TRIBUNALE DI MILANO RITO ASSISE SEZ. I CORTE D'ASSISE. PAGINE VERBALE: n.129 A CARICO DI: BERNARDINI MARCO + ALTRI UDIENZA DEL 06/06/2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TRIBUNALE DI MILANO RITO ASSISE SEZ. I CORTE D'ASSISE. PAGINE VERBALE: n.129 A CARICO DI: BERNARDINI MARCO + ALTRI UDIENZA DEL 06/06/2012"

Transcript

1 TRIBUNALE DI MILANO RITO ASSISE SEZ. I CORTE D'ASSISE DOTT. GAMACCHIO PIERO DOTT.SSA SIMI ILARIA Presidente Giudice a latere VERBALE DI UDIENZA REDATTO IN FORMA STENOTIPICA PAGINE VERBALE: n.129 PROCEDIMENTO PENALE N. RG. C.A. 15/10 - RG.N.R 25194/08 A CARICO DI: BERNARDINI MARCO + ALTRI UDIENZA DEL 06/06/2012 AULA I ASSISE - MI0019 Esito: RINVIO AL 13/06/2012, ORE 9.30 Caratteri:

2 INDICE ANALITICO PROGRESSIVO DEPOSIZIONE DELL'LR.C. VI COMMA - TAVAROLI GIULIANO Pubblico Ministero... 4 Patte Ci v ile - Avvocato Zanchetti... 5 O Patte Civ ile - Avvocato Pulitanò Parte Civ ile - Avvocato S pelta Patte C iv ile - Avvocato Brigida Patte Civile - Avvocato Conti """""""""""'"'''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''' 83 Parte Civile - Avvocato Quatraro Patte Civile - Avvocato Conti Parte Civile - Avvocato Luongo... lo l Patte Civile - Avvocato Gasperini Parte Civile - Avvocato Saporito... I 18 Parte Ci v ile - Avvocato Lucia Parte Civile - Avvocato S pelta Parte Civile - Avvocato Gasperini N. R.G. C.A. 15/10 - R.G.N.R /08-06/06/2012 c/bernardini MARCO + ALTRI 2

3 DOTT. GAMACCHIO PIERO DOTT.SSA SIMI ILARIA DOTT. STEFANO CIVARDI Presidente Giudice a latere Pubblico Ministero DOTT.SSA CONCETTA VISCOMI SIMEONE SIG.RA MARIA TERESA - Stenotipista Ass. d'udienza Ausiliario tecnico PROCEDIMENTO A CARICO DI - BERNARDINI MARCO + ALTRI - Il Presidente procede all'appello e alla regolare costituzione delle parti. PRESIDENTE - Vedo che l'avvocato Pelanda è presente, possiamo procedere con Tavaroli Giuliano. AVV. DAGUNAGHER Presidente, scusi, nel frattempo che aspettiamo se vuole le posso dare un elenco delle persone citate per la prossima udienza. Saranno citati il Dottor Tronchetti ProveraI Ugo Spossetti, Buora, Valente, Maglione, Varetto, Ferrarini, Nembrini, Marchetti Alessandro, Marchetti Piergaetano, De Conto Claudio, Paolucci, Mieli e Meroni. PRESIDENTE - Grazie. Viene introdotto in aula l'imputato di reato connesso DEPOSIZIONEDELt'I.R;C,VICOM!,\1A'-- tavaroligiuliano~l N.1tG. C.A. 15/10 - R.G.N.R /08-06/06/2012 ç/bernard1n1 MARCO + ALTRI 3

4 PRESIDENTE - Senz' al tro il Difensore l' ha posto a conoscenza dei limiti della sua deposizione, cioè lei è obbligato a deporre con l'unico limite che riguarda la connessione inscindibile tra i fatti per i quali lei può parlare di altri e quelli che la riguardano personalmente. Questo è quanto ha deciso la Corte d'assise e sicuramente ella lo sa, ma c'è il suo Difensore che certamente sarà in grado di far valere i suoi diritti e la Corte farà altrettanto nell' interesse di tutti gli altri, oltre che dei suoi naturalmente. I.R.C. TAVAROLI Giuliano Tavaroli, nato ad Albenga il 19 giugno PRESIDENTE - Il Presidente della Corte rappresenta a Tavaroli il contenuto dell'ordinanza pronunciata dalla Corte il 29 maggio 2012 della quale egli afferma di essere a conoscenza. Prego, Pubblico Ministero. Pubblico Ministero Attualmente che professione svolge? Consulente aziendale. In che ambito, per quale società? Per varie società, in questo momento per una società di Brescia che si chiama Dual S.p.A. e Dual Risk Management. Dual è un istituto di vigilanza? N. R.G. C.A. 15/10 R.G.N.R /08 06/06/2012 c/bernardini MARCO + ALTRI 4

5 No, è una società che svolge... è un generai contractor che si occupa di attività... di aggregare varie forniture. Non direttamente è un istituto di vigilanza. Può illustrare alla Corte il percorso che seguiva la documentazione relativa gli incarichi che la Security forniva a Cipriani e a Bernardini? Eventualmente distinguendo a seconda degli incarichi, del tipo di riservatezza e specificando se poi questi documenti sono stati distrutti, in quale circostanza, se e come venivano conservati. E' una domanda molto ampia, se a sua memoria riesce a ricostruire il percorso dei documenti, degli incarichi conferi ti in parti colar modo a Cipriani e a Spine Ili - Bernardini. Parliamo di un periodo di tempo molto ampio. Sì. I.R.C. TAVAROLI Diciamo che in estrema sintesi tutti gli incarichi in ordine investigativo che venivano commissionati ai fornitori, in particolare a questi due fornitori, venivano innanzitutto raccolti da un cliente interno con ragioni diverse, addirittura più proceduralizzate in Pirelli perché erano conformi ad alcune regole interne, e quindi esisteva un'esigenza rappresentata da un manager o da una funzione aziendale, Pirelli o Telecom, che ci veniva rappresentata. Questo N. R.G. C.A. 15/10 R.G.N.R /08 06/06/2012 clbernardini MARCO + ALTIU 5

6 avveniva solitamente in modo abbastanza speditivo, girato al fornitore secondo le esigenze e le capacità di ciascuno, sulla base di questo ricevevamo un'offerta rispetto alla prestazione, di solito con un fax o con una conferma per , veniva il manager incaricato nei vari periodi storici, confermava l f incarico, si riceveva il rapporto, questo rapporto veniva poi rappresentato al cliente interno in funzione dell'esigenza che l'aveva maturato una Due Diligence piuttosto che un' attività investigativa - e poi chiusa l'attività veniva regolata la parte amministrativa, anche quella con modalità molto diverse rispetto alle varie aziende. C'erano dei dossier che non venivano gestiti d6 clienti interni, ma venivano gestiti direttamente da lei o da un suo incaricato che comunque avevano un percorso diverso rispetto a una certificazione di un agente sull'estero o a un'operazione di verifica dei requisiti di moralità dei dipendenti? C'erano alcune attività, poche, che per la delicatezza o per l'interesse del committente interno gestivo io personalmente e per le quali la gestione, poi la sintesi informativa al cliente interno veniva da me erogata. P. M. - Per esempio, lei ha memoria dell' operazione "Brothers?" Certamente sì. N. R.G. C.A R.G.N.R /08-06/06/2012 c/bernardini MARCO + ALTRI 6

7 Chi era il cliente interno dell'operazione "Brothers?H I. R. C. TAVAROLI - Lei sta parlando dei congiunti del Dottor Tronchetti Provera, è corretto? Sì, in parti colar modo di Slaeddine Jnifen, di quella operazione di cui si è parlato un po' a lungo che era stata trovata a casa sua e poi era stata allegata come B 13 e 14. Comunque ne abbiamo parlato in una delle ultime udienze con Guatteri. Si ricorda? Sì sì, assolutamente. Se ne parlò molto anche nei primi interrogatori. I.R.C. TAVAROLI Perché è una situazione che ha avuto due momenti, ci sono state due attività distinte: una che è nata prima e una che é stata replicata successivamente su richiesta specifica del Dottor Tronchetti a fronte di una mail anonima che aveva raggiunto l'azienda da parte di un agente dell'allora Pirelli Cavi che lamentava alcuni comportamenti dei fratelli Jnifen in relazione a contratti per forniture di cavi in Tunisia. Quindi ci sono stati due momenti di verifica diverse, più altre attività di assistenza a questa relazione. P.M. In particolare io proprio ero interessato a che lei spiegasse alla Corte il percorso che aveva seguito il dossier che fu trovato a casa sua su informazioni originate dalla DST su Slaeddine Jnifen e in particolare sulla sua mediazione in ordine al risarcimento connesso al disastro aereo del DC e10 UTA. N. R.G. C.A. 15/10 R.G.N.R /08 06/06/2012 clbernardini MARCO + ALTIU 7

8 Sì', che è un atto ìnformativo che non ha generato nessun tipo di indagine presso i fornitori. Questo non mi ricordo abbia generato una pratica o un'attività di supporto. Cioè, può spiegare meglio che cosa sta dicendo? Chi è il fornitore? Nel senso che lei ha iniziato chiedendomi in particolare conto delle attività di pratiche... diciamo, il processo attraverso cui venivano gestite le pratiche informative che generavano poi un'attività amministrativa di pagamento. Questo foglio non è nato in quel contesto, è nato da un totale e differente contesto. Dopodiché... P. M. - Nel senso che non è mai stato... innanzi tutto questo foglio, se può ricostruire, chi gliel'ha presentato, da chi l'ha ricevuto? Credo di averlo ricevuto - non direttamente, ma tramite Cipriani dal Dottor Guatteri. Però era originato da una segnalazione che avevo ricevuto dagli organi di sicurezza italiani. P.M. Lei è a conoscenza se Cipriani ha fatturato questa operazione? I.R.C. TAVAROLI Non ricordo onestamente, mi sembra... azzarderei a dire di no, ma non sono assolutamente certo di questa circostanza. Ricordo con maggior precisione le due precedenti attività. P. M. - Lei è a conoscenza se Cipriani ha retribuito Guatteri N. R.G. C.A R.G.N.R /08 06/06/2012 c/bernardini MARCO + ALl'IU 8

9 SENTOSCRIVO Società Cooperativa per queste informazioni? No no, non ne sono al corrente. P. M. - Può spiegare perché questo dossier si trovava a casa sua? I. R. C. TAVAROLI - Credo che si trovasse in una cartella con varia documentazione che avevo ritirato avendo lasciato il mio incarico presso l'azienda del gruppo e quindi mi era stata restituita un po' di corrispondenza e documentazione che era nei miei uffici di Pirelli e Telecom al tempo. Sempre cercando di ricostruire dove e come venissero archiviati i dossier prodotti in particolare da Cipriani e fatturati dalle società estere W.C.S. e S.R.A. e fatturati da Spinelli e Bernardini tramite Global Security Services, lei ha memoria di una richiesta della società del Gruppo Pirelli Telecom in ordine alla ricostruzione dell'operato di... appunto, il settore della Security e in particolare del tipo di consulenze fornite da questi due fornitori? Non sono sicuro di aver compreso la domanda. Posso provare a rispondere e poi se non è esauriente la risposta avrà modo di aiutarmi. La prima volta che il Gruppo Pirelli Telecom ha avviato un audit interno di verifica sulle modalità di gestione dei contratti informativi, data fine 2004, la realizzò l'audit di Telecom che mi inviò una mail con alcune osservazioni N. R.G. C.A. 15/10 - R.G.N.R / /2012 c/bernardini MARCO + ALTRI 9

10 SENTOSCR1VO Società Cooperativa sulla modalità amministrativa delle pratiche suggerendo alcune soluzioni per la gestione migliorativa rispetto alla gestione amministrati va di queste pratiche. Quindi siamo nella fine del Successivamente alla perquisizione che fa data... alla prima perquisizione che ho subìto che fa data, se non ricordo male, maggio giugno 2005 fu avviata con la collaborazione del penalista del gruppo una ricostruzione più puntuale di tutti gli incarichi che erano stati dati nel tempo a tutti i fornitori che esercitavano un'attività di intelligence per il gruppo e che andò avanti fino alla quasi totale ricostruzione delle pratiche fino più o meno al P.M. E per la ricostruzione di queste pratiche lei fu sentito? Come venne operata questa ricostruzione delle pratiche? I.R.C. TAVAROLI Lei sta parlando della prima parte dell'audit? No, della seconda. Sì sì, io collaborai. Per quello che potrà essere la mia memoria, non so se poi furono sentiti anche i miei collaboratori, operai per la ricostruzione della causale delle pratiche, in particolare su quelle che erano poi finite nel processo amministrativo Telecom che aveva una gestione completamente diversa come residuo dell'acquisizione di Telecom. N. R.G. CA. 15/10 - R.G.N.R /08-06/06/2012 c/bernardini MARCO + ALTIU lo

11 P.M. Se può meglio dettagliare i contenuti di questa collaborazione. Cioè, vi era un problema di rinvenire un supporto documentale per quanto riguarda il lavoro svolto dai consulenti? I.R.e. TAVAROLI - Per talune pratiche sì perché non era nostra abitudine conservare il rapporto finale del cliente. Quando questo rapporto veniva illustrato al cliente interno si usava mantenere la fotocopia dell'incarico, la fotocopia del report finale e distruggere il contenuto della relazione finale. Questa era la prassi. P.M. Può, se riesce, spiegare meglio qual è la prassi? Perché alcuni dossier sono stati rinvenuti a casa sua, altri sono stati rinvenuti nel suo ufficio, quindi qualcosa rispetto alle 800 pratiche circa di Cipriani fatturate su estero, e non so in questo momento quantificare le pratiche di Spinelli Bernardini, qualcosa è stato rinvenuto. Quindi se può meglio dare una spiegazione, una ragione di che cosa veniva distrutto e che cosa veniva conservato. Posso solo dire che venivano distrutte tutte le pratiche che erano considerate terminate, venivano archiviate. Alcune pratiche che potevano essere ancora di attualità venivano temporaneamente conservate nella segreteria del manager o nella mia segreteria che stava gestendo quello specifico incarico. Ribadisco che ciò che è stato trovato a casa mia era solo un errore N. R.G. C.A. 15/10 - R.G.N.R /08-06/06/2012 c/bernardini MARCO + ALTRI 11

12 nell'attribuzione dei miei documenti personali. Un buco nella sicurezza. Sì, più di uno temo. Le rammostro una mail inviata da Valente Giancarlo a lei 1'11 gennaio del Lo dico per le Parti, è allegato 34 alla nota della Guardia di Finanza su Telecom ai fini dell'applicazione della 231 che mi pare che sia del 9 agosto E' evidentemente tutta documentazione già prodotta. PRESIDENTE - Certo certo, secondo ormai la prassi. (Nds, breve silenzio, l'i.r.e. ne prende visione). Non ricordavo la mail, ma sì. Cosa posso dire, Pubblico Ministero? Qual è la sua domanda? Per quale motivo Valente chiede a lei il contenuto dei documenti che non si trovano in azienda? Questo non glielo so dire, anche perché nel gennaio del 2006 io non sono più responsabile della funzione Telecom e tantomeno, com'ero, consulente di Pirelli. In questo periodo immagino che l'azienda stesse cercando di completare il processo di ricostruzione e di allineamento dei pagamenti con le fatture, ma - c'è un ma, se posso, Dottore - che originava in Telecom da una differente gestione amministrativa, nel senso che tutte le fatture relative alle attività di intelligence che sono state pagate da Telecom sono sempre state esclusivamente gestite da Valente e firmate da Valente. N. R.G. C.A. 15/10 - R.G.N.R / clbernardini MARCO + ALTRI 12

13 Perché? Perché nel 2002 circa quando ci fu l'acquisizione della società da parte della Olimpia si preferì gestire con un processo amministrativo le spese in Telecom con un diverso processo amministrativo gestito da Valente che dipendeva dal capo del personale Bracco. Lei si ricorda come si chiamasse questo conto gestito da Valente e quale fosse la principale finalità di questo conto? I.R.e. TAVAROLI eome si chiamasse il conto non me lo ricordo. L'ha chiuso lei, giusto, nel 2004? I.R.e. TAVAROLI - Sì, è stato chiuso nel 2005, inizio del , nei verbali diceva nel R. e. TAVAROLI Sì, adesso non voglio essere... è facile essere smentito, è un fatto documentale assolutamente... Esattamente. Visto che l'ha chiuso lei, si ricorda come si chiamasse? I.R.e. TAVAROLI - Era un fondo di natura riservata che serviva a non far circolare queste attività, queste fatture nel processo amministrativo ordinario di Telecom. Era il conto Executive Protection? I.R.e. TAVAROLI - Probabilmente. P.M. Lei a seguito di questa mail poi ha effettivamente collaborato per la ricostruzione delle operazioni? Adesso nell' originale poi, e non ho ristampato, sono allegate tutte le operazioni di cui si chiede un contributo per la N. R.G. C.A. 15/10 - R.G.N.R /08-06/06/2012 c/bernardini MARCO + ALTIU 13

14 SENTOSCRIVO Società Cooperativa ricostruzione. In questo momento invece non gliel'ho mostrato, ma abbiamo anche delle esigenze di tempo. I.R.C. TAVAROLI Per quanto mi è stato possibile sì, ho cercato di ricostruire le operazioni coinvolgendo le persone perché non tutte le attività passavano dalla mia responsabilità, anche perché poi ci sono stati vari cambi di responsabilità all'interno della stessa organizzazione, nell'organigramma Security. A seguito del suo contributo, del contributo di altri suoi, reputo, subordinati perché era lei al vertice della Security di Telecom, siete riusciti, è riuscita Telecom, che lei sappia, a ricostruire il contenuto di tutte, di parte, di gran parte delle operazioni? I. R. C. TAVAROLI - Credo che sia stata fatta la ricostruzione della grana parte delle operazioni. Va be', il contento di questo lavoro è riassunto nella nota dell'8 giugno del 2006, si ricorda, a firma dell'avvocato Chiappetta? Sì, mi sembra di ricordare che ci fosse una nota. P.M. Sempre rimanendo sul tema della circolazione del rinvenimento di questi dossier, lei sa se e come è stata archiviata una serie di dossier che sono sotto il nome di operazione "Fondo" o operazione "New Entry?" Come sono stati archiviati in azienda? I.R.C. TAVAROLI No no, non... archiviati in azienda? N. R.G. C.A. 15/10 - R.G.N.R clbernardini MARCO + ALTIU 14

15 Sicuramente c'è stato un momento del tempo, perché il nome mi ricorda tutte le attività svolte relative a Due Diligence per l'acquisizione di Telecom. Ma quanto è durata questa Due Diligence? E' durata... perché poi ha avuto varie fasi relative anche ad accertamenti di conformità, è durata piuttosto a lungo. P. M. - Perché ricordiamo alla Corte che Telecom è passata di mano nell'estate del Poi formalizzata più tardi e, sì, di lì ha proseguito Sì, a fine del P.M. E l'operazione "New Entry" che lei dice che è finalizzata a una Due Diligence relativa a questa acquisizione è stata fatturata da Cipriani su estero. E' l'operazione che ha il codice 39401, è stata fatturata dal 30 gennaio 2002 al 30 dicembre 2003 per 402 mila 808 sterline. Quindi è una fatturazione che finisce a dicembre I. R. C. TAVAROLI - E' verosimile. Tenga anche presente che ci fu uno storno e rifatturazione di molte pratiche. Di questo ho tenuto conto. Quindi questi sono stati i due momenti in cui dopo alcune pratiche che vennero svolte e da Pirelli successivamente Pirelli chiese a fatturate Telecom di N. R.G. C.A. 15/10. R.G.N.R /08 06/ c/bernardini MARCO + ALTRI 15

16 SENTOSCRIVO Società Cooperativa pagare per questa attività inerente l'acquisizione dell'attività. P.M. Ma di questo ho tenuto conto, le chiedevo se lei colloca questa operazione come un'operazione finalizzata a una Due Diligence sul più significativo acquisto societario che ha fatto Pirelli. Ecco, se riusciva a dare una spiegazione del protrarsi, perché normalmente le Due Diligence si fanno prima di un acquisto, non dopo. E questa si protrae fino, almeno il pagamento di questa operazione, a dicembre del Poi in particolare su questa operazione le chiedevo se avesse memoria di chi avesse condiviso, visto questo dossier e dove fosse conservato in azienda. I.R.C. TAVAROLI Premesso che le fatturazioni non corrispondevano mai f con la reale effettiva chiusura dei lavori, c'è da dire che questo... P.M. Mi scusi, di quanto tardavano? Perché Cipriani era abbastanza esigente nel cercare di essere pagato in tempi brevi. No, guardi, questo non è assolutamente vero, anzi Cipriani era piuttosto tardivo nell'emettere fatture. Questo è un contenitore in cui penso siano andate, adesso non ricordo, varie Due Diligence che erano tutte inerenti all'attività. Non so fare memoria specifica. A quanto fatturava Cipriani? N. R.G. C.A R.G.N.R cibernardlni MARCO + ALTRI 16

17 SENTOSCRIVO Società Cooperativa I.R.e. TAVAROLI - Con noi? Sì, e dopo quanto tempo veniva pagato? I.R.e. TAVAROLI Questo dipende, comunque veniva pagato sicuramente non tempestivamente e nel corso degli anni il suo fatturato, come quello degli altri fornitori, è cresciuto, ma in particolare nel periodo di acquisizione di Telecom. Posso azzardare che fatturasse poi congiuntamente con le varie attività 3 4 milioni di euro? No, andiamo un pochino più per gradi. lo le chiedo, se lei lo sa, quanto tempo dopo il momento della ricezione della fattura, in parti colar modo della ricezione della fattura da società estere Cipriani venisse pagato. I.R.e. TAVAROLI Non lo so, ma sicuramente non tempestivamente perché non erano dei grandi paga tori le società. In precedenza lei aveva dichiarato che uno dei motivi della fatturazione sul fondo gestito da Valente era anche quello della celerità. I.R.e. TAVAROLI - No, essenzialmente la riservatezza. E non anche quello della celerità? I.R.e. TAVAROLI - No. Non riusciamo quindi a precisare? I.R.e. TAVAROLI - No, non ho veramente memoria perché tenga presente che tutto quello che passava di fatturazione su Telecom e i reali committenti, e anche qui la difficoltà N. R.G. C.A. 15/10 - R.G.N.R /08-06/06/2012 c/llernardlnl MARCO + ALTRI 17

18 di ricostruire, non erano allineati con la fatturazione. La fatturazione poi veniva gestita da Cipriani direttamente con Valente, anche le causali delle operazioni erano poi gestite da Cipriani con Valente. lo non vedevo più le fatture, da qui anche poi la difficoltà successiva di allineare le prestazioni ricevute con le fatture. Ma se lei proprio non ne sapeva nulla per quale motivo poi l'azienda quando deve ricostruire interroga lei e lei effetti vamente dà un contributo? Anche l' ha dato nella ricostruzione negli interrogatori. Insomma, sapeva di che cosa si trattasse. Molte cose sì. Certo, ero anche il capo, a chi lo doveva chiedere l'azienda se non a me? Come ovviamente tutte le persone che agi vano in questo specifico settore e attività. P.M. Tornando invece all'argomento sul contenuto e la condivisione di questo dossier operazione "Fondo", può specificare dove è stato tenuto, da chi è stato condiviso e che fine ha fatto? Sinceramente non avendo esattamente memoria di che cosa si tratti questa operazione faccio anche fatica a dirle dove è stato condiviso e tenuto. Tenga presente che i processi di condivisione delle informazioni erano in funzione delle esigenze che le generavano, quindi potevano essere attività sollecitate N. R.a. C.A. 15/10 R.a.N.R /08 06/06/2012 clbernardini MARCO + ALTRI 18

19 dall'ufficio acquisti o come management. Vediamo se riesce a ricordare meglio. Si tratta di una investigazione che partiva dalla ricerca del socio di Bell chiamato "Oak Fund". Ah, "Oak Fund". E' la pratica universalmente nota come "Oak Fund", P.M. Però io l'ho citata con un numero progressivo dell' archi vio di Cipriani e per il nome dell' operazione che spunta nell'intestazione. I.R.C. TAVAROLI Certo che sì, adesso ho memoria di che cosa... Adesso riesce a... I.R.C. TAVAROLI Come no, assolutamente sì. Ormai anch' io seguivo questa cosa, come dire, con la vulgata. P.M. Però l'aveva inquadrata giusta, ha detto una Due Diligence... I.R.C. TAVAROLI Sì, ma ne avevo fatte diverse perché per esempio in questo momento facevo riferimento, mi sembrava più verosimile un'attività investigativa fatta in Argentina su un supposto pagamento che anche questo è stato oggetto di conversazione tra di noi. P.M. ~ Non è l'operazione "New Entry". Perfetto, ho capito. Mi scusi, ho solo fatto perdere tempo, mi dispiace. Questa è un'attività che è nata ed è stata richiesta dal management in varie circostanze, quindi da Buora e anche dal Dottor N. R.G. C.A. 15/10 R.G.N.R /08 06/06/2012 o/bernardlni MARCO + ALTRI 19

20 Tronchetti all'inizio dell'operazione in quanto esistevano rumors, sospetti e anche chiacchiere che dietro a questo socio di BelI non meglio identificato ci potessero essere manager di Telecom o addirittura manager di Pirelli che avessero tratto vantaggio da questa operazione. Questa era la vulgata. In questo caso si intese col management cercare di comprendere chi realmente fosse dietro questa società, questo fondo che poi successivamente liquidò la sua partecipazione in BelI. Questa era l'attività, un'attività che devo dire, a onor di Cipriani, egli svolse in modo molto professionale perché ricostrui una serie di passaggi di società offshore di proprietà incrociate e di attività fino a giungere a un'ipotesi di proprietà gestione di questa partecipazione. Questa ipotesi fu oggetto di conversazione tra me e il Dottor Tronchetti che ovviamente si sorprese molto e si spaventò e decise immediatamente di bruciare, come dire, e di dimenticare questa circostanza. Mi scusi, la circostanza o il dossier? Il dossier, entrambi. La domanda è proprio specifica. Cioè, questo dossier sul cui contenuto non ci immoriamo se non nella misura in cui ci serve per comprendere che stiamo parlando della stessa cosa, il contenuto poi è versato agli atti della Corte d'assise ed è conservato con determinate modalità, N. R.G. C.A. 15/10 - R.G.N.R /08-06/06/2012 c/bernardini MARCO + ALTRI 20

21 SENTOSCRIVO Società Cooperativa io le chiedo: è un dossier... Un metro, me lo ricordo perfettamente. Non esageriamo, perché... I.R.e. TAVAROLI - Mezzo sì. Mezzo neppure. lo le chiedo semplicemente: il dossier dov'era, chi l'ha visto, con che modalità è stato visto? I.R.e. TAVAROLI - Il dossier è stato sempre conservato nel mio ufficio in Pirelli per un certo periodo di tempo, una copia poi ho scoperto era anche conservata dal fornitore. Questo dossier l'unico che l'ha letto in azienda, letto integralmente e ne ha condiviso i contenuti col signor Cipriani, sono stato io. Una sintesi del risultato la diedi al Presidente e al management. La diede per iscritto, la diede oralmente? I.R.e. TAVAROLI - No no, questo è un fatto... come dire, ne riferii oralmente in una circostanza successiva. P.M. Di questo dossier ne parla Marco Mancini nell' interrogatorio del 14 dicembre Lei condivise le informazioni su questo dossier con Marco Mancini? I.R.e. TAVAROLI - Assolutamente no. Quindi è in grado di spiegare il perché ne parla Marco Mancini? I.R.e. TAVAROLI - Nella misura in cui ho preso cognizione dei verbali, nel senso che ho letto... No no, questo non interessa. I.R.e. TAVAROLI - No, personalmente non sono assolutamente in N. R.G. C.A. 15/10 R.G.N.R /08 06/06/2012 ç/bernardini MARCO + ALTRI 21

22 grado di spiegarlo. AVV. NARDO - Credo che si parli di verbali di Mancini che non sono noti alla Corte, quindi non so quanto si possa arare questo terreno. PRESIDENTE - Mi pare che abbiamo arato abbastanza, l'avvocato Nardo ha espresso una condivisibile opinione. Questo varrà per tutti naturalmente, quindi è particolarmente opportuno l'intervento dell'avvocato Nardo. E' tuttavia interesse dell'accusa nei limiti dei mezzi esplorare la circolazione di queste informazioni. Oltre a lei si ricorda se qualcun altro, e oltre con le modalità che ha testé riportato il Presidente della società Tronchetti Provera, si ricorda se qualcun altro l'ha visto questo dossier? Da me no. Le rammostro uno scritto che è allegato 2 alla nota del 13 aprile 2007 che è già stato acquisito agli atti. PRESIDENTE - Naturalmente come è prassi della Corte acquisiamo i documenti che il Tavaroli ora esamina per poter fare in modo che il verbale tenga conto di tutti i documenti che il Teste o l'imputato di reato connesso o l'imputato ha esaminato. Ora c'è un secondo documento, di che si tratta? P. M. - Questo è un foglio rinvenuto nella pratica operazione "Euro Report" su Tecnofin B. S.r.l. di Tognazzo Giuseppe. N. R.G. C.A. 15/10 - R.G.N.R /08-06/06/2012 clbernardlni MARCO + ALTIU 22

23 SENToseRIVO Società Cooperativa (Nds, l'i.r.e. ne prende visione). I.R.e. TAVAROLI - Sì. Riconosce la sua grafia? I.R.e. TAVAROLI - Assolutamente sì. E' tutto olografo suo quel foglietto? I.R.e. TAVAROLI - Totalmente. P. M. - Che cosa intende o intendeva quando scrisse "Farò di mio verifiche con barbe finte?" I.R.e. TAVAROLI - Intendevo che mi sarei rivolto agli organi di sicurezza attraverso i rapporti istituzionali che avevamo, che ogni funzione Security ha regolarmente. E per quale motivo gli organi di sicurezza? Poi magari specifica chi. I.R.e. TAVAROLI - Be', tenga presente che... Quale? I.R.e. TAVAROLI - Come dire, l'annotazione è generica, per cui attraverso la quale io intendevo gli organismi di sicurezza che possono andare dalla DIGOS, ROS dei Carabinieri all'allora SISDE e SISMI, a cui ci rivolgevamo talvolta nell'interesse della società per avere la loro opinione su alcune aziende e società che è una prassi che ai tempi era piuttosto comune e che credo che sia comune ancora oggi. P.M. Nel senso che i servizi di sicurezza danno le loro notizie sulle persone alle aziende così? I.R.e. TAVAROLI - Sì, io qua ho bisogno di un aiuto però, non N. R.G. C.A R.G.N.R /08 06/06/2012 clbernardlni MARCO + ALTRI 23

24 vedo il mio Avvocato, in quanto lei sa, Dottore, che è stato apposto il segreto di Stato sui rapporti tra la sicurezza Telecom e gli organi di sicurezza, cosa che non... a me è indifferente. lo come incaricato della sicurezza di Telecom sono sottoposto alla normativa che regola la tutela del segreto di Stato, quindi se mi dite cosa devo fare io faccio, non mi vorrei guadagnare dei problemi però. No, ma non penso che il suo incarico, e poi vediamo se ha avuto un seguito di sua volontà scritta in quel foglietto, di fare verifiche su questi soggetti rientrino nei compi ti e nel presidio della sicurezza dello Stato per cui ci sono alcune norme con anche dei risvolti penali. Sul punto comunque lei fu sentito il 22 maggio del Certo. E non so se... va be', magari cominci a dirmi quello che ricorda adesso. No, io non ricordo questa società in realtà di che cosa si trattasse. PRESIDENTE - Può contestare, Pubblico Ministero. "Per barbe finte intendevo riferirmi al SISDE, anzi al SISMI a cui nell'interesse della Pirelli intendevo segnalare notizie in mio possesso e chiedere delle verifiche", E' corretto. N. R.G. C.A. 15/10 R.G.N.R /08 06/06/2012 c/bernardini MARCO + ALTRI 24

25 PRESIDENTE - Quindi conferma? I.R.C. TAVAROLI Sì, Presidente. Non mi ricordo la natura della società e non mi ricordo la natura dell' esigenza, però sicuramente era prassi assolutamente di... specialmente quando potevano essere attività internazionali di qualche interesse per gli organismi di sicurezza scambiare informazioni con tutti questi organismi con cui i miei collaboratori e io stesso avevamo multiple relazioni, facilmente desumibile anche dalle mie agende o dalle mie relazioni. PRESIDENTE - La domanda e la risposta sono state nell' ambito del consentito. Andiamo avanti, Pubblico Ministero. P.M. Che cosa faceva Guglielmo Sasinini nella Security Corporate del gruppo? I.R.C. TAVAROLI Svolgeva un'attività di consulenza e di supporto non solo alla nostra funzione per quanto riguardava l'analisi di fatti di cronaca, fonti aperte e anche la redazione di profili di personaggi pubblici attingendo a fonti giornalistiche. lo le chiedo qualcosa di pio specifico rispetto a una funzione di giornalista, di rassegna stampa. Cioè, perché... innanzitutto da chi e come era retribuito Guglielmo Sasinini? I.R.C. TAVAROLI Se non ricordo male, Guglielmo Sasinini aveva un contratto di consulenza regolare con la società Telecom. Forse inizialmente con Pirelli e poi transitato N. R.G. C.A. 15/10 R.G.N.R /08-06/06/2012 c/bernardini MARCO + ALTRI 25

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

BIANCOENERO EDIZIONI

BIANCOENERO EDIZIONI RACCONTAMI BIANCOENERO EDIZIONI Titolo originale: The Strange Case of Dr. Jekyll and Mr. Hyde, 1886 Ringraziamo Giulio Scarpati che ha prestato la sua voce per questo progetto. Consulenza scientifica al

Dettagli

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO INFORMAZIONI GENERALI PER LA PERSONA INFORMATA SUI FATTI CITATA A COMPARIRE DAVANTI AL PUBBLICO MINISTERO Il decreto di citazione di persona informata sui fatti, per rendere sommarie informazioni testimoniali

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO TITOLO V CAPO I Articoli 41-42-43

CODICE DEONTOLOGICO TITOLO V CAPO I Articoli 41-42-43 CODICE DEONTOLOGICO TITOLO V CAPO I Articoli 41-42-43 1 Gruppo di Lavoro Ambiti 5 Iseo Sebino e 13 Vallecamonica Hanno prestato il proprio contributo per questa giornata: Bottichio Federica Calvetti Sara

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE e PENALE di PERUGIA UFFICIO DEL GIUDICE PER LE INDAGINI PRELIMINARI VERBALE D I UDIENZA DI CONVALIDA DEL FERMO

TRIBUNALE CIVILE e PENALE di PERUGIA UFFICIO DEL GIUDICE PER LE INDAGINI PRELIMINARI VERBALE D I UDIENZA DI CONVALIDA DEL FERMO R.G:G:I:P: n. 6671/07 R.G.N.R. n. 9066/07 TRIBUNALE CIVILE e PENALE di PERUGIA UFFICIO DEL GIUDICE PER LE INDAGINI PRELIMINARI VERBALE D I UDIENZA DI CONVALIDA DEL FERMO L'anno 2007 il mese di novembre

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Il nominativo dell RLS riguarda il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (R.L.S.), e non, come

Il nominativo dell RLS riguarda il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (R.L.S.), e non, come Breve riassunto operativo per la notifica: 1. La comunicazione all INAIL riguarda gli RLS in carica alla data del 31/12/2008. 2. Se non vi sono RLS in carica in tale data, non va effettuata alcuna comunicazione.

Dettagli

L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939.

L'associarsi di due o più professionisti in un' Associazione Professionale è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. ASSOCIAZIONE TRA PROFESSIONISTI L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. Con tale associazione,non

Dettagli

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina Roma, 18/10/2012 Francesco La Manno Borsa Italiana Il Codice di Autodisciplina 1999: Prima versione del Codice

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

LA CTU E LA CTP VISTE DALL AVVOCATO

LA CTU E LA CTP VISTE DALL AVVOCATO CORSO BASE SULLE PROCEDURE GIUDIZIARIE DELL AUTUNNO 2006 LA CTU E LA CTP VISTE DALL AVVOCATO AVV. ALESSANDRO CAINELLI INDICE PREMESSA p. 3 I. LA NULLITÀ DELLA RELAZIONE p. 4 1. Cause di nullità formale

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA (Elaborato a seguito delle disposizioni contenute nella L.

Dettagli

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia. TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.it Firenze,.18. (?D.-l ~ AI SIGG.RI PRESIDENTIDEGLI ORDINI

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

RESPONSABILITA PENALI E SICUREZZA SUL LAVORO

RESPONSABILITA PENALI E SICUREZZA SUL LAVORO Appunti relativi a corso tenuto dall avvocato Fabio Petracci per la polizia locale relativi al tema degli infortuni sul lavoro legge 626/94 e responsabilità penale. RESPONSABILITA PENALI E SICUREZZA SUL

Dettagli

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine)

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) La figura giuridica del Direttore dei Lavori compare per la prima volta nel R.D. del 25.05.1895 riguardante il Regolamento

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. Art. 1 (Disposizioni di carattere generale)

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. Art. 1 (Disposizioni di carattere generale) CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Art. 1 (Disposizioni di carattere generale) 1. I princìpi e i contenuti del presente codice costituiscono specificazioni esemplificative

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI?

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI? FAQ: AREA DELLA PROGRAMMAZIONE (PDP) QUAL È LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO SUI DSA NELLA SCUOLA? Al momento è in vigore la Legge 170 che regola in modo generale i diritti delle persone con DSA non soltanto

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L.

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. Il presente codice etico (di seguito il Codice Etico ) è stato redatto al fine di assicurare che i principi etici in base ai quali opera Cedam Italia S.r.l. (di seguito

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

"Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare

Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare "Ogni persona, indipendentemente dal grado di disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare mediante la comunicazione le condizioni della sua vita". Questo è l'incipit della Carta dei Diritti della

Dettagli

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti)

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) Uno degli incubi più ricorrenti per le aziende certificate l applicazione del requisito relativo alla progettazione in occasione dell uscita

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

LA CORRUZIONE TRA PRIVATI:

LA CORRUZIONE TRA PRIVATI: LA CORRUZIONE TRA PRIVATI: APPROFONDIMENTI In data 18 ottobre 2012, dopo un lungo iter parlamentare, il Senato ha approvato il maxi-emendamento al Disegno di Legge recante Disposizioni per la prevenzione

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

REQUISITI FORMALI DELLA RICETTA NON RIPETIBILE Alla luce del D.LGS. 219 DEL 2006 Codice di recepimento normativa europea farmaci ad uso umano

REQUISITI FORMALI DELLA RICETTA NON RIPETIBILE Alla luce del D.LGS. 219 DEL 2006 Codice di recepimento normativa europea farmaci ad uso umano REQUISITI FORMALI DELLA RICETTA NON RIPETIBILE [STUDIO avv. Paola Ferrari ] info@studiolegaleferrari.it per Pronto Soccorso fimmg lombardia QUESITO: Mi è arrivata una notifica di violazione amministrativa

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

COMMISSIONE PRECEDURE CONCORSUALI. Gruppo di studio formato da: Malagoli Rag. Claudio (responsabile) Altomonte Dott. Luca. Giovanardi Dott.

COMMISSIONE PRECEDURE CONCORSUALI. Gruppo di studio formato da: Malagoli Rag. Claudio (responsabile) Altomonte Dott. Luca. Giovanardi Dott. COMMISSIONE PRECEDURE CONCORSUALI Gruppo di studio formato da: Malagoli Rag. Claudio (responsabile) Altomonte Dott. Luca Giovanardi Dott.ssa Enrica Luppi Dott.ssa Stefania Menetti Dott. Pietro Marco Pignatti

Dettagli

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni.

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Il DIRETTORE DELL AGENZIA DEL DEMANIO Vista la legge 7 agosto 1990, n.

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi:

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: Sono certo che Carlo è in ufficio perché mi ha appena telefonato. So che Maria ha superato brillantemente l esame. L ho appena incontrata nel

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio.

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. 1. I passaporti diplomatici e di servizio, di cui all'articolo

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ A) ASPETTI GENERALI SU CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD na Carta di Credito TOP senza uguali sul mercato. Per gli Associati che non vorranno o non potranno avere

Dettagli

IL RESPONSABILE RENDE NOTO. Art. 1 Oggetto dell'avviso

IL RESPONSABILE RENDE NOTO. Art. 1 Oggetto dell'avviso AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI PROFESSIONISTI DA UTILIZZARE PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI LEGALI ESTERNI DI PATROCINIO E DIFESA DEL COMUNE DI BACOLI IL RESPONSABILE Vista la deliberazione

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE = = = = = = REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Adottato con deliberazioni consiliari n. 56 dell 08.11.95 e n. 6 del 24.01.96 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona?

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Nel Western Australia, la legge permette di redigere una dichiarazione anticipata di trattamento per stabilire quali cure si vogliono

Dettagli

sul ricorso numero di registro generale 6522 del 2007, proposto da:

sul ricorso numero di registro generale 6522 del 2007, proposto da: N. 00513/2015 REG.PROV.COLL. N. 06522/2007 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente ORDINANZA sul ricorso

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

1. Anagrafica. 1. Qual è la ragione sociale della sua organizzazione? 2. In quale territorio è situata la sua organizzazione?

1. Anagrafica. 1. Qual è la ragione sociale della sua organizzazione? 2. In quale territorio è situata la sua organizzazione? 1. Anagrafica 1. Qual è la ragione sociale della sua organizzazione? Cooperativa Sociale Comune Consorzio Sociale ASL Azienda Servizi alla persona Organizzazione di volontariato Azienda Speciale Comunità

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Mergers & Acquisitions Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Di Michael May, Patricia Anslinger e Justin Jenk Un controllo troppo affrettato e una focalizzazione troppo rigida sono la

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte Corte Europea dei Diritti dell Uomo Domande e Risposte Domande e Risposte COS È LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO? Queste domande e le relative risposte sono state preparate dalla cancelleria e non

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI

ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI LA LEGGE nr. 53/1994 La legge 53/1994 ha inserito nel nostro ordinamento la facoltà, per gli avvocati, di notificare gli atti giudiziari. Consentendo

Dettagli

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso A09 Enrico Fontana L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi Prefazione di Massimiliano Manzetti Presentazione di Nicola Rosso Copyright MMXV ARACNE editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION I. SCOPO POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION La corruzione è proibita dalle leggi di quasi tutte le giurisdizioni al mondo. Danaher Corporation ( Danaher ) si impegna a rispettare le leggi

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli