I prestiti sindacati. Sommario

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I prestiti sindacati. Sommario"

Transcript

1 I prestiti sindacati Lucidi a cura di Giovanna Zanotti Sommario Definizione Il processo di sindacazione I diversi ruoli in un prestito sindacato Struttura tecnica di un prestito sindacato Il pricing Confronto tra eurobond e prestiti sindacati

2 I prestiti sindacati internazionali Sono uno strumento di finanziamento a lungo termine caratterizzati da 2 fattori: sono sindacati, cioè effettuati congiuntamente, alle stesse condizioni e con un unico contratto da più banche sono internazionali (contraenti di nazionalità diversa/ per alcuni la valuta dell operazione è estera) Prestiti sindacati per nazionalità del prenditore (mld$) Tutti 501,9 703,3 839,3 1080,6 905,3 1025,8 1464,9 1376,3 Francia 6,6 20,5 23,3 39,3 18,8 33,7 72,6 48,5 Germania 1,1 13,3 8,6 13,6 13,4 47,6 42,4 35,7 Italia 5,2 15,4 5,4 9,8 6,1 15,8 35,2 34,2 Giappone 4,9 4,7 9,5 9 12,9 15,8 21,5 26 United 25 55,4 66,3 97,6 81,1 93, ,6 Kingdom United States 320, ,7 617,2 579,1 625,8 808,2 845,9

3 Funzioni dei prestiti sindacati I prenditori possono ottenere finanziamenti più consistenti e/o a condizioni migliori di quelli offerti dai mercati domestici I finanziatori possono suddividere il debito in tranches di diversa grandezza da riassegnare ad un ampio numero di banche (riduzione rischio di credito) coinvolgere banche di diversi paesi per dividere e ridurre il rischio paese Vantaggi per i prenditori Possibilità di raccogliere maggiori fondi Riduzione della dipendenza da un singolo finanziatore Economie di scala nella raccolta Miglioramento del proprio standing a livello internazionale

4 Vantaggi per i finanziatori Possibilità di seguire i propri clienti in campo internazionale Partecipazione ad operazioni non accessibili in autonomia Possibilità di diversificare i propri impieghi per valuta e mutuatario Minimizzazione del rischio di comportamenti opportunistici (cross-default clause) Accrescimento della visibilità sul mercato Il processo di sindacazione Selezione del lead manager Fase pre-mandato (mutuatario- banche) Syndication Origination Fase del mandato (lead manager-banche) (lead manager-mutuatario)

5 Il processo di sindacazione Fase 1 (pre-mandate stage): aricerca e negoziazione del mandato Fase 2 (mandate stage) aorganizzazione del prestito e del sindacato asottoscrizione a fermo aconcessione del fido (stand-by commitment) afornitura del credito per cassa aamministrazione del prestito Fase 1: pre-mandate stage Più banche sottopongono le proprie proposte al prenditore specificando: Pricing Termini Fees Clausole di sottoscrizione

6 I criteri di scelta della lead manager Prenditore Prezzo Capacità di Standing Capacità Totale offerto sottoscrizione banca tecnica Europeo A Europeo B Latino Americano Asiatico Totale punti %del totale 50% 17,5% 15% 17,5% 100% Fonte: Euromoney Assegnazione del mandato Esistono due criteri di scelta prevalenti: Queue: scelta a rotazione tra un gruppo di banche Select bidding: l offerta migliore tra un gruppo preventivamente selezionato Sole bidding Multi-bank bidding L assegnazione del mandato si perfeziona con la sottoscrizione del LOAN AGREEMENT

7 I top arranger nei prestiti sindacati europei (2002) Ranking Banca Ammonta re mil-us$ Numero Quota di mercato 1 Barclays , ,82% 2 Citigroup Inc , ,03% 3 Deutsche Bank AG , ,10% 4 JP Morgan , ,30% 5 Royal Bk of Scotland\ , ,98% 6 HSBC , ,16% 7 Dresdener Kleinwort , ,03% 8 BNP Paribas , ,98% 9 WestLB , ,13% 10 ABN AMRO Bank , ,10% Fase 2: mandate stage Syndication: costruzione del sindacato Il processo di sindacazione può richiedere dalle due settimane ai tre mesi, in funzione di: caratteristiche del prenditore complessità dell operazione delle condizioni di mercato capacità della banca manager delle dimensioni del finanziamento Origination: definizione caratteristiche tecniche

8 Tipologie di prestiti Direct loan syndicate BK1 BK 2 BK 3 SINDACATO mandato prenditore Participation syndicate BK 1 BK 2 BANCA LEADER prenditore BK 3 Loan agreement I diversi ruoli in un prestito sindacato Lead manager Managers e co-managers Participating banks Underwriting group (Underwriters) Agent bank

9 La struttura dei partecipanti al sindacato Lead manager Managers e Co-managers Participanting banks Lead manager La Lead manager, ovvero la banca cui è stato assegnato il mandato, ha il duplice compito di: costruire il sindacato definire le caratteristiche tecniche dell operazione Se operazione molto complessa: co-lead managers

10 Managers e co-managers Le banche manager e co-managers aiutano la lead manager nella costruzione del sindacato e dell operazione sottoscrivono una gran parte del prestito (erogazione del 50% -70%) garantiscono il buon esito dell operazione solitamente detengono uno standing elevato Participating banks Le participating bank sono invitate a partecipare al sindacato per assumere l impegno della concessione di fido e del finanziamento per cassa rappresentano il gruppo più numeroso la ripartizione degli importi e delle relative commissioni è decisa dalla Lead Manager tra management e participating group (selling down)

11 Underwriting group Tipicamente la Lead Manager si impegna a garantire al prenditore l erogazione del finanziamento Il gruppo dei sottoscrittori collabora con la lead manager nell erogazione di tale garanzia, ricevendo in cambio una commissione Spesso i sottoscrittori coincidono con il management group Agent bank La banca agente è responsabile dell amministrazione del prestito ed in particolare delle seguenti attività: raccolta dei fondi dalle banche partecipanti ed erogazione al mutuatario secondo gli accordi calcolo periodico di interessi e quote di rimborso del capitale, recupero fondi dal mutuatario e distribuzione pro-quota alle banche partecipanti

12 Agent bank (segue) verifica costante dell osservanza delle condizioni contrattuali fissazione periodica del tasso di interesse sommando al tasso variabile di riferimento lo spread pattuito raccolta di rapporti periodici sul cliente, da revisori indipendenti o da altre fonti e redistribuzione alle banche partecipanti accertamento del verificarsi di condizioni di risoluzione anticipata (events of default; unavailability/illegality) Struttura tecnica PS: clausole di sottoscrizione Fully committed: la banca si impegna a erogare l intero prestito, indipendentemente dal coinvolgimento di altre banche Partially committed: la banca si impegna ad erogare una parte del prestito; il finanziamento della differenza dipende dalla reazione del mercato al prestito Best Effort: la banca non assume alcun impegno; il finanziamento dipende totalmente dall interesse e dalla fiducia che saprà suscitare nel mercato

13 Struttura tecnica dei prestiti sindacati Valuta: $, Yen, Euro (multicurrency) Durata: medio-lungo termine (3-10 anni) Utilizzo dei fondi (Drawdown schedule). Le modalità più diffuse sono Term loan Credito revolving Il costo di un prestito sindacato interessi commissioni Valute di denominazione dei prestiti sindacati 100% Prestiti sindacati per valuta di denominazione 80% 60% 40% 20% 0% EUR USD GBP SWF NOK SKR SPP FRF JPY Other

14 Prestiti sindacati per durata (US$ billions) Fino a 1 anno >1-3 anni >3-5 anni >5-10 anni >10 anni Volume 2000 Volume 2001 Prestiti sindacati per settore Syndicated Loan Borrowers by Industry (2001) 17.9% 18.3% 0.6% 1.9% 1.9% 2.3% 2.6% 15.0% 2.7% 2.7% 2.9% 3.0% 3.4% 3.4% 3.6% 4.2% 5.2% 8.6% Telecom & Equipt Financial Institutions Utilities Transportation Food, Drink & Tobacco Retailing & Distribution Printing, Publishing & Media Hotels & Leisure Mining & Metals Chemicals & Petrochemicals Vehicle Manufacturer Forest Products & Packaging Cement & Building Mat Property Oil & Gas Healthcare Governt & Agencies Other

15 Struttura tecnica PS: i term loan I term loan prevedono: un periodo di pre-ammortamento o grace period in cui il mutuatario può prelevare i fondi discrezionalmente ma non rimborsarli; pagherà fees e interessi un periodo di ammortamento o di rimborso: il mutuatario non può più prelevare nuovi fondi ma deve iniziare a ripagare le somme utilizzate secondo il piano di ammortamento definito (constant-share basis vs bullet loan) Utilizzo e rimborso in un term loan t 0 t n t s grace period fase di rimborso

16 Struttura tecnica PS: il credito revolving Il credito revolving: permette al cliente di utilizzare la linea di credito accordata su richiesta fino ad un ammontare massimo stabilito per il periodo. Non esiste un piano di ammortamento predeterminato. Gli interessi sono calcolati sull utilizzo medio nel periodo di riferimento. Sul fido inutilizzato è applicata una commitment fee. Utilizzo e di rimborso di un revolving credit t 0 t s max utilizzo

17 Struttura tecnica PS: il tasso di interesse Generalmente Il tasso di interesse è composto da una base di riferimento variabile cui è aggiunto uno spread contrattuale fisso ( cost-offunds-plus ): Tasso di interesse: Libor + spread Il tasso è calcolato su base roll-over (3-6 mesi), rilevando il Libor medio quotato nei due giorni precedenti l inizio di un nuovo periodo da due banche di riferimento appartenenti al sindacato e prespecificate nel contratto Struttura tecnica PS: il tasso di interesse(segue) Lo spread è fissato in funzione di merito di credito del mutuatario criticità dei mercati complessità dell operazione Talvolta è contenuto a vantaggio di maggiori commissioni al sindacato In periodi di forti oscillazioni dei tassi possono essere fissate soglie minime (floor) o massime (cap) per il tasso base

18 Gli spread sui prestiti sindacati internazionali Prenditori Area OCSE Non area OCSE Media n.d. n.d. Fonte: dati BRI (centesimi di punto percentuale) Struttura tecnica PS: le commissioni upfront Management fee: è versata alla stipula del contratto ed è pari ad una percentuale fissa dell intero prestito. Si divide in: praecipium (al lead manager; % della mgfee) underwriting fee (ai sottoscrittori, proporzionalmente alle quote sottoscritte) participation fee (ai finanziatori; % crescente con l impegno di erogazione di fondi) residual pool (alla lead manager)

19 Esempio di distribuzione della management fee Revolving credit per 300 milioni di $ Management fee:2% valore della linea di credito Praecipium: 3/4% del valore della linea di credito divisa con eventuali manager o co-manager Participation fee: alle banche partecipanti 1,25% per partecipazioni sopra i 50 milioni 1,00% per partecipazioni fino a 50 milioni 0,75% per partecipazioni sotto i 25 milioni Struttura tecnica PS: le commissioni periodiche Commitment fee: è una percentuale fissa applicata al credito concesso ma non utilizzato; viene ripartita tra le banche finanziatrici Agency fee: commissione fissa pagata annualmente dal mutuatario alla banca agente per l amministrazione del prestito

20 Criteri di scelta tra Prestiti sindacati e obbligazionari Pre-condizioni per prestiti obbligazionari Criteri finanziari condizioni del mercato liquidità del mercato finanziario volatilità dei tassi di interesse e di cambio natura del fabbisogno finanziario standardizzazione importo scadenza Criteri non finanziari Confronto tra Prestiti sindacati e Eurobonds PRESTITI SINDACATI Aperti anche a imprese di media dimensione maggiore flessibilità nella durata nella rinegoziazione negli importi EUROBONDS Solo prenditori di elevato standing Lungo termine Soglia minima 50b$ Costo minore se mkt stabili diversificazione provvista e aumento potere contr v/banche

Titolo corso Prestiti Sindacati

Titolo corso Prestiti Sindacati Titolo corso Prestiti Sindacati Milano, 17 Maggio 2014 A cura di Fabrizio Chiacchiera Cosa sono i Prestiti Sindacati - Nel Mercato dei Capitali la Banca ha il ruolo di erogare credito - Credito concesso

Dettagli

Gestione della funzione di Corporate Finance in una Banca Internazionale

Gestione della funzione di Corporate Finance in una Banca Internazionale Gestione della funzione di Corporate Finance in una Banca Internazionale Dott.ssa Simona Casaroli Corporate Banking Coverage Barclays Bank Plc, Italy Testimonianza UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA Dipartimento

Dettagli

Cosa significa Corporate Finance?

Cosa significa Corporate Finance? Gestione della funzione di Corporate Finance in una Banca Internazionale 1 Cosa significa Corporate Finance? Corporate Finance o «Finanza d Impresa», è una specifica area della finanza che tratta delle

Dettagli

Finanza strutturata. Structured Loans: - semplificazione processi - automazione - governo e controllo. Luca Fontana.

Finanza strutturata. Structured Loans: - semplificazione processi - automazione - governo e controllo. Luca Fontana. Finanza strutturata Structured Loans: - semplificazione processi - automazione - governo e controllo Luca Fontana 27 Ottobre 2010 Senior Executive Banking Consultant Italy Contesto di riferimento Operazioni

Dettagli

Il credito: evoluzione e innovazione dei criteri di valutazione A.A. 2008/2009

Il credito: evoluzione e innovazione dei criteri di valutazione A.A. 2008/2009 Il credito: evoluzione e innovazione dei criteri di valutazione di Ornella Ricci oricci@uniroma3.it Agenda Il rischio di credito e le sue componenti Il pricing del credito e la redditività corretta per

Dettagli

Saipem: fissate le condizioni dell aumento di capitale dell ammontare massimo di 3,5 miliardi

Saipem: fissate le condizioni dell aumento di capitale dell ammontare massimo di 3,5 miliardi È vietata la distribuzione, diretta o indiretta, del presente comunicato stampa negli Stati Uniti, in Canada, Australia o Giappone. Il presente comunicato stampa (e le informazioni ivi riportate) non contiene

Dettagli

Indirizzo Internet: http://www.dt.tesoro.it Per informazioni contattare: dt.gruppo.info@tesoro.it Dir.II - Uff. VIII

Indirizzo Internet: http://www.dt.tesoro.it Per informazioni contattare: dt.gruppo.info@tesoro.it Dir.II - Uff. VIII Indirizzo Internet: http://www.dt.tesoro.it Per informazioni contattare: dt.gruppo.info@tesoro.it Dir.II - Uff. VIII Indice Composizione dei titoli di Stato all emisione pag. 1 Composizione dei titoli

Dettagli

Finanziamento Immobiliare Finanziamenti strutturati, leasing, mezzanine e NPL

Finanziamento Immobiliare Finanziamenti strutturati, leasing, mezzanine e NPL Finanziamento Immobiliare Finanziamenti strutturati, leasing, mezzanine e NPL Giacomo Morri Antonio Mazza Capitolo 4 Il contratto di finanziamento Le principali clausole di un contratto di finanziamento

Dettagli

Gestione Finanziaria delle Imprese. Acquisition & Mezzanino

Gestione Finanziaria delle Imprese. Acquisition & Mezzanino GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE L acquisition finance e il debito mezzanino L acquisition finance Sostegno finanziario alle operazione di acquisizione di aziende da parte di investitori finanziari o

Dettagli

I d n ice c e d el e la l ez e ion o e Il project financing: contenuti e condizioni di utilizzo D f e in i zio i n o e Ambito di applicazione

I d n ice c e d el e la l ez e ion o e Il project financing: contenuti e condizioni di utilizzo D f e in i zio i n o e Ambito di applicazione LUISS Guido Carli Cattedra di Tecnica bancaria (Corporate e investment banking) Le operazioni di finanza strutturata: il project finance Domenico Curcio, Ph.D. Roma, 8 maggio 2009 Indice della lezione

Dettagli

24. DEBITI VERSO BANCHE E ALTRI FINANZIATORI

24. DEBITI VERSO BANCHE E ALTRI FINANZIATORI Term Incentive 2014-2016 destinato al Management del Gruppo Pirelli e approvato dal Consiglio di Amministrazione e dall Assemblea di Pirelli & C. rispettivamente in data 27 febbraio e 12 giugno 2014; tale

Dettagli

Tecnica finanziaria fondata sul principio secondo il quale una specifica iniziativa economica viene valutata principalmente per le sue capacità di

Tecnica finanziaria fondata sul principio secondo il quale una specifica iniziativa economica viene valutata principalmente per le sue capacità di GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE IL PROJECT FINANCING La finanza di progetto Tecnica finanziaria fondata sul principio secondo il quale una specifica iniziativa economica viene valutata principalmente

Dettagli

23. Fondi del personale

23. Fondi del personale 23. Fondi del personale La voce comprende: 382 PIRELLI & C. S.p.A. MILANO Fondi pensione: - finanziati 157.368 118.234 - non finanziati 88.752 88.050 TFR (società italiane) 56.783 74.559 Piani di assistenza

Dettagli

Il project finance. Lorenzo Faccincani

Il project finance. Lorenzo Faccincani Il project finance Lorenzo Faccincani 1 Il project finance: definizione Il project finance è un operazione di finanziamento di una particolare unità economica nella quale un finanziatore è soddisfatto

Dettagli

Il mercato dei prestiti sindacati: struttura, sviluppo e implicazioni 1

Il mercato dei prestiti sindacati: struttura, sviluppo e implicazioni 1 Blaise Gadanecz +41 61 28 8417 blaise.gadanecz@bis.org Il mercato dei prestiti sindacati: struttura, sviluppo e implicazioni 1 Il mercato dei prestiti sindacati consente una più efficiente ripartizione

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI IMPARTITI ALLA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.P.A., GRUPPO BNP PARIBAS, DAI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI IMPARTITI ALLA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.P.A., GRUPPO BNP PARIBAS, DAI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI IMPARTITI ALLA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.P.A., GRUPPO BNP PARIBAS, DAI PROPRI CLIENTI AL DETTAGLIO E PROFESSIONALI SOMMARIO

Dettagli

Obiettivi del corso. Approfondire la natura e le caratteristiche tecniche degli strumenti finanziari

Obiettivi del corso. Approfondire la natura e le caratteristiche tecniche degli strumenti finanziari Obiettivi del corso Approfondire la natura e le caratteristiche tecniche degli strumenti finanziari Studiare l articolazione e l organizzazione dei mercati in cui questi strumenti vengono negoziati Principali

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Redatto ai sensi dell articolo 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera 17221 del 12 marzo 2010, e successive modificazioni, relativo ad un finanziamento a medio lungo

Dettagli

NOTA INFORMATIVA OPERAZIONI DI FINANZA DERIVATA (SWAP)

NOTA INFORMATIVA OPERAZIONI DI FINANZA DERIVATA (SWAP) NOTA INFORMATIVA OPERAZIONI DI FINANZA DERIVATA (SWAP) Art. 62 del D.L. 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, sostituito dall art. 3 comma 1 della legge

Dettagli

GP Benchmark GP Quantitative

GP Benchmark GP Quantitative Servizio d'investimento commercializzato da: GP Benchmark GP Quantitative Sede legale e direzione generale 38122 Trento - Via Segantini, 5 +39.0461.313111 www.cassacentrale.it Messaggio pubblicitario.

Dettagli

Regolamento unico di gestione semplificato dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti armonizzati del sistema Aureo

Regolamento unico di gestione semplificato dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti armonizzati del sistema Aureo Regolamento unico di gestione semplificato dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti armonizzati del sistema Aureo Aureo Flex Italia Aureo Flex Euro Aureo Azioni Globale Aureo Obbligazioni Globale

Dettagli

La gestione e la ristrutturazione del debito. Luca Buccoliero Marco Meneguzzo Università Bocconi Milano

La gestione e la ristrutturazione del debito. Luca Buccoliero Marco Meneguzzo Università Bocconi Milano La gestione e la ristrutturazione del debito 1 Evoluzione nella gestione del debito: Dalla semplice amministrazione del rimborso del debito, stabilendo piano ammortamento, quote capitale, interessi passivi,

Dettagli

BOND TARGET DICEMBRE 2016

BOND TARGET DICEMBRE 2016 BOND TARGET DICEMBRE 2016 Fausto Artoni, Stefano Mach, Luca Lionetti Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Settembre 2012 1 BOND TARGET DICEMBRE 2016: CHE COSA E? Bond Target Dicembre 2016

Dettagli

2.2.7 Strumenti finanziari - fair value e gestione dei rischi

2.2.7 Strumenti finanziari - fair value e gestione dei rischi 114 2.2.7 Strumenti finanziari - fair value e gestione dei rischi 2.2.7.1 Gerarchia del fair value 2. Bilancio consolidato Le tabelle di seguito forniscono una ripartizione delle attività e passività per

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Redatto ai sensi dell articolo 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera 17221 del 12 marzo 2010, e successive modificazioni, concernente la sottoscrizione di un accordo

Dettagli

La regolazione tariffaria degli investimenti nei servizi pubblici Esperienze a confronto e prospettive per i servizi idrici. Roma, 14 dicembre 2011

La regolazione tariffaria degli investimenti nei servizi pubblici Esperienze a confronto e prospettive per i servizi idrici. Roma, 14 dicembre 2011 La regolazione tariffaria degli investimenti nei servizi pubblici Esperienze a confronto e prospettive per i servizi idrici Roma, 14 dicembre 2011 La finanziabilità dei Piani nel servizio idrico Ovvero,

Dettagli

Project financing. Prof. Antonio Salvi Università Bocconi e Cà Foscari di Venezia

Project financing. Prof. Antonio Salvi Università Bocconi e Cà Foscari di Venezia Project financing Prof. Antonio Salvi Università Bocconi e Cà Foscari di Venezia Indice degli argomenti 1. Definizione e caratteristiche 2. Ruolo delle banche 3. Sviluppo del progetto: lo Special Purpose

Dettagli

FINANZA & FUTURO BANCA S.P.A.

FINANZA & FUTURO BANCA S.P.A. FINANZA & FUTURO BANCA S.P.A. Sede sociale Piazza del Calendario n. 1 - Milano Iscritta all Albo delle Banche codice 3170 Appartenente al Gruppo Deutsche Bank Iscritto all Albo dei Gruppi Bancari codice

Dettagli

Misurazione e Gestione del Rischio di Liquidità

Misurazione e Gestione del Rischio di Liquidità Misurazione e Gestione del Rischio di Liquidità Introduzione di Emanuele Facile e Alberto Bortolin Financial Innovations Udine, 14 febbraio 2013 Indice Il rischio di liquidità e il processo di gestione

Dettagli

unità didattica n. 7 LE OPZIONI SU TASSI DI INTERESSE: CAPS E FLOORS SDA Bocconi School of Management Danilo

unità didattica n. 7 LE OPZIONI SU TASSI DI INTERESSE: CAPS E FLOORS SDA Bocconi School of Management Danilo Danilo unità didattica n. 7 LE OPZIONI SU TASSI DI INTERESSE: CAPS E FLOORS Definizione Modalità di utilizzo Elementi di valutazione: valore minimo e valore temporale Relazione di parità Copyright SDA

Dettagli

CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI CANTÙ Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa NOTA INFORMATIVA

CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI CANTÙ Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa NOTA INFORMATIVA in qualità di Emittente Sede legale in Cantù, Corso Unità d Italia 11 Iscritta all Albo delle Banche al n. 719 (Cod. ABI 08430), all Albo delle Cooperative al n. A165516, al Registro delle Imprese di Como

Dettagli

GP Private. Servizio d'investimento commercializzato da: Sede legale e direzione generale 38122 Trento - Via Segantini, 5 +39.0461.

GP Private. Servizio d'investimento commercializzato da: Sede legale e direzione generale 38122 Trento - Via Segantini, 5 +39.0461. GP Private Servizio d'investimento commercializzato da: Sede legale e direzione generale 38122 Trento - Via Segantini, 5 +39.0461.313111 www.cassacentrale.it Messaggio pubblicitario. Non costituisce offerta

Dettagli

NOTA DI SINTESI DEL PROGRAMMA

NOTA DI SINTESI DEL PROGRAMMA NOTA DI SINTESI DEL PROGRAMMA La presente Nota di Sintesi deve essere letta come una introduzione al presente Documento d Offerta e ogni decisione di investire nei Titoli deve essere presa considerando

Dettagli

3. La struttura dell intervento I COSTI DI INVESTIMENTO

3. La struttura dell intervento I COSTI DI INVESTIMENTO ANALISI DI FATTIBILITA ECONOMICO - FINANZIARIA PARCO DELLO SPORT DI MONZA 1. Executive Summary L analisi della fattibilità economico finanziaria ha come finalità la verifica della sostenibilità economico-finanziaria

Dettagli

Regolamento unico di gestione semplificato dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti armonizzati del sistema Aureo

Regolamento unico di gestione semplificato dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti armonizzati del sistema Aureo Regolamento unico di gestione semplificato dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti armonizzati del sistema Aureo Aureo Flex Italia Aureo Flex Euro Aureo Azioni Globale Aureo Obbligazioni Globale

Dettagli

Le Emissioni del Tesoro nel 2011

Le Emissioni del Tesoro nel 2011 Ministero dell'economia e delle Finanze Debito Pubblico Le Emissioni del Tesoro nel 2011 Indirizzo Internet: http://www.dt.tesoro.it Per informazioni contattare: dt.gruppo.info@tesoro.it Dir.II - Uff.

Dettagli

In I t n roduz u i z o i ne n e ai MINI BOND

In I t n roduz u i z o i ne n e ai MINI BOND Introduzione ai MINI BOND AGENDA Mini bond: una nuova opportunità per le imprese Mini bond: inquadramento normativo, definizione, caratteristiche e beneficiari Motivazioni all emissione Vantaggi e svantaggi

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Strategia di trasmissione ed esecuzione degli ordini Informazioni sulle strategie di trasmissione e di esecuzione degli ordini 1. Premessa La Direttiva

Dettagli

Perizia contratti derivati NUOVA B.B. Sas

Perizia contratti derivati NUOVA B.B. Sas Perizia contratti derivati NUOVA B.B. Sas Contratto n 1 Banca CRT IRS Plain Vanilla Caratteristiche Strumento Derivato Data Sottoscrizione 04/09/2000 Nominale 516.456,90 Data iniziale 06/09/2000 Scadenza

Dettagli

RELAZIONE DELL INDAGINE CIRCA IL RICORSO AGLI

RELAZIONE DELL INDAGINE CIRCA IL RICORSO AGLI Sezione Regionale di Controllo per l Umbria RELAZIONE DELL INDAGINE CIRCA IL RICORSO AGLI STRUMENTI DI FINANZA DERIVATA CONDOTTA PER UN CAMPIONE DI ENTI LOCALI DELLA REGIONE UMBRIA (allegata alla deliberazione

Dettagli

SECONDO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO INFORMATIVO

SECONDO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO INFORMATIVO SECONDO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO INFORMATIVO RELATIVO ALL OFFERTA PUBBLICA DI VENDITA E SOTTOSCRIZIONE E ALL AMMISSIONE ALLE NEGOZIAZIONI SUL MERCATO TELEMATICO AZIONARIO ORGANIZZATO E GESTITO DA BORSA

Dettagli

CORPORATE FINANCE AND ACQUISITION FINANCE

CORPORATE FINANCE AND ACQUISITION FINANCE CORPORATE FINANCE AND ACQUISITION FINANCE MASTER «Domestic and international banking law» IPSOA 25 maggio 2012 Stefano Cirielli Avvocato Solicitor England and Wales Partner Tonucci & Partners 1 I finanziamenti

Dettagli

Optimiz Recovery. EMTN a capitale non garantito Quotato alla Borsa del Lussemburgo

Optimiz Recovery. EMTN a capitale non garantito Quotato alla Borsa del Lussemburgo Optimiz Recovery EMTN a capitale non garantito Quotato alla Borsa del Lussemburgo 1 UN OBIETTIVO DI PERFORMANCE RIPRESA Optimiz Recovery: una soluzione d investimento con un obiettivo di recupero del 100%*

Dettagli

NOTA INFORMATIVA OPERAZIONI DI FINANZA DERIVATA (SWAP)

NOTA INFORMATIVA OPERAZIONI DI FINANZA DERIVATA (SWAP) NOTA INFORMATIVA OPERAZIONI DI FINANZA DERIVATA (SWAP) Art. 62 del D.L. 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, sostituito dall art. 3 comma 1 della legge

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE ACQUISTO DIVISA STRUTTURA CON BARRIERA KNOCK IN

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE ACQUISTO DIVISA STRUTTURA CON BARRIERA KNOCK IN BANCA CARIGE SpA SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE ACQUISTO DIVISA STRUTTURA CON BARRIERA KNOCK IN TIPOLOGIA DI STRUMENTO: DERIVATI SU CAMBI OBIETTIVO Il prodotto denominato Cambi opzione acquisto divisa

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE ACQUISTO DIVISA STRUTTURA CILINDRICA

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE ACQUISTO DIVISA STRUTTURA CILINDRICA BANCA CARIGE SpA SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE ACQUISTO DIVISA STRUTTURA CILINDRICA TIPOLOGIA DI STRUMENTO: DERIVATI SU CAMBI OBIETTIVO Il prodotto denominato Cambi opzione acquisto divisa struttura

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CON BARRIERA KNOCK-IN

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CON BARRIERA KNOCK-IN BANCA CARIGE SpA SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CON BARRIERA KNOCK-IN TIPOLOGIA DI STRUMENTO: DERIVATI SU DIVISE OBIETTIVO Il prodotto denominato Cambi Opzione Vendita Divisa

Dettagli

BOND TARGET GIUGNO 2016

BOND TARGET GIUGNO 2016 BOND TARGET GIUGNO 2016 Fausto Artoni, Stefano Mach, Luca Lionetti Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Febbraio 2012 1 BOND TARGET GIUGNO 2016: CHE COSA E? Bond Target Giugno 2016 è un

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI );

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); CONVENZIONE TRA Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); e Cassa depositi e prestiti S.p.A., con sede legale in Roma, Via

Dettagli

IL MUTUO. Che cos è. Come funziona

IL MUTUO. Che cos è. Come funziona IL MUTUO Che cos è Il mutuo è un finanziamento a medio-lungo termine, erogato da una banca o da altro intermediario finanziario autorizzato, rimborsabile attraverso pagamenti rateali secondo il piano di

Dettagli

LE AREE D AFFARI DEL CORPORATE & INVESTMENT BANKING

LE AREE D AFFARI DEL CORPORATE & INVESTMENT BANKING LE AREE D AFFARI DEL CORPORATE & INVESTMENT BANKING Giuseppe G. Santorsola Università Parthenope - Napoli 1 SOMMARIO La finanza mobiliare Il corporate finance Il merchant banking La finanza strutturata

Dettagli

I MINIBOND NUOVI STRUMENTI FINANZIARI PER LO SVILUPPO DELLE PMI

I MINIBOND NUOVI STRUMENTI FINANZIARI PER LO SVILUPPO DELLE PMI I MINIBOND NUOVI STRUMENTI FINANZIARI PER LO SVILUPPO DELLE PMI Indice Premessa situazione del mercato creditizio Contesto Normativo Minibond Cosa sono Vantaggi svantaggi Il mercato dei minibond Processo

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI EXECUTION POLICY

REGOLAMENTO GENERALE DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI EXECUTION POLICY REGOLAMENTO GENERALE DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI EXECUTION POLICY Edizione settembre 2014 1 SOMMARIO 1. PREMESSA... 3 2. AMBITO DI APPLICAZIONE DEI SERVIZI DI NEGOZIAZIONE

Dettagli

Cartolarizzazioni di immobili e crediti. Luca Buccoliero Marco Meneguzzo Università Bocconi Milano

Cartolarizzazioni di immobili e crediti. Luca Buccoliero Marco Meneguzzo Università Bocconi Milano Cartolarizzazioni di immobili e crediti Cartolarizzazione Consiste in un operazione di conversione di assets di bilancio in titoli: consente di convertire parte delle proprie attività in titoli con la

Dettagli

Strumenti finanziari in senso lato a disposizione dell impresa: profili generali

Strumenti finanziari in senso lato a disposizione dell impresa: profili generali Fabio Alberto Regoli Strumenti finanziari in senso lato a disposizione dell impresa: profili generali STRUMENTI DI FINANZIAMENTO DELL IMPRESA E INTERNAZIONALIZZAZIONE TORINO, 10 MAGGIO 2012 Impresa e investimento.

Dettagli

E B R EUROPEAN BANKING REPORT

E B R EUROPEAN BANKING REPORT IL PROCESSO DI CONSOLIDAMENTO NELL INDUSTRIA BANCARIA ITALIANA ED EUROPEA: MOVENTI ED EFFETTI GESTIONALI Francesco Masala Head of EBR Research Department Roma - 24 Novembre 2003 1 AGENDA Introduzione Analisi

Dettagli

I «mini bond»: un canale di finanziamento complementare e alternativo al credito bancario 37 SIGEP: l arte del gusto italiano nel mondo

I «mini bond»: un canale di finanziamento complementare e alternativo al credito bancario 37 SIGEP: l arte del gusto italiano nel mondo Il mercato dei capitali per la filiera del gelato I «mini bond»: un canale di finanziamento complementare e alternativo al credito bancario 37 SIGEP: l arte del gusto italiano nel mondo Rimini, 26 gennaio

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI

INFORMAZIONI GENERALI LA BCC DEL CROTONESE - CREDITO COOPERATIVO S.C. - Sede in Isola di Capo Rizzuto, via Tesoro n. 19 - Registro Imprese di Crotone - C.F P.IVA n. 03382760795 - Cod. ABI 08595 - Iscritta all albo delle banche

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 49/ 25 DEL 21.10.2005

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 49/ 25 DEL 21.10.2005 DELIBERAZIONE N. 49/ 25 Oggetto: Art. 1, comma 11, L.R. 8 marzo 1997, n. 8. Approvazione di una emissione obbligazionaria per 500.000.000 nell ambito del programma EMTN di 1.500.000.000 della Regione Autonoma

Dettagli

IL PRESENTE ANNUNCIO VIENE EFFETTUATO ANCHE AI SENSI E PER GLI EFFETTI DI CUI ALL'ART. 114 DEL D. LG. 24 FEBBRAIO 1998, N. 58.

IL PRESENTE ANNUNCIO VIENE EFFETTUATO ANCHE AI SENSI E PER GLI EFFETTI DI CUI ALL'ART. 114 DEL D. LG. 24 FEBBRAIO 1998, N. 58. DA NON CONSEGNARE, PUBBLICARE O DISTRIBUIRE A NESSUN SOGGETTO QUALIFICABILE COME U.S. PERSON (COME DEFINITA NEL REGULATION S AI SENSI DEL SECURITIES ACT (COME DI SEGUITO DEFINITO)) O NEGLI STATI UNITI,

Dettagli

Emanuele Scarnati. Responsabile Direzione Corporate Finance. Piano di Sviluppo delle città e Project Financing. Palermo, 19 aprile 2013

Emanuele Scarnati. Responsabile Direzione Corporate Finance. Piano di Sviluppo delle città e Project Financing. Palermo, 19 aprile 2013 Emanuele Scarnati Responsabile Direzione Corporate Finance Piano di Sviluppo delle città e Project Financing Palermo, 19 aprile 2013 Generalità sul Project Financing Punti di attenzione e opportunità 2

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO BNL REVOLUTION IMPRESE E CREDIAZIENDA FAST / STARTUP

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO BNL REVOLUTION IMPRESE E CREDIAZIENDA FAST / STARTUP FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO BNL REVOLUTION IMPRESE E CREDIAZIENDA FAST / STARTUP INFORMAZIONI SULLA BANCA/INTERMEDIARIO - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale:

Dettagli

DEUTSCHE BANK S.P.A.

DEUTSCHE BANK S.P.A. DEUTSCHE BANK S.P.A. Sede sociale Piazza del Calendario n. 3 - Milano Iscritta all Albo delle Banche codice 3104 Capogruppo del Gruppo Deutsche Bank iscritta all Albo dei Gruppi Bancari codice 3104 Capitale

Dettagli

Iccrea Banca S.p.A. in qualità di Emittente e Responsabile del Collocamento

Iccrea Banca S.p.A. in qualità di Emittente e Responsabile del Collocamento Iccrea Banca S.p.A. in qualità di Emittente e Responsabile del Collocamento Società per Azioni Via Lucrezia Romana, 41/47-00178 Roma P. IVA, Codice Fiscale e n. di Iscrizione al Registro delle Imprese

Dettagli

Offerta al pubblico di MEDIOLANUM SYNERGY 4 YEARS 2011/7. prodotto finanziario-assicurativo di tipo Unit Linked. Scheda Sintetica

Offerta al pubblico di MEDIOLANUM SYNERGY 4 YEARS 2011/7. prodotto finanziario-assicurativo di tipo Unit Linked. Scheda Sintetica Offerta al pubblico di MEDIOLANUM SYNERGY 4 YEARS 2011/7 prodotto finanziario-assicurativo di tipo Unit Linked Scheda Sintetica Prodotto distribuito da Banca Mediolanum SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI GENERALI

Dettagli

Nota informativa derivati Regione Lazio (Legge 6 agosto 2008 n. 133)

Nota informativa derivati Regione Lazio (Legge 6 agosto 2008 n. 133) Nota informativa derivati Regione Lazio (Legge 6 agosto 2008 n. 133) Nota: Le stime per il triennio 2015 2017 sono basate sulle curve al 31 ottobre 2014 2 Indice Premessa... 5 Mutuo Dexia Crediop, scadenza

Dettagli

Quotazione delle SIIQ e degli investimenti immobiliari: le prospettive nell attuale mercato finanziario Dr. Massimiliano Lagreca (Borsa Italiana)

Quotazione delle SIIQ e degli investimenti immobiliari: le prospettive nell attuale mercato finanziario Dr. Massimiliano Lagreca (Borsa Italiana) Quotazione delle SIIQ e degli investimenti immobiliari: le prospettive nell attuale mercato finanziario Dr. Massimiliano Lagreca (Borsa Italiana) SIIQ, SICAF E FONDI IMMOBILIARI Evoluzione degli strumenti

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CILINDRICA

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CILINDRICA BANCA CARIGE SpA SCHEDA PRODOTTO: CAMBI OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CILINDRICA TIPOLOGIA DI STRUMENTO: DERIVATI SU CAMBI OBIETTIVO Il prodotto denominato Cambi Opzione Vendita Divisa Struttura Cilindrica

Dettagli

Floored Floater. Questa configurazione le offre i seguenti vantaggi:

Floored Floater. Questa configurazione le offre i seguenti vantaggi: su tasso Libor CHF a 3 mesi con obbligazione di riferimento «Clariant» Floored Floater su tasso EURIBOR EUR a 3 mesi con obbligazione di riferimento «Clariant» Nel contesto attuale di tassi bassi, i tradizionali

Dettagli

Il credito lombard La soluzione per una maggiore flessibilità finanziaria

Il credito lombard La soluzione per una maggiore flessibilità finanziaria Il credito lombard La soluzione per una maggiore flessibilità finanziaria Private Banking Investment Banking Asset Management Il credito lombard. Un interessante e flessibile possibilità di finanziamento

Dettagli

emittente: Pirelli International Ltd garanti: Pirelli & C. S.p.A. e Pirelli Tyre S.p.A. importo: 150 milioni USD data di regolamento: 5 dicembre 2012.

emittente: Pirelli International Ltd garanti: Pirelli & C. S.p.A. e Pirelli Tyre S.p.A. importo: 150 milioni USD data di regolamento: 5 dicembre 2012. 23. DEBITI VERSO BANCHE E ALTRI FINANZIATORI I debiti verso banche ed altri finanziatori sono così analizzabili Totale Non correnti Correnti Totale Non correnti Correnti Obbligazioni 614.150 614.150-499.662

Dettagli

CORPORATE FINANCE AND ACQUISITION FINANCE. MASTER «Domestic and international banking law» IPSOA 8 giugno 2013. Stefano Cirielli

CORPORATE FINANCE AND ACQUISITION FINANCE. MASTER «Domestic and international banking law» IPSOA 8 giugno 2013. Stefano Cirielli CORPORATE FINANCE AND ACQUISITION FINANCE MASTER «Domestic and international banking law» IPSOA 8 giugno 2013 Stefano Cirielli Avvocato Solicitor England and Wales Partner - Head Banking & Finance Tonucci

Dettagli

BNL GRUPPO BNP PARIBAS

BNL GRUPPO BNP PARIBAS BNL GRUPPO BNP PARIBAS Condizioni valide fino al 31 dicembre 2014 SEGMENTO RETAIL (PMI con fatturato < 5 mln e/o aziende prospect di nuova acquisizione BNL fino a 7,5 mln) Linee di credito di breve termine

Dettagli

MODULO DI ADESIONE. Alla OFFERTA PUBBLICA DI SOTTOSCRIZIONE. Citigroup 17/10/2016 Eurostoxx 50 Call Spread. della durata di 5 anni

MODULO DI ADESIONE. Alla OFFERTA PUBBLICA DI SOTTOSCRIZIONE. Citigroup 17/10/2016 Eurostoxx 50 Call Spread. della durata di 5 anni MODULO DI ADESIONE Alla OFFERTA PUBBLICA DI SOTTOSCRIZIONE avente ad oggetto le obbligazioni denominate Citigroup 17/10/2016 Eurostoxx 50 Call Spread della durata di 5 anni emesse da Citigroup Funding

Dettagli

Schroder International Selection Fund Asian Smaller Companies

Schroder International Selection Fund Asian Smaller Companies Asian Smaller Companies Informazioni importanti Il Prospetto semplificato contiene le informazioni fondamentali sul Comparto che fa parte di (nel seguito la "Società"). Per ulteriori informazioni sull'investimento

Dettagli

Storia e Missione. 1946 Fondazione

Storia e Missione. 1946 Fondazione Storia e Missione 1946 Fondazione Fondata nel 1946 da Banca Commerciale Italiana, Credito Italiano e Banco di Roma, le tre banche pubbliche di interesse nazionale Missione: contribuire alla ricostruzione

Dettagli

7. FINANZIAMENTI E BUSINESS PLAN

7. FINANZIAMENTI E BUSINESS PLAN 7. FINANZIAMENTI E BUSINESS PLAN Prof. Valter Mainetti Amministratore Delegato SORGENTE SGR S.p.A. Parma, 24-25 Marzo 2014 MP-MS 1 1 Indice Strategie di Finanziamento Il Business Plan 2 Strategie di finanziamento

Dettagli

DEUTSCHE BANK S.P.A.

DEUTSCHE BANK S.P.A. DEUTSCHE BANK S.P.A. Sede sociale Piazza del Calendario n. 3 - Milano Iscritta all Albo delle Banche codice 3104 Capogruppo del Gruppo Deutsche Bank iscritta all Albo dei Gruppi Bancari codice 3104 Capitale

Dettagli

Banca Centropadana Zero Coupon 03.09.2012-16.12.2019 Serie 342 ISIN: IT0004846694

Banca Centropadana Zero Coupon 03.09.2012-16.12.2019 Serie 342 ISIN: IT0004846694 10. MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE OBBLIGAZIONI A ZERO COUPON Banca Centropadana Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede sociale in Piazza IV Novembre 11 26862 Guardamiglio (LO) Iscritta all

Dettagli

Emanuele Scarnati. Responsabile Direzione Corporate Finance. PPP: il focus dei finanziatori secondo logiche project finance Firenze, 17 aprile 2014

Emanuele Scarnati. Responsabile Direzione Corporate Finance. PPP: il focus dei finanziatori secondo logiche project finance Firenze, 17 aprile 2014 Emanuele Scarnati Responsabile Direzione Corporate Finance PPP: il focus dei finanziatori secondo logiche project finance Firenze, 17 aprile 2014 Generalità sul Project Financing Punti di attenzione e

Dettagli

La piattaforma MiniBond di BPVi

La piattaforma MiniBond di BPVi La piattaforma MiniBond di BPVi Una nuova opportunità di finanziamento per le PMI Italiane Ottobre 2014 2 MiniBond QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO La riforma introdotta dal decreto legge n. 83/2012, convertito

Dettagli

CASSA DI RISPARMIO DI CESENA S.P.A.

CASSA DI RISPARMIO DI CESENA S.P.A. CASSA DI RISPARMIO DI CESENA S.P.A. Sede sociale in Cesena (FC), Piazza L. Sciascia n. 141 Iscritta all Albo delle Banche al n. 5726 iscritto all Albo dei Gruppi Bancari Capitale sociale Euro 154.578.832,80

Dettagli

Bisogno di investimento del risparmio

Bisogno di investimento del risparmio Bisogno di investimento del risparmio Domanda e Offerta di strumenti di investimento del risparmio Bisogno di investimento Strumenti bancari (contratti bilaterali) depositi tempo; PcT; CD Strumenti di

Dettagli

Le operazioni d indebitamento strutturate con derivati

Le operazioni d indebitamento strutturate con derivati Le operazioni d indebitamento strutturate con derivati Allegato al Bilancio di Previsione per l esercizio finanziario 2013 Adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 67 del 26 27 luglio 2013

Dettagli

Goldman Sachs Funds II SICAV

Goldman Sachs Funds II SICAV Supplemento Prospetto Goldman Sachs Funds II SICAV Società d investimento collettivo a capitale variabile costituita ai sensi del diritto lussemburghese (S.I.C.A.V.) Supplemento V del Prospetto Informativo

Dettagli

Il finanziamento delle aziende BMAS Capitolo 12

Il finanziamento delle aziende BMAS Capitolo 12 Finanza Aziendale Il finanziamento delle aziende BMAS Capitolo 12 Copyright 2003 - The McGraw-Hill Companies, srl 1 Argomenti Caratteri generali del finanziamento delle aziende Azioni ordinarie Altre categorie

Dettagli

Il costo dell indebitamento bancario

Il costo dell indebitamento bancario Il costo dell indebitamento bancario Emanuele Facile Alberto Bortolin Financial Innovations Udine 17 marzo 2014 La survey sulle condizioni bancarie di ottobre 2012 I criteri: Calcolo del rating di bilancio

Dettagli

FOGLIO COMPARATIVO DEI MUTUI OFFERTI DA UNICREDIT SPA (GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE)

FOGLIO COMPARATIVO DEI MUTUI OFFERTI DA UNICREDIT SPA (GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE) FOGLIO COMPARATIVO DEI MUTUI OFFERTI DA UNICREDIT SPA (GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE) Il mutuo è un finanziamento a medio-lungo termine. In genere la sua durata va da un

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); e

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); e CONVENZIONE TRA Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); e Cassa depositi e prestiti S.p.A., con sede legale in Roma, Via

Dettagli

Si veda il comunicato allegato.

Si veda il comunicato allegato. REPUBBLICA ARGENTINA Roma, 19 marzo 2005 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO AI SENSI DELL ART. 102 DEL D.LGS. 24 FEBBRAIO 1998, N. 58 PROMOSSA DALLA REPUBBLICA ARGENTINA E AVENTE AD OGGETTO OBBLIGAZIONI EMESSE

Dettagli

Floored Floater. Questa configurazione le offre i seguenti vantaggi:

Floored Floater. Questa configurazione le offre i seguenti vantaggi: su tasso Libor CHF a 3 mesi con obbligazione di riferimento «Newmont Mining» Floored Floater su tasso EURIBOR EUR a 3 mesi con obbligazione di riferimento «Newmont Mining» Nel contesto attuale di tassi

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4vc Anticipo export (offerto ai soli non consumatori)

FOGLIO INFORMATIVO. 4vc Anticipo export (offerto ai soli non consumatori) Pagina 1/10 FOGLIO INFORMATIVO 4vc Anticipo export (offerto ai soli non consumatori) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra

Dettagli

Traguardi degli ultimi 10 anni. Sezione 1.2

Traguardi degli ultimi 10 anni. Sezione 1.2 Traguardi degli ultimi 10 anni Sezione 1.2 Ricavi bancari raddoppiati e diversificati Ricavi di Gruppo ( mln) Ricavi bancari ( mln) 1.800 1.50 1.10 870 Ricavi bancari CAGR +7% 870 Credito Consumer al consumo

Dettagli

Prospetto con dati aggiornati al 01/07/2015 Pagina 1 di 8

Prospetto con dati aggiornati al 01/07/2015 Pagina 1 di 8 . AGGIORNAMENTO N.48 01/07/2015 Come previsto dalla Banca d Italia nelle Disposizioni di Vigilanza del 30/12/2008, in relazione all oggetto, si elencano nel prospetto seguente le diverse tipologie di mutui

Dettagli

DEUTSCHE BANK S.P.A. Sede sociale Piazza del Calendario n. 3 Milano

DEUTSCHE BANK S.P.A. Sede sociale Piazza del Calendario n. 3 Milano DEUTSCHE BANK S.P.A. Sede sociale Piazza del Calendario n. 3 Milano Iscritta all Albo delle Banche codice 3104 Capogruppo del Gruppo Deutsche Bank iscritta all Albo dei Gruppi Bancari codice 3104 Capitale

Dettagli

Banca Centropadana tasso fisso 3,50% 16.04.2012/16.04.2015 serie 338 ISIN IT0004809296

Banca Centropadana tasso fisso 3,50% 16.04.2012/16.04.2015 serie 338 ISIN IT0004809296 10. MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO Banca Centropadana Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede sociale in Piazza IV Novembre 11 26862 Guardamiglio (LO) Iscritta all

Dettagli

BANCA DI ROMAGNA S.P.A.

BANCA DI ROMAGNA S.P.A. BANCA DI ROMAGNA S.P.A. Sede sociale in Faenza (RA), Corso Garibaldi n. 1 Iscritta all Albo delle Banche al n. 5294 Appartenente al Gruppo CASSA DI RISPARMIO DI CESENA iscritto all Albo dei Gruppi Bancari

Dettagli

Finanziamenti a medio-lungo termine Liberi Professionisti e Piccole-Medie Imprese

Finanziamenti a medio-lungo termine Liberi Professionisti e Piccole-Medie Imprese FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti a medio-lungo termine Liberi Professionisti e Piccole-Medie Imprese INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Barclays Bank PLC Sede Legale: 1, Churchill Place London E14

Dettagli

La cartolarizzazione per finanziare le piccole e medie imprese distrettuali

La cartolarizzazione per finanziare le piccole e medie imprese distrettuali finanza d impresa La cartolarizzazione per finanziare le piccole e medie imprese distrettuali Struttura e protagonisti dell operazione Francesco Ferragina Partner di Kon SpA, dottore commercialista, docente

Dettagli