Ordine Regionale degli Assistenti Sociali della Basilicata

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ordine Regionale degli Assistenti Sociali della Basilicata"

Transcript

1 Ordine Regionale degli Assistenti Sociali della Basilicata Prot.N Potenza, 19 ottobre 2012 Circolare N Cat. G Rif /12 A tutti i colleghi iscritti all Albo LORO SEDI Oggetto: Accreditamento eventi formativi Cara/o collega, il Consiglio Direttivo nella seduta del 17 ottobre 2012 ha deliberato di accreditare i seguenti eventi formativi: Evento formativo gratuito organizzato da Lions Club Potenza Host : Dall abuso sui minori alla violenza sulle donne: combattiamo il silenzio che si terrà il 25 ottobre 2012 con inizio alle ore presso la Cappella dei Celestini - Potenza (Ti allego brochure - All. 1) (Per informazioni - mail: ) (Crediti formativi n 1) ; Seminario Tematico Formativo gratuito organizzato dalla Consigliera regionale di parità: Programma-obiettivo 2012 per l incremento e la qualificazione dell occupazione femminile, per la creazione, lo sviluppo e il consolidamento di imprese femminili, per la creazione di progetti integrati di rete che si terrà il 25 ottobre 2012 a Potenza Palazzo del Consiglio Regionale Sala A e il 16 novembre 2012 a Policoro (Mt) sede da definire (Ti allego brochure - All. 2) ( Per informazioni - mail: Tel: ) (Crediti formativi n 1) ; Corso di aggiornamento a pagamento organizzato dall'associazione Tolba'/ INMP Buona salute a tutti. che si terrà il 9 e 10 novembre 2012 a Matera Palazzo Lanfranchi (Ti allego programma e scheda d'iscrizione All. 3) ( Per informazioni - mail: Tel: ) (Crediti formativi n 3) ; Via della Chimica, POTENZA Tel. 0971/53593 Fax. 0971/489783

2 Corso di formazione a pagamento organizzato dall'università LUMSA di Taranto Manager dell'innovazione sociale. che si terrà nel mese di novembre 2012 presso la sede Lumsa di Taranto e presso l'università degli Studi di Bari- Dipartimento Jonico (Ti allego brochure All.4) ( Per informazioni - mail: Tel: ) (Crediti formativi n 10) ; Corso di alta formazione a pagamento cofinanziato dalla regione e organizzato dalla Fondazione Abacus Esperto in servizi di inclusione sociale. (Ti allego brochure All.5) ( Per informazioni mail : Tel ) (Crediti formativi n 25). Ti preciso che per il riconoscimento dei crediti formativi dovrà essere depositata presso l'ordine il relativo attestato rilasciato dall'ente organizzatore. Cordiali saluti. Il Presidente Assistente Sociale Specialista (Dr.ssa Luisa Comitino) Allegati: 1) Brochure evento Lions Club 25/10/2012; 2) Brochure evento Fanelli 25/10/2012 ; 3) Brochure e scheda iscrizione Corso Associazione Tolba' ; 4) Brochure corso Lumsa Taranto ; 5) Brochure corso Fondazione Abacus. Via della Chimica, POTENZA Tel. 0971/53593 Fax. 0971/489783

3 The International Association of LIONS Clubs Distretto 108 YA Italia Governatore Dott. Gianfranco Sava vis unita fortior Club Potenza Host Il Presidente Dall abuso sui minori alla violenza sulle donne: combattiamo il silenzio Convegno Lions Club 25 Ottobre 2012 ore Cappella dei Celestini- Palazzo Loffredo- Potenza Programma Saluti: dott. Antonio Lopizzo, Presidente del Lions Club Potenza Host prof.ssa Alba Fanelli Calvello, Presidente V Circoscrizione Distretto Lions 108 Ya autorità Interventi: dott.ssa Gemma Tuccillo, Presidente del Tribunale per I Minorenni di Potenza: la violenza intrafamiliare: un mondo ancora sommerso dott.ssa Annagloria Piccininni, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Potenza: la tutela in ambito penale in caso di maltrattamento e abuso sui minori e sulle donne avv. Cristiana Coviello, Consulente legale di Telefono Donna: la violenza sulle donne. Le possibili azioni di protezione dott.ssa Assunta Basentini, Psicologa Tribunale per i Minorenni di Potenza: dalla segnalazione alla diagnosi di maltrattamento e abuso su bambini e ragazzi. Interventi preventivi e riparativi PRESIDENTE Antonio Lopizzo Via dei mille, 52 Tel Potenza Conclusioni: avv. Lucia Elsa Maffei, Responsabile Distrettuale del Comitato per il tema di studio nazionale Dall abuso sui minori alla violenza sulle donne: combattiamo il silenzio dott. Aldo D Andrea Past Governatore del Distretto 108Y A Modera: Grazia Napoli, giornalista Rai 3 Basilicata

4 Presentazione del Programma - obiettivo 2012 per l incremento e la qualificazione dell occupazione femminile, per la creazione, lo sviluppo e il consolidamento di imprese femminili, per la creazione di progetti integrati di rete, a cura dell Ufficio della Consigliera Regionale di Parità della Basilicata. Le caratteristiche del Programma - Obiettivo 2012, emanato dalla ministra Elsa Fornero e formulato dal Comitato Nazionale per l attuazione dei principi di parità di trattamento ed uguaglianza di opportunità tra lavoratori e lavoratrici, riguardano : - La ripresa di azioni positive all interno delle aziende e delle organizzazioni rivolte alle donne nel mondo del lavoro; - La promozione di azioni positive nell ambito di interventi di sviluppo locale e derivanti dalla programmazione negoziata; Per quel che concerne gli aspetti di qualità e la necessaria ottica di genere, il Programma - Obiettivo 2012 invita ad incidere sui fattori che creano condizioni di disparità al fine di eliminarli per favorire la permanenza, il consolidamento e l avanzamento professionale delle donne attraverso: - Azioni di sistema che tengano conto del complesso contesto in cui le donne agiscono; - Azioni intensive che continuino nel tempo; - Azioni innovative rispetto agli obiettivi che si vogliono perseguire; - Azioni di sistema che tengano conto delle indicazioni delle strategie comunitarie e nazionali: in particolare del Programma Nazionale di riforma Italia 2020, della Carta delle Pari Opportunità, e dell avviso comune del 07/03/2011 sottoscritto dalle parti sociali; - Azioni ed interventi necessari per favorire l occupazione, il reinserimento al lavoro ed un adeguato sostegno alla creazione e al consolidamento delle imprese femminili; - Iniziative che tengano conto delle crisi economica con l intento di agevolare l ingresso o il reinserimento nel mondo del lavoro, in linea con i provvedimenti governativi in materia di mercato del lavoro. - MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI UFFICIO DELLA CONSIGLIERA REGIONALE DI PARITA REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO FORMAZIONE LAVORO CULTURA Legge 125/91 - D. Lgs.vo 198/2006 e s.m.i. Programma - Obiettivo 2012 per l incremento e la qualificazione dell occupazione femminile, per la creazione, lo sviluppo e il consolidamento di imprese femminili, per la creazione di progetti integrati di rete. Seminario Tematico Formativo Potenza 25 ottobre 2012 Palazzo del Consiglio Regionale Sala A - Via Verrastro n.6 Policoro 16 novembre 2012 segue programma dettagliato Associazione Matrimonialisti Italiani Ordine dei Consulenti del Lavoro Ordine Assistenti Sociali Sezione Distrettuale Potenza Provincia Potenza Basilicata

5 Ore 9.30 Saluti ed apertura dei lavori Discriminazioni di genere e di generazioni Maria Anna Fanelli Consigliera Regionale di Parità Antonietta Cirigliano Rappresentante Consulenti del Lavoro di Potenza Luisa Comitino Presidente Ordine Assistenti Sociali della Basilicata Anna Maria Pace Segretaria Regionale Ami Ore La Legge 125 per la realizzazione di un modello bidirezionale: la promozione dell uguaglianza da un lato e la tutela della differenza dall altro. Cosa è stato fatto? Cosa si vuole fare? Rosa Gentile Componente del Comitato Nazionale di Parità per l attuazione dei principi di parità di trattamento ed uguaglianza di opportunità tra lavoratori e lavoratrici (art.8, primo comma del decreto legislativo 11 aprile 2006 n.198, concernente Codice delle pari opportunità tra uomo e donna Ore Aspetti della povertà femminile. Le prospettive di sviluppo locale per l occupabilità delle fasce deboli. Nino D Agostino Economista Ore Presentazione del Programma - obiettivo 2012 per l incremento e la qualificazione dell occupazione femminile, per la creazione, lo sviluppo e il consolidamento di imprese femminili, per la creazione di progetti integrati di rete Franca Minchillo Specialista in Economia e Diritto dell Amministrazione Pubblica Ore Question time Michele Sperduto, Enrico Gambardella, Antonio Deoregi Rappresentanti CGIL, CISL, UIL nella Commissione regionale per l impiego; interventi di Rappresentanti delle Parti Datoriali e delle Associazioni di Categoria della Commissione regionale per l impiego, di Enti e di Realtà varie. Ore Conclusioni Sono stati invitati a portare il loro contributo Vincenzo Viti Assessore Regionale al Lavoro Cultura e Sport Marcello Pittella Assessore Regionale alle attività produttive E prevista la partecipazione di Sindaci, Presidenti, Amministratori e Amministratrici, Consiglieri e Consigliere, Assessori e Assessore Regionali, Provinciali e Comunali, Organizzazioni sindacali e relativi coordinamenti femminili, Consigliere Provinciali di Parità di Potenza e Matera, Commissione Regionale di Parità, Datori di lavoro Pubblici e Privati, Confindustria, A.P.I, C.I.A., Coldiretti, Confagricoltura, CopAgri, Confcooperative, Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, CNA, Lega Coop,, Centri di formazione professionale, Associazioni di genere, Ordini professionali, Comitati unici di garanzia CUG, Il Seminario Tematico Formativo è accreditato dall Ordine dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Potenza e dall Ordine degli Assistenti sociali della Basilicata ed ha ricevuto l adesione dell AMI. Progettazione e direzione dei lavori Maria Anna Fanelli, Consigliera Regionale effettiva di Parità della Basilicata

6 PROGRAMMA Prima giornata - venerdì 9 novembre 2012 n. sessioni: 3 Orario Registrazione dei partecipanti Tutor d aula: Flavia Sesti/Francesca Anello, INMP Orario Titolo Saluto del Sindaco di Matera e del Presidente della Provincia Prima sessione Orario Tipo: Lezione frontale - Serie di relazioni su tema preordinato Titolo Tra solidarietà e diritti Docente: Grazia Cormio, Associazione Tolbà Orario Tipo: Lezione frontale - Serie di relazioni su tema preordinato Titolo Fra diritti umani e salute Docente: Gustavo Marotta, Associazione Tolbà Orario Tipo: Lezione frontale - Serie di relazioni su tema preordinato Titolo Protocolli di accoglienza Integrazione o indifferenza civile? Immagini di Matera Docente: Angela Linzalone, Associazione Tolbà Pausa Seconda sessione Orario Tipo: Lezione frontale - Serie di relazioni su tema preordinato Titolo Procedure d'accesso ai servizi socio-sanitari per cittadini stranieri Docente: Petronella Kapenda Musonda, mediatore transculturale INMP Orario Tipo: Lezione frontale - Serie di relazioni su tema preordinato Titolo Salute e culture: il ruolo dell'antropologa medica Docente: Miriam Castaldo/Maria Concetta Segneri, antropologa INMP Orario Tipo: Presentazione di problemi o casi clinici in seduta plenaria Titolo L'esperienza dell ambulatorio degli amici del cuore Docente: Giuseppe Centonze, Associazione Materana Amici del Cuore Pausa pranzo Terza sessione 14,30-17,30 Sessioni tematiche Seminario tematico Ginecologia e Materno-infantile Tipo: Lavoro a piccoli gruppi su problemi e casi clinici Gravidanza e patologie ostetrico-ginecologiche nelle donne immigrate

7 IVG e contraccezione in chiave transculturale Docente: Mbiye Diku/Chiara Germelli, medico INMP Seminario tematico -Malattie infettive Tipo: Lavoro a piccoli gruppi su problemi e casi clinici Patologie infettive di più frequente riscontro nella popolazione straniera Prevenzione, diagnosi e cura delle IST Docente: Ilaria Uccella/Maria Chiara Pajno, medico INMP Seminario tematici - Medicina di base e medicina delle migrazioni Tipo: Lavoro a piccoli gruppi su problemi e casi clinici Medicina delle migrazioni ed etnomedicina Salute e migrazione tra Nord e Sud del mondo Docente: Gennaro Franco/Laura Pecoraro, medico INMP Seminario tematici - Antropologia medica Tipo: Lavoro a piccoli gruppi su problemi e casi clinici L'antropologia medica nella presa in cura della popolazione straniera e autoctona Docente: Miriam Castaldo/Maria Concetta Segneri, antropologa INMP 14,30-17,30 Presso Palazzo Lanfranchi Le associazioni incontrano gli studenti delle scuole a cura dell Associazione Volontariato Materano Gianleo Iosca Progetto Intessere per Crescere Carlo Calzone dipartimento di neuropsichiatria per l età evolutiva Annamaria Fantauzzi AVIS Brunella Loiudice associazione Tolbà Imma Brucoli Lilt Matera Luigi Bradascio associazione materana Amici del cuore Alessandra Giordano presidente Lions Club Matera Torre Metellana Seconda giornata - sabato 10 novembre 2012 n. sessioni: 1 Orario Registrazione dei partecipanti Tutor d aula: Flavia Sesti/Francesca Anello, INMP Orario Tipo: Role-playing (10:45 11:00 pausa) Titolo Case study sul setting transdisciplinare Docenti: Mbiye Diku, Ilaria Uccella, Gennaro Franco, Miriam Castaldo, INMP Orario Tipo: Lezione frontale - Serie di relazioni su tema preordinato Titolo Conclusioni tecniche Docente: Gianfranco Costanzo/Gennaro Franco, medico INMP Orario Tipo: Lezione frontale - Serie di relazioni su tema preordinato Titolo Chiusura dei lavori

8 Assessore Regionale alla Sanità Direttore Generale Asm Presidente Ordine dei medici Stefania Draicchio Consigliera di Parità Provincia di Matera Grazia Cormio Associazione Tolbà Orario Titolo Test di verifica dell apprendimento e della qualità Tutor d aula: Flavia Sesti/Francesca Anello, INMP

9 Scheda di iscrizione Il 9 e 10 novembre 2012 si svolgeranno a Matera 4 Sessioni di Studio sulla medicina delle migrazioni accreditato ECM per tutte le categorie Sanitarie previste dal Ministero della Salute e per gli Assistenti Sociali. La partecipazione alle 2 giornate è per un massimo di 100 operatori socio-sanitari secondo il programma allegato dell INMP e darà 10 punti di accreditamento ECM e prevede un contributo di 80,00 a persona. Gli interessati devono effettuare un versamento di 80,00 sul cc dell associazione Tolbà - IBAN IT41G indicando nella causale la Sessione tematica alla quale desiderano iscriversi, nel pomeriggio del 9 novembre dalle 14,30 alle 17,30. Il termine massimo per le iscrizioni è il 26 ottobre 2012 Sarà cura dell associazione Tolbà comunicare l avvenuta iscrizione. Cognome Professione Telefono Nome Indirizzo Fax Indicare la sessione tematica scelta o o o o Sessione tematica- Ginecologia e Materno-infantile a cura di Mbiye Diku, INMP Sessione tematica- Malattie infettive a cura di Ilaria Uccella, INMP Sessione tematica - Medicina di base e medicina delle migrazioni a cura di Gennaro Franco, INMP Sessione tematica - Antropologia medica a cura di Miriam Castaldo, INMP segreteria organizzativa Tolbà Brunella Loiudice e Francesco Raccuia tel fax sito web segreteria scientifica INMP Francesca Anello e Flavia Sesti tel fax sito web Si informa che, ai sensi del D.Lgs. 196/03, codice della privacy, i Vs. dati anagrafici saranno inseriti in una ns. banca dati e verranno utilizzati a fini amministrativi, informativi, e per adempimenti di obblighi di legge.in ogni momento potrete altresì esercitare i diritti previsti dall art. 7 del codice della privacy dandone comunicazione scritta a questa segreteria organizzativa, in caso di rifiuto a conferire i dati, al loro trattamento o alla loro comunicazione, può comportare l impossibilità di iniziare o proseguire i rapporti di invio postale e trasmissione di informazioni relative ad eventi scientifici congressuali. Si manifesta il proprio consenso ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. 196/03.

10 Piazza S.Rita s.n.c Taranto Tel. +39.(0) (0) Fax + 39.(0) ANNO ACCADEMICO CORSO DI FORMAZIONE MANAGER DELL INNOVAZIONE SOCIALE Direttore: Giuseppe Ambrosio Comitato Scientifico: Giuseppe Ambrosio, Luigino Bruni, Vincenzo Mercinelli, Lelio Miro, Antonio Panico, Antonio Felice Uricchio. Obiettivi formativi Il corso intende fornire le competenze necessarie a professionalizzare operatori e manager provenienti dal pubblico, dal privato profit e dal non profit, affinché possano diventare attori della innovazione sociale. Requisiti di accesso Laurea di primo livello in qualsiasi disciplina o laurea di vecchio ordinamento. Le iscrizioni sono compatibili con altre iscrizioni a Corsi di Laurea, Master, Corsi di Perfezionamento, Scuole di Specializzazione e Dottorati. Struttura - numero di iscritti: minimo 20 massimo 45 - ore complessive di lezione: 196 (teoriche 136, laboratori 20, stage 40) - prova finale: elaborato scritto e colloquio orale. Docenti Docenti universitari ed esperti del settore. Sede - Lumsa-Edas, sede di Taranto; - Università degli studi di Bari Aldo Moro, Dipartimento Jonico. Durata ed orario Le lezioni avranno inizio nel mese di novembre 2012 e si terranno il venerdì pomeriggio dalle ore alle ed il sabato mattina dalle ore alle

11 Iscrizioni - Scadenza 31 ottobre L ammissione al corso di formazione, fino al raggiungimento del numero massimo dei posti disponibili, avverrà sulla base della valutazione della documentazione pervenuta, secondo l ordine di arrivo delle domande presso la segreteria Lumsa Taranto - Ai candidati sarà data comunicazione a mezzo circa l ammissione-non ammissione al Corso e la data di inizio delle lezioni; - la domanda di iscrizione è disponibile sul sito o presso la segreteria Lumsa Taranto; - la domanda di iscrizione, corredata della documentazione comprovante il possesso dei requisiti richiesti, dovrà pervenire al seguente indirizzo: Lumsa - Edas, Piazza Santa Rita, Taranto; - non verranno prese in considerazione domande incomplete. Quote di iscrizione e modalità di pagamento La quota di iscrizione è di 815,00 con possibile rateizzazione in 2 tranche da versare entro il 31 ottobre ( 415,00) ed entro il 28 febbraio ( ). Le modalità di pagamento sono le seguenti: 1 - Versamento su c/c. postale n intestato a: E.D.A.S. TARANTO oppure con 2 - Bonifico sui c/c. sotto riportati: BANCA POPOLARE PUGLIESE : IBAN IT 30 C CC BANCO POSTA : IBAN IT 51 A (nella causale specificare nome e cognome e il titolo del corso). In segreteria andrà consegnata attestazione dell avvenuto pagamento. La rateizzazione della quota di iscrizione è solo un agevolazione concessa all iscritto: pertanto l eventuale rinuncia non esonera dal pagamento dell intero ammontare della quota di iscrizione. Riconoscimenti - Attestato di Corso di Formazione di Manager della Innovazione Sociale (frequenza non inferiore al 80% delle lezioni complessive e prova finale) - 10 Crediti Formativi Universitari Informazioni Lumsa Taranto, tel oppure

12 DOMANDA DI ISCRIZIONE MARCA DA Riservato alla Segreteria Prot. BOLLO 14,62 Data CORSO DI FORMAZIONE MANAGER DELL INNOVAZIONE SOCIALE a.a Dati personali Nome Cognome Luogo e data di nascita Codice Fiscale Residenza Via N CAP Città Prov. Tel. Fax Cell. Titolo di Studio Laurea in A.A. / Voto / applicare foto Conseguita presso Anno Accademico Immatricolazione presso l'ateneo Allegare alla presente: Copia della ricevuta del pagamento della rata di iscrizione (rimborsabile solo in caso di mancata attivazione del corso). In caso di eventuale rinuncia non si ha diritto alla restituzione delle rate pagate. N 3 foto formato tessera. Il/la sottoscritto/a dichiara la veridicità delle informazioni rese in questo modulo, consapevole che, ai sensi dell art. 76 D.P.R. 28 Dicembre 2000, n. 445, le dichiarazioni mendaci, la falsità negli atti e l uso di atti falsi sono puniti ai sensi del Codice penale e delle leggi speciali. La presente iscrizione è compatibile con altre iscrizioni a Corsi di laurea, Master, Corsi di Perfezionamento, Scuole di specializzazione e Dottorati. Si esprime il consenso al trattamento dei dati personali nel rispetto del D.Lgs. 196/03 e successive modifiche. Data / / Firma

13 Case Management per esperti in Inclusione e Comunicazione Sociale (2012) Fonda... Pagina 1 di 4 20/10/2012 Case Management per esperti in Inclusione e Comunicazione Sociale (2012) Categories: Catalogo Alta Formazione CASE MANAGEMENT PER ESPERTI IN INCLUSIONE E COMUNICAZIONE SOCIALE (Id Corso: 11174) Tipologia corso: Corsi di specializzazione Area settoriale: SERVIZI ALLE IMPRESE Area tematica: Direzione e Management Organismo di formazione: FONDAZIONE ABACUS Referente: Dott.ssa Maria Pia Palese ( ) Titolo di studio per l accesso al corso: Diploma di maturità e/o Laurea (vecchio e nuovo ordinamento) Altri requisiti in ingresso: Atteggiamento proattivo e propositivo, propensione a lavorare in team, motivazione all apprendimento e alla realizzazione del project work o dello stage finale. Faciliterà la piena acquisizione dei contenuti una competenza nelle materie principali oggetto del corso (pedagogia, psicologia, sociologia, economia dei servizi sociali). Costituirà titolo preferenziale la provenienza e/o conoscenza del Terzo Settore. Durata del corso: 300 ore (200 ore aula 70 Project work 30 visite guidate) Attestazione al termine del corso: Attestato di frequenza del corso CASE MANAGEMENT PER ESPERTI IN INCLUSIONE E COMUNICAZIONE SOCIALE Costo a persona: 6.000, 00 Contributo finanziario erogato dalla Regione Basilicata per accedere ai corsi presenti nel catalogo 90% del costo previsto. (consulta le modalità indicate nell avviso della tua regione di residenza)

14 Case Management per esperti in Inclusione e Comunicazione Sociale (2012) Fonda... Pagina 2 di 4 20/10/2012 Termine per la domanda di Voucher: La domanda per ottenere il contributo va presentata dal 31 luglio al 21 settembre 2012 (e comunque secondo le modalità e le scadenze indicate nell avviso della tua regione di residenza) Contributo per le spese di soggiorno: (consulta le modalità indicate nell avviso della tua regione di residenza) Sedi : C/O sede Fondazione Abacus Potenza, C.da Costa della Gaveta, snc. Data inizio corso: 16/11/2012 Modalità di svolgimento del corso: Il corso mira a formare una figura professionale ad alto profilo specialistico, in grado di ottimizzare la gestione della variabile sociale, integrandola con le funzioni aziendali, all interno delle aziende pubbliche e private. Si forniranno gli strumenti metodologici ed operativi richiesti per operare in diversi contesti lavorativi secondo il metodo del case management. Il case manager, partendo dalla valutazione dei bisogni dei casi è in grado di coordinare e attivare il lavoro di rete, organizzare piani operativi e di lavoro, avviare e migliorare i percorsi esecutivi, svolgere funzioni di collegamento e di monitoraggio tra i diversi attori del contesto sociale. Si tratta di una figura poliedrica e flessibile, chiamata a mettere in campo in maniera mirata le proprie competenze specialistiche in materia di comunicazione e inclusione sociale, che opera all interno di organizzazioni territoriali, che erogano informazioni alla collettività sui servizi sociali ed attivano progetti europei, coordinandosi con le strutture sanitarie e formative e con i servizi del lavoro e dell occupazione. La figura mira ad unificare all interno del contesto lavorativo di riferimento l esigenza sociale con quella della comunicazione e del business. Egli programma, coordina e gestisce interventi, attraverso un utilizzo delle politiche di comunicazione, inclusione sociale e delle risorse umane e professionali in modo funzionale e promuovendo atteggiamenti, cultura, educazione. Risultati attesi I risultati che si intendono perseguire con il corso sono quelli di formare figure professionali in grado di operare con uno specifico metodo di lavoro. Il compito più importante di questo Operatore consiste nel gestire la banca dati delle informazioni, contribuendo all analisi dei fabbisogni sociali, con particolare riferimento alle categorie svantaggiate, utilizzando sia la comunicazione verbale che strumenti integrativi come, ad esempio, questionari di rilevazione e materiale informativo. Le attività di questa figura non si limitano soltanto alla raccolta e all erogazione delle informazioni, ma prevedono lo sviluppo di una relazione con gli utenti, funzionale all identificazione di risposte adeguate alle necessità d integrazione sociale. Il profilo nasce all interno del recente disegno della struttura dei servizi sociali (Legge 328/2000) e dalle rielaborazioni storiche delle esperienze di assistenza sociale in situazioni complesse come, ad esempio, nell ambito dei fenomeni migratori di massa. Le attività presidiate da questa figura sono quelle relative alla programmazione/progettazione delle politiche pubbliche e private. Gli aspetti di queste politiche riguardano diversi settori: politico-decisionale, organizzativo, produttivo, gestionale, di controllo, valutativo e comunicazionale. Il case manager assume dunque sia una funzione specifica di monitoraggio del progetto sia una funzione di coordinamento degli attori erogatori di prestazioni. Spendibilità in termini di occupabilità L esperto nella comunicazione sociale e nell inclusione sociale è una figura manageriale che trova impiego in enti pubblici e aziende private. La figura, secondo la classificazione ISFOL, è assimilabile nel gruppo di attività economica della classificazione Ateco 91 e le tendenze del fabbisogno circa l occupabilità di questa figura professionale risulta elevata. Il ruolo di una figura manageriale, tesa al raggiungimento di risultati ed improntata secondo l ottica della valutazione e quindi ottimizzazione dei servizi, si rende viepiù necessaria nella gestione di tutte le attività legate al complesso rapporto sviluppo socio-economico/salvaguardia della persona e miglioramento della qualità della vita e del benessere dei cittadini, in maniera adeguata e professionale, in un momento politico-economico che tende a slegare il terzo settore da una logica assistenzialistica e di co-finanziamento pubblico, come emerge dal Rapporto 2011 sul welfare del Forum del Terzo Settore. La domanda di servizi sanitari e di cura rivolti alle persone è cresciuta esponenzialmente sia in senso quantitativo che qualitativo, provocando effetti diretti sulla maggiore richiesta di personale competente e qualificato. Confrontando quanto pesa l occupazione nel settore della cura alla persona in Italia rispetto agli altri paesi europei conferma quanto alta è la richiesta di professionalità e quanto l offerta di lavoro in questo settore possa fornire un occasione di crescita occupazionale nel nostro paese. Livello di innovatività Secondo il rapporto del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali elaborato in collaborazione con il Formez (2010) esiste un ampia casistica di figure e operatori «emergenti», come ad esempio i case managers,

15 Case Management per esperti in Inclusione e Comunicazione Sociale (2012) Fonda... Pagina 3 di 4 20/10/2012 in coincidenza con l evoluzione dei bisogni sociali, su cui vi è stata un ampia proliferazione di atti e di dispositivi normativi a livello nazionale e soprattutto regionale. Nell ambito del Terzo Settore, le aree delle professioni emergenti a cui fa riferimento l ISTAT sono: - Professioni tecnico-specialistiche, comprendenti le figure professionali che, con diversi livelli di conoscenze nelle discipline socio-educative e psico-pedagogiche e con specifiche competenze nel campo della comunicazione e della mediazione, contribuiscono a rilevare e valutare la domanda sociale nella sua complessità, a promuovere l integrazione sociale nei territori e la costruzione di reti solidali. - Professioni manageriali, comprendenti le figure a cui gli atti di regolamentazione attribuiscono ruoli e funzioni di tipo gestionale e manageriale: coordinamento di progetti e servizi; responsabilità dell organizzazione delle strutture residenziali; promozione di attività di riqualificazione del personale; coordinamento degli ambiti socio-sanitari; direzione dei processi di programmazione e monitoraggio delle politiche sociali; promozione dei processi di costruzione dei sistemi di qualità sociale. Modalità di svolgimento del corso Il corso si svolgerà prevalentemente durante i fine settimana di ogni mese, per circa sette mesi. 200 ore saranno dedicate alla parte d aula, mentre 30 saranno riservate alle visite in altri contesti aziendali e 70 ore finali saranno dedicate allo stage e/o project work finale. La modalità di svolgimento del project work, per i destinatari occupati, seguirà lo schema delle lezioni previste in aula; per quanto riguarda gli orari, le attività e le date dello stage, destinato ai corsisti disoccupati o inoccupati, verranno concordati tra i corsisti e le aziende ospitanti. MODULI Descrizione Elementi fondamentali della progettazione in ambito dei servizi di inclusione sociale: Modulo introduttivo con riferimento ai seguenti ambiti tematici: Filosofia della persona, bioetica e diritti umani, Salute pubblica, e classificazione ICF. (20 ore) Introduzione alla specificità del metodo del case management : il modulo introduce le principali caratteristiche generali del case management con specifico riferimento a: Modello biopsico-sociale e reti socio-sanitarie; Progetti individualizzati e integrazione. (20 ore) Approfondimenti tematici di case management area socio sanitaria: Il modulo punta ad analizzare specifici aspetti necessari alla progettazione in ambito socio- assistenziale: case management e reti sociali governance, politiche sociosanitarie e legislazione organizzazione dei servizi socio-sanitari economia socio-sanitaria cooperative e terzo settore, sussidiarietà e imprese sociali (25 ore) Descrizione Approfondimenti tematici di case management area analisi di contesto per la progettazione: Il modulo punta ad analizzare specifici aspetti necessari alla progettazione in ambito socioassistenziale case management, giornalismo e mass media: case management e psicologia famiglia come nodo cruciale della rete case management vita sociale, civile e di comunità case management e il progetto educativo individualizzato case management nel contesto lavorativo. (25 ore) Approfondimenti tematici di case management Tecnologie e applicazioni a target specifici: case management in contesti di riabilitazione ausili e ICT case management nei processi di inclusione sociale e lavorativa dei soggetti sottoposti a provvedimenti dell autorità giudiziaria case management nei contesti di istituzionalizzazione case management nei contesti di assistenza domiciliari case management, ambiente e barriere architettoniche statistica per il case management case management nel bambino (25 ore) Comunicazione sociale: Verranno analizzati linguaggi ed esperienze innovative che si avvalgono di forme non convenzionali di trasmissione dei contenuti sociali, al fine di aumentare la capacità di impatto dei messaggi veicolati. Particolare attenzione verrà riservata alle ambivalenze insite nel campo, ad esempio alla difficile declinazione della responsabilità sociale nel mondo delle imprese e agli strumenti che ne certificano la fondatezza. Verranno infine prese in esame diverse forme comunicative. (40 ore) La progettazione individualizzata e lo sviluppo delle reti di sostegno all intervento: Modalità della progettazione individualizzata; analisi di casi concreti e simulazione di PEI; confronto con progetti messi a punto, considerati come casi di buone prassi. (20 ore)

16 Case Management per esperti in Inclusione e Comunicazione Sociale (2012) Fonda... Pagina 4 di 4 20/10/2012 Valutazione dei servizi sociali: Introduzione alla progettazione e valutazione dei servizi. Gli indicatori sociali per la misurazione della qualità dei servizi Costruzione di indicatori soggettivi Costruzione di indicatori oggettivi (25 ore) La progettazione individualizzata e lo sviluppo delle reti di sostegno all intervento Visite guidate: Modalità della progettazione individualizzata; analisi di casi concreti e simulazione di PEI; confronto con realtà di eccellenza attraverso visite guidate. (30 ore) Project work/stage aziendale: Gli allievi, in maniera autonoma, divisi in gruppi e col supporto dei docenti, in caso di project work, o con l aiuto di un tutor aziendale, in caso di stage, sviluppano un progetto aziendale, applicando e collegando le tecniche, le conoscenze e le competenze acquisite in aula ed esprimendo nuove potenzialità, nuove risorse e nuovi talenti. In particolare, i corsisti verranno chiamati alla produzione di un elaborato prodotto con la supervisione di un docente universitario e/o consulente senior, di livello tale da poter prevedere una pubblicazione editoriale. Lo stage, invece, verterà essenzialmente sulla risoluzione pratica di un problema/caso aziendale, nel quale ogni discente sarà chiamato a dimostrare quanto appreso professionalmente nel corso di specializzazione. Al termine dello stage, ogni stagista dovrà elaborare e presentare all OdF una relazione completa del/dei casi affrontati in azienda. Lo stage aziendale prevede la partecipazione de corsisti disoccupati/non occupati, mentre il project work verrà affrontato dai destinatari dell offerta formativa già occupati professionalmente. (70 ore)

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI 1 OGGETTO DEL PREMIO l Amministrazione Comunale di Pregnana Milanese Assessorato alla Cultura istituisce un premio annuale di laurea intitolato alla memoria

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

Parc Hotel Villa Immacolata

Parc Hotel Villa Immacolata SEMINARIO di presentazione del corso: USO EFFICIENTE DELLE RISORSE ENERGETICHE: L AZIENDA E L ENERGY MANAGEMENT Pescara, 13 Marzo 2009 Segreteria organizzativa Centro Congressi Strada Comunale San Silvestro,

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO Questo documento descrive le principali fasi del progetto congiuntamente promosso dalla Provincia di Torino e da Forma.Temp nei termini

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014 Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma BANDO DI CONCORSO CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI 1 GRADO DI TENNIS ISTRUTTORE DI 1 LIVELLO DI BEACH TENNIS

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 DATA: 29/8/2013 N. PROT: 475 A tutte le aziende/enti interessati Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 Roma, 15-16 ottobre 2013 Bruxelles,

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo residenza Via Senatore di Giovanni 5 961 00 Siracusa Indirizzo studio VIALE SANTA PANAGIA, 141/C

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

DICHIARAZIONE AI FINI DELLA LIQUIDAZIONE DEL TFR

DICHIARAZIONE AI FINI DELLA LIQUIDAZIONE DEL TFR Al Dirigente Scolastico DICHIARAZIONE AI FINI DELLA LIQUIDAZIONE DEL TFR Il/La sottoscritto/a Cognome: Nome: -C.F. Luogo di nascita: (Prov. )- data di nascita: Luogo di residenza -Prov. - C.A.P. Indirizzo:

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D.R. n. 1000 del 16.7.2013 Master di I Livello in MANAGEMENT DEI PRODOTTI E SERVIZI DELLA COMUNICAZIONE I L R E T T O R E VISTO lo Statuto dell'università degli Studi di Cagliari, emanato con D.R. n. 339

Dettagli

TTORATO. Il Dichiarante. Cognome nubile) Nome nato/a a il (2) provincia ( Codice fiscale residente a. Provincia (1) C.A.P. e-mail. L addetto.

TTORATO. Il Dichiarante. Cognome nubile) Nome nato/a a il (2) provincia ( Codice fiscale residente a. Provincia (1) C.A.P. e-mail. L addetto. BANDO DI SELEZIONE N.. 35/2014 PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 ASSEGNO DI RICERCA POST-DOT TTORATO SCADENZA BANDO: ore 12.000 del 15 gennaio 2015 DOMANDA DI AMMISSIONE Al Direttore del CIMeCC IL/LA SOTTOSCRITTO/A

Dettagli

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO Rif. Organizzatore 8568-10035201 IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

FORMULARIO. Allegato 2) REGIONE TOSCANA. P.O.R. FONDO SOCIALE EUROPEO CRO 2007/2013 anno 2012

FORMULARIO. Allegato 2) REGIONE TOSCANA. P.O.R. FONDO SOCIALE EUROPEO CRO 2007/2013 anno 2012 Allegato 2) REGIONE TOSCANA P.O.R. FONDO SOCIALE EUROPEO CRO 2007/2013 anno 2012 Direzione Generale Competitività del sistema regionale e sviluppo delle competenze FORMULARIO Area Istruzione e educazione

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli