Dal Direttore. Gianni Papa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dal Direttore. Gianni Papa"

Transcript

1 Dal Direttore La fine di un anno è il tempo dei bilanci sul passato e della speranza in un futuro migliore. Noi di Veci e Bocia abbiamo lavorato durante quest anno per aumentare ancora il senso di appartenenza degli Alpini e degli Amici degli Alpini milanesi alla nostra magnifica Sezione, e di intesa con il nostro sito internet abbiamo prodotto informazione e messo a punto altri strumenti di comunicazione per far conoscere sempre meglio quanto noi Alpini facciamo per le nostre comunità. Perché operiamo in questa direzione? Nella attuale crisi di valori della società italiana è importante far sapere che ci sono ancora persone che credono in valori positivi, che lavorano per far capire con l esempio che le tante difficoltà si superano solo dando importanza ai valori veri e non seguendo le chimere dei valori di consumo o alla moda. Cari lettori, non stiamo inventando nulla perché stiamo ancora riscontrando l attualità dell esempio che abbiamo avuto con la lieta novella che iniziò in una umile capanna più di venti secoli fa. La società italiana ha bisogno dei nostri valori e di noi perché la speranza di un domani migliore si basa anche sul sapere di poter contare su qualcuno e su qualcosa di vero e affidabile. Noi Alpini possiamo dare una risposta a questo bisogno e il nostro senso del dovere ci impone di non tirarci indietro. Gianni Papa PERIODICO DELLA SEZIONE DI MILANO DELL ASSOCIAZIONE NAZIONALE ALPINI Direzione: Via V. Monti, Milano - Tel Fax Anno 54 - Numero 4 - Dicembre p.e.: Spedizione in a. p. art.2 comma 20/C legge 662/96 Filiale di Milano - C.c. postale Il Labaro si avvia verso il Sacrario dei Caduti Cari Alpini e Amici degli Alpini, un altro anno si è concluso e guardando ai mesi trascorsi possiamo fare un bilancio di quello che è successo. Vediamo che, nonostante il mondo che ci circonda faccia di tutto per renderci la vita, non dico difficile, ma sicuramente più complicata, noi, continuando passo dopo passo sulla strada tracciata dai nostri Veci, continuiamo a perseguire i nostri scopi senza farci condizionare. Siamo stati colpiti da tanti eventi che hanno lasciato ferite difficilmente rimarginabili a livello umano. I lutti che la nostra Patria ha subito nei teatri esteri in nome di una pace non facilmente raggiungibile, e il continuo mancato rispetto per la vita umana che si osserva in ogni angolo del mondo, non condizionano la fermezza nei nostri ideali. Ogni giorno si contano innumerevoli caduti; per la violenza di una rapina o per un regolamento di conti, per la droga o per l alcool, per ideali religiosi o per fanatismo razziale. Ed è anche difficile capire perché sia più facile distruggere che costruire. Se pensiamo al nostro ambito, noi Alpini di fronte a ciò siamo uomini differenti. Riusciamo a costruire dove gli altri distruggono, e siamo capaci di ricostruire non solo le cose materiali ma anche la voglia di amore e la speranza, dando la sicurezza di un aiuto sempre pronto per tutti, senza nessun preconcetto o distinguo, ma solamente perché riusciamo a capire che aiutare gli altri permette di rafforzare noi stessi. Anche quest anno, ringraziando Voi e le nostre famiglie che ci supportano con tanto amore, chiudiamo l anno con dei risultati che non direi positivi, ma positivissimi. Tutti i nostri Gruppi hanno continuato a diffondere i nostri ideali e a seminare Amore, e hanno continuato a lavorare ai loro programmi come se vivessero in un mondo diverso da quello degli eventi tristi. Di questo tutti noi, e io per primo, siamo grati. Questo nostro modo di vivere è di esempio, anche se talvolta qualcuno ci considera quasi come degli esseri Bruno Anselmi è andato avanti Mentre questa edizione di Veci e Bocia stava per essere mandata in stampa è giunta la notizia dell improvvisa morte di Bruno Anselmi, l Alpino più anziano della Sezione, che avrebbe compiuto i 100 anni a maggio. Nella foto lo vedete con il presidente nazionale Corrado Perona, che aveva voluto salutarlo al termine della cerimonia al Sacrario dei Caduti lo scorso 17 dicembre. Qui abbiamo potuto inserire solo queste poche righe, giusto per dare la notizia, ma dedicheremo nel prossimo numero a Bruno lo spazio che gli è giustamente dovuto. G. R. alieni, non comprendendo che siamo solo Alpini e che dimostriamo con le nostre azioni che è possibile realizzare qualcosa di bello. Ed è appunto per questo che sono convinto che il nostro futuro sarà sempre bello e roseo; noi vediamo il male, ma il male non ci infetta, e credo che anche gli altri, prima o poi, capiranno che l odio si combatte con l amore, con la fede in ideali positivi, con la determinazione nei nostri ideali, e operando con puro spirito di servizio. Mi auguro così che le feste natalizie portino a tutti la nostra serenità rendendoli più simili a noi, per far sì che tutti imparino ad essere un po più Alpini e molto meno egoisti. Cari Alpini e Amici degli Alpini, a nome mio, del Consiglio Direttivo Sezionale e di tutta la Sezione Vi ringrazio per quello che avete fatto e per quello che fate e che farete, e auguro a tutti Voi e alle Vostre Famiglie un felice e sereno Natale e un 2007 pieno di serenità e di prosperità. Giorgio Urbinati La 50 a S.Messa di Natale in Duomo Domenica 17 dicembre alcune migliaia di Alpini giunti da quasi tutta Italia sono convenuti nel Duomo di Milano per ricordare i Caduti, rinnovando per la 50 a volta la cerimonia in loro suffragio promossa da Peppino Prisco mezzo secolo fa. Ancora una volta il numero degli Alpini presenti è aumentato, con al seguito ben 258 gagliardetti e 50 vessilli ospiti, oltre ai numerosi gonfaloni delle città che ospitano i Gruppi della Sezione e di altre che hanno comunque voluto essere presenti. Tra le autorità intervenute, segnaliamo la prima presenza del nuovo comandante le Truppe Alpine, generale di C.A. Armando Novelli. Al termine della S.Messa, dopo l alzabandiera, sul sagrato hanno preso la parola il Consigliere Regionale Piergianni Prosperini e il vice sindaco Riccardo De Corato, mentre l oratore ufficiale è stato l ex presidente nazionale dell ANA Beppe Parazzini. È poi seguita, come tutti gli anni, la sfilata fino al Sacrario dei Caduti in Piazza Sant Ambrogio per la deposizione di una corona d alloro. E anche quest anno il telegiornale regionale ha bellamente ignorato la nostra cerimonia, mentre ha dato invece ampio spazio alla corsa dei Babbo Natale, pur essendo stati presenti gli operatori di ripresa sia in Duomo che sulla piazza. Pazienza... Nec videatur dum sim Gigi Rodeghiero

2 2 - Veci e Bocia Dicembre 2006 VITA SEZIONALE La Festa sezionale d autunno: due commenti E domenica sera, si cucinano le ultime padellate di castagne Anche questa volta abbiamo fatto centro. Nei giorni di sabato 21 e domenica 22 ottobre la nostra Sezione ha infatti ripetuto il successo dello scorso anno regalando ai milanesi una bella festa in occasione della castagnata sezionale. La massiccia affluenza di milanesi e turisti ci ha ripagato delle fatiche di allestire una manifestazione che rappresenta sempre un impegno per i Gruppi preposti all organizzazione e che sono gli ingranaggi della complessa macchina che permette la buona riuscita della festa. Ognuno di noi ha il suo compito e, laddove c è carenza di manodopera, la disponibilità degli alpini ed amici risolve la situazione dando quasi l impressione a chi ci vede di essere gente del mestiere. Quasi che il darci il cambio al volo per tagliare, cuocere e distribuire salamelle, castagne e polenta sia la nostra abituale occupazione. È bello vedere i Soci della Sezione che lavorano fianco a fianco, conoscendosi o rincontrandosi e l unico rammarico è rappresentato dal fatto che, se fossimo un po più numerosi, ce la godremmo magari di più. Ma tant è, e ancora una volta vale il vecchio motto: tasi e tira. Malgrado le preoccupazioni burocratiche riguardanti la disponibilità dell area e qualche lieve inconveniente, risolto come al solito, anche stavolta possiamo dire che tutto ha funzionato bene e le dimostrazioni di apprezzamento dei nostri ospiti ci hanno ripagato delle fatiche. Ora si guarda già alla prossima festa di primavera ed è giusto ricordare a tutti i Soci che la partecipazione a queste iniziative contribuirà ad aiutare a coprire almeno in parte le spese previste per la buona riuscita delle manifestazioni del 2008, quando la Sezione di Milano festeggerà il suo 80 anno di fondazione ed ospiterà il raduno del 2 raggruppamento. Franco Maggioni Come già scritto in prima pagina, nell aristocratica cornice milanese di largo Beltrami, si è svolta la sesta edizione della Festa Alpina d Autunno. Nelle intenzioni dei promotori la manifestazione punta sempre più a diventare un appuntamento fisso nel panorama meneghino, consentendo di promuovere e fare conoscere ai milanesi i numerosi volti dell Associazione. Quest anno il programma della manifestazione è stato arricchito dalla presentazione del volume DNA Alpino Racconti e immagini dal 1938 ad oggi. La cerimonia si è svolta nella sala Alessi di Palazzo Marino alla presenza del Consiglio Direttivo Nazionale. Nelle vivide pagine del volume gli autori, tutti ex allievi della Scuola Militare Alpina di Aosta, hanno raccolto alcuni episodi vissuti nei mesi in cui frequentavano i corsi. Attraverso la narrazione e le immagini, gli autori accompagnano per mano il lettore a scoprire il valore aggiunto dell essere Alpini. I numerosi soci intervenuti dall alba del sabato per l allestimento dell attendamento, sono stati accolti da un tempo inclemente. La pioggia, nonostante sia caduta incessantemente fino al primo pomeriggio rallentando il generoso ritmo del lavoro, non ha potuto scacciar l allegria dai volti. A ciò ha contribuito l opera degli addetti alla cucina che hanno riscaldato gli animi dei presenti sfornando i piatti semplici ma gustosi della tradizione alpina. Contemporaneamente dalle fumanti marmitte poste all esterno dell attendamento si spargevano per tutta la piazza i profumi del vin brulè e delle caldarroste. Un stato d animo spensierato e brioso ha preso così possesso della festa e non l ha più abbandonata fino al suo termine. Incuriositi e attratti dalle cante improvvisate dagli Alpini ai tavoli, dagli incessanti brindisi e dagli aromi della cucina i milanesi hanno dimostrato il loro apprezzamento sostando all interno dell area. Anche quest anno come nelle precedenti edizioni, preponderante è stata la presenza dei turisti. Questo risultato è dovuto alla favorevole ubicazione della festa, situata in pieno centro storico di fronte al Castello Sforzesco. Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza l impegno congiunto ed insostituibile dei Gruppi e della Protezione Civile che con uomini e attrezzature hanno consentito che tutto si svolgesse in modo sicuro. L enorme lavoro ha visto infatti la partecipazione di oltre centoventi soci per più di 700 ore di lavoro. A tutti un grazie e un arrivederci alla Festa di Primavera, nelle settimane successive all adunata di Cuneo. In ultimo, un pensiero ad un socio che all ultimo momento non ha potuto prendere parte alla nostra festa: Ciao Mario, ti aspettiamo! Andrea Sacco Allegria alla festa d autunno La nuova sede della Sezione di Biella Domenica 29 ottobre la Sezione di Biella ha inaugurato la sua nuova sede sezionale. La manifestazione è stata ancora più importante in quanto nel medesimo fine settimana si era tenuto sempre a Biella il raduno dei Presidenti delle Sezioni europee, al quale hanno preso parte i rappresentanti provenienti da cinque nazioni. La manifestazione nella giornata di domenica è consistita in una breve sfilata di ingresso alla nuova sede, seguita dall inaugurazione ufficiale, con la Santa Messa e un rancio alpino veramente solenne nel grande salone della sede. I lavori di ristrutturazione dell edificio, precedentemente di proprietà Telecom, o meglio SIP visto il tempo in cui era in funzione, sono durati parecchi mesi, e sono giunti a buon fine grazie al duro lavoro di volontariato che moltissimi alpini biellesi hanno donato per la loro nuova casa. In realtà le fatiche non sono ancora finite, perché al piano terra tra qualche mese vedrà la luce il Museo delle Truppe Alpine che diverrà la più importante testimonianza permanente della nostra storia in Italia. Di esso già oggi è possibile ammirare un piccolo assaggio, ma che già fa presagire la maestosità dell opera finale. Altresì degno di nota è il monumento all Alpino posto all ingresso della sede, capolavoro di legno intagliato frutto della maestria e dell arte di due alpini, padre e figlio, di Ortisei, culla dell intaglio. Alla manifestazione hanno preso parte rappresentanti di Sezioni e Gruppi provenienti da tutto il nord Italia, per circa 50 Sezioni e quasi 200 Gruppi. Ovviamente non poteva mancare il nostro Presidente nazionale Corrado Perona che, in quanto biellese, non ha lesinato gioia, ringraziamenti ed emozioni nel vedere l ambito traguardo raggiunto dalla sua Sezione, oggi esemplarmente guidata dal Presidente Edoardo Gaja Genessa. Una bellissima giornata, in cui anche un favorevolissimo tempo meteorologico ha indubbiamente aiutato a creare un ricordo indimenticabile per noi e per tutti i nostri amici alpini biellesi. Gian Paolo Rossetti Sintesi dei verbali di riunione del CDS 2 ottobre 2006 Il CDS ha reso omaggio ai Caduti in Afghanistan con un minuto di raccoglimento. Viene deciso di non proporre un incremento della quota associativa alla prossima Assemblea Sezionale. Il CDS ha verificato lo stato della organizzazione della Festa sezionale d autunno a Milano (Castagnata), della partecipazione al Raduno del 2 Raggruppamento a Casteggio, e della Santa Messa in suffragio dei Caduti nel Duomo di Milano (17 dicembre 2006). Viene deciso di effettuare un sopralluogo a Cuneo per definire gli spazi per l attendamento sezionale alla prossima Adunata Nazionale. Il CDS approva il regolamento del 16 Concorso letterario internazionale di Lacchiarella. 6 novembre 2006 Il Presidente Urbinati e il CDS esprimono soddisfazione per la ottima riuscita della Festa di inaugurazione della sede del Gruppo di Arese (8 ottobre 2006). Viene valutato positivamente il bilancio della Festa sezionale d Autunno, cui hanno collaborato 24 Gruppi con circa 120 Soci. Il CDS ha verificato lo stato della organizzazione, e sono definiti i ruoli e i dettagli della tradizionale Santa Messa in suffragio dei Caduti nel Duomo di Milano del 17 dicembre 2006, giunta al 50 anno. Viene definita la presenza della rappresentanza del CDS alle assemblee ordinarie dei Gruppi, e sono inoltre definite alcune indicazioni procedurali. 4 dicembre 2006 Il CDS ha verificato la situazione delle candidature pervenute dai raggruppamenti per le cariche elettive alla prossima assemblea sezionale. Sono stati verificati i dettagli organizzativi e definiti gli incarichi operativi e di rappresentanza per la S. Messa in Duomo del 17 dicembre. Il Presidente Urbinati riferisce del sopralluogo fatto a Cuneo per definire l area per l attendamento sezionale. È stata illustrata la situazione dei lavori alla Struttura 3P di Cesano Maderno per la Unità di Protezione Civile.

3 Dicembre 2006 VITA SEZIONALE Veci e Bocia - 3 Prosegue anche in questo numero la serie di articoli dedicati agli Alpini che hanno dato lustro alla Sezione di Milano. Parliamo questa volta di Giuseppe Novello, personaggio famoso in ambiente intellettuale ed artistico, i cui graffiti ornano le pareti della sede sezionale. Nasce il 7 luglio 1897 a Codogno, nella bassa pianura lodigiana, terra di fertili campi, di limpide acque e di Alpini di razza. Studia presso il Regio Liceo Berchet di Milano, città dove ha modo di frequentare lo studio dello zio materno, l affermato pittore Giorgio Belloni, e di mettere in mostra una innata propensione per il disegno. Per assecondare le aspettative del padre Eugenio, direttore di banca, nel 1915 si iscrive alla facoltà di giurisprudenza dell università di Pavia dove si laureò con una tesi sui diritti d autore nelle arti figurative. Partecipa alla grande guerra sugli altipiani combattendo con la 46ª compagnia del battaglione Tirano, meritando col grado di sottotenente una medaglia d argento e una di bronzo al V.M. Congedato nel 1919 è a Milano dove frequenta l Accademia delle Belle Arti di Brera e concorre alla fondazione della nostra Associazione. Giuseppe Novello, quasi novantenne, ad un Adunata nazionale Nel 1919 partecipa per la prima volta ad una mostra collettiva e vince il concorso Fumagalli con l opera Interno Borghese. Si afferma per le sue vignette che interpretano con garbato umorismo le vicende quotidiane, i vizi e le virtù del mondo piccolo borghese contemporaneo. Nel 1925, l appena nato il periodico L Alpino pubblica i suoi disegni umoristici che illustrano con sottile ironia aspetti della naia Alpina. Nella redazione de L Alpino nasce la sua amicizia col giornalista e scrittore Paolo Monelli (quello de Le Scarpe al Sole ) che gli propone una collaborazione concretizzatasi nel volume di vignette e racconti La guerra è bella ma scomoda (Ed. Treves ). Il consenso a questa pubblicazione contribuirà a renderlo famoso e a far conoscere ed amare gli Alpini a tanti italiani. È ancora Monelli ad introdurlo al Cenacolo Milanese di via Bagutta ove incontra, tra gli altri intellettuali ed artisti, Orio Vergani, Riccardo Bacchelli e Mario Vellani Marchi. Negli anni trenta Mondadori pubblica le sue vignette in due volumi Il signore di buona famiglia (1934) e Che cosa dirà la gente (1937). Fra le due guerre l interesse dell artista per la pittura è sempre vivo: partecipa a quasi tutte le principali Mostre e Gallerie d Arte Italiane, alle esposizioni della Permanente di Milano, e ad alcune Biennali Veneziane dove vince, nell edizione del 1940, il concorso per il ritratto con Ritratto Estivo. Nel 1942 il capitano Giuseppe Novello indossa di nuovo la divisa e parte col 5 Alpini della Tridentina per il fronte russo, dove prenderà parte alla tragica ritirata del nostro corpo di spedizione guadagnando un altra medaglia d Argento al V.M. Rientrato in Italia nel marzo 1943, è fatto prigioniero dai tedeschi il 9 settembre a Fortezza e viene trasferito dapprima al campo di concentramento per ufficiali italiani di Czestochova, in Polonia e quindi nei lager di Benjaminovo, Sandbostel e Wietzendorf, dove incontrerà e farà amicizia con lo scrittore Giovanni Guareschi. Avendo rifiutato ogni forma di collaborazione col rinato fascismo, ritornerà in patria soltanto alla fine d agosto del Porta con sé una serie di vignette disegnate su ogni pezzo di carta disponibile che, insieme a quelle della campagna di Russia, riunisce in un nuovo volume Steppa e gabbia. Mondadori torna a pubblicare le sue vignette in fortunate raccolte: Dunque dicevamo (1950), Sempre più difficile (1957), Resti tra noi (1967). Dal 1948 al 1965 le sue vignette compaiono ogni settimana sulla terza pagina de La Stampa. Frequentatore assiduo della nostra sede in via Vincenzo Monti (il suo studio era in Foro Bonaparte), nell inverno dal 1953 decide con Riosa e Vellani Marchi, come lui pittori ed Alpini, di dare una ripulita alle pareti della sede, dando vita agli splendidi graffiti di naia alpina che tutt ora le ornano e che noi conserviamo con orgoglio. Amico di don Carlo Gnocchi, fa parte del comitato che raccoglie i fondi per l allestimento del sarcofago in granito della Valcamonica, ove il 3 aprile 1960 saranno traslati i resti di don Carlo. Dalla fine degli anni sessanta si dedica prevalentemente alla pittura. Alcuni dei suoi quadri più apprezzati sono esposti al museo di Codogno che ha contribuito a riordinare. Come disse Vitaliano Peduzzi: Novello non usa mai l asprezza del sarcasmo, che non gli è per nulla congeniale, ma è ricchissimo e prodigo di benevola ironia sui piccoli difetti, manie, atteggiamenti della gente per bene di tutti i giorni, a cominciare da sé stesso, ha un ironia che include solidarietà con la persona presa di mira. Indro Montanelli disse dell opera di Novello, del quale fu estimatore ed amico: Non c è, in tutta questa galleria, figura che le persone della mia età non abbiano conosciuto; non c è scenetta alla quale non abbia assistito. Un mondo morto, dirà qualcuno. Certo. Ma anche quello in cui mi piace continuare a vivere. Fino all ultimo mantenne uno spirito brillante e autoironico. Pochi mesi prima di morire, ringraziando un amico che gli aveva inviato gli auguri per il suo 90 compleanno, scriveva: Grazie per avere salutato l arrivo improvviso dei miei novantanni, arrivo che - ti giuro - mi ero ben guardato dal sollecitare. Nel 1984 il Comune di Milano gli conferisce la medaglia d oro di benemerenza. Quando Giuseppe Novello è andato avanti, Giulio Bedeschi lo ha così commemorato: Fu un grande Alpino. Modesto. Coraggioso. Un soldato. Un artista. Un galantuomo. Un signore. Intelligente. Generoso. Di grande rigore morale. Un carattere. Una figura d uomo forse irrepetibile. Un preciso, essenziale punto di riferimento nella grande tradizione alpina. Muore nella sua casa di Codogno il 2 febbraio Giuseppe Semprini - Vedi? Il Consiglio nazionale dell ANA si trasferisce a Roma! - Pazienza. Mettiamoci al lavoro. Nel 1928, con questo disegno e con questa didascalia, Novello illustrò la nascita della Sezione di Milano Ed ecco le motivazioni delle Medaglie al Valor Militare di Giuseppe Novello. Novello Giuseppe, aspirante ufficiale del 5 Reggimento Alpini Medaglia d argento al Valor Militare Alla testa del proprio plotone nell assalto di una forte posizione, per primo piombava di sorpresa sull avversario sgominandolo e ponendolo in fuga. Incurante del pericolo, ritto sulla trincea che rapidamente aveva organizzato a difesa, ributtava col proprio reparto i ripetuti contrattacchi nemici, perseverando nella strenua difesa della posizione, anche quando, quasi completamente aggirato, poteva essere tratto a ritenere inutile ogni ulteriore resistenza. Col d Echele, 28 gennaio 1918 Novello Giuseppe, sottotenente di complemento del 5 Reggimento Alpini Medaglia di bronzo al Valor Militare Comandante di una sezione lanciafiamme, per quanto non richiesto della propria opera, si portava si portava con due apparecchi alla testa del reparto operante e con esso arditamente si lanciava all assalto, rincuorando con la voce e con l esempio i soldati, che attaccando volgevano il nemico in fuga precipitosa. Canal (Piave), 31 ottobre 1918 Novello Giuseppe, capitano di complemento del 5 Reggimento Alpini. Medaglia d argento al Valor Militare Ufficiale addetto all assistenza presso un reggimento alpino sul fronte russo, partecipava volontariamente ad un duro combattimento e, alla testa di un manipolo di alpini appoggiato da carri armati, attaccava munitissime posizioni nemiche, dando esempio di grande valore e di elevato spirito combattivo. Nikolajewka (fronte russo), 26 gennaio 1943

4 4 - Veci e Bocia Dicembre 2006 PROTEZIONE CIVILE Raduno nazionale del volontariato di Protezione Civile Udine, settembre 2006 È norma che chi ha fatto il militare riesce ad adattarsi e comprendere determinate situazioni meglio di altri, proprio perché le ha già vissute. Questa è l esperienza fatta dai cinque nostri volontari di PC che hanno partecipato al Raduno Nazionale del Volontariato di Protezione Civile a Campoformido (Udine) il settembre. Anche questa esperienza è da considerare come una tipica esercitazione. Alcuni giorni prima della partenza mi telefona Roberto Polonia chiedendo la mia disponibilità ad andare a Udine con la Colonna Mobile della Regione Lombardia. Le informazioni che mi dà sono scarse: siamo in cinque, si dovrebbe montare delle tende, forse ci portano in giro per il Friuli a visitare le zone colpite dal terremoto con partenza nel primo pomeriggio di venerdì 15 settembre. Vuole la risposta entro un ora che è, deve essere, positiva. Dopo un giorno o due la partenza viene anticipata tra le 2 e le 3 di venerdì 15, per essere al casello di Udine verso le 7-7:30 e incontrare la restante Colonna Mobile Regionale Lombarda, e specificatamente con l Unità PC della Sezione di Varese. Nel giorno della partenza si rileva, e si giudica positivamente, l utilità della nostra struttura logistica denominata 3P : infatti il sottoscritto, ormai residente a circa 140 chilometri da Milano, ha dormito nella struttura usufruendo del camper; gli altri quattro partecipanti lasciano le loro auto in deposito al coperto e al sicuro, e si possono caricare i bagagli all asciutto e con tranquillità. Alle 2:30 precise si parte sotto una pioggia battente che ci accompagna sino al casello di Udine Sud. Alla guida del furgone è Cornelli, gli altri sono: Franchi, Giordano, Migliavacca, Zampieri. Alle 6:45 siamo al casello di Udine Sud e si aspetta. Verso le 7:30 non si vede ancora nessuno e il nostro referente ANA ci informa che l appuntamento è alle 8! L attesa non è inutile in quanto cominciamo già a renderci conto di cosa sarà la manifestazione. Al casello davanti a noi vi era una parte della Colonna Mobile P.C. Regione Abruzzo, e passano davanti a noi mezzi di svariate Associazioni di Volontariato di P.C. provenienti da varie Regioni incolonnati in Colonne Mobili Regionali o da soli. Alle 8, anche loro puntuali in base alle direttive avute, arrivano gli alpini di Varese e si prosegue incolonnati sino all ex aerocampo militare di Campoformido (UD). Arrivati e ritirati i pass personali, siamo sempre in una struttura militare, iniziamo la seconda parte dell esercitazione: il montaggio del nostro campo. Le tende da installare sono otto, due le montano la squadra dell AEM, le altre sei le montiamo noi alpini: siamo 16 tra alpini e amici degli alpini, ma non siamo tutti operativi manualmente, e le tende, oltre a ospitare i presenti, servono per degli ospiti della Regione Lombardia. Le tende sono quelle installate la prima (e unica) volta all aeroporto di Bresso durante una esercitazione, per cui tutta l operazione viene fatta sotto la visione di due esperti di Varese. Sono del tipo gonfiabile e possono ospitare sino a 14 persone; per l operazione di montaggio occorrono dalle 4 alle 5 persone nella prima fase, trasporto dei colli e posizionamento struttura base, e 3 persone nella fase successiva. Ci sono volute poco meno di tre ore per montare sei tende, inclusa la pausa panino e caffè offerti dai Varesini. Un vantaggio di queste tende è che se piove non si bagna l interno perché il pavimento è un corpo unico con essa; lo svantaggio è che occorre un appezzamento di terreno di una certa dimensione. Finito questo compito siamo liberi sino a domenica 17, quando inizia la seconda fase dell esercitazione, quella informativa e/o culturale, che dividerei in due settori: il campo base e le strutture esterne. Dobbiamo considerare che l informazione si ottiene sia da ciò che di positivo e nuovo si vede, ma anche da ciò che è negativo e che non si deve fare. Campo base: ospita, secondo una stima approssimativa, circa un migliaio di persone oltre ai mezzi operativi e di trasporto delle varie Colonne Mobili Regionali o Associazioni Regionali di P.C., di cui alcune operanti in settori visti per la prima volta. Interessante la visione dei mezzi (al 99% con quattro ruote motrici) e delle attrezzature di dotazione. Il terreno del campo è quello erboso adiacente alla pista dell aeroporto, ed è strutturato con una griglia in metallo posta a circa quindici centimetri sotto lo strato erboso, per cui con la pioggia non ha causato cedimento del terreno, ne ha impedito al fango di rendere difficile la mobilità. La mensa è stata veloce nel servire gli avventori, e interessante è stato il sistema e le attrezzature usate: un vassoio porta cibo con sotto vassoio in cartone spesso recuperabile. Positivi i servizi con doccia abbinata, che però richiedono utenti responsabili. Negativa la sistemazione in un unico settore dei lavabi e docce e la mancanza di appendi abiti all interno. Interessante la mostra: La Protezione Civile Scrive allestita in due hangar con filmati e pubblicazioni tecniche, informative e di comportamento, sulla Protezione Civile e il terremoto del Friuli orientate anche per le scuole. Qui si riesce ad avere una bozza del programma, avuto il giorno dopo in forma completa ad Artegna. Strutture Esterne: questa fase riguarda la giornata del 16 settembre. L organizzazione ha portati tutti i partecipanti, divisi su itinerari e orari diversi, a visitare alcune località colpite dal terremoto del Noi avevamo a disposizione due pullman, di cui uno condiviso con la Regione Marche. Su ognuno vi era un accompagnatore della Protezione Civile della Regione Friuli Venezia Giulia, ed era previsto un sistema di recupero nel caso che qualche partecipante si fosse perso o fosse arrivato in ritardo al pullman. Ci siamo trovati il 3 Dicembre al rifugio Piazza, gestito dagli Alpini del Gruppo Medale di Rancio della Sezione A.N.A. di Lecco, per stendere il programma delle nostre esercitazioni per l anno La giornata piovosa non ha favorito ad altre persone la salita al rifugio, dandoci così la sensazione di essere noi, assieme al cuoco e due sue aiutanti, i proprietari del rifugio. Sono parecchi anni che saliamo qui, a dicembre, per la stesura del programma per l anno seguente, oltre che ritrovarci per uno scambio di auguri di fine anno. Con l occasione abbiamo lasciato, per ricordare il nostro passaggio, un quadretto con le insegne della nostra Sezione e della Squadra, contenente la Preghiera dell Alpino, da noi posto nella adiacente chiesetta, dove abbiamo ricordato coloro che fecero parte della S.I.A.-P.C. purtroppo andati avanti. Il programma per l anno 2007 è presentato sotto; le nostre esercitazioni si completano sulle Prealpi lombarde nei territori di Bergamo, Como e Lecco. Unica eccezione è il Monviso, forse perché la prossima adunata nazionale sarà a Cuneo. La S.I.A. è costituita da Alpini della nostra Sezione, giovani e meno giovani, che si esercitano su terreni difficili, Durante il tragitto sono state date notizie sul terremoto e sulla fase di ricostruzione: viene ricordato come la prima fase fu un po disorganica e lenta, poi l avvento di Zamberletti e la predisposizione e applicazione di principi e norme generali fondamentali (agilità e prontezza di spesa, precedenza alle infrastrutture produttive vecchie e nuove, mantenimento delle precedenti strutture architettoniche e planimetriche, agevolazioni nella costruzione di case uni e bi famigliari, e altro); si parla degli aiuti nazionali e (di G.Giordano, segue a pag. 5) SQUADRA D INTERVENTO ALPINO ma che hanno come meta la montagna. Recentemente alcuni Bocia sono entrati e ciò fa piacere, perché vuole significare che le montagne sono ancora amate dagli Alpini. La moderna civiltà ha modificato alcuni valori e stili di vita, ma per noi Alpini rimarrà sempre vivo l attaccamento alle montagne, perché là abbiamo fatto il nostro servizio militare. Un invito, quindi, ai Bocia a farne parte. Per coloro che non conoscessero le origini, la Squadra d Intervento Alpino fu ideata dall Alpino Franco Mazzucchi nell anno Ha partecipato a due interventi di ricerca persone, a Cavi di Lavagna (GE) ed in Grigna orientale (LC). E inserita nella protezione civile sezionale e, con essa, partecipa agli interventi che ne derivano, non dimenticando lo scopo per cui è stata costituita: ricerca persone disperse e messa in sicurezza di operatori di P.C. impegnati in ambienti pericolosi per la propria incolumità. I suoi componenti si esercitano tutti i mesi, traendo ogni volta maggiore esperienza sul comportamento da tenere in montagna. Siccome a noi piace andare in montagna, uniamo l utile al dilettevole dando così maggior scopo al nostro volontariato. Giovanni Frattini Programma delle esercitazioni per l anno 2007: 21 Gennaio: Melzo (MI) presso sede Gruppo A.N.A. - raduno speciale 11 Febbraio: Località da definire cartografia ed orientamento Marzo: Piani dei Resinelli (LC) simulazione di ricerca disperso Aprile: Asso (CO) esercitazione su falesia 13 Maggio: Cuneo adunata nazionale Giugno: Monte Resegone (LC) vetta per via di cresta, da Passo del Giuff Luglio: Monviso vetta, dal rif. Quintino Sella (CN) (sabato e domenica) 26 Agosto: Monti Due Mani e Grigna orientale (LC) - visita alle targhe F.Figel e G. Mazzucchi Settembre: Pizzo d Erna (LC) - ferrata Gammauno Ottobre: Pizzo Tre Confini (BG) da Lizzola Novembre: Zuccone Campelli (LC) ferrata Minonzio 02 Dicembre: Monte S.Martino (LC) rifugio Piazza Le date, dove mancanti, saranno definite il mese precedente, considerando gli altri impegni sezionali e verranno aggiornate nel sito sezionale.

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Dicembre 2009 ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Sabato 28 novembre si è svolta la tredicesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Anche nella nostra provincia la mobilitazione è stata

Dettagli

ASSOCIAZIONE NAZIONALE ARMA DI CAVALLERIA

ASSOCIAZIONE NAZIONALE ARMA DI CAVALLERIA ASSOCIAZIONE NAZIONALE ARMA DI CAVALLERIA SEZIONE DI VERCELLI E PROVINCIA Lodi s immola Ten.Mo.O.V.M. Paolo Solaroli di Briona Cap.M.O.V.M. Amedeo De Rege Thesauro Annesso al Regolamento Interno DISPOSIZIONI

Dettagli

Onore Agli Eroi Una speranza di pace nel giorno in cui si celebrano i caduti in guerra. Testo e foto: Giuseppe Famiglietti

Onore Agli Eroi Una speranza di pace nel giorno in cui si celebrano i caduti in guerra. Testo e foto: Giuseppe Famiglietti w w w. p r o g p h o t o a g e n c y. c o m Onore Agli Eroi Una speranza di pace nel giorno in cui si celebrano i caduti in guerra Testo e foto: Giuseppe Famiglietti Onore Agli Eroi Una speranza di pace

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato Signor Presidente del Consiglio, Autorità civili, militari e

Dettagli

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO La gioia del dono ono emozioni di grande intensità e gioia quelle rimaste nel cuore dei Trentini all indomani della sciata memorabile di Papa Giovanni Paolo

Dettagli

LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe

LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe Nei giorni 11 e 12 aprile sono andata in gita scolastica a Venezia. Prima di questo viaggio, nel mio immaginario, Venezia era una città triste,

Dettagli

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero:

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero: in Kosovo Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini Numero 01, Gennaio 2009 In questo numero: Benvenuto caro sostenitore! Un regalo per me! I bambini dimostrano quello che sanno sull

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago.

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago. 31 gennaio 2009 Consiglio comunale ragazzi Verbale Consiglio Comunale dei di sabato 31 gennaio 2009 La riunione si apre alle ore 11.05 con il seguente Ordine del Giorno: 1. Elezione del Sindaco 2. Varie

Dettagli

La maestra Stefania G.

La maestra Stefania G. A 90 anni dalla fine della 1 guerra mondiale, mi è sembrato particolarmente importante ricordare con i miei alunni di classe 3 della Scuola Primaria di Liedolo i fatti senza retorica, ma in modo chiaro

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Brooks Valsusa Trail 9 e 10 Novembre 2013 Prima Edizione 1. 9 e 10 Novembre 2013

Brooks Valsusa Trail 9 e 10 Novembre 2013 Prima Edizione 1. 9 e 10 Novembre 2013 9 e 10 Novembre 2013 Cari amici mancano pochissimi giorni alla prima edizione del Brooks Valsusa Trail, con questa guida vogliamo spiegarvi meglio come verrà organizzata la manifestazione per creare meno

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

NEL MAGICO MONDO DI OZ.

NEL MAGICO MONDO DI OZ. NEL MAGICO MONDO DI OZ. Periodo: SETTEMBRE OTTOBRE. IN VIAGGIO CON DOROTHY: LE SCARPETTE MAGICHE UNA STORIA PER COMINCIARE SEGUI IL SENTIERO DORATO DOCUMENTO LE SCARPETTE MAGICHE Sorpresa in salone troviamo

Dettagli

COMUNE DI CALASCIBETTA PROVINCIA REGIONALE DI ENNA

COMUNE DI CALASCIBETTA PROVINCIA REGIONALE DI ENNA COMUNE DI CALASCIBETTA PROVINCIA REGIONALE DI ENNA REGOLAMENTO COMUNALE DEL CERIMONIALE Approvato con delibera di C.C. n. 32 del 14/07/2005 ART.1 FINALITA E CONTENUTO Il cerimoniale contiene l insieme

Dettagli

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 Anche quest anno ormai sta volgendo al termine. Con tanta gioia nel cuore posso

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

LINEE GUIDA AL PROTOCOLLO ED AL CERIMONIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA SPORT ORIENTAMENTO

LINEE GUIDA AL PROTOCOLLO ED AL CERIMONIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA SPORT ORIENTAMENTO LINEE GUIDA AL PROTOCOLLO ED AL CERIMONIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA SPORT ORIENTAMENTO 1 PREMESSA Nell ambito delle azioni dirette all innalzamento del livello qualitativo delle competizioni ed al miglioramento

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III ANNO SCOLASTICO II QUADRIMESTRE ALUNNO/A PROVE DI VERIFICA PERIODO: SECONDO

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

Come ti immagini gi insegnanti?

Come ti immagini gi insegnanti? a Come ti immagini gi insegnanti? Quello dell insegnante è un ruolo complesso, in cui entrano in gioco diverse caratteristiche della persona che lo esercita e della posizione che l insegnante occupa nella

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO COSA E L insieme di attività avviate dall allenatore per formare il ragazzo, attraverso lo sport, ai valori umani e cristiani PARTI COINVOLTE - ALLENATORE RESP. ANNATA

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

MEMORIE DI UNA GUERRA PER LA PREPARAZIONE DI UNA SECONDA

MEMORIE DI UNA GUERRA PER LA PREPARAZIONE DI UNA SECONDA MEMORIE DI UNA GUERRA PER LA PREPARAZIONE DI UNA SECONDA COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO *** Su concessione dell Archivio storico del Comune di Cortina d Ampezzo 1915 2015 CENTENARIO GRANDE

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION Il presente report sintetizza i risultati dell indagine di customer satisfaction, condotta dall Ufficio II della Direzione Centrale

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1 Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ Completa con gli articoli (il, lo, la, l, i, gli, le) TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 30 gennaio

Dettagli

Sostegno a Distanza. Scuola San José Honduras

Sostegno a Distanza. Scuola San José Honduras Sostegno a Distanza Scuola San José Honduras COMUNICAZIONE GENERALE 2010 222 I.- INTRODUZIONE- Cari amici, con la presente comunicazione desideriamo raccontarvi le attività realizzate grazie al sostegno

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella.

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella. Non è mai troppo tardi per formare un gruppo di Cantori della Stella. Se desiderate formare un gruppo e volete una mano non esitate a chiamarci. Abbiamo fatto tesoro dei consigli e dell esperienza dei

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Il Quotidiano in Classe

Il Quotidiano in Classe Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati dagli studenti sul HYPERLINK "../Downloads/ ilquotidiano.it"ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Laura Torelli Supervisione

Dettagli

ASSOCIAZIONE NAZIONALE CARABINIERI Sezione gen. C.A. MAVM Eraldo Puddu - Pula (CA) in Sarroch

ASSOCIAZIONE NAZIONALE CARABINIERI Sezione gen. C.A. MAVM Eraldo Puddu - Pula (CA) in Sarroch ASSOCIAZIONE NAZIONALE CARABINIERI Sezione gen. C.A. MAVM Eraldo Puddu - Pula (CA) in Sarroch Prot. 2/2 09012 Capoterra, 04 marzo 2015 OGGETTO: 1 Raduno regionale ANC Sant Antioco (CI), 16-17 maggio 2015.

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

FIELD DAY HF IARU REGIONE 1 - MEMORIAL I0FLY

FIELD DAY HF IARU REGIONE 1 - MEMORIAL I0FLY Notiziario della Sezione A.R.I. di Milano FIELD DAY HF IARU REGIONE 1 - MEMORIAL I0FLY Questa volta il team di IQ2MI ha partecipato al Field Day IARU HF Regione 1 ed è stata una grande festa. Tutto é iniziato

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ.

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ. Μάθημα: ΙΣΑΛΙΚΑ ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012 Ημεπομηνία και ώπα εξέτασηρ : Δεςτέπα, 21 Μαϊος 2012 11:00π.μ. 14:15π.μ. ΣΟ

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

NUOVE DIVISE VECCHI SISTEMI.

NUOVE DIVISE VECCHI SISTEMI. Vita di Squadra Milano Comunicato Settimanale dedicato agli operatori U.P.G. S.P. N 04 del 21 Maggio 2013 NUOVE DIVISE VECCHI SISTEMI. E da tanti, troppi anni che il personale operativo attende le nuove

Dettagli

REGOLAMENTO SULL USO DELLO STEMMA, DEL GONFALONE, DELLE BANDIERE, DEL DISTINTIVO DEL SINDACO E DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO.

REGOLAMENTO SULL USO DELLO STEMMA, DEL GONFALONE, DELLE BANDIERE, DEL DISTINTIVO DEL SINDACO E DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO. C O M U N E D I C A L A T A B I A N O PROVINCIA DI CATANIA REGOLAMENTO SULL USO DELLO STEMMA, DEL GONFALONE, DELLE BANDIERE, DEL DISTINTIVO DEL SINDACO E DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO. I N D I C E CAPO

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Vanikglia Cup è momento di aggregazione, solidarietà, sport e sana competizione.

Vanikglia Cup è momento di aggregazione, solidarietà, sport e sana competizione. Che cos è? Vankiglia Cup è il torneo storico di Vanchiglia, riadattato e rimodernato per i ragazzi che all oratorio che sono cresciuti e che hanno ancora voglia di divertirsi. Vanikglia Cup è momento di

Dettagli

Trova il percorso giusto per raggiungere la Madre folle, opera di Arturo Martini.

Trova il percorso giusto per raggiungere la Madre folle, opera di Arturo Martini. 6 dicembre 2007 8 marzo 2008 ARTURO MARTINI GRANDI SCULTURE DA VADO LIGURE Vado Ligure, Museo di Villa Groppallo Orario: tutti i giorni 15.00-19.00 Chiuso il lunedì www.arturomartini.it Tel. 019883914

Dettagli

Il Vostro Sindaco Bruno Piva

Il Vostro Sindaco Bruno Piva Cari cittadini, Il Natale è ormai vicino e in questa occasione, di riflessione e di nuovo inizio, è con gioia che rivolgo a tutti i più sinceri auguri di buone festività. Il momento è sicuramente difficile

Dettagli

REGOLAMENTO SULL USO DELLO STEMMA, DEL GONFALONE, DELLE BANDIERE, DEL DISTINTIVO DEL SINDACO E DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

REGOLAMENTO SULL USO DELLO STEMMA, DEL GONFALONE, DELLE BANDIERE, DEL DISTINTIVO DEL SINDACO E DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO C O M U N E D I S C A L E T T A Z A N C L E A (PROVINCIA DI MESSINA) REGOLAMENTO SULL USO DELLO STEMMA, DEL GONFALONE, DELLE BANDIERE, DEL DISTINTIVO DEL SINDACO E DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO Approvato

Dettagli

E quindi un emorragia di cervelli

E quindi un emorragia di cervelli Intervistato: Angelo Colaiacovo, Sindaco di Aliano Soggetto: prospettive per i giovani, Parco Letterario Carlo Levi, vivibilità di Aliano Luogo e data dell intervista: Aliano, agosto 2007 Audio file: Colaiacovo_2

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

Capitano dei Granatieri Giuseppe (Beppino) di Rorai medaglia d'oro, eroe del Cengio, del Carso e del Piave

Capitano dei Granatieri Giuseppe (Beppino) di Rorai medaglia d'oro, eroe del Cengio, del Carso e del Piave Fonte: http://www.cavarzereinfiera.it/artisti/beppinodirorai/index.html scaricato 210814 Capitano dei Granatieri Giuseppe (Beppino) di Rorai medaglia d'oro, eroe del Cengio, del Carso e del Piave Personificazione

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

1. Diversi Mezzi di Trasporto

1. Diversi Mezzi di Trasporto 1. Diversi Mezzi di Trasporto Introduzione Oggi vorrei parlare del traffico e dei mezzi di trasporto: si può p.es. viaggiare in macchina, in treno, in aereo e in pullman. Chi vuole fare un viaggio turistico

Dettagli

Il mio Portfolio per. l apprendimento. dello spagnolo. Biografia linguistica Passaporto linguistico Dossier. 2005, Paravia Bruno Mondadori Editori

Il mio Portfolio per. l apprendimento. dello spagnolo. Biografia linguistica Passaporto linguistico Dossier. 2005, Paravia Bruno Mondadori Editori S C U O L A S E C O N D A R I A D I P R I M O G R A D O Il mio Portfolio per l apprendimento dello spagnolo Biografia linguistica Passaporto linguistico Dossier 2005, Paravia Bruno Mondadori Editori Che

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

VERBALE N. 7 SEDUTA DEL 14-07-2010

VERBALE N. 7 SEDUTA DEL 14-07-2010 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO CONSULTA DI FRAZIONE BUDRIE-CASTAGNOLO-TIVOLI Segreteria della Consulta tel 051/6812708 - fax 051/6812759 - e mail: rmanganelli@comunepersiceto.it sito internet: http://www.comunepersiceto.it

Dettagli

CENTENARIO GRANDE GUERRA - MANIFESTAZIONI AD ARQUATA SCRIVIA, GAVI E NOVI LIGURE DAL 17 SETTEMBRE AL 20 SETTEMBRE 2015

CENTENARIO GRANDE GUERRA - MANIFESTAZIONI AD ARQUATA SCRIVIA, GAVI E NOVI LIGURE DAL 17 SETTEMBRE AL 20 SETTEMBRE 2015 CENTENARIO GRANDE GUERRA - MANIFESTAZIONI AD ARQUATA SCRIVIA, GAVI E NOVI LIGURE DAL 17 SETTEMBRE AL 20 SETTEMBRE 2015 QUATTRO GIORNI DI MANIFESTAZIONI PER RICORDARE LA PRESENZA DELL ESERCITO BRITANNICO

Dettagli

VINO ROSSO TACCO 12. La Perdita

VINO ROSSO TACCO 12. La Perdita VINO ROSSO TACCO 12 Edito da CAIRO Editore Un estratto da La Perdita Arriva un momento in cui capiamo che un capitolo della nostra vita finisce. Un capitolo si chiude e la vita cambia, inesorabilmente.

Dettagli

DIETRO LE QUINTE A TRIESTE

DIETRO LE QUINTE A TRIESTE DIETRO LE QUINTE A TRIESTE Solo 13 giorni dalla prima tappa del 18 aprile a Mordano e siamo già in Friuli Venezia Giulia per il secondo appuntamento dell Italian In-line Powerslide Cup. Trieste e la Bavisela

Dettagli

9ª MEZZA MARATONA INTERNAZIONALE CITTA DI PISA 27 Settembre 2015

9ª MEZZA MARATONA INTERNAZIONALE CITTA DI PISA 27 Settembre 2015 7/09/2015 MEZZA MARATONA INTERNAZIONALE CITTA DI PISA Il team partecipa... In ambito del calendario sociale, la Braga Runners Trecate organizza una trasferta per partecipare alla: 9ª MEZZA MARATONA INTERNAZIONALE

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

APRE IL BANDO DI CONCORSO 2014

APRE IL BANDO DI CONCORSO 2014 cortolovere 2014 17 edizione 25-26-27 settembre www.cortolovere.it APRE IL BANDO DI CONCORSO 2014 Al via la 17 edizione di cortolovere, quest anno ricca di novità. Dal logo firmato Bruno Bozzetto alla

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO 20 ANNIVERSARIO EVANGELIUM VITAE 25 MARZO 2015... 1) Oggi ricordiamo il Sì di Maria alla vita, quella vita che prodigiosamente sbocciò nel suo grembo immacolato. Mentre ricordiamo

Dettagli

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data...

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data... UNITÀ Vocabolario Scelte corrette.../0 Data... Completa il dialogo con le parole: dimmi, ci vediamo, ciao, pronto, ti ringrazio..., Pronto parlo con casa Marini? Sì Marco, sono Andrea che cosa vuoi?...,

Dettagli

Costi : carburante... 60,00 aree di sosta... 12 percorsi...km. 350 consumo medio... l/km. 10 ca.

Costi : carburante... 60,00 aree di sosta... 12 percorsi...km. 350 consumo medio... l/km. 10 ca. Tre giorni in Riviera dal 10 al 12 marzo 2012 Componenti : Paolo, pilota e addetto alla logistica Maria Rosa, navigatrice e addetta alla cucina Automezzo: Camper McLouis 620, mansardato del 2007 Costi

Dettagli

PER BAMBINI SENZA CONFINI DIOMIRA CAMP 2014 PALESTINA-AREZZO

PER BAMBINI SENZA CONFINI DIOMIRA CAMP 2014 PALESTINA-AREZZO PER BAMBINI SENZA CONFINI DIOMIRA CAMP 2014 PALESTINA-AREZZO 15-22 Giugno 2014 Parrocchia SS. Pietro e Paolo Località CAMPOLUCI - AREZZO (Italy) Cari amici, anche quest anno, con molta gioia vi aspettiamo

Dettagli

www.scuolaitalianatehran.com

www.scuolaitalianatehran.com щ1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHRAN Corso Settembre - Dicembre 2006 ESAME FINALE LIVELLO 2 щ Nome: Cognome: Numero tessera: щ1 щ2 Leggi il testo e completa il riassunto (15 punti) Italiani in

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

Newsletter Ufficio Programmi Internazionali

Newsletter Ufficio Programmi Internazionali Newsletter Ufficio Programmi Internazionali Università degli Studi di Bergamo 01/06/2015 Bimestrale, Numero 4 Prepararsi alla partenza. Pronti? Via!!! Aspettative vs realtà Ogni partenza porta con sé,

Dettagli

GLI ALPINI: 140 ANNI DALLA NASCITA MOSTRA STORICA ALPINA

GLI ALPINI: 140 ANNI DALLA NASCITA MOSTRA STORICA ALPINA GAZZETTA ALPINA 81 1931-2012 Notiziario dell'associazione NAZIONALE ALPINI SEZIONE DI MILANO GRUPPO "MONTE ORTIGARA" SESTO SAN GIOVANNI NOVEMBRE 2012 - numero 3 Stampato in proprio Distribuito gratuitamente

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Al via la 62^ edizione del Premio Castello - Giulio Nascimbeni Gli studenti al lavoro per giudicare la terna dei libri finalisti

COMUNICATO STAMPA. Al via la 62^ edizione del Premio Castello - Giulio Nascimbeni Gli studenti al lavoro per giudicare la terna dei libri finalisti COMUNICATO STAMPA Al via la 62^ edizione del Premio Castello - Giulio Nascimbeni Gli studenti al lavoro per giudicare la terna dei libri finalisti Oggi, nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero, l assessore

Dettagli

FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO

FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO S.M. Causa Pia d'adda di Settimo Milanese (MI) S.M. Causa Pia d'adda di Seguro di Settimo Milanese (MI) S.M. Causa Pia d'adda di Segrate (MI) S.M.

Dettagli

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi.

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi. 1.Introduzione Venezia nasce nel 452 e poco dopo la fondazione della città i commercianti veneziani cominciano a portare dall Oriente prodotti che gli Europei non conoscono: le spezie, il cotone, i profumi

Dettagli

Non sapevo veramente cosa aspettarmi Pensavo sarebbe stato qualcosa di simile a quello che avevo fatto a casa mia a Briarwood. Pensavo di trovare famiglie senza casa, gente povera, e senso di isolamento.

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

Piccolo manuale per la scrittura di una buona lettera di presentazione. Stefano Innocenti, Psicologo del Lavoro

Piccolo manuale per la scrittura di una buona lettera di presentazione. Stefano Innocenti, Psicologo del Lavoro Piccolo manuale per la scrittura di una buona lettera di presentazione Stefano Innocenti, Psicologo del Lavoro Piccolo manuale per la scrittura di una buona lettera di presentazione. Il principale obiettivo

Dettagli

VENEZIA-MURANO-BURANO

VENEZIA-MURANO-BURANO VENEZIA-MURANO-BURANO Autore : Giorgio Oggetto : fine settimana 07 /10 Aprile 2011 a Venezia Equipaggi : Challenger Genesis 49 ( Giorgio, Elena, Diego, Gabriele ) Miller Illinois ( Vittorio, Mirando, Elsa

Dettagli

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Saluti alle autorità Presidente dott. Silvagni Segretario di stato alla cultura Segretario

Dettagli

<> 26 giugno 2 luglio 2010

<<Itinerari sul filo della memoria: la prima guerra mondiale in Vallarsa (TN)>> 26 giugno 2 luglio 2010 26 giugno 2 luglio 2010 UNA SETTIMANA EMOZIONANTE DI ESCURSIONI NEL TRENTINO PER GLI AMANTI DEL CAMMINO LUNGO SENTIERI DI

Dettagli

Capodimonte. Fonte Wikipedia

Capodimonte. Fonte Wikipedia Capodimonte Fonte Wikipedia Il Museo nazionale di Capodimonte è un museo di Napoli, fu progettato dagli architetti Giovanni Antonio Medrano e Antonio Canevari ubicato all'interno della reggia omonima,

Dettagli

Avventure nel Mondo, Intervista esclusiva - Filosofia, come fare, consigli utili, ecc...

Avventure nel Mondo, Intervista esclusiva - Filosofia, come fare, consigli utili, ecc... Avventure nel Mondo, Intervista esclusiva - Filosofia, come fare, consigli utili, ecc... Foto fornita da Anna Maria Tuninetti - Coordinatrice AnM Anna Maria Tuninetti è attualmente parte del direttivo

Dettagli

Christian, Riccardo, Camilla, Andrea

Christian, Riccardo, Camilla, Andrea Giovedì pomeriggio ci siamo recati in biblioteca per fare una ricerca sull'illuminismo. Cercavamo un libro abbastanza antico, non trovandolo la bibliotecaria ci ha portati nell'archivio e ci ha dato un

Dettagli