Il consiglio di Bertelai si svolge nella notte, momento delle tenebre:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il consiglio di Bertelai si svolge nella notte, momento delle tenebre:"

Transcript

1 Nel seguito della storia gli antefatti sono narrati con grande chiarezza: il re di Carmelinde, padre di Ginevra, aveva un siniscalco con una moglie bellissima. Il re, esattamente come Uther Pendragon, padre di Artù, si innamora di questa donna e hanno una figlia che si chiama Ginevra identica alla sorellastra. Sotto la spinta di Bertolais, la falsa torna a Carmelinde e fa credere a tutti di essere stata ingiustamente usurpata del suo ruolo di regina. Il vecchio cavaliere consiglia alla falsa Ginevra di non accettare immediatamente il giudizio di Dio attraverso un duello giudiziario. Piuttosto la incoraggia, attraverso lo stratagemma del cinghiale da cacciare, a indurre Artù a inoltrarsi nella foresta. Qui viene catturato e condotto a Carmelide. Leggiamo sempre dal ms Paris bn f fr : Or vous dirai dons, fait Bartelais, que nous ferons. Nous demanderons le roi un respit duc a demain et dirons que nostre baron ne sont mie tuit venu, ne sans vos barons ne vous oseriez vous mie entremestre ne del refuser le jugement, ne del atandre. Et enquenuit, nous en consillerons coment nous en porrons mielz esploitier. A cest conseil se tient la dame. Lors sont venu as autres barons, si lor dient et il si acordent tuit et bien si acorden conme cil qui de la traison ne sevet rien. Lors sont venu devant le roi et Bertelais dit la parole ensi con li l avoient devisee et porparlee entre lui et sa dame. Li rois dit que puis qu ele n avoit tout son conseil, le respit ne li puet il pas refuser belement. Il li ostroie le respit et ele se part de cort tout maintenant et chevauche selui jor tant loing con me ele puet. Il consiglio di Bertelai si svolge nella notte, momento delle tenebre: La nuit se conseille a Bertelais et il li dist: Dame, vous ne vendrois ja a chief de ceste chose si ce n est par molt grant sen. Et quant [on] a une si haute chose enprinse, l an ne la doit pas laissier por traison que l an ne vengne au desus de son afaire qui le desir en puet avoir [162ra], car molt a cil grant confort de desloialte, c il la fait, qui par ce de son grant desir vient au desus. Et vos vandrois au desus del roi Artu se vous se volez faire que je vous loerai. Et cele li creante qu ele le fera. La notte si consigliò con Bertelai e lui le disse: Signora non verremo a capo di questa situazione se non con grande astuzia. E quando si è intrapresa una così alta azione, non la si deve abbandonare a costo di compiere qualsiasi tradimento in modo da poter ottenere ciò che si desidera. E voi giungerete al di sopra del re Artù, se farete ciò che io vi consiglierò. E lei giura che lo farà. Or vos dirai dons, fait cil, que j ai pensee de ceste chose. Vous manderois le matin au roi qu encore n est pas venus tous vous votres conseus, si li priiez encore con me a votre signor loial qu encore vous doint respit d un tot seul jor et il ne vous en faudra pas, car trop est dous et debonaires. Et je li envoierai d autre part I chevalier qui li dira qu il a I des grignor senglers del monde en la forest de Bedigan. Et li rois chasce trop volentiers, si sai bien qu il i ira tot maintenant et nos aurons aparillie quarente chevaliers trestous armez, si ert pris si legierement que ja n i aura cop feru. Et quant nous le tandrons en la terre de Tamelirde, ge n ai pas paour que nos nel fasons del tout aler a nos voloirs. La dame s acorde bien a ceste chose et Bertelais meismes eslit trois chevaliers por aler querre le respit et le quart qui ira dire la novelle del grant sangler. Au matin murent tuit qatre grant piece ains jor et vinrent abedui grant m olt matinet, si troverent le roi qui de la messe estoit issus. Li tiers li dient le mesaige et il l otroie m olt volentiers. 1 Così descritto da Micha: Deuxième moitié du XIII e siècle. Parchemin. 488 feulliets. 345x225 mm. Deux colonnes de 41 à 46 lignes. Miniature au folio 1 recto, sur 8 lignes, d une exécution grossière. Nombreuses initiales rouges et bleues, sur 6 lignes, au début des chapitres et à des divisions jugées importantes. Letrines alternativement rouges et bleues, sur 2 ou 3 lignes, aux paragrafes. Note relative au contenu du manuscrit, de la main de P. Paris, sur la page de garde. Reliure en veau marbré, au chiffre de Napoléon I au dos. Contient le Lancelot (incomplet), la Queste (incomplète) et la Mort Artu. Lacunes de 5 feuillets entre les ff. 261 et 262; d environ2 feulliets après f.310; d environ 40 feuillets après f. 350 (fin du Lancelot et début de la Queste ) ( ) Le texte s interrompt ici (Sommer, p. 307), au moment ou Lancelot défend Keu attaqué par deux chevaliers. (166-67)

2 * Et quant il s en furent parti, si ne demora gaires que li autres chevaliers revint et dit au roi: Diex saut le roi Artu et sa conpangnie. Rois Artu, je t aport noveles estranges qu en la forest de Bedingran a un sengler si grant et si mervilleuz que onques mais si grans ne si fiers ne fu veus en nule terre. Il a tant mal fait en cest pais que nus n ose mais mostrer hors de fortresce, car il a ocis homes et fames et enfans. Il est tant crueus que nus ne l ose atandre, car nus n oi mais parler de si grant porc. Et por ce que la terre est en votre garde et en votre subgesgestion, por ce vous en vienge faire la clamor por le conmun de tout le pueple. Et se vous n en delivrez le pais, vous n avez pas deservi desoremais que vous soiez apelez par non de roi. E quando si furono allontanati, non passò molto tempo che l altro cavaliere ritornò e disse al re: Dio salvi il re e la sua compagnia. Re Artù io ti porto notizie fuori dal comune: nella foresta di Bendrogan vi è un cinghiale così grande e meraviglioso che mai animale tanto grande e fiero fu visto sulla terra. Questo ha fatto tanto male in questo paese che nessuno osa uscire dal castello, perché ha ucciso uomini, donne e bambini. E tanto crudele che nessuno osa affrontarlo, perché nessuno ha mai sentito parlare di un simile animale. E dal momento che questa regione è sotto la vostra protezione e il vostro controllo per questo vi porto la riciesta a nome di tutto il popolo. E se voi non libererete il paese voi non avrete più diritto a portare il nome di re. Il re dunque, convinto di essere in procinto di affrontare una straordinaria impresa, si addentra nel bosco, come sempre luogo del mistero e delle inusitate avventure: Li rois s en va el bois, si li sievent Galehot et Lancelot et si autre conpangnon. Et li chevaliers va avant qui li a dites les novelles del sengler. Si les mainne la ou il savoit que li agais devoit estre des quarente chevaliers. Et quant il en vindrent pres, si dist li chevaliers au roi: Sire, li liz au porc est pres de ci et se vous venes tuit sor lui si con vous i estes ensanble, il sera en avanture d estre perdus, mais menez i vous tiers san plus ou vos ou autres. Li rois prent avec lui deus veneors et un berseres et vont apres le chevalier qui les conduit tant qu il s enbatent desus l agait. Et quant li chevaliers les voient, si les asaingnent de totes pars. Quant li rois voit qu il est trois, si met la main a l espee, car il se voloit desfandre ains qu il morist par sa defaute. Il prannent tout maintenant les veneors p u[i] s viennent au roi, si li ocient son cheval et il a un chaine adose si se desfant trop durement et il li dient qu il ne se desfande pas que desfance n i a mester. Ne vous n avez garde, font il, de mort. Car ci n a home qui ne vous aint. Il re se ne va nel bosco e lo seguono Galeotto e Lancillotto e gli altri compagni. E avanti cammina il cavaliere che ha portato notizie sul cinghiale. Li conduce là dove sapeva che doveva essere quaranta cavalieri. E quando giunsero vicino, disse il cavaliere al re Sire la tana del cinghile è qui vicino e se voi venite contro di lui tutti insieme lo perderete, ma venite in tre, voi o altri. Il re prende con sé due cacciatori e un villano e seguono il cavaliere che li guida finché non giungono al luogo dell agguato. E quando i cavalieri lo vedono lo stringono d assedio da tutte le parti. Quando il re vede che sono solo in tre, si mette la mano alla spada perché preferisce difendersi piuttosto che morire per colpa sua. Questi catturano i cacciatori, poi si dirigono verso il re, uccidono il cavallo e lui ha estratto una catena e cerca di difendersi con forza, ma quelli gli dicono che non si difenda, perché difendersi è inutile. Non temete la morte- dicono- perché qui non vi è uomo che non vi ami. Così Artù è ora prigioniero della falsa Ginevra che lo affronta minacciosamente e ribadisce di essere ormai lei a detenere il potere: *Li contes dit que quant li roi Artu fu menez a Tamelirde si ot mo[l]t grant paour de soi meismes [...st] quant la dame fu venue, si l espoanta molt de premiers et dit: Rois Artu, or vous tien ge en mon pooir et puis que debonairement ne puis avoir de vous droiture, g en prandrai de vous si grant la vengence que tous mes cuers en iert esclairiez. Et tuit cil qui jamais en orront parler, m en tanront a viguereuse, si me puis bien venter d une chose que je vous ai si seleement en prison, que ja hons de votre terre ne saura verité de vous, tant c on vous vodrai tenir. Et sachiez que desormais aurois assez honte et messaise.

3 Il racconto dice che quando il re Artù fu condotto a Tamelinde ebbe molta paura per se stesso ( ) quando la dama giunse lo minacciò e gli disse: Re Artù ora vi tengo in mio potere e se con le buone non posso avere ragione di voi io mi vendicherò di voi con grande forza fino a che il mio cuore non ne sarà esaltato. E tutti quelli che ne sentiranno parlare mi considereranno vigorosa, e io posso ben vantarmi di tenervi qui chiuso in prigione, perché mai nessuno conoscerà la verità su di voi, finché vorrò tenervi qui. E sappiate che ormai ve ne verà solo vergogna e umiliazione. Ma progressivamente il fascino della donna si insinua in lui seducendolo: *Ainsi le menasse la dame au comencier, mais apres coumanda qu il eust quen qu il sauroit deviser, fors eschaper, car molt voloit qu il eust de ces volentez an la prison. Si li faisoit sovent de grans conpangnies et molt la trova li rois cortoise et bien afaitié et molt la prisa li rois en son cuer et disoit a soi meismes c onques mes si vaillant fame n avoit veue, fors la roine, ne nulle riens ne savoit en quel lieu il estoit en prison fors la dame et sa privee maisnie, cil qui estoient de son conseil. En tel maniere est li rois Artu en la prison Guenievre Tamelirde et a quen que ses cuers desire fors la prison qui li anoie. Si ne parole plus li contes ci endroit, ansois retorne a la roine et de sa conpangnie qui sejornent a Carduel et des barons de la terre de Bretaingne. Così lo minaccia la dama all inizio ma poi comanda che non ci sia nulla che egli non possa ottenere, tranne scappare, perché desiderava che fosse volentieri in prigione. Gli faceva spesso compagnia e il re la trova molto cortese e gradevole nei modi e molto l apprezza in cuor suo e dice a se stesso di non aver mai visto una simile donna, salvo la regina, né conosceva in quale luogo si trovasse in prigione, ma conosceva solo la dama e la sua cerchia ristretta, coloro che si trovavano nella sua cerchia. In tal modo è il re nella prigione di Ginevra a Tamelinde e nulla il suo cuore desidera salvo la prigione che pure lui patisce. Ora non prosegue il racconto in questo punto, anzi ritorna alla regina e alla sua compagnia che si trovava a Carduel e ai suoi baroni della Bretagna. Si osservi come nel ms di Bonn si legga una versione diversa che insiste piuttosto su un amore che nasce dall assunzione di una pozione d amore di tristaniana memoria, un amore che costringe a dimenticare tutto, affetti, doveri, responsabilità: ( ) et la damoisele le venoit souvent veoir, tant que li rois le trouva si courtoise et plainne de si bones paroles que moult li plot et oublia l amour a la roine car ele li donna puisons a boire qu ele faisoit. Et l ama tant li rois qu il le requist et fist tant qu il le mist en son lit et l ama sor toutes femes del monde. Et quant vint a la Pasque que tous les ivers fu passés, se li dist li rois qu il ne pooit plus ce soufrir car il feroit quanqu ele li conmanderoit car il ne poroit durer d estre si longement en prison (Bonn p. 1022) E la donna lo veniva spesso a trovare, tanto che il re la trovò tanto cortese e piena di belle parole che molto gli piacque e dimenticò l amore della regina perché lei gli donò una pozione da bere fatta da lei stessa. E il re si innamorò tanto di lei che la richiese d amore e tanto fece che la mise nel suo letto e l amò più che ogni altra donna. E quando venne Pasqua e tutto l inverno era passato, il re disse che non poteva più sopportare di restare così a lungo in prigione. Intanto in assenza del re esplode la violenza e la tensione interna tra i baroni, disegnando un rapporto molto stretto fra disordine sessuale e ordine sociale: *Ansi s en vint sejorner la roine et sa conpangnie a Carduel con vous avez oi. Et quant li baron de la terre de Bretaingne dot li plusor n avoient gaires anme le roi, sorrent qu il estoit ensi perdus, si conmenserent a reveler tel qui devant no[...] mot dire. Si se comenserent a guerroier et a forfaire l un l autre et fu reconmenciez li niaus et la desloiautes que li rois avoit abatue a son pooir. C estoit de brisier les chemins, desrober, d ocirre les trespasseres, d esforcer les fames maries et les puceles. Così, come avete udito, la regina e la sua compagnia vennero a soggiornare a Carduel. E quando i baroni della terra di Bretagna di cui la gran parte non aveva mai amato il re, seppero che era così

4 perduto, cominciarono a dire ciò che prima non avrebbero osato pronunciare. Cominciarono a guerreggiare e a litigare l uno con l altro e ricominciò la confusione e le trame che il re aveva con il suo potere cancellato. E si trattava di distruggere le strade, derubare, uccidere i viandanti, violentare le donne sposate e le fanciulle. Tez les desloiautes avoit li rois Artu abatues a son tans, car il avoit faites les grans justices de seux qui mesfaisoient et fasoit garder par son regne tous les chemins. Mais si tost con me il fu perdus, si fu remes tout quanqu il avoit establi et s entrecorirent sus cil qui le pais et la terre [163ra] voloient par lor folies trobler. Si pristrent si con vous avez oi menu et sovent li uns de l autre, si en vindrent chascun jor les plaintes et les clamors a la roine et a cex qui avec li estoient. Tali violenze aveva Artù eliminato, perché aveva fatto giustizia di coloro che tradivano e che controllavano con la violenza le strade. Ma quando Artù scomparve riemerse tutto ciò che lui aveva ricondotto all ordine e ritornarono fuori coloro che volevano per la loro follia creare il caos nel paese. Cominciarono a litigare fra loro e continuamente arrivavano all orecchio della regina e alla sua cerchia lamenti e confusioni. E la violenza e la confusione cresce di giorno in giorno: Ciz maux et ceste dolors ne fist se croistre non et enforcier de jor en jor tant que des barons de Bretangne [a]senblerent duc a doze, ce dit li contes, car il cuidoient tout por voir que mors fust li rois Art. Questi mali e questi dolori non fecero che crescere ed aumentare finché i baroni di Bretagna non si riunirono in dodici, questo dice il racconto, perché credevano che fosse morto il re Artù. Un cugino di Artù, Aguissegans, re di Scozia, dunque un nemico interno del re, insiste affinché il re sia ormai considerato morto e sia eletto un nuovo re: Tout se faisoit Aguissegans par envie, car il n avoit onques ame le roi Artu de grant cuer, car por ce qu il estoit riches de terre et d amis molt esforciez, si se pansoit que puis que li regnes venroit par eslition, nus ni metroit ja le pie devant lui, car il beoit les uns a vaincre par enmi et les autres par paour et par dotance de son pooir et les autres par riches dons. Tutto questo faceva Anguissans per invidia, perché non aveva mai amato il re con il cuore, e dal momento che era ricco e circondato da amici pensava che se il regno era abbandonato- nessuno avrebbe potuto mettergli i piedi sulla testa, perché desiderava vincere gli uni per inimicizia, gli altri per paura e timore del suo potere e altri ancora attraverso ricchi doni. Galeotto riesce a convincere i baroni a dare a Galvano temporaneamente il potere, in attesa di avere notizie certe sulla sorte del re. Questi non vuole prendere il posto al suo re, ma alla fine è costretto ad accettare e Asguisans è temporaneamente messo da parte: Messires Gauvain ne dist nul mot car trop avoit serré le cuer et Galehot dit as barons: Signor baron, li quel de vous ont esleu monssignor Gauvain a ceste hennor? Il est bien drois qu il le saiche li quel ainment l ennor de lui et li quel ont son oncle amé. Messer Galvano non pronuncia paraola perché troppo ha il cuore stretto e Galeotto dice ai baroni: Signori baroni, chi di voi ha eletto Galvano? E bene che lo sappiano quelli che lo amano ed hanno amato il re. Intanto il re imprigionato dalla falsa Ginevra viene totalmente irretito da lei e questa si fa promettere che tornati a corte la prenderà come legittima sposa: *Or dit li contes que des le londemain de la Chandelor duc a la Paques fu li rois Artu en prison chiez la fauce roine de Tamelirde. Entretant li fist la dame tant de faites et tant d ennors et tantes conpangnies li porta que ses biax servisses le desut, tant qu il i mist son cuer si durement que molt

5 en oblie le desirrier et l enmor de la roine que sor tote rien avoit enme. Quant ele vit que ele l ot auques sorpris, si li demanda que il vodra faire ne cil beoit (i oit) jamais a issir fors de prison. Et il dit que il feroit quanque ele vodroit se il pooit savoir que ele sa fame fust. Ora dice il racconto che dalla Candelora fino a Pasqua il re Artù restò in prigione presso la falsa Ginevra di Tamelinde. E tanto gli fece la dama con gesti, onori e compagnia che troppo lui gradì questo finché si innamorò di lei con tale forza che dimenticò il desiderio e l amore che aveva verso la regina che tanto aveva amato. Quando questa vide che era tanto innamorato gli chiese che voleva fare e se voleva uscire di prigione, e egli disse che avrebbe fatto ciò che lei voleva se avesse accettato di diventare sua moglie. Le spiega poi che voleva farlo solennemente, davanti a testimoni e secondo i dettami della chiesa. Il giorno dell Ascensione, Artù decide allora di tornare a Tamelinde e convocare tutti i suoi baroni. Qui Artù dichiara di essere certo che la falsa Ginevra è la sua vera consorte. Se i baroni di Bretagna dietro il consiglio di Galeotto sono pronti a difendere la loro regina quelli di Tamelinde - spinti da Bertolai- vogliono arderla viva. Infine si accordano perché Ginevra sia esiliata nel Sorelois sotto il controllo e la protezione di Galeotto. Artù ormai non ama che la nuova regina: *Einsi con li contes a devisse se departi li rois Artu de sa droite fame por la desloiaute de l autre et de Bertelai le Viel. Et c il avoit amee l autre tout a mis en obli por la grant amor qu il a a cesti misse. Et ele le tient ci est e si court que toutes autres conpangnies a arier misses fors que la soie. Si sont auques remeses les grans honors et les grasces que l autre li fassoit avoir, si est tant anpiriez qu il tous li mondes qui tant le soloit amer et prisier le tient a perdu outreement, Così come il racconto ha narrato si separò Artù dalla sua moglie legittima per l inganno dell altra donna e di Bertelai il vecchio. E se aveva prima amato l altra ora l ha dimenticata per il grande amore che ha messo in costei che ha scordato ogni altra compagnia tranne la sua. Sono lontani gli onori e gli omaggi che l altra gli faceva ottenere, ed è tanto cambiato che tutti quelli che lo mavano ed apprezzavano lo giudicano ormai perduto Ma la presenza di una nuova donna porta scandalo al punto che interviene anche il papa che scomunica Artù: Tant coru la renomee del roi Artu qui sa fame avoit laissie et l autre prisse, que l apostoilles Estenes qui a ces tans avoit la chaiere de Rome an sot auques la verité coument li rois Artu estoit deseurz sans le comandement de Sainte Esglisse. Si le tint a molt grant despit de si haut home con il estoit qui sans le seu de Saint Eglise estoit de sa fame departis et doutoit que li autre desloial ne preissent a lui essanple. ( ) Li rois ne vost celi laissier ne reprandre la premiere et l apostoiles escomenia et lui et sa terre tote. Si fu tous li regnes de Bretaingne en escomeniement vint et nuef mois. Tanto era corsa la notizia che re Artù aveva lasciato una moglie e ne aveva presa un altra che l apostolo Stefano che in quel tempo era papa seppe la verità di come Artù aveva divorziato senza il permesso della Chiesa. Giudicò assai male il fatto che senza la volontà della Chiesa si fosse seoarato dalla moglie e temette che altri uomini sleali seguissero il suo esempio. ( ) Il re non volle lasciare questa né riprendere la prima e il papa scomunicò lui e la sua terra. E così tutto il regno di Bretagna fi scomunicato per 29 mesi. Ma improvvisamente succede qualcosa di terribile segno del potere di Dio: Cele nuit avint une grant demontrance de la vangence Notre Signor qui molt est soffrans mais en la fin n oblie il pas le pecheor qui demore en sa mauvaitie ne le bien del preudome qui demeure en sa bonte. Cele nuit prist Nostres Sires si grant vengence de la fauce roine que ele perdi tout le pooir des pies et des mains et de tout le cors fors des iels et de la lengue et autretel avint a Bertelais.

6 Quella notte avvenne una grande prova della vendetta di Dio che molto è severo, ma alla fine non dimentica i peccatori che restano nella loro malvagità, né i buoni che restano nella bontà. Quella notte prese Nostro Signore tale vendetta nei confronti della falsa Ginevra che lei perse tutto il potere dei piedi, delle mai e del corpo tranne gli occi e la lingua e altrettanto capitò a Bertelai. Molt fu diverse la maladie et mervilleuse, car onques ne pot l en trover en nulle terre mires qui verité en seussent dire dont si grant maladie et si diverse poist venir et ne demora gaires que li pie lor conmansarent a porrir par desous et puoient si durement es maisons ou il gissoient que nulle riens n i durast se ne fussent les bones espices que on i metoit [ ] Longuement dura ceste maladie a andeus et tote voies demora li rois en la ville por savoir qu il en avenroit et envoioit querre partout les saiges mirres, mais onques nus tant s en entremeist ni po garison trover. La malattia fu diversa da ogni altra e stupefacente, e non fu possibile trovare da nessuna parte medici che sapessero davvero dire da dove tale tremenda malattia e così rara potesse prodursi, e non passò molto tempo che i piedi cominciarono a marcire e puzzavano così tanto che a nulla servivano le spezie che mettevano ( ) A lungo durò questa malattia per entrambi e per questo rimaneva a corte il re per sapere cosa avveniva ed inviava a cercare dappertutto medici sapienti, ma per quanto cercasse non riuscì a trovare chi potesse trovare la via per la guarigione. Si osservi come la versione α si presenti molto più asciutta e priva di considerazioni di carattere religioso: 137. Or dist li contes que a l'entree des Avens que li rois Artus ot une cour tenue a Karlion, si s'en est par Disnadaron venus, la ou il' voloit sèjourner quinsainne entìere. La setisme nuit qu'il fu a Disnadaron venus, si avint qu'il jut entre ses gens si com il faisoit assés souvent. Et li rois Artus avoit en costume que sa feme chevauchoit avoc lui tous jours par sa terre Ora dice il racconto che all'inizio dell'avvento il re Artù tenne corte a Carlion e poi venne a Disnadaron perché lì voleva rimanere quindici giorni. La settima notte che fu giunto a Disnadaron, avvenne che, come faceva spesso, dormì insieme ai suoi. E il re aveva l'abitudine di far cavalcare sua moglie con lui ogni giorno attraverso le sue terre Mais il ne gisoit pas toutes les nuis avoc li, fors quant il estoit priveement. Cele nuit que je vous di, jut li rois entre ses barons, et sa feme jut en ses chambres. Si avint la nuit une moult grant merveille, car ele perdi la force de tous ses membres, des les pies jusques au cervel de la teste, que de nule chose ne se pot aidier, fors des ex et de la bouche et des oreilles. Se li prist une maladie si diverse qu'ele conmencha a pourrir des piés aval et ala ensi contremont pourrissant, et puoit si durement puis qu'ele conmencha a pourrir que nus ne le pooit sousfrir qui pres en fust. Ma egli non giaceva tutte le notti con lei, salvo quando erano soli. Quella notte di cui vi parlo, dormì il re fra i suoi baroni e sua moglie dormì nelle sue camere. Avvenne la notte un fatto meraviglioso, perché lei perse la forza in tutte le membra dai piedi fino al cervello così che nessun membro poteva soccorrerla se non le orecchie, gli occhi e la bocca. Le prese così una malattia particolare che cominciò a imputridire per tutte le membra, e cominciò così velocemente a imputridire e puzzava così tanto che nessuno poteva sopportarle di starle accanto. Cele nuit meïsmes qu'ele prist cele enfermeté, fu ensi conreés Bertelais. De ce ot li rois Artus moult grant dolour, si demoura a Bedingram moult grant piece puis que ce fu avenu. Mais en la fin le mena me sire Gavains sèjourner a Kamaalot, car il ne voloit pas qu'il fust blasmés de ses barons, et dist que souvent orroient nouveles de la roïne s'il esloient la. La stessa notte che le prese questa malattia fu contagiato Bertelais. Di questo ebbe il re grande dolore e rimase molto a lungo a Bedingran dopo che il fatto fu avvenuto. Ma alla fine Galvano lo condusse a soggiornare a Camalot perché non voleva che fosse biasimato dai suoi baroni e disse che se si fossero allontanati da lì avrebbero comunque ottenuto frequenti informazioni sulla regina. Moult fu li rois mais a conforter del mal sa feme, mais la honte del blasme qu'il cremoit li faisoit faire plus biau samblant que li cuers ne li aportoit. Un jout le prist me sire Gavains a conseil, si le conmencha a chasloiier, se li dist :

7 Il re non riusciva a confortarsi di fronte al dolore di sua moglie, ma la vergogna per il timore di essere biasimato lo spingeva a mostrare un aspetto più sereno rispetto a quanto nutriva nel cuore. Un giorno messer Galvano lo convocò ad un colloquio privato cominciò a rimproverarlo e disse: 138. «Sire, on vous atourne a moult grant mal ce que vous moustrés si malvais samblant et faites si poi de joie as vos barons, qui avés eslé li plus prodom qui onques fust el li plus sages ; si vous couvient entremetre des rivières et des bois, et aler entre vos gens. Sire si ritorcerà contro di voi il fatto di mostrare un aspetto così tetro e di dimostrare così scarsa gioia nei confronti dei vostri baroni che avete scelto fra i più prodi ed i più saggi; vi conviene recarvi presso i fiumi e i boschi e andare insieme alla vostra gente... Il re segue il consiglio, ma giunto presso un eremo si sente male ed implora di essere confessato, ma l eremita lo respinge con estrema durezza tacciandolo di peccatore scomunicato. Anche la falsa Ginevra ormai moribonda confessa le sue colpe e spira: 154. Et encore vivoit l autre a grant dolour et dura desi a.iii. semaines apres Noel et ce fu li graindres doels que onques li rois eust de sa mort, car il n avoit onques feme tant amee, mails il se penoit de faire bel samblant ( ) E ancora viveva l'altra con grande dolore e sopravvisse solo per quattro settimane dopo Natale e il re provò per la sua morte un terribile dolore, perché mai aveva tanto amato una donna, ma si sforzava di mostrare un aspetto sereno. Da questi piccoli sondaggi appare chiaramente come la versione proposta dal ms 751 si presenti più articolata e complessa, esemplare il caso del discorso di Galvano che insiste sulla perdita di fama e credibilità presso i baroni, sottolineando quindi la ricaduta politica dell atteggiamento del re, chiuso nel suo dolore per la malattia della donna amata: Un jor dist messire Gauvain au roi: Sire, je me merveil plus de vous que de nule chose que je onques veisse, car tous li mondes vous a cuidie sa en arieres au plus saige baron del monde. Or est si abatus de vos li loz et li renonz de vous que tuit li bien que fait avez sont tenez uns en obli et ains si outreement perdus les aiers de totes gens que pou vous ainment nes ciz qui sont votre home [170rb]. Un giorno disse Galvano al re: Sire io mi stupisco di voi più che di ciò che mai abbia visto, perché tutti finora vi hanno considerato l uomo più saggio del mondo. Ora invece è così calata la stima e la vostra fama che tutto ciò che di buono avete fatto è ora messo in oblio ed avete così perduto l appoggio di coloro che vi amavano e si ritenevano vostri uomini. Si noti come le sfumature religiose e i continui richiami alla vendetta di Dio caratterizzino questa lettura della vicenda: Si ai grant paour que Diex n en prangne si grant vangence prochainnement que toz li mons s en esbahisse ne je ne gart l eure que toz li mons nos tiengne por mescreans et il le sanble ne onques ne fu nus saiges hons de sa foliee si ahuerez qui au mains n eust honte de sa folie Ho così gran timore che Dio prenda vendetta presto al punto che tutti ne saranno turbati e io ho paura che presto tutti ci riterranno miscredenti e non vi è uomo così preso dalla sua follia che almeno non se ne vergogni. Por ce vous loeroie je que vous partissiez de vostre malvestie et meissies jus le duel de ce que vous perdes la chose par quoi vous avez este honis et vers Dieu et vers le siecle. Se tui duel devez vous laissier et enchargier duel et ire de ce que vous avez l ennor perdue que vous ne poez restorer. Per questo io vi esorterei a separarvi dalla vostra malvagità e a mettere via il dolore per aver perso ciò che vi ha svergognato e verso Dio e verso il mondo. Lasciate il vostro dolore e fatevi carico del

8 dolore e della rabbia provocata dall aver perso il vostro onore in modo che non potrà essere riguadagnato. ( ) je vous deisse que vous laissisiez del toute le diable dont vous avez la conpangnie, c est ceste fame pecheresse que vous tenez encontre Dieu, mais je ne vous en chastirai ja en cest point que vous ne quenoissez encor ne tant ne quant votre folie.. e io vi direi di lasciare quel diavolo a cuo vi siete accompagnato che altri non è che quella donna peccatrice che voi tenete con voi contro il volere di Dio, ma io non vi rimprovererò ancora per questo perché ancora non conoscete né poco, né tanto la vostra follia Il re accetta i consigli di Galvano, ma tale è la sua tristezza che questi lo rimprovera: mes vous ieste autresi come une beste, car vous ne metes en votre afaire nule raison, mais a ce que votres cuers veut vos acordes outreement. Si sachiez bien: se vous en autre maniere ne porchaisiez votre ennor a recovrer, outreement l avez perdue( )E voi siete come una bestia perché non mettete nel vostro agire alcuna ragione, ma vi accordate a ciò che detta il vostro cuore. Sappiatelo chiaramente: se voi non cercate di restaurare il vostro onore, l avete definitivamente perso. Ma il re dichiara la sua impotenza a sfuggire alla potenza d amore: Biax nies, fait li rois, bien sai que vous me dites voir, mais je ne puis vaincre mon cuer, car malgré mien me covient il este obeissans a son voloir. Bel nipote, dice il re, so bene che voi dite la verità, ma io non posso vincere il mio cuore perché nonostante me sono tenuto a essere obbediente al suo volere e Accetta tuttavia di andare ancora una volta nel bosco a cacciare il cinghiale e non appena catturato l animale si rifugia inisieme ai suoi in un eremo per mangiarlo. Ma improvvisamente il re si sente male: *Maintenant se va revestir si comance la messe, mais ansois qu il l eust chantee, fu li rois au mengier assis, illuec li avint une grant merveille, car si tost con il ot mis dedens sa boche le tiers morcel avint c une dolors li tocha au cuer si grant que bien cuida tantost morir. Il saut hors de la table et geste un cri si grant et dit: Ha Diex, confession, car je me muir!. Et lors saut chascuns de son lieu, si court messires Gauvain tenir le roi entre ces bras Intanto si va a preparare e comincia la messa, ma non appena fu compiuta la celebrazione, il re si sedette alla mensa e lì avvenne un evento stupefacente, perché non appena egli ebbe portato alla bocca un pezzetto di ostia un dolore terribile gli scosse il petto, talmente forte che credette di morire. Si alzò dalla tavola e gettò un grido fortissimo e disse: Dio mio confessione! Sto morendo! Ed allora si alza ognuno dalla tavola e messere Galvano corre a prenderlo tra le braccia Subito viene chiamato il prete che accetta di confessarlo a patto che lui riveli pubblicamente la sua identità: Sire, fait il, uns chaitis sui, uns maleureus, de Bretaingne ai este rois, Artu ai non. Si ai fait tant a la terre de maus ( ) tant que ore en prant Notres Sires sa grant [171rb] vengence. Signore, risponde il re- io sono un peccatore, uno sventurato, sono stato re di Bretagna, mi chiamo Artù. Ho fatto tanto male al mio paese ( ) che ora Dio si vendica di me. L eremita reagisce inorridito a sentre il nome di un re che si è macchiato di una colpa così grave: ripudiare la moglie legittima:

9 Conment?, fait li ermites, Artu i es tu ce? Dont me merveil je molt conment tu i es si hardis que tu oses demander le cors Jehsu Crist, car tu li as faites toutes les hontes que tu pooiez. Tu as brisiez les establissemens de Sainte Esglisse, tu as guerpie ta loial espouse et tiens ta songnant encontre Dieu, tu i ez escomenies ( ) Come -dice l eremita- tu sei Artù. Allora mi meraviglio molto che tu sia così ardito che tu osi chiedere il corpo di Cristo, perché tu ti sei macchiato di tutte le peggiori nefandezze. Tu hai spezzato i comandamenti della Santa Chiesa, tu hai abbandonato la tua sposa legittima e tieni contro il volere di Dio una concubina, tu sei scomunicato L eremita si rivela essere Amistant che era stato cappellano presso il padre di Ginevra e che dunque conosce bene chi sia la vera regina. Infine accetta di confessarlo solo a patto che scacci l usurpatrice. Questa, ormai moribonda, decide di pentirsi dopo aver ascoltato le parole di Amistant che le spiega come Dio sia pronto a perdonare chi ammette con il cuore la gravità della sua colpa: * Dame, vous gissiez ci en dolereuse chaiere come celle qui a le cors perdu. Or si gardes apres que l arme ne soit perdue, car la sont tuit li denmage, ne nus ne puet estre de si vil pichié enconbres que si tost con il vient a parfite repantance qu il n ait pardon cest de bouche et de cuer ensanble. Signora voi giacete in una condizione dolorosa, come chi ha il corpo distrutto. Ora fatte attenzione che anche l anima non sia distrutta perché là sono tutti i mali, né nessuno può essere schiacciato da un peccato così vile che se arriva ad un pentimento totale non ottenga perdono se voene insieme dalla bocca e dal cuore. La falsa Ginevra si pente pubblicamente e Ginevra può finalmente essere riammessa a corte. Galeotto informa la regina dei nuovi eventi, ma questa non è felice, sapendo che le toccherà separarsi dall amato Lancillotto. Ma nessun altra soluzione è possibile, Ginevra è la regina e deve riprendere il suo ruolo, non le resta che continuare a vivere la sua relazione con il giovane cavaliere nell ombra della menzogna.

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

"Il Mondo Che Vorrei", Laura Pausini

Il Mondo Che Vorrei, Laura Pausini "Il Mondo Che Vorrei", Laura Pausini Quante volte ci ho su, Il mio sta cadendo giù Dentro un pieno di follie, Ipocrisie. Quante volte avrei voluto anch'io questo mondo mio, Per tutti quelli che stanno

Dettagli

-------------^------------- Cfr Lc 2,10-12.16.

-------------^------------- Cfr Lc 2,10-12.16. Vi annuncio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato per voi un salvatore, che è Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce,

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it XI DOMENICA PRIMA LETTURA Il Signore ha rimosso il tuo peccato: tu non morirai. Dal secondo libro di Samuèle 12, 7-10.13 In quei giorni, Natan disse a Davide: «Così dice il Signore, Dio d Israele: Io ti

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

2 lectio di quaresima

2 lectio di quaresima 2 lectio di quaresima 2014 GESU E LA SAMARITANA Sono qui, conosco il tuo cuore, con acqua viva ti disseterò. sono io, oggi cerco te, cuore a cuore ti parlerò. Nessun male più ti colpirà il tuo Dio non

Dettagli

Il solo male che in questa terra possa

Il solo male che in questa terra possa Vincere la passione e fuggire le occasioni Il solo male che in questa terra possa veramente meritare questo nome è il peccato. Se potessimo vedere lo stato di un anima in peccato, sarebbe impossibile per

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

Amare il rischio Amare gli altri. Amare l amato. Amare la vita Amare il mondo

Amare il rischio Amare gli altri. Amare l amato. Amare la vita Amare il mondo Amare il rischio Amare gli altri Amare l amato Amare la vita Amare il mondo Amare l amato In ognuno di noi è forte il desiderio di amore: la fame e la sete di amicizia, di intimità, di unione e di comunione

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO 20 ANNIVERSARIO EVANGELIUM VITAE 25 MARZO 2015... 1) Oggi ricordiamo il Sì di Maria alla vita, quella vita che prodigiosamente sbocciò nel suo grembo immacolato. Mentre ricordiamo

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Tipologia Obiettivi Linguaggio suggerito Setting Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Una celebrazione

Dettagli

Il Molo. 1 Per me al mondo non v ha un più caro e fido. 2 luogo di questo. Dove mai più solo. 3 mi sento e in buona compagnia che al molo

Il Molo. 1 Per me al mondo non v ha un più caro e fido. 2 luogo di questo. Dove mai più solo. 3 mi sento e in buona compagnia che al molo Il Molo 1 Per me al mondo non v ha un più caro e fido 2 luogo di questo. Dove mai più solo 3 mi sento e in buona compagnia che al molo 4 San Carlo, e più mi piace l onda a il lido? 5 Vedo navi il cui nome

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE PER LA CORONA DEL DISCEPOLO A 33 GRANI Editrice Shalom 31.05.2015 Santissima Trinità Libreria Editrice Vaticana (testi Sommi Pontefici), per gentile

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

FEDE IN DIO. La Scrittura ci dice che senza la fede è impossibile piacere a Dio.

FEDE IN DIO. La Scrittura ci dice che senza la fede è impossibile piacere a Dio. FEDE IN DIO A) CO S'E' LA FEDE? La fede si nutre della conoscenza che si acquisisce di una persona. In questa senso la fede può essere grande o piccola, debole o forte. La nostra fede dipende interamente

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata ISIS F.S. NITTI Palomba Chiara 2D Alice si è ora svegliata La mia storia ha inizio sei anni fa,quando ho conosciuto quello che pensavo fosse l amore della mia vita. All inizio era tutto perfetto: c era

Dettagli

Uscire dalla violenza si può. Centro Antiviolenza. Thamaia. Guida per le donne che subiscono violenza

Uscire dalla violenza si può. Centro Antiviolenza. Thamaia. Guida per le donne che subiscono violenza Uscire dalla violenza si può Centro Antiviolenza Thamaia Guida per le donne che subiscono violenza SUCCEDE ANCHE A TE? Ti dice continuamente che è tutto suo perchè è lui che guadagna i soldi? Devi giustificare

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15)

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) SIATE SANTI COME IL PADRE VOSTRO è SANTO (Mt 5, 48) (Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) Ci siamo riuniti nel cuore della città di Roma per fare un pellegrinaggio,

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

Arcidiocesi di Agrigento. Padre nostro. e rimetti a noi i nostri debiti. Liturgia Penitenziale di Avvento

Arcidiocesi di Agrigento. Padre nostro. e rimetti a noi i nostri debiti. Liturgia Penitenziale di Avvento Arcidiocesi di Agrigento Padre nostro e rimetti a noi i nostri debiti 12 1 Liturgia Penitenziale di Avvento per sostenerci fra le prove della vita con l'esempio della tua umiltà e pazienza, aiutaci a custodire

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

LE SETTE PAROLE DELL AMORE

LE SETTE PAROLE DELL AMORE LE SETTE PAROLE DELL AMORE Le sette parole di Gesù in croce sono le parole ultime, quelle che restano, che ci dicono chi è Lui e quindi chi siamo noi. Le parole dell Amore ultimo ci trovano lì dove siamo

Dettagli

La Santa Sede FESTA DELLE FAMIGLIE E VEGLIA DI PREGHIERA DISCORSO DEL SANTO PADRE. B. Franklin Parkway, Philadelphia Sabato, 26 settembre 2015

La Santa Sede FESTA DELLE FAMIGLIE E VEGLIA DI PREGHIERA DISCORSO DEL SANTO PADRE. B. Franklin Parkway, Philadelphia Sabato, 26 settembre 2015 La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE FRANCESCO A CUBA, NEGLI STATI UNITI D'AMERICA E VISITA ALLA SEDE DELL'ORGANIZZAZIONE DELLE NAZIONI UNITE (19-28 SETTEMBRE 2015) FESTA DELLE FAMIGLIE E VEGLIA

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Commento Gesù si alza molto prima dell alba. Esce e se ne va in un luogo deserto, nella notte, e là prega. Quando gli apostoli, che lo cercano,

Commento Gesù si alza molto prima dell alba. Esce e se ne va in un luogo deserto, nella notte, e là prega. Quando gli apostoli, che lo cercano, Commento Gesù si alza molto prima dell alba. Esce e se ne va in un luogo deserto, nella notte, e là prega. Quando gli apostoli, che lo cercano, infine lo trovano, egli dice loro: Andiamocene altrove per

Dettagli

La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE FRANCESCO IN KENYA, UGANDA E NELLA REPUBBLICA CENTRAFRICANA (25-30 NOVEMBRE 2015)

La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE FRANCESCO IN KENYA, UGANDA E NELLA REPUBBLICA CENTRAFRICANA (25-30 NOVEMBRE 2015) La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE FRANCESCO IN KENYA, UGANDA E NELLA REPUBBLICA CENTRAFRICANA (25-30 NOVEMBRE 2015) INCONTRO CON IL CLERO, I RELIGIOSI, LE RELIGIOSE ED I SEMINARISTI DISCORSO

Dettagli

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015 Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia Festa del Perdono CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE 21 novembre 2015 Parrocchia di Madonna in campagna e Santi Nazaro e Celso di Arnate in Gallarate (VA)

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che inizia la processione all altare)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che inizia la processione all altare) ore 18.00 7.30-11.30 (prime comunioni) (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che inizia la processione all altare) Celebriamo la Messa vigiliare della quarta domenica di Pasqua. È così grande

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi La grande quercia del bosco era molto vecchia. Nella corteccia del tronco e dei rami, i solchi lasciati dal tempo erano profondi. Non sapeva ancora quanto le

Dettagli

La locandiera. PERSONAGGI: Cavaliere di Ripafratta Marchese di Forlipopoli Conte d Albafiorita Mirandolina, locandiera Fabrizio, cameriere di locanda

La locandiera. PERSONAGGI: Cavaliere di Ripafratta Marchese di Forlipopoli Conte d Albafiorita Mirandolina, locandiera Fabrizio, cameriere di locanda La locandiera PERSONAGGI: Cavaliere di Ripafratta Marchese di Forlipopoli Conte d Albafiorita Mirandolina, locandiera Fabrizio, cameriere di locanda 5 10 Atto I La scena si rappresenta a Firenze, nella

Dettagli

COMUNICARE LA FEDE OGGI Quando e come confessarmi? Riflessioni di Monsignor R. Martinelli

COMUNICARE LA FEDE OGGI Quando e come confessarmi? Riflessioni di Monsignor R. Martinelli Parrocchia S.Maria della Clemenza e S. Bernardo COMUNICARE LA FEDE OGGI Quando e come confessarmi? Riflessioni di Monsignor R. Martinelli Si consiglia una lettura graduale, riflettendo su una o due domande

Dettagli

La formazione della famiglia

La formazione della famiglia La Famiglia La formazione della famiglia Quando leggiamo la Bibbia notiamo la grande importanza data alla famiglia. È la prima istituzione di Dio per le Sue creature, e ci sono numerose promesse ed esempi

Dettagli

Anno Internazionale del Fanciullo

Anno Internazionale del Fanciullo Anno Internazionale del Fanciullo COMUNICATO DEL CONSIGLIO PERMANENTE In occasione dell'anno internazionale del fanciullo, sono molte le iniziative che si prendono da ogni parte anche nel nostro paese.

Dettagli

La Bibbia è contro il sesso

La Bibbia è contro il sesso mito 5 La Bibbia è contro il sesso L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. Woody Allen Facendone un peccato il Cristianesimo ha fatto molto

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

Il Gatto con gli stivali. Un mugnaio venuto a morte Lasciò ai figliuoli una triste sorte

Il Gatto con gli stivali. Un mugnaio venuto a morte Lasciò ai figliuoli una triste sorte Il Gatto con gli stivali Un mugnaio venuto a morte Lasciò ai figliuoli una triste sorte Ogni suo bene aveva disfatto Tranne un mulino, un asino e un gatto Le divisioni furon presto fatte Senza bisticci

Dettagli

C eraunavoltaunpaiodicalzini

C eraunavoltaunpaiodicalzini C eraunavoltaunpaiodicalzini C era una volta un paio di calzini. Marta e Paolo erano i nomi di questi due calzini. Si erano conosciuti, innamorati e litigati per anni. Ora abitavano in via Cassetto n.

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

Oggi si parla tanto di ricchezza, ma poco

Oggi si parla tanto di ricchezza, ma poco Cammino di perfezione/4 Le ricchezze della povertà Oggi si parla tanto di ricchezza, ma poco di povertà. Invece la povertà bisogna amarla come una madre. Di quanti beni è feconda la povertà e di quanti

Dettagli

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais)

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) Quando la notte scende giu devo mi fidare Mi fidare su sta luce se ci sei E se ci sei tu in

Dettagli

S. DOMENICO di Guzman

S. DOMENICO di Guzman Carissimi bambini, abbiamo pensato di farvi una sorpresa... sapete che questo è il giornalino del rosario, ma vi siete mai domandati chi ha inventato il rosario? Nooooo?! E allora, bambini e bambine, in

Dettagli

Doc. 11 di Don Salvatore Conte

Doc. 11 di Don Salvatore Conte Doc. 11 LETTERE A NUCCIA di Don Salvatore Conte Taranto 19 / 12 / 1969 ho ricevuto la tua gradita lettera e ti ringrazio del ricordo e delle preghiere. Anche io sento il disagio della lontananza che mi

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

La forza del suo messaggio

La forza del suo messaggio 6 Testimone di vita santa Anche quest anno nelle varie sedi de La Nostra Famiglia, nelle Parrocchie ambrosiane e nelle comunità delle Piccole Apostole della Carità si è celebrata la memoria liturgica del

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

CENA PASQUALE EBRAICA

CENA PASQUALE EBRAICA PARROCCHIA B.V.M. IMMACOLATA CENA PASQUALE EBRAICA per i ragazzi della Prima Comunione Sabato 4 aprile 2009 - Ore 16,00 CAPPUCCINI ORISTANO 1 momento - La schiavitù del popolo d Israele (I ragazzi sono

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

L inizio della tristezza dell Uomo

L inizio della tristezza dell Uomo Bibbia per bambini presenta L inizio della tristezza dell Uomo Scritta da: Edward Hughes Illustrata da: Byron Unger; Lazarus Adattata da: M. Maillot; Tammy S. Tradotta da: Lorena Circiello Prodotta da:

Dettagli

IN CARCERE MA LIBERI!

IN CARCERE MA LIBERI! PATRIZIO ASTORRI GENNARO CAROTENUTO TULLIO MENGON SILVANO SPAGNUOLO LORENZO ZOCCA IN CARCERE MA LIBERI! Terza edizione Chirico INDICE Presentazione del Cardinale Michele Giordano XI Lettera del cappellano

Dettagli

Monastero S. Maria del Monte Carmelo Concenedo di Barzio (LC)

Monastero S. Maria del Monte Carmelo Concenedo di Barzio (LC) Un colpo di frusta produce lividure, ma un colpo di lingua rompe le ossa. Tutto si può dire del libro del Siracide, tranne che non sia chiaro ed efficace nelle sue immagini: questa è forte. E non solo

Dettagli

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo#

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo# LA#SCOPERTA##!!!!!!Giardino#dei#Gius5# #####Associazione#Gariwo# CHI#SONO#I#GIUSTI#,#PROF?## LA#NOSTRA#SCELTA## Un#nome#fra#tuC#con5nuava#a# tornare#con#insistenza## !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Educare#al#coraggio#civile#!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Svetlana#Broz#

Dettagli

Il Leader: discepolo di Gesù

Il Leader: discepolo di Gesù Il Leader: discepolo di Gesù Introduzione La dimensione del discepolato è essenziale nella vita cristiana, del battezzato e nel ministero di leader. Chi vuole annunciare il vangelo non può farlo se prima

Dettagli

Basilica Parrocchiale di S. Francesco Viterbo P. Agostino Mallucci DIO AMORE SOFFERENZA E CHIARA DI ASSISI

Basilica Parrocchiale di S. Francesco Viterbo P. Agostino Mallucci DIO AMORE SOFFERENZA E CHIARA DI ASSISI Basilica Parrocchiale di S. Francesco Viterbo P. Agostino Mallucci DIO AMORE SOFFERENZA E CHIARA DI ASSISI Dio e il dolore Può Dio soffrire? Particolare risalto nell imminenza del Pasqua. Un vero problema

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

Mons. Claudio Maria CELLI

Mons. Claudio Maria CELLI Mons. Claudio Maria CELLI Nella nostra storia c è quel detto famoso: tu uccidi un uomo morto, credo che dopo queste mattinate e pomeriggi così intensi è mio dovere essere il più breve possibile. Per me

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

-------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia

-------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli.

Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli. Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli. (Atti degli Apostoli, capitolo 5 versetto 12) Questo libretto è di: Un sacramento cos è? Come l acqua purifica,

Dettagli

La tomba vuota e l apparizione a Maria di Magdala Nel giorno dopo il sabato, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di buon mattino, quand era ancora

La tomba vuota e l apparizione a Maria di Magdala Nel giorno dopo il sabato, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di buon mattino, quand era ancora Scuola di preghiera Venerdì 19 marzo 2010 intervento di don Bruno Daniel La tomba vuota e l apparizione a Maria di Magdala Nel giorno dopo il sabato, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di buon mattino,

Dettagli

Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13)

Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13) Il deserto di Tamanrasset in Algeria Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13) «Rabbì è bello per noi essere qui. Facciamo tre capanne».

Dettagli

COME OTTENERE LE GRAZIE DALLA MADONNA DI MEDJUGORJE a cura di Antonio Norrito per la Nuova Devozione Popolare

COME OTTENERE LE GRAZIE DALLA MADONNA DI MEDJUGORJE a cura di Antonio Norrito per la Nuova Devozione Popolare COME OTTENERE LE GRAZIE DALLA MADONNA DI MEDJUGORJE a cura di Antonio Norrito per la Nuova Devozione Popolare Attraverso questa rassegna di messaggi in ordine cronologico si potrà scoprire il cammino di

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

EUCARESTIA E SANTA MESSA

EUCARESTIA E SANTA MESSA EUCARESTIA E SANTA MESSA Cari figli, Gesù, così come è nei Cieli, è anche qui sulla Terra, presente nell Eucarestia. Gesù è presente nell Eucarestia per fortificare lo spirito di ognuno di voi. Rendete

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI 1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI Gesù disse ai suoi discepoli: Sono queste le parole che vi dicevo quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella Legge di Mosè,

Dettagli

HO SETE DI TE Ritiro cooperatori di Madre Teresa

HO SETE DI TE Ritiro cooperatori di Madre Teresa HO SETE DI TE Ritiro cooperatori di Madre Teresa Voi avete scelto di essere dei cooperatori dell opera di madre Teresa. Avete scelto di compiere qualcosa che possa essere d aiuto alle suore missionarie

Dettagli