Istituto S. Gaetano Suore Orsoline di Gandino - Viale Trastevere 251, Roma Classe prima CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Istituto S. Gaetano Suore Orsoline di Gandino - Viale Trastevere 251, 00153 Roma Classe prima CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA"

Transcript

1 CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA ANNO SCOLASTICO

2 INDICE PER DISCIPLINA 1. ITALIANO PAG LINGUA INGLESE PAG STORIA PAG GEOGRAFIA PAG MATEMATICA PAG SCIENZE E TECNOLOGIA PAG MUSICA PAG ARTE IMMAGINE PAG EDUCAZIONE FISICA PAG RELIGIONE CATTOLICA PAG INFORMATICA PAG. 17 2

3 - ascolta senza interrompere; - mantiene l attenzione; Istituto S. Gaetano Suore Orsoline di Gandino - Viale Trastevere 251, Roma Italiano - comprende l argomento trattato nelle discussioni in classe; - comprende le informazioni principali di una discussione o di una comunicazione; - coglie le principali sequenze logico-temporali di un racconto o di un fatto; - interviene nel dialogo e nella conversazione in modo adeguato e pertinente; - narra brevi esperienze personali in modo semplice e riferisce le principali sequenze logico-temporali di testi ascoltati; - associa il fonema al grafema; - riconosce vocali, sillabe, consonanti e parole; - legge: lettere, sillabe, parole, frasi, brevi testi; - legge semplici testi cogliendone il senso globale. - riconosce i tre caratteri grafici: stampato, minuscolo e corsivo; - sa comprendere il significato delle parole lette; - sa comprendere il significato di una breve frase; - conosce gli elementi principali di una frase; - produce semplici testi comunicativi connessi al vissuto quotidiano, rispettando le fondamentali convenzioni ortografiche. 3

4 - Ascolto di filastrocche e brevi racconti. - Prove di attenzione. - Comprensione di vari testi. - Memoria di frasi e brevi brani. - Conversazioni su esperienze personali e collettive. - Costruzione di brevi sequenze logicotemporali di un racconto o di un fatto. - Dialoghi e conversazioni adeguati e pertinenti. - Drammatizzazioni. - Lettura di brevi storie con il supporto delle immagini. - Brevi narrazioni di esperienze personali in modo semplice. - Associazione del fonema al grafema. - Vocali, sillabe, consonanti e parole. - Riconoscimento dei tre caratteri grafici: stampato, minuscolo e corsivo. - Scrittura di brevi frasi e brevi testi relativi al proprio vissuto. - Comprensione del significato delle parole lette e di una breve frase. - Suoni affini. - Suoni complessi. - Gruppi consonantici. - Digrammi e trigrammi. - I raddoppiamenti. - L accento. - L apostrofo. - La divisione in sillabe. - La punteggiatura. - E-E. - C è C era- C erano. Istituto S. Gaetano Suore Orsoline di Gandino - Viale Trastevere 251, Roma - Ascoltare chi parla e capire che per comprendere bene occorre prestare attenzione e stare in silenzio. - Ascoltare gli altri in modo attento e rispettoso, intervenendo nella conversazione in maniera corretta. - Ascoltare e comprendere semplici consegne, incarichi, sequenze di attività e compiti proposti. - Intervenire nel dialogo e nella conversazione, in modo ordinato e pertinente. - Narrare brevi esperienze personali e racconti seguendo un ordine temporale. - Esprimere oralmente emozioni e desideri. - Comprendere un testo ascoltato, lo ricorda e ne riferisce i contenuti principali: luoghi e personaggi. - Leggere e comprendere brevi e semplici testi, dimostrando di aver acquisito la competenza tecnica della lettura (lettura strumentale). - Comunicare il proprio pensiero con brevi frasi. - Dimostra di aver acquisito la competenza tecnica della scrittura. - Ampliare il lessico riflettendo sul significato delle parole. - Riprodurre lettere e parole partendo da un modello. - Completare in modo coerente un testo. - Discriminare e usare le principali convenzioni ortografiche(suoni affini, raddoppiamenti, gruppi consonantici, digrammi, apostrofo, accento, divisioni in sillabe). - Conoscere le parti fondamentali del discorso:( nome, articolo, verbo, aggettivo qualificativo). 4

5 Lingua inglese - saluta e si presenta in lingua inglese (hello, bye, my name.. ecc); - sa usare semplici espressioni per poter interagire; - conosce e discrimina suoni rumori e fonemi simili e differenti; - ascolta e comprende semplici istruzioni ( stand up.. ecc); - riconosce vocaboli inglesi usati nella lingua italiana; - conosce e denomina oggetti persone e luoghi; - conosce una festa tipica della cultura anglosassone; - conosce la festività di Halloween con il suo relativo lessico; - saluta e si presenta in lingua inglese (hello, bye, my name.. ecc); - sa usare semplici espressioni per poter interagire; - conosce e discrimina suoni rumori e fonemi simili e differenti; - riconosce vocaboli inglesi usati nella lingua italiana; - conosce e denomina oggetti, persone e luoghi; - riconosce vocaboli inglesi usati nella lingua italiana, conosce e denomina oggetti persone e luoghi. 5

6 - Saluti formali ed informali. - Ascolto di suoni e rumori. - Istruzioni correlate alla vita nella classe. - La festa di Halloween. - I colori. - Conoscere i nomi degli animali. - Saper salutare e presentarsi. - Conoscere i numeri fino a dieci e le principali forme e colori. - Acquisire un repertorio lessicale relativo al proprio vissuto. - Essere capaci di eseguire indicazioni brevi e semplici - I numeri da 0 a Le forme. - Il Natale. - Ascolto e ripetizione di canti Natalizi in inglese. - I componenti della famiglia. - Le parti del corpo. - La Pasqua e i suoi simboli. - I giocattoli. - Varie formule di augurio. - I principali sport. - I cibi e l espressione delle proprie preferenze. 6

7 - si sa orientare nel tempo vissuto; Istituto S. Gaetano Suore Orsoline di Gandino - Viale Trastevere 251, Roma Storia - ordina in successione azioni, eventi accaduti, storie ascoltate; - riconosce i rapporti di successione, di contemporaneità e di durata in relazione al vissuto personale; - conosce le scansioni temporali del calendario; - intuisce che il tempo ha anche una dimensione lineare che non si ripete; - comprende il ripetersi ciclico di eventi. - Ascolto di racconti per un periodo adeguato. - La successione delle azioni. - La linea del tempo. - La contemporaneità. - La durata delle azioni. - Le parti del giorno. - La settimana. - L anno e i mesi. - Le stagioni. - Le modificazioni di persone e di cose dovute al tempo. - Saper utilizzare gli indicatori temporali. - Riconoscere la successione di due o più fatti. - Rappresentare in vari modi le sequenze di racconti e di esperienze vissute. - Collocare nel tempo fatti ed esperienze personali e riconoscerne i rapporti di successione, di contemporaneità e di durata. - Utilizzare gli strumenti convenzionali di misurazione del tempo. - Riconoscere il tempo come ciclico e lineare. - Cogliere i nessi causa/effetto tra fenomeni ed eventi. - Rilevare i cambiamenti nella propria persona e nell ambiente che circostante. - Cogliere i cambiamenti dovuti al passare del tempo. 7

8 - si sa orientare negli spazi vissuti; Istituto S. Gaetano Suore Orsoline di Gandino - Viale Trastevere 251, Roma Geografia - descrive gli spostamenti effettuati da sé o dagli altri; - individua e rappresenta relazioni topologiche; - rappresenta spazi conosciuti, identificandone gli elementi costitutivi, - Gli indicatori topologici. - Conoscere gli organizzatori spaziali. - Spostamenti nello spazio. - Diversi punti di vista. - Spostamenti sul reticolo. - Gli elementi naturali e antropici. - Descrivere verbalmente e graficamente gli spostamenti propri e di altri elementi nello spazio vissuto, utilizzando gli indicatori spaziali: (sopra/sotto, davanti/dietro, dentro/fuori, destra/sinistra). - Conoscere la propria posizione e quella degli oggetti nello spazio vissuto rispetto a diversi punti di riferimento. - Le modificazioni dell ambiente. - La scuola. - La casa. - Eseguire e rappresentare semplici percorsi su istruzioni verbali e grafiche. - Saper analizzare uno spazio per scoprirne gli elementi caratterizzanti. - La strada. - I comportamenti giusti a scuola. - I comportamenti giusti a casa. - Le regole. - Conoscere l uso e la funzione degli spazi abitualmente vissuti : la casa e la scuola. - Saper riconoscere gli atteggiamenti corretti da tenere nei differenti ambienti. - Assumere comportamenti adeguati alle differenti situazioni. 8

9 Matematica - comprende il significato dei numeri, i modi per rappresentarli e il significato della notazione posizionale (entro il 20); - opera tra i numeri mentalmente e per iscritto; - risolve i problemi che richiedono l uso dell addizione e della sottrazione; - riconosce e rappresenta le situazioni problematiche; - imposta, discute e comunica strategie di risoluzione; - esplora, descrive e rappresenta lo spazio; - riconosce e descrive le principali figure piane e solide; - Individua relazioni tra elementi e le rappresenta; - classifica e ordina in base a determinate proprietà elementi e oggetti; - organizza e rappresenta raccolte di dati, interpreta le rappresentazioni; - individua grandezze misurabili confrontandole direttamente e indirettamente. 9

10 - Le relazioni. - Le classificazioni. - I numeri naturali entro il Comparazione di quantità : maggiore, minore e uguale. - I numeri ordinali. - Addizioni e sottrazioni entro il 20 con metodi e strumenti diversi. - Raggruppare i numeri base il Problemi. - Le principali forme geometriche piane (quadrato, rettangolo, triangolo e cerchio). - Linee e regioni - Orientamento spaziale, percorsi sul piano e coordinate sul piano quadrettato. - I quantificatori. - L uso di E, NON. - Misure di lunghezza. - Misure di peso. - Misure di capacità. - L euro. - Raccolta di dati semplici e relativa rappresentazione tramite ideogrammi, istogrammi e diagrammi di Carroll e Venn. - Contare oggetti o eventi, a voce e a mente, in senso progressivo e regressivo. - Classificare in base ad un attributo. - Leggere e scrivere i numeri naturali fino a venti con consapevolezza del valore posizionale delle cifre. - Confrontare e ordinare i numeri naturali anche rappresentandoli sulla retta numerica. - Risolvere problemi che richiedano l uso di addizioni e sottrazioni entro il venti. - Comunicare la posizione di oggetti nello spazio fisico sia rispetto a se stesso o ad altre persone o ad oggetti, usando termini adeguati. - Eseguire e descrivere un percorso partendo da una descrizione verbale o dal disegno. - Riconoscere, denominare e descrivere le seguenti figure geometriche piane: triangolo, rettangolo, quadrato, cerchio. - Riconoscere le caratteristiche comuni a una raccolta e individuare l elemento estraneo. - Organizzare raccolte di dati in rappresentazioni iconiche adeguate. - Individuare grandezze misurabili e fare confronti diretti e indiretti in relazione alle grandezze individuate. - Raccogliere e organizzare dati e informazioni. 10

11 - sviluppa atteggiamenti di curiosità; Istituto S. Gaetano Suore Orsoline di Gandino - Viale Trastevere 251, Roma Scienze e Tecnologia - osserva con attenzione la realtà circostante per cogliere somiglianze e differenze; - descrive alcuni semplici fenomeni osservati; - sa trarre dati e risultati pratici da un esperienza scientifica; - sa distinguere gli esseri viventi dai non viventi; - conosce le condizioni fondamentali per la vita delle piante; - collega i fenomeni atmosferici alle stagioni. 11

12 - Le informazioni che provengono dai cinque sensi. - La vista. - L udito. - Il tatto. - Il gusto. - L olfatto. - Le caratteristiche degli esseri viventi. - Esseri viventi e non viventi. - I vegetali e gli animali. - Il ciclo vegetativo delle piante. - Osservazione sistematica e registrazione in tabella dei dati della crescita delle piantine. - Aspetto fisico e abitudini di vita di animali vicini alla realtà del bambino. - Osservazione di fenomeni atmosferici. - Utilizzare i cinque sensi per esplorare e conoscere la realtà attraverso esperienze concrete. - Usare i sensi per ricercare attributi e qualità dell ambiente circostante. - Riconoscere l organo corrispondente al senso. - Classificare i viventi e i non viventi. - Riconoscere le caratteristiche degli esseri viventi - Sperimentare direttamente le fasi della germinazione. - Conoscere alcune caratteristiche fisiche degli animali. - Classificazione di animali in base alle caratteristiche scoperte. - Conoscere le tipologie dei fenomeni atmosferici. - Avere familiarità con la variabile dei fenomeni atmosferici. - Prendersi cura di se stessi. - Completamento di tabelle per la registrazione di fenomeni atmosferici. 12

13 Musica - esplora, discrimina ed elabora eventi sonori dal punto di vista qualitativo, spaziale e in riferimento alla loro fonte; - esplora diverse possibilità espressive della voce, di oggetti sonori e strumenti musicali, imparando ad ascoltare se stesso e gli altri. - Classificazione di fenomeni sonori - Discriminazione suoni dell ambiente. - Ascolto ed esecuzione di suoni vocali, strumentali e corporei. - Rappresentazione dei suoni attraverso segni grafici. - Esecuzione di semplici canti. - Utilizzare voce, strumenti e nuove tecnologie sonore in modo creativo e consapevole, ampliando con gradualità le proprie capacità di invenzione e improvvisazione. - Eseguire collettivamente e individualmente brani vocali curando l intonazione, l espressività e l interpretazione. - Distinguere i suoni dai rumori. - Analizzare le caratteristiche dei suoni e dei rumori. - Utilizzare la voce, il proprio corpo e oggetti vari anche riproducendo e improvvisando suoni e rumori del paesaggio sonoro. - Riprodurre un semplice ritmo usando il corpo o uno strumento a percussione. 13

14 - usa creativamente il colore; Istituto S. Gaetano Suore Orsoline di Gandino - Viale Trastevere 251, Roma Arte e immagine - utilizza il colore per differenziare e riconoscere gli oggetti; - rappresenta figure tridimensionali con materiali plastici; - riconosce nella realtà e nelle rappresentazioni le relazioni spaziali, le figure e i contesti spaziali; - utilizza la linea dell'orizzonte inserendo elementi del paesaggio fisico; - rappresenta figure umane con uno schema corporeo strutturato; - opera una prima semplice lettura di opere d'arte; - distingue la figura dallo sfondo. - I colori primari e secondari. - Potenzialità espressive dei materiali plastici (argilla, plastilina, pasta di sale, cartapesta ) e di quelli bidimensionali (pennarelli, carta, pastelli, tempere ). Primo anno della primaria - Saper utilizzare la linea e il segno in modo creativo. - Conoscere varie forme espressive. - Conoscere i colori primari e secondari. - Le differenze di forma. - Le relazioni spaziali. - Realizzazione di manufatti. - Manipolazione di materiali diversi e utilizzo di varie tecniche per la realizzazione di lavori di gruppo e individuali. - Saper riconoscere differenze di forme. - Conoscere le forme del mondo circostante per saperle riprodurre. - Saper utilizzare diverse tecniche. - Usare creativamente il colore. - Costruire sequenze con disegni. - Saper usare tecniche grafiche, pittoriche e materiali diversi per realizzare prodotti. 14

15 Educazione Fisica - acquisisce consapevolezza di sé attraverso la percezione del proprio corpo e la padronanza degli schemi motori e posturali; - utilizza il linguaggio corporeo e motorio per comunicare ed esprimere i propri stati d animo, anche attraverso la drammatizzazione e le esperienze ritmico-musicali. - Giochi per esprimere le emozioni e i sentimenti attraverso il movimento e la gestualità. - Utilizzare in modo personale il corpo e il movimento per esprimersi. - Giochi di conoscenza e imitazione. - Esercizi di orientamento. - Rappresentazione del proprio corpo sia fermo che in movimento. - Il gioco di gruppo e le sue regole. - Giochi di cooperazione. - Padroneggiare attività motorie di base in situazioni diverse. - Partecipare ad attività di gioco e di sport rispettando le consegne e le regole. - Eseguire condotte motorie sulla base dei ruoli attribuiti dal gioco. - Sapersi relazionare con il gruppo. 15

16 Religione Cattolica - scopre che per i cristiani la natura e la vita sono doni di Dio; - individua che per i cristiani Gesù è Dio fra gli uomini; - sa che Gesù ha vissuto, in tutti i suoi aspetti, le realtà umana; - riconosce che la Pasqua di Gesù è il punto centrale della vita cristiana; - coglie che la comunità chiesa si fonda sull insegnamento di Gesù. - Creazione - Natale - Gesù Bambino come me. - Pasqua. - Chiesa, Comunità dei credenti. - Scoprire nell ambiente i segni che richiamano al presenza di Dio Creatore e Padre. - Individuare i segni cristiani del Natale - Descrivere l ambiente di vita di Gesù nei suoi aspetti quotidiani, famigliari, sociali e religiosi. - Cogliere i segni cristiani della Pasqua - Riconoscere la Chiesa come la famiglia di Dio che fa memoria di Gesù e del suo messaggio. 16

17 - conosce e distingue le varie parti del computer; Istituto S. Gaetano Suore Orsoline di Gandino - Viale Trastevere 251, Roma Informatica - accende e spegne un computer; - scrive semplici brani utilizzando la videoscrittura; - disegna immagini adoperando semplici programmi di grafia; - utilizza semplici giochi didattici. - Le varie parti del computer. - Accensione e chiusura di un computer. - Scrittura di semplici brani utilizzando la videoscrittura. - Disegno di immagini, adoperando semplici programmi di grafia. - Utilizzo di semplici giochi didattici. - Acquisire conoscenze di base sulla struttura e sul funzionamento del computer. - Acquisire la conoscenza pratica delle principali funzioni di base di un computer e del suo sistema operativo. - Essere in grado di creare disegni usando il programma Paint. - Saper creare una cartella e sapervi salvare un documento. - Saper creare e stampare un documento di scrittura usando Word. - Cambiare le dimensioni del carattere. - Usare corsivo, grassetto e sottolineatura. 17

OBIETTIVI FORMATIVI E DELLE COMPETENZE

OBIETTIVI FORMATIVI E DELLE COMPETENZE E DELLE MONOENNIO ITALIANO monoennio 1. saper ascoltare interlocutori in contesti diversi 2. saper comunicare oralmente 3. acquisire la tecnica della lettura 4. acquisire la tecnica della scrittura a)

Dettagli

PROGRAMMAZIONE CLASSE PRIMA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE

PROGRAMMAZIONE CLASSE PRIMA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE PROGRAMMAZIONE CLASSE PRIMA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ASCOLTARE E PARLARE Ascoltare e comprendere un messaggio e un testo Conoscere le regole comportamentali della

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEVANTO PROGRAMMAZIONE ANNO SCOLASTICO 2013/2014

ISTITUTO COMPRENSIVO LEVANTO PROGRAMMAZIONE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 ISTITUTO COMPRENSIVO LEVANTO PROGRAMMAZIONE CLASSE II ANNO SCOLASTICO 2013/2014 classe 2^ COMPETENZE DISCIPLINARE ISTITUO COMPRENSIVO LEVANTO 2013/2014 ITALIANO 1. Ascolta e interagisce nelle conversazioni

Dettagli

Istituto Comprensivo Lodi I Scuola Primaria. C u r r i c o l o classe prima

Istituto Comprensivo Lodi I Scuola Primaria. C u r r i c o l o classe prima Istituto Comprensivo Lodi I Scuola Primaria C u r r i c o l o classe prima ITALIANO Classe 1 a INDICATORI OBIETTIVI D APPRENDIMENTO ATTIVITA DIDATTICHE E CONOSCENZE E ABILITA Ascoltare, comprendere e comunicare

Dettagli

Lingua italiana. Programmazione didattica per classi parallele (classi I)

Lingua italiana. Programmazione didattica per classi parallele (classi I) Istituto Comprensivo Don Milani Via Cambray Digny, 3 50136 Firenze ( tel.055690743 fax 055690139 e-mail: info@icdonmilani.gov.it fiic85199n@istruzione.it fiic85199n@pec.istruzione.it Sito web: www.icdonmilani.gov.it

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA RUBRICHE DI VALUTAZIONE

SCUOLA PRIMARIA RUBRICHE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA RUBRICHE DI VALUTAZIONE ITALIANO INGLESE STORIA GEOGRAFIA MATEMATICA SCIENZE ARTE E IMMAGINE MUSICA SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE RELIGIONE CATTOLICA INFORMATICA EDUCAZIONE CIVICA PREMESSA

Dettagli

CURRICOLO QUINQUENNALE SCUOLA PRIMARIA CLASSE SECONDA

CURRICOLO QUINQUENNALE SCUOLA PRIMARIA CLASSE SECONDA CURRICOLO QUINQUENNALE SCUOLA PRIMARIA Traguardi di sviluppo e obiettivi di apprendimento desunti dalle Indicazioni Nazionali per il curricolo 2012 CLASSE SECONDA ANNO SCOLASTICO 2015-2016 1 PREMESSA Il

