IN direzione PIÙ BANCA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IN direzione PIÙ BANCA"

Transcript

1 IN direzione PIÙ BANCA Relazione sull esercizio 2011 della Cassa di Risparmio di Bolzano Più Banca.

2 2 sommario Sommario 8 RITRATTO DELLA CASSA DI RISPARMIO24UNO SGUARDO AL 2011 INTRODUZIONE RITRATTO DELLA CASSA DI RISPARMIO UNO SGUARDO AL Lettera agli azionisti 6 Prefazione del direttore generale 10 La storia 12 Il gruppo 13 I collaboratori 14 Assetto proprietario 15 Azioni Cassa di Risparmio 16 organi della Banca: governance e Management 22 Mission e valori 26 La pianificazione finanziaria 30 I clienti 34 Nuovi prodotti e servizi 36 filiali e rete territoriale 38 Ruolo sociale

3 3 40 RELAZIONE ECONOMICA 2011 RELAZIONE ECONOMICA Bilancio 46 Conto economico 47 Mezzi amministrati 48 Ricavi 49 Costi 50 Il risultato operativo 51 dati principali 5 anni a confronto 54 Il bilancio in sintesi Banca 55 Il bilancio in sintesi gruppo IMPReSSUM Proprietario e editore: Cassa di Risparmio di Bolzano Responsabile del contenuto: Katja Köllensperger I testi sono stati scritti da: Silvio germani, Monica Acherer grafica: gasser design, Appiano foto: Marion Lafogler, Bolzano Stampa: fotolito Varesco, ora Stampato su carta certificata fsc Aprile 2012

4 4 INTRODUZIONE LetteRA AgLI AzIoNIStI egregi azionisti, gettando uno sguardo al 2011, è piacevole constatare che nonostante il perdurare di una situazione economica tutt altro che facile, la Cassa ha registrato una decisa crescita del core business. tuttavia, è un dato di fatto che la crescita nella maggior parte dei Paesi industrializzati è stata molto lenta; i deficit di bilancio, l indebitamento di alcuni Stati e un elevato tasso di disoccupazione hanno contribuito al clima di insicurezza. Anche il 2011 è stato un anno difficile per le banche, ma la Cassa di Risparmio di Bolzano si è difesa bene: le iniziative avviate negli anni scorsi dal Management per un riposizionamento della Banca stanno già dando i primi frutti. Sia dal punto di vista del capitale che della liquidità, la Cassa, anche in questi tempi difficili, si presenta stabile e sicura. Anche dal punto di vista della redditività, un altro importante parametro dello stato di salute economica, ci sono stati degli ulteriori miglioramenti. Senza miglioramenti significativi della situazione congiunturale e dell andamento dei tassi di interesse, il 2012 si profila tutt altro che semplice. La nostra Cassa di Risparmio poggia però su solide basi; sono dunque certo che potremo continuare a percorrere la strada che abbiamo intrapreso: puntando su competenza e specializzazione nei diversi settori bancari e mettendo i clienti al centro del nostro operato, secondo i nostri valori aziendali. Sono lieto di impegnarmi per voi ad affrontare le sfide del Norbert Plattner L utile netto per l esercizio 2011 si attesta, con 17,3 milioni di euro, leggermente sopra il livello del 2010 e sottolinea una stabilità di bilancio che, per riprendersi in via definiva, avrebbe necessitato di condizioni congiunturali migliori. I dati sono stati influenzati dalla difficile situazione economica, dai tassi di interesse al minimo storico e da un lieve aumento dei crediti in sofferenza.

5 5

6 6

7 INTRODUZIONE Prefazione del direttore generale 7 Cari amici e clienti della Banca, con calma, serietà, convinzione e prudenza abbiamo permesso alla Cassa di Risparmio di Bolzano di superare un 2011 caratterizzato da condizioni economiche costantemente difficili. Come mostrano i dati di bilancio, il core business della Banca si sviluppa in modo positivo, nonostante la situazione critica. Le numerose misure messe in atto negli anni scorsi stanno dando i primi frutti. Questo non è però un buon motivo per riposarci sugli allori! Una cosa è chiara: anche se la situazione economica migliorasse nel corso dei prossimi anni, nulla sarà più come prima. Anche e soprattutto nel settore bancario sono cambiati, in parte profondamente, gli aspetti culturali che regolano l azione economica. In seguito alla pesante crisi degli scorsi anni, le carte dell industria finanziaria si sono rimescolate; i rapporti di forza tra i diversi attori del mercato sono cambiati. Allo stesso tempo, a diversi livelli legislativi, sono state introdotte nuove direttive che spesso limitano le aziende di servizi finanziari nelle loro regolari attività. Anche noi dobbiamo adeguarci a questa nuova situazione e anche la nostra Banca deve essere all altezza delle nuove e numerose sfide che l attendono. in ambito finanziario. Queste persone devono essere riconquistate. Si tratta di un compito ambizioso che ci terrà impegnati ancora per molto tempo. Solo in tal modo potremo dare nuovo impulso all operato della Banca e rafforzare il nostro istituto in modo efficace. Il mio team ed io siamo motivati e sufficientemente forti da poter intraprendere questo processo e percorrere questa via in maniera coerente. Nei mesi scorsi abbiamo compiuto dei passi essenziali, grazie ai quali possiamo guardare al futuro con nuova forza ed ottimismo. Siamo sulla strada giusta... in direzione Più Banca! Peter Schedl Il compito più difficile a medio e lungo termine sarà riconquistare la fiducia dei consumatori. Come conseguenza della crisi, infatti, molti sono divenuti diffidenti nei confronti delle imprese operanti

8 8 Per me Più Banca significa poter fare affidamento su professionisti! Stefan Rubner, imprenditore, 40 anni

9 9 RITRATTO DELLA CASSA DI RISPARMIO

10 10 Ritratto della cassa di risparmio storia La Cassa di Risparmio ieri e oggi La Cassa di Risparmio di Bolzano S.p.A., fondata nel 1854, è una fra le maggiori Casse di Risparmio rimaste indipendenti in Italia e la più grande Banca dell Alto Adige. Quale Banca regionale sostiene lo sviluppo economico della Regione. La Banca ieri: un solo collaboratore Dopo la prima assemblea costitutiva della Cassa di Risparmio della Città di Bolzano, il 6 novembre 1854, la nuova Banca iniziò a essere operativa dal 1 gennaio 1855 nella Casa della Pesa di Piazza del Grano a Bolzano. La Banca era aperta al pubblico solo il mercoledì, la domenica e nei giorni festivi dopo la messa e lo sportello veniva gestito da un unico collaboratore. La svolta è avvenuta tra il 1927 e il 1935: in questo periodo tutte le piccole Casse di Risparmio si sono fuse gradualmente con quella di Bolzano, dando così origine alla Cassa di Risparmio della Provincia di Bolzano, ribattezzata il 10 ottobre 1935 Cassa di Risparmio della Provincia di Bolzano. L obiettivo principale della Banca era tutelare i risparmi dei cittadini tramite operazioni garantite ed esenti da rischi, sotto il controllo delle autorità e del Comune di Bolzano. I risultati positivi dei primi anni di attività hanno portato all apertura di altre Casse di Risparmio in tutta la Provincia: nel 1857 è stata fondata una Cassa di Risparmio a Brunico; nel 1870 a Merano, nel 1871 a Bressanone e nel 1873 a Silandro. Dopo circa vent anni sono state aperte la Cassa di Risparmio di Vipiteno (1901) e di Ortisei (1906).

11 11 La Banca oggi un grande datore di lavoro Anche oggi la Cassa di Risparmio è consapevole del ruolo che svolge come partner forte e affidabile dell economia. In qualità di maggior istituto di credito dell Alto Adige, la Cassa di Risparmio sostiene lo sviluppo economico della regione e contribuisce al benessere della popolazione locale; come istituto bancario regionale e indipendente si occupa in modo mirato delle necessità e dei desideri dei suoi clienti, siano essi privati o aziende. Complessivamente sono occupati quasi collaboratori. Nella sua attività la Cassa di Risparmio è focalizzata in primo luogo sulla classica attività bancaria, cioè l attività di credito e di raccolta; all incirca clienti privati e clienti business usufruiscono dei servizi di prima qualità offerti dalla banca. La Banca, oltre al core business, è impegnata anche nel settore immobiliare e nel trading. La nostra gamma di servizi è molto ampia e clienti, collaboratori e azionisti possono contare su collaborazione e prestazioni al di sopra della norma. La Cassa di Risparmio offre Più Banca.

12 12 RITRaTTO DElla cassa DI RIspaRmIO gruppo Il Gruppo Cassa di Risparmio di Bolzano La Banca e le sue partecipazioni Società controllate Sparim S.p.A. (100%) Sparim S.p.A. opera nel settore degli investimenti, della compravendita e della locazione immobiliare con lo scopo di accrescere il valore del patrimonio immobiliare e di offrire servizi integrati sull immobile. Millennium SIM S.p.A. (60%) Millennium SIM S.p.A. è una delle maggiori società di trading a livello nazionale. Il trading online rappresenta l attività principale della società. È inoltre specializzata nell offerta di servizi di negoziazione titoli conto terzi. Raetia SGR S.p.A. (59%) Raetia SgR S.p.A. si dedica all esercizio del servizio di gestione collettiva del risparmio tramite l istituzione di fondi immobiliari riservati ad investitori qualificati. Società sottoposte ad influenza notevole R.U.N. S.p.A. (50%) La società, nata nel 2001 come alleanza strategica tra la Cassa di Risparmio di Bolzano e la federazione Cooperative Raiffeisen, è specializzata in fornitura di servizi di Information technology ed altri servizi (infrastrutture It, reti, ecc.) ITAS Assicurazioni S.p.A. (24%) Storica compagnia con sede a trento, che esercita attività di assicurazioni e riassicurazioni in tutti i rami nei quali è autorizzata, fra cui il ramo danni e vita. La partecipazione ha l obiettivo di sviluppare il settore bancassicurativo. 8a+ INVESTIMENTI SGR S.p.A. (20%) Società di gestione del risparmio con sede a Varese, che gestisce fondi comuni aperti di diritto italiano, gestioni patrimoniali mobiliari (gpm) e un fondo hedge puro. Interessenze funzionali di minoranza Mediocredito Trentino Alto Adige S.p.A. (7,80%) Cedacri S.p.A. (6,48%) Eurovita Assicurazioni S.p.A. (4,85%) Centro Leasing S.p.A. (2,08%)

13 Ritratto della cassa di risparmio collaboratori 13 Un datore di lavoro attraente La Cassa di Risparmio occupa circa persone La Cassa di Risparmio di Numero dei rapporti lavorativi esistenti al 31/12/2011: 1.328* Bolzano è uno dei maggiori datori di lavoro altoatesini e offre diverse mansioni ai circa collaboratori e collaboratrici del Gruppo, in un contesto operativo orientato al lavoro di cui con contratto a tempo indeterminato 46 con contratto di apprendistato 5 con contratto a tempo determinato Composizione dell organico per sesso in team. 658 Uomini ,6% 670 Donne ,4% In ossequio alla mission Più Banca, sono i Valori che costituiscono la base comportamentale anche tra i singoli collaboratori. Rispetto, Teamwork e Affidabilità aiutano a cementare il gruppo. Dei circa collaboratori del gruppo, lavora in Banca, la maggior parte dei quali presso la rete distributiva, e quindi a stretto contatto con la clientela. Un buon quarto dei collaboratori è occupato nei servizi interni presso la sede centrale di Bolzano. La maggioranza della forza lavoro è occupata in provincia di Bolzano: la Cassa di Risparmio ricopre quindi il ruolo di uno fra i maggiori datori di lavoro in Alto Adige. Età dei collaboratori Maschi Femmine TOTALE Totale Media 42 anni e 9 mesi 40 anni e 8 mesi 41 anni e 8 mesi Anzianità di servizio dei collaboratori Direzione Generale Rete Provincia Rete Espansione Totale Totale Media 19 anni e 4 mesi 17 anni e 1 mesi 4 anni e 4 mesi 15 anni e 3 mesi *(senza le società del Gruppo Sparim Spa e Millennium SIM Spa)

14 14 RITRaTTO DElla cassa DI RIspaRmIO ASSetto PRoPRIetARIo Assetto proprietario Il 1992 costituisce una pietra miliare della recente storia della Banca: la Cassa di Risparmio della Provincia di Bolzano diviene una società per azioni, assumendo il nome di Cassa di Risparmio di Bolzano S.p.A.. Allo stesso tempo nasce una fondazione: la Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano. La fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano, costituita nel 1992, dapprima assunse il ruolo di proprietaria, e in seguito quello di principale azionista, della Cassa di Risparmio di Bolzano S.p.A. La fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano si occupa prevalentamente di sostegno ad attività socio-culturali. Come recita il suo Statuto, la fondazione intende promuovere e sostenere misure innovative, d eccellenza, rilevanti dal Gli azionisti La fondazione detiene oggi il 69,09% del capitale sociale della Cassa di Risparmio di Bolzano S.p.A. ed è il socio di maggio- 69,09% fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano punto di vista sociale nonché progetti che abbiano un effetto duraturo. L attività erogativa si concentra sui settori dell arte, della conservazione e valorizzazione dei beni e delle attività culturali e dei beni ambientali, dell istruzione, della ricerca scientifica, della sanità e dell assistenza alle categorie socialmente deboli. ranza della Banca. Il restante 30,91% è suddiviso tra poco meno di piccoli azionisti. 30,91% Circa piccoli azionisti I quasi azionisti della Cassa di Risparmio sono in maggior parte altoatesini. Anche oltre il 90% delle collaboratrici e dei collaboratori detengono azioni della Cassa di Risparmio.

15 Ritratto della cassa di risparmio AZIONI CASSA DI RISPARMIO 15 Le azioni della Cassa di Risparmio Le azioni della Cassa di Risparmio di Bolzano SpA non sono quotate in Borsa, ma vengono negoziate nell ambito di un mercato interno gestito dalla Banca. Il prezzo attuale è di 280 Euro In seguito alla crisi finanziaria internazionale, gli indici di mercato del comparto azionario hanno subito forti ribassi: l indice delle banche europee (DJ Eurostoxx Banks), nell ultimo anno, è calato del 38%. Nel corso dell anno, il prezzo delle azioni della Cassa di Risparmio è stato adeguato da 320 a 280 euro. Il valore delle azioni della Cassa di Risparmio, per contro, è stato adeguato di circa il 12% agli sviluppi del mercato. Le azioni della Cassa di Risparmio non sono quotate in Borsa, ma sono negoziate su un mercato interno gestito dalla Banca e il prezzo di vendita può essere soggetto a oscillazioni di +/-15% rispetto al valore di mercato di 280 euro. In tal modo è possibile neutralizzare forme estreme di volatilità sul mercato, anche in considerazione del ridotto volume di scambi. Nel dicembre 2011 il quantitativo minimo di azioni compravendibili è stato ridotto da 10 a 5 azioni EURO STOXX Banks Net Return Index Cassa di Risparmio prezzo medio del mese 100=31/01/2004, dati aggiornati al 26 marzo 2012

16 16 Ritratto della cassa di risparmio ORGANI DELLA BANCA Organi della Banca Il Collegio Sindacale Il Collegio Sindacale è un organo con funzione di controllo; vigila sull osservanza della legge e dello statuto, sul rispetto dei principi di corretta amministrazione, sulla struttura della Banca e sul suo corretto funzionamento. Il Consiglio di Amministrazione La Cassa di Risparmio di Bolzano è gestita da un Consiglio di Amministrazione costituito da Presidente, Vicepresidente e 13 Consiglieri. Il Consiglio di Amministrazione viene eletto ogni tre anni dall Assemblea ordinaria dei soci. Il Consiglio di Amministrazione è responsabile della gestione ordinaria e straordinaria della Banca: deve assolvere ai compiti giuridici non delegabili, definire le strategie, gestire il gruppo e, insieme al Collegio Sindacale, controllare la gestione della società. Il Presidente coordina le attività del Consiglio di Amministrazione e si accerta che tutti i Consiglieri dispongano delle informazioni necessarie sulle tematiche da affrontare. Il Collegio Sindacale della Cassa di Risparmio di Bolzano è composto dal Presidente del Collegio Sindacale, da due Sindaci effettivi e due supplenti. I tre Sindaci effettivi e i due supplenti vengono eletti dall Assemblea ordinaria e rimangono in carica per tre anni. Come i membri del Consiglio di Amministrazione anche quelli del Collegio Sindacale non possono rivestire altre funzioni operative nella Banca o in altre società a partecipazione strategica. Il Collegio Sindacale informa la Banca d Italia di tutti i fatti o gli atti che possano costituire irregolarità nella gestione della Banca o violazione delle norme disciplinanti l attività stessa; viene supportato in questo compito dall organo interno per la revisione e da chi si occupa del controllo contabile della Banca.

17 17 Il Management Una breve descrizione delle singole Direzioni: Il Management della Cassa di Risparmio di Bolzano è costituito da sette persone. Assieme al direttore generale, lavorano altri sei direttori, responsabili di importanti ambiti strategici della Banca. Nel suo complesso il direttivo ha il compito di assicurare il successo ed il futuro della Banca. A tal riguardo risulta decisiva la realizzazione di obiettivi prefissati. L Alta Direzione si concentra inoltre sulle strategie, sui processi, sulla struttura e sui valori della Cassa di Risparmio, creando i presupposti per ottimizzare la performance e produrre risultati di successo. Del direttivo allargato fanno parte anche i tre capi regione. Questi hanno un importante responsabilità imprenditoriale. Gestiscono, infatti, le loro regioni in relazione allo sviluppo del personale e a tutte le attività di vendita. Coordinano, inoltre, i mercati a loro assegnati, assumendo la responsabilità del risultato commerciale nella propria regione. La Direzione Generale comprende le funzioni che si occupano prevalentemente di controllo volto ad assicurare il rispetto delle istruzioni di vigilianza nonchè il presidio del rischio. Per questo motivo questi staff di linea fanno capo al Direttore Generale. La Direzione Distribuzione e Retail Banking governa e coordina tutta la rete di vendita della Banca. Per garantire una chiara struttura ed il massimo coordinamento, la rete di vendita è stata suddivisa in tre regioni (Nord, Centro, Sud) segmentate a loro volta in 27 mercati. La Direzione si occupa inoltre della gestione e dello sviluppo dei prodotti bancari classici. La Direzione Private Banking e Investment Management è responsabile dell offerta di prodotti di investimento ed assicurativi. Alla Direzione è inoltre affidata la responsabilità per il target clienti top (Private Banking). L attività della Direzione Corporate Banking si concentra sulle molteplici e complesse esigenze dei nostri clienti aziende. Management del rischio, pianificazione degli investimenti, gestione del denaro circolante e della liquidità ma anche pianificazione strategica del business sono gli aspetti centrali nei rapporti Cliente-Banca. La Direzione Processi e Risorse si occupa dello sviluppo organizzativo della Banca. L attività verte sull ottimizzazione dei processi operativi, sull ammodernamento, l automazione e la specializzazione. Rientrano nelle responsabilità di questa Direzione anche il Servizio Personale e l intero settore informatico (IT). La Direzione Crediti e Treasury è responsabile dell intero processo creditizio, del monitoraggio dei crediti nonché dell osservanza delle politiche di credito. Questa Direzione comprende anche le funzioni Treasury & Trading ed il Servizio Legale. La Direzione Finance & Controlling pianifica, gestisce e controlla gli obiettivi aziendali. Oltre alla pianificazione, alla definizione del budget e alle analisi di scostamento, la Direzione si occupa di un adeguata e precisa reportistica interna ed esterna.

18 18 Ritratto della cassa di risparmio ORGANI DELLA BANCA Il Consiglio di Amministrazione Presidente 1 Dott. Norbert Plattner* Vicepresidente 2 Enrico Valentinelli* Consiglieri 3 Dott. Walter Ausserhofer* 4 Heinrich Dorfer 5 Dott. Gerhard Gruber* 6 Helmut Gschnell 7 Dott.ssa Marina La Vella 8 Avv. Hanspeter Leiter 9 Maria Niederstätter* 10 P.I. Mauro Pellegrini 11 Dott. Andreas Sanoner 12 Rag. Werner Schönhuber 13 Dott. Anton Seeber 14 Avv. Alberto Zocchi 15 Siegfried Zwick *Membri del Comitato Esecutivo: tale organo è composto da cinque membri del Consiglio di Amministrazione; il Presidente e il Vicepresidente ne fanno parte di diritto. I Consiglieri membri del Comitato Esecutivo si riuniscono normalmente una volta alla settimana su iniziativa del Presidente.

19 Il Collegio Sindacale Presidente 16 Dott. Peter Gliera Sindaci 17 Dott. Heinrich Müller 18 Dott. Andrea Maria Nesler Sindaci supplenti Dott. Claudio Andreatta Dott. Markus Kuntner

20 20 RITRaTTO DElla cassa DI RIspaRmIO organi della BANCA Il management Le sette direzioni 1 Peter Schedl Direttore Generale Segreteria Revisione Compliance Antiriciclaggio Risk Management Marketing e Comunicazione 4 Sergio Lovecchio Direzione Finance & Controlling Contabilità Controlling fiscale Business development 1 5 Maurizio Moroder Direzione Distribuzione e Retail Banking Coordinamento Rete Prodotti e Clienti Banking Regione Nord/Centro/Sud Sedi estere 4 5

21 21 2 Andrea Brillo Direzione Organizzazione Risorse e Immobiliare Organizzazione e Personale Operations Immobiliare Acquisti 3 Simon Kofler Direzione Private Banking e Investment Management 2 3 Private Banking Bolzano e Verona Coordinamento Private e Personal Banking Product Management Investment Portfolio Management 6 Stefano Ortolano Direzione Corporate Banking Centri di Consulenza Corporate Bolzano e Verona Coordinamento Corporate e Business Banking Finanza di impresa Richard Maria Seebacher Direzione Crediti e Treasury Crediti Legale Treasury & Trading Controllo e ristrutturazione crediti

22 22 Ritratto della cassa di risparmio - MISSION E VALORI La nostra Mission: Più Banca La mission pone le basi per la gestione d impresa della Cassa di Risparmio di Bolzano, in quanto risponde alle domande chi siamo?, come vogliamo presentarci? e in che direzione vogliamo andare?. È determinante per ogni azione, decisione ed obiettivo della Banca e rappresenta la chiave di successo sul mercato. La mission nasce dai Valori comuni sulla base dei quali si definiscono chiaramente l impegno sul mercato, l identità e gli obiettivi della Cassa di Risparmio. I valori Chi vuole portare a termine il proprio compito e realizzare la propria visione, ha bisogno di valori cui attenersi per agire sia internamente che verso l esterno. I valori determinano infatti il rapporto con i clienti, gli azionisti e i colleghi; aiutano a tenere la squadra unita e rafforzano il radicamento della Cassa di Risparmio in provincia. I nostri valori: Rispetto: l attenzione nei confronti dei clienti e degli azionisti e il rispetto reciproco tra i collaboratori costituiscono un fattore fondamentale per il successo. Lavoro di squadra: Siamo convinti che le soluzioni migliori si individuano in team. Per questo promuoviamo, una comunicazione trasparente. Il trasferimento di conoscenze a tutti i livelli è indispensabile per la Cassa di Risparmio di Bolzano. Affidabilità: responsabilità, standard qualitativi elevati, competenza, serietà e trasparenza sono essenziali per la nostra Banca e costituiscono la base per un rapporto di fiducia con tutte le parti interessate.

23 23 VALORI IMPEGNO OBIETTIVO Rispetto Collaboratori Più orientamento al cliente Più competenza Più Banca Aktionäre Azionisti Teamwork Clienti Più dinamismo ed innovazione Più responsabilità Affidabilità Impegno Facendo affidamento sui tre Valori principali, la Cassa di Risparmio persegue un chiaro impegno. Più Banca : due parole che racchiudono una promessa, la certezza che i clienti, gli azionisti e i collaboratori possono aspettarsi di più dalla Cassa di Risparmio. Ci presentiamo con un profilo chiaro nelle nostre attività: Più orientamento al cliente, Più competenza, Più dinamismo ed innovazione e Più responsabilità nei confronti di clienti e colleghi. Sono caratteristiche che contraddistinguono la Cassa di Risparmio rispetto alla concorrenza. Obiettivo Per raggiungere il nostro traguardo abbiamo individuato una serie di obiettivi ambiziosi ed a lungo termine. In maniera equivalente vogliamo garantire a clienti, azionisti e collaboratori una crescita bilanciata, uniforme e duratura per uno stabile incremento di valore della Banca.

24 24 Per me Più Banca significa essere finalmente presi sul serio! Arianna, studentessa, 17 anni

25 UNO SGUARDO AL

26 26 UNO sguardo al PIANIFICAZIONE FINANZIARIA DELLA BANCA La pianificazione finanziaria per clienti privati Al centro dell attività di consulenza della Cassa sta il concetto Pianificazione finanziaria, che garantisce ai nostri clienti consulenza ed assistenza a 360. Essa rappresenta il fulcro di tutti i nostri colloqui e delle operazioni con i clienti. La Pianificazione finanziaria si basa sulla situazione individuale di vita dei nostri clienti che può essere suddivisa in quattro macroaree. Le esigenze di base dei clienti si modificano a seconda che si tratti di clienti privati o di clienti aziende. Se per i clienti privati stanno in primo piano temi come movimentazione di denaro, investimenti, mutui, assicurazione personale, i nostri clienti commerciali e le aziende hanno esigenze fondamentalmente diverse. Per questo motivo la Cassa ha adeguato la sua pianificazione finanziaria alle esigenze dei suoi clienti privati e aziende, suddividendola in quattro macroaree. Ad ogni macroarea vengono assegnate quelle offerte della gamma servizi della Cassa con le quali la Banca può rispondere in modo mirato alle necessità dei propri clienti.

27 27 Negli anni passati la Cassa di Risparmio ha sviluppato una serie di prodotti e servizi su misura per le specifiche esigenze dei clienti privati. Nel contempo sono stati sviluppati una serie di strumenti di consulenza, a sostegno dell assistenza individualizzata da parte dei consulenti della Cassa di Risparmio. Nel settore imprenditoriale i temi centrali nelle relazioni con la Banca sono il management del rischio, la pianificazione degli investimenti, la gestione del contante e della liquidità, ma anche la gestione commerciale tradizionale. Sulla base delle esigenze basilari dei nostri clienti la gamma dei prodotti di alta qualità della Cassa è stata suddivisa in quattro macroaree. Banking e Liquidità Investire e Gestire Assicurazione e Previdenza Finanziare e Realizzare

28 28 UNO sguardo al PIANIFICAZIONE FINANZIARIA DELLA BANCA Banking e Liquidità Questa macroarea comprende tutte le offerte ed i servizi che stanno alla base della tipica attività bancaria. Con prodotti come il conto corrente, il libretto a risparmio o quelli del settore sistemi di pagamento si mira a soddisfare le esigenze di base dei clienti nell ambito dell attività bancaria sia in modo tradizionale in filiale, sia al passo con i tempi, attraverso isi-banking e isi-mobile oppure comodamente con le nostre carte. Prodotti e servizi: Conti La base di tutti i rapporti bancari è il conto corrente. A seconda dei servizi richiesti si può scegliere nella gamma di conti quello su misura per le esigenze del cliente. Carte Pagare semplicemente, in sicurezza e senza denaro contante tutti gli acquisti fatti in Italia e all estero con la carta Bancomat della Cassa di Risparmio. davvero una bella sensazione. Con la nostra carta ricaricabile si può acquistare anche via Internet in tutta sicurezza e la carta di credito è la compagna ideale non solo quando si è in viaggio. Risparmi Risparmiare con regolarità è il primo passo per accumulare a medio-lungo termine un patrimonio adeguato. La Cassa di Risparmio dispone di una serie di offerte con una remunerazione interessante, che prendono in considerazio- ne sia le diverse durate che l approccio individuale verso il risparmio. Investire e Gestire Anche per coloro che dispongono di capitale libero e intendono sfruttare le opportunità offerte sul mercato dei capitali per tutelare il proprio patrimonio, ovvero per aumentarlo costantemente, la Cassa ha le giuste soluzioni. Sulla base di un processo di investimento sistematico che valuta la durata individuale dell investimento ed il profilo di rischio, il cliente può scegliere tra una vasta gamma di prodotti di livello internazionale. I nostri consulenti sono in grado di individuare le migliori soluzioni di investimento. Prodotti e servizi: Processo di investimento sistematico Investire, non speculare è il motto di investimento della Cassa di Risparmio. Ciò significa decidere sulla base di strategie di investimento concordate a medio-lungo termine. La filosofia di investimento si basa su quattro principi molto chiari: diversificazione, liquidabilità, trasparenza e disciplina. Questi principi formano la base per una consulenza personalizzata ai nostri clienti. Gamma prodotti di primari partner internazionali La Cassa di Risparmio offre soluzioni di investimento innovative ed efficienti e si affida alla competenza di partner internazionali di alto livello. La vasta gamma di prodotti comprende numerosi tipi di investimento finanziario, dalle obbligazioni ai fondi di investimento, dai certificati sino ai prodotti etf e alle azioni. Consulenza specialisticha La Cassa ha sviluppato un servizio di consulenza mirato che si basa su colloqui periodici per definire la strategia di investimento e su strumenti di analisi e consulenza. I nostri consulenti elaborano assieme ai clienti un portafoglio di investimento personalizzato.

29 Assicurazioni e Previdenza Quest area unisce i prodotti ed i servizi dei settori assicurativo e di previdenza. entrambi i settori coprono l esigenza dei clienti di garantirsi un futuro sereno. Il settore assicurativo offre prestazioni e soluzioni per tutelarsi da danni o altri eventi. In collaborazione con i partner assicurativi zurich, eurovita ed Itas, la Cassa offre un vasto assortimento di soluzioni su misura. Anche il settore previdenziale risponde all esigenza di sicurezza del cliente, in particolare per quanto attiente agli inve- stimenti in fondi pensione e previdenziali. La previdenza sotto forma di investimenti in fondi pensioni e investimenti previdenziali privato acquista sempre maggior rilevanza. Finanziare e realizzare Realizzare desideri e progetti ecco il sogno di tante persone, ma non sempre vi sono i necessari requisiti finanziari. La Cassa offre soluzioni per uscire da un momento di difficoltà, il sostegno per acquisti importanti e l adeguata professionalità per acquisti immobiliari. forte dell esperienza e competenza nel settore finanziamenti la gamma prodotti della Banca include diversi prodotti quali mutui, prestiti personali e rateali, anticipi e altre forme di finanziamento, che si orientano alle esigenze e alle possibilità finanziarie del cliente. Il giusto mix di questi fattori può garantire una previdenza adeguata. Prodotti e servizi: Assicurazione rischi trovare la giusta tutela finanziaria per ogni settore della vita. dalla polizza per l arredamento a quella antincendio, passando per le polizze sinistri e malattia sino alla polizza per animali domestici. Molti settori della nostra vita presentano delle potenzialità di Prodotti e servizi: Affidamenti godere di una certa disponibilità finanziaria, assicura liquidità e offre la necessaria flessibilità per reagire alle varie esigenze finanziarie. La Cassa di Risparmio mette a disposizione del cliente un affidamento personalizzato che, secondo le necessità, può essere a tempo determinato o indeterminato. rischio, quindi è tranquillizzante sapere che all occorrenza si può disporre della giusta tutela. Il pacchetto base della Cassa offre una protezione adeguata a tutto tondo. Polizze risparmio ed investimenti Non solo la propria vita ha bisogno di sicurezza, anche la famiglia vuole essere tutelata. Nella peggiore delle ipotesi almeno la situazione finanziaria dei congiunti deve essere assicurata e questo indipendentemente dal fatto di quanto sia stato versato fino a quel momento. Previdenza Pensare già oggi al domani! Per poter mantenere l attuale tenore di vita anche in vecchiaia. A tal riguardo realizziamo un accurata analisi delle esigenze previdenziali. Presiti personali Veloce, affidabile e flessibile la gamma di prestiti personali si adegua alle esigenze particolari del cliente e può, in taluni casi, sostituire precedenti finanziamenti ad alto costo. Mutui Realizzare il desiderio a lungo coltivato di un immobile proprio? Che sia acquisto, costruzione, ristrutturazione o ampliamento, in base alle possibilità finanziarie e preferenze del cliente la Cassa offre una serie di mutui ovviamente ad un tasso diversificato a seconda delle esigenze. 29

La ricchezza Private in Italia

La ricchezza Private in Italia La ricchezza Private in Italia Il contesto attuale, lo scenario futuro, le prossime sfide: una leva per la sostenibilità del sistema e la solidità del paese 14 giugno 2011 Indice 1. La ricchezza Private

Dettagli

il mestiere di scegliere è diventato banca

il mestiere di scegliere è diventato banca il mestiere di scegliere è diventato banca La storia Il filo comune che lega tutta la nostra storia è la figura del dott. Peter Mayr, pioniere del brokeraggio finanziario, delle gestioni patrimoniali multibrand,

Dettagli

Da sempre abbiamo creduto in un sogno, la nascita di una Società Finanziaria attenta ai desideri dei nostri clienti.

Da sempre abbiamo creduto in un sogno, la nascita di una Società Finanziaria attenta ai desideri dei nostri clienti. 13 1 2 Da sempre abbiamo creduto in un sogno, la nascita di una Società Finanziaria attenta ai desideri dei nostri clienti. Credion Società Finanziaria Spa nasce nel 2006 grazie alla grinta e alla determinazione

Dettagli

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A.

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. 1. PREMESSE La presente politica di investimento è stata approvata dall assemblea

Dettagli

Consiglio di Sorveglianza Consiglio di Gestione Mediobanca

Consiglio di Sorveglianza Consiglio di Gestione Mediobanca Consiglio di Sorveglianza Consiglio di Gestione Mediobanca Milano, 7 marzo 2008 Approvato il Piano 2009-2011 del Gruppo Mediobanca p Crescita trainata da nuove iniziative strategiche: Posizionamento europeo

Dettagli

Credit Suisse Invest La nuova consulenza d investimento

Credit Suisse Invest La nuova consulenza d investimento Credit Suisse Invest La nuova consulenza d investimento Le vostre esigenze prima di tutto Credit Suisse Invest Mandate Expert Partner Compact 2 / 20 4 Tante buone ragioni Per ottenere ciò che vi aspettate

Dettagli

DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA.

DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA. DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA. MC2 Impresa è un Fondo Comune d Investimento Mobiliare chiuso e riservato (ex testo unico D.Lgs 58/98) costituito per iniziativa di

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il Roe consolidato a fine 2007 si attesta al 18,3% (17,5% nel 2006).

COMUNICATO STAMPA. Il Roe consolidato a fine 2007 si attesta al 18,3% (17,5% nel 2006). Capogruppo del Gruppo Bancario CREDITO EMILIANO CREDEM COMUNICATO STAMPA CREDEM, IL CDA APPROVA I RISULTATI DI BILANCIO CONSOLIDATO 2007(1): UTILE A 249,4 MILIONI DI EURO (+18,7%), ROE 18,3%, DIVIDENDO

Dettagli

Santander Private Banking Italia

Santander Private Banking Italia Presentazione commerciale Settembre 2010 Italia Presentazione a A.N.P.E.C. 1 Presentación del Banco Messaggio pubblicitario con finalità promozionali Una banca di cui fidarsi* > Sono molte le ragioni per

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA Euro 44,4 milioni (ex Euro 2 milioni)

COMUNICATO STAMPA. RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA Euro 44,4 milioni (ex Euro 2 milioni) COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI SPOLETO S.P.A. HA APPROVATO IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2015 NOTA: A SEGUITO DELL AVVENUTO CONFERIMENTO

Dettagli

Comunicato stampa del 12 agosto 2015

Comunicato stampa del 12 agosto 2015 Comunicato stampa del 12 agosto 2015 Cassa di Risparmio di Bolzano torna all utile nel primo semestre 2015, approva il Piano Strategico 2015/2019 e si prepara a lanciare l aumento di capitale. Il Consiglio

Dettagli

Clientela commerciale

Clientela commerciale Clientela commerciale Approfittate della nostra gamma completa di prodotti e servizi. Prodotti e servizi in tutta lealtà, ritagliati sulle vostre esigenze Siete a capo di un azienda che ha già saputo affermarsi

Dettagli

INTERVENTO DEL DIRETTORE

INTERVENTO DEL DIRETTORE INTERVENTO DEL DIRETTORE Paolo Stefano Gonzo Tezze, 03/05/2015 Il contesto internazionale Il Sistema Casse Rurali Trentine I numeri delle Casse Rurali Trentine 2013 2014 Variaz. % Raccolta Diretta 13.144.938

Dettagli

Fondi Private Label. L essenza della nostra attività

Fondi Private Label. L essenza della nostra attività Fondi Private Label L essenza della nostra attività SOMMARIO 5 DA 20 ANNI IL VOSTRO PARTNER PER LE SOLUZIONI PRIVATE LABELLING 7 CREATE IL VOSTRO FONDO 9 LA COMBINAZIONE GIUSTA PER IL SUCCESSO 11 ASSISTENZA

Dettagli

Alerion Industries S.p.A. Relazione trimestrale al 31 marzo 2003

Alerion Industries S.p.A. Relazione trimestrale al 31 marzo 2003 Alerion Industries S.p.A. Relazione trimestrale al 31 marzo 2003 Indice pag. Premessa 3 Valore e costi della produzione consolidati 4 Posizione finanziaria netta consolidata 5 Note di commento 6 Stato

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO IL BILANCIO CONSOLIDATO E IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE AL 31 DICEMBRE 2007 DATI DI BILANCIO

Dettagli

Zurich Invest SA. Investire i vostri valori patrimoniali è un operazione delicata e sensibile. Fidatevi dei professionisti.

Zurich Invest SA. Investire i vostri valori patrimoniali è un operazione delicata e sensibile. Fidatevi dei professionisti. Zurich Invest SA Investire i vostri valori patrimoniali è un operazione delicata e sensibile. Fidatevi dei professionisti. Zurich Invest SA un obbligo nei confronti degli investitori. Zurich Invest SA,

Dettagli

GE Capital Interbanca: Risultati di Bilancio consolidati al 30.06.2010 (In conformità ai principi contabili internazionali IAS/IFRS)

GE Capital Interbanca: Risultati di Bilancio consolidati al 30.06.2010 (In conformità ai principi contabili internazionali IAS/IFRS) GE Capital Interbanca Corso Venezia 56 20121 Milano T +39 02 77311 F +39 02 784321 COMUNICATO STAMPA GE Capital Interbanca: Risultati di Bilancio consolidati al 30.06.2010 (In conformità ai principi contabili

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2002

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2002 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2002 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 15 MAGGIO 2002 INDICE Organi societari Gabetti Holding S.p.A.... pag. 2 Struttura del Gruppo Gabetti al 31 marzo 2002... pag. 3 Prima

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Mestre, 14 novembre 2011. I risultati in breve

COMUNICATO STAMPA. Mestre, 14 novembre 2011. I risultati in breve COMUNICATO STAMPA Margini in forte crescita e indici di solidità patrimoniale a livelli di assoluta eccellenza: il Gruppo Banca IFIS conferma la validità del modello di business anche in mercati instabili

Dettagli

Assemblea 29.4.15 BANCAMEDIOCREDITO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

Assemblea 29.4.15 BANCAMEDIOCREDITO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Assemblea 29.4.15 BANCAMEDIOCREDITO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Dopo un 2013 difficile chiuso con una forte perdita che aveva significativamente inciso la solidità patrimoniale della Banca, pur in un contesto

Dettagli

CHI SIAMO MISSION GOVERNANCE SERVIZI STRUTTURA ORGANIZZATIVA

CHI SIAMO MISSION GOVERNANCE SERVIZI STRUTTURA ORGANIZZATIVA IL NOSTRO LAVORO SI BASA SULLA FIDUCIA DEI CLIENTI. PER QUESTO FONDAMENTALE È IL RISPETTO DELLE NORME E LA TOTALE TRASPARENZA NELLO SVOLGIMENTO DELLA NOSTRA ATTIVITÀ. CHI SIAMO MISSION GOVERNANCE SERVIZI

Dettagli

PATTICHIARI: LE BANCHE CAMBIANO LA NUOVA STRATEGIA NEL CAMPO DEL RISPARMIO, PER DARE AI CLIENTI MAGGIORE INFORMAZIONE E CAPACITÀ DI SCELTA

PATTICHIARI: LE BANCHE CAMBIANO LA NUOVA STRATEGIA NEL CAMPO DEL RISPARMIO, PER DARE AI CLIENTI MAGGIORE INFORMAZIONE E CAPACITÀ DI SCELTA PATTICHIARI: LE BANCHE CAMBIANO LA NUOVA STRATEGIA NEL CAMPO DEL RISPARMIO, PER DARE AI CLIENTI MAGGIORE INFORMAZIONE E CAPACITÀ DI SCELTA Il sistema bancario italiano ha deciso di accettare la sfida della

Dettagli

Perspectiva: previdenza professionale con lungimiranza. Fondazione collettiva per la previdenza professionale

Perspectiva: previdenza professionale con lungimiranza. Fondazione collettiva per la previdenza professionale Perspectiva: previdenza professionale con lungimiranza Fondazione collettiva per la previdenza professionale Un futuro sereno grazie a Perspectiva Sfruttare completamente le opportunità di rendimento e

Dettagli

premium banking Banca Migros SA www.bancamigros.ch Service Line 0848 845 400 MBW 2032/2013-04

premium banking Banca Migros SA www.bancamigros.ch Service Line 0848 845 400 MBW 2032/2013-04 premium banking Consulenza Anlageberatung, finanziaria Vermögensverwaltung, globale Finanzierung Banca Migros SA www.bancamigros.ch Service Line 0848 845 400 MBW 2032/2013-04 Premium Banking significa

Dettagli

La nostra offerta. Una panoramica per i privati

La nostra offerta. Una panoramica per i privati La nostra offerta Una panoramica per i privati Adeguate alle vostre esigenze. Soluzioni semplici, condizioni interessanti e consulenza professionale: ecco che cosa vi offre la Banca Migros. La banca un

Dettagli

Esercizio 2014. Numero dipendenti 3.053 3.170

Esercizio 2014. Numero dipendenti 3.053 3.170 Cementir Holding: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati 2014 Il Gruppo ha chiuso il 2014 superando gli obiettivi di margine operativo lordo e indebitamento finanziario netto Ricavi a 948,0

Dettagli

APPROVATI I RISULTATI 2011 DEL GRUPPO CATTOLICA:

APPROVATI I RISULTATI 2011 DEL GRUPPO CATTOLICA: Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

La nostra indipendenza vi garantisce scelte di gestione perfettamente obiettive

La nostra indipendenza vi garantisce scelte di gestione perfettamente obiettive AL VOSTRO SERVIZO Forte di oltre 50 anni di esperienza, PKB ha acquisito una profonda conoscenza delle esigenze di privati e famiglie, imprenditori, liberi professionisti e dirigenti. È quindi in grado

Dettagli

CARTELLA STAMPA. Ottobre 2013. Chi Siamo La Storia Obiettivi integrazione industriale L Offerta di ADVAM Partners SGR Management Contatti

CARTELLA STAMPA. Ottobre 2013. Chi Siamo La Storia Obiettivi integrazione industriale L Offerta di ADVAM Partners SGR Management Contatti CARTELLA STAMPA Ottobre 2013 IR Top Consulting Media Relations & Financial Communication Via C. Cantù, 1 Milano Domenico Gentile, Antonio Buozzi Tel. +39 (02) 45.47.38.84/3 d.gentile@irtop.com ufficiostampa@irtop.com

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio consolidato al 31 dicembre 2009

COMUNICATO STAMPA. Bilancio d esercizio consolidato al 31 dicembre 2009 SOCIETÀ PER AZIONI Sede legale: Cagliari - Viale Bonaria 33 Sede amministrativa e Direzione generale: Sassari - Viale Umberto 36 Capitale sociale Euro 155.247.762,00 i.v. Cod. fisc. e num. iscriz. al Registro

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA Euro 146,6 milioni (ex Euro 134,3 milioni)

COMUNICATO STAMPA. RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA Euro 146,6 milioni (ex Euro 134,3 milioni) COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA CAPOGRUPPO BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE CONSOLIDATO AL 30 SETTEMBRE 2015 NOTA: LA COMPARAZIONE

Dettagli

Il CDA ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 GRUPPO BANCA IFIS

Il CDA ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 GRUPPO BANCA IFIS Comunicato stampa Mestre, 29 aprile 2010 Il CDA ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 GRUPPO BANCA IFIS UTILI IN FORTE CRESCITA: +107,8% SUL 4 TRIMESTRE 2009, +13,9% SUL 1 TRIMESTRE

Dettagli

IL GRUPPO AZIMUT. Aprile 2015

IL GRUPPO AZIMUT. Aprile 2015 IL GRUPPO AZIMUT Aprile 2015 IL GRUPPO AZIMUT Azimut è la più grande realtà finanziaria indipendente attiva nel mercato del risparmio gestito italiano Dal 7 Luglio 2004 è quotata alla Borsa di Milano e

Dettagli

Primi nove mesi 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEI PRIMI NOVE MESI RACCOLTA PREMI OLTRE I 4 MILIARDI E UTILE A 100 MILIONI (+20,5%)

Primi nove mesi 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEI PRIMI NOVE MESI RACCOLTA PREMI OLTRE I 4 MILIARDI E UTILE A 100 MILIONI (+20,5%) Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

Star Conference 2011 Incontro con la Comunità Finanziaria. Milano, 23.03.2011

Star Conference 2011 Incontro con la Comunità Finanziaria. Milano, 23.03.2011 Star Conference 2011 Incontro con la Comunità Finanziaria Milano, 23.03.2011 Presentazione Banca Finnat Dinamica operativa Principali grandezze economiche 2010 Scenario, opportunità e sfide da affrontare

Dettagli

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

Raiffeisen Private Banking

Raiffeisen Private Banking Raiffeisen Private Banking La Vostra chiave per il successo Preludio. La musica è la lingua della passione. Richard Wagner Locali Private Banking Un insieme armonico! Concetto di consulenza Nessun patrimonio

Dettagli

Consiglio di Amministrazione di Mediobanca

Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Milano, 27 ottobre 2015 Approvata la relazione trimestrale al 30/09/2015 Utile netto a 244m, miglior risultato trimestrale degli ultimi 5 anni Margine di interesse

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015

Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015 Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015 Data/Ora Ricezione 27 Marzo 2015 18:58:41 MOT - DomesticMOT Societa' : BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Identificativo Informazione Regolamentata : 55362 Nome utilizzatore

Dettagli

79 a Giornata Mondiale del Risparmio. Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana

79 a Giornata Mondiale del Risparmio. Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana 79 a Giornata Mondiale del Risparmio Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana Roma, 31 ottobre 2003 Signor Ministro dell Economia, Signor Governatore della Banca d Italia,

Dettagli

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%)

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013 Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) Commissioni nette 41,1 mln di euro (-5,6%1*) Margine di intermediazione

Dettagli

RAPPORTO SU FUSIONI E AGGREGAZIONI TRA GLI INTERMEDIARI FINANZIARI

RAPPORTO SU FUSIONI E AGGREGAZIONI TRA GLI INTERMEDIARI FINANZIARI RAPPORTO SU FUSIONI E AGGREGAZIONI TRA GLI INTERMEDIARI FINANZIARI Case Study: Banca Lombarda e Piemontese Milano, 18 luglio 2003 Agenda Agenda (31/12/1999) Il Modello Organizzativo Il Modello Distributivo

Dettagli

LA CO A C MP O A MP G A INE SOCIA C L IA E L

LA CO A C MP O A MP G A INE SOCIA C L IA E L LA COMPAGINE SOCIALE LA COMPAGINE SOCIALE DELLA BANCA POPOLARE DI VICENZA Il Gruppo Banca Popolare di Vicenza si ispira ai principi di onestà, correttezza, trasparenza e riservatezza nello svolgimento

Dettagli

4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE

4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE 48 4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE Il basso livello dei tassi d interesse che caratterizza ormai da parecchi anni i mercati finanziari in Italia e nel mondo sembra avere determinato una riduzione

Dettagli

Per i Notai. iscritti alla

Per i Notai. iscritti alla Per i Notai iscritti alla GESTISCI L OPERATIVITà BANCARIA del tuo STUDIO E DELLA tua FAMIGLIA Offerte riservate esclusivamente a te CONTO PROFESSIONISTI PLUS per finalità professionale Un conto corrente

Dettagli

DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI. La nostra risposta alle esigenze della tua attività.

DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI. La nostra risposta alle esigenze della tua attività. DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI La nostra risposta alle esigenze della tua attività. LA BANCA COME TU LA VUOI DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI La nostra risposta alle esigenze della tua attività. Gestisci un attività

Dettagli

Il mondo del Private Equity

Il mondo del Private Equity Pietro Busnardo Il mondo del Private Equity Obiettivi e modalità di intervento Reggio Emilia, 11 marzo 2014 Cosa si intende per Private Equity Finanza Debito Equity Mercati Corporate Il Private Equity

Dettagli

IMPEGNI DI MIGLIORAMENTO

IMPEGNI DI MIGLIORAMENTO IMPEGNI DI MIGLIORAMENTO Le ipotesi di miglioramento individuate lo scorso anno nel nostro primo Bilancio Sociale tracciano le linee di un percorso che abbiamo intrapreso nel 2002 e che intendiamo proseguire

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei COMUNICATO STAMPA PRESS OFFICE Tel. +39.040.671180 - Tel. +39.040.671085 press@generali.com INVESTOR RELATIONS Tel. +39.040.671202 - Tel. +39.040.671347 - generali_ir@generali.com www.generali.com RISULTATI

Dettagli

Primo semestre 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEL PRIMO SEMESTRE RACCOLTA PREMI OLTRE I 3 MILIARDI E UTILE A 67 MILIONI (+19,6%)

Primo semestre 2015 in crescita per il Gruppo Cattolica NEL PRIMO SEMESTRE RACCOLTA PREMI OLTRE I 3 MILIARDI E UTILE A 67 MILIONI (+19,6%) Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003 Corso Matteotti, 9 Milano Tel. 02.780611 Partita Iva 03650800158 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 15 MAGGIO 2003 INDICE Organi societari Gabetti Holding S.p.A....

Dettagli

1 Relazione sulla gestione

1 Relazione sulla gestione Settore Bancario Andamento della gestione del Gruppo Unipol Banca Il 2013 è stato un anno caratterizzato da profondi cambiamenti che hanno riguardato sia la struttura direzionale della banca che la composizione

Dettagli

DALLA PARTE DEI SENIOR. Prodotti e servizi che semplificano la vita.

DALLA PARTE DEI SENIOR. Prodotti e servizi che semplificano la vita. DALLA PARTE DEI SENIOR Prodotti e servizi che semplificano la vita. LA BANCA COME TU LA DALLA PARTE DEI SENIOR Prodotti e servizi che semplificano la vita. VUOI Per Una banca che sia il mio consulente

Dettagli

CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2011

CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2011 CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2011 Margine di intermediazione consolidato pari a 5,68 milioni di euro (4,14 milioni di euro al IH2010) Risultato della gestione operativa

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Risultati preliminari di bilancio consolidati al 31 dicembre 2015

COMUNICATO STAMPA Risultati preliminari di bilancio consolidati al 31 dicembre 2015 Società per Azioni con Sede Legale in Cagliari Viale Bonaria, 33 Codice fiscale e n di iscrizione al Registro delle Imprese di Cagliari 01564560900 Partita IVA 01577330903 Iscrizione all Albo delle Banche

Dettagli

Master Universitario in Family Banking

Master Universitario in Family Banking Master Universitario in Family Banking La fortuna non esiste, esiste il momento in cui il talento incontra l occasione. (Seneca) La storia ci insegna che ogni successo inizia con lo studio e tra le mura

Dettagli

CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008

CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008 CONAFI PRESTITÒ Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio 2008 Approvata la proposta di autorizzazione all acquisto e disposizione di azioni proprie Margine di intermediazione consolidato

Dettagli

Prenderci cura di te creando certezze per il tuo domani

Prenderci cura di te creando certezze per il tuo domani Prenderci cura di te creando certezze per il tuo domani Prenderci cura di te creando certezze per il tuo domani Tutti dovremmo preoccuparci del futuro, perché là dobbiamo passare il resto della nostra

Dettagli

BANCA POPOLARE DI SPOLETO: RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2011

BANCA POPOLARE DI SPOLETO: RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2011 www.bpspoleto.it BANCA POPOLARE DI SPOLETO: RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2011 Spoleto, 24 Agosto 2011 CRESCITA DELLA BANCA REALE Base Clientela a 137.943 unità (+2,8% rispetto al 31/12/10) Conti Correnti

Dettagli

GRUPPO CARIGE: +20,7% L UTILE NETTO CONSOLIDATO (A 100,5 MILIONI) E +18,2% L UTILE NETTO DELLA CAPOGRUPPO (A 114 MILIONI)

GRUPPO CARIGE: +20,7% L UTILE NETTO CONSOLIDATO (A 100,5 MILIONI) E +18,2% L UTILE NETTO DELLA CAPOGRUPPO (A 114 MILIONI) PRESS RELEASE COMUNICATO STAMPA A cura dell Ufficio Comunicazione e Immagine Tel. 010 579 2697 Fax 010 579 4927 GRUPPO CARIGE: +20,7% L UTILE NETTO CONSOLIDATO (A 100,5 MILIONI) E +18,2% L UTILE NETTO

Dettagli

COMPANY PROFILE. Maggio 2015

COMPANY PROFILE. Maggio 2015 COMPANY PROFILE Maggio 2015 La Banca in breve Appartenenza ad un gruppo di respiro internazionale Olte 4 miliardi di asset gestiti e amministrati al 31/03/ 15 Banca privata con vocazione di banca personale,

Dettagli

Investire. Costituzione del patrimonio zweiplus Trarre vantaggio dai fondi. E di più.

Investire. Costituzione del patrimonio zweiplus Trarre vantaggio dai fondi. E di più. Investire Costituzione del patrimonio zweiplus Trarre vantaggio dai fondi. E di più. Unbenannt-3.indd 1 27.1.2009 14:12:11 Uhr E il suo denaro rende di più. La consulenza della bank zweiplus. Stimata investitrice,

Dettagli

La gestione patrimoniale che stai cercando.

La gestione patrimoniale che stai cercando. La gestione patrimoniale che stai cercando. Vorrei investire professionalmente i miei risparmi Vorrei avere un referente competente e riservato che sappia ascoltarmi Vorrei scegliere tra prodotti d investimento

Dettagli

Giampietro Nattino PRESIDENTE DEL CDA

Giampietro Nattino PRESIDENTE DEL CDA Il nostro migliore investimento è il tempo dedicato a comprendere e soddisfare le esigenze della clientela, mettendo a disposizione della medesima servizi di consulenza e prodotti finanziari di alta qualità.

Dettagli

DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI. La nostra risposta alle esigenze della tua attività.

DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI. La nostra risposta alle esigenze della tua attività. DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI La nostra risposta alle esigenze della tua attività. LA BANCA COME TU LA VUOI DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI La nostra risposta alle esigenze della tua attività. Gestisci un attività

Dettagli

INTESA SANPAOLO E LE RETI D IMPRESA. L approccio e l offerta del nostro Gruppo

INTESA SANPAOLO E LE RETI D IMPRESA. L approccio e l offerta del nostro Gruppo INTESA SANPAOLO E LE RETI D IMPRESA L approccio e l offerta del nostro Gruppo Gli accordi con Confindustria Confindustria Piccola Industria L accordo, rinnovato lo scorso 1 marzo, richiama la rilevanza

Dettagli

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione.

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione. Veneto Banca rafforza il patrimonio promuovendo un operazione di aumento di capitale in opzione ai soci fino ad un massimo di 500 milioni di euro e la conversione del prestito obbligazionario convertibile

Dettagli

soci. Un momento importante e all approvazione dei soci i risultati di un anno di lavoro del consiglio di amministrazione

soci. Un momento importante e all approvazione dei soci i risultati di un anno di lavoro del consiglio di amministrazione n.1/2010 Spedizione in A.P. 70% DCB Trento Taxe Percue Editore: Cassa Rurale di Rabbi e Caldes Registrazione Tribunale Trento sub. N. 1171 registro stampe dal 09.04.2003 Direttore responsabile: Walter

Dettagli

INTERVENTO INTRODUTTIVO. di Emilio Tonini. Direttore Generale, Banca Monte dei Paschi di Siena

INTERVENTO INTRODUTTIVO. di Emilio Tonini. Direttore Generale, Banca Monte dei Paschi di Siena INTERVENTO INTRODUTTIVO di Emilio Tonini Direttore Generale, Banca Monte dei Paschi di Siena Buongiorno a tutti e un cordiale benvenuto a questa 4 edizione del forum internazionale Montepaschi Vita che,

Dettagli

INFORMATIVA AL PUBBLICO STATO PER STATO. al 31 dicembre 2015. Gruppo Bancario Deutsche Bank

INFORMATIVA AL PUBBLICO STATO PER STATO. al 31 dicembre 2015. Gruppo Bancario Deutsche Bank Deutsche Bank S.p.A. INFORMATIVA AL PUBBLICO STATO PER STATO al 31 dicembre 2015 Gruppo Bancario Deutsche Bank Premessa Al fine di accrescere la fiducia dei cittadini dell Unione Europea nel settore finanziario,

Dettagli

Liberi di fare la differenza.

Liberi di fare la differenza. Liberi di fare la differenza. 4 l azienda il profilo Consulenza, a pieno titolo. Valori & Finanza Investimenti è una SIM (Società di Intermediazione Mobiliare) indipendente che opera secondo un modello

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA CAPOGRUPPO BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA CAPOGRUPPO BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA CAPOGRUPPO BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO IL BILANCIO CONSOLIDATO E IL PROGETTO DI BILANCIO INDIVIDUALE AL 31 DICEMBRE 2014 NOTA:

Dettagli

L offerta di servizi: tradizionali, di risparmio gestito e per le imprese. Giuseppe Squeo

L offerta di servizi: tradizionali, di risparmio gestito e per le imprese. Giuseppe Squeo L offerta di servizi: tradizionali, di risparmio gestito e per le imprese. Giuseppe Squeo 1 L evoluzione dei servizi bancari in Italia Struttura conto economico nel periodo 1993-2001 (valori in percentuale

Dettagli

Per i Notai. iscritti alla

Per i Notai. iscritti alla Per i Notai iscritti alla GESTISCI L OPERATIVITà BANCARIA del tuo STUDIO E DELLA tua FAMIGLIA Offerte riservate esclusivamente a te CONTO PROFESSIONISTI PLUS per finalità professionale Un conto corrente

Dettagli

Consiglio di Gestione di Mediobanca

Consiglio di Gestione di Mediobanca Consiglio di Gestione di Mediobanca Milano, 7 marzo 2008 Approvata la relazione semestrale al 31 dicembre 2007 * * * Redditività in aumento malgrado il deterioramento dei mercati Aperte le filiali di Francoforte

Dettagli

Storia e Missione. 1946 Fondazione

Storia e Missione. 1946 Fondazione Storia e Missione 1946 Fondazione Fondata nel 1946 da Banca Commerciale Italiana, Credito Italiano e Banco di Roma, le tre banche pubbliche di interesse nazionale Missione: contribuire alla ricostruzione

Dettagli

DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI. La nostra risposta alle esigenze della tua attività.

DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI. La nostra risposta alle esigenze della tua attività. DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI La nostra risposta alle esigenze della tua attività. LA BANCA COME TU LA VUOI DALLA PARTE DEGLI ARTIGIANI La nostra risposta alle esigenze della tua attività. Gestisci un attività

Dettagli

Risultati 30 settembre 2010

Risultati 30 settembre 2010 Risultati 30 settembre 2010 Il modello di business Strategia e linee di sviluppo Dati economico-finanziari consolidati Allegati Banca IFIS: innovazione per le PMI In un contesto di mercato ancora difficile,

Dettagli

CREDEM, RISULTATI 2014: UTILE +31% A/A A 151,8 MILIONI DI EURO, DIVIDENDO +25% A/A A 0,15 EURO

CREDEM, RISULTATI 2014: UTILE +31% A/A A 151,8 MILIONI DI EURO, DIVIDENDO +25% A/A A 0,15 EURO CREDEM, RISULTATI 2014: UTILE +31% A/A A 151,8 MILIONI DI EURO, DIVIDENDO +25% A/A A 0,15 EURO Prestiti (1) +7,9% a/a (vs -1,4% del sistema (2) ); rapporto sofferenze impieghi a 1,55% tra i più bassi del

Dettagli

PROMOTORI FINANZIARI PROMOTORI FINANZIARI CREDEM. PROTAGONISTI ASSOLUTI.

PROMOTORI FINANZIARI PROMOTORI FINANZIARI CREDEM. PROTAGONISTI ASSOLUTI. PROMOTORI FINANZIARI PROMOTORI FINANZIARI CREDEM. PROTAGONISTI ASSOLUTI. Cosa cercano i migliori promotori? Ampia gamma di prodotti Massima autonomia Accogliere i clienti in una banca Guadagno su tutti

Dettagli

Master Universitario in Family Banking. Mediolanum Corporate University

Master Universitario in Family Banking. Mediolanum Corporate University Master Universitario in Family Banking Mediolanum Corporate University La fortuna non esiste, esiste il momento in cui il talento incontra l occasione. (Seneca) Family Banker. Quando i numeri diventano

Dettagli

DALLA PARTE DELL EDILIZIA. La nostra risposta alle esigenze della tua attività.

DALLA PARTE DELL EDILIZIA. La nostra risposta alle esigenze della tua attività. DALLA PARTE DELL EDILIZIA La nostra risposta alle esigenze della tua attività. LA BANCA COME TU LA VUOI DALLA PARTE DELL EDILIZIA La nostra risposta alle esigenze della tua attività. Gestisci un attività

Dettagli

Profilo 2013/2014. Noi, Allianz Suisse

Profilo 2013/2014. Noi, Allianz Suisse Profilo 2013/2014 Noi, Allianz Suisse Sommario L azienda in cifre 3 Esercizio 2013: bilancio positivo 4 Sicurezza e affidabilità 5 Creazione di valore aggiunto per i nostri clienti 6 Una presenza capillare

Dettagli

La valutazione degli attivi nei Fondi Immobiliari

La valutazione degli attivi nei Fondi Immobiliari La valutazione degli attivi illiquidi detenuti dagli intermediari finanziari La valutazione degli attivi nei Fondi Immobiliari Stefano Deleo Investire Immobiliare SGR S.p.A. 12 luglio 2012 - Milano S.A.F.

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

GE Capital Interbanca: Risultati di Bilancio consolidati al 31.12.2009 (In conformità ai principi contabili internazionali IAS/IFRS)

GE Capital Interbanca: Risultati di Bilancio consolidati al 31.12.2009 (In conformità ai principi contabili internazionali IAS/IFRS) GE Capital Interbanca Corso Venezia 56 20121 Milano T +39 02 77311 F +39 02 784321 COMUNICATO STAMPA GE Capital Interbanca: Risultati di Bilancio consolidati al 31.12.2009 (In conformità ai principi contabili

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI IW BANK S.P.A.: APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007

COMUNICATO STAMPA CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI IW BANK S.P.A.: APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007 COMUNICATO STAMPA CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI IW BANK S.P.A.: APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007 Utile netto a 5,0 milioni di euro (2,5 milioni di euro al 30 giugno 2006, +100%) Margine

Dettagli

Investimenti e Sviluppo spa

Investimenti e Sviluppo spa Comunicato Stampa Investimenti e Sviluppo S.p.A.: approvata la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2009; Paolo Bassi nominato consigliere per cooptazione; la società partecipata I Pinco Pallino

Dettagli

CREDEM, IL CDA HA APPROVATO I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2013: UTILE +11,2% A/A, CORE TIER 1 AL 10%

CREDEM, IL CDA HA APPROVATO I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2013: UTILE +11,2% A/A, CORE TIER 1 AL 10% CREDEM, IL CDA HA APPROVATO I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2013: UTILE +11,2% A/A, CORE TIER 1 AL 10% Utile netto consolidato a 100,3 milioni di euro, +11,2% a/a; investimenti per lo sviluppo dei canali di

Dettagli

Info finanza. e previdenza. Anche nel 2013 interessante remunerazione complessiva

Info finanza. e previdenza. Anche nel 2013 interessante remunerazione complessiva Allianz Suisse Casella postale 8010 Zurigo www.allianz-suisse.ch Info finanza 01 YDPPR267I e previdenza Edizione 01 / Marzo 2013 ECCEDENZE LPP Anche nel 2013 interessante remunerazione complessiva Senza

Dettagli

In merito ai punti all ordine del giorno della parte Ordinaria, l Assemblea ha deliberato:

In merito ai punti all ordine del giorno della parte Ordinaria, l Assemblea ha deliberato: ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA VENETO BANCA I Soci hanno approvato il bilancio al 31 dicembre 2014 e nominato quattro Consiglieri di Amministrazione. Si è svolta oggi a Villa Spineda, a Venegazzù

Dettagli

Catalogo Corsi 2015. Progetti formativi. Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001 (certificato N IT02/228)

Catalogo Corsi 2015. Progetti formativi. Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001 (certificato N IT02/228) Catalogo Corsi 2015 Progetti formativi Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001 (certificato N IT02/228) AREA REGOLAMENTAZIONE (Rischi, Bilancio, Controlli e Legale) a) Normativa antiriciclaggio e terrorismo

Dettagli

Poligrafici Editoriale

Poligrafici Editoriale COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione Finanziaria semestrale

Dettagli

YOOX S.P.A.: L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI

YOOX S.P.A.: L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI COMUNICATO STAMPA YOOX S.P.A.: L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI Parte ordinaria: Approva il Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2013 Approva la prima sezione della Relazione sulla Remunerazione Approva il

Dettagli

Indice. Presentazione, di Roberto Ruozi. pag. xiii

Indice. Presentazione, di Roberto Ruozi. pag. xiii Presentazione, di Roberto Ruozi 1 L attività bancaria 1.1 Una definizione di banca 1.2 Le origini del sistema bancario moderno 1.3 L evoluzione del sistema creditizio nel quadro europeo: concorrenza e

Dettagli

Previdenza La nostra offerta d investimento in un futuro sereno

Previdenza La nostra offerta d investimento in un futuro sereno Previdenza La nostra offerta d investimento in un futuro sereno Benvenuti. Tante buone ragioni Ecco com è facile la previdenza con il Credit Suisse. La nostra consulenza Pianificate la vostra previdenza

Dettagli

BANCA SISTEMA: +22% UTILE NETTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 1

BANCA SISTEMA: +22% UTILE NETTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 1 COMUNICATO STAMPA BANCA SISTEMA: +22% UTILE NETTO NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 1 Performance commerciale: +20% turnover factoring nei primi nove mesi 2015 a/a Outstanding CQS/CQP al 30 settembre 2015 pari

Dettagli

La gestione del credito in banca

La gestione del credito in banca FINANCE La gestione del credito in banca La valutazione del merito creditizio delle imprese nell attuale scenario di mercato Come leggere la strategia e il business dell impresa? Come analizzare i piani

Dettagli