quali forme può assumere? E possibile passare da una forma di energia all altra? Con

Dettagli

Unità di misura. Perché servono le unità di misura nella pratica di laboratorio e in corsia? Le unità di misura sono molto importanti

Unità di misura. Perché servono le unità di misura nella pratica di laboratorio e in corsia? Le unità di misura sono molto importanti Unità di misura Le unità di misura sono molto importanti 1000 è solo un numero 1000 lire unità di misura monetaria 1000 unità di misura monetaria ma il valore di acquisto è molto diverso 1000/mese unità

Dettagli

Tre grandezze importanti

Tre grandezze importanti Tre grandezze importanti In un circuito elettrico sono presenti tre grandezze principali, meglio conosciute con le rispettive unità di misura: gli ampere (A), i volt (V), gli ohm (D). Queste grandezze

Dettagli

SSL: Laboratorio di fisica

SSL: Laboratorio di fisica Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento Tecnologie Innovative SSL SSL: Laboratorio di fisica Resistenza nel vuoto Massimo Maiolo & Stefano Camozzi Giugno 2006 (Doc. SSL-060618

Dettagli

Nota di Copyright. Leonardo Fanelli Urbino - Ottobre 05

Nota di Copyright. Leonardo Fanelli Urbino - Ottobre 05 Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze (detto nel seguito slide) è protetto dalle leggi sul copyright e dalle disposizioni dei trattati internazionali. Il titolo e i copyright relativi alle slides

Dettagli

1 L'ATOMO E LA STRUTTURA DEI MATERIALI 2 PROPRIETA' CHIMICHE 3 PROPRIETA' FISICHE 4 PROPRIETA' MECCANICHE 5 PROPRIETA' TECNOLOGICHE

1 L'ATOMO E LA STRUTTURA DEI MATERIALI 2 PROPRIETA' CHIMICHE 3 PROPRIETA' FISICHE 4 PROPRIETA' MECCANICHE 5 PROPRIETA' TECNOLOGICHE 1 L'ATOMO E LA STRUTTURA DEI MATERIALI 1 Atomo 2 Ione 3 Molecola 4 Elementi e composti 5 Forma amorfa e cristallina dei solidi 6 Fasi di un composto chimico 7 Leghe 2 PROPRIETA' CHIMICHE 1 La corrosione

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca Trascrizione del testo e redazione delle soluzioni di Paolo Cavallo. La prova Il candidato svolga una relazione

Dettagli

10.1 Corrente, densità di corrente e Legge di Ohm

10.1 Corrente, densità di corrente e Legge di Ohm Capitolo 10 Correnti elettriche 10.1 Corrente, densità di corrente e Legge di Ohm Esercizio 10.1.1 Un centro di calcolo è dotato di un UPS (Uninterruptible Power Supply) costituito da un insieme di 20

Dettagli

Concetti di base sulla CORRENTE ELETTRICA

Concetti di base sulla CORRENTE ELETTRICA Concetti di base sulla CORRENTE ELETTRICA Argomenti principali Concetti fondamentali sull'atomo, conduttori elettrici, campo elettrico, generatore elettrico Concetto di circuito elettrico (generatore-carico)

Dettagli

Corrente elettrica. La disputa Galvani - Volta

Corrente elettrica. La disputa Galvani - Volta Corrente elettrica La disputa Galvani - Volta Galvani scopre che due bastoncini di metalli diversi, in una rana, ne fanno contrarre i muscoli Lo interpreta come energia vitale Volta attribuisce il fenomeno

Dettagli

Capitolo 7 Le particelle dell atomo

Capitolo 7 Le particelle dell atomo Capitolo 7 Le particelle dell atomo 1. La natura elettrica della materia 2. La scoperta delle proprietà elettriche 3. Le particelle fondamentali dell atomo 4. La scoperta dell elettrone 5. L esperimento

Dettagli

Q t CORRENTI ELETTRICHE

Q t CORRENTI ELETTRICHE CORRENTI ELETTRICHE La corrente elettrica è un flusso di particelle cariche. L intensità di una corrente è definita come la quantità di carica netta che attraversa nell unità di tempo una superficie: I

Dettagli

Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica. Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI

Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica. Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica (Seconda parte) Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI Concluso l esame a vista, secondo quanto

Dettagli

1. La natura elettrica della materia 2. La scoperta delle proprietà elettriche 3. Le particelle fondamentali dell atomo 4. La scoperta dell elettrone

1. La natura elettrica della materia 2. La scoperta delle proprietà elettriche 3. Le particelle fondamentali dell atomo 4. La scoperta dell elettrone Unità n 7 Le particelle dell atomo 1. La natura elettrica della materia 2. La scoperta delle proprietà elettriche 3. Le particelle fondamentali dell atomo 4. La scoperta dell elettrone 5. L esperimento

Dettagli

Chiamiamo macchina un dispositivo che funzioni accettando in ingresso una qualche forma di energia e producendo in uscita un'altra forma di energia.

Chiamiamo macchina un dispositivo che funzioni accettando in ingresso una qualche forma di energia e producendo in uscita un'altra forma di energia. Lezione 17 - pag.1 Lezione 17: le macchine 17.1. Che cosa è una macchina? Il termine macchina, nell uso comune della lingua italiana, sta diventando sinonimo di automobile, cioè, alla lettera, dispositivo

Dettagli

Le macchine come sistemi tecnici

Le macchine come sistemi tecnici Le macchine come sistemi tecnici L industrializzazione dell Europa e iniziata grazie alla comparsa di macchine capaci di trasformare energia termica in energia meccanica. Un motore a vapore e un esempio

Dettagli

Corrente elettrica stazionaria

Corrente elettrica stazionaria Corrente elettrica stazionaria Negli atomi di un metallo gli elettroni periferici non si legano ai singoli atomi, ma sono liberi di muoversi nel reticolo formato dagli ioni positivi e sono detti elettroni

Dettagli

Corso di Elettronica Organizzato

Corso di Elettronica Organizzato 1 2004 Corso di Elettronica Organizzato Lezione n 1 1. Cos è l atomo? L atomo è la parte più piccola in cui è possibile suddividere un elemento. 2. Come è fatto l atomo? L atomo è costituito da un nucleo

Dettagli

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Per quanto attiene gli impianti connessi alla rete elettrica, vengono qui presentati i criteri di progettazione elettrica dei principali componenti,

Dettagli

PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA

PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA CONTATTI DIRETTI contatti con elementi attivi dell impianto elettrico che normalmente sono in tensione CONTATTI INDIRETTI contatti con masse che possono trovarsi

Dettagli

20) Ricalcolare la resistenza ad una temperatura di 70 C.

20) Ricalcolare la resistenza ad una temperatura di 70 C. ISTITUTO TECNICO AERONAUTICO G.P. CHIRONI NUORO Anno Sc. 2010/2011 Docente: Fadda Andrea Antonio RACCOLTA DI TEST ED ESERCIZI CLASSE 3^ 1) Quali particelle compongono un atomo? A) elettroni, protoni, neutroni

Dettagli

Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche

Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche Indice generale Richiami delle leggi principali...2 La prima legge di Ohm...2 Resistenze in serie...3 Resistenze in parallelo...5 Secondo principio di

Dettagli

Corso di Elettrotecnica Generale

Corso di Elettrotecnica Generale Corso di Elettrotecnica Generale Capitolo 1 - I circuiti elettrici 1 - Costituzione della materia ed origine dei fenomeni elettrici 2 - Interazioni tra cariche elettriche; Legge di Coulomb 3 - Generatore

Dettagli

Sistemi Elettrici }BT }AT

Sistemi Elettrici }BT }AT Sistemi Elettrici DEFINIZIONE (CEI 11-1) Si definisce SISTEMA ELETTRICO la parte di impianto elettrico costituita dai componenti elettrici aventi una determinata TENSIONE NOMINALE (d esercizio). Un sistema

Dettagli

Prevenzione della Corrosione

Prevenzione della Corrosione DL MK1 BANCO DI LAVORO PER LA PROTEZIONE CATODICA La Protezione Catodica è una tecnica di controllo della corrosione di una superficie metallica facendola funzionare come il catodo di una cella elettrochimica.

Dettagli

Universita Degli Studi Di Roma La Sapienza Corso di Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie per la conservazione dei Beni Culturali A.A.

Universita Degli Studi Di Roma La Sapienza Corso di Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie per la conservazione dei Beni Culturali A.A. Universita Degli Studi Di Roma La Sapienza Corso di Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie per la conservazione dei Beni Culturali A.A. 2011-2012 Esame di: Laboratorio di Chimica del Restauro PhD M.P.

Dettagli