SOMMARIO 5 Organigramma

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOMMARIO 5 Organigramma"

Transcript

1 INNBesta_SET_OTT_ :11 Pagina Editoriale SOMMARIO 5 Organigramma 6 Primo Piano 7 Ricerca e Clinica 8 Besta news Approfondimenti Attualità Eventi e Corsi anno IV numero 4 settembre - ottobre 2006 A.P. 70% - Milano Periodico di informazione e comunicazione della Fondazione IRCCS - Istituto Neurologico Carlo Besta Nuova Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta : il saluto del Presidente e del Direttore Generale Abbiamo la Fondazione Roberto Pinardi Direttore Amministrativo La scorsa primavera il Ministero della Salute, su proposta della Regione Lombardia, ha assunto i primi provvedimenti attuativi delle disposizioni contenute nel Dl.vo n.288/2003 di riforma degli IRCCS. In particolare in data 28 Aprile 2006 è stata disposta la trasformazione dell IRCCS Carlo Besta in Fondazione IRCCS approvando contestualmente il relativo Statuto; tale trasformazione è decorsa solo dal 15 Luglio 2006 quando si è insediato il Consiglio di Amministrazione, sulla base delle designazioni effettuate dalla Regione Lombardia e dal Ministero della Salute. Il Consiglio, nella sua prima seduta ha nominato il Presidente Alessandro Moneta - ed il Direttore Generale Giuseppe De Leo - della nuova Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta. Il Ministro della Salute ha successivamente nominato, sentito il Presidente della Regione, il Direttore Scientifico della Fondazione, mentre il Direttore Generale ha confermato il Direttore Sanitario aziendale ed il Direttore Amministrativo già in precedenza in carica. Ecco il nuovo quadro degli assetti istituzionali: Presidente - Alessandro Moneta Il Presidente Alessandro Moneta Il Direttore Generale Giuseppe De Leo EDITORIALE Consiglio di Amministrazione Presidente - Alessandro Moneta Componenti: Michele Brait (Reg. Lombardia); Paolo Danuvola (Min. della Salute); Cosma Gravina (Reg. Lombardia); Luigi Sala (Reg. Lombardia); Pietro Velio (Reg. Lombardia); in attesa della designazione (Com. di Milano) Segretario - Milena Bianchi Direttore Generale - Giuseppe De Leo Direttore Amministrativo - Roberto Pinardi Direttore Sanitario - Marco Triulzi Direttore Scientifico - Ferdinando Cornelio Collegio Sindacale Sempre alla fine del mese di Luglio si è insediato il Collegio Sindacale (Revisori dei Conti), formato da rappresentanti designati dalla Regione (segue a pagina 3) (segue a pagina 3)

2 INNBesta_SET_OTT_ :11 Pagina 2

3 INNBesta_SET_OTT_ :11 Pagina 3 Lettera del Presidente Segue dalla pagina 1 Nuova Fondazione IRCCS... Lettera del Direttore Generale Cari collaboratori, nel rivolgere a tutti Voi il mio più caloroso saluto, non credo di essere retorico nel dire che sono onorato di presiedere questo Istituto d eccellenza. Nei giorni scorsi ho iniziato a visitare il Besta: pur negli spazi angusti e spesso insufficienti, ho potuto, fin dai primi istanti, rendermi conto della grande, grandissima professionalità che anima tutti coloro che qui operano. Ho potuto inoltre apprezzare lo sforzo di aver realizzato non solo delle strutture all avanguardia, ma anche degli ambienti adatti alle esigenze dei pazienti. Il mio primo intendimento è quello di comprendere nel più breve tempo possibile le dinamiche che muovono questa macchina complessa, ma efficiente al servizio della collettività. Comprendere per poter poi garantire a tutte le diverse professionalità operanti nell ambito clinico, scientifico e amministrativo, le condizioni per esprimersi al meglio. Mi impegno fin da subito affinché le sfide che il futuro ci riserverà vengano affrontate in assoluta sinergia tra tutti gli attori fondamentali del nostro nuovo quadro istituzionale, sulle base delle diverse e specifiche competenze: il Consiglio di Amministrazione deputato a definire le linee strategiche dell ente; la Direzione Generale che, in stretta collaborazione con la Direzione Sanitaria e la Direzione Amministrativa, si occupa della gestione dell attività legata al raggiungimento degli obiettivi strategici e la Direzione Scientifica che promuove e coordina l attività di ricerca dell ente. Rispetto al quadro delle competenze delineato, un elemento che ritengo di straordinaria importanza e che intendo promuovere in prima persona, è la comunicazione: indispensabile per far conoscere all esterno i grandi meriti e il servizio reso alla collettività da questo Istituto. Su questo fronte, l obiettivo da perseguire è la creazione di un sistema a rete, capace di sviluppare gli attuali strumenti a disposizione con nuovi servizi e nuove potenzialità. C è poi la grande sfida del Nuovo Besta : in questo campo mi è d aiuto la trentennale esperienza di governo, prima come sindaco e poi come assessore regionale. Poiché comprendiamo tutti la straordinaria importanza del tema con il dottor De Leo, il professor Cornelio, il dottor Triulzi e il dottor Pinardi stiamo lavorando con le istituzioni interessate per pervenire a un risultato concreto il più rapidamente possibile. Lo sviluppo della ricerca, dell attività clinica, la formazione continua del personale e delle nuove leve, nonché la valorizzazione delle professionalità presenti al Besta, saranno i cardini della nostra attività nei prossimi anni. Nel far questo sono assolutamente consapevole della necessità di dialogare costantemente con tutti, creando un circolo virtuoso di collaborazione che, ne sono certo, darà frutti preziosi. Nell augurare a tutti buon lavoro, Vi saluto cordialmente. Il Presidente Alessandro Moneta Cari collaboratori, desidero rivolgere a tutti coloro che lavorano e operano qui al Besta i miei saluti più cordiali, esprimendo al contempo la mia profonda soddisfazione per la nomina a direttore generale di questo prestigioso Istituto. Una soddisfazione che fa il paio con la consapevolezza della grande responsabilità alla quale questo incarico mi chiama. L Istituto Neurologico Carlo Besta è infatti un polo di assoluta eccellenza che ospita professionalità di alto livello scientifico e clinico, che devono essere messe nelle migliori condizioni di lavoro possibili. In tal senso, sono certo che la trasformazione dell ente in Fondazione strumento giuridico agile ed efficiente consentirà all Istituto di esprimere ancor più le sue enormi potenzialità nel campo dell assistenza e della ricerca. L ingrediente fondamentale per garantire l efficienza di questa macchina complessa è la sinergia tra tutti gli operatori, a ogni livello. Con il Presidente del quale ho già avuto modo di apprezzare sia l approccio pragmatico ai problemi che lo spirito innovatore ho già instaurato un ottimo rapporto, che certamente si rivelerà proficuo. La Direzione Generale opererà in stretta collaborazione con il Direttore Scientifico, professor Cornelio; il Direttore Sanitario, dottor Triulzi, e con il Direttore Amministrativo, dottor Pinardi. Desidero, in questa sede, ringraziarli per la disponibilità manifestata subito dopo il mio insediamento e per il clima cordiale e collaborativo che si è instaurato tra noi. La mia personale esperienza, maturata dapprima in ambito clinico, poi come direttore sanitario di azienda ospedaliera e infine come direttore generale di altri istituti, mi ha fatto comprendere l importanza della centralità del paziente e del governo clinico nelle organizzazioni sanitarie. Per tale ragione presterò la massima attenzione ai pareri che emergeranno dal Collegio di Direzione, dai Direttori di Dipartimento e dai Responsabili delle Unità Operative. In ogni caso, considero il coinvolgimento di tutti medici, infermieri, personale amministrativo e operativo la via maestra di una buona organizzazione. La consultazione e il confronto con le Organizzazioni Sindacali saranno un elemento positivo per garantire una efficace governance della struttura. A tal fine desidero fin da subito far sapere che le porte del mio ufficio saranno sempre aperte a chi vorrà, con le proprie idee ed esperienze, contribuire al miglioramento del nostro Istituto. Buon lavoro a tutti. Il Direttore Generale Giuseppe De Leo Segue dalla pagina 1 Abbiamo la... Lombardia, dal Ministero dell Economia, dal Ministero della Salute e dal Comune di Milano. Componenti: - Paolo Colombo - Giamberto Cuzzolin - Carmela Isola - Goffredo Rossi - Graziella Turco Nuovo Comitato Tecnico-Scientifico Nelle prossime settimane si darà corso alla costituzione del nuovo Comitato Tecnico-Scientifico, ultimo adempimento riguardante il completamento degli assetti istituzionali.

4 INNBesta_SET_OTT_ :11 Pagina 4 Case Manager Una competenza professionale nuova per l Italia Matilde Leonardi per il Gruppo di ricerca Headnet cooperative e organizzazioni no profit, nei servizi sociali delle amministrazioni pubbliche e in tutte le iniziative di carattere sociale e sanitario che prevedano una collaborazione tra le varie forze del territorio; le aree che possono beneficiare del lavoro di raccordo del Case Manager comprendono il settore socio-sanitario e scolastico, oltre che i programmi relativi all impiego e allo sviluppo delle attività del tempo libero. La Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute (ICF), assieme ad una approfondita riflessione etica e bioetica sulla condizione umana, rappresentano la base teorica e concettuale sulla quale si deve fondare il lavoro del Case Manager e sarà il filo conduttore ed il linguaggio comune e multidisciplinare del programma formativo. La direzione del Master è affidata al Prof. Adriano Pessina, Direttore del Centro di Bioetica dell Università Cattolica, mentre Matilde Leonardi, coordinatore per il Besta del Gruppo di ricerca HEADNET Salute Pubblica, Disabilità e ICF è responsabile della Direzione Scientifica del Master. Diverse sono le figure professionali dell Istituto Besta coinvolte, che faranno parte del corpo docente insieme a professori universitari, esperti del settore, dirigenti di aziende pubbliche e private, rappresentanti di associazioni di pazienti e di persone con disabilità e responsabili di centri di ricerca. Per informazioni: Dr.ssa Silvia Bressi, Centro di Bioetica, UCSC Tel RICERCA E CLINICA Per l anno accademico 2006/2007 l Istituto Neurologico C. Besta ha attivato in collaborazione con il Centro di Bioetica dell Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano la prima edizione del Master universitario di secondo livello in Case Manager. Bioetica, Scienze Umane e ICF per progettare e unire le reti con e per le persone con disabilità. Il Master, rivolto a laureati provenienti dalle discipline di Scienze dell Educazione e della Formazione, Psicologia, Medicina, Scienze Sociologiche e Scienze del Servizio Sociale, si propone di fornire gli strumenti metodologici ed operativi richiesti per operare in un contesto lavorativo e socio-sanitario che tenga conto della transizione epidemiologica in atto (invecchiamento della popolazione, passaggio dalla prevalenza di malattie acute a quella di malattie croniche invalidanti), del progresso economico e scientifico e dello sviluppo della tecnica e della medicina. Sempre più il settore sanitario come unico centro di risoluzione dei problemi che riguardano la salute, si rivela inadeguato alle esigenze dei singoli individui che necessitano, invece, una cura e una presa in carico multidisciplinare integrata. In questa prospettiva il Case Manager, partendo dalla valutazione dei bisogni della persona con disabilità, è in grado di coordinare e attivare il lavoro in rete, organizzare piani operativi e di lavoro, avviare e migliorare i percorsi socio-assistenziali. Il case management può essere definito come un metodo di lavoro in grado di analizzare le offerte disponibili e allo stesso tempo di superare i confini tra i servizi; in sintesi il Case Manager opera attraverso una modalità di intervento in grado di assicurare un servizio multidisciplinare orientato alla persona e ai suoi bisogni piuttosto che alla organizzazione ed ai bisogni del sistema stesso. Le competenze del Case Manager sono richieste negli ospedali, Asl, La Medicina Inutile? Scegliere di curare malgrado... Giovedì 30 novembre 2006 Università Cattolica del Sacro Cuore Ore Aula 110,Via Nirone, 15 Milano Il Convegno La Medicina Inutile? Scegliere di curare malgrado... organizzato dal Centro di Bioetica dell Università Cattolica del Sacro Cuore, in collaborazione con il Gruppo di Ricerca Headnet della Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta di Milano, l Unità Operativa Chirurgia Vertebrale dell IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano e l Associazione Medicina e Persona. Il convegno si propone di aprire il dibattito su alcuni aspetti della medicina e della ricerca giudicati a prima vista inutili, perché costosi e poco produttivi. In questo contesto si può scegliere di curare? Si cercherà una risposta e verranno affrontate le questioni della patologia cronica e della disabilità nelle varie fasi della vita analizzando i dilemmi etici, economici, politici, sociali e culturali aperti dalle nuove conoscenze e nuove tecnologie. L iscrizione è gratuita. La partecipazione è limitata ai primi 150 iscritti. Per informazioni e iscrizioni: Segreteria Scientifica del Centro di Bioetica Università Cattolica del Sacro Cuore Tel Fax

5 INNBesta_SET_OTT_ :11 Pagina 5 FLASH Un nuovo Dipartimento Funzionale E stato attivato, il 30 maggio u.s., il Dipartimento Funzionale di Neuropsichiatria dell Infanzia e dell Adolescenza già previsto nel Piano di Organizzazione e Funzionamento Aziendale e ne è stata nominata Direttore Lucia Angelini. Lo scopo del Dipartimento, nel rispetto delle rispettive missioni delle due UUOO di Neuropsichiatria Infantile e Neurologia dello Sviluppo, è anzitutto quello di perseguire una migliore complementarietà delle competenze per una maggiore integrazione nell approccio alla patologia dell età evolutiva. Concerto Benefico Aim Connubio tra Musica e Ricerca L Orchestra Verdi si esibirà il 9 novembre in un concerto benefico in occasione del convegno Evidence Based Myasthenia (promosso da uno sforzo congiunto dell AIM - Associazione Italiana Miastenia e Malattie Immunodegenerative - Amici del Besta Onlus - e della Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta ) che si svolgerà il 10 e 11 novembre presso il Palazzo delle Stelline di Milano. La serata musicale si terrà all Auditorium di Milano dove l Orchestra Verdi eseguirà i brani di Robert Schumann Concerto in La minore per pianoforte ed orchestra op. 54 e Petr Il ic Caikovskij Sinfonia n. 6 in Si minore op. 74 Patetica. Il concerto ha lo scopo di raccogliere fondi per la ricerca a favore dell AIM, chi fosse interessato all acquisto dei biglietti può rivolgersi alla Segreteria AIM Onlus (tel fax News da Ricerca e Cura Approfondimenti tratti dalla newsletter dei tre IRCCS Simona Elli Giornalista Direzione Scientifica Neuropsichiatria infantile Identificato il gene responsabile della distrofia neuroassonale infantile Individuato il gene della Distrofia Neuroassonale Infantile, rara e grave malattia ereditaria, caratterizzata dall'esordio, nei primi due anni di vita, di regressione psico-motoria, spasticità, deficit visivo e perdita delle competenze intellettive. La scoperta, pubblicata su Nature Genetics, è il frutto della collaborazione che da anni vede coinvolti ricercatori dell'istituto, tra cui Nardo Nardocci dell'unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile diretta da Lucia Angelini, e Associazioni internazionali di familiari di pazienti affetti da questa malattia. Grazie a loro è stato possibile identificare e caratterizzare un gruppo di pazienti e individuare il gene-malattia, denominato Plag2G6, coinvolto nel metabolismo dei fosfolipidi. Questa scoperta permetterà la diagnosi precoce della malattia, la diagnosi prenatale e l'identificazione di soggetti portatori sani oltre ad aprire prospettive per la comprensione dei meccanismi responsabili della malattia e per possibili trattamenti terapeutici. Neuroscienze cliniche Farmaco contro l'epilessia efficace anche nella prevenzione dell'emicrania Il Topiramato, farmaco utilizzato nella cura dell'epilessia, offre ottimi risultati nella cura preventiva dell'emicrania. Lo ha dimostrato una ricerca multicentrica europea su oltre 600 pazienti, cui ha partecipato, unico in Italia, il Dipartimento di Neuroscienze Cliniche diretto da Gennaro Bussone. I risultati dello studio hanno dimostrato che il Topiramato, nel 50% dei pazienti trattati, agisce riducendo sia la frequenza degli attacchi di cefalea, che la durata e l'intensità. Nella metà dei casi si ottiene una diminuzione della malattia fino al 75%. Uno studio similare è stato condotto contemporaneamente anche su pazienti con emicranie croniche (con frequenza superiore ai 15 giorni al mese) i cui dati finali saranno presentati a settembre in un congresso internazionale a Londra. Ricerca sperimentale Al via uno studio pilota sull' utilità dell'eritropoietina nell' atassia di Friedreich Nelle cellule in vitro l'utilizzo di eritropoietina garantisce un aumento dei livelli intracellulari della fratassina, una proteina ridotta nella atassia di Friedreich, sindrome cardio e neurodegenerativa a esordio tra i 10 e i 12 anni, gravemente invalidante. Sulla base dei risultati emersi dalla ricerca dell'équipe coordinata da Franco Taroni, del Dipartimento di ricerca sperimentale e diagnostica diretto da Stefano Di Donato, a settembre prenderà il via uno studio pilota, in collaborazione con l'unità di Malattie Neuromuscolari e Neuroimmunologia, guidata da Renato Mantegazza, per verificare l'efficacia dell'eritropoietina "in vivo". La base molecolare dell'atassia di Friedreich è l'espansione di triplette di Dna che riducono la produzione di fratassina. Poiché l'eritropoietina agisce in modo da aumentare la produzione di BESTA NEWS questa proteina, la sua somministrazione dovrebbe migliorare e correggere il difetto molecolare come 5 evidenziato in vitro. Contemporaneamente, in collaborazione con centro americano, sono iniziati studi biologici per approfondire le virtù neuroprotettive dell'eritropoietina nella prospettiva di individuare nuovi trattamenti in ambito neurologico.

6 INNBesta_SET_OTT_ :11 Pagina 6 APPROFONDIMENTI Un grazie alla Fabbrica del Talento Prima esperienza di una scuola estiva per i figli degli operatori di Istituto Clara Moreschi Responsabile S.I.T.R.A. Patrizia Meroni Ufficio Comunicazione-URP Nel corso dell estate che si è appena conclusa, per la prima volta in Istituto, è stata garantita ai figli degli operatori del Besta la presenza di una scuola estiva. Questo progetto, nato da un esigenza molto sentita soprattutto nel mese di agosto, è stato reso possibile dall interessamento della Direzione Sanitaria e del S.I.T.R.A. che sono riusciti a far ospitare i bambini dei dipendenti presso la Fabbrica del Talento situata presso l Istituto Martinitt e Stelline. Questo centro, a poca distanza dal Besta, è uno spazio pedagogicamente strutturato in cui bambini e ragazzi possono esprimere le loro capacità creative e imparare ad apprezzare la bellezza attraverso l arte in tutte le sue manifestazioni. L iniziativa, seppur di breve durata, ha avuto un grande successo non solo tra i genitori, ma anche tra i diretti interessati ossia i bambini, che hanno avuto la possibilità di frequentare laboratori espressivi, di giocare, di cantare, di recitare e tante altre cose ancora... Come testimoniano, ad esempio, gli operatori del Blocco Operatorio questa esperienza è stata contraddistinta dalla grande professionalità e competenza degli operatori della Fabbrica del Talento che hanno saputo motivare i piccoli ospiti e creare un immediato rapporto di feeling andando a colpire in breve tempo l immaginario ludico dei bambini. Ci auguriamo che questa fortunata iniziativa si possa nuova- ripetere in occasione delle prossime va- 6mente canze scolastiche e sia solo la prima di una serie di esperienze destinate a migliorare e semplificare la vita di chi, oltre all attività lavorativa, deve gestire una famiglia. Conoscere le istituzioni? Il Besta apre le sue porte Questi bambini di una quinta classe elementare di Caravaggio con le loro insegnanti hanno visitato l'istituto come una delle tappe, l'ospedale, nella conoscenza delle istituzioni (erano precedentemente stati in Tribunale e al Teatro della Scala). Accolti dal Direttore Sanitario Marco Triulzi e poi guidati da vari medici, a staffetta, hanno visitato il reparto dei bambini e parlato dell'esperienza della malattia. Tra gli ambienti che hanno riscosso maggior successo le sale operatorie che hanno suscitato grandi emozioni e la neuroradiologia che ha affascinato i piccoli visitatori per l'impatto tecnologico; senza dimenticare i laboratori di ricerca dove si sono cimentati al microscopio con il riconoscimento delle cellule del cervello. Speriamo che questa visita così riuscita sia solo la prima di una serie di iniziative simili e dia il via ad un'interazione felice tra bambini e operatori dell'istituto. La Cappella di Istituto torna all antico splendore Grazie all opera di restauro e pulizia, donata dalla Ditta Bazzi di Milano, la Cappella del Besta è tornata a mostrare il suo volto originale che per anni era stato nascosto dalla patina del tempo. In particolare, il decoratore Giuseppe Riva ha riportato all antico splendore i dipinti che affiancano l altare e il mosaico centrale donando nuova luce all ambiente. Proprio per ritrarre alcuni dei particolari più suggestivi, sono state realizzate - su iniziativa dell assistente religiosa di Istituto Suor Adriana Nardin - delle immaginette (disponibili in Cappella) finanziate con le offerte dei frequentatori della Cappella che rappresenta un prezioso luogo d incontro e di raccoglimento non solo per i pazienti e i loro familiari, ma anche per tutto il personale.

7 INNBesta_SET_OTT_ :11 Pagina 7 Convenzione Besta - NET Per i dipendenti corsi di lingua inglese a tariffe agevolate Manuela Bloise - Ufficio Formazione Definizione di disabilità: cosa c'è in un nome? Matilde Leonardi Direzione Scientifica A Ottobre è iniziato presso l Istituto il consueto corso di Lingua Inglese, rivolto al personale interno. Il progetto formativo, articolato su diversi livelli di competenza linguistica, coinvolgerà oltre 100 partecipanti afferenti sia al comparto sanitario (con conseguente acquisizione dei crediti formativi ECM), sia alla sfera amministrativa. I corsi saranno tenuti da insegnanti qualificati, in collaborazione con la Scuola di Lingua Inglese NET - New English Teaching SRL. Nell ambito di tale collaborazione, l Istituto ha stipulato con NET una convenzione per offrire l opportunità, al personale dell Istituto che fosse interessato, di frequentare corsi di lingua inglese presso una delle sedi della scuola a tariffe agevolate. Le agevolazioni previste si riferiscono alla partecipazione a corsi standard, corsi personalizzati o individuali e soggiorni studio presso la Colchester English Study Centre (scuola per adulti riconosciuta dal British Council). Auspichiamo che questa ulteriore opportunità offerta dall Istituto possa rappresentare un valido supporto per lo sviluppo formativo interno, in un ottica di miglioramento continuo delle competenze e della professionalità di ciascun operatore. Lo scenario della salute pubblica mondiale è dominato dall'impatto delle malattie croniche che, pur non costituendo un alto fattore di mortalità, limitano, di fatto, la partecipazione degli individui nella società, hanno un elevato peso economico e sociale e causano disabilità. Che cos è la disabilità? Chi sono le persone con disabilità? Quante persone con disabilità ci sono nei vari paesi? Come si possono valutare le loro reali necessità? Si tratta di domande essenziali per la pianificazione di politiche socio-sanitarie a favore delle persone con disabilità. Per quanto possa sembrare sorprendente, non vi è omogeneità di risposta sia tra i vari Paesi Europei che nel resto del mondo. Di fatto, non esiste al momento un comune concetto di disabilità o di bisogno sociosanitario che i politici dei vari paesi possano utilizzare per pianificare politiche socio-sanitarie, ad esempio in ambito lavorativo o scolastico. A conferma di questo, problemi di carattere prevalentemente politico hanno impedito, sinora, ai 196 Paesi membri delle Nazioni Unite di stabilire una definizione di Per informazioni: Ufficio Formazione tel disabilità scientificamente corretta. La mancanza di una definizione precisa impedisce, di fatto, l'applicazione della nuova Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti e la dignità delle persone con disabilità in fase di approvazione all'onu. A questo problema tenta di dare una prima Gruppo Banca Carige: una risposta il commento pubblicato il 7 ottobre su The Convenzione pensata su misura Lancet, dal titolo The definition of disability: what is in per gli operatori del Besta a name? scritto da Matilde Leonardi della Direzione Scientifica della Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Grazie al Punto Consulenza interno all Istituto è Carlo Besta, in collaborazione con alcuni colleghi del progetto europeo MHADIE (Measuring Health and Disability possibile scoprire le agevolazioni nel dettaglio in Europe: supporting policy development) da lei coordinato. La definizione di disabilità proposta degli esperti del Si comunica che la Fondazione IRCCS - Istituto Neurologico progetto MHADIE si rifà al modello biopsicosociale della Besta ha posto in essere una Convenzione di Servizi Classificazione ICF (Classificazione Internazionale del Assicurativi a favore di tutti i Dipendenti con il Gruppo Banca Carige. Oltre a tutte le agevolazioni previste dalla Convenzione, il Gruppo Banca Carige è in grado di offrire interessanti condizioni bancarie. A tal proposito è stato predisposto all interno dell Istituto un PUNTO CONSULENZA, operante secondo calendario affisso nelle bacheche aziendali, per poter scoprire nel dettaglio tutte le agevolazioni offerte e valutare Funzionamento, della Disabilità e della Salute), pubblicata nel 2001 dall OMS. L interesse suscitato da questo intervento di grande rilevanza scientifica e culturale inserisce l Istituto Besta, e le ricerche del gruppo Headnet (Salute pubblica, disabilità, ICF) della Direzione Scientifica, in un dibattito internazionale ed in un filone di studio e lavoro irrinunciabile per rispondere ai insieme agli operatori Carige le proprie esigenze (per problemi posti dalla svolta epidemiologica e dal 7rispet- maggiori informazioni circa le presenze potete contattare Angelo to dei diritti e della dignità delle persone Carnelli tel ). Per con disabilità. informazioni urgenti potete comunque contattare la Sig.ra Leonardi M, Bickenbach J, Ustun TB, Kostanjsek Zanchi Armida o il Sig.Lombardi Antonio presso gli uffici assicurativi al n 02/ o via ai seguenti indirizzi: Consortium. The definition of disability: what is N, Chatterji S on behalf of the MHADIE o in a name? The Lancet 2006; 368: ATTUALITÀ

8 INNBesta_SET_OTT_ :11 Pagina 8 Formazione promossa dall Istituto Ottobre - Novembre - Dicembre 2006 Per info: Aggiornamenti di Neuroscienze Corsi formativi EVENTI E CORSI Incontri settimanali di aggiornamento, di discussione e analisi critica dei dati della letteratura scientifica. Biblioteca Centrale Istituto C. Besta 12.00/13.15 Responsabile organizzativo: Marco de Curtis 30 ottobre 2006 La stimolazione transcranica a corrente diretta nei compiti cognitivi Relatore: Sara Prioni 6 novembre 2006 Trattamento immunomodulatorio della sclerosi multipla Relatore: Cinthia Farina 13 novembre 2006 Oligodendroglioma: recenti sviluppi clinici Relatore: Bianca Pollo 20 novembre 2006 Stimolazione cerebrale intracranica e definizione della zona epilettogena Relatore: Marco de Curtis 27 novembre 2006 Mitocondri e Parkinson Relatore: Valeria Tiranti 4 dicembre 2006 Autoimmunità e disturbi neurologici Relatore: Cristina Regondi 11 dicembre 2006 Il dolore neuropatico Relatore: Giuseppe Lauria 18 dicembre 2006 Caratteristiche elettroencefalografiche nelle malattie metabolico-degenerative Relatore: Simona Binelli Seminari di Neuropsichiatria Infantile Rivalutazione epicritica di casi clinici complessi Dal 30 ottobre al 27 novembre 2006 Responsabile scientifico: Lucia Angelini Il paziente cerebrovascolare con disturbi della deglutizione: assistenza e riabilitazione, posture e mobilizzazioni 10 novembre 2006 Responsabile scientifico: Barbara Reggiori Evidence Based Myasthenia 10 e 11 novembre 2006 Responsabile scientifico: Renato Mantegazza Good Clinical Practice Training in Neurologia: corso di base novembre 2006 Responsabile scientifico: Alessandra Solari Ospedali liberi dal fumo Percorsi di aggiornamento sui temi della lotta al tabagismo 15 novembre 2006 Responsabile scientifico: Marco Triulzi Pediatric Sedation for Magnetic Resonance Imaging Advanced course novembre 2006 Responsabile scientifico: Dario Caldiroli Clinical Round SIN-SNO Lombardia 18 novembre 2006 Responsabile scientifico: Andrea Salmaggi, Gennaro Bussone, Angelo Sghirlanzoni Il controllo del dolore post-operatorio Tecniche tradizionali e proposte innovative 14 e 15 dicembre 2006 Responsabile scientifico: Monica Bricchi Fondazione IRCCS - Istituto Neurologico Carlo Besta Milano - Via Celoria, 11 Tel Fax Direttore responsabile: Roberto Pinardi Coordinamento editoriale: Patrizia Meroni Redazione:Via Celoria, 11 - Milano c/o URP Marco Losi - Matilde Leonardi - Angelo Carnelli - Elio Maccagnano Angelo Sghirlanzoni - Clara Moreschi - Guido Storchi - Lucia Angelini Livia Malesani - Patrizia Meroni - Athos Careghi - Enrica Alessi Silvia Volpato - Paolo Piana - Antonella Cremonese - Manuela Bloise Si ringrazia Daniele Perobelli per il contributo fotografico Finito di stampare nel mese di Ottobre 2006 Stampa: GMB s.r.l. - Via C. Colombo Corsico (MI) Il periodico sarà scaricabile sul sito: Il periodico è gratuito reg. trib. Milano: n. 10 del 13/01/03

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia Indice Presentazione dell edizione originale Presentazione dell edizione italiana Prefazione Ringraziamenti Panoramica sulla diffusione del Metodo INTERMED La griglia INTERMED pediatrica per la valutazione

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE SOMMARIO pag.4 Sintesi della normativa pag.6 LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: disposizioni per

Dettagli

attività motorie per i senior euro 22,00

attività motorie per i senior euro 22,00 Le attività motorie Chi è il senior? Quali elementi di specificità deve contenere la programmazione delle attività motorie destinate a questa tipologia di utenti? Quali sono le capacità motorie che necessitano

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri La documentazione Dall ICF alla DF al PDF al PEI La Diagnosi Funzionale (DF) 1. Utilizzo degli items di ICF nella definizione

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE)

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE) Brochure Montesilvano 2015 30/07/15 12: Pagina 1 Associazione Italiana Operatori Sanitari di Stomaterapia INCONTR- 2015 Certificazione EN ISO 9001:2008 IQ-0905-12 per formazione ed aggiornamento COMPETENZE

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 825 Seduta del 25/10/2013

DELIBERAZIONE N X / 825 Seduta del 25/10/2013 DELIBERAZIONE N X / 825 Seduta del 25/10/2013 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015)

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) Si ricorda che le attività di orientamento predisposte per l'anno scolastico 2014/2015 sono state

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6 Convegno AL TERMINE DI TELEMACO riflessioni a margine dell esperienza svolta www.telemaco.regione.lombardia.it Codice evento: SDSS 10092/AE VENERDI 12 NOVEMBRE 2010, ore 10.000 18.00 Politecnico di Milano

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L integrazione è un processo di conoscenza di sé e dell altro, di collaborazione all interno della classe finalizzato a creare le migliori condizioni

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

LA NORMATIVA SULL INCLUSIONE SCOLASTICA: LA RISPOSTA DELLA SCUOLA AI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

LA NORMATIVA SULL INCLUSIONE SCOLASTICA: LA RISPOSTA DELLA SCUOLA AI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI: LA PROSPETTIVA IN BASE AL MODELLO ICF LA NORMATIVA SULL INCLUSIONE SCOLASTICA: LA RISPOSTA DELLA SCUOLA AI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI Ins. Stefania Pisano CTS I.C. Aristide

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA:

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: BILANCIO E PROPOSTE Edizioni Erickson Presentano il Rapporto: Attilio Oliva Vittorio Nozza Andrea Gavosto Intervengono: Valentina Aprea Maria Letizia

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute TAVOLO NAZIONALE DI LAVORO SULL AUTISMO RELAZIONE FINALE Il Tavolo di lavoro sulle problematiche dell autismo, istituito su indicazione del Ministro della Salute, composto da rappresentanti

Dettagli

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI DESTINATARI: INFERMIERE, INFERMIERE PEDIATRICO INIZIO: 01/01/2012 FINE: 31/12/2012 COSTO: 84,70 (IVA INCLUSA) OBIETTIVI

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI 1 OGGETTO DEL PREMIO l Amministrazione Comunale di Pregnana Milanese Assessorato alla Cultura istituisce un premio annuale di laurea intitolato alla memoria

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 MATERIA: Scienze Motorie classe : V A SIA dell'istituto Superiore D'istruzione

Dettagli

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c.

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Data e Sede: 1-2 dicembre 2010 - Roma Evento ECM N N. rif. ECM 10033589 crediti 9 Programma e

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192)

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) Gazzetta Ufficiale N. 244 del 18 Ottobre 2010 LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170 Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) La Camera dei deputati ed il Senato

Dettagli

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO Rif. Organizzatore 8568-10035201 IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Liceo statale James Joyce (Linguistico e delle Scienze umane) Ariccia (Roma) Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015 Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Questionari

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli