Note sulla versione di BusinessObjects XI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Note sulla versione di BusinessObjects XI"

Transcript

1 Note sulla versione di BusinessObjects XI BusinessObjects XI

2 Brevetti Marchi Copyright Business Objects possiede i seguenti brevetti negli Stati Uniti, che possono coprire prodotti offerti e venduti da Business Objects: 5,555,403, 6,247,008 B1, 6,578,027 B2, 6,490,593 e 6,289,352. Business Objects, il logo Business Objects, Crystal Reports e Crystal Enterprise sono marchi o marchi registrati di Business Objects S.A. o delle società affiliate negli Stati Uniti e negli altri paesi. Tutti gli altri nomi citati nel presente documento sono marchi dei rispettivi proprietari. Copyright 2004 Business Objects. Tutti i diritti riservati.

3 Sommario Capitolo 1 Note sulla versione di BusinessObjects XI 5 Informazioni sulle note Definizione di BusinessObjects XI Risorse di informazione su Business Objects Capitolo 2 BusinessObjects Enterprise 7 Installazione Problemi UNIX Problemi di aggiornamento e migrazione Importazione dei dati da Crystal Enterprise in BusinessObjects Enterprise XI Importazione dei dati da BusinessObjects Enterprise 6.x in BusinessObjects Enterprise XI Disinstallazione Coesistenza Gestione del server Central Management Server (CMS) Server di elaborazione (Page Server, Job Server, Cache Server) Report Application Server (RAS) Applicazioni Web e Windows Business Views Central Management Console (CMC) Importazione guidata InfoView Problemi relativi al pannello di controllo Discussioni Pubblicazione guidata Live Office Problemi di visualizzazione Note sulla versione di BusinessObjects XI 1

4 Sommario Visualizzazione dei report Crystal Problemi di pianificazione Gestione degli utenti Single Sign-On Autenticazione AD e NT Autenticazione LDAP Connettività alle origini dati Documentazione Problemi di sviluppo Servizi Web Sviluppo CSP e ASP Sviluppo.NET Sviluppo SDK Report Application Server (RAS) Capitolo 3 Crystal Reports 39 Installazione Problemi di distribuzione Accesso ai dati Creazione di report da Microsoft Exchange Utilizzo di report Business Views Prompt dinamici Formattazione di report Universi Creazione di report URL Problemi di sviluppo SDK del visualizzatore Java Visualizzatori e SDK CR.NET Problemi relativi alle versioni in lingua Documentazione Java Reporting Component Restrizioni Problemi specifici di piattaforma Note sulla versione di BusinessObjects XI

5 Sommario Formattazione e rendering Database relazionali e istruzioni SQL Funzionalità di report Capitolo 4 Web Intelligence 59 Web Intelligence Informazioni generali Problemi noti Modifica dei report nel formato di visualizzazione interattivo Documentazione Web Intelligence SDK Problemi noti Limitazioni Designer Universi e gestione delle connessioni Server Web Intelligence Report Server Web Intelligence Controllo della configurazione della connessione Uso dello strumento di verifica Sintassi dello strumento di verifica Funzioni dello strumento di verifica Capitolo 5 OLAP Intelligence 75 Installazione Problemi di carattere generale Connettività alle origini dati Hyperion Essbase/IBM DB2 OLAP Enhanced Driver Appendice A Risorse di informazioni di Business Objects 83 Documentazione e servizi di informazione Documentazione Cosa contiene la documentazione? Dove reperire la documentazione Note sulla versione di BusinessObjects XI 3

6 Sommario Commenti Supporto tecnico, consulenza e formazione Tipi di supporto Ricerca della migliore soluzione di distribuzione per un'azienda Servizi di formazione Guida rapida agli indirizzi utili Note sulla versione di BusinessObjects XI

7 Note sulla versione di BusinessObjects XI capitolo

8 1 Note sulla versione di BusinessObjects XI Informazioni sulle note Informazioni sulle note Le note contenute in questo documento riguardano importanti informazioni inerenti a questa versione del prodotto, incluso: note sull'installazione; dettagli relativi a problemi noti di questa versione e importanti informazioni per i clienti esistenti. Leggere l'intero documento prima di installare il software di Business Objects e visitare il sito Web di supporto di Business Objects per ulteriori note e informazioni che potrebbero essere rese disponibili in seguito alla pubblicazione del presente documento. Nota: Le note del presente documento rappresentano solo alcuni dei problemi noti al momento del rilascio. Per l'elenco più aggiornato delle note sulla versione, visitare la pagina docfiles/cps10/docs_en.asp. Definizione di BusinessObjects XI BusinessObjects XI offre una serie di funzioni dell'intera linea di prodotti Business Objects per rispondere alle diverse esigenze degli utenti, dalla creazione di report dalla qualità di vere e proprie presentazioni all'analisi approfondita. Risorse di informazione su Business Objects Per ulteriori informazioni e per ottenere assistenza, vedere "Risorse di informazioni di Business Objects " a pagina 83. In questa appendice viene illustrata la documentazione di Business Objects, il supporto clienti e i servizi di formazione e consulenza, con collegamenti alle risorse in linea. Per informazioni sulle applicazioni e sul contributo di terze parti e sulle relative licenze, visitare il sito all'indirizzo thirdparty. 6 Note sulla versione di BusinessObjects XI

9 BusinessObjects Enterprise capitolo

10 2 BusinessObjects Enterprise Installazione Installazione Per un elenco completo dei requisiti di sistema e delle piattaforme supportate, vedere il file platforms.txt incluso nella distribuzione del prodotto. Per istruzioni complete sull'installazione, vedere il manuale di installazione (install.pdf). Disattivare gli eventuali software antivirus prima di installare i componenti di BusinessObjects Enterprise. Attivare il software antivirus dopo l'installazione. Per eseguire un'installazione minima della Migrazione guidata repository e della Migrazione guidata origine dati, utilizzare l'installazione Client del programma di installazione. Per evitare un'installazione non corretta di alcuni file dipendenti, non utilizzare l'installazione personalizzata per installare la sola Migrazione guidata repository. Per impostazione predefinita, vengono installati tutti gli SDK. Per non installare gli SDK per sviluppatori, eseguire l'installazione personalizzata e deselezionare gli SDK nella struttura delle caratteristiche. In questa versione è supportata solo la lingua inglese. Per le applicazioni Web come Central Management Console e InfoView, verificare che nelle impostazioni internazionali del browser sia selezionata la lingua inglese. Se si è utilizzata l'installazione personalizzata per installare alcuni componenti e si desidera in seguito aggiungere altri componenti, il programma di installazione richiederà la posizione del CD di BusinessObjects Enterprise XI. Se si è eseguita l'installazione personalizzata da un'immagine in rete, sarà necessario utilizzare l'immagine in rete (o una sua copia) come origine per l'aggiunta di ulteriori componenti. Non è possibile installare ulteriori componenti dal CD. Prima di eseguire un'installazione di.net completa con l'opzione IIS disattivata, verificare che: IIS sia installato ed abilitato. ASP.NET sia installato ed abilitato. Se si sono installati i componenti di.net quando sul computer non era ancora installato ASP.NET, sarà necessario installare di nuovo.net Framework e procedere al relativo ripristino. Per ripristinare.net Framework: 1. Procurarsi l'origine della prima installazione. Se ad esempio si è installato.net Framework da CD o DVD, inserire il disco. Se invece si è scaricato.net Framework, scaricarlo di nuovo e salvarlo su disco. Se si è eseguita l'installazione da una risorsa di rete condivisa, riconnettersi. 8 Note sulla versione di BusinessObjects XI

11 BusinessObjects Enterprise Installazione 2 2. Digitare il seguente comando al prompt dei comandi: n:\<origine di installazione>\dotnetfx.exe /t:%temp% /c:"msiexec.exe /fvecms %temp%\netfx.msi" Ad esempio: d:\dotnetframework\dotnetfx.exe /t:%temp% / c:"msiexec.exe /fvecms %temp%\netfx.msi Se, dopo l'installazione di.net WCA,.NET InfoView o Central Management Console non funzionano in modo corretto, verificare la configurazione delle seguenti impostazioni: ASP.NET è installato ed abilitato. Se si utilizza IIS 6 con Windows 2003, accertarsi che l'autorizzazione per ASP.NET v sia impostata su "Consentito con le estensioni del servizio Web". Verificare che le estensioni.aspx,.csp,.cwr,.rpt e.resx siano state mappate su aspnet_isapi.dll per le directory virtuali crystalreportviewers11 e businessobjects. Se si esegue un'installazione completa di.net in ambiente Microsoft Windows 2000 con tutti gli aggiornamenti di Windows applicati, quando si avvia InfoView.NET viene visualizzato l'errore 404: File non trovato. Questo errore è provocato dagli aggiornamenti di Windows. Per ulteriori dettagli su questo problema, consultare il seguente bollettino Microsoft: Vi sono due modi per evitare il problema: 1. Andare in Internet Information Services (IIS) e fare clic su businessobjects 2. Trasformare il percorso locale da C:\Programmi\Business Obects\BusinessObjects Enterprise 11\Web Content\ ± in C:\Programmi\usinessObects\BusinessObjects Enterprise 11\Web Content ± 3. Modificare anche il percorso locale per crystalreportviewers11. Oppure 1. Andare a Pannello di controllo > Installazione applicazioni. 2. Disinstallare l'hot fix.net framework 1.1. L'autoregistrazione di alcune DLL termina in errore quando la directory di installazione di BusinessObjects Enterprise contiene un punto e virgola. Se si esegue l'installazione su c:\;\ l'installazione terminerà in errore. Note sulla versione di BusinessObjects XI 9

12 2 BusinessObjects Enterprise Problemi di aggiornamento e migrazione Problemi UNIX BusinessObjects Enterprise XI non supporta l'installazione in una directory contenente caratteri non ASCII. Questo è dovuto al fatto che alcune applicazioni di terzi come JDK, JRE e Tomcat che vengono eseguite con BusinessObjects Enterprise non supportano le directory con caratteri non ASCII. Se si installa Crystal Reports o OLAP Intelligence in una directory con caratteri non ASCII, quindi si installa BusinessObjects Enterprise, BusinessObjects Enterprise deve utilizzare le stesse directory usate da Crystal Reports e OLAP Intelligence. Ciò provoca un comportamento imprevisto in JDK, JRE e Tomcat. Per evitare questo problema, occorre rimuovere Crystal Reports e OLAP Intelligence e installarli in una directory contenente unicamente caratteri ASCII e quindi installare BusinessObjects Enterprise. È possibile utilizzare solo caratteri Latin1 nel percorso di installazione, $TEMPDIR e $TMPDIR per BusinessObjects Enterprise su piattaforma UNIX. Quando si installa BusinessObjects Enterprise su piattaforme Unix, non inserire spazi né caratteri non ASCII nel percorso della directory Problemi di aggiornamento e migrazione Quando si esegue la migrazione da un ambiente di origine che contiene utenti Active Directory, Central Configuration Manager (CCM) deve essere eseguito in un account utente che disponga del diritto "Agisci come parte del sistema operativo". Per scegliere gli utenti a cui attribuire questo diritto, utilizzare i Criteri di protezione locali: 1. Nel menu Start scegliere Programmi>Strumenti di amministrazione>criteri di protezione locali. Nota: Un metodo alternativo consiste nel digitare 'secpol.msc' nella casella di comando "Esegui". 2. Fare doppio clic su Criteri locali. 3. Fare doppio clic su Assegnazione diritti utente. 4. Fare doppio clic su "Agisci come parte del sistema operativo". 5. Aggiungere l'account dell'utente che eseguirà il CCM. 10 Note sulla versione di BusinessObjects XI

13 BusinessObjects Enterprise Problemi di aggiornamento e migrazione 2 Nota: Per applicare la modifica, è necessario uscire da Windows. A seconda del numero di istanze di report Crystal nella distribuzione di origine, la migrazione verso la nuova distribuzione potrebbe richiedere alcuni minuti. È necessario selezionare con cura le informazioni da conservare, soprattutto in occasione di migrazioni di istanze di report da una distribuzione di dimensioni notevoli. È possibile ridurre in modo considerevole il tempo necessario per la migrazione eliminando le istanze non necessarie dall'ambiente di origine. Quando si rende necessaria la migrazione di molte istanze di report, è possibile suddividere la migrazione in più fasi con Importazione guidata. Quando si esegue l'aggiornamento da una versione precedente di Crystal Enterprise, viene aggiornato un solo Page Server. Il Page Server di BusinessObjects Enterprise XI utilizza dei processi secondari (ad esempio, Job Server) e non è più necessario utilizzare più di un Page Server per computer. Quando si esegue l'aggiornamento da una versione precedente e durante l'installazione viene rilevato un Job Server, viene automaticamente installato un Destination Job Server. Quando nel sistema di origine sono presenti dei gruppi con alias di terze parti non validi, è possibile che nel corso della migrazione da una distribuzione di Crystal Enterprise esistente si verifichino degli errori. Per risolvere il problema, aggiornare l'eventuale autenticazione di terze parti sul sistema di origine prima di eseguire la migrazione a BusinessObjects XI. Quando si esegue una migrazione da una distribuzione che contiene gruppi di Windows NT mappati, è necessario eseguire Central Configuration Manager in un account del dominio in grado di accedere alle informazioni di gruppo e utenti durante la migrazione. L'account deve far parte di un dominio per cui siano state impostate relazioni di trust appropriate con i domini dei gruppi mappati. Se si dispone di più di un File Repository Server (FRS), verrà aggiornato automaticamente solo il primo e sarà necessario ricreare gli altri FRS dopo la migrazione. Per utilizzare un desktop Web (o eportfolio) di Crystal Enterprise con una nuova distribuzione di BusinessObjects Enterprise XI, è necessario utilizzare un server di applicazioni che sia supportato per la versione del desktop Web (o eportfolio). Quando si esegue la migrazione da versioni di BusinessObjects Enterprise precedenti, le impostazioni del registro di sistema della distribuzione di origine non vengono riportate. In particolare le eventuali impostazioni del registro di sistema fornite come parte di correzioni devono essere impostate manualmente nella distribuzione di destinazione dopo la migrazione. Note sulla versione di BusinessObjects XI 11

14 2 BusinessObjects Enterprise Problemi di aggiornamento e migrazione Per tutte le cartelle di livello superiore, i livelli di accesso specificati per gli utenti che non fanno parte dei gruppi Amministratori e Tutti gli utenti predefiniti non vengono riportati in modo corretto in BusinessObjects Enterprise XI dalle versioni di BusinessObjects Enterprise precedenti. Ad esempio, gli utenti con livello di accesso "Controllo completo" sulla cartella Utenti o Gruppi perdono i diritti di modifica delle password, di modifica dei diritti in modalità protetta e di pianificazione per conto di altri utenti. Per garantire la perfetta corrispondenza tra i livelli di accesso delle distribuzioni di origine e destinazione, aggiornare i livelli di accesso per tutte le cartelle di livello superiore (ad esempio, Utenti, Gruppi, Server, Gruppi di server e così via) nella Central Management Console dopo la migrazione. In Crystal Enterprise 10 e BusinessObjects Enterprise XI per eseguire determinate operazioni come la pianificazione di report per le destinazioni, è necessario disporre del diritto "Scaricare file associati al report". Tale diritto è integrato nel ruolo Controllo completo, ma non nei ruoli di livello inferiore. Poiché tale diritto non esisteva in Crystal Enterprise 8.5 o 9, gli utenti con diritti di pianificazione o visualizzazione a richiesta per un oggetto report erano in grado di pianificare report per le destinazioni. Dopo la migrazione a BusinessObjects Enterprise XI, tali utenti non potranno più pianificare report per le destinazioni a meno che non venga loro concesso il diritto "Scaricare file associati al report" per gli oggetti report corrispondenti. Questa limitazione potrebbe provocare anche errori nelle istanze ricorrenti, nei casi in cui tali istanze siano state pianificate da utenti che non dispongono dei diritti necessari per scaricare i file. Dopo una migrazione di database o un aggiornamento, è possibile che in Central Configuration Manager venga visualizzato un elenco di oggetti con errori di aggiornamento (insieme alle cause degli errori). Dopo la correzione degli errori che hanno provocato i problemi, fare clic sul pulsante Aggiorna oggetti in Central Configuration Manager. A causa di una modifica apportata al modello di aggregazione dei diritti in BusinessObjects Enterprise XI, è possibile che ad alcuni utenti vengano attribuiti diritti diversi rispetto alla versione precedente di Crystal Enterprise. Questa situazione si verifica solo se si dispone di diritti espliciti impostati per un gruppo che sia un sottogruppo (diretto o indiretto) dei gruppi Amministratori o Tutti gli utenti e se tali diritti sono stati impostati in una delle pagine dei diritti di "livello superiore". Se si sono impostati i diritti di un gruppo in una di tali posizioni, dopo la migrazione è possibile che a tale gruppo vengano erroneamente negati i diritti di eliminazione e modifica degli oggetti del tipo corrispondente. Ad esempio, se esiste un gruppo "Manager" che sia un sottogruppo di Amministratori e a cui siano stati concessi diritti espliciti per tutti gli 12 Note sulla versione di BusinessObjects XI

15 BusinessObjects Enterprise Problemi di aggiornamento e migrazione 2 oggetti Calendario, dopo la migrazione è possibile che al gruppo Manager non venga più consentito di eliminare o modificare gli oggetti Calendario. Per risolvere questo problema, impostare "Manager" in modo che erediti i diritti dei gruppi principali nella pagina dei diritti avanzati per i gruppi Manager (nelle impostazioni dei diritti di livello superiore). A livello di SDK, evidenziano questo comportamento gli "oggetti predefiniti", ovvero gli oggetti caratterizzati da ID minori di 100. È possibile ripristinare i valori precedenti dei diritti attivando l'ereditarietà per i gruppi interessati. Quando si esegue l'aggiornamento da Crystal Enterprise 9 a BusinessObjects Enterprise XI, può venire visualizzato l'errore This application has failed to start because etc dll was not found. Reinstalling the application may fix this problem. Se durante un aggiornamento viene visualizzato questo errore o qualsiasi errore relativo all'annullamento della registrazione, fare clic su Ignora e non vi saranno conseguenze per la nuova distribuzione. Questo errore si verifica perché MSI cerca di annullare la registrazione delle dll del plug-in Crystal Enterprise 9 COM. Quando si migra da Crystal Enterprise 10 a BusinessObjects Enterprise XI, la migrazione potrebbe interrompersi prima del termine. Ciò è dovuto al fatto che l'utente che esegue la migrazione non dispone dell'accesso per la verifica degli alias degli utenti NT che vengono migrati dal server di autenticazione di terzi. Quando nel sistema di origine sono presenti dei gruppi con alias di terze parti non validi, è possibile che nel corso della migrazione da una distribuzione di BusinessObjects Enterprise esistente si verifichino degli errori. Per risolvere il problema, aggiornare l'eventuale autenticazione di terze parti sul sistema di origine prima di eseguire la migrazione a BusinessObjects Enterprise XI. Importazione dei dati da Crystal Enterprise in BusinessObjects Enterprise XI Quando si importano funzioni personalizzate da Crystal Enterprise 10 in BusinessObjects Enterprise XI, è possibile che le funzioni non vengano importate in modo corretto se sono state archiviate nel repository e in Importazione guidata è stata selezionata l'opzione "Importa solo oggetti del repository associati al report". Per risolvere il problema, selezionare l'opzione "Importa tutti gli oggetti repository" prima di importare le funzioni personalizzate. Note sulla versione di BusinessObjects XI 13

16 2 BusinessObjects Enterprise Problemi di aggiornamento e migrazione Dopo aver utilizzato l'importazione guidata per importare utenti, gruppi e oggetti da Crystal Enterprise, è possibile che le impostazioni di protezione vengano applicate in maniera diversa rispetto alla distribuzione di origine. Ciò è dovuto alla modifica in BusinessObjects Enterprise XI delle regole per la determinazione dei diritti per gli utenti che appartengono a più gruppi. Se ad esempio esistono due gruppi, A e B, con B che è un sottogruppo di A e se per il gruppo B si è attivata l'opzione di protezione "erediterà diritti dalle cartelle principali" per un determinato oggetto, gli utenti del gruppo B non erediteranno i diritti dal gruppo B, dal gruppo A o da qualsiasi altro gruppo ancestor di B che sia impostato sulle cartelle principali dell'oggetto. Questo comportamento differisce dalle versioni precedenti, in cui gli utenti membri del gruppo B avrebbero ereditato i diritti del gruppo A oppure di altri gruppi principali di B e così via. Per importare utenti, gruppi e oggetti da Crystal Enterprise, dopo aver utilizzato l'importazione guidata è possibile impostare i ruoli in modo diverso. Nelle versioni precedenti quando si impostava un ruolo per un gruppo, quest'ultimo non doveva ereditare diritti dai gruppi principali corrispondenti. In BusinessObjects Enterprise XI è possibile scegliere (tramite CMC) se il gruppo deve ereditare i diritti dal gruppo principale. A causa di queste modifiche, i diritti degli utenti di un gruppo a cui sia stato assegnato un ruolo potrebbero risultare diversi. Se si utilizza la migrazione del database per trasferire il repository da una versione precedente, questi problemi vengono risolti in modo automatico con la copia o con una manipolazione di altro tipo delle impostazioni di protezione quando è necessario preservare fedelmente le caratteristiche. Importazione dei dati da BusinessObjects Enterprise 6.x in BusinessObjects Enterprise XI Gli utenti esterni di BusinessObjects Enterprise 6.5 che non dispongono di un oggetto utente esplicito nel repository non saranno in grado di importare i rispettivi contenuti personali (ad esempio, documenti personali, categorie e documenti di Posta in arrivo) in BusinessObjects Enterprise XI. Per risolvere il problema, prima di importare i dati, creare oggetti utente espliciti in BusinessObjects Enterprise 6.5 per tutti gli utenti di terze parti con contenuti personali da importare. 14 Note sulla versione di BusinessObjects XI

17 BusinessObjects Enterprise Problemi di aggiornamento e migrazione 2 Quando si esegue la migrazione da un'installazione di BusinessObjects Enterprise 6, le voci del dizionario personalizzato dei servizi Web non vengono trasferite in modo automatico. È necessario eseguire manualmente la migrazione delle voci del dizionario personalizzato dei servizi Web. Quando si esegue l'importazione da BusinessObjects Enterprise 6.x, il controllo delle dipendenze dell'universo per i documenti personali e della posta in arrivo ha esito negativo. (Nota: il controllo delle dipendenze ha esito positivo per i documenti aziendali). Per accertarsi che vengano importati tutti gli universi desiderati, utilizzare l'opzione "Importa tutti gli oggetti degli universi e di connessione". Quando si importa del contenuto da BusinessObjects Enterprise con Importazione guidata, viene richiesto di fornire nome utente e password espliciti per tutte le connessioni impostate su "Usa nome utente e password di BusinessObjects" e, per tali connessioni, potrebbe essere richiesto di attivare l'autenticazione Single Sign On. Se alcune delle connessioni non vengono modificate, sarà possibile impostare nome utente e password rispettivamente (dal momento che BOPASS non è più supportato, quando si esegue una connessione a server di database durante l'esecuzione di documenti Web Intelligence, si verificano dei problemi). Per modificare la connessione e utilizzare nome utente e password corretti, accedere alla finestra di dialogo di connessione tramite il menu Strumenti di Designer. Quando si importano dei contenuti da un sistema BusinessObjects Enterprise 6.x, è necessario eseguire Importazione guidata su un computer con la medesima pagina codice degli universi da importare. Se per un universo importato si utilizza una pagina codice diversa rispetto alla pagina codice del sistema corrente, è possibile che i dati interni dell'universo (ad esempio, nomi di oggetto e stringhe di query) vengano danneggiati. Se alcuni degli universi da importare utilizzano pagine codice diverse, eseguire Importazione guidata più volte per ciascuna pagina codice, importando con ciascuna operazione un particolare sottoinsieme di universi. Quando si importano degli utenti da versioni di BusinessObjects Enterprise precedenti con Importazione guidata, tali utenti divengono membri del gruppo Tutti gli utenti. In alcuni casi è possibile che al gruppo Tutti gli utenti vengano concessi (o negati) diritti che nella distribuzione di origine erano stati negati (o concessi) agli utenti. Quando si impostano i diritti per un gruppo principale (invece che direttamente per un utente) Note sulla versione di BusinessObjects XI 15

18 2 BusinessObjects Enterprise Problemi di aggiornamento e migrazione nell'origine, l'utente acquisisce tutti i diritti applicati al gruppo Tutti gli utenti dopo l'importazione. Questo comportamento potrebbe causare la modifica dei diritti dell'utente. Ad esempio, Paolo è un membro del gruppo "Associati" dell'origine e a tale gruppo viene negato l'accesso al dominio "Contabilità". Dopo l'importazione in BusinessObjects Enterprise XI, al gruppo Associati viene ancora negato l'accesso al dominio Contabilità (che ora è rappresentato da una cartella di livello superiore). Tuttavia la cartella Contabilità eredita anche i diritti predefiniti per utenti e gruppi che vengono impostati tramite Impostazioni>Diritti nella CMC. Se tra tali diritti sono compresi i diritti di visualizzazione per tutti, Paolo sarà in grado di visualizzare il dominio Contabilità, dal momento che è un membro del gruppo Tutti gli utenti, anche se nella distribuzione di origine non gli era consentito di visualizzare tale dominio. Se nella distribuzione di origine gli era stato negato l'accesso al dominio in modo specifico (senza che l'accesso fosse negato all'intero gruppo di appartenenza), dopo l'importazione Paolo non sarà in grado di visualizzare il dominio poiché l'eredità dei diritti del gruppo di Paolo, in questo caso, sarà disattivata. Quando si importa un utente, se per l'utente esistono contenuti sia personali che di posta in arrivo, i documenti di posta in arrivo dell'utente verranno importati nella cartella Preferiti invece che nella cartella Posta in arrivo (i contenuti personali vengono comunque importati correttamente nella cartella Preferiti). Quando si verifica questo problema, è possibile spostare manualmente i documenti dalla cartella Preferiti alla cartella Posta in arrivo. Per evitare che si verifichi questo problema, è possibile eseguire due importazioni separate, scegliendo l'importazione dei contenuti personali in una prima fase e i documenti di posta in arrivo nella seconda fase. Durante la prima importazione, è inoltre possibile selezionare i contenuti personali e tutti gli altri tipi di oggetto da importare (ad esempio, universi e categorie). Durante la seconda importazione, selezionare solo i contenuti di posta in arrivo e, di nuovo, utenti e gruppi. Per evitare la creazione di oggetti duplicati, è possibile eseguire le importazioni nella modalità di aggiornamento. Quando si importano gli amministratori delegati (utenti a cui è stato assegnato il ruolo di Supervisore) da BusinessObjects Enterprise 6.x, in Importazione guidata non viene impostato il diritto "Modifica la password per gli utenti con diritti di proprietà" per gli oggetti del responsabile nella cartella utenti di livello superiore e nella cartella gruppo utenti di livello superiore. Per risolvere questo problema dopo l'importazione da BusinessObjects Enterprise 6.x, concedere agli amministratori delegati il 16 Note sulla versione di BusinessObjects XI

19 BusinessObjects Enterprise Problemi di aggiornamento e migrazione 2 Disinstallazione Coesistenza diritto "Modifica la password per gli utenti con diritti di proprietà" in modo esplicito nella cartella utenti di livello superiore e nella cartella gruppo utenti di livello superiore con la Central Management Console. Quando si importano documenti Web Intelligence basati su universi con prompt da Enterprise 6.5 a BusinessObjects Enterprise XI, i documenti importati non contengono informazioni di prompt. Ciò signifca che, quando il report è pianificato in BusinessObjects Enterprise XI, il prompt non viene visualizzato e l'istanza termina in errore. Per evitare questo problema, dopo l'importazione del documento, occorre aprire il documento, aggiornarlo e salvarlo. Se in precedenza si sono installati componenti Java di BusinessObjects Enterprise XI, quindi li si è disinstallati per poi installarli di nuovo, se Tomcat non viene avviato, passare a Pannello di controllo>installazione applicazioni e disinstallare JDK 1.4.2_04 (o versione successiva), quindi reinstallare i componenti Java. Se si installano più funzioni BusinessObjects XI al livello Web e quindi si disinstalla uno dei prodotti, potrebbe non essere più possibile visualizzare il contenuto di alcune cartelle. Ad esempio, se si installa InfoView con OLAP Intelligence, quindi si disinstalla OLAP Intelligence, potrebbe non essere più consentita la visualizzazione del contenuto delle cartelle di documenti OLAP Intelligence. In tal caso per la rimozione dei documenti è necessario rivolgersi all'amministratore del sistema. Coesistenza di prodotti BusinessObjects XI È possibile installare contemporaneamente sul medesimo computer più di un prodotto della suite di prodotti BusinessObjects XI. Tuttavia sono supportati solo i seguenti ordini di installazione: Prima BusinessObjects Enterprise, seguito da tutti gli altri prodotti della versione XI. È possibile installare BusinessObjects Enterprise, Crystal Reports e OLAP Intelligence in qualsiasi ordine. Per la suite completa: installare prima BusinessObjects Enterprise, Crystal Reports e OLAP Intelligence; quindi installare Enterprise Performance Management e LiveOffice. Note sulla versione di BusinessObjects XI 17

20 2 BusinessObjects Enterprise Gestione del server BusinessObjects Enterprise XI e BusinessObjects Enterprise 6.5 Per le attività non di produzione, è possibile installare BusinessObjects Enterprise XI e Enterprise 6.5 sul medesimo computer. In questi casi è necessario installare prima Enterprise 6.5. Se con BusinessObjects Enterprise XI si installa il server di applicazioni Tomcat, sarà necessario selezionare con attenzione i numeri di porta utilizzati da Tomcat. Non utilizzare le porte predefinite di Tomcat per BusinessObjects Enterprise XI oppure i medesimi numeri di porta utilizzati in Enterprise 6.5. Ad esempio, è possibile selezionare i seguenti valori: Porta di connessione: 9080 Chiudi porta: 9005 Reindirizza porta: 9443 Gestione del server Selezionare questi valori nel programma di installazione di BusinessObjects Enterprise XI oppure modificando i valori nel file server.xml di Tomcat. Non è possibile separare un'applicazione SDK Java e i componenti necessari per l'accesso con un firewall se il protocollo SOCKS è l'unico mezzo per il superamento del firewall. Per avviare o arrestare un server con la Central Management Console di.net in Windows 2000 Professional/Server, è necessario modificare i file di configurazione: 1. Aprire il file web.config con un editor di testo. Il file è memorizzato per impostazione predefinita in: C:\Program Files\Business Objects\BusinessObjects Enterprise 11\Web Content\. 2. Aggiungere la riga: <identity impersonate="true"/> 3. Salvare il file web.config. 4. Aprire il file machine.config con un editor di testo. Il file è memorizzato per impostazione predefinita in C:\WINDOWS\Microsoft.NET\Framework\ numeroversione\config\. 18 Note sulla versione di BusinessObjects XI

CA Business Intelligence

CA Business Intelligence CA Business Intelligence Guida all'implementazione Versione 03.2.00 La presente documentazione ed ogni relativo programma software di ausilio (di seguito definiti "Documentazione") vengono forniti unicamente

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Manuale di installazione della piattaforma Business Intelligence per Windows

Manuale di installazione della piattaforma Business Intelligence per Windows Piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence Versione del documento: 4.1 Support Package 3-2014-03-25 Manuale di installazione della piattaforma Business Intelligence per Windows Sommario 1 Cronologia

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

CA Asset Portfolio Management

CA Asset Portfolio Management CA Asset Portfolio Management Guida all'implementazione Versione 12.8 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

Arcserve Replication and High Availability

Arcserve Replication and High Availability Arcserve Replication and High Availability Guida operativa per Oracle Server per Windows r16.5 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Manuale dell'utente di SAP BusinessObjects Process Analysis

Manuale dell'utente di SAP BusinessObjects Process Analysis Manuale dell'utente di SAP BusinessObjects Process Analysis SAP BusinessObjects Process Analysis XI3.1 Service Pack 3 windows Copyright 2010 SAP AG. Tutti i diritti riservati.sap, R/3, SAP NetWeaver, Duet,

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 ApplicationServer XG Versione 11 Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 Indice Indice... i Introduzione a 2X ApplicationServer... 1 Cos'è 2X ApplicationServer?... 1 Come funziona?... 1 Su questo documento...

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 INDICE Indice File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2...4 Requisiti di sistema: QLA Server...5 Requisiti di sistema:

Dettagli

Guida dell'utente di Norton Save and Restore

Guida dell'utente di Norton Save and Restore Guida dell'utente Guida dell'utente di Norton Save and Restore Il software descritto in questo manuale viene fornito con contratto di licenza e può essere utilizzato solo in conformità con i termini del

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

CA Asset Portfolio Management

CA Asset Portfolio Management CA Asset Portfolio Management Note di rilascio Versione 12.8 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in avanti indicata

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e

Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e non contiene il certificato di autenticazione: è necessario

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control

Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control Il software descritto nel presente

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP FileMaker Server 13 Pubblicazione Web personalizzata con PHP 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker

Dettagli

C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D

C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D Se avete un tablet android, ma non avete la minima idea di come accenderlo, usarlo e avviarlo, seguite queste nostre indicazioni 1. ATTIVAZIONE

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Guida introduttiva 1 Informazioni sul documento Questo documento descrive come installare e iniziare ad utilizzare

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE ESEGUIRE: MENU STRUMENTI ---- OPZIONI INTERNET --- ELIMINA FILE TEMPORANEI --- SPUNTARE

Dettagli

GFI Product Manual. Manuale per il client fax

GFI Product Manual. Manuale per il client fax GFI Product Manual Manuale per il client fax http://www.gfi.com info@gfi.com Le informazioni contenute nel presente documento sono soggette a modifiche senza preavviso. Le società, i nomi e i dati utilizzati

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Introduzione I destinatari di questa guida sono gli amministratori di sistema che configurano IBM SPSS Modeler Entity Analytics (EA) in modo

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO Informazioni generali Il programma permette l'invio di SMS, usufruendo di un servizio, a pagamento, disponibile via internet. Gli SMS possono essere

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser.

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Se vogliamo accedere alla nostra casella di posta elettronica unipg.it senza usare un client di posta (eudora,

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Manuale dell'amministratore

Manuale dell'amministratore Manuale dell'amministratore di LapLink Host 2 Introduzione a LapLink Host 4 Requisiti per LapLink Host 6 Esecuzione dell'installazione silent di LapLink Host 8 Modifica del file di procedura per l'installazione

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z Progettata da Vodafone Benvenuti nel mondo della comunicazione in mobilità 1 Benvenuti 2 Impostazione della Vodafone Internet Key 4 Windows 7, Windows Vista,

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete FS-1118MFP Guida all'installazione dello scanner di rete Introduzione Informazioni sulla guida Informazioni sul marchio Restrizioni legali sulla scansione Questa guida contiene le istruzioni sull'impostazione

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

IBM SPSS Modeler 16 - Manuale dell'utente

IBM SPSS Modeler 16 - Manuale dell'utente IBM SPSS Modeler 16 - Manuale dell'utente Nota Prima di utilizzare queste informazioni e il relativo prodotto, leggere le informazioni in Note a pagina 179. Informazioni sul prodotto La presente edizione

Dettagli

Per Iniziare con Parallels Desktop 10

Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Copyright 1999-2014 Parallels IP Holdings GmbH e i suoi affiliati. Tutti i diritti riservati. Parallels IP Holdings GmbH Vordergasse 59 8200 Schaffhausen Svizzera

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione 2013. 12 (Revisione 2.6.) Esclusione di responsabilità legale SAMSUNG ELECTRONICS SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE I PRODOTTI, LE INFORMAZIONI

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer,

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Guida Introduttiva Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Heike Schilling. Data di rilascio:

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli