Guida Operativa Formazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida Operativa Formazione"

Transcript

1 Guida Operativa Formazione (ing. Lucia Ercolani ) In data 25 luglio 2012 la Conferenza Stato Regioni ha emanato delle Linee Interpretative sugli accordi del 21 dicembre 2011 in merito alla formazione dei lavoratori, preposti e dirigenti, che hanno chiarito alcuni punti interrogativi emersi in questi mesi. Considerando che una corretta formazione dei lavoratori ha assunto un ruolo sempre più essenziale nell ambito della prevenzione e della sicurezza e che in caso di ispezioni da parte degli organi controllo la mancata e/o insufficiente formazione è spesso sanzionata pesantemente, ci è sembrato necessario cogliere l occasione per redigere una guida operativa (una sorta di vademecum ) utile a comprendere gli obblighi formativi dei datori di lavoro non solo in relazione ai già citati accordi, ma anche in relazione ad altri aspetti normati separatamente ma sempre afferenti nell orbita del D.Lgs. 81/ FORMAZIONE LAVORATORI Per lavoratore si intende (art. 2, comma a, D.Lgs 81/2008) persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un'attività lavorativa nell'ambito dell'organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato, con o senza retribuzione. Naturalmente anche i lavoratori con contratto di somministrazione (ex interinali) rientrano in tale definizione, così come tutti gli altri lavoratori cosiddetti atipici. Di seguito riportiamo uno schema riassuntivo relativo alla formazione prevista dall Accordo Stato Regioni per i lavoratori neoassunti (tutti i lavoratori assunti dopo l 11 gennaio 2012). La durata del corso dipende dalla classe di rischio in cui si colloca l azienda (sulla base del proprio codice ATECO 2007). RISCHIO BASSO Uffici e servizi, Commercio, Artigianato e Turismo RISCHIO MEDIO Agricoltura, Pesca, Trasporti, Pubblica Amministrazione, Istruzione Magazzinaggio RISCHIO ALTO Costruzioni, Industria, Alimentare, Tessile, Legno, Manifatturiero, Energia, Rifiuti, Raffineria, Chimica, Sanità Formazione Generale 4 ore Formazione Specifica 4 ore TOTALE 8 ORE Formazione Generale 4 ore Formazione Specifica 8 ore TOTALE 12 ORE Formazione Generale 4 ore Formazione Specifica 12 ore TOTALE 16 ORE Pagina 1 di 12

2 L Accordo prevede il riconoscimento della formazione pregressa effettuata secondo le seguenti modalità: LAVORATORI ASSUNTI ALL Formazione EFFETTUATA in passato ( DOCUMENTATA ) ESONERO AGGIORNAMENTO di 6 ore per chi ha fatto formazione prima del da fare l aggiornamento entro il ; per chi ha fatto formazione dopo il da fare l aggiornamento entro l 11 gennaio 2017 Formazione NON effettuata in Passato DA FARE COME PREVISTO DALL ACCORDO AGGIORNAMENTO di 6 ore entro 5 anni dalla data di conclusione della formazione di cui sopra Per i lavoratori già assunti al momento dell entrata in vigore dell Accordo ( ) occorre verificare se è già stata effettuata formazione relativamente a: D.Lgs. 81/08; rischi specifici; documento di valutazione dei rischi. In caso affermativo occorre che tale formazione sia documentata (presenza di verbale di formazione o attestato e possibilmente test di apprendimento). Nel caso non si riesca a documentare l effettuazione di tale formazione occorre provvedere all effettuazione del percorso formativo previsto dall Accordo Stato Regioni. Si sottolinea la necessità di verificare la situazione per ciascun lavoratore, poiché nelle aziende si possono trovare situazioni molto eterogenee. Per la formazione dei lavoratori neo assunti occorre considerare, innanzitutto, questa fase di prima applicazione dell Accordo per la quale vale quanto riportato nello schema sottostante: LAVORATORI ASSUNTI DOPO IL DA FARE COME PREVISTO DALL ACCORDO ENTRO 60 GIORNI DALL ASSUNZIONE AGGIORNAMENTO di 6 ore entro 5 anni dalla data di conclusione della formazione di cui sopra Per i lavoratori neo-assunti dopo l entrata in vigore dell Accordo ( ) occorre effettuare il percorso formativo composto da: Formazione Generale; Formazione Specifica. Il percorso deve essere concluso entro 60 giorni dalla data di assunzione. Valgono inoltre le seguenti considerazioni: la Formazione GENERALE di 4 ore costituisce un credito formativo permanente (non deve più essere ripetuta); Pagina 2 di 12

3 la Formazione SPECIFICA (durata in funzione del settore di rischio: ore) deve essere effettuata nuovamente solamente se il neo-assunto proviene da un settore merceologico differente. L aggiornamento di 6 ore deve essere effettuato entro 5 anni dalla data di conclusione della formazione di cui sopra. L Accordo inoltre prevede che la formazione formalmente e documentalmente approvata prima dell entrata in vigore dell Accordo ( ) ed effettuata entro il è considerata valida e permette di non far frequentare ai lavoratori i moduli di formazione generale e specifica. Il concetto del formalmente e documentalmente approvato è soggetto a numerose interpretazioni. Sicuramente se è stato presentato (prima dell entrata in vigore dell accordo) un progetto formativo in attesa di finanziamento si rientra in tale deroga così come ad esempio se è stato approvato un progetto formativo (che abbia data certa, ossia siano presenti le firme del Datore di Lavoro, RSPP, RLS e Medico Competente) in occasione delle riunioni annuali per la sicurezza (art. 35 D.Lgs 81/2008) antecedenti all entrata in vigore dell accordo. Si vuole fare notare che oggi, ad oltre 9 mesi dopo l entrata in vigore dell accordo, erogare formazione in deroga ai moduli di formazione generale e specifica è una possibilità di fatto esaurita. In sintesi occorre verificare per ciascun lavoratore se è stata fatta formazione in passato sul D.Lgs. 81/08, sui rischi specifici a cui è esposto e sul Documento di Valutazione dei Rischi, reperendo i verbali di formazione o gli attestati. Si configureranno i seguenti casi: A. è stata fatta formazione (documentata) prima del il lavoratore deve seguire il corso di aggiornamento di 6 ore entro il ; B. è stata fatta formazione (documentata) dopo il il lavoratore deve seguire il corso di aggiornamento di 6 ore entro il ; C. non è stata fatta formazione al lavoratore il lavoratore deve effettuare la formazione Generale (4 ore) e la formazione Specifica ( ore a seconda del settore di rischio dell azienda) entro 60 giorni dall inizio del rapporto di lavoro. Pagina 3 di 12

4 ULTERIORI NOTE ED INDICAZIONI PRATICHE 1. in caso di cambio mansione, introduzione di nuove attrezzature, tecnologie e nuove sostanze o preparati pericolosi occorre ripetere la parte di formazione specifica limitata alle modifiche o ai contenuti di nuova introduzione; 2. nel caso siano presenti rischi particolari l azienda è comunque tenuta ad integrare la formazione obbligatoria con ulteriori incontri formativi (a titolo esemplificativo e tutt altro che esaustivo: utilizzo di talune attrezzature di lavoro, lavori in altezza, lavori in ambienti confinati, esposizione ad amianto, montaggio e smontaggio ponteggi ); 3. tutti i lavoratori che NON svolgono mansioni che comportino la loro presenza, ANCHE SALTUARIA, nei reparti produttivi di aziende a rischio medio o alto possono frequentare i corsi individuati per il rischio BASSO (durata complessiva 8 ore); 4. i lavoratori neoassunti possono essere avviati ai rispettivi corsi di formazione anteriormente o contestualmente all assunzione (nota: per un azienda può essere problematico per aspetti fiscali e previdenziali avviare un lavoratore ad un corso di formazione quando questo lavoratore non ha ancora alcun rapporto con l azienda). In ogni caso il percorso deve essere completato entro 60 giorni dalla assunzione; 5. i lavoratori devono frequentare corsi di aggiornamento (almeno 6 ore ogni 5 anni): nell aggiornamento non è compresa la formazione relativamente al trasferimento o cambiamento di mansioni e all introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze o preparati pericolosi. Non è ricompresa, inoltre, la formazione in relazione all evoluzione o all insorgenza di nuovi rischi. 6. è ammessa la formazione e-learning per i lavoratori, solo relativamente alla parte generale (4 ore) e non per la parte specifica; 7. le DOCENZE (in attesa dell uscita di un decreto interministeriale che dovrà stabilire con maggiore accuratezza le qualifiche dei formatori) devono essere effettuate da personale con esperienza documentata, almeno triennale, nel settore della formazione e/o nel settore della prevenzione, sicurezza e salute nei luoghi di lavoro. Per esperienza triennale non si intende quindo solo il poter dimostrare di avere effettuato attività di docenza, ma anche di essersi occupati di sicurezza (es. esperienza triennale di RSPP ed ASPP); 8. relativamente ai lavoratori con contratto di somministrazione le recenti linee guida specificano che i somministratori e gli utilizzatori hanno la facoltà di regolamentare in via contrattuale le modalità di adempimento degli obblighi di legge specificando in particolare che essi possono concordare che la formazione generale sia a carico del somministratore e quella specifica di settore a carico dell utilizzatore (nota: l utilizzo del verbo possono presuppone che anche tutte le altre combinazioni sono possibili); Pagina 4 di 12

5 9. la formazione pregressa diventa quindi un VALORE da prendere in considerazione per i lavoratori, sia in caso di assunzioni dirette sia in caso di utilizzo di lavoratori interinali tramite le agenzie di somministrazione. La formazione generale di 4 ore costituisce un credito formativo permanente per il lavoratore. La formazione specifica ( ore) può costituire un credito formativo permanente se il lavoratore è stato formato in aziende che provengono dallo stesso settore merceologico. Quindi occorre abituarsi a chiedere al lavoratore in fase di assunzione ed all agenzia di somministrazione (anche in via contrattuale) gli attestati della formazione pregressa. COMUNICAZIONE AGLI ENTI BILATERALI L Accordo Stato-Regioni richiama espressamente l obbligo, da parte del Datore di Lavoro, di richiedere preventiva collaborazione agli enti bilaterali e agli organismi paritetici se presenti sul territorio e nel settore nel quale l azienda opera (nel caso di aziende con più sedi operative in diversi territori la comunicazione va fatta solo all ente bilaterale in cui l azienda ha la propria sede legale). Ecco le indicazioni su come procedere: 1. verificare se la propria azienda è iscritta all ente bilaterale di riferimento al proprio contratto collettivo del lavoro. Nel caso siate iscritti dovete inviare una comunicazione all ente bilaterale in cui lo informate che intendete procedere con l effettuazione della formazione prevista dall Accordo Stato Regioni (indicando la tipologia di corsi, la durata, il periodo di svolgimento e i docenti). In mancanza di risposta da parte dell ente bilaterale entro 15 giorni, il Datore di Lavoro può procedere autonomamente alla pianificazione e realizzazione delle attività di formazione. Altrimenti occorre dare seguito alle richieste eventualmente avanzate dall ente bilaterale. A titolo esemplificativo, per le aziende iscritte ad UNINDUSTRIA di Bologna tale procedura è già attiva e va attuata. Per le altre Provincie e per le altre Organizzazioni Datoriali di Lavoro (CNA, Confartigianato ) occorre verificare, caso per caso, se l ente bilaterale di riferimento è presente e con quali modalità inviare la comunicazione. La comunicazione all ente bilaterale in ogni caso va fatta unicamente per i corsi di formazione generale e di formazione specifica indirizzati ai lavoratori (non ai preposti o ai dirigenti). Non è necessaria per i corsi di aggiornamento periodico. 2. se l azienda non è iscritta ad alcun ente bilaterale o nel proprio territorio non esistono enti bilaterali non occorre fare nulla. Le linee guida del 25 luglio 2012 chiariscono in ogni caso che il datore di lavoro informando gli organismi paritetici non è in ogni caso obbligato a svolgere attività di formazione seguendo le Pagina 5 di 12

6 loro (eventuali) indicazioni, ma ha autonomia nella scelta dei soggetti formatori (nel rispetto dei requisiti indicati nella pagina precedente). Si vuole anche sottolineare che la mancata comunicazione agli organismi paritetici, pur essendo un obbligo, non è sanzionata. 2. FORMAZIONE PREPOSTI E DIRIGENTI Per preposto si intende (art. 2, comma e, D.Lgs 81/2008) persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell'incarico conferitogli, sovrintende alla attività lavorativa e garantisce l'attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa. Si può essere preposti di fatto anche senza nomine ufficiali. I preposti devono frequentare, oltre alla formazione prevista per i lavoratori (di cui al punto precedente), un corso di formazione, definito dall Accordo Stato Regioni particolare aggiuntivo, della durata di 8 ore a prescindere dal settore di appartenenza dell azienda. Per i preposti valgono le considerazioni già riportate in precedenza per i lavoratori, in termini di riconoscimento dei crediti pregressi e di formazione non ancora eseguita ma già pianificata formalmente e documentalmente approvata prima dell entrata in vigore dell accordo. In caso si debba effettuare l intero percorso formativo l Accordo prevede che venga completato entro il La formazione e-learning per i preposti è ammessa solo in parte (4 ore a carattere generale sulle 8 totali). Per dirigente si intende (art. 2, comma d, D.Lgs 81/2008) persona che, in ragione delle competenze professionali e di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell'incarico conferitogli, attua le direttive del datore di lavoro organizzando l'attività lavorativa e vigilando su di essa. Anche in questo caso si può essere dirigenti di fatto senza averne necessariamente la qualifica (dipende cioè dal ruolo effettivo esercitato in azienda). Il percorso formativo per i dirigenti è strutturato in 4 moduli (e sostituisce la formazione prevista per i lavoratori, pertanto i dirigenti devono effettuare solo questa tipologia di corso) L Accordo prevede che NON sono tenuti a frequentare il corso specifico di 16 ore i dirigenti che dimostrino di aver frequentato entro il un formazione con contenuti conformi: all art. 3 del DM 16/01/1997 (16 ore di corso); Pagina 6 di 12

7 al Modulo A per ASPP e RSPP previsto dall Accordo Stato Regioni del 26/01/2006 (28 ore di corso). Per i dirigenti valgono le considerazioni già riportate in precedenza per i lavoratori, in termini di riconoscimento dei crediti pregressi e di formazione non ancora eseguita ma già pianificata formalmente e documentalmente approvata prima dell entrata in vigore dell accordo. La formazione e-learning per i dirigenti è ammessa per tutte e 16 le ore. Sia i PREPOSTI che i DIRIGENTI devono frequentare corsi di aggiornamento con frequenza quinquennale (6 ore ogni 5 anni). La nuova nomina di un lavoratore a preposto o dirigente obbliga il datore di lavoro a fargli frequentare il relativo corso di formazione entro 60 giorni. 3. FORMAZIONE PER DATORI DI LAVORO CHE SVOLGONO DIRETTAMENTE L INCARICO DI RSPP L Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 disciplina anche la formazione per i Datori di Lavoro che intendono svolgere o svolgono direttamente i compiti di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione ai sensi dell art. 34 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.. La formazione per i datori di lavoro che svolgono direttamente i compiti di RSPP avrà durata minima complessiva, in base alla classificazione di settori, pari a: Rischio BASSO: 16 ore Rischio MEDIO: 32 ore Rischio ALTO: 48 ore L Accordo prevede che NON sono tenuti allo svolgimento del corso di formazione di cui sopra i Datori di Lavoro: che dimostrino di aver svolto, alla data di entrata in vigore dell Accordo Stato Regioni un corso di formazione dai contenuti conformi all art. 3 del DM 16/01/1997 (corso di 16 ore per Datori di Lavoro RSPP); che dimostrino di aver svolto, alla data di entrata in vigore dell Accordo Stato Regioni un corso di formazione dai contenuti conformi all Accordo Stato Regioni del 26/01/2006 (frequenza dei Moduli A, B e C per RSPP); esonerati alla frequenza ai corsi ai sensi dell art. 95 del D.Lgs. 626/94 (i Datori di Lavoro che avevano assunto direttamente l incarico di RSPP prima del 31/12/1996). Pagina 7 di 12

8 Per questi soggetti è previsto l obbligo di aggiornamento quinquennale della durata di ore in base alla classe di rischio (basso medio alto). Si precisa che chi ha usufruito dell esonero alla frequenza del corso da 16 ore poiché aveva assunto l incarico di RSPP prima del 31/12/1996 ha l obbligo di effettuare l aggiornamento entro il 26/01/2014. In caso di nuova attività il Datore di Lavoro che intende assumere direttamente l incarico di RSPP deve concludere il percorso formativo entro 90 giorni dalla data di inizio della propria attività. 4. FORMAZIONE PER LE ATTREZZATURE DI LAVORO PER LE QUALI E RICHIESTA UNA SPECIFICA ABILITAZIONE DEGLI OPERATORI L Accordo Stato-Regioni del 22 febbraio 2012 disciplina la formazione in materia di attrezzature di lavoro per le quali è richiesta specifica abilitazione. Naturalmente questa formazione si aggiunge a quella trattata ai capitoli precedenti ed è necessaria solo per i lavoratori che utilizzano determinate attrezzature di lavoro. Le attrezzature per l uso delle quali è prevista formazione specifica e l abilitazione sono: a) piattaforme di lavoro mobili elevabili b) gru a torre c) gru mobile d) gru per autocarro e) carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo: 1. a braccio telescopico 2. carrelli industriali semoventi 3. carrelli/sollevatori/elevatori semoventi telescopici rotativi f) trattori agricoli o forestali g) macchine movimento terra: 1. escavatori idraulici con massa operativa maggiore di 6000 kg 2. escavatori a fune 3. pale caricatrici frontali con massa operativa maggiore di 4500 kg 4. terne 5. autoribaltabile a cingoli con massa operativa maggiore di 4500 kg h) pompa per calcestruzzo. Pagina 8 di 12

9 PERCORSO FORMATIVO L Accordo definisce un percorso formativo, per ciascuna tipologia di attrezzatura sopra elencata che prevede un modulo giuridico-normativo, un modulo tecnico, un modulo pratico ed una valutazione finale: al superamento delle prove previste viene rilasciato un attestato di abilitazione. La durata del percorso formativo previsto per ciascuna attrezzatura è variabile è stato indicato dettagliatamente all interno dell accordo stesso. AGGIORNAMENTO L Accordo dispone inoltre il rinnovo dell abilitazione entro 5 anni dalla data di rilascio dell attestato di abilitazione mediante partecipazione ad un corso di aggiornamento della durata minima di 4 ore. REQUISITI DEI DOCENTI E SOGGETTI FORMATORI Le docenze devono essere effettuate da personale con esperienza documentata, almeno triennale, sia nel settore della formazione sia nel settore della prevenzione, sicurezza e salute nei luoghi di lavoro e da personale con esperienza professionale pratica, documentata, almeno triennale, nelle tecniche di utilizzazione delle attrezzature oggetto della formazione. RICONOSCIMENTO DELLA FORMAZIONE PREGRESSA I lavoratori che, all entrata in vigore dell Accordo, sono incaricati dell uso delle attrezzature disciplinate dall Accordo stesso, devono effettuare i corsi (con modalità e durata definiti dall Accordo) entro il L Accordo prevede il riconoscimento della formazione effettuata in passato. In particolare, alla data di entrata in vigore dell Accordo ( ) sono riconosciuti i corsi già effettuati che, per tipologia di attrezzatura, soddisfano i seguenti requisiti: corsi di formazione della durata complessiva NON inferiore a quella prevista dall Accordo, composti di modulo teorico, pratico e verifica finale dell apprendimento; corsi composti di modulo teorico, pratico e verifica finale dell apprendimento di durata complessiva inferiore a quella prevista negli allegati a condizione che gli stessi siano integrati tramite il modulo di aggiornamento, entro 24 mesi dalla data di entrata in vigore dell Accordo (entro il 12/03/2015); corsi di qualsiasi durata non completati da verifica finale di apprendimento a condizione che entro 24 mesi dalla data di entrata in vigore dell Accordo (entro il 12/03/2015) siano integrati tramite il modulo di aggiornamento e verifica finale dell apprendimento. Pagina 9 di 12

10 Inoltre affinché la formazione pregressa sia riconosciuta valida, deve essere presente il registro del corso, gli esiti della valutazione teorica e dell esercitazione pratica ed il partecipante deve essere in possesso dell attestato di partecipazione. La documentazione deve essere conservata per almeno 10 anni dalla data di conclusione del corso. Di seguito si riporta una tabella riassuntiva di quanto sopra descritto, relativamente al riconoscimento della formazione pregressa. Formazione pregressa svolta al 12 Marzo 2013 Credito formativo Obbligo aggiornamento Corsi di durata non inferiore all accordo con teoria e pratica e verifica finale Sì. Non è necessario aggiungere altro. Da effettuare entro 5 anni dalla data di esecuzione della verifica finale. Corsi di durata inferiore all accordo con teoria e pratica e verifica finale Occorre effettuare il modulo di aggiornamento di 4 ore entro il 12/03/2015. Da effettuare entro 5 anni dalla data dell aggiornamento previsto per sistemare il credito pregresso. Corsi di qualsiasi durata senza verifica finale Occorre effettuare il modulo di aggiornamento entro il 12/03/ verifica finale dell apprendimento. Da effettuare entro 5 anni dalla data di verifica finale dell aggiornamento previsto per sistemare il credito pregresso. NOTA: l accordo entrerà in vigore il 12 marzo 2013, per cui prima di quella data la formazione effettuata è considerata pregressa. 5. FORMAZIONE PER GLI RSPP e ASPP Pur non essendo questa la sede per ridefinire gli obblighi di formazione che hanno i responsabili del servizio di prevenzione e protezione aziendali (RSPP) e gli addetti al servizio di prevenzione e protezione aziendali (ASPP) si vuole accennare all argomento poiché le linee guida del 25 luglio 2012 affrontano anche tale aspetto. Si ricorda che la formazione degli RSPP ed ASPP è regolata dall art. 32 (commi 2, 3, 5 e 6) del D.Lgs. 81/2008 in conformità a quanto previsto dall Accordo tra Stato, Regioni e Province Autonome del 26 gennaio Gli RSPP e gli ASPP, una volta formati (frequentazione dei moduli A, B e C con deroghe previste per alcune lauree particolari), per mantenere la propria idoneità devono frequentare corsi di aggiornamento di 40 ore (macrosettori di attività ATECO 1, 2, 6, 8, 9) o 60 ore (macrosettori di attività ATECO 3, 4, 5, 7) con cadenza quinquennale. Per i vecchi RSPP, ossia coloro che hanno usufruito dell esonero della frequenza del modulo B sulla base del riconoscimento dei crediti professionali pregressi, l obbligo di aggiornamento Pagina 10 di 12

11 legato all esonero decorreva dal 14 febbraio 2007 e doveva essere completato entro il 14 febbraio Le linee guida del 25 luglio 2012 specificano che gli RSPP ed ASPP che non sono riusciti a completare l aggiornamento entro il 14 febbraio 2012, ed ogni qualvolta in futuro gli ASPP o RSPP non dovessero riuscire a completare l'aggiornamento nei 5 anni previsti, perderanno la propria "operatività". Ciò significa che, pur mantenendo il requisito derivato dalla regolare frequenza ai corsi, gli RSPP o ASPP non potranno esercitare i propri compiti fintanto che non venga completato l'aggiornamento per il monte ore mancante, riferito al quinquennio appena concluso. Il completamento dell'aggiornamento consentirà, pertanto, di riacquisire la fruibilità del credito relativo al modulo B (l unico dei tre moduli per il quale è richiesto l aggiornamento periodico) consentendo, contemporaneamente, a ASPP e RSPP di recuperare la propria "operatività". Per coloro che, invece, hanno usufruito dell esonero alla frequenza del modulo B come previsto dall art. 32, comma 5 D.Lgs. 81/08, perché in possesso di particolari lauree (soprattutto in ingegneria, ma non solo), le linee guida definiscono che l aggiornamento quinquennale dovrà essere completato entro il 15 maggio 2013 per i laureati prima del 15 maggio 2008, mentre per i laureati in tempi successivi l obbligo di completare l aggiornamento scatta entro 5 anni dalla laurea. 6. FORMAZIONE ANTINCENDIO E PRIMO SOCCORSO L ultima scheda è dedicata agli addetti della squadra di emergenza, ossia degli addetti al primo soccorso (regolati dal D.M. 388/03) e degli addetti alla prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze (regolati dal D.M. 10/03/1998). Si vuole semplicemente ricordare che ogni azienda deve avere un numero adeguato di addetti alle emergenze, numero che dipende da quanto emerge dalla valutazione dei rischi aziendale. Come indicazione di massima si consiglia di nominare e formare un numero ridondante di addetti alle emergenze considerando, oltre alle possibili assenze di componenti della squadra per vari motivi (ferie, malattie, pensionamenti, dimissioni) anche la presenza all interno dell azienda di turni lavorativi e di più ambienti non comunicanti tra di loro (ad esempio unità produttive separate tra loro, ubicazione in più piani dello stesso stabile. Gli addetti al primo soccorso devono frequentare un primo corso di formazione di 16 ore (per aziende appartenenti al gruppo A ) o di 12 ore (per aziende appartenenti ai gruppi B e C). Successivamente, con cadenza triennale è necessario frequentare un idoneo corso di aggiornamento. Pagina 11 di 12

12 Gli addetti alla prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze devono frequentare un primo corso di formazione di 16 ore (per aziende ad alto rischio), 8 ore (per aziende a medio rischio) o 4 ore (per aziende a basso rischio). Successivamente, con cadenza preferibilmente triennale è necessario frequentare un idoneo corso di aggiornamento di durata variabile (rispettivamente di 8 ore, 5 ore e 2 ore per le azienda ad alto, medio e basso rischio). L obbligo di aggiornamenti della squadra antincendio è regolato dalla circolare ministeriale n del 23 febbraio 2011, che ha decretato la durata degli aggiornamenti, dimenticandosi però di stabilirne la frequenza. Molti Comandi dei VV.F. si sono espressi indicando che gli aggiornamenti devono avere cadenza triennale. Pagina 12 di 12

GUIDA OPERATIVA FORMAZIONE

GUIDA OPERATIVA FORMAZIONE GUIDA OPERATIVA FORMAZIONE In data 25 luglio 2012 la Conferenza Stato Regioni ha emanato delle Linee Interpretative sugli accordi del 21 dicembre 2011 in merito alla formazione dei lavoratori, preposti

Dettagli

Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011 Pubblicato in GU n.8 del 11/01/2012 in vigore dal 26/01/2012. Formazione e sicurezza

Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011 Pubblicato in GU n.8 del 11/01/2012 in vigore dal 26/01/2012. Formazione e sicurezza Formazione e sicurezza 1 RSPP ASPP Lavoratori e Preposti addetti al Montaggio / Smontaggio/ Trasformazione di Ponteggi Addetti Primo Soccorso Prevenzione incendi RLS Accordo Stato-Regioni 26 gennaio 2006

Dettagli

ORDINE INGEGNERI BAT - S.P.E.S.A.L. ASL BT

ORDINE INGEGNERI BAT - S.P.E.S.A.L. ASL BT ORDINE INGEGNERI BAT - S.P.E.S.A.L. ASL BT ACCORDO STATO-REGIONE DEL 21/12/2011 FORMAZIONE DEGLI RSPP DATORI DI LAVORO, DEI LAVORATORI, DEI PREPOSTI E DEI DIRIGENTI ACCORDO STATO-REGIONE DEL 22/02/2012

Dettagli

OBBLIGHI DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE DEI VARI SOGGETTI DELLA SICUREZZA SOGGETTI RIFERIMENTO NORMATIVO AGGIORNAMENTI SANZIONI

OBBLIGHI DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE DEI VARI SOGGETTI DELLA SICUREZZA SOGGETTI RIFERIMENTO NORMATIVO AGGIORNAMENTI SANZIONI Testo unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, approvato con il D.Lgs.9 aprile 2008, n. 81, modifico con D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106 OBBLIGHI DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE DEI VARI

Dettagli

Dr. Luigi Ferrara Vice Presidente A.N.CO.R.S Segretario Ente Bilaterale Nazionale del Mediterraneo

Dr. Luigi Ferrara Vice Presidente A.N.CO.R.S Segretario Ente Bilaterale Nazionale del Mediterraneo Formazione per i Datori di Lavoro che svolgono i compiti di RSSP, per i Lavoratori, per i Dirigenti e Preposti e per i Lavoratori che utilizzano particolari attrezzature : che cosa cambia dopo gli accordi

Dettagli

Accordo Conferenza Stato-Regioni 21/12/2011 Formazione dei lavoratori ai sensi dell art. 37, comma 2 del D.Lgs. 81/08

Accordo Conferenza Stato-Regioni 21/12/2011 Formazione dei lavoratori ai sensi dell art. 37, comma 2 del D.Lgs. 81/08 Accordo Conferenza Stato-Regioni 21/12/2011 Formazione dei lavoratori ai sensi dell art. 37, comma 2 del D.Lgs. 81/08 Accordo Conferenza Stato-Regioni 21/12/2011 Sui corsi di formazione per lo svolgimento

Dettagli

FORMAZIONE SULLA SICUREZZA

FORMAZIONE SULLA SICUREZZA > SGS - SERTEC SETTORE FORMAZIONE FORMAZIONE SULLA SICUREZZA FIGURE PROFESSIONALI SOGGETTE A FORMAZIONE OBBLIGATORIA AI SENSI DEL D. LGS. 81/08 E S.M.I. Introduzione Il seguente documento offre un indicazione

Dettagli

Catalogo Sicurezza. Formazione obbligatoria prevista dal D.Lgs.81/08 e s.m.i. e dall Accordo Stato Regioni in vigore dal 26/01/2012.

Catalogo Sicurezza. Formazione obbligatoria prevista dal D.Lgs.81/08 e s.m.i. e dall Accordo Stato Regioni in vigore dal 26/01/2012. Catalogo Sicurezza Formazione obbligatoria prevista dal D.Lgs.81/08 e s.m.i. e dall Accordo Stato Regioni in vig dal 26/01/2012. Irecoop Emilia Romagna, in qualità di ente di formazione di emanazione di

Dettagli

Accordi Stato/Regioni per la formazione

Accordi Stato/Regioni per la formazione Accordi Stato/Regioni per la formazione Accordo formazione RSPP Datore di Lavoro (D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81, Art. 34, commi 2 e 3) Approvato il 21 dicembre 2011 Accordo in Conferenza permanente per i

Dettagli

DOSSIER FORMAZIONE SOMMARIO. Accordi Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e 22 febbraio 2012 02. D.Lgs. 81/08 e s.m.i.: SANZIONI E CULPA IN ELIGENDO 03

DOSSIER FORMAZIONE SOMMARIO. Accordi Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e 22 febbraio 2012 02. D.Lgs. 81/08 e s.m.i.: SANZIONI E CULPA IN ELIGENDO 03 1 DOSSIER FORMAZIONE SOMMARIO ARGOMENTO PAG. Accordi Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e 22 febbraio 2012 02 D.Lgs. 81/08 e s.m.i.: SANZIONI E CULPA IN ELIGENDO 03 QUALIFICAZIONE DOCENTI 04 FORMAZIONE

Dettagli

DOCUMENTO SINTESI SULLA FORMAZIONE ACCORDI CONFERENZA STATO-REGIONI. Como, 29 aprile 2013

DOCUMENTO SINTESI SULLA FORMAZIONE ACCORDI CONFERENZA STATO-REGIONI. Como, 29 aprile 2013 DOCUMENTO SINTESI SULLA FORMAZIONE ACCORDI CONFERENZA STATO-REGIONI Como, 29 aprile 2013 Accordo Conferenza Stato-Regioni 21/12/2011 Formazione dei lavoratori ai sensi dell art. 37, comma 2 del D.Lgs.

Dettagli

Vademecum per il datore di lavoro: figure professionali soggette a formazione obbligatoria per legge ai sensi del D.Lgs.81/08

Vademecum per il datore di lavoro: figure professionali soggette a formazione obbligatoria per legge ai sensi del D.Lgs.81/08 Vademecum per il datore di lavoro: figure professionali soggette a formazione obbligatoria per legge ai sensi del D.Lgs.81/08 Chi è il lavoratore? Il lavoratore è quella persona che, indipendentemente

Dettagli

Catalogo Corsi di Formazione in materia di Sicurezza sul Lavoro

Catalogo Corsi di Formazione in materia di Sicurezza sul Lavoro Catalogo Corsi di Formazione in materia di Sicurezza sul Lavoro (D.Lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni) :: WorkIngSafe :: :: sede operativa: Via Aurelio Saffi n. 18 C - 40131 Bologna M.

Dettagli

FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I LAVORATORI, PREPOSTI E DIRIGENTI (ART. 37 D.LGS. 81/08)

FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I LAVORATORI, PREPOSTI E DIRIGENTI (ART. 37 D.LGS. 81/08) FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I LAVORATORI, PREPOSTI E DIRIGENTI (ART. 37 D.LGS. 81/08) L Accordo Stato Regioni del 21 dicembre 2011 (pubblicato in G.U. 11 gennaio 2012 n. 8) disciplina la durata, i contenuti

Dettagli

FORMAZIONE OBBLIGATORIA IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SCHEDA DI SINTESI

FORMAZIONE OBBLIGATORIA IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SCHEDA DI SINTESI SOGGETTI RIF.NORM. ORE FORMAZIONE BASE Datore di lavoro con ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) rischio basso: 16 ore totali (4 per modulo) rischio medio : 32 ore totali

Dettagli

D.Lgs. 81/08 - Sicurezza sul lavoro - Attività di formazione obbligatorie 24 Febbraio 2015

D.Lgs. 81/08 - Sicurezza sul lavoro - Attività di formazione obbligatorie 24 Febbraio 2015 D.Lgs. 81/08 - Sicurezza sul lavoro - Attività di formazione obbligatorie 24 Febbraio 2015 Si riassumono di seguito gli obblighi formativi per le principali figure professionali tipiche delle imprese edili:

Dettagli

Laboratorio analisi, ricerche chimiche e batteriologiche

Laboratorio analisi, ricerche chimiche e batteriologiche Consulenza e Formazione per ambiente, igiene e sicurezza sul lavoro certificata UNI EN ISO 9001:2008 n 555/01/S Laboratorio analisi, ricerche chimiche e batteriologiche Incarico Responsabile del Servizio

Dettagli

Formazione REGOLAMENTATA dagli Accordi Formazione specifica NON REGOLAMENTATA dagli Accordi Formazione specialistica NON REGOLAMENTATA dagli Accordi

Formazione REGOLAMENTATA dagli Accordi Formazione specifica NON REGOLAMENTATA dagli Accordi Formazione specialistica NON REGOLAMENTATA dagli Accordi Aggiornato al 07/09/2012 Sommario Formazione REGOLAMENTATA dagli Accordi Formazione specifica NON REGOLAMENTATA dagli Accordi Formazione specialistica NON REGOLAMENTATA dagli Accordi Lavoratori Preposti

Dettagli

LA RICHIESTA DI COLLABORAZIONE AGLI ENTI BILATERALI

LA RICHIESTA DI COLLABORAZIONE AGLI ENTI BILATERALI SINTESI FORMAZIONE ACCORDI STATO REGIONI LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI LA FORMAZIONE DEI PREPOSTI LA FORMAZIONE DEI DIRIGENTI LA FORMAZIONE DEI DATORI DI LAVORO - RSPP ACCORDI STATO REGIONI SULLA FORMAZIONE

Dettagli

L Accordo entra in vigore dopo 12 mesi dalla pubblicazione e quindi a partire dal 12/03/2013.

L Accordo entra in vigore dopo 12 mesi dalla pubblicazione e quindi a partire dal 12/03/2013. Conferenza Stato Regioni Province autonome: atto n. 53 del 22 febbraio 202, pubblicato nel Supplemento ordinario n. 47 alla Gazzetta Ufficiale n. 60 del 2/03/202. L Accordo entra in vigore dopo 2 mesi

Dettagli

PIATTAFORME DI LAVORO MOBILI ELEVABILI (8 10 12 ore) MODULO TECNICO (ore) 4h 8h 4h (minimo) 5 anni. 6h 10h 4h (minimo) 5 anni

PIATTAFORME DI LAVORO MOBILI ELEVABILI (8 10 12 ore) MODULO TECNICO (ore) 4h 8h 4h (minimo) 5 anni. 6h 10h 4h (minimo) 5 anni Chiunque alla data di entrata in vigore dell Accordo Stato-Regioni (12/03/2013) utilizzi una delle attrezzature di seguito riportate, dovrà effettuare appositi corsi abilitativi aventi durata e contenuti

Dettagli

ATTREZZATURE MACCHINE

ATTREZZATURE MACCHINE ATTREZZATURE MACCHINE Accordo Stato Regioni del 22 febbraio 2012, pubblicato in G.U. il 12 marzo 2012, concernente l individuazione delle attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifi ca

Dettagli

06/03/2013 Formazione datori di lavoro

06/03/2013 Formazione datori di lavoro 06/03/2013 Formazione datori di lavoro L Accordo RSSP DL (Acc. 21 dicembre 2011, n. 223/CSR G.U. n. 8 dell 11 gennaio 2012) prevede per i datori di lavoro: un corso base di 32 ore (il corso non ricomprende

Dettagli

Valido anche come aggiornamento per RSPP/RLS 8ore. 06 novembre 2014 SAFETY CONTACT SRL Gallarate. Mauro Pepe Elisabetta Maier

Valido anche come aggiornamento per RSPP/RLS 8ore. 06 novembre 2014 SAFETY CONTACT SRL Gallarate. Mauro Pepe Elisabetta Maier Valido anche come aggiornamento per RSPP/RLS 8ore 06 novembre 2014 SAFETY CONTACT SRL Gallarate Mauro Pepe Elisabetta Maier SAFETY CONTACT SRL è CFA - AiFOS Agenzia Europea per la salute e la sicurezza

Dettagli

- Guida Esplicativa - ASSOCIAZIONE NAZIONALE CONSULENTI DEL LAVORO Unione Provinciale di Napoli

- Guida Esplicativa - ASSOCIAZIONE NAZIONALE CONSULENTI DEL LAVORO Unione Provinciale di Napoli Linee applicative Accordo Stato Regioni in materia di formazione dei lavoratori, Dirigenti e Preposti per la sicurezza sul lavoro. Formazione dei Datori di lavoro che assumono il ruolo di RSPP. - Guida

Dettagli

Durata complessiva del corso (h) Durata corso (h) Durata esame (h) Descrizione corso

Durata complessiva del corso (h) Durata corso (h) Durata esame (h) Descrizione corso Descrizione corso Durata corso (h) Durata esame (h) Durata complessiva del corso (h) AULA FAD Corso per lavoratori (formazione base + specialistica) ai sensi del ASR 21/12/2011 formazione generale 4 4

Dettagli

Elenco Corsi Sicurezza obbligatori comuni a tutti i settori integrato con parte dei contenuti

Elenco Corsi Sicurezza obbligatori comuni a tutti i settori integrato con parte dei contenuti Elenco Corsi Sicurezza obbligatori comuni a tutti i settori integrato con parte dei contenuti dell accordo Rep. 221 del 21/12/2011 e 223 del 21/12/2011 Stato/Regione Sono obbligate a possedere tutte le

Dettagli

Ma è davvero così semplice per un imprenditore definire i suoi obblighi di legge?

Ma è davvero così semplice per un imprenditore definire i suoi obblighi di legge? Il 21 dicembre 2011 la Conferenza permanente tra lo Stato e le Regioni ha approvato i nuovi Accordi relativi alla formazione alla sicurezza indicati dall art. 34, comma 2 (datore di lavoro RSPP) e art.

Dettagli

OBBLIGHI IN MATERIA DI SICUREZZA PER DATORI DI LAVORO, PREPOSTI, DIRIGENTI E LAVORATORI

OBBLIGHI IN MATERIA DI SICUREZZA PER DATORI DI LAVORO, PREPOSTI, DIRIGENTI E LAVORATORI OBBLIGHI IN MATERIA DI SICUREZZA PER DATORI DI LAVORO, PREPOSTI, DIRIGENTI E LAVORATORI Gli accordi Stato- Regioni del 21 dicembre sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n. 8 dell 11 gennaio 2012.

Dettagli

Obblighi formativi. Accordo Stato Regioni n. 53 del 22/02/2011 in attuazione art. 73 c. 5 D.Lgs. 81/08

Obblighi formativi. Accordo Stato Regioni n. 53 del 22/02/2011 in attuazione art. 73 c. 5 D.Lgs. 81/08 Obblighi formativi Accordo Stato Regioni n. 53 del 22/02/2011 in attuazione art. 73 c. 5 D.Lgs. 81/08 La Conferenza Stato Regioni del 22 febbraio 2012 ha approvato un nuovo accordo che individua le attrezzature

Dettagli

DOCUMENTO. Documento di omogeneità dei comportamenti in vigilanza FORMAZIONE

DOCUMENTO. Documento di omogeneità dei comportamenti in vigilanza FORMAZIONE Pagina 1di 9 Data Sopralluogo Operatori Persone presenti per l Azienda Ragione sociale, indirizzo, timbro della Ditta: Attività svolta Settore ATECO 2007 Totali addetti - N. operai - N. impiegati di cui

Dettagli

Accordo Stato Regioni sulla formazione richiesta per l abilitazione degli operatori all uso delle attrezzature di cui all art 73 comma 5 D.lgs 81/08.

Accordo Stato Regioni sulla formazione richiesta per l abilitazione degli operatori all uso delle attrezzature di cui all art 73 comma 5 D.lgs 81/08. Accordo Stato Regioni sulla formazione richiesta per l abilitazione degli operatori all uso delle attrezzature di cui all art 73 comma 5 D.lgs 81/08. FASE Formazione Teorica già effettuata e (1) Formazione

Dettagli

FORMAZIONE RSPP (DATORE DI LAVORO)

FORMAZIONE RSPP (DATORE DI LAVORO) LAVORO IN SICUREZZA S.R.L. - Società Unipersonale 30174 MESTRE (VE) - VIA EMILIA, 13/A int. 1 e 2 tel. 041.5442959 - fax 041.5442821 e-mail: lavoroinsicurezza@lavoroinsicurezza.it sito web: www.lavoroinsicurezza.it

Dettagli

LA FORMAZIONE DEGLI OPERATORI DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO. Ing. Mario ALVINO V. Presid. e Coord. naz.le AIAS

LA FORMAZIONE DEGLI OPERATORI DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO. Ing. Mario ALVINO V. Presid. e Coord. naz.le AIAS LA FORMAZIONE DEGLI OPERATORI DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO Ing. Mario ALVINO V. Presid. e Coord. naz.le AIAS 1 La fonte giuridica La regolamentazione attuale (d.lgs. n. 81/08 e s. m. i.) in materia di

Dettagli

I NUOVI ACCORDI STATO-REGIONI SUGLI OBBLIGHI FORMATIVI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

I NUOVI ACCORDI STATO-REGIONI SUGLI OBBLIGHI FORMATIVI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO I NUOVI ACCORDI STATO-REGIONI SUGLI OBBLIGHI FORMATIVI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Sicurezza sul lavoro in edilizia a Bologna e provincia: dati e riflessioni sul 2011 Bologna, 3/5/2012 Dr. Paolo

Dettagli

DA EFFETTUARE ENTRO 90 GG DALL APERTURA DELL ATTIVITA MEDIO RISCHIO 10 ORE BASSO RISCHIO 6 ORE MODULO A 28 NON E RICHIESTO / MODULO B ATECO 1

DA EFFETTUARE ENTRO 90 GG DALL APERTURA DELL ATTIVITA MEDIO RISCHIO 10 ORE BASSO RISCHIO 6 ORE MODULO A 28 NON E RICHIESTO / MODULO B ATECO 1 FIGURA DEL S.P.P. CORSO DI FORMAZIONE R.S.P.P. DATORE DI LAVORO R.S.P.P. NON DATORE DI LAVORO A.S.P.P. ADDETTO ANTINCENDIO ADDETTO PRIMO SOCCORSO ORE FORMATIVE ALTO RISCHIO 48 ORE MEDIO RISCHIO 32 ORE

Dettagli

Prima Formazione e Aggiornamento in materia di Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro Durata Aggiornamento Riferimento normativo Area tematica (ore)

Prima Formazione e Aggiornamento in materia di Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro Durata Aggiornamento Riferimento normativo Area tematica (ore) Rischio Basso Datore di Lavoro Rischio Basso Rischio Medio Datore di Lavoro Rischio Medio Rischio Alto Datore di Lavoro Rischio Alto 32 SI 10 ogni 5 anni 4 14 ogni 5 anni RSPP/ASPP Modulo A 28 NO RSPP/ASPP

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO della CTP della TOSCANA

CATALOGO FORMATIVO della CTP della TOSCANA CORSO FIGURA N. ORE AGGIORNAM. N. ORE AGGIORNAME NTO ANNI NOTE BASE PER LAVORATORI EDILIZIA-RISCHIO ALTO LAVORATORI SETTORE EDILE 16 6 5 RSPP DATORE DI LAVORO DATORE DI LAVORO RSPP SETTORE EDILE 48 14

Dettagli

FORMAZIONE ALLA SICUREZZA PER LE ATTREZZATURE DI LAVORO Accordo Conferenza Stato Regioni del 22/02/2012

FORMAZIONE ALLA SICUREZZA PER LE ATTREZZATURE DI LAVORO Accordo Conferenza Stato Regioni del 22/02/2012 FORMAZIONE ALLA SICUREZZA PER LE ATTREZZATURE DI LAVORO Accordo Conferenza Stato Regioni SEMINARIO FEDERLAZIO DEL 01/02/2013 Tecnico della prevenzione Dott. SORDILLI MAURIZIO Servizio Pre.S.A.L. - A.S.L.

Dettagli

ACCORDO STATO REGIONI PER PERCORSI FORMATIVI CONFORMI

ACCORDO STATO REGIONI PER PERCORSI FORMATIVI CONFORMI FORMAZIONE RSPP DATORE DI LAVORO 32 ore 4 RSPP D.L esenti dalla formazione e nominati prima del 31/12/2006 RSPP D.L che hanno frequentato un corso conforme al D.M 16/01/1997, D.Lgs 626/94 e D.Lgs 81/08

Dettagli

PIATTAFORME DI LAVORO MOBILI ELEVABILI (8 10 ore) MODULO TECNICO MODULO PRATICO. 2012.10-FORMAZIONE-ATTREZZATURE Pagina 1 di 6

PIATTAFORME DI LAVORO MOBILI ELEVABILI (8 10 ore) MODULO TECNICO MODULO PRATICO. 2012.10-FORMAZIONE-ATTREZZATURE Pagina 1 di 6 q Studio Associato Dott. Francesco D Angelo & Ing. Peter D Angelo Sede legale : Via Marconi, 41/a 31020 Carità di Villorba (TV) P.IVA: 04338690268 tel.: 0422/609679 fax: 0422/610085 Sede operativa e centro

Dettagli

Obblighi in materia di Sicurezza e Salute sul Lavoro

Obblighi in materia di Sicurezza e Salute sul Lavoro Normativa di riferimento: - D.Lgs 81/2008 - D.Lgs 106/2009 (integra il D.Lgs 81/2008) - Accordi della Conferenza Permanente Stato Regioni - Riferimenti a Codice Civile e Codice Penale - Sentenze della

Dettagli

Aggiornato al 07/09/2012. è un marchio Necsi

Aggiornato al 07/09/2012. è un marchio Necsi Aggiornato al 07/09/2012 Sommario Formazione REGOLAMENTATA dagli Accordi Formazione specifica NON REGOLAMENTATA dagli Accordi Formazione specialistica NON REGOLAMENTATA dagli Accordi Lavoratori Preposti

Dettagli

Circolare IM.TECH N. 10/2012

Circolare IM.TECH N. 10/2012 Circolare IM.TECH N. 10/2012 18 APRILE 2012 Settore: SALUTE E SICUREZZA Oggetto: ACCORDO STATO REGIONI IN MERITO ALLA FORMAZIONE DEI LAVORATORI CHE IMPIEGANO ATTREZZATURE DI LAVORO PER LE QUALI È RICHIESTA

Dettagli

SEMINARIO FORMATIVO IL PATENTINO ovvero L ABILITAZIONE ALL UTILIZZO DELLE ATTREZZATURE SPECIALI

SEMINARIO FORMATIVO IL PATENTINO ovvero L ABILITAZIONE ALL UTILIZZO DELLE ATTREZZATURE SPECIALI Ing. Marco CONTI SEMINARIO FORMATIVO IL PATENTINO ovvero L ABILITAZIONE ALL UTILIZZO DELLE ATTREZZATURE SPECIALI Presentazione dell Accordo Stato-Regioni 22/02/2012 INTRODUZIONE TITOLO III D.Lgs. 81/08

Dettagli

Lista di controllo Allegato 11 FORMAZIONE INFORMAZIONE ADDESTRAMENTO

Lista di controllo Allegato 11 FORMAZIONE INFORMAZIONE ADDESTRAMENTO CO.RE.CO VENETO Indicazioni per stesura DVR STD Versione 2012 Lista di controllo Allegato 11 FORMAZIONE INFORMAZIONE ADDESTRAMENTO PRENDERE IN CONSIDERAZIONE UNICAMENTE I PUNTI DI ATTENZIONE PERTINENTI

Dettagli

Salute e Sicurezza sul lavoro - 2. Informazione Formazione Addestramento

Salute e Sicurezza sul lavoro - 2. Informazione Formazione Addestramento Laurea in Tecniche di Laboratorio Biomedico - Corso integrato Biologia generale e Chimica biologica Modulo didattico: Organizzazione di laboratorio e Sicurezza Salute e Sicurezza sul lavoro - 2 Informazione

Dettagli

Catalogo Corsi Formativi

Catalogo Corsi Formativi Catalogo Corsi Formativi Salute e sicurezza sul lavoro Tutti i corsi erogati dalla nostra scuola sono realizzati conformemente ai requisiti richiesti dalla normativa vigente in materia di formazione per

Dettagli

Accordo Stato-Regioni del 22 Febbraio 2012

Accordo Stato-Regioni del 22 Febbraio 2012 Accordo Stato-Regioni del 22 Febbraio 2012 individuazione delle attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori, modalità per il riconoscimento di tale abilitazione,

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO VALIDO PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE DI AZIENDE

CATALOGO FORMATIVO VALIDO PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE DI AZIENDE CATALOGO FORMATIVO VALIDO PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE DI AZIENDE LEGISLATIVI I corsi di formazione risultano conformi (per contenuti e durata) a quanto previsto dal D.Lgs 81/2008 (e s.m.i.)

Dettagli

Accordi Stato Regioni

Accordi Stato Regioni Accordi Stato Regioni Formazione dei Datori di Lavoro che svolgono direttamente il ruolo di RSPP Aula Aula 6 10 14 Entro 24 mesi per gli esonerati di cui all articolo 95 del D.Lgs 626/94 Aggiornamento:

Dettagli

RUOLI PRINCIPALI DELLA SICUREZZA OBBLIGHI FORMATIVI E DI ADDESTRAMENTO

RUOLI PRINCIPALI DELLA SICUREZZA OBBLIGHI FORMATIVI E DI ADDESTRAMENTO RUOLI PRINCIPALI DELLA SICUREZZA OBBLIGHI FORMATIVI E DI ADDESTRAMENTO Premessa Consulman, società di consulenza e formazione, ha predisposto questo opuscolo allo scopo di supportare le Imprese nell individuazione

Dettagli

Corsi Disponibili DENOMINAZIONE. 4 ambienti sospetti di inquinamento o confinati 2 Corso di formazione per addetto primo soccorso aziende gruppo A 16

Corsi Disponibili DENOMINAZIONE. 4 ambienti sospetti di inquinamento o confinati 2 Corso di formazione per addetto primo soccorso aziende gruppo A 16 1 Corso di formazione per addestramento addetto per la sicurezza nelle attività in ambienti sospetti di inquinamento o confinati 2 Corso di formazione per addetto primo soccorso aziende gruppo A 3 Corso

Dettagli

Settore AMBIENTE e SICUREZZA sul lavoro

Settore AMBIENTE e SICUREZZA sul lavoro Settore AMBIENTE e SICUREZZA sul lavoro Struttura di formazione professionale certificata UNI EN ISO 9001:200 e accreditata dalla Regione Piemonte per l erogazione di corsi di formazione (Certificato n.

Dettagli

Formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro: D.Lgs. 81/08: Nuovo Accordo Stato Regioni del 12 marzo 2012

Formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro: D.Lgs. 81/08: Nuovo Accordo Stato Regioni del 12 marzo 2012 Formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro: D.Lgs. 81/08: Nuovo Accordo Stato Regioni del 12 marzo 2012 E stato pubblicato sul supplemento ordinario n. 47 alla Gazzetta Ufficiale n. 60 del

Dettagli

Catalogo Corsi ADIFER PUGLIA CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO

Catalogo Corsi ADIFER PUGLIA CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO 1 INDICE Formazione del datore di lavoro RSPP Pagina Durata in ore Costo Datore di lavoro RSPP (rischio B-M-A) 4 16-32-48 180-350-450

Dettagli

SICUREZZA SUL LAVORO LAVORO LIBRETTO FORMATIVO DEL LAVORATORE

SICUREZZA SUL LAVORO LAVORO LIBRETTO FORMATIVO DEL LAVORATORE SICUREZZA SUL LAVORO LAVORO LIBRETTO FORMATIVO DEL LAVORATORE LIBRETTO FORMATIVO DEL LAVORATORE NOME. COGNOME.. INDICE PREMESSA... 3 ANAGRAFICA LAVORATORE... 3 SEZIONE SCHEDE FORMATIVE... 4 APPENDICE 1

Dettagli

SICUREZZA SUL LAVORO LAVORO LIBRETTO FORMATIVO DEL LAVORATORE

SICUREZZA SUL LAVORO LAVORO LIBRETTO FORMATIVO DEL LAVORATORE SICUREZZA SUL LAVORO LAVORO LIBRETTO FORMATIVO DEL LAVORATORE LIBRETTO FORMATIVO DEL LAVORATORE NOME. COGNOME.. INDICE PREMESSA... 3 ANAGRAFICA LAVORATORE... 3 SEZIONE SCHEDE FORMATIVE... 4 APPENDICE 1

Dettagli

SINTESI SUGLI OBBLIGHI FORMATIVI IN AMBITO DI SICUREZZA

SINTESI SUGLI OBBLIGHI FORMATIVI IN AMBITO DI SICUREZZA SINTESI SUGLI OBBLIGHI FORMATIVI IN AMBITO DI SICUREZZA ACCORDI STATOREGIONI SULLA FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA rep. 221 (lavoratori, preposti, dirigenti) e 223 (DdL=Rspp) del 21.12.2011 pubblicati

Dettagli

STUDIO COMUNICAZIONE SICUREZZA AMBIENTE. Via del campanile, 2 06034 Foligno (PG) Tel.: 0742.350.843 - Fax: 0742.350.844 E-Mail: info@sapforma.

STUDIO COMUNICAZIONE SICUREZZA AMBIENTE. Via del campanile, 2 06034 Foligno (PG) Tel.: 0742.350.843 - Fax: 0742.350.844 E-Mail: info@sapforma. STUDIO CORSO PER RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA Rappresentanti dei lavoratori eletti dai lavoratori. 32 ore AGGIORNAMENTO CORSO PER RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA Rappresentanti

Dettagli

Formazione Lavoratori, Preposti e Dirigenti

Formazione Lavoratori, Preposti e Dirigenti EcoGeo S.r.l. Formazione - Sicurezza Formazione Lavoratori, Preposti e Dirigenti Accordo del 21 dicembre 2011 Conferenza permanente per i rapporti tra lo stato le regioni e le provincie autonome di Trento

Dettagli

PUBBLICATI SULLA G.U. N 8 DELL 11 GENNAIO 2012 GLI ACCORDI PER LA FORMAZIONE APPROVATI IL 21 DICEMBRE 2011

PUBBLICATI SULLA G.U. N 8 DELL 11 GENNAIO 2012 GLI ACCORDI PER LA FORMAZIONE APPROVATI IL 21 DICEMBRE 2011 PUBBLICATI SULLA G.U. N 8 DELL 11 GENNAIO 2012 GLI ACCORDI PER LA FORMAZIONE APPROVATI IL 21 DICEMBRE 2011 Pubblicato in Gazzetta Ufficiale nella Serie Generale n. 8 del 11-1-2012 ed entrato in vigore

Dettagli

FORMAZIONE ATTREZZATURE IN RIFERIMENTO ALL ACCORDO STATO REGIONI 22/02/2012

FORMAZIONE ATTREZZATURE IN RIFERIMENTO ALL ACCORDO STATO REGIONI 22/02/2012 FORMAZIONE ATTREZZATURE IN RIFERIMENTO ALL ACCORDO STATO REGIONI 22/02/2012 In attuazione del D.Lgs. 81/08, è stato approvato l Accordo Stato-Regioni,, in merito alla formazione dei lavoratori che impiegano

Dettagli

TECNICHE DI COMUNICAZIONE E METODOLOGIE DI EROGAZIONE DELLA INFORMAZIONE/FORMAZIONE

TECNICHE DI COMUNICAZIONE E METODOLOGIE DI EROGAZIONE DELLA INFORMAZIONE/FORMAZIONE FORMAZIONE TECNICHE DI personale scolastico (RISCHIO MEDIO) COMUNICAZIONE E METODOLOGIE DI EROGAZIONE DELLA INFORMAZIONE/FORMAZIONE Ex Accordo Stato Regioni del 21.12.2011 Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale

Dettagli

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO SALUTE E SICUREZZA LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO SALUTE E SICUREZZA LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO SALUTE E SICUREZZA A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3... 4 LA FORMAZIONE DEI PREPOSTI... 7 LA FORMAZIONE DEI DIRIGENTI... 7 L ABILITAZIONE

Dettagli

LA FORMAZIONE SULLA SICUREZZA 2015 PMINFORMA CONFAPINDUSTRIA PIACENZA 1

LA FORMAZIONE SULLA SICUREZZA 2015 PMINFORMA CONFAPINDUSTRIA PIACENZA 1 LA FORMAZIONE SULLA SICUREZZA 2015 PMINFORMA CONFAPINDUSTRIA PIACENZA 1 INDICE ATTREZZATURE 5 LAVORATORI 7 RSPP 8 RLS 10 PREPOSTI 11 DIRIGENTI 12 PREVENZIONE INCENDI 13 PRIMO SOCCORSO 14 2 AGGIORNAMENTO

Dettagli

COMMENTO ACCORDI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DATORE LAVORO-RSPP

COMMENTO ACCORDI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DATORE LAVORO-RSPP ALLEGATO 1 COMMENTO ACCORDI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DATORE LAVORO-RSPP Premessa. I corsi hanno una durata minima di 16 ore e a determinate condizioni e entro certi limiti (v. punto 4), è consentito

Dettagli

ACCORDI STATO-REGIONI SULLA FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA

ACCORDI STATO-REGIONI SULLA FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA ACCORDI STATOREGIONI SULLA FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA rep. 221 (lavoratori, preposti, dirigenti) e 223 (DdL=Rspp) del 21.12.2011 pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n. 8 dell 11 gennaio 2012 Entrata

Dettagli

EXPOTRAINING 2014 Fiera Milano City, 2 ottobre 2014

EXPOTRAINING 2014 Fiera Milano City, 2 ottobre 2014 EXPOTRAINING 2014 Fiera Milano City, 2 ottobre 2014 L IMPORTANZA DELLA CORRETTA FORMAZIONE ALL USO IN SICUREZZA DEI MEZZI DI SOLLEVAMENTO AEREO Relatore: Avv. Lorenzo Perino Segretario IPAF Italia Il ruolo

Dettagli

LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI

LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI Formazione ed aggiornamento R.L.S. LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI Dr. Corrado Cigaina corrado_cigaina@asl.pavia.it 1 2 Informazione, formazione, addestramento INFORMAZIONE fornire notizie utili e funzionali

Dettagli

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta regionale. 64 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 44 - Giovedì 31 ottobre 2013

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta regionale. 64 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 44 - Giovedì 31 ottobre 2013 64 Bollettino Ufficiale D) ATTI DIRIGENZIALI Giunta regionale D.G. Salute Circolare regionale 25 ottobre 2013 - n. 20 Indicazioni in ordine all applicazione dell accordo tra governo, regioni e province

Dettagli

ESPANSIONE SOCIETÀ COOPERATIVA

ESPANSIONE SOCIETÀ COOPERATIVA Albo Cooperative n. A174264 Servizi alle imprese: Fiscali e Previdenziali, Sicurezza sul Lavoro, Organizzazione d impresa. Ente di Formazione Accreditato presso la Regione Calabria per Decreto Regionale

Dettagli

FORMAZIONE E INFORMAZIONE

FORMAZIONE E INFORMAZIONE Ordine degli Ingegneri della Provincia di Palermo con il patrocinio di AICQ Sicilia Direttiva Macchine e Sicurezza in Cantiere Palermo, 8-11-2013 c/o Ordine Ingegneri Palermo FORMAZIONE E INFORMAZIONE

Dettagli

Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso

Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso Consulenza Amministrativa del Lavoro 80122 Napoli Viale A. Gramsci,15 Tel. 081/2461068 - Fax 081/2404414 Email info@cafassoefigli.it Napoli, lì 12 giugno

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA secondo il D.Lgs n.81/2008 - Sicurezza Lavoro e l accordo Stato-Regione del 22/02/2012

OFFERTA FORMATIVA secondo il D.Lgs n.81/2008 - Sicurezza Lavoro e l accordo Stato-Regione del 22/02/2012 secondo il D.Lgs n.1/200 - Sicurezza Lavoro FORMAZIONE E INFORMAZIONE LAVORATORI Corso di formazione e informazione RISCHIO BASSO Corso di formazione e informazione RISCHIO MEDIO 12 Corso di formazione

Dettagli

ACCORDO STATO-REGIONI FORMAZIONE 21 dicembre 2011 (in vigore dal 26 gennaio 2012)

ACCORDO STATO-REGIONI FORMAZIONE 21 dicembre 2011 (in vigore dal 26 gennaio 2012) ACCORDO STATO-REGIONI FORMAZIONE 21 dicembre 2011 (in vigore dal 26 gennaio 2012) FORMAZIONE LAVORATORI -Sono esclusi i lavoratori stagionali in attesa di un provvedimento ad hoc da parte del Min.Lavoro.

Dettagli

OBBLIGHI FORMATIVI E DI ADDESTRAMENTO IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA (Decreto Legislativo 81/2008) Catalogo generale

OBBLIGHI FORMATIVI E DI ADDESTRAMENTO IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA (Decreto Legislativo 81/2008) Catalogo generale OBBLIGHI FORMATIVI E DI ADDESTRAMENTO IN MATERIA DI SALUTE E CUREZZA (Decreto Legislativo 81/2008) Catalogo generale modulo totale Obbligo di verifica apprendimento? % Frequenza minima Formazione per Datore

Dettagli

Oggetto: accordi per la formazione sulla sicurezza per lavoratori e datori di lavoro.

Oggetto: accordi per la formazione sulla sicurezza per lavoratori e datori di lavoro. Roma, 9 febbraio 2012 Circ. n. 39 / 2012 Prot. n. 113 / AS Arch. n. 2 / D ALLE ASSOCIAZIONI ALBERGATORI ALLE UNIONI REGIONALI AI SINDACATI NAZIONALI AL CONSIGLIO DIRETTIVO AI REVISORI DEI CONTI LORO SEDI

Dettagli

CALENDARIO CORSI GENNAIO - AGOSTO 2016

CALENDARIO CORSI GENNAIO - AGOSTO 2016 CALENDARIO CORSI GENNAIO - AGOSTO 2016 http:// Brescia (Bs) - Coccaglio (Bs) - Villongo (Bg) www.progettoservizi.it info@progettoservizi.it 1/10 SERVIZIO CORSO RSPP DATORE DI LAVORO BASE 1 Responsabile

Dettagli

CATALOGO CORSI FORMATIVI APINDUSTRIA SERVIZI 2015

CATALOGO CORSI FORMATIVI APINDUSTRIA SERVIZI 2015 Titolo del corso Durata del corso Livello del corso Quota di iscrizione per partecipante (al netto IVA) AREA - ABILITA PERSONALI ORGANIZZAZIONE AZIENDALE COMUNICAZIONE AZIENDALE E 24 BASE Euro 360,00 INTERPERSONALE

Dettagli

Comitato di Coordinamento della provincia di Verona SPISAL ULSS 20, 21, 22, DTL, INAIL, INPS, VVFF, ARPAV

Comitato di Coordinamento della provincia di Verona SPISAL ULSS 20, 21, 22, DTL, INAIL, INPS, VVFF, ARPAV Comitato di Coordinamento della provincia di Verona SPISAL ULSS 20, 21, 22, DTL, INAIL, INPS, VVFF, ARPAV Seminario provinciale LE NUOVE VERIFICHE PERIODICHE DELLE ATTREZZATURE D.M 11 APRILE 2011 VENERDÌ

Dettagli

RUOLI per la SSL SOGGETTI A FORMAZIONE SPECIFICA

RUOLI per la SSL SOGGETTI A FORMAZIONE SPECIFICA Dipartimento Prevenzione Medica di Como 22100 Como via Castelnuovo, 1 Tel. 031/370.863 Fax 031/370.425 E-mail progetti.spsal@asl.como.it Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro RUOLI

Dettagli

SERENISSIMA SERVIZI SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO. Catalogo Offerta Formativa

SERENISSIMA SERVIZI SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO. Catalogo Offerta Formativa SERENISSIMA SERVIZI Catalogo Offerta Formativa INDICE CORSI ANTINCENDIO FORMAZIONE PER ADDETTI ALLE EMERGENZE DI ATTIVITÀ A RISCHIO INCENDIO BASSO AGGIORNAMENTO FORMAZIONE PER ADDETTI ALLE EMERGENZE DI

Dettagli

Nella fattispecie, le figure richieste dal D.Lgs 81, che richiedono una nomina e una formazione specifica, sono le seguenti:

Nella fattispecie, le figure richieste dal D.Lgs 81, che richiedono una nomina e una formazione specifica, sono le seguenti: Obblighi formativi e aggiornamenti periodici ai sensi del D.Lgs 81/08 s.m.i. Molto spesso ci sentiamo dire: i corsi sulla sicurezza sono obbligatori? Hanno una scadenza? Dopo quanto tempo devono essere

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO PREMESSO CHE:

VERBALE DI ACCORDO PREMESSO CHE: VERBALE DI ACCORDO tra le parti sociali su ATTIVITA' DEL SISTEMA DEGLI ORGANISMI PARITETICI DEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI, COORDINATI DA CNCPT E FORMEDIL, in tema di COLLABORAZIONE NELLA FORMAZIONE DEI

Dettagli

TABELLA DEGLI ADEMPIMENTI CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO

TABELLA DEGLI ADEMPIMENTI CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO TABELLA DEGLI ADEMPIMENTI CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO Accordo del 20/02/2012 Da Pubblicare in GU In vigore 12 mesi dopo la pubblicazione

Dettagli

La Formazione sulla sicurezza e salute sul lavoro D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

La Formazione sulla sicurezza e salute sul lavoro D.Lgs. 81/08 e s.m.i. La Formazione sulla sicurezza e salute sul lavoro D.Lgs. 81/08 e s.m.i. 1 Aggiornamento RSPP Excursus normativo a 5 anni dall entrata in vigore del testo unico Formazione lavoratori, il cardine del fare

Dettagli

L'INFORMAZIONE LA FORMAZIONE E L'ADDESTRAMENTO NEL CAMPO DELLA SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO

L'INFORMAZIONE LA FORMAZIONE E L'ADDESTRAMENTO NEL CAMPO DELLA SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO L'INFORMAZIONE LA FORMAZIONE E L'ADDESTRAMENTO NEL CAMPO DELLA SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO 14.24.07 Ing. P. Pierannunzi - Medicina del lavoro 1/95 Come noto il fattore umano rappresenta una delle principali

Dettagli

Ispezioni sul lavoro e Sicurezza Mercoledì 22 maggio 2013 dalle 8,30 alle 13,00. Organizzato da:

Ispezioni sul lavoro e Sicurezza Mercoledì 22 maggio 2013 dalle 8,30 alle 13,00. Organizzato da: Ispezioni sul lavoro e Sicurezza Mercoledì 22 maggio 2013 dalle 8,30 alle 13,00 Presso Fondazione Dino Zoli V.le Bologna, 288 Forlì Organizzato da: 22/05/2013 SICUREZZA SUL LAVORO In AGRICOLTURA ULTIME

Dettagli

FORMAZIONE OBBLIGATORIA DEGLI OPERATORI DI MACCHINE L OBBLIGO DI LEGGE DIVENTA OPPORTUNITA

FORMAZIONE OBBLIGATORIA DEGLI OPERATORI DI MACCHINE L OBBLIGO DI LEGGE DIVENTA OPPORTUNITA FORMAZIONE OBBLIGATORIA DEGLI OPERATORI DI MACCHINE L OBBLIGO DI LEGGE DIVENTA OPPORTUNITA Napoli, 2 marzo 2013 1 Nuovo Decreto per la Formazione di Operatori di Macchine Accordo del 22.02.12 su GU 12.03.12

Dettagli

Oggi, 12 marzo 2013, entra in vigore l Accordo Stato Regioni del 22 febbraio 2012. Riferimenti normativi

Oggi, 12 marzo 2013, entra in vigore l Accordo Stato Regioni del 22 febbraio 2012. Riferimenti normativi Data 12 Marzo 2013 Protocollo: 93/13/GG/cm Servizio: Politiche Industria Contrattazione Sviluppo Sostenibile Agricoltura Cooperazione Oggetto: Formazione attrezzature. CIRCOLARE N. 18 - A tutte le strutture

Dettagli

PROCEDURE PER L ACCERTAMENTO DEGLI ADEMPIMENTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE ALLA SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO DI CUI AL DLGS 81/08 E S.M.I.

PROCEDURE PER L ACCERTAMENTO DEGLI ADEMPIMENTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE ALLA SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO DI CUI AL DLGS 81/08 E S.M.I. PROCEDURE PER L ACCERTAMENTO DEGLI ADEMPIMENTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE ALLA SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO DI CUI AL DLGS 81/08 E S.M.I. FEBBRAIO 2016 PREMESSA La sicurezza e la salute nei luoghi

Dettagli

CONVEGNO regionale DIRIGENTI SCOLASTICI LA GESTIONE DELLA SICUREZZA NELLE ISTTITUZIONI SCOLASTICHE: 1 Dicembre 2014

CONVEGNO regionale DIRIGENTI SCOLASTICI LA GESTIONE DELLA SICUREZZA NELLE ISTTITUZIONI SCOLASTICHE: 1 Dicembre 2014 CONVEGNO regionale DIRIGENTI SCOLASTICI LA GESTIONE DELLA SICUREZZA NELLE ISTTITUZIONI SCOLASTICHE: RUOLI E RESPONSABILITÀ 1 Dicembre 2014 IS E. MOLINARI Via Crescenzago, 110 - Milano Formazione ed informazione

Dettagli

Catalogo Offerta Formativa

Catalogo Offerta Formativa Catalogo Offerta Formativa CORSI ANTINCENDIO FORMAZIONE PER ADDETTI ALLE EMERGENZE DI ATTIVITÀ A RISCHIO INCENDIO BASSO AGGIORNAMENTO FORMAZIONE PER ADDETTI ALLE EMERGENZE DI ATTIVITÀ A RISCHIO INCENDIO

Dettagli

La nuova Sicurezza sul Lavoro

La nuova Sicurezza sul Lavoro La nuova Sicurezza sul Lavoro CORSI OBBLIGATORI SOGGETTI DURATA CORSO RINNOVO 1. Responsabile Servizio di Prevenzione e Protezione tutti i titolari di azienda con almeno un lavoratore a qualsiasi titolo

Dettagli

GEST EDIL GESTIONE & SICUREZZA CATALOGO CORSI SICUREZZA SUL LAVORO

GEST EDIL GESTIONE & SICUREZZA CATALOGO CORSI SICUREZZA SUL LAVORO GEST EDIL GESTIONE & SICUREZZA CATALOGO CORSI 2014 SICUREZZA SUL LAVORO AULE CORSI Via Provinciale 61 Alzano Lombardo (BG) 346.2891923 info@gestedil.eu gestedil.infad.net WWW.GESTEDIL.EU WWW.CORSISICUREZZA.BG.IT

Dettagli

Vademecum su modalità e scadenze. del Documento di Valutazione dei Rischi. e degli obblighi formativi. ai sensi del DL.gs 81/08

Vademecum su modalità e scadenze. del Documento di Valutazione dei Rischi. e degli obblighi formativi. ai sensi del DL.gs 81/08 Vademecum su modalità e scadenze del Documento di e degli obblighi formativi ai sensi del DL.gs 81/08 a cura di: Renato Balestrero Dipartimento di Prevenzione U.F. Prevenzione Igiene e Sicurezza nei Luoghi

Dettagli

CORSI OBBLIGATORI PER LEGGE Sicurezza sui luoghi di lavoro (Ai sensi della normativa 81/08, Accordi Stato/Regioni, e

CORSI OBBLIGATORI PER LEGGE Sicurezza sui luoghi di lavoro (Ai sensi della normativa 81/08, Accordi Stato/Regioni, e T PRISMA Sas Agenzia Formativa accreditata Regione Toscana codice accred. LI0051 CATALOGO FORMATIVO 2015-2016 Pag. 1 CORSI OBBLIGATORI PER LEGGE Sicurezza sui luoghi di lavoro (Ai sensi della normativa

Dettagli

Addestramento D.P.I. per la discesa nel vano trasformatore Addetti alla conduzione di carrelli elevatori industriali semoventi con conducente a bordo

Addestramento D.P.I. per la discesa nel vano trasformatore Addetti alla conduzione di carrelli elevatori industriali semoventi con conducente a bordo Addestramento D.P.I. per la discesa nel vano trasformatore Addetti alla conduzione di carrelli elevatori industriali semoventi con conducente a bordo con Azienda Addetti alla manutenzione di estintori

Dettagli