Relazione Semestrale - 30 giugno Cultura d Impresa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione Semestrale - 30 giugno 2008. Cultura d Impresa"

Transcript

1 Relazione Semestrale - 30 giugno 2008 Cultura d Impresa Relazione Semestrale - 30 giugno 2008 C H I A R E Z Z A

2

3 Relazione Finanziaria Semestrale 2008 LE CARICHE SOCIALI Consiglio di Amministrazione Presidente Francesco Spinelli * Amministratore Delegato Achille Mucci * Amministratori Cepeda Caro Jesus * Paolo Colombo Guidalberto Guidi Francesco Micheli * Massimo Moratti * Collegio Sindacale Presidente Sindaci effettivi Sindaci supplenti Giovanni Sala Alberto Dalla Libera Paolo Gualtieri Cristiano Cerchiai Agostino Crisanti Direzione Generale Direttore Generale Paolo Braghieri Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari Ettore Colombo 1 * membri del Comitato Esecutivo 1 Nominato il 27 marzo

4 Relazione Finanziaria Semestrale 2008 pagina RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA Relazione intermedia sulla gestione 5 Commento ai risultati Economici 15 Bilancio Consolidato Semestrale abbreviato Schemi consolidati 21 Note esplicative 29 Politiche contabili 30 Stato Patrimoniale 46 Conto Economico 62 Informazioni sul rischio di credito 70 Informazioni sulle transazioni con parti correlate 74 Attestazione della Relazione Finanziaria Semestrale ai sensi dell art. 81-ter del Regolamento Consob n del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni 76 Relazione della Società di Revisione 78 3

5 Relazione Finanziaria Semestrale 2008 RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA 4

6 Relazione Finanziaria Semestrale 2008 RELAZIONE INTERMEDIA SULLA GESTIONE CREDITI Le consistenze complessive dei crediti verso banche e verso clientela a livello consolidato ammontano al 30 giugno 2008 a milioni di euro, in crescita del 3.4% rispetto al dato registrato al 31 dicembre I crediti verso clientela, le cui consistenze sono pari a milioni di euro, risultano in aumento (+ 3.4%) in raffronto al dato di fine esercizio 2007; l incremento è dovuto a maggiori flussi di erogazioni (1.405 milioni di euro) rispetto ai volumi in scadenza (1.258 milioni di euro). Le erogazioni nell ambito della Finanza strutturata ammontano a 603 milioni di euro, ed hanno riguardato per 286 milioni di euro l attività di Acquisition & Leveraged Financing, per 121 milioni di euro il Project Financing, per 103 milioni di euro il Real Estate, mentre la restante quota di 93 milioni di euro si riferisce allo Shipping. Nel corso del primo semestre 2008, il comparto Acquisition & Leveraged Finance ha concluso 15 operazioni, delle quali 11 con il ruolo di banca Mandated Lead Arranger. Tra le principali operazioni concluse si segnalano: Leverage Buy Out del Gruppo Sicurglobal (leader italiano nei servizi di vigilanza privata) da parte del fondo inglese Stirling Square Capital Partners LLP per complessivi 140 milioni di euro, ricoprendo il ruolo di Mandated Lead Arranger. Leverage Buy Out del Gruppo Radici Film (produzione e commercializzazione di film utilizzato nella fabbricazione di imballi, nastri adesivi ed altri usi specifici) da parte del Gruppo Taghleef Industries per complessivi 135 milioni di euro, ricoprendo il ruolo di Co-Mandated Lead Arranger con Unicredit e Barclays. Leverage Buy Out di Jeckerson S.p.A. (abbigliamento sportivo di alta gamma) da parte del fondo chiuso gestito da Stirling Square Capital Partners LLP per complessivi 85 milioni di euro, con il ruolo di Mandated Lead Arranger. Leverage Buy Out del Gruppo Redecam (leader europeo nella produzione di filtri industriali per l industria del cemento) da parte del fondo chiuso gestito da Synergo per complessivi 66 milioni di euro, in qualità di Mandated Lead Arranger. Nell attività di Project Financing si segnala l importante operazione costituita dal finanziamento alla società Ecoenergia finalizzato alla realizzazione di un termovalorizzatore della potenza di 10 MW a Modugno (Zona Industriale di Bari), composto da una Linea Senior di 42 milioni di euro della durata complessiva pari a 10 anni, finalizzato alla copertura dei costi di progetto e, da una Linea Iva di 7,5 milioni di euro finalizzata alla copertura dei costi IVA in fase di costruzione. L'impianto sarà alimentato attraverso il conferimento di circa tonnellate/anno di Combustibile da Rifiuti ottenuto attraverso la selezione della parte secca dal rifiuto "tal quale" proveniente dagli ambiti territoriali di Bari 5 e Lecce. 5

7 Relazione Finanziaria Semestrale 2008 Gli sponsor del progetto sono Euroenergy, società appartenente al gruppo Marcegaglia e incaricata della realizzazione e gestione dell'impianto, e CISA Group, società di Massafra affidataria della raccolta e gestione dei rifiuti. Il resto dell attività di lending, le cui erogazioni ammontano a circa 800milioni di euro, si riferiscono principalmente al credito industriale e finanziario, mentre risulta in calo lo sconto di effetti ai sensi della Legge Sabatini Per quanto riguarda i crediti non performing, si segnala come a livello di Bilancio Individuale di Interbanca, l incidenza di tali crediti sul totale dei crediti netti sia pari ora al 2,9% risultando inferiore rispetto a quanto registrato al 31/12/2007 (3,1%). Con riferimento alle singole classi, si evidenzia quanto segue: le sofferenze nette, pari a 99,6 milioni di euro, rappresentano l 1,5% del totale dei crediti netti (96,2 milioni di euro e 1,5% al 31/12/2007); gli incagli netti ammontano a 79,9 milioni di euro, pari all 1,2% dei totale dei crediti netti (82,2 milioni di euro e 1,3% al 31/12/2007); i crediti ristrutturati netti sono pari a 0,6 milioni di euro rispetto a 0,8 milioni di euro al 31/12/2007; gli sconfinati/scaduti oltre 180 giorni risultano pari a 9,3 milioni di euro rispetto a 14,2 milioni di euro del 31/12/2007. Per quanto riguarda i crediti performing verso clientela per cassa e di firma, la svalutazione collettiva del comparto risulta essere rispettivamente dello 0,26% e dello 0,28% contro lo 0,18% e 0,29% registrati al termine dell esercizio L incremento percentuale è dovuto principalmente alla sostituzione, per la clientela comune con la ex Capogruppo, del rating calcolato da quest ultima, con altro rideterminato analiticamente dall unità Risk di Interbanca e risultato più prudenziale. 6

8 Relazione Finanziaria Semestrale 2008 MERCHANT BANKING Il fair value degli investimenti nello specifico settore dell equity investment è pari complessivamente a 213,4 milioni di euro (154,9 Interbanca, 58,5 Bios Interbanca) rispetto ai 254,1 milioni di euro del 31 dicembre 2007 (155,9 e 98,2 rispettivamente), comprensivo anche dei relativi prestiti obbligazionari convertibili. Sul dato di consistenza hanno influito, oltre alle variazioni di fair value, le operazioni avvenute nel corso del semestre e che riguardano: Nuovi investimenti Redecam Group Nel giugno 2008 Interbanca ha partecipato ad una operazione di riorganizzazione societaria del Gruppo Redecam, affiancando la compagine azionaria precedente, che vede l'imprenditore accanto a primari fondi di private equity nazionali, acquisendo il 15% del capitale di Redecam Group per un investimento di circa 3,7 milioni di euro, ed organizzando e sottoscrivendo le facilitazioni di credito destinate alla riorganizzazione finanziaria del gruppo. Redecam Group, leader nel settore dei filtri industriali, occupa una posizione di primissimo piano a livello mondiale nel settore dei filtri e processi industriali per il cemento, distinguendosi per la qualità e l affidabilità delle sue soluzioni. Il gruppo ha recentemente esteso il suo raggio d azione ampliando il portafoglio prodotti, e destinando soluzioni specifiche anche ai settori del vetro, dell energia, dell acciaio. Fondato nel 1980, il gruppo Redecam è stato recentemente protagonista di una straordinaria crescita per linee interne fondata su un espansione dei segmenti di mercato e delle aree geografiche presidiate. Il management sta valutando l'opportunità di entrare anche nel settore dei ventilatori industriali per poter offrire ai clienti un servizio più completo. In questo modo, i prodotti del gruppo troverebbero applicazione in tutti i processi industriali che implicano combustioni, emissioni di gas o polveri, permettendone la filtrazione, la depurazione ed il re-cycling. Nel 2007 il gruppo ha raggiunto un fatturato di circa 72 milioni di euro, in crescita del 30% circa rispetto al 2006, con un Ebitda margin del 15%. Nel corso dell anno sono inoltre stati raccolti ordini per oltre 130 milioni di euro. Tali risultati consentono di prevedere un ulteriore fase di significativo sviluppo del gruppo nei prossimi anni anche alla luce del nuovo piano strategico che prevede l apertura di nuove sedi commerciali e operative in mercati emergenti, con priorità come Brasile e India. L ingresso di Interbanca è funzionale a sostenere la strategia di ulteriore crescita ed espansione della Società. 7

9 Relazione Finanziaria Semestrale 2008 Dismissioni Intersac Holding S.p.A. Il 29 gennaio è stata ceduta la partecipazione nel capitale di Intersac Holding, per un investimento di 2,4 milioni di euro, rilevando un capital gain di 0,6 milioni di euro circa. Principali variazioni di fair value Sorin S.p.A. La valutazione della società al prezzo puntuale di Borsa ha prodotto una variazione negativa nel semestre di circa 39,7 milioni di euro. Non risultano ad oggi ad Interbanca notizie e dati aziendali che possano spiegare in termini fondamentali tali variazioni del titolo in Borsa. Snia S.p.A. La continua discesa del prezzo di Borsa, unitamente alle criticità espresse dagli amministratori e revisori sul bilancio 2007 ed alla debolezza finanziaria della società, hanno indotto Interbanca ad accertare l impairment dell investimento, sia azionario che obbligazionario, con un impatto a conto economico pari a circa 8 milioni di euro. ALTRI INVESTIMENTI IN EQUITY Hopa S.p.A. L investimento in Hopa, già oggetto di svalutazione nel corso dei precedenti esercizi, è stato ulteriormente rettificato fino al valore di 0,10 per azione, mediante registrazione a conto economico per 28,9 milioni di euro circa. Tale notevole decremento del valore tiene conto di numerosi effetti occorsi nell esercizio, che vanno dalla mancata integrazione della società con Palladio Finanziaria - anche in relazione alle problematiche di natura fiscale legate all operazione Bell - all andamento dei mercati finanziari che hanno negativamente influenzato il valore dell attivo societario, in particolare del titolo Telecom, al tempo, maggiore investimento della società, fino all accordo del 23 luglio 2008, data in cui le società Mittel ed Equinox hanno comunicato l acquisto del 38,7% della società. L accordo, siglato con le banche creditrici di Fingruppo - Monte dei Paschi di Siena e Banco Popolare, è soggetto all approvazione dei rispettivi Consigli di Amministrazione, nonché condizionato all esito favorevole di una due diligence avente ad oggetto Hopa ed alla piena efficacia dell accordo di ristrutturazione del debito di Fingruppo e di Hi Spring. 8

10 Relazione Finanziaria Semestrale 2008 INVESTMENT BANKING Merger & Acquisition Interbanca ha assistito, in qualità di financial advisor, Sofipar S.p.A. e la sua controllata Nova Re Holding S.r.l, società appartenenti al gruppo dell'ing. Francesco Marella, attive nel settore dello sviluppo immobiliare, nella cessione ad Aedes S.p.A. del 78% del capitale sociale, di Nova Re S.p.A., società quotata al mercato Expandi di Borsa Italiana, per un corrispettivo di 18,9 milioni di euro, pari a un prezzo unitario di 1,7778 euro per azione. Equity Capital Market Interbanca ha agito in qualità di Joint Global Coordinator, Joint Lead Manager e Joint Listing Partner nella quotazione sul mercato Expandi di Borsa Italiana, di TerniEnergia, società operante nel settore delle energie da fonti rinnovabili, in particolare nel fotovoltaico sia come fornitore di sistema che come produttore di energia elettrica mediante conversione di energia solare tramite società partecipate. TerniEnergia è attiva anche nel settore dell energia eolica, nell ambito del quale sta sviluppando 3 progetti. La quotazione è avvenuta il 25 luglio

11 Relazione Finanziaria Semestrale 2008 DERIVATI Derivati di negoziazione Gli strumenti derivati attivi e passivi di negoziazione in essere al 30/06/2008 sono relativi per la quasi totalità a contratti su tassi di interesse e su titoli di capitale. Dal punto di vista funzionale il portafoglio è formato dalle seguenti tipologie: 1. offsetting: ricomprende le operazioni di trading negoziate con clientela corporate; la Banca offre a queste controparti derivati per fronteggiare rischi di tasso, cambio e prezzo; nel contempo provvede a chiudere la posizione con primarie istituzioni finanziarie in modo da garantirsi un margine free risk. 2. ex copertura: ricomprende le operazioni stipulate prima del 2005 al fine di coprire mismatching di tasso di poste dell attivo e del passivo; tali coperture seppur non ammissibili ai sensi dello IAS 39, sono state giudicate economicamente valide e quindi non sono state smontate. 3. embedded derivatives: in tale comparto confluiscono i derivati scorporati dai titoli strutturati emessi e le loro speculari coperture. Le posizioni che presentano un valore positivo per la Banca sono costantemente monitorate anche sotto il punto della rischiosità della controparte. La tabella seguente evidenzia la ripartizione per tipologia di controparte dell attivo di trading. Offsetting Ex-coperture Embedded Comparto Tipologia Controparte Fair Value Attivo Fair Value Passivo Banche Clienti Banche Clienti - - Banche Clienti - - Altre Operazioni Mercato 41 TOTALE

12 Relazione Finanziaria Semestrale 2008 Derivati di copertura Interbanca pone in essere quasi esclusivamente operazioni di copertura del fair value di attività e passività al fine di garantirsi una protezione dal rischio di tasso. A tal fine utilizza swap e opzioni dalle caratteristiche (scadenze, indicizzazioni) speculari a quelli delle poste coperte, negoziandoli con primarie banche italiane ed internazionali. Sono presenti in portafoglio anche operazioni di currency swap stipulate per coprire i cash flow di obbligazioni emesse in valute diverse dall euro. Tipo cope rtura Ogge tti cop erti Rischio Coperto Numero opera zioni Fair Value Finanziamenti Tasso 163 Fair Value Sconto di Portafoglio Tasso 42 Fair Value Prestiti Emessi Tasso 136 Cash Flow Prestiti Emessi Cambio 3 TOTALE 344 Il rispetto dell efficacia della copertura è garantito da test prospettici trimestrali condotti sottoponendo a stress (+/- 1%) la curva dei tassi d interesse, nonché da test retrospettivi. Il mancato superamento del test comporta il trasferimento del derivato al comparto di trading. 11

13 Relazione Finanziaria Semestrale 2008 PROVVISTA Alla fine del primo semestre 2008, il volume complessivo della raccolta è pari a milioni di euro, in crescita del 4,4% rispetto al dato del 31/12/2007, pari a milioni di euro. I debiti rappresentati da titoli continuano la loro contrazione, in assenza di nuove emissioni, compensati, per converso, dalla crescita della raccolta bancaria a breve termine garantita da Sterrebeeck B.V., società veicolo espressione del consorzio formato da The Royal Bank of Scotland, Santander e Fortis N.V. In data 24 luglio è stato perfezionato il trasferimento del finanziamento subordinato ABN AMRO BANK N.V. di nominali 200 milioni di euro, da ABN AMRO a Banco Santander. PATRIMONIO NETTO Il totale consolidato del capitale, delle riserve e del risultato di periodo è pari al 30/6/2008 a circa 564 milioni di euro, in diminuzione del 9,1% rispetto all analogo dato alla fine del Le riserve da valutazione presentano un saldo negativo pari a 35,4 milioni di euro, di cui: - 55,8 milioni di euro relativi alla valutazione al fair value delle attività finanziarie disponibili per la vendita; 12,1 milioni di euro relativi alle immobilizzazioni materiali; 2,4 milioni di euro relativi a rivalutazioni effettuate in precedenti esercizi; 5,9 milioni di euro relativi ai contratti derivati per la copertura di cashflow. 12

14 Relazione Finanziaria Semestrale 2008 ALTRE INFORMAZIONI Azionisti ed azioni In data 20 maggio 2008, Banca Antonveneta S.p.A. ha ceduto l intera partecipazione detenuta in Interbanca, pari a n azioni, a Sterrebeeck B.V. società veicolo facente parte del gruppo ABN AMRO e indirettamente controllata da RFS Holdings B.V. In data 2 giugno 2008, Santander e GE hanno sottoscritto un contratto che prevede la vendita del capitale di Interbanca a GE, detenuto al momento da Sterrebeeck B.V; tale cessione è subordinata al rilascio delle autorizzazioni da parte della Commissione Europea e di Banca d Italia, nonché al completamento di un aumento di capitale per un ammontare complessivo massimo di 175 milioni di euro. Risorse umane Nel corso del primo semestre 2008, il Personale della Banca è stato interessato da 5 assunzioni e 12 dismissioni. I 344 dipendenti (351 al 31 dicembre 2007, 361 al 30 giugno 2007), presenti alla data del 30 giugno 2008, hanno tutti contratto a tempo indeterminato, di cui 38 part time. Alla data del 30 giugno 2008 hanno aderito all Accordo sull esodo anticipato volontario siglato in data 24 dicembre 2007 complessivamente 20 dipendenti, dei quali 6 hanno già risolto il rapporto di lavoro. Il termine ultimo per l adesione al predetto Accordo è fissato al 30 novembre Informativa al mercato Si precisa che la Banca non ha assunto né direttamente né tramite società veicolo né tramite altre entità non consolidate, rischi relativi a prodotti strutturati di credito, quali ad esempio Collateralized debt obbligations (CDO), titoli garantiti da ipoteca su immobili (Residential o commercial mortgage-backed Securities RMBS/CMBS) o altre esposizioni verso il cosiddetto settore sub- prime (ad esempio ABS Asset Backed Securities). 13

15 Relazione Finanziaria Semestrale 2008 ANDAMENTO DELLE SOCIETA DEL GRUPPO Interbanca S.p.A. Le risultanze individuali della società, controllata interamente da Sterrebeeck B.V, si riflettono sostanzialmente nei dati patrimoniali ed economici consolidati. Al 30 giugno 2008, Interbanca ha generato una perdita netta di periodo pari a 32,5 milioni di euro, in controtendenza rispetto a quanto fatto registrare nel primo semestre 2007, chiuso con un utile di periodo di 19,1 milioni di euro. Interbanca International Holding S.A. La società controllata al 100% da Interbanca - ha registrato un utile netto di periodo di circa 831 mila euro, derivante dagli interessi maturati su depositi bancari. L attivo, alla chiusura del periodo, è costituito da crediti verso banche per impieghi di liquidità a breve termine. Il Consiglio di Amministrazione di Interbanca del 19 giugno 2008 ha deliberato la cessione della controllata ad una società del gruppo ABN AMRO o del gruppo Santander; la controllata è stata pertanto riclassificata tra le Attività non correnti in via di dismissione. Bios Interbanca S.p.A. La società è nata a seguito della scissione non proporzionale di Bios S.p.A. ed è posseduta al 100% da Interbanca (una quota pari a circa il 18,2% è detenuta a titolo di portaggio). La situazione patrimoniale al 30 giugno 2008 mostra: all attivo, la partecipazione in Sorin S.p.A, classificata nel portafoglio disponibile per la vendita con valutazione di fair value al prezzo puntuale di Borsa e svalutatasi nel semestre di 39,7 milioni di euro, al passivo, il debito rappresentato dal finanziamento soci. Il conto economico registra una perdita per 891 mila euro, rappresentato nella quasi totalità dalla cancellazione di imposte anticipate, in assenza dei presupposti per il recupero delle stesse. 14

16 Relazione Finanziaria Semestrale 2008 COMMENTO AI RISULTATI ECONOMICI Voci Var. 08/ 07 Var. % 08/ 07 Margine di interesse (85) -0,2% Commissioni nette (473) -2,6% Dividendi (105) -91,3% Risultato netto dell'attività di negoziazione (77) -5,0% Risultato netto dell'attività di copertura (656) -34,2% Utili da cessione dell'attività di merchant banking (3.303) -84,6% Risultato netto delle att./pass. fin. valutate al fair value (28.890) (4.815) (24.075) 500,0% Margine di intermediazione (28.774) -44,8% Rettifiche di valore nette per deterioramento di crediti, attività finanziarie e garanzie rilasciate (33.347) (5.014) (28.333) 565,1% Risultato della gestione finanziaria (57.107) -96,5% Spese per il personale (15.820) (15.279) (541) 3,5% Altre spese amministrative (10.285) (8.404) (1.881) 22,4% Accantonamenti netti ai fondi per rischi e oneri (1.882) (356) (1.526) 428,7% Rettifiche nette su attività materiali/immateriali (1.694) (1.811) 117-6,5% Altri oneri/proventi di gestione (164) -51,3% Oneri operativi (29.525) (25.530) (3.995) 15,6% Utile (perdita) ante imposte (27.447) (61.102) -181,6% Imposte sul reddito (6.630) (14.580) ,5% Utile (perdita) att. non correnti in via di dismissione al netto imposte (22) (19) (3) 15,8% Utile (perdita) del periodo (34.099) (53.155) -278,9% Utile (perdita) di pertinenza di terzi (162) (80) (82) 102,5% Utile (perdita) del periodo di pertinenza della Capogruppo (33.937) (53.073) -277,3% Il conto economico consolidato al 30 giugno 2008 presenta una perdita di periodo di circa 34 milioni di euro, in netta controtendenza rispetto allo stesso periodo dell esercizio precedente, chiuso con un utile di oltre 19 milioni di euro. Tra i vari fattori negativi che hanno influito sul risultato vi è l ulteriore svalutazione di Hopa per 28,9 milioni di euro, così come l accertato impairment dell investimento in Snia per 8 milioni di euro circa. Rilevante ma in parte non ricorrente la rettifica apportata ai crediti, in quanto dovuta per 5 milioni di euro circa alla valutazione collettiva delle esposizioni performing in seguito all utilizzo del rating analitico assegnato da Interbanca, risultato più prudenziale, in luogo di quello calcolato dall ex capogruppo Banca Antonveneta. Per quanto riguarda le imposte sul reddito, penalizzante è stata per il settore bancario l introduzione nella manovra d estate della parziale indeducibilità degli interessi passivi, il cui impatto è stato di 1,5 milioni di euro circa. Note positive arrivano invece dal trend in rialzo sia del margine di interesse, per crescita delle masse e degli spread applicati, sia delle commissioni, dopo il calo riscontrato nel secondo semestre dell esercizio

17 Relazione Finanziaria Semestrale 2008 MARGINE DI INTERESSE L andamento del margine di interesse da attività creditizia evidenzia un sostanziale equilibrio rispetto allo stesso periodo dell anno precedente, mentre rileva un netto miglioramento rispetto al secondo semestre 2007 (+18,7%) in funzione della crescita delle masse a reddito e degli spread applicati alle stesse. COMMISSIONI NETTE Le commissioni nette ammontano a 18 milioni di euro - in leggera flessione del 2,6% rispetto al corrispondente semestre del precedente esercizio - e si riferiscono principalmente all attività creditizia (16,4 milioni di euro) nelle varie componenti di Finanza Strutturata e Project Finance (11,6 milioni di euro) e Garanzie rilasciate (2,8 milioni di euro) nonché all attività di Investment banking per 1,7 milioni di euro, con riferimento in particolare al M&A. Come per il margine di interesse, anche per le commissioni la crescita è evidente (+18,1%) se si confrontano i dati con il secondo semestre 2007, a conferma del trend rialzista delle varie componenti l attività creditizia RISULTATO NETTO DELL ATTIVITÀ DI NEGOZIAZIONE Il risultato del periodo, pari a 1,5 milioni di euro, è frutto per la quasi totalità dell attività di trading su contratti derivati. RISULTATO NETTO DELL ATTIVITÀ DI COPERTURA In questa voce del conto economico si rilevano le variazioni di fair value dei contratti derivati di copertura e delle corrispondenti attività e passività oggetto della stessa; inoltre confluisce lo sbilancio degli effetti derivanti dal riacquisto e, a volte, della relativa estinzione di titoli di propria emissione interamente coperti nonché della chiusura anticipata dei derivati a loro abbinati. Lo sbilancio delle due componenti (voce 90 e 100d) è positivo per 1,3 milioni di euro. UTILI DELL ATTIVITA DI MERCHANT BANKING In questa voce confluiscono i capital gain netti conseguiti dalla cessione degli investimenti di merchant banking; nel corso del primo semestre 2008, a fronte della cessione di Intersac, gli utili del periodo sono ammontati a 0,6 milioni di euro. 16

18 Relazione Finanziaria Semestrale 2008 RISULTATO NETTO DELLE ATTIVITÀ FINANZIARIE VALUTATE AL FAIR VALUE Il risultato negativo del periodo, pari a circa 28,9 milioni di euro, è frutto unicamente della svalutazione dell investimento in HOPA, il cui fair value è ora pari a 0,10 euro per azione. RETTIFICHE DI VALORE NETTE PER DETERIORAMENTO DI CREDITI, ATTIVITÀ FINANZIARIE E GARANZIE RILASCIATE Rettifiche nette su crediti e garanzie rilasciate Nel comparto dei crediti verso clientela per cassa e di firma, le rettifiche nette presentano un saldo negativo di 25,9 milioni di euro, derivante principalmente da: la revisione analitica, sia a valere sul capitale che sui flussi di cassa, delle singole posizioni deteriorate nel primo semestre per oltre 21 milioni di euro, dei quali 8 relativi al comparto dello sconto di effetti ai sensi della Legge Sabatini 1329; l applicazione per tutti i crediti in bonis del rating analitico assegnato da Interbanca, risultato più prudenziale, in luogo di quello calcolato dall ex capogruppo Banca Antonveneta per la clientela comune, utilizzato ai fini del calcolo delle valutazioni collettive. Rettifiche nette su attività finanziarie Nel corso del semestre le rettifiche nette su attività finanziarie disponibili per la vendita ammontano a 7,5 milioni di euro ed hanno riguardato: l investimento in equity e nel prestito obbligazionario convertibile emesso da Snia, il cui impairment è stato registrato per circa 8 milioni di euro: il prestito obbligazionario convertibile di OMB, il cui valore è stato ripreso a conto economico per 0,5 milioni di euro circa, allineando la percentuale di rettifica (58%) alla proposta di concordato. 17

19 Relazione Finanziaria Semestrale 2008 COSTI OPERATIVI I costi operativi risultano in crescita del 15,7% rispetto al primo semestre dell esercizio 2007, coinvolgendo le varie componenti del comparto, seppur con motivazioni diverse: le altre spese amministrative sono state interessate da maggiori costi per consulenze, dall incremento dell imposta sostitutiva in relazione all aumento delle masse erogate peraltro recuperate alla voce commissioni attive - nonché da incrementi generalizzati nei Servizi Generali; gli accantonamenti al fondo per rischi ed oneri sono riferibili a due controversie legali, peraltro non ricorrenti, relativamente ad operazioni di credito; le spese del Personale, la cui crescita è invece da porre in relazione alla cessazione del distacco e dei relativi corrispettivi di Personale di Interbanca presso l allora Capogruppo Banca Antonveneta; riclassificando tale componente si otterrebbe una diminuzione del 5,9% rispetto al 30 giugno 2007, parallelamente alla variazione della forza lavoro. PERDITA NETTA DEL PERIODO Detratte le imposte, la perdita consolidata netta di periodo si attesta a 33,9 milioni di euro, in decisa controtendenza rispetto all utile di 19,1 milioni di euro conseguito al 30 giugno EVENTI SUCCESSIVI ALLA DATA DI RIFERIMENTO E PROSPETTIVE PER L ANNO IN CORSO. In data 24 luglio 2008 è avvenuto il passaggio delle azioni Sterrebeeck B.V., controllante diretta di Interbanca, a Santander. Per quanto concerne i principali rischi ed incertezze relativi al secondo semestre 2008, non si prevedono eventi in grado di ostacolare la corrente operatività della Banca; tuttavia permangono le preoccupazioni derivanti dal perdurare della crisi finanziaria ed al rallentamento dell economia che potrebbero in teoria accrescere il rischio di insolvenza della clientela. 18

20 Relazione Finanziaria Semestrale 2008 Rapporti verso le imprese del Gruppo non rientranti nell area di consolidamento di Interbanca S.p.A. ATTIVO in migliaia di euro (A) al al al 30/06/08 30/06/08 30/06/ ATT. FIN. DET. PER LA NEGOZIAZIONE CREDITI VERSO BANCHE CREDITI VERSO CLIENTELA DERIVATI DI COPERTURA ALTRE ATTIVITA' TOTALE DELL ATTIVO PASSIVO 10. DEBITI VERSO BANCHE PASS. FIN. DI NEGOZIAZIONE DERIVATI DI COPERTURA ALTRE PASSIVITA' TOTALE DEL PASSIVO CONTO ECONOMICO Totale Bilancio Consolidato Interbanca Totale rapporti reciproci 10. INTERESSI ATTIVI E PROVENTI ASSIMILATI INTERESSI PASSIVI E ONERI ASSIMILATI ( ) (18.799) (18.799) 80. RIS. NETTO DELL'ATT. DI NEGOZIAZIONE (1.271) (1.271) 90. RIS. NETTO DELL'ATT. DI COPERTURA SPESE AMMINISTRATIVE (10.285) ALTRI PROVENTI/ONERI DI GESTIONE TOTALE DEI RICAVI (383) (383) TOTALE DEI COSTI ( ) (18.751) (18.751) Altre (A) Rapporti con ABN AMRO Controllante indiretta 19

21 Relazione Finanziaria Semestrale 2008 BILANCIO CONSOLIDATO SEMESTRALE ABBREVIATO 20

22 Relazione Finanziaria Semestrale 2008 SCHEMI CONSOLIDATI In conformità a quanto disposto dallo IFRS 5, per la controllata Interbanca International Holding si è provveduto al restatement dei soli dati comparativi di conto economico al 30 giugno

23 Relazione Finanziaria Semestrale 2008 STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO (in migliaia di euro) Voci dell'attivo Cassa e disponibilità liquide Attività finanziarie detenute per la negoziazione Attività finanziarie valutate al fair value Attività finanziarie disponibili per la vendita Attività finanziarie detenute sino alla scadenza Crediti verso banche Crediti verso clientela Derivati di copertura Attività materiali Attività immateriali di cui: - avviamento Attività fiscali a) correnti b) anticipate Attività non correnti e gruppi di attività in via di dismissione Altre attività Totale dell'attivo

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati: aspetti generali

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

I crediti e la loro classificazione secondo gli IAS/IFRS

I crediti e la loro classificazione secondo gli IAS/IFRS IAS-IFRS E NON PERFORMING LOANS Verona, 9 giugno 2006 I crediti e la loro classificazione secondo gli IAS/IFRS Andrea Lionzo Università degli Studi di Verona andrea.lionzo@univr.it 1 Indice 1. I fondamenti

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013)

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013) COMUNICATO STAMPA Conferma della solida patrimonializzazione del Gruppo: Common Equity Tier 1 ratio phased in al 31 dicembre 2014: 12,33% 1 (13% al 30/09/2014) Common Equity Tier 1 ratio pro forma stimato

Dettagli

Indice. Cariche Sociali. Bilancio della Banca di Legnano dell'esercizio 2008

Indice. Cariche Sociali. Bilancio della Banca di Legnano dell'esercizio 2008 Indice Cariche Sociali Bilancio della Banca di Legnano dell'esercizio 2008 Consiglio di Amministrazione Presidente Corali Enrico ** Vice Presidenti Castelnuovo Emilio ** Martellini Maria ** Consiglieri

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali BOZZA PER LA CONSULTAZIONE Si prega di inviare eventuali osservazioni preferibilmente entro il

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014 CIRCOLARE N. 14/E Roma, 4 giugno 2014 OGGETTO: Le perdite e svalutazioni su crediti La nuova disciplina ai fini IRES e IRAP introdotta dall articolo 1, commi 158-161, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE

AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE 2006 AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE Capitale sociale E 60.908.120 interamente versato Sede legale in Milano, via Bernina 7 Registro delle Imprese di Milano n. 264551

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

Stefano M. Ceccacci Responsabile Group Tax Affairs Unicredit Group

Stefano M. Ceccacci Responsabile Group Tax Affairs Unicredit Group L'analisi dei profili fiscali, anche reputazionali, nell'ambito dei processi decisionali dell'impresa bancaria: dalla negoziazione e strutturazione alla delibera di comitato o di consiglio di amministrazione

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes)

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD OGGETTO, FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA RILEVAZIONE DI IMPOSTE RILEVAZIONE DEGLI EFFETTI

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina APPROCCIO PER COMPONENTI E SEPARAZIONE TERRENO- FABBRICATI NEI BILANCI REDATTI CON LE NORME CODICISTICHE ALLA LUCE DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI di Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica

Dettagli

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere.

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Cos è un gruppoaziendale L evoluzione del processo di armonizzazione contabile Le principali caratteristiche del bilancio IAS/IFRS a seguito

Dettagli

INDICE. Relazione sulla Gestione RELAZIONE SULLA GESTIONE ORGANI SOCIALI STRUTTURA DEL GRUPPO ANDAMENTO DELLA SOCIETÀ ALTRE INFORMAZIONI

INDICE. Relazione sulla Gestione RELAZIONE SULLA GESTIONE ORGANI SOCIALI STRUTTURA DEL GRUPPO ANDAMENTO DELLA SOCIETÀ ALTRE INFORMAZIONI INDICE RELAZIONE SULLA GESTIONE PAG. ORGANI SOCIALI PAG. STRUTTURA DEL GRUPPO ANDAMENTO DELLA SOCIETÀ ALTRE INFORMAZIONI PROSPETTI CONTABILI AL 31 DICEMBRE 2013 PAG. SITUAZIONE PATRIMONIALE-FINANAZIARIA

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro.

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro. Torino, 10 maggio 2013 COMUNICATO STAMPA RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE DEL GRUPPO SIASS AL 31 MARZO 2013 PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DELLA D SOCIETÀ INTERAMENTE CONTROLLATA HOLDING PIEMONTE

Dettagli

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Giugno 2012 Il presente documento è stato redatto in lingua inglese.

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

IL NUOVO BILANCIO IAS: GLI ADEGUAMENTI PUMA2 (seconda versione)

IL NUOVO BILANCIO IAS: GLI ADEGUAMENTI PUMA2 (seconda versione) GRUPPO INTERBANCARIO PUMA2 IL NUOVO BILANCIO IAS: GLI ADEGUAMENTI PUMA2 (seconda versione) Roma, marzo 2006 BANCA D ITALIA Servizio Informazioni Sistema Creditizio INDICE PREMESSA 3 1. LE INFORMAZIONI

Dettagli

PROSPETTO INFORMATIVO. relativo all offerta ai Soci e al pubblico di azioni ordinarie Banca Sviluppo Economico S.p.A.

PROSPETTO INFORMATIVO. relativo all offerta ai Soci e al pubblico di azioni ordinarie Banca Sviluppo Economico S.p.A. BANCA SVILUPPO ECONOMICO Società per Azioni Sede sociale: 95128 Catania (CT), Viale Venti Settembre n. 56 Iscritta all albo delle Banche al n.3393 Capitale sociale Euro 6.146.855,00 Aderente al Fondo Interbancario

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Titoli di debito. Giugno 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Titoli di debito. Giugno 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Titoli di debito Giugno 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

TERZO PILASTRO DI BASILEA 2 - INFORMATIVA AL PUBBLICO CAPITAL

TERZO PILASTRO DI BASILEA 2 - INFORMATIVA AL PUBBLICO CAPITAL TAGES GROUP TERZO PILASTRO DI BASILEA 2 - INFORMATIVA AL PUBBLICO al 31 dicembre 2013 TAGES CAPITAL Tages Holding S.p.A. Sede legale Corso Venezia 18-20121 Milano Iscrizione al Registro delle Imprese di

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n.

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. Bologna, 25 maggio 2006 Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. 11971/1999 Gli organi amministrativi di Lopam Fin S.p.A.

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli

Comunicazione finanziaria: il ruolo del bilancio tra compliance e informazione

Comunicazione finanziaria: il ruolo del bilancio tra compliance e informazione Comunicazione finanziaria: il ruolo del bilancio tra compliance e informazione Un informativa efficace e chiara è il presupposto per impostare su basi solide e durature il rapporto tra impresa e investitori.

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2014

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2014 COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2014 UTILE NETTO DEL 1 SEM. 2014 A QUASI 1,2 MLD, SE SI ESCLUDE L AUMENTO RETROATTIVO DELLA TASSAZIONE RELATIVA ALLA PARTECIPAZIONE

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Lavori in corso su ordinazione

Lavori in corso su ordinazione OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Lavori in corso su ordinazione Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Relazione finanziaria annuale gruppo tamburi investment partners 2013

Relazione finanziaria annuale gruppo tamburi investment partners 2013 GRUPPO TAMBURI INVESTMENT PARTNERS Relazione finanziaria annuale gruppo tamburi investment partners 2013 Pagina 1 GRUPPO TAMBURI INVESTMENT PARTNERS INDICE Organi sociali 3 Relazione sull andamento della

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 FORTE AUMENTO DELLA REDDITIVITÀ, SUPERIORE AGLI OBIETTIVI DEL PIANO DI IMPRESA 2014-2017. ELEVATA PATRIMONIALIZZAZIONE, LARGAMENTE

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato con delibera n.

Dettagli

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO Art 2484 Cause indipendenti dalla volontà dei soci Cause dipendenti dalla volontà dei soci Dichiarazione amministratori da eseguire senza indugio Delibera assembleare Iscrizione

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Imposte sul reddito Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di

Dettagli

Capitolo 7 Le scritture di assestamento

Capitolo 7 Le scritture di assestamento Edizioni Simone - vol. 39 Compendio di economia aziendale Capitolo 7 Le scritture di assestamento Sommario 1. Il completamento. - 2. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Crediti. Giugno 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Crediti. Giugno 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Crediti Giugno 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2014

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2014 COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2014 INTESA SANPAOLO VINCENTE, TRA LE BANCHE EUROPEE, NON SOLO NELL ESERCIZIO DI ASSET QUALITY REVIEW E STRESS TEST MA ANCHE NELL

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli