Periodico del Codacons Ambiente, Consumatori e Utenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Periodico del Codacons Ambiente, Consumatori e Utenti"

Transcript

1 Periodico del Codacons Ambiente, Consumatori e Utenti Spedizione in abbonamento postale comma 20/c art.2 legge 662/96 Milano - Abbonamento, vaglia postale intestato a Codacons Nazionale Lombardia, Viale Abruzzi, Milano - Internet: Tessera abbonamento 50,00- n /14 agosto 2010 IN QUESTO NUMERO: Pag.2 VACANZE, ISTAT: PER IL CODACONS GLI AUMENTI PESERANNO PER 120 EURO A FAMIGLIA Pag.2 TANGENTI FUNERALI:VIDEO CHOC SU RACKET DEI MORTI IN OSPEDALE Pag.2 CINA: BEVONO LATTE IN POLVERE CONTAMINATO, LATTANTI IN CURA Pag.3 BENZINA: CONTRO LE SPECULAZIONI DI PETROLIERI E BENZINAI IL CODACONS RENDE NOTO PER LA PRIMA VOLTA L'ELENCO COMPLETO DEI DISTRIBUTORI INDIPENDENTI Pag.3 NUOVA BUFERA GIUDIZIARIA SU BERLUSCONI E IL MINISTRO DELL'AMBIENTE PRESTIGIACOMO Pag.4 INFLUENZA A: OMS, FASE POST- PANDEMICA; FAZIO ANNUNCIA CAMPAGNA D'OTTOBRE Pag.4 CAMPO OGM DISTRUTTO IN FRIULI VENEZIA GIULIA Pag.4 RACKET DEL "CARO ESTINTO': ROMA COME MILANO Pag.5 SUPERENALOTTO: GIOCATI OLTRE 1 MILIARDO DI EURO PER INSEGUIRE LA SESTINA VINCENTE Pag.5 IL CODACONS VIGILA ANCHE SULL'ESTATE DEI BAMBINI Pag.6 RIENTRO DALL'INDIA: IL CODACONS DENUNCIA ALLA PROCURA DI ROMA GLI ATTI DI CORRUZIONE E L'ALTISSIMO PREZZO DEI BIGLIETTI AEREI Pag.6 ROMA 2020: ASSESSORI PRONTI MA LA CITTÀ NO Pag. 6 IL BARILE DEL PETROLIO RIBASSA: IL CODACONS DIFFIDA PETROLIERI E MINISTERO DELL'ECONOMIA AFFINCHÈ ABBASSINO ANCHE IL PREZZO ALLA POMPA Pag : FINALMENTE UN NUMERO PUBBLICO CHE FUNZIONA! Pag. 7 P. A. : I DIPENDENTI MINISTERIALI BISTRATTATI DA BRUNETTA CHIEDONO ALLO STATO 10 MILIONI DI EURO DI ARRETRATI!!

2 ECONOMIA E FINANZA 08/08/2010 VACANZE, ISTAT: PER IL CODACONS GLI AUMENTI PESERANNO PER 120 EURO A FAMIGLIA A SETTEMBRE SI PREVEDE NUOVO CALO DEI CONSUMI PER EFFETTO DEL CARO-VACANZA Gli aumenti dei prodotti legati alle vacanze e certificati dall'istat avranno ripercussioni peri a 120 euro a famiglia. Lo afferma il CODACONS commentando i dati dell'istituto di statistica. "I rincari nei trasporti, nelle strutture ricettive e nei servizi di vario tipo porteranno le famiglie ad un maggiore esborso stimabile in 120 euro - afferma il Presidente Carlo Rienzi - Ma il vero effetto del caro-vacanza si avrà a settembre, quando cioè la maggior parte dei cittadini sarà tornata dalle ferie. La maggiore spesa sostenuta per la villeggiatura, infatti, produrrà una contrazione ulteriore dei consumi, con ripercussioni negative per l'economia nazionale" - conclude Rienzi. SANITÀ / ARTICOLO 32 09/08/2010 TANGENTI FUNERALI:VIDEO CHOC SU RACKET DEI MORTI IN OSPEDALE CODACONS: TANGENTI DA 150 A 350 EURO I FUNERALI CON TANGENTI COSTANO IL 30% IN PIU' Un video choc, che mostra in azione infermieri e addetti delle pompe funebri negli ospedali mentre danno vita al cosiddetto racket del caro estinto, è stato realizzato dall'associazione Sos Racket e usura. Per il Codacons il racket del caro estinto è diffuso in tutta Italia. Già nel 2001 scoppiò uno scandalo a Torino, nel 2008 scoppiò prima a Bari e poi già a Milano, dove evidentemente nulla è cambiato. Successivamente era esploso a Caserta e Reggio Emilia. Per questo l'associazione di consumatori chiede di avviare indagini in tutti gli ospedali d'italia ed invita i parenti contattati a presentare denuncia alle forze dell'ordine. Troppo spesso infermieri, centralinisti o personale delle camere mortuarie di ospedali si affrettano a chiamare le loro pompe funebri amiche in cambio di una tangente che, secondo una stima del Codacons, varia, in media, da 150 a 350 euro, a seconda della città e del costo complessivo del funerale. Il Codacons avvisa i consumatori che questi funerali, con tangente incorporata, costano mediamente il 30 % in più rispetto al normale. Ecco perchè l'associazione invita i parenti dei defunti a non accettare mai l'offerta di agenzie funebri che si presentano come avvoltoi, senza essere state esplicitamente chiamate. Anche in queste situazioni drammatiche occorre avere il sangue freddo di dire un no deciso. Il Codacons ricorda, infine, che sul caro estinto non si sono ancora recepite le indicazioni dell'antitrust che nel maggio del 2007 aveva evidenziato gravi distorsioni del mercato e che auspicava una netta separazione tra le gestioni pubbliche delle camere mortuarie e dei cimiteri e le attività commerciali delle onoranze funebri. E' necessario vietare per legge che gli ospedali o i comuni, per garantirsi un'entrata, affidino a una società di onoranze funebri la cura delle camere mortuarie o la gestione dei cimiteri. ALIMENTAZIONE 09/08/2010 CINA: BEVONO LATTE IN POLVERE CONTAMINATO, LATTANTI IN CURA IL CODACONS CHIEDE DI INDICARE PROVENIENZA LATTE SULLE CONFEZIONI BASTA CON I FINTI PRODOTTI MADE IN ITALY Un nuovo scandalo di latte contaminato è scoppiato in Cina. Secondo quanto denunciato da alcuni genitori, una fabbrica avrebbe prodotto latte per neonati con estrogeni femminili, con la conseguenza di aver fatto crescere il seno a bambine di 4 e 15 mesi. Il Codacons ricorda che due anni fa, sempre in Cina, era scoppiato lo scandalo del latte in polvere alla melamina che portò alla morte di alcuni bambini. Per questo l'associazione di consumatori ritiene sia ormai giunta l'ora di rendere obbligatoria sulle confezioni la provenienza del latte. Non solo perchè non si può escludere che latte in polvere proveniente dalla Cina sia venduto in questo momento in Italia, ma anche perchè i continui scandali sul latte e sui suoi derivati, vedasi le mozzarelle blu, rendono ormai improrogabile indicare la provenienza della materia prima. E' un diritto del consumatore sapere da dove proviene quello che mangia, specie nel caso di prodotti finali che poi vengono pubblicizzati come "made in Italy'. Ma può un latte proveniente dall'estero essere indicato come italiano solo perchè viene confezionato e 2 CODACONS NEWS n.33 08/14 agosto 2010

3 lavorato in Italia? E una mozzarella è italiana se viene fatta con latte tedesco? TRASPORTI 09/08/2010 BENZINA: CONTRO LE SPECULAZIONI DI PETROLIERI E BENZINAI IL CODACONS RENDE NOTO PER LA PRIMA VOLTA L'ELENCO COMPLETO DEI DISTRIBUTORI INDIPENDENTI CON LE POMPE BIANCHE GLI AUTOMOBILISTI POSSONO RISPARMIARE DA 5 A 15 EURO OGNI PIENO Nel pieno dell'esodo vacanze il Codacons ha deciso di fornire, in esclusiva, l'elenco completo dei distributori indipendenti presenti sul territorio nazionale. "Siamo schifati dal ritorno costante delle speculazioni sulla benzina proprio quando gli italiani si mettono in viaggio per godersi le meritate vacanze', ha dichiarato il Presidente Carlo Rienzi. E ha aggiunto: "Invitiamo tutti gli automobilisti a boicottare le sette sorelle del petrolio e utilizzare le pompe bianche'. Di seguito il link, del sito dell'associazione (www.codacons.it), con la griglia dei distributori indipendenti di ogni regione: utoriindipendenti.htm AMBIENTE 09/08/2010 NUOVA BUFERA GIUDIZIARIA SU BERLUSCONI E IL MINISTRO DELL'AMBIENTE PRESTIGIACOMO ALLA FACCIA DEL RISPARMIO E DELLA LOTTA AGLI SPRECHI: AL MINISTERO DELL'AMBIENTE I DIRIGENTI STANNO SENZA LAVORARE E COSTANO ALL'ERARIO SETTECENTOMILA EURO L'ANNO LE NOMINE DEI DIRIGENTI DEL MINAMBIENTE GIA' BOCCIATE DALLA CORTE DEI CONTI SUL TAVOLO DELLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI ROMA PER VERIFICARE L'EVENTUALE REATO DI ABUSO AGGRAVATO DI ATTI DI UFFICIO Un nuovo scandalo sugli sprechi della pubblica amministrazione è oggi sul tavolo del Procuratore capo della Repubblica di Roma e del Procuratore Generale della Corte dei Conti. Sotto accusa da parte della associazione ambientalista CODACONS le nomine dei massimi dirigenti presso quel dicastero effettuate in violazione della legge e delle procedure. Le nomine già ricusate dalla Corte dei Conti hanno comportato che dirigente con incarichi di Segretario Generale della Presidenza del Consiglio sia diventato anche massimo dirigente del Ministero facendo "fuori' tutti i dirigenti di carriera in servizio messi in buona parte a grattarsi la pancia senza lavoro. Si legge nell'esposto presentato oggi dal CODACONS: "In data , la Presidenza del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, ha emanato un decreto concernente l'incarico ad interim di Direttore della Direzione per la tutela del territorio e delle risorse idriche al dott. M.d.G. Il conferimento dell'incarico ad interim al Dott. D. G. è stato motivato dall'amministrazione dalla necessità di assicurare, nell'immediato, la continuità dell'azione amministrativa nelle more dell'attribuzione della titolarità della citata Direzione generale ad un soggetto estraneo all'amministrazione dello Stato. Tale conferimento, tuttavia, appare del tutto illegittimo sia perchè, inspiegabilmente, non è stato preceduto dallo svolgimento della specifica procedura di pubblicità di cui al Decreto Ministeriale 21 ottobre 2009, GAB/DEC/115/2009 (Definizione dei criteri di conferimento degli incarichi dirigenziali), sia perchè il Dott. M. D. G., Consigliere del ruolo dirigenziale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, già ricopre presso lo stesso dicastero l'incarico di Segretario Generale (decreto di nomina - d.p.r. 31/12/2009), di fatto inconciliabile con quello di direttore generale, anche se ad interim.' ' il Legislatore ha imposto che tutti gli incarichi di funzione dirigenziale nelle amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, debbono essere conferiti secondo le disposizioni dell'art. 19 del D. Lgs. n. 165/2001'. Nell'esposto, dopo avere descritto le illegalità delle altre nomine dirigenziali adottate dal Presidente del Consiglio su proposta del Ministero dell'ambiente si legge: "Si consideri, a tal proposito, che i quattro Direttori Generali in carica che dal mese di gennaio 2010 non possono, loro malgrado, esplicare le loro funzioni comportano per lo Stato una spesa complessiva annua per stipendi percepiti pari ad euro ,30, come è facile evincere dalle Tabelle "Retribuzione del personale dirigenziale' pubblicate sul sito internet dello stesso Ministero!'. CODACONS NEWS n.33 08/14 agosto

4 Le nomine sono state duramente contestate dalla Corte dei Conti con due decisioni che hanno ricusato il visto alle nomine stesse. e andrebbero usati soprattutto per le categorie a rischio, visto che il virus sarà in circolazione ancora per diversi anni. Peccato che i vaccini fabbricati in Italia scadessero a luglio Ora il CODACONS che lamenta il blocco di tutta l'attività di controllo del mare, dell'aria e in generale dell'ambiente proprio nel periodo estivo in cui maggiori sono i problemi legati a discariche abusive a inquinamento del mare e dei fiumi, chiede che si apra una azione per danno all'erario e che la Procura di Roma accerti eventuali ipotesi di reato specie a mente dell'abuso di atti di ufficio e chiede anche il sequestro di tutti gli atti di nomina dichiarati illegali dalla Corte dei Conti. L'esposto integrale e le due delibere della Corte dei Conti sono pubblicati, in adempimento del diritto di cronaca, sul blog ECONOMIA E FINANZA 10/08/2010 INFLUENZA A: OMS, FASE POST- PANDEMICA; FAZIO ANNUNCIA CAMPAGNA D'OTTOBRE CODACONS: OMS SI E' SVEGLIATA MA IN RITARDO BASTA CON I REGALI ALLE CASE FARMACEUTICHE: PRONTE LE DENUNCE PER PROCURATO ALLARME OGM - ORGANISMI GENETICAMENTE MODIFICATI 10/08/2010 CAMPO OGM DISTRUTTO IN FRIULI VENEZIA GIULIA IL CODACONS: È STATA RISTABILITA LA LEGALITÀ Il Codacons denuncia il coltivatore di mais transgenico Giorgio Fedinato (presidente dell'associazione Agricoltori Federati) che nonostante il divieto di legge ha coltivato ogm nel suo campo di Vivaro, in provincia di Pordenone. "Abbiamo preparato un articolato esposto sulla vicenda - ha commentato il Presidente, l'avv. Carlo Rienzi - che presenteremo alla Procura di Pordenone, dove la task-force contro ogm, di cui facciamo parte è impegnata anche in una raccolta di firme.' E sulla distruzione del campo ogm il Presidente Rienzi ha dichiarato: "quel campo rappresentava una pesante illegalità, pertanto chi l'ha distrutto ha solamente ristabilito la legalità e quindi non è punibile'. Dopo aver allarmato inutilmente mezzo mondo rispetto ad un'influenza che sembrava dover fare una strage di esseri umani, ecco che, con SANITÀ / ARTICOLO 32 gran ritardo, finalmente l'oms si è accorta che l'influenza H1N1 è finita. Così l'allerta passa 10/08/2010 direttamente dal livello 6, il più alto, a post pandemic. Nel frattempo il solerte ministro alla Salute RACKET DEL "CARO ESTINTO': ROMA Ferruccio Fazio ha già emanato al circolare per la profilassi d'autunno contro l'influenza COME MILANO stagionale, annunciando che la campagna IL CODACONS CHIEDE ALLA REGIONE partirà ad ottobre. MAGGIORI CONTROLLI NELLE Il Codacons, che sullo spreco di soldi pubblici e STRUTTURE SANITARIE E PUNIZIONI privati per l'influenza dello scorso anno ha fatto ESEMPLARI un esposto alla Corte dei Conti ed ha iniziato una class action, annuncia fin d'ora di essere In tutte le strutture sanitarie del Lazio, dalla pronto a denunciare per procurato allarme clinica privata più prestigiosa all'ultimo degli chiunque, medici, politici o presunti esperti, pur ospedali pubblici, il necroforo arriva puntuale di fare un lauto regalo alle case farmaceutiche, alla morte di ogni paziente, grazie alla soffiata annunci disastri, pandemie e similari. di qualche dipendente, e approfittando dello L'associazione di consumatori ricorda che lo sconforto dei parenti del defunto propone scorso anno, a fine novembre il picco funerali che possono arrivare a costare anche influenzale era già stato raggiunto non solo in euro. "È evidente a tutti ormai - ha Italia, ma addirittura in Europa. Milioni le dosi dichiarato il Presidente Codacons, l'avv. Carlo di vaccino distribuite e poi non utilizzate, con Rienzi - che le cliniche e gli ospedali di Roma e spreco di soldi non indifferente. del Lazio hanno accordi sotto banco con le Secondo il direttore generale dell'oms Margaret agenzie di pompe funebri. E nei rari casi in cui Chan i vaccini stoccati sarebbero ancora validi, 4 CODACONS NEWS n.33 08/14 agosto 2010

5 non è così - ha aggiunto - sono direttamente infermieri, capisala e altri dipendenti a prendere accordi con le imprese. Io stesso - ha concluso - ho dovuto far recuperare poche settimane fa ben 7000 euro estorte, in una delle più prestigiose cliniche della Capitale, per un funerale pagato ma che ne valeva al massimo 6000.' Il Codacons pertanto chiede alla regione di inviare ispettori in ogni struttura sanitaria e di revocare l'autorizzazione a tutte quelle che tollerano questa speculazione sul dolore dei parenti dei defunti. SANITÀ / ARTICOLO 32 10/08/2010 SUPERENALOTTO: GIOCATI OLTRE 1 MILIARDO DI EURO PER INSEGUIRE LA SESTINA VINCENTE IL CODACONS: SE OGGI NESSUNO SI AGGIUDICHERà IL JACKPOT I MONOPOLI DI STATO E IL MINISTERO DELL'ECONOMIA DOVRANNO INTERVENIRE PER BLOCCARLO TRE MILIONI DI ITALIANI SOFFRONO DI DIPENDANZA DA GIOCO E LA TENDENZA È IN CRESCITA A CAUSA DEI PREMI MILIONARI DELLE LOTTERIE situazione, qualora il Ministero dell' Economia non dovesse intervenire denunceremo penalmente il Ministro Tremonti'. Il Codacons invita i cittadini che riscontrano problemi con il gioco a contattare il S.I.Pa.C al numero verde , oppure la sede di Roma, di cui è Responsabile la Dott.ssa Florinda Maione, al numero fisso 06/ VARIE 11/08/2010 IL CODACONS VIGILA ANCHE SULL'ESTATE DEI BAMBINI GRU GIOCATTOLO TRUCCATE: LA VINCITA DEL PREMIO NON DIPENDE DALL'ABILITà DEL GIOCATORE In questi mesi estivi, in cui genitori e nonni passano più tempo con i bambini, sono giunte al Codacons numerose segnalazioni riguardo un particolare modello di gru giocattolo, prodotta dalla J.T.P srl, e presente su tutto il territorio nazionale con la quale sarebbe particolarmente difficile vincere. Secondo le testimonianze, infatti, riuscire a prendere il premio oppure no non dipenderebbe dalla bravura del giocatore bensì dalla quantità di tentativi effettuati fino a quel momento e cioè dalla quantità di monete spese. Il Codacons diffida l'amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stati e il Ministero dell'economia, qualora neanche oggi venisse azzeccata la sestina vincente, affinchè venga messo un freno alla corsa milionaria del jackpot del Superenalotto che sta costando tanto caro agli italiani. Infatti dall'ultimo 6, lo scorso febbraio, sono state giocate schedine per oltre 1 miliardo di euro. "Se neanche oggi la Dea Bendeta assegnerà i 111 milioni di euro del jackpot ci aspettiamo che i Monopoli di Stato e il Ministro Tremonti intervengono per far confluire i nuovi introiti provenienti dalla vendita di schedine nei premi minori e bloccare così la folle corsa del jackpot', ha dichiarato il Presidente l'avv. Carlo Rienzi. Sono tre milioni gli italiani affetti dalla c.d. ludopatia, tendenza pericolosamente in crescita anche a causa dei montepremi ricchissimi di giochi e lotterie con pochissime possibilità di vincita. Nello specifico, per quanto riguarda il Superenalotto c'è una sola possibilità su seicentosessantadue milioni di fare sei. Il Presidente Rienzi ha proseguito: "riceviamo molte segnalazioni di giocatori che vivono in condizioni disperate e dei loro familiari che sono costretti anch'essi ad affrontare la dipendenza da gioco e l'unica soluzione sono i centri di ascolto come il S.I.I.Pa.C, la Società italiana intervento patologie compulsive.' Ed ha concluso: "vista la "Non è possibile che un bambino giochi, riesca e prendere la palla che tanto desidera e poi le braccia della gru si allarghino inspiegabilmente facendola ricadere insieme a tutte le altre', ha dichiarato il Presidente l'avv. Carlo Rienzi. Aggiungendo: "Abbiamo già denunciato la situazione ai Nas di Roma affinchè vengano effettuati controlli in tutt'italia disponendo il sequestro delle macchine se necessario, e anche ai Nas di Viterbo per una gru giocattolo sospetta installata alla Coop di Vetralla'. "Chiediamo ai Monopoli di Stato, che hanno concesso l'autorizzazione al gioco in questione, di intraprese ispezioni su tutti i giochi a moneta installati lungo la penisola che hanno ottenuto l'autorizzazione', ha concluso il Presidente Rienzi. Il Codacons inoltre sta preparando, al riguardo, un esposto da presentare alla Procura della Repubblica e invita genitori e nonni a segnalare tutti i giochi a pagamento sospetti al blog perchè una situazione del genere, che cavalca l'onda emotiva degli affetti verso i bambini per ottenere un ingiusto profitto, è particolarmente odiosa. CODACONS NEWS n.33 08/14 agosto

6 6 VIAGGI E TURISMO 11/08/2010 RIENTRO DALL'INDIA: IL CODACONS DENUNCIA ALLA PROCURA DI ROMA GLI ATTI DI CORRUZIONE E L'ALTISSIMO PREZZO DEI BIGLIETTI AEREI CHIESTA ALL'ENAC LA SOSPENSIONE DELLE AUTORIZZAZIONI ALLE COMPAGNIE RESPONSABILI L'alluvione che ha colpito nei giorni scorso il Kashmir, regione dell'india ricca di attrattive turistiche, non sembra fermarsi, perciò le decine di turisti italiani presenti sul territorio stanno cercando di tornare a casa il prima possibile. Da inchieste giornalistiche, come quella del Corriere della Sera, e da diverse decine di segnalazioni giunte al Codacons si è appreso che all'aeroporto Kushok Bakula Rimpoche di Leh, preso d'assalto dai turisti, le Compagnie Aeree, oltre da applicare tariffe esorbitanti, si lascerebbero corrompere per agevolare la partenza. "È indegno si speculi sulla paura dei turisti bloccati in India e sulla morte delle vittime dell'alluvione chiedendo mazzette e raddoppiando il costo dei biglietti', ha dichiarato il Presidente, l'avv. Carlo Rienzi. Che ha aggiunto: "abbiamo denunciato questi atti di vigliaccheria alla Procura della Repubblica di Roma e sollecitato l'enac perchè sospenda l'autorizzazione alle compagnie colpevoli'. VARIE 11/08/2010 ROMA 2020: ASSESSORI PRONTI MA LA CITTÀ NO IL CODACONS SI OPPORRà ALLA CANDIDATURA DI ROMA AI GIOCHI OLIMPICI FINCHÈ NON SARANNO RISOLTI I PRINCIPALI PROBLEMI DELLA CAPITALE E INTANTO PARTE IL RICORSO AL TAR DEL LAZIO CONTRO LE OLIMPIADI A ROMA Il Codacons ha presentato un ricorso al Tar Lazio contro la candidatura di Roma ai Giochi Olimpici del 2020, e ribadisce alla luce delle dichiarazioni dell'assessore ai lavori pubblici, Fabrizio Ghera, durante l'inaugurazione di uno dei 186 cantieri previsti dal Campidoglio per la manutenzione stradale della Capitale, la sua contrarietà all'iniziativa fino a quando non saranno risolti almeno i principali problemi in CODACONS NEWS n.33 08/14 agosto 2010 tema di viabilità, raccolta rifiuti e disservizi per i cittadini. Il Presidente, l'avv. Carlo Rienzi, ha risposto all'assessore Ghera: "l'amministrazione comunale farebbe bene a farsi carico prima dei problemi dei romani e poi semmai pianificare eventi internazionali prestigiosi come le Olimpiadi', e ha aggiunto: "se gli assessori sono pronti alle Olimpiadi le associazioni in difesa dei consumatori sono altrettanto pronte ad opporsi finchè sarà necessario'. ECONOMIA E FINANZA 11/08/2010 IL BARILE DEL PETROLIO RIBASSA: IL CODACONS DIFFIDA PETROLIERI E MINISTERO DELL'ECONOMIA AFFINCHÈ ABBASSINO ANCHE IL PREZZO ALLA POMPA CODACONS: SE ENTRO 24 ORE NON SCENDERANNO ANCHE I PREZZI NEI DISTRIBUTORI DENUNCEREMO I PETROLIERI E IL MINISTERO DELL'ECONOMIA PER ASSOCIAZIONE A DELINQUERE FINALIZZATA ALL'AGGIOTAGGIO Non si ferma la corsa al rialzo del prezzo dei carburanti nonostante quello del greggio diminuisca. È di oggi, infatti, la notizia che il prezzo del barile è sceso sotto gli ottanta dollari, mentre benzina e gasolio non si muovono dalla soglia rispettivamente di 1,401 euro e di 1,252 al litro. "Sono i petrolieri a determinare il costo dei carburanti - ha dichiarato il Presidente Codacons, l'avv. Carlo Rienzi - ma il mancato ribasso del prezzo alla pompa è sfruttato per il 60% dal Ministero dell'economia e delle Finanze, perciò sarà inevitabile - ha concluso - rivolgerci alla magistratura affinchè verifichi come sia possibile il persistere delle due velocità e apra un'indagine penale per associazione a delinquere finalizzata all'aggiotaggio'. SANITÀ / ARTICOLO 32 12/08/ : FINALMENTE UN NUMERO PUBBLICO CHE FUNZIONA! IL CODACONS HA MONITORATO IL NUMERO UTILE DEL MINISTERO DELLA SALUTE FIN DALLA SUA ATTIVAZIONE

7 CODACONS: NON SAREBBE OPPORTUNO FORNIRE AI CITTADINI OLTRE AI NUMERI D'EMERGENZA ANCHE QUELLI DELLE PRINCIPALI ASSOCIAZIONI IN DIFESA DEI CONSUMATORI? Il Codacons ha monitorato, fin dalla sua inaugurazione il 16 luglio scorso, il numero di pubblica utilità 1500 istituito dal Ministero della Salute nell'ambito dell'iniziativa "Estate sicura 2010, vincere il caldo', accertandone l'effettivo funzionamento. Il call center, infatti, attivo tutti i giorni (anche i festivi) dalle ore 8.00 alle 20.00, fornisce informazioni su come affrontare le ondate di calore dando i consigli più opportuni ai cittadini, soprattutto anziani, che trascorrono le vacanze nelle città ma non solo. "Era ora - ha dichiarato il Presidente Codacons, l'avv. Carlo Rienzi - che un numero utile funzionasse come si deve, sono anni che riceviamo segnalazioni di cittadini inferociti perchè di solito non risponde mai nessuno oppure le linee sono sempre occupate'. E ha concluso con una domanda al Ministro della Salute, Ferruccio Fazio: "non sarebbe il caso che il call center fornisse anche i numeri delle principali associazioni in difesa dei consumatori?' ECONOMIA E FINANZA 12/08/2010 P. A. : I DIPENDENTI MINISTERIALI BISTRATTATI DA BRUNETTA CHIEDONO ALLO STATO 10 MILIONI DI EURO DI ARRETRATI!! OLTRE DIPENDENTI PUBBLICI ALLA CARICA DELL'ERARIO PER OTTENERE IL RICONOSCIMENTO DELLA LORO PROFESSIONALITA' INSPIEGABILMENTE NEGATA FINO AD OGGI IL CODACONS AVVIA UNA CLASS ACTION CONTRO BERLUSCONI, TREMONTI E BRUNETTA PER LA MANCATA ISTITUZIONE NEL PUBBLICO IMPIEGO DELL'AREA CONTRATTUALE DELLA "VICEDIRIGENZA' ancora - dichiara l'avv. Carlo Rienzi presidente del Codacons - è solo per una colpevole omissione del Governo che deve cessare!'. Con la legge Brunetta sulla class action pubblica per la prima volta si tenterà di dare soddisfazione a tanti impiegati che per anni hanno fatto le mansioni dirigenziali venendo pagati come semplici impiegati in violazione dell'art. 36 della Costituzione. L'art. 17 bis del decreto legislativo 165/2001, a seguito dell'entrata in vigore dell'art. 7, co. 3 della legge 145/2002, ha istituito l'area della Vice Dirigenza, stabilendo i requisiti necessari per tale inquadramento. Nello specifico, gli aspiranti alla Vice Dirigenza devono essere laureati appartenenti alle posizioni C2 e C3 con cinque anni di anzianità in dette posizioni o nelle corrispondenti qualifiche VIII e IX del precedente ordinamento. La normativa si caratterizza per un riposizionamento della funzione dirigenziale che trova un nuovo equilibrio nei confronti del potere politico, della durata degli incarichi, delle possibilità di accesso dall'esterno. Il contrappeso a tale nuovo equilibrio è dato dall'esistenza di un punto inferiore di riferimento e stabilità rinvenuto nelle funzioni direttive intermedie, cui vengono attribuiti funzioni dirigenziali. Il carattere inderogabile e obbligatorio della disposizione in questione si ricava dalla mera lettura della stessa che, istituendo la categoria della Vice Dirigenza per tutti i soggetti in possesso degli specifici requisiti previsti, attribuisce diritti soggettivi immediati ed incondizionati agli aspiranti alla predetta posizione. Ebbene, finalmente alcune clamorose sentenze dei Tribunali del Lavoro hanno sancito l'obbligo del Governo di adeguare la loro posizione come previsto dalla legge. Il Codacons si prefigge lo scopo, mediante l'instauranda class action, di ottenere da parte degli organismi pubblici competenti, l'emanazione degli atti generali necessari per l'istituzione dell'area contrattuale della Vice Dirigenza nel Pubblico Impiego, ex art. 17bis del D. Lgs. n. 165/2001. Per informazioni è possibile inviare una mail all'indirizzo o contattare il numero verde completamente gratuito, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle Si calcola siano centinaia di migliaia gli impiegati pubblici che hanno diritto in base a una legge del 2002 a essere nominati vicedirigenti e ricevere quindi un congruo aumento di stipendio. "Se ciò non è avvenuto CODACONS NEWS n.33 08/14 agosto

8 La pubblicazione Codacons News è iscritta all elenco speciale, annesso all Albo dei giornalisti di Milano e registrata presso il Tribunale di Milano n.609. Codacons News viene distribuito nei mercati rionali gratuitamente. -Non contiene pubblicità - Abbonamento annuale 50,00 da versare attraverso vaglia postale intestato a: Codacons Nazionale Lombardia, Viale Abruzzi, Tel Direttore responsabile: Giuseppe Ursini Coordinamento editoriale: Marco Donzelli Comitato di redazione: Stefano Zerbi, Pietro Valentini, Nicola Basilico (Coordinamento delle associazioni per la difesa dell ambiente e dei diritti degli utenti e consumatori) E un associazione nata nel 1986 e volta al perseguimento di un mirato rapporto tra l uso individuale e collettivo delle risorse umane ed un razionale sviluppo della società, improntato al rispetto della dignità della persona umana e della salvaguardia dell interesse fondamentale della salute e della sicurezza, attuale e futura delle singole persone. L associazione ha inoltre la finalità di tutelare, con ogni mezzo legittimo, gli interessi dei consumatori e degli utenti nei confronti dei soggetti pubblici o privati, produttori e/o erogatori di beni e servizi (art.7 Statuto Codacons). Il Codacons è un associazione di volontariato ai sensi della legge 266/91, per la difesa dell ambiente e dei consumatori, è riconosciuta ai sensi della legge 349/1986 Istitutiva del Ministero dell Ambiente, è un organizzazione non lucrativa di utilità sociale ai sensi del d.lgs. 460/1997 ed è membro del Consiglio Nazionale dei Consumatori e Utenti al Ministero dell Industria ai sensi della legge 281/98 COLLEGIO DI PRESIDENZA CODACONS Carlo Rienzi Marco Maria Donzelli Marco Ramadori Giuseppe Ursini SEDI SPORTELLO SULLA CITTA BARI BOLOGNA CAMPOBASSO CATANIA CATANZARO CIVITANOVA MARCHE (MACERATA) GENOVA FIRENZE MILANO MARANO D ISERA (TRENTO) MATERA MESTRE (VENEZIA) NAPOLI PERUGIA PESCARA PORDENONE ROMA SALERNO SASSARI TORINO

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio.

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. 1. I passaporti diplomatici e di servizio, di cui all'articolo

Dettagli

GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi)

GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi) GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi) Principali norme di riferimento 1) Legge n. 241/1990 - Nuove norme in

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEI RIPOSI E DURATA DEL LAVORO NOTTURNO

ORGANIZZAZIONE DEI RIPOSI E DURATA DEL LAVORO NOTTURNO Scheda esplicativa per la trattativa decentrata maggio 2009 ORGANIZZAZIONE DEI RIPOSI E DURATA DEL LAVORO NOTTURNO a cura di Giuseppe Montante e Carlo Palermo componenti la Delegazione trattante nazionale

Dettagli

http://www.gazzettaufficiale.it/guridb//dispatcher?task=attocompleto&service=1&dat...

http://www.gazzettaufficiale.it/guridb//dispatcher?task=attocompleto&service=1&dat... Atto Completo http://www.gazzettaufficiale.it/guridb//dispatcher?task=attocompleto&service=1&dat... Page 1 of 4 20/09/2010 DECRETO 10 settembre 2010 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Linee guida per l'autorizzazione

Dettagli

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO GINNASIO STATALE "M. T. CICERONE" RMPC29000G Via Fontana Vecchia, 2 00044 FRASCATI tel. 06.9416530 fax 06.9417120 Cod.

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana

Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana Ambito dell'accesso REGOLAMENTO PER L'ACCESSO AGLI ATTI ED AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI DELL'ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA (G.U.R.S. n. 28 del 20/06/2008)

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. Art. 1 (Disposizioni di carattere generale)

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. Art. 1 (Disposizioni di carattere generale) CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Art. 1 (Disposizioni di carattere generale) 1. I princìpi e i contenuti del presente codice costituiscono specificazioni esemplificative

Dettagli

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015)

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) Il testo inserisce nel codice penale un nuovo titolo, dedicato ai delitti contro l'ambiente, all'interno del quale vengono

Dettagli

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni)

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni) REGOLAMENTO SULLA TUTELA DELLE PERSONE E DI ALTRI SOGGETTI RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI emanato con decreto direttoriale n.220 dell'8 giugno 2000 pubblicato all'albo Ufficiale della Scuola

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO CONCERNENTE INCOMPATIBILITA, CUMULO DI IMPIEGHI ED INCARICHI AL PERSONALE DIPENDENTE

REGOLAMENTO CONCERNENTE INCOMPATIBILITA, CUMULO DI IMPIEGHI ED INCARICHI AL PERSONALE DIPENDENTE REGOLAMENTO CONCERNENTE INCOMPATIBILITA, CUMULO DI IMPIEGHI ED INCARICHI AL PERSONALE DIPENDENTE Art. 1 Disciplina 1. Il presente regolamento concerne le incompatibilità derivanti dall'assunzione e dal

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Prot. R.U. 20990 IL DIRETTORE DELL AGENZIA Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione)

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione) 1 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale della Sanità Dipartimento regionale per la pianificazione strategica ********** Servizio 1 Personale dipendente S.S.R. LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE

Dettagli

inform@ata news n.02.14

inform@ata news n.02.14 inform@ata news n.02.14 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION I. SCOPO POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION La corruzione è proibita dalle leggi di quasi tutte le giurisdizioni al mondo. Danaher Corporation ( Danaher ) si impegna a rispettare le leggi

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI 6 Settore: Tutela Ambientale Servizio Proponente:Servizi per l'ambiente Responsabile del Procedimento:G.Laudicina Responsabile del Settore: R.Quatrosi DETERMINAZIONE

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani

L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani 2011 Censite 535,595 2021Stimate 909,000 Età 80+ 2.7% della popolazione nel 2011 14% dal 2006 2041-1397,000 7.3% della popolazione nel 2041 La maggior

Dettagli

A cura di confidi112tub.eu. Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB

A cura di confidi112tub.eu. Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB Premessa I Confidi - Consorzi e Cooperative di garanzia collettiva fidi - sono i soggetti che, ai sensi della legge 326/2003, svolgono esclusivamente

Dettagli

ACCESSO CIVICO, ACCESSO AGLI ATTI E PROTEZIONE DEI DATI: AMBITO DI RILEVANZA

ACCESSO CIVICO, ACCESSO AGLI ATTI E PROTEZIONE DEI DATI: AMBITO DI RILEVANZA ACCESSO CIVICO, ACCESSO AGLI ATTI E PROTEZIONE DEI DATI: AMBITO DI RILEVANZA L art. 4 della L.P. 4/2014, nel regolamentare (ai commi 2, 3 e 4) la procedura per l esercizio dell accesso civico, ne definisce

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

IL RINNOVO DEI CONTRATTI PUBBLICI: facciamo il punto

IL RINNOVO DEI CONTRATTI PUBBLICI: facciamo il punto IL RINNOVO DEI CONTRATTI PUBBLICI: facciamo il punto La questione inerente il rinnovo dei contratti pubblici è una questione piuttosto complessa e, in parte, anche controversa, soprattutto all esito dell

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939.

L'associarsi di due o più professionisti in un' Associazione Professionale è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. ASSOCIAZIONE TRA PROFESSIONISTI L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. Con tale associazione,non

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari UFFICIO DEL SEGRETARIO GENERALE Responsabile Settore Affari del Personale-Anticorruzione-Trasparenza CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO Il

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 244 IN DATA 28 OTTOBRE 1997. MODIFICATO CON DELIBERAZIONI

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

Art. 71 Nomina e funzioni dei magistrati onorari della procura della Repubblica presso il tribunale ordinario.

Art. 71 Nomina e funzioni dei magistrati onorari della procura della Repubblica presso il tribunale ordinario. REGIO DECRETO 30 gennaio 1941 n. 12 ( indice ) (modificato e aggiornato dalle seguenti leggi: R.D.L. n. 734/43, L. n. 72/46, L. n. 478/46, R.D.Lgs. n. 511/46, L. n. 1370/47, L. n. 1794/52, L. n. 1441/56,L.

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

Energia: come rateizzare una bolletta di conguaglio Mediaset: continua la battaglia per il recupero del credito residuo

Energia: come rateizzare una bolletta di conguaglio Mediaset: continua la battaglia per il recupero del credito residuo Coordinato da Valeria Lai Agenzia Adiconsum - anno XX - n. 23-2 maggio 2008 Stampato in proprio in maggio 2008 In questo numero: Energia: come rateizzare una bolletta di conguaglio Mediaset: continua la

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Gabinetto dell On. le Ministro. Organismo Indipendente di Valutazione. Presidente del Consiglio Superiore dei LL.PP.

Gabinetto dell On. le Ministro. Organismo Indipendente di Valutazione. Presidente del Consiglio Superiore dei LL.PP. Dipartimento per le Infrastrutture, gli affari generali ed il personale Direzione generale del personale e degli affari generali Divisione 4 Ufficio Ispettivo e Disciplina Via Nomentana, 2 00161 Roma tel.06.4412.3285

Dettagli

inform@ata news n.02.15

inform@ata news n.02.15 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it inform@ata news n.02.15 la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO.

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. 5 del consiglio di Amministrazione 242 Allegato A DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. Art. 1 Oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Sostegno della maternità e della paternità - Legge 8 marzo 2000, n. 53. (Circolare n. 4/1-S-729, in data 10 giugno 2000, del Min. Giustizia, Org.

Sostegno della maternità e della paternità - Legge 8 marzo 2000, n. 53. (Circolare n. 4/1-S-729, in data 10 giugno 2000, del Min. Giustizia, Org. Sostegno della maternità e della paternità - Legge 8 marzo 2000, n. 53. (Circolare n. 4/1-S-729, in data 10 giugno 2000, del Min. Giustizia, Org. giud., Uff, II) Con la presente nota-circolare si ritiene

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE.

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. Casi pratici sulla corretta registrazione delle operazioni attinenti la gestione collettiva del risparmio

Dettagli

DECRETO 26 ottobre 2011

DECRETO 26 ottobre 2011 DECRETO 26 ottobre 2011 Modalita' di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA, dei soggetti esercitanti l'attivita' di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI DIREZIONE GENERALE PER flash 29 L INCLUSIONE E LE POLITICHE SOCIALI PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI Roma, 1 settembre 2014 Il punto di partenza:

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART-TIME, DELLE INCOMPATIBILITA' E DEI SERVIZI ISPETTIVI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART-TIME, DELLE INCOMPATIBILITA' E DEI SERVIZI ISPETTIVI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART-TIME, DELLE INCOMPATIBILITA' E DEI SERVIZI ISPETTIVI Approvato con D.G. N.40 DEL 10.04.2000 Modificato con D.G. N.79 DEL 04.11.2002 Modificato con D.G. N.70 DEL 13.11.2006

Dettagli

REGOLAMENTO del CONCORSO MISTO A PREMI denominato RINGO BTS 2014.

REGOLAMENTO del CONCORSO MISTO A PREMI denominato RINGO BTS 2014. REGOLAMENTO del CONCORSO MISTO A PREMI denominato RINGO BTS 2014. 1. SOCIETA PROMOTRICE BARILLA G. e R. Fratelli Società per Azioni, con Socio Unico Via Mantova, 166-43122 Parma C.F. e iscrizione al registro

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TERMINE E DI RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TERMINE E DI RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO REGOLAMENTO IN MATERIA DI TERMINE E DI RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Approvato con deliberazione del Consiglio provinciale n. 161 del 28 ottobre 1997, così come integrata dalla deliberazione del Consiglio

Dettagli

COMMISSIONE PRECEDURE CONCORSUALI. Gruppo di studio formato da: Malagoli Rag. Claudio (responsabile) Altomonte Dott. Luca. Giovanardi Dott.

COMMISSIONE PRECEDURE CONCORSUALI. Gruppo di studio formato da: Malagoli Rag. Claudio (responsabile) Altomonte Dott. Luca. Giovanardi Dott. COMMISSIONE PRECEDURE CONCORSUALI Gruppo di studio formato da: Malagoli Rag. Claudio (responsabile) Altomonte Dott. Luca Giovanardi Dott.ssa Enrica Luppi Dott.ssa Stefania Menetti Dott. Pietro Marco Pignatti

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO

D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO TITOLO I DISCIPLINA GENERALE DELLE PRESTAZIONI E DEI CONTRIBUTI CAPO I -

Dettagli

Ai Signori Segretari Regionali

Ai Signori Segretari Regionali Venezia, 14 GEN. 1993, prot. n. 313/SGP Oggetto: L. 7 agosto 1990, n. 241 Ai Signori Segretari Regionali Ai Signori Assistenti Alla Segreteria Generale Ai Signori Assistenti Alla Segreteria per il Territorio

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA INDICE Art. 1 (Oggetto) Art. 2 (Definizioni) Art. 3 (Ambito di applicazione) Art. 4 (Istituzione dello Sportello Unico

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

COMUNE DI VILLACHIARA. Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART TIME, DELLE INCOMPATIBILITA E DEI SERVIZI ISPETTIVI

COMUNE DI VILLACHIARA. Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART TIME, DELLE INCOMPATIBILITA E DEI SERVIZI ISPETTIVI COMUNE DI VILLACHIARA Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART TIME, DELLE INCOMPATIBILITA E DEI SERVIZI ISPETTIVI (Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 174 del 22/10/1997,

Dettagli

ALLEGATO 1 ALLA DELIBERA. 148/2014- GRIGLIA DI RILEVAZIONE AL 31/12/2014. Curricula. Compensi di qualsiasi natura connessi all'assunzione della carica

ALLEGATO 1 ALLA DELIBERA. 148/2014- GRIGLIA DI RILEVAZIONE AL 31/12/2014. Curricula. Compensi di qualsiasi natura connessi all'assunzione della carica mministrazione BEDOLLO 31/1/215 LLEGTO 1 LL DELIBER. 148/214- GRIGLI DI RILEVZIONE L 31/12/214 livello 1 (Macrofamiglie) Denominazione sotto-sezione 2 livello (Tipologie di dati) mbito soggettivo (vedi

Dettagli

Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione

Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione LEGGE 20 FEBBRAIO 1958, n. 75 (GU n. 055 del 04/03/1958) ABOLIZIONE DELLA REGOLAMENTAZIONE DELLA PROSTITUZIONE E

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Parere: Assegnazione mansioni superiori

Parere: Assegnazione mansioni superiori Parere: Assegnazione mansioni superiori Fatto: Le Poste italiane S.p.a. affidano il conferimento temporaneo di mansioni superiori dal livello C a B, ai propri dipendenti, i quali, di conseguenza, sono

Dettagli

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA a cura del Nucleo Promozione e Sviluppo Responsabile: Cesare Hoffer Il presente documento non ha la pretesa di essere

Dettagli

Al Responsabile del S.U.A.P.

Al Responsabile del S.U.A.P. Marca da bollo Da inviare al Comune competente mediante lettera A/R Al Responsabile del S.U.A.P. Comune di Penna Sant Andrea (TE) M0297/83-AB OGGETTO: Domanda di rilascio nuova autorizzazione di tipo A

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DECRETO-LEGGE 20 giugno 2012, n. 79 Misure urgenti per garantire la sicurezza dei cittadini, per assicurare la funzionalita' del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e di altre strutture dell'amministrazione

Dettagli