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA UGO BASSI

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA UGO BASSI ISTITUTO COMPRENSIVO VIA UGO BASSI Via U. Bassi n 30-62012 CIVITANOVA MARCHE Tel. 0733 772163- Fax 0733 778446 mcic83600n@istruzione.it, MCMM83600N@PEC.ISTRUZIONE.IT www.circolougobassi.it Cod. fiscale:

Dettagli

CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME

CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME Disciplina Indicatori Descrittori Ascoltare, comprendere e comunicare oralmente Esprimere oralmente le proprie emozioni ed esperienze mediante linguaggi diversi verbali

Dettagli

IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA I CAMPI DI ESPERIENZA Gli insegnanti accolgono, valorizzano ed estendono le curiosità, le esplorazioni, le proposte dei bambini e creano occasioni di apprendimento

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA IL SÉ E L ALTRO L ambiente sociale, il vivere insieme, le domande dei bambini

SCUOLA DELL INFANZIA IL SÉ E L ALTRO L ambiente sociale, il vivere insieme, le domande dei bambini Nella scuola dell'infanzia non si può parlare di vere e proprie "discipline", bensì di CAMPI DI ESPERIENZA educativa. Con questo termine si indicano i diversi ambiti del fare e dell'agire e quindi i settori

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA AMPI DI ESPERIENZA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLA COMPETENZA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER I BAMBINI DI 5 ANNI ESPERIENZE

Dettagli

TRAGUARDI MINIMI DI COMPETENZA AL TERMINE DELLA SCUOLA D INFANZIA

TRAGUARDI MINIMI DI COMPETENZA AL TERMINE DELLA SCUOLA D INFANZIA TRAGUARDI MINIMI DI COMPETENZA AL TERMINE DELLA SCUOLA D INFANZIA COMPETENZE EDUCATIVE AMBITO INDICATORI COMPETENZE IDENTITÀ Conoscenza di sé Relazione con gli altri Rispetta il proprio ruolo. Esprime

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA DELL INFANZIA. Contenuti

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA DELL INFANZIA. Contenuti PER LA SCUOLA DELL INFANZIA Fonte di legittimazione: Indicazioni per il curricolo 2012 IL SE E L ALTRO - Gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie

Dettagli

INDICE OBIETTIVI (clicca per aprire le pagine)

INDICE OBIETTIVI (clicca per aprire le pagine) 1 Istituto Comprensivo Ferentino 1 Curricolo Verticale 2014/2015 INDICE OBIETTIVI (clicca per aprire le pagine) SCUOLA INFANZIA... 3 I DISCORSI E LE PAROLE... 3 I DISCORSI E LE PAROLE LINGUA STRANIERA...

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO SCUOLA DELL INFANZIA

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO SCUOLA DELL INFANZIA IL SE E L ALTRO Il bambino supera serenamente il distacco con la famiglia Conosce e rispetta le prime regole di convivenza E autonomo nelle situazioni di vita quotidiana (servizi igienici, pranzo, gioco)

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese via Ciriè 52 10071 BORGARO (TO) Tel. 0114702428-0114703011 Fax 0114510084 Cod. Fiscale 92045820013 TOIC89100P@istruzione.it http://www.icborgaro.it Marchio SAPERI certificato n. 14 CURRICOLO VERTICALE

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: I DISCORSI E LE PAROLE

CAMPO DI ESPERIENZA: I DISCORSI E LE PAROLE CAMPO DI ESPERIENZA: I DISCORSI E LE PAROLE I. Il bambino usa la lingua italiana, arricchisce e precisa il proprio lessico, comprende parole e discorsi, fa ipotesi sui significati. II. Sa esprimere e comunicare

Dettagli

Curricolo Scuola Infanzia

Curricolo Scuola Infanzia Curricolo Scuola Infanzia CHIAVE COMPETENZA SOCIALE E CIVICA Riconosce ed esprime le proprie emozioni, è consapevole di desideri e paure, avverte gli stati d animo propri e altrui. Acquisire consapevolezza

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA CAMPO DI : I DISCORSI E LE PAROLE E il campo che permette ai bambini, opportunamente guidati, di estendere il patrimonio lessicale, le competenze

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO D ISTITUTO

SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO D ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO D ISTITUTO Secondo i campi d esperienza PREMESSA Come si ritroverà nei successivi ordini di Scuola del nostro Istituto Comprensivo, abbiamo tratto dal Sito dell Indire le

Dettagli

Unità formativa n 1 Tempi: ottobre/novembre Disciplina Obiettivi di apprendimento Contenuti e Attività

Unità formativa n 1 Tempi: ottobre/novembre Disciplina Obiettivi di apprendimento Contenuti e Attività Unità formativa n 1 Tempi: ottobre/novembre Disciplina Obiettivi di apprendimento Contenuti e Attività Italiano - Ascoltare e parlare - Ascoltare e comprendere le - Ascolto e illustrazione di comunicazioni

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA

CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MANOPPELLO CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA ELABORATO SULLA BASE DELLE NUOVE INDICAZIONI 2012 CURRICOLO DI SCUOLA SCUOLA DELL INFANZIA SOMMARIO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA CURRICOLO D ISTITUTO COMPRENDERE COMUNICARE RIFLETTERE RIELABORARE PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA AREA DEI LINGUAGGI (italiano, lingua inglese, musica, arte e immagine) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE

SCUOLA PRIMARIA ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE OBIETTIVI MINIMI SCUOLA PRIMARIA ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE I /o ascoltati guida II omande V oltare il contenuto globale di brevi testi letti dall insegnante n testo LEGGERE I di illustrazioni II V

Dettagli

TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE (SCUOLA PRIMARIA) CONNESSI CON LE COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE (IN ROSSO) ITALIANO

TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE (SCUOLA PRIMARIA) CONNESSI CON LE COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE (IN ROSSO) ITALIANO TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE (SCUOLA PRIMARIA) CONNESSI CON LE COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE (IN ROSSO) ITALIANO 1. L'allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA - CLASSE TERZA

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA - CLASSE TERZA CURRICOLO D ISTITUTO COMPRENDERE COMUNICARE RIFLETTERE RIELABORARE PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA - CLASSE TERZA AREA DEI LINGUAGGI (italiano, lingua inglese, musica, arte e immagine) TRAGUARDI PER LO

Dettagli

SCUOLA PARITARIA CAMPOSTRINI SCUOLA PRIMARIA MONTORIO PERCORSI DISCIPLINARI CLASSE 2

SCUOLA PARITARIA CAMPOSTRINI SCUOLA PRIMARIA MONTORIO PERCORSI DISCIPLINARI CLASSE 2 SCUOLA PARITARIA CAMPOSTRINI SCUOLA PRIMARIA MONTORIO PERCORSI DISCIPLINARI CLASSE 2 Anno scolastico 2015 2016 ITALIANO inizia da: consolidamento e rafforzamento delle conoscenze e competenze acquisite

Dettagli

CURRICOLO DI ISTITUTO: Traguardi per lo sviluppo delle competenze disciplinari della Scuola Primaria

CURRICOLO DI ISTITUTO: Traguardi per lo sviluppo delle competenze disciplinari della Scuola Primaria Istituto Comprensivo Albano Pavona Via Pescara tel. 069315989 Albano Laziale loc.pavona CURRICOLO DI ISTITUTO: per lo sviluppo delle competenze disciplinari della Scuola ria COMPETENZE ITALIANO Ascoltare

Dettagli

CURRICOLI DISCIPLINARI

CURRICOLI DISCIPLINARI ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLI DISCIPLINARI Anno scolastico 2013-14 INDICE 1. IL SE E L ALTRO. pag. 3 2. IL CORPO E IL MOVIMENTO.. pag. 4 3. IMMAGINI, SUONI, COLORI.....

Dettagli

Progettazione Scuola Primaria a.s. 2014/2015

Progettazione Scuola Primaria a.s. 2014/2015 Progettazione Scuola Primaria a.s. 2014/2015 1. Comunicazione 1.1. Comprensione Competenze Classe Prima E in grado di comprendere semplici messaggi orali funzionali alla vita di classe C. Ascoltare semplici

Dettagli

INDICATORI SCUOLA PRIMARIA

INDICATORI SCUOLA PRIMARIA INDICATORI SCUOLA PRIMARIA Classe 1ª ITALIANO Narrare brevi esperienze personali rispettando le regole dell ascolto Ascoltare e cogliere il senso globale di semplici testi e informazioni Acquisire prime

Dettagli

Curricolo di Istituto Scuola Infanzia Piano formativo: costruzione del sé Competenze di scuola Traguardi Campi di esperienza

Curricolo di Istituto Scuola Infanzia Piano formativo: costruzione del sé Competenze di scuola Traguardi Campi di esperienza Competenze chiave di cittadinanza europee Imparare ad imparare Spirito di iniziativa ed imprenditorialità Curricolo di Istituto Scuola Infanzia Piano formativo: costruzione del sé Competenze di scuola

Dettagli

Istituto Comprensivo Monte Rosello Alto CURRICOLO SCUOLA DELL'INFANZIA

Istituto Comprensivo Monte Rosello Alto CURRICOLO SCUOLA DELL'INFANZIA Istituto Comprensivo Monte Rosello Alto CURRICOLO SCUOLA DELL'INFANZIA IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA PREMESSA La formula dell'istituto comprensivo, in cui si articola oggi la nostra scuola, prevede

Dettagli

Programmazione annuale 2010-2011 Scuola dell infanzia di Coniolo. LA CONOSCENZA DEL MONDO (Ordine, misura, spazio, tempo, natura)

Programmazione annuale 2010-2011 Scuola dell infanzia di Coniolo. LA CONOSCENZA DEL MONDO (Ordine, misura, spazio, tempo, natura) Programmazione annuale 2010-2011 Scuola dell infanzia di Coniolo LA CONOSCENZA DEL MONDO (Ordine, misura, spazio, tempo, natura) Raggruppare e ordinare Confrontare e valutare quantità Utilizzare semplici

Dettagli

Standard per la determinazione delle competenze Classe2^ - Scuola Primaria

Standard per la determinazione delle competenze Classe2^ - Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA INFANZIA-PRIMARIA-SECONDARIA DI I GRADO Via Leopardi 002 Certaldo (Firenze) - tel. 011223-0112 - 0131 - fax. 0131 E-mail:FIIC200@istruzione.it - sito web: www.ic-certaldo.it

Dettagli

INGLESE- CLASSE 1.a TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA

INGLESE- CLASSE 1.a TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA INGLESE- CLASSE 1.a TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA L alunno: Ascolta e comprende parole e semplici espressioni, istruzioni,

Dettagli

CONTENUTI/CONOSCENZE ABILITA /OBIETTIVI COMPETENZE COMPITI SIGNIFICATIVI Mimare testi ascoltati grafica, corporea e audiovisiva

CONTENUTI/CONOSCENZE ABILITA /OBIETTIVI COMPETENZE COMPITI SIGNIFICATIVI Mimare testi ascoltati grafica, corporea e audiovisiva ETA : 4 ANNI Immagini, suoni e colori CONTENUTI/CONOSCENZE ABILITA /OBIETTIVI COMPETENZE COMPITI SIGNIFICATIVI Tecniche di rappresentazione Ascoltare brani musicali Mimare testi ascoltati grafica, corporea

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE INGLESE

PROGRAMMAZIONE ANNUALE INGLESE PROGRAMMAZIONE ANNUALE CLASSE PRIMA A. ASCOLTARE E COMPRENDERE 1. Riconoscere e discriminare suoni e fonemi simili. 2. Ascoltare e comprendere comandi e semplici frasi inseriti in un contesto situazionale.

Dettagli

CURRICOLO CLASSE SECONDA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLO CLASSE SECONDA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO CLASSE SECONDA ITALIANO L alunno partecipa a scambi comunicativi con compagni e docenti (conversazione, discussione, scambi epistolari ) attraverso messaggi semplici, chiari e pertinenti, formulati

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA A.S. 2014/2015 IL SALE DELLA TERRA MANGIOCANDO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA A.S. 2014/2015 IL SALE DELLA TERRA MANGIOCANDO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA A.S. 2014/2015 IL SALE DELLA TERRA MANGIOCANDO Premessa NOI SIAMO PARTE DELLA TERRA ED ESSA È PARTE DI NOI INSEGNATE AI VOSTRI BAMBINI CHE LA TERRA È NOSTRA

Dettagli

SCUOLA INFANZIA FONTANELLE

SCUOLA INFANZIA FONTANELLE SCUOLA INFANZIA FONTANELLE PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE A.S. 2014/2015 CAMPO D ESPERIENZA : IL SE E L ALTRO IL CORPO E IL MOVIMENTO IMMAGINI,SUONI,COLORI I DISCORSI E LE PAROLE LA CONOSCENZA DEL MONDO INSEGNANTI

Dettagli

CURRICOLO d Istituto SCUOLE DELL INFANZIA Indicazioni Nazionali 2012

CURRICOLO d Istituto SCUOLE DELL INFANZIA Indicazioni Nazionali 2012 ISTITUTO COMPRENSIVO "Dante Alighieri" di COLOGNA VENETA (Vr) Via Rinascimento, 45-37044 Cologna Veneta - tel. 0442 85170 - fax 0442 419294 www.iccolognaveneta.it - e-mail: vric89300a@istruzione.it - vric89300a@pec.istruzione.it

Dettagli

MUSICA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

MUSICA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA MUSICA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L'alunno esplora, discrimina ed elabora eventi sonori dal punto di vista qualitativo spaziale e in riferimento alla loro fonte.

Dettagli

MATEMATICA CLASSE SECONDA OBIETTIVI OPERATIVI. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Conoscere il numero nei suoi vari aspetti.

MATEMATICA CLASSE SECONDA OBIETTIVI OPERATIVI. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Conoscere il numero nei suoi vari aspetti. MATEMATICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri naturali e sa valutare l opportunità di

Dettagli

Curricolo Scuola dell'infanzia

Curricolo Scuola dell'infanzia Curricolo Scuola dell'infanzia I Campi d'esperienza sviluppati sono destinati a confluire nei nuclei tematici che le diverse discipline svilupperanno già a partire dal primo anno della Scuola Primaria

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. CURIONI ROMAGNANO SESIA SCUOLE DELL INFANZIA STATALI DI GHEMME E ROMAGNANO SESIA ANNO SCOLASTICO 2013-14

ISTITUTO COMPRENSIVO G. CURIONI ROMAGNANO SESIA SCUOLE DELL INFANZIA STATALI DI GHEMME E ROMAGNANO SESIA ANNO SCOLASTICO 2013-14 ISTITUTO COMPRENSIVO G. CURIONI ROMAGNANO SESIA SCUOLE DELL INFANZIA STATALI DI GHEMME E ROMAGNANO SESIA ANNO SCOLASTICO 2013-14 INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA E DEL

Dettagli

PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA II CIRCOLO DIDATTICO A. Rosmini Andria (BT) PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO COMPETENZE CHIAVE EUROPEE PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE: Spirito

Dettagli

Obiettivi formativi. Età dei bambini

Obiettivi formativi. Età dei bambini È l area di apprendimento nella quale si determina l apertura del bambino all altro, non rinunciando con questo alla propria UNICITA ma affermandola proprio attraverso il processo d interazione con gli

Dettagli

Direzione Didattica Scuola Primaria. Programmazione Didattica Classe Prima. Anno Scolastico 2010/11

Direzione Didattica Scuola Primaria. Programmazione Didattica Classe Prima. Anno Scolastico 2010/11 Direzione Didattica Scuola Primaria Programmazione Didattica Classe Prima Anno Scolastico 2010/11 Programmazione didattica annuale classe Prima Anno scolastico 2010/2011 Classe 1^ Discipline: Insegnanti

Dettagli

Obiettivi di Apprendimento al termine della Classe 4^

Obiettivi di Apprendimento al termine della Classe 4^ ISTITUTO COMPRENSIVO di OPPEANO Via A. Moro, 12 tel. 045/7135458 telefax: 045/7135049 e-mail vric843009@istruzione.it - www.icoppeano.gov.it Nell ambito di una Visione Interdisciplinare, gli Insegnanti,

Dettagli

Curricolo Inglese 6 + 9 Circolo Didattico Sassari

Curricolo Inglese 6 + 9 Circolo Didattico Sassari Curricolo Inglese 6 + 9 Circolo Didattico Sassari C L A S S E P R I M A OBIETTIVI FORMATIVI CONOSCENZE ABILITA Ascoltare e comprendere semplici messaggi Conoscere e utilizzare parole e frasi per comunicare

Dettagli

Istituto Comprensivo di Bagnolo San Vito Mantova

Istituto Comprensivo di Bagnolo San Vito Mantova PROGRAMMAZIONE ANNUALE CAMPO: il sé e l altro Obiettivi espressi in termini di saper fare 1) si riordina gli indumenti 1 quad. Osservazione 2) indossa, allaccia e toglie semplici indumenti (tipo giubbino,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G.A. DE COSMI Cod. Fisc. 80007730841 Distretto 008 Cod. Mecc. AGIC85200L Indirizzo PEC: agic85200l@pec.istruzione.

ISTITUTO COMPRENSIVO G.A. DE COSMI Cod. Fisc. 80007730841 Distretto 008 Cod. Mecc. AGIC85200L Indirizzo PEC: agic85200l@pec.istruzione. ISTITUTO COMPRENSIVO G.A. DE COSMI Cod. Fisc. 80007730841 Distretto 008 Cod. Mecc. AGIC8200L Indirizzo PEC: agic8200l@pec.istruzione.it E-Mail: agic8200l@istruzione.it 9202 - CASTELTERMINI (AG) PIAZZA

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA

CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA IL BAMBINO NELLA SCUOLA DELL INFANZIA DIVENTA PROTAGONISTA DEL PROCESSO DI INSEGNAMENTO E DI APPRENDIMENTO, IL PERCORSO SI DELINEA IN CAMPI D ESPERIENZA. IL SE E L ALTRO:è

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE NAZARIO SAURO SEDE DIREZIONE E SEGRETERIA Via Vespri Siciliani, 75 20146 Milano Tel. 02/884.44486 Fax 02/884.

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE NAZARIO SAURO SEDE DIREZIONE E SEGRETERIA Via Vespri Siciliani, 75 20146 Milano Tel. 02/884.44486 Fax 02/884. ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE NAZARIO SAURO SEDE DIREZIONE E SEGRETERIA Via Vespri Siciliani, 75 20146 Milano Tel. 02/884.44486 Fax 02/884.44487 Scuola dell Infanzia Via Soderini, 41-20146 Scuola Primaria

Dettagli

INDICE DISCIPLINE ITALIANO INGLESE ARTE EDUCAZIONE FISICA MATEMATICA SCIENZE TECNOLOGIA STORIA GEOGRAFIA MUSICA RELIGIONE

INDICE DISCIPLINE ITALIANO INGLESE ARTE EDUCAZIONE FISICA MATEMATICA SCIENZE TECNOLOGIA STORIA GEOGRAFIA MUSICA RELIGIONE INDICE DISCIPLINE ITALIANO INGLESE ARTE EDUCAZIONE FISICA MATEMATICA SCIENZE TECNOLOGIA STORIA GEOGRAFIA MUSICA RELIGIONE ITALIANO ASCOLTO E PARLATO - L alunno partecipa a scambi comunicativi con compagni

Dettagli

Traguardi di competenza al termine scuola primaria classe quarta

Traguardi di competenza al termine scuola primaria classe quarta Traguardi di competenza al termine scuola primaria classe quarta Area dei linguaggi: ITALIANO o L alunno partecipa a scambi comunicativi con compagni e docenti (conversazione, discussione), attraverso

Dettagli

COS E IL CURRICOLO DI ISTITUTO?

COS E IL CURRICOLO DI ISTITUTO? COS E IL CURRICOLO DI ISTITUTO? è una linea guida per rilevare e certificare i livelli essenziali di apprendimento; all interno del curricolo non compaiono CONTENUTI e METODOLOGIE, poiché affidate ad ogni

Dettagli

COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA

COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA Padroneggiare gli strumenti espressivi indispensabili per gestire l'interazione comunicativa verbale in vari contesti (ascoltare, comprendere, comunicare, eseguire). Leggere,

Dettagli

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE O B I E T T I V I M I N I M I P E R L A S C U O L A P R I M A R I A E S E C O N D A R I A D I P R I M O G R A D O ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE Ascoltare e comprendere semplici consegne operative Comprendere

Dettagli

Finalità generali dalle Indicazioni Nazionali per il curricolo della Scuola dell Infanzia

Finalità generali dalle Indicazioni Nazionali per il curricolo della Scuola dell Infanzia Finalità generali dalle Indicazioni Nazionali per il curricolo della Scuola dell Infanzia Competenze-Chiave Europee (Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18 dicembre 2006 (2006/962/CE))

Dettagli

INGLESE - CLASSE PRIMA

INGLESE - CLASSE PRIMA INGLESE - CLASSE PRIMA 1) Discriminazione di suoni, intonazione e ritmo Sa riconoscere suoni non familiari della lingua 2 Sa pronunciare parole in lingua inglese Capisce parole e espressioni di uso frequente

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI. CURRICOLO di MUSICA

DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI. CURRICOLO di MUSICA DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO di MUSICA Modello di matrice adottata per la costruzione del curricolo Campo d esperienza/area Periodo di riferimento Traguardi di competenza Obiettivi

Dettagli

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PREMESSA La Scuola dell Infanzia offre a ciascun bambino un ambiente di vita e di cultura, un luogo di apprendimento e di crescita dalle forti connotazioni

Dettagli

GLI OBIETTIVI MINIMI ELABORATI DAI CONSIGLI D INTERCLASSE PER IL RAGGIUNGIMENTO DELLE COMPETENZE ESSENZIALI SCUOLA PRIMARIA

GLI OBIETTIVI MINIMI ELABORATI DAI CONSIGLI D INTERCLASSE PER IL RAGGIUNGIMENTO DELLE COMPETENZE ESSENZIALI SCUOLA PRIMARIA I. C. SESTRI EST via Ursone da Sestri, 5-16154 GENOVA (GE) Tel. (010) 6531858 * Fax (010) 6515147 e-mail: geic837008@istruzione.it pec: geic837008@pec.istruzione.it C.F. 95131650103 GLI OBIETTIVI MINIMI

Dettagli

Curricolo Verticale Scuola Statale dell'infanzia Caldarazzo-Scarola

Curricolo Verticale Scuola Statale dell'infanzia Caldarazzo-Scarola Prot. n.3468b38 Noicattaro, 13.09.2013 Circolo Didattico Statale Alcide De Gasperi via A. De Gasperi, 13 Telefono e fax 080.4793318 E-mail: baee14508@istruzione.it www.degasperi2noicattaro.eu Noicàttaro

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

Istituto Comprensivo Gandhi as 2014-15 Curricolo ARTE E IMMAGINE Scuola Infanzia Campo di esperienza: Immagini, suoni e colori

Istituto Comprensivo Gandhi as 2014-15 Curricolo ARTE E IMMAGINE Scuola Infanzia Campo di esperienza: Immagini, suoni e colori Istituto Comprensivo Gandhi as 2014-15 Curricolo ARTE E IMMAGINE Scuola Infanzia Campo di esperienza: Immagini, suoni e colori TRAGUARDI DI COMPETENZA Comunicare, esprimere emozioni, raccontare, utilizzando

Dettagli

PROPOSTA DI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO L2 PER BAMBINI STRANIERI

PROPOSTA DI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO L2 PER BAMBINI STRANIERI PROPOSTA DI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO L2 PER BAMBINI STRANIERI Silvana Cantù Graziella Favaro Arcangela Mastromarco Centro COME Cooperativa Farsi Prossimo Via Porpora, 26 20131 Milano tel 02.29.53.74.62

Dettagli

Griglie di osservazione per bambini con certificazione

Griglie di osservazione per bambini con certificazione Griglie di osservazione per bambini con certificazione Le seguenti griglie di osservazione sono state strutturate per le osservazioni sistematiche di inizio e fine anno per i bambini con disabilità frequentanti

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 o QUADRIMESTRE SCUOLE PRIMARIE CLASSI PRIME

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 o QUADRIMESTRE SCUOLE PRIMARIE CLASSI PRIME UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 o QUADRIMESTRE SCUOLE PRIMARIE CLASSI PRIME Denominazione IO E GLI ALTRI UNITA DI APPRENDIMENTO Compito-prodotto Cartellone e/o video e/o manufatti e/o fascicolo Competenze mirate

Dettagli

PROGGRAMMAZIONE CLASSE QUINTA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

PROGGRAMMAZIONE CLASSE QUINTA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PROGGRAMMAZIONE CLASSE QUINTA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 1. L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione

Dettagli

Istituto Comprensivo di Villanterio. Piano Annuale degli Obiettivi di Apprendimento Disciplinare. Scuola Primaria

Istituto Comprensivo di Villanterio. Piano Annuale degli Obiettivi di Apprendimento Disciplinare. Scuola Primaria Istituto Comprensivo di Villanterio Piano Annuale degli Obiettivi di Apprendimento Disciplinare Scuola Primaria ITALIANO 1) Ascoltare, comprendere, comunicare oralmente. 1.1) Saper prestare attenzione

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA "DANTE ALIGHIERI" PROGETTAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSI QUINTE OBIETTIVO FORMATIVO

SCUOLA PRIMARIA DANTE ALIGHIERI PROGETTAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSI QUINTE OBIETTIVO FORMATIVO SCUOLA PRIMARIA "DANTE ALIGHIERI" PROGETTAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSI QUINTE OBIETTIVO FORMATIVO Favorire la formazione del pensiero critico e creativo attraverso lo sviluppo di una

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA VLADIMIRO SPALLANZANI PROGRAMMAZIONE CLASSE SECONDA

SCUOLA PRIMARIA VLADIMIRO SPALLANZANI PROGRAMMAZIONE CLASSE SECONDA SCUOLA PRIMARIA VLADIMIRO SPALLANZANI PROGRAMMAZIONE CLASSE SECONDA A.S. 2013-2014 ITALIANO U.A. 1 ASCOLTARE, COMPRENDERE E COMUNICARE ORALMENTE lettura dell insegnante, lettura individuale, racconti orali

Dettagli

CIRCOLO DIDATTICO DI CALUSO TRAGUARDI DI COMPETENZA CURRICOLO D ISTITUTO - SCUOLA DELL INFANZIA

CIRCOLO DIDATTICO DI CALUSO TRAGUARDI DI COMPETENZA CURRICOLO D ISTITUTO - SCUOLA DELL INFANZIA TEMATICA PORTANTE: TIPOLOGIA TESTUALE - TESTO NARRATIVO (Testo narrativo - tutte le tipologie affrontate) Saper ascoltare e comprendere le narrazioni. Saper raccontare esperienze personali. Dimostra piacere

Dettagli

IL CURRICOLO DI SCUOLA MUSICA

IL CURRICOLO DI SCUOLA MUSICA IL CURRICOLO DI SCUOLA MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA - IMMAGINI, SUONI, COLORI SCUOLA PRIMARIA - MUSICA SCUOLA SECONDARIA I GRADO - MUSICA SCUOLA INFANZIA Nell ambito dell educazione musicale trovano attuazione

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI DELLA SCUOLA PRIMARIA

VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI DELLA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO L.PILLA VENAFRO VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI DELLA SCUOLA PRIMARIA A.S. 2012/2013 Funzione Strumentale N 1 Prof.ssa Annamaria Sciore Prof.ssa M.Gabriella Forte PREMESSA La valutazione

Dettagli

CAMPOBASSO. CURRICOLO per la scuola dell infanzia. Anno scolastico 2014/15

CAMPOBASSO. CURRICOLO per la scuola dell infanzia. Anno scolastico 2014/15 CAMPOBASSO CURRICOLO per la scuola dell infanzia Anno scolastico 201/1 PREMESSA La Scuola dell Infanzia si propone come contesto di relazione, di cura e di apprendimento nel quale le sollecitazioni che

Dettagli

Arcobaleno - Casette Verdini H. C. Andersen - Pollenza L. Liviabella - Sforzacosta

Arcobaleno - Casette Verdini H. C. Andersen - Pollenza L. Liviabella - Sforzacosta Istituto Comprensivo V. Monti - Pollenza Anno scolastico 2014/2015 Progettazione annuale Scuole dell Infanzia Arcobaleno - Casette Verdini H. C. Andersen - Pollenza L. Liviabella - Sforzacosta La progettazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO "MOHANDAS KARAMCHAND GANDHI"

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO MOHANDAS KARAMCHAND GANDHI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO "MOHANDAS KARAMCHAND GANDHI" Via Nenni, 25-56025 Pontedera (PI) - Tel./Fax 0587/52680 e-niail: piic837006(%istru/ione.it

Dettagli

COMPETENZE Comprendere la forma e il significato di messaggi musicali espressi in varie forme e opere

COMPETENZE Comprendere la forma e il significato di messaggi musicali espressi in varie forme e opere 1 ISTITUTO COMPRENSIVO F. de Sanctis Curricolo verticale A.S. 2014/2015 2 MUSICA L educazione musicale, al pari delle altre discipline, ha l obiettivo di educare alla cittadinanza, in linea con le nuove

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale F. Masci Francavilla al Mare

Istituto Comprensivo Statale F. Masci Francavilla al Mare Istituto Comprensivo Statale F. Masci Francavilla al Mare CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA ALENTO - FONTECHIARO Anno Scolastico 2012/2013 Insegnanti Scuola Infanzia Alento : Bellonio Adelina, Corrado Gabriella,

Dettagli

IL CURRICOLO PER LA SCUOLA PRIMARIA

IL CURRICOLO PER LA SCUOLA PRIMARIA DIREZIONE DIDATTICA DI BUDRIO IL CURRICOLO PER LA SCUOLA PRIMARIA in riferimento alle INDICAZIONI PER IL CURRICOLO per la scuola dell infanzia e per il primo ciclo d istruzione sett./07 Allegato 2 1 PROGRAMMAZIONE

Dettagli

Scuola primaria statale

Scuola primaria statale ISTITUTO COMPRENSIVO ARDEA III ARDEA (RM) Scuola primaria statale Anno scolastico 2014/2015 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE La Programmazione didattica annuale è stata elaborata conformemente ai nuovi

Dettagli

Ambito Espressivo-Linguistico Ambito Antropologico Ambito Logico-Matematico

Ambito Espressivo-Linguistico Ambito Antropologico Ambito Logico-Matematico Istituto Comprensivo San Cesareo Viale dei Cedri San Cesareo Classi II A B C D E - F Scuola Primaria E Giannuzzi Anno Scolastico 2012/13 Ambito Espressivo-Linguistico Ambito Antropologico Ambito Logico-Matematico

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA

CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AUTONOMO G. GALILEI Via della Libertà, 5-51018 PIEVE A NIEVOLE - Tel. 0572/80445 Fax 0572/950110 - E-mail: ptmm017001@istruzione.it C.F. 81003550472 - C.M. PTIC807009 - www.comprensivo-pieveanievole.it

Dettagli

INDICE. Arte e Immagine pag. 3. Geografia pag. 6. Inglese pag. 10. Italiano pag. 15. Matematica pag. 24. Musica pag. 32. Religione pag.

INDICE. Arte e Immagine pag. 3. Geografia pag. 6. Inglese pag. 10. Italiano pag. 15. Matematica pag. 24. Musica pag. 32. Religione pag. INDICE Arte e Immagine pag. 3 Geografia pag. 6 Inglese pag. 10 Italiano pag. 15 Matematica pag. 24 Musica pag. 32 Religione pag. 35 Scienze pag. 39 Scienze Motorie pag. 44 Storia e Cittadinanza pag. 48

Dettagli

Istituto Comprensivo SAN GIOVANNI BOSCO. San Salvatore Telesino. Castelvenere. Anno scolastico 2015/2016. Scuola dell infanzia. Curriculum annuale

Istituto Comprensivo SAN GIOVANNI BOSCO. San Salvatore Telesino. Castelvenere. Anno scolastico 2015/2016. Scuola dell infanzia. Curriculum annuale Istituto Comprensivo SAN GIOVANNI BOSCO San Salvatore Telesino Castelvenere Anno scolastico 2015/2016 Scuola dell infanzia Curriculum annuale Il se e l altro Contenuti Traguardi Giochi per imparare i nomi

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE CIRCOLO DIDATTICO STATALE DON L. MILANI RANDAZZO SCUOLA DELL INFANZIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE

PROGETTAZIONE ANNUALE CIRCOLO DIDATTICO STATALE DON L. MILANI RANDAZZO SCUOLA DELL INFANZIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGETTAZIONE ANNUALE CIRCOLO DIDATTICO STATALE DON L. MILANI RANDAZZO 1 TEMPI COMPETENZE CHIAVE EUROPEE SETTEMBRE Competenze sociali consapevolezza ed culturale. tecnologia COMPETENZE

Dettagli

PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE

PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE ISTITUTO COMPRENSIVO LUCCA 3 Via don Minzoni, 244 SANT ANNA 55100 LUCCA C.F. 92051740469 0583/581457 Fax : 0583/581997 ex DD n. 3 di Lucca 0583/584388 Fax: 0583/419187 ex Scuola secondaria 1 Carlo del

Dettagli

CURRICOLI SCUOLE INFANZIA

CURRICOLI SCUOLE INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

IL CORPO IN MOVIMENTO

IL CORPO IN MOVIMENTO GRIGLIE DI VALUTAZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO DI DESULO Anno Scolastico / 3 ANNI COGNOME NOME OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ( R=Raggiunto PR= Parzialmente Raggiunto NR=Non Raggiunto) IL CORPO IN MOVIMENTO Il

Dettagli

Curricolo SCUOLA dell INFANZIA

Curricolo SCUOLA dell INFANZIA Curricolo SCUOLA dell INFANZIA D.M. 31/07/07 Tavolo Asva SCUOLE dell INFANZIA 13 Ottobre 2009 I bambini sono attivi, amano costruire, giocare, comunicare e fin dalla nascita intraprendono una ricerca di

Dettagli

I s t i t u t o C o m p r e n s i v o S i a n o

I s t i t u t o C o m p r e n s i v o S i a n o I s t i t u t o C o m p r e n s i v o S i a n o VIA SPINELLI 84088 SIANO (SA)-. 081/5181021- Ê081/5181355 - C.F. 95140330655 e mail SAIC89800D@ISTRUZIONE.IT, SAIC89800D@PEC.ISTRUZIONE.IT, www.istitutocomprensivosiano.gov.it

Dettagli