ELEZIONE DIRETTA DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE di SETTIMO MILANESE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ELEZIONE DIRETTA DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE di SETTIMO MILANESE"

Transcript

1 ELEZIONE DIRETTA DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE di SETTIMO MILANESE 25 Maggio 2014 Programma elettorale della lista civica Settimo nel Cuore di Francesco Saverino

2 Programma elettorale della lista civica Settimo nel Cuore A cura di Francesco Saverino e del suo Team Indice Programma elettorale della lista civica Settimo nel Cuore... 3 Linee guida... 4 Sicurezza... 5 Legalità nell amministrazione e prevenzione della corruzione... 5 Famiglie... 6 Infanzia... 6 Giovani... 7 Terza età... 7 Edilizia... 8 Salute e sport... 8 Scuole e Cultura... 9 Competitività... 9 Occupazione... 9 Imprese e Commercio Socialità Risorse del territorio e loro razionalizzazione Viabilità Macchina amministrativa I benefici dei mezzi moderni informatici Settimo Milanese Smart city pag. 2 di 14

3 Programma elettorale della lista civica Settimo nel Cuore La lista civica Settimo nel Cuore si presenta alle elezioni di maggio 2014 per il rinnovo del Consiglio comunale con un messaggio chiaro: non una gestione calata dall alto o senza radici, quanto piuttosto una gestione partecipata. Si può tutti insieme progredire con la partecipazione: partecipazione attiva dei cittadini, dei commercianti e professionisti, e delle imprese alla vita della comunità. La lista civica Settimo nel Cuore chiede agli elettori un avvicendamento che, rompendo vecchi schemi pur mantenendo la continuità delle cose che funzionano, non può che portare nuovi spunti e arricchimenti. I bisogni e le priorità dei cittadini non hanno colori, né di destra né di sinistra. La lista civica Settimo nel Cuore ha varato una squadra composta da persone entusiaste e competenti, che si è confrontata con l intento di liberare ed incanalare capacità ed energie di ciascuno. La forza di una squadra non è però la sola somma delle competenze, ma sono i valori che esprime: senso di appartenenza a una comunità, spirito di servizio, determinazione e onestà. La missione è raggiungere gli obiettivi sociali che i cittadini di Settimo Milanese aiuteranno a definire. Il programma si ispira a valori alti, quelli cui tende l Europa, calandoli nelle realtà locali. Ne è nato un primo elenco sintetico delle cose da fare a Settimo Milanese e nelle sue frazioni di Villaggio Cavour, Seguro e Vighignolo. Esse formano parte del programma illustrato nei paragrafi di questo documento. pag. 3 di 14

4 Linee guida Il programma, nella continuità con l attività della precedente Giunta, prevede di dare priorità ai problemi attuali delle comunità, così da poter superare tutti insieme il difficile momento che stiamo attraversando ed interpretare la richiesta di cambiamento che proviene dai cittadini. L accento è pertanto sui temi della competitività, della socialità e della comunicazione. Ricorrono, in concomitanza a quelle Comunali, le elezioni Europee. Assumeranno particolare centralità quelle direttive del Parlamento Europeo (2006/962/CE) che danno importanza chiave alle abilità. Si tratta di otto competenze chiave: la comunicazione nella madrelingua la comunicazione in lingue straniere la competenza matematica e le competenze di base in campo scientifico e tecnologico la competenza digitale imparare ad imparare le competenze sociali e civiche senso di iniziativa e di imprenditorialità consapevolezza ed espressione culturali Tali competenze chiave forniscono un quadro di riferimento per coadiuvare gli sforzi nazionali ed europei volti al raggiungimento degli obiettivi definiti. Ogni cittadino è chiamato a sviluppare queste abilità, ma compito di un avveduta amministrazione comunale è fare ogni sforzo per rimuovere ogni ostacolo. Le competenze chiave costituiscono un valore aggiunto per il mercato del lavoro, la coesione sociale e la cittadinanza attiva, poiché offrono flessibilità e capacità di adattamento, soddisfazione e motivazione. Le competenze sono essenziali in questa nostra società della conoscenza per : i giovani, che devono prepararsi alla vita lavorativa; gli adulti, che sono chiamati ad un continuo aggiornamento delle loro abilità. Non solo competenze tecniche, ma anche sociali e civiche, cioè tutte le forme di comportamento che consentono alle persone di partecipare in modo efficace e costruttivo alla vita sociale e lavorativa. È essenziale comprendere i codici di comportamento e le maniere nei diversi ambienti in cui le persone agiscono. La competenza civica e in particolare la conoscenza di concetti e strutture sociopolitiche (democrazia, giustizia, uguaglianza, cittadinanza e diritti civili) dotano le persone degli strumenti per impegnarsi a una partecipazione attiva e democratica. Il quadro delineato può essere il riferimento ad ogni azione di una Giunta che si proponga di perseguire il benessere e la serenità dei cittadini. pag. 4 di 14

5 Sicurezza Compito di un amministrazione avveduta è quello di rafforzare la sicurezza nel territorio alle persone e ai beni patrimoniali, con interventi di prevenzione e di protezione. Non sono i confini e le sole politiche repressive che potranno risolvere le problematiche legate alla sicurezza. Bisogna riprogettare e ripensare gli spazi pubblici per ottenere quartieri che vivono. Migliorare l illuminazione per la sicurezza, immaginare l utilizzo di tecnologie per il controllo remoto in videosorveglianza (parcheggi, piazze, parchi, etc.) e far leva sulla cooperazione tra forze dell ordine e vigilanza di quartiere, coinvolgendo associazioni. E necessario affiancare un attività d informazione, per costituire una sorta di codice comportamentale che aiuti il cittadino ad essere parte del patrimonio sicurezza e non soltanto mero spettatore delle attività repressive nei confronti della criminalità. In sintesi, pensiamo ad un modello di sicurezza partecipata, che mediante punti di contatto con l amministrazione, veda impegnate le istituzioni locali, i soggetti associativi in collaborazione anche con le forze dell ordine. Furti e scippi, infortuni e rapine non dovrebbero accadere: tuttavia succede di subirli e un amministrazione avveduta considera la possibilità di accendere assicurazioni per la cittadinanza per offrire una copertura assicurativa a tutti i cittadini di Settimo Milanese. Legalità nell amministrazione e prevenzione della corruzione I candidati della lista civica Settimo nel Cuore aderiscono ad un codice di comportamento che li impegna ad una azione politica trasparente, di lotta alla corruzione e di denuncia di qualsiasi atto di intimidazione o minaccia e di ogni tentativo di corruzione rivolto loro durante il mandato. I candidati, le candidate e gli eletti si faranno carico della propria responsabilità politica in sintonia con l art. 54 della Costituzione: I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina e onore. Sarà un punto distintivo e fondamentale della nostra lista civica Settimo nel Cuore. pag. 5 di 14

6 Famiglie La famiglia rappresenta l elemento centrale di qualsiasi politica sociale. Gli indirizzi di fondo sono: sostegno alle famiglie fragili con ridotte capacità economiche, con contributi sia di mantenimento che di sistemazione alloggiativa; forte investimento su asili nido e scuole per l infanzia e miglioramento qualitativo degli esistenti con riferimento ai servizi e agli orari in relazione alle esigenze lavorative dei genitori; adeguamento degli interventi per le persone non autosufficienti e disabili anche attraverso convenzioni con associazioni di volontariato; valorizzazione del volontariato diretto all assistenza famigliare. Infanzia Istituire centri per l infanzia, vere e proprie città dei bambini, per ampliare ulteriormente l offerta di servizi socio-educativi per la prima Infanzia. Servizi che forniscano occasioni di gioco, di incontro e di socializzazione per i bambini e costituiscano opportunità di comunicazione per gli adulti secondo modalità organizzative che garantiscono la corresponsabilità tra adulti, genitori e personale educativo. Questi sono gli obiettivi di un amministrazione lungimirante. A tal proposito si identificano le ludoteche (spazi ove si ha particolare attenzione alla diffusione della cultura ludica), organizzate a seconda del luogo dove sono inserite, del tipo di utenza a cui sono destinate, del servizio a cui fanno riferimento. Allestire una ludoteca in un altro servizio risponde ad esigenze di completamento e arricchimento del servizio stesso. Talvolta può rappresentare lo strumento di attrazione chiave per rendere più fruibile un servizio poco frequentato oppure rendere più accogliente un servizio difficile. Si possono inserire ludoteche presso: il Palazzo Granaio, e, in futuro, il Palazzo della Città. Si tratta di destinare almeno uno spazio ai giochi da tavolo, inserire un teatrino per burattini e un angolo per le narrazioni; i centri giovanili: offerta aggiuntiva che rende esplicita la funzione di divertimento e di animazione del servizio, temperando così l aspetto assistenziale che anche involontariamente assumono questi centri; i parchi naturali: l approccio ludico e avventuroso per realizzare la sensibilizzazione ambientale, si rivela essere molto produttivo sul piano degli apprendimenti. I centri di educazione ambientale pertanto possono dar vita a vere e proprie ludoteche verdi. Le ludoteche, in sinergia con la biblioteca, possono avvalersi di stazioni informatiche in cui raccogliere programmi di giochi, grafica e testi da consultare su tematiche varie. pag. 6 di 14

7 Giovani Terza età La realtà attuale è dominata dalla tecnologia e dai social network: i nostri ragazzi hanno centinaia di amici e migliaia di conoscenze. Grande problema è che la maggior parte di questi amici sono virtuali. Gli adolescenti, e non solo, passano più ore in chat rispetto a quelle passate in compagnia dei coetanei. La lista civica Settimo nel Cuore è molto attenta a quello che potrebbe essere un problema: infatti propone la riapertura di spazi, anche serale, dove i giovani possono mettersi in relazione coi pari e entrare in discussione con gli adulti, un Centro di Aggregazione Giovanile. Per Centro di Aggregazione Giovanile si intende uno spazio polifunzionale, riservato ai giovani, in cui essi possano incontrarsi e intrattenersi per sviluppare competenze in attività di tipo creativo, culturale, ludico, di informazione e di formazione finalizzate alla promozione dell agio e alla prevenzione del disagio. Luoghi in cui, mediante il sostegno di giovani operatori, si lavori mirando allo sviluppo delle competenze giovanili, utilizzando le metodologie della programmazione dal basso, della progettazione partecipata e dell educazione tra pari. In breve, i Centri di Aggregazione Giovanile sono spazi in cui si promuove la socializzazione, si previene il disagio e si facilita un significativo livello di protagonismo dei giovani. Gli obiettivi, pertanto, sono i seguenti: promuovere lo sviluppo delle capacità personali; favorire un uso creativo del tempo libero; favorire la crescita culturale; favorire la socializzazione; svolgere attività di sostegno psico-sociale; promuovere l accettazione delle diversità sociali, etniche, culturali e religiose; diffondere il senso civico attraverso la cultura della legalità e l attuazione dei principi di solidarietà e del volontariato. La lista civica Settimo nel Cuore è convinta della necessità di pensare alla terza età come ad una fase della vita in cui le persone possono dare tanta ricchezza alla cittadinanza, se adeguatamente supportate e valorizzate. Motivazione e autostima nelle persone anziane migliorano le condizioni di vita, le relazioni sociali, la salute e la dignità di cittadino. Occorre interpretare i bisogni della terza età mediante la realizzazione di strutture nel territorio; ad esempio organizzare in municipio una borsa del passaggio libero : chi lo può offrire, per il cinema o per l ospedale, magari in cambio ne riceve la ricetta della nonna. La lista civica Settimo nel Cuore ha come obiettivo di varare un progetto Senior. Tale progetto prevede la costituzione di un tavolo di lavoro con tutte le associazioni (volontariato e non) presenti sul territorio, che già si occupano di supporto agli anziani, al fine di creare una rete di risorse, che lavorino in maniera sinergica e complementare, offrendo in modo coordinato un ventaglio quanto più possibile ampio di servizi alla terza e quarta età. Le diverse associazioni territoriali collaborerebbero, quindi, in funzione della propria esperienza e della propria sfera di competenza, senza il rischio che più associazioni offrano uno stesso servizio e che altri servizi rimangano scoperti. pag. 7 di 14

8 Edilizia La casa deve essere un bene accessibile a giovani e famiglie, pertanto gli obiettivi sono nuovi interventi di edilizia residenziale pubblica anche attraverso la riqualificazione del patrimonio esistente ed il miglioramento dell attuale; creazione di un Agenzia per promuovere l offerta a canoni calmierati, recuperando appartamenti e uffici inutilizzati con agevolazioni (forme di acquisto o locazione convenzionata). E necessario continuare l azione di razionalizzazione del territorio nel rispetto della normativa vigente, arricchendo i principi ispiratori e gli obiettivi del PGT (Piano di Governo del Territorio), con particolare riferimento al bisogno della casa. Un amministrazione avveduta incentiva l acquisto della propria casa: la lista civica Settimo nel Cuore si impegna ad aprire una trattativa seria per l acquisto di case popolari da parte di chi ci abita con contratto regolare (ad es. ALER, case comunali). Salute e sport La salute pubblica, riteniamo rientri tra le responsabilità del sindaco. Gli interventi principali riguardano: verifica dell adeguatezza dei servizi sanitari offerti ai cittadini dalla ASL; disponibilità del patrimonio immobiliare pubblico per l apertura di un poliambulatorio convenzionato in modo da garantire alla fasce più fragili della popolazione (bambini, anziani, disabili, ecc.) una serie di cure primarie ed analisi di laboratorio; integrazione tra servizi sanitari, socio sanitari e sociali con particolare riguardo alla tutela dei minori, per gli aspetti di salute fisica e psichica; creazione di una Residenza per Anziani da destinare a cittadini bisognosi di Settimo Milanese con rette accessibili, in parte finanziati dal Comune a seconda dei casi di maggiore necessità. Lo sport è un tema di fondamentale importanza: occorre supportare società e centri sportivi secondo i seguenti criteri: programmi di avviamento allo sport come strumento per la socializzazione e l integrazione delle fasce più deboli, con particolare riferimento ad anziani, disabili ed immigrati; capacità di interagire con le scuole per favorire l attività di base. pag. 8 di 14

9 Scuole e Cultura Competitività Occupazione La scuola fiore all occhiello : questo è l obiettivo della lista civica Settimo nel Cuore, nella continuità con la tradizione di Settimo Milanese. Nel settore dell istruzione, dalle Materne alle Medie, è possibile perseguire miglioramenti, potenziando gli strumenti didattici, ad esempio con un miglior sfruttamento delle tecnologie più moderne disponibili. I ragazzi di Settimo Milanese studiano in scuole lontane: possiamo ovviarvi? Si sente il bisogno di una scuola polifunzionale: un amministrazione si preoccupa di ridurre rischi e disagi, anche per i più giovani. Ragazzi e adulti devono essere facilitati a frequentare corsi di lingua, per principianti e non, e corsi di musica. Si possono organizzare vari corsi sia diurni che serali, sfruttando strutture già esistenti. Tali corsi farebbero leva sulle competenze di volontari, spaziando dall artigianato all arte, con particolare attenzione alla nuova sfida dei tempi che viviamo: l alfabetizzazione informatica. Tra le materie insegnate, deve essere particolarmente curata l Educazione civica, spesso trascurata e così importante per affrontare anche in Europa le sfide del millennio. Le competenze sono essenziali in questa nostra società della conoscenza per i giovani, che devono prepararsi alla vita lavorativa e per gli adulti, che sono chiamati ad un continuo aggiornamento delle loro abilità. Iniziative quali gemellaggio con comunità italiane ed estere, possono favorire crescita culturale e affinare competenze linguistiche, nell aprirsi a culture ed esperienze diverse. Coinvolgere in club internazionali aperti alla cittadinanza chi, di nazionalità o estrazione, anche religiosa, diverse, vive a Settimo Milanese, può accrescere esperienze e opportunità per tutti. Creare una banca dati per favorire l incontro tra domanda ed offerta di lavoro, non solo a Settimo Milanese, ma anche nei comuni limitrofi, può diventare l obiettivo di una amministrazione locale attenta. La conoscenza della propria lingua e di lingue straniere (momenti di confronto tra cittadini) e degli sviluppi della scienza e della tecnologia (conferenze e momenti di approfondimento) sono abilità ed attitudini che consentono di cogliere più facilmente opportunità occupazionali. Abilità come imparare ad imparare (saper organizzare il proprio apprendimento) e non temere temi culturali nuovi (dalle arti allo spettacolo), consentono di affrontare meglio il mercato. pag. 9 di 14

10 Imprese e Commercio Socialità Il programma include l aiutare le imprese a collaborare per condividere servizi ed esperienze, sfruttando anche l imminente Expo Un vero e proprio distretto industriale a Settimo Milanese, per settori di mercato. Favorire il senso di iniziativa e di imprenditorialità significa aiutare a tradurre le idee in azione. In questo rientrano la creatività, l'innovazione e l'assunzione di rischi, come anche la capacità di pianificare e di gestire progetti per raggiungere obiettivi: l individuo è consapevole del contesto in cui lavora ed è in grado di cogliere le opportunità che gli si offrono. Tale capacità è il punto di partenza per acquisire le abilità e le conoscenze più specifiche di cui hanno bisogno coloro che avviano o contribuiscono ad avviare un attività sociale o commerciale. Un amministrazione avveduta crea le condizioni per la crescita, aiutando le imprese a collaborare, condividendo esperienze, konw how, bisogni formativi e persino mercati. Un esempio per tutti: chi già opera come imprenditore può partecipare a varare incubatori di impresa, a complemento delle proprie attività, che siano vere e proprie fabbriche di posti di lavoro. Favorire distretti commerciali (sul modello di quello industriale) consente al commercio di aggregarsi e sfruttare sinergie, dal micro-credito all acquisto in gruppo di beni sia a kilometro zero che anche provenienti da altre regioni. Queste iniziative sono promosse dalla comunità europea, ed un osservatorio in municipio delle opportunità presenti ripagherebbe con i benefici ottenibili tale sforzo. Devono essere promosse feste di paese, dove le persone approfondiscano i loro legami per una vita più serena, si scambino consigli, organizzino momenti di svago e di divertimento, dal ballo, alle fiere, ai giochi di società: stare con gli altri infatti ci rinfranca e ci aiuta a pensare in modo positivo. Far parte di una comunità significa esserne socio. La Tessera del Settimino, riconosciuta nel territorio comunale, consente di fruire di sconti ed agevolazioni nei negozi, nei cinema, nei bar convenzionati, con ulteriori vantaggi e servizi per i più anziani. pag. 10 di 14

11 Risorse del territorio e loro razionalizzazione Il varo dell Area metropolitana consentirà di cogliere nuove opportunità. Il contesto urbanistico deve svilupparsi per realizzare aree godibili legate fra loro, che usufruiscano di servizi comuni, che permettono interscambi tra i cittadini di Settimo Milanese. La valorizzazione del centro cittadino deve essere raggiunta perseguendo l opera di recupero e ampliamento delle aree attorno al centro storico, e accorpando il contesto industriale in aree adeguate e controllabili. Occorre perseguire l obiettivo di: valorizzare beni comuni ora poco accessibili: parchi, strutture di ritrovo, etc. e dotarli di servizi adeguati; razionalizzare i servizi ora sparsi nel territorio in un'unica struttura (Palazzo della Città), che funga da centro di aggregazione; rispettare il contesto architettonico nella realizzazione di nuove costruzioni e/o nella ristrutturazione di quelle esistenti, in particolare nel centro storico. Settimo Milanese ha inoltre una particolare vocazione al rispetto del verde pubblico. Tale bene deve essere presidiato e ogni iniziativa di miglioramento deve essere agevolata ai fini di una sempre maggior fruibilità di una simile risorsa. Si possono promuovere aiuole, rotonde, angoli di parco, etc. sponsorizzati da aziende e/o negozi di Settimo Milanese. Percorsi vita nei parchi, consentono poi anche ai meno esperti di cimentarsi con esercizi mirati a stare in forma, anche a tema: ogni parco ha un suo stile di percorso vita. Un archivio degli esercizi svolti potrebbe essere memorizzato in un computer mediante le tecnologie di smart city (rete internet wifi) e cloud (computer condivisi, sia come dati che come programmi). Il parco che ti saluta quando arrivi, interattivamente, e ti segue amichevolmente, ti stimola! Viabilità Devono essere migliorati i collegamenti tra le diverse frazioni del paese (Vighignolo, Seguro, Villaggio Cavour) sia verso il centro cittadino che verso luoghi di interesse sociale (cimitero, metropolitana, etc.) con collegamenti rapidi e frequenti. Compito dell amministrazione è facilitare la mobilità dei cittadini, ad esempio con bici e/o auto elettriche a noleggio e con un servizio locale a chiamata basato su mezzi pubblici o convenzionati. La viabilità cittadina non dovrà risentire del carico di traffico intorno alle aree industriali. Dovrà essere condiviso con i Comuni limitrofi l obiettivo di sviluppare piste ciclabili senza discontinuità e che non finiscano al confine del territorio comunale. Le barriere architettoniche devono essere censite, e, con un piano efficace e di sensibilizzazione, rimosse. pag. 11 di 14

12 Macchina amministrativa In genere i nuovi arrivati più che a stravolgere e a cambiare, dovrebbero prima di tutto impegnarsi a migliorare quanto già esiste. E questo l atteggiamento della lista civica Settimo nel Cuore verso la macchina amministrativa del Comune: cercare di far leva su una visione fresca per individuare eventuali miglioramenti, sia di procedure operative che di utilizzo delle risorse disponibili, con azioni di buon senso, trasparenti, rapide e di semplificazione. Le risorse così liberate potranno seguire iniziative come lo sportello, dei giovani, dei nuovi cittadini, dei diritti, etc. veri e propri centri di ascolto e punto di contatto tra gli amministratori e i cittadini. Devono essere perseguite pari opportunità all accesso all impiego e negli avanzamenti di carriera. I benefici dei mezzi moderni informatici Il programma include il favorire, anche presso i meno esperti, l uso dei mezzi moderni informatici di social network ai fini di una comunità più coesa. La competenza digitale consiste nel saper utilizzare con dimestichezza e spirito critico le tecnologie dell informazione, dall e-book (da biblioteca) a internet. Da sempre il bisogno di comunicare ha trovato strumenti consoni alle tecnologie disponibili: la ringhiera, che come una LAN (rete dei computer), metteva in comunicazione i vari appartamenti, il sedersi tutti insieme, ciascuno con proprio sgabello, per scambiarsi informazioni, consigli, opinioni e per il passaparola. Oggi sono disponibili mezzi informatici veloci, potenti, flessibili (ma anche pericolosi, sia per la facilità di generare informazioni false, sia per intrusioni nella privacy). Si diffondono i Social Network, tanto più efficaci quanto più mirati ai bisogni della comunità. Creare le condizioni per un loro sviluppo armonico può (e deve), essere una preoccupazione degli amministratori, non certo per dominarli, ma per dare linee guida e predisporre gli strumenti per una crescita poi autonoma. Stanze, forum per discussioni, su temi importanti per la comunità richiedono infatti moderatori (facilitatori) che si mettano a disposizione supportati da un amministrazione che rimuova ostacoli e crei occasioni di incontro. Vari sono gli esempi di Social network : dal cittadino lontano che vuole tenersi in contatto con la sua comunità, alla segnalazione di disagi e bisogni, allo scambio di know how (dalle ricette all organizzazione di viaggi), alla discussione di argomenti specifici, etc. pag. 12 di 14

13 Settimo Milanese Smart city Una città intelligente risparmia energia, ricicla risorse, promuove attività ecosostenibili, supera le barriere fisiche e sviluppa mobilità e cultura; in altri termini declina la città in evoluzione. Un amministrazione avveduta coinvolge i cittadini a partecipare con idee spesso low cost o addirittura sponsorizzate: APPs su smartphone per trovare bici e parcheggi, lampioni intelligenti per una capillare diffusione del wifi e della rete informatica comunale, etc. La connessione tra persone e cose, le informazioni memorizzate in cloud, aiutano lo sviluppo della comunità, consentono di sfruttare meglio le risorse pubbliche (istruzione, sanità..) ed in ultima analisi sono motore di rinnovamento e di benessere. Città intelligente (smart), non è solo dotarsi di mezzi informatici. E una città attenta agli sprechi (spending review), che preferisce le risorse a kilometro zero (ditte del territorio e maestranze locali) e che è in sintonia con le tendenze più evolute in termini di ecologia, gestione dei rifiuti e del riciclo, energie rinnovabili (green economy). E una città attenta, che sa confrontarsi con altre realtà simili, a tutti i livelli, dai cittadini (che possono/devono segnalare gli esempi virtuosi in cui si siano imbattuti) agli amministratori che sono chiamati al confronto (benchmark) con altre amministrazioni simili. E curiosa, sa far tesoro delle esperienze altrui, ne trae spunti, insegnamenti e nuove idee. Un amministrazione avveduta individua a Settimo Milanese un gruppo di giovani (e meno giovani) entusiasti, dove coagulare tutte le conoscenze, tecnologiche e non, per un progetto comune di Smart city. pag. 13 di 14

14 pag. 14 di 14

MATERIA: SISTEMI E AUTOMAZIONE. Continuità di insegnante nella materia rispetto all anno precedente 1 Si x No

MATERIA: SISTEMI E AUTOMAZIONE. Continuità di insegnante nella materia rispetto all anno precedente 1 Si x No DOCENTE : FOGLI MAURIZIO BENVENUTI SERGIO MATERIA: SISTEMI E AUTOMAZIONE A.S.: 2014 / 2015 CLASSE: 4 AMS Continuità di insegnante nella materia rispetto all anno precedente 1 Si x No Gli obiettivi disciplinari

Dettagli

BERGAMO SMART CITY &COMMUNITY

BERGAMO SMART CITY &COMMUNITY www.bergamosmartcity.com Presentazione Nasce Bergamo Smart City & Community, associazione finalizzata a creare una rete territoriale con uno scopo in comune: migliorare la qualità della vita dei cittadini

Dettagli

Programma Amministrativo Alla gente di Ranica chiederemo sempre di partecipare e di esprimere le opinioni e le proposte di ciascuno sui vari problemi: sarà per noi il punto di partenza per risolverli.

Dettagli

Educando nella Provincia di Varese 2012

Educando nella Provincia di Varese 2012 Scheda progetto Educando nella Provincia di Varese 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo una precisa strategia metodologica comune

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

Continuità di insegnante nella materia rispetto all anno precedente 1 Si x No

Continuità di insegnante nella materia rispetto all anno precedente 1 Si x No DOCENTE : FOGLI MAURIZIO BENVENUTI SERGIO MATERIA: TECNOLOGIE MECCANICHE DI PROCESSO E DI PRODOTTO A.S.: 2014 / 2015 CLASSE: 5 AMS Continuità di insegnante nella materia rispetto all anno precedente 1

Dettagli

Chi siamo. L organizzazione

Chi siamo. L organizzazione Chi siamo Il Forum Giovani di Marigliano nasce con lo scopo di raccogliere idee, sogni e domande dei giovani cittadini. È uno strumento di partecipazione attiva per incidere sul territorio, fornendo occasioni

Dettagli

Continuità di insegnante nella materia rispetto all anno precedente 1 Si X No

Continuità di insegnante nella materia rispetto all anno precedente 1 Si X No DOCENTE : FOGLI MAURIZIO BENVENUTI SERGIO MATERIA: MECCANICA, MACCHINE ED ENERGIA A.S.: 2014 / 2015 CLASSE: 4 AMS Continuità di insegnante nella materia rispetto all anno precedente 1 Si X No Gli obiettivi

Dettagli

Sede legale: via Umberto I, 9 10088 VOLPIANO Sede operativa: via Pascoli 7/c - 10070 Caselle T.se (TO) tel. 011.99.68.133 cell. 335.711.64.

Sede legale: via Umberto I, 9 10088 VOLPIANO Sede operativa: via Pascoli 7/c - 10070 Caselle T.se (TO) tel. 011.99.68.133 cell. 335.711.64. 1 PROPOSTA PROGETTUALE.. CORSO di RISPARMIO ENERGETICO PREMESSA Il presente progetto rappresenta una proposta formativa il cui obiettivo è sensibilizzare i bambini verso una nuova consapevolezza di rispetto

Dettagli

CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia

CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia PROGETTO S.I.R.S. Strategie Innovative di Rete dei Servizi Sociali Linee guida per la predisposizione dei progetti: Orientamenti applicativi ARAN 1 Aumento

Dettagli

e ilgioco com inciò..

e ilgioco com inciò.. e ilgioco com inciò.. PROGETTO EDUCATIVO 1.1 PRESENTAZIONE GENERALE Il progetto CRD si rivolge a bambini/e e ragazzi/e della scuola primaria e secondaria di primo grado del paese con attività diurne presso

Dettagli

Il Consiglio comunale dei ragazzi.

Il Consiglio comunale dei ragazzi. Il Consiglio comunale dei ragazzi. Un Progetto per le bambine e i bambini, per i ragazzi e le ragazze tra intenzioni e scelte Premessa L Amministrazione comunale di Cento, con questo progetto, intende

Dettagli

Presenta le tre proposte principali emerse al tuo tavolo, specifica le modalità e i tempi di realizzazione e dai un titolo ai progetti.

Presenta le tre proposte principali emerse al tuo tavolo, specifica le modalità e i tempi di realizzazione e dai un titolo ai progetti. TAVOLO MILANO È SICUREZZA Presenta le tre proposte principali emerse al tuo tavolo, specifica le modalità e i tempi di realizzazione e dai un titolo ai progetti. Sicurezza vuol dire bellezza, benessere,

Dettagli

RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO

RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO C I R C O L O D I D A T T I C O D I S A N T A G A T A L I B A T T I A T I PROGETTO NO AL BULLISMO Percorso di prevenzione dei fenomeni di bullismo A.S. 2011-2012 RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO PREMESSA

Dettagli

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Programma Elettorale Elezioni Amministrative 25 Maggio 2014 1 Presentazione La lista civica OBIETTIVO COMUNE nasce dalla volontà di una numerosa squadra

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 INDICE Il Piano dell Offerta Formativa 1 Presentazione del Asilo Nido Navaroli 1-2 La nostra idea di bambino 3 Partecipazione

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012 / 2013 Scuola Comunale dell infanzia Pollicinia Via Roma Potenza Tel. 0971 / 273041 DOVE SIAMO CHI SIAMO Potenza, capoluogo di regione, è la città della

Dettagli

PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE

PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE SOGGETTI PROPONENTI IL PROGETTO 1) Denominazione Cooperativa Servizi & Formazione Indirizzo Viale

Dettagli

'Ez año BU 5. Comune di Inverigo LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO 2011-2016 25 OTTOBRE 2011

'Ez año BU 5. Comune di Inverigo LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO 2011-2016 25 OTTOBRE 2011 L_ 1 `_ -F ' f. _ L/ 1 I BU 5 'Ez año Comune di Inverigo LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO 2011-2016 ELEZIONI DEL 15 E 16 MAGGIQ 2011 25 OTTOBRE 2011 ai. H/ úiscúíü"'7.7 i ÈL É' i ceurnonssrnn RIBOLDI SINDACO

Dettagli

PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA

PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA PRESENTAZIONE Il presente progetto costituisce un iniziativa volta a promuovere un percorso di crescita dei ragazzi nel confronto,

Dettagli

CENTRO SOCIO CUTURALE IL PALAZZONE. Proposta di azione sociale

CENTRO SOCIO CUTURALE IL PALAZZONE. Proposta di azione sociale CENTRO SOCIO CUTURALE IL PALAZZONE Proposta di azione sociale Breve descrizione dell Idea / Progetto /Proposta Il Centro Socio Culturale Il Palazzone nasce in una zona della città legata a doppio filo

Dettagli

TRAGUARDI FORMATIVI COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE

TRAGUARDI FORMATIVI COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE TRAGUARDI FORMATIVI COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE Campo d Esperienza: IL SE E L ALTRO COMPETENZE SPECIFICHE ABILITA CONOSCENZE COMPITI SIGNIFICATIVI Manifestare il senso dell

Dettagli

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO Il progetto teatro nasce dalla necessità di avvicinare gli alunni al mondo teatrale perché

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO Tel. 031. 607321 - E-mail: sms.inverigo@tiscali.it - Sito: www.icsinverigo.gov.it Direzione e Segreteria dell Istituto Comprensivo: Via

Dettagli

Educando nelle Province di Cremona e Mantova

Educando nelle Province di Cremona e Mantova Scheda progetto Educando nelle Province di Cremona e Mantova Il progetto si sviluppa in cinque comuni delle province di Cremona e Mantova. OBIETTIVI GENERALI La realizzazione del progetto si pone i seguenti

Dettagli

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012 COMUNE DI LONGOBARDI ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI Con delibera di giunta n. 25 del 29 marzo 2012, il comune di Longobardi, di cui è sindaco Giacinto Mannarino, ha presentato istanza alla Regione,

Dettagli

Progetto di cittadinanza attiva

Progetto di cittadinanza attiva Comune di Sant Antioco Progetto di cittadinanza attiva Il Consiglio Comunale dei ragazzi Il Consiglio Comunale dei ragazzi Nell'ambito del programma dell Amministrazione comunale di Sant Antioco, in particolar

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO CENTRI ESTIVI 2013 Centro estivo nido d infanzia La lumaca sull amaca, Settimana di equitazione Soggiorno marino

PROGETTO EDUCATIVO CENTRI ESTIVI 2013 Centro estivo nido d infanzia La lumaca sull amaca, Settimana di equitazione Soggiorno marino PROGETTO EDUCATIVO CENTRI ESTIVI 2013 Centro estivo nido d infanzia La lumaca sull amaca, Settimana di equitazione Soggiorno marino 1 #%&$'()))**+, * CONCETTI DI RIFERIMENTO La proposta dei centri estivi

Dettagli

PROGETTO GIOVANI CITTA. Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile SCHEDA DI DETTAGLIO DEL

PROGETTO GIOVANI CITTA. Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile SCHEDA DI DETTAGLIO DEL PROGETTO GIOVANI CITTA Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile REALIZZAZIONE DELL AZIONE 2 Promuovere stili di vita sani e modelli positivi di comportamento. Educare alla legalità.

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: A MAGLIE FITTE ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale Area di Intervento: Attività di tutoraggio scolastico

Dettagli

Un alleanza per i diritti dei bambini e degli adolescenti del Mezzogiorno

Un alleanza per i diritti dei bambini e degli adolescenti del Mezzogiorno Un alleanza per i diritti dei bambini e degli adolescenti del Mezzogiorno Crescere al Sud rappresenta un luogo d incontro tra realtà diverse, nazionali e locali, che hanno deciso di mettere in comune le

Dettagli

LA CITTA AMICA DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI

LA CITTA AMICA DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI LA CITTA AMICA DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Azioni positive per lo sviluppo dei diritti di cittadinanza delle bambine e dei bambini e loro partecipazione attiva alla vita della comunità. OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

Educando nelle Province di Bergamo e Brescia

Educando nelle Province di Bergamo e Brescia Scheda progetto Educando nelle Province di Bergamo e Brescia Il progetto si sviluppa in otto comuni delle province di Bergamo e Brescia. OBIETTIVI GENERALI La realizzazione del progetto si pone i seguenti

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 La politica non è nelle competizioni degli uomini; non è nei sonanti discorsi. È, o dovrebbe essere, nell interpretare l epoca in cui si vive (..).

Dettagli

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola.

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola. Passo dopo Passo Insieme supporta la motivazione scolastica dei preadolescenti, promuovendo percorsi che mettano al centro le risorse personali dei ragazzi e offrendo progetti di formazione e sensibilizzazione

Dettagli

PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO

PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO anno scolastico 2012/2013 MOTIVAZIONE PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO Perché orientamento nella scuola secondaria di primo grado.

Dettagli

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi Introduzione Tina e Toni è un programma di prevenzione globale destinato alle strutture che accolgono bambini dai 4 ai 6 anni, come le scuole dell infanzia, le strutture d accoglienza e i centri che organizzano

Dettagli

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO D I R E Z I O N E G E N E R L E P E R L O S T A T U S D E L L O S T U D E N T E, L E P O L I T I C H E G I O V A N I L I E L E A T T I V I T A M O T O R I E

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA I tre ordini di scuola, in accordo fra loro per garantire una continuità dalla scuola dell Infanzia alla scuola Superiore

Dettagli

PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria

PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria VINCENZO PIRO Dirigente Area Risorse Ambientali, Smart City e Innovazione Comune di Perugia PERUGIA SMART CITY: IDEE

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: ARCI NAPOLI 2) Codice di accreditamento: NZ05738 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA FINALITÀ TRASVERSALI Sviluppa autostima Sviluppa competenze disciplinari e trasversali Impara a cooperare e vivere in gruppo Impara a superare ansie e difficoltà Impara a conoscere

Dettagli

REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 3 NOVEMBRE 2009 N. 48 PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELL INVECCHIAMENTO ATTIVO

REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 3 NOVEMBRE 2009 N. 48 PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELL INVECCHIAMENTO ATTIVO REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 3 NOVEMBRE 2009 N. 48 PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELL INVECCHIAMENTO ATTIVO (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA N. 19 DEL 4 NOVEMBRE 2009) Il Consiglio regionale

Dettagli

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO MOTIVAZIONE... 3 OBIETTIVI DEL PROGETTO... 5 METODOLOGIA... 6 PIANO DI LAVORO... 8 GRUPPI DI RIFERIMENTO.IMPATTO... 9 2 MOTIVAZIONE

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio Allegato 1 REVISIONE DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE DEL COMPARTO Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio SINTESI DEI COMPORTAMENTI ORGANIZZATIVI

Dettagli

A cura degli insegnanti di sostegno Dell Istituto Comprensivo L. Belludi di Piazzola sul Brenta

A cura degli insegnanti di sostegno Dell Istituto Comprensivo L. Belludi di Piazzola sul Brenta A cura degli insegnanti di sostegno Dell Istituto Comprensivo L. Belludi di Piazzola sul Brenta Accoglienza come riconoscimento delle diverse abilità Accogliere è riconoscere le persone nella loro completezza,

Dettagli

SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ASSOCIAZIONE CULTURALE SCUOLA DI MUSICA I MINIPOLIFONICI TRENTO VILLAZZANO-POVO RAVINA-ROMAGNANO COGNOLA SOPRAMONTE BESENELLO SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini PROGETTO DI PLESSO SCUOLA PRIMARIA PIERANTONIO a. s. 2014/2015 PREMESSA La scuola rappresenta lo spazio

Dettagli

COOPERATIVA SOCIALE STILE LIBERO (tipo A)

COOPERATIVA SOCIALE STILE LIBERO (tipo A) COOPERATIVA SOCIALE STILE LIBERO (tipo A) Nasce nel 2000 a Pray (BI), paese di circa 2400 abitanti della Comunità Montana Valsessera La fondano 10 soci, tutti di età compresa tra i 18 e i 35 anni. Oggi

Dettagli

PRESENTAZIONE CENTRO PRIMI PASSI

PRESENTAZIONE CENTRO PRIMI PASSI CATALOGO SERVIZI A.S. 2015/2016 PRESENTAZIONE CENTRO PRIMI PASSI Il Centro Primi Passi (d ora in poi PP) nasce nel 1996 nel quadro di un progetto della Uisp nazionale dedicato allo sviluppo delle abilità

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio COMUNICATO STAMPA ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio Il nuovo organismo creato per sviluppare la cultura al risparmio e alla legalità economica in Italia è stato presentato

Dettagli

FONDAZIONE DI COMUNITÀ VICENTINA PER LA QUALITÀ DI VITA ONLUS. con sede in Montecchio Precalcino - via Europa Unita, 2 Codice Fiscale N.

FONDAZIONE DI COMUNITÀ VICENTINA PER LA QUALITÀ DI VITA ONLUS. con sede in Montecchio Precalcino - via Europa Unita, 2 Codice Fiscale N. FONDAZIONE DI COMUNITÀ VICENTINA PER LA QUALITÀ DI VITA ONLUS con sede in Montecchio Precalcino - via Europa Unita, 2 Codice Fiscale N. 00946860244 RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL BILANCIO

Dettagli

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Assemblea 17 giugno, ore 11.30 Date: 2011-06-17 1 (11) Ericsson Internal Premessa La Sezione Elettronica ed Elettrotecnica intende rappresentare un importante elemento

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE INTEGRATO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le leggi che regolano il ciclo successivo

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

QUESTIONARIO SULLA RIQUALIFICAZIONE DELL AREA S.ANNA

QUESTIONARIO SULLA RIQUALIFICAZIONE DELL AREA S.ANNA QUESTIONARIO SULLA RIQUALIFICAZIONE DELL AREA S.ANNA LEGENDA: ogni risposta ha a fianco un numero tra parentesi quando ci sono più risposte accorpate e si vuole indicare quante preferenze ha avuto ciascuna

Dettagli

Partecipazione delle Famiglie ed Educazione familiare

Partecipazione delle Famiglie ed Educazione familiare Partecipazione delle Famiglie ed Educazione familiare di Enzo Catarsi La partecipazione dei genitori La consapevolezza dell importanza della presenza dei genitori nel nido nasce sulla base di importanti

Dettagli

AGGREGAZIONE COMUNI PROVINCIA DI AVELLINO CAPOFILA COMUNE DI FRIGENTO

AGGREGAZIONE COMUNI PROVINCIA DI AVELLINO CAPOFILA COMUNE DI FRIGENTO Stradale. Procedura concorsuale per l'assegnazione di contributi finanziari ai Regione Campania Decreto Dirigenziale 54 del 25/03/2013 COMUNI AZIONI PER LA SICUREZZA STRADALE PREMESSA...3 SETTORE A...3

Dettagli

La Scuola Secondaria di Primo Grado

La Scuola Secondaria di Primo Grado La Scuola Secondaria di Primo Grado È un ambiente educativo sereno, nel quale i ragazzi imparano solide nozioni di base e un efficace metodo di studio, utilizzando le nuove tecnologie, la rete internet

Dettagli

PROGETTO DEL CENTRO SOCIO EDUCATIVO IL MELOGRANO

PROGETTO DEL CENTRO SOCIO EDUCATIVO IL MELOGRANO COMUNE DI SERRAVALLE PISTOIESE PROVINCIA DI PISTOIA PROGETTO DEL CENTRO SOCIO EDUCATIVO IL MELOGRANO Premessa La progettazione di un centro socio educativo sul territorio di Serravalle P.se nasce dall

Dettagli

PROGETTO di ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO POMERIDIANO Fuori Classe

PROGETTO di ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO POMERIDIANO Fuori Classe Allegato DGC 110/2015 PROGETTO di ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO POMERIDIANO Fuori Classe Premessa Negli ultimi anni si sta registrando una presenza di alunni che manifestano, all ingresso della scuola primaria

Dettagli

LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO C A R TA D E I VA L O R I 2 0 0 9 LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO C A R TA D E I VA L O R I 2 0 0 9 LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO La Carta dei valori è

Dettagli

LE FINALITA DEL PROGETTO

LE FINALITA DEL PROGETTO AMBITO N 5 LE FINALITA DEL PROGETTO La finalità del progetto è quella di organizzare e realizzare interventi mirati in modo da prevenire stili e comportamento a rischio ed innalzare le capacità di comprensione

Dettagli

Orientamento scolastico e partnership dei genitori

Orientamento scolastico e partnership dei genitori Orientamento scolastico e partnership dei genitori Progetto di Ricerca per l Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio nelle scuole secondarie di primo grado Prof. Antonio Cocozza Responsabile scientifico

Dettagli

PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI UNA CASCATA DI LIBRI

PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI UNA CASCATA DI LIBRI PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI PROGETTO LETTURA UNA CASCATA DI LIBRI Il progetto si prefigge di stimolare negli alunni la motivazione alla lettura e all ascolto, guidandoli a saper cogliere, insieme

Dettagli

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE Manifesto per l energia del futuro È in discussione in Parlamento il disegno di legge sulla concorrenza, che contiene misure che permetteranno il completamento del

Dettagli

Comunicare una consultazione online

Comunicare una consultazione online Comunicare una consultazione online Questo materiale didattico è stato realizzato da Formez PA nel Progetto PerformancePA, Ambito A Linea 1, in convenzione con il Dipartimento della Funzione Pubblica,

Dettagli

PROGETTO DOPOSCUOLA ANNO SCOLASTICO 2015/2016. SCUOLA PRIMARIA S.Pertini SCUOLA SECONDARIA 1 G.Ghirardini Badia Polesine

PROGETTO DOPOSCUOLA ANNO SCOLASTICO 2015/2016. SCUOLA PRIMARIA S.Pertini SCUOLA SECONDARIA 1 G.Ghirardini Badia Polesine PROGETTO DOPOSCUOLA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SCUOLA PRIMARIA S.Pertini SCUOLA SECONDARIA 1 G.Ghirardini Badia Polesine TAM TAM Cooperativa Sociale Via G. Marconi n.978/b 45021 Badia Polesine (RO) Tel.3332736263

Dettagli

Comunità della Paganella

Comunità della Paganella COMUNITÀ della PAGANELLA PROGETTO Sportello Donna Comunità della Paganella Gennaio 2013 PREMESSE Nel 2011 la Comunità della Paganella ha elaborato il progetto intitolato La conoscenza delle donne, nell

Dettagli

Elezioni amministrative del Sindaco e del Consiglio Comunale del Comune di Castelvetere Sul Calore ( AV ) 25 maggio 2014.

Elezioni amministrative del Sindaco e del Consiglio Comunale del Comune di Castelvetere Sul Calore ( AV ) 25 maggio 2014. Elezioni amministrative del Sindaco e del Consiglio Comunale del Comune di Castelvetere Sul Calore ( AV ) 25 maggio 2014 Lista L AURORA Candidato alla carica di Sindaco: Giovanni Remigio Romano Candidati

Dettagli

Doveri della famiglia

Doveri della famiglia MINISTERO DELL ISTRUZIONE,UNIVERSITA E RICERCA Via Figurella, 27 Catona 89135 Reggio di Calabria (RC) Telefax 0965302500-0965600920 C.F. 92081350800 C.M. RCIC868003 PEC rcic868003@pec.istruzione.it A.S.

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto Trieste La terra ci insegna Ambito/settore di intervento Tipologia destinatari Singoli cittadini e famiglie residenti nei

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

PROGETTO PER L INSERIMENTO DELLA COOPERATIVA NEL REGISTRO DI ENTI GESTORI ATTI ALLA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI SOSTEGNO IN AMBITO DOMICILIARE

PROGETTO PER L INSERIMENTO DELLA COOPERATIVA NEL REGISTRO DI ENTI GESTORI ATTI ALLA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI SOSTEGNO IN AMBITO DOMICILIARE PROGETTO PER L INSERIMENTO DELLA COOPERATIVA NEL REGISTRO DI ENTI GESTORI ATTI ALLA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI SOSTEGNO IN AMBITO DOMICILIARE ALLA PERSONA CON DISABILITÀ INDICE A FINALITÀ 1 B OBIETTIVI

Dettagli

L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE NEI CENTRI AGGREGATIVI

L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE NEI CENTRI AGGREGATIVI ASSOCIAZIONE INTERCULTURALE NARRAMONDI onlus Sede Legale: Via L. Settembrini, n 14 90145 Palermo Via Mario Rapisardi n 68/A 90144 Palermo Codice Fiscale: 97148690825 Partita IVA: 05187110829 telefono e

Dettagli

CENTRO MULTIFUNZIONALE PER L'INFANZIA

CENTRO MULTIFUNZIONALE PER L'INFANZIA Asilo nido Scuola materna Ludoteca - Doposcuola Via San Francesco, 71 Latina CENTRO MULTIFUNZIONALE PER L'INFANZIA Pensato e creato per bambini da zero a dieci anni, è il luogo in cui il bambino apprende

Dettagli

Silvia Gilioli, educatrice ed insegnante elementare, esperta dell organizzazione di attività di grande gruppo e animazione,

Silvia Gilioli, educatrice ed insegnante elementare, esperta dell organizzazione di attività di grande gruppo e animazione, L ASSOCIAZIONE. L Associazione culturale nasce nel 2005 per dare struttura istituzionale ad un esperienza lavorativa sviluppata fin dal 99 nell organizzazione di campi estivi. Il Direttivo è oggi composto

Dettagli

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale I beni culturali Il problema I beni culturali un elemento di estremo rilievo per la crescita della cultura e della qualità della vita dei cittadini - possono favorire lo sviluppo di alcune iniziative economiche

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI MEZZOJUSO 2) Codice di accreditamento: NZ00607 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

Anno scolastico 2014-2015

Anno scolastico 2014-2015 DIREZIONE DIDATTICA STATALE 17 CIRCOLO VIA CASTIGLIONE CAGLIARI POF Anno scolastico 2014-2015 VERIFICA E VALUTAZIONE DELLE ATTIVITA Nella cornice educativa delineata si è inserita la MACROPROGETTUALITÀ

Dettagli

Progetto. Lettura:cibo. della mente

Progetto. Lettura:cibo. della mente ISTITUTO AUTONOMO COMPRENSIVO STATALE di Scuola dell Infanzia, Scuola Primaria e Secondaria di 1 grado Via Medaglia d Oro Iannotta,17 81052 Pignataro Maggiore (CE) Tel e Fax 0823/871059 Distretto scolastico

Dettagli

Attestato competenze professionali PERCORSO FORMATIVO. Nome e Cognome

Attestato competenze professionali PERCORSO FORMATIVO. Nome e Cognome AGEFORMA Agenzia Provinciale per l Istruzione e la Formazione professionale, l Orientamento e l Impiego Azienda Speciale della Provincia di Matera Programma di Promozione della Cittadinanza Solidale Legge

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto VITA AL CUBO [3] Ambito/settore di intervento A01 SETTORE: ASSISTENZA AREA: ANZIANI Tipologia destinatari ANZIANI Giorni

Dettagli

A.S. 2015/2016. RAPPRESENTANZA, RESPONSABILITA, PARTECIPAZIONE (punti di forza e

A.S. 2015/2016. RAPPRESENTANZA, RESPONSABILITA, PARTECIPAZIONE (punti di forza e SEMINARIO RESIDENZIALE Percorso di formazione per i rappresentanti in Consulta Provinciale degli Studenti Centro Don Chiavacci Crespano del Grappa 3-4 novembre 2015 A.S. 2015/2016 Premessa A conclusione

Dettagli

PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA

PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA CLASSI PRIME A/B ANNO SCOLASTICO 2014 2015 PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA Premessa Le attuali classi prime sono composte da 44 alunni, 35 dei quali provengono dalla scuola dell Infanzia del quartiere

Dettagli

Contratti di Quartiere II - Provincia di Milano. Cernusco sul Naviglio

Contratti di Quartiere II - Provincia di Milano. Cernusco sul Naviglio Contratti di Quartiere II - Provincia di Milano 74 Cernusco sul Naviglio Cernusco sul Naviglio Cernusco sul Naviglio 75 Stato d avanzamento del Programma e sintesi della relazione sull andamento della

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto AXIA FAMIGLIA - RETE INFORMATIVA Ambito/settore di intervento Settore E: Educazione e promozione culturale Area d intervento:

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Progetto giovani, oggi e domani

Progetto giovani, oggi e domani Progetto giovani, oggi e domani Progetto per le Politiche Giovanili nei comuni di Ceresole d Alba (cn) Pocapaglia (cn) Sanfrè (cn) Sommariva Perno (cn) In collaborazione con Consorzio Socio Assistenziale

Dettagli

IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA

IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA PROGETTO IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA Anno 2010 1 Progetto In-Contro Nuovi spazi di comunicazione. Percorsi di partecipazione giovanile

Dettagli

DALLA TESTA AI PIEDI

DALLA TESTA AI PIEDI PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA A. MAGNANI BALIGNANO DALLA TESTA AI PIEDI ALLA SCOPERTA DEL NOSTRO CORPO Anno scolastico 2013-14 MOTIVAZIONI Il corpo è il principale strumento

Dettagli

IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA. Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale.

IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA. Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale. IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale. Gestione e sviluppo richiedono oggi comportamenti diversi

Dettagli

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.)

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) (Approvato con deliberazione consiliare n. 30 del 24.06.2010 e successiva modifica con deliberazione consiliare n. 50 del 25.09.2012) PREMESSA

Dettagli

(PRIMA BOZZA) Milano, 15 Aprile, 2011

(PRIMA BOZZA) Milano, 15 Aprile, 2011 RETE LOMBARDA DELLE SCUOLE CHE PROMUOVONO SALUTE CORNICE METODOLOGICA (PRIMA BOZZA) Milano, 15 Aprile, 2011 PREMESSA Il presente documento è il frutto di un percorso di elaborazione a cui hanno partecipato

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO 2015

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO 2015 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO 2015 Titolo progetto COLORIAMO Ambito/settore di intervento EDUCAZIONE E PROMOZIONE CULTURALE Tipologia destinatari Strani Giorni /ore di 5/30 Vitto/Alloggio

Dettagli

Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2

Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2 Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2 Anno Scolastico 2012/2013 [[[Nessun bambino può essere considerato straniero, laddove ci si occupa di educazione, di trasmissione di valori, di conoscenze

Dettagli