SCHEDA ISTAT DEFUNTI. Marina Rovetto Castellamonte (TO) Scrive Marina Rovetto:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCHEDA ISTAT DEFUNTI. Marina Rovetto Castellamonte (TO) Scrive Marina Rovetto:"

Transcript

1 SCHEDA ISTAT DEFUNTI Cari colleghi sono una nuova iscritta anche se faccio il MMG da 25 anni. Volevo sentire il vostro parere su un fatto accaduto a me e riguardante uno dei soliti contenziosi sulla compilazione della scheda ISTAT. Vi racconto il fatto che a me ha creato non pochi problemi e tanta acidita' di stomaco... Un mio paziente muore per strada improvvisamente: era in macchina, riesce a fermarsi, scende e si accascia a terra. Ovviamente intervengono i mezzi di soccorso, 118, etc. e il cadavere viene trasferito presso la camera mortuaria dell'ospedale. Io vengo a conoscenza del fatto perche' i famigliari mi contattano perche' vada a vedere la moglie comprensibilmente provata. Questo succede di giovedi mattina. Il sabato mattina vengo contattata dall'impresa di pompe funebri al mio numero di casa piu' volte (fatto che accade a noi che lavoriamo in piccole cittadine dove tutti ci conoscono e sanno dove trovarci) e mi viene richiesta la compilazione dell'istat. Io mi rifiuto fermamente di farlo ma ahime' la cosa non finisce li'. Il lunedi' alla ripresa del lavoro vengo letteralmente inseguita e braccata dai parenti ai quali e' stato detto che senza il mio certificato il padre non puo' essere seppellito! Non sto a descrivervi che giornata convulsa e caotica ho avuto finita poi con la compilazione da parte mia de''istat, fatta obtorto collo, ma fatta. In realta' nessuno ne' colleghi di MMG ne' medici legali ne' le organizzazioni sindacali sono state in grado quel mattino di suggerirmi una condotta corretta e che mi tutelasse anche da un punto di vista medico-legale. Io ho vissuto malissimo questa storia perche' mi sono sentita tirata per la giacca a sanare una situazione che si era incasinata non certo per colpa mia. Ho cercato di riassumere la storia ma sono pronta a darvi ulteriori dettagli se qualcuno di voi ha vissuto una situazione analoga e mi racconta come ne e' uscito. Spero piu' dignitosamente di me! Marina Rovetto Castellamonte (TO) Scrive Marina Rovetto: > In realta' nessuno ne' colleghi di MMG ne' medici legali ne' le > organizzazioni sindacali sono state in grado quel mattino di > suggerirmi una condotta corretta e che mi tutelasse anche da un punto > di vista medico-legale. Credo che questa sia la cosa più grave di tutto il discorso, perchè è del tutto incomprensibile che nessuno fosse a conoscenza di ciò che prescrive il Regolamento di Polizia Mortuaria. Infatti il D.P.R. 10 settembre 1990, n. 285, al Capo I, Art. 1, comma 4, recita espressamente e senza possibilità di errore: "Nel caso di decesso senza assistenza medica la denuncia della presunta causa di morte è fatta dal medico necroscopo di cui all'art. 4.". Attenzione: non dice "può essere fatta", ma dice: "è fatta dal medico

2 necroscopo". Come vedi, Federico, gli esempi abbondano: il mondo è > sempre paese e la Legge è CONTINUAMENTE disattesa > dovunque, nonostante esistano Norme e Regolamenti. > E noi come ci difendiamo? Con i Sindacati? Possiamo difenderci solo con l'informazione e la conoscenza della Legge; i sindacati in questo caso non c'entrano nulla. E se vogliamo, possiamo difenderci in molti casi anche con il solo buon senso: come fai ad accondiscendere alla compilazione della denuncia della causa della morte per un cittadino che da due anni non è più tuo paziente, che non sai di cosa è morto e che, per di più, ha un altro medico curante nel luogo in cui è andato ad abitare? Giovanni Guastella ha scritto: > "Circolare esplicativa del Ministero della Sanità 24/06/1993 n. 24 > Regolamento di polizia mortuaria, approvato con DPR n. 285/90: 2.3. > L'art. 1/4 prevede che in caso di decesso senza assistenza medica la > denuncia della causa di morte è fatta dal medico necroscopo. > L'assistenza medica è da intendersi come conoscenza da parte del > medico curante del decorso della malattia, indipendentemente dal > fatto che il medico abbia o meno presenziato al decesso. Il medico > curante deve compilare, ai sensi dell'art. 1, comma 1, unicamente > la scheda ISTAT". Beh, allora se è così alla luce della circolare esplicativa, il medico necrescopo redige il certificato di morte ed il medico curante compila il modulo ISTAT. Oppure ho capito male? Giancarmine Russo Segretario generale della SIT - Roma Scrive Giuseppe Napolione: > Quella Persona, caro Federico, NON aveva PIU' un > medico curante! Ecco a che cosa si è attaccato il > Servizio 1 del distretto di competenza! Se non aveva medico curante, significa che neanche tu lo eri; o sbaglio?

3 Ed il fatto che tu, due anni prima, lo fossi, non significa nulla, in quanto il Regolamento di Polizia Mortuaria (RPM) parla chiaro: la compilazione della denuncia ISTAT spetta al medico necroscopo, non solo perchè lo dice l'art. 4, ma anche perchè il paziente NON aveva medico curante. > Rimane il fatto che chi avrebbe dovuto AIUTARMI - e > questo lo ribadisco, perchè in quella situazione mi > sono trovato SOLO e senza vie d'uscita - ha fatto > altro esattamente il CONTRARIO, dimostrando - come MMG > e sindacalista una GRANDE CRASSA IGNORANZA. Sulla crassa ignoranza (intesa come mancata conoscenza delle norme e non in senso dispregiativo, ovviamente) siete in due e vi fate buona compagnia; non capisco però che c'entri il fatto che lui sia sindacalista relativamente ad una materia che con il sindacato non ha nulla a che vedere... E non lo dico per il fatto che sia un FIMMG, perchè il buon senso non cambia a seconda del sindacato di appartenenza; se fosse stato SIMI o SNAMI, avrei scritto le stesse cose. > La tue gratuite "paternali" (alle quali mi pare tu sia > facilmente avvezzo) sono TOTALMENTE FUORI LUOGO. Capisco che tu sia particolarmente sensibile alle critiche, anche quando sono del tutto lecite e ben motivate, ma sinceramente non capisco in che cosa consista la mia "gratuita paternale". Semplicemente mi chiedevo quale potesse essere la motivazione reale che ti aveva spinto a compilare la denuncia in quelle condizioni: la paura di una denuncia da parte della moglie? Oppure da parte dell'asl? E sulla base di quale normativa, dato che il RPM dice cose diverse? La ripicca nei confronti di un sindacalista ignorante della Legge, che in questo caso era tenuto a conoscere esattamente quanto te (e non più di te)? Farti una domanda ("come fai ad accondiscendere alla compilazione..."), seguita da un punto interrogativo, non significa farti la paternale, ma solo capire il perchè di un certo comportamento. Questo può servire a me, come ad altri, per non commettere gli stessi errori in casi consimili. Comportamento tra l'altro del tutto incomprensibile, perchè non si tratta di un tuo paziente, ma di uno che lo è stato due anni prima e che ora abita addirittura da un'altra parte; e soprattutto incomprensibile dato che la chiave di volta del tuo messaggio sembra ruotare attorno, non tanto alla tua disconoscenza di una normativa che non è possibile ignorare, quanto alla figura di un sindacalista che, secondo te, anche su questo argomento sarebbe venuto meno a presunti suoi "compiti istituzionali". Ma vista l'irascibilità, puoi anche non rispondermi, ci mancherebbe altro... Scrive Enzo Brizio: > Scusate, ma credo che si continui anche in questa sede a perpetrare

4 > un errore causato da bias di interpretazione: la collega che ha > iniziato il thread ha parlato di scheda ISTAT, sostenendo che non > toccava a lei compilarla. > E in questo e' palesemente in errore: il necroscopo ha compito di > certificare la morte e la causa di morte, ma la compilazione ISTAT > (che e' solamente per fini statistici) spetta comunque a noi, e non > possiamo invocare aitui esterni per non farlo. > Almeno, io sono sempre stato convinto in questo senso. > Sbaglio? E Giancarmine Russo: > Beh, allora se è così alla luce della circolare esplicativa, il medico > necrescopo redige il certificato di morte ed il medico curante compila > il modulo ISTAT. > Oppure ho capito male? Cari colleghi stiamo bene attenti a non commettere tutti il solito italico errore di interpretare una Legge ribaltandone le disposizioni sulla base di una Circolare esplicativa... Il RPM è chiarissimo: "Nel caso di decesso senza assistenza medica la denuncia della presunta causa di morte è fatta dal medico necroscopo". Credo che questa frase NON possa dare adito a dubbi; l'unico dubbio, semmai, è sul significato da dare ai termini: "assistenza medica". La Circolare esplicativa cerca di colmare la lacuna, spiegando che "L'assistenza medica è da intendersi come conoscenza da parte del medico curante del decorso della malattia, indipendentemente dal fatto che il medico abbia o meno presenziato al decesso". Ovviamente, come spesso avviene nel nostro Paese, le spiegazioni che vengono date rischiano di complicare ancora di più il problema, dato che un'interpretazione estensiva, non della Legge, ma della... spiegazione della Legge, potrebbe portare alla conclusione che l'istat, a questo punto, è SEMPRE ed INEQUIVOCABILMENTE compito del medico curante e quindi, in altri termini, del medico di famiglia. Ciò non è ovviamente accettabile, e credo che su questo converrete tutti. Ed allora diversifichiamo con due esempi le due situazioni più comuni in questo senso, che nel 99% delle ASL italiane non danno adito ad alcun tipo di problema; parliamo ovviamente di situazioni che non possono destare alcun sospetto di morte violenta. 1) Paziente che muore improvvisamente nella propria abitazione. E' a questi casi che la Circolare esplicativa si riferisce; nonostante la morte senza assistenza medica (intesa in senso restrittivo di mancata presenza del medico nel momento del trapasso), l'istat deve essere compilato dal medico curante, che appunto curava le sue patologie, qualora presenti, e lo conosce meglio di chiunque altro, anche se non ha assistito all'evento morte. Potrebbe anche succedere che intervenga il 118 per cercare di rianimare il paziente nei minuti precedenti il decesso e che il paziente deceda proprio durante il trattamento; è evidente che in questo caso il "medico curante" non è il medico di famiglia, ma il medico del 118, ed a lui spetterebbe la compilazione della denuncia ISTAT, dato che ha assistito al decesso e

5 nessuno più di lui è in grado di certificare la causa della morte (Questo, ovviamente, nell'immaginario collettivo...). Ma anche in questo caso l'istat lo può compilare il medico di famiglia, oltrechè per la conoscenza delle patologie del paziente, magari anche sulla base del referto rilasciato dal ) Paziente che muore improvvisamente FUORI dalla propria abitazione (per strada, in campagna, presso altre abitazioni oppure in Ospedale) e che poi viene trasportato all'obitorio. In tutti questi casi il medico di famiglia NON deve compilare la denuncia ISTAT, ma lo dovrebbe fare: nei primi casi (per strada, in campagna, decesso improvviso presso altre abitazioni) il medico necroscopo, nell'ultimo caso (Ospedale o Casa di Cura) il medico di reparto. Se passasse l'errato concetto interpretativo che alcuni vogliono dare alla Circolare esplicativa (la quale, ripeto, non dice affatto questo), in TUTTI i casi di cui sopra la denuncia ISTAT dovrebbe SEMPRE compilarla il medico di famiglia (quasi ogni paziente ha per medico curante un medico di famiglia...), e questo è del tutto errato. Vedo che anche tra i colleghi del gruppo vi sono opinioni contrastanti per quanto riguarda la compilazione della scheda ISTAT. E' indubbiamente vero che e' obbligo nostro la compilazione dell'istat come dice il Collega Guastella, ed e' probabilmente vero che, come dice il Collega Brizio, non possiamo invocare aiuti esterni per non farlo (ma in piu' di 20 anni di professione credo di non averlo mai fatto anzi... spesso l'ho compilata anche in situazioni non perfettamente dovute per evitare inutili sofferenze ai famigliari). Ma questo vale per ogni situazione? Vale per un paziente morto per strada e sul quale si presume siano intervenuti piu' medici? Vale per un paziente che io so che e' morto solo per sentito dire? E soprattutto, visto che la legge richiede la compilazione della stessa entro le 24 ore dal decesso, se era compito mio compilarla perche' nessuno mi ha contattata nelle 48 ore intercorse dal giovedi al sabato? Il sabato e' per noi MMG giornata di non reperibilita'. E se io fossi stata in montagna? Io ho letto e cercato di capire le regole di Polizia Mortuaria e temo di aver capito che le regole sono purtroppo vecchie, ambigue e lacunose. E' vero che il medico necroscopo puo' compilare l'istat a sua discrezione e per noi e' un obbligo, ma la legge non andrebbe supportata con il buon senso e anche con la pietas nei confronti dei famigliari in questo caso? Ma in realta' quello che piu' mi ha amareggiata e' stata la totale solitudine in cui ho dovuto gestire la situazione: mentre il medico legale di turno era spalleggiato e coperto da tutta la Medicina Legale dell'asl, io ero da sola a sostenere le mie ragioni. Questo purtroppo a noi succede spesso ed e' ovvio che e' piu' facile mollare a persone come noi il cerino acceso...

6 Marina Rovetto MMG - Castellamonte (TO) Scrive Giuseppe Napolione: > Tu credi, agendo così, di comportarti correttamente? > Non direi. Richiedere il riscontro diagnostico in > questi casi è un obbligo! Caro Giuseppe, un conto sono gli obblighi, un'altro le potestà. Il medico, nel certificare le cause del decesso, non ha l'obbligo di richiedere il riscontro diagnostico per accertare le cause della morte, qualora avesse dei dubbi, ma lo può fare se lo ritiene opportuno; se non riesce cioè, in nessun altro modo, a stabilire con criteri di verosimiglianza, od almeno di probabilità, la causa iniziale (e non finale) del decesso. Cerchiamo di rimanere aderenti alla realtà e non dimentichiamo che la denuncia ISTAT, e quindi l'eventuale riscontro diagnostico, è importante SOLO ai fini statistici; al contrario dell'autopsia giudiziaria, che invece deve sempre stabilire la causa del decesso, perchè da essa può scaturire per qualcuno una condanna penale, fin anche all'ergastolo... Inoltre sul modulo dell'istat è obbligatorio compilare SOLO la causa iniziale, non difficile da identificare nella maggior parte dei casi; le altre possono anche essere omesse, suscitando spesso grande sconcerto tra i funzionari delle Pompe Funebri. Non credo pertanto che si possa generalizzare: ognuno conosce i propri pazienti ed è libero di comportarsi come meglio crede; non richiedere riscontri diagnostici per una mera necessità statistica in pazienti deceduti anche improvvisamente, ma sempre presso la propria abitazione, non significa calpestare la dottrina medico-legale, ma solo ed esclusivamente coniugarla al buon senso. Scrive Giuseppe Ressa: > Innanzitutto grazie per le risposte gia' evase, come ultima cosa ti > chiedo, nel clima di fatti delittuosi ed efferati che riempiono le > cronache di questi tempi, ti e' mai venuto il sospetto che qualche > paziente, magari sanissimo, morto improvvisamente, possa essere stato > "facilitato" nel trapasso? No, mai. > Mettiamo che gli fosse sfuggita la mano nei dosaggi e che, magari, si > sapesse in giro della tresca e di strani malesseri del cornuto, e' > giusto che un medico avvalli di fatto un omicidio?

7 Un medico avvalla un omicidio solo ed esclusivamente quando ne è a conoscenza oppure se lo sospetta, ma nonostante tutto non informa l'autorità giudiziaria dei suoi dubbi. In tutti gli altri casi il verbo da usare è un altro. > E se, mettiamo, scoppia lo scandalo e si riscontra l'avvelenamento, > come va a finire? Che il medico dovrà dimostrare la sua buona fede in Procura come persona informata sui fatti oppure in Tribunale, se accusato di favoreggiamento e/o di complicità in omicidio :-) Scrive : > Che il medico dovrà dimostrare la sua buona fede in Procura come > persona informata sui fatti oppure in Tribunale, se accusato di > favoreggiamento e/o di complicità in omicidio :-) Caro Federico, complimenti per come hai centrato l'argomento in tutti i molteplici aspetti. Sulla possibilità di un "omicidio occulto" aggiungerei che in Procura o, se rinviato a Giudizio, in Tribunale, il medico che ha compilato l'istat si troverebbe sicuramente in buona compagnia del necroscopo; questi infatti è l'ultimo in ordine cronologico ad aver visto la salma e ne risponderanno con l'aggravante del fatto commesso da pubblico ufficiale. Sappiamo inoltre che per qualche imprenditore il "defunto" è un business. E purtroppo la fretta di seppellire può riflettersi sul curante che, stritolato tra l'impresa e l'empatia per i congiunti del suo ex assistito, si fa convincere a compilare l'istat. Rimane sottointeso che il curante lo può fare se si sente in grado perchè possessore di dati clinici e/o anamnestici che gli consentano di compilare, secondo la propria convinzione, le cause di morte. Ma nel rispetto del codice deontologico (art. 4 relativo all'indipendenza ed alla libertà del medico) nessuno, ripeto nessuno, lo può forzare se non ne è convinto. Quindi l'attenzione dei colleghi curanti deve essere quella di non cadere nella trappola di qualche impresa funebre troppo efficiente. Attualmente nella mia realtà sta succedendo questo: qualora il deceduto senza assistenza medica ed in assenza di circostanze delittuose viene trovato (da solo) in casa o per strada, è trasportato presso l'obitorio a disposizione dell'autorità Giudiziaria (A.G.). Qui si possono verificare diverse situazioni: a) il curante è in grado di compilare l'istat (es. neoplastico

8 terminale, plurinfartuato, diabetico, etc.) e viene contattato per la redazione della scheda attraverso i familiari, i quali la producono in tempi utili e, previo nulla osta dell'a.g., nostro esame esterno e redazione del certificato necroscopico, la salma viene avviata al seppellimento; b) il curante ritiene di non poter fornire una valida causa di morte ovvero richiede il riscontro diagnostico; sempre previo nulla osta dell'a.g. si procede all'autopsia, al termine della quale viene inviato allo Stato Civile l'istat completato. Il paradosso è che nel caso b), nella maggioranza dei decessi di persone anziane la cui salma viene sottoposta a riscontro, troviamo una o più cause di morte che potrebbero coincidere tranquillamente con una buona sintesi fatta dal curante in sede di compilazione ISTAT. Altra bella discussione si potrebbe intraprendere sul decesso presso l'abitazione in presenza di colleghi del 118. Ma qui apriremmo un grosso capitolo... Corrado La Cavera Genova Scrive Antonella Toselli: > Cosa succede Dottor Corrado? Cosa utopicamente vorrei che succedesse, semmai. Ma visto che mi è stato chiesto, rispondo con una mia convinzione. Restringendo il campo a quei casi di intervento sul paziente che decede "a vista" durante l'intervento del medico del 118 e con i parenti presenti, potrebbe essere utile che anche a questa figura venisse attribuita la possibilità della compilazione ISTAT. Ritengo, e ripeto è una convinzione personale, che forse nascosta tra le righe del R.P.M. richiamante all'art. 1 il regio decreto 27 luglio 1934 art. 103 sub a)che parla di "esercente la professione di medico chirurgo", si possa intravvedere la possibilità di compilazione delle 3 cause da parte del medico del 118. La figura in questione è infatti un collega ben preparato alla diagnosi che acquisendo elementi anamnestici ed obiettivi nell'immediatezza del fatto, potrebbe essere in grado di redarre l'istat. Ma purtroppo non sono un giurista (e quindi l'interpretazione è personale) e nei protocolli d'intesa del 118 della mia zona e la Asl di riferimento non è previsto né prevedibile. Corrado La Cavera Genova

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona?

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Nel Western Australia, la legge permette di redigere una dichiarazione anticipata di trattamento per stabilire quali cure si vogliono

Dettagli

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi AR IO NE PARLO DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi Ti aiuta a tenere sotto controllo la tua artrite reumatoide e a trarre il massimo beneficio dalla terapia Visita www.arioneparlo.it

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi:

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: Sono certo che Carlo è in ufficio perché mi ha appena telefonato. So che Maria ha superato brillantemente l esame. L ho appena incontrata nel

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico")

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - testamento biologico) SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico") effettuato tra i chirurghi italiani delle varie branche e delle diverse specialità per conto del Collegio Italiano

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Dipartimento di Elettrotecnica, Elettronica, Informatica Università di Trieste

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale»

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» La proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso

Dettagli

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria -

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - ART. 1 - Oggetto: Il presente Regolamento disciplina i casi e

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

La sua cartella sanitaria

La sua cartella sanitaria La sua cartella sanitaria i suoi diritti All ospedale, lei decide come desidera essere informato sulla sua malattia e sulla sua cura e chi, oltre a lei, può anche essere informato Diritto di accesso ai

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Vivere accanto a una persona con problemi di dipendenze:

Vivere accanto a una persona con problemi di dipendenze: Vivere accanto a una persona con problemi di dipendenze: che fare? Alcol, droghe illegali, medicinali, gioco d azzardo Una persona a voi cara soffre di dipendenze. Vi sentite sopraffatti? Impotenti? Avete

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA.

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. Avere il sospetto o essere a conoscenza che una donna che conosciamo è vittima di violenza da parte del compagno/marito/amante/fidanzato (violenza intrafamiliare)

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

[Pagina 1] [Pagina 2]

[Pagina 1] [Pagina 2] [Pagina 1] Gradisca. 2.10.44 Rina amatissima, non so se ti rivedrò prima di morire - in perfetta salute - ; lo desidererei molto; l'andarmene di là con la tua visione negli occhi sarebbe per me un grande

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

TEST D INGRESSO DI ITALIANO. Cognome...Nome...Classe IV...

TEST D INGRESSO DI ITALIANO. Cognome...Nome...Classe IV... TEST D INGRESSO DI ITALIANO Cognome...Nome...Classe IV... PUNTEGGIO FINALE.../50 VOTO ORTOGRAFIA Scegli l'alternativa corretta tra quelle proposte, barrando la lettera corrispondente. (1 punto in meno

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

Prof. Francesco D. Capizzi - www.chirgastrolaparomaggiore.it

Prof. Francesco D. Capizzi - www.chirgastrolaparomaggiore.it FRANCESCO DOMENICO CAPIZZI IL MALATO HA SEMPRE RAGIONE? Informazione e consenso informato: la comunicazione medico-malato IL MALATO HA SEMPRE RAGIONE? Informazione e consenso informato: la comunicazione

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

Tu sol pensando o ideal, sei vero

Tu sol pensando o ideal, sei vero Tu sol pensando o ideal, sei vero Nella semplicità del mio cuore lietamente Ti ho dato tutto di Enzo Piccinini La notte del 26 maggio è morto Enzo Piccinini, chirurgo e responsabile di Comunione e Liberazione,

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione

Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione 1 PREMESSA...3 PRIMA PARTE...4 1. Il Curriculum Vitae...4 Modello...5 Fac simile 1...6 2. Il Curriculum Europass...7

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale A cura di: - Inail Direzione Regionale Lombardia - Regione Lombardia - Direzione Generale Sanità Documento realizzato nell ambito della

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Informazione, Consenso/dissenso e DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) nel nuovo C.D.M. del 18.05.14

Informazione, Consenso/dissenso e DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) nel nuovo C.D.M. del 18.05.14 Informazione, Consenso/dissenso e DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) nel nuovo C.D.M. del 18.05.14 Varenna - 27.09.2014 a cura dr. S. Fucci - giurista e bioeticista - sefucci@tiscali.it La relazione

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE AREA LAVORO E PREVIDENZA INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE (a cura di Ernesto Murolo) Indice QUANDO SI MANIFESTA UN INFORTUNIO SUL LAVORO...5 1. Se l infortunio ha prognosi fino a 3 giorni...5

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

La depressione può colpire chiunque. Fattori di rischio, autoesame e interlocutori in breve

La depressione può colpire chiunque. Fattori di rischio, autoesame e interlocutori in breve La depressione può colpire chiunque Fattori di rischio, autoesame e interlocutori in breve «Faccio fatica a prendere qualsiasi decisione, seppur minima. Addirittura facendo la spesa. Ho sempre paura di

Dettagli

Anche Tu puoi fare qualcosa! Come uscire dalla violenza: il servizio Casa delle donne

Anche Tu puoi fare qualcosa! Come uscire dalla violenza: il servizio Casa delle donne Anche Tu puoi fare qualcosa! Come uscire dalla violenza: il servizio Casa delle donne Impressum Novembre 2012 Editore Provincia autonoma di Bolzano Alto Adige Ripartizione Famiglia e politiche sociali

Dettagli

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI Adottata dal Consiglio d'europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 Preambolo Gli Stati membri del Consiglio d'europa e gli altri Stati, firmatari

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE GUIDA ALLA COMPILAZIONE 1. L istanza di riconoscimento dei CFP, deve essere presentata esclusivamente al CNI mediante una compilazione online di apposito modulo disponibile sulla piattaforma della formazione

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Gentili Pazienti, desideriamo fornirvi alcune informazioni utili per affrontare in modo

Dettagli

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato Il Codice

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

Regolamento per il registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.)

Regolamento per il registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.) Regolamento per il registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.) Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 29 del 09.06.2014 I 20099 Sesto San Giovanni (MI), Piazza della Resistenza,

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C.

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C. Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI T.A.C o meglio T.C. Gentili Pazienti in modo molto semplice vogliamo fornirvi alcune informazioni utili per

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

GLOSSARIO DI ALCUNI TERMINI USATI NELLA PUBBLICAZIONE

GLOSSARIO DI ALCUNI TERMINI USATI NELLA PUBBLICAZIONE GLOSSARIO DI ALCUNI TERMINI USATI NELLA PUBBLICAZIONE Altre forme giuridiche (A.F.) Tipologia che raccoglie tutte le imprese aventi forma giuridica diversa da quelle che rientrano nei seguenti raggruppamenti:

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli