COMUNE DI SQUINZANO VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 17 SETTEMBRE 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI SQUINZANO VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 17 SETTEMBRE 2013"

Transcript

1 COMUNE DI SQUINZANO VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 17 SETTEMBRE 2013 PRESIDENTE: Buonasera a tutti. Inizio ore 17:00. Prego, Segretario, procediamo all appello. [Il Segretario Generale procede all appello] PRESIDENTE: Non c è il numero legale. [Il Consiglio Comunale viene sospeso alle ore 17:03] [Il Consiglio Comunale riprende alle ore 18:00] PRESIDENTE: Segretario, procediamo all appello. [Il Segretario Generale procede al secondo appello] PRESIDENTE: Tredici presenti e quattro assenti. Buonasera a tutti. Innanzitutto, vorrei presentarvi la nuova Segretaria Generale, la Dottoressa Francesca Zippo; è con noi da diversi giorni, però è il primo Consiglio Comunale, per cui noi ci auguriamo, noi sicuramente collaboreremo con la Segretaria. L importante è che tutti insieme d accordo non chiediamo troppo, non alla Segretaria, in generale, abbiamo poco personale e poco di tutto. Comunque, vi vuole salutare, io passo la parola alla Segretaria Generale, prego. SEGRETARIO GENERALE: Grazie, Presidente. Vi saluto con un caloroso buonasera e prima di tutto ringrazio il Sindaco, Mino Miccoli, che mi ha dato ovviamente questa preziosa opportunità di essere il Segretario Generale di questo Comune. Ovviamente mi auguro di collaborare con il massimo impegno e con dedizione per il raggiungimento del bene comune. Grazie ancora e buonasera. PRESIDENTE: Passiamo al Primo Punto all Ordine del Giorno. CONSIGLIERA MANIGLIO: Presidente, preliminarmente avrei PRESIDENTE: La Consigliera Maniglio ha la parola. CONSIGLIERA MANIGLIO: Ancora una volta mi trovo costretta a prendere la parola all inizio di questa seduta per sottolineare una - chiamiamola - dimenticanza dell Amministrazione nei confronti dell Opposizione. Nell ultimo Consiglio Comunale, durante l approvazione della mozione che avevo presentato per quanto riguarda Casalabate, il Sindaco ci aveva promesso o perlomeno garantito che si sarebbe tenuto conto sempre e comunque anche del parere dell Opposizione e che l Opposizione sarebbe stata messa nelle condizioni di sapere quello che succedeva. Io non posso 1

2 non notare che nonostante riceviamo, giustamente, inviti di tutti i tipi anche molto strani - no, strani è una parola brutta - diciamo inviti di tutti i tipi, mi è dispiaciuto sapere che c è stato un incontro presso il Mar de Plata per una riunione convocata, mi sembra, dalla Proloco insieme al GAL a cui era presente anche il Presidente del GAL, l Onorevole Taurino, era presente l Amministrazione di Trepuzzi, sembra anche i Consiglieri di Maggioranza; io parlo per me, ma credo che sia stato lo stesso per tutti, non abbiamo ricevuto l invito per partecipare a questo incontro. Ne approfitto per rinnovare la proposta che avevo fatto nell altro Consiglio Comunale, che forse potrebbe ovviare a queste dimenticanze nel momento in cui si parla della nostra Marina che credo che sia interesse di tutti portare avanti in modo unitario, quella di formare o di tenere conto del vecchio organismo che c era. PRESIDENTE: C è molta distrazione in aula. Chi non è interessato può uscire. CONSIGLLERA MANIGLIO: O mantenere attivo il vecchio, non mi ricordo cos era, un esecutivo o il gruppo che si interessava per il passaggio della Marina a Squinzano, c era un organismo all epoca, un comitato. O si mantiene attivo il vecchio Comitato Promotore oppure io avevo fatto la proposta anche l altra volta di creare una Commissione Special ad hoc proprio sull argomento in modo che effettivamente, in questo momento delicato, possiamo seguire passo passo i lavori che riguarderanno la Marina di Squinzano. PRESIDENTE: Alle ore 18:07 entra in aula il Consigliere Saquella. Il Consigliere Marra ha la parola, così rispondiamo. CONSIGLIERE MARRA: Buonasera. Gli auguri miei e del mio gruppo e credo di tutta l Opposizione alla Dott.ssa Francesca Zippo. Le auguriamo veramente di cuore un buon lavoro, perché questa è una realtà molto difficile, con la quale io ho avuto il piacere di confrontarmi negli anni passati e quindi, da oppositore, quello che voglio dire alla Dott. ssa Zippo è di essere garante anche dei diritti, innanzitutto delle prerogative di tutti i Consiglieri Comunali e poi soprattutto di quelli dell Opposizione. Comunque conosco bene la sua sensibilità e sono sicuro che sarà sicuramente un punto di riferimento anche per noi dell Opposizione. Così come saluto il Dottore Rosafio. Io ho avuto il piacere e la fortuna di conoscere sia la Dott.ssa Zippo, sia il Dott. Rosafio: devo dire che sono state delle ottime scelte. Io avrei fatto altrettanto, quindi complimenti. Non so se l Assessore Taurino è d accordo. Anche al Dott. Rosafio auguro un buon lavoro. Anche per lui, spero che sia anche punto di riferimento per noi dell Opposizione e soprattutto per quanto riguarda il rispetto delle prerogative dei Consiglieri Comunali. Noi non chiediamo niente di particolare, vogliamo solamente chiarezza su tutte le cose e se ci è data la possibilità, vorremmo anche collaborare nella risoluzione dei problemi senza mistificazione e senza nessuna demagogia. A proposito della sensibilità istituzionale dimostrata dalla Maggioranza, mi preme rilevare e di confermare quanto ha detto la Consigliera Maniglio, perché io ne avevo già parlato con il Presidente del Consiglio, avevo detto: Va bene, Presidente, io ti faccio l interrogazione per sapere come stanno le cose e poi non l ho fatta, perché potevo essere come al solito, qualcuno dice poi che sono esagerato nelle cose, però quando si parla di problemi come quelli di Casalabate sappiamo quanto tutti ci siamo impegnati e quanto tutti abbiamo a cuore la Marina di Casalabate e non sappiamo 2

3 perché non siamo stati invitati. Perché io vi garantisco - ho visto l invito - l associazione che ha organizzato la manifestazione aveva invitato tutti, i Consiglieri di Maggioranza e i Consiglieri di Opposizione. Poi a proposito sempre di sensibilità politica, tralasciamo quanto succede nelle manifestazioni pubbliche, cose che il mostro a sette teste qual è l ex Sindaco Gianni Marra non ha mai fatto. Il rispetto istituzionale non esiste proprio grazie anche a qualche lacchè di turno, qualche persona senza dignità, alla continua ricerca di un padrone, si fa finta di non vedere le istituzioni; ma io parlo anche per quanto riguarda i Consiglieri di Maggioranza, ho raccolto anche le loro lamentele, forse ve lo hanno detto in Maggioranza e non le diranno mai pubblicamente, però bisogna avere più rispetto delle istituzioni, i Consiglieri di Maggioranza, i Consiglieri di Opposizione, i Consiglieri Regionali e Consiglieri Provinciali. Ma questo - ripeto - per inciso, non è un problema. Questo poi sta alla sensibilità di ognuno di noi, come comportarsi, ma soprattutto è importante per quanto riguarda - come diceva la Consigliera Maniglio - Casalabate. Noi vogliamo essere coinvolti. Ricordiamo che avete approvato anche una mozione, proposta dalla Consigliera Maniglio sul soggetto unico per la gestione della Marina; speriamo che quanto prima si dia esecuzione a quella mozione. Mimina, non c è bisogno del Comitato perché prima il Comitato era in piedi perché non esistevano, non era stato ancora completato il trasferimento. Adesso il trasferimento è stato fatto, abbiamo tutti un ruolo istituzionale e quindi si procederà alla realizzazione di quel soggetto unico che dovrebbe gestire la Marina. So che la Presidente farà anche delle mi riservo di intervenire successivamente per quanto riguarda la composizione delle Commissioni, anche perché lì, come al solito, avete anche lì mancato di PRESIDENTE: Consigliere Marra, ancora non stiamo lì. CONSIGLIERE MARRA: Sì, siccome avevi preannunciato che in sede di comunicazione avreste comunicato appunto la composizione delle Commissioni, anche lì è mancata del tutto la vostra sensibilità istituzionale e poi lo farò rilevare dopo. PRESIDENTE: La nostra? CONSIGLIERE MARRA: Sì, la vostra. PRESIDENTE: Ora rispondo parzialmente io. CONSIGLIERE MARRA: Non ho completato l intervento. Se vuoi lo faccio adesso, sennò lo faccio dopo il tuo intervento. PRESIDENTE: Dopo, sennò ce le dimentichiamo le cose. CONSIGLIERE MARRA: Appunto. PRESIDENTE: Allora, innanzitutto alle ore 18:07 entra in aula il Consigliere Saquella e alle ore 18:10 entra la Consigliera Guido. Poi, eri partito così bene, Consigliere Marra, complimenti, quindi finalmente siamo d accordo. Poi in delle scelte importanti, Segretario, l Ufficio Finanziario dico: Bah, stiamo lavorando bene. 3

4 PRESIDENTE: Sei d accordo. E su questo sono contenta, è già una cosa. Ora per il resto, il Sindaco risponderà sia al Consigliere Marra che alla Consigliera Maniglio per quanto riguarda la questione di Casalabate. Poi quando arriviamo alle Commissioni se ne parla. CONSIGLIERE MARRA: Una cosa solamente: io ho da rilevare tantissime altre cose, ma lo dico in maniera serena, perché noi aspettiamo ancora delle risposte del 7 Luglio, del 16 Luglio, del 20 Luglio, ho tutte qui le note. Quindi noi non vogliamo niente di trascendentale. PRESIDENTE: Può darsi che c era il Segretario. Forse ce le ha il vecchio Segretario. Poi le prendiamo. CONSIGLIERE MARRA: Vogliamo semplicemente il visto di legittimità su alcune delibere che sono state adottate. Pur finta, siamo contenti di tutti i lavori che state facendo, anche se manca la copertura finanziaria; possiamo anche chiudere un occhio per il bene della comunità, come diceva la nostra Segretaria, però su alcune delibere che avete già adottate, dove c è la firma della Maggioranza, c è la firma del DEF. Noi vogliamo sapere se quelle delibere sono legittime, anche per essere tranquilli noi. E noi aspettiamo delle risposte per quanto riguarda gli Ausiliari del traffico, per quanto riguarda le linee programmatiche, per quanto riguarda il mercato di Casalabate. Una volta che la Segretaria ci dice che è tutto a posto, noi saremo felici e contenti. PRESIDENTE: Consigliere Marra, siccome queste sue richieste sono pervenute sicuramente all altro Segretario e anche a me, però io non so se il Segretario ha risposto o meno. Rinfreschiamo la memoria: ce le ridà e le diamo alla Segretaria, la Dott.ssa Zippo, perché forse Posso pure pensare che il Segretario abbia risposto, il Segretario di prima. Adesso ci da la copia. PRESIDENTE: Ma io non lo so, perché può darsi che il Segretario ha risposto. CONSIGLIERE MARRA: Spero non siano state cestinate, perché sarebbe grave la cosa. PRESIDENTE: Sindaco, deve rispondere. SINDACO: Grazie, Presidente. Anche io rivolgo il mio saluto affettuoso alla Dott.ssa Zippo e le auguro di lavorare così, con quella passione che ha già espletato innanzi al Consiglio Comunale; così come ringrazio, per l operato e il lavoro svolto il Dott. Rosafio, così come comunico anche al Consiglio Comunale che molto probabilmente la settimana prossima prenderà posto finalmente il Dott. Arnò, che io e il Consigliere Marra conosciamo particolarmente bene perché si occupa di Polizia Provinciale, appunto in Provincia. Il Dott. Arnò, benché firmatario di una convenzione con noi, ab origine, proprio nel Giugno di quest anno, avendo avuto problemi familiari particolarmente 4

5 importanti, che adesso - grazie a Dio - ha risolto, verrà a dirigere il settore della Polizia Municipale, molto probabilmente dalla settimana prossima. Associatomi ai saluti, per quanto riguarda la contestazione che ci ha mosso la Consigliera Maniglio, noi - da quando Silvio Berlusconi fa questi processi - abbiamo familiarizzato con quella nuova figura di responsabilità posta a fondamento penale importante in responsabilità oggettiva. Io senza nascondermi dietro un dito, dico che lì c è stato un errore, nel senso che non è un errore però, cara Mimina, coordinato da noi. In buona sostanza, quella riunione è stata pensata e voluta dall associazione Casalabate 2012, che ha presentato una serie di progetti. Noi simo stati esclusivamente invitati. E ti dirò di più: io pensavo in quella riunione di trovarvi tutti quanti, quindi nel momento in cui... anche perché mi aveva chiamato il Consigliere Leone di Trepuzzi, di Opposizione, che può testimoniare in ordine a quanto sto dicendo, e quindi il fatto che quell associazione avesse invitato i Consiglieri di Opposizione di Trepuzzi, pensavo che avesse adottato lo stesso metodo con i nostri Consiglieri di Squinzano. Ritornando a quel discorso della responsabilità oggettiva, sono Sindaco di questo paese, mi avrebbe fatto piacere incontrarvi in quella circostanza e me ne assumo la responsabilità perché forse per eccesso di zelo, avrei dovuto un pochettino di più stare attento in questa circostanza e magari fare anche una telefonatina all Ingegnere Leo o all Architetto Tafuro per assicurarmi in ordine alla vostra presenza, anche perché so il contributo, come giustamente diceva il Consigliere Marra, il contributo che tutti quanti voi avete dato affinché la Marina di Casalabate passasse di territorio, così come è stato. Se ci foste stati sarebbe sicuramente un momento migliore e più importante per la comunità. Comunque - ripeto - nonostante che non ho fatto io, non abbiamo fatto noi come Amministrazione gli inviti, me ne scuso ugualmente, perché forse per responsabilità oggettiva, dovrei risponderne in questa circostanza. Chiedo scusa. 5

6 COMUNE DI SQUINZANO VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 17 SETTEMBRE 2013 Oggetto: Primo Punto OdG: Lettura ed approvazione verbale sedute precedenti PRESIDENTE: Passiamo al Primo Punto OdG: Lettura ed approvazione verbale sedute precedenti. Li diamo per letti. Se ci sono errori, la Consigliera Maniglio ha la parola. CONIGLIERA MANIGLIO: Io mi sono presa la briga di leggere il verbale. Onestamente ho rilevato che ci sono degli errori. Sono alcuni probabilmente anche poco importanti, però avrei piacere che venisse modificato il verbale correggendo questi errori. Se mi date un modo semplice per comunicare questi errori, siccome non è uno, due, tre, cioè non posso leggerveli, dovrei eventualmente dare il verbale così come - secondo me - andrebbe corretto. CONSIGLIERA MANIGLIO: L ultimo verbale. Ci sono degli errori, perché - ripeto - non sono una grande oratrice, però in alcuni passaggi non si capisce proprio il concetto che viene espresso. PRESIDENTE: A che pagina? CONSIGLIERA MANIGLIO: Eh, a che pagina, Presidente sono tante pagine. Io ho modificato il file che mi è arrivato dalla Segreteria. Se io posso rinviare il file con le modifiche che vengono segnalate in rosso e quindi che sono distinguibili e si può PRESIDENTE: La mandiamo a loro, perché loro devono correggere. Quindi noi ritiriamo l argomento, perché non possiamo approvarlo. CONSIGLIERA MANIGLIO: Oltretutto ne volevo approfittare perché la parte finale, non si capisce bene cosa è successo per quanto riguarda la relazione del Dott. Aprea e quella del Dott. Muci. PRESIDENTE: Ne abbiamo preso atto. Prendiamo atto e basta, non parliamo proprio. Nessuno parlò. CONSIGLIERA MANIGLIO: Perché il verbale non è chiaro. Non è chiarissimo. PRESIDENTE: Allora, diamo per letta anche la sua relazione, Comandante dei Vigili, e prendiamo atto di queste due relazioni, poiché gli argomenti sono finiti, Consigliera Maniglio. Allora, voi non c eravate. Io ho detto in quella seduta: Diamo per letta anche la relazione del Comandante dei 6

7 Vigili, il Dott. Luigi Muci e prendiamo atto di queste due relazioni. Cioè, queste le abbiamo date per lette e abbiamo preso atto. Questo abbiamo fatto. Voi eravate assenti e quindi questo abbiamo fatto noi. Questo è il verbale aggiornato e che è stato corretto, Consigliera. L ha avuta la copia corretta, vero? PRESIDENTE: E allora, qui è successo questo. PRESIDENTE: Ma non lo abbiamo fatto. Consigliera noi dicemmo questo: Diamo per letta l una e l altra e ce ne andammo. E prendiamo atto di queste due relazioni. Se lei le rimanda alla società, a loro, così loro le rifanno e noi poi le approveremo la prossima volta. Per cui, ritiriamo il primo argomento. Il Consigliere Marra voleva dire qualcosa. CONSIGLIERE MARRA: Guardate, io penso, Presidente, che anche se lo ritirate, almeno io personalmente, il mio Gruppo, non lo voterà mai, e credo anche la Consigliera Maniglio. PRESIDENTE: Che cosa? CONSIGLIERE MARRA: Questo verbale. Perché ci avete dato dieci versioni diverse. PRESIDENTE: Perché dieci? CONSIGLIERE MARRA: Io ne ho tre, quattro. Una sul computer, l altra PRESIDENTE: No! CONSIGLIERE MARRA: Scusa, io non ho interrotto. Allora, io credo - e lo dico veramente, sennò te lo direi - nella tua buona fede, però siccome tu hai detto che hai corretto i verbali in sede di conferenza PRESIDENTE: Non ho corretto. CONSIGLIERE MARRA: Io vi suggerisco, se mi posso permettere, seguendo il regolamento, perché io non sono nessuno a suggerire niente, che questo modo di fare non va, perché - secondo me - la ditta, le stenotipiste dovrebbero inviare a ciascun Consigliere, così come è stato lavorato in qualsiasi modo, il verbale a tutti i Consiglieri. Poi ai sensi del Regolamento del Consiglio Comunale, c è una discussione, così come abbiamo fatto sempre e ogni volta, in sede di discussione ognuno chiarisce il nostro pensiero e si vota sul pensiero di ciascuno. Quindi, lei Presidente, non può correggere verbali. Tra l altro, l Art.17 dice che I verbali sono depositati presso la Segreteria Comunale - così come lavorati dalla ditta che cura appunto la registrazione - e a disposizione dei 7

8 Consiglieri Comunali ed inviati ai Capogruppo Consiliari almeno cinque giorni prima. Inviati! Poi su quest altra cosa pure ci chiariremo, perché noi fino a quando non perché non dovete predicare bene e razzolare male, fino a quando non funziona l Albo Pretorio, non vogliamo sapere di tecnologie e cose varie. Prima di invitare noi a imparare il computer, dovete prima far funzionare l Albo Pretorio e poi accetteremo qualsiasi cosa, ci potremo sedere e ragionare; faremo la posta elettronica certificata, perché io, caro Assessore Saquella, io non parteciperò più alle Commissioni fino a quando tu mi inviterai attraverso computer. Perché non sono stato invitato per iscritto all ultima Commissione Consiliare, dove tu dal Piano di Zona sei andato a finire alla Festa del nonno. E io lo sapevo, perché ti hanno tirato le orecchie e logicamente ti hanno fatto cambiare Ordine del Giorno. Detto questo sull ultima questione del Commissario Aprea, per quello che può contare, attenzione, che anche lì c è uno sbaglio enorme. Presa d atto che vuol dire? Che avete votato? PRESIDENTE: No. CONSIGLIERE MARRA: E presa d atto che vuol dire? Perché su una c è la votazione, sull altra che è uguale, come atto amministrativo, non c è la votazione. Avete trattato male il Comandante Muci rispetto ad Aprea, perché dai verbali, sembra che è stata votata la relazione di Aprea, mentre non è stata votata quella del Comandante Muci. E quindi ecco cosa succede. Però io vorrei sapere: Ma si è votato o no?. PRESIDENTE: Si è votato a tutti e due, perché lo abbiamo scritto. CONSIGLIERE MARRA: Su una non risulta che avete votato, le assicuro, io ho il verbale, perché su una c è scritto in effetti Presa d atto, tra l altro, come al solito avete fatto qualcosa che non esiste né in cielo né in terra, da Striscia la notizia, perché quello non era argomento di Consiglio Comunale perché gli argomenti di Consiglio Comunale sono tassativamente previsti dallo Statuto e dalla 267 del Però per accontentare il Commissario Aprea, avevate quest obbligo morale e l avete portata in Consiglio Comunale. Mi dispiace. Poi forse dirò qualcosa quando parlerò della mia mozione, perché parecchie cose su quella relazione erano completamente errate. Quindi detto questo, Presidente, io ti riconosco la buona fede, però te lo dico in maniera molto senza non considerarlo un attacco personale, non dovete correggere i verbali. I verbali devono essere consegnati. Io invito la ditta alla trasmissione diretta, così come sono stati lavorati, ai Consiglieri. Poi ogni Consigliere studia il proprio pensiero e poi verrà in Consiglio e correggerà il proprio pensiero, il quale dovrà essere - così come dice il Regolamento - votato da tutto il Consiglio Comunale, perché uno non può correggere. E noi quindi su quei verbali, dove c è di tutto, noi potete darci tutti i verbali del mondo, perché io ho sette versioni, io quei verbali non li voterò mai. Né io, né l Avvocato Guido né il Dottore Pezzuto. PRESIDENTE: Consigliere Marra, adesso chiariamo. Innanzitutto dieci versioni lei non le ha. Lei ha una prima versione, cioè quella errata, e poi la seconda versione, secondo noi corretta, perché secondo la Consigliera Maniglio ci sono ancora degli errori. 8

9 PRESIDENTE: Quattro duplicati? Chi le ha mandate? Scusate quante volte avete corretto il verbali? PRESIDENTE: No, non esiste proprio. Detto questo, il Presidente del Consiglio, quando gli vengono proposte le delibere del Consiglio, dovrebbe leggersi la discussione e io me lo devo leggere perché voglio leggerlo per vedere se tutto è esatto o meno. PRESIDENTE: Io sono il Presidente del Consiglio e mi voglio guardare le delibere e la discussione. Quando mi accorgo che qualcosa non va, chiamo la ditta e dico risentitevi il disco, perché ci sono degli errori. Io non ho messo mani ai verbali, perché io non sono autorizzata. Sono loro che hanno corretto secondo quello che io ho detto. Poi una volta che io porto, come oggi, in Consiglio Comunale, per l approvazione, i verbali della seduta precedente, ogni Consigliere Comunale si alza e dice: C è questo errore, c è quest altro e noi prendiamo atto se è da correggere, come abbiamo detto oggi. La Consigliera Maniglio - che ha avuto tanto tempo per guardarsi le carte - e ha detto: Secondo me, ci sono ancora degli errori, che sicuramente saranno sfuggiti a me, allora le invia direttamente alla ditta, per vedere se ciò che la Consigliera Maniglio scrive PRESIDENTE: Loro ascoltano quello che noi abbiamo detto. Se ritengono che la Consigliera Maniglio sta dicendo delle fesserie, mica lo correggono! Perché poi alla fine di tutto, c è il disco che noi le diamo, quando lo vuole, se lo ascolta e vede se tutto ciò che è scritto, è vero. Noi stiamo cercando di adoperarci, di fare le cose per bene, perché se lei ricorda, Consigliere Marra, nella precedente legislatura, c era il Consigliere Scardia che andava a caccia degli errori per fare il rilievo al Presidente del Consiglio, cioè a me. E io ci rimanevo male perché magari non lo avevo riletto, non avevo trovato degli errori. Mi sono adoperata per vedere di fare le cose per bene. In Italia non va niente bene. Manco quando uno si preoccupa di fare le cose per bene. PRESIDENTE: Sì, il Consiglio è sovrano. Io devo approvare, infatti oggi poiché il Consiglio è sovrano, ritornano indietro. Poi se gli errori della Consigliera Maniglio si rilevano, dal dischetto, che sono giusti, l azienda mette mani al verbale, ma mai noi. Lei propone, poi loro diranno: Mi dispiace Consigliera. 9

10 PRESIDENTE: Ma insomma, che dobbiamo fare per correggere gli errori? PRESIDENTE: Consigliera Maniglio, evidenzi gli errori, avanti! PRESEIDENTE: Consigliera accenda il computer e ci dica gli errori. Datemi il verbale originale. Poi loro dovrebbero vedere se è giusto. Questo è quello del Consiglio. Qualche Capogruppo ne ha una copia qui? Nessuno. Carrozzo l hai portato? No, questo è vecchio. Una matita per favore. Perché questo è quello originale. Allora, Consigliera Maniglio, a parte che se noi riteniamo che quello che dice, se ci ricordiamo, diciamo che per noi va bene. Possiamo anche votare. PRESIDENTE: È il suo pensiero, ma se io non sono d accordo gli voto contro, no? Vediamo, adesso correggiamo con la matita. A che pagina? CONSIGLIERA MANIGLIO: Presidente, per velocizzare, se la Maggioranza è d accordo e l Opposizione, ritiriamolo. Io le metto per iscritto, più veloci, perché è inutile. Cosi la prossima volta le leggo già tutte sistemate, la pagina, il punto è inutile. PRESIDENTE: Ritiriamolo. Se lei me lo manda, noi lo mandiamo all azienda. Perché dobbiamo per forza mandarlo. CONSIGLIERA MANIGLIO: No, ha ragione il Consigliere Marra che dice che la modifica deve essere fatta in Consiglio. Io me le ordino, perché adesso, diventano un poco PRESIDENTE: Vediamo, perché possiamo vedere se sono delle sviste. CONSIGLIERA MANIGLIO: Vabbè le sviste solamente di poco conto, le tralasciamo. PRESIDENTE: Va bene. Allora ritiriamo l argomento. Votiamo per il ritiro. La Consigliera Maniglio propone di ritirare l argomento, o faccio io la proposta? Avevo proposto io. Il Presidente propone il ritiro dell argomento. Chi è favorevole alzi la mano. [Si procede a votazione] PRESIDENTE: Unanimità. 10

11 COMUNE DI SQUINZANO VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 17 SETTEMBRE 2013 Oggetto: Secondo Punto OdG: Interrogazioni PRESIDENTE: Adesso passiamo al Secondo Punto OdG: Interrogazioni. La prima interrogazione è fatta dalla Consigliera Maniglio con protocollo n Quella vecchia. L argomento è il costo. Stiamo parlando del Monastero di Santa Elia. CONSIGLIERE MARRA: Forse hai saltato un punto. C erano le due comunicazioni, no? CONSIGLIERE MARRA: Dopo? PRESIDENTE: Prima di tutto sono le interrogazioni. Consigliera la vuole leggere? COSIGLIERA MANIGLIO: La sottoscritta Consigliera Comunale Mimina Maniglio, visto che il Comune di Squinzano, insieme ai Comuni di Trepuzzi e Campi Salentina ha acquistato, da un privato, il complesso monastico di Sant Elia, pur ricadendo lo stesso nel feudo di Trepuzzi ed in forma associata con i suddetti Comuni, ha provveduto alla sua ristrutturazione, considerando che il costo del recupero architettonico ha sfiorato il milione di euro, con finanziamento regionale ottenuto in tre tranche, a partire dal 2002/2003, che nonostante una parte è ancora un rudere nel 2009 si è tenuta l inaugurazione, che in seguito a furti di rame, l impianto elettrico risulta manomesso e completamente da rifare rendendo l immobile inagibile, che a tutt oggi risulta che non esiste alcuna vigilanza sull immobile; che quello che doveva essere l esempio per tutti i monumenti religiosi pugliesi e il simbolo dell Unione dei Comuni dei Nord Salento, sembra sia diventato invece il simbolo della trascuratezza e dell incuria, chiede all Assessore competente di sapere se corrisponde al vero che quest Amministrazione non ha intenzione di continuare nella gestione associata dell immobile e se così non è, chiede di sapere quali iniziative intende attivare unitamente agli altri due Comuni comproprietari, per non lasciare sprofondare nel più completo degrado questa struttura, rendendola nuovamente fruibile da parte dei cittadini. Vorrei aggiungere, perché è la notizia del giorno, che c è stato un ulteriore furto: è stata la porta di zinco che chiude la stanza della centrale termoelettrica, quindi diciamo che purtroppo viene ancora, continuamente, manomessa questa struttura. PRESIDENTE: Premesso che alle 18:30 abbiamo iniziato le interrogazioni, finiranno alle 19:30. L assessore Taurino risponde. 11

12 ASSESSORE TAURINO: Non corrisponde al vero che il Comune di Squinzano intende sottrarsi alla gestione congiunta del Monastero, tant è che nella conferenza dei Sindaci, tenutasi nel Luglio scorso, il 19 Luglio, congiuntamente ai Comuni di Campi Salentina e di Trepuzzi, è stata affidata la gestione del Monastero dalla Conferenza dei Sindaci. Cioè è stato approvato un progetto di partenariato con un associazione, Le pulci di procuste, per quanto riguarda la realizzazione di un progetto proprio per il recupero dei beni del patrimonio storico, artistico e culturale, dove sarà attivato un campo lavoro per la valorizzazione di questo bene e soprattutto nell affidamento in concessione - ecco l aspetto positivo - l utilizzo del bene è subordinato al risanamento dei danni che sono stati effettuati, alla manutenzione ordinaria e alla salvaguardia dello stesso. Tutta la documentazione è stata acquisita dall Unione dei Comuni ed è a disposizione della Consigliera Maniglio. PRESIDENTE: Consigliera Maniglio è soddisfatta? CONSIGLIERA MANIGLIO: Sono soddisfatta perché c è l impegno a continuare, però Assessore, una domanda ulteriore: l affidamento all associazione, per quello che mi risulta, era un affidamento temporaneo, non era un affidamento di gestione continuativo, cioè riguardava un campo che si è svolto nel mese di Agosto e non c era una progettazione futura. L affidamento non era [L Assessore Taurino interviene senza l uso del microfono] CONSIGLIERA MANIGLIO: Io le dico questo per dire che in realtà, ho apprezzato questa cosa, però essendo una cosa temporanea che è durata, credo una quindicina di giorni... CONSIGLIERA MANIGLIO: Io volevo capire se questa è una direzione che si sta intraprendendo in modo definitivo o se comunque è una cosa a sé stante che non ci garantisce niente per il futuro. Questo volevo capire. Oggi chi c è che visto che hanno fatto questo ulteriore furto? Significa che non c è un affidamento continuativo nella gestione della struttura. Queste sono domande per capire meglio. ASSESSORE TAURINO: I Comuni lo gestiscono congiuntamente e la guardania dovrebbe essere del Comune di Trepuzzi che aveva le chiavi. Si è studiato questo progetto che non si isola, non si limita ad un unico step nel mese di Agosto, ma si sviluppa nel tempo; i Comuni e i Sindaci congiuntamente troveranno la formula più appropriata di gestione. Una cosa è certa, il degrado del bene non è ammissibile e siamo orientati per la salvaguardi e la tutela. Vedremo anche nell ambito delle installazioni di telecamere nel territorio comunale, di poter assicurare anche una vigilanza sull immobile stesso, o vedremo se è possibile farlo congiuntamente, perché non trattandosi di territorio di Squinzano, non potremo provvedere direttamente, però la sintesi della risposa è che appartiene a tre e non si può andare isolatamente. Ecco. 12

13 PREIDENTE: Passiamo all altra interrogazione. Il Consigliere Ippolito dov è? Consigliera Maniglio se vuole leggere l interrogazione che riguarda i parcheggi di Casalabate. CONIGLIERA MANIGLIO: La sottoscritta Consigliera Comunale, Mimina Maniglio, premesso che più volte in questi giorni - naturalmente la mia interrogazione risale a quest estate - si è parlato di due nuovi parcheggi pubblici e gratuiti a Casalabate, provvisti di segnaletica verticale del Comune di Squinzano - qui c è una rettifica perché ogni tanto ho qualche dimenticanza: avevo scritto Assessorato al Turismo, invece è Assessorato alla Mobilità e Traffico, Parcheggio Gratuito - dal momento che i suddetti parcheggi insistono su arie private, chiede all Assessore competente di sapere con quali atti si è provveduto a trasformare un area privata in parcheggio pubblico e se al momento della sua realizzazione siano state rispettate tutte le norme vigenti in materia. SINDACO: Cara Consigliera Maniglio, anche questa ha la stessa impostazione dell intervento che ho fatto all inizio; nel senso che, non possiamo nasconderci dietro un dito. Nel senso che quelle due aree a parcheggio che noi avevamo individuato a Casalabate, una era censita come area a parcheggio, praticamente quella di fronte alla Baia Negra, l altra invece non aveva quella destinazione urbanistica. Che cosa è successo? Noi ci siamo subito resi conto, all inizio della stagione che Casalabate avrebbe ospitato un pochettino più di gente rispetto agli anni passati. Abbiamo individuato questi due terreni e siamo andati a parlare con i proprietari, i quali si sono messi subito a disposizione e all interno di un concetto di natura collaborativa con l Amministrazione ci hanno dato questa possibilità di far parcheggiare delle auto, che altrimenti avrebbero congestionato il lungomare. In buona sostanza, noi, nei due parcheggi, quello di proprietà del Sig. Tafuro, di fronte alla Baia Negra e quello di proprietà del Sig. Parisi, sul lungomare centrale, hanno sottratto, quest anno, al lungomare almeno macchine ogni sera. È logico che non - ripeto, come ho detto prima - non erano previste quelle aree come zone a parcheggio, ma noi ci siamo fatti interlocutori dei quella che era un esigenza obiettiva e le abbiamo destinate a tale scopo. Chiaramente, che cosa abbiamo fatto noi: li abbiamo ripuliti, abbiamo creato dei varchi pedonali in modo tale che i conducenti, gli autisti che lasciavano le loro macchine, poi avevano la possibilità, oltre che di entrare, di defluire anche a piedi anche con degli scivoli per dare loro la possibilità di farlo più comodamente anche per coloro i quali erano portatori di handicap e quindi ci è sembrato che, benché non si fossero rispettate integralmente le norme, si sia fatta una cosa buona e giusta per Casalabate, per i frequentatori, per i villeggianti, per i residenti e soprattutto per l ambiente, tema del quale, poi più tardi parleremo in particolare con la Conigliera Mazzotta, tema al quale, la Consigliera Mazzotta e voi tutti siete particolarmente legati. Questo è quello che è successo - ripeto - senza nasconderci dietro un dito, e siamo anche certi che nonostante il vostro giusto lavoro di oppositori di quest Amministrazione, anche voi avrete sicuramente intuìto la bontà di quel tipo di operazione. Comunque agli atti degli uffici, noi abbiamo due manifestazioni di disponibilità. Per la verità oggi ero impreparato su quest argomento - nel senso che li possiamo reperire in qualsiasi momento - abbiamo due atti di disponibilità da parti di entrambi i proprietari i quali hanno recapitato all Amministrazione Comunale la loro disponibilità e contestualmente già sottoscritto, un atto di comodato gratuito, che noi pure abbiamo sottoscritto e quindi dal punto di sta di quello che è l effetto giuridico per quanto riguardava anche la responsabilità in ordine alla buona 13

14 tenuta di queste due aree, comunque l abbiamo sanato. Nel senso che i proprietari non ne erano responsabili, laddove fosse successo qualche cosa. Grazie a Dio non è successo nulla. CONSIGLIERA MANIGLIO: Io ripeto, questa è la stessa motivazione delle altre interrogazioni, quella che riguardava il mercato, quella che riguardava qui non si tratta di capire. Io sull efficacia, Sindaco, che avrà potuto smaltire qualche posto auto, ma sull efficacia sul traffico ho i miei dubbi. Perché anzi, la presenza del parcheggio porta ad un affluenza - secondo il mio modestissimo parere - di auto superiore rispetto al fatto se uno sa già che non c è. Diverso sarebbe stato se fossero stati collocati su una strada parallela, secondaria, quindi facendo defluire le macchine dal lungo mare. Questo è un altro discorso. Sul fatto che la zona di fronte alla Baia Negra fosse adibita a parcheggio, io ho i miei dubbi perché io dalla planimetria che ho di Casalabate, che riguarda il Comune di Lecce, io vedo che quella è una zona F14 e quindi sono delle aree a verde attrezzato e quindi non è. [Il Sindaco interviene senza l uso del microfono] CONSIGLIERA MANIGLIO: Dalla planimetria sembra che ricada sulla F14, quindi può essere ma non neanche quello il problema. CONSIGLIERA MANIGLIO: No, questa è quella del Baia Negra. Perché quella del Bar Marulli addirittura sono giardini e attrezzature religiose. CONSIGLIERA MANIGLIO: Quella era, Sindaco, B23 ed F13. Quella del Bar Marulli ha due destinazioni, cioè prende due fasce, la B23 e la F13. Dalla planimetria che ho io, la Baia Negra prende la F14 solamente. Comunque se lei ha il certificano, non ho motivo. Quindi il discorso non è sull utilità o meno che - ripeto - anche secondo me, sarebbe anche da dimostrare sul fatto che abbia veramente potuto limitare il traffico. Il discorso è questo - ripeto - se pure è necessario avere un parcheggio a Casalabate, si devono rispettare le regole. Lei adesso ha detto: Per fortuna non è successo niente. Io mi sono chiesta passando: Ma se ci dovesse essere la necessità di un ambulanza, una macchina prende fuoco e i Vigili del fuoco come si fa? C era della situazione semplicemente di caos. Che una cosa sia utile o sia giusta, non significa che va perseguita anche al di fuori delle norme. Il motivo fondamentale delle interrogazioni che sono state fatte da parte mia, perlomeno fino ad oggi, era proprio questo; non mettere in discussione se una cosa è utile o meno, perché io non ho titolo per decidere se una cosa può essere utile, quella è un discorso soggettivo e l Amministrazione può ritenere utile mettere un pallone pressostatico sulla villa e l utilità non la posso discutere, se da parte vostra viene deciso che è utile, però a me interessa se quell opera viene fatta seguendo tutte le norme che sono da seguire. Dalle risposte che ho avuto alle interrogazioni, io devo dedurre, ad oggi, che sono state efficaci, nel senso che, abbiamo capito che la situazione del mercato domenicale non era fatta secondo nessuna norma. 14

15 [Il Sindaco interviene senza l uso del microfono] CONSIGLIERA MANIGLIO: Diciamo che posso essere le idee diverse. A mio modestissimo parere, anche dalle risposte delle discussioni fatte in Consiglio, posso concludere dicendo che, secondo me, sia il discorso del parcheggio, sia il discorso del bus navetta per Casalabate, sia il discorso del mercato, lei dice un opinione, secondo me, confermata dalla carte, sono state tutte e tre delle cose, probabilmente utilissime, ma sono state perseguite senza il rispetto delle regole che comanda quel tipo di intervento. Grazie. PRESIDENTE: Prego, Sindaco. SINDACO: Se posso rassicurare la Consigliera Maniglio e l Opposizione, noi stiamo già lavorando, subito dopo l estate a cercare di individuare e quindi regolamentarla, perché adesso non abbiamo scuse, adesso c è un anno di tempo per regolamentare eventuali zone a parcheggio e quindi ci stiamo muovendo sin da subito. Le dico anche che abbiamo avuto tre manifestazioni di disponibilità da parte di tre grossi proprietari terrieri che hanno dei suoli sulla strada limitrofa a quella del lungo mare e alla litoranea e quindi, per l anno prossimo, sicuramente faremo le cose un pochettino più accorte. Partendo dal presupposto che qua nessuno le ha detto che abbiamo fatto una cosa che era esente da vizi, cosa diversa - ci tengo a dire - per quanto riguarda il bus navetta e per quanto riguarda il discorso del mercato di Casalabate. Poi io dico che nei confronti della collettività, almeno noi, può darsi che magari noi si sia parlato esclusivamente con persone che erano fidelizzate con l Amministrazione o erano a noi vicine, però abbiamo riscontrato recensioni importanti e positive, sia per l uno che per l altro, che per l altro tema che abbiamo affrontato. Comunque siamo andati in linea con quelle che sono state poi, effettivamente, le esigenze di coloro i quali frequentavano Casalabate, fermo restando che, sulla seconda parte del discorso, sono d accordo con lei. PRESIDENTE: La prossima interrogazione ha come protocollo n e la presenta la Consigliera Mazzotta. Ce l ha il protocollo, Consigliera? CONSIGLIERA MAZZOTTA: La sottoscritta Consigliera Comunale Tonia Mazzotta, premesso che il piano di riparto delle risorse premiali, rientrante nel quadro strategico nazionale , per le aree sottoutilizzate, ha previsto da parte della Regione Puglia, un premio a tutte le Amministrazioni che abbiano raggiunto il 40% della per raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani, modificando vantaggiosamente il limite europeo che richiede invece di raggiungere il 65% della raccolta differenziata; che tuttavia sul territorio della Marina di Casalabate non è stata effettuata raccolta differenziata alcuna, influendo sicuramente in negativo sulla percentuale totale di raccolta differenziata dei rifiuti che raggiugerà il Comune di Squinzano; che tale situazione comporterà una penalizzazione nel momento in cui il Comune di Squinzano andrà a conferire in discarica rifiuti, in quanto la tariffa sarà portata a euro 25,82 a tonnellata, chiede all Assessore competente di conoscere il punto della situazione in merito alla raccolta differenziata dei rifiuti del Comune di Squinzano, di sapere quali sono le intenzioni in merito alla raccolta differenziata dei 15

16 rifiuti nei territori amministrati dal Comune di Squinzano e quali provvedimenti sono in concreto previsti per adeguarci alle direttive regionali e meritarci i vantaggi previsti dalle leggi regionali in materia. PRESIDENTE: Risponde l Assessore Pulli. VICESINDACO PULLI: Consigliera Mazzotta le premetto che il dato percentuale di raccolta differenziata nel Comune di Squinzano ad oggi è del 20%. Sulla marina di Casalabate quest Amministrazione non poteva fare nulla, visto che si è insediata sostanzialmente agli inizi di Giugno per indire il bando sulla raccolta differenziata che ci sarebbe costato molto, per cui abbiamo confermato provvisoriamente, al precedente gestore, alla C.S.A., che ci è costato l importo mensile di 15 mila euro. Successivamente l Amministrazione Comunale sta predisponendo sia il capitolato che il bando per l affidamento del servizio e l individuazione del laboratorio economico che si occuperà poi di esportare anche su Casalabate la raccolta differenziata. Ovviamente, intenzione di quest Amministrazione è anche migliorare le modalità con cui si effettua la raccolta differenziata a Squinzano, per poter raggiungere quella quota prevista dalla Regione Puglia per il fondo incentivante. VICESINDACO PULLI: Penso che sia difficile a partire dalla prossima, perché raddoppiare totalmente non penso sia possibile. Oggi ci attestiamo su un dato del 20%. Raggiungere il 40% vorrebbe dire raddoppiare il dato percentuale dell anno in corso. Credo che sia un po utopistico arrivaci. Dobbiamo lavorare. CONSIGLIERA MAZZOTTA: Sono soddisfatta di essere venuta a conoscenza di queste cose, di queste informazioni. Non posso essere soddisfatta del fatto che la tariffa massima che sarà applicata ai cittadini è questa, mi sembra ovvio. Spero, come dice lei, che riusciamo a restringere i tempi il più possibile per avere questa differenziata che mi sembra importantissima anche per il territorio di Casalabate, considerato anche che, con l applicazione della Tares e dalla Tarsu ci sarà una stangata che andrà a gravare proprio nelle tasche dei cittadini, quindi sono occasioni, queste, che si sarebbero potute poi a parte la parziale scusante, come dice lei, dell insediamento recente dell Amministrazione, consideriamolo una parziale scusante VICESINDACO PULLI: Parziale è impossibile. Ci siamo inseriti a inizi di Giugno. I tempi materiali per fare Bando, Capitolato, affidamento, non c erano. CONSIGLIERA MAZZOTA: Prendo atto che lei si è impegnato e spero che i tempi siano ristretti. Grazie per il momento non posso essere soddisfatta. VICESINDACO PULLI: L impegno è sicuro. PRESIDENTE: Passiamo alla prossima interrogazione, Consigliera Mazzotta. È la n la esponga e poi 16

17 CONSIGLIERA MAZZOTTA: No, era quella che ho letto prima. PRESEIDENTE: Quella di prima era Questa è stata presentata il 9 Settembre, stesso giorno e riguarda l Arpa. CONSIGLIERA MAZZOTTA: No, quella è la mozione è la PRESIDENTE: Allora la CONSIGLIERA MAZZOTTA: La sottoscritta Consigliera Comunale Tonia Mazzotta, premesso CNR e ANCI - sono degli acronimi, per i presenti non addetti ai lavori, Consiglio Nazionale delle Ricerca e Associazione Nazionale Comuni Italiani - hanno firmato un accordo di collaborazione, che include anche le linee guida per la selezione di tre Comuni che saranno trasformati in vere e proprie smart cities nell ambito del progetto CNR Energia da fonti rinnovabili e ICT - anche questa è una sigla che sta per Information and Communication Tecnology, tecnologie dell informazione e della comunicazione per la sostenibilità energetica - che il bando prevedeva che le reti di illuminazione pubblica dei tre Comuni selezionati sarebbero diventate le autostrade per erogare alcuni servizi altamente innovativi, che entro il 9 Agosto c.a. sarebbe stato possibile candidare il nostro Comune alla selezione nazionale per avere in supporto un milione di euro in strumentazione e tecnologia, finalizzato a soluzioni per la sostenibilità energetica e ambientale; che alla domanda dovevano essere allegate le relative informazioni sugli impianti di illuminazione pubblica del Comune; che sarebbe stato opportuno che l Amministrazione predisponesse la partecipazione del Comune di Squinzano al sopracitato bando CNR-ANCI, offrendo alla nostra città un irripetibile possibilità di sviluppo ed innovazione tecnologica nell ottica della sostenibilità energetica ed ambientale, chiede al Sindaco e all Assessore competente di sapere se il nostro Comune si è candidato, entro i termini previsti, alla selezione prevista nell accordo CNR-ANCI smart cities nell ambito del progetto Energia da fonti rinnovabili - ICT per la sostenibilità energetica e se in caso di risposta affermativa, sono stati forniti anche i dati e le informazioni richieste e necessarie per la corretta partecipazione del Comune di Squinzano. PRESIDENTE: Risponde l Assessore Pulli. VICESINDACO PULLI: Consigliera Mazzotta, premesso che mi fa piacere che qualcuno si affezioni al tema delle smart city, quindi vuol dire che è un tema che sta coinvolgendo tutti quanti, però le devo fare una piccola critica. I bandi purtroppo vanno letti tutti. A questo bando, che è un bando carino ed ha anche risorse corpose, non indifferenti, vi sono dei criteri di scelta per la selezione del Comune. I Comuni che possono partecipare sono i capoluoghi di Provincia con almeno cento mila abitanti e Squinzano non lo è. I Comuni medio piccoli con meno di 7 mila abitanti e Squinzano non lo è; e i centri turistici, marittimi e montani di qualunque dimensione inclusi nell elenco redatto dall Anci e Squinzano né Casalabate rientrano in quelle tipologie. Per cui non avremmo in alcun modo potuto partecipare al bando, che ripeto, è abbastanza carino che riguarda l efficientamento energetico e su cui il Comune si sta già muovendo con iniziative su 17

18 Casalabate per quanto riguarda l illuminazione pubblica. Ho portato il bando, e al punto uno gli ho selezionato anche i criteri. PRESIDENTE: Le interrogazioni sono finite e quindi passiamo al Terzo Punto dell Ordine del Giorno. [Il Vicesindaco Pulli interviene senza l uso del microfono] PRESIDENTE: Qual è? CONSIGLIERA MAZZOTTA: La sottoscritta Consigliera Comunale Tonia Mazzotta, premesso che il Ministero dello Sviluppo Economico ha stanziato 190 milioni di euro dedicati alle nuove agevolazioni per le startup innovative del Mezzogiorno, che le domande dovevano pervenire entro il 4 settembre sul sito internet a ciò preposto, che la gestione dei fondi è stata affidata a Invitalia, che sarebbe stato opportuno che l Amministrazione avesse previsto e promosso incontri informativi ad uso degli imprenditori o futuri imprenditori del Comune di Squinzano, chiede al Sindaco e all Assessore competente di avere il punto della situazione in merito alla diffusione e alla promozione dell informazione relativa alle sopradette agevolazioni. Qual era il compito istituzionale del Comune di Squinzano? Cosa era nella possibilità di questa Amministrazione stante la situazione in cui notoriamente versa e quali provvedimenti sono in futuro previsti per sfruttare le agevolazioni economiche per gli imprenditori? Fermo restando che poi quel bando lo studierò meglio. A me detto così, ha fatto benissimo a darmi, la ringrazio. L avevo visto via internet. PRESIDENTE: Risponde l Assessore Pulli. VICESINDACO PULLI: Questo è un bando in cui gli Enti Pubblici in generale né Comuni, né Province né Regioni hanno nessun tipo di ruolo. Su quanto riguarda la diffusione di questo tipo di misure sono d accodo con lei, dovremmo fare di più. Stiamo cercando di farlo. Personalmente sto lavorando in sinergia con il Comune di Lecce che è all avanguardia in Puglia su quanto riguarda le startup innovative, per unirci a loro nel protocollo d intesa che hanno fatto con l ordine del Notariato perché quando si parla di startup innovative, si parla di società per cui vanno date prima informazioni inerenti alla creazione di queste particolari tipi di società, perché qua il bando era rivolto alle startup innovative, quindi quelle là che avessero come oggetto sociale l innovazione e l utilizzo di tecnologie digitali. Ne sta uscendo un altro della Regione Puglia su cui mi stavo concentrando di più sulle linee di guida con l Anci giovane. Questo bando è stato un parziale flop. Visto che la modalità di presentazione era online, sostanzialmente il click day si è trasformato in flop day, è sostanzialmente saltato e ad oggi è impossibile inoltrare domande. Poi anche qui, nell interrogazione ha detto un inesattezza: Le domande dovevano pervenire entro il 4 settembre, invece le domande possono pervenire dal 4 settembre in poi. Non è un bando a scadenza, non comporta alcun tipo di disagio presentare la domanda il 4 piuttosto che il 30. Per cui stiamo organizzando un progetto che possa dare l informazione tanto dal punto di vista di informazione su cosa è una startup e su come si fa, quanto sulle possibili attività di finanziamento. 18

19 CONSIGLIERA MAZZOTTA: Io questo volevo sapere, cioè a tutt oggi non è stata fatta questo tipo di informazione, la diffusione di notizia non c è. Io mi auguro quindi che in futuro si possano contattare imprenditori locali, ma anche potenziali imprenditori. VICESINDACO PULLI: Stiamo cercando di fare questa intesa. Anche perché questo finanzia anche le idee e non soltanto le imprese. Anche chi ha un idea e non soltanto un impresa, può partecipare al bando mandando un progetto online. Sostanzialmente ad oggi il sito è ancora bloccato, penso che prima di ottobre quel sito non lo possano sbloccare. CONSIGLIERA MAZZOTTA: Io non entro nel merito del sito. L informazione che deve essere fornita, altrimenti ci ritroviamo come ha detto prima: Non abbiamo fatto in tempo ecc.. Per fare in tempo bisogna essere tempestivi, nell informazione, dico io, nella diffusione della notizia, nella comunicazione. VICESINDACO PULLI: Se uniamo i due piani, sbagliamo. Primo: non è che non abbiamo fatto in tempo per incapacità essendoci insediati i primi di giugno, non avevamo il termine temporale, ora stiamo provvedendo non le cose a casaccio. Non bisogna fare manifesti, cose, storie, bisogna fare dei convegni, delle cose e stiamo studiando questa serie di protocolli d intesa unitamente al Comune di Lecce che in Puglia è il Comune all avanguardia, se non in Italia. CONSIGLIERA MAZZOTTA: Siamo esattamente sulla stessa lunghezza d onda, solo che le dico che io punto il dito sul dovere dell Amministrazione di farsi carico di questo, perché stiamo parlando di sviluppo economico e di carenza di lavoro, in piena crisi economica. PRESIDENTE: Assessore, non deve essere un colloquio. Avete finito? 19

20 COMUNE DI SQUINZANO VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 17 SETTEMBRE 2013 Oggetto: Terzo Punto OdG: Comunicazioni del Presidente. PRESIDENTE: Terzo Punto OdG: Comunicazioni del Presidente. Praticamente do la comunicazione dell insediamento delle Commissioni Consiliari permanenti che sono così composte: - Prima Commissione: Lavori Pubblici si chiama. Delia Miglietta, Fernanda Metrangolo, Umberto Carrozzo, Maria Giovanna Guido, Mimina Maniglio. - Seconda Commissione: Commercio. Marco Calandra, Maurizio Pezzuto, Annarita Taurino, Alessandro Pezzuto, Tonia Mazzotta. - Terza Commissione: Servizi Sociali. Antonio Saquella, Marco Calandra, Mino Solazzo, Giovanni Marra, Alessandro Pezzuto. - Quarta Commissione: Bilancio. Anna Elisa Sabato, Ferdinando Stefanizzi, Cosimo Ippolito, Maria Giovanna Guido, Tonia Mazzotta. Per la Prima Commissione, quella dei Lavori Pubblici, il Presidente è Delia Miglietta. Per la Seconda il Presidente è Marco Calandra. Per la Terza è Presidente Antonio Saquella e per la Quarta Anna Elisa Sabato. Questa è la mia comunicazione. CONSIGLIERA MANIGLIO: Presidente, al volo, può riferirci anche i Vicepresidenti, per cortesia? PRESIDENTE: Allora della Prima è Presidente Delia Miglietta e Vicepresidente Mimina Maniglio. Della Seconda Commissione, Commercio, è Presidente Maurizio Pezzuto e Vicepresidente Marco Calandra. Servizi Sociali, Presidente Antonio Saquella e Vicepresidente Marco Calandra. Quarta Commissione, è Presidente Tonia Mazzotta e Vicepresidente Nando Stefanizzi. Questa è quella definitiva. CONSIGLIERA MANIGLIO: Presidente, una parola. PRESIDENTE: Un attimo Mimina, eh? CONSIGLIERA MANIGLIO: Un attimo. Io le avevo chiesto di leggere anche i Vicepresidenti perché volevo capire se era stata rispettata la prassi ormai consolidata di attribuire la Vicepresidenza all Opposizione visto che le presidenze, quando la presidenza è data alla Maggioranza, se la vicepresidenza è data all Opposizione. Ho notato che tranne nella Commissione in cui ci sono io, tutte le altre Vicepresidenze sono della Maggioranza. Quindi, intanto volevo far notare questa 20

CITTA` DI SQUINZANO PROVINCIA DI LECCE

CITTA` DI SQUINZANO PROVINCIA DI LECCE CITTA` DI SQUINZANO PROVINCIA DI LECCE COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 70 del 25/11/2013 OGGETTO: MOZIONE AI SENSI DELL'ART.43 DEL REGOLAMENTO PER LE ADUNANZE ED IL FUNZIONAMENTO DEL

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 Ottavo punto all O.d.G. O.d.G. del Consigliere Musa sulle celebrazioni matrimoniali in luoghi diversi della casa comunale Illustra il Consigliere

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G.

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. Realizzazione di una bretella stradale di collegamento tra la SP 13 Carmiano- Novoli e la SP 121 Carmiano-Villa Convento. Approvazione

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA Il sottoscritto Gianni Montali consigliere comunale di Forza Italia,

Dettagli

Terzo punto all O.d.G.: Approvazione Regolamento Premio Internazionale d Arte e Cascella. Città di Ortona per le arti figurative, visive e digitali

Terzo punto all O.d.G.: Approvazione Regolamento Premio Internazionale d Arte e Cascella. Città di Ortona per le arti figurative, visive e digitali RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 33 DEL 12.06.2014 Terzo punto all O.d.G.: Approvazione Regolamento Premio Internazionale d Arte e Cascella. Città di Ortona per le arti figurative, visive e

Dettagli

OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE AD OGGETTO; RISTRUTTURAZIONE CASA COMUNALE.

OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE AD OGGETTO; RISTRUTTURAZIONE CASA COMUNALE. Comune di Rometta Provincia di Messina DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE N.37 del 15/11/2010 OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

I.S.P. Istituto Stenodattilo Professional, società a responsabilità limitata Via G. Galilei, 206 - Giulianova Teramo

I.S.P. Istituto Stenodattilo Professional, società a responsabilità limitata Via G. Galilei, 206 - Giulianova Teramo CONSIGLIO COMUNALE DEL 01 OTTOBRE 2015 APERTURA LAVORI APERTURA LAVORI QUINDI COSI PROSEGUE: Buona sera a tutti. Signor Segretario, Iniziamo facendo l appello nominale, per favore. Sono presenti n 11 Consiglieri:

Dettagli

COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011. PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo

COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011. PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011 PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo Sistemazione attrezzature sportive all interno dell area di proprietà comunale in Via Gorizia. Modifica deliberazione C.C.

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1

69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1 69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1 OGGETTO: Mozione presentata dai consiglieri Munafò e Menghi del Comitato Anna Menghi in merito all aumento dei prezzi dopo l entrata in vigore dell Euro. RITIRATA.

Dettagli

Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE. COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 14 del 29/07/2015

Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE. COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 14 del 29/07/2015 Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 14 del 29/07/2015 OGGETTO: RIACCERTAMENTO STRAORDINARIO DEI RESIDUI AL 1 GENNAIO 2015. - PRESA D`ATTO.- L'anno

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE N. 64 in data 28/09/2010 Proposta n. 65 Oggetto: ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DAL GRUPPO CAVRIAGO COMUNE RIGUARDO LA MODIFICA DEL REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI SOLIDI

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO Si trasmette in copia l esecuzione a... Il Segretario Generale COMUNE DI BITONTO Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO INSEDIAMENTO INTERVENTI VARI. L anno

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE IN SICILIA SEDUTA DI GIOVEDÌ 16 APRILE 2015 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE STEFANO VIGNAROLI

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE IN SICILIA SEDUTA DI GIOVEDÌ 16 APRILE 2015 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE STEFANO VIGNAROLI CAMERA DEI DEPUTATI 1/8 SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECITE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI E SU ILLECITI AMBIENTALI AD ESSE CORRELATI RESOCONTO STENOGRAFICO

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015 Quarto punto all O.d.G. Proposta del Consigliere Cieri di modifiche al Regolamento IUC (regolamento TARI) Illustra il Consigliere Cieri. Grazie

Dettagli

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo INTERVISTA 9 I- Prima di svolgere questa attività, svolgeva un altro lavoro B- Io ho sempre lavorato in proprio, finito il liceo ho deciso di non andare all università, prima ho avuto un giornale di annunci

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2014 Interventi dei Sigg. consiglieri Nuovo regolamento per la disciplina dell attività e spettacolo viaggiante, circhi e simili. Abbiamo il quarto punto che è: Nuovo regolamento

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

consiglio Regionale della Campania

consiglio Regionale della Campania consiglio Regionale della Campania IV Commissione Consiiare Permanente (Trasporti, Urbanistica, Lavori Pubblici) RESOCONTO INTEGRALE N. 62 SEDUTA IV COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DEL 21 DICEMBRE 2011

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri).

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno urgente presentato dal gruppo consiliare Lega Nord Lega Lombarda avente per oggetto: Accesso al contributo regionale per l installazione di pannelli

Dettagli

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per finanziamento lavori realizzazione sezione asilo nido rione Borgo, chi illustra? Romani, assessore Romani per

Dettagli

COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI COLLEPASSO Registrata al n. À DELIBERAZIONE N. 34 DEL 27.11.2014 IL MESS COMUNALE Provincia di Lecce dichiara aperta la seduta. Partecipa il Segretario Generale DOTT. ssa ANNA TRALDI Cognome

Dettagli

E quindi un emorragia di cervelli

E quindi un emorragia di cervelli Intervistato: Angelo Colaiacovo, Sindaco di Aliano Soggetto: prospettive per i giovani, Parco Letterario Carlo Levi, vivibilità di Aliano Luogo e data dell intervista: Aliano, agosto 2007 Audio file: Colaiacovo_2

Dettagli

COMUNE DI CASTRIGNANO DEL CAPO

COMUNE DI CASTRIGNANO DEL CAPO COMUNE DI CASTRIGNANO DEL PROVINCIA DI LECCE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 18 Del 07-10-2010 Oggetto: RATIFICA VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2010, BILANCIO PLURIENNALE 2010-2012- PIANO

Dettagli

DEL CONSIGLIO COMUNALE

DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA -------------- DELIBERAZIONE N. 71 in data: 27.11.2008 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: COMUNICAZIONI DEL SINDACO L anno

Dettagli

COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI

COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 28 DEL 30.04.2013 OGGETTO: Mozione prot. 3448 del 16.04.2013 ai sensi dell art. 58 del vigente Regolamento

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 27.03.2015 Interventi Sigg. consiglieri Mozione in ordine alla istituzione di un registro dei tumori nel nostro territorio.

CONSIGLIO COMUNALE DEL 27.03.2015 Interventi Sigg. consiglieri Mozione in ordine alla istituzione di un registro dei tumori nel nostro territorio. CONSIGLIO COMUNALE DEL 27.03.2015 Interventi Sigg. consiglieri Mozione in ordine alla istituzione di un registro dei tumori nel nostro territorio. Ultimo punto: Mozione in ordine alla istituzione dei tumori

Dettagli

(Durante la discussione escono dall aula i consiglieri Cappuccio, Girola, Maggioni; sono presenti n. 30 consiglieri).

(Durante la discussione escono dall aula i consiglieri Cappuccio, Girola, Maggioni; sono presenti n. 30 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione congiunta dell interrogazione in oggetto con l interpellanza urgente n. 8 presentata dal consigliere comunale Simone Paganoni avente per oggetto: gestione del sito

Dettagli

RESOCONTO INTEGRALE SEDUTA DI VENERDI' 29 MARZO 2013

RESOCONTO INTEGRALE SEDUTA DI VENERDI' 29 MARZO 2013 Atti consiliari 1 RESOCONTO INTEGRALE SEDUTA DI VENERDI' 29 MARZO 2013 PRESIDENZA DEL SINDACO DOMENICO SAVIO CECCAROLI INDICE Dimissioni dalla carica di consigliere del sig. Panero Enrico Teresio Surroga

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 29 DEL 1 LUGLIO 2015 APPROVAZIONE NUOVO REGOLAMENTO PER IL CONSIGLIO COMUNALE - RINVIO. L anno duemilaquindici il giorno uno del mese di luglio, alle

Dettagli

COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI

COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 23 DEL 13.05.2014 OGGETTO: Mozione del 02/04/2014 ai sensi dell art.58 del vigente Regolamento per il funzionamento

Dettagli

C O M U N E D I C A S T E L V E R D E

C O M U N E D I C A S T E L V E R D E C O M U N E D I C A S T E L V E R D E Provincia di Cremona ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 28 ADUNANZA DEL 21/07/2014 OGGETTO: PRESENTAZIONE DELLE LINEE PROGRAMMATICHE

Dettagli

TEST I (Unità 1, 2 e 3)

TEST I (Unità 1, 2 e 3) TEST I (Unità 1, 2 e 3) 1) Indica la frase che non ha lo stesso significato delle altre. (1) a) Compro una macchina per l espresso, perché voglio il caffè come quello del bar. b) Compro una macchina per

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding)

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) 2010 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text [Ring, ring] SIGNORA ROSSI: Pronto casa Rossi. CARLO: Buonasera signora

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma. La nostra città mi piace molto, ma negli ultimi

Dettagli

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa Letto, confermato e sottoscritto IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO F.TO: B. BUSCEMA F.TO: G. QUARRELLA CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE La presente deliberazione verrà affissa all albo Pretorio

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45. 1/6 MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 16.45. PRESIDENTE. Vi ringrazio della vostra presenza, voi sapete naturalmente, anche per l impegno

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20.

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20. 1/5 MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 11.20. PRESIDENTE. Buongiorno. Innanzitutto la ringraziamo e ci scusiamo del ritardo, ma stiamo finendo

Dettagli

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola MILENA GABANELLI IN STUDIO Buonasera, l inchiesta di oggi è dedicata al centro unico di spesa di tutti gli uffici pubblici: se invece di comprare una sedia ne compro mille

Dettagli

COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO

COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO Invita il Consesso a voler discutere del seguente argomento: RICHIESTA DI APPROVAZIONE DELLA PROCEDURA

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del PRESIDENTE: Passiamo adesso al terzo punto all'ordine del Giorno, avente ad oggetto: " Approvazione Regolamento sponsorizzazione per la disciplina e la gestione dello spazio pubblicitario on-line sul sito

Dettagli

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini Prego Assessore. Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. PRESIDENTE: Passo la parola all Assessore DI CIAMPINO - APPARTENENZA TRA IL COMUNE DI MARINO E IL COMUNE - PIANO DI VARIAZIONE AMBITO

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE. Seduta del 27 GENNAIO 2009

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE. Seduta del 27 GENNAIO 2009 PROVINCIA DI PISTOIA ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE Atto N. 28 Seduta del 27 GENNAIO 2009 OGGETTO: INTERROGAZIONE ORALE DEL CONSIGLIERE CARDELLI SU SPAZI PUBBLICITARI SULLE

Dettagli

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione?

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Prima di provare a rispondere a questa domanda mi pare indispensabile una premessa che contestualizzi l attuale situazione. Perché a

Dettagli

COMUNE DI COMACCHIO deliberazione n. 48 del 17.04.2014

COMUNE DI COMACCHIO deliberazione n. 48 del 17.04.2014 Gli Assessori signori: Denis Fantinuoli, Alice Carli, Sara Bellotti, Stefano Parmiani, Sergio Provasi, presenti in aula, partecipano all'odierna seduta consiliare senza il diritto di voto e senza essere

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

Nel nome. I libri di S. Novantacento edizioni

Nel nome. I libri di S. Novantacento edizioni Nel nome del padre sono 23 gli interrogatori di massimo ciancimino, il figlio di don vito. E una valanga i pizzini che riscrivono la storia dei misteri d italia da gladio, alle stragi del 92, sino ai politici

Dettagli

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia.

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. 7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni Giolitti. Atto di indirizzo. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. CONSIGLIERE DE LUCIA C. - Nulla, è giunto

Dettagli

Presidente: Lo possiamo dare per letto, si? Grazie Sindaco. Ha chiesto di intervenire il Consigliere Di Gregorio. Prego Consigliere.

Presidente: Lo possiamo dare per letto, si? Grazie Sindaco. Ha chiesto di intervenire il Consigliere Di Gregorio. Prego Consigliere. OGGETTO: Pratica Edilizia 09/2010 - Adozione ai sensi dell art. 16 della L.R. n. 20/2011 del Piano Urbanistico Esecutivo della maglia AL/2, localizzata tra Via Piave, Via De Gemmis e Via Po Presidente:

Dettagli

COMMISSIONE SUL CICLO RIFIUTI BOZZA NON CORRETTA 1/8

COMMISSIONE SUL CICLO RIFIUTI BOZZA NON CORRETTA 1/8 1/8 MISSIONE IN SICILIA 1 OTTOBRE 2009 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 10,23. PRESIDENTE. Ovviamente la ringraziamo. La relazione da lei predisposta ci consentirà di abbreviare

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 14 MAGGIO 2013

COMUNE DI CARMIANO VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 14 MAGGIO 2013 COMUNE DI CARMIANO VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 14 MAGGIO 2013 Oggetto: Terzo Punto all OdG: Mozione Prot. Nr. 6001 del 09/04/2013 presentata dal Consigliere Comunale Ianne Daniele avente ad oggetto:

Dettagli

CITTA` DI SQUINZANO PROVINCIA DI LECCE

CITTA` DI SQUINZANO PROVINCIA DI LECCE CITTA` DI SQUINZANO PROVINCIA DI LECCE COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 191 del 26/11/2015 OGGETTO: I.E. - ADESIONE AL PROGETTO DI VOLONTARIATO 'AMICO VERDE'. L'anno 2015 il giorno 26

Dettagli

http://www.infinitoteatrodelcosmo.it/2015/04/08/le-basi-della-relativita-ristretta-o-speciale/

http://www.infinitoteatrodelcosmo.it/2015/04/08/le-basi-della-relativita-ristretta-o-speciale/ Salve a tutti è un po che vedo e leggo su internet discussioni infinite sulla RR e sul paradosso dei gemelli, ma alla fine si gira sempre intorno al problema senza mai risolverlo e capirlo. Io non sono

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Ciao a tutti! Volevo come scritto sul gruppo con questo file spiegarvi cosa è successo perché se non ho scelto la cucciola senza pedigree e controlli (e come sto per spiegare non solo) è anche grazie ai

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 7 DEL 03/04/2009 Originale VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA L'anno duemilanove, addì tre del mese di aprile

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DELL 11.07.2013 Interventi dei Sigg.ri Consiglieri. Approvazione verbali seduta precedente

CONSIGLIO COMUNALE DELL 11.07.2013 Interventi dei Sigg.ri Consiglieri. Approvazione verbali seduta precedente CONSIGLIO COMUNALE DELL 11.07.2013 Interventi dei Sigg.ri Consiglieri Approvazione verbali seduta precedente Buonasera a tutti i cittadini presenti, al signor Sindaco, al segretario Emanuele dott. Mirabile,

Dettagli

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19.

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19. Insegnante intervistata: 12 anni di insegnamento; al momento dell intervista insegna nelle classi II di una scuola primaria Durata intervista: 30 minuti 1. Ti chiederei gentilmente di pensare ad un bambino

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO SEDUTA DEL 25 MAGGIO 2015 R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A

PROVINCIA DI BERGAMO SEDUTA DEL 25 MAGGIO 2015 R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A PROVINCIA DI BERGAMO C O N S I G L I O P R O V I N C I A L E R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A CONSIGLIO PROVINCIALE RESOCONTO L'anno DUEMILAQUINDICI, il giorno 25 del mese di MAGGIO alle ore 9:00,

Dettagli

Seconda parte Trovami

Seconda parte Trovami Seconda parte Trovami Dal diario di Mose Astori, pagina 1 Dovrei iniziare questo diario inserendo la data in cui sto scrivendo, e poi fare lo stesso per ogni capitolo successivo, in modo da annotare il

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 21.06.2011. Interventi dei Sigg. consilieri

CONSIGLIO COMUNALE DEL 21.06.2011. Interventi dei Sigg. consilieri CONSIGLIO COMUNALE DEL 21.06.2011 Interventi dei Sigg. consilieri Prima Variazione di Bilancio per l esercizio in corso, della Relazione Previsionale e Programmatica e del Bilancio Pluriennale per il periodo

Dettagli

Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA. Al SINDACO del Comune di SOLOPACA. Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA

Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA. Al SINDACO del Comune di SOLOPACA. Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA Al SINDACO del Comune di SOLOPACA Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA OGGETTO: INTERROGAZIONE" Ai sensi degli artt. 43 del D.Lgs. 267/2000 e 40

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

2010 Diario 1. Viaggio in astronave

2010 Diario 1. Viaggio in astronave 2009/10 I numeri 1 2010 Diario 1 Commenti dell I di classe Commenti dell E-tutor Giancarlo Navarra Viaggio in astronave La classe è composta da 17 alunni, è presente una bambina portatrice di un handicap

Dettagli

A- All inizio ho trovato delle difficoltà in banca per accedere ai crediti

A- All inizio ho trovato delle difficoltà in banca per accedere ai crediti INTERVISTA 8 I- Ha avuto qualche altra esperienza lavorativa prima di mettere in piedi questa attività A- Io ho 50 anni, ho iniziato a lavorare a 17 anni e per 10 anni ho lavorato in un impresa stradale,

Dettagli

La TUA Grande Rete Sempre Disponibile

La TUA Grande Rete Sempre Disponibile La TUA Grande Rete Sempre Disponibile A chi ci rivolgiamo? Chi vuole mettersi in gioco sempre. Chi vuole raggiungere livelli altissimi di guadagno. Chi vuole essere il padrone di se stesso. Chi vuole

Dettagli

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno.

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. NONNO: Sera a tutti. MAMMA: Ciao papà. CASA DI CHARLIE In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. CHARLIE: Ciao nonno. NONNA: Ciao caro. MAMMA: La zuppa

Dettagli

COMUNE DI ALTAVILLA VICENTINA PROVINCIA DI VICENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI ALTAVILLA VICENTINA PROVINCIA DI VICENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI ALTAVILLA VICENTINA PROVINCIA DI VICENZA Nr. 30 del 07/06/2010 COPIA Prop. n. 20274 Impegno n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Oggetto: INTERROGAZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A CROTONE 17 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A CROTONE 17 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle MISSIONE A CROTONE 17 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle PRESIDENTE. Signor sindaco, la ringraziamo per la presenza. Stiamo completando l inchiesta sulla Calabria.

Dettagli

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio:

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio: allegato 1) PUNTO N. 3 all O.d.G.: Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina meccanica. Cedo la parola al Sindaco. MARCO FABBRI Sindaco: Sì, grazie

Dettagli

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 L anno 2013 addì 20 del mese di novembre alle ore 20.10 nella Residenza Municipale, previa convocazione con avvisi scritti, tempestivamente

Dettagli

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Dicembre 2009 ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Sabato 28 novembre si è svolta la tredicesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Anche nella nostra provincia la mobilitazione è stata

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 8 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 13.15.

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 8 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 13.15. MISSIONE IN SICILIA 8 GIUGNO 2010 1/9 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 13.15. PRESIDENTE. Buongiorno. Ringraziamo il dottor Paolo Lupi e ci scusiamo per la lunga attesa.

Dettagli

VERBALE DELLA SEDUTA CONSILIARE DEL COMUNE DI AGRIGENTO DEL 02/12/2003

VERBALE DELLA SEDUTA CONSILIARE DEL COMUNE DI AGRIGENTO DEL 02/12/2003 VERBALE DELLA SEDUTA CONSILIARE DEL COMUNE DI AGRIGENTO DEL 02/12/2003 INTERVENTO DEL PRESIDENTE Possiamo chiamare l appello e dare l avvio ai lavori della seduta. Dopo l appello siamo presenti 20, assenti

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 20.12.2012 INTERVENTI DEI SIGG.RI CONSIGLIERI. Modifica cespiti patrimoniali. Cessione e acquisizione.

CONSIGLIO COMUNALE DEL 20.12.2012 INTERVENTI DEI SIGG.RI CONSIGLIERI. Modifica cespiti patrimoniali. Cessione e acquisizione. CONSIGLIO COMUNALE DEL 20.12.2012 INTERVENTI DEI SIGG.RI CONSIGLIERI Modifica cespiti patrimoniali. Cessione e acquisizione. Passiamo al quarto punto all ordine del giorno: Modifica cespiti patrimoniali.

Dettagli

XI LEGISLATURA SEDUTA DEL 17/02/2015 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE NIRO

XI LEGISLATURA SEDUTA DEL 17/02/2015 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE NIRO Regione Molise -4- Resoconti Consiliari XI LEGISLATURA SEDUTA DEL 17/02/2015 PRESIDENZA DEL NIRO - ORE 12:13 - APERTURA DELLA SEDUTA, APPROVAZIONE DEL PROCESSO VERBALE DELLA SEDUTA PRECEDENTE E COMUNICAZIONI

Dettagli