Periodico del Codacons Ambiente, Consumatori e Utenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Periodico del Codacons Ambiente, Consumatori e Utenti"

Transcript

1 Periodico del Codacons Ambiente, Consumatori e Utenti Spedizione in abbonamento postale comma 20/c art.2 legge 662/96 Milano - Abbonamento, vaglia postale intestato a Codacons Nazionale Lombardia, Viale Abruzzi, Milano - Internet: Tessera abbonamento 50,00- n /14 agosto 2010 IN QUESTO NUMERO: Pag.2 VACANZE, ISTAT: PER IL CODACONS GLI AUMENTI PESERANNO PER 120 EURO A FAMIGLIA Pag.2 TANGENTI FUNERALI:VIDEO CHOC SU RACKET DEI MORTI IN OSPEDALE Pag.2 CINA: BEVONO LATTE IN POLVERE CONTAMINATO, LATTANTI IN CURA Pag.3 BENZINA: CONTRO LE SPECULAZIONI DI PETROLIERI E BENZINAI IL CODACONS RENDE NOTO PER LA PRIMA VOLTA L'ELENCO COMPLETO DEI DISTRIBUTORI INDIPENDENTI Pag.3 NUOVA BUFERA GIUDIZIARIA SU BERLUSCONI E IL MINISTRO DELL'AMBIENTE PRESTIGIACOMO Pag.4 INFLUENZA A: OMS, FASE POST- PANDEMICA; FAZIO ANNUNCIA CAMPAGNA D'OTTOBRE Pag.4 CAMPO OGM DISTRUTTO IN FRIULI VENEZIA GIULIA Pag.4 RACKET DEL "CARO ESTINTO': ROMA COME MILANO Pag.5 SUPERENALOTTO: GIOCATI OLTRE 1 MILIARDO DI EURO PER INSEGUIRE LA SESTINA VINCENTE Pag.5 IL CODACONS VIGILA ANCHE SULL'ESTATE DEI BAMBINI Pag.6 RIENTRO DALL'INDIA: IL CODACONS DENUNCIA ALLA PROCURA DI ROMA GLI ATTI DI CORRUZIONE E L'ALTISSIMO PREZZO DEI BIGLIETTI AEREI Pag.6 ROMA 2020: ASSESSORI PRONTI MA LA CITTÀ NO Pag. 6 IL BARILE DEL PETROLIO RIBASSA: IL CODACONS DIFFIDA PETROLIERI E MINISTERO DELL'ECONOMIA AFFINCHÈ ABBASSINO ANCHE IL PREZZO ALLA POMPA Pag : FINALMENTE UN NUMERO PUBBLICO CHE FUNZIONA! Pag. 7 P. A. : I DIPENDENTI MINISTERIALI BISTRATTATI DA BRUNETTA CHIEDONO ALLO STATO 10 MILIONI DI EURO DI ARRETRATI!!

2 ECONOMIA E FINANZA 08/08/2010 VACANZE, ISTAT: PER IL CODACONS GLI AUMENTI PESERANNO PER 120 EURO A FAMIGLIA A SETTEMBRE SI PREVEDE NUOVO CALO DEI CONSUMI PER EFFETTO DEL CARO-VACANZA Gli aumenti dei prodotti legati alle vacanze e certificati dall'istat avranno ripercussioni peri a 120 euro a famiglia. Lo afferma il CODACONS commentando i dati dell'istituto di statistica. "I rincari nei trasporti, nelle strutture ricettive e nei servizi di vario tipo porteranno le famiglie ad un maggiore esborso stimabile in 120 euro - afferma il Presidente Carlo Rienzi - Ma il vero effetto del caro-vacanza si avrà a settembre, quando cioè la maggior parte dei cittadini sarà tornata dalle ferie. La maggiore spesa sostenuta per la villeggiatura, infatti, produrrà una contrazione ulteriore dei consumi, con ripercussioni negative per l'economia nazionale" - conclude Rienzi. SANITÀ / ARTICOLO 32 09/08/2010 TANGENTI FUNERALI:VIDEO CHOC SU RACKET DEI MORTI IN OSPEDALE CODACONS: TANGENTI DA 150 A 350 EURO I FUNERALI CON TANGENTI COSTANO IL 30% IN PIU' Un video choc, che mostra in azione infermieri e addetti delle pompe funebri negli ospedali mentre danno vita al cosiddetto racket del caro estinto, è stato realizzato dall'associazione Sos Racket e usura. Per il Codacons il racket del caro estinto è diffuso in tutta Italia. Già nel 2001 scoppiò uno scandalo a Torino, nel 2008 scoppiò prima a Bari e poi già a Milano, dove evidentemente nulla è cambiato. Successivamente era esploso a Caserta e Reggio Emilia. Per questo l'associazione di consumatori chiede di avviare indagini in tutti gli ospedali d'italia ed invita i parenti contattati a presentare denuncia alle forze dell'ordine. Troppo spesso infermieri, centralinisti o personale delle camere mortuarie di ospedali si affrettano a chiamare le loro pompe funebri amiche in cambio di una tangente che, secondo una stima del Codacons, varia, in media, da 150 a 350 euro, a seconda della città e del costo complessivo del funerale. Il Codacons avvisa i consumatori che questi funerali, con tangente incorporata, costano mediamente il 30 % in più rispetto al normale. Ecco perchè l'associazione invita i parenti dei defunti a non accettare mai l'offerta di agenzie funebri che si presentano come avvoltoi, senza essere state esplicitamente chiamate. Anche in queste situazioni drammatiche occorre avere il sangue freddo di dire un no deciso. Il Codacons ricorda, infine, che sul caro estinto non si sono ancora recepite le indicazioni dell'antitrust che nel maggio del 2007 aveva evidenziato gravi distorsioni del mercato e che auspicava una netta separazione tra le gestioni pubbliche delle camere mortuarie e dei cimiteri e le attività commerciali delle onoranze funebri. E' necessario vietare per legge che gli ospedali o i comuni, per garantirsi un'entrata, affidino a una società di onoranze funebri la cura delle camere mortuarie o la gestione dei cimiteri. ALIMENTAZIONE 09/08/2010 CINA: BEVONO LATTE IN POLVERE CONTAMINATO, LATTANTI IN CURA IL CODACONS CHIEDE DI INDICARE PROVENIENZA LATTE SULLE CONFEZIONI BASTA CON I FINTI PRODOTTI MADE IN ITALY Un nuovo scandalo di latte contaminato è scoppiato in Cina. Secondo quanto denunciato da alcuni genitori, una fabbrica avrebbe prodotto latte per neonati con estrogeni femminili, con la conseguenza di aver fatto crescere il seno a bambine di 4 e 15 mesi. Il Codacons ricorda che due anni fa, sempre in Cina, era scoppiato lo scandalo del latte in polvere alla melamina che portò alla morte di alcuni bambini. Per questo l'associazione di consumatori ritiene sia ormai giunta l'ora di rendere obbligatoria sulle confezioni la provenienza del latte. Non solo perchè non si può escludere che latte in polvere proveniente dalla Cina sia venduto in questo momento in Italia, ma anche perchè i continui scandali sul latte e sui suoi derivati, vedasi le mozzarelle blu, rendono ormai improrogabile indicare la provenienza della materia prima. E' un diritto del consumatore sapere da dove proviene quello che mangia, specie nel caso di prodotti finali che poi vengono pubblicizzati come "made in Italy'. Ma può un latte proveniente dall'estero essere indicato come italiano solo perchè viene confezionato e 2 CODACONS NEWS n.33 08/14 agosto 2010

3 lavorato in Italia? E una mozzarella è italiana se viene fatta con latte tedesco? TRASPORTI 09/08/2010 BENZINA: CONTRO LE SPECULAZIONI DI PETROLIERI E BENZINAI IL CODACONS RENDE NOTO PER LA PRIMA VOLTA L'ELENCO COMPLETO DEI DISTRIBUTORI INDIPENDENTI CON LE POMPE BIANCHE GLI AUTOMOBILISTI POSSONO RISPARMIARE DA 5 A 15 EURO OGNI PIENO Nel pieno dell'esodo vacanze il Codacons ha deciso di fornire, in esclusiva, l'elenco completo dei distributori indipendenti presenti sul territorio nazionale. "Siamo schifati dal ritorno costante delle speculazioni sulla benzina proprio quando gli italiani si mettono in viaggio per godersi le meritate vacanze', ha dichiarato il Presidente Carlo Rienzi. E ha aggiunto: "Invitiamo tutti gli automobilisti a boicottare le sette sorelle del petrolio e utilizzare le pompe bianche'. Di seguito il link, del sito dell'associazione (www.codacons.it), con la griglia dei distributori indipendenti di ogni regione: utoriindipendenti.htm AMBIENTE 09/08/2010 NUOVA BUFERA GIUDIZIARIA SU BERLUSCONI E IL MINISTRO DELL'AMBIENTE PRESTIGIACOMO ALLA FACCIA DEL RISPARMIO E DELLA LOTTA AGLI SPRECHI: AL MINISTERO DELL'AMBIENTE I DIRIGENTI STANNO SENZA LAVORARE E COSTANO ALL'ERARIO SETTECENTOMILA EURO L'ANNO LE NOMINE DEI DIRIGENTI DEL MINAMBIENTE GIA' BOCCIATE DALLA CORTE DEI CONTI SUL TAVOLO DELLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI ROMA PER VERIFICARE L'EVENTUALE REATO DI ABUSO AGGRAVATO DI ATTI DI UFFICIO Un nuovo scandalo sugli sprechi della pubblica amministrazione è oggi sul tavolo del Procuratore capo della Repubblica di Roma e del Procuratore Generale della Corte dei Conti. Sotto accusa da parte della associazione ambientalista CODACONS le nomine dei massimi dirigenti presso quel dicastero effettuate in violazione della legge e delle procedure. Le nomine già ricusate dalla Corte dei Conti hanno comportato che dirigente con incarichi di Segretario Generale della Presidenza del Consiglio sia diventato anche massimo dirigente del Ministero facendo "fuori' tutti i dirigenti di carriera in servizio messi in buona parte a grattarsi la pancia senza lavoro. Si legge nell'esposto presentato oggi dal CODACONS: "In data , la Presidenza del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, ha emanato un decreto concernente l'incarico ad interim di Direttore della Direzione per la tutela del territorio e delle risorse idriche al dott. M.d.G. Il conferimento dell'incarico ad interim al Dott. D. G. è stato motivato dall'amministrazione dalla necessità di assicurare, nell'immediato, la continuità dell'azione amministrativa nelle more dell'attribuzione della titolarità della citata Direzione generale ad un soggetto estraneo all'amministrazione dello Stato. Tale conferimento, tuttavia, appare del tutto illegittimo sia perchè, inspiegabilmente, non è stato preceduto dallo svolgimento della specifica procedura di pubblicità di cui al Decreto Ministeriale 21 ottobre 2009, GAB/DEC/115/2009 (Definizione dei criteri di conferimento degli incarichi dirigenziali), sia perchè il Dott. M. D. G., Consigliere del ruolo dirigenziale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, già ricopre presso lo stesso dicastero l'incarico di Segretario Generale (decreto di nomina - d.p.r. 31/12/2009), di fatto inconciliabile con quello di direttore generale, anche se ad interim.' ' il Legislatore ha imposto che tutti gli incarichi di funzione dirigenziale nelle amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, debbono essere conferiti secondo le disposizioni dell'art. 19 del D. Lgs. n. 165/2001'. Nell'esposto, dopo avere descritto le illegalità delle altre nomine dirigenziali adottate dal Presidente del Consiglio su proposta del Ministero dell'ambiente si legge: "Si consideri, a tal proposito, che i quattro Direttori Generali in carica che dal mese di gennaio 2010 non possono, loro malgrado, esplicare le loro funzioni comportano per lo Stato una spesa complessiva annua per stipendi percepiti pari ad euro ,30, come è facile evincere dalle Tabelle "Retribuzione del personale dirigenziale' pubblicate sul sito internet dello stesso Ministero!'. CODACONS NEWS n.33 08/14 agosto

4 Le nomine sono state duramente contestate dalla Corte dei Conti con due decisioni che hanno ricusato il visto alle nomine stesse. e andrebbero usati soprattutto per le categorie a rischio, visto che il virus sarà in circolazione ancora per diversi anni. Peccato che i vaccini fabbricati in Italia scadessero a luglio Ora il CODACONS che lamenta il blocco di tutta l'attività di controllo del mare, dell'aria e in generale dell'ambiente proprio nel periodo estivo in cui maggiori sono i problemi legati a discariche abusive a inquinamento del mare e dei fiumi, chiede che si apra una azione per danno all'erario e che la Procura di Roma accerti eventuali ipotesi di reato specie a mente dell'abuso di atti di ufficio e chiede anche il sequestro di tutti gli atti di nomina dichiarati illegali dalla Corte dei Conti. L'esposto integrale e le due delibere della Corte dei Conti sono pubblicati, in adempimento del diritto di cronaca, sul blog ECONOMIA E FINANZA 10/08/2010 INFLUENZA A: OMS, FASE POST- PANDEMICA; FAZIO ANNUNCIA CAMPAGNA D'OTTOBRE CODACONS: OMS SI E' SVEGLIATA MA IN RITARDO BASTA CON I REGALI ALLE CASE FARMACEUTICHE: PRONTE LE DENUNCE PER PROCURATO ALLARME OGM - ORGANISMI GENETICAMENTE MODIFICATI 10/08/2010 CAMPO OGM DISTRUTTO IN FRIULI VENEZIA GIULIA IL CODACONS: È STATA RISTABILITA LA LEGALITÀ Il Codacons denuncia il coltivatore di mais transgenico Giorgio Fedinato (presidente dell'associazione Agricoltori Federati) che nonostante il divieto di legge ha coltivato ogm nel suo campo di Vivaro, in provincia di Pordenone. "Abbiamo preparato un articolato esposto sulla vicenda - ha commentato il Presidente, l'avv. Carlo Rienzi - che presenteremo alla Procura di Pordenone, dove la task-force contro ogm, di cui facciamo parte è impegnata anche in una raccolta di firme.' E sulla distruzione del campo ogm il Presidente Rienzi ha dichiarato: "quel campo rappresentava una pesante illegalità, pertanto chi l'ha distrutto ha solamente ristabilito la legalità e quindi non è punibile'. Dopo aver allarmato inutilmente mezzo mondo rispetto ad un'influenza che sembrava dover fare una strage di esseri umani, ecco che, con SANITÀ / ARTICOLO 32 gran ritardo, finalmente l'oms si è accorta che l'influenza H1N1 è finita. Così l'allerta passa 10/08/2010 direttamente dal livello 6, il più alto, a post pandemic. Nel frattempo il solerte ministro alla Salute RACKET DEL "CARO ESTINTO': ROMA Ferruccio Fazio ha già emanato al circolare per la profilassi d'autunno contro l'influenza COME MILANO stagionale, annunciando che la campagna IL CODACONS CHIEDE ALLA REGIONE partirà ad ottobre. MAGGIORI CONTROLLI NELLE Il Codacons, che sullo spreco di soldi pubblici e STRUTTURE SANITARIE E PUNIZIONI privati per l'influenza dello scorso anno ha fatto ESEMPLARI un esposto alla Corte dei Conti ed ha iniziato una class action, annuncia fin d'ora di essere In tutte le strutture sanitarie del Lazio, dalla pronto a denunciare per procurato allarme clinica privata più prestigiosa all'ultimo degli chiunque, medici, politici o presunti esperti, pur ospedali pubblici, il necroforo arriva puntuale di fare un lauto regalo alle case farmaceutiche, alla morte di ogni paziente, grazie alla soffiata annunci disastri, pandemie e similari. di qualche dipendente, e approfittando dello L'associazione di consumatori ricorda che lo sconforto dei parenti del defunto propone scorso anno, a fine novembre il picco funerali che possono arrivare a costare anche influenzale era già stato raggiunto non solo in euro. "È evidente a tutti ormai - ha Italia, ma addirittura in Europa. Milioni le dosi dichiarato il Presidente Codacons, l'avv. Carlo di vaccino distribuite e poi non utilizzate, con Rienzi - che le cliniche e gli ospedali di Roma e spreco di soldi non indifferente. del Lazio hanno accordi sotto banco con le Secondo il direttore generale dell'oms Margaret agenzie di pompe funebri. E nei rari casi in cui Chan i vaccini stoccati sarebbero ancora validi, 4 CODACONS NEWS n.33 08/14 agosto 2010

5 non è così - ha aggiunto - sono direttamente infermieri, capisala e altri dipendenti a prendere accordi con le imprese. Io stesso - ha concluso - ho dovuto far recuperare poche settimane fa ben 7000 euro estorte, in una delle più prestigiose cliniche della Capitale, per un funerale pagato ma che ne valeva al massimo 6000.' Il Codacons pertanto chiede alla regione di inviare ispettori in ogni struttura sanitaria e di revocare l'autorizzazione a tutte quelle che tollerano questa speculazione sul dolore dei parenti dei defunti. SANITÀ / ARTICOLO 32 10/08/2010 SUPERENALOTTO: GIOCATI OLTRE 1 MILIARDO DI EURO PER INSEGUIRE LA SESTINA VINCENTE IL CODACONS: SE OGGI NESSUNO SI AGGIUDICHERà IL JACKPOT I MONOPOLI DI STATO E IL MINISTERO DELL'ECONOMIA DOVRANNO INTERVENIRE PER BLOCCARLO TRE MILIONI DI ITALIANI SOFFRONO DI DIPENDANZA DA GIOCO E LA TENDENZA È IN CRESCITA A CAUSA DEI PREMI MILIONARI DELLE LOTTERIE situazione, qualora il Ministero dell' Economia non dovesse intervenire denunceremo penalmente il Ministro Tremonti'. Il Codacons invita i cittadini che riscontrano problemi con il gioco a contattare il S.I.Pa.C al numero verde , oppure la sede di Roma, di cui è Responsabile la Dott.ssa Florinda Maione, al numero fisso 06/ VARIE 11/08/2010 IL CODACONS VIGILA ANCHE SULL'ESTATE DEI BAMBINI GRU GIOCATTOLO TRUCCATE: LA VINCITA DEL PREMIO NON DIPENDE DALL'ABILITà DEL GIOCATORE In questi mesi estivi, in cui genitori e nonni passano più tempo con i bambini, sono giunte al Codacons numerose segnalazioni riguardo un particolare modello di gru giocattolo, prodotta dalla J.T.P srl, e presente su tutto il territorio nazionale con la quale sarebbe particolarmente difficile vincere. Secondo le testimonianze, infatti, riuscire a prendere il premio oppure no non dipenderebbe dalla bravura del giocatore bensì dalla quantità di tentativi effettuati fino a quel momento e cioè dalla quantità di monete spese. Il Codacons diffida l'amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stati e il Ministero dell'economia, qualora neanche oggi venisse azzeccata la sestina vincente, affinchè venga messo un freno alla corsa milionaria del jackpot del Superenalotto che sta costando tanto caro agli italiani. Infatti dall'ultimo 6, lo scorso febbraio, sono state giocate schedine per oltre 1 miliardo di euro. "Se neanche oggi la Dea Bendeta assegnerà i 111 milioni di euro del jackpot ci aspettiamo che i Monopoli di Stato e il Ministro Tremonti intervengono per far confluire i nuovi introiti provenienti dalla vendita di schedine nei premi minori e bloccare così la folle corsa del jackpot', ha dichiarato il Presidente l'avv. Carlo Rienzi. Sono tre milioni gli italiani affetti dalla c.d. ludopatia, tendenza pericolosamente in crescita anche a causa dei montepremi ricchissimi di giochi e lotterie con pochissime possibilità di vincita. Nello specifico, per quanto riguarda il Superenalotto c'è una sola possibilità su seicentosessantadue milioni di fare sei. Il Presidente Rienzi ha proseguito: "riceviamo molte segnalazioni di giocatori che vivono in condizioni disperate e dei loro familiari che sono costretti anch'essi ad affrontare la dipendenza da gioco e l'unica soluzione sono i centri di ascolto come il S.I.I.Pa.C, la Società italiana intervento patologie compulsive.' Ed ha concluso: "vista la "Non è possibile che un bambino giochi, riesca e prendere la palla che tanto desidera e poi le braccia della gru si allarghino inspiegabilmente facendola ricadere insieme a tutte le altre', ha dichiarato il Presidente l'avv. Carlo Rienzi. Aggiungendo: "Abbiamo già denunciato la situazione ai Nas di Roma affinchè vengano effettuati controlli in tutt'italia disponendo il sequestro delle macchine se necessario, e anche ai Nas di Viterbo per una gru giocattolo sospetta installata alla Coop di Vetralla'. "Chiediamo ai Monopoli di Stato, che hanno concesso l'autorizzazione al gioco in questione, di intraprese ispezioni su tutti i giochi a moneta installati lungo la penisola che hanno ottenuto l'autorizzazione', ha concluso il Presidente Rienzi. Il Codacons inoltre sta preparando, al riguardo, un esposto da presentare alla Procura della Repubblica e invita genitori e nonni a segnalare tutti i giochi a pagamento sospetti al blog perchè una situazione del genere, che cavalca l'onda emotiva degli affetti verso i bambini per ottenere un ingiusto profitto, è particolarmente odiosa. CODACONS NEWS n.33 08/14 agosto

6 6 VIAGGI E TURISMO 11/08/2010 RIENTRO DALL'INDIA: IL CODACONS DENUNCIA ALLA PROCURA DI ROMA GLI ATTI DI CORRUZIONE E L'ALTISSIMO PREZZO DEI BIGLIETTI AEREI CHIESTA ALL'ENAC LA SOSPENSIONE DELLE AUTORIZZAZIONI ALLE COMPAGNIE RESPONSABILI L'alluvione che ha colpito nei giorni scorso il Kashmir, regione dell'india ricca di attrattive turistiche, non sembra fermarsi, perciò le decine di turisti italiani presenti sul territorio stanno cercando di tornare a casa il prima possibile. Da inchieste giornalistiche, come quella del Corriere della Sera, e da diverse decine di segnalazioni giunte al Codacons si è appreso che all'aeroporto Kushok Bakula Rimpoche di Leh, preso d'assalto dai turisti, le Compagnie Aeree, oltre da applicare tariffe esorbitanti, si lascerebbero corrompere per agevolare la partenza. "È indegno si speculi sulla paura dei turisti bloccati in India e sulla morte delle vittime dell'alluvione chiedendo mazzette e raddoppiando il costo dei biglietti', ha dichiarato il Presidente, l'avv. Carlo Rienzi. Che ha aggiunto: "abbiamo denunciato questi atti di vigliaccheria alla Procura della Repubblica di Roma e sollecitato l'enac perchè sospenda l'autorizzazione alle compagnie colpevoli'. VARIE 11/08/2010 ROMA 2020: ASSESSORI PRONTI MA LA CITTÀ NO IL CODACONS SI OPPORRà ALLA CANDIDATURA DI ROMA AI GIOCHI OLIMPICI FINCHÈ NON SARANNO RISOLTI I PRINCIPALI PROBLEMI DELLA CAPITALE E INTANTO PARTE IL RICORSO AL TAR DEL LAZIO CONTRO LE OLIMPIADI A ROMA Il Codacons ha presentato un ricorso al Tar Lazio contro la candidatura di Roma ai Giochi Olimpici del 2020, e ribadisce alla luce delle dichiarazioni dell'assessore ai lavori pubblici, Fabrizio Ghera, durante l'inaugurazione di uno dei 186 cantieri previsti dal Campidoglio per la manutenzione stradale della Capitale, la sua contrarietà all'iniziativa fino a quando non saranno risolti almeno i principali problemi in CODACONS NEWS n.33 08/14 agosto 2010 tema di viabilità, raccolta rifiuti e disservizi per i cittadini. Il Presidente, l'avv. Carlo Rienzi, ha risposto all'assessore Ghera: "l'amministrazione comunale farebbe bene a farsi carico prima dei problemi dei romani e poi semmai pianificare eventi internazionali prestigiosi come le Olimpiadi', e ha aggiunto: "se gli assessori sono pronti alle Olimpiadi le associazioni in difesa dei consumatori sono altrettanto pronte ad opporsi finchè sarà necessario'. ECONOMIA E FINANZA 11/08/2010 IL BARILE DEL PETROLIO RIBASSA: IL CODACONS DIFFIDA PETROLIERI E MINISTERO DELL'ECONOMIA AFFINCHÈ ABBASSINO ANCHE IL PREZZO ALLA POMPA CODACONS: SE ENTRO 24 ORE NON SCENDERANNO ANCHE I PREZZI NEI DISTRIBUTORI DENUNCEREMO I PETROLIERI E IL MINISTERO DELL'ECONOMIA PER ASSOCIAZIONE A DELINQUERE FINALIZZATA ALL'AGGIOTAGGIO Non si ferma la corsa al rialzo del prezzo dei carburanti nonostante quello del greggio diminuisca. È di oggi, infatti, la notizia che il prezzo del barile è sceso sotto gli ottanta dollari, mentre benzina e gasolio non si muovono dalla soglia rispettivamente di 1,401 euro e di 1,252 al litro. "Sono i petrolieri a determinare il costo dei carburanti - ha dichiarato il Presidente Codacons, l'avv. Carlo Rienzi - ma il mancato ribasso del prezzo alla pompa è sfruttato per il 60% dal Ministero dell'economia e delle Finanze, perciò sarà inevitabile - ha concluso - rivolgerci alla magistratura affinchè verifichi come sia possibile il persistere delle due velocità e apra un'indagine penale per associazione a delinquere finalizzata all'aggiotaggio'. SANITÀ / ARTICOLO 32 12/08/ : FINALMENTE UN NUMERO PUBBLICO CHE FUNZIONA! IL CODACONS HA MONITORATO IL NUMERO UTILE DEL MINISTERO DELLA SALUTE FIN DALLA SUA ATTIVAZIONE

7 CODACONS: NON SAREBBE OPPORTUNO FORNIRE AI CITTADINI OLTRE AI NUMERI D'EMERGENZA ANCHE QUELLI DELLE PRINCIPALI ASSOCIAZIONI IN DIFESA DEI CONSUMATORI? Il Codacons ha monitorato, fin dalla sua inaugurazione il 16 luglio scorso, il numero di pubblica utilità 1500 istituito dal Ministero della Salute nell'ambito dell'iniziativa "Estate sicura 2010, vincere il caldo', accertandone l'effettivo funzionamento. Il call center, infatti, attivo tutti i giorni (anche i festivi) dalle ore 8.00 alle 20.00, fornisce informazioni su come affrontare le ondate di calore dando i consigli più opportuni ai cittadini, soprattutto anziani, che trascorrono le vacanze nelle città ma non solo. "Era ora - ha dichiarato il Presidente Codacons, l'avv. Carlo Rienzi - che un numero utile funzionasse come si deve, sono anni che riceviamo segnalazioni di cittadini inferociti perchè di solito non risponde mai nessuno oppure le linee sono sempre occupate'. E ha concluso con una domanda al Ministro della Salute, Ferruccio Fazio: "non sarebbe il caso che il call center fornisse anche i numeri delle principali associazioni in difesa dei consumatori?' ECONOMIA E FINANZA 12/08/2010 P. A. : I DIPENDENTI MINISTERIALI BISTRATTATI DA BRUNETTA CHIEDONO ALLO STATO 10 MILIONI DI EURO DI ARRETRATI!! OLTRE DIPENDENTI PUBBLICI ALLA CARICA DELL'ERARIO PER OTTENERE IL RICONOSCIMENTO DELLA LORO PROFESSIONALITA' INSPIEGABILMENTE NEGATA FINO AD OGGI IL CODACONS AVVIA UNA CLASS ACTION CONTRO BERLUSCONI, TREMONTI E BRUNETTA PER LA MANCATA ISTITUZIONE NEL PUBBLICO IMPIEGO DELL'AREA CONTRATTUALE DELLA "VICEDIRIGENZA' ancora - dichiara l'avv. Carlo Rienzi presidente del Codacons - è solo per una colpevole omissione del Governo che deve cessare!'. Con la legge Brunetta sulla class action pubblica per la prima volta si tenterà di dare soddisfazione a tanti impiegati che per anni hanno fatto le mansioni dirigenziali venendo pagati come semplici impiegati in violazione dell'art. 36 della Costituzione. L'art. 17 bis del decreto legislativo 165/2001, a seguito dell'entrata in vigore dell'art. 7, co. 3 della legge 145/2002, ha istituito l'area della Vice Dirigenza, stabilendo i requisiti necessari per tale inquadramento. Nello specifico, gli aspiranti alla Vice Dirigenza devono essere laureati appartenenti alle posizioni C2 e C3 con cinque anni di anzianità in dette posizioni o nelle corrispondenti qualifiche VIII e IX del precedente ordinamento. La normativa si caratterizza per un riposizionamento della funzione dirigenziale che trova un nuovo equilibrio nei confronti del potere politico, della durata degli incarichi, delle possibilità di accesso dall'esterno. Il contrappeso a tale nuovo equilibrio è dato dall'esistenza di un punto inferiore di riferimento e stabilità rinvenuto nelle funzioni direttive intermedie, cui vengono attribuiti funzioni dirigenziali. Il carattere inderogabile e obbligatorio della disposizione in questione si ricava dalla mera lettura della stessa che, istituendo la categoria della Vice Dirigenza per tutti i soggetti in possesso degli specifici requisiti previsti, attribuisce diritti soggettivi immediati ed incondizionati agli aspiranti alla predetta posizione. Ebbene, finalmente alcune clamorose sentenze dei Tribunali del Lavoro hanno sancito l'obbligo del Governo di adeguare la loro posizione come previsto dalla legge. Il Codacons si prefigge lo scopo, mediante l'instauranda class action, di ottenere da parte degli organismi pubblici competenti, l'emanazione degli atti generali necessari per l'istituzione dell'area contrattuale della Vice Dirigenza nel Pubblico Impiego, ex art. 17bis del D. Lgs. n. 165/2001. Per informazioni è possibile inviare una mail all'indirizzo o contattare il numero verde completamente gratuito, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle Si calcola siano centinaia di migliaia gli impiegati pubblici che hanno diritto in base a una legge del 2002 a essere nominati vicedirigenti e ricevere quindi un congruo aumento di stipendio. "Se ciò non è avvenuto CODACONS NEWS n.33 08/14 agosto

8 La pubblicazione Codacons News è iscritta all elenco speciale, annesso all Albo dei giornalisti di Milano e registrata presso il Tribunale di Milano n.609. Codacons News viene distribuito nei mercati rionali gratuitamente. -Non contiene pubblicità - Abbonamento annuale 50,00 da versare attraverso vaglia postale intestato a: Codacons Nazionale Lombardia, Viale Abruzzi, Tel Direttore responsabile: Giuseppe Ursini Coordinamento editoriale: Marco Donzelli Comitato di redazione: Stefano Zerbi, Pietro Valentini, Nicola Basilico (Coordinamento delle associazioni per la difesa dell ambiente e dei diritti degli utenti e consumatori) E un associazione nata nel 1986 e volta al perseguimento di un mirato rapporto tra l uso individuale e collettivo delle risorse umane ed un razionale sviluppo della società, improntato al rispetto della dignità della persona umana e della salvaguardia dell interesse fondamentale della salute e della sicurezza, attuale e futura delle singole persone. L associazione ha inoltre la finalità di tutelare, con ogni mezzo legittimo, gli interessi dei consumatori e degli utenti nei confronti dei soggetti pubblici o privati, produttori e/o erogatori di beni e servizi (art.7 Statuto Codacons). Il Codacons è un associazione di volontariato ai sensi della legge 266/91, per la difesa dell ambiente e dei consumatori, è riconosciuta ai sensi della legge 349/1986 Istitutiva del Ministero dell Ambiente, è un organizzazione non lucrativa di utilità sociale ai sensi del d.lgs. 460/1997 ed è membro del Consiglio Nazionale dei Consumatori e Utenti al Ministero dell Industria ai sensi della legge 281/98 COLLEGIO DI PRESIDENZA CODACONS Carlo Rienzi Marco Maria Donzelli Marco Ramadori Giuseppe Ursini SEDI SPORTELLO SULLA CITTA BARI BOLOGNA CAMPOBASSO CATANIA CATANZARO CIVITANOVA MARCHE (MACERATA) GENOVA FIRENZE MILANO MARANO D ISERA (TRENTO) MATERA MESTRE (VENEZIA) NAPOLI PERUGIA PESCARA PORDENONE ROMA SALERNO SASSARI TORINO

LA VERA STORIA( ASSURDA E INFINITA) DEI LAVORATORI DELLA SCUOLA EX DIPENDENTI DEGLI EE.LL.

LA VERA STORIA( ASSURDA E INFINITA) DEI LAVORATORI DELLA SCUOLA EX DIPENDENTI DEGLI EE.LL. LA VERA STORIA( ASSURDA E INFINITA) DEI LAVORATORI DELLA SCUOLA EX DIPENDENTI DEGLI EE.LL. ( OVVERO UGUAGLIANZA NELLA DISUGUAGLIANZA), LEGGE 124/99 - ART.8 TRASFERIMENTO DI PERSONALE SCOLASTICO A.T.A.

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico. il Ministro dell Economia e delle Finanze. di concerto con

Il Ministro dello Sviluppo Economico. il Ministro dell Economia e delle Finanze. di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze MISURA E MODALITÀ DI VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO DOVUTO DAI SOGGETTI OPERANTI NEL SETTORE POSTALE ALL AUTORITÀ

Dettagli

IL DIRETTORIO DELLA BANCA D ITALIA

IL DIRETTORIO DELLA BANCA D ITALIA REGOLAMENTO DEL 18 LUGLIO 2014 Regolamento per l organizzazione e il funzionamento della Unità di Informazione Finanziaria per l Italia (UIF), ai sensi dell art. 6, comma 2, del d.lgs. 21 novembre 2007,

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO ASSICURAZIONE PER RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE QUESITO (posto in data 8 luglio 2013) Nella mia azienda sta per scadere il contratto assicurativo aziendale. Cosa può succedere alla luce del decreto

Dettagli

LE FONTI DEL DIRITTO IN MATERIA POSTALE

LE FONTI DEL DIRITTO IN MATERIA POSTALE LE FONTI DEL DIRITTO IN MATERIA POSTALE PREMESSA Questo scritto non ha la velleità di ripercorrere la storia del servizio postale italiano, esso cerca, più modestamente, di delineare la sua attuale struttura,

Dettagli

Adotta anche Tu una legge per i bambini di Haiti. Presenta. Modificare la legge sulle adozioni e adottare in via d emergenza i

Adotta anche Tu una legge per i bambini di Haiti. Presenta. Modificare la legge sulle adozioni e adottare in via d emergenza i Adotta anche Tu una legge per i bambini di Haiti Presenta Modificare la legge sulle adozioni e adottare in via d emergenza i bambini dei paesi devastati da terremoti e altri disastri. Perché? Il terremoto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DEL 13.08.2015

COMUNICATO STAMPA DEL 13.08.2015 Com.stampa coordinamenti 2015 Raggruppamento Coordinamenti Regionali Volontariato Protezione Civile L A Z I O COMUNICATO STAMPA DEL 13.08.2015 Il volontariato di protezione civile è fra le più importanti

Dettagli

Italiano PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD 2012 BACHILLERATO FORMACIÓN PROFESIONAL CICLOS FORMATIVOS DE GRADO SUPERIOR. Examen

Italiano PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD 2012 BACHILLERATO FORMACIÓN PROFESIONAL CICLOS FORMATIVOS DE GRADO SUPERIOR. Examen PRUEBA DE ACCESO A LA 2012 Italiano BACHILLERATO FORMACIÓN PROFESIONAL CICLOS FORMATIVOS DE GRADO SUPERIOR Examen Criterios de Corrección y Calificación Quest'esame ha due opzioni. Deve rispondere solo

Dettagli

Contributo di Altroconsumo

Contributo di Altroconsumo Contributo di Altroconsumo Disegno di Legge 3221 di conversione del decreto-legge integrativo dei decreti liberalizzazioni e consolidamento conti pubblici X Commissione Senato Industria Commercio e turismo

Dettagli

LA BANCA D ITALIA. Vista la legge 17 gennaio 2000, n. 7, in materia di disciplina del mercato dell oro;

LA BANCA D ITALIA. Vista la legge 17 gennaio 2000, n. 7, in materia di disciplina del mercato dell oro; Regolamento per l organizzazione e il funzionamento della Unità di Informazione Finanziaria (UIF), ai sensi dell art. 6, comma 2, del d.lgs. 21 novembre 2007, n. 231 LA BANCA D ITALIA Viste la direttiva

Dettagli

SARDEGNA SOTTO RICATTO ELETTRICO

SARDEGNA SOTTO RICATTO ELETTRICO CAMERA DEI DEPUTATI Febbraio 2010 SARDEGNA SOTTO RICATTO ELETTRICO MAURO PILI INTERROGAZIONE DOSSIER SUL CASO ENERGIA - SARDEGNA NELL ISOLA IL COSTO PIU ELEVATO D EUROPA SARDEGNA SOTTO RICATTO ELETTRICO

Dettagli

Stato di attuazione del. Programma triennale per la trasparenza e l integrità del Comune di Genova. - Relazione integrativa anno 2013 -

Stato di attuazione del. Programma triennale per la trasparenza e l integrità del Comune di Genova. - Relazione integrativa anno 2013 - Stato di attuazione del 10/3/2014 Programma triennale per la trasparenza e l integrità del Comune di Genova - Relazione integrativa anno 2013 - Sommario Premessa... 2 1. Sintesi delle principali attività

Dettagli

INTERROGAZIONE N.430

INTERROGAZIONE N.430 S._"-----------------""""!:"'I" IX LEGISLATURA INTERROGAZIONE N.430 Oggetto: GESTIONE CAMERA MORTUARIA AZIENDA OSPEDALIERA S. CAMILLO FORLANINI. Presentata dal Consigliere: P ARIS. lo. SERVIZIO AULA, COMMISSIONI

Dettagli

Nota Circolare UPPA n. 33/08. Roma, lì 22.05.2008. Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Segretariato generale Roma

Nota Circolare UPPA n. 33/08. Roma, lì 22.05.2008. Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Segretariato generale Roma UFFICIO PERSONALE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI SEGRETERIA TECNICA DEL DIRETTORE Nota Circolare UPPA n. 33/08, lì 22.05.2008 Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Segretariato generale Alle Amministrazioni

Dettagli

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE B ECONOMIA SIC. E SINDACALE Cooperativa Cesame. Berretta (Pd): Rinascita Cesame motivo di soddisfazione per tutta la città. Sapere che il marchio Cesame tornerà sul mercato e pensare che questa battaglia

Dettagli

IL RINCARO CARBURANTI ANALISI E INCIDENZA SULLE FAMIGLIE ITALIANE. IL CONFRONTO CON L EUROPA.

IL RINCARO CARBURANTI ANALISI E INCIDENZA SULLE FAMIGLIE ITALIANE. IL CONFRONTO CON L EUROPA. IL RINCARO CARBURANTI ANALISI E INCIDENZA SULLE FAMIGLIE ITALIANE. IL CONFRONTO CON L EUROPA. I rincari del carburante non rappresentano più una sorpresa per gli automobilisti italiani. I prezzi della

Dettagli

TAR TOSCANA: NON SEM PRE BASTA LA SOA

TAR TOSCANA: NON SEM PRE BASTA LA SOA TAR TOSCANA: NON SEM PRE BASTA LA SOA di Massimo Gentile Il caso di specie Oggetto del presente approfondimento è una recentissima pronuncia del Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana (sentenza

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

A seguito di numerosi disservizi e voli cancellati nei

A seguito di numerosi disservizi e voli cancellati nei 2 A seguito di numerosi disservizi e voli cancellati nei principali aeroporti italiani, l ENAC, Ente Nazionale per l Aviazione Civile, ha provveduto a congelare alla compagnia MyAir la licenza, in base

Dettagli

REGIONE TOSCANA AZIENDA USL 3 DI PISTOIA. Via Sandro Pertini, 708 51100 Pistoia C.F./P. Iva 01241740479

REGIONE TOSCANA AZIENDA USL 3 DI PISTOIA. Via Sandro Pertini, 708 51100 Pistoia C.F./P. Iva 01241740479 Avviso pubblico per assunzione a tempo determinato di n. 2 OPERATORI TECNICI NECROFORI CATEGORIA B PERIODO DI PUBBLICAZIONE DAL 31 Gennaio 2011 AL 7 Febbraio 2011 PUBBLICA AMM/NE UNITA RICHIESTE PROFILO

Dettagli

Tutti i soci sono tenuti alla massima e più scrupolosa osservanza delle norme in esso contenute.

Tutti i soci sono tenuti alla massima e più scrupolosa osservanza delle norme in esso contenute. REGOLAMENTO DEI DEPOSITI DEI SOCI PREMESSA Il presente regolamento interno ha come scopo la disciplina dei conferimenti in denaro, a titolo di prestito, effettuati dai soci per il conseguimento dell oggetto

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 4791 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BARBATO, SOGLIA, STRIZZOLO, VESSA, GRANATA, TABACCI, OCCHIUTO, GIULIETTI, CATONE, VICO, PALAGIANO,

Dettagli

IL QUADRO LEGISLATIVO

IL QUADRO LEGISLATIVO CAPITOLO TERZO IL QUADRO LEGISLATIVO 1. LA COSTITUZIONE Le leggi riportate in questo capitolo sono ordinate in senso cronologico per meglio mettere in evidenza la crescente sensibilità del legislatore

Dettagli

Spett.le ISVAP Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e Interesse Collettivo 00184 ROMA regolamentopolizzemutui@isvap.

Spett.le ISVAP Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e Interesse Collettivo 00184 ROMA regolamentopolizzemutui@isvap. Spett.le ISVAP Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e Interesse Collettivo 00184 ROMA regolamentopolizzemutui@isvap.it Milano, 16 aprile 2012 OGGETTO: Osservazioni Altroconsumo su: Documento

Dettagli

PRESENTAZIONE DELL EVENTO E INVITO

PRESENTAZIONE DELL EVENTO E INVITO PRESENTAZIONE DELL EVENTO E INVITO Il panorama che stiamo osservando in questi ultimi anni aumenta la diseguaglianza sociale ed allarga la forbice delle povertà. Le azioni del non profit stanno diventando

Dettagli

LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO MODULO 6 IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Introduzione La prevenzione degli infortuni lavorativi e delle malattie professionali è stata sempre al centro dell interesse

Dettagli

[Digitare il testo] Copyright Codacons 2010 www.codacons.it

[Digitare il testo] Copyright Codacons 2010 www.codacons.it A TUTTI I CITTADINI DI NAPOLI E PROVINCIA: Il Codacons scende in campo e lancia la clamorosa azione collettiva contro i RIFIUTI! AGISCI CON NOI PER RICHIEDERE UN RISARCIMENTO DI 2.000 EURO! TUTTI I NAPOLETANI

Dettagli

a) direttamente ad un centro di raccolta, qualora iscritto all Albo nazionale dei gestori ambientali

a) direttamente ad un centro di raccolta, qualora iscritto all Albo nazionale dei gestori ambientali Servizi alla Comunità Sede Nazionale 00161 Roma Via G. A. Guattani, 13 Tel (06) 441881 Fax (06) 44249515 Email: servizi.comunita@cna.it Sede di Bruxelles Ufficio Europeo ISB 36-38 Rue Joseph II Tel + 322

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri DECRETO 400/2015 VISTA la Legge 23 agosto 1988, n. 400, recante Disciplina dell attività di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri e successive modificazioni ed integrazioni;

Dettagli

Senato della Repubblica - Interrogazione a risposta immediata

Senato della Repubblica - Interrogazione a risposta immediata Senato della Repubblica - Interrogazione a risposta immediata Vaccini per prevenzione dell influenza A(H1N1): costo, criteri di scelta dell azienda farmaceutica e condizioni contrattuali 7 aprile 2010

Dettagli

INCONTRO INFORMATIVO E DI CONFRONTO ITALO - FRANCESE

INCONTRO INFORMATIVO E DI CONFRONTO ITALO - FRANCESE HOLDING DI FAMIGLIA E INDAGINI FINANZIARIE Gruppo di Lavoro Rapporti Internazionali INCONTRO INFORMATIVO E DI CONFRONTO ITALO - FRANCESE Ordine dei Dottori Commercialisti Ivrea Pinerolo Torino Torino,

Dettagli

www.dirittoambiente. net

www.dirittoambiente. net www.dirittoambiente. net L ATTIVITÀ DI TRITURAZIONE DEGLI IMBALLAGGI IN PLASTICA VA QUALIFICATA COME UN OPERAZIONE DI RECUPERO Nota a Corte di Cassazione Penale Sez. III sentenza del 26 giugno 2012, n.

Dettagli

C I T T A D I C O R D E N O N S

C I T T A D I C O R D E N O N S C I T T A D I C O R D E N O N S Medaglia di Bronzo al V.M. Provincia di Pordenone REGOLAMENTO PER LA PUBBLICITÀ E LA TRASPARENZA DELLO STATO PATRIMONIALE DEI TITOLARI DI CARICHE ELETTIVE E DI GOVERNO approvato

Dettagli

Terre e Rocce da Scavo D.M. 161-2012

Terre e Rocce da Scavo D.M. 161-2012 Terre e Rocce da Scavo D.M. 161-2012 Dirigente Responsabile Assimpredil Ance 07 febbraio 2013 1 Un occasione Persa E da più di 16 anni che i Costruttori stanno aspettando dal Legislatore risposte chiare

Dettagli

REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CATANZARO U.O. SELEZIONE RECLUTAMENTO E SVILUPPO DEL PERSONALE

REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CATANZARO U.O. SELEZIONE RECLUTAMENTO E SVILUPPO DEL PERSONALE AVVISO, INTERNO E RISERVATO, DI MOBILITA VOLONTARIA PER LA COPERTURA DI N. 2 POSTI DI OPERATORE TECNICO E/O COADIUTORE AMMINISTRATIVO, DA ASSEGNARE AL SERVIZIO PRENOTAZIONI CUP CALL CENTER DELL ASP DI

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE POLIDORI, VIGNALI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE POLIDORI, VIGNALI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 999 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI POLIDORI, VIGNALI Disposizioni per la razionalizzazione della gestione delle acque e istituzione

Dettagli

Agenzie di viaggio e turismo

Agenzie di viaggio e turismo LEGGE REGIONALE 23 marzo 2000, n. 42 Testo unico delle Leggi Regionali in materia di turismo. 3.4.2000 Bollettino Ufficiale della Regione Toscana - n. 15 (Testo coordinato con la L.R. 17 gennaio 2005 n.

Dettagli

Contributo di Altroconsumo

Contributo di Altroconsumo Contributo di Altroconsumo Audizione sulla filiera dell automotive in Italia a seguito della grande crisi del gruppo Volkswagen presso la X Commissione (Attività produttive, commercio e turismo) della

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI ANCONA. Anni 2011-2013

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI ANCONA. Anni 2011-2013 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI ANCONA Anni 2011-2013 (approvato con deliberazione di giunta provinciale n. 440 del 22/11/2011) 1 SOMMARIO ART. 1- PRINCIPI 3 ART.

Dettagli

controllo da parte degli organi a vario titolo deputati al controllo dell azienda non profit, Lo scopo della raccomandazione

controllo da parte degli organi a vario titolo deputati al controllo dell azienda non profit, Lo scopo della raccomandazione I sistemi e le procedure di controllo negli enti non profit di Giorgio Gentili Sireco srl di Roma e Hepta Consulenza Srl di San Severino Marche (MC) L a Commissione aziende non profit del Consiglio nazionale

Dettagli

Legge 12 luglio 2011, n. 112

Legge 12 luglio 2011, n. 112 Legge 12 luglio 2011, n. 112 Legge 12 luglio 2011, n. 112 (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana 19 luglio 2011, n. 166) Istituzione dell Autorità garante per l infanzia e l adolescenza.

Dettagli

Dott. Bernardino Spaliviero Coordinatore Comitato Medico Nazionale AVIS

Dott. Bernardino Spaliviero Coordinatore Comitato Medico Nazionale AVIS Dott. Bernardino Spaliviero Coordinatore Comitato Medico Nazionale AVIS La complessità del Sistema Trasfusionale Italiano dalla Relazione presentata dal dott. Giuliano Grazzini, Direttore del Centro Nazionale

Dettagli

COGENERAZIONE IN ITALIA: UN GRANDE POTENZIALE POCO SFRUTTATO

COGENERAZIONE IN ITALIA: UN GRANDE POTENZIALE POCO SFRUTTATO COGENERAZIONE IN ITALIA: UN GRANDE POTENZIALE POCO SFRUTTATO Uno studio del GSE rivela che già nel 2010 l Italia sarebbe in grado di aumentare del settanta per cento il calore prodotto in cogenerazione

Dettagli

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ANTICORRUZIONE

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ANTICORRUZIONE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ANTICORRUZIONE Premessa Lo scorso 28 novembre è entrata in vigore la legge 6 novembre 2012 n. 190 contenente le disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione

Dettagli

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1617

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1617 Senato della Repubblica Fascicolo Iter DDL S. 1617 Disposizioni in materia di incentivi alla rottamazione di autocaravan 03/11/2015-08:56 Indice 1. DDL S. 1617 - XVII Leg. 1 1.1. Dati generali 2 1.2. Testi

Dettagli

17/09/2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 76 - Supplemento n. 1. Regione Lazio

17/09/2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 76 - Supplemento n. 1. Regione Lazio Regione Lazio DIREZIONE RISORSE UMANE E SISTEMI INFORMATIVI Atti dirigenziali di Gestione Disposizione 17 settembre 2013, n. A07315 Ricerca di professionalità per l'affidamento dell'incarico di dirigente

Dettagli

DELLA REGIONE PUGLIA

DELLA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE PUGLIA Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in Abbonamento Postale - 70% - DCB S1/PZ Anno XLII BARI, 7 OTTOBRE 2011 N. 156 Sede Presidenza Giunta Regionale

Dettagli

Deliberazione n. 1/2009/PAR

Deliberazione n. 1/2009/PAR Deliberazione n. 1/2009/PAR Repubblica italiana Corte dei Conti La Sezione del controllo per la Regione Sardegna composta dai Signori: dott. Mario Scano dott. Nicola Leone dott.ssa Maria Paola Marcia dott.

Dettagli

DECRETO AUTO BLU La risposta immediata. Roma, 3 agosto 2011

DECRETO AUTO BLU La risposta immediata. Roma, 3 agosto 2011 DECRETO AUTO BLU La risposta immediata Roma, 3 agosto 2011 IL DECRETO AUTO BLU Le auto blu sono percepite come un privilegio o peggio uno spreco Negli anni si è più volte intervenuti per razionalizzarne

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI TERMICI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI MASSA (LEGGE n. 10/1991, DPR n. 412/1993, DPR n. 551/1999, D.LGS.

REGOLAMENTO PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI TERMICI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI MASSA (LEGGE n. 10/1991, DPR n. 412/1993, DPR n. 551/1999, D.LGS. REGOLAMENTO PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI TERMICI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI MASSA (LEGGE n. 10/1991, DPR n. 412/1993, DPR n. 551/1999, D.LGS. 192/05, D.LGS. 311/06) Approvato con delibera di C.C. n.

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 1832 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori GARRAFFA, BARATELLA, BATTAGLIA Giovanni, BATTISTI, COLETTI, DATO, FASSONE, FILIPPELLI, FLAMMIA, FORMISANO, LIGUORI,

Dettagli

Il Comune di Ravenna a-

Il Comune di Ravenna a- "Sicurezza dei pedoni": ecco la risposta di Ravenna LA CAMPAGNA REGIONALE II Comune aderisce a "Nati per Camminare" e il sindaco scrive una lettera che verrà distribuita nelle scuole: "L'auto non deve

Dettagli

ESPOSTO-DENUNCIA. in considerazione dei poteri di indagine della AGCM, di cui all'art. 12 della l. 287/'90, diretti a

ESPOSTO-DENUNCIA. in considerazione dei poteri di indagine della AGCM, di cui all'art. 12 della l. 287/'90, diretti a Spett.le AUTORITA' GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO Piazza G. Verdi, 6/a 00198 Roma Alla c.a. dell Ill.mo Presidente ESPOSTO-DENUNCIA Ill.mo Sig. Presidente, in considerazione dei poteri di indagine

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE DEI CONTI SEZIONE GIURISDIZIONALE PER LA REGIONE SICILIANA IL GIUDICE UNICO PER LE PENSIONI

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE DEI CONTI SEZIONE GIURISDIZIONALE PER LA REGIONE SICILIANA IL GIUDICE UNICO PER LE PENSIONI REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE DEI CONTI SEZIONE GIURISDIZIONALE PER LA REGIONE SICILIANA IL GIUDICE UNICO PER LE PENSIONI Consigliere Giuseppa Maneggio ha pronunciato la seguente

Dettagli

INDIZIONE E MODALITÀ TECNICHE DI SVOLGIMENTO DELLA LOTTERIA AD ESTRAZIONE ISTANTANEA CON PARTECIPAZIONE A DISTANZA DENOMINATA LA FORTUNA GIRA ON LINE

INDIZIONE E MODALITÀ TECNICHE DI SVOLGIMENTO DELLA LOTTERIA AD ESTRAZIONE ISTANTANEA CON PARTECIPAZIONE A DISTANZA DENOMINATA LA FORTUNA GIRA ON LINE Prot. 2007/ /Giochi Ltt IL DIRETTORE GENERALE INDIZIONE E MODALITÀ TECNICHE DI SVOLGIMENTO DELLA LOTTERIA AD ESTRAZIONE ISTANTANEA CON PARTECIPAZIONE A DISTANZA DENOMINATA LA FORTUNA GIRA ON LINE Visto

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania N. 02054/2013 REG.PROV.COLL. N. 00614/2013 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania sezione staccata di Salerno (Sezione

Dettagli

Ecc.ma PROCURA GENERALE DELLA CORTE DEI CONTI DELLA REGIONE LAZIO. Esposto denuncia

Ecc.ma PROCURA GENERALE DELLA CORTE DEI CONTI DELLA REGIONE LAZIO. Esposto denuncia Ecc.ma PROCURA GENERALE DELLA CORTE DEI CONTI DELLA REGIONE LAZIO Esposto denuncia Il sottoscritto Andrea Sebastiani, nato a Rieti il 18/07/1973 ed ivi residente in via L. Cattani, 65, in qualità di Consigliere

Dettagli

Comunicato ai lavoratori e-utile FERIE NO! FERIE. SI!

Comunicato ai lavoratori e-utile FERIE NO! FERIE. SI! FERIE NO! FERIE. SI! Veniamo a conoscenza che i Responsabili OGGI stanno obbligando le proprie risorse a pianificare entro fine anno il residuo ferie arretrato. Gli stessi Responsabili IERI hanno negato

Dettagli

PROTOCOLO INTERNO PER LA GESTIONE E IL TRATTAMENTO DELLE INFORMAZIONI RISERVATE

PROTOCOLO INTERNO PER LA GESTIONE E IL TRATTAMENTO DELLE INFORMAZIONI RISERVATE . PROT 6 Pag 1/7 PROTOCOLO INTERNO PER LA GESTIONE E IL TRATTAMENTO DELLE INFORMAZIONI RISERVATE PALLOTTA S.P.A. EMESSO APPROVATO REVISIONE DATA FUNZIONE FIRMA FUNZIONE FIRMA CdA CdA . PROT 6 Pag 2/7 PARTE

Dettagli

PROVINCIA DI NOVARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO IL COMMISSARIO STRAORDINARIO

PROVINCIA DI NOVARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO IL COMMISSARIO STRAORDINARIO copia Deliberazione N. 079 C I T T À DI T R E C A T E PROVINCIA DI NOVARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO OGGETTO: PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' DEL COMUNE

Dettagli

PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE

PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA Doc. XXII n. 21 PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE d iniziativa dei senatori PONTONE e FLORINO COMUNICATA ALLA PRESIDENZA IL 17 OTTOBRE 2003 Istituzione di una Commissione

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 26 27.01.2015 1 Le novità in tema di autotrasporto Le novità introdotte dallo Sblocca Italia e della Legge di Stabilità 2015 Categoria: Autotrasportatori

Dettagli

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI DIREZIONE GENERALE PER flash 29 L INCLUSIONE E LE POLITICHE SOCIALI PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI Roma, 1 settembre 2014 Il punto di partenza:

Dettagli

CAI CENTRALE DI ALLARME INTERBANCARIA

CAI CENTRALE DI ALLARME INTERBANCARIA CAI CENTRALE DI ALLARME INTERBANCARIA Approfondimenti legislativi CAI Centrale d Allarme Interbancaria 1/5 Gli archivi informatici La Banca d Italia, con Regolamento del 29/01/2002, ha completato la normativa

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO APPROVATO DALL ASSEMBLEA DEI SOCI IN DATA 25/02/2010. Premessa

REGOLAMENTO INTERNO APPROVATO DALL ASSEMBLEA DEI SOCI IN DATA 25/02/2010. Premessa via Venezia, 26-48121 RAVENNA RA Tel./fax 0544219377 e-mail: info@villaggioglobale.ra.it - web: www.villaggioglobale.ra.it REGOLAMENTO INTERNO APPROVATO DALL ASSEMBLEA DEI SOCI IN DATA 25/02/2010 Premessa

Dettagli

IL CONSIGLIO REGIONALE

IL CONSIGLIO REGIONALE 16 LEGGE REGIONALE 18 dicembre 2007, n. 39 Norme di attuazione della legge 7 dicembre 2007, n. 383 (Disciplina delle associazioni di promozione sociale). IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE

Dettagli

Donne, Informatica ed Albo: professioniste in lotta per i propri diritti

Donne, Informatica ed Albo: professioniste in lotta per i propri diritti Donne, Informatica ed Albo: professioniste in lotta per i propri diritti LAURA PAPALEO Sempre più donne risultano attive nel settore dell information technology e la salvaguardia dei loro diritti e delle

Dettagli

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n 65 del 29 novembre 2004 pubblicata

Dettagli

Fiduciarie italiane: cosa cambia con la vigilanza della Banca d Italia

Fiduciarie italiane: cosa cambia con la vigilanza della Banca d Italia sfef7_volait@0091-0096#3b_layout 1 13/03/12 09.04 Pagina 91 91 Fiduciarie italiane: cosa cambia con la vigilanza della Banca d Italia di FABRIZIO VEDANA Il provvedimento con il quale la Banca d Italia,

Dettagli

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS Presidenza Nazionale

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS Presidenza Nazionale Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS Presidenza Nazionale Radio Ufficiale CIRCOLARE N.194 Prot. 12450/2013-07-19 LAPR (EC/ec) Ai Presidenti dei Consigli Regionali dell Unione Italiana dei

Dettagli

IL VICEDIRETTORE. Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con D.P.R. 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

IL VICEDIRETTORE. Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con D.P.R. 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni; Prot. 2013/ 13708 /Giochi/LTT IL VICEDIRETTORE Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con D.P.R. 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni; Visto l art. 6 della legge

Dettagli

Segreteria Nazionale Via Farini, 62-00185 Roma Tel. +39 06 48903773-48903734 Fax: +39 06 62276535 coisp@coisp.it www.coisp.it

Segreteria Nazionale Via Farini, 62-00185 Roma Tel. +39 06 48903773-48903734 Fax: +39 06 62276535 coisp@coisp.it www.coisp.it Segreteria Nazionale Via Farini, 62-00185 Roma Tel. +39 06 48903773-48903734 Fax: +39 06 62276535 coisp@coisp.it www.coisp.it COISP COORDINAMENTO PER L INDIPENDENZA SINDACALE DELLE FORZE DI POLIZIA Prot.

Dettagli

DIREZIONE SERVIZI AMMINISTRATIVI

DIREZIONE SERVIZI AMMINISTRATIVI DIREZIONE SERVIZI AMMINISTRATIVI AREA AFFARI GIURIDICI Regolamento concernente le modalità di pubblicità e trasparenza della situazione patrimoniale dei titolari di incarichi politici e disposizioni per

Dettagli

PREMESSA AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE. Circolare n. 61/2013 AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE

PREMESSA AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE. Circolare n. 61/2013 AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE Circolare n. 61/2013 AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE A tutte le pubbliche amministrazioni di cui all articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 Oggetto:

Dettagli

COMUNE DI VALENZA Provincia di Alessandria. REGOLAMENTO di MOBILITA ESTERNA

COMUNE DI VALENZA Provincia di Alessandria. REGOLAMENTO di MOBILITA ESTERNA COMUNE DI VALENZA Provincia di Alessandria REGOLAMENTO di MOBILITA ESTERNA TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Oggetto del regolamento TITOLO II MOBILITA ESTERNA Articolo 2 Le assunzioni tramite

Dettagli

Questa lettera aperta vuole informare sulla grave situazione economica dei Comuni e che potrà riversarsi direttamente sui cittadini e le imprese.

Questa lettera aperta vuole informare sulla grave situazione economica dei Comuni e che potrà riversarsi direttamente sui cittadini e le imprese. I COMUNI RISPARMIANO, MA LE AMMINISTRAZIONI CENTRALI SPENDONO. TAGLIARE ANCORA VUOL DIRE TOGLIERE 6 MILIARDI DI EURO ALLE IMPRESE E MOLTI SERVIZI AI CITTADINI. I Comuni sono oggetto di una ingiusta campagna

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Prot. 2013/ 37145 / Giochi Ltt Agenzia delle Dogane e dei Monopoli IL VICEDIRETTORE Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con D.P.R. 20 novembre 1948, n. 1677 e successive modificazioni;

Dettagli

Requisiti, obblighi e condizioni per contrarre con il Gruppo Ascopiave

Requisiti, obblighi e condizioni per contrarre con il Gruppo Ascopiave Requisiti, obblighi e condizioni per contrarre con il Gruppo Ascopiave Ambito di applicazione Il Gruppo Ascopiave (di seguito anche Gruppo Ascopiave ), ha deciso di definire delle regole base e dei principi

Dettagli

CONCILIAZIONE PARITETICA, NUOVE REGOLE E SEMPLIFICAZIONI IN VISTA

CONCILIAZIONE PARITETICA, NUOVE REGOLE E SEMPLIFICAZIONI IN VISTA CONCILIAZIONE PARITETICA, NUOVE REGOLE E SEMPLIFICAZIONI IN VISTA 30.10.2013 CATANIA - Qualche settimana fa è stato firmato dall'anaci (Associazione nazionale amministratori condominiali e immobiliari)

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

(Pubblicato nella Gazz. Uff. 21 settembre 2005, n. 220)

(Pubblicato nella Gazz. Uff. 21 settembre 2005, n. 220) Decreto Ministero del lavoro e delle politiche sociali 22 luglio 2005 Ripartizione delle risorse finanziarie affluenti al Fondo nazionale per le politiche sociali, per l'anno 2005. (Pubblicato nella Gazz.

Dettagli

26Primo piano. 52 Giurisprudenza. 102 Speciale AL VIA LE AZIONI SINDACALI. Bilancio Fpa. Il caso Global. Intervista Senatore Divina

26Primo piano. 52 Giurisprudenza. 102 Speciale AL VIA LE AZIONI SINDACALI. Bilancio Fpa. Il caso Global. Intervista Senatore Divina Anno XV n. 85 Settembre Ottobre 2010 Pubblicazione Sindacato Nazionale Agenti di Assicurazione AL VIA LE AZIONI SINDACALI 26Primo piano Intervista Senatore Divina 52 Giurisprudenza Il caso Global 102 Speciale

Dettagli

Ai Direttori degli Uffici periferici LORO SEDI

Ai Direttori degli Uffici periferici LORO SEDI Ai Direttori degli Uffici periferici LORO SEDI Ufficio II Prot. n. 22280 pos.26 Al Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroambientali dell Università di Bologna Laboratorio LaRAS Via Fanin, 40 40127 BOLOGNA

Dettagli

RISOLUZIONE N. 122/E

RISOLUZIONE N. 122/E RISOLUZIONE N. 122/E Roma, 06 maggio 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. IVA. Art. 4 DPR n. 633 del 1972. Assoggettabilità

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA N. ORDINE NEI CONFRONTI DEL COMUNE DI COLLERETTO GIACOSA PER LA VIOLAZIONE DELL ARTICOLO 9 DELLA LEGGE 22 FEBBRAIO 2000, N. 28 L AUTORITÀ NELLA riunione

Dettagli

seguito di iscrizione a ruolo). - 1. A partire dal 1 gennaio 2011, i

seguito di iscrizione a ruolo). - 1. A partire dal 1 gennaio 2011, i ATTO DI INVITO A PROVVEDERE FEDERLAB ITALIA - Coordinamento Nazionale dei Laboratori di Analisi, con sede in Roma, Via del Corso, n. 42, in persona del Presidente p.t., Dott. Vincenzo D Anna ESPONE 1.

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Corte dei conti. Sezione di controllo per la Regione siciliana

REPUBBLICA ITALIANA. Corte dei conti. Sezione di controllo per la Regione siciliana Deliberazione n. 185/2015/PAR REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana nella camera di consiglio dell adunanza generale del 23 aprile 2015; visto il T.U. delle

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. Nuova disciplina in materia di case da gioco. Riapertura di una casa da gioco nel comune di Taormina

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. Nuova disciplina in materia di case da gioco. Riapertura di una casa da gioco nel comune di Taormina Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1346 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato BRIGUGLIO Nuova disciplina in materia di case da gioco. Riapertura di una casa da gioco nel

Dettagli

05-09-2014 39 1 / 2. Confetra. Quotidiano. Data Pagina Foglio

05-09-2014 39 1 / 2. Confetra. Quotidiano. Data Pagina Foglio Quotidiano Data Pagina Foglio 05-09-2014 39 1 / 2 Confetra Quotidiano Data Pagina Foglio 05-09-2014 39 2 / 2 Confetra Ansa - Trasporti: Confetra, su costi minimi bella lezione da UeZCZC2121/SXA XEF90684

Dettagli

Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 30 aprile 2012;

Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 30 aprile 2012; Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione; Ritenuta la straordinaria necessità ed urgenza, nell ambito dell azione del Governo volta all analisi ed alla revisione della spesa pubblica, di emanare disposizioni

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A N. 207 D I S E G N O D I L E G G E d iniziativa dei senatori SALVATO e CARCARINO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 9 MAGGIO 1996 Norme

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Copia della presente determinazione viene trasmessa a: SINDACO SEGRETARIO GENERALE ASSESSORE POLITICHE SOCIALI DIRIGENTE SETTORE SERVIZI SOCIALI SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO DI PIANO ALBO COMUNALE ALTRI

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Copia della presente determinazione viene trasmessa a: SINDACO SEGRETARIO GENERALE ASSESSORE ALLE RISORSE UMANE DIRIGENTE ORGANIZZAZIONE E SVILUPPO RISORSE UMANE SERVIZIO FINANZIARIO ALTRI SERVIZI ALBO

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA

CROCE ROSSA ITALIANA CROCE ROSSA ITALIANA Avviso pubblico finalizzato alla stabilizzazione di n. 39 posizioni relative a rapporti a tempo determinato, Area professionale A, posizione economica A2, ( 38 posti per profilo tecnico

Dettagli

Disposizioni per il riordino della dirigenza statale e per favorire lo scambio di esperienze e l'interazione tra pubblico e privato (2).

Disposizioni per il riordino della dirigenza statale e per favorire lo scambio di esperienze e l'interazione tra pubblico e privato (2). L. 15-7-2002 n. 145 Disposizioni per il riordino della dirigenza statale e per favorire lo scambio di esperienze e l'interazione tra pubblico e privato. Pubblicata nella Gazz. Uff. 24 luglio 2002, n. 172.

Dettagli

CircolariABI 27.2. 2001 1. serie Legale n. 12. BILANCI BANCARI (pos. 1205)

CircolariABI 27.2. 2001 1. serie Legale n. 12. BILANCI BANCARI (pos. 1205) BILANCI BANCARI (pos. 1205) Bilanci delle banche con strumenti finanziari quotati sui mercati regolamentati Richiesta di informazioni ai sensi dell art. 114 del d.lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 Premessa La

Dettagli

ALLEGATO AL REGOLAMENTO DEL GIOCO AFFARI TUOI RADDOPPIA IN ONDA SU RAIUNO ALLE ORE 20.30 DAL 15 DICEMBRE 2015 AL 6 GENNAIO 2016.

ALLEGATO AL REGOLAMENTO DEL GIOCO AFFARI TUOI RADDOPPIA IN ONDA SU RAIUNO ALLE ORE 20.30 DAL 15 DICEMBRE 2015 AL 6 GENNAIO 2016. ALLEGATO AL REGOLAMENTO DEL GIOCO AFFARI TUOI RADDOPPIA IN ONDA SU RAIUNO ALLE ORE 20.30 DAL 15 DICEMBRE 2015 AL 6 GENNAIO 2016. RAI-Radiotelevisione italiana Spa e la Societa Endemol Italia, titolare

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

COMUNE DI BIBIANA (PROVINCIA DI TORINO)

COMUNE DI BIBIANA (PROVINCIA DI TORINO) COMUNE DI BIBIANA (PROVINCIA DI TORINO) REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE DELL ALBO DEI VOLONTARI CIVICI Il presente regolamento (composto da n. 10 articoli) è stato approvato dal Consiglio Comunale

Dettagli

OGGETTO: Organizzazione e disciplina del mercato del lavoro: regimi autorizzatori e trasparenza del mercato del lavoro

OGGETTO: Organizzazione e disciplina del mercato del lavoro: regimi autorizzatori e trasparenza del mercato del lavoro IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Circolare n. 30 Prot: 1/267 Segr. Roma, 21 luglio 2004 Alle Direzioni Regionali del lavoro Alle Direzioni Provinciali del lavoro LORO SEDI Alla Regione

Dettagli