Decreto Dirigenziale n. 103 del 28/03/2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Decreto Dirigenziale n. 103 del 28/03/2014"

Transcript

1 n. 20 del 31 Marzo 2014 Decreto Dirigenziale n. 103 del 28/03/2014 Dipartimento 54 - Dipartimento Istr., Ric., Lav., Politiche Cult. e Soc. Direzione Generale 11 - Direzione Generale Istruzione, Formazione,Lavoro e Politiche Giovanili Oggetto dell'atto: D.G.R. 363/ AUTORIZZAZIONE AGLI ENTI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE AUTOFINANZIATI ALLO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA' CORSUALI PER O.S.S. - O.S.S.S.

2 n. 20 del 31 Marzo 2014 IL DIRETTORE PREMESSO a. che con Accordo sancito in Conferenza Stato-Regioni e Province Autonome del 22 febbraio 2001 (rep. atti n. 1161), tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano, sono stati disciplinati la figura ed il profilo professionale dell operatore socio-sanitario ed è stato definito l ordinamento didattico dei corsi di formazione; b. che con Delibera n del 7 agosto 2001 la Giunta Regionale della Campania ha recepito l Accordo sancito in Conferenza Stato-Regioni e Province Autonome del 22 febbraio 2001, stabilendo altresì l avvio della formazione degli operatori socio-sanitari ai sensi del citato Accordo del 22 febbraio 2001 sancito tra il Ministro della Sanità, il Ministro per la Solidarietà Sociale e le Regioni e Province Autonome di Trento e Bolzano; c. che con Decreto-Legge n. 402 del 12 novembre 2001, recante Disposizioni urgenti in materia di personale sanitario e convertito, con modificazioni, dalla Legge 8 gennaio 2002, n. 1 (in G.U. 10/01/2002, n. 8), all art. 1, comma 8, sono state confermate le disposizioni dell Accordo del 22 febbraio 2001 ed è stata disciplinata, per l'operatore socio-sanitario, la formazione complementare in assistenza sanitaria che consente a detto operatore di collaborare con l'infermiere o con l'ostetrica e di svolgere alcune attività assistenziali in base all'organizzazione dell'unità funzionale di appartenenza e conformemente alle direttive del responsabile dell'assistenza infermieristica od ostetrica o sotto la sua supervisione; d. che con la L.R. n.14 Testo unico della normativa della Regione Campania in materia di lavoro e formazione professionale per la promozione della qualità del lavoro pubblicata sul BURC n.70 del 23 novembre 2009 sono state stabilite, al titolo VII della stessa legge, le disposizioni in materia di formazione professionale prevedendo che la Regione svolga un ruolo di coordinamento e di regia del sistema di orientamento e della formazione; e. che con D.G.R. n.315 del 21/06/2011 la Giunta Regionale della Campania ha emanato le Nuove disposizioni per l autorizzazione e la vigilanza delle attività di formazione professionale autofinanziata ; CONSIDERATO a. che con D.D. n.80 dell 11/3/2014, pubblicato nel BURC n. 18 del 17/03/2014, sono state approvate le "Linee guida per l'attuazione dei Corsi per "Operatori Socio Sanitari" (O.S.S. e O.S.S.S.)"; b. che il Decreto Legislativo n. 13 del 16/1/ G.U. n. 39 del 15/2/2013 (adottato a norma dell articolo 4, commi 58 e 68, della legge 28 giugno 2012, n. 92 e dell Intesa sancita il 20 dicembre 2012 in Conferenza Unificata) istituisce sia il Sistema Nazionale di Certificazione delle Competenze (art. 3) che il Repertorio Nazionale dei titoli di istruzione e formazione e delle qualificazioni professionali (art. 8); c. che, a norma dell'art. 2, c. 1, lett. f) del citato D.lgs. n. 13/2013, la Regione è - per quanto di propria competenza - ente pubblico titolare della regolamentazione di servizi di individuazione e validazione e certificazione delle competenze; d. che l'art. 3, c. 3 del menzionato D.lgs 13/2013 stabilisce che sono oggetto di certificazione unicamente le competenze riferite a qualificazioni di repertori ricompresi nel Repertorio Nazionale; e. che l'art. 11 (Disposizioni transitorie) del citato D.lgs. n. 13/2013 stabilisce che fino alla completa implementazione del Repertorio Nazionale, e comunque per un periodo di norma non superiore ai 18 mesi, gli enti pubblici titolari continuano ad operare, in materia di individuazione e validazione e certificazione delle competenze, nell ambito delle disposizioni del proprio ordinamento; CONSIDERATO, altresì a. che, a seguito della pubblicazione della DGR n. 363/2013, sono state istruite le richieste di autorizzazione presentate per lo svolgimento di corsi di formazione professionale per i profili di O.S.S., O.S.S.S. e O.S.S. formazione complementare, dagli Enti di Formazione Professionale presenti sul territorio regionale, per le quali risultano agli atti

3 n. 20 del 31 Marzo 2014 della UOD Formazione Professionale i relativi pareri favorevoli espressi dai Dirigenti dei Settori Formazione Professionale delle Amministrazioni Provinciali di AVELLINO, BENEVENTO, CASERTA, NAPOLI e SALERNO; PRESO ATTO a. che l ARLAS, con nota prot. n del 25/03/2014 ha trasmesso il Decreto n. 54 del 21/03/2014 con relativo elenco degli organismi di formazione accreditati e con nota n del 27/03/2014 ha trasmesso il Decreto n. 56 del 27/03/2014 con relativo elenco degli organismi di formazione accreditati; RITENUTO a. di dover autorizzare gli Enti di Formazione Professionale Accreditati presenti sul territorio regionale della Campania, rinvenibili nei Decreti trasmessi dall'arlas con le succitate note prot. n del 25/03/2014 e n del 27/03/2014 per l attivazione di corsi di formazione autofinanziata per i profili di O.S.S. e O.S.S.S., muniti dei pareri favorevoli espressi dalle Amministrazioni Provinciali, così come elencati negli allegati al presente provvedimento che né formano parte integrante e sostanziale: 1.ALL. n 1) Enti Autofinanziati Accreditati per l attivazione di corsi di formazione nella Provincia di AVELLINO; 2.ALL. n 2) Enti Autofinanziati Accreditati per l attivazione di corsi di formazione nella Provincia di BENEVENTO; 3.ALL. n 3) Enti Autofinanziati Accreditati per l attivazione di corsi di formazione nella Provincia di CASERTA; 4.ALL. n 4) Enti Autofinanziati Accreditati per l attivazione di corsi di formazione nella Provincia di NAPOLI; 5.ALL. n 5) Enti Autofinanziati Accreditati per l attivazione di corsi di formazione nella Provincia di SALERNO; b. di dover precisare che: le autorizzazioni di cui al presente decreto hanno validità, in linea con quanto previsto al comma 1 dell art. 11 del Decreto Legislativo n. 13 del 16/01/2013 e con le Linee guida approvate con D.D. n. 80/2014, fino al 15 agosto 2014; le autorizzazioni decadono comunque, automaticamente, all atto dell istituzione del Repertorio Nazionale dei titoli di istruzione e formazione e delle qualificazioni professionali di cui al D.lgs. n. 13/2013; per i corsi autorizzati con il presente provvedimento, le cui attività siano state avviate ma non concluse alla data di istituzione del Repertorio di cui al Dlgs. n. 13/2013, le procedure di riferimento per la certificazione delle competenze, ivi comprese quelle corrispondenti al rilascio di qualifiche professionali, debbono essere quelle previste dal Sistema Nazionale di Certificazione delle Competenze; in merito alle attività formative autofinanziate da gestire attraverso la FAD, previste al punto 14 delle Disposizioni per l autorizzazione e le vigilanza delle attività di formazione professionale autofinanziate di cui alla DGR n. 315 del 21/6/2011, l Amministrazione Regionale con D.D. n.81 del 26/3/2012 ha dettato le modalità con le quali potrà essere garantito il rispetto dei requisiti coerentemente con quanto già disciplinato in materia con la DGR n.2076 del 13 giugno 2003 (Burc n. 30 del 7 luglio 2003); gli Enti di Formazione Professionale Accreditati che intendono svolgere attività formativa in FAD debbono essere accreditati per la FAD da parte dell ARLAS nonchè autorizzati dall'ufficio competente regionale prima dell'inizio dei corsi; c. di dover modificare i seguenti punti delle Linee Guida di cui D.D. n. 80/2014: Al punto h) è aggiunto il periodo:.sarà cura dell Amministrazione provinciale competente per il territorio di svolgimento del tirocinio inviare, a fine corso, idonea certificazione di regolarità di attuazione del tirocinio stesso alla Regione Campania UOD Formazione professionale ed all Amministrazione provinciale competente per il territorio di

4 n. 20 del 31 Marzo 2014 appartenenza dell Organismo di Formazione al fine del rilascio del parere relativo all'effettuazione degli esami finali ai sensi dell art. 19 della D.G.R. n.315/2011. Il punto n) è così sostituito:.ogni sezione/corso/classe deve essere composta da un numero massimo di 20 (venti) allievi. Tale ricettività deve essere comunque conforme a quella attestata dall Ufficiale Sanitario nella certificazione igienicosanitaria ad uso scolastico dei locali; Al punto i) la parola riconosciute è sostituita dalla parola accreditate ; d. di dover sostituire la scheda n. 2 allegata alle Linee Guida di cui al D.D. n. 80/2014, che erroneamente riportava un numero maggiore di ore, con la scheda n. 2 allegata al presente decreto; VISTO a La L.R. 14 del 18 Novembre 2009; b La D.G.R. n.315 del 21/6/2011; c il D.lgs. n. 13/2013; d la D.G.R. 363/2013; e il D.D. n.80 dell 11/3/2014; f La nota dell ARLAS n del 25/03/2014; g Il D.P.G.R. n.220 del 31/10/2013 di conferimento dell incarico di Direttore Generale per l Istruzione, la Formazione il Lavoro e le Politiche Giovanili al Prof. Antonio Oddati; alla stregua dell istruttoria compiuta dal Dirigente della U.O.D. Formazione Professionale DECRETA Per i motivi di cui alla premessa che qui si intendono integralmente riportati: a. di autorizzare gli Enti di Formazione Professionale Accreditati presenti sul territorio regionale della Campania, rinvenibili nell'elenco trasmesso dall'arlas con le citate note prot. n del 25/03/2014 e n del 27/03/2014 per l attivazione di corsi di formazione autofinanziata per i profili di O.S.S. e O.S.S.S., muniti dei pareri favorevoli espressi dalle Amministrazioni Provinciali, così come elencati negli allegati al presente provvedimento che né formano parte integrante e sostanziale:: 1.ALL. n 1) Enti Autofinanziati Accreditati per l attivazione di corsi di formazione nella Provincia di AVELLINO; 2.ALL. n 2) Enti Autofinanziati Accreditati per l attivazione di corsi di formazione nella Provincia di BENEVENTO; 3.ALL. n 3) Enti Autofinanziati Accreditati per l attivazione di corsi di formazione nella Provincia di CASERTA; 4.ALL. n 4) Enti Autofinanziati Accreditati per l attivazione di corsi di formazione nella Provincia di NAPOLI; 5.ALL. n 5) Enti Autofinanziati Accreditati per l attivazione di corsi di formazione nella Provincia di SALERNO; b. di precisare che: le autorizzazioni di cui al presente decreto hanno validità, in linea con quanto previsto al comma 1 dell art. 11 del Decreto Legislativo n. 13 del 16/01/2013 e con le Linee guida approvate con D.D. n. 80/2014, fino al 15 agosto 2014; che le autorizzazioni decadono comunque, automaticamente, all atto dell istituzione del Repertorio Nazionale dei titoli di istruzione e formazione e delle qualificazioni professionali di cui al Dlgs. n. 13/2013; per i corsi autorizzati con il presente provvedimento, le cui attività siano state avviate ma non concluse alla data di istituzione del Repertorio Nazionale dei titoli di istruzione e formazione e delle qualificazioni professionali di cui al Dlgs. n. 13/2013, le procedure di riferimento per la certificazione delle competenze, ivi

5 n. 20 del 31 Marzo 2014 comprese quelle corrispondenti al rilascio di qualifiche professionali, debbono essere quelle previste dal Sistema Nazionale di Certificazione delle Competenze; in merito alle attività formative autofinanziate da gestire attraverso la FAD, previste al punto 14 delle Disposizioni per l autorizzazione e le vigilanza delle attività di formazione professionale autofinanziate di cui alla DGR n. 315 del 21/6/2011, l Amministrazione Regionale con D.D. n.81 del 26/3/2012 ha dettato le modalità con le quali potrà essere garantito il rispetto dei requisiti coerentemente con quanto già disciplinato in materia con la DGR n.2076 del 13 giugno 2003 (Burc n. 30 del 7 luglio 2003); gli Enti di Formazione Professionale Accreditati che intendono svolgere attività formativa in FAD debbono essere accreditati per la FAD da parte dell ARLAS nonchè autorizzati dall'ufficio competente regionale prima dell'inizio dei corsi; c. di modificare i seguenti punti delle Linee Guida di cui D.D. n. 80/2014: Al punto h) è aggiunto il periodo:.sarà cura dell Amministrazione provinciale competente per il territorio di svolgimento del tirocinio inviare, a fine corso, idonea certificazione di regolarità di attuazione del tirocinio stesso alla Regione Campania UOD Formazione professionale ed all Amministrazione provinciale competente per il territorio di appartenenza dell Organismo di Formazione al fine del rilascio del parere relativo all'effettuazione degli esami finali ai sensi dell art. 19 della D.G.R. n.315/2011; Il punto n) è così sostituito:.ogni sezione/corso/classe deve essere composta da un numero massimo di 20 (venti) allievi. Tale ricettività deve essere comunque conforme a quella attestata dall Ufficiale Sanitario nella certificazione igienicosanitaria ad uso scolastico dei locali; Al punto i) la parola riconosciute è sostituita dalla parola accreditate ; d. di sostituire la scheda n. 2 allegata alle Linee Guida di cui al D.D. n. 80/2014, che erroneamente riportava un numero maggiore di ore, con la scheda n. 2 allegata al presente decreto; e. di trasmettere il presente provvedimento alle Amministrazioni Provinciali e all Assessore alla Formazione Professionale per opportuna conoscenza; f. di stabilire che la pubblicazione sul BURC del presente atto ha valore di notifica nei confronti degli Enti interessati. Prof. Antonio Oddati

6 ELENCO ENTI AUTORIZZATI Ente INDIRIZZO COMUNE telefono O.S.S. O.S.S. AVELLINO 1 ANSI VIA PIRONTI 51 AVELLINO 0828/ C.N.E.S. VIA LAURICCHIO N.9/11 QUADRELLE E. D. P. L.GO SCOCA 2 AVELLINO 0825/ ELFI ENTE DI FORMAZIONE PROFESSIONALE VIA SAN VITO, 1 SOLOFRA 0825/ ESPANSIONE S.R.L. VIA TAGLIAMENTO 359 AVELLINO 0825/ EUROFORM VIA VINCENZO BELLI 47 ATRIPALDA 0825/ GLOBAL FORM S.R.L. ISTITUTO "S. PERTINI" VIA MERCATELLO, 84 MONTORO INFERIORE 0825/ IDI SAS TRAV. VIA PALATUCCI 53 AVELLINO 0825/ LA GIRELLA SOC.COOP. SOCIALE A M.P. VIA NICOLODI, 27 AVELLINO 0825/ MANAGEMENT HOUSE ITALIA ZONA INDUSTRIALE CAMPO CERASO TORRE LE NOCELLE 0825/ giovedì 27 marzo 2014 Pagina 1 di 2

7 Ente INDIRIZZO COMUNE telefono O.S.S. O.S.S. 11 S.I.D. SOC.COOP. SOCIALE A R.L. ONLUS VIA GUSSONE VILLAMAINA 0825/ SEF SRL VIA DAUNAI TAURANO giovedì 27 marzo 2014 Pagina 2 di 2

8 ELENCO ENTI AUTORIZZATI Ente INDIRIZZO COMUNE telefono O.S.S. O.S.S. BENEVENTO 1 ANSI FORMAZIONE S.R.L. VIA FRAGOLA SNC BENEVENTO 0824/ APS GLOBAL SERVICE SRL VIA FERDINANDO PALASCIANO, 1 TELESE 0824/ C..C.FO.P. VIA FONTANA DELL'OLMO FRAGNETO L'ABATE 0824/ CE.FOR. VIA ISPARELLE, N. 18 MONTESARCHIO 0824/ CENTRO DI FORMAZIONE VINCIGUERRA SAS DI VINCIGUERRA FILIPPO CENTRO ESTETICO ELITE MORIELLO S.R.L. P.ZZA FEDERICO FELLINI, N. 1 TELESE TERME 0824/ VIA PIERMARINI, N. 40 BENEVENTO 0824/ EU-TEAM SOC.COOP. A R.L. C.DA BADESSA SNC BENEVENTO 0824/ ISIF MONTESSORI S.R.L. VIA SAN MARTINO, 34 MONTESARCHIO 0824/ ISTITUTO CAMPANO VIA TESA, N. 23 MONTESARCHIO 0824/ SCUOLA LA TECNICA VIA DEI LONGOBARDI, N. 12 BENEVENTO 0824/42927 giovedì 27 marzo 2014 Pagina 1 di 2

9 Ente INDIRIZZO COMUNE telefono O.S.S. O.S.S. 11 SOCIETÀ CONSORTILE FO.R.A.C.A.I. CAMPANIA SRL C:DA COLLEPIANO N. 20 Z. I. TORRECUSO 0824/ UNIVERSITA' POPOLARE DEL FORTORE CONTRADA DE FENZA SAN BARTOLOMEO IN GALDO 0824/ giovedì 27 marzo 2014 Pagina 2 di 2

10 ELENCO ENTI AUTORIZZATI Ente INDIRIZZO COMUNE telefono O.S.S. O.S.S. CASERTA 1 2 A.C.N. SAS ISTITUTO C.S. IMPRESA SOCIALE DI MARIO PISCITELLI VIA TROTTI 18 -FONDO GIOSUE'- FRAZ. S. MARCO SAN FELICE A CANCELLO 0823/80636 A.S.C.E.N. VIA ROMA P.CO EUROPA 11 CASERTA 0823/ ASS. CULTURALE A.S.C.C.O. ISTITUTO DI FORMAZIONE VINCENZO RICCIARDI LOC. STARZA -ARCIACO SNC PIANA DI MONTE VERNA 0823/ ASSOCIAZIONE ARCHE' VIA ROMA 53 VAIRANO PATENORA - FRAZ. SCALO 0823/ ASSOCIAZIONE CULTURALE VENERE VIA NAPOLI TRAV. MADONNA DEL CARMINE 19 VAIRANO PATENORA FRAZ. SCALO 0823/ ASSOCIAZIONE AGIPA VIA INDIPENDENZA 41 TRENTOLA DUCENTA 081/ ASSOCIAZIONE ARGENTIUM SCHOLA ASSOCIAZIONE LOGOS FORMAZIONE ASSOCIAZIONE PROFESSIONE E CULTURA VIA ROMA 8 ARIENZO 0823/ VIA DELL'ARCHEOLOGIA 54 AVERSA 081/ VIA F. MARANTA SPARANISE 0823/ ASSOCIAZIONE TRESCHOOL VIA V.EMANUELE II, 34 SANTA MARIA CAPUA VETERE 0823/ giovedì 27 marzo 2014 Pagina 1 di 4

11 Ente INDIRIZZO COMUNE telefono O.S.S. O.S.S. 11 C.S. A.S.P.I. S.R.L. VIA ASTOLFI 14 CAIAZZO 0823/ C.S. G. LA PIRA PROFESSIONE E CULTURA VIALE TRIESTE -RES. ADRIANEA SESSA AURUNCA 0823/ CASH VIA MAZZOCCHI - P.CO MAZZOCCHI 143 SANTA MARIA CAPUA VETERE 0823/ CO.RI. - CONSORZIO DI COOPERATIVE SOCIALI DISAFRA DI FRANCESCO DI GIACINTO S.A.S. ENTE DI FORMAZIONE NUOVI ORIZZONTI ENTE DI FORMAZIONE NUOVI ORIZZONTI VIA MADONNA DELL'OLIO 201 AVERSA 081/ VIA ROMA 8 MARCIANISE 0823/ VIA G. DE CHIRICO 3 AVERSA 081/ VIA COSENZA 23 MONDRAGONE 0823/ ESMA CIF ENTE MORALE SCUOLE MATERNE CENTRO ITALIANO FEMMINILE VIA MARCHESIELLO P.CO HABITAT CASERTA 0823/ FORMWORK VIA ELENA 112/114 MACERATA CAMPANIA 0823/ FUTURA BY SAN PAOLO S.A.S. DI DESIDERIO ANTONIO GICO SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE VIA E. CORCIONE 116 AVERSA 081/ VIA AMBRA 41/BIS TRENTOLA DUCENTA 081/ I.L.S. FORMAZIONE S.A.S. DI ORNELLA SARNATARO & CO. STRADA PROVINCIALE TRENTOLA - PARETE - C/O CENTRO COMMERCIALE JAMBO TRENTOLA DUCENTA 081/ giovedì 27 marzo 2014 Pagina 2 di 4

12 Ente INDIRIZZO COMUNE telefono O.S.S. O.S.S. 23 ICARO CENTRO STUDI, RICERCA E FORMAZIONE CORSO A. MORO P.CO DELLE ROSE 11 SANTA MARIA CAPUA VETERE 0823/ ISTITUTO AMATO S.A.S. DI PORFIDIA ANGELA & C. VIA ARENA CUT CORPO 8 3 PIANO CASERTA 0823/ MA.GI.AL.MA VIA AGOSTINO STELLATO SAN PRISCO 0823/ PERCORSI PER CRESCERE ONLUS SOC.COOP. VIA F.LLI CERVI,3 - ANGOLO VIALE DELLA LIBERTA' LUSCIANO 081/ PRACTICAL SCHOOL PROGETTO LEONARDO SRL VIALE LINCOLN ZONA INDUSTRIALE EX AREA SAINT GOBAIN VIALE EUROPA C/O IL CENTRO "LA MERIDIANA " CASERTA 0823/ SAN PRISCO 0823/ SCF SERVIZI CONSULENZA FORMAZIONE S.N.C. VIA DON BOSCO 49 PIEDIMONTE MATESE 0823/ SCUOLA DI FORMAZIONE PROFESSIONALE COSTA VIA GANDHI LARGO QUINTAVALLE P.CO LE FONTANE CASERTA 0823/ SCUOLA S.G. MOSCATI VIA PICASSO 2 CAPODRISE 0823/ SCUOLA S.G. MOSCATI VIA DE PAOLIS 8 MARCIANISE 0823/ SEMIS S.R.L. VIA AMENDOLA 8 CASERTA 0823/ SOCIETA' SELFORM CONSULTING VIA DELL'ARCHEOLOGIA 54 AVERSA 081/ giovedì 27 marzo 2014 Pagina 3 di 4

13 Ente INDIRIZZO COMUNE telefono O.S.S. O.S.S. 35 STUDENTS FORMAZIONE S.R.L. RIONE RISORGIMENTO CAPUA UNIVERSITA' POPOLARE DI CASERTA VIA ARENA CENTRO DIREZIONALE - CORPO 4- CASERTA 0823/ VOLTFORM S.R.L. VIA BUGNANO - LOC. MASSERIA DEL BARONE ORTA DI ATELLA 081/ ZEUS COOPERATIVA SOCIALE ONLUS VIA MICHELANGELO, 114 AVERSA 081/ giovedì 27 marzo 2014 Pagina 4 di 4

14 ELENCO ENTI AUTORIZZATI Ente INDIRIZZO COMUNE telefono O.S.S. O.S.S. NAPOLI 1 A.C.I.I.E.F. VIA CECILIA ROCCA SANT'ANASTASIA 081/ A.C.I.I.E.F. VIA PARRILLO NAPOLI 081/ A.S.P.T. VIALE MANZONI,26 POGGIOMARINO 081/ ADIM S.R.L. VIA NUOVA POGGIOREALE 61 C. P. INAIL EDIFICIO 7 NAPOLI 081/ AIAS ONLUS ARCO FELICE VIA G.AMATO,44 CASORIA 081/ AIAS ONLUS CASORIA VIA LEONARDO DA VINCI,3 - I TRAVERSA CASORIA 081/ ALFA FORMA SRL VIA PRINCIPE AMEDEO,6 CASTELLAMMARE DI STABIA 081/ ALMA POINT CORSO ARNALDO LUCCI, N.96 NAPOLI 081/ AMI INFORMATICA SNC VIALE DELLA PACE, 64 BRUSCIANO 081/ ARES VIA A. D'ALESSANDRO,94 NAPOLI 081/ venerdì 28 marzo 2014 Pagina 1 di 7

15 Ente INDIRIZZO COMUNE telefono O.S.S. O.S.S ASSOCIAZIONE ACCADEMIA CAMPANA DELL'ESTETICA E DELL'ACCONCIATURA ASSOCIAZIONE CONSULTA REGIONALE DEGLI HANDICAPPATI ONLUS ASSOCIAZIONE DEI MAR VIA GALILEO FERRARIS, 8 GIUGLIANO IN CAMPANIA 081/ VIA PIETRAVALLE 10 NAPOLI 081/ VICO DELLE GINESTRE P.CO SAGITTARIO N. 4/6 CASALNUOVO DI NAPOLI 081/ ASSOCIAZIONE FORMATIME VIA EMILIO SCAGLIONE, 53 NAPOLI ASSOCIAZIONE IN.FO.GIO' VIA MERCALLI, 1 CAIVANO 081/ ASSOCIAZIONE MULTIMEDIAFORM VIA UNIVERSITA', 123 PORTICI 081/ ASSOCIAZIONE NA.DEL. VIA ON. NAPOLETANO ( PARCO CARDUCCI ) NOLA 081/ ASSOCIAZIONE OBIETTIVO NAPOLI ONLUS VIA E. COSENZA, 55 NAPOLI 081/ ASSOCIAZIONE STUDIO IN PRIMA TRAVERSA LICOLA PATRIA 65 POZZUOLI 081/ ASSOCIAZIONE TECNIFORM VIA DIAZ, 93 TERZIGNO 081/ ASSOFORM CORSO FRASCATOLI, 25 SAN VITALIANO 081/ ASSOFRAM ENTE DI FORMAZIONE PROFESSIONALE VIA PRINCIPE DI PIEMONTE 131 NAPOLI 081/ venerdì 28 marzo 2014 Pagina 2 di 7

16 Ente INDIRIZZO COMUNE telefono O.S.S. O.S.S C. S. F. CENTRO SERVIZI E FORMAZIONE DI TOMMASO MARRONE SAS VIA SIGNORELLI 27 MELITO DI NAPOLI 081/ C.D.P.SCHOOL SRL P.ZZA RISORGIMENTO,12 FRATTAMAGGIORE 081/ CENTRO CHIAIA PIAZZA MERCATO,230 NAPOLI 081/ CENTRO STUDI PER LA FORMAZIONE CAMPANIA SVILUPPO CENTRO STUDI POLITEIA CENTRO STUDI TEMPUS NOSTRUM ONLUS CHECK UP FORMAZIONE S.R.L. PIAZZA GARIBALDI, 26 NAPOLI 081/ VIALE COLLI AMINEI, 2 C/O FACOLTA' DI TEOLOGIA NAPOLI VIA CORRADO ALVARO, 9 POZZUOLI VIA LUIGI LA VISTA N.5 NAPOLI 081/ CONSORZIO SADRA PIAZZA GARIBALDI,60 NAPOLI CONSULT SOC. COOP.ARL VIA STABIA,474 SANT'ANTONIO ABATE 081/ COOP. SOCIALE FLEMING S.R.L. COOPERATIVA CENTRO SCOLASTICO DEMETRA VIA PIETRO COLLETTA 42 CASORIA 081/ VIA PONTANO, 6 NOLA 081/ DEDALUS COOPERATIVA SOCIALE VIA VICINALE S. MARIA DEL C. P. INAIL TORRE 1 NAPOLI 081/ venerdì 28 marzo 2014 Pagina 3 di 7

17 Ente INDIRIZZO COMUNE telefono O.S.S. O.S.S. 35 ELFI ENTE DI FORMAZIONE PROFESSIONALE VIA SANTA MARIA DEL PIANTO, TORRE 1 NAPOLI 081/ ENAP SAS VIA SIMMACO, N.1 CASTELLAMMARE DI STABIA 081/ ENAP SAS VIA MARCONI, N.27 TORRE DEL GRECO 081/ ENNEDI' SERVICE S.R.L. VIA FIGLIOLA, 1 S.GIORGIO A CREMANO 081/ EUROSOFT S.R.L. VIA CAMPANA, 223 POZZUOLI 081/ FALCONE LINDA VIA PAOLO DELLA VALLE,32 NAPOLI 081/ FE.MA SRL VIA FAMIGLIETTI,37 VOLLA 081/ FUTURA BY SAN PAOLO S.A.S. VIA CONSALVO, 99/G-H INT. 11 E 99/G INT.12 NAPOLI 081/ FUTURA BY SAN PAOLO S.A.S. FUTURA BY SAN PAOLO S.A.S. FUTURA BY SAN PAOLO S.A.S. VIA MIRAGLIA, 71 NAPOLI 081/ VIA BOTTEGHELLE, 2 NAPOLI 081/ VIA ACQUAVIVA 13 E 5 NAPOLI 081/ GESCO CONS. DI COOPERATIVE SOCIALI VIA VICINALE SANTA MARIA DEL PIANTO 61 NAPOLI 081/ venerdì 28 marzo 2014 Pagina 4 di 7

18 Ente INDIRIZZO COMUNE telefono O.S.S. O.S.S. 47 GESFOR S.R.L. VIA CESARE AUGUSTO 25 POZZUOLI 081/ GLOBAL CENTER FORM COOP. SOC. I.U.M. ACADEMY SCHOOL S.R.L. I.U.M. ACADEMY SCHOOL S.R.L. ISTITUTO IDA DI ESPOSITO PASQUALE E C. S.A.S. ISTITUTO LA PERFECTA S.R.L. ISTITUTO LUIGI STURZO S.A.S. VIA PASSARIELLO 128 POMIGLIANO D'ARCO 081/ VIA S. MARIA,3 AFRAGOLA 081/ PIAZZA NICOLA AMORE, 6 NAPOLI 081/ CORSO UMBERTO I, 420 MARIGLIANO 081/ CORSO UMBERTO I, 85 TORRE ANNUNZIATA 081/ VIA L. DA VINCI N. 273 VILLARICCA 081/ ISTITUTO NOBEL VIA CACCIOPPOLI, 17 NAPOLI 081/ L.C.N. BEAUTY SCHOOL POMPEI S.R.L. STRADA STATALE 145, N.39/A POMPEI 081/ MAXWELL VIA G.A. CAMPANO 103/105 NAPOLI 081/ MULTICENTER SCHOOL VIA SOLFATARA,5 POZZUOLI 081/ MULTICENTER SCHOOL VIA SAN DONATO 17/36 NAPOLI 081/ venerdì 28 marzo 2014 Pagina 5 di 7

19 Ente INDIRIZZO COMUNE telefono O.S.S. O.S.S. 59 MULTICENTER SCHOOL VIA CAMPANA POZZUOLI 081/ NETCON INFORMATICA S.R.L. VIA G.PORZIO IS. G/7 NAPOLI 081/ NOVA SPES ISTITUTO TECNICO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE VIA GALILEO FERRARIS, 43 NAPOLI 081/ OMNISERVIZI S.R.L. VIA DANTE ALIGHIERI, 25 VILLARICCA 081/ PRISMA SOC.COOP. A R.L. VICO RUGGIERO 7-8 META DI SORRENTO 081/ RES INTERNATIONAL S.R.L. VIA NAPOLI ROMA VERSO SCAMPIA, 192 NAPOLI 081/ ROSSI SCHOOL SAS DI FRANCESCO ROSSI E C. VIA ARIOSTO, 70 S. VITALIANO 081/ S P E FUTURA VIA CATULLO, N.4 QUALIANO 081/ S.C.E.P. SOCIETA' CINEMATOGRAFICA E PUBBLICITA' S.R.L. CORSO EUROPA, 6 NAPOLI 081/ S.E.F. S.N.C. VIA FILIPPO CARUSO,25 GIUGLIANO IN CAMPANIA 081/ SIRIO AJA SRL VIA DUOMO, 109 NAPOLI 081/ SOCIETA' UMANITARIA PIAZZA VANVITELLI, 15 NAPOLI 081/ venerdì 28 marzo 2014 Pagina 6 di 7

20 Ente INDIRIZZO COMUNE telefono O.S.S. O.S.S. 71 TIME OUT SERVICE SOCIETÀ COOPERATIVA SOCIALE VIA SAN FRANCESCO A PATRIA 32 GIUGLIANO IN CAMPANIA 081/ TIME VISION VIA DON MINZONI, 6/8 CASTELLAMMARE DI STABIA 081/ UNIVERSITA' TELEMATICA PEGASO PIAZZA TRIESTE E TRENTO NAPOLI 081/ venerdì 28 marzo 2014 Pagina 7 di 7

21 ELENCO ENTI AUTORIZZATI Ente INDIRIZZO COMUNE telefono O.S.S. O.S.S. SALERNO 1 2 A.R.F.O.S. S.C.A.R.L. ACCADEMIA DI RICERCA FORMAZIONE ADIM S.R.L. VIA IRNO, 131 SALERNO 089/ PIAZZA DONATO PICA C/O CASA COMUNALE SANT'ARSENIO 081/ ASSOCIAZIONE "CENTRO STUDI FORMAZIONE E LAVORO" VIA PONTE AIELLO, 35 ANGRI 081/ ASSOCIAZIONE CERTFORM VIA VICINALE CIOFFI SCAFATI ASSOCIAZIONE CULTURA E FORMAZIONE VIA S. ANTONIO ABATE, N. 162/172 SCAFATI 081/ ASSOEDU VIA ABIGNENTE SNC SARNO 081/ C.N.Q.I. LOC. CERRELLI 129 ALTAVILLA SILENTINA 0828/ CEFORM SRL VIA V. ALFANO, N. 35 MERCATO SAN SEVERINO 089/ CEIM SAS VIA V. ALFANO, 35 MERCATO SAN SEVERINO 089/ CENTRO ACCADEMICO MEDITERRANEO VIA M. MERISI, 7 SAPRI 0973/ giovedì 27 marzo 2014 Pagina 1 di 3

22 Ente INDIRIZZO COMUNE telefono O.S.S. O.S.S. 11 CENTRO FKT CILENTO SRL VIA VALENZANI, 60/78 VALLO DELLA LUCANIA 0974/ CENTRO FORMAZIONE PROFESSIONALE C.S.P. VIA M.N. BALBO, 48 NOCERA INFERIORE CONSORZIO CONFORM VIA POSIDONIA, 55 SALERNO 089/ CSM SERVICE PIAZZA OSPEDALE SANTA MARIA DI COSTANTINOPOLI POLLA 0828/ EUROPE L.I.F.E. S.C.R.L: VIA LARGO 4 AGOSTO 1943, N. 4 EBOLI 0828/ FOR.MED VIA V. ALFANO N.49 MERCATO SAN SEVERINO 089/ FORMAZIONE E SOCIETÀ VIA STRADA STATALE N.18 KM.76,450 BATTIPAGLIA 0828/ GLOBALFORM SRL VIA J. STRAUSS N.45 BATTIPAGLIA 0828/ LA PIRAMIDE S.R.L. VIA G. CUCCI, 32 NOCERA INFERIORE 081/ M. G. MEDIA VIALE AMENDOLA PALAZZO F.I.M., 61 EBOLI 0828/ MCG CONSULTING S.R.L. VIA G. PASTORE N.32 SALERNO 089/ NEW KENNEDY S.R.L. VIA INDIPENDENZA, 27 SARNO giovedì 27 marzo 2014 Pagina 2 di 3

23 Ente INDIRIZZO COMUNE telefono O.S.S. O.S.S. 23 ONMIC OPERA NAZIONALE MUTILATI E INVALIDI CIVILI VIA AUROFINO, 25 SALERNO 089/ SCUOLA CET VIA DE GASPERI 35 PAGANI 081/ SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE "S. PELUSO" SAS VIA FERRANTE, N. 2 PAGANI 081/ SCUOLA NUOVA S.A.S. VIA MADONNA DEL SOCCORSO EBOLI SELEFOR S.R.L. VIA NAZIONALE CONDOMINIO AURORA OMIGNANO 0974/ SGE FORM SRL VIA AUTUNNO, N. 3 AGROPOLI 0974/ SIS SCHOOL OF INTERNATIONAL STUDIES SRL UNIPERSONALE VIA R.RAGONE, 39 CAVA DE' TIRRENI SOCRATES SOC. COOP. VIA A. DE MARSICO SALA CONSILINA 0975/ TECNOSCUOLA PROGRESSO E SVILUPPO SOC. COOP. TECNOSCUOLA PROGRESSO E SVILUPPO SOC. COOP. VIA ROMA, N. 125 BATTIPAGLIA 0828/ PIAZZA XXIV MAGGIO, N. 26 SALERNO 089/ UNICONSUL SOC. COOP. VIA CADUTI DI SUPERGA N.18/20 PAGANI 081/ giovedì 27 marzo 2014 Pagina 3 di 3

24 Programma CORSO OSS 400 ore ALLEGATO 2 Il programma analitico è suddiviso in moduli ed unità didattiche secondo le UC di riferimento; ore di aula complessive 160. Per i soggetti che intendono erogare la formazione a distanza è stata riportata la suddivisione analitica dei moduli e delle unità didattiche nella seguente proporzione: ore 118 di aula e ore 42 di FAD. ORE STAGE 200 ORE ESERCITAZIONI 40 UNITA DI COMPETENZA UC 1 (20 ORE) PROMOZIONE BENESSERE PSICOLOGICO E RELAZIONALE DELLA PERSONA MODULI Unità didattiche DURATA CAPACITA CONOSCENZE UC 1 Modulo 1 Riferimenti normativi e legislativi in ambito socio sanitario 4 ore UC 1 Modulo 2 La comunicazione e la relazione di gruppo, le attività di socializzazione di animazione UC 1 UD 1/1 Elementi di legislazione nazionale e regionale in ambito sociale e sanitario. Il Profilo ed il ruolo dell'operatore Socio Sanitario. Responsabilità civile, penale e amministrativa dell'operatore (anche in tema di contenzione e abuso). UC 1 UD 2/1 La persona al centro del processo di cura: Elementi di etica e deontologia. Elementi di Psicologia generale:definizione dei concetti di bisogno, salute, malattia/disagio, dipendenza, nelle attività di vita. UC 1 UD 2/1 I bisogni dell'utente e della famiglia, all'interno dei diversi contesti di assistenza (ospedaliero, residenziali, semiresidenziali, domiciliari). La relazione d'aiuto alla persona con disturbi psichiatrici, alla persona anziana, al disabile, al malato terminale, ai minori e alle famiglie multiproblematiche TOTALE ORE UC 1 - FRONTALI 16 ore 20 ore Stimolare le capacità espressive e psico-motorie dell assistito attraverso attività ludico-ricreative e favorendo il mantenimento delle abilità residue Impostare l adeguata relazione di aiuto, adottando comportamenti in sintonia con i bisogni psicologici e relazionali dell assistito, compreso il sostegno affettivo ed emotivo. sostenere processi di socializzazione ed integrazione favorendo la partecipazione attiva ad iniziative in ambito residenziale e non incoraggiare il mantenimento ed il recupero dei Principali tipologie di utenza e problematiche di servizio Tecniche comunicative e relazionali in rapporto alle diverse condizioni di malattia/disagio e dipendenza, con particolare riferimento alle situazioni di demenza Strumenti informativi per la registrazione e/o trasmissione di dati Tecniche e protocolli di intervento e di primo soccorso Strumenti e tecniche per l alzata, il trasferimento, la deambulazione Strumenti e tecniche per l igiene personale e la vestizione Strumenti e tecniche per

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI Ufficio del Piano di Zona Sociale dell' Ambito Territoriale A 1 COMUNE DI ARIANO IRPINO Capofila REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI erogato nei Comuni dell ambito territoriale

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

GRADUATORIA D'ISTITUTO PER NOMINE A TEMPO DETERMINATO - DEFINITIVA DENOMINAZIONE : SALERNO "MONTERISI" LORIA COMUNE : SALERNO

GRADUATORIA D'ISTITUTO PER NOMINE A TEMPO DETERMINATO - DEFINITIVA DENOMINAZIONE : SALERNO MONTERISI LORIA COMUNE : SALERNO AB77 - CHITARRA PAG. 1008 000001 BARONE MARIO SA/135710 0,00 0,00 6,00 126,00 66,00 15,00 Q X 213,00 2014 02/12/1985 (NA) BRNMRA85T02L245D VIA CARMINIELLO 7, E 14 80058 TORRE ANNUNZIATA (NA) SAMM17400V

Dettagli

STRUTTURE RESIDENZIALI PER ANZIANI. Indirizzo Telefono e Fax E-mail Tipologia Accreditamento. ilgignoro@diaconia valdese.org. Tel.

STRUTTURE RESIDENZIALI PER ANZIANI. Indirizzo Telefono e Fax E-mail Tipologia Accreditamento. ilgignoro@diaconia valdese.org. Tel. Denominazione Anna Lapini - Povere glie dalle Sacre Stimmate Il Gignoro - C.S.D. Diaconia Valdese orentina L. F. Orvieto - Suore Passioniste Paolo VI - glie della carità di San Vincenzo de Paoli Santa

Dettagli

DECRETO n. 375 del 11/07/2014

DECRETO n. 375 del 11/07/2014 ASL di Brescia Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - informa@aslbrescia.it Posta certificata: servizioprotocollo@pec.aslbrescia.it

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Dipartimento 51 - Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico Direzione Generale 2 - Direzione Generale Sviluppo Economico e le Attività Produttive

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU32 09/08/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 30 luglio 2012, n. 45-4248 Il nuovo modello integrato di assistenza residenziale e semiresidenziale socio-sanitaria a favore delle

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01419/019 Servizio Anziani e Tutele CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01419/019 Servizio Anziani e Tutele CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01419/019 Servizio Anziani e Tutele CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 71 approvata il 2 aprile 2015 DETERMINAZIONE:

Dettagli

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola.

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014 protocollo elettronico n. CRI/CC/0084024/2014 Oggetto: Ebola. Ai DRAE, loro sedi Ai Presidenti, loro sedi Ai Comitati Regionali, loro sedi All Ispettorato

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE

INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RCT/RCO Parma, ottobre 2013 2 INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE Ragione sociale Pedemontana Sociale - Azienda Territoriale per i Servizi alla

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

Burc n. 23 del 26 Maggio 2014

Burc n. 23 del 26 Maggio 2014 Burc n. 23 del 26 Maggio 2014 REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 6 AGRICOLTURA - FORESTE FORESTAZIONE SETTORE 4 Servizi di sviluppo agricolo fitosanitario e valorizzazione patrimonio ittico

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 623 del 15/12/2014

Delibera della Giunta Regionale n. 623 del 15/12/2014 Delibera della Giunta Regionale n. 623 del 15/12/2014 Dipartimento 52 - Dipartimento della Salute e delle Risorse Naturali Direzione Generale 4 - Direzione Generale Tutela salute e coor.to del Sistema

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

VISTI gli articoli 4 e 5 della L.R. n. 7/97; VISTA la Deliberazione G.R. n. 3261 del 28/7/98 e s.m.i.; VISTI gli artt. 4 e 16 del D.Lgs.

VISTI gli articoli 4 e 5 della L.R. n. 7/97; VISTA la Deliberazione G.R. n. 3261 del 28/7/98 e s.m.i.; VISTI gli artt. 4 e 16 del D.Lgs. Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 19 del 05 02 2015 4275 Di notificare il presente provvedimento: Sindaco del Comune di Mola di Bari (BA); Al Sindaco del Comune di Rutigliano (BA); Al Sindaco

Dettagli

Dirigente ASL II fascia - Dipartimento di Prevenzione - Servizio Igiene e Sanità Pubblica ex ASL NA5

Dirigente ASL II fascia - Dipartimento di Prevenzione - Servizio Igiene e Sanità Pubblica ex ASL NA5 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 05/01/1959 Qualifica CAROTENUTO ADELE Dirigente Medico Amministrazione ASL NAPOLI 3 SUD (EX ASL 4 e 5) Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

DISCIPLINARE ATTUATIVO TARIFFARIO. Valido dal 1 Gennaio 2015

DISCIPLINARE ATTUATIVO TARIFFARIO. Valido dal 1 Gennaio 2015 DISCIPLINARE ATTUATIVO TARIFFARIO Valido dal 1 Gennaio 2015 SOMMARIO 1 Premessa... 3 2 Descrizione della Nuova Struttura Tariffaria...4 2.1 Classe Tariffaria URBANO NAPOLI... 6 2.2 Classe Tariffaria URBANO

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ Cognome Nome: Data: P a g i n a 2 MODALITA DI CONDUZIONE DELL INTERVISTA La rilevazione delle attività dichiarate dall intervistato/a in merito alla professione dell assistente

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 1 del 08/01/2015

Decreto Dirigenziale n. 1 del 08/01/2015 n. 3 del 12 Gennaio 2015 Decreto Dirigenziale n. 1 del 08/01/2015 Dipartimento 54 - Dipartimento Istr., Ric., Lav., Politiche Cult. e Soc. Direzione Generale 11 - Direzione Generale Istruzione, Formazione,Lavoro

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare GLOSSARIO DEI TRACCIATI SIAD Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare Dicembre 2011 Versione 4.0 SIAD Glossario_v.4.0.doc Pag. 1 di 35 Versione 4.0 Indice 1.1 Tracciato 1 Definizione

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari

Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari LA PROGRAMMAZIONE REGIONALE IN TEMA DI CURE DOMICILIARI E ANALISI DEL DECRETO COMMISSARIALE N. 1/2013 Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari Annalisa

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012

Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012 Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012 martedì, 17 gennaio, 2012 http://www.lombardiasociale.it/2012/01/17/disegnato-il-percorso-di-riforma-delladi-per-il-2012/ L'analisi del Contesto E

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Ministero, della Salute

Ministero, della Salute Ministero, della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III MORTE O GRAVE DANNO CONSEGUENTI

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

LA CONFERENZA UNIFICATA

LA CONFERENZA UNIFICATA Intesa tra il Governo e le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano e gli Enti locali sulla ripartizione del Fondo nazionale per le politiche giovanili di cui all art. 19, comma 2, del decreto legge

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA a cura del Nucleo Promozione e Sviluppo Responsabile: Cesare Hoffer Il presente documento non ha la pretesa di essere

Dettagli

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 Università Politecnica delle Marche Corso di Laurea in Infermieristica Ancona CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 U.O. : BLOCCO OPERATORIO I.N.R.C.A. Studente Guida di Tirocinio:

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

CARATTERISTICHE PROGETTO

CARATTERISTICHE PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO 1) Ente proponente il progetto: Confederazione Nazionale delle Misericordie d Italia 2) Codice di accreditamento: NZ00042 3) Albo e classe di iscrizione: Nazionale

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale A cura di: - Inail Direzione Regionale Lombardia - Regione Lombardia - Direzione Generale Sanità Documento realizzato nell ambito della

Dettagli

DETERMINAZIONE DELLA CNFC IN MATERIA DI VIOLAZIONI

DETERMINAZIONE DELLA CNFC IN MATERIA DI VIOLAZIONI DETERMINAZIONE DELLA CNFC IN MATERIA DI VIOLAZIONI LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA VISTO il decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, e successive modificazioni e, in particolare,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI CASERTA Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Provincia Di Caserta nel mese 12/2012.

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI CASERTA Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Provincia Di Caserta nel mese 12/2012. Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Provincia Di Caserta nel mese /0. Pag. di 8 assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge 04, avis, allattamento,

Dettagli

Progetto Le piazze del sapere per apprendere sempre ottobre 2011 febbraio 2012

Progetto Le piazze del sapere per apprendere sempre ottobre 2011 febbraio 2012 Città di Caserta Assessorato alla Cultura Progetto Le piazze del sapere per apprendere sempre ottobre 2011 febbraio 2012 Caserta, Sala Giunta del Comune 04 ottobre 2011 ore 16,00 Riunione con le associazioni

Dettagli

DELLA REGIONE DELL UMBRIA

DELLA REGIONE DELL UMBRIA Supplemento ordinario n. 1 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 59 del 27 dicembre 2006 Spedizione in abbonamento postale Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta regionale. 64 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 44 - Giovedì 31 ottobre 2013

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta regionale. 64 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 44 - Giovedì 31 ottobre 2013 64 Bollettino Ufficiale D) ATTI DIRIGENZIALI Giunta regionale D.G. Salute Circolare regionale 25 ottobre 2013 - n. 20 Indicazioni in ordine all applicazione dell accordo tra governo, regioni e province

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

ANPAS ASSOCIAZIONE NAZIONALE PUBBLICHE ASSISTENZE. Albo nazionale. PASS (Pubbliche Assistenze per i Servizi Sociali) GARANZIA GIOVANI

ANPAS ASSOCIAZIONE NAZIONALE PUBBLICHE ASSISTENZE. Albo nazionale. PASS (Pubbliche Assistenze per i Servizi Sociali) GARANZIA GIOVANI CARATTERISTICHE PROGETTO ENTE Ente proponente il progetto: ANPAS ASSOCIAZIONE NAZIONALE PUBBLICHE ASSISTENZE Codice di accreditamento: NZ 01704 Albo e classe di iscrizione: Albo nazionale 1 CARATTERISTICHE

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192)

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) Gazzetta Ufficiale N. 244 del 18 Ottobre 2010 LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170 Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) La Camera dei deputati ed il Senato

Dettagli

Agosto 2004. Pagina 1 di 1

Agosto 2004. Pagina 1 di 1 Progetto per la riorganizzazione dell attività di assistenza infermieristica, ostetrica e di supporto nelle Unità Organizzative del Policlinico S. Orsola-Malpighi Gruppo di lavoro P. Taddia L. Angelini

Dettagli

Schema di disegno di legge recante norme relative alle persone non autosufficienti, alle politiche sociali e alla famiglia

Schema di disegno di legge recante norme relative alle persone non autosufficienti, alle politiche sociali e alla famiglia Schema di disegno di legge recante norme relative alle persone non autosufficienti, alle politiche sociali e alla famiglia Art. 1 (Delega al Governo in materia di protezione sociale e cura delle persone

Dettagli

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...4 3. DOVE LAVORA...5 4. CONDIZIONI DI LAVORO...6 5. COMPETENZE...7 CHE COSA DEVE ESSERE IN GRADO DI FARE...7 CONOSCENZE...10

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli