sp&ciale Regolamento di applicazione 2005 Le zecche: un tema di stagione Nuova scoperta paleontologica: Felberia excelsa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "sp&ciale Regolamento di applicazione 2005 Le zecche: un tema di stagione Nuova scoperta paleontologica: Felberia excelsa"

Transcript

1 Organo ufficiale delle Federazioni ticinesi FTAP e FCTI - Spedizione in abbonamento - Segnalare cambiamenti di indirizzo - GAB 6962 Viganello Numero unificato - Agosto 2005 Regolamento di applicazione 2005 Le zecche: un tema di stagione 5 sp&ciale 3 Nuova scoperta paleontologica: Felberia excelsa Rinaturazione dei corsi d acqua importanti passi in Ticino

2 La Pesca Organo ufficiale della Federazione ticinese per l acquicoltura e la pesca Sommario Numero 3 - agosto 2005 Anno C Periodico con 4 pubblicazioni annuali di cui 2 abbinate al periodico della FCTI (Federazione cacciatori ticinesi) Corsi per nuovi pescatori telefono fax Cassiere Gianni Gnesa telefono ufficio fax 086/079/ natel Redattore responsabile Raimondo Locatelli c/o Rivista di Lugano via Canonica 6 CH-6900 Lugano telefono fax privato: via Massagno 7 CH-6952 Canobbio telefono e fax Cambiamenti di indirizzo Manuela Patà Vicolo Campanile 2 CH-6596 Gordola telefono Pubblicità Pubblicità Sacchi Edizioni tecniche e commerciali casella postale 558 CH-6928 Manno telefono fax Grafica e impaginazione Graficomp SA Servizio di prestampa via Ligaino 44 CH-6963 Pregassona telefono fax L editoriale di Urs Luechinger Nuove importanti scoperte sul Monte San Giorgio La voce della Federazione La pesca agonistica: dal Trofeo 6 nazioni ai campioni STPS A salvaguardia dei nostri fiumi Io penso che Nel guadino dei più fortunati Sui fornelli Segnalibro Ci hanno lasciato Stampa TBS, La Buona Stampa SA via Fola CH-6963 Pregassona telefono fax In copertina Piano di Magadino, ambiente a rischio? (foto Graficomp SA, Servizio di prestampa)

3 L editoriale di Urs Luechinger presidente della FTAP La FTAP richiede espressamente di essere maggiormente coinvolta in un discorso globale sullo sfruttamento dell acqua La Federazione ticinese per l acquicoltura e la pesca ha preso conoscenza dei contenuti del documento posto in consultazione per la revisione del Piano direttore cantonale, esprimendo il proprio parere che qui voglio sintetizzare. Va detto, innanzitutto, che la FTAP da sempre difende con rigore gli interessi legati al mantenimento degli ecosistemi acquatici in generale (corsi d acqua, laghetti alpini e grandi laghi). E non potrebbe essere diversamente, considerando che la difesa e il mantenimento dei corpi acquatici permettono di garantire l equilibrio ecologico di un ecosistema, che va ben al di là dell automatico guadagno ittico che ne deriva. In questo senso, al luogo comune secondo cui i pescatori difendono le loro catture (tesi che poteva valere qualche decennio fa) è subentrata una nuova coscienza ambientale, di vedute assai più larghe e complete, riconosciuta peraltro ormai da tutti. Come a dire che microcentrali, nuovi progetti di captazioni inutili, deflussi minimi non ancora concessi, deflussi massimi, inquinamenti, spurghi dagli effetti difficilmente sostenibili sono soltanto alcuni degli esempi delle minacce e/o problematiche, che affliggono da sempre il nostro Cantone e alle quali non sono sempre state date risposte affidabili e garanzie appropriate. D altra parte, trattando dei mutamenti climatici non si fa riferimento al problema della futura diminuzione dell affidabilità dell approvvigionamento idrico da parte di molte sorgenti, per cui ad esempio il piano di approvvigionamento idrico del Malcantone ha dovuto essere riveduto mentre «stranamente» quello del Bellinzonese no (così almeno ci risulta)! Da qui il fermo richiamo della FTAP al Governo ad essere coerente e fedele ai concetti ecologici espressi nel documento in consultazione sul PD. La Federazione ticinese di acquicoltura e pesca, nell ottica di una più attiva e concreta politica di valorizzazione e di rispetto per il paesaggio, ribadisce che «di principio non accetteremo mai progetti che toglieranno altra acqua dai nostri fiumi e laghetti alpini», mentre si considera positivamente «un razionale e sostenibile sfruttamento idrico di falde e grandi laghi», come d altra parte «non potremo tollerare ed accettare per esempio l istituzione di parchi che neghino l esercizio della pesca» (vedi Parco delle gole della Breggia, laddove i pescatori hanno avuto parte attiva in questa lodevole iniziativa). E, ancora, va detto qui a chiare lettere che i pescatori intendono proseguire nella loro pluridecennale e battagliera attività a favore della depurazione, per la definizione di migliori deflussi minimi (settore, peraltro, nel quale siamo comunque ancora troppo indietro), per il progressivo miglioramento delle operazioni di spurgo e svuotamento (anche se non siamo ancora soddisfatti) e per l adozione di una legge sulla rinaturazione degli ecosistemi acquatici «compromessi nel passato dagli scriteriati interventi dell uomo!». In quest ottica, pienamente condivisibile, appare l intento di attuare una politica globale dell acqua come bene pubblico, assicurando un approvvigionamento d acqua potabile razionale, parsimonioso e duraturo. Il che, però, non si verifica affatto considerando il progetto di captazione di 22 sorgenti lungo il versante destro della Valle Morobbia da parte di 3 Comuni, i quali non vogliono allacciarsi al nuovo acquedotto che preleva acqua di falda da Gnosca. Idem per la domanda della CEF (Cooperativa elettrica Faido) che chiede, nell ambito del rinnovo della concessione di prelievo di acqua per sfruttamento idroelettrico, di mantenere deflussi minimi pari a zero! Come a dire che «ci preoccupa molto la decantata sensibilità manifestata da una parte del mondo economico, che alla luce dei danni fatti non ha ancora capito nulla». Da qui la piena legittimità, anzi la necessità dell iniziativa popolare in atto (attraverso la raccolta di firme) per «Acqua Viva», promossa da tutti i pescatori svizzeri a difesa degli ecosistemi acquatici. Con il rinnovato invito a firmare e far firmare perché si tratta di salvare il nostro ambiente, la vita naturale medesima del Paese. La FTAP, e concludo, richiede espressamente di essere maggiormente coinvolta in un discorso globale sullo sfruttamento dell acqua, tenendo conto di tutte le esigenze: idroelettriche, ambientali, di depurazione, di protezione, di approvvigionamento, di nuovi progetti, di rinaturazione, ecc. Tanto più perché questa visione politico-pianificatoria generale attualmente manca, «e sarebbe invece importante adottarla al fine di conoscere almeno nelle linee direttive generali cosa farà il Ticino con questa risorsa ormai forse al limite del suo sfruttamento in alcuni settori (approvvigionamento da sorgenti e sfruttamento idroelettrico, tanto per fare i due esempi più eclatanti)». Anche per quanto attiene la rinaturazione, Vedeggio, Cassarate e Ticino nell ambito di un discorso riguardante soprattutto la sicurezza idraulica sono interessati da progetti di importanti riqualifiche ambientali. Ma che ne è di questi progetti? 37

4 Nuove importanti scoperte sul Monte San Giorgio Immagine del nuovo pesce Felberia excelsa. Le notizie ottengono riconoscimenti e conferme in campo internazionale Pubblicati gli atti del simposio del Serpiano con la descrizione di un nuovo genere di pesce (Felberia excelsa). Confermate inoltre, sulla prestigiosa rivista Nature, le ipotesi dell Università di Zurigo e di Milano circa la riproduzione dei rettili Sauropterigi del Triassico medio di 230 milioni di anni fa. È stata pubblicata di recente, da parte di un editore scientifico tedesco, la voluminosa raccolta (ben 650 pagine!) riguardante le relazioni scientifiche che fanno seguito al simposio internazionale sui pesci fossili, tenuto al Serpiano nel 2001 con la partecipazione di quasi un centinaio di ricercatori di tutto il mondo. Fra i 30 capitoli del volume, tre contributi riguardano i pesci fossili del Monte San Giorgio, a conferma dell importanza scientifica della montagna riconosciuta dall UNE- SCO come Patrimonio mondiale dell umanità nel L Istituto di scienze della terra dell Università di Milano, tramite la descrizione di una nuova scoperta paleontologica, presenta uno studio sul nuovo genere e specie di pesce Felberia excelsa, trovato negli scavi in località Val Mara sul Monte San Giorgio condotti dall università milanese con la collaborazione del Dipartimento del territorio attraverso il sostegno finanziario del Museo cantonale di storia naturale di Lugano. La nuova scoperta è stata dedicata dagli autori, il prof. Andrea Tintori e la dott. Cristina Lombardo di Milano, a Markus Felber «in riconoscimento alla sua profonda dedizione e ai contributi dati agli studi del Monte San Giorgio». Markus Felber, negli anni Novanta, aveva coordinato per conto del Dipartimento del territorio la ripresa degli scavi scientifici sul Monte San Giorgio, privilegiando le ricerche anche in stratificazioni meno conosciute che permettessero fra l altro sia un confronto con gli scavi in corso in territorio italiano, sia un indispensabile collaborazione scientifica fra i tre istituti di ricerca oggi attivi sul monte: l Università di Zurigo, l Università di Milano e il Museo di storia naturale di Milano. Questa non indifferente sinergia e le scoperte che ne erano seguite, con l individuazione 38

5 di almeno 5 importanti livelli fossiliferi, avevano contribuito in modo decisivo alla candidatura e poi all iscrizione del Monte San Giorgio nel Patrimonio mondiale dell UNESCO, facendone uno dei siti paleontologici più importanti al mondo. Il prof. Tintori ritiene che il ritrovamento di questo fossile sia il pesce più significativo e più bello trovato sul Monte San Giorgio e sottolinea l importanza della scoperta, che «fa parte delle grandi sorprese del Monte San Giorgio. Questa è l ennesima prova che qualche volta bisogna rischiare, scavando in livelli non ancora indagati: certo non sempre si è così fortunati, tuttavia ritengo che il MSG abbia ancora molti segreti per tutti noi. Interessante è anche il fatto che Felberia excelsa abbia una distribuzione temporale apparentemente molto ben definita e peculiare, essendo stata rinvenuta solo in pochissimi strati: il perché è molto difficile da comprendere (variazioni ambientali?), ma ciò rimarca l importanza di uno scavo di grande dettaglio per ricostruire al meglio quello che è successo sull arco di milioni di anni nell area del Monte San Giorgio». L istituzione di un nuovo genere di fossili non è cosa di tutti i giorni e, sempre secondo Tintori, «Felberia excelsa ci ha permesso di aprire un nuovo orizzonte su un gruppo di pesci finora poco conosciuto, con resti frammentari provenienti anche da altri giacimenti alpini e tedeschi, che non si riusciva a collocare e comprendere mancando esemplari completi e ben conservati». Il fossile originale di Felberia excelsa, studiato dall Università di Milano, è oggi conservato nelle collezioni del Museo di storia naturale di Lugano. La seconda notizia, invece, giunge nientemeno che dalla Cina, dove i ricercatori cinesi e canadesi richiamando le scoperte fatte da Heinz Furrer e Karin Hänni dell Università di Zurigo, da Silvio Renesto e da Andrea Tintori di Milano confermano, sull edizione di novembre 2004 della prestigiosa rivista internazionale di scienze Nature, le osservazioni fatte sui rettili fossili del Monte San Giorgio. Si tratta, in questo caso, di studi sui Sauropterigi (come, ad esempio, il ben noto Ceresiosauro immortalato sul francobollo delle Poste svizzere e esposto anche presso il Museo dei fossili di Meride o nel Museo di storia naturale di Lugano) a proposito dei quali i ricercatori milanesi e zurighesi già avevano ipotizzato, sulla base dell eccezionalità della conservazione dei fossili del Monte San Giorgio, aspetti legati alla riproduzione di questi rettili marini che difficilmente potevano spostarsi sulla terraferma. I ricercatori cinesi, citando le osservazioni del Monte San Giorgio e paragonandole a scoperte nella Provincia di Guizhou (località cinese già nota per le valutazioni comparative eseguite nell ambito della candidatura UNESCO del Monte San Giorgio), sono stati in grado di stabilire il carattere viviparo di questi rettili, che partorivano i piccoli vivi e già completi direttamente nell acqua. La scoperta è importante in quanto permette di estendere quest osservazione ad altri gruppi di rettili marini, mettendo definitivamente da parte le ricostruzioni errate che vedono questi animali di 230 milioni di anni fa depositare le uova sulla terraferma e rimettendo in discussione certi aspetti dell evoluzione di questi rettili che, per tutto il Mesozoico, hanno dominato i mari. Il nuovo pesce Felberia excelsa proviene dalle formazioni Triassiche Tra i ritrovamenti più interessanti delle ultime campagne di scavi effettuate in Val Mara, vicino a Meride, è da porre sicuramente una nuova specie di pesce, Felberia excelsa, di cui è stata pubblicata recentemente la descrizione. Alcune particolarissime scaglie isolate, ritrovate nel corso di scavi precedenti solo in pochi livelli, avevano suscitato l attenzione e la curiosità come ci conferma il dott. Markus Felber sia per la loro forma che per l elegante ornamentazione. Molto spesso i resti frammentari od isolati recuperati nel corso di uno scavo paleontologico sono destinati a restare tali e l animale cui appartengono non viene ritrovato in modo sufficientemente completo per darci l idea del suo aspetto. In questo caso, però, la fortuna è venuta in aiuto: non solo si hanno a disposizione due esemplari completi, ma uno dei due dopo la lunga fase di preparazione si è rivelato come uno dei più bei fossili rinvenuti in questi strati. Felberia presenta un corpo alto, approssimativamente rombico, come quello di molti pesci che, attualmente, popolano le barriere coralline; le scaglie sono allungate in senso dorso-ventrale e mostrano un ornamentazione formata da file di piccole spine allineate lungo il loro margine posteriore, mentre sulle ossa del cranio è visibile una fitta copertura di tubercoli di smalto. Quella che potrebbe sembrare una pesante «corazzatura» contrasta, tuttavia, con l estrema delicatezza delle ossa e delle pinne, formate da raggi lunghi e sottili, che nell insieme danno all animale un aspetto leggero ed elegante. Tre le caratteristiche più notevoli è sicuramente da sottolineare la bocca, dotata anteriormente di denti lunghi e cilindrici, che terminano con un apice appiattito e leggermente ricurvo «a cucchiaino», ed internamente di denti larghi e tozzi con una cuspide appuntita. La forma del corpo e questa dentatura particolare soggiunge l esperto dott. Markus Felber possono dare suggerimenti circa il modo di vita e la dieta di questo animale; nei pesci, generalmente, un corpo alto e compresso lateralmente e lunghe pinne sul margine dorsale e ventrale sono caratteristiche legate ad un tipo di nuoto lento e di manovra, adatto per muoversi tra spazi ristretti e complessi, come scogli o coralli. Denti anteriori sporgenti ed interni trituranti sono invece tipici di animali, che si nutrono di organismi dotati di parti dure, quali molluschi, coralli o crostacei. Tra questi invertebrati, solo questi ultimi sono stati trovati negli stessi strati di Felberia, per cui possiamo immaginare che questi costituissero la sua principale risorsa alimentare; muovendosi lentamente ma con precisione, Felberia avrebbe quindi potuto predare i piccoli crostacei, che vivevano in prossimità del fondale, afferrandoli con i denti anteriori sporgenti e triturandoli con i robusti denti del palato. 39

6 La voce della Federazione Le riunioni della FTAP di Gianfranco Campana segretario Seduta di mercoledì 4 maggio 2005 Comitato direttivo Riunione dedicata a diversi argomenti: coordinamento sul tema delle immissioni di materiale ittico/spurghi; ritiro dell opposizione sulla domanda di costruzione della pico-centrale a Osco; esame e aggiornamento sul ricorso per le sorgenti della Valle Morobbia; servizio giuridico del DT circa le affiliazioni; opposizione alla domanda di costruzione per l ampliamento del porto ad Ascona; legge sul finanziamento della rinaturazione dei corsi d acqua e rive lacustri; iniziativa «Acqua Viva»; Commissione corsi d acqua (ex Commissione fiumi e temolo). Seduta di martedì 24 maggio 2005 Comitato direttivo Consultazione e osservazioni al Piano direttore cantonale; progetto di nuovo svincolo autostradale a Mendrisio e rinaturazione del fiume Laveggio; aggiornamento sul tema dell opposizione DC circa il porto ad Ascona; aggiornamento sul ricorso per le sorgenti in Valle Morobbia; nuovo membro nella Commissione laghetti alpini; Regolamento dilettantistico I/CH; esame/preavviso sulle proposte in consultazione; convocazione del Comitato delle società; economia e finanze (affiliazioni); spurgo della diga Carmena; aggiornamento sui corsi di introduzione alla pesca e periodico «La Pesca»; preparativi per la riunione della Commissione consultiva 2005; aggiornamento sul tema del liming al lago Starlaresc; rilascio di licenze alle Cancellerie comunali; intervento per aggiornamento del sito internet dedicato alla FTAP; azione alborella nel lago Verbano. Seduta di mercoledì 15 giugno 2005 Comitato direttivo Ritiro della denuncia per interventi 2004 non autorizzati nel fiume Laveggio; intervento per ennesimo inquinamento nel cantiere Generoso; incarico per aggiornamento del sito internet dedicato alla FTAP; aggiornamento sul tema dello svincolo autostradale a Mendrisio e rinaturazione del Laveggio; intervento per anomalie al cantiere TAT di Pollegio; aggiornamento sul ricorso per le sorgenti della Valle Morobbia; preavviso circa le proposte in consultazione; aggiornamento sui corsi di introduzione alla pesca per il 2006; sentenza per rilascio di stallatico a Nante; situazione circa le affiliazioni al Seduta di mercoledì 15 giugno 2005 Comitato delle società Osservazioni al Piano direttore cantonale; nuova Commissione corsi d acqua (ex Commissione fiumi e temolo); finanze con riferimento alla situazione delle affiliazioni al ; aggiornamento/informazioni su temi ambientali: ricorso per le sorgenti della Valle Morobbia; spurgo della diga di Carmena; microcentrali; pico-centrale di Osco; porto di Ascona; cantiere autostradale Generoso; svincolo autostradale di Mendrisio e rinaturazione del fiume Laveggio; cantiere TAT a Pollegio; legge sul finanziamento della rinaturazione A pesca di emozioni artistiche Niveo Avanzini di Lugano-Cassarate coltiva la passione della pesca da oltre vent anni. Nel contempo, però, è anche pittore dilettante e ama, soprattutto, ritrarre i bei paesaggi del nostro Cantone. Stavolta, però, si è spinto assai più lontano, come documenta questo quadro. In effetti, in quest opera intitolata «Lake st. Luis, Canada» ha saputo unire l utile e il dilettevole, ritraendo uno di quei paesaggi incantati. Complimenti vivissimi! dei corsi d acqua e rive lacustri; deflussi minimi e iniziativa «Acqua Viva»; ritiro della denuncia per interventi 2004 non autorizzati nel fiume Laveggio; canalizzazione a cielo aperto a Campo Blenio; sentenza per rilascio di stallatico a Nante; preavviso sulle proposte in consultazione; preparativi in vista della riunione della Commissione consultiva 2005; Cancellerie comunali e rilascio delle licenze. Cari soci e amici pescatori, sinteticamente questi sono i principali argomenti trattati dalla FTAP. Per ovvii motivi di spazio, non mi è possibile riportare tutto quello che «corre» sui nostri tavoli. Il Comitato direttivo rimane comunque a disposizione per eventuali informazioni che vi necessitassero. Chi dorme non piglia pesci Consegna dei testi entro il 15 settembre La chiusura redazionale del quarto numero de «La pesca» è fissata per motivi tecnici, non da ultimo il fatto che il nostro periodico esce in contemporanea con quello de «La caccia» al 15 settembre. Pertanto, ogni comunicazione che dovesse giungere oltre questa data, sarà inevitabilmente cestinata, oppure (nel caso in cui fosse possibile) pubblicata soltanto nel primo numero del 2006, la cui apparizione (come noto) è programmata per inizio febbraio. 41

7 La pesca agonistica Trofeo 6 nazioni al ponte-diga di Melide e a Campione d Italia Stravincono i giovani olandesi, delusione per il CP Lugano Venerdì 1 e sabato 2 luglio, le sponde del Ceresio hanno ospitato il Trofeo dell amicizia, una gara di pesca internazionale (una sorta di torneo mini-europeo) alla quale partecipano ogni anno 6 squadre nazionali: la Svizzera, l Olanda, l Italia, il Lussemburgo, la Germania e l Austria. La gara ottimamente organizzata dal presidente dell Associazione svizzera dei pescatori sportivi Antonio Cuomo, con il sostegno delle società di pesca Valle Morobbia e Chiasso, nonché dell Associazione dei pescatori di Campione si è svolta in due percorsi distinti: uno lungo la passeggiata del ponte-diga di Melide (dal lato di Bissone) e l altro sul lungolago di Campione davanti al Casinò. Partivano favoriti, per questa competizione, gli italiani (già vincitori di questo trofeo qualche anno fa proprio nelle stesse acque del Ceresio) e i pescatori di casa, ossia il Club pescatori Lugano. Squadra, quest ultima, diretta dai capitani Ernesto Wolhgemuth, Maurizio Salemi e Alessandro Bonfatti, e composta da Franco Guercio, Andreas Forni, Francesco Pervangher, Natalino Vit, Roberto Pasini nonché il Eccellente la prestazione individuale di Francesco Pervangher, terzo assoluto fra un cast di pescasportivi internazionali di grande levatura tecnica. La squadra del CP Lugano che ha gareggiato nel Trofeo 6 nazioni. giovane Andrea Pasini in qualità di riserva. Ma le previsioni non sono state rispettate, anzi si sono avute brutte sorprese! A Bissone la pesca è stata impostata all inglese, con il galleggiante scorrevole, da parte di quasi tutti i pescatori nel corso della prima ora. Quando il pesce, costituito quasi esclusivamente da gardon, si è avvicinato alle sponde della riva, grazie anche al richiamo della pastura, è stato possibile cambiare tattica e pescare con la canna ad innesti (la roubaisienne) o anche con le canne fisse (in rari casi). Nei settori di Campione la pesca è risultata un po differente, anche a causa della notevole profondità (anche oltre i 15 metri). In questo campo, tuttavia le tecniche dominanti nelle due giornate sono state la roubaisienne e le canne con pennetta scorrevole. Dal punto di vista del pescato, il campo gara di Bissone ha reso un po di più. Qui il fondo massimo, sulla distanza dei quaranta metri, non sorpassa i 9 metri e pescando a riva il fondo si aggira sui quattro metri. Il sabato, inoltre, visto che l acqua non era più così limpida come il venerdì e i giorni precedenti la gara, era abbastanza normale prevedere l avvicinamento del pesce sul tiro della canna ad innesti. Cosa, questa, che si è concretamente realizzata e che ha anche favorito la squadra olandese, la quale aveva impostato quasi prevalentemente la gara con questa tecnica francese. Gli olandesi hanno veramente dato una bella dimostrazione di pesca, pescando perfettamente e con grande professionalità. Un altro segreto della loro vittoria è stato l impiego del pane bianco, da loro utilizzato in maniera abbondante per il richiamo del pesce. Come detto, i pescatori del CP Lugano partivano come favoriti in ragione della buona conoscenza del Ceresio e dei suoi pesci. Ad aver pesato sul risultato finale dei luganesi sono stati i molti punti raccolti a Campione, dove i collaudatissimi Andreas Forni e Franco Guercio non sono riusciti a trovare il pesce in maniera regolare e dove la sfortuna ha anche voluto che il sabato Guercio fosse capitato in uno dei picchetti peggiori (più di quindici metri di fondo). Una nota estremamente positiva riguarda, per con- 43

8 tro, Francesco Pervangher, il quale con un primo e un secondo di settore è riuscito a raggiungere il terzo posto assoluto nella classifica individuale, preceduto da un olandese e dal nazionale lussemburghese René Stronk. Una bella soddisfazione per il giovane e brillante Pervangher, il quale va pur detto è da sempre un convinto sostenitore della necessità di ritornare a gareggiare di più nelle acque del Ceresio per evitare di perdere il «feeling» con i corsi d acqua naturali e con il pesce nostrano. Per il resto della squadra, Natalino Vit nella seconda giornata ha ottenuto un buon terzo di settore e il giovane Andrea Pasini, che era alla sua prima esperienza in campo internazionale sostituendo il papà Roberto nella seconda gara, ha ottenuto un discreto quarto posto. In totale, i pescatori luganesi hanno totalizzato 37 punti, giungendo al quarto posto. Bisogna dire che i tedeschi, giunti terzi, hanno raccolto 35 punti (quindi solamente due punti dai nostri portacolori). Anche gli italiani non hanno rispettato i pronostici, ottenendo addirittura l ultimo rango con la bellezza di 47 punti! La squadra dell Alto Panaro di Modena non è proprio riuscita ad ingranare la pesca. Un fatto, questo, molto strano poiché tra di loro figurano alcuni elementi di spicco dell agonismo italiano. I loro punti deboli sono stati, probabilmente, l utilizzo di una pastura non idonea alla pesca del gardon e un impostazione sbagliata della gara. La classifica finale è risultata la seguente: 1. Olanda con 15 punti, 2. Lussemburgo con 32 punti, 3. Germania con 35 punti, 4. Svizzera con 37 punti, 5. Austria con 44 punti, 6. Italia con 47 punti. Da ultimo, è doveroso un ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita di questa bella gara: segnaliamo l impegno profuso dall organizzatore della manifestazione Antonio Cuomo, la serietà del direttore di gara Antonio Spinosa, gli sponsor e tutti i pescatori e amici della pesca che hanno lavorato perché questa gara internazionale si svolgesse al meglio. Un complimento va anche rivolto al nostro bel lago Ceresio, che ha regalato a tutti i pescatori momenti di intensa e appassionante pesca. Raimondo Locatelli Club pescatori Valle Morobbia da ben 27 anni in piena forma Ventisette anni sono certamente un traguardo non indifferente per un piccolo club di pesca sportiva, specialmente se sono trascorsi all insegna dell impegno continuo, sia dal punto di vista organizzativo, sia da quello prettamente sportivo. Oltre cinque lustri ai bordi di fiumi, riali e soprattutto laghetti di pesca sportiva vanno ben al di là di un semplice festeggiamento con discorsi e premiazioni e, senza esagerare, si può affermare che hanno senza dubbio contribuito a far conoscere la valle Morobbia, ultimamente impostasi all attenzione pubblica in seguito alla discussione sorta attorno al progetto di un acquedotto sovracomunale. E ciò a scapito, senza dubbio, dei nostri bellissimi riali, che un giorno non vedranno più neanche una sola goccia d acqua né tutte quelle specie animali che vivono grazie ad essa. Come spesso accade, anche per il Club pescatori Valle Morobbia gli inizi sono stati dettati dal caso e dalla frenetica voglia di realizzare qualcosa di concreto per sottrarsi alla supremazia dei club sottocenerini. E così, 27 anni or sono, un gruppo di entusiasti della regione organizzò una gara di pesca nel laghetto della valle, invitando diversi pescatori ticinesi in rappresentanza delle maggiori società garistiche cantonali. L iniziativa incontrò un indiscusso successo, tanto è vero che i promotori pensarono di trasformare quell incontro estemporaneo in una gara cantonale, fondando così una società che riuscì a conquistarsi un posto nel panorama garistico cantonale. Sotto la guida del giubiaschese Giovanni Codiroli, che ha ricoperto la carica di presidente fino al 1987 passando poi alla testa della Società ticinese dei pescatori sportivi, il primo comitato si mise al lavoro, facendo affidamento sull impegno dei suoi membri fondatori, tra i quali citiamo Primo e Tullio Pedraita, Gianni Boggia, Edoardo Colombo, Giuseppe Ruggeri, Lino Bruni, Emilio Novaresi e Giovanni Bricalli. Dal 1979 ad oggi diversi soci hanno partecipato alla crescita del sodali- 44

9 zio, che ora vede alla carica di presidente (dal 1996) Michele Spaggiari, seguito da Roberto Spaggiari, Patrizio Pifferini, Claudio Burch e Antonello Barelli. Questi soci portano innanzi lo scopo primario che è quello di far conoscere anche nel Bellinzonese la pesca garistica, animati come sono da un grande entusiasmo. Il club è cresciuto e, consapevole delle proprie responsabilità acquisite, cerca di mantenere viva la partecipazione a qualsiasi manifestazione cantonale, nazionale ed estera. Nato come club di pesca alla trota, con il passare degli anni e della mentalità garistica, i soci si sono indirizzati sempre di più verso le gare di pesca al colpo, tralasciando pertanto quelle alla trota. Il cambiamento ha permesso di portare il sodalizio ad un traguardo ambito, ossia la vittoria al Campionato svizzero per società nel 1995 con i soci Michele Spaggiari, Patrizio Pifferini, Andrea Forni e Franco Nucci, permettendo altresì di partecipare l anno dopo al Campionato mondiale in Bretagne: quell avventura fu un sogno che, realizzandosi, permise al club di maturare e di affrontare le gare con uno spirito diverso, più vincente. Prima di quella storica vittoria diversi soci si sono aggiudicati il titolo di campione ticinese alla trota, tra i quali Edo Calanchini, Andrea Bariffi e Giorgio Previtali; per il colpo Gianni Manzoni si è imposto sulle rive del Ceresio e Michele Spaggiari ha vinto il trofeo Ceresio costituito dalle prime tre gare del GdP; altre soddisfazioni sono arrise ai soci Roberto Spaggiari e Giovanni Bricalli, vincitori del titolo individuale svizzero. Il club dà molta importanza allo svolgimento del campionato sociale: sovente è la prima competizione che un garista affronta, e questo lo aiuterà poi nella sua attività competitiva. Il sodalizio è però confrontato con il problema dell acquisizione di giovani leve, poiché è sempre più difficile entusiasmare i ragazzi verso quest attività. Non è così evidente insegnare con profitto l arte della pesca, se all interno del nucleo familiare o delle amicizie non ci sono gli stimoli giusti: e così tutto va perso, compreso il talento naturale che ognuno di noi ha nel proprio DNA. Il Club pescatori Valle Morobbia intende in ogni modo continuare nella sua opera di socializzazione e porterà sempre a braccetto sportività e amicizia laddove questa purtroppo manca. Un grazie particolare va a quelle persone che, in questi primi 27 anni, hanno voluto sostenerci, sperando di vederci sempre uniti in questa meravigliosa avventura che si chiama Club pescatori Valle Morobbia. Grazie! Michele Spaggiari Società ticinese pescatori sportivi, i vincitori nel 2004 Nella foto a sinistra, il nuovo comitato della STPS. Nella foto a destra, i vincitori nei vari campionati ticinesi 2004 in seno alla STPS. Da sinistra a destra: Alessandro Bonfatti (over laghetto), Michele Morandi (spinning), Aldo Cozzi (laghetto e torrente), Antonio Cuomo (colpo). In occasione dell assemblea della Società ticinese pescatori sportivi (STPS), si è tenuta la cerimonia di premiazione delle gare in calendario, prendendo atto a malincuore dello scarso entusiasmo (quanto a numero di concorrenti) alle diverse competizioni, soprattutto per quanto riguarda la trota. L assise è coincisa con le nomine del nuovo comitato, peraltro previste dallo statuto, ma anche perché in presenza di diverse dimissioni. Dimissionari, Renato Perucchini (segretario-cassiere del movimento trota e vicepresidente della STPS, per motivi familiari), Ilvo Maffezzini (presidente del movimento trota, per motivi di salute), Franco Guercio (colpo) membro, Daniele Bossi (trota) membro. L assemblea ha così votato: Antonio Cuomo del CPS Chiasso (riconfermato presidente della STPS), Michele Morandi del CPS Verbano (neo-eletto vice presidente generale e presidente del movimento trota), Michele Spaggiari (riconfermato presidente del movimento colpo e segretario della STPS), Claudio Burch (riconfermato cassiere STPS), Leila Mazzoleni (neo-eletta segretaria-cassiera del movimento trota). Il movimento trota è composto ora da Michele Morandi (con le nuove cariche), affiancato dai membri: Ezio Cozzi, Raffaele D Agostino, Davide Pisanti (neo-eletto) e Leila Mazzoleni. Il movimento colpo è guidato ora da Michele Spaggiari, Claudio Burch e, quali membri, Roberto Pasini, Franco Nucci e Ivica Junakovic. La distinzione del «pesciolino d oro» è andata per l anno 2004 ad Alessandro Salemi. 45

FOSSILI SENZA CONFINI

FOSSILI SENZA CONFINI Il Dipartimento di Scienze della Terra A.Desio dell Università degli Studi di Milano La Convenzione dei Comuni UNESCO del Monte San Giorgio (I) La Fondazione UNESCO Monte San Giorgio (CH) organizzano le

Dettagli

STATUTO DELLA FEDERAZIONE TICINESE PER L ACQUICOLTURA E LA PESCA

STATUTO DELLA FEDERAZIONE TICINESE PER L ACQUICOLTURA E LA PESCA STATUTO DELLA FEDERAZIONE TICINESE PER L ACQUICOLTURA E LA PESCA 1. Denominazione, scopo e rappresentanza art. 1 Denominazione e durata Sotto la ragione sociale Federazione ticinese per l acquicoltura

Dettagli

Gruppo cantonale per lo sviluppo sostenibile (GrussTI) Coordinamento: Cancelleria dello Stato, Bellinzona Presentazione a cura di Sabrina Caneva

Gruppo cantonale per lo sviluppo sostenibile (GrussTI) Coordinamento: Cancelleria dello Stato, Bellinzona Presentazione a cura di Sabrina Caneva Gruppo cantonale per lo sviluppo sostenibile (GrussTI) Coordinamento: Cancelleria dello Stato, Bellinzona Presentazione a cura di Sabrina Caneva Sviluppo sostenibile e gestione responsabile delle risorse

Dettagli

Assemblea. il 22 febbraio 2014 alle ore 15.30 al Palazzo dei congressi di Lugano. Praticare la pesca in tutta sicurezza

Assemblea. il 22 febbraio 2014 alle ore 15.30 al Palazzo dei congressi di Lugano. Praticare la pesca in tutta sicurezza Organo ufficiale della Federazione ticinese per l acquicoltura e la pesca - Spedizione in abbonamento - Segnalare cambiamenti di indirizzo - GAB 6962 Viganello Assemblea dei delegati FTAP il 22 febbraio

Dettagli

Il Fiume. http://tempopieno.altervista.org/index.htm

Il Fiume. http://tempopieno.altervista.org/index.htm Il Fiume http://tempopieno.altervista.org/index.htm Anno scolastico 2013-14 Classe III E - Scuola primaria "Umberto I" - I Circolo - Santeramo (Ba) ins. Gianni Plantamura 1 Le acque Un elemento naturale

Dettagli

Valore del fiume Maggia per le comunità locali

Valore del fiume Maggia per le comunità locali Alice Tognetti Master ETHZ, primavera 1 Risultati dell inchiesta e riassunto dello studio: Valore del fiume Maggia per le comunità locali Se le acque sono per legge dello stato, noi valligiani abbiamo

Dettagli

Lo stesso impegno e dinamismo venne quindi applicato e continuato anche dalla Sezione Ticino.

Lo stesso impegno e dinamismo venne quindi applicato e continuato anche dalla Sezione Ticino. ppt: copertina Gentili Signore, Egregi Signori, innanzitutto desidero ringraziare gli organizzatori, e in particolar modo Daniele Zanzi, per avermi invitato a questo primo convegno internazionale dedicato

Dettagli

Un Parco per la scuola Proposte di educazione ambientale e attività all aria aperta

Un Parco per la scuola Proposte di educazione ambientale e attività all aria aperta PARCO MATILDICO DI MONTALTO via Lolli, 45 43030 Vezzano sul Crostolo (RE) tel./fax. 0522-858432 info@parcomatildico.com www.parcomatildico.com Un Parco per la scuola Proposte di educazione ambientale e

Dettagli

Ticino River Lodge di Matteo Roncoroni Tel.: +41 76 00 65 Via al Dosso 21-6828 Balerna Ticino, Switzerland

Ticino River Lodge di Matteo Roncoroni Tel.: +41 76 00 65 Via al Dosso 21-6828 Balerna Ticino, Switzerland Ticino River Lodge di Matteo Roncoroni Tel.: +41 76 00 65 Via al Dosso 21-6828 Balerna Ticino, Switzerland PACCHETTO 1 MALCANTONE (dal 1 Aprile) Il seguente pacchetto comprende un uscita di pesca guidata

Dettagli

19 Febbraio 2014 Bregnano, centro polifunzionale

19 Febbraio 2014 Bregnano, centro polifunzionale Fase 2 La valle del Lura: co-progettare il paesaggio Elementi emersi dal percorso partecipativo: Presentazione e discussione di indicazioni per la revisione del progetto 19 Febbraio 2014 Bregnano, centro

Dettagli

La riqualificazione idrogeologica dei fontanili nell area milanese

La riqualificazione idrogeologica dei fontanili nell area milanese La riqualificazione idrogeologica dei fontanili nell area milanese Candidato: Cirone Gianpaolo (777261) Relatore: Prof. Bischetti Gian Battista Correlatore: Prof. Lassini Paolo Tutor: Dott. Besozzi Marco

Dettagli

Riprende a crescere il pescato professionale nel Lario dopo il calo del 2008. I numeri del pesce catturato tra il 96 e il 2010

Riprende a crescere il pescato professionale nel Lario dopo il calo del 2008. I numeri del pesce catturato tra il 96 e il 2010 Il primo giornale online della provincia di Lecco Merateonline > Cronaca > Lecchese Scritto Giovedì 05 maggio 2011 alle 16:09 Riprende a crescere il pescato professionale nel Lario dopo il calo del 2008.

Dettagli

Il PIA Navigli e le Dighe del Panperduto: valorizzare l'acqua, risorsa primaria per l'agricoltura e per l'ambiente

Il PIA Navigli e le Dighe del Panperduto: valorizzare l'acqua, risorsa primaria per l'agricoltura e per l'ambiente Il PIA Navigli e le Dighe del Panperduto: valorizzare l'acqua, risorsa primaria per l'agricoltura e per l'ambiente : i piani di intervento sulla rete dei canali Arch. Laura Burzilleri, Direttore Generale

Dettagli

VALE IL DISCORSO ORALE

VALE IL DISCORSO ORALE VALE IL DISCORSO ORALE Convegno SUPSI-SIA/TI-ATG-Rotary Club Mendrisiotto AlpTransit 2019: un futuro ad alta velocità per il Ticino? «Una rivoluzione per la mobilità e un opportunità per il territorio»

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE SULLA RIQUALIFICAZIONE FLUVIALE

CORSO DI FORMAZIONE SULLA RIQUALIFICAZIONE FLUVIALE PARCO REGIONALE DELLA VALLE DEL LAMBRO DIPARTIMENTO DI RIQUALIFICAZIONE FLUVIALE CORSO DI FORMAZIONE SULLA RIQUALIFICAZIONE FLUVIALE Monza, 12 aprile 2013 Caso Studio LAMBRO DESCRIZIONE CASO STUDIO Inquadramento

Dettagli

La nostra visione del traffico transfrontaliero di merci e di viaggiatori è ben diversa! Per illustrarla vi abbiamo invitato a questo incontro.

La nostra visione del traffico transfrontaliero di merci e di viaggiatori è ben diversa! Per illustrarla vi abbiamo invitato a questo incontro. Signore e signori, questo cartello, fotografato alla stazione di confine di Domodossola, dice tutto sull attuale situazione nel traffico ferroviario tra l Italia e la Svizzera: Strutture obsolete Impianti

Dettagli

CAMPIONATI SVIZZERI ELITE DI PATTINAGGIO ARTISTICO 2015

CAMPIONATI SVIZZERI ELITE DI PATTINAGGIO ARTISTICO 2015 CAMPIONATI SVIZZERI ELITE DI PATTINAGGIO ARTISTICO 2015 11-13 DICEMBRE 2014 PISTA DI GHIACCIO LA RESEGA LUGANO A LUGANO IL GHIACCIO DIVENTA BOLLENTE! Il Club Pattinaggio Lugano ha l onore di organizzare

Dettagli

Art. 1 PRINCIPI GENERALI

Art. 1 PRINCIPI GENERALI ENTE PARCO NAZIONALE DOLOMITI BELLUNESI Regolamentazione dell'attività di pesca Premessa: Tra le finalità dell'ente Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi (di seguito denominato Parco) vi sono degli importanti

Dettagli

Programma 2014 SCUOLA TENNIS TCB

Programma 2014 SCUOLA TENNIS TCB Programma 2014 SCUOLA TENNIS TCB Maestri: Bernasconi Marco 079 337 30 56 Balconi Marco 076 537 19 38 Zotti Fabio 076 679 78 02 Mark Mudro 079 209 16 12 www.tcbellinzona.ch Via Brunari, 6500 Bellinzona

Dettagli

Laghetti alpini senza rifiuti appello a tutti i pescatori. Il mestiere del guardapesca è il più bello del mondo

Laghetti alpini senza rifiuti appello a tutti i pescatori. Il mestiere del guardapesca è il più bello del mondo Organo ufficiale della Federazione ticinese per l acquicoltura e la pesca - Spedizione in abbonamento - Segnalare cambiamenti di indirizzo - GAB 6962 Viganello Laghetti alpini senza rifiuti appello a tutti

Dettagli

RAPPORTO DI ATTIVITÀ DELLA COMUNITÀ DI LAVORO REGIO INSUBRICA PER L ANNO 2011

RAPPORTO DI ATTIVITÀ DELLA COMUNITÀ DI LAVORO REGIO INSUBRICA PER L ANNO 2011 RAPPORTO DI ATTIVITÀ DELLA COMUNITÀ DI LAVORO REGIO INSUBRICA PER L ANNO 2011 Approvato dall Assemblea dei soci il 1. Considerazioni del Segretario 2. Gruppi di lavoro ad hoc e Tavoli permanenti (art.

Dettagli

PROGETTO: AMICA ACQUA.

PROGETTO: AMICA ACQUA. PROGETTO: AMICA ACQUA. La scuola dell infanzia di Oltrefiume, ha aderito alla proposta educativodidattica della Comunità Montana Cusio Mottarone relativa al progetto di educazione ambientale. Il progetto

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Dal Panperduto a Milano Expo un esempio di innovazione per la multifunzionalita' dei canali

Dal Panperduto a Milano Expo un esempio di innovazione per la multifunzionalita' dei canali Dal Panperduto a Milano Expo un esempio di innovazione per la multifunzionalita' dei canali Dott. Massimo Lazzarini Direttore Area Programmazione ---- Padova 20 marzo 2013 Le acque del Comprensorio di

Dettagli

Palasport di Monza 22 23-24 ottobre 2010

Palasport di Monza 22 23-24 ottobre 2010 Palasport di Monza 22 23-24 ottobre 2010 Numerose sono state le competizioni, per le varie discipline e per numerose classi. Mi limito qui ad uno scorcio che ho ritenuto di osservare con maggior interesse

Dettagli

ENOTECA RISTORANTE ALBERGO EVENTI

ENOTECA RISTORANTE ALBERGO EVENTI ENOTECA RISTORANTE ALBERGO EVENTI ENOTECA il sogno di Rocco Lo sapevamo tutti qual era il sogno di Rocco: allargare la cerchia degli amici da ospitare, offrendo loro uno spazio di ampio respiro e contemporaneamente

Dettagli

LAVORARE NELLE CROCIERE

LAVORARE NELLE CROCIERE LAVORARE NELLE CROCIERE tutti I consigli e I segreti per trovare Il lavoro che sogni su una nave da crociera LAVORARE NELLE CROCIERE a cura di antonio caneva daniela anzinger IL LAVORO CHE SOGNI TI STA

Dettagli

Capitolo 3 Caratterizzazione delle aree protette

Capitolo 3 Caratterizzazione delle aree protette Piano di gestione dei bacini idrografici delle Alpi Orientali Bacino del fiume Lemene Capitolo 3 Bacino del fiume Lemene INDICE 3. CARATTERIZZAZIONE DELLE AREE PROTETTE... 1 3.1. AREE PER L ESTRAZIONE

Dettagli

ASSEMBLEA DEI SOCI 2011 26 novembre 2011

ASSEMBLEA DEI SOCI 2011 26 novembre 2011 1 ASSEMBLEA 2011 - ANNO II, NUMERO 6 CIRCOLO AMICI DEL FIUME ASD, CORSO MONCALIERI 18, 10131 - TORINO WWW.AMICIDELFIUME.IT - INFO@AMICIDELFIUME.IT ASSEMBLEA DEI SOCI 2011 26 novembre 2011 2 ASSEMBLEA ORDINARIA

Dettagli

Signor Presidente, Signore e Signori Consiglieri comunali,

Signor Presidente, Signore e Signori Consiglieri comunali, MESSAGGIO MUNICIPALE NO. 4/2014 concernente la richiesta di un credito di Fr. 120'000.00 per la costituzione di una società anonima avente lo scopo di costruire una microcentrale elettrica sfruttando l

Dettagli

Perché un bollettino?

Perché un bollettino? Numero 00 M a r z o 2012 Anno 1 Perché un bollettino? Sommario: Il Pesce Rosso Carassius auratus 2 Arrivo a casa... 2 Pulizia 3 Terrari e Paludari 3 Attrezzatura indispensabile ed utile 3 Avete voglia

Dettagli

PROGETTO DI RECUPERO. Entrata miniera alla Costa. Piantina Gallerie

PROGETTO DI RECUPERO. Entrata miniera alla Costa. Piantina Gallerie PROGETTO DI RECUPERO Entrata miniera alla Costa Piantina Gallerie INTRODUZIONE Malcantone è il nome della regione luganese compresa fra il fiume Vedeggio, il fiume Tresa, il lago di Lugano e la catena

Dettagli

La Ciclabile Adriatica

La Ciclabile Adriatica a Porto S.Giorgio un percorso ad ostacoli o un opportunità per il territorio? AP 10/2015 L associazione FIAB Ascoli Piceno ha realizzato questo dossier per sollecitare le istituzioni (Regione Marche, Provincia

Dettagli

Le comunità resilienti

Le comunità resilienti Le comunità resilienti INCONTRO PUBBLICO PRESSO LA SALA CONSILIARE DEL COMUNE DI SARZANA GIOVEDÌ 3 APRILE 2014 L incontro L incontro All incontro organizzato nell ambito del Progetto Europeo Risc kit dalla

Dettagli

Gianpiero Andreatta IL BOSCO RACCONTA. Storie di uomini, alberi e animali. Dieci racconti e una riflessione. Disegni di Ernesto Roversi

Gianpiero Andreatta IL BOSCO RACCONTA. Storie di uomini, alberi e animali. Dieci racconti e una riflessione. Disegni di Ernesto Roversi Gianpiero Andreatta IL BOSCO RACCONTA Storie di uomini, alberi e animali Dieci racconti e una riflessione Disegni di Ernesto Roversi Gianpiero Andreatta, Il bosco racconta Copyright 2014 Edizioni del Faro

Dettagli

MENSILE di FOTOGRAFIA & IMMAGINE DEL GRUPPO FOTOGRAFICO SAN PAOLO - RHO - ANNO 3 - N 9 - NOVEMBRE 2012

MENSILE di FOTOGRAFIA & IMMAGINE DEL GRUPPO FOTOGRAFICO SAN PAOLO - RHO - ANNO 3 - N 9 - NOVEMBRE 2012 MENSILE di FOTOGRAFIA & IMMAGINE DEL GRUPPO FOTOGRAFICO SAN PAOLO - RHO - ANNO 3 - N 9 - NOVEMBRE 2012 Editoriale Questo numero del Grandangolo, come già capitato ad inizio anno, ha carattere di monografia

Dettagli

Newsletter n.10. La multifunzionalità verso Expo 2015: un bilancio del progetto

Newsletter n.10. La multifunzionalità verso Expo 2015: un bilancio del progetto Newsletter n.10 La multifunzionalità verso Expo 2015: un bilancio del progetto Un iniziativa a sostegno delle aree rurali Con questa decima Newsletter siano giunti alla fase delle considerazioni finali

Dettagli

Regolamento ufficiale

Regolamento ufficiale 1 Lega delle Medie Regolamento ufficiale Titolo I: Principi generali Art. 1 La Lega delle Medie (LdM) è un gruppo di amici senza scopo di lucro unito dalla passione per il fantacalcio. Art. 2 La LdM dà

Dettagli

I dati ricavabili da suddette verifiche (tiranti, velocità, etc.) saranno comunque necessari per procedere con la fase progettuale esecutiva.

I dati ricavabili da suddette verifiche (tiranti, velocità, etc.) saranno comunque necessari per procedere con la fase progettuale esecutiva. INDICE 1. Premessa 1 2. Descrizione dei luoghi 1 3. Valutazione degli afflussi meteorici 3 4. Valutazione dei deflussi 6 5. Calcolo del DMV 7 6. Modifiche alle portate attese a seguito delle opere 10 1.

Dettagli

Commissariato italiano per la Convenzione italo-svizzera sulla pesca

Commissariato italiano per la Convenzione italo-svizzera sulla pesca ACQUE ITALIANE SOGGETTE ALLA CONVENZIONE ITALO-SVIZZERA SULLA PESCA ORDINANZE E COMUNICATI IN VIGORE DAL 01/01/2015 DATA N. Argomento ordinanze pag. 01/01/15 C1/15 Nuovo Regolamento di Applicazione (R.d.A.

Dettagli

L ACQUARIO DI BOLSENA, offre ad adulti e ragazzi una grande quantità di attività:

L ACQUARIO DI BOLSENA, offre ad adulti e ragazzi una grande quantità di attività: L ACQUARIO DI BOLSENA, offre ad adulti e ragazzi una grande quantità di attività: visite guidate, laboratori didattici, filmati, conferenze, convegni, mostre, eventi artistici, ma anche: soggiorni per

Dettagli

l acqua ANNO SCOLASTICO 2015/16 PROGETTI DIDATTICI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE

l acqua ANNO SCOLASTICO 2015/16 PROGETTI DIDATTICI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE ANNO SCOLASTICO 2015/16 PROGETTI DIDATTICI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE Per le classi III, IV e V delle scuole primarie e per le classi I, II e III delle scuole secondarie di I grado a scuola di... energia!

Dettagli

A TU PER TU CON IL PIANETA MARE

A TU PER TU CON IL PIANETA MARE Aurora Polare Sede legale: Viale Sapri 24/A Marina di Ravenna (RA) 48122 Italy C.F.92081660398.com A TU PER TU CON IL PIANETA MARE MODULI DIDATTICI DI EDUCAZIONE AMBEINTALE DEDICATI ALLE SCUOLE SECONDARIE

Dettagli

Sviluppo sostenibile, tutela della biodiversità e dell ambiente, qualità della vita

Sviluppo sostenibile, tutela della biodiversità e dell ambiente, qualità della vita Sviluppo sostenibile, tutela della biodiversità e dell ambiente, qualità della vita Azioni di valorizzazione turistica e culturale e strategie di tutela ambientale e paesaggistica lungo il fiume Ticino

Dettagli

Il mondo della pesca nel Veneto: numeri, problematiche e iniziative.

Il mondo della pesca nel Veneto: numeri, problematiche e iniziative. Il mondo della pesca nel Veneto: numeri, problematiche e iniziative. Dott. Mario Richieri Dirigente Regionale Unità di Progetto Caccia e Pesca Dott. Luca Tenderini Responsabile Ufficio Pesca Villa Cordellina

Dettagli

CHI SIAMO COSA FACCIAMO

CHI SIAMO COSA FACCIAMO COMBINARE LO SPORT CON LA SALVAGUARDIA AMBIENTALE E LA PROMOZIONE SOCIALE, CERCANDO DI EDUCARE LE PERSONE ALL ATTIVITÀ MOTORIA E ALL ESPLORAZIONE DEL TERRITORIO, IN COMPLETA ARMONIA CON L AMBIENTE CIRCOSTANTE,

Dettagli

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION Il presente report sintetizza i risultati dell indagine di customer satisfaction, condotta dall Ufficio II della Direzione Centrale

Dettagli

VACANZE STUDIO ITALIA MARINA DI ASCEA -SAPARCO NAZIONALE DEL CILENTO E DEL VALLO DI DIANO VILLAGGIO OLIMPIA

VACANZE STUDIO ITALIA MARINA DI ASCEA -SAPARCO NAZIONALE DEL CILENTO E DEL VALLO DI DIANO VILLAGGIO OLIMPIA INPDAP e I SOGGIORNI STUDIO 20 anni di Soggiorni Studio, tante generazioni di giovani che grazie all Istituto hanno avuto modo di confrontarsi con una esperienza all estero, dando loro una visione più

Dettagli

Consorzio di bonifica Brenta: approvato il Bilancio Ambientale

Consorzio di bonifica Brenta: approvato il Bilancio Ambientale Consorzio di bonifica Brenta: approvato il Bilancio Ambientale Per il terzo anno il Consorzio Brenta arriva al prestigioso traguardo dell approvazione del Bilancio Ambientale, introdotto in modo innovativo

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

Rapporto Ambientale procedura Vas Variante comparto edificatorio Madonna Ponte - Fano

Rapporto Ambientale procedura Vas Variante comparto edificatorio Madonna Ponte - Fano Rapporto Ambientale procedura Vas Variante comparto edificatorio Madonna Ponte - Fano Variante parziale al vigente PRG ai sensi dell art. 26 della L.R. 34/92 e s.m.i. relativa al comparto edificatorio

Dettagli

OFFERTA DIDATTICA DEL MUSEO DI ZOOLOGIA Anno scolastico 2013/2014

OFFERTA DIDATTICA DEL MUSEO DI ZOOLOGIA Anno scolastico 2013/2014 OFFERTA DIDATTICA DEL MUSEO DI ZOOLOGIA Anno scolastico 2013/2014 Il Museo di Zoologia dell Università di Padova conserva le collezioni storiche del Dipartimento di Biologia, esponendo i reperti di maggior

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Mendrisio, 18 marzo 2008 Conferenza stampa del 18.03.2008 - ore 10.30 - Mendrisio

COMUNICATO STAMPA Mendrisio, 18 marzo 2008 Conferenza stampa del 18.03.2008 - ore 10.30 - Mendrisio COMUNICATO STAMPA Mendrisio, 18 marzo 2008 Conferenza stampa del 18.03.2008 - ore 10.30 - Mendrisio Il coordinamento di piccoli e grandi istituti culturali di una Regione e la promozione delle loro attività

Dettagli

Difendersi dai fiumi o difendere i fiumi?

Difendersi dai fiumi o difendere i fiumi? Difendersi dai fiumi o difendere i fiumi? Rinaturazione e buono stato ecologico dei corsi d'acqua la campagna WWF Liberafiumi Andrea Agapito Ludovici 23 maggio 2014 Quanti disastri questi ultimi 50: Vajont

Dettagli

SAPORI D AUTUNNO CAGIALLO - SAGRATO DI S. LUCIA

SAPORI D AUTUNNO CAGIALLO - SAGRATO DI S. LUCIA SAPORI D AUTUNNO CAGIALLO - SAGRATO DI S. LUCIA Domenica 20 settembre 2015 Benvenuti a Cagiallo A conclusione di una stagione estiva colma di eventi e di ricorrenze a marcare la vitalità della nostra regione,

Dettagli

Kids for the Alps. WWF Italia Ufficio Educazione, Via Orseolo 12 20144 Milano Tel. 02 83 133 1 / fax 02 83 133 202 educazione@wwf.

Kids for the Alps. WWF Italia Ufficio Educazione, Via Orseolo 12 20144 Milano Tel. 02 83 133 1 / fax 02 83 133 202 educazione@wwf. Kids for the Alps Programma internazionale di educazione ambientale promosso dal WWF e rivolto alle scuole di Italia, Francia, Svizzera, Austria, Germania, Lietchenstein e Slovenia. Metti in rete la biodiversità

Dettagli

Il torrente Bozzente caratteristiche e criticità

Il torrente Bozzente caratteristiche e criticità Sergio Canobbio Il torrente Bozzente caratteristiche e criticità Gerenzano,, 27 aprile 2011 37 km, dal Parco Pineta a Rho Sorgenti: (1) torrente Antiga (2) Vari rami interni al Parco Pineta Gradaluso (separato

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE DELLA LEGA DELLE MEDIE

REGOLAMENTO UFFICIALE DELLA LEGA DELLE MEDIE REGOLAMENTO UFFICIALE DELLA LEGA DELLE MEDIE Titolo I: Principi generali Art. 1 La Lega delle Medie (LdM) è un gruppo di amici senza scopo di lucro unito dalla passione per il fantacalcio. Art. 2 La LdM

Dettagli

Aiuto all'esecuzione: Pescatori con la lenza

Aiuto all'esecuzione: Pescatori con la lenza Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni DATEC Ufficio federale dell'ambiente UFAM Dipartimento federale dell interno DFI Ufficio federale della sicurezza

Dettagli

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi Lezione 1 - pag.1 Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi 1.1. Tutto si muove Tutto intorno a noi si muove. Le nuvole nel cielo, l acqua negli oceani e nei fiumi, il vento che gonfia le vele

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

2014 Editrice ZONA È VIETATA. ogni riproduzione e condivisione totale o parziale di questo file senza formale autorizzazione dell editore.

2014 Editrice ZONA È VIETATA. ogni riproduzione e condivisione totale o parziale di questo file senza formale autorizzazione dell editore. 2014 Editrice ZONA È VIETATA ogni riproduzione e condivisione totale o parziale di questo file senza formale autorizzazione dell editore. La nostra Nuova Caledonia L avventura d una vita di Giorgio & Marosa

Dettagli

u Normale In base alle vostre esigenze, all interno degli orari compresi tra la tariffa super e quella eco.

u Normale In base alle vostre esigenze, all interno degli orari compresi tra la tariffa super e quella eco. I n o s t r i s e r v i z i d i c o r r i e r e Consegne in bicicletta - a partire da 9.- Fr. max. 35 x 30 x 45 cm. Trasportiamo tutto quello che è a misura di zaino in tempi record: documenti, fiori,

Dettagli

INTERVENTI PER IL MIGLIORAMENTO DELLE ACQUE E DEGLI HABITAT NELLA VALLE DEL LAMBRO LIFE11 ENV/IT/004 «Lambrovivo»

INTERVENTI PER IL MIGLIORAMENTO DELLE ACQUE E DEGLI HABITAT NELLA VALLE DEL LAMBRO LIFE11 ENV/IT/004 «Lambrovivo» INTERVENTI PER IL MIGLIORAMENTO DELLE ACQUE E DEGLI HABITAT NELLA VALLE DEL LAMBRO LIFE11 ENV/IT/004 «Lambrovivo» Ing. Stefano Minà Dipartimento di Riqualificazione Fluviale 00 IL PROGETTO LIFE - Nasce

Dettagli

MENSILE DI NATURA E CULTURA ALPINA. Listino prezzi e modulo di prenotazione per inserzioni pubblicitarie

MENSILE DI NATURA E CULTURA ALPINA. Listino prezzi e modulo di prenotazione per inserzioni pubblicitarie 2015 Listino prezzi e modulo di prenotazione per inserzioni pubblicitarie Dati tecnici Direttore, redattore responsabile e fondatore Luca Bettosini, giornalista e fotoreporter RP Tiratura 2015 3 700 copie

Dettagli

Turismo Lento. Cosa è e quali opportunità offre ai territori? Filippo Lenzerini - Punto 3 s.r.l.

Turismo Lento. Cosa è e quali opportunità offre ai territori? Filippo Lenzerini - Punto 3 s.r.l. Turismo Lento Cosa è e quali opportunità offre ai territori? - Punto 3 s.r.l. 1 1999 Laurea in Scienze Geologiche all Università di Ferrara 2000 Master in Gestione Integrata dell ambiente presso lo IUSS

Dettagli

UN GIORNO IN RIVA ALLO STAGNO

UN GIORNO IN RIVA ALLO STAGNO Classe terza Caspoggio UN GIORNO IN RIVA ALLO STAGNO LO ZIO DI MARCO E SARA È UN FOTOGRAFO NATURALISTA E DEVE PREPARARE UN SERVIZIO FOTOGRAFICO SULLO STAGNO PER UNA RIVISTA CHE SI OCCUPA DI NATURA. LO

Dettagli

OSTELLO DEL BARBELLINO

OSTELLO DEL BARBELLINO OSTELLO DEL BARBELLINO GRUPPO DI PROGETTAZIONE PBEB architetti prof. Paolo Belloni Via Corridoni 17 24124 Bergamo Tel. 035.232247 fax 035.5098103 mail pbeb@pbeb.it web. www.pbeb.it CED INGEGNERIA srl Ing.

Dettagli

CASCINE E STALLE. la moratoria si impone Biasca, luglio 2010

CASCINE E STALLE. la moratoria si impone Biasca, luglio 2010 CASCINE E STALLE la moratoria si impone Biasca, luglio 2010 Per cascine e stalle - CP 1344-6710 Biasca. Contatto: Alda Fogliani - casa.bianca@bluewin.ch - +41 91 862 51 47 Si impone la moratoria per cascine

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

STATUTO. omissis L Associazione è retta dalle norme statutarie, articolate in dieci punti, che

STATUTO. omissis L Associazione è retta dalle norme statutarie, articolate in dieci punti, che STATUTO omissis L Associazione è retta dalle norme statutarie, articolate in dieci punti, che approvate all unanimità dai soci fondatori, sono trascritte nel presente atto per formarne parte integrante.

Dettagli

A Sud delle Alpi, sulla sponda italiana del Lago di Lugano

A Sud delle Alpi, sulla sponda italiana del Lago di Lugano A Sud delle Alpi, sulla sponda italiana del Lago di Lugano Yachting Residence Una residenza di prestigio pienamente armonizzata all incantevole paese di Lavena Ponte Tresa e il suo lungolago. ARMONIA ARCHITETTONICA

Dettagli

Indagine sul grado di consenso sociale nei confronti dello sviluppo dell energia eolica in Italia e in particolare in Sardegna

Indagine sul grado di consenso sociale nei confronti dello sviluppo dell energia eolica in Italia e in particolare in Sardegna Indagine sul grado di consenso sociale nei confronti dello sviluppo dell energia eolica in Italia e in particolare in Sardegna Giugno 2007 Indice Indagine sul consenso sociale dell energia eolica in Italia

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

9. La morena. Il fianco destro orografico della Val Martello (carta geologica 2) 8. Le strie glaciali

9. La morena. Il fianco destro orografico della Val Martello (carta geologica 2) 8. Le strie glaciali Il fianco destro orografico della Val Martello (carta geologica 2) 8. Le strie glaciali L azione erosiva del ghiacciaio, in senso stretto, viene indicata con il termine esarazione; una delle forme caratteristiche

Dettagli

GLI INTERVENTI DI SISTEMAZIONE IDRAULICO-FORESTALI NELLA PREVENZIONE DEI RISCHI NATURALI LE LINEE DI AZIONE DELLA REGIONE PIEMONTE

GLI INTERVENTI DI SISTEMAZIONE IDRAULICO-FORESTALI NELLA PREVENZIONE DEI RISCHI NATURALI LE LINEE DI AZIONE DELLA REGIONE PIEMONTE GLI INTERVENTI DI SISTEMAZIONE IDRAULICO-FORESTALI NELLA PREVENZIONE DEI RISCHI NATURALI LE LINEE DI AZIONE DELLA REGIONE PIEMONTE G. Cacciabue, V.Debrando 1 La mitigazione degli effetti prodotti sul territorio

Dettagli

Azienda Agricola Agri2000

Azienda Agricola Agri2000 Azienda Agricola Agri2000 Sezione anagrafica Nome Produttore: Paola Carnino e Carlo Maritano (foto 1) Indirizzo: Strada dei Pautassi S. Ambrogio Data inizio attività: 1996 1 Tipologia di conduzione e numero

Dettagli

30 anni nel blu. Circolo Subacquei Collegnese

30 anni nel blu. Circolo Subacquei Collegnese Con il patrocinio di I O N E F E D E R A Z I T A L I A N A S U B A C Q U E E A T T I T A I V Circolo Subacquei Collegnese 30 anni nel blu Sede: Piazza Che Guevara 13 Collegno Tel. : 3346160432 info@subacqueicollegnese.it

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA DI RIFERIMENTO : GEOGRAFIA CLASSE PRIMA

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA DI RIFERIMENTO : GEOGRAFIA CLASSE PRIMA Fonti di legittimazione: Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio 18.12.2006 - Indicazioni Nazionali per il Curricolo 2012 SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA DI RIFERIMENTO : GEOGRAFIA CLASSE PRIMA

Dettagli

Viti perpetue a forza idraulica. Produzione di energia efficienza e tutela della fauna ittica

Viti perpetue a forza idraulica. Produzione di energia efficienza e tutela della fauna ittica Viti perpetue a forza idraulica Produzione di energia efficienza e tutela della fauna ittica Acqua in movimento còclea idraulica trasmissione trogolo La nuova tipologia di produzione energetica La còclea

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA TUTELA DELLA FAUNA ITTICA E PER LA DISCIPLINA DELLA PESCA NEL LAGO DI CAMPOTOSTO

DISCIPLINARE PER LA TUTELA DELLA FAUNA ITTICA E PER LA DISCIPLINA DELLA PESCA NEL LAGO DI CAMPOTOSTO DISCIPLINARE PER LA TUTELA DELLA FAUNA ITTICA E PER LA DISCIPLINA DELLA PESCA NEL LAGO DI CAMPOTOSTO (Delibera Commissariale n. 20 del 4 settembre 2008) CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Oggetto Il presente

Dettagli

per passare insieme e in sicurezza un esperienza estiva piena di...natura, SCOPERTE, scienze, sport e AVVENTURA!!!

per passare insieme e in sicurezza un esperienza estiva piena di...natura, SCOPERTE, scienze, sport e AVVENTURA!!! 10 giugno al 02 agosto 26 al 30 agosto 02 al 06 settembre 10 turni di centro estivo diurno per ragazze e ragazzi dai 9 ai 13 anni per passare insieme e in sicurezza un esperienza estiva piena di...natura,

Dettagli

SWISS FARE BUSINESS TRA PROFESSIONISTI E GIOCARE TRA AMICI

SWISS FARE BUSINESS TRA PROFESSIONISTI E GIOCARE TRA AMICI FARE BUSINESS TRA PROFESSIONISTI E GIOCARE TRA AMICI ARTE GOLF SWISS In una società in continua evoluzione, sempre più dinamica e metropolitana, in cerca di respiri internazionali, tra incertezze reali

Dettagli

CHI SIAMO. Agriturismo del Cimone LA PALAZZA. Indirizzo Via di Calvanella 710. Località Canevare Fanano (MO) Contatti tel. 0536 69311. Fax.

CHI SIAMO. Agriturismo del Cimone LA PALAZZA. Indirizzo Via di Calvanella 710. Località Canevare Fanano (MO) Contatti tel. 0536 69311. Fax. CHI SIAMO Agriturismo del Cimone LA PALAZZA Indirizzo Via di Calvanella 710 Località Canevare Fanano (MO) Contatti tel. 0536 69311 Fax. 0536 66631 Cell. 335 6266972 info@agriturismodelcimone.it www.agriturismodelcimone.it

Dettagli

Associazione culturale di promozione sociale

Associazione culturale di promozione sociale Associazione culturale di promozione sociale Perché Parlare di Natura a Milano può sembrare un controsenso. Pensiamo invece sia possibile creare occasioni di incontro per tutti gli amanti degli animali

Dettagli

TORNEO FANTAPRONOSTICI 2015-2016

TORNEO FANTAPRONOSTICI 2015-2016 Numero squadre partecipanti : 80 TORNEO FANTAPRONOSTICI 2015-2016 IL NUOVO TORNEO PREVEDERA VARIE SFIDE E COMPETIZIONI TRA I CONCORRENTI : Ci saranno infatti : CAMPIONATI : quattro campionati da 20 squadre

Dettagli

INDIVIDUAZIONE DEL RETICOLO IDRICO MINORE...

INDIVIDUAZIONE DEL RETICOLO IDRICO MINORE... INDICE 1. PREMESSA... 2 2. INDIVIDUAZIONE DEL RETICOLO IDRICO MINORE... 4 2.1 CARATTERISTICHE DEL RETICOLO IDRICO COMUNALE... 4 2.2 CRITERI DI INDIVIDUAZIONE DEL RETICOLO MINORE E COMPETENZE DI GESTIONE....

Dettagli

Bosco di Smerillo Via A. C. Nobili, 11-63856 Smerillo (FM) Tel. 0734.79423 - email. info@smerillo.com - web. www.smerillo.com

Bosco di Smerillo Via A. C. Nobili, 11-63856 Smerillo (FM) Tel. 0734.79423 - email. info@smerillo.com - web. www.smerillo.com Centro di Educazione Ambientale Bosco di Smerillo Via A. C. Nobili, 11-63856 Smerillo (FM) Tel. 0734.79423 - email. info@smerillo.com - web. www.smerillo.com P resentazione Il CEA di Smerillo nasce nel

Dettagli

CONVENZIONE PER LA COLLABORAZIONE, IN FORMA NON ESCLUSIVA, IN ATTIVITA DI GESTIONE DEL PARCO DELLE OROBIE BERGAMASCHE. tra

CONVENZIONE PER LA COLLABORAZIONE, IN FORMA NON ESCLUSIVA, IN ATTIVITA DI GESTIONE DEL PARCO DELLE OROBIE BERGAMASCHE. tra CONVENZIONE PER LA COLLABORAZIONE, IN FORMA NON ESCLUSIVA, IN ATTIVITA DI GESTIONE DEL PARCO DELLE OROBIE BERGAMASCHE. tra il Consorzio di gestione del Parco regionale delle Orobie Bergamasche, di seguito

Dettagli

CURRICULUM VITAE ASSOCIAZIONE CULTURALE NATURALISTICA SAGITTARIA

CURRICULUM VITAE ASSOCIAZIONE CULTURALE NATURALISTICA SAGITTARIA CURRICULUM VITAE ASSOCIAZIONE CULTURALE NATURALISTICA SAGITTARIA L Associazione Culturale Naturalistica Sagittaria nasce nel gennaio 2006 per volontà di tre tecnici del settore naturalistico - ambientale:

Dettagli

AGOSTO 2015 SABATO 8 AGOSTO. ore 14.00 18.00. @ 14.30: visita guidata alla scoperta del Parco. Attività per tutti

AGOSTO 2015 SABATO 8 AGOSTO. ore 14.00 18.00. @ 14.30: visita guidata alla scoperta del Parco. Attività per tutti AGOSTO 2015 I N G R E S S O G R A T U I T O SABATO 8 AGOSTO @ 16.30: A come acqua. SABATO 1 AGOSTO @ 16.30: Caccia al tesoro nel Parco. DOMENICA 9 AGOSTO @ 16.30: Esperimenti magici. DOMENICA 2 AGOSTO

Dettagli

descrizione*del*golfo*agricolo*e*prati*adiacenti* book*fotografico*a*cura*del*comitato*golfo*agricolo* Maggio*2012*

descrizione*del*golfo*agricolo*e*prati*adiacenti* book*fotografico*a*cura*del*comitato*golfo*agricolo* Maggio*2012* !! descrizione*del*golfo*agricolo*e*prati*adiacenti* * book*fotografico*a*cura*del*comitato*golfo*agricolo* * Maggio*2012*!!!!! FotoN 1(TR1(Attivitàagricole UnafotografiapanoramicadelGolfoAgricoloscattatadallaRes.Campo,ViaF.lliCervi,Milano2.Sullo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA TUTELA DELLA FAUNA ITTICA E PER LA DISCIPLINA DELLA PESCA NELLE ACQUE DEL LAGO DI ISEO.

REGOLAMENTO PER LA TUTELA DELLA FAUNA ITTICA E PER LA DISCIPLINA DELLA PESCA NELLE ACQUE DEL LAGO DI ISEO. REGOLAMENTO PER LA TUTELA DELLA FAUNA ITTICA E PER LA DISCIPLINA DELLA PESCA NELLE ACQUE DEL LAGO DI ISEO. Art. 1 FINALITÀ E AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente Regolamento approvato dalle Province di Bergamo

Dettagli

LE ATTVITÀ. Riciclaggio mobili

LE ATTVITÀ. Riciclaggio mobili LE ATTVITÀ Le persone disoccupate inserite in questo progetto vivono a contatto di attività industriali produttive con l obiettivo di riacquisire i parametri indispensabili (ritmi di lavoro, produttività,

Dettagli

1. Ente turistico 35% 2. Comuni 17% PUBBLICO 52% 3. Privati Malcantone 21% 4. Privati luganese 14% 5. Altri (ditte, confederati, ) 13% PRIVATO 48%

1. Ente turistico 35% 2. Comuni 17% PUBBLICO 52% 3. Privati Malcantone 21% 4. Privati luganese 14% 5. Altri (ditte, confederati, ) 13% PRIVATO 48% MESSAGGIO MUNICIPALE N 3/2001 PER LA RICHIESTA DI UN CREDITO DI Fr. 15.000.00 PER LA SOTTOSCRIZIONE DI NUOVE AZIONI DELLA MONTE LEMA SA (PARTECIPAZIONE AL RISANAMENTO FINANZIARIO) Signor Presidente, Signore

Dettagli

L ACQUARIO DI BOLSENA, offre ad adulti e ragazzi una grande quantità di attività: visite guidate, laboratori didattici, filmati, conferenze,

L ACQUARIO DI BOLSENA, offre ad adulti e ragazzi una grande quantità di attività: visite guidate, laboratori didattici, filmati, conferenze, L ACQUARIO DI BOLSENA, offre ad adulti e ragazzi una grande quantità di attività: visite guidate, laboratori didattici, filmati, conferenze, convegni, mostre, eventi artistici, ma anche: soggiorni per

Dettagli

Scatti di scienza: la bellezza di un'immagine

Scatti di scienza: la bellezza di un'immagine Scatti di scienza: la bellezza di un'immagine SCATTI DI SCIENZA è un progetto sulla fotografia e sul filmato scientifico nato dalla collaborazione tra SCIENZA UNDER 18 e il DIPARTIMENTI DI FISICA DELL

Dettagli

INFORMATIVA PER GLI INSEGNANTI. Premessa NORME COMPORTAMENTALI

INFORMATIVA PER GLI INSEGNANTI. Premessa NORME COMPORTAMENTALI INFORMATIVA PER GLI INSEGNANTI Premessa Il Centro Tutela e Ricerca Fauna Esotica e Selvatica - Monte Adone con la presente informativa intende mettere a conoscenza gli istituti scolastici delle principali

Dettagli

A.S.D. SOLIGHETTO Via Papa Lucani, 10 31053 PIEVE DI SOLIGO TREVISO

A.S.D. SOLIGHETTO Via Papa Lucani, 10 31053 PIEVE DI SOLIGO TREVISO A.S.D. SOLIGHETTO Via Papa Lucani, 10 31053 PIEVE DI SOLIGO TREVISO Tel. 0438-840266 ore Ufficio Guido Bernardi Cell. 347-2228421 Guido Bernardi Fax 0438-840266 E-mail : agenziabalbi@libero.it E-mail :

Dettagli