I T A L I A N J O U R N A L O F P U B L I C H E A L T H

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I T A L I A N J O U R N A L O F P U B L I C H E A L T H"

Transcript

1 Efficacia dei vaccini pneumococcici disponibili Chiara de Waure, Giuseppe La Torre, Silvio Capizzi, Admir Malaj, Walter Ricciardi I vaccini anti-pneumococcici: panoramica Efficacia del vaccino PCV7 I vaccini anti-pneumococcici si classificano in Introduzione due grandi classi: i vaccini costituiti da polisaccaridi Il vaccino 7-valente coniugato contro lo capsulari (PPV) e quelli coniugati (PCV) [1]. pneumococco rappresenta il vaccino impiegato I vaccini polisaccaridici sono costituiti dai nelle campagne vaccinali in Italia. Esso presenta polisaccaridi capsulari di specifici sierotipi; un ottimo profilo d immunogenicità, in quanto in attualmente appartiene a questa classe il vaccino grado di indurre una buona risposta anticorpale a 23-valente, autorizzato nel Tale vaccino partire dal terzo mese di vita, una buona risposta contiene i polisaccaridi capsulari dei sierotipi 1, mucosale e un ottimo livello di sicurezza ed è 2, 3, 4, 5, 6B, 7F, 8, 9N, 9V, 10A, 11A, 12F, 14, inoltre ben tollerato [6]; la coniugazione degli 15B, 17, 18C, 19A, 19F, 20, 22F, 23F, 33F, ossia antigeni polisaccaridi a una proteina vettrice della quota parte responsabile dell 85%-90% delle consente di ottenere una risposta immunitaria malattie invasive registrate nei Paesi sviluppati T-dipendente necessaria per indurre una e in quelli in via di sviluppo [2]. I polisaccaridi reazione immunogenica nei bambini piccoli. capsulari sono, tuttavia, antigeni timo-indipendenti Nei bambini a partire dalle 6-8 settimane di e, quindi, non sono in grado di indurre risposta vita, il vaccino 7-valente induce una risposta immunitaria nei bambini al di sotto dei 2 anni e nei immunitaria protettiva diretta contro i sierotipi soggetti immunodepressi [3, 4]. pneumococcici vaccinali determinando, quindi, Nei vaccini coniugati, la coniugazione dei la formazione di anticorpi anti-capsulari (tipospecifici) polisaccaridi con una proteina carrier consente che esercitano un azione battericida/ di ottenere una risposta immunitaria anche nelle opsonica. Oltre a ciò, a differenza di quanto classi di soggetti sopra descritte [1]. A tale avviene con i vaccini polisaccaridici, i vaccini gruppo di vaccini appartengono: coniugati determinano una risposta immunitaria il vaccino 7-valente (PCV7), autorizzato negli a livello mucosale con conseguente diminuzione USA nel 2000 e attualmente in commercio, in della colonizzazione rinofaringea. cui i polisaccaridi dei sierotipi 4, 6B, 9V, 14, Il vaccino anti-pneumococcico 7-valente è 18C, 19F e 23F sono coniugati con una proteina diretto contro i sierotipi 4, 6B, 9V, 14, 18C, mutante non tossica della tossina difterica (CRM, 19F, 23F ai quali si poteva attribuire, in epoca Table Cross 1. Focus Reacting groups Mutant and methods 197) of [5], data collection employed in the pre-vaccinale, three studies una proporzione variabile tra il il vaccino 10-valente (PCV10) in cui i polisaccaridi 1, 4, 5, 6B, 7F, 9V, 14, 18C, 19F, 23F sono coniugati con una lipoproteina della superficie cellulare (proteina D) di H. influenzae non tipizzabile; tale vaccino è stato autorizzato da EMEA nel 2009, il vaccino 13-valente (PCV13), diretto, oltre che contro i sierotipi del 7-valente, contro i sierotipi 1, 3, 5, 6A, 7F, e 19A, approvato dalla Commissione Europea il 13 dicembre L analisi dell efficacia del vaccino 7-valente, individuato come competitor del nuovo vaccino PCV13, costituisce la tematica affrontata nel presente capitolo. 65% e l 80% dei casi di malattia pneumococcica invasiva [1], pur variando il coinvolgimento di ciascun sierotipo in relazione all area geografica, all età dei soggetti e alla particolare malattia pneumococcica. Esso è somministrato, in Italia, con lo schema a 2 dosi più una di booster (3, 5 e mesi) [6]. La durata della protezione è di almeno tre anni, ma si ritiene possa estendersi per un tempo considerevolmente più lungo [1]. Scopo del capitolo è stato riassumere le evidenze circa l efficacia teorica e reale del vaccino 7-valente con un approccio di revisione sistematica e metanalisi. C a p i t o l o 3 S 1 5

2 Metodi Fase 1: revisione sistematica degli studi sperimentali Identificazione degli studi La ricerca bibliografica è stata condotta utilizzando le banche dati elettroniche PubMed e Cochrane Library. In PubMed abbiamo impiegato il MESH term heptavalent pneumococcal conjugate vaccine e la keyword children limitando la ricerca ai Clinical Trial e ai Randomized Controlled Trial. Nella banca dati Cochrane, la ricerca è stata limitata al Cochrane Central Register of Controlled Trials (CENTRAL) e le parole chiave utilizzate sono state pneumococcal conjugate vaccine e efficacy ; la ricerca delle parole chiave è stata limitata ai campi Title, Abstract e Keywords. La ricerca è stata condotta fino al 13 dicembre 2009 e non è stata ristretta per lingua. Sono stati inclusi nella revisione gli studi che hanno soddisfatto i seguenti criteri d inclusione: Disegno dello studio: trial clinico randomizzato; Popolazione in studio in età pediatrica (<5 anni) e sana; Valutazione dell efficacia clinica del vaccino nei confronti dei seguenti end-points: a) malattie invasive pneumococciche (IPD) con conferma colturale; b) otiti con conferma colturale; c) polmoniti con referto radiologico positivo; Sono stati eliminati dall analisi i trial clinici relativi all immunogenicità, alla sicurezza e alla tollerabilità del vaccino e quelli condotti su popolazioni pediatriche specifiche come quelle affette da HIV, asplenia, ecc. Valutazione della qualità degli studi ed estrazione dei dati Gli studi sono stati sottoposti a giudizio di qualità con l applicazione della scala di JADAD [7]. Il punteggio attribuibile con tale scala è risultato compreso tra un minimo di 0 ed un massimo di 5. Gli elementi indagati sono stati: la presenza della randomizzazione, l assegnazione in cieco del trattamento, il controllo dei persi al follow up e l appropriatezza e la presenza di una descrizione esaustiva dei metodi impiegati per randomizzare e conseguire la cecità. Ai primi tre item è stato assegnato 1 punto qualora soddisfatti e 0 qualora no; al contrario, per i due ultimi aspetti, è stato assegnato un punteggio variabile da -1 a 1 a seconda che i metodi siano stati giudicati appropriati e adeguatamente descritti. I dati estratti hanno riguardato il numero di polmoniti con conferma radiologica e il numero di otiti medie acute e malattie invasive da sierotipi vaccinali dello pneumococco, entrambe con conferma colturale, sviluppatesi tra i soggetti sottoposti a vaccinazione con il vaccino coniugato 7-valente e non. L analisi è stata condotta sull intention to treat population e sulla per-protocol population definita come la popolazione aderente al 100% alla schedula vaccinale. Analisi statistica Sono state realizzate tre differenti analisi relative a: 1.Efficacia vaccinale nella prevenzione delle IPD da sierotipi vaccinali; 2.Efficacia del vaccino nel prevenire le otiti medie acute causate da sierotipi vaccinali; 3.Efficacia nella prevenzione delle polmoniti con referto radiologico positivo. Per stimare l efficacia del vaccino è stata impiegata la misura di associazione del Risk Ratio (RR) e la formula Vaccine Efficacy (VE) = (1 RR)%. L eterogeneità tra gli studi è stata indagata con il test del Chi-quadrato e dell I2: si è applicato il modello a effetti random quando la p del test di eterogeneità è risultata <0,10 o l I2 è risultato superiore al 50%. Il software impiegato per condurre la metanalisi è stato RevMan 5 per Windows. Fase 2: revisione sistematica degli studi di effectiveness Identificazione degli studi La ricerca bibliografica è stata condotta utilizzando le banche dati elettroniche PubMed e Scopus, ed è stata perfezionata con la lettura delle bibliografie dei lavori selezionati e la consultazione del sito del Center for Disease Control (CDC) per la ricerca di eventuali report utili per l analisi. In PubMed abbiamo impiegato il MESH term heptavalent pneumococcal conjugate vaccine con esclusione dei clinical trial; in Scopus la ricerca è stata eseguita con l inserimento della stringa heptavalent pneumococcal conjugate vaccine e con esclusione dei Clinical Trial. La ricerca è stata condotta fino al 20 settembre 2009 e non è stata ristretta per lingua. Sono stati inclusi nella revisione gli studi che hanno soddisfatto i seguenti criteri d inclusione: Studi osservazionali post-marketing; Popolazione in studio in età pediatrica (<5 anni) e sana; Valutazione dell efficacia del vaccino nei confronti dei seguenti end-points: a) malattie invasive pneumococciche (IPD) con conferma colturale; b) otiti: con conferma colturale; visite per otite media acuta; otiti ricorrenti; ospedalizzazioni per otite; c) polmoniti: con referto radiologico positivo; S 1 6 C A P I T O L O 3

3 ospedalizzazioni per polmonite pneumococcica. Sono stati esclusi dall analisi i clinical trial, le lettere agli editori e le revisioni di letteratura. Estrazione dei dati I dati estratti hanno riguardato: IPD con conferma colturale da sierotipi vaccinali e da tutti i sierotipi; Otiti: numero di otiti medie acute, numero di otiti medie ricorrenti, ospedalizzazioni per otite media acuta, numero di visite per otite media acuta; Polmoniti: numero di polmoniti con conferma radiologica ed ospedalizzazioni per polmonite pneumococcica. I dati sono stati estratti per le coorti di soggetti vaccinati e non. Analisi statistica Sono state realizzate differenti analisi in relazione ai differenti outcome in studio e non si è proceduto alla combinazione statistica dei dati in caso di disponibilità di un numero limitato di studi ( 3). Per stimare l efficacia del vaccino è stata impiegata la misura di associazione del Risk Ratio (RR) e la formula Vaccine Efficacy (VE) = (1 RR)%. L eterogeneità tra gli studi è stata indagata con il test del Chi-quadrato e dell I 2 : si è applicato il modello a effetti random quando la p del test di eterogeneità è risultata <0,10 o l I 2 è risultato superiore al 50%. Il software impiegato per condurre la metanalisi è stato RevMan 5 per Windows. Risultati Fase 1 Identificazione degli studi e valutazione di qualità Sono stati identificati 50 e 57 studi rispettivamente dalle banche dati PubMed e Cochrane. Dodici studi sono risultati sovrapponibili tra le due banche dati; complessivamente pertanto sono stati individuati 95 lavori. Ottantatre lavori sono stati eliminati in seguito alla lettura dei titoli/ abstract perché attinenti a argomenti diversi rispetto a quelli di specifico interesse (Figura 1). Dei 12 paper rimanenti sono stati successivamente eliminati: i lavori di Palmu et al [8, 9] perché riguardanti l efficacia vaccinale nei confronti della timpanostomia e delle otiti con conferma molecolare (PCR), il lavoro di Straetemans et al [10] perché focalizzato sulla prevenzione delle otiti medie acute ed effusive senza accertamento colturale, il lavoro di Fireman et al [11] poiché relativo al numero di interventi di timpanostomia, lo studio di Hansen et al [12] perché costruito retrospettivamente su un precedente trial e il lavoro di Kilpi et al [13] perché relativo ad un vaccino differente. I rimanenti 6 lavori [5, 14-18] sono stati selezionati per la revisione sistematica/metanalisi. I lavori selezionati sono risultati piuttosto disomogenei in termini di qualità. Solo i lavori di O Brien et al [14, 15] hanno conseguito un punteggio di 5 alla scala di JADAD. I lavori di Black et al [5, 16, 17] e di Eskola et al [18] hanno raggiunto, invece, un punteggio di 3. In ogni caso, considerati di buona qualità i lavori con punteggio di JADAD 3, non sono state effettuate stratificazioni in base a tale parametro. In Tabella 1 sono mostrati i dettagli degli studi selezionati. Analisi statistica Efficacia vaccinale nella prevenzione delle IPD La metanalisi ha mostrato un importante riduzione del rischio di IPD da sierotipi vaccinali nei soggetti vaccinati rispetto a Figura 1. Flow-chart della selezione dei clinical trial. * vedere testo per dettagli C A P I T O L O 3 S 1 7

4 Tabella 1. Caratteristiche degli studi selezionati. coloro non sottoposti alla vaccinazione con PCV7. L analisi intention to treat ha mostrato un efficacia vaccinale pari al 91% (IC95%: 79%- 96%) nei confronti della prevenzione delle IPD (Figura 2); all analisi per-protocol il vaccino si è dimostrato efficace al 90% (IC95%: 46%- 98%) (Figura 3). Sia all analisi intention to treat sia a quella per-protocol gli studi sono risultati tra loro omogenei. Da menzionare è che, a proposito dello studio di O Brien [14], sono stati utilizzati esclusivamente i dati riguardanti la primary efficacy cohort ossia i bambini randomizzati ad un età compresa tra 6 settimane e 7 mesi che hanno quindi ricevuto, per protocollo, 4 dosi vaccinali. Efficacia vaccinale nella prevenzione delle otiti La seconda analisi, volta ad indagare l efficacia nella prevenzione delle otiti medie acute da sierotipi vaccinali, ha dimostrato un efficacia vaccinale pari al 58% (IC95%: 48%-65%), all analisi intention to treat, e di 57% (IC95%: 48%-65%) all analisi per-protocol (Figure 4 e 5). Gli studi sono risultati tra loro omogenei. Efficacia vaccinale nella prevenzione delle polmoniti Circa l efficacia vaccinale nella prevenzione delle polmoniti, un unico studio è risultato eleggibile [17]. Tale studio ha messo in evidenza che il vaccino è in grado di ridurre il numero di polmoniti del 20,5% (IC95%: 4,4%- 34,0%), all analisi per protocol. Fase 2 Identificazione degli studi ed estrazione dei dati Sono stati individuati 324 lavori su PubMed e 132 lavori su Scopus, di cui 53 sovrapponibili tra le due banche dati; complessivamente quindi la nostra ricerca ha prodotto 403 lavori. Dopo attenta analisi (Figura 6) sono stati selezionati per la lettura integrale 39 lavori più ulteriori 9 individuati con la consultazione delle reference per un totale di 48 lavori [19-66], di cui 27 sono stati considerati nella combinazione statistica dei dati (Tabella 2). Analisi statistica Efficacia vaccinale nella prevenzione delle IPD Dei 27 lavori da cui è stato possibile estrarre dati sulle IPD, tutti hanno mostrato quelli relativi alle forme sostenute da tutti i sierotipi pneumococcici mentre 13 hanno riportato anche quelli relativi alle IPD da sierotipi vaccinali. La metanalisi ha mostrato un efficacia vaccinale pari all 83% (IC95%: 66%-91%) nei confronti delle IPD da sierotipi vaccinali (Figura 7) e del 55% (IC95%: 47%-61%) nei confronti delle IPD da tutti i sierotipi (Figura 8). L analisi di sensibilità condotta togliendo i lavori che non hanno analizzato i soggetti al di sotto di 5 anni, ma di età inferiore, ha mostrato un lieve decremento dell efficacia vaccinale nei confronti delle IPD da sierotipi vaccinali e da tutti sierotipi (rispettivamente 81% (IC95%: 55%- 92%) e 54% (IC95%: 45%-61%). In tutte le analisi è emersa un importante eterogeneità tra gli studi non giustificata dal Paese/Area di conduzione S 1 8 C A P I T O L O 3

5 Figura 2. Efficacia del PCV7 nel prevenire le IPD da sierotipi vaccinali, analisi intention to treat. Figura 3. Efficacia del PCV7 nel prevenire le IPD da sierotipi vaccinali, analisi per-protocol. Figura 4. Efficacia del PCV7 nel prevenire le otiti medie acute da sierotipi vaccinali, analisi intention to treat. Figura 5. Efficacia del PCV7 nel prevenire le otiti medie acute da sierotipi vaccinali, analisi per-protocol. Figura 6. Flow-chart della selezione degli studi della fase 2. C A P I T O L O 3 S 1 9

6 Tabella 2. Caratteristiche degli studi post-marketing selezionati. Cont. S 2 0 C A P I T O L O 3

7 Tabella 2. Caratteristiche degli studi post-marketing selezionati. (Cont.) C A P I T O L O 3 S 2 1

8 dello studio (vedere Figure 7 e 8). Efficacia vaccinale nella prevenzione delle otiti Complessivamente 6 lavori hanno presentato risultati relativi all effectiveness del vaccino nella prevenzione delle otiti; quelli di Durando et al [29] e Ansaldi et al [19] hanno analizzato la stessa popolazione. Non è stato tuttavia possibile combinare statisticamente i dati a causa dei differenti outcome considerati. Gli studi di Ansaldi e Durando hanno messo in evidenza una riduzione del 36,4% dei tassi di ospedalizzazione per otite media acuta nei vaccinati rispetto ai non vaccinati. Poehling et al. [52] hanno invece mostrato una riduzione del 17%-28% del rischio di otite ricorrente e del 16%-23% del rischio di inserimento del tubicino di drenaggio nei soggetti vaccinati. Relativamente al numero di visite per otite i due studi di Zhou et al. [64] e Grijalva et al. [36] hanno mostrato una riduzione compresa tra il 20% e il 42% circa del numero delle visite nei soggetti vaccinati rispetto a quelli non vaccinati. Il lavoro di Esposito et al. [31] ha messo in evidenza una riduzione pari al 17% circa del numero di diagnosi di otite media acuta nei vaccinati rispetto ai non vaccinati (58,9% e 67,1% rispettivamente). L otite media acuta ricorrente (definita come 3 episodi in 6 mesi o 4 in un anno) si è ridotta invece del 38% nei vaccinati rispetto ai non vaccinati (3,5% versus Figura 7. Efficacia del PCV7 nel prevenire le IPD da sierotipi vaccinali. * Studi che non hanno valutato bambini al di sotto dei 5 anni, ma di età inferiore S 2 2 C A P I T O L O 3

9 Figura 8. Efficacia del PCV7 nel prevenire le IPD da tutti i sierotipi. * Studi che non hanno valutato bambini al di sotto dei 5 anni, ma di età inferiore C A P I T O L O 3 S 2 3

10 5,8% rispettivamente). Efficacia vaccinale nella prevenzione delle polmoniti Sette studi hanno investigato l effectiveness del PCV7 nella prevenzione delle polmoniti; tuttavia, l outcome in studio è risultato diverso da studio a studio con: 3 lavori che hanno valutato le polmoniti con conferma radiologica (Rutman et al. [56], Esposito et al. [31] e Nelson et al [49]). Il lavoro di Rutman non ha dimostrato modificazioni statisticamente significative dell incidenza di polmoniti dopo l introduzione della vaccinazione con PCV7. Il lavoro di Esposito ha dimostrato una riduzione del 65% dei casi di polmonite con conferma radiologica nel gruppo dei vaccinati (RR: 0,35; IC95%: 0,22 0,53). Il lavoro di Nelson ha messo in luce una riduzione significativa dei casi di polmonite nei soggetti con età inferiore ad 1 anno e vaccinati. 4 lavori che hanno esaminato i tassi di ospedalizzazione per polmonite pneumococcica (Ansaldi et al [19], Durando et al [29], Zhou et al [65] e Grijalva et al [37]). Non è stato tuttavia possibile condurre la metanalisi dal momento che lo studio di Grijalva ha fornito una stima della riduzione dei casi di polmonite pneumococcica (pari al 65%) con l introduzione della vaccinazione, ottenuta con modellizzazioni matematiche. Gli altri tre studi (Ansaldi, Durando e Zhou), condotti su bambini sotto i 2 anni, hanno dimostrato una riduzione dei tassi di ospedalizzazione per polmonite pneumococcica del 70,5%, da 1,91 a 0,56 per anni persona [19, 29], e del 57% da 0,63 a 0,27 per anni persona [65]. Discussione Come dimostrato anche da una recente metanalisi pubblicata da Pavia et al. [67] il vaccino pneumococcico coniugato eptavalente dimostra una buona efficacia nei confronti delle malattie invasive, pari all 89% nel prevenire le forme da sierotipi vaccinali e al 63%-74% nel prevenire quelle da tutti i sierotipi. Lo stesso discorso vale per le otiti per cui i colleghi hanno dimostrato un efficacia del 55%-57% nella prevenzione dei casi da sierotipi vaccinali. Due importanti aspetti non emergono tuttavia dalla metanalisi di Pavia et al e dalla prima fase del nostro lavoro: la crossprotezione nei confronti degli altri sierotipi e l efficacia nella prevenzione dei casi documentati solo clinicamente, con particolare riguardo alle otiti e alle polmoniti. Riportiamo, quindi, in Tabella 3, gli altri dati di efficacia teorica del vaccino eptavalente desumibili dai trial clinici individuati ed inclusi o meno nell analisi. Come emerge dalla tabella, l efficacia del vaccino eptavalente non si limita alla prevenzione dei casi da sierotipo vaccinale su cui, comunque, l impatto del vaccino è maggiormente evidente. Non dobbiamo inoltre dimenticare che i trial clinici vanno a indagare esclusivamente l efficacia teorica del vaccino che, pur essendo quella ottimale, non è necessariamente esaustiva della reale efficacia pratica ottenibile nella popolazione. Esistono, a tal proposito, numerosi studi osservazionali che hanno valutato l efficacia reale del vaccino eptavalente. L analisi di tali studi ci ha permesso di indagare l efficacia di campo del vaccino eptavalente e di valutare anche la crossprotezione attraverso la valutazione dell efficacia nella prevenzione delle IPD da tutti i sierotipi vaccinali e di outcome rilevanti per il Servizio Tabella 3. Efficacia teorica del vaccino PCV7. S 2 4 C A P I T O L O 3

11 Sanitario Nazionale, come le ospedalizzazioni da polmoniti e il numero di visite per otite. L analisi dell effectiveness ha confermato l elevata efficacia vaccinale nei confronti delle IPD da sierotipo vaccinale (oltre l 80%) e ha dimostrato una buona efficacia del vaccino nella prevenzione delle IPD da tutti i sierotipi. Per le polmoniti e le otiti non è stato possibile condurre la combinazione dei dati benché siano emersi aspetti rilevanti quali: una riduzione di oltre il 60% dei casi di polmonite con referto radiologico positivo, ma senza conferma colturale, e dal 60% al 70% delle ospedalizzazioni per polmonite pneumococcica; una riduzione del 40% circa delle ospedalizzazioni per otite media acuta e tra il 20% e il 40% delle visite per otite media acuta. Tali dati sottolineano il divario tra le stime rilasciate dai clinical trial e quelle provenienti dagli studi di effectiveness, in particolar modo per le polmoniti. Conclusioni Nonostante siano passati circa 10 anni dall introduzione del vaccino eptavalente le evidenze scientifiche circa la sua efficacia teorica non sono numerose e soprattutto non ci consentono ancora di tranne risultati conclusivi circa l efficacia vaccinale nella prevenzione delle polmoniti. Dall altra parte, gli studi osservazionali pubblicati dimostrano un importante riduzione delle polmoniti con conferma radiologica e delle ospedalizzazioni per polmonite pneumococcica a seguito dell introduzione del vaccino. Per quest ultimo end-point i valori di efficacia vaccinale oscillano tra il 60% ed il 70%. Anche per quanto riguarda le otiti, la disomogeneità dei lavori nella definizione dell outcome in studio ci consente di tirare, ad oggi, conclusioni provvisorie; l efficacia vaccinale è comunque stimabile del 57%-58% nei confronti delle forme da sierotipi vaccinali confermate con la coltura; anche per le otiti gli studi osservazionali condotti dimostrano come il vaccino possa ridurre di circa il 40% sia le ospedalizzazioni per otite media acuta, sia le visite per otite media acuta. Per quanto riguarda invece le IPD da sierotipi vaccinali, l efficacia teorica si attesta sul 90%- 91%, mentre l effectiveness sull 83%; il vaccino dimostra anche, sulla base di evidenze tratte dagli studi osservazionali, un efficacia compresa tra il 45% ed il 60% circa nella prevenzione delle IPD da tutti i sierotipi. Bibliografia 1) Efficacia e benefici del vaccino pneumococcico coniugato: una review della letteratura. Speciale Vaccinare Oggi. Dicembre ) Posfay-Barbe KM, Wald ER. Pneumococcal vaccines: do they prevent infection and how? Curr Opin Infect Dis 2004;17(3): ) Stein KE. Thymus-independent and thymus-dependent responses to polysaccharide antigens. J Infect Dis 1992;165(suppl 1):S ) Siber GR. Pneumococcal disease: prospects for a new generation of vaccines. Science 1994;265: ) Black S, Shinefield H, Fireman B, et al. Efficacy, safety and immunogenicity of heptavalent pneumococcal conjugate vaccine in children. Northern California Kaiser Permanente Vaccine Study Center Group. Pediatr Infect Dis J 2000;19: ) Esposito S, Pugni L, Bosis S, et al. Immunogenicity, safety and tolerability of heptavalent pneumococcal conjugate vaccine administered at 3, 5 and 11 months post-natally to pre- and fullterm infants. Vaccine 2005;23: ) Jadad AR, Moore A, Carroll D, et al. Assessing the quality of reports of randomized clinical trials: is blinding necessary? Control Clin Trials 1996;17(1): ) Palmu AA, Verho J, Jokinen J, Karma P, Kilpi TM. The seven-valent pneumococcal conjugate vaccine reduces tympanostomy tube placement in children. Pediatr Infect Dis J 2004;23(8): ) Palmu AA, Saukkoriipi A, Jokinen J, Leinonen M, Kilpi TM. Efficacy of pneumococcal conjugate vaccine against PCRpositive acute otitis media. Vaccine 2009;27(10): ) Straetemans M, Palmu A, Auranen K, Zielhuis GA, Kilpi T. The effect of a pneumococcal conjugate vaccine on the risk of otitis media with effusion at 7 and 24 months of age. Int J Pediatr Otorhinolaryngol 2003;67(11): ) Fireman B, Black SB, Shinefield HR, Lee J, Lewis E, Ray P. Impact of the pneumococcal conjugate vaccine on otitis media. Pediatr Infect Dis J 2003;22(1): ) Hansen J, Black S, Shinefield H, et al. Effectiveness of heptavalent pneumococcal conjugate vaccine in children younger than 5 years of age for prevention of pneumonia: updated analysis using World Health Organization standardized interpretation of chest radiographs. Pediatr Infect Dis J 2006;25(9): ) Kilpi T, Ahman H, Jokinen J, et al. Protective efficacy of a second pneumococcal conjugate vaccine against pneumococcal acute otitis media in infants and children: randomized, controlled trial of a 7-valent pneumococcal polysaccharidemeningococcal outer membrane protein complex conjugate vaccine in 1666 children. Clin Infect Dis 2003;37(9): ) O Brien KL, Moulton LH, Reid R, et al. Efficacy and safety of seven-valent conjugate pneumococcal vaccine in American Indian children: group randomised trial. Lancet 2003;362(9381): ) O Brien KL, David AB, Chandran A, et al. Randomized, controlled trial efficacy of pneumococcal conjugate vaccine against otitis media among Navajo and White Mountain Apache infants. Pediatr Infect Dis J 2008;27(1):71-3. C A P I T O L O 3 S 2 5

12 16) Black SB, Shinefield HR. Safety and efficacy of the sevenvalent pneumococcal conjugate vaccine: evidence from Northern California. Eur J Pediatr 2002;161:S127 S31. 17) Black SB, Shinefield HR, Ling S, et al. Effectiveness of heptavalent pneumococcal conjugate vaccine in children younger than five years of age for prevention of pneumonia. Pediatr Infect Dis J 2002;21(9): ) Eskola J, Kilpi T, Palmu A, et al. Efficacy of a pneumococcal conjugate vaccine against acute otitis media. N Engl J Med 2001;344(6): ) Albrich WC, Baughman W, Schmotzer B, Farley MM. Changing characteristics of invasive pneumococcal disease in Metropolitan Atlanta, Georgia, after introduction of a 7-valent pneumococcal conjugate vaccine. Clin Infect Dis 2007;44(12): ) Ansaldi F, Sticchi L, Durando P, et al. Decline in pneumonia and acute otitis media after the introduction of childhood pneumococcal vaccination in Liguria, Italy. J Int Med Res 2008;36(6): ) Aristegui J, Bernaola E, Pocheville I, et al. Reduction in pediatric invasive pneumococcal disease in the Basque Country and Navarre, Spain, after introduction of the heptavalent pneumococcal conjugate vaccine. Eur J Clin Microbiol Infect Dis 2007;26(5): ) Barricarte A, Gil-Setas A, Torroba L, et al. Invasive pneumococcal disease in children younger than 5 years in Navarra, Spain ( ). Impact of the conjugate vaccine. Med Clin (Barc) 2007;129(2): ) Benito-Fernández J, Raso SM, Pocheville-Gurutzeta I, SánchezEtxaniz J, Azcunaga-Santibañez B, Capapé-Zache S. Pneumococcal bacteremia among infants with fever without known source before and after introduction of pneumococcal conjugate vaccine in the Basque Country of Spain. Pediatr Infect Dis J 2007;26(8): ) Bjornson G, Scheifele DW, Bettinger J, et al. Effectiveness of pneumococcal conjugate vaccine in Greater Vancouver, Canada: Pediatr Infect Dis J 2007;26(6): ) Calbo E, Díaz A, Cañadell E, et al. Invasive pneumococcal disease among children in a health district of Barcelona: early impact of pneumococcal conjugate vaccine. Clin Microbiol Infect 2006;12(9): ) Carstairs KL, Tanen DA, Johnson AS, Kailes SB, Riffenburgh RH. Pneumococcal bacteremia in febrile infants presenting to the emergency department before and after the introduction of the heptavalent pneumococcal vaccine. Ann Emerg Med 2007;49(6): ) Casado-Flores J, Rodrigo C, Arístegui J, Martínón JM, Fenoll A, Mendez C. Decline in pneumococcal meningitis in Spain after introduction of the Heptavalent pneumococcal conjugate vaccine. Pediatr Infect Dis J 2008;27(11): ) Incidence of invasive pneumococcal disease after introduction of the Universal Infant Immunization Program, British Columbia ( ). Can Commun Dis Rep ;32(14): ) Dias R, Caniça M. Invasive pneumococcal disease in Portugal prior to and after the introduction of pneumococcal heptavalent conjugate vaccine. FEMS Immunol Med Microbiol 2007;51(1): ) Durando P, Crovari P, Ansaldi F, et al. Universal childhood immunisation against Streptococcus pneumoniae: the fiveyear experience of Liguria Region, Italy. Vaccine 2009;27(25-26): ) Dubos F, Marechal I, Husson MO, Courouble C, Aurel M, Martinot A. Decline in pneumococcal meningitis after the introduction of the heptavalent-pneumococcal conjugate vaccine in northern france. Arch Dis Child 2007;92(11): ) Esposito S, Lizioli A, Lastrico A, et al. Impact on respiratory tract infections of heptavalent pneumococcal conjugate vaccine administered at 3, 5 and 11 months of age. Respir Res 2007;8:12. 33) Fenoll A, Granizo JJ, Aguilar L, et al. Temporal trends of invasive Streptococcus pneumonia serotypes and antimicrobial resistance patterns in Spain from 1979 to J Clin Microbiol 2009;47(4): ) Flannery B, Schrag S, Bennett NM, et al. Impact of childhood vaccination on racial disparities in invasive Streptococcus pneumonia infections. JAMA 2004;291(18): ) Giele C, Moore H, Bayley K, et al. Has the sevenvalent pneumococcal conjugate vaccine had an impact on invasive pneumococcal disease in Western Australia? Vaccine 2007;25(13): ) Gordon Schutze E, Tucker NC, Mason EO Jr. Impact of the conjugate pneumococcal vaccine in arkansas. Pediatr Infect Dis J 2004;23(12): ) Grijalva CG, Poehling KA, Nuorti JP, et al. National impact of universal childhood immunization with pneumococcal conjugate vaccine on outpatient medical care visits in the united states. Pediatrics 2006;118(3): ) Grijalva CG, Nuorti JP, Arbogast PG, Martin SW, Edwards KM, Griffin MR. Decline in pneumonia admissions after routine childhood immunisation with pneumococcal conjugate vaccine in the USA: a time-series analysis. Lancet 2007;369(9568): ) Haddy RI, Perry K, Chacko CE, et al. Comparison of incidence of invasive Streptococcus pneumoniae disease among children before and after introduction of conjugated pneumococcal vaccine. Pediatr Infect Dis J 2005;24(4): ) Hanna JN, Humphreys JL, Murphy DM. Invasive pneumococcal disease in Indigenous people in north Queensland: an update, Med J Aust 2008;189(1): ) Hennessy TW, Singleton RJ, Bulkow LR, et al. Impact of heptavalent pneumococcal conjugate vaccine on invasive disease, antimicrobial resistance and colonization in Alaska Natives: progress towards elimination of a health disparity. Vaccine 2005;23(48-49): ) HHS-CDC news: Direct and indirect effects of routine vaccination of children with 7-valent pneumococcal conjugate vaccine on incidence of invasive pneumococcal disease--us, Ann Pharmacother 2005;39(11): ) Hsu K, Pelton S, Karumuri S, Heisey-Grove D, Klein J. Population-based surveillance for childhood invasive pneumococcal disease in the era of conjugate vaccine. Pediatr Infect Dis J 2005;24(1): ) Hsu HE, Shutt KA, Moore MR, et al. Effect of pneumococcal conjugate vaccine on pneumococcal meningitis. N Engl J Med 2009;360(3): ) Kellner JD, Vanderkooi OG, MacDonald J, Church DL, Tyrrell GJ, Scheifele DW. Changing epidemiology of invasive pneumococcal disease in Canada, : update from the Calgary-area Streptococcus pneumoniae research (CASPER) study. Clin Infect Dis 2009;49(2): ) Kyaw MH, Lynfield R, Schaffner W, et al. Effect of introduction of the pneumococcal conjugate vaccine on drug-resistant Streptococcus pneumoniae. N Engl J Med 2006;354(14): ) Messina AF, Katz-Gaynor K, Barton T, et al. Impact of the pneumococcal conjugate vaccine on serotype distribution and antimicrobial resistance of invasive Streptococcus pneumoniae isolates in Dallas, TX, children from 1999 through Pediatr Infect Dis J 2007; 26(6): ) Centers for Disease Control and Prevention (CDC). Invasive pneumococcal disease in children 5 years after conjugate vaccine introduction--eight states, MMWR Morb Mortal Wkly Rep 2008;57(6): ) Muñoz-Almagro C, Jordan I, Gene A, Latorre C, Garcia- Garcia JJ, Pallares R. Emergence of invasive pneumococcal disease caused by non-vaccine serotypes in the era of 7-valent conjugate vaccine. Clin Infect Dis 2008;46(2): ) Centers for Disease Control and Prevention (CDC). Invasive pneumococcal disease in children 5 years after conjugate S 2 6 C A P I T O L O 3

13 vaccine introduction--eight states, Nelson JC, Jackson M, Yu O, et al. Impact of the introduction of pneumococcal conjugate vaccine on rates of community acquired pneumonia in children and adults. Vaccine 2008; 26(38): ) Pérez-Trallero E, Marimon JM, Ercibengoa M, Vicente D, Pérez-Yarza EG. Invasive Streptococcus pneumoniae infections in children and older adults in the north of Spain before and after the introduction of the heptavalent pneumococcal conjugate vaccine. Eur J Clin Microbiol Infect Dis 2009;28(7): ) Poehling KA, Talbot TR, Griffin MR, et al. Invasive pneumococcal disease among infants before and after introduction of pneumococcal conjugate vaccine. JAMA 2006;295(14): ) Poehling KA, Szilagyi PG, Grijalva CG, et al. Reduction of frequent otitis media and pressure-equalizing tube insertions in children after introduction of pneumococcal conjugate vaccine. Pediatrics 2007;119(4): ) Ramani RR, Hall WN, Boulton M, Johnson DR, Zhu BP. Impact of PCV7 on invasive pneumococcal disease among children younger than 5 years: a population-based study. Am J Public Health 2004;94(6): ) Rendi-Wagner P, Paulke-Korinek M, Kundi M, et al. National paediatric immunization program of high risk groups: no effect on the incidence of invasive pneumococcal diseases. Vaccine 2009;27(30): ) Rückinger S, van der Linden M, Reinert RR, von Kries R, Burckhardt F, Siedler A. Reduction in the incidence of invasive pneumococcal disease after general vaccination with 7-valent pneumococcal conjugate vaccine in Germany. Vaccine 2009;27(31): ) Rutman MS, Bachur R, Harper MB. Radiographic pneumonia in young, highly febrile children with leukocytosis before and after universal conjugate pneumococcal vaccination. Pediatr Emerg Care 2009;25(1): ) Shah SS, Ratner AJ. Trends in invasive pneumococcal diseaseassociated hospitalizations. Clin Infect Dis 2006;42(1):e ) Shafinoori S, Ginocchio CC, Greenberg AJ, Yeoman E, Cheddie M, Rubin LG. Impact of pneumococcal conjugate vaccine and the severity of winter influenza-like illnesses on invasive pneumococcal infections in children and adults. Pediatr Infect Dis J 2005;24(1): ) Tsai CJ, Griffin MR, Nuorti JP, Grijalva CG. Changing epidemiology of pneumococcal meningitis after the introduction of pneumococcal conjugate vaccine in the United States. Clin Infect Dis 2008;46(11): ) Tyrrell GJ, Lovgren M, Chui N, et al. Serotypes and antimicrobial susceptibilities of invasive Streptococcus pneumonia pre- and post-seven valent pneumococcal conjugate vaccine introduction in Alberta, Canada, Vaccine 2009;27(27): ) Vestrheim DF, Løvoll O, Aaberge IS, et al. Effectiveness of a 2+1 dose schedule pneumococcal conjugate vaccination programme on invasive pneumococcal disease among children in Norway. Vaccine 2008;26(26): ) Whitney CG, Farley MM, Hadler J, et al. Decline in invasive pneumococcal disease after the introduction of protein-polysaccharide conjugate vaccine. N Engl J Med 2003;348(18): ) Winters M, Patrick DM, Marra F, et al. Epidemiology of invasive pneumococcal disease in BC during the introduction of conjugated pneumococcal vaccine. Can J Public Health 2008;99(1): ) Zhou F, Shefer A, Kong Y, Nuorti JP. Trends in acute otitis media-related health care utilization by privately insured young children in the United States, Pediatrics 2008;121(2): ) Zhou F, Kyaw MH, Shefer A, Winston CA, Nuorti JP. Health care utilization for pneumonia in young children after routine pneumococcal conjugate vaccine use in the United States. Arch Pediatr Adolesc Med 2007;161(12): ) Pavia M, Bianco A, Nobile CG, Marinelli P, Angelillo IF. Efficacy of pneumococcal vaccination in children younger than 24 months: a meta-analysis. Pediatrics 2009;123(6):e C A P I T O L O 3 S 2 7

ASL 1 - Torino Corso teorico-pratico Parliamo ancora di vaccini Il vaccino per lo pneumococco: il punto di vista dell igienista

ASL 1 - Torino Corso teorico-pratico Parliamo ancora di vaccini Il vaccino per lo pneumococco: il punto di vista dell igienista ASL 1 - Torino Corso teorico-pratico Parliamo ancora di vaccini Il vaccino per lo pneumococco: il punto di vista dell igienista Franco Giovanetti Dipartimento di Prevenzione ASL 18 Alba Bra Torino, 25

Dettagli

Esperienza del Veneto nella sorveglianza e prevenzione

Esperienza del Veneto nella sorveglianza e prevenzione LA SORVEGLIANZA DELLE MALATTIE BATTERICHE INVASIVE PREVENIBILI DA VACCINAZIONE: RISULTATI E IMPLICAZIONI PER LA PREVENZIONE Esperienza del Veneto nella sorveglianza e prevenzione F. Russo, G. Napoletano

Dettagli

Francesco Blasi. Stefano Aliberti Paolo Bonanni Marco Mantero. Anna Odone. Carlo Signorelli WWW.EPIPREV.IT

Francesco Blasi. Stefano Aliberti Paolo Bonanni Marco Mantero. Anna Odone. Carlo Signorelli WWW.EPIPREV.IT WWW.EPIPREV.IT VACCINAZIONE ANTIPNEUMOCOCCICA NEGLI ADULTI: RACCOMANDAZIONI DELLA SOCIETÀ ITALIANA DI MEDICINA RESPIRATORIA (SIMeR) E DELLA SOCIETÀ ITALIANA DI IGIENE, MEDICINA PREVENTIVA E SANITÀ PUBBLICA

Dettagli

Oltre il meningococco C

Oltre il meningococco C Oltre il meningococco C Caserta 14 settembre Antonio Campa 2012 Chiara Azzari Clementina Canessa Servizio di Immunologia Pediatrica Centro Regionale di riferimento Ospedale pediatrico Meyer Università

Dettagli

Rosella Saulle. Interventi per incrementare le coperture vaccinali tra gli operatori sanitari: una revisione sistematica della letteratura

Rosella Saulle. Interventi per incrementare le coperture vaccinali tra gli operatori sanitari: una revisione sistematica della letteratura Rosella Saulle Dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive Direttore Prof. Antonio Boccia «Sapienza» Università di Roma Interventi per incrementare le coperture vaccinali tra gli operatori sanitari:

Dettagli

Raccomandazioni SIMeR-SITI: vaccinazione antipneumococcica Rassegna di fisiopatologia, clinica e riabilitazione cardiorespiratoria

Raccomandazioni SIMeR-SITI: vaccinazione antipneumococcica Rassegna di fisiopatologia, clinica e riabilitazione cardiorespiratoria Toracica Medicina anno XXXIV Supplemento 1 2014 Documento SIMeR-SITI COD. 15PN773 DEP. AIFA 12/11/2014 Raccomandazioni SIMeR-SITI: vaccinazione antipneumococcica Rassegna di fisiopatologia, clinica e riabilitazione

Dettagli

Dimensioni del problema

Dimensioni del problema SIMPOSIO La stipsi severa: attualità terapeutiche Dimensioni del problema Stefano Tardivo Dipartimento di Sanità Pubblica e Medicina di Comunità Università degli Studi di Verona FC (FUNCTIONAL CONSTIPATION)

Dettagli

La Vaccinazione anti-influenzale ed anti-pneumococcica nei soggetti con Malattie Autoimmunitarie

La Vaccinazione anti-influenzale ed anti-pneumococcica nei soggetti con Malattie Autoimmunitarie La vaccinazione anti-influenzale ed anti-pneumococcica: razionale ed indicazioni nell anziano e nelle categorie a rischio - Roma, 25 ottobre 2014 La Vaccinazione anti-influenzale ed anti-pneumococcica

Dettagli

I processi decisionali a supporto delle strategie vaccinali Silvio Tafuri

I processi decisionali a supporto delle strategie vaccinali Silvio Tafuri Dipartimento di Scienze Biomediche e Oncologia Umana Sezione Igiene I processi decisionali a supporto delle strategie vaccinali Silvio Tafuri Elementi di valutazione delle autorità regolatorie! Efficacia

Dettagli

Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria. N. Principi

Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria. N. Principi Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria N. Principi Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria Nicola Principi Principali cefalosporine orali Farmaco

Dettagli

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA Controversie sullo screening mammografico: pro e contro Edda Simoncini Breast Unit A.O.Spedali Civili Brescia Spedali Civili di Brescia Azienda Ospedaliera

Dettagli

RE I-MUR. Ottimizzazione delle risorse e contestualizzazione dei risultati. Andrea Manfrin & Janet Krska. a.manfrin@kent.ac.uk / j.krska@kent.ac.

RE I-MUR. Ottimizzazione delle risorse e contestualizzazione dei risultati. Andrea Manfrin & Janet Krska. a.manfrin@kent.ac.uk / j.krska@kent.ac. RE I-MUR Ottimizzazione delle risorse e contestualizzazione dei risultati Andrea Manfrin & Janet Krska a.manfrin@kent.ac.uk / j.krska@kent.ac.uk Medway School of Pharmacy Pharmacy Practice Research Group

Dettagli

Come scrivere Revisioni Sistematiche e Meta- Analisi anche in Medicina Nucleare

Come scrivere Revisioni Sistematiche e Meta- Analisi anche in Medicina Nucleare NOTIZIARIO DI MEDICINA NUCLEARE ED IMAGING MOLECOLARE 12 dicembre 2011 Come scrivere Revisioni Sistematiche e Meta- Analisi anche in Medicina Nucleare Cosa sono le Revisioni Sistematiche e le Meta- Analisi?

Dettagli

Streptococcus. Streptococcus. pneumoniae. Neisseria meningitidis. coltura positiva. coltura negativa. gruppo B

Streptococcus. Streptococcus. pneumoniae. Neisseria meningitidis. coltura positiva. coltura negativa. gruppo B Diagnosi e tipizzazione di IPD in biologia molecolare direttamente da campione clinico in pazienti con terapia antibiotica in atto Cristina Massai Clinica Pediatrica II Ospedale Meyer Università di Firenze

Dettagli

Accesso e capacità d uso elementare del Computer. Accesso a Internet. Conoscenza di base della Lingua Inglese

Accesso e capacità d uso elementare del Computer. Accesso a Internet. Conoscenza di base della Lingua Inglese Accesso e capacità d uso elementare del Computer Accesso a Internet Conoscenza di base della Lingua Inglese Casa/ famiglia Scuola Comunità Fattori genetici Psicosociali Altri fattori personali Norme e

Dettagli

Vaccinazione anti-epatite B: una strategia di successo

Vaccinazione anti-epatite B: una strategia di successo Giornata di Studio in ricordo della Professoressa Fernanda ergamini Milano, 7 aprile 9 Vaccinazione anti-epatite : una strategia di successo Prof. Alessandro Zanetti Dipartimento di Sanità pubblica Microbiologia

Dettagli

Revisioni Sistematiche e Linee Guida: DOVE REPERIRLE?

Revisioni Sistematiche e Linee Guida: DOVE REPERIRLE? Revisioni Sistematiche e Linee Guida: DOVE REPERIRLE? Rita Iori Arcispedale Santa Maria Nuova Biblioteca Medica Reggio Emilia Chiara Bassi Ce.V.E.A.S Centro per la Valutazione della Efficacia dell Assistenza

Dettagli

COCHRANE LIBRARY E CLINICAL EVIDENCE: DOVE E COME TROVARE REVISIONI SISTEMATICHE IORI RITA 2008

COCHRANE LIBRARY E CLINICAL EVIDENCE: DOVE E COME TROVARE REVISIONI SISTEMATICHE IORI RITA 2008 COCHRANE LIBRARY E CLINICAL EVIDENCE: DOVE E COME TROVARE REVISIONI SISTEMATICHE IORI RITA 2008 2 Too much information, too little time THE COCHRANE LIBRARY - Pubblicazione elettronica aggiornata ogni

Dettagli

I T A L I A N J O U R N A L O F P U B L I C H E A L T H. I vaccini contro la varicella: dati disponibili e modalità di impiego

I T A L I A N J O U R N A L O F P U B L I C H E A L T H. I vaccini contro la varicella: dati disponibili e modalità di impiego I vaccini contro la varicella: dati disponibili e modalità di impiego Il vaccino a virus vivi ed attenuati (ceppo OKA) è stato messo a punto da Takahashi e coll. ed attualmente i vaccini disponibili commercialmente

Dettagli

Costo efficacia dei nuovi vaccini

Costo efficacia dei nuovi vaccini A cura di S. Duranti, 1 A. Curto, 1 L. Garattini 1 Costo efficacia dei nuovi vaccini antipneumococcici: una revisione degli studi europei Abstract Le patologie causate dal batterio S. pneumoniae rappresentano

Dettagli

CRITERI DI APPLICAZIONE DELLA NOTA AIFA 92

CRITERI DI APPLICAZIONE DELLA NOTA AIFA 92 Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali Commissione Regionale del Farmaco (D.G.R. 1540/2006, 2129/2010 e 490/2011) Documento PTR n.166 relativo a: CRITERI DI APPLICAZIONE DELLA NOTA AIFA 92 Luglio

Dettagli

I RISULTATI DELL ATTIVITÀ DEL LABORATORIO DI RIFERIMENTO REGIONALE. Anna Barbui S.C. Microbiologia AOU San Giovanni Battista di Torino

I RISULTATI DELL ATTIVITÀ DEL LABORATORIO DI RIFERIMENTO REGIONALE. Anna Barbui S.C. Microbiologia AOU San Giovanni Battista di Torino I RISULTATI DELL ATTIVITÀ DEL LABORATORIO DI RIFERIMENTO REGIONALE Anna Barbui S.C. Microbiologia AOU San Giovanni Battista di Torino Sorveglianza delle malattie batteriche invasive Diagnosi di laboratorio

Dettagli

Il PNEMRoC ad un anno dalla scadenza

Il PNEMRoC ad un anno dalla scadenza Il PNEMRoC ad un anno dalla scadenza Vaccinazione antimorbillo in Italia Introduzione della vaccinazione Vaccinazione universale Disponibile dal 1976 Raccomandato dal Ministero della Salute dal 1979 Fino

Dettagli

WORKSHOP. competenze, risorse e strumenti HPH. Traiettoria Rete HPH Emilia-Romagna

WORKSHOP. competenze, risorse e strumenti HPH. Traiettoria Rete HPH Emilia-Romagna WORKSHOP Modelli e strumenti per lo sviluppo del progetto HPH elaborati nel Laboratorio interreti HPH Traiettoria Rete HPH Emilia-Romagna Ricerca in promozione della salute: competenze, risorse e strumenti

Dettagli

L automisurazione della pressione e aderenza al trattamento

L automisurazione della pressione e aderenza al trattamento Firenze, 2-3 Dicembre 2011 Aula Magna del Seminario Arcivescovile Maggiore L automisurazione della pressione e aderenza al trattamento Mauro Vannucci Elena Tamburini Il 62% delle visite dal medico danno

Dettagli

Alla ricerca delle prove di efficacia

Alla ricerca delle prove di efficacia Ozzano dell Emilia EBVM e accesso a informazioni evidence-based 14 marzo 2009 Claudio Fabbri Biblioteca Centralizzata Polo Scientifico-Didattico di Rimini Università degli Studi di Bologna Alla ricerca

Dettagli

Banche dati secondarie per Medicina

Banche dati secondarie per Medicina Banche dati secondarie per Medicina di Laura Colombo Ultimo aggiornamento: agosto 2012 Sommario Cochrane library Linee guida (metamotori e siti web) Cochrane Library Profilo Banca dati bibliografica (a

Dettagli

IL NODULO ALLA MAMMELLA

IL NODULO ALLA MAMMELLA IL NODULO ALLA MAMMELLA SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE 18.04.2012 Giancarlo Bisagni Dipartimento di Oncologia SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA AZIENDA OSPEDALIERA

Dettagli

SCHEDA FARMACO (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro) Nintedanib (VARGATEF)

SCHEDA FARMACO (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro) Nintedanib (VARGATEF) Principio attivo (nome commerciale) Forma farmaceutica e dosaggio, posologia, prezzo, regime di rimborsabilità, ditta SCHEDA FARMACO (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro) Nintedanib (VARGATEF)

Dettagli

Eziologia professionale di una malattia: proposta di stringhe di ricerca per la consultazione di PubMed

Eziologia professionale di una malattia: proposta di stringhe di ricerca per la consultazione di PubMed Eziologia professionale di una malattia: proposta di stringhe di ricerca per la consultazione di PubMed Stefano Mattioli 1, Francesca Zanardi 1, Alberto Baldasseroni 2, Frederieke Schaafsma 3, Robin MT

Dettagli

Internet e social media per la medicina

Internet e social media per la medicina La letteratura scientifica per la qualità dei Servizi Sanitari Internet e social media per la medicina Eugenio Santoro eugenio.santoro@marionegri.it www.twitter.com/eugeniosantoro Laboratorio di Informatica

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MONTU DOMENICO Data di nascita 26-03-1956 Amministrazione ASL CN1 Incarico attuale DIRETTORE SISP AMBITO FOSSANO-SALUZZO SAVIGLIANO Numero telefonico ufficio

Dettagli

STATISTICA DESCRITTIVA INFERENZA STATISTICA

STATISTICA DESCRITTIVA INFERENZA STATISTICA STATISTICA DESCRITTIVA INFERENZA STATISTICA Statistica inferenziale Probabilità Campione Popolazione Statistica inferenziale Popolazione finita e suoi parametri Una Popolazione finita è un insieme di unità

Dettagli

Università del Piemonte Orientale. Master per data manager. Epidemiologia dei tumori. Screening in oncologia

Università del Piemonte Orientale. Master per data manager. Epidemiologia dei tumori. Screening in oncologia Università del Piemonte Orientale Master per data manager Epidemiologia dei tumori Screening in oncologia Epidemiologia Che cos è l epidemiologia Metodi e strumenti La descrizione epidemiologica di una

Dettagli

Premessa. Tratto da American Heart Journal 2004; 147: 705-712

Premessa. Tratto da American Heart Journal 2004; 147: 705-712 Effetti del cambiamento di terapia con statine sul raggiungimento delle concentrazioni lipidiche ottimali: lo studio Measuring Effective Reductions in Cholesterol Using Rosuvastatin Therapy (MERCURY I)

Dettagli

La Prevenzione della Malattia Meningococcica

La Prevenzione della Malattia Meningococcica La Prevenzione della Malattia Meningococcica Obiettivo Zero Casi Ennio De Gregorio Responsabile della Ricerca Novartis Vaccines (Italia) La malattia meningococcica È causata da diversi ceppi del batterio

Dettagli

dello screening mammografico in Piemonte

dello screening mammografico in Piemonte I progetti per l innovazione dello screening mammografico in Piemonte Workshop regionale Torino, 7 novembre 2013 Antonio Ponti, Elisabetta Petracci CPO-Piemonte, Torino Loredana Correale im3d, Torino Progetto

Dettagli

Dai risultati del sistema di sorveglianza OKkio alla SALUTE agli interventi di prevenzione dell obesità infantile

Dai risultati del sistema di sorveglianza OKkio alla SALUTE agli interventi di prevenzione dell obesità infantile Dai risultati del sistema di sorveglianza OKkio alla SALUTE agli interventi di prevenzione dell obesità infantile Paola Nardone 1 e Gianfranco Mazzarella 2 per il Comitato Tecnico di OKkio alla SALUTE

Dettagli

Vaccinazione contro il meningococco aggiornamenti e prospettive

Vaccinazione contro il meningococco aggiornamenti e prospettive Vaccinazione contro il meningococco aggiornamenti e prospettive G. Gabutti Dipartimento di Prevenzione S.C. Igiene e Sanità Pubblica ASL 4 Chiavarese Regione Liguria Corso Vaccinazioni: consolidare i risultati

Dettagli

PREVENZIONE DELLE MALATTIE BATTERICHE INVASIVE NEI SOGGETTI CON ASPLENIA ANATOMICA O FUNZIONALE E ALTRE CONDIZIONI DI RISCHIO

PREVENZIONE DELLE MALATTIE BATTERICHE INVASIVE NEI SOGGETTI CON ASPLENIA ANATOMICA O FUNZIONALE E ALTRE CONDIZIONI DI RISCHIO ALLEGATO 1 06.08.2012 PREVENZIONE DELLE MALATTIE BATTERICHE INVASIVE NEI SOGGETTI CON ASPLENIA ANATOMICA O FUNZIONALE E ALTRE CONDIZIONI DI RISCHIO Le vaccinazioni per le persone con asplenia anatomica

Dettagli

Le statine nell anziano. Quando usarle? Carlo M. Barbagallo

Le statine nell anziano. Quando usarle? Carlo M. Barbagallo Le statine nell anziano. Quando usarle? Carlo M. Barbagallo Dipartimento di Medicina Interna e Specialistica (DI.BI.MI.S.) Università degli Studi di Palermo Popolazione Italiana 1950-2020: Giovani ed Anziani

Dettagli

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica Pasquale Parisi, MD PhD et. al. Outpatience Service of Paediatric Neurology Child Neurology, Chair

Dettagli

COMPLIANCE ALLA DIETA SENZA GLUTINE: QUALI EVIDENZE DAGLI STUDI FINORA CONDOTTI?

COMPLIANCE ALLA DIETA SENZA GLUTINE: QUALI EVIDENZE DAGLI STUDI FINORA CONDOTTI? COMPLIANCE ALLA DIETA SENZA GLUTINE: QUALI EVIDENZE DAGLI STUDI FINORA CONDOTTI? Firenze, 31 marzo 2012 Francesco Valitutti UOC Gastroenterologia ed Epatologia Pediatrica Dipartimento di Pediatria e Neuropsichiatria

Dettagli

Revisioni sistematiche Metanalisi Linee guida Health Technology Assessment report

Revisioni sistematiche Metanalisi Linee guida Health Technology Assessment report LE PUBBLICAZIONI SECONDARIE Sono così definite perché i ricercatori prendono i dati da studi già pubblicati (o anche non pubblicati), ne riassumono ed analizzano i risultati combinati, traggono conclusioni

Dettagli

CURRICULUM VITAE PROF.SSA SUSANNA ESPOSITO

CURRICULUM VITAE PROF.SSA SUSANNA ESPOSITO CURRICULUM VITAE PROF.SSA SUSANNA ESPOSITO Dati anagrafici Nata a Milano il 5 settembre 1971. Posizione attuale Direttore della Clinica Pediatrica I della Fondazione IRCCS Ca Granda Ospedale Maggiore Policlinico,

Dettagli

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Bruno Meduri Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Follow up condiviso Il follow-up attivo della donna trattata è parte integrante del

Dettagli

INFEZIONE DA HCV NEL PAZIENTE DIALIZZATO. Dr Fabrizio Valente S.C. Nefrologia e Dialisi Trento

INFEZIONE DA HCV NEL PAZIENTE DIALIZZATO. Dr Fabrizio Valente S.C. Nefrologia e Dialisi Trento INFEZIONE DA HCV NEL PAZIENTE DIALIZZATO Dr Fabrizio Valente S.C. Nefrologia e Dialisi Trento 170 Million Carriers Worldwide, 3-4 MM new cases/year 3% of World Population CANADA 300,000 U.S.A. 4 M WEST

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

La prevenzione della malattia da meningococco

La prevenzione della malattia da meningococco La prevenzione della malattia da meningococco Sommario La malattia meningococcica L importanza della vaccinazione contro il meningococco Cause, trasmissione e diffusione Il meningococco C La campagna di

Dettagli

Valutazione randomizzata della revisione italiana dell uso dei farmaci. fornita nella farmacia di comunità utilizzando l asma come modello (RE I-MUR)

Valutazione randomizzata della revisione italiana dell uso dei farmaci. fornita nella farmacia di comunità utilizzando l asma come modello (RE I-MUR) Valutazione randomizzata della revisione italiana dell uso dei farmaci fornita nella farmacia di comunità utilizzando l asma come modello (RE I-MUR) Numero di registrazione dello studio: ISRCTN72438848

Dettagli

HTA e screening. Paolo Giorgi Rossi AUSL Reggio Emilia

HTA e screening. Paolo Giorgi Rossi AUSL Reggio Emilia HTA e screening Paolo Giorgi Rossi AUSL Reggio Emilia L Aquila 20 Giugno 2012 Perchè? Obiettivi di un Sistema Sanitario Dare una risposta alle aspettative dei cittadini fornendo servizi di altà qualità

Dettagli

Sinossi dei disegni di studio

Sinossi dei disegni di studio Sinossi dei disegni di studio di intervento osservazionali serie di casi trasversale ecologici individuali quasisperimentali sperimentali (RCT) coorte caso-controllo Studi caso-controllo Il punto di partenza

Dettagli

L accesso alla Cochrane è consentito solo dal PC collegati alla rete della struttura tramite controllo dell indirizzo IP.

L accesso alla Cochrane è consentito solo dal PC collegati alla rete della struttura tramite controllo dell indirizzo IP. La Cochrane Library è il principale prodotto della Cochrane Collaboration. Si tratta di un Database che raccoglie tutte le revisioni sitematiche (RS) prodotte dalla Cochrane Collaboration ed i protocolli

Dettagli

La gestione della malattia cronica tra primo e terzo livello. Un paradigma: l asma E. Bignamini

La gestione della malattia cronica tra primo e terzo livello. Un paradigma: l asma E. Bignamini La gestione della malattia cronica tra primo e terzo livello. Un paradigma: l asma E. Bignamini SC Pneumologia AO O.I.R.M.-S.ANNA -Torino 1900 STETOSCOPIO 1950 CENTRALIZZAZIONE OSPEDALIERA CURE DOMICILIARI

Dettagli

Gianni Bona, Carla Guidi Università del Piemonte Orientale A. Avogadro Clinica Pediatrica di Novara

Gianni Bona, Carla Guidi Università del Piemonte Orientale A. Avogadro Clinica Pediatrica di Novara VACCINO ANTI MORBILLO, ROSOLIA, PAROTITE E VARICELLA Gianni Bona, Carla Guidi Università del Piemonte Orientale A. Avogadro Clinica Pediatrica di Novara Morbillo, parotite, rosolia e varicella sono patologie

Dettagli

Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ]

Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ] Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ] Relatore: M.T. PETRUCCI 27-28 ottobre 2008 Borgo S. Luigi Monteriggioni (Siena) Mieloma multiplo - Copyright FSE 1 Gruppo di lavoro 2 [ Mieloma multiplo]

Dettagli

Studio Re.mo.te "A randomized clinical trial on home telemonitoring for the management of metabolic and cardiovascular risk in individuals with type

Studio Re.mo.te A randomized clinical trial on home telemonitoring for the management of metabolic and cardiovascular risk in individuals with type Studio Re.mo.te "A randomized clinical trial on home telemonitoring for the management of metabolic and cardiovascular risk in individuals with type 2 diabetes" Protocollo di Studio:durata e campione La

Dettagli

LA METANALISI. Franco Merletti Unità di Epidemiologia dei Tumori Università di Torino

LA METANALISI. Franco Merletti Unità di Epidemiologia dei Tumori Università di Torino LA METANALISI Franco Merletti Unità di Epidemiologia dei Tumori Università di Torino È causa di grande preoccupazione constatare come la professione medica non abbia saputo organizzare un sistema in grado

Dettagli

Titolo. Background. Obiettivi. Metodi Tipo di studio (disegno) Centro/i partecipante/i Popolazione

Titolo. Background. Obiettivi. Metodi Tipo di studio (disegno) Centro/i partecipante/i Popolazione La SIFC promuove la ricerca clini ca nel campo della Fibrosi Cistica in Italia mediante la valutazione di progetti scientifici multicentrici e m ultidisciplinari. La Commissione Permanente Ricerca e Sviluppo

Dettagli

Il piano vaccini della regione Lazio: a che punto siamo? Renato Fanelli FIMMG

Il piano vaccini della regione Lazio: a che punto siamo? Renato Fanelli FIMMG Il piano vaccini della regione Lazio: a che punto siamo? Renato Fanelli FIMMG Vaccinazione antinfluenzale: stagione 2006-2007 Coperture vaccinali (per 100 abitanti) stimate dal Ministero della Salute,

Dettagli

Un progetto dimostrativo di e- screening di. popolazione. Eugenio Paci SC di epidemiologia Clinica e Descrittiva

Un progetto dimostrativo di e- screening di. popolazione. Eugenio Paci SC di epidemiologia Clinica e Descrittiva Screening per il tumore del Polmone con CT Scan a bassa dose Un progetto dimostrativo di e- screening di popolazione Eugenio Paci SC di epidemiologia Clinica e Descrittiva AIRTUM incidenza. I cinque tumori

Dettagli

Stimare l impatto delle tossinfezioni alimentari

Stimare l impatto delle tossinfezioni alimentari Tauxe #5 Stimare l impatto delle tossinfezioni alimentari Robert Tauxe, MD, MPH, With thanks to Elaine Scallan, PhD Foodborne Diseases Active Surveillance Network (FoodNet) Foodborne and Diarrheal Disease

Dettagli

La rosolia nella donna in gravidanza

La rosolia nella donna in gravidanza La rosolia nella donna in gravidanza Carla Verrotti Piano Nazionale di eliminazione del morbillo e della Rosolia congenita. Corso ROSOLIA CONGENITA Parma 12 maggio 2007 D.M. 10 SETTEMBRE 1998 Aggiornamento

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO PREVENA

SCHEDA PRODOTTO PREVENA NOME COMMERCIALE NOME GENERICO PRODUTTORE FORNITORE INDICAZIONE D USO INTERVENTO DI RIFERIMENTO SCHEDA PRODOTTO PREVENA Sistema di gestione delle incisioni con medicazione KCL KCL Il sistema di gestione

Dettagli

SCHEDA FARMACO. (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro)

SCHEDA FARMACO. (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro) SCHEDA FARMACO (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro) Principio attivo (nome commerciale) Forma farmaceutica e dosaggio, posologia, prezzo, regime di rimborsabilità, ditta Dabrafenib (Tafinlar)

Dettagli

GRAVIDANZA DOPO CANCRO: QUANDO? Giovanna Scarfone - Stefania Noli Fondazione IRCCS Ca Granda Opsedale Maggiore Policlinico, Milano

GRAVIDANZA DOPO CANCRO: QUANDO? Giovanna Scarfone - Stefania Noli Fondazione IRCCS Ca Granda Opsedale Maggiore Policlinico, Milano GRAVIDANZA DOPO CANCRO: QUANDO? Giovanna Scarfone - Stefania Noli Fondazione IRCCS Ca Granda Opsedale Maggiore Policlinico, Milano Timing e outcome della gravidanza dopo carcinoma Inquadramento ed Entità

Dettagli

Gabriella Serio. Cattedra di Statistica Medica Facoltà di Medicina e Chirurgia - Università degli Studi di Bari

Gabriella Serio. Cattedra di Statistica Medica Facoltà di Medicina e Chirurgia - Università degli Studi di Bari Gabriella Serio Cattedra di Statistica Medica Facoltà di Medicina e Chirurgia - Università degli Studi di Bari GOOD CLINICAL PRACTICE GCP LE GCP SONO UNO STANDARD IN BASE AL QUALE GLI STUDI CLINICI SONO

Dettagli

La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica?

La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica? La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica? Lucia Del Mastro SS Sviluppo Terapie Innovative Bergamo 6 luglio 2014 IRCCS Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino IST

Dettagli

RIVAROXABAN NEL TRATTAMENTO DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO E NELLA PREVENZIONE DELLE RECIDIVE

RIVAROXABAN NEL TRATTAMENTO DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO E NELLA PREVENZIONE DELLE RECIDIVE Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali Commissione Regionale del Farmaco (D.G.R. 1540/2006, 2129/2010 e 490/2011) Documento PTR n.189 relativo a RIVAROXABAN NEL TRATTAMENTO DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO

Dettagli

MUSICOTERAPIA STRUMENTO PER LO SVILUPPO PSICOMOTORIO DEL PREMATURO

MUSICOTERAPIA STRUMENTO PER LO SVILUPPO PSICOMOTORIO DEL PREMATURO Cordella Elena Simona Teraèpia Intensiva Neonatologica Ricercatore EBN MUSICOTERAPIA STRUMENTO PER LO SVILUPPO PSICOMOTORIO DEL PREMATURO INTRODUZIONE La musicoterapia è una disciplina che utilizza l elemento

Dettagli

Market Access, HTA e valutazione economica dei farmaci (claudio.jommi@pharm.unipmn.it)

Market Access, HTA e valutazione economica dei farmaci (claudio.jommi@pharm.unipmn.it) Market Access, HTA e valutazione economica dei farmaci (claudio.jommi@pharm.unipmn.it) pag. 1 Agenda Il concetto di market access ed i suoi quattro elementi base Il ruolo dell Health Technology Assessmemt

Dettagli

I T A L I A N J O U R N A L O F P U B L I C H E A L T H. Raccomandazioni circa le linee guida praticabili in ambito BPCO

I T A L I A N J O U R N A L O F P U B L I C H E A L T H. Raccomandazioni circa le linee guida praticabili in ambito BPCO Raccomandazioni circa le linee guida praticabili in ambito BPCO Introduzione Il lavoro è proseguito con l indicazione di una Esistono diverse Linee Guida che prendono serie di premesse che preludono alle

Dettagli

Rassegna bibliografica sulla linee guida internazionali nell area della prevenzione delle tossicodipendenze

Rassegna bibliografica sulla linee guida internazionali nell area della prevenzione delle tossicodipendenze Rassegna bibliografica sulla linee guida internazionali nell area della prevenzione delle tossicodipendenze Progetto Inter-regionale : Realizzazione a titolo sperimentale di una Rete Sociale nell Area

Dettagli

DEFINITION, STRUCTURE, CONTENT, USE AND IMPACTS OF ELECTRONIC HEALTH RECORDS: A REVIEW OF THE RESEARCH LITERATURE

DEFINITION, STRUCTURE, CONTENT, USE AND IMPACTS OF ELECTRONIC HEALTH RECORDS: A REVIEW OF THE RESEARCH LITERATURE DEFINITION, STRUCTURE, CONTENT, USE AND IMPACTS OF ELECTRONIC HEALTH RECORDS: A REVIEW OF THE RESEARCH LITERATURE Kristiina Hayrinen, Kaija Saranto, Pirkko Nykanen. International Journal of Medical Infomratics

Dettagli

GRADE applicato alle Linee Guida ARIA

GRADE applicato alle Linee Guida ARIA GRADE applicato alle Linee Guida ARIA Sergio Bonini Professor di Medicina Interna Seconda Università di Napoli INMM-CNR, ARTOV, Roma se.bonini@gmail.com The ARIA initiative was developed As a state-of-the-art

Dettagli

"Evidence Based-Healthcare" - Où en sommes nous en 2009?

Evidence Based-Healthcare - Où en sommes nous en 2009? "Evidence Based-Healthcare" - Où en sommes nous en 2009? CALASS 2009 Luxembourg Bernard Burnand CHUV et Université de Lausanne Lausanne, Suisse Contenuto della presentazione Evidenza, contro-evidenza Medicina

Dettagli

EPIDEMIOLOGIA & SALUTE PUBBLICA

EPIDEMIOLOGIA & SALUTE PUBBLICA EPIDEMIOLOGIA & SALUTE PUBBLICA a cura del Medico Cantonale - vol. IV no. 10 Vaccino antinfluenzale 2000/01: istruzioni per l'uso Influenza: una malattia severa Ogni anno in Svizzera si ammalano di influenza

Dettagli

Introduzione Obiettivi dello screening Evidenze scientifiche

Introduzione Obiettivi dello screening Evidenze scientifiche 1. Introduzione Il carcinoma della mammella rappresenta ancora oggi il tumore più frequente nella popolazione femminile, sia per incidenza sia per mortalità. La probabilità di ammalarsi aumenta progressivamente

Dettagli

Gli interventi di prevenzione efficaci

Gli interventi di prevenzione efficaci Gli interventi di prevenzione efficaci Nadia Olimpi * Osservatorio di Epidemiologia - Agenzia Regionale di Sanità Toscana Convegno HIV ed AIDS in Toscana: un'epidemia sotto controllo? Firenze, 29 Novembre

Dettagli

Eugenio Santoro. I social media come strumento di promozione della salute

Eugenio Santoro. I social media come strumento di promozione della salute Eugenio Santoro Laboratorio di Informatica Medica IRCCS - Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri I social media come strumento di promozione della salute Penetrazione di Internet e dei nuovi media

Dettagli

Outcome assistenziali. Il Governo Assistenziale: una risposta alle esigenze della sanità che cambia?

Outcome assistenziali. Il Governo Assistenziale: una risposta alle esigenze della sanità che cambia? I Congresso Internazionale Il Governo Assistenziale: una risposta alle esigenze della sanità che cambia?, soddisfazione dei professionisti e governo assistenziale 13 novembre 2007 1 2 1 OBIETTIVO dello

Dettagli

Promuovere il cambiamento in ambito clinico: le strategie evidence based. based

Promuovere il cambiamento in ambito clinico: le strategie evidence based. based Promuovere il cambiamento in ambito clinico: le strategie evidence based Lucio Patoia Medicina Interna e Scienze Oncologiche E Ce.R.P.E.A (Centro regionale per la Promozione dell Efficacia e dell Appropriatezza

Dettagli

Aspetti Critici degli Studi Clinici nel SNC

Aspetti Critici degli Studi Clinici nel SNC Aspetti Critici degli Studi Clinici nel SNC SSFA, Milano 10 settembre 2012 Eva J Runggaldier Clin. Ops. Therapeutic Area Leader Medical Affairs & Clinical Operations Roche SpA Summary Status della Ricerca

Dettagli

Banche dati / motori di ricerca: che differenza c è?

Banche dati / motori di ricerca: che differenza c è? 2. Le banche dati e 3. I siti web Richiedono: strategie di ricerca particolari sufficiente conoscenza dell inglese scritto consapevolezza dell esistenza di fonti diverse, appropriate a quesiti di diverso

Dettagli

La valutazione economica dei farmaci biologici in reuma, gastro e derma

La valutazione economica dei farmaci biologici in reuma, gastro e derma La valutazione economica dei farmaci biologici in reuma, gastro e derma Sergio Iannazzo ISBEM - Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo SIHS Health Economics Consulting SCELTA COLLETTIVITA SCELTA

Dettagli

WORKSHOP. competenze, risorse e strumenti HPH. Traiettoria Rete HPH Emilia-Romagna

WORKSHOP. competenze, risorse e strumenti HPH. Traiettoria Rete HPH Emilia-Romagna WORKSHOP Modelli e strumenti per lo sviluppo del progetto HPH elaborati nel Laboratorio interreti HPH Traiettoria Rete HPH Emilia-Romagna Ricerca in promozione della salute: competenze, risorse e strumenti

Dettagli

Studio osservazionale sull utilizzo del dosaggio della Proteina C Reattiva ( CRP ) nell ambulatorio del pediatra di famiglia

Studio osservazionale sull utilizzo del dosaggio della Proteina C Reattiva ( CRP ) nell ambulatorio del pediatra di famiglia Studio osservazionale sull utilizzo del dosaggio della Proteina C Reattiva ( CRP ) nell ambulatorio del pediatra di famiglia R. Marinello, M. Picca Pediatri di famiglia Milano In collaborazione con F.

Dettagli

01_Introduzione all epidemiologia

01_Introduzione all epidemiologia 01_Introduzione all epidemiologia Docenti: Prof.ssa S. Boccia, Dott.ssa C. de Waure, Dott. Federico Date: 04-08 Febbraio, ore 9:00 18:00 Università Cattolica del Sacro Cuore, Largo F. Vito 1, 00168 Roma

Dettagli

Indice. 1 Introduzione ------------------------------------------------------------------------------------------------ 3

Indice. 1 Introduzione ------------------------------------------------------------------------------------------------ 3 LEZIONE CENNI STORICI ED EVOLUZIONE DELL EVIDENCE BASED PRACTICE; FORMULAZIONE DEL QUESITO CLINICO PROF. MATTEO STORTI Indice 1 Introduzione ------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

EBN; l accesso ai risultati della ricerca per migliorare la pratica infermieristica

EBN; l accesso ai risultati della ricerca per migliorare la pratica infermieristica EBN; l accesso ai risultati della ricerca per migliorare la pratica infermieristica Dott.ssa Laura Iacorossi Articolo 11 L infermiere fonda il proprio operato su conoscenze validate e aggiorna saperi e

Dettagli

BE-Positive: Beyond progression after tki in Egfr-Positive NSCLC patients. Sinossi

BE-Positive: Beyond progression after tki in Egfr-Positive NSCLC patients. Sinossi BE-Positive: Beyond progression after tki in Egfr-Positive NSCLC patients Sinossi Principal Investigator e centro promotore dello studio: Dr.ssa Silvia Novello (Divisione di Oncologia Toracica, Università

Dettagli

AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco

AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE CONCORDATA CON LE AUTORITÀ REGOLATORIE EUROPEE E L'AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO (AIFA) Marzo 2011 Restrizione dell indicazione terapeutica della specialità medicinale ZERIT

Dettagli

(*)Direttore della U.O.C. di Medicina Interna di S. Arcangelo di Romagna (Rimini)

(*)Direttore della U.O.C. di Medicina Interna di S. Arcangelo di Romagna (Rimini) Dal blog di Marco Grandi, su segnalazione di Giorgio Ioli (*) vi proponiamo questo articolo: Tosse e statine (*)Direttore della U.O.C. di Medicina Interna di S. Arcangelo di Romagna (Rimini) Il presente

Dettagli

RIMBORSO DELLE VALVOLE AORTICHE PERCUTANEE BASATO SULLA MODALITA DEL PAYMENT BY RESULTS

RIMBORSO DELLE VALVOLE AORTICHE PERCUTANEE BASATO SULLA MODALITA DEL PAYMENT BY RESULTS RIMBORSO DELLE VALVOLE AORTICHE PERCUTANEE BASATO SULLA MODALITA DEL PAYMENT BY RESULTS Sabrina Trippoli ESTAV Centro Gruppo di lavoro: G. Burchini, C. Giambastiani, C. Marinai, D.Meacci, A.Messori, B.

Dettagli

IPOTIROIDISMO IN GRAVIDANZA

IPOTIROIDISMO IN GRAVIDANZA 1 ottobre 2011 IPOTIROIDISMO IN GRAVIDANZA Dott.ssa Elena Fachinat DATI EPIDEMIOLOGICI : Prevalenza stimata di ipotiroidismo conclamato in gravidanza : 0,3-0,5% Prevalenza stimata di ipotiroidismo subclinico

Dettagli

Dati tumore al seno in Piemonte; il significato del percorso multidisciplinare

Dati tumore al seno in Piemonte; il significato del percorso multidisciplinare Dati tumore al seno in Piemonte; il significato del percorso multidisciplinare Isabella Castellano Dipartimento di Scienze Mediche Università di Torino Breast Unit Città della Salute e della Scienza-Torino

Dettagli

Tesi di Laurea di Dietista e di. Specializzazione in. dell Alimentazione

Tesi di Laurea di Dietista e di. Specializzazione in. dell Alimentazione Tesi di Laurea di Dietista e di Specializzazione in Scienza dell Alimentazione Dipartimento di Medicina Sperimentale Sezione di Fisiopatologia Medica, Scienza dell Alimentazione ed Endocrinologia Tesi

Dettagli

Nuove tecnologie digitali: un opportunità per la promozione della salute? Dr. Maddalena Fiordelli

Nuove tecnologie digitali: un opportunità per la promozione della salute? Dr. Maddalena Fiordelli Nuove tecnologie digitali: un opportunità per la promozione della salute? Dr. Maddalena Fiordelli Institute of Communication and Health Università della Svizzera Italiana (Lugano) ehealth: definizioni

Dettagli

Statement. Confermato in più occasioni il profilo di efficacia e sicurezza di dabigatran etexilato

Statement. Confermato in più occasioni il profilo di efficacia e sicurezza di dabigatran etexilato Confermato in più occasioni il profilo di efficacia e sicurezza di dabigatran etexilato Il British Medical Journal pubblica un articolo non equilibrato riguardante dabigatran Ingelheim, Germany, 23 luglio

Dettagli

I trials clinici. Trials clinici

I trials clinici. Trials clinici I trials clinici Trials clinici 1 La Evidence Based Medicine (EBM) Fondamenti epidemiologici 2 Evidence Based Medicine (Medicina basata sulle prove di efficacia) Approccio metodologico al problema clinico

Dettagli