Rapporto di sintesi a cura di Paolo Calidoni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rapporto di sintesi a cura di Paolo Calidoni"

Transcript

1 L IMPIEGO DEL SUPPORTO ON-LINE PER LA DIDATTICA nel corso di Laurea in Scienze delle Professioni Educative di Base dell Università di SS nell a.a Rapporto di sintesi a cura di Paolo Calidoni Il corso di Laurea in Scienze delle Professioni Educative di Base dell Università di Sassari, inserito nel Progetto CampusOne, nelle more dell attivazione di un organico progetto di e-learning previsto dal Progetto stesso, ha attivato nell a.a l utilizzo di una piattaforma free-ware allo scopo di Andare incontro alle esigenze didattiche derivanti dall alto numero di studenti, per lo più fuori sede e non a tempo pieno; Provare l utilizzo della piattaforma da parte dei docenti; Individuare esigenze e criteri per lo sviluppo dell inte(g)razione delle ICT nell ambito della didattica del corso di laurea e, più in generale, universitaria. L impiego della piattaforma è stato sostenuto dal Presidente del Corso di Laurea prof. Gianfranco Nuvoli, promosso dal Responsabile del Progetto CampusOne del Corso di Laurea Prof. Fausto Telleri ed avviato dal Docente a contratto di Tecnologie dell Istruzione Prof. Angelo Angius. L attuazione della prova è stata possibile grazie alla collaborazione del Manager Didattico del Corso di Laurea dott. Salvatre Fadda e dell Ing. Stefano Lissandron, incaricato dell amministrazione della piattaforma. Il presente rapporto di sintesi, alla cui redazione hanno collaborato la Dott.a Monia Crasta e l Ing. Stefano Lissandron che si ringraziano-, illustra Le caratteristiche della piattaforma ed il suo impiego da parte dei docenti; Le valutazioni e le richieste degli studenti, rilevate con un questionario ed un forum on-line; Le conclusioni cui si è pervenuti a seguito della prova e l indicazione delle prospettive emergenti. Sassari, Luglio 2004 Paolo Calidoni 1

2 Prima parte: Il servizio ed il suo utilizzo da parte dei docenti (Monia Crasta) La piattaforma spaghetti learning giunta alla sua versione 1.1 è stata inclusa nel portale dell Unesco come uno dei tool open sources più interessanti. Il sito spaghetti learning è ora sponsorizzato da Google. Sul web si possono trovare link su spaghettilearning. La versione 1.2 attualmente in beta testing contiene anche la gestione dei Learning Object, tramite un database LMS (Learning Managment System, sistema di gestione delle conoscenze). In questo sito sono disponibili informazioni generali e materiali scaricabili sul corso di Laurea in Scienze delle Professioni Educative, relativamente ai piani di studio, tirocini e tesi 1. L accesso alla piattaforma prevede un codice di accesso, standard per gli studenti (UserID e Password: studente/studente) per alcune sezioni generali (manager didattico e campus-one) e personalizzato per i docenti e per gli studenti per l accesso alle informazioni ed ai materiali relativi a singoli corsi. Figura 1. Home page 1 2

3 Per accedere al materiale relativo ai singoli corsi è necessario registrarsi (cliccando sul link come registrarsi, presente in fig. 1): lo studente viene informato nel dettaglio sulle modalità da seguire per registrarsi alla piattaforma e a tutti gli insegnamenti desiderati. La procedura di registrazione, alquanto complessa, prevede: l invio di una per ogni insegnamento a cui si desidera essere registrati. La deve essere mandata al seguente indirizzo: Essa deve contenere i seguenti dati, nell ordine descritto: Numero di matricola, Nome, Cognome, Codice del corso, . Affinché la registrazione riesca bene, questi dati devono essere inseriti tra le parole chiave Inizio e Fine ed essere separate solo da virgole. Alla dello studente il sistema risponderà con una di conferma di ricezione e con una seconda che confermerà l attivazione dell utente alla piattaforma. ANALISI DELLA STRUTTURA DELLA PIATTAFORMA. Il sito offre 23 corsi, i quali seguono una struttura predefinita, presente in ogni pagina web, facilitando la navigazione: - Menu generale; - Menu utente; - Menu del corso. Ognuno di essi è, a sua volta, suddiviso in altri link di contenuto, che, nelle pagine seguenti, illustriamo nello specifico. 3

4 Figura 2. Struttura dei menu. 4

5 Il Menu generale riguarda: - menu dei corsi: contiene il collegamento a tutti i corsi della piattaforma; - logout, sezione relativa ai codici d accesso. Il Menu utente offre l opportunità all utente stesso di personalizzare i comandi ( Impostazioni ) e di scrivere qualche appunto, su una finestra che si apre cliccando su Appunti, la quale può essere rimossa o modificata, con i comandi affiancati ( Il Menu del corso riguarda, nello specifico, la disciplina selezionata. Lo spazio riservato a questo tipo di informazioni si divide in: - avvisi (informazioni e comunicazioni di vario genere del docente); - agenda (calendario delle lezioni e qualsiasi avviso che abbia una scadenza in termini di data); - utenti iscritti (elenco degli alunni, assistenti e studenti che fanno parte del corso); - lezioni (elenco delle lezioni: orario, luogo e date; files scaricabili, relativi ai programmi svolti a lezione, ecc.); - link utili (Elenco di siti utili da visitare perché correlati all'argomento trattato dal corso); - archivio documenti (archivio documentale di tutto quello che è stato mandato e ricevuto sia in forma pubblica che privata); - test di autovalutazione (per i corsisti); - test di verifica (per i corsisti); - forum (discussioni varie proposte dai docenti); - chat (discussione in tempo reale). 5

6 ANALISI DEI CONTENUTI. Tra i 23 corsi disponibili sono previste 20 discipline del corso di laurea in Scienze delle Professioni Educative e collegamenti relativi al Manager didattico e CampusOne. Il menu del corso lascia ampio spazio al tipo di informazione che il docente decide di dare. Le sezioni riguardanti Avvisi, agenda e lezioni sono quelle più formali e strettamente informative. In questi spazi l impegno del docente è fondamentale affinché il servizio sia funzionale e valido rispetto alle richieste dell utenza. Diverse sono le sezioni relative al forum e/o alla chat. Qui l informazione si trasforma in vera e propria comunicazione, dove chiunque partecipi ha la possibilità di confrontarsi o scambiare le proprie esperienze sia con studenti che, direttamente, con i docenti. 11 corsi su 22 sono vuoti, ossia privi di qualsiasi informazione se non la lista degli iscritti. Dei restanti corsi attivi, su nove sezioni presenti nel menu (tranne la chat), cinque si sono serviti di tre sezioni, quattro corsi hanno usufruito di quattro spazi virtuali, due di cinque e solo uno di sette sezioni. Da questi pochi dati iniziali è chiaro che la piattaforma è poco sfruttata. Vediamo più da vicino quelli che sono i contenuti specifici di ciascuna di tali sezioni. La sezione Avvisi è stata utilizzata da tutti i dodici corsi attivi, in modo completo ed esaustivo, probabilmente perché offre la possibilità di inserire qualsiasi tipo di dato. Essa contiene informazioni di vario tipo (come lezioni o calendario esami, ecc.) che, spesso, sono state riprese o approfondite nelle altre sezioni più specifiche. Prevalgono informazioni relative all inizio delle lezioni (inizio anno accademico: I e II semestre), all illustrazione dei programmi e alle eventuali modifiche (apportate di volta in volta). Sono presenti i calendari degli esami ordinari e, spesso, informazioni su quelli straordinari, con i programmi relativi (bibliografia). 6

7 Questo è uno spazio che viene anche utilizzato per esporre gli esiti degli esami scritti, evitando i classici foglietti appesi sulle porte della facoltà e agevolando non poco gli studenti, soprattutto pendolari. Non mancano informazioni dettagliate e aggiornate periodicamente sul ricevimento studenti e/o comunicazioni varie, come quelle relative a convegni o informazioni molto più generali relative, per esempio, alle modalità degli appelli straordinari. Spesso in questo spazio appaiono rimandi ad altre sezioni. Ciò potrebbe essere importante in quanto la prima pagina, essendo generalmente la più visitata, rappresenta un valido orientamento. È necessario, tuttavia, che la sezione non diventi troppo ampia e dispersiva, per evitare confusione e che circoscriva il tipo di informazioni da contenere. In definitiva ogni sezione dovrebbe contenere solo le informazioni per cui è creata, allo scopo di perfezionare la funzionalità della piattaforma e di migliorare l orientamento dell utenza. L Agenda è dedicata a scadenze importanti. Essa viene usata, infatti, come calendario specifico e dettagliato degli appelli delle varie sessioni. Il suo uso è stato molto limitato, infatti, solo un quarto dei corsi attivi hanno utilizzato questo servizio. Le informazioni presenti sono estremamente sintetiche e chiare. Si tratta, in effetti, di informazioni già contenute spesso negli avvisi e per questo la sezione potrebbe sembrare ripetitiva. Ecco perché, come si è detto prima, ogni tipo di informazione è necessario abbia un suo spazio specifico. Utenti iscritti: è presente in tutti i corsi una lunga lista di iscritti (studenti, docenti, assistenti), con i propri indirizzi , in maniera tale da favorire un contatto più stretto fra studenti e studenti e fra studenti e docenti. In tre corsi, tuttavia, la lista è limitata al nome di uno o due docenti. È importante sottolineare come la legenda di inizio pagina non chiarisca molto la funzione di tale lista. 7

8 La sezione relativa alle Lezioni, utilizzata dalla maggior parte dei corsi (nove su dodici), potrebbe anch essa, a prima vista, sembrare superflua in quanto dal titolo ci si aspetterebbe un calendario delle stesse che, come visto in precedenza, viene esposto nella prima sezione o nella seconda. In essa, invece, sono raccolti files di materiale scaricabile. Questo spazio è stato utilizzato in due casi per la presentazione dettagliata dei programmi (files relativi a ciascuna disciplina insegnata) che il docente ha scelto per il proprio corso. Ciò offre la possibilità di consultarli anche senza attivare una connessione alla piattaforma (se salvati su un supporto). Oltre ai programmi, vecchi e nuovi, sei corsi hanno scelto di arricchire la sezione allegando dati relativi ai moduli svolti durante il corso delle lezioni (fino ad allegare la traduzione di parti di testo, da portare all esame, scritti in lingua straniera) e i risultati degli esami scritti. In un solo caso, nello spazio analizzato, sono state inserite informazioni tecniche, relative al corso di laurea. Link utili e documenti possono essere considerati come materiali di approfondimento, relativamente ad argomenti che vanno al di là della semplice lezione in classe o che non è possibile trattare in quella sede. Queste due sezioni sono state utilizzate assai poco: i link appaiono in un solo corso, i documenti sono presenti in tre corsi. Test di autovalutazione e test di verifica. Sono sezioni molto interessanti che offrono la possibilità allo studente di confrontarsi con quanto appreso durante il corso delle lezioni, stabilendo il proprio livello di conoscenze su un argomento specifico. Si tratta, spesso, di test di gruppo, finalizzati, perciò, non solo a verificare il livello di apprendimento individuale ma, anche, alla collaborazione, la quale, in condizioni ottimali, può favorire lo sviluppo di capacità e conoscenze più profonde, con il confronto e la riflessione di gruppo associate, naturalmente, ad un percorso individuale. Nonostante ciò, su dodici corsi attivi, uno solo di questi ha 8

9 utilizzato questi spazi, nello specifico del test di autovalutazione. Test di verifica (se così possono intendersi le esercitazioni intermodulo o finali) sono stati utilizzati in un altro caso, allegati, tuttavia, nella sezione relativa alle lezioni. La costruzione di tali test comporta, inevitabilmente, un lungo lavoro da parte dei docenti che potrebbe demotivare l utilizzo di queste sezioni. Tuttavia esse rappresentano una grossa agevolazione per gli studenti, che possono non solo prepararsi meglio all esame, ma soprattutto, valutare il proprio stato di conoscenza, relativamente all argomento ed, eventualmente, lavorare sulle carenze, attraverso un feedback continuo che tali test dovrebbero attivare. Forum. Questa sezione rappresenta uno spazio virtuale dedicato alla comunicazione di gruppo (studenti-studenti e studenti-docenti). Si tratta di un momento di potenziale crescita individuale, che lo scambio di opinioni di esperienze può dare. Nel caso specifico di questa piattaforma le discussioni che con maggiore frequenza sono state attivate, riguardano le considerazioni sul corso seguito, o un argomento specifico trattato a lezione (sette corsi hanno attivato una o più discussioni). In un solo caso si è pensato di instaurare un dialogo informale, che non riguardasse l andamento delle lezioni svolte. Sarebbe interessante, invece, per ciascun forum attivare due discussioni, una formale (relativo al corso vero e proprio) ed una informale (relativo alle considerazioni, riflessioni o ad una comunicazione libera sul corso stesso), al fine incoraggiare e di valutare, in un secondo momento, il livello di partecipazione dell utenza. È più probabile, infatti, che una discussione informale motivi uno studente a partecipare. È uno spazio che va coltivato perché offre la possibilità di un rapporto più significativo tra docenti e studenti, in termini di conoscenza ed, eventualmente, soddisfazione delle richieste formative. La Chat è uno strumento molto simile al forum, per quanto riguarda i contenuti e le finalità, dal quale però si discosta per il tipo di comunicazione, che avviene in tempo reale e non in differita (come nel caso del forum). 9

10 Tabella di sintesi CORSI AVVISI AGENDA ISCR. LEZZ. LINK DOC. AUTOV. VERIF. FORUM Risultati Riga Pedagogia generale * * * * Vuoto * * Vuoto * 7/9 Pedagogia d. marginalità * Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto * 3/9 St. della pedagogia * Vuoto * * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto * 4/9 St. d. scuola e Ist. Educ. * Vuoto * * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto * 4/9 Didattica generale * * * * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto * 5/9 Psicologia d. sviluppo * * * * Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto 5/9 Psicologia sociale Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Antropologia culturale Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Antropologia sociale Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Sociologia corso avanz. Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Ped. soc. e marginalità Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Tecnologia dell istruz. * Vuoto * * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto * 4/9 Pedagogia sociale * Vuoto * * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 3/9 Informatica Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Sociologia d. proc. cult. * Vuoto * * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 3/9 Sociologia Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Sociologia d. famiglia Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Sociologia d. educazione Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Metod.. tecn. Ric. Soc. * Vuoto * Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto 3/9 Psicologia generale Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Manager didattico * Vuoto * Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto * 4/9 CampusOne Vuoto Vuoto * Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto Vuoto 1/9 Risultati colonna 10/11 3/11 22/22 8/11 1/11 3/11 1/11 Vuoto 7/11 10

11 CONCLUSIONI della prima parte Da una prima visione della piattaforma emerge, da subito, la sua validità, sia in termini di servizio che in termini strutturali e di gestione. Questo è un servizio che agevola, in particolare, gli studenti nella gestione del proprio percorso di studio, senza necessariamente doversi imbattere negli orari fiscali degli sportelli della propria facoltà (ove essi sono presenti). E un grande vantaggio per gli studenti pendolari, i quali hanno così la possibilità di rimanere costantemente informati dal proprio domicilio. La piattaforma offre potenzialmente la possibilità di avere un legame più stretto con il docente, riducendone la distanza, e di conseguenza quella fra Università e studente. In questo senso è esemplificativa la richiesta di iscrizione ai corsi che si ritiene utile frequentare, lasciando il proprio indirizzo di posta, in modo tale che sia più facile un contatto diretto. Il problema nasce, o per meglio dire non si risolve (in quanto già presente), nel momento in cui il servizio non viene sfruttato, sia da parte dei docenti che degli studenti. Come constatato dall analisi dei corsi disponibili, solo 11 su 22 presentano informazioni e materiale di vario genere, più o meno dettagliati a seconda dei corsi e delle esigenze del docente. I restanti 10 corsi sono vuoti, non contengono nessun tipo di informazione se non la lista degli utenti iscritti al corso. Ciò significa che la maggior parte dei docenti non sfrutta questo servizio. 11

12 Seconda Parte: L utilizzo da parte degli studenti e la loro valutazione del servizio (Stefano Lissandron) Allo scopo di verificare l utilizzo della piattaforma da parte degli studenti, l amministratore ha elaborato alcune informazioni di sintesi che vengono riportate nelle pagine seguenti. Inoltre, per avere elementi di valutazione degli studenti sul servizio, a metà giugno 2004 è stato possibile aprire nel sito una rilevazione con domande a risposta chiusa ed un forum per raccogliere opinioni più aperte. Le Statistiche al 28 giu 2004 nr. di Studenti iscritti alla piattaforma 330 nr. di Studenti per corso min 36* media 76,8 max 164 *in realtà esistono 3 corsi con numero di iscritti pari a zero ma si ritiene per motivi di mancata attivazione da parte del docente nr. totale di pagine visitate da nov 2003 a giu nr accessi medi al giorno 454,38 accesso medio per utente 272,63 accesso medio a giorno per utente 1,47 *l'utente in media visita 1,47 pagine al giorno Ripartizione degli accessi alle pagine per Aree più frequentate area agenda 13,16% area avvisi 28,30% area lezioni 21,47% area forum 29,89% area autovalutazione 7,18% 12

13 Il Questionario al 28 giu 2004 Nr Domanda Risposta % 1 I collegamenti alla piattaforma sono stati effettuati prevalentemente da... la propria abitazione in Sassari 35,48% la propria abitazione in provincia di Sassari 48,39% la Facoltà 12,90% strutture pubbliche 3,23% 2 Qual è la tua frequenza alle lezioni frontali? 3 Come valuti la possibilità di accedere alla piattaforma di elearning? 4 Come valuti l influenza dell uso dell elearning sull efficacia del corso? Quasi Nessuna 22,22% Saltuaria 13,16% Abituale 60,53% Inutile 0,00% Scarsamente Utile 8,33% Utile 50,00% Molto Utile 41,67% Negativa 2,70% Scarsamente Positiva 10,81% Positiva 72,97% Molto Positiva 13,51% 13

14 5 L uso dell elearning è stato rispondente alle aspettative? 6 Come valuti la facilità/difficoltà d uso della piattaforma? 8 Nella piattaforma l area avvisi/agenda è 10 Nella piattaforma l area lezioni è 11 Nella piattaforma l area lezioni andrebbe Completamente Non Rispondente 10,81% Scarsamente Rispondente 40,54% Rispondente 48,65% Molto Rispondente 0,00% Difficile 0,00% Scarsamente Facile 5,26% Facile 50,00% Molto Facile 42,11% Inutile 0,00% Scarsamente Utile 16,67% Utile 50,00% Molto Utile 33,33% Inutile 2,70% Scarsamente Utile 16,22% Utile 43,24% Molto Utile 37,84% Ampliata 80,56% Ridotta 0,00% Va Bene Così 19,44% 14

15 12 Nella piattaforma l area forum è 13 Nella piattaforma l area forum andrebbe 14 Nella piattaforma l area test di autovalutazione è 15 Nella piattaforma l area test di autovalutazione andrebbe Inutile 14,29% Scarsamente Utile 31,43% Utile 48,57% Molto Utile 5,71% Ampliata 38,24% Ridotta 14,71% Va Bene Così 47,06% Inutile 11,76% Scarsamente Utile 20,59% Utile 38,24% Molto Utile 29,41% Ampliata 61,11% Ridotta 5,56% Va Bene Così 33,33% 15

16 Il forum al 29 giugno 2004 lizzeri.ilaria!"##$"% % % ##!# Rispondi & marras.loredana ''( ) $"&#)## * ) + +, + -" %-!## $ %##" Rispondi.% pastorino.luca ''/( )! 0##$ 1" 2 ## # %% -!! ### %%$"%) % 3%!4 Rispondi ) riu.selene /( 1% 5% - 0 ) Rispondi % multineddu.antonella (/ 3 "++ "%## 16++ " %% 1 "+# $ " %% 7 ) :; Rispondi 16

17 - studente (' < " #%%!!+ #%"+ "% 2" = 3 " )" * 8 0 %% " >)%?% Rispondi % ) %## *" 3!# "% %)##"% ) Rispondi & dibiase.immacolata % "!"$ % Rispondi pinna.anna ' %!# "% %!!+! ##2 # 2 " " "## % Rispondi & studente ( ) "## %% "3 " Rispondi " desantis.annamaria '?"" " A""% "! + 17

18 Parte Terza: Valutazioni e prospettive (Paolo Calidoni) LETTURA SINTETICA DEI DATI 1. La fruizione del servizio 1.1. L impiego della piattaforma da parte dei docenti L impiego della piattaforma da parte dei docenti evidenzia che l inte(g)razione della stessa nella didattica è ancora piuttosto limitata (circa la metà) e prevalgono gli impieghi informativi (da parte di 2/3 dei docenti utilizzatori) su quelli formativi D altra parte, risulta evidente che la piattaforma è pensata e funzionale più per scopi formativi con accessi controllati, mentre per le funzioni informative risultano più opportune soluzioni più amichevoli ed aperte a tutti, quali quelle che sono state implementate nel sito di Facoltà (http://lefweb.uniss.it/) che consente la gestione diretta da parte del docente di tutte le funzioni informative e di upload di materiali non riservati Sia per le funzioni informative (tramite il sito di facoltà) sia per quelle formative (tramite una piattaforma di elearning) è evidente l esigenza di supporti e servizi adeguati ai docenti che consentano loro di sperimentare la funzionalità delle ICT per il miglioramento della qualità della didattica L utilizzo della piattaforma da parte degli studenti L utilizzo della piattaforma da parte degli studenti risulta massiccio, più dell intera coorte di studenti CampusOne si è avvalsa del servizio (330 studenti registrati), almeno per alcune sue funzioni, con una media di 1,47 pagine al giorno visitate da parte di ogni studente registrato nel periodo nov.2003-mag.2004, per un totale di contatti, per lo più dalle proprie abitazioni. Gli studenti utilizzatori sono prevalentemente frequentanti e residenti al di fuori della sede universitaria I servizi più utilizzati sono, nell ordine, quelli informativi (avvisi + agenda), quelli interattivi (forum + autovalutazione, nonostante siano stati attivati sono in pochissimi corsi) e quelli di documentazione (download lezioni) 18

19 2. La valutazione del servizio e le proposte di sviluppo (da parte degli studenti) 2.1. La possibilità di utilizzo della piattaforma, valutata semplice nonostante la complessa procedura di registrazone, è stata giudicata positivamente dalla quasi totalità degli studenti che ne hanno riscontrato rilevanti effetti positivi sulla qualità didattica del corso, sebbene un po al di sotto delle aspettative Le funzioni della piattaforma maggiormente impiegate dai docenti ed utilizzate dagli studenti (informativa e di download lezioni) vengono valutate positivamente e se ne richiede l implementazione. Su quelle interattive, poco impiegate dai docenti ma molto utilizzate dagli studenti, la valutazione risente della minore sperimentazione e maggiore è la richiesta d implementazione, in particolare per la funzione di autovalutazione I partecipanti al forum evidenziano che l impiego dello strumento da parte solo di alcuni docenti produce un gap tra aspettative e risultati effettivi; inoltre, sottolineano l importanza delle funzioni informative e di servizio (es.: iscrizione agli esami) e richiedono una qualificazione di quelle formative. 3. Evidenze complessive emergenti 3.1. Il gap tra limitato impiego delle ICT da parte dei docenti e quotidianità di utilizzo da parte degli studenti è il dato strutturale che richiama anzitutto l attenzione e sul quale concentrare l intervento L importanza, l esigenza di generalizzazione dell impiego delle ICT nella gestione delle funzioni informative e di servizio della didattica, con strumenti amichevoli e diretti, costituisce il punto chiave che la prova evidenzia La complessità dell integrazione delle ICT nella interazione didattica e l esigenza di adeguati percorsi e supporti a tale scopo è evidenziata dalla prova dello strumento, le cui potenzialità a tale scopo sono risultate piuttosto sottoutilizzate. 19

20 PROSPETTIVE La prova realizzata nell a.a , pur nei suoi limiti, può essere considerata significativa per l impostazione e l avvio di un organica strategia di inte(g)razione delle ICT nella didattica, nell ambito del corso di laurea e della facoltà, i cui punti chiave sono: Diffusione e generalizzazione dell impiego delle ICT da parte di tutti i docenti e degli organismi di governo e management, almeno per le funzioni informative, anche in considerazione della sempre crescente famigliarità con le stesse da parte di un sempre maggiore numero di studenti, che ormai arrivano all università in possesso di competenze elevate al riguardo; Gestione delle funzioni informative con l impiego generalizzato dei servizi disponibili nel sito di facoltà, che ogni docente può svolgere autonomamente e che sono accessibili erga-omnes senza limitazioni. A questo scopo è necessario che il servizio web di facoltà disponga delle risorse necessarie per poter supportare i docenti (affinché tutti l utilizzino), che questo diventi lo strumento di informazione privilegiato, che siano affidate precise responsabilità al riguardo (ai docenti per i loro corsi ed ai vari livelli di governo e management per quanto riguarda le relative informazioni). La gestione di tutti i servizi di organizzazione della didattica (in particolare: iscrizioni agli esami, orari delle lezioni ed utilizzo delle aule) per via telematica costituisce una priorità di sviluppo dei servizi ICT del corso di laurea e di facoltà; Da parte dei docenti interessati e/o nell ambito di progetti organici ed adeguatamente dotati di risorse, avvio dell utilizzo di modalità (interattive) di e-learning, riservate per alcuni insegnamenti o percorsi formativi, distinte dalle funzioni informative svolte online tramite il sito di facoltà. In questa prospettiva, anche la sperimentazione ulteriore della piattaforma spaghettilearning, nell ambito di gruppi di ricerca più ampi impegnati nella stessa direzione, potrebbe costituire una possibilità interessante ed utile. Complessivamente, quindi, l utilizzo della piattaforma nel corso di Laurea in Scienze delle Professioni Educative di Base dell Università di SS nell a.a , pur nei limiti di una prova parziale, mette a disposizione indicazioni utili più in generale per lo sviluppo di una strategia di inte(g)razione delle ICT nella didattica universitaria. 20

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015 STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS Anno Accademico 2014/2015 PERCHE LA SCHEDA SUA CDS? L Obiettivo della scheda SUA-CdS non è puramente compilativo; tale strumento vuole essere una guida ad

Dettagli

MANUALE PER LO STUDENTE

MANUALE PER LO STUDENTE Università di Bologna Domanda di ammissione alla prova finale laurea MANUALE PER LO STUDENTE In caso di problemi informatici durante la compilazione della domanda on line, manda una mail a help.almawelcome@unibo.it

Dettagli

DOMANDA CONSEGUIMENTO TITOLO ON-LINE

DOMANDA CONSEGUIMENTO TITOLO ON-LINE Questa guida ha lo scopo di illustrarti le modalità da seguire per inoltrare la domanda di conseguimento titolo ON-LINE che non rende necessario recarsi personalmente alla Segreteria Studenti. Se desideri

Dettagli

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida LINEE GUIDA per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione (CEV) ai sensi dell art. 4, comma 4 del Decreto Ministeriale

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli v 4.0 1. Requisiti software Lo studente deve essere dotato di connessione internet

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE ON LINE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA PROVA FINALE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE ON LINE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA PROVA FINALE GUIDA ALLA COMPILAZIONE ON LINE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA PROVA FINALE Collegati allo sportello internet studenti (click su login ed inserisci nome utente e password). Clicca su Laurea. Clicca sul

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Tirocinio indiretto per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Studentesse/Studenti senza riduzione oraria: 75 ore indiretto, di queste 15 ore dedicate all inclusione Studentesse/Studenti

Dettagli

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali Classe di abilitazione - A076 Trattamento elettronica ed applicazioni industriali Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015,

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

SOMMARIO. 2003 Gruppo 4 - All right reserved 1

SOMMARIO. 2003 Gruppo 4 - All right reserved 1 SOMMARIO STUDIO DEL DOMINIO DI APPLICAZIONE...2 Introduzione...2 Overview del sistema...2 Specificità del progetto 2...2 Utente generico...3 Studente...3 Docente...3 Amministratore di sistema...3 GLOSSARIO...4

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Università degli Studi Roma Tre. Prenotazione on-line

Università degli Studi Roma Tre. Prenotazione on-line Università degli Studi Roma Tre Prenotazione on-line Istruzioni per effettuare la prenotazione on-line degli appelli presenti sul Portale dello Studente Assistenza... 2 Accedi al Portale dello Studente...

Dettagli

1) Sono fuori dai termini per cancellare/prenotare un esame, come posso rimediare?

1) Sono fuori dai termini per cancellare/prenotare un esame, come posso rimediare? 1) Sono fuori dai termini per cancellare/prenotare un esame, come posso rimediare? 2) Non ho prenotato, posso chiedere al docente di sostenere ugualmente l'esame? 3) La regola dell'appello alternato vale

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO 1. Attività di valutazione delle Commissioni di Esperti della Valutazione

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14 Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 19/14 contenente disposizioni inerenti gli obblighi di formazione e di aggiornamento

Dettagli

In Edumeter le domande proposte nei questionari possono avere quattro risposte: 2 con valore negativo e 2 con valore positivo.

In Edumeter le domande proposte nei questionari possono avere quattro risposte: 2 con valore negativo e 2 con valore positivo. In Edumeter le domande proposte nei questionari possono avere quattro risposte: 2 con valore negativo e 2 con valore positivo. Le risposte negative vengono memorizzate con i valori 1 e 2. Le risposte positive

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Software da rilasciare con licenza GPL. Componente tecnologica: Drupal Premessa Obiettivi e Linee-Guida Mettere a disposizione

Dettagli

Nella sezione del sito come partecipare sono presenti tutte le istruzioni utili ad un nuovo utente di Obiettivo Infermiere.

Nella sezione del sito come partecipare sono presenti tutte le istruzioni utili ad un nuovo utente di Obiettivo Infermiere. Istruzioni esemplificate per Iscrizione e fruizione Corsi ECM FAD La nuovissima piattaforma proprietaria FAD Ippocrates3 adottata a partire da gennaio 2013 da SANITANOVA S.r.l., è in grado di dimensionare

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO Istruzioni per l accesso e il completamento dei corsi TRIO per gli utenti di un Web Learning Group 06 novembre 2013 Servizio A TRIO Versione Destinatari: referenti e utenti

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli

Università degli Studi RomaTre

Università degli Studi RomaTre Università degli Studi RomaTre -Piattaforma e-learning SdEFol Guida all accesso Sommario: I. Introduzione II. Autenticazione e ingresso nella piattaforma III. Modifica dei dati e del profilo personale

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

Anno di corso: 2004/2005. Istruzioni. Istruzioni per lo svolgimento dei progetti didattici. versione 1.1

Anno di corso: 2004/2005. Istruzioni. Istruzioni per lo svolgimento dei progetti didattici. versione 1.1 versione 1.1 per lo svolgimento dei progetti didattici Corso di Laboratorio di Programmazione II Prof. Luca Forlizzi Anno Accademico 2004-2005 GENERALITÀ...3 Scopo del documento...3 Struttura del documento...3

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema

Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema Guida pratica all utilizzo della gestione crediti formativi pag. 1 di 8 Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema Gentile avvocato, la presente guida è stata redatta per

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione Rapporto di Autovalutazione GUIDA all autovalutazione Novembre 2014 INDICE Indicazioni per la compilazione del Rapporto di Autovalutazione... 3 Format del Rapporto di Autovalutazione... 5 Dati della scuola...

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari Sistema Regionale ECM Pagina 1 di 7 1 Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari 1. Presentazione: L evento, destinato alle figure professionali di Tecnici

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE 1 SOMMARIO 1 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO...3 2 OFFERTA DEL FORNITORE...4 2.1 LOG ON...4 2.2 PAGINA INIZIALE...4 2.3 CREAZIONE OFFERTA...6 2.4 ACCESSO AL DOCUMENTALE...8

Dettagli

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni )

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni ) ORARIO LEZIONI 2 semestre - Anno accademico 2014/2015 2 semestre 1 ANNO GIORNI ORE LUNEDÌ Teologia morale fondamentale Teologia morale fondamentale Psicologia dello sviluppo I Psicologia dello sviluppo

Dettagli

GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI

GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI ESSE3 VERBALIZZAZIONE ONLINE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO SERVIZIO FRONT OFFICE GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI ESSE3 VERBALIZZAZIONE

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

SCUOLANET UTENTE DOCENTE

SCUOLANET UTENTE DOCENTE 1 ACCESSO A SCUOLANET Si accede al servizio Scuolanet della scuola mediante l'indirizzo www.xxx.scuolanet.info (dove a xxx corrisponde al codice meccanografico della scuola). ISTRUZIONI PER IL PRIMO ACCESSO

Dettagli

Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN

Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN FORMAZIONE, GESTIONE E CONSERVAZIONE DI ARCHIVI DIGITALI IN AMBITO PUBBLICO E PRIVATO Anno Accademico 2014/2015 VIII edizione BANDO

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

PIATTAFORMA E-LEARNING SCORM 2004

PIATTAFORMA E-LEARNING SCORM 2004 Piattaforma e-learning certificata SCORM 2004 A te la scelta... DynDevice LCMS fa parte della Suite di Applicazioni Web DynDevice ECM, un prodotto Mega Italia Media. PIATTAFORMA E-LEARNING SCORM 2004 Basata

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE GUIDA ALLA COMPILAZIONE 1. L istanza di riconoscimento dei CFP, deve essere presentata esclusivamente al CNI mediante una compilazione online di apposito modulo disponibile sulla piattaforma della formazione

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

RAPPORTO FINALE Azione N. 2 - Corso on line divers@mente realizzato da: Voglio Vivere Onlus

RAPPORTO FINALE Azione N. 2 - Corso on line divers@mente realizzato da: Voglio Vivere Onlus ABC L alfabeto della solidarietà per educare alla pace e allo sviluppo nella nuova Europa Unita ONG-ED/2003/065-352/IT RAPPORTO FINALE Azione N. 2 - Corso on line divers@mente realizzato da: Voglio Vivere

Dettagli

Il Progetto Orient@mente

Il Progetto Orient@mente Il Progetto Orient@mente Presentazione, 25 marzo 2015 Marina Marchisio Dipartimento di Matematica G. Peano Orient@mente Progetto di UNITO che ha come scopo la realizzazione di un orientamento in ingresso

Dettagli

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina UN ESPERIENZA Dott.ssa Stefania Bracci Datré S.r.l via di Vorno 9A/4 Guamo (Lucca) s.bracci@datre.it Sommario In questo contributo presentiamo

Dettagli