Da oggi i Certificates si sottoscrivono anche online!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Da oggi i Certificates si sottoscrivono anche online!"

Transcript

1 un All interno intervista esclusiva a Pietro Poletto di Borsa Italiana 44 GENNAIO 12 GENNAIO 12 CERTIFICATES BNP PARIBAS Investire con un click Innovative soluzioni di investimento per cogliere le opportunità del mercato con la possibilità di proteggere il tuo capitale. Da oggi anche online dalla tua Area Clienti Privati novità CERTIFICATES ONLINE Da oggi i Certificates si sottoscrivono anche online! Scopri le offerte esclusive ed il motore di ricerca su BNL.it

2 Borse Certificates ora sottoscrivibili anche online La visione di Borsa Italiana sul mercato dei Cerficates 2012: economia mondiale verso il consolidamento Volkswagen: candidata a leader mondiale dell auto ESCLUSIVA ONLINE! 26 ESCLUSIVA ONLINE! Tricolore europeo per l Athena Sicurezza Double Chance sul potenziale di Saipem Athena Fast Plus ora anche sul Ftse Mib Easy Express su Atlantia per un viaggio in sicurezza Quotazioni in tempo reale Riviste e newsletter online Tutti i Certificate BNL

3 Investimenti 18 La solidità di Volkswagen in un Athena Fast Plus E oltre CATALOGO PRODOTTI GENNAIO 2012 Investment Certificates pag. 33 Athena 34 Bonus 35 Bonus Cap 35 Bonus Cliquet 36 Discount 36 Easy Express 37 Equity Protection 37 Equity Protection con Cap 37 Reverse Bonus Cap 38 Covered Warrant pag. 38 Indici Italiani Creazione e produzione: Brown Editore Spa Hanno collaborato: Marco Barlassina Eros Bertoni Alberto Bolis Titta Ferraro Alessandro Piu Lissette Zavala Art Director: George Pontiac Copyright Tutto il materiale pubblicato è protetto da copyright. La riproduzione e la distribuzione non autorizzate sono espressamente vietate. Manovra salva-italia: le famiglie fanno i conti L ora dei saldi: negli outlet gli sconti raddoppiano Per le immagini e le illustrazioni: istock International Inc Numero chiuso in redazione il 22/12/2011 DISCLAIMER Il presente documento è stato preparato da Brown Editore S.p.A (l editore), Sede Legale Viale Mazzini, 31/L Vicenza, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell editore stesso. La pubblicazione è sponsorizzata da BNP Paribas che potrebbe essere controparte di operazioni aventi ad oggetto gli strumenti finanziari trattati nel presente documento. Il presente documento è destinato al pubblico indistinto e non può essere riprodotto o pubblicato, nemmeno in una sua parte, senza la preventiva autorizzazione scritta dell editore. Qualsiasi informazione, opinione, valutazione e previsione contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute da fonti che l editore ritiene attendibili; né l editore né tantomeno BNP Paribas, sponsor del presente documento, assumono responsabilità sulla accuratezza e precisione delle suddette fonti e informazioni né sulle conseguenze finanziarie, fiscali o di altra natura che potrebbero derivare dall utilizzazione delle informazioni stesse. Nulla di quanto contenuto in questa pubblicazione deve intendersi come offerta al pubblico o consulenza legale, fiscale o di altra natura o raccomandazione ad intraprendere qualsiasi investimento. Prima di effettuare un qualsiasi investimento negli strumenti finanziari illustrati nel presente documento è necessario leggere attentamente il Prospetto e la relativa Nota di Sintesi e Condizioni Definitive (Final Terms) e, in particolare, le sezioni dedicate ai fattori di rischio connessi all investimento, ai costi e al trattamento fiscale nonché la Scheda Prodotto. Il Prospetto, le Condizioni Definitive (Final Terms) e la Scheda Prodotto sono disponibili presso le Filiali BNL e sul sito MESSAGGIO PUBBLICITARIO CON FINALITÀ PROMOZIONALI Prima dell adesione leggere attentamente il Prospetto (approvato dall Afm in data 03/06/2010 con relativi supplementi), la relativa Nota di Sintesi e Condizioni Definitive (Final Terms) e, in particolare, le sezioni dedicate ai fattori di rischio connessi all investimento, ai costi e al trattamento fiscale. L investimento nei Certificates può comportare il rischio di perdita totale o parziale del capitale inizialmente investito. Ove i Certificates vengano negoziati prima della scadenza l investitore può incorrere anche in perdite in conto capitale. Ove i Certificates vengano negoziati prima della scadenza, il rendimento potrà essere diverso da quello sopra descritto. Questo documento e le informazioni in esso contenute non costituiscono una consulenza, né un offerta al pubblico di Certificates. Gli importi e scenari riportati sono meramente indicativi ed a scopo esclusivamente esemplificativo e non esaustivo. Il Prospetto e le Condizioni Definitive (Final Terms) sono disponibili sul sito

4 Principali dati macroeconomici GENNAIO GENNAIO UE Pmi manifatturiero 3 GENNAIO USA Spesa edilizia USA ISM manifatturiero USA Minute Fomc 4 GENNAIO UE Pmi servizi ITA Indice prezzi al consumo USA Immatricolazioni 5 GENNAIO UE Indice prezzi produzione ITA Disoccupazione USA Ism non manifatturiero USA Adp, variazione occupazione 17 GENNAIO UE Indice prezzi al consumo GER Sondaggio Zew 18 GENNAIO GIA Produzione industriale USA Produzione industriale USA Indice prezzi produzione 19 GENNAIO UE Rapporto mensile Bce USA Indice prezzi al consumo USA Phiiladelphia Fed 20 GENNAIO USA Vendite case esistenti 6 GENNAIO UE Vendite al dettaglio UE Disoccupazione USA Disoccupazione 11 GENNAIO UE Pil III trimestre 12 GENNAIO UK Boe, annuncio tassi UE Bce, annuncio tassi UE Produzione industriale USA Vendite al dettaglio 13 GENNAIO UE Bilancia commerciale USA Bilancia commerciale 16 GENNAIO USA Martin Luther King Day 23 GENNAIO UE Fiducia consumatori 24 GENNAIO GIA Boj, annuncio tassi 25 GENNAIO UK Pil IV trimestre UK Minute Boe USA Fed, annuncio tassi 27 GENNAIO GIA Indice prezzi al consumo USA Fiducia Università Michigan 30 GENNAIO USA Reddito e spesa personale LEGENDA 4 POCO IMPORTANTE IMPORTANTE MOLTO IMPORTANTE

5 Il Mercato in cifre Si è chiuso un 2011 che per molti aspetti è stato vissuto nel segno dell incertezza. Il 2012 prende così il via sotto grandi aspettative per le sfide che i mercati si troveranno ad affrontare. Soprattutto per quanto riguarda la risoluzione della crisi del debito in Europa. Una situazione che ha portato ad aumentare i fondi trasferiti dai Paesi europei al Fondo monetario internazionale e la Spagna a varare una rigorosa manovra di tagli. Le conseguenze non sono mancate anche in Italia, dove nei tre mesi tra giugno e settembre la crescita del Pil ha rallentato e dove le banche sono state chiamate a un processo di ricapitalizzazione. In questo contesto l oro resta nel mirino degli investitori, tanto che anche per il 2012 il metallo giallo è atteso mantenersi su valori record. Mercato Italiano +0,2% Il Pil italiano del 3 trimestre su base annua. Solo negli ultimi 3 mesi il dato ha segnato un -0,2%. 15 mld La richiesta di ricapitalizzazione decisa dall Eba per le principali banche italiane 60% Il target del rapporto debito/pil per l Italia entro i prossimi 20 anni. Al 2011 si attesta al 119% Mercati Esteri 150 mld Materie Prime e Valute $ I fondi concessi al Fmi dai 17 Paesi della zona euro Le attese di consensus sul prezzo medio dell oncia d oro nel mld I tagli alla spesa pubblica decisi dal premier spagnolo Mariano Rajoy 30 mln La nuova produzione giornaliera di petrolio (espressa in barili) decisa dall Opec a dicembre 5

6 BORSE I Certificates ora si sottoscrivono anche online Offerte in esclusiva online. Per gennaio due Certificates sono stati appositamente pensati per il collocamento online, ed è solo l inizio... L a piattaforma di internet banking di BNL si arricchisce di una grande novità. Oltre alle operazioni che si possono compiere con un comune conto corrente, dallo scorso dicembre il canale internet della banca permette ai propri clienti di negoziare l intera gamma di Certificates targati BNP Paribas direttamente dalla piattaforma. Il tuo gestore BNL è a tua disposizione per illustrarti il funzionamento e i vantaggi previsti dall offerta e seguirti nel tuo primo acquisto online. Gli stessi benefici che nelle pagine seguenti illustriamo sinteticamente in anteprima per tutti i lettori di Un Mese di Borsa. Sottoscrizione Certificates e offerte esclusive online La prima grande novità è la pos- NOVITÀ! Arrivano online nell area clienti di BNL.it i Certificates di BNP Paribas 6

7 CERTIFICATES BNP PARIBAS Investire con un click Innovative soluzioni di investimento per cogliere le opportunità del mercato con la possibilità di proteggere il tuo capitale. Da oggi anche online dalla tua Area Clienti Privati novità CERTIFICATES ONLINE sibilità di sottoscrivere online i titoli già in fase di collocamento. A supporto di questa novità verrano effettuate delle emissioni in esclusiva per la sottoscrizione online. In particolare per le emissioni di gennaio sono stati presentati un Certificate Easy Express su Atlantia (Cod. ISIN NL e articolo di approfondimento a pagina 26) e un Certificate Athena Fast Plus su Ftse Mib (Cod. ISIN NL , articolo di approfondimento a pag. 24). Tali emissioni, e in generale tutte le sottoscrizioni online, avranno un periodo di sottoscrizione più breve rispetto a quelle che avverranno attraverso le filiali. Questo perché le piattaforme online permettono di svolgere in maniera più comoda e veloce una serie di operazioni bancarie direttamente da casa senza recarsi fisicamente in filiale: un grande vantaggio per chi ha solitamente poco tempo a disposizione o che preferisce usare i conti online. Allo stesso tempo, per i gestori il canale online è anche un efficace strumento grazie al quale mantenere o sviluppare il legame con la clientela. ACQUISTO IN FASE DI SOTTOSCRIZIONE E possibile sottoscrivere direttamente online i Certificates in collocamento OFFERTE IN ESCLUSIVA Emissioni di Certificates in esclusiva per la sottoscrizione online ACQUISTO SUL MERCATO SECONDARIO Si possono ricercare e acquistare velocemente i Certificates già quotati RICERCA FACILITATA E possibile selezionare i Certificates attraverso un sistema di ricerca guidata 7

8 BORSE Prodotti già quotati e Motore di ricerca I vantaggi del canale online non finiscono qui. La piattaforma internet di BNL permette di negoziare sul mercato secondario con pochi, semplici e immediati click i prodotti già quotati sul mercato. Al fine di migliorare la navigazione, la piattaforma è stata arricchita di un grande punto di forza: un motore di ricerca attraverso il quale gli investitori potranno selezionare tra l intera gamma di Certificates quotati da BNP Paribas quello o quelli che meglio possono rispondere alle proprie esigenze di portafoglio. Come funziona l innovativo Motore di ricerca Il team di BNL ha ideato un sistema che permette dapprima di selezionare il sottostante su cui investire, determinare la durata del prodotto individuato senza lasciare in secondo piano l aspettativa di evoluzione del prezzo del sottostante. All interno di questa categoria l investitore potrà valutare se comprare o meno i Certificates a capitale totalmente protetto a scadenza, con capitale parzialmente protetto, con Bonus, con premio fisso o condizionato piuttosto che con la possibilità di scadenza anticipata. Il motore di ricerca permette di trovare i Certificates più adatti sulla base delle proprie esigenze Sottoscrivere i Certificates in 4 semplici passi Comodità e semplicità caratterizzano l offerta online dei Certificates BNP Paribas. Per sottoscrivere i prodotti è sufficiente seguire i quattro passaggi riportati di seguito: Accedere all area clienti privati del sito Nell area personale procedi su: Trading, Comprare e Vendere, Sottoscrizione Certificates. Nella vetrina dei Certificates: - leggi le informazioni - inserisci la quantità - clicca ordina Conferma l ordine dopo aver letto la documentazione e le dichiarazioni Su che sottostante vorresti investire? Qual è la tua aspettativa sull evoluzione del prezzo del sottostante? 2 4 Che durata desideri per il tuo prodotto? Quali caratteristiche deve avere il tuo Certificate? Il tuo gestore BNL è a tua disposizione per illustrarti il funzionamento e i vantaggi previsti dall offerta e seguirti nel tuo primo acquisto online

9 Il Certificate ora è online! ACQUISTO IN FASE DI SOTTOSCRIZIONE È possibile sottoscrivere direttamente online i Certificates in collocamento OFFERTE ESCLUSIVE ONLINE Hai accesso alle emissioni pensate in esclusiva per la sottoscrizione online NEGOZIAZIONE ONLINE Puoi negoziare con pochi click i Certificates già quotati sul mercato COMODITA E SEMPLICITA Puoi effettuare le operazioni direttamente da casa senza recarti in filiale Da oggi puoi sottoscrivere i Certificates BNP Paribas anche online nell area clienti di BNL.it PARLANE CON IL TUO GESTORE

10 BORSE La visione di Borsa Italiana sul mercato dei Certificates Come responsabile per i segmenti MOT (obbligazioni), ETF e SEDEX (Certificati d investimento), Pietro Poletto Direttore di Borsa Italiana, vanta una conoscenza globale delle tipologie di prodotti di investimento quotati. L abbiamo intervistato, per conto del mensile Un Mese di Borsa, per capire qual è la sua visione sui Certificati di Investimento e le loro caratteristiche principali. 10 Dott. Poletto, si riscontra spesso una scarsa conoscenza del mondo dei Certificati tra gli investitori. Come li definirebbe? E a quali tipi di investitori si rivolgono? I Certificati sono prodotti di investimento e consistono in una combinazione di strumenti finanziari aggregati dalla banca emittente in un unico prodotto, in maniera tale da fornire ai portatori una determinata strategia di investimento su un dato sottostante. Un Certificato può, ad esempio, fornire protezione dai ribassi, oppure una mag- Con i Certificati l investitore, attraverso un unica operazione di acquisto, si prende esposizione a strategie altrimenti non facilmente riproducibili

11 giore partecipazione ai rialzi del sottostante. L investitore, attraverso un unica operazione di acquisto, prende così esposizione ad una strategia altrimenti non facilmente riproducibile. Date queste caratteristiche, i Certificati nascono con una forte vocazione per gli investitori retail, ma il loro utilizzo si è esteso anche agli istituzionali e ai trader online. Quali sono le principali caratteristiche che li differenziano dai fondi e dalle polizze assicurative? In primo luogo i Certificati sono strumenti a gestione passiva, ovvero non necessitano di interventi di gestione sulla composizione del sottostante o sul meccanismo di funzionamento del certificato. Questo aspetto rappresenta una garanzia, perchè mette l investitore al riparo da scelte discrezionali dell emittente. Inoltre l assenza di elementi di gestione attiva fa sì che i Certificati non siano soggetti a commissioni di entrata, uscita o di gestione (salvo rare eccezioni). In secondo luogo i certificati sono prodotti nati per essere negoziati in Borsa e - in quanto quotati su un mercato regolamentato con negoziazione in continua - garantiscono la massima trasparenza e liquidità. Gli investitori spesso non percepiscono il vantaggio della quotazione su Borsa Italiana, ci può spiegare perché questo rappresenta invece un elemento distintivo nella scelta di un prodotto di investimento? Investire in strumenti quotati in Borsa come i Certificati, garantisce la massima trasparenza Investire i propri risparmi in strumenti quotati in Borsa come i certificati, garantisce agli investitori la massima trasparenza pre- e post-trade, la possibilità di smobilizzare in maniera efficiente la propria posizione e avere evidenza del valore del proprio investimento giorno dopo giorno. Tutto questo in un mercato vigilato da Consob e caratterizzato da regole di funzionamento e presidi di vigilanza predisposti da Borsa Italiana a tutela degli investitori. L investimento in certificati non quotati rende invece più difficile lo smobilizzo prima della scadenza e vi è opacità nel processo di formazione del prezzo. Nei confronti degli ETF i Certificate scontano un gap in termini di conoscenza presso gli investitori. In cosa questi due strumenti si assomigliano? E dove invece i Certificate possono potenzialmente offrire un plus? Certificati e ETF sono prodotti finanziari diversi tra loro e non sovrapponibili. Tanto è vero che da quasi dieci anni convivono in Borsa in due mercati distinti senza problemi. Tra le differenze, ricordiamo che gli ETF sono fondi, nati per investitori istituzionali, mentre i certificati sono strumenti di investimento emessi dalle banche per la propria clientela retail. I certificati hanno una capacità di emissione molto rapida e richiedono contenute quantità di nozionale rispetto ad un ETF. Viceversa gli ETF hanno dei costi di costituzione maggiori. Oltre alla diversa natura giuridica dei prodotti, il 11

12 BORSE trattamento fiscale è in parte diverso, così come la gestione di eventuali stacchi di dividendi o la presenza di commissioni di gestione. I Certificati presentano l indubbio vantaggio di poter offrire una varietà di strategie di investimento e di sottostanti che gli ETF strutturati ancora non presentano. Quali attività svolge Borsa Italiana per promuovere l educazione finanziaria degli investitori ed in particolare la conoscenza dei Certificati? La diffusione della conoscenza dei prodotti quotati è da sempre una missione che Borsa Italiana ha promosso, perchè la crescita della cultura finanziaria tra gli investitori privati è la strada da seguire per assicurare investimenti consapevoli e garantire un sano sviluppo dei mercati. Una strada che seguiamo è promuovere continue occasioni di incontri formativi o seminari per diffondere la conoscenza dei prodotti e del mercato. Inoltre attraverso il canale internet e il nostro sito www. borsaitaliana.it, uno dei siti finanziari più visitato in Italia, forniamo informazioni di dettaglio sui mercati di Borsa Italiana e su tutti i prodotti quotati. In Germania, mercato dove gli investitori hanno sempre avuto grande attenzione nella gestione dei risparmi, si registra da anni un grandissimo successo dei Certificati. Quali sono a suo avviso i motivi alla base di questi risultati positivi? I Certificati sono nati e si sono sviluppati tra Svizzera e Germania e da lì si sono estesi agli altri paesi europei. Tuttavia la Germania rimane ad oggi il principale mercato per questa tipologia di prodotti. Tra i fattori di successo vi è sicuramente un elevato numero di investitori benestanti propensi ad investire i propri risparmi autonomamente, la diffusione di questi prodotti tra numerose banche emittenti e la capacità del sistema di fare cultura finanziaria. Il mercato dei Certificati proseguirà nella sua fase espansiva nel medio periodo Sono emersi altri mercati nazionali in ascesa? E cosa è possibile importare dalle esperienze dei Paesi come la Germania dove i Certificate sono molto diffusi? Negli ultimi dieci anni i certificati sono stati proposti in forme e modalità diverse in tutti i principali mercati europei, tuttavia il loro successo e l accoglienza ricevuta è stata molto diversa da paese a paese. In Francia e Olanda il successo e la crescita dei mercati è stato forte. In Gran Bretagna e Spagna invece non si è registrata la stessa crescita. Da ultimo, i Certificati stanno riscuotendo un discreto successo nei mercati scandinavi. Le banche emittenti che vi operano sono spesso attive su più paesi e i prodotti quotati di maggiore successo tendono ad essere esportati nei mercati limitrofi. Questo meccanismo fa sì che ci sia un continuo scambio di informazioni e novità tra i diversi mercati. Tuttavia ogni paese mantiene le proprie particolarità distintive nel modello di mercato e nel quadro regolamentare che fanno sì che i mercati per certi aspetti non siano direttamente comparabili. Nei prossimi anni, qual è la sua aspettativa di evoluzione del mercato italiano dei CertificatI? Il mercato italiano dei certificati sta attraversando una fase moderatamente espansiva, nonostante il contesto macroeconomico e finanziario difficile che non risparmia l industry dei certificati. Nel corso del 2011 ad esempio abbiamo avuto 4 nuovi emittenti,tutte primarie case internazionali già attive su altri mercati europei. Sempre nello stesso anno, il numero di certificati entrati in negoziazione ha stabilito il nuovo record, oltre 1300 nuovi strumenti. Anche il numero di certificati quotati su Se- DeX non è mai stato così alto, a fine novembre 1700 strumenti. Nonostante le difficoltà di questo periodo, questi dati ci fanno pensare che il mercato proseguirà nella sua fase espansiva nel medio periodo. 12

13 BNP PARIBAS E ANCHE SULLA TUA PAGINA INIZIALE DI GOOGLE BNP Google Gadget Meteo I migliori i Bonus Certificates del 22/12/11 COD. SOTTOST. BONUS BARRIERA SCAD. LETT. REND.P.A. P26177 INTESA P25484 ABENGOA P25385 GENERAL P26888 UNICRED P26912 INTESA Wikipedia Scoprili su Clicca Qui SCARICA SUBITO IL GADGET DA GOOGLE Collegati al sito Clicca in alto a destra su Aggiungi elementi Nella finestra Cerca gadget scrivi: BNP Paribas Certificates Clicca su Aggiungi Oppure clicca sul link che trovi in:

14 BORSE La foto di gruppo dei Capi di Stato e di governo al summit europeo di dicembre 2012: economia mondiale verso il consolidamento L asciarsi alle spalle la crisi. E l imperativo per il 2012: un anno in cui la forza della crescita economica globale sarà messa alla prova. A spiegarlo è uno degli outlook economici più autorevoli, quello rilasciato dall Ocse, l Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, ente inter- nazionale che riunisce 34 Paesi sviluppati inseriti in un sistema democratico e in un economia di mercato. Le stime di crescita formulate dall Ocse sono riportate nel planisfero riportato in questa pagina. Nonostante il rallentamento previsto per alcune aree, a livello aggregato il USA EUR +2,0% +2,5% CINA +8,5% +9,5% +0,2% +1,4% ,0% +1,6% GIAPPONE ,2% +3,9% BRASILE 14 INDIA +7,2% +8,2% LA CRESCITA NEL MONDO SECONDO L OCSE

15 Prodotto interno lordo mondiale continuerà a crescere, nei Paesi emergenti anche a tassi talvolta imperiosi. Nel complesso il Pil dei Paesi Ocse crescerà nel 2012 al tasso dell 1,6%, poco al di sotto dell 1,9% del Il 2012 sarà quindi un anno di assestamento prima che l economia mondiale torni a espandersi con vigore nel 2013, anche grazie a un graduale miglioramento della fiducia a partire dalla seconda metà dell anno appena cominciato. Lo scenario dell Ocse prevede che la politica monetaria delle banche centrali resti improntata a supportare l economia, che i problemi dei debiti sovrani e del settore bancario siano contenuti e che venga evitata una stretta fiscale troppo forte. Cosa potrebbe condurre a uno scenario migliore di quello ipotizzato? Un credibile impegno da parte dei governi europei per bloccare la crisi del debito. E la risposta dell Ocse. Ed è anche ciò che l Europa ha cominciato a costruire nel vertice di inizio dicembre, fissando una serie di nuove misure di disciplina fiscale condivise da tutti Non solo debito: i punti di forza dell Italia L Ocse prevede per l Italia un tasso di crescita negativo pari allo 0,5%, causato dalle ricadute della crisi del debito europea. L Italia però non è solo questo. Di seguito alcuni dei fattori, spesso trascurati, che rendono il Paese più solido di quanto non appaia. Presenta un avanzo primario (una differenza positiva tra le entrate e le spese pubbliche) e le stime indicano un avanzo anche per il 2012 Ricchezza pro-capite in linea con le principali nazioni europee e al di sopra del livello della Germania Riserve valutarie per circa 26 miliardi di euro Terzo Paese al mondo per riserve di oro, pari a quasi tonnellate i Paesi dell Unione europea ad eccezione della Gran Bretagna. L accordo prevede sanzioni automatiche ai danni dei Paesi che dovessero violare il vincolo di un rapporto tra deficit e Pil del 3%, mentre si stabilisce che il disavanzo (la differenza tra spese ed entrate) degli Stati non dovrà superare lo 0,5% del Pil. Nell intesa sono contenute anche delle misure di garanzia sul debito: l anticipo al 2012 del fondo salva-stati permanente Esm e l esclusione dei privati da perdite dovute a eventuali nuove ristrutturazioni dei debiti pubblici. Anche la Banca centrale europea ha messo in campo una serie di contromisure. Oltre ad aver tagliato i tassi d interesse all 1%, L Europa ha deciso una serie di misure di disciplina fiscale che diventeranno operative a partire dal marzo del 2012 l Eurotower ha aperto ufficialmente l arsenale delle armi non convenzionali a sua disposizione per fornire liquidità alle banche. La banca centrale ha esteso le tipologie di attività finanziarie che gli istituti di credito possono offrire in garanzia per ricevere i prestiti dalla stessa Bce. L istituto di Francoforte ha poi allungato la durata delle operazioni di rifinanziamento e ha ridotto dal 2% all 1% il coefficiente per le riserve obbligatorie che gli istituti devono lasciare depositate presso la Bce. 15

16 BORSE Due dei modelli più recenti del gruppo Volkswagen: l Audi Q3 e il nuovo Maggiolino Volkswagen: candidata a leader mondiale dell auto Il gruppo tedesco punta a diventare il principale costruttore grazie al forte radicamento in Cina. Focus su integrazione ed efficienza P er Volkswagen il Motorshow di Bologna di dicembre ha rappresentato l occasione per presentare al pubblico italiano le ultime novità del gruppo. Si parte dalla nuova Up, una citycar che punta a erodere quote di mercato alle rivali più famose come la Panda, passando per il nuovo Maggiolino fino ad arrivare alle nuove Passat CC e Alltrack. Novità che dovrebbero consentire al gruppo tedesco, cui fanno capo anche Audi, Seat, Skoda, Bugatti, Lamborghini e Bentley, di tagliare il traguardo degli otto milioni di veicoli venduti nell intero Un record che permetterebbe a Volkswagen di diventare il secondo produttore mondiale alle spalle della General Motors, superando così Toyota, penalizzata dalle difficoltà legate al terremoto di Fukushima. Nei primi 11 mesi dell anno, Volkswagen ha già venduto in tutto il mondo 7,51 milioni di veicoli registrando una crescita del 13,9% da inizio anno. I forti progressi messi a segno nel 2011 hanno permesso al gruppo tedesco di chiudere il periodo gennaio-settembre 2011 con ricavi consolidati 16

17 pari a 116,3 miliardi di euro (+26%) e un utile ante imposte triplicato a 16,63 miliardi di euro. Miglioramenti che hanno permesso alla società tedesca di portare nei primi nove mesi la quota di mercato globale al 12,4%. A sostenere la crescita del gruppo dovrebbe contribuire il piano di investimenti quinquennale da 62,4 miliardi di euro presentato lo scorso settembre, che ha l obiettivo di fare della casa di Wolfsburg il primo costruttore di auto a livello mondiale entro il La strategia di sviluppo passa per il rafforzamento delle aree a maggiore crescita economica come quella rappresentata dai Paesi Bric (Brasile, Russia, India e Cina) e in particolare quella cinese. Oltre la Grande Muraglia, Volkswagen ha venduto nei primi nove mesi del 2011 oltre 1,29 milioni di automobili, pari al 17% delle vendite complessive dell intero gruppo. Entro il 2018 il gruppo I ricavi per area geografica di Volkswagen Nel corso del 2010 il 66% dei ricavi di Volkswagen è stato conseguito in Europa. Seguono con ricavi simili Nord America (12% del totale), Asia-Pacifico (11,4%) e Sud America (10,6%) VOLKSWAGEN IN CIFRE CRESCITA VENDITE NEL ,9% TARGET DI VENDITA milioni di auto IMMATRICOLAZIONI IN CINA 17% del totale VENDITE IN CINA NEL % del totale Europa Nord America Asia-Pacifico Sud America 66% 12% 11,4% 10,6% prevede di immatricolare nel Paese asiatico il 30% dell intera produzione. Volkswagen non è però solo auto. Il gruppo tedesco è leader anche nel settore dei veicoli industriali. Grazie all acquisizione del costruttore di veicoli industriali Man e della svedese Scania, il gruppo di Wolfsburg ha creato un polo che produce quasi un terzo del mercato dei mezzi pesanti in Europa. Impianto produttivo Volkswagen per l assemblaggio del modello Phaeton 17

18 INVESTIMENTI La solidità di Volkswagen in un Athena Fast Plus Fast e Plus, due aggettivi che si sposano bene con il comparto automobilistico tedesco. Nel caso del nuovo Certificate proposto per l inizio del 2012 da BNP Paribas, Fast e Plus sono riferiti alle vantaggiose caratteristiche del prodotto. Il Certificate ha come sottostante le azioni Privilegiate del gruppo automobilistico tedesco Volkswagen. Il valore iniziale dell azione verrà rilevato il prossimo 31 gennaio Da quel momento in poi il Certificate prevede una durata massima di tre anni ma anche la possibilità di scadere anticipatamente il primo o il secondo anno. Già dopo i primi dodici mesi dall emissione, il 31 gennaio VOLKSWAGEN (AZ. PRIVILEGIATE), LE QUOTAZIONI DA INIZIO Media delle quotazioni a un anno 110 La quotazione delle azioni privilegiate 100 Volkswagen è al di sotto della sua media a un anno. Un fattore positivo in vista 90 della rilevazione del valore iniziale del prossimo 31 gennaio 80 Dic - 10 Apr - 10 Ago - 10 Dic - 10 FONTE: BLOOMBERG Athena Fast Plus: ogni anno asticella più bassa per avere la scadenza anticipata 2013, è prevista la prima data di valutazione intermedia e se la quotazione di Volkswagen Priv. è pari o superiore al valore iniziale, l Athena Fast Plus paga al possessore il valore nominale di 100 euro più un premio di 7,8 18

19 In collocamento ONLINE dal 23 al 31 gennaio e in FILIALE dal 9 al 31 gennaio SCOPRI SE È L INVESTIMENTO CHE FA PER TE PREMIO CERTO DEL 7,8% DOPO IL PRIMO ANNO Il Certificate Athena Fast Plus paga all investitore un premio certo di 7,8 euro al termine del primo anno, indipendentemente dall andamento del sottostante, le azioni Volkswagen Privilegiate. euro. Non si ha scadenza anticipata invece, ma viene pagato comunque un premio di 7,8 euro, nel caso in cui Volkswagen Priv. abbia perso valore rispetto alla valutazione iniziale. Alla data di valutazione intermedia successiva, prevista per il 31 gennaio 2014, la possibilità di scadenza anticipata con pagamento del valore nominale e di un premio di 12 euro, è legata alla condizione che Volkswagen Priv. quoti a un valore pari o superiore al 90% del valore iniziale. L asticella per ottenere la scadenza anticipata, pertanto, si abbassa. E il marchio di fabbrica degli Athena Fast Plus Certificate: facilitare l ottenimento del premio al trascorrere del tempo. E infatti, alla scadenza finale, nel caso in cui il Certificate non sia scaduto anticipatamente in una delle due date di valutazione intermedia, l asticella si abbassa ulteriormente. In particolare è sufficiente che la quotazione del titolo Volkswagen Priv. sia pari o superiore alla Barriera posta al 55% del valore iniziale del sottostante per ricevere un pagamento di 118 euro. La Barriera viene considerata solo a scadenza. In caso contrario l Athena Fast Plus restituisce una performance commisurata alla performance negativa del titolo Volkswagen Priv. POTENZIALE SCADENZA ANTICIPATA GIÀ AL TERMINE DEL PRIMO ANNO Già dopo un anno dall emissione il Certificate può scadere anticipatamente se il valore delle azioni Volkswagen Priv. è al valore iniziale. In tal caso l investitore riceverà, oltre al premio di 7,8 euro, la restituzione del capitale investito (100 euro). PREMIO POTENZIALE AL 2 ANNO ANCHE SE IL SOTTOSTANTE PERDE VALORE Al termine del secondo anno, se le azioni Volkswagen Privilegiate quotano alla pari o sopra il 90% del valore iniziale, il Certificate scade anticipatamente e l investitore riceve il capitale investito e un premio di 12 euro. PREMIO POTENZIALE A SCADENZA ANCHE IN CASO DI RIBASSI DEL SOTTOSTANTE Se a scadenza le azioni Volkswagen Priv. hanno perso terreno rispetto al valore iniziale, ma quotano a un valore pari o superiore al 55% del valore iniziale stesso, il Certificate protegge il capitale investito e premia l investitore restituendo 118 euro. CARTA D IDENTITÀ DEL CERTIFICATE NOME CODICE ISIN CODICE BNL DATA DI VALUT. INIZIALE DATA DI VALUT. FINALE DATA DI SCADENZA DATA PAGAMENTO FINALE SOTTOSCRIZIONE 1 VALUT. INT. (31/01/2013) 2 VALUT. INT. (31/01/2014) PAGAMENTO FINALE BARRIERA (solo a scadenza) EMITTENTE Athena Fast Plus su azioni Volkswagen Privilegiate NL /01/ /02/ /02/ /02/2015 In collocamento online dal 23 al 31 gennaio e in filiale dal 9 al 31 gennnaio 107,8 se Volkswagen Priv. valore iniziale 7,8 se Volkswagen Priv. < valore iniziale 112 se Volkswagen Priv. 90% del valore iniziale 118 se Volkswagen Priv. Barriera Commisurato a performance Volkswagen Priv. se Volkswagen Priv. < Barriera 55% BNP Paribas Arbitrage Issuance BV 19

20 INVESTIMENTI Tricolore europeo per l Athena Sicurezza Premio certo del valore di 5 euro al primo anno Sicurezza ritorna tra le proposte di BNP L Athena Paribas in rampa di lancio nel primo mese del nuovo anno. Il sottostante è composto da sei azioni, due campioni nazionali italiani, due tedeschi e due francesi. Si tratta rispettivamente di Eni ed Enel, Allianz e Deutsche Telekom, GDF Suez e Vinci. Il Certificate prende in considerazione differenti Paesi e differenti settori per offrire maggiore diversificazione. L Athena Sicurezza ha una durata complessiva di cinque anni ma può scadere anticipatamente nelle finestre di valutazione intermedia previste a partire dal secondo anno. Inoltre prevede il pagamento di un premio certo al primo anno, pari a 5 euro per Certificate, indipendentemente dall andamento dei sottostanti. La prima data di valutazione intermedia è prevista il 31 gennaio Se in tale data tutti i sottostanti quotano a un valore pari o superiore alla valutazione iniziale del 31/01/2012, il Certificate scade anticipatamente e restituisce il valore nominale IL CONFRONTO DEI SOTTOSTANTI DEL CERTIFICATE A UN ANNO Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Enel Allianz Eni Gdf Suez Vinci Deutsche Telekom Ott Nov Dic FONTE: BLOOMBERG 20

Da oggi i Certificates si sottoscrivono anche online!

Da oggi i Certificates si sottoscrivono anche online! un All interno intervista esclusiva a Pietro Poletto di Borsa Italiana 44 GENNAIO 12 GENNAIO 12 CERTIFICATES BNP PARIBAS Investire con un click Innovative soluzioni di investimento per cogliere le opportunità

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche BTP Italia: settimana emissione Dal 20 al 23 ottobre 2014 si tiene il collocamento del settimo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente per

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

E-cerTiFicate. Il progresso nasce da una grande unione OTTOBRE 14

E-cerTiFicate. Il progresso nasce da una grande unione OTTOBRE 14 E-cerTiFicate Il progresso nasce da una grande unione 74 OTTOBRE 14 www.prodottidiborsa.com 6 E-cerTiFicate: 8 SPECIALE E-CERTIFICATE il progresso nasce da una grande unione ETF e Certificate uniscono

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Stima della pensione complementare (Progetto Esemplificativo Standardizzato)

Stima della pensione complementare (Progetto Esemplificativo Standardizzato) (Progetto Esemplificativo Standardizzato) Il presente progetto esemplificativo contiene una stima della pensione complementare predisposta per consentirti una valutazione sintetica e prospettica del programma

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

con il patrocinio di in collaborazione con

con il patrocinio di in collaborazione con con il patrocinio di in collaborazione con La Traders Cup, organizzata dalla rivista TRADERS Magazine Italia punto di riferimento per il mondo del trading e dell investimento professionale, è l unica competizione

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Advanced 1-212 Capitale raccomandato da 43.8 a 6.298 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 3 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy. Guida all uso. . Le caratteristiche. è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità all operatività tipica di un conto, con

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

Gestione Separata Sovrana

Gestione Separata Sovrana Gestione Separata Sovrana Investment pack Aggiornamento al 31/01/2015 Composizione degli asset per classi di attivo DURATION DI PORTAFOGLIO 6,33 AUM (in mln ) 651,48 805,61 848,22 821,06 2 Dettaglio delle

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario!

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Manuale del Trader Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Questo manuale spiega esattamente cosa sono le opzioni binarie, come investire e familiarizzare con il nostro sito web. Se avete delle

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

Execution & transmission policy

Execution & transmission policy Banca Popolare dell Alto Adige società cooperativa per azioni Sede Legale in Bolzano, Via Siemens 18 Codice Fiscale - Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Bolzano 00129730214

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (Ateco 23)

Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (Ateco 23) Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (Ateco 23) Indicatori congiunturali di settore e previsioni Business Analysis Aprile 2015 Indicatori congiunturali Indice della

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee La riforma delle pensioni Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee Obiettivi Strumenti 2 Obiettivi e strumenti della riforma sostenibilità I REQUISITI DI PENSIONAMENTO SONO LEGATI ALLA LONGEVITA'

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 1. PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI BEST EXECUTION Il presente documento descrive

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15,

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, info@camponovoam.com La Gestione Patrimoniale Un felice connubio fra tradizione, tecnologia e

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

NOTE OPERATIVE PER IL NUOVO TRADING

NOTE OPERATIVE PER IL NUOVO TRADING Integrazione Webank-WeTrade NOTE OPERATIVE PER IL NUOVO TRADING La fusione tra Webank e WeTrade, avvenuta lo scorso 18 dicembre, ha comportato alcune novità nella tua operatività di trading. Te li riassumiamo

Dettagli

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico COMUNICATO Energia: da aprile ancora in calo la bolletta elettricità, -1,1%, e forte riduzione per il gas -4,0% sull anno risparmi per 75 euro

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia Nel corso degli ultimi trent anni il sistema previdenziale italiano è stato interessato da riforme strutturali finalizzate: al progressivo controllo della spesa pubblica per pensioni, che stava assumendo

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Diversificato, profittevole, senza rischi. Diamond investment asset.

Diversificato, profittevole, senza rischi. Diamond investment asset. Diversificato, profittevole, senza rischi. Diamond investment asset. Indice Chi Siamo Azienda Conte Diamonds 2 Investire in Diamanti 3 Vantaggi dell investimento in Diamanti 5 Il Diamante. Un investimento

Dettagli

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO AMBASCIATA D ITALIA BERLINO ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO PRINCIPALI DATI MACROECONOMICI (Fonti: Istat, Destatis, Ministero federale delle Finanze, Ministero Economia e Finanze, Ministero

Dettagli

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 Il Campionato di Borsa con Denaro Reale, organizzato in collaborazione con Directa Sim, Binck Bank, Finanza on Line Brown

Dettagli