Rapporto di sintesi a cura di Paolo Calidoni

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rapporto di sintesi a cura di Paolo Calidoni"

Transcript

1 L IMPIEGO DEL SUPPORTO ON-LINE PER LA DIDATTICA nel corso di Laurea in Scienze delle Professioni Educative di Base dell Università di SS nell a.a Rapporto di sintesi a cura di Paolo Calidoni Il corso di Laurea in Scienze delle Professioni Educative di Base dell Università di Sassari, inserito nel Progetto CampusOne, nelle more dell attivazione di un organico progetto di e-learning previsto dal Progetto stesso, ha attivato nell a.a l utilizzo di una piattaforma free-ware allo scopo di Andare incontro alle esigenze didattiche derivanti dall alto numero di studenti, per lo più fuori sede e non a tempo pieno; Provare l utilizzo della piattaforma da parte dei docenti; Individuare esigenze e criteri per lo sviluppo dell inte(g)razione delle ICT nell ambito della didattica del corso di laurea e, più in generale, universitaria. L impiego della piattaforma è stato sostenuto dal Presidente del Corso di Laurea prof. Gianfranco Nuvoli, promosso dal Responsabile del Progetto CampusOne del Corso di Laurea Prof. Fausto Telleri ed avviato dal Docente a contratto di Tecnologie dell Istruzione Prof. Angelo Angius. L attuazione della prova è stata possibile grazie alla collaborazione del Manager Didattico del Corso di Laurea dott. Salvatre Fadda e dell Ing. Stefano Lissandron, incaricato dell amministrazione della piattaforma. Il presente rapporto di sintesi, alla cui redazione hanno collaborato la Dott.a Monia Crasta e l Ing. Stefano Lissandron che si ringraziano-, illustra Le caratteristiche della piattaforma ed il suo impiego da parte dei docenti; Le valutazioni e le richieste degli studenti, rilevate con un questionario ed un forum on-line; Le conclusioni cui si è pervenuti a seguito della prova e l indicazione delle prospettive emergenti. Sassari, Luglio 2004 Paolo Calidoni 1

2 Prima parte: Il servizio ed il suo utilizzo da parte dei docenti (Monia Crasta) La piattaforma spaghetti learning giunta alla sua versione 1.1 è stata inclusa nel portale dell Unesco come uno dei tool open sources più interessanti. Il sito spaghetti learning è ora sponsorizzato da Google. Sul web si possono trovare link su spaghettilearning. La versione 1.2 attualmente in beta testing contiene anche la gestione dei Learning Object, tramite un database LMS (Learning Managment System, sistema di gestione delle conoscenze). In questo sito sono disponibili informazioni generali e materiali scaricabili sul corso di Laurea in Scienze delle Professioni Educative, relativamente ai piani di studio, tirocini e tesi 1. L accesso alla piattaforma prevede un codice di accesso, standard per gli studenti (UserID e Password: studente/studente) per alcune sezioni generali (manager didattico e campus-one) e personalizzato per i docenti e per gli studenti per l accesso alle informazioni ed ai materiali relativi a singoli corsi. Figura 1. Home page 1 2

3 Per accedere al materiale relativo ai singoli corsi è necessario registrarsi (cliccando sul link come registrarsi, presente in fig. 1): lo studente viene informato nel dettaglio sulle modalità da seguire per registrarsi alla piattaforma e a tutti gli insegnamenti desiderati. La procedura di registrazione, alquanto complessa, prevede: l invio di una per ogni insegnamento a cui si desidera essere registrati. La deve essere mandata al seguente indirizzo: Essa deve contenere i seguenti dati, nell ordine descritto: Numero di matricola, Nome, Cognome, Codice del corso, . Affinché la registrazione riesca bene, questi dati devono essere inseriti tra le parole chiave Inizio e Fine ed essere separate solo da virgole. Alla dello studente il sistema risponderà con una di conferma di ricezione e con una seconda che confermerà l attivazione dell utente alla piattaforma. ANALISI DELLA STRUTTURA DELLA PIATTAFORMA. Il sito offre 23 corsi, i quali seguono una struttura predefinita, presente in ogni pagina web, facilitando la navigazione: - Menu generale; - Menu utente; - Menu del corso. Ognuno di essi è, a sua volta, suddiviso in altri link di contenuto, che, nelle pagine seguenti, illustriamo nello specifico. 3

4 Figura 2. Struttura dei menu. 4

5 Il Menu generale riguarda: - menu dei corsi: contiene il collegamento a tutti i corsi della piattaforma; - logout, sezione relativa ai codici d accesso. Il Menu utente offre l opportunità all utente stesso di personalizzare i comandi ( Impostazioni ) e di scrivere qualche appunto, su una finestra che si apre cliccando su Appunti, la quale può essere rimossa o modificata, con i comandi affiancati ( Il Menu del corso riguarda, nello specifico, la disciplina selezionata. Lo spazio riservato a questo tipo di informazioni si divide in: - avvisi (informazioni e comunicazioni di vario genere del docente); - agenda (calendario delle lezioni e qualsiasi avviso che abbia una scadenza in termini di data); - utenti iscritti (elenco degli alunni, assistenti e studenti che fanno parte del corso); - lezioni (elenco delle lezioni: orario, luogo e date; files scaricabili, relativi ai programmi svolti a lezione, ecc.); - link utili (Elenco di siti utili da visitare perché correlati all'argomento trattato dal corso); - archivio documenti (archivio documentale di tutto quello che è stato mandato e ricevuto sia in forma pubblica che privata); - test di autovalutazione (per i corsisti); - test di verifica (per i corsisti); - forum (discussioni varie proposte dai docenti); - chat (discussione in tempo reale). 5

6 ANALISI DEI CONTENUTI. Tra i 23 corsi disponibili sono previste 20 discipline del corso di laurea in Scienze delle Professioni Educative e collegamenti relativi al Manager didattico e CampusOne. Il menu del corso lascia ampio spazio al tipo di informazione che il docente decide di dare. Le sezioni riguardanti Avvisi, agenda e lezioni sono quelle più formali e strettamente informative. In questi spazi l impegno del docente è fondamentale affinché il servizio sia funzionale e valido rispetto alle richieste dell utenza. Diverse sono le sezioni relative al forum e/o alla chat. Qui l informazione si trasforma in vera e propria comunicazione, dove chiunque partecipi ha la possibilità di confrontarsi o scambiare le proprie esperienze sia con studenti che, direttamente, con i docenti. 11 corsi su 22 sono vuoti, ossia privi di qualsiasi informazione se non la lista degli iscritti. Dei restanti corsi attivi, su nove sezioni presenti nel menu (tranne la chat), cinque si sono serviti di tre sezioni, quattro corsi hanno usufruito di quattro spazi virtuali, due di cinque e solo uno di sette sezioni. Da questi pochi dati iniziali è chiaro che la piattaforma è poco sfruttata. Vediamo più da vicino quelli che sono i contenuti specifici di ciascuna di tali sezioni. La sezione Avvisi è stata utilizzata da tutti i dodici corsi attivi, in modo completo ed esaustivo, probabilmente perché offre la possibilità di inserire qualsiasi tipo di dato. Essa contiene informazioni di vario tipo (come lezioni o calendario esami, ecc.) che, spesso, sono state riprese o approfondite nelle altre sezioni più specifiche. Prevalgono informazioni relative all inizio delle lezioni (inizio anno accademico: I e II semestre), all illustrazione dei programmi e alle eventuali modifiche (apportate di volta in volta). Sono presenti i calendari degli esami ordinari e, spesso, informazioni su quelli straordinari, con i programmi relativi (bibliografia). 6

7 Questo è uno spazio che viene anche utilizzato per esporre gli esiti degli esami scritti, evitando i classici foglietti appesi sulle porte della facoltà e agevolando non poco gli studenti, soprattutto pendolari. Non mancano informazioni dettagliate e aggiornate periodicamente sul ricevimento studenti e/o comunicazioni varie, come quelle relative a convegni o informazioni molto più generali relative, per esempio, alle modalità degli appelli straordinari. Spesso in questo spazio appaiono rimandi ad altre sezioni. Ciò potrebbe essere importante in quanto la prima pagina, essendo generalmente la più visitata, rappresenta un valido orientamento. È necessario, tuttavia, che la sezione non diventi troppo ampia e dispersiva, per evitare confusione e che circoscriva il tipo di informazioni da contenere. In definitiva ogni sezione dovrebbe contenere solo le informazioni per cui è creata, allo scopo di perfezionare la funzionalità della piattaforma e di migliorare l orientamento dell utenza. L Agenda è dedicata a scadenze importanti. Essa viene usata, infatti, come calendario specifico e dettagliato degli appelli delle varie sessioni. Il suo uso è stato molto limitato, infatti, solo un quarto dei corsi attivi hanno utilizzato questo servizio. Le informazioni presenti sono estremamente sintetiche e chiare. Si tratta, in effetti, di informazioni già contenute spesso negli avvisi e per questo la sezione potrebbe sembrare ripetitiva. Ecco perché, come si è detto prima, ogni tipo di informazione è necessario abbia un suo spazio specifico. Utenti iscritti: è presente in tutti i corsi una lunga lista di iscritti (studenti, docenti, assistenti), con i propri indirizzi , in maniera tale da favorire un contatto più stretto fra studenti e studenti e fra studenti e docenti. In tre corsi, tuttavia, la lista è limitata al nome di uno o due docenti. È importante sottolineare come la legenda di inizio pagina non chiarisca molto la funzione di tale lista. 7

8 La sezione relativa alle Lezioni, utilizzata dalla maggior parte dei corsi (nove su dodici), potrebbe anch essa, a prima vista, sembrare superflua in quanto dal titolo ci si aspetterebbe un calendario delle stesse che, come visto in precedenza, viene esposto nella prima sezione o nella seconda. In essa, invece, sono raccolti files di materiale scaricabile. Questo spazio è stato utilizzato in due casi per la presentazione dettagliata dei programmi (files relativi a ciascuna disciplina insegnata) che il docente ha scelto per il proprio corso. Ciò offre la possibilità di consultarli anche senza attivare una connessione alla piattaforma (se salvati su un supporto). Oltre ai programmi, vecchi e nuovi, sei corsi hanno scelto di arricchire la sezione allegando dati relativi ai moduli svolti durante il corso delle lezioni (fino ad allegare la traduzione di parti di testo, da portare all esame, scritti in lingua straniera) e i risultati degli esami scritti. In un solo caso, nello spazio analizzato, sono state inserite informazioni tecniche, relative al corso di laurea. Link utili e documenti possono essere considerati come materiali di approfondimento, relativamente ad argomenti che vanno al di là della semplice lezione in classe o che non è possibile trattare in quella sede. Queste due sezioni sono state utilizzate assai poco: i link appaiono in un solo corso, i documenti sono presenti in tre corsi. Test di autovalutazione e test di verifica. Sono sezioni molto interessanti che offrono la possibilità allo studente di confrontarsi con quanto appreso durante il corso delle lezioni, stabilendo il proprio livello di conoscenze su un argomento specifico. Si tratta, spesso, di test di gruppo, finalizzati, perciò, non solo a verificare il livello di apprendimento individuale ma, anche, alla collaborazione, la quale, in condizioni ottimali, può favorire lo sviluppo di capacità e conoscenze più profonde, con il confronto e la riflessione di gruppo associate, naturalmente, ad un percorso individuale. Nonostante ciò, su dodici corsi attivi, uno solo di questi ha 8

9 utilizzato questi spazi, nello specifico del test di autovalutazione. Test di verifica (se così possono intendersi le esercitazioni intermodulo o finali) sono stati utilizzati in un altro caso, allegati, tuttavia, nella sezione relativa alle lezioni. La costruzione di tali test comporta, inevitabilmente, un lungo lavoro da parte dei docenti che potrebbe demotivare l utilizzo di queste sezioni. Tuttavia esse rappresentano una grossa agevolazione per gli studenti, che possono non solo prepararsi meglio all esame, ma soprattutto, valutare il proprio stato di conoscenza, relativamente all argomento ed, eventualmente, lavorare sulle carenze, attraverso un feedback continuo che tali test dovrebbero attivare. Forum. Questa sezione rappresenta uno spazio virtuale dedicato alla comunicazione di gruppo (studenti-studenti e studenti-docenti). Si tratta di un momento di potenziale crescita individuale, che lo scambio di opinioni di esperienze può dare. Nel caso specifico di questa piattaforma le discussioni che con maggiore frequenza sono state attivate, riguardano le considerazioni sul corso seguito, o un argomento specifico trattato a lezione (sette corsi hanno attivato una o più discussioni). In un solo caso si è pensato di instaurare un dialogo informale, che non riguardasse l andamento delle lezioni svolte. Sarebbe interessante, invece, per ciascun forum attivare due discussioni, una formale (relativo al corso vero e proprio) ed una informale (relativo alle considerazioni, riflessioni o ad una comunicazione libera sul corso stesso), al fine incoraggiare e di valutare, in un secondo momento, il livello di partecipazione dell utenza. È più probabile, infatti, che una discussione informale motivi uno studente a partecipare. È uno spazio che va coltivato perché offre la possibilità di un rapporto più significativo tra docenti e studenti, in termini di conoscenza ed, eventualmente, soddisfazione delle richieste formative. La Chat è uno strumento molto simile al forum, per quanto riguarda i contenuti e le finalità, dal quale però si discosta per il tipo di comunicazione, che avviene in tempo reale e non in differita (come nel caso del forum). 9

10 Tabella di sintesi CORSI AVVISI AGENDA ISCR. LEZZ. LINK DOC. AUTOV. VERIF. FORUM Risultati Riga Pedagogia generale * * * * Vuoto * * Vuoto * 7/9 Pedagogia d. marginalità * Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto * 3/9 St. della pedagogia * Vuoto * * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto * 4/9 St. d. scuola e Ist. Educ. * Vuoto * * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto * 4/9 Didattica generale * * * * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto * 5/9 Psicologia d. sviluppo * * * * Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto 5/9 Psicologia sociale Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Antropologia culturale Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Antropologia sociale Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Sociologia corso avanz. Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Ped. soc. e marginalità Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Tecnologia dell istruz. * Vuoto * * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto * 4/9 Pedagogia sociale * Vuoto * * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 3/9 Informatica Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Sociologia d. proc. cult. * Vuoto * * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 3/9 Sociologia Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Sociologia d. famiglia Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Sociologia d. educazione Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Metod.. tecn. Ric. Soc. * Vuoto * Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto 3/9 Psicologia generale Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Manager didattico * Vuoto * Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto * 4/9 CampusOne Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Risultati colonna 10/11 3/11 22/22 8/11 1/11 3/11 1/11 Vuoto 7/11 10

11 CONCLUSIONI della prima parte Da una prima visione della piattaforma emerge, da subito, la sua validità, sia in termini di servizio che in termini strutturali e di gestione. Questo è un servizio che agevola, in particolare, gli studenti nella gestione del proprio percorso di studio, senza necessariamente doversi imbattere negli orari fiscali degli sportelli della propria facoltà (ove essi sono presenti). E un grande vantaggio per gli studenti pendolari, i quali hanno così la possibilità di rimanere costantemente informati dal proprio domicilio. La piattaforma offre potenzialmente la possibilità di avere un legame più stretto con il docente, riducendone la distanza, e di conseguenza quella fra Università e studente. In questo senso è esemplificativa la richiesta di iscrizione ai corsi che si ritiene utile frequentare, lasciando il proprio indirizzo di posta, in modo tale che sia più facile un contatto diretto. Il problema nasce, o per meglio dire non si risolve (in quanto già presente), nel momento in cui il servizio non viene sfruttato, sia da parte dei docenti che degli studenti. Come constatato dall analisi dei corsi disponibili, solo 11 su 22 presentano informazioni e materiale di vario genere, più o meno dettagliati a seconda dei corsi e delle esigenze del docente. I restanti 10 corsi sono vuoti, non contengono nessun tipo di informazione se non la lista degli utenti iscritti al corso. Ciò significa che la maggior parte dei docenti non sfrutta questo servizio. 11

12 Seconda Parte: L utilizzo da parte degli studenti e la loro valutazione del servizio (Stefano Lissandron) Allo scopo di verificare l utilizzo della piattaforma da parte degli studenti, l amministratore ha elaborato alcune informazioni di sintesi che vengono riportate nelle pagine seguenti. Inoltre, per avere elementi di valutazione degli studenti sul servizio, a metà giugno 2004 è stato possibile aprire nel sito una rilevazione con domande a risposta chiusa ed un forum per raccogliere opinioni più aperte. Le Statistiche al 28 giu 2004 nr. di Studenti iscritti alla piattaforma 330 nr. di Studenti per corso min 36* media 76,8 max 164 *in realtà esistono 3 corsi con numero di iscritti pari a zero ma si ritiene per motivi di mancata attivazione da parte del docente nr. totale di pagine visitate da nov 2003 a giu nr accessi medi al giorno 454,38 accesso medio per utente 272,63 accesso medio a giorno per utente 1,47 *l'utente in media visita 1,47 pagine al giorno Ripartizione degli accessi alle pagine per Aree più frequentate area agenda 13,16% area avvisi 28,30% area lezioni 21,47% area forum 29,89% area autovalutazione 7,18% 12

13 Il Questionario al 28 giu 2004 Nr Domanda Risposta % 1 I collegamenti alla piattaforma sono stati effettuati prevalentemente da... la propria abitazione in Sassari 35,48% la propria abitazione in provincia di Sassari 48,39% la Facoltà 12,90% strutture pubbliche 3,23% 2 Qual è la tua frequenza alle lezioni frontali? 3 Come valuti la possibilità di accedere alla piattaforma di elearning? 4 Come valuti l influenza dell uso dell elearning sull efficacia del corso? Quasi Nessuna 22,22% Saltuaria 13,16% Abituale 60,53% Inutile 0,00% Scarsamente Utile 8,33% Utile 50,00% Molto Utile 41,67% Negativa 2,70% Scarsamente Positiva 10,81% Positiva 72,97% Molto Positiva 13,51% 13

14 5 L uso dell elearning è stato rispondente alle aspettative? 6 Come valuti la facilità/difficoltà d uso della piattaforma? 8 Nella piattaforma l area avvisi/agenda è 10 Nella piattaforma l area lezioni è 11 Nella piattaforma l area lezioni andrebbe Completamente Non Rispondente 10,81% Scarsamente Rispondente 40,54% Rispondente 48,65% Molto Rispondente 0,00% Difficile 0,00% Scarsamente Facile 5,26% Facile 50,00% Molto Facile 42,11% Inutile 0,00% Scarsamente Utile 16,67% Utile 50,00% Molto Utile 33,33% Inutile 2,70% Scarsamente Utile 16,22% Utile 43,24% Molto Utile 37,84% Ampliata 80,56% Ridotta 0,00% Va Bene Così 19,44% 14

15 12 Nella piattaforma l area forum è 13 Nella piattaforma l area forum andrebbe 14 Nella piattaforma l area test di autovalutazione è 15 Nella piattaforma l area test di autovalutazione andrebbe Inutile 14,29% Scarsamente Utile 31,43% Utile 48,57% Molto Utile 5,71% Ampliata 38,24% Ridotta 14,71% Va Bene Così 47,06% Inutile 11,76% Scarsamente Utile 20,59% Utile 38,24% Molto Utile 29,41% Ampliata 61,11% Ridotta 5,56% Va Bene Così 33,33% 15

16 Il forum al 29 giugno 2004 lizzeri.ilaria!"##$"% % % ##!# Rispondi & marras.loredana ''( ) $"&#)## * ) + +, + -" %-!## $ %##" Rispondi.% pastorino.luca ''/( )! 0##$ 1" 2 ## # %% -!! ### %%$"%) % 3%!4 Rispondi ) riu.selene /( 1% 5% - 0 ) Rispondi % multineddu.antonella (/ 3 "++ "%## 16++ " %% 1 "+# $ " %% 7 ) :; Rispondi 16

17 - studente (' < " #%%!!+ #%"+ "% 2" = 3 " )" * 8 0 %% " >)%?% Rispondi % ) %## *" 3!# "% %)##"% ) Rispondi & dibiase.immacolata % "!"$ % Rispondi pinna.anna ' %!# "% %!!+! ##2 # 2 " " "## % Rispondi & studente ( ) "## %% "3 " Rispondi " desantis.annamaria '?"" " A""% "! + 17

18 Parte Terza: Valutazioni e prospettive (Paolo Calidoni) LETTURA SINTETICA DEI DATI 1. La fruizione del servizio 1.1. L impiego della piattaforma da parte dei docenti L impiego della piattaforma da parte dei docenti evidenzia che l inte(g)razione della stessa nella didattica è ancora piuttosto limitata (circa la metà) e prevalgono gli impieghi informativi (da parte di 2/3 dei docenti utilizzatori) su quelli formativi D altra parte, risulta evidente che la piattaforma è pensata e funzionale più per scopi formativi con accessi controllati, mentre per le funzioni informative risultano più opportune soluzioni più amichevoli ed aperte a tutti, quali quelle che sono state implementate nel sito di Facoltà (http://lefweb.uniss.it/) che consente la gestione diretta da parte del docente di tutte le funzioni informative e di upload di materiali non riservati Sia per le funzioni informative (tramite il sito di facoltà) sia per quelle formative (tramite una piattaforma di elearning) è evidente l esigenza di supporti e servizi adeguati ai docenti che consentano loro di sperimentare la funzionalità delle ICT per il miglioramento della qualità della didattica L utilizzo della piattaforma da parte degli studenti L utilizzo della piattaforma da parte degli studenti risulta massiccio, più dell intera coorte di studenti CampusOne si è avvalsa del servizio (330 studenti registrati), almeno per alcune sue funzioni, con una media di 1,47 pagine al giorno visitate da parte di ogni studente registrato nel periodo nov.2003-mag.2004, per un totale di contatti, per lo più dalle proprie abitazioni. Gli studenti utilizzatori sono prevalentemente frequentanti e residenti al di fuori della sede universitaria I servizi più utilizzati sono, nell ordine, quelli informativi (avvisi + agenda), quelli interattivi (forum + autovalutazione, nonostante siano stati attivati sono in pochissimi corsi) e quelli di documentazione (download lezioni) 18

19 2. La valutazione del servizio e le proposte di sviluppo (da parte degli studenti) 2.1. La possibilità di utilizzo della piattaforma, valutata semplice nonostante la complessa procedura di registrazone, è stata giudicata positivamente dalla quasi totalità degli studenti che ne hanno riscontrato rilevanti effetti positivi sulla qualità didattica del corso, sebbene un po al di sotto delle aspettative Le funzioni della piattaforma maggiormente impiegate dai docenti ed utilizzate dagli studenti (informativa e di download lezioni) vengono valutate positivamente e se ne richiede l implementazione. Su quelle interattive, poco impiegate dai docenti ma molto utilizzate dagli studenti, la valutazione risente della minore sperimentazione e maggiore è la richiesta d implementazione, in particolare per la funzione di autovalutazione I partecipanti al forum evidenziano che l impiego dello strumento da parte solo di alcuni docenti produce un gap tra aspettative e risultati effettivi; inoltre, sottolineano l importanza delle funzioni informative e di servizio (es.: iscrizione agli esami) e richiedono una qualificazione di quelle formative. 3. Evidenze complessive emergenti 3.1. Il gap tra limitato impiego delle ICT da parte dei docenti e quotidianità di utilizzo da parte degli studenti è il dato strutturale che richiama anzitutto l attenzione e sul quale concentrare l intervento L importanza, l esigenza di generalizzazione dell impiego delle ICT nella gestione delle funzioni informative e di servizio della didattica, con strumenti amichevoli e diretti, costituisce il punto chiave che la prova evidenzia La complessità dell integrazione delle ICT nella interazione didattica e l esigenza di adeguati percorsi e supporti a tale scopo è evidenziata dalla prova dello strumento, le cui potenzialità a tale scopo sono risultate piuttosto sottoutilizzate. 19

20 PROSPETTIVE La prova realizzata nell a.a , pur nei suoi limiti, può essere considerata significativa per l impostazione e l avvio di un organica strategia di inte(g)razione delle ICT nella didattica, nell ambito del corso di laurea e della facoltà, i cui punti chiave sono: Diffusione e generalizzazione dell impiego delle ICT da parte di tutti i docenti e degli organismi di governo e management, almeno per le funzioni informative, anche in considerazione della sempre crescente famigliarità con le stesse da parte di un sempre maggiore numero di studenti, che ormai arrivano all università in possesso di competenze elevate al riguardo; Gestione delle funzioni informative con l impiego generalizzato dei servizi disponibili nel sito di facoltà, che ogni docente può svolgere autonomamente e che sono accessibili erga-omnes senza limitazioni. A questo scopo è necessario che il servizio web di facoltà disponga delle risorse necessarie per poter supportare i docenti (affinché tutti l utilizzino), che questo diventi lo strumento di informazione privilegiato, che siano affidate precise responsabilità al riguardo (ai docenti per i loro corsi ed ai vari livelli di governo e management per quanto riguarda le relative informazioni). La gestione di tutti i servizi di organizzazione della didattica (in particolare: iscrizioni agli esami, orari delle lezioni ed utilizzo delle aule) per via telematica costituisce una priorità di sviluppo dei servizi ICT del corso di laurea e di facoltà; Da parte dei docenti interessati e/o nell ambito di progetti organici ed adeguatamente dotati di risorse, avvio dell utilizzo di modalità (interattive) di e-learning, riservate per alcuni insegnamenti o percorsi formativi, distinte dalle funzioni informative svolte online tramite il sito di facoltà. In questa prospettiva, anche la sperimentazione ulteriore della piattaforma spaghettilearning, nell ambito di gruppi di ricerca più ampi impegnati nella stessa direzione, potrebbe costituire una possibilità interessante ed utile. Complessivamente, quindi, l utilizzo della piattaforma nel corso di Laurea in Scienze delle Professioni Educative di Base dell Università di SS nell a.a , pur nei limiti di una prova parziale, mette a disposizione indicazioni utili più in generale per lo sviluppo di una strategia di inte(g)razione delle ICT nella didattica universitaria. 20

Analisi dati questionario gradimento del sito web dell'istituto

Analisi dati questionario gradimento del sito web dell'istituto Analisi dati questionario gradimento del sito web dell'istituto Premessa La valutazione del grado di soddisfazione degli utenti rappresenta un importante aspetto nella gestione di qualsiasi organizzazione,

Dettagli

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn Presentazione Piattaforma ilearn 1 Sommario 1. Introduzione alla Piattaforma Hiteco ilearn...3 1.1. Che cos è...3 1.2. A chi è rivolta...4 1.3. Vantaggi nell utilizzo...4 2. Caratteristiche della Piattaforma

Dettagli

Manuale utente Piattaforma e-learning UNICUSANO

Manuale utente Piattaforma e-learning UNICUSANO Manuale utente Piattaforma e-learning UNICUSANO Gentile studente, questo manuale è volto a fornirle indicazioni utili per l utilizzo della piattaforma e-learnig in modo da poter facilmente accedere alle

Dettagli

Il Servizio DIR - Didattica in Rete. Facoltà di Lettere e Filosofia

Il Servizio DIR - Didattica in Rete. Facoltà di Lettere e Filosofia Il Servizio DIR - Didattica in Rete Facoltà di Lettere e Filosofia Simonetta Todi Laboratorio Informatico della Facoltà di Lettere e Filosofia Università degli Studi del Piemonte Orientale A. Avogadro

Dettagli

Il Learning Management System o LMS è appunto la una piattaforma applicativa che permette l'erogazione dei corsi in modalità e-learning.

Il Learning Management System o LMS è appunto la una piattaforma applicativa che permette l'erogazione dei corsi in modalità e-learning. La sezione del modulo dedicata ai Learning Management System elenca diverse funzioni di gestione, comunicazione e valutazione che possono essere utilizzate per l erogazione di formazione online. Sulla

Dettagli

QUESTIONARIO. Grazie

QUESTIONARIO. Grazie QUESTIONARIO Il questionario, anonimo, serve a rilevare in modo sistematico le opinioni degli studenti che hanno completato un corso di studi. Queste conoscenze potranno aiutare a valutare la qualità dei

Dettagli

MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013

MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013 1 MASTER I LIVELLO MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI

Dettagli

E.C.M. Educazione Continua in Medicina. MyEcm. Manuale utente

E.C.M. Educazione Continua in Medicina. MyEcm. Manuale utente E.C.M. Educazione Continua in Medicina MyEcm Manuale utente Versione 1.0 giugno 2013 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 3 1. Introduzione 4 2. Registrazione 5 3. Accesso a myecm 8 4. Home

Dettagli

Corso di Perfezionamento Comunicare e insegnare con la lavagna multimediale interattiva (LIM) www.csl.unifi.it/lavagnadigitale Facoltà di Scienze

Corso di Perfezionamento Comunicare e insegnare con la lavagna multimediale interattiva (LIM) www.csl.unifi.it/lavagnadigitale Facoltà di Scienze Il CORSO L uso delle nuove tecnologie a scuola ha trasformato la relazione comunicativa tra studenti ed insegnanti, modificando gli stili di apprendimento, le strategie formative e le metodologie educative.

Dettagli

STUDIUM.UniCT Tutorial per gli studenti

STUDIUM.UniCT Tutorial per gli studenti STUDIUM.UniCT Tutorial per gli studenti Studium.UniCT Tutorial Studenti v. 6 06/03/2014 Pagina 1 Sommario 1. COS È STUDIUM.UniCT... 3 2. COME ACCEDERE A STUDIUM.UniCT... 3 3. COME PERSONALIZZARE IL PROFILO...

Dettagli

Dimensione 4: Rilevazione dell opinione degli studenti frequentanti

Dimensione 4: Rilevazione dell opinione degli studenti frequentanti Dimensione 4: Rilevazione dell opinione degli studenti frequentanti L Università Unitelma Sapienza nel corso dell a.a. 2013/2014 ha attivato i 2 questionari previsti dall ANVUR relativi alla valutazione

Dettagli

Professione Orientatore CODICE MASTER MA001. Master ASNOR 1500 ore, 60 CFO Anno Accademico 2015/2016

Professione Orientatore CODICE MASTER MA001. Master ASNOR 1500 ore, 60 CFO Anno Accademico 2015/2016 Ente accreditato dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca per la formazione del personale della scuola DM 05/07/2013 - Direttiva 90/2003 CODICE MASTER MA001 Professione Orientatore

Dettagli

Si appoggia a Internet come canale per veicolare le informazioni. Un LMS permette di:

Si appoggia a Internet come canale per veicolare le informazioni. Un LMS permette di: Compito I settimana del II modulo Fagnani Lorena classe E13 1. La sezione del modulo dedicata ai Learning Management System elenca diverse funzioni di gestione, comunicazione e valutazione che possono

Dettagli

DESCRIZIONE E VALUTAZIONE DELLE MODALITA E DEI RISULTATI DELLA RILEVAZIONE DELL OPINIONE DEGLI STUDENTI FREQUENTANTI E DEI LAUREANDI

DESCRIZIONE E VALUTAZIONE DELLE MODALITA E DEI RISULTATI DELLA RILEVAZIONE DELL OPINIONE DEGLI STUDENTI FREQUENTANTI E DEI LAUREANDI UNIVERSITA DEGLI STUDI Niccolò Cusano TELEMATICA ROMA NUCLEO DI VALUTAZIONE Via Don Carlo Gnocchi, 3 00166 Roma DESCRIZIONE E VALUTAZIONE DELLE MODALITA E DEI RISULTATI DELLA RILEVAZIONE DELL OPINIONE

Dettagli

In homepage troverai una finestra per accedere, inserendo le tue credenziali (login e password), alla tua Area Riservata

In homepage troverai una finestra per accedere, inserendo le tue credenziali (login e password), alla tua Area Riservata Benvenuto, In homepage troverai una finestra per accedere, inserendo le tue credenziali (login e password), alla tua Area Riservata Una volta entrato nella tua area riservata avrai a disposizione, in alto,

Dettagli

La Guida Utente Luglio 2008

La Guida Utente Luglio 2008 La Guida Utente Luglio 2008 Indice 1. Il portale di e-learning e le modalità di accesso 3 2. Le principali funzioni 4 3. Il progetto formativo e i corsi 4 4. La comunicazione 7 2 1. Il portale di e-learning

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLOIN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2009/2010 1 MASTER I LIVELLO MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI

Dettagli

FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI]

FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI] 2014 FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI] Cosa è. Il portale Docebo è una piattaforma E-Learning e un Content Management System Open Source che La Fondazione Angelo Colocci ha deciso di

Dettagli

Guida Ariel Studenti

Guida Ariel Studenti TECNOLOGIE E LA DIDATTICA UNIVERSITARIA MULTIMEDIALE E A DISTANZA Guida Ariel Studenti La logica della piattaforma e i suoi strumenti 9 agosto 2012 CTU -CENTRO DI SERVIZIO PER LE Struttura ad albero Ogni

Dettagli

Presidio Qualità di Ateneo

Presidio Qualità di Ateneo Premessa Le Commissioni Paritetiche di Scuola (CP) previste dal D.Lgs. 19/2012 e dal DM 47/2013 devono redigere annualmente una Relazione che, attingendo dalle SUA-CdS, dai risultati delle rilevazioni

Dettagli

Regolamento del servizio di tutorato. (Decreto Rettorale n.35 del 12 dicembre 2008)

Regolamento del servizio di tutorato. (Decreto Rettorale n.35 del 12 dicembre 2008) Regolamento del servizio di tutorato (Decreto Rettorale n.35 del 12 dicembre 2008) Sommario Articolo 1 - L istituto del tutorato... 3 Articolo 2 - Obiettivi generali e specifici... 3 Articolo 3 - I tutor...

Dettagli

Nota di accompagnamento ANVUR al primo Rapporto di Riesame

Nota di accompagnamento ANVUR al primo Rapporto di Riesame Nota di accompagnamento ANVUR al primo Rapporto di Riesame Si mette a disposizione degli atenei lo schema del primo Rapporto di Riesame contenente le indicazioni operative e le informazioni che dovrebbero

Dettagli

La metodologia del test con gli utenti adottata per Sapienza Università di Roma

La metodologia del test con gli utenti adottata per Sapienza Università di Roma La metodologia del test con gli utenti adottata per Sapienza Università di Roma Questo paper ha la finalità di illustrare come gli utenti web dell Università Sapienza di Roma abbiano partecipato al percorso

Dettagli

Il tutor è a disposizione per ogni chiarimento

Il tutor è a disposizione per ogni chiarimento INDICAZIONI PER ESSERE OPERATIVI Alcune istruzioni per rendervi la vita più facile e accedere alle risorse del percorso online di Sociologia intuitivamente Il tutor è a disposizione per ogni chiarimento

Dettagli

www.formazionepro.it

www.formazionepro.it www.formazionepro.it 2 La piattaforma E-Learning Analist Group presenta la piattaforma dedicata alla Formazione a Distanza FAD (E-Learning). La piattaforma FormazionePro utilizza le più moderne tecnologie

Dettagli

GUIDA ALLA SCELTA DI UN CORSO DEL CISCO NETWORKING ACADEMY

GUIDA ALLA SCELTA DI UN CORSO DEL CISCO NETWORKING ACADEMY PREMESSA Il presente documento ha la finalità di fornire indicazioni utili per scegliere un corso di formazione del Cisco Networking Academy ma la maggior parte delle indicazioni presenti possono essere

Dettagli

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi E-learning Vantaggi e svantaggi vantaggi Abbattimento delle barriere spazio-temporali Formazione disponibile sempre (posso connettermi quando voglio e tutte le volte che voglio) e a bassi costi di accesso

Dettagli

Coordinatore educativo nei servizi per l infanzia a.a. 2011-2012

Coordinatore educativo nei servizi per l infanzia a.a. 2011-2012 Master di II livello Coordinatore educativo nei servizi per l infanzia a.a. 2011-2012 Obiettivi formativi Il Master si propone come un percorso altamente specializzato, finalizzato a formare professionisti

Dettagli

PROGETTAZIONE AVANZATA DELL'INSEGNAMENTO DELLA LINGUA E CULTURA ITALIANE A STRANIERI ITALS 2 LIVELLO II - EDIZIONE X A.A.

PROGETTAZIONE AVANZATA DELL'INSEGNAMENTO DELLA LINGUA E CULTURA ITALIANE A STRANIERI ITALS 2 LIVELLO II - EDIZIONE X A.A. PROGETTAZIONE AVANZATA DELL'INSEGNAMENTO DELLA LINGUA E CULTURA ITALIANE A STRANIERI ITALS 2 LIVELLO II - EDIZIONE X A.A. 2015-2016 Presentazione Il Master ha lo scopo di qualificare sul piano glottodidattico:

Dettagli

Moodle 1.5.3+ Breve Guida per il Docente versione 1.2. A cura di Federico Barattini federicobarattini@gmail.com

Moodle 1.5.3+ Breve Guida per il Docente versione 1.2. A cura di Federico Barattini federicobarattini@gmail.com Moodle 1.5.3+ Breve Guida per il Docente versione 1.2 A cura di Federico Barattini federicobarattini@gmail.com Indice 1.0 Primo accesso in piattaforma...3 1.1 Partecipanti, Login come corsista (per vedere

Dettagli

Piattaforma Moodle I.S.S.M. Tchaikovsky. Guida rapida per gli studenti

Piattaforma Moodle I.S.S.M. Tchaikovsky. Guida rapida per gli studenti Piattaforma Moodle I.S.S.M. Tchaikovsky (www.orientamusa.it/fad) Guida rapida per gli studenti Cos'è Moodle? In questa guida vengono esposte le conoscenze di base per poter navigare in una classe virtuale

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA Rapporto di Riesame Iniziale relativo all a.a. 2011/12 Denominazione del Corso di Studio: Scienze Forestali e Ambientali Classe: LM73 Sede: Potenza Gruppo di Riesame:

Dettagli

FAQ EIPASS A COSA SERVONO LE CERTIFICAZIONI EIPASS?

FAQ EIPASS A COSA SERVONO LE CERTIFICAZIONI EIPASS? FAQ EIPASS A COSA SERVONO LE CERTIFICAZIONI EIPASS? COME SI OTTENGONO LE CERTIFICAZIONI EIPASS? COME SI ACCEDE ALLA PIATTAFORMA? CHE COSA E' AULA DIDATTICA 3.0? IN CHE COSA CONSISTE L'ESAME? La Certificazione

Dettagli

Guida rapida per i docenti all'uso della piattaforma di e-learning dell'istituto Giua

Guida rapida per i docenti all'uso della piattaforma di e-learning dell'istituto Giua Guida rapida per i docenti all'uso della piattaforma di e-learning dell'istituto Giua Moodle è la piattaforma didattica per l'e-learning utilizzata dall'istituto Giua per consentire ai docenti di creare

Dettagli

Proposta operativa per l avvio delle procedure di rilevamento dell opinione degli studenti per l A.A. 2013-2014

Proposta operativa per l avvio delle procedure di rilevamento dell opinione degli studenti per l A.A. 2013-2014 Proposta operativa per l avvio delle procedure di rilevamento dell opinione degli studenti per l A.A. 2013-2014 Procedure di rilevamento dell opinione degli studenti A.A. 2013-2014 Testo aggiornato al

Dettagli

E.C.M. Educazione Continua in Medicina. MyEcm. Manuale utente

E.C.M. Educazione Continua in Medicina. MyEcm. Manuale utente E.C.M. Educazione Continua in Medicina MyEcm Manuale utente Versione 1.3.3 Ottobre 2014 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 3 1. Introduzione 4 2. Registrazione 5 3. Accesso a myecm 8 3.1

Dettagli

Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti

Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti Morena Terraschi Lynx Srl via Ostiense 60/D 00154 Roma morena@altrascuola.it http://corsi.altrascuola.it Corsi Altrascuola è la

Dettagli

1) ARTICOLAZIONE E CALENDARIO DEL MASTERCLASS DEAL

1) ARTICOLAZIONE E CALENDARIO DEL MASTERCLASS DEAL Gruppo di Ricerca DEAL, Università Ca Foscari Venezia con il patrocinio e la collaborazione dell Associazione Italiana Dislessia MASTERCLASS DEAL (Dislessia Evolutiva e Apprendimento delle Lingue) Edizione

Dettagli

GUIDA STUDENTI ALLA PRENOTAZIONE DEGLI APPELLI D ESAME ONLINE

GUIDA STUDENTI ALLA PRENOTAZIONE DEGLI APPELLI D ESAME ONLINE GUIDA STUDENTI ALLA PRENOTAZIONE DEGLI APPELLI D ESAME ONLINE Versione aggiornata al 06/05/2013 SSF Rebaudengo p.zza Conti di Rebaudengo, 22-10155 Torino Tel. +39 011 2340083 - Fax +39 011 2304044 www.rebaudengo.it

Dettagli

L UNIVERSITA DEGLI STUDI GIUSTINO FORTUNATO TELEMATICA

L UNIVERSITA DEGLI STUDI GIUSTINO FORTUNATO TELEMATICA L UNIVERSITA DEGLI STUDI GIUSTINO FORTUNATO TELEMATICA in CONVENZIONE CON L IPSEF SRL Ente accreditato al MIUR per la formazione al personale della scuola istituisce ed attiva il Corso di Perfezionamento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA. Manuale del Rilevatore Valutazione della Didattica AA 2011-12

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA. Manuale del Rilevatore Valutazione della Didattica AA 2011-12 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA Manuale del Rilevatore Valutazione della Didattica AA 2011-12 Caro Rilevatore, Ti ringraziamo sin da adesso per la tua preziosa collaborazione. La tua attività è estremamente

Dettagli

Una piattaforma LMS open-source: Claroline a cura di G.Cagni (Irre Piemonte) http://www.claroline.net

Una piattaforma LMS open-source: Claroline a cura di G.Cagni (Irre Piemonte) http://www.claroline.net Una piattaforma LMS open-source: a cura di G.Cagni (Irre Piemonte) http://www.claroline.net I modelli di formazione in modalità e-learning richiedono necessariamente l utilizzo di una tecnologia per la

Dettagli

GUIDA OPERATIVA APPELLI D ESAME ON-LINE (RICERCA QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLA DIDATTICA ISCRIZIONE)

GUIDA OPERATIVA APPELLI D ESAME ON-LINE (RICERCA QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLA DIDATTICA ISCRIZIONE) Questa guida ha lo scopo di illustrarti le modalità da seguire per: ricercare gli appelli compilare il questionario di valutazione della didattica iscriverti agli appelli d esame o agli appelli di prove

Dettagli

Questionario per gli studenti laureandi nei corsi di laurea Facoltà di Giurisprudenza, Sapienza, Università di Roma

Questionario per gli studenti laureandi nei corsi di laurea Facoltà di Giurisprudenza, Sapienza, Università di Roma Anno 2010 Questionario per gli studenti laureandi nei corsi di laurea Facoltà di Giurisprudenza, Sapienza, Università di Roma Il questionario, anonimo, serve a conoscere in modo sistematico le opinioni

Dettagli

DI.SCI.TE. Piattaforma di gestione e comunicazione. Pagina Personale Studente. ISTITUTO SUPERIORE SCIENZE RELIGIOSE di MILANO

DI.SCI.TE. Piattaforma di gestione e comunicazione. Pagina Personale Studente. ISTITUTO SUPERIORE SCIENZE RELIGIOSE di MILANO Novembre 2014 DI.SCI.TE Piattaforma di gestione e comunicazione per la Didattica delle Scienze Teologiche Pagina Personale Studente ISTITUTO SUPERIORE SCIENZE RELIGIOSE di MILANO Pagine Personali Studenti

Dettagli

MANUALE MOODLE STUDENTI. Accesso al Materiale Didattico

MANUALE MOODLE STUDENTI. Accesso al Materiale Didattico MANUALE MOODLE STUDENTI Accesso al Materiale Didattico 1 INDICE 1. INTRODUZIONE ALLA PIATTAFORMA MOODLE... 3 1.1. Corso Moodle... 4 2. ACCESSO ALLA PIATTAFORMA... 7 2.1. Accesso diretto alla piattaforma...

Dettagli

Portale Didattico Social Learning Environment

Portale Didattico Social Learning Environment Portale Didattico Social Learning Environment Presentazione 11 dicembre 2015 Guastini Andrea Referente Tecnico Piattaforma Uibi Cosè UiBi Social Learning Environment Quindi Ambiente Sociale di Apprendimento

Dettagli

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE E SOCIALI

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE E SOCIALI UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE E SOCIALI Corso di Laurea Triennale in Scienze del Servizio Sociale Regolamento attività di Stage 1. Lo Stage L attività di Stage del terzo

Dettagli

Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE. Prof. Marco Scancarello Prof.ssa Carolina Biscossi Email: didatticaelim@gmail.com

Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE. Prof. Marco Scancarello Prof.ssa Carolina Biscossi Email: didatticaelim@gmail.com Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE Prof. Marco Scancarello Prof.ssa Carolina Biscossi Email: didatticaelim@gmail.com IL CORSO L utilizzo sempre più frequente delle nuove tecnologie nella vita quotidiana

Dettagli

FORMAZIONE BLENDED LEARNING DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09

FORMAZIONE BLENDED LEARNING DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09 FORMAZIONE BLENDED LEARNING http://puntoeduri.indire.it/neoassunti2008/in dex.php DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09 e-tutor Lorelle Carini 1 AMBIENTE ON-LINE PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI NEOASSUNTI CON CONTRATTO

Dettagli

Classe 19 delle lauree in Scienze dell'educazione e della Formazione CORSO DI LAUREA A DISTANZA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE

Classe 19 delle lauree in Scienze dell'educazione e della Formazione CORSO DI LAUREA A DISTANZA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE Università degli Studi di Padova Facoltà di Scienze della Formazione Classe 19 delle lauree in Scienze dell'educazione e della Formazione CORSO DI LAUREA A DISTANZA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

Percorso Abilitante Speciale - P.A.S. a.a. 2014-2015. LABORATORIO DI TECNOLOGIE DIDATTICHE (classe A059) Prof.ssa Laura Grandi

Percorso Abilitante Speciale - P.A.S. a.a. 2014-2015. LABORATORIO DI TECNOLOGIE DIDATTICHE (classe A059) Prof.ssa Laura Grandi Percorso Abilitante Speciale - P.A.S. a.a. 204-205 LABORATORIO DI TECNOLOGIE DIDATTICHE (classe A059) Prof.ssa Laura Grandi Syllabus a.a. 204-205 versione.0 BREVE INTRODUZIONE AL MODULO Il Syllabus indica

Dettagli

POTETE ACCEDERE ANCHE DAL SITO WEB DEL NOSTRO ISTITUTO

POTETE ACCEDERE ANCHE DAL SITO WEB DEL NOSTRO ISTITUTO Cari genitori quest anno l Istituto Comprensivo di Ranica mette a disposizione delle famiglie uno strumento di comunicazione teso a proiettare la Scuola verso un nuovo respiro di innovazione e modernità.

Dettagli

Guida al corso Addetti delle amministrazioni locali del settore ambientale

Guida al corso Addetti delle amministrazioni locali del settore ambientale Guida al corso Addetti delle amministrazioni locali del settore ambientale Pagina 1 di 8 Indice 1. Gli obiettivi del corso...3 2. I contenuti del corso...3 3. Il percorso didattico...4 3.1 Studio individuale...4

Dettagli

Giugno 2014 Paola Arduini

Giugno 2014 Paola Arduini Relazione Funzione strumentale Sito Web Giugno 2014 Paola Arduini Finalità del progetto s.s. 13/14 Sviluppo e messa a regime del sito. Referenti per plesso e per ordine di scuola Allargamento della redazione

Dettagli

PROFESSIONE ORIENTATORE

PROFESSIONE ORIENTATORE Master di I livello PROFESSIONE ORIENTATORE 1500 ore 60 CFU A.A. 2011/2012 (MA 041) TITOLO PROFESSIONE ORIENTATORE OBIETTIVI FORMATIVI Il percorso didattico intende mettere a disposizione dell iscritto

Dettagli

FocusReport3. KIBS: il percorso della conoscenza. EBiComLab. nella provincia di Treviso. agosto 2014. Centro studi sul terziario trevigiano

FocusReport3. KIBS: il percorso della conoscenza. EBiComLab. nella provincia di Treviso. agosto 2014. Centro studi sul terziario trevigiano FocusReport3 agosto 2014 KIBS: il percorso della conoscenza Filcams-CGIL Fisascat-CISL Uiltucs-UIL Secondo i dati forniti dall Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio Industria Artigianato

Dettagli

PuntoEdu Indire: Formazione online Neoassunti 2008

PuntoEdu Indire: Formazione online Neoassunti 2008 PuntoEdu Indire: Formazione online Neoassunti 2008 PuntoEdu Formazione NeoAssunti 2008 è l ambiente di apprendimento per i docenti neoassunti nell anno scolastico 2007/08 con contratto a tempo indeterminato.

Dettagli

Servizio Tirocini. Facoltà di Psicologia. A cura dell Ufficio Tirocini

Servizio Tirocini. Facoltà di Psicologia. A cura dell Ufficio Tirocini Servizio Tirocini Facoltà di Psicologia A cura dell Ufficio Tirocini 1 Per accedere al Sistema Tirocini della Facoltà di Psicologia, la prima volta, dovrai inserire nel riquadro LOGIN situato nella parte

Dettagli

Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n.

Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. 73) anno accademico 2008/2009 Aprile 2010 INDICE 1. Obiettivi 2. Metodologia

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA Direzione Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA Direzione Didattica e Servizi agli Studenti Percorso Abilitante Speciale P.A.S. a.a. 2014-2015 Laboratorio di Tecnologie Didattiche (3 cfu, 18 ore d aula + 18 ore online) Prof. Giancarlo Gola ggola@units.it Syllabus a.a. 2014-15, versione 01 BREVE

Dettagli

MASTER di I Livello MA345 - Il Tutor on line I EDIZIONE 1575 ore - 63 CFU Anno Accademico 2014/2015 MA345

MASTER di I Livello MA345 - Il Tutor on line I EDIZIONE 1575 ore - 63 CFU Anno Accademico 2014/2015 MA345 MASTER di I Livello MA345 - Il Tutor on line I EDIZIONE 1575 ore - 63 CFU Anno Accademico 2014/2015 MA345 www.unipegaso.it Titolo MA345 - Il Tutor on line Area SCUOLA Categoria MASTER Livello I Livello

Dettagli

Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014

Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014 Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014 Le piattaforme Il concetto di ambiente di apprendimento riconduce storicamente a termini quali formazione

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

MASTER di I Livello. Il Tutor on line. 1ª EDIZIONE 1575 ore 63 CFU Anno Accademico 2015/2016 MA415

MASTER di I Livello. Il Tutor on line. 1ª EDIZIONE 1575 ore 63 CFU Anno Accademico 2015/2016 MA415 MASTER di I Livello 1ª EDIZIONE 1575 ore 63 CFU Anno Accademico 2015/2016 MA415 Pagina 1/6 Titolo Edizione 1ª EDIZIONE Area SCUOLA Categoria MASTER Livello I Livello Anno accademico 2015/2016 Durata Durata

Dettagli

Università degli studi di Milano Bicocca Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Matematica

Università degli studi di Milano Bicocca Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Matematica Università degli studi di Milano Bicocca Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Matematica Manifesto annuale AA 2013/14 Il Corso di Laurea triennale in Matematica(L-35) è

Dettagli

Centro Studi e Ricerche per la Mediazione Scolastica e Familiare ad Orientamento Sistemico e per il Counselling Sistemico-Relazionale

Centro Studi e Ricerche per la Mediazione Scolastica e Familiare ad Orientamento Sistemico e per il Counselling Sistemico-Relazionale Centro Studi e Ricerche per la Mediazione Scolastica e Familiare ad Orientamento Sistemico e per il Counselling Sistemico-Relazionale P.IVA 02554170122 C.F. 91029450128 - Sede legale: Corso Italia, 62

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL RAPPORTO ANNUALE DI RIESAME CdS

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL RAPPORTO ANNUALE DI RIESAME CdS Pagina 1 di 6 A1 L INGRESSO, IL PERCORSO, L USCITA DAL CDS a AZIONI CORRETTIVE GIÀ INTRAPRESE ED ESITI In questa sezione vanno illustrati i risultati raggiunti a seguito delle azioni correttive proposte

Dettagli

NOVITA! COMPILAZIONE QUESTIONARI VALUTAZIONE DIDATTICA

NOVITA! COMPILAZIONE QUESTIONARI VALUTAZIONE DIDATTICA Guida al servizio di prenotazione on line agli esami Mi@Lumsa NOVITA! COMPILAZIONE QUESTIONARI VALUTAZIONE DIDATTICA A partire dalla sessione invernale d esami A.A.2012-2013 gli studenti che vogliano effettuare

Dettagli

Guida rapida all uso di Moodle per i docenti

Guida rapida all uso di Moodle per i docenti Guida rapida all uso di Moodle per i docenti Avvertenze: 1) Questo NON è un manuale completo di Moodle. La guida è esplicitamente diretta a docenti poco esperti che devono cimentarsi per la prima volta

Dettagli

CORSO N. 26 FORMAZIONE PER I DOCENTI NEO-ASSUNTI A.S. 2012-2013

CORSO N. 26 FORMAZIONE PER I DOCENTI NEO-ASSUNTI A.S. 2012-2013 CORSO N. 26 FORMAZIONE PER I DOCENTI NEO-ASSUNTI A.S. 2012-2013 DIRETTORE DEL CORSO D.S. Prof.ssa Renata Tacus E-TUTOR Prof. Antonello Antonelli PRIMO INCONTRO Presentazione del corso Primo accesso alla

Dettagli

MANUALE PER LO STUDENTE

MANUALE PER LO STUDENTE Università di Bologna Domanda di ammissione alla prova finale laurea MANUALE PER LO STUDENTE In caso di problemi informatici durante la compilazione della domanda on line, manda una mail a help.almawelcome@unibo.it

Dettagli

Guida all uso. Questa Guida contiene le istruzioni per agevolarti nell uso del tuo ME book in tutte le sue versioni (computer e tablet).

Guida all uso. Questa Guida contiene le istruzioni per agevolarti nell uso del tuo ME book in tutte le sue versioni (computer e tablet). Guida all uso Guida all uso Questa Guida contiene le istruzioni per agevolarti nell uso del tuo ME book in tutte le sue versioni (computer e tablet). La Guida è sempre disponibile all interno della tua

Dettagli

9) si ritorna alla maschera di fig. 6, nella quale si clicca su "Salva modifiche" per completare l operazione.

9) si ritorna alla maschera di fig. 6, nella quale si clicca su Salva modifiche per completare l operazione. Fig. 8 La finestra Gestione file con il file appena caricato 9) si ritorna alla maschera di fig. 6, nella quale si clicca su "Salva modifiche" per completare l operazione. Fig. 9 Il corso con la nuova

Dettagli

MASTER di I Livello SCIENZE E TECNOLOGIE PER LA SICUREZZA. 1ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2014/2015 MA301

MASTER di I Livello SCIENZE E TECNOLOGIE PER LA SICUREZZA. 1ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2014/2015 MA301 MASTER di I Livello 1ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2014/2015 MA301 Pagina 1/5 Titolo Edizione 1ª EDIZIONE Area SICUREZZA Categoria MASTER Livello I Livello Anno accademico 2014/2015 Durata

Dettagli

Corso annuale di Perfezionamento e di Aggiornamento Professionale (1500 ore 60 CFU) (Legge 19/11/1990 n. 341- art. 6, co. 2, lett.

Corso annuale di Perfezionamento e di Aggiornamento Professionale (1500 ore 60 CFU) (Legge 19/11/1990 n. 341- art. 6, co. 2, lett. Libera Università degli Studi San Pio V di Roma Anno Accademico 2009/2010 Corso annuale di Perfezionamento e di Aggiornamento Professionale (1500 ore 60 CFU) (Legge 19/11/1990 n. 341- art. 6, co. 2, lett.

Dettagli

PROGETTO I.C.A.R.O. Centro di Orientamento e Tutorato di Ateneo ORI06

PROGETTO I.C.A.R.O. Centro di Orientamento e Tutorato di Ateneo ORI06 Scelta del corso di studi (informazione) Orientamento in itinere - counseling Stage di apprendimento dell uso di strumenti informatici specifici a seconda della tipologia di disabilità Orientamento in

Dettagli

PON 2007 IT 05 1 PO 007 F.S.E. AOODGAI / 44621. Annualità 2012 / 2013. Azione: C 1 F.S.E. 2011 2467

PON 2007 IT 05 1 PO 007 F.S.E. AOODGAI / 44621. Annualità 2012 / 2013. Azione: C 1 F.S.E. 2011 2467 PON 2007 IT 05 1 PO 007 F.S.E. AOODGAI / 44621 Annualità 2012 / 2013 Azione: C 1 F.S.E. 2011 2467 Questionari Gradimento Soddisfazione Monitoraggio corsi PON CORSI ANALIZZATI 4 S o g g e t t i I n t e

Dettagli

Gruppo italiano di Meccanica Applicata. Istruzioni per la compilazione del modulo per il monitoraggio della didattica del gruppo GMA

Gruppo italiano di Meccanica Applicata. Istruzioni per la compilazione del modulo per il monitoraggio della didattica del gruppo GMA Gruppo italiano di Meccanica Applicata Istruzioni per la compilazione del modulo per il monitoraggio della didattica del gruppo GMA Maggio 2003 Indice del documento Pag. In generale 1 1 - Sezione 1 Informazioni

Dettagli

Master di I livello in. Obiettivi formativi

Master di I livello in. Obiettivi formativi Master di I livello in Pedagogia e metodologia montessoriana - servizi educativi 0-3 anni - scuola dell infanzia - scuola elementare a.a. 2011-2012 Obiettivi formativi Il Master di primo livello in Pedagogia

Dettagli

MASTER di I Livello. Il Tutor on line. 1ª EDIZIONE 1575 ore 63 CFU Anno Accademico 2015/2016 MA415

MASTER di I Livello. Il Tutor on line. 1ª EDIZIONE 1575 ore 63 CFU Anno Accademico 2015/2016 MA415 MASTER di I Livello 1ª EDIZIONE 1575 ore 63 CFU Anno Accademico 2015/2016 MA415 Pagina 1/6 Titolo Edizione 1ª EDIZIONE Area SCUOLA Categoria MASTER Livello I Livello Anno accademico 2015/2016 Durata Durata

Dettagli

Minerva. Un ambiente integrato per la Didattica e la Divulgazione. dr. Augusto Pifferi. dr. Guido Righini. http://minerva.mlib.cnr.

Minerva. Un ambiente integrato per la Didattica e la Divulgazione. dr. Augusto Pifferi. dr. Guido Righini. http://minerva.mlib.cnr. Minerva Un ambiente integrato per la Didattica e la Divulgazione dr. Augusto Pifferi Istituto di Cristallografia C.N.R. dr. Guido Righini Istituto di Struttura della Materia C.N.R. http://minerva.mlib.cnr.it

Dettagli

NUOVI ORIZZONTI PER L INSEGNAMENTO

NUOVI ORIZZONTI PER L INSEGNAMENTO Corso annuale di Perfezionamento e di Aggiornamento Professionale (Legge 19/11/1990 n. 341 art. 6, co. 2, lett. C ) in NUOVI ORIZZONTI PER L INSEGNAMENTO (500 ore 20 Crediti Formativi Universitari) Anno

Dettagli

Master Executive. MASTER di I Livello IP 03 - PROFESSIONE ORIENTATORE. 1500 ore - 60 CFU. Anno Accademico 2014/2015

Master Executive. MASTER di I Livello IP 03 - PROFESSIONE ORIENTATORE. 1500 ore - 60 CFU. Anno Accademico 2014/2015 Master Executive MASTER di I Livello IP 03 - PROFESSIONE ORIENTATORE 1500 ore - 60 CFU Anno Accademico 2014/2015 Titolo Categoria Livello IP 03 - PROFESSIONE ORIENTATORE MASTER I Livello Anno Accademico

Dettagli

UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006. Corso di Perfezionamento e Aggiornamento Professionale

UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006. Corso di Perfezionamento e Aggiornamento Professionale UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006 In convenzione con Corso di Perfezionamento e Aggiornamento Professionale in STRATEGIE DIDATTICHE PER IL SOSTEGNO E L INTEGRAZIONE

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Titolo I - Istituzione ed attivazione Art. 1 - Informazioni generali 1. Il presente Regolamento didattico si riferisce al Corso di Laurea in Informatica,

Dettagli

Piattaforma FaD Formazione a distanza. Manuale di consultazione rapida per l utilizzo della piattaforma di. formazione a distanza di EFA srl

Piattaforma FaD Formazione a distanza. Manuale di consultazione rapida per l utilizzo della piattaforma di. formazione a distanza di EFA srl Piattaforma FaD Formazione a distanza Manuale di consultazione rapida per l utilizzo della piattaforma di formazione a distanza di EFA srl 1 Indice generale 1. Scopo del documento 2. Definizioni e abbreviazioni

Dettagli

Orientamento in uscita - Università

Orientamento in uscita - Università ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE G. FALCONE - ASOLA (MN) Orientamento in uscita - Università prof. Ruggero Remaforte A.S.. 2012/2013 Premettendo che per orientare bisogna attivare non solo strumenti ma anche

Dettagli

Nuova Piattaforma Formazione a Distanza. Le regole di utilizzo

Nuova Piattaforma Formazione a Distanza. Le regole di utilizzo Nuova Piattaforma Formazione a Distanza Le regole di utilizzo LA STRUTTURA DEI CORSI Il catalogo formativo prevede per ogni utente di Agenzia un percorso formativo determinato sulla base del ruolo NewAge

Dettagli

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e Sede U.C.S.C. Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013 CLASSE DI LAUREA DI APPARTENENZA: LM/SNT1 SCIENZE

Dettagli

Egregio Dirigente, INVALSI Villa Falconieri - Via Borromini, 5-00044 Frascati RM tel. 06 941851 - fax 06 94185215 www.invalsi.it - c.f.

Egregio Dirigente, INVALSI Villa Falconieri - Via Borromini, 5-00044 Frascati RM tel. 06 941851 - fax 06 94185215 www.invalsi.it - c.f. Egregio Dirigente, Le scrivo per informarla che sono state avviate le procedure per la realizzazione della rilevazione degli apprendimenti degli studenti per l anno scolastico 2010-11 nell ambito del Servizio

Dettagli

Rapporto di Riesame - novembre 2014

Rapporto di Riesame - novembre 2014 Rapporto di Riesame - novembre 2014 Corso di laurea in FISIOTERAPIA L/SNT2 PROFESSIONI SANITARIE DELLA RIABILITAZIONE Università degli Studi di Cagliari 1 Denominazione del Corso di Studio : Fisioterapia

Dettagli

DOCENTI Docenti universitari provenienti da università Statali e Pontificie; professionisti, ricercatori, esperti del settore italiani e stranieri.

DOCENTI Docenti universitari provenienti da università Statali e Pontificie; professionisti, ricercatori, esperti del settore italiani e stranieri. OBIETTIVI FORMATIVI Scopo del Master è di consentire l approfondimento delle tematiche della progettazione, dell adeguamento e del recupero degli Edifici per il culto. DOCENTI Docenti universitari provenienti

Dettagli

Manuale Piattaforma Didattica

Manuale Piattaforma Didattica Manuale Piattaforma Didattica Ver. 1.2 Sommario Introduzione... 1 Accesso alla piattaforma... 1 Il profilo personale... 3 Struttura dei singoli insegnamenti... 4 I Forum... 5 I Messaggi... 7 I contenuti

Dettagli

Pagina Personale Docente. Guida Utente. Progetto DISCITE

Pagina Personale Docente. Guida Utente. Progetto DISCITE Pagina Personale Docente Guida Utente Progetto DISCITE 1 Introduzione La Pagina web Personalizzata per Docenti è una pagina web di presentazione del profilo del Docente: informazioni istituzionali, generali,

Dettagli

Università telematica e-campus

Università telematica e-campus Università telematica e-campus 1 L Università come da decreto del 30 gennaio 2006 istituisce e attiva corsi di studio a distanza utilizzando le tecnologie informatiche e telematiche, in conformità ai criteri

Dettagli

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO del Corso di Laurea in SCIENZE DELL ARCHITETTURA (Classe L - 17 ) Anno Accademico di istituzione: 2008-2009 Art. 1. Organizzazione del corso di

Dettagli

ANNO ACCADEMICO. REGISTRO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE SVOLTE

ANNO ACCADEMICO. REGISTRO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE SVOLTE ANNO ACCADEMICO. REGISTRO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE SVOLTE dal Dott..... nato a. il. ricercatore per il raggruppamento disciplinare n.. (D.M. 4 ottobre 2000 e modifiche D.M. 18 marzo 2005). Da consegnare

Dettagli

DOMANDA DI LAUREA VECCHIO ORDINAMENTO DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT

DOMANDA DI LAUREA VECCHIO ORDINAMENTO DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT Pag 1 di 5 Marca da bollo Valore vigente AL MAGNIFICO RETTORE dell'università degli Il/La sottoscritto/a matr. nato/a a prov. il residente in via comune prov CAP telefono fisso cellulare e-mail personale

Dettagli

Gli strumenti attivati: il portale web ReteVIA

Gli strumenti attivati: il portale web ReteVIA Formazione ed accompagnamento a supporto del processo di conferimento di funzioni in materia di VIA alle Province avviato con la l.r. 5/2010 Milano, 5 dicembre 2012 SEMINARIO LA VIA A PIU' VOCI. A CHE

Dettagli