CONSIGLIO COMUNALE DI SOMMA VESUVIANA DEL 09 FEBBRAIO Il Consiglio Comunale ha inizio alle ore 21:30.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONSIGLIO COMUNALE DI SOMMA VESUVIANA DEL 09 FEBBRAIO 2005. Il Consiglio Comunale ha inizio alle ore 21:30."

Transcript

1 CONSIGLIO COMUNALE DI SOMMA VESUVIANA DEL 09 FEBBRAIO 2005 Il Consiglio Comunale ha inizio alle ore 21:30. Allora, sono le ore 20: 30 prego la Funzionaria D Alessandro Lina di procedere all appello. LA DOTTORESSA D ALESSANDRO PASQUAL INA PROCEDE ALL APPELLO. Allora, sono 11 presenti, la seduta è valida. Essendo una seduta convocata in seconda convocazione, il numero valido per la sua validità è di sette Consiglieri. Come al solito è il momento iniziale, quello delle interrogazioni, delle mozioni e delle interpellanze, se ci sono, è arrivato anche il Consigliere Coppola. Prego, allora la parola al Consigliere D Alessandro Vincenzo. Prego Consigliere. CONSIGLIERE D ALESSANDRO VINCENZO: Posso? Allora, Presidente, io devo fare una comunicazione. Posso? Una comunicazione inerente all andamento secondo me che dovrebbe essere più ortodosso, con cui vengono condotti i lavori di questo Consiglio Comunale, ma non solo i lavori di questo Consiglio Comunale, ma non solo i lavori del Consiglio Comunale, ma fondamentalmente i lavori che precedono molte volte il Consiglio Comunale. Ebbene che i Consiglieri, ma anche le persone che sono presenti, gli astanti sappiano che oltre ad un Consiglio Comunale, esiste un Ufficio di Presidenza che è stato tra l altro, il cui organigramma è stato definito dal Presidente del Consiglio che prevede oltre al Presidente, il Vice Presidente poi i Presidenti delle Commissioni e il Consigliere anziano, dico bene Presidente? Niente, ebbene, noi non una volta, ma più di una volta abbiamo convocato, abbiamo, il Presidente ha convocato l Ufficio di Presidenza e questo è andato sempre diciamo così, quasi deserto, devo dire la verità, pure qualche volta io sono stato assente però io poche volte sono stato assente, ma la maggior parte delle volte i Presidenti delle Commissioni e il Consigliere Anziano non si sono mai presentati a questo Ufficio di Presidenza. Il Presidente ha voluto diciamo così, con molta democrazia, allargare questo Ufficio di Presidenza perché io mi sono letto i Regolamenti e mi sono letto anche degli Statuti di altri Comuni dove normalmente l Ufficio di Presidenza è formato 1

2 fondamentalmente dal Presidente e dal vice Presidente o dai vice Presidenti nel caso in cui ce ne sta più di uno di vice Presidente, invece nel nostro caso il Presidente ha voluto essere abbastanza largo e ci ha messo pure i Presidenti delle Commissioni, ci ha messo pure il Consigliere Anziano però con tutto ciò certamente non ha sortito nessun buon effetto perché questi non vengono mai a queste riunioni. Ebbene, due riunioni fa il Presidente aveva convocato questo Ufficio di Presidenza per poter risolvere dei problemi inerenti ai gruppi consiliari di questo Consiglio Comunale, di questa assise e per cui non è stato possibile. Allora, io questa sera visto e considerato che l Ufficio di Presidenza non ha potuto svolgere quelli che sono i suoi poteri e tra l altro sono dei poteri in definitiva propositivi perché comunque, si viene in Consiglio Comunale e si deve decidere, si devono decidere queste cose, ebbene allora, Presidente io questa sera ti chiedo formalmente che vengano assettati per bene i gruppi consiliari di questo Consiglio Comunale perché ci sono delle cose che normalmente io vedo, perché normalmente vengono mandate a casa delle lettere oppure, vengono mandate a casa delle notifiche a delle persone con delle qualifiche o delle qualificazioni di questi Consiglieri che non sono tali. Allora, per piacere cerchiamo di risolvere questo problema e te lo dico perché altrimenti, io sono costretto la prossima volta, non mi voglio nemmeno dilungare a dire chi e che cosa perché forse chi lo sa, lo sa per certo come stanno le cose. Allora, per piacere, cerchiamo di risolvere il problema perché altrimenti la prossima volta io occuperò la sala consiliare. Ci sono indipendenti che non sono indipendenti allora, chi è indipendente si deve definire tale, se uno non si è mai definito indipendente non è indipendente ma appartiene alla lista dove è stato eletto. Siccome questa è una cosa importantissima ed è una cosa di una gravità assoluta per una democrazia perché fino a prova contraria noi siamo in democrazia, se poi qualcuno pensa di fare il banco del banco del Consiglio Comunale per rifare il banco di casa sua e allora, no. A questo non ci sto. Allora, cerchiamo di puntualizzare questa cosa che sono delle cose importantissime e specialmente a fine consiliatura. Allora, cerchiamo di stabilire oppure, ti chiedo vedi adesso stai facendo, ti chiedo ad hoc una riunione dei Capigruppo nella quale si deve definire bene questa situazione perché per il prossimo Consiglio Comunale voglio, esigo anzi, esigo che i gruppi vengano definiti così come normalmente sono. Chi ha da dire lo dice con lettera oppure, lo dice in Consiglio Comunale, ma se nessuno parla, non è possibile che venga definito indipendente, va bene? E questa è 2

3 la comunicazione che volevo fare. Consigliere Aliperta Luigi. CONSIGLIERE ALIPERTA LUIGI: Niente. Riagganciandomi proprio al discorso che ha fatto il Consigliere Vincenzo D Alessandro, io in settimana ho comunicato, penso che sia pervenuto a tutti i Capogruppo e tutti i Segretari politici che io sono diventato un indipendente di centro e quindi, ho lasciato il partito dell U.D.E.U.R. e quindi, stasera vi leggo la lettera che io ho inviato della Segretaria Provinciale: Con la presente, per comunicarvi che a partire da oggi 07/02/2005, mio malgrado, eventi non imputabili alla mia persona E al mio agire politico che ho sempre improntato alla correttezza, mi conducono a lasciare il partito dell U.D.E.U.R. Popolari e a dichiararmi indipendente di centro in attesa di una futura collocazione politica. Dopo essere stato da Lei nominato Commissario della Sezione nel luglio 04, mi sono adoperato esclusivamente per la crescita del partito, riportando tra l altro l U.D.E.U.R. nell esecutivo e svolgendo insieme all Assessore almeno credo, un ottimo lavoro così come fatto notare dagli addetti ai lavori e non. Poi, senza essere nemmeno consultato, vengo commissariato per motivi ancora oggi sconosciuti o quanto meno non ufficiali. Si vocifera di un adesione di un altro Consigliere Comunale per altro ad oggi mai avvenuta che non giustifica un nessun modo e senza nessun attenuante la decisione presa dalla Segretaria Provinciale quindi, non si può parlare di un partito moderato, democratico, sensibile ai problemi di tutti e poi prendere nel contempo decisioni che fanno rabbrividire. Dispiaciuto e rammaricato, ripeto, sono costretto a lasciare il Partito e ad assumere una posizione diversa da quella che avrei voluto, grazie. Consigliere Granato. CONSIGLIERE GRANATO: Grazie Presidente. Prendo la parola per una comunicazione al Consiglio Comunale intestata al Sindaco, al Presidente del Consiglio e ai Consiglieri e ai Segretari Comunali. Somma Vesuviana 09/02/2005. Oggetto: Comunicazione Costituzione Confederazione. Si informano, le forze politiche ed i Consiglieri rappresentativi dell Assise Comunale, che in data odierna si è costituita una Confederazione Politica formata dal rappresentante del Partito Socialista Democratico Italiano Avvocato 3

4 Antonio Granato, da una Componente del Partito della Margherita rappresentata dal Professore Raia Franco e dal Consigliere Aliperta Luigi, espressione dell area moderata di centro. Tale Confederazione, nasce dalla necessità di ripristinare un dialogo serio e corretto nei confronti dei cittadini e dell attività amministrativa intera che oggi purtroppo è caratterizzata dall inosservanze di regole, da incomprensioni e da sterili e inconcludenti discussioni all interno dei partiti del centro sinistra. Pertanto, essa, Confederazione si pone come obbiettivo prioritario, la realizzazione con voce univoca, seppur mantenendo la propria identità politica, di un progetto unitario e concorde finalizzato esclusivamente al bene degli amministrati, rigettando inoltre, con tutte le forze, qualsiasi atteggiamento discriminante e speculativo. Auspichiamo, già nell immediato presente, un confronto politico permanente con tutte le forze in campo, garantendo lealtà ed onestà di intenti per ogni eventuale proposta politica e progettuale che si andrà a delineare, accogliendo con risposta e con rispetto, quanti intendano condividere con noi, tale processo politico. Firmato i tre Consiglieri Comunali. Consigliere Luigi Cimmino. CONSIGLIERE CIMMINO LUIGI: Presidente, io non voglio fare una comunicazione, ma voglio fare un interpellanza che riguarda la questione di un ordinanza che è stata fatta l anno scorso per quanto riguarda la questione delle tabelle pubblicitarie. Allora, il Sindaco sicuramente ricorderà che l anno scorso nel mese di agosto è apparsa un ordinanza per cui bisognava adeguarsi a quelle che erano le norme del nuovo Codice della Strada e quindi, le tabelle in questione che non erano a norma, sia esse con autorizzazione, sia esse senza autorizzazione, sono state in sostanza tolte per far sì che poi un Regolamento che dev essere approvato dal Consiglio Comunale potesse creare le condizioni affinché le tabelle pubblicitarie fossero a norma con un nuovo Codice della Strada. Considerato che ormai è passato un bel po di tempo e considerato che le entrate rispetto al 2004 si aggirano ad un 80% in meno in quanto le tabelle sono state tolte provocando un entrata minore all Ente e la possibilità agli esercizi commerciali di non fare più pubblicità o quantomeno, di lasciare soltanto la pubblicità di quelle tabelle o di alcune tabelle che sono rimaste diciamo, nel suolo sommese, tralasciando questi il 70% delle tabelle tolte e questo ovviamente, creando dei disagi sia ai cittadini sia ovviamente a chi ha bisogno di 4

5 esimere una tabella di indicazione per giungere o per fare arrivare gente al proprio esercizio quindi, procura un duplice effetto. Quindi, io pregherei e vorrei sapere a che punto è se c è una realizzazione di questo rilevamento consiliare affinché si possa regolarizzare e far regolarizzare coloro i quali poi possono sfruttare una possibilità che da un lato produce delle entrate per l Ente e dall altro lato fa sì che comunque, gli esercizi commerciali possono avere un adeguata pubblicità nel rispetto delle regole ovviamente, e questo è condivisibile, ma che non passi però diciamo, da qui a tanto altro tempo in quanto già l ordinanza è nata nel mese di agosto dell anno scorso, oggi siamo nel mese di febbraio del 2005 quindi, chiedo se c è un Regolamento, se questo Regolamento venga approvato, quali sono i tempi, qual è la volontà dell Ente riguardo a questa questione. Il primo punto all ordine del giorno. Avete chiesto la parola? Di solito dovreste chiederla una sola volta non più volte. Prego Consigliere D Alessandro. Ma, di solito uno chiede la parola e fa l interrogazione, allora che facciamo il Consiglio cioè. Prego Consigliere D Alessandro. CONSIGLIERE D ALESSANDRO: Il Consigliere Giordano ha fatto da Zingarelli in questo momento, ha fatto da vocabolario giustamente, giustamente. Perché giustamente esistono le comunicazioni, esistono le interrogazioni, esistono le interpellanze, io ho fatto una comunicazione e ora ti faccio un interrogazione, dopo non lo so, può essere che faccio qualche era cosa prima di addentrarci al primo punto all ordine del giorno. Interrogazione al Sindaco e all Assessore alla viabilità e al Dirigente dell area relativa alle misure che si vogliono adottare oltre a quelle nel tempo scarse ed in qualificati già prese a proposito di un arteria stradale di grande importanza che è la Somma-Pomigliano sulla quali si inocula lo svincolo della famosa per vittime statale del Vesuvio. Tale strada è già presente per le sue imprese di pericolosità, ma a questo nell ultimo decennio si sono aggiunte per l edilizia privata e in gran parte abusiva, dei varchi che si immettono direttamente e pericolosamente sulla suddetta strada, senza segnaletica sia orizzontale che verticale, ed inoltre varchi di strutture commerciali e di servizio per la comunità caratterizzati da autoveicoli perennemente in divieto che ostruiscono la carreggiata provocando pericolosissimi ingorghi su una strada che dovrebbe essere ad altissimo scorrimento. Forse strade di questo tipo 5

6 non dovrebbero avere marciapiedi, ma data l alta urbanizzazione credo che sia un problema questo da rivedere e da risolvere. L interrogazione c è scritto, è con risposta scritta in Consiglio Comunale. No, non con risposta scritta, con risposta in Consiglio Comunale, nel prossimo Consiglio. Raccogliamo anche quella del Consigliere Cimmino per cui fotocopiamo perché poi a a volte vengono smarrite nei meandri degli uffici. Altre comunicazioni? Consigliere D Alessandro. CONSIGLIERE D ALESSANDRO: Oggi quanto ne abbiamo? Io non sto dicendo niente, perché mi vuoi chiedere a me? Io non ho capito. Allora, prima di addentrarci nei punti successivi all ordine del giorno, volevo fare una comunicazione al Consiglio relativa ad una questione che è quella di una delibera, la n. 5/2004, l altra volta il Consigliere Cimmino voleva leggerla in Consiglio Comunale, io lo fermai e gli dissi che praticamente, come Presidente del Consiglio avevo chiesto agli Avvocati, sia quello del Comune, Perillo che i difensori del ricorrente dottor Commercialista Ciro Cimmino, che sono Raia e Mele, cosa fare come Consiglio Comunale, i provvedimenti da prendere in merito a questa ordinanza del TAR. Veniva poi in seguito a delle comunicazioni intercorse con il Presidente e con il Segretario, con gli Avvocati che ho detto, veniva messo all ordine del giorno 30 come primo punto all ordine del giorno. La seduta del giorno 30 dicembre veniva a mancare per la mancanza del numero legale e il giorno successivo il 31 l ordine del giorno che era il primo punto all ordine del giorno veniva spostato e quindi, portato all ultimo punto all ordine del giorno e durante la seduta del Consiglio del 31 veniva a mancare il numero legale. La sentenza dava un tempo utile per poter effettuare un ricorso al Consiglio di Stato e che scadeva il giorno 5 gennaio 2005, a tale sentenza non c è stata nessun opposizione per cui il Consigliere Ciro, il ricorrente Ciro Cimmino, mi sono confuso con il Consigliere Luigi Cimmino, il ricorrente, il Commercialista Ciro Cimmino nel giorno 7 provvedeva a dare l incarico di nuovo agli Avvocati per ottemperare alla sentenza chiedendo la nomina di un Commissario ad acta. Io di solito questi atti fino ad oggi, li avevo sempre notificati evitando questa volta, un inutile lavoro dei messi, ve la notifico in Consiglio Comunale e poi faremo una successiva Conferenza dei Capigruppo per stabilire, il Consiglio in merito che cosa vuole stabilire. Prima il Consiglio, poi c è 6

7 un parere sempre dell Avvocato, ora farò fare le fotocopie e le notifico. Allora, poi volevo fare un ricordo ad un amico, per piacere, che è scomparso alcuni giorni fa, il 17 gennaio veniva a mancare un mio e un nostro caro amico, Vincenzo Caliendo che militava nei DS e praticamente volevo fare un ricordo di lui come persona perché era attualmente il primo dei non eletti nel partito dei DS per cui, avendo avuto rapporti con lui noi della maggioranza come anche l opposizione perché nella giornata in cui si sono svolti i funerali, molti Consiglieri, quasi tutti i Consiglieri dell opposizione erano presenti e quindi, significa che c era un rispetto reciproco verso un ex Consigliere che comunque, militava in un partito e continuava a portare avanti delle battaglie a difesa dei più deboli etc., che affondava la vita come si suol dire, a muso duro per cui vorrei ricordare un attimo l ex Consigliere Vincenzo Caliendo. Allora, passiamo, arriva il Consigliere Luigi Mele. Entriamo nel primo argomento iscritto all ordine del giorno che è il Regolamento del Difensore Civico. Aliperta Mario. questo costituzione di una Confederazione, io quindi, chiederei di discutere, di invertire l ordine del giorno e di discutere prima della situazione politico amministrativa, perché in questo momento credo che sia molto più importante di questa interrogazione. Quindi, discutere prima della situazione politico amministrativa e poi dopo, discutere degli altri all ordine dell giorno, grazie. La procedura come sempre, uno si esprime a favore e uno si esprime contro. Allora, nominiamo gli scrutatori, De Falco Crescenzo e Antonio Granato per la maggioranza e Mario Aliperta per la minoranza. Va bene, votiamo l inversione dell ordine del giorno, chi vota a favore? Quattro voti a favore. Chi vota contro? Sei voti contro. Chi si astiene? Otto astenuti. Allora, l inversione non passa per cui si entra nella discussione del primo punto all ordine del giorno. CONSIGLIERE ALIPERTA MARIO: Grazie Presidente. Presidente la mia era giusto una richiesta, anche perché vista la situazione oltre a quella amministrativa in cui versa questo Comune e vista anche la comunicazione fatta da tre Consiglieri di OGGETTO: REGOLAMENTO DEL DIFENSORE 7

8 CIVICO. DISCUSSIONE ED APPROVAZIONE. Prego Consigliere Aliperta. l obbligo di portarlo prima nella Conferenza dei Capigruppo, prima nella Commissione poi nella Conferenza dei Capigruppo e poi portarlo nel Consiglio, grazie. CONSIGLIERE ALIPERTA: Come sempre siete sempre dei conigli per cui scappate sempre dinanzi all evidenza visto che il Comune versa in una situazione così grave, Ufficio Tecnico chiuso senza sapere il motivo perché il Sindaco non ha neanche l obbligo morale. Consigliere Aliperta, lei non può entrare di fatto nella discussione. CONSIGLIERE ALIPERTA: Esatto, sto già nel punto all ordine del giorno. Presidente, mi faccia la cortesia Non mi interrompa, stasera Lei non mi deve interrompere. Prima di tutto voglio fare due osservazioni, il Regolamento del Difensore Civico non è stato portato in nessuna Conferenza dei Capigruppo quindi, io penso che non si possa discutere primo, non è stato portato né nella Commissione né tanto meno nella Conferenza dei Capigruppo quindi, Lei Presidente, ha l obbligo prima di portare un punto anzi, un Regolamento del Difensore Civico così importante all ordine del giorno o in un Consiglio Comunale, ha Allora, Consigliere Aliperta, quello che Lei dice è inesatto perché a marzo dell anno scorso, c è qui il brogliaccio se lo vuole vedere, il Presidente allora facente funzioni, il Presidente del Consiglio Pappalardo lo mise all ordine del giorno, poi è stato sempre rinviato quindi, per mettere una cosa all ordine del giorno significa che era passata attraverso la Conferenza dei Capigruppo. Ho detto, mi preciso meglio, il Presidente che allora faceva le funzioni di Presidente, era l amico Avvocato Luigi Pappalardo eletto dal Consiglio, non era facente funzioni, mi sono espresso male, ma è così. CONSIGLIERE ALIPERTA MARIO: Allora, Presidente, proprio perché Lei è un nuovo Presidente di questo Consiglio Comunale, deve attenersi agli obblighi dell ufficio del Presidente del Consiglio Comunale e Lei ha l obbligo di convocare, di portarlo prima in una commissione dove io faccio parte, non è stato mai portato e né tanto meno è stato portato in una Conferenza dei Capigruppo quindi, per me 8

9 quest ordine, questo punto all ordine del giorno non si può discutere quindi, è inutile che Lei si rifà ad un anno fa perché Lei non era Presidente in quel periodo quindi, ha l obbligo morale di riportarlo un'altra volta alla Commissione e poi alla Conferenza dei Capigruppo. Quindi, la sua risposta non è soddisfacente. Allora, Consigliere Aliperta, questo è il brogliaccio, la Conferenza dei Capigruppo è del giorno 5 marzo 04, la scrittura è dell Avvocato Pappalardo che era Presidente del Consiglio. Primo punto all ordine del giorno del 12 marzo 04 interrogazione Regolamento per il funzionamento dell Ufficio Difensore Civico, discussione ed approvazione. E stato iscritto per il 12 marzo, possiamo anche salire sopra, il problema è che è stato osservato da parte dell Ufficio della Prima Area, che c era una incongruenza tra lo Statuto e il Regolamento per cui noi decidemmo di portare il Regolamento del Difensore Civico nelle Commissioni dove è stato elaborato. Poi, io come Ufficio di Presidenza l ho, va bene, Consigliere Aliperta, Lei può dire quello che vuole. Va bene, questo è il suo punto di vista. CONSIGLIERE DE FALCO: Io penso che l unico che possa decidere sulla situazione, sia il Presidente del Consiglio che al di là della questione Regolamento, può decidere benissimo se accettare quello che dice il Consigliere Aliperta. Il Presidente certamente non è tenuto come voglio dire, a presentare i punti all ordine del giorno per forza nella Conferenza dei Capigruppo, né tanto meno un argomento già passato in questo Consiglio Comunale ha bisogno di ripassare nelle Commissioni, però ciò non toglie che il Presidente può anche accettare la possibilità di sospendere cinque minuti questo Consiglio Comunale e fare una Conferenza dei Capigruppo per decidere se andare avanti su questo punto o se rinviarlo come chiede lo stesso Consigliere Aliperta. Quindi, prego il Presidente un attimino di far capire se intende proseguire oppure, come deve dire, rimettere ad una Conferenza ad horas di questa questione. di questa questione. Io sono sempre molto democratico per cui posso sempre decidere a favore di questa proposta che ha detto il Consigliere De Falco, ma tengo a precisare che l ordine del giorno è stato posto, non ho sospeso nessun Consiglio, io posso accettare. Devo accettare o devo, devo decidere io, scusami Consigliere Mele. Allora, sto dicendo che praticamente questo argomento è stato posto un sacco di volte all ordine del 9

10 giorno proprio perché non doveva passare più per la Conferenza dei Servizi essendo iscritto attraverso la Conferenza dei Capigruppo, all ordine del giorno del 12 marzo 04 cioè, quasi un anno fa. No, Consigliere Aliperta? Credo che ti sei abbondantemente espresso. Allora, chiedo al tuo Capogruppo di fare la Conferenza dei Capigruppo. La seduta la sospendo per una Conferenza dei Capigruppo. IL CONSIGLIO COMUNALE VIENE SOSPESO ALLE ORE 21:00. IL CONSIGLIO COMUNALE RIPRENDE ALLE ORE 21:04. Riprendiamo la seduta. Dottoressa la prego di procedere all appello. LA DOTTORESSA D ALESSANDRO PASQUAL INA PROCEDE ALL APPELLO. quello del Difensore Civico e visto alcune osservazioni sollevate da Consiglieri Comunali e da Capigruppo, si preferisce come dire, adoperare la strada di riproporlo nella prima data utile, permettendo così una maggiore lettera di quel documento messo agli atti. Quindi, si esaurisce la discussione su questo punto all ordine del giorno. La Conferenza dei Capigruppo stabilisce il rinvio. Significa che i Capigruppo sono sfiduciati. Votiamo il rinvio per piacere. Chi vota a favore? Ci stanno gli scrutatori, prego coadiuvare il Presidente, allora, chi vota a favore? 12 a favore. Chi vota contro? Ma scusate, tu sei scrutatore. Allora, io mi astengo ovviamente. Sedici a favore e uno astenuto. Quando votate, per piacere, alzate la nostra mano. La seduta riprende. La parola al Consigliere De Falco. CONSIGLIERE DE FALCO: Allora, la Conferenza dei Capigruppo ha deciso, premesso che il Regolamento questa stasera poteva essere benissimo votato, ma visto che è un Regolamento che disciplina un istituto così importante come 10

11 OGGETTO: INTERROGAZIONE CON DIBATTITO SULLA TUTELA DEL TERRITORIO. Allora, con la votazione passiamo all introduzione del secondo punto all ordine del giorno che è l interrogazione con dibattito sulla tutela del territorio presentata dal Consigliere Cimmino Luigi, risponde l Assessore, no risponde il Sindaco. Rispende all interrogazione il Sindaco. SINDACO: Vi ricordo che chiedi ulteriormente ragguagli al Consigliere Cimmino per capire, perché fu più articolato nell esporla quanto nella trascrizione dell interrogazione stessa. Se io mi devo semplicemente attenere e prego il Consigliere Cimmino di darmene atto, a solo quello che ha scritto e non a quello che ha detto, io posso già iniziare a parlare. Se invece, vuole aggiungere quelle stesse cose che ha detto l altra volta e le vuole ripetere in modo che io rispondo una sola volta e non dopo che ci sia la fase di replica, io lo prego insomma, di introdurre se c è qualche altro elemento che non è iscritto perché a me sembra che l altra volta face, analizzò di più il problema e quindi, nell interrogazione orale fu molto più diciamo analitico rispetto a quello che ha fatto, che è stata la sua trascrizione nell interrogazione rivolta al Consiglio Comunale. Quindi, Le chiedo, chiedo al Consigliere se ha da aggiungere perché poi avremmo un dibattito che non ha degli elementi e quindi, dovremmo più volte riprendere la parola. Quindi, sarebbe opportuno inquadrarla meglio questa cosa, se c è però, se devo rispondere solo a quello che ha scritto qua sopra io sono pronto a farlo. CONSIGLIERE CIMMINO LUIGI: Diciamo, l altra volta quando ho fatto l introduzione alla interrogazione Sindaco, era in sostanza esplicitato o erano esplicitati dei concetti in senso verbale riguardante diciamo, le questioni che sono inserite tutte quante all interno della domanda. Il problema è, riguarda la questione diciamo che è una questione 11

12 tremendamente politica del riordino del territorio e del fatto che diciamo, la politica in questo caso è stata tremendamente in ritardo nel fornire regole e certezze alla possibilità di uno sviluppo di questo territorio. Anche precedentemente un collega parlava di una strada riguardo allo scorrimento veloce per una serie di attività che si sono inserite su quella strada, di altre questioni quindi, era un interrogazione complessa riguardante in sostanza la regolamentazione, lo sviluppo stesso del territorio. Considerato che comunque, c erano delle intenzioni rispetto alla tipologia di sviluppo anche con degli atti fatti dalla Giunta e dal Consiglio in apertura diciamo, di consiliatura, a quelle situazioni non è stato dato assolutamente sviluppo e quindi, si chiedeva rispetto a questa cosa qual erano poi le intenzioni ad oggi dell Amministrazione considerato l eclatante questione che poi diciamo è venuto anche alla ribalta anche in una sua intervista fatta su un giornale dopo diciamo, il sequestro di un fabbricato abusivo, Lei ha fatto delle dichiarazioni diciamo forti rispetto a questa questione quindi, si chiedeva rispetto a questo quali erano le intenzione dell Amministrazione Comunale e quali erano rispetto ai fatti, ai succedimenti che sono accaduti, quali erano le intenzioni. Mi rendo conto che la velocità degli eventi ha fatto si che questa interrogazione comunque possa arricchirsi di altre questioni che certamente non sono strumentali rispetto alle questioni che sono in campo, assolutamente non voglio strumentalizzare nessuna situazione che è, penso che con estrema oggettività si possa discutere delle problematiche che ci sono e che sono evidenti a tutti e che sicuramente come dire, non sono prive di responsabilità politiche che sono ovviamente diverse da quelle di altra tipologia di responsabilità. SINDACO: Qui non c è niente da aggiungere perché l altra volta sembra che ci fu una chiosa per cui io chiusi dei maggiori chiarimenti, va bene, ma se devo, se questo è il problema, io non ho nessun problema a rispondere a un interrogazione di tal genere anche perché questa Amministrazione in questa fase particolare, questa Amministrazione sta mettendo in atto tutti quelli che sono i possibili atti affinché ci sia una possibilità di riprendere un discorso sulla tutela e sulla, dove sta per favore l interrogazione per cortesia? Dunque, dicevamo che sia in termini di come Lei parla, di controllo e di pianificazione e di tutela del territorio perché voglio essere chiaro su questi tre argomenti fondamentali in modo che non ci sia nessun problema. Questa Amministrazione in questo ultimo periodo sta cercando di accelerare un po tutti quelli che erano i processi messi in 12

13 atto in passato per quanto riguarda principalmente quella che è la pianificazione del territorio perché è ovvio ed è scontato che se non si provvede subito a una pianificazione, a una ripianificazione di questo territorio, sicuramente non ci saranno le possibilità in termini voglio dire, abbastanza importanti di controllare quello che è il nostro territorio. Per cui, noi abbiamo adottato e stiamo, penso che in settimana, non sarà questa settimana, ma penso, io l ho posto in termini molto chiari che in questa settimana probabilmente già questa Giunta provvederà agli incarichi per la pianificazione sul nostro territorio. Quindi, noi in questo ci siamo posti in termini di accelerare questi processi e riuscire, sperando infatti, ne daremo termine agli incaricati che probabilmente quasi, se è possibile per la fine di questa consiliatura, riuscire ad avere una variante al Piano Regolatore Generale. Anche perché a noi sembra molto più semplice rispetto a quanto si poteva prospettare in passato, adottare un Piano e andare a definire un Piano Regolatore Generale perché oggi con le linee guida che vengono sia dalla Provincia, sia che vengono dalla Regione e tanti vincoli a cui siamo sottoposti, penso che sia abbastanza semplice e facile andare a definire un Piano Regolatore per il nostro territorio. Quindi, stiamo in una fase di concretizzazione, di una soluzione e di una soluzione che sicuramente questa città aspettava e deve avere perché non è possibile andare a risolvere i problemi del territorio se non si inizia da quella che è la pianificazione. Per quanto attiene la tutela e il controllo sul nostro territorio in quest ultimo periodo visto anche, ecco, una serie di provvedimenti che sono stati, per cortesia un po di silenzio insomma. Per quanto attiene tutte quelle che sono state le varie, i vari atti forniti sia dalla Regione che dalla Provincia, riguarda sicuramente quello che è il problema che attanaglia il nostro territorio, perché noi siamo parte integrante della zona rossa, abbiamo dei problemi importanti. Un altro problema fondamentale che incide oggi su quello che è l abusivismo è anche, questo l abbiamo detto lo continuerò a dire, questi continui condoni che vengono prospettati, che vengono fatti apparire in quest ultimo periodo. Per cui, noi abbiamo posto in essere una serie di provvedimenti sia in termini, mamma mia. Il Presidente dov è? C è un problema ai microfoni, non si sente l audio stasera. SINDACO: No, non credo. Anche se dobbiamo alzare la voce insomma, anche se le vostre corde vocali non sono al massimo lo faremo lo 13

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011. PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo

COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011. PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011 PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo Sistemazione attrezzature sportive all interno dell area di proprietà comunale in Via Gorizia. Modifica deliberazione C.C.

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO Si trasmette in copia l esecuzione a... Il Segretario Generale COMUNE DI BITONTO Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO INSEDIAMENTO INTERVENTI VARI. L anno

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

11 del 10 FEBBRAIO 2003 PROT. N. 3102 1

11 del 10 FEBBRAIO 2003 PROT. N. 3102 1 11 del 10 FEBBRAIO 2003 PROT. N. 3102 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO ALLE ASSUNZIONI DI PERSONALE ATTRAVERSO PROCEDURE PUBBLICHE DA PARTE

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO SEDUTA DEL 25 MAGGIO 2015 R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A

PROVINCIA DI BERGAMO SEDUTA DEL 25 MAGGIO 2015 R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A PROVINCIA DI BERGAMO C O N S I G L I O P R O V I N C I A L E R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A CONSIGLIO PROVINCIALE RESOCONTO L'anno DUEMILAQUINDICI, il giorno 25 del mese di MAGGIO alle ore 9:00,

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991)

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) CAPO I DELLA COSTITUZIONE E DEL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO NAZIONALE ART. 1 Insediamento del Consiglio - Entrata in carica

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

XI LEGISLATURA SEDUTA DEL 17/02/2015 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE NIRO

XI LEGISLATURA SEDUTA DEL 17/02/2015 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE NIRO Regione Molise -4- Resoconti Consiliari XI LEGISLATURA SEDUTA DEL 17/02/2015 PRESIDENZA DEL NIRO - ORE 12:13 - APERTURA DELLA SEDUTA, APPROVAZIONE DEL PROCESSO VERBALE DELLA SEDUTA PRECEDENTE E COMUNICAZIONI

Dettagli

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per finanziamento lavori realizzazione sezione asilo nido rione Borgo, chi illustra? Romani, assessore Romani per

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

consiglio Regionale della Campania

consiglio Regionale della Campania consiglio Regionale della Campania IV Commissione Consiiare Permanente (Trasporti, Urbanistica, Lavori Pubblici) RESOCONTO INTEGRALE N. 62 SEDUTA IV COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DEL 21 DICEMBRE 2011

Dettagli

C O M U N E D I C I C C I A N O Provincia di Napoli Sede Legale: C.so Garibaldi n. 3 80033 Cicciano

C O M U N E D I C I C C I A N O Provincia di Napoli Sede Legale: C.so Garibaldi n. 3 80033 Cicciano C O M U N E D I C I C C I A N O Provincia di Napoli Sede Legale: C.so Garibaldi n. 3 80033 Cicciano DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE C O P I A N. 15 DEL 22.04.2015 OGGETTO: Proposta al Consiglio Comunale

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

Questionario COMPASS*

Questionario COMPASS* Questionario COMPS* Istruzioni Il presente questionario viene utilizzato per addestrarsi a discriminare fra le varie modalità di reazione a situazioni sociali specifiche in casa e fuori. Consta di 30 casi

Dettagli

COMUNE DI GALATINA CONSIGLIO COMUNALE DEL 28 NOVEMBRE 2008

COMUNE DI GALATINA CONSIGLIO COMUNALE DEL 28 NOVEMBRE 2008 COMUNE DI GALATINA CONSIGLIO COMUNALE DEL 28 NOVEMBRE 2008 PUNTO 1 O.D.G. aggiuntivo Art. 11 del vigente regolamento di Consiglio comunale. Seconda commissione consiliare permanente Sostituzione componente

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Quali strade per il futuro? Il ruolo della regione nell ottica della devolution (*) Guido Della Frera Assessore

Dettagli

Adrano, Fabio Mancuso. Bilancio comunale falso e Ferrante

Adrano, Fabio Mancuso. Bilancio comunale falso e Ferrante Adrano, Fabio Mancuso. Bilancio comunale falso e Ferrante di Alice Vaccaro - 25, giu, 2015 http://www.siciliajournal.it/adrano-fabio-mancuso-bilancio-comunale-falso-e-ferrante/ 1 / 6 ADRANO Ex sindaco

Dettagli

A- All inizio ho trovato delle difficoltà in banca per accedere ai crediti

A- All inizio ho trovato delle difficoltà in banca per accedere ai crediti INTERVISTA 8 I- Ha avuto qualche altra esperienza lavorativa prima di mettere in piedi questa attività A- Io ho 50 anni, ho iniziato a lavorare a 17 anni e per 10 anni ho lavorato in un impresa stradale,

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DELL 11.07.2013 Interventi dei Sigg.ri Consiglieri. Approvazione verbali seduta precedente

CONSIGLIO COMUNALE DELL 11.07.2013 Interventi dei Sigg.ri Consiglieri. Approvazione verbali seduta precedente CONSIGLIO COMUNALE DELL 11.07.2013 Interventi dei Sigg.ri Consiglieri Approvazione verbali seduta precedente Buonasera a tutti i cittadini presenti, al signor Sindaco, al segretario Emanuele dott. Mirabile,

Dettagli

ALESSANDRO BOTTO COMPONENTE AVCP E CONSIGLIERE DI STATO

ALESSANDRO BOTTO COMPONENTE AVCP E CONSIGLIERE DI STATO Di Bernardo Iovene MILENA GABANELLI IN STUDIO Questa storia val la pena di capirla bene. Quando un dipendente pubblico, viene chiamato a svolgere un incarico presso un ministero, una commissione parlamentare,

Dettagli

Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo:

Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo: Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo: ACCESSO AI CODICI MATEMATICI NELLA SCUOLA DELL INFANZIA ATTRAVERSO UNA DIDATTICA INCLUSIVA CENTRATA SUCAMPI DI ESPERIENZA E GIOCO. Anno accademico

Dettagli

COMUNE DI CIAMPINO PROVINCIA DI ROMA

COMUNE DI CIAMPINO PROVINCIA DI ROMA COMUNE DI CIAMPINO PROVINCIA DI ROMA CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 LUGLIO 2014 Consiglio comunale del 31.07.2014 Pag. 1 PRESIDENTE: Buongiorno a tutti, iniziamo i lavori del Consiglio, invito i Consiglieri

Dettagli

Gruppo consiliare Partito della Rifondazione Comunista di Scandicci. Interrogazione

Gruppo consiliare Partito della Rifondazione Comunista di Scandicci. Interrogazione Gruppo consiliare Partito della Rifondazione Comunista di Scandicci Interrogazione Oggetto: amianto negli edifici pubblici In relazione alla mia interrogazione sull amianto e alla sua risposta, dove mi

Dettagli

Giacomo Bruno RENDITE DA 32.400 AL MESE!

Giacomo Bruno RENDITE DA 32.400 AL MESE! Giacomo Bruno RENDITE DA 32.400 AL MESE! Report collegato a: FARE SOLDI ONLINE CON GOOGLE Il programma per inserire annunci pubblicitari su Google - Mini Ebook Gratuito - INVIALO GRATIS A TUTTI I TUOI

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 L anno 2013 addì 20 del mese di novembre alle ore 20.10 nella Residenza Municipale, previa convocazione con avvisi scritti, tempestivamente

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA. Al SINDACO del Comune di SOLOPACA. Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA

Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA. Al SINDACO del Comune di SOLOPACA. Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA Al SINDACO del Comune di SOLOPACA Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA OGGETTO: INTERROGAZIONE" Ai sensi degli artt. 43 del D.Lgs. 267/2000 e 40

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20.

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20. 1/5 MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 11.20. PRESIDENTE. Buongiorno. Innanzitutto la ringraziamo e ci scusiamo del ritardo, ma stiamo finendo

Dettagli

E quindi un emorragia di cervelli

E quindi un emorragia di cervelli Intervistato: Angelo Colaiacovo, Sindaco di Aliano Soggetto: prospettive per i giovani, Parco Letterario Carlo Levi, vivibilità di Aliano Luogo e data dell intervista: Aliano, agosto 2007 Audio file: Colaiacovo_2

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Resoconto integrale n.97/a della seduta di audizione del 30 settembre 2014

Resoconto integrale n.97/a della seduta di audizione del 30 settembre 2014 Commissione Consiliare Speciale per il controllo delle bonifiche ambientali e i siti di smaltimento rifiuti ed ecomafie, riutilizzo dei beni confiscati Resoconto integrale n.97/a della seduta di audizione

Dettagli

DEL CONSIGLIO COMUNALE

DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA -------------- DELIBERAZIONE N. 71 in data: 27.11.2008 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: COMUNICAZIONI DEL SINDACO L anno

Dettagli

COMUNE DI COMACCHIO deliberazione n. 106 del 11.09.2014

COMUNE DI COMACCHIO deliberazione n. 106 del 11.09.2014 Gli Assessori signori: Denis Fantinuoli, Alice Carli, Sara Bellotti, Stefano Parmiani, Sergio Provasi, presenti in aula, partecipano all'odierna seduta consiliare senza il diritto di voto e senza essere

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO

MILENA GABANELLI IN STUDIO COME VA A FINIRE? Contanti saluti al nero aggiornamento del 15/4/2012 Di Stefania Rimini MILENA GABANELLI IN STUDIO Il 15 aprile scorso abbiamo proposto di ridurre drasticamente l uso del contante. Perché

Dettagli

LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA COME STRUMENTO DI PERSUASIONE

LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA COME STRUMENTO DI PERSUASIONE PROGRAMMAZIONE + COMUNICAZIONE EFFICACE LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA COME STRUMENTO DI PERSUASIONE StudiAssociati 2013 Cos è l assertività? PARLEREMO DI: Perché è difficile comunicare? La forma della comunicazione

Dettagli

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa Letto, confermato e sottoscritto IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO F.TO: B. BUSCEMA F.TO: G. QUARRELLA CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE La presente deliberazione verrà affissa all albo Pretorio

Dettagli

Regione Molise -25- Resoconti Consiliari

Regione Molise -25- Resoconti Consiliari Regione Molise -25- Resoconti Consiliari RISPOSTA ALL INTERPELLANZA, A FIRMA DEI CONSIGLIERI FUSCO PERRELLA, LATTANZIO, CAVALIERE,IORIO, AD OGGETTO: "CONVENZIONE TRA LE FORZE DI POLIZIA E TRENITALIA -

Dettagli

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia.

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. 7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni Giolitti. Atto di indirizzo. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. CONSIGLIERE DE LUCIA C. - Nulla, è giunto

Dettagli

Interventi dei Sigg. Consiglieri. Approvazione delle modifiche al regolamento dell arredo urbano chioschi e dehors

Interventi dei Sigg. Consiglieri. Approvazione delle modifiche al regolamento dell arredo urbano chioschi e dehors Interventi dei Sigg. Consiglieri Approvazione delle modifiche al regolamento dell arredo urbano chioschi e dehors Passiamo al decimo punto dell ordine del giorno: Approvazione delle modifiche al regolamento

Dettagli

I N D I C E TITOLO I PRINCIPI E FINALITA DEL REGOLAMENTO. Art. 1 principi fondamentali TITOLO II L ALBO E LE CONSULTE

I N D I C E TITOLO I PRINCIPI E FINALITA DEL REGOLAMENTO. Art. 1 principi fondamentali TITOLO II L ALBO E LE CONSULTE Regolamento comunale per il riconoscimento, la promozione e la valorizzazione delle libere forme associative e delle organizzazioni di volontariato (Approvato con delibera n.110/cc del 18.10.1999) I N

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 738 DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ

FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ DI BENEVENTO REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO Titolo I Principi generali Art. 1 Il Forum della Gioventù della Provincia di Benevento è un organismo di partecipazione, rappresentanza

Dettagli

C E CHI DICE NO: FRANCECA RAGUSA Giuliano Marrucci

C E CHI DICE NO: FRANCECA RAGUSA Giuliano Marrucci C E CHI DICE NO: FRANCECA RAGUSA Giuliano Marrucci Quella è la finestra di camera tua no? Si, quella lì sì. La guardi sì, la tengo sempre chiusa. - FUORI CAMPO Francesca abita a Parigi, ed ogni estate

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO

COMUNE DI ROSSANO VENETO COPIA WEB Deliberazione N. 42 In data 25.09.2014 Prot. N. 14229 OGGETTO: COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale Sessione ordinaria

Dettagli

DIETA ZONA, SUBITO IN FORMA E PER SEMPRE

DIETA ZONA, SUBITO IN FORMA E PER SEMPRE DIETA ZONA, SUBITO IN FORMA E PER SEMPRE di Daniela Morandi Prefazione di Barry Sears. Con la partecipazione di Claudio Belotti Copyright 2012 Good Mood ISBN 978-88-6277-409-3 Prefazione del dottor Barry

Dettagli

Nota importante all'articolo!

Nota importante all'articolo! Nota importante all'articolo! In seguito alla pubblicazione della seguente intervista ci sono giunte diverse segnalazioni attendibili che, contrariamente a quanto lasciato intendere nell intervista stessa,

Dettagli

Grafico del livello di attività per 90 giorni

Grafico del livello di attività per 90 giorni Grafico del livello di attività per giorni "Gli agenti immobiliari di Successo fanno quello che gli agenti immobiliari normali non amano fare." Salvatore Coddetta. Il lavoro di agente immobiliare è quello

Dettagli

(Durante la discussione escono dall aula i consiglieri Cappuccio, Girola, Maggioni; sono presenti n. 30 consiglieri).

(Durante la discussione escono dall aula i consiglieri Cappuccio, Girola, Maggioni; sono presenti n. 30 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione congiunta dell interrogazione in oggetto con l interpellanza urgente n. 8 presentata dal consigliere comunale Simone Paganoni avente per oggetto: gestione del sito

Dettagli

COMUNE DI ADRANO (PROVINCIA DI CATANIA)

COMUNE DI ADRANO (PROVINCIA DI CATANIA) COMUNE DI ADRANO (PROVINCIA DI CATANIA) DELIBERAZIONE ORIGINALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 07 DEL 23/03/2011 Reg. Gen. Anno 2011 OGGETTO: Situazione finanziaria ripetuto ritardo nell erogazione degli stipendi

Dettagli

Atti consiliari del Comune di Barletta SEDUTA DEL 13 SETTEMBRE 2012 Verbale allegato alla delibera consiliare n. 44 avente all oggetto: Mozione relativa a Abbandono dei minori, adozione internazionale

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

COMUNE DI TREVIOLO (Provincia di Bergamo)

COMUNE DI TREVIOLO (Provincia di Bergamo) COMUNE DI TREVIOLO (Provincia di Bergamo) Delibera N. 54 del 30/11/2009 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza ordinaria di prima convocazione - Seduta pubblica OGGETTO: ORDINE DEL GIORNO

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) n. 12 Del 08/07/2014

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) n. 12 Del 08/07/2014 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) DELIBERAZIONE del Consiglio Comunale n. 12 Del 08/07/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE DEI REGOLAMENTI DI DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) - APPROVAZIONE

Dettagli

Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG

Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG Report tratto da: Fare Soldi Online con Blog e MiniSiti Puoi distribuire gratuitamente questo ebook a chiunque. Puoi inserire i tuoi link affiliato. I segreti dei Blog

Dettagli

COMUNE DI ASOLO Provincia di Treviso DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI ASOLO Provincia di Treviso DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 11 Reg. Del. COMUNE DI ASOLO Provincia di Treviso DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione ordinaria seduta pubblica in prima convocazione del giorno 25/05/2006 OGGETTO: D.L. n. 444 del 27.10.1995,

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Sponsorizzazione. Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline se ritieni utile queste informazioni senza modificarlo.

Sponsorizzazione. Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline se ritieni utile queste informazioni senza modificarlo. Sponsorizzazione Magica www.sponsorizzazionemagica.com Bonus Speciale Obiezioni: Come Gestire FACILMENTE le obiezioni dei Tuoi Contatti Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline

Dettagli

Delibera del Consiglio Comunale di Asolo n.15/2003

Delibera del Consiglio Comunale di Asolo n.15/2003 Delibera del Consiglio Comunale di Asolo n.15/2003 Data di convocazione: 11-04-2003 Oggetto: Esame ed approvazione "Regolamento comunale di semplificazione dei procedimenti di spesa in economia". Il Sindaco

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Raffaella una cassiera

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

COMUNE DI CAMERANO (Provincia di Ancona) VERBALE DELLA SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE DI DATA 19 DICEMBRE 2014

COMUNE DI CAMERANO (Provincia di Ancona) VERBALE DELLA SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE DI DATA 19 DICEMBRE 2014 COMUNE DI CAMERANO (Provincia di Ancona) VERBALE DELLA SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE DI DATA 19 DICEMBRE 2014 APERTURA LAVORI CONSILIARI Buonasera. Sono le 17 : 00 del giorno 19 dicembre 2014, dichiaro

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri).

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno urgente presentato dal gruppo consiliare Lega Nord Lega Lombarda avente per oggetto: Accesso al contributo regionale per l installazione di pannelli

Dettagli

COMUNE DI CIAMPINO PROVINCIA DI ROMA CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 FEBBRAIO 2015

COMUNE DI CIAMPINO PROVINCIA DI ROMA CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 FEBBRAIO 2015 COMUNE DI CIAMPINO PROVINCIA DI ROMA CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 FEBBRAIO 2015 1 PRESIDENTE: Iniziamo i lavori con le interrogazioni, la prima interrogazione è il protocollo 36347/2015 Avente per oggetto

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI www.previsioniborsa.net di Simone Fanton (trader indipendente) Disclaimer LE PAGINE DI QUESTO REPORT NON COSTITUISCONO SOLLECITAZIONE AL

Dettagli

Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Tariffazione, regolazione, ruolo di pubblico e privato

Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Tariffazione, regolazione, ruolo di pubblico e privato Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Marisa Abbondanzieri, Presidente A.N.E.A. Pagina 1 di 4 Il compito che mi è stato assegnato è quello di fare una riflessione sul futuro degli ATO nel nuovo contesto

Dettagli

C O M U N E D I S E L A R G I U S P R O V I N C I A D I C A G L I A R I

C O M U N E D I S E L A R G I U S P R O V I N C I A D I C A G L I A R I P R O V I N C I A D I C A G L I A R I Consiglio Comunale del 28 Settembre 2012 VERBALE DI SEDUTA RESOCONTO INTEGRALE ( t r a s m e s s o a i C a p i g r u p p o C o n s i l i a r i i n d a t a 1 0 o t

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 38 OGGETTO: Cessione a titolo oneroso suolo in Via Parzanese Ditta Lo Conte

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 38 OGGETTO: Cessione a titolo oneroso suolo in Via Parzanese Ditta Lo Conte DNO COMUNE DI ARIANO IRPINO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 38 OGGETTO: Cessione a titolo oneroso suolo in Via Parzanese Ditta Lo Conte Massimino e Cusano Rocco - Sdemanializzazione - Rinvio del

Dettagli

Comune di Polverigi. Provincia di Ancona

Comune di Polverigi. Provincia di Ancona Comune di Polverigi Provincia di Ancona Trascrizione integrale dei verbali della seduta del Consiglio Comunale del 28 novembre 2013 1) Lettura e approvazione verbali seduta precedente Appello SEGRETARIO

Dettagli

Comune di Montagnareale Provincia di Messina

Comune di Montagnareale Provincia di Messina REGOLAMENTO PER LA NOMINA ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE PER L ESAME DELLE NORME REGOLAMENTARI DELL ENTE INDICE Art. 1 - Oggetto del regolamento- definizioni. Art. 2 - Composizione,

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma. La nostra città mi piace molto, ma negli ultimi

Dettagli

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno.

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. NONNO: Sera a tutti. MAMMA: Ciao papà. CASA DI CHARLIE In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. CHARLIE: Ciao nonno. NONNA: Ciao caro. MAMMA: La zuppa

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE UN ALTRA TRIESTE Opinione ed impegno per Trieste. TITOLO I Costituzione e sede

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE UN ALTRA TRIESTE Opinione ed impegno per Trieste. TITOLO I Costituzione e sede STATUTO DELL ASSOCIAZIONE UN ALTRA TRIESTE Opinione ed impegno per Trieste TITOLO I Costituzione e sede Articolo 1 Costituzione È costituita, ai sensi degli artt. 14 e ss. c.c., l associazione UN ALTRA

Dettagli

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio:

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio: allegato 1) PUNTO N. 3 all O.d.G.: Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina meccanica. Cedo la parola al Sindaco. MARCO FABBRI Sindaco: Sì, grazie

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

COMUNE DI ARNESANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 21 MAGGIO 2013 PUNTO 2 O.D.G. Rendiconto della gestione anno 2012. Approvazione.

COMUNE DI ARNESANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 21 MAGGIO 2013 PUNTO 2 O.D.G. Rendiconto della gestione anno 2012. Approvazione. COMUNE DI ARNESANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 21 MAGGIO 2013 PUNTO 2 O.D.G. Rendiconto della gestione anno 2012. Approvazione. SINDACO Sapete che quest anno abbiamo questo termine perentorio che è del 30 maggio,

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini Prego Assessore. Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. PRESIDENTE: Passo la parola all Assessore DI CIAMPINO - APPARTENENZA TRA IL COMUNE DI MARINO E IL COMUNE - PIANO DI VARIAZIONE AMBITO

Dettagli

COPIA DI ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE. Seduta del 15/06/2010 n. 31

COPIA DI ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE. Seduta del 15/06/2010 n. 31 COPIA DI ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: INTERPELLANZA presentata dal gruppo consiliare Progetto Filottrano con oggetto: "funzionamento ufficio postale e ADSL". L'Anno Duemiladieci il giorno Quindici

Dettagli

VERBALE DELLA SEDUTA CONSILIARE DEL COMUNE DI AGRIGENTO DEL 11/07/06

VERBALE DELLA SEDUTA CONSILIARE DEL COMUNE DI AGRIGENTO DEL 11/07/06 VERBALE DELLA SEDUTA CONSILIARE DEL COMUNE DI AGRIGENTO DEL 11/07/06 INTERVENTO DEL PRESIDENTE (Di Maida) Presenti 18, assenti 12, la seduta è valida. Propongo come scrutatori della seduta i Consiglieri

Dettagli

CITTÀ DI NOTO Patrimonio dell Umanità

CITTÀ DI NOTO Patrimonio dell Umanità CITTÀ DI NOTO Patrimonio dell Umanità COPIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 81 SEDUTA DEL 25/11/2014 OGGETTO: Rinegoziazione mutui contratti con la Cassa Depositi e Prestiti. MANCANZA NUMERO LEGALE

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

SVOLGIMENTO DELL'ASSEMBLEA

SVOLGIMENTO DELL'ASSEMBLEA SVOLGIMENTO DELL'ASSEMBLEA L'Assemblea lo si sa è l'unico organo deliberante del condominio e quindi l'unico organo che può e deve decidere sulla vita del condominio. Questo compito e queste volontà vengono

Dettagli

C O M E U S A R E FACEBOOK ADS 7 E R R O R I D A P R I M A D I C R E A R E Q U A L S I A S I A N N U N C I O

C O M E U S A R E FACEBOOK ADS 7 E R R O R I D A P R I M A D I C R E A R E Q U A L S I A S I A N N U N C I O C O M E U S A R E FACEBOOK ADS 7 E R R O R I D A P R I M A D I C R E A R E Q U A L S I A S I A N N U N C I O Ciao sono Alessio Giampieri, web marketer e consulente da 5 anni. Ho scritto questa guida con

Dettagli

PROCEDURE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE PROVINCIALE PER IL LAVORO

PROCEDURE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE PROVINCIALE PER IL LAVORO I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 48 PROVINCIA DI PADOVA PROCEDURE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE PROVINCIALE PER IL LAVORO Approvato con D.G.P. in data 24.2.2000 n. 42 di reg., modificato con D.G.P.

Dettagli

www.iluss.it - Italiano online PRONOMI RELATIVI E MISTI

www.iluss.it - Italiano online PRONOMI RELATIVI E MISTI I pronomi relativi rappresentano un nome o un intero concetto e mettono in relazione tra loro due proposizioni. I principali pronomi relativi sono: CHE, IL QUALE, LA QUALE, I QUALI, LE QUALI, CUI, CHI,

Dettagli