Bilancio di Mandato 2004/2009. Centro solidale e partecipato

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bilancio di Mandato 2004/2009. Centro solidale e partecipato"

Transcript

1 Bilancio di Mandato 2004/2009 CIRCOSCRIZIONE CENTRO CITTADINO BILANCIO DI MANDATO 2004/2009 Centro solidale e partecipato 1

2 2

3 Bilancio di Mandato 2004/2009 CIRCOSCRIZIONE CENTRO CITTADINO BILANCIO DI MANDATO 2004/2009 Centro solidale e partecipato 3

4 4

5 Bilancio di Mandato 2004/2009 La scelta di predisporre il Bilancio di Mandato della Circoscrizione Centro Cittadino, si colloca nel quadro degli indirizzi di modernizzazione delle amministrazioni pubbliche, in cui assume particolare rilevanza l utilizzo di tecniche di rendicontazione delle scelte fatte e dei progetti realizzati. L adozione di iniziative e strumenti di trasparenza è il criterio, comune a quello dei Programmi Partecipati di Quartieri (PPQ), che ci ha orientato nella redazione di questo Bilancio. Una modalità, che in futuro auspichiamo divenga prassi, che ci ha consentito di dare corpo a quel disegno istituzionale che prevede il passaggio da un amministrazione formale ed unilaterale, ad una più condivisa, partecipata e a misura di cittadino. L esperienza, o meglio gli orientamenti e indirizzi alla base dei PPQ, hanno prodotto buoni risultati durante l attuale mandato, tanto da poter affermare che il modello troverà certamente una sua applicazione anche nei prossimi anni. La riforma del Decentramento comunale in atto, che, tra le altre cose, ridurrà dal giugno 2009 le Circoscrizioni dalle attuali otto a quattro, sta disegnando un sistema in cui queste ultime diverranno sempre più strumento di relazione con il cittadino, singolo o parte di un organizzazione. Le nuove Circoscrizioni favoriranno la partecipazione dei cittadini alla formazione delle decisioni che gli enti preposti devono assumere, non solo segnalando problemi e disagi, ma anche collaborando direttamente con l istituzione centrale. Non a caso, possiamo parlare delle nuove Circoscrizioni come istituzioni di prossimità e strumento di cui la città si può avvalere per mediare i conflitti, aumentare l informazione, coinvolgere i cittadini. Uno dei principali indici di misurazione del livello di democrazia presente in una società è il livello di partecipazione attiva dei cittadini alla vita pubblica, alle decisioni, ai progetti, alle iniziative, ai confronti, attraverso l informazione, l ascolto, la condivisione e la rendicontazione. Sette sono le aree di rendicontazione presenti nel documento: manutenzione e verde pubblico, mobilità, attività produttive, cittadinanza a tempo pieno, cultura, sicurezza, patti solidali di convivenza. Esse sono state individuate partendo dal Programma di Mandato, proprio per consentire ai cittadini di contestualizzare ciò che è contenuto in questo Bilancio. Mariella Michelini Assessore al Decentramento 5

6 6

7 Bilancio di Mandato 2004/2009 SOMMARIO PRESENTAZIONE DEL PRESIDENTE 9 SINTESI DEL PROGRAMMA DI MANDATO 11 ORGANI CIRCOSCRIZIONALI E ALTRI ORGANISMI 13 Il Consiglio di Circoscrizione 13 Funzioni del Consiglio di Circoscrizione 14 Le Commissioni di lavoro 15 Numero dei Consigli e delle Commissioni di lavoro 16 Consuntivo di spesa Consiglio, Commissioni di lavoro e Presidente della Circoscrizione 16 Presenze Consiglieri 17 LA CIRCOSCRIZIONE CENTRO CITTADINO 19 Le attività 19 Altri servizi 20 Esposizioni al Chiostro di San Paolo 20 Utilizzo della sala Ferretti 21 La sala di musica del Convento di San Paolo 21 Sonika 21 Monitoraggio delle principali attività 23 Il personale 23 Il bilancio 24 Bilancio ordinario 24 Bilancio straordinario 26 IL PROGETTO BANDIERA 27 La vision del centro cittadino e la sua riqualificazione 27 Le attività culturali 33 AREE DI RENDICONTAZIONE 35 Manutenzione e verde pubblico 35 Mobilità 38 Attività produttive 40 Cittadinanza a tempo pieno 41 Cultura 43 Sicurezza 44 Patti solidali di convivenza 45 IL TERRITORIO 47 I numeri della Circoscrizione Centro Cittadino 51 APPENDICE 53 Azioni e Priorità emerse durante la definizione dei Programmi Partecipati di Quartiere 53 Scheda di segnalazione manutenzione 59 Scheda rilevazione domanda di sosta cicli 60 Modulo richiesta uso per esposizioni Chiostro di San Paolo 61 Modulo richiesta uso sala Ferretti 62 7

8 8

9 Bilancio di Mandato 2004/2009 PRESSENTAZIIONE DELL PRESSIIDENTE Sono passati ormai cinque anni da quando, nel luglio del 2004, la Circoscrizione Centro Cittadino ha ritrovato un governo stabile. Ereditavamo, infatti, una situazione non facile: gli anni che ci stavamo lasciando alle spalle erano stati convulsi, fatti di polemiche politiche e maggioranze instabili (quattro cambi di presidenza in cinque anni). La modifica del sistema elettorale approvata nel 2004 per eleggere i Consigli di Circoscrizione, ha certamente contribuito a rendere più stabile il governo delle istituzioni decentrate; ma, nel ripercorrere questi anni, bisogna anche dar atto all opposizione di aver saputo ricoprire il suo ruolo in modo costruttivo, contribuendo nel merito delle piccole, ma importanti cose circoscrizionali. Abbiamo finalmente dato un senso agli interventi da realizzare, portando comunque a termine quelli che ci sono sembrati importanti e che non erano rientrati nella programmazione generale dell Ente: in questo modo abbiamo ridato dignità a piccoli, ma apprezzabili luoghi della nostra città (Sant Antonio in Polesine o Sant Andrea); realizzato nuove aree giochi (Casa delle Vedove) e sistemato quelle storiche; provveduto alla manutenzione dei giardini scolastici. Ma non solo. Il Consiglio ha lavorato molto anche sul fronte politico: abbiamo avuto importanti convergenze, anche con l opposizione, sui temi della mobilità e dei parcheggi; abbiamo dato indicazioni per il Piano Strutturale Comunale - nella pratica tutte assunte nel Piano approvato -, volte a limitare al massimo ulteriori volumetrie nel centro cittadino (si pensi solo all area del Sant Anna). Abbiamo fornito, nei modi e tempi previsti, le indicazioni/osservazioni per il Piano Urbano della Mobilità, per il Master Plan del progetto di riqualificazione dell area ex MOF, Darsena ed ex AMGA e per i nuovi impianti di telefonia cellulare nel centro storico. Su questo abbiamo avuto anche la soddisfazione di veder approvato il nuovo Regolamento, reiteratamente richiesto dalla Circoscrizione. Abbiamo sollecitato, all interno del Programma Speciale d Area, il restauro del complesso di San Paolo, con la realizzazione della tanto attesa sala conferenze nell ex refettorio del convento, ed iniziato il ragionamento volto ad individuare la migliore destinazione da dare al complesso (con la proposta di Casa delle Associazioni fatta propria dalla Giunta comunale). All interno del Programma Speciale d Area, siamo anche riusciti a fare inserire interventi di riqualificazione delle piazze più periferiche: così piazzetta Colomba, Muzzina, Gusmaria, Lucchesi e Corelli, sono state incluse negli interventi dell Accordo di programma, approvato e finanziato dalla Regione. Non ci siamo dimenticati neppure degli aspetti ambientali e sociali, collaborando attivamente al Progetto Giuseppina, che ha attivato una serie di importanti servizi per i nostri anziani, o sollecitando nuove modalità per la raccolta dei rifiuti, come la dislocazione dei bidoncini del vetro, laddove non era possibile collocare le campane, o la raccolta porta a porta della carta, o i nuovi cassonetti - prossimamente anche interrati - per la raccolta differenziata in tutto il centro storico. Un discorso a parte meritano le politiche culturali, da sempre fiore all occhiello della nostra Circoscrizione, ma che in questo mandato hanno conosciuto un ulteriore sviluppo: Night&Blues è diventato un seguitissimo appuntamento finalmente integrato nella programmazione di Estate a Ferrara; così come lo sono divenuti gli spettacoli per bambini di Favole sotto gli Alberi, o come ci auguriamo lo diventino gli appuntamenti al Giardino delle Duchesse, voluti lo scorso anno fortemente proprio 9

10 dalla Circoscrizione. Senza dimenticare la ormai classica Befana in piazza o l appuntamento estivo con Darsena Rock, nè le mostre al Chiostro di San Paolo, divenuto sede di numerosi importanti appuntamenti anche di livello internazionale. Sono stati cinque anni intensi, vissuti in una situazione non sempre facile, sia per le note difficoltà economiche degli enti locali - la Circoscrizione ha subito in quattro anni tagli del 24% sui fondi ordinari -, ma anche per le difficoltà organizzative di una macchina comunale non ancora perfettamente pronta a recepire tutte le istanze provenienti dal territorio. Lo abbiamo visto con i Programmi Partecipati di Quartiere, che, se da un lato hanno messo in luce la grande voglia dei cittadini di avanzare proposte, dall altro hanno rappresentato una sfida difficilissima per gli uffici comunali. In appendice abbiamo voluto inserire le schede con le proposte di intervento emerse durante i momenti di ascolto propedeutici alla definizione dei PPQ, segnalando le azioni realizzate e non: questo vuole anche essere un contributo, quasi un lascito, a chi si assumerà la responsabilità politica di guidare la Circoscrizione nel prossimo mandato. Saper mantenere un forte ruolo di interfaccia fra i cittadini e l Amministrazione, trasformando in interazione quella che oggi è semplice (e a volte difficile) collaborazione: questa è la sfida per le nuove Circoscrizioni. Concludo con un ringraziamento sentito, a tutti i componenti di un Consiglio che credo si sia caratterizzato per una grande capacità di dibattito, di interlocuzione e di azione politica e che penso possa chiudere la legislatura con soddisfazione per il suo operato. Un caloroso ringraziamento va poi alle dipendenti della Circoscrizione, che in questi anni, non sempre facili, hanno collaborato con noi. Buona lettura. Leonardo Fiorentini Presidente della Circoscrizione Centro Cittadino 10

11 Bilancio di Mandato 2004/2009 SIINTESSII DELL PROGRAAMMAA DII MAANDAATO La coalizione di centro sinistra si è impegnata, ad inizio legislatura sul seguente Programma di Mandato per il governo della Circoscrizione: Manutenzione e verde pubblico: definire un programma che garantisca rapidità e qualità nella manutenzione di strade, marciapiedi, impianti di illuminazione, verde pubblico, arredi urbani e segnaletica, specificando la fonte del finanziamento: mezzi propri della Circoscrizione o Amministrazione comunale; assicurare la cura e l arricchimento del verde pubblico e privato nel territorio della nostra Circoscrizione, in collaborazione con le associazioni ambientaliste; ricognizione degli spazi urbanistici in stato di abbandono, non utilizzati o sotto-utilizzati per promuoverne il riutilizzo, con maggiore attenzione al recupero di spazi sociali e culturali. Mobilità: riorganizzare e potenziare il servizio di trasporto pubblico con riferimento agli attuali percorsi degli autobus nel centro storico, alla tipologia dei mezzi impiegati e agli orari di percorrenza; definire la riorganizzazione nelle aree pedonali e nella ZTL, anche nell ottica di una sua estensione, delle aree adibite a carico e scarico commerciali e per residenti, circolazione mezzi autorizzati e permanenza dei veicoli davanti ai negozi; aumentare i sostegni economici per l abbattimento delle barriere architettoniche, iniziando dalle aree comunali (compresi parchi e vie), per continuare con agevolazioni agli esercenti che attuano queste iniziative; aumentare la dotazione di porta biciclette, esteticamente gradevoli e funzionali; prevedere spazi da adibire al parcheggio di motocicli per residenti. Attività produttive: promuovere l omogeneità degli interventi di sistemazione e di arredo lungo le strade e nelle piazze per evitare il proliferare di scenografie troppo diverse e non adeguate all aspetto della città; avviare politiche di sostegno, incentivazione, riduzione o agevolazione per i commercianti che fanno propria la proposta di rispetto del decoro urbano (insegne, settori merceologici, etc ); avviare campagne fra i commercianti per sostenere alcune categorie, in collaborazione con l Amministrazione comunale: ad esempio, proponendo sconti per anziani, oppure promuovendo un paniere con prodotti di largo consumo (uova, latte, burro, pane, etc ) a prezzi accessibili; l esercente che riconosce questo servizio potrà usufruire di agevolazioni su tasse o tariffe comunali. Cittadinanza a tempo pieno: incentivare la cultura della cittadinanza responsabile: i cittadini sono i custodi ed i tutori della città; incentivare nel centro storico e nelle aree verdi, comportamenti per promuovere l utilizzo di cestini, portacenere e raccoglitori differenziati; sostenere ed ampliare l esperienza dei condomini sostenibili, mirata a diffondere nelle famiglie la consapevolezza che anche i comportamenti quotidiani hanno riscontri oggettivi sulla qualità dell ambiente; trovare luoghi, ambiti e modalità nelle quali facilitare lo scambio di esperienze fra studenti universitari, sempre più numerosi in città, ed i cittadini residenti. 11

12 Cultura: salvaguardare i contenitori culturali esistenti; sostenere formule di autogestione e di aggregazione giovanile ed universitaria; impegno a coordinarsi nella programmazione delle attività culturali con l Amministrazione comunale e con le altre realtà presenti nel territorio. Sicurezza: incentivare l esperienza dei vigili urbani di quartiere; assicurare la collocazione di cartelli, così come previsto dalla legge a tutela del diritto alla privacy, che informano i cittadini della presenza di telecamere. Patti solidali di convivenza: prevedere agevolazioni e finanziamenti di microprogetti per il sostegno fra persone, tra generazioni e tra nuclei familiari del centro; valorizzare l apporto e l esperienza in vari campi, soprattutto quello sociale, del Terzo Settore (volontariato, associazionismo di promozione sociale e cooperazione), per costruire reti di associazioni, utili ad esempio per incrementare l esperienza degli sportelli informativi (informanziani e informagiovani); sostenere alcune categorie (anziani prioritariamente soli) attraverso: il monitoraggio dei bisogni, il sostegno della domiciliarità (sviluppo di azioni concrete), l accompagnamento, azioni di promozione della partecipazione, la promozione di reti di vicinato, il controllo delle situazioni abitative precarie, la rete con competenze della Circoscrizione; sostenere le associazioni impegnate nell assistenza ai senza tetto ed alle strutture d accoglienza; incentivare la pratica della raccolta degli invenduti dai negozi alimentari che potranno essere così distribuiti alle associazioni che gestiscono mense sociali. 12

13 Bilancio di Mandato 2004/2009 ORGANII CIIRCOSSCRIIZIIONALLII E ALLTRII ORGANIISSMII IL CONSIGLIO DI CIRCOSCRIZIONE Il Presidente Leonardo Fiorentini Verdi per la Pace Paolo Bertelli Partito Democratico Alessandro Bighi Forza Italia Elisa Corridoni Partito Rifondazione Comunista Tommaso Cristofori Partito Democratico Andrea Ferrari Alleanza Nazionale Gabriella Garda Forza Italia Luisella Guarnieri Unione Di Centro Renzo Guerrini Partito Repubblicano Italiano Il Vice Presidente Vito Guzzinati Partito Democratico Giovanna Marchianò Partito Rifondazione Comunista Paolo Marcolini Partito Democratico Anna Masotti Forza Italia Teresa Matarazzo Partito Democratico Fabio Monaldi Partito Democratico Michele Pastore Partito Democratico Leonardo Rosa Alleanza Nazionale Riccardo Taroni Alleanza Nazionale Amedeo Guzzinati Forza Italia Valerio Vicentini Italia dei Valori (Fonte: Circoscrizione Centro Cittadino. Dati aggiornati al 30 settembre 2008) Il Consiglio di Circoscrizione è dunque composto da 20 membri eletti direttamente dai cittadini, tra questi, durante la prima seduta, vengono eletti il Presidente ed il Vice Presidente. Nel 2004 alcune modifiche apportate allo Statuto dell Ente sono state recepite dal Regolamento del Decentramento; in particolare quelle relative al sistema elettorale adottato per il Consiglio di Circoscrizione, risultano essere particolarmente importanti: si è infatti stabilito che ogni lista, unitamente ai propri candidati, presenti un Programma di Mandato. La coalizione o il partito che ottiene più voti validi, vedrà attribuirsi almeno il 60% dei seggi (ovvero 12 Consiglieri su 20). Qualora non venga raggiunto il 60%, è comunque previsto un premio di maggioranza. Scopo di questa scelta è di garantire un governo stabile, e dunque una maggioranza qualificata, che durante i cinque anni di mandato riesca a realizzare quanto stabilito nel proprio programma elettorale. 13

14 FUNZIONI DEL CONSIGLIO DI CIRCOSCRIZIONE Dal Regolamento del Decentramento: I Consigli circoscrizionali sono organismi di partecipazione, con funzioni consultive, deliberative e di gestione dei servizi di base, nonché di esercizio delle funzioni delegate dal Consiglio comunale, verso il quale svolgono attività propositiva. Quali organi di rappresentanza diretta della popolazione delle rispettive Circoscrizioni ne esprimono le esigenze nell ambito dell unità del Comune, esercitando un ruolo politico, propositivo e consultivo, nella formazione degli indirizzi e delle scelte dell Amministrazione comunale. Art. 35 comma 1 e 2. Inoltre: I Consigli circoscrizionali, in quanto organismi di decentramento politico amministrativo operano per la costruzione di un proficuo rapporto tra le esigenze della popolazione, la gestione della città e la crescita della partecipazione. Assolvono ( ) ad un ruolo di promozione e crescita della partecipazione dei cittadini, ricercando autonomamente tutte le forme e gli strumenti idonei a perseguire tale scopo. Intrattengono e sviluppano con le associazioni, i gruppi di volontariato e le altre formazioni sociali presenti sul territorio comunale, rapporti di collaborazione e confronto, promuovendo, stimolando e coordinando, nel rispetto della reciproca autonomia, le attività a carattere culturale, ricreativo, sportivo, nonché quelle di volontariato a scopo umanitario o sociale. Indicono, nell ambito del territorio circoscrizionale di competenza, incontri ed assemblee con i cittadini e/o gli utenti dei servizi per conoscerne i bisogni ed i problemi ovvero per consultarli su problemi, progetti e piani di interesse della Circoscrizione da proporre all Amministrazione comunale. Art. 36 comma 1, 2, 3 e 4 14

15 Bilancio di Mandato 2004/2009 LE COMMISSIONI DI LAVORO Dal Regolamento del Decentramento: Ogni Consiglio circoscrizionale si avvale ( ) di Commissioni di lavoro, permanenti e non ( ). Esse ( ) hanno carattere consultivo e svolgono attività preparatoria attraverso l esame e l approfondimento ( ) di provvedimenti da sottoporre al Consiglio circoscrizionale; operano anche attraverso indagini, studi e ricerche, riferendo sistematicamente al Consiglio circoscrizionale sulla loro attività e sui piani di lavoro. Art. 29 comma 1 e 4. All interno della Circoscrizione Centro Cittadino vi sono 4 Commissioni composte da Consiglieri circoscrizionali e membri esterni. Commissione Urbanistica Commissione Ambiente Commissione Salute e Sport Commissione Cultura Urbanistica e pianificazione territoriale; Edilizia privata, pubblica e residenziale; Arredo urbano; Lavori pubblici e interventi sul territorio; Patrimonio; Protezione Civile; Viabilità e traffico; Trasporti; Parcheggi e Polizia urbana Ambiente e Pianificazione ambientale; Agenda 21 locale; Problemi energetici e geotermia; Attività produttive; Aziende società e consorzi pubblici; Commercio; Polizia commerciale; Permessi; Piano regolatore degli orari; Turismo Sanità; Tutela della Salute; Assistenza ed interventi sociali; Attività in favore della terza età; Centri anziani; Sport e promozione delle attività sportive e ricreative; Impianti sportivi territoriali; Raccordi con le associazioni ed enti di promozione; Tempo libero; Volontariato sociale; Politiche per l'immigrazione Politiche ed istituzioni culturali; Edilizia monumentale; Pubblica istruzione; Formazione professionale; Orientamento scolastico; Attività integrative e parascolastiche; Nuove tipologie socioeducative; Politiche per l'infanzia e l'adolescenza; Pari opportunità; Progetto Ferrara Città per la Pace; Politiche giovanili Responsabile Tommaso Cristofori Responsabile Fabio Monaldi Responsabile Teresa Matarazzo Responsabile Giovanna Marchianò Vice Responsabile Vito Guzzinati Vice Responsabile Renzo Guerrini Vice Responsabile Valerio Vicentini Vice Responsabile Paolo Bertelli Alessandro Bighi Elisa Corridoni Andrea Ferrari Gabriella Garda Luisella Guarnieri Renzo Guerrini Amedeo Guzzinati Giovanna Marchianò Michele Pastore Riccardo Taroni Paolo Bertelli Andrea Ferrari Gabriella Garda Luisella Guarnieri Renzo Guerrini Amedeo Guzzinati Giovanna Marchianò Leonardo Rosa Riccardo Taroni Valerio Vicentini Alessandro Bighi Elisa Corridoni Andrea Ferrari Luisella Guarnieri Renzo Guerrini Leonardo Rosa Elisa Corridoni Andrea Ferrari Leonardo Fiorentini Renzo Guerrini Giovanna Marchianò Paolo Marcolini Anna Masotti Leonardo Rosa Valerio Vicentini (Fonte: Circoscrizione Centro Cittadino. Dati aggiornati al 30 settembre 2008) 15

16 NUMERO DEI CONSIGLI E DELLE COMMISSIONI DI LAVORO Sedute Consiglio Sedute Commissioni Totale (Fonte: Circoscrizione Centro Cittadino. Dati aggiornati al 30 settembre 2008) PRESENZE CONSIGLIERI Tot. Tot. Paolo Bertelli // // // // Alessandro Bighi Elisa Corridoni Tommaso Cristofori Andrea Ferrari Leonardo Fiorentini Gabriella Garda Luisella Guarnieri // // Renzo Guerrini // // // // // // Amedeo Guzzinati Vito Guzzinati Giovanna Marchianò Paolo Marcolini Anna Masotti Teresa Matarazzo Fabio Monaldi Michele Pastore // // // // Leonardo Rosa Riccardo Taroni Valerio Vicentini (Fonte: Circoscrizione Centro Cittadino. Dati aggiornati al 30 settembre 2008) Commissioni Consigli 16

17 Bilancio di Mandato 2004/2009 CONSUNTIVO DI SPESA CONSIGLIO, COMMISSIONI DI LAVORO E PRESIDENTE DELLA CIRCOSCRIZIONE Consiglio Commissioni Presidente * Totale , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,29 Totale , , , ,99 (Fonte: Circoscrizione Centro Cittadino) * Dato aggiornato al 31dicembre Dal 2006 l indennità di funzione del Presidente e i gettoni corrisposti ai Consiglieri per il Consiglio e le Commissioni, sono diminuiti del 10% a seguito di quanto stabilito dalla Legge Finanziaria , , , , , ,00 0, , , , , ,29 17

18 18

19 Bilancio di Mandato 2004/2009 LA CIIRCOSSCRIIZIIONE CENTRO CIITTADIINO via Capo delle Volte, 4/d Ferrara tel fax orario di apertura al pubblico: dal lunedi al venerdi dalle 8:30 alle 12:30 giovedì dalle 8:30 alle 16:30 (orario continuato) LE ATTIVITÀ Da sempre la Circoscrizione Centro Cittadino si occupa di attività quali: promuovere e realizzare attività culturali, sportive, ricreative e turistiche, anche in collaborazione con associazioni ed enti territoriali, sostenere le scuole per la realizzazione di iniziative e favorire il loro collegamento e integrazione con il territorio, tutelare le aree verdi, migliorare la vivibilità del territorio, gestire i beni mobili ed immobili di rispettiva assegnazione. inoltre SEGRETERIA ADEMPIMENTI Gestione di tutte le procedure (Consigli, Commissioni, SUPPORTO ATTIVITÀ progetti, iniziative, etc ), inerenti l attività istituzionale del ORGANI CIRCOSCRIZIONALI Consiglio e del Presidente della Circoscrizione. Gestione delle procedure necessarie per l utilizzazione dei FONDI CIRCOSCRIZIONALI fondi assegnati alla Circoscrizione. Eventuale ISEE, ricevimento domanda ed allegati, TARIFFA D IGIENE produzione stato di famiglia, trasmissione pratica al Servizio AMBIENTALE Abitazioni. PROTOCOLLO DECENTRATO Protocollazione pratiche. ANAGRAFE APR/4 (CAMBI DI RESIDENZA) AUTENTICHE COPIE, SOTTOSCRIZIONI, LEGALIZZAZIONI FOTO CAMBI DI ABITAZIONE ADEMPIMENTI Gestione delle richieste di cambio di residenza di cittadini provenienti da altri Comuni o dall estero. Gestione dei procedimenti anagrafici di riferimento. Gestione delle richieste di cambio di residenza di cittadini all interno del Comune di Ferrara. 19

20 CARTE D IDENTITÀ CERTIFICATI DIMORA ABITUALE Rilascio Carte d Identità. Rilascio certificazioni anagrafiche. Gestione delle richieste di rinnovo della dimora abituale presentate da cittadini stranieri. SCUOLA ASILI NIDO E SCUOLE D INFANZIA ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILI BORSE DI STUDIO CONTRIBUTO LIBRI ISEE REFEZIONE SCOLASTICA TRASPORTO SCOLASTICO ADEMPIMENTI Ricezione domande (informazione, assistenza, protocollazione, controllo), eventuale ISEE, gestione pratica (esito, inserimento programma, determinazione retta). Gestione dei servizi di vigilanza scolastica, manutenzione aree verdi, ed altre piccole attività di interesse circoscrizionale attraverso convenzione con associazioni di volontariato. Ricezione domande (informazione, assistenza, controllo, protocollazione), eventuale ISEE, trasmissione Istituzione scolastica. Ricezione domande (informazione, assistenza, controllo, protocollazione), eventuale ISEE, trasmissione Istituzione scolastica. Assistenza e ricezione dichiarazioni ISEE. Rilascio attestazione ISEE. Ricezione domande (informazione, assistenza, protocollazione, controllo), eventuale ISEE, gestione pratica (esito, inserimento programma, determinazione retta). Ricezione domande (informazione, assistenza, protocollazione, controllo), eventuale ISEE, gestione pratica (esito, inserimento programma, determinazione retta). ALTRI SERVIZI Oltre alle attività sopra elencate, la Circoscrizione Centro Cittadino offre una serie di servizi rivolti sia ai cittadini che alla associazioni del territorio. Ecco i principali. ESPOSIZIONI AL CHIOSTRO DI SAN PAOLO L utilizzo del Chiostro di San Paolo per mostre, esposizioni, esibizioni artistiche e iniziative socio-culturali è gratuito. Le richieste di utilizzo del Chiostro di San Paolo, sia individuali che collettive, devono pervenire alla Circoscrizione entro il 31 dicembre dell anno solare precedente a quello a cui si riferiscono le richieste, compilando l apposito modulo disponibile presso gli uffici. Sarà poi cura della Circoscrizione predisporre il calendario annuale delle iniziative e/o esposizioni entro il 31 gennaio. In casi di particolare urgenza e rilevanza sociale, compatibilmente con la programmazione, il Consiglio può decidere di accogliere anche richieste pervenute al di fuori di tali termini. Il regolamento è disponibile anche on line all indirizzo 20

21 Bilancio di Mandato 2004/2009 UTILIZZO DELLA SALA FERRETTI La sala circoscrizionale Carlo Ferretti, sita in via Boccalone, 19 e con una capienza di 25 posti, può essere concessa in uso a titolo oneroso a tutti i soggetti che ne facciano richiesta scritta. La saletta può essere utilizzata esclusivamente per attività senza fini di lucro. Hanno diritto all utilizzo gratuito della saletta i Comitati di Gestione Scuole territoriali, le scuole pubbliche di ogni ordine e grado, le associazioni registrate senza scopo di lucro, i centri sociali, tutti i Settori, i Servizi e gli Uffici dell Amministrazione comunale che ne facciano richiesta ed i Gruppi consiliari del Consiglio di Circoscrizione. Ogni anno il Consiglio di Circoscrizione delibera l assegnazione annuale ai soggetti che ne hanno fatto richiesta; questa, in forma scritta, deve essere presentata entro il 30 novembre di ogni anno per l anno solare successivo, compilando il modulo disponibile presso gli uffici. Tale assegnazione annuale non dovrà impedire l utilizzo temporaneo della saletta. Nei giorni e negli orari rimasti disponibili dalla delibera di assegnazione annuale, la saletta è disponibile per eventuali richieste di utilizzo temporaneo della stessa. Il regolamento è on line all indirizzo LA SALA DI MUSICA DEL CONVENTO DI SAN PAOLO È in via di definizione l assegnazione dell antica sala di musica del Convento di San Paolo alla nostra Circoscrizione, affinché venga utilizzata sia per le nostre attività (consigli aperti e assemblee pubbliche), che per quelle promosse dalle associazioni del territorio. Si tratta della prima fase di un progetto più ampio di riutilizzo del complesso di San Paolo, che prevede, nei prossimi anni, anche lo spostamento degli uffici comunali attualmente in esso ubicati. La proposta della Circoscrizione, approvata dal Consiglio all unanimità, è quella di far diventare la struttura la Casa delle Associazioni, sfruttandone sia la centralità che l opportunità data dal prossimo restauro della sala del Refettorio, e quindi della possibile conversione di parte del complesso a Centro Congressuale. Essendo ancora in corso la procedura amministrativa, e non conoscendo di conseguenza la capienza autorizzata della sala, rimandiamo perciò al Regolamento, che verosimilmente riprenderà quello della sala Ferretti, e che, non appena approvato, pubblicheremo sulle nostre pagine web. SONIKA È un centro di partecipazione con una forte connotazione artistica. In effetti Sonika si compone di due ambienti: uno allestito con una sala prove insonorizzata e uno libero, disponibile per mostre, momenti di incontro, proiezioni ed ogni tipo di attività partecipata che richiami tematiche artistiche in senso ampio. Sonika è gestita da un operatore comunale (per 12 h settimanali), da docenti di 21

22 musica (per 12 h settimanali) e da un Comitato giovanile. Gli operatori di Sonika, oltre a gestire l'utilizzo della sala prove, si rapportano con i ragazzi e cercano di condividere con loro obiettivi e progettualità. Ad esempio sono stati organizzati laboratori teatrali, cicli di lungometraggi dedicati ai grandi concerti, progetti per la realizzazione di CD musicali, mostre artistiche e così via. Sonika collabora inoltre con tutte le manifestazioni musicali importanti del Comune di Ferrara (Buskers Festival, ROCKaFe, Ferrara Estate, On Stage, etc...). La struttura è aperta dal lunedì al venerdì dalle 14:00 alle 20:00. È inoltre prevista l apertura serale autogestita dal Comitato giovanile Sonika (fondato nel 2004) e aperture su progetto (ad esempio Il teatro degli angeli, esperienza teatrale con ragazzi diversamente abili). 22

23 Bilancio di Mandato 2004/2009 MONITORAGGIO DELLE PRINCIPALI ATTIVITÀ anagrafe scuola ATTIVITÀ Carte d Identità APR/4 1 e cambi d indirizzo DSAN 2 /ACS Certificati Autocertificazioni // 7 // ISEE Pratiche Informazioni Esenzione Tariffa d Igiene Ambientale // 7 31 Pratiche ACOSEA 6 (oggi Punto Hera) Informazioni // (Fonte: Circoscrizione Centro Cittadino. Dati aggiornati al 30 settembre 2008) 1 cambio di residenza 2 dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà 3 autentica copie e firme 4 certificati a terminale, certificati compilati a mano o a macchina, certificati anagrafici, legalizzazioni foto, passaggi di proprietà, rinnovo dimora abituale 5 informazioni dirette e/o telefoniche 6 dal 2008 questo servizio viene erogato esclusivamente presso l URP-Informacittà 7 dato non disponibile IL PERSONALE 31/12/ /12/ /12/ /12/ /12/2008 Capo Ufficio Impiegati Volontario Servizio Civile Tirocinanti * (Fonte: Circoscrizione Centro Cittadino) * Tirocinio formativo e di orientamento (progetto FIxO): il primo è stato avviato il 15 novembre 2008 ed il secondo il 29 dicembre

24 IL BILANCIO Ogni anno vengono assegnati alla Circoscrizione dei fondi che la stessa può gestire, secondo le priorità decise dal Consiglio. Al termine di ogni anno solare si provvede alla rendicontazione delle spese sostenute. Tale delibera viene votata in Consiglio e dopo l approvazione inviata al Comune per la pubblicazione. Vi sono due tipi di risorse che vengono gestite dalla Circoscrizione: ordinarie (che derivano dal Bilancio di previsione che viene annualmente approvato dall Amministrazione); straordinare (che fanno parte del Piano Triennale degli Investimenti e derivano da mutui od oneri edilizi). BILANCIO ORDINARIO I fondi del Bilancio ordinario vengono assegnati alla Circoscrizione per provvedere a spese relative alla gestione delle attività socialmente utili, interventi di manutenzione ordinaria, contributi ad enti associazioni e scuole, acquisti per lo svolgimento delle attività circoscrizionali, etc DESCRIZIONE MANUTENZIONI ORDINARIE DIVERSE - ACQUISTO BENI Queste risorse vengono utilizzate per l acquisto di materiale necessario alla manutenzione e all arredo urbano (ghiaia, materiale edile, reti per impianti sportivi, etc ) MANUTENZIONI ORDINARIE DIVERSE - FONDO A DISPOSIZIONE DELLE CIRCOSCRIZIONI Queste risorse vengono utilizzate per la posa in opera di cartelli e segnaletica orizzontale, per lavori di manutenzione alle strade, al verde pubblico o a fabbricati ed impianti sportivi. FONDO SPECIALE PER INIZIATIVE ED INTERVENTI VARI. Queste risorse vengono utilizzate per prestazioni di servizio necessarie alle iniziative della Circoscrizione (trasporti, organizzazione, manifestazioni, etc ). FONDO SPECIALE PER ACQUISTO BENI. Queste 1.549, , , , , , , , , , , , ,00 150, , , , , ,00 24

25 Bilancio di Mandato 2004/2009 risorse vengono utilizzate per l acquisto di materiale e beni necessari agli uffici e alle iniziative della Circoscrizione. ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILI. Queste risorse vengono utilizzate per il pagamento delle attività socialmente utili (servizio di pre e post scuola, apertura e manutenzione di alcune aree verdi circoscrizionali, etc ), svolte solitamente da associazioni del territorio. FONDI SPECIALI PER L ESERCIZIO DI FUNZIONI DELEGATE DALL AMMINISTRAZIONE COMUNALE AI CONSIGLI DI CIRCOSCRIZIONE. Queste risorse vengono utilizzate per i contributi che la Circoscrizione concede ad associazioni, scuole, etc per promuovere alcune loro iniziative , , , , , , , , , ,87 TOTALE ,83 46,738, , , ,78 (Fonte: Circoscrizione Centro Cittadino) Per quanto riguarda i fondi del Bilancio ordinario assegnati alla Circoscrizione Centro Cittadino, si può notare che nel corso di questo mandato vi è stato un decremento delle risorse economiche pari ad ,05 (- 24% circa). Il Consiglio ha così scelto di operare variazioni di bilancio in corso d anno, al fine di garantire comunque alcuni servizi ai cittadini ritenuti essenziali (pre e post scuola, manutenzione dei giardini scolastici) e sostenere il più possibile associazioni e scuole del territorio , , , , , , , , , ,00 0, , , , , ,78 25

26 BILANCIO STRAORDINARIO Il Bilancio straordinario che viene gestito annualmente dalla Circoscrizione Centro Cittadino è di ,33. Queste risorse vengono destinate alla realizzazione di interventi di opere pubbliche (strade, marciapiedi, illuminazione pubblica, recupero edifici, arredo urbano e parchi gioco, etc ). La destinazione di queste risorse viene decisa dal Consiglio circoscrizionale, attraverso una delibera di approvazione dei vari progetti. DESCRIZIONE INTERVENTI ALLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE (rifacimento, potenziamento e realizzazione di nuovi impianti). RIQUALIFICAZIONE DELLE AREE VERDI (interventi sul verde, acquisto giochi ed arredo urbano). INTERVENTI A FAVORE DELLA RIQUALIFICAZIONE URBANA (sistemazione di strade, piazze, sagrati, piste ciclabili e marciapiedi). ACQUISTO ARREDO URBANO (porta biciclette, panchine, fontanelle, cestini, etc ) INTERVENTI SU BENI MONUMENTALI 9.663, , , , , , , , , , , , , , , , ,00 TOTALE , , , ,34 (Fonte: Circoscrizione Centro Cittadino) 26

27 Bilancio di Mandato 2004/2009 IILL PROGETTO BANDIIERA LA VISION DEL CENTRO CITTADINO E LA SUA RIQUALIFICAZIONE In questi anni i criteri generali che ci hanno orientato nella gestione delle risorse che l Amministrazione centrale ci ha destinato, sono stati volti all accoglimento delle istanze provenienti da cittadini o associazioni (criticità, situazioni di degrado, etc ), o alla presa in carico di richieste destinate a migliorare la vivibilità e la sicurezza dei luoghi di incontro; il tutto senza mai perdere di vista una visione complessiva e di sviluppo armonico del centro cittadino, adeguando quindi anche i piccoli interventi di manutenzione e riqualificazione ad una vision a più lungo termine della nostra città, sulla quale il Consiglio ha più volte riflettuto, producendo tra l altro una serie di documenti - approvati spesso all unanimità - su temi cruciali quali la mobilità, la riqualificazione del centro o lo sviluppo urbanistico della nostra città (ad esempio sul Piano Strutturale Comunale). Naturalmente, considerato il budget disponibile (circa ,00 l anno), si sono dovute fare delle scelte, cercando di privilegiare i siti di maggiore interesse storicoculturale o le situazioni che necessitavano di interventi urgenti in termini di sicurezza, sia delle persone che dell ambiente. Va comunque ricordato che, oltre all impiego dei fondi di nostra competenza, di estrema rilevanza è, a nostro avviso, il lavoro di ascolto ed intermediazione compiuto fra i cittadini e gli uffici/assessorati competenti, per la miriade di problemi che comunque non potevano trovare soluzione in ambito circoscrizionale. Anche nella scelta degli investimenti, così come nelle scelte politiche, si è cercato, per quanto possibile, di diversificare gli interventi, che hanno quindi riguardato vari settori. LA TUTELA AMBIENTALE Gli interventi effettuati hanno riguardato principalmente: la riqualificazione delle aree verdi, anche attraverso nuove piantumazioni; la sistemazione di spazi erbosi pubblici e scolastici; l implementazione della raccolta differenziata in centro storico, attraverso la proposta dell introduzione dei bidoncini verdi per la raccolta di vicinato del vetro e dell estensione della raccolta porta a porta della carta, nonché il sostegno e la condivisione del posizionamento di nuovi cassonetti per la raccolta della plastica da parte di HERA e l indicazione delle priorità per quanto riguarda l installazione di nuove campane interrate per la raccolta differenziata; l esame di ogni richiesta d installazione di antenne per la telefonia cellulare e presentazione per ognuna di queste di specifiche osservazioni in sede di procedimento amministrativo (quest ultima è una novità voluta e introdotta in questo mandato proprio dalla Circoscrizione Centro Cittadino). Si è inoltre lavorato, soprattutto sul piano politico, affinchè il Consiglio comunale approvasse il nuovo Regolamento sulle installazioni delle antenne di telefonia cellulare, con il quale si è finalmente messo ordine ad una situazione profondamente caotica. 27

28 LA MOBILITÀ URBANA In linea con quanto discusso e approvato all unanimità dal Consiglio su questo tema, sono stati realizzati: interventi infrastrutturali su marciapiedi e piste ciclabili; nuovi spazi per la sosta di biciclette (oltre 400 nuovi posti cicli in centro storico) e motocicli (50 nuovi posti realizzati dalla Circoscrizione). LA SICUREZZA E L IGIENE URBANA In questo ambito sono stati realizzati: puntuali interventi di sistemazione della pubblica illuminazione; progettazione e realizzazione di percorsi sicuri casa-scuola; interventi di pulizia delle strade e dei parchi cittadini da parte di HERA, dietro nostra sollecitazione; piccole sistemazioni di spazi privati di uso pubblico, realizzate anche grazie alla collaborazione dei residenti. ARTE E CULTURA Molti degli interventi effettuati (vedi Aree di Rendicontazione pag. 35 e seguenti) hanno contribuito alla salvaguardia del nostro patrimonio storico ed artistico; in questi anni poi sono state promosse numerose attività culturali sia negli spazi propri della Circoscrizione che in molti importanti contenitori (le piazze della città, il Giardino delle Duchesse). ARREDO URBANO Relativamente a questo ambito abbiamo costantemente collaborato e discusso con le aziende partecipate dal Comune, per cercare di trovare soluzione alle richieste che in questi anni i cittadini ci hanno presentato. Gli interventi realizzati sono stati: installazione di cestini, panchine, giochi per i bimbi, nuove fontanelle in svariati punti di sosta della città su strade, piazze ed aree verdi (fra queste parco Pareschi e parco Massari); in collaborazione con FerraraTUA e la Facoltà di Architettura, inoltre, si è provveduto ad installare il nuovo sistema di segnaletica turistica pedonale. RIQUALIFICAZIONE AREA ANTISTANTE IL MONASTERO DI S. ANTONIO IN POLESINE Attraverso la realizzazione di questo intervento, proposto e finanziato interamente dalla Circoscrizione ( ,00), si è inteso contribuire affinché l area scoperta in fondo a via Gambone, e antistante il famoso cortile del ciliegio, venisse destinata ad un utilizzo più adeguato e decoroso. Primo monastero femminile nella città estense, il complesso di S. Antonio fu creato per accogliere Beatrice d Este, figlia del marchese Azzo VII Novello d Este e le giovani che intendevano seguire la regola benedettina. Il marchese 28

29 Bilancio di Mandato 2004/2009 acquistò gli edifici nel 1257 e l anno seguente il complesso venne occupato dalle monache benedettine, che ancora oggi tengono viva la comunità di clausura devota alla Beata Beatrice. L atmosfera di misticismo e silenzio che circondano S. Antonio in Polesine colpisce chiunque si trovi a visitare questo luogo, patrimonio culturale dei ferraresi ed importante meta turistica. Prima dell intervento l area risultava fortemente compromessa a causa dell uso improprio a parcheggio, dei frequenti allagamenti, nonché dell abbandono di rifiuti nelle aiuole. I lavori, coordinati dal Settore Lavori Pubblici del Comune di Ferrara, di concerto con la locale Soprintendenza e con la compartecipazione di HERA per i sottoservizi e di AMSEFC per il verde, hanno riguardato: il rifacimento del tratto di fognatura sino alla pubblica strada; il rifacimento del nuovo selciato con ciottoli e cotto; la sistemazione del manto erboso, con la delimitazione dell area verde con cordoli in pietra e paracarri; il ripristino dell impianto di illuminazione; interventi di manutenzione straordinaria alle essenze arboree presenti, con un risultato molto apprezzato dai visitatori e dai residenti. NUOVO MARCIAPIEDE IN VIA FOSSATO DI MORTARA E IN VIA CARLO MAYR L intervento, proposto e finanziato interamente dalla Circoscrizione ( ), è stato coordinato dal Settore Lavori Pubblici in accordo con il Servizio Mobilità del Comune di Ferrara: esso ha riguardato la realizzazione del marciapiede (prima inesistente) sul lato nord della via. La via Fossato di Mortara collega via Rampari di S. Rocco con via Mortara: come risaputo, questa zona è molto frequentata oltre che dai residenti, anche da studenti e cittadini che si recano presso le importanti strutture ricettive insistenti su questa strada: università, biblioteca, ospedale, camera mortuaria, AMSEFC. In particolare, oltre ai disagi dei residenti, quasi impossibilitati ad uscire dalle proprie abitazioni a causa delle auto parcheggiate in aderenza all uscio delle porte, vi era un serio problema di collegamento pedonale fra le strutture universitarie all interno del Sant Anna, e quelle poste a nord della via, in particolare la nuova biblioteca scientifica di Santa Maria delle Grazie. Nella circostanza si è provveduto a riorganizzare la segnaletica, gli spazi per la sosta delle autovetture, le aree di carico e scarico merci, gli attraversamenti pedonali, i posteggi per le biciclette; attraverso la realizzazione di questo intervento si è data continuità ad un percorso protetto, tra la nuova pista ciclo-pedonale realizzata in via Rampari di S. Rocco e la via Mortara. INTERVENTI DI ARREDO URBANO Lo sforzo per migliorare la qualità dell arredo urbano è stato uno degli obiettivi che ha orientato alcune scelte compiute nel corso di questo mandato. Ogni anno, con l ausilio dei tecnici comunali dell Ufficio Progettazione, sono stati predisposti specifici progetti per riqualificare, sostituire o implementare la dotazione degli arredi: questi hanno interessato sia le scuole che varie zone della città. Sono stati 29

30 infatti acquistati e collocati nuovi cestini getta carte, panchine, fontanelle, giochi per i bambini e numerosi porta biciclette. In particolare, per quanto riguarda questi ultimi, nel 2007 è stato realizzato uno specifico progetto denominato Piano Parcheggi Biciclette, che ha comportato la posa di oltre 400 nuovi posti bici nell area del centro storico. Con questo progetto abbiamo concorso al bando indetto dall AMI, nell ambito della settimana della mobilità, aggiudicandoci il loro contributo come migliore iniziativa per la mobilità inter-modale. Un altro progetto fortemente sentito e voluto, segnalato tra l altro durante gli incontri di definizione dei PPQ, è stato la nuova segnaletica turistica pedonale del centro storico. Questo è stato realizzato anche grazie alla collaborazione con FerraraTUA e Facoltà di Archiettura. I precedenti cartelli indicatori risalivano infatti agli anni 70/ 80 e, oltre a non essere più attuali ed esaustivi, risultavano fortemente deteriorati, numericamente inadeguati e spesso contraddittori anche in relazione alle nuove ZTL, ai cambi di sensi di marcia etc. Le nuove plance collocate in tutta l area del centro storico (92 tabelle, 15 plance di orientamento, 13 plance generali con la mappa della città, 13 plance tematiche) offrono al turista l individuazione dei luoghi di maggiore interesse legati tra loro da diversi circuiti tematici. I messaggi contenuti sui segnali o sulle plance, sono sia in italiano che in inglese. La tipologia del manufatto è stata volutamente progettata per consentire un facile aggiornamento dei testi con interventi di modesto onere. INTERVENTI PER LA MOBILITÀ SOSTENIBILE Nel 2007 abbiamo finanziato la realizzazione del nuovo percorso ciclo-pedonale su v.le Alfonso d Este, da via Cisterna del Follo a via Coperta (nei prossimi mesi verrà completato con il tratto mancante fino alla prospettiva di via XX Settembre). Questo intervento è stato realizzato in linea con quanto proposto dagli studenti della Scuola Media Dante Alighieri ed Elementare Paritaria Sacro Cuore, coinvolte nel corso del 2005 in un progetto di percorsi sicuri casa-scuola, ideato in collaborazione con l associazione Il corpo va in città e l ufficio Città Bambina del Comune di Ferrara. Con questo intervento si è potuto riordinare e proteggere un lembo di verde aggredito dalle automobili, e garantire un percorso sicuro e protetto per i bambini ed i ragazzi che dalle fermate degli autobus scolastici di v.le Alfonso d Este si recano negli istituti scolastici. Inoltre si è reso possibile ipotizzare una futura zona di 30

31 Bilancio di Mandato 2004/2009 parcheggio di cortesia, nell area dei Bagni Ducali, per le automobili dei genitori che accompagnano gli studenti. Va segnalato che il lavoro fatto con le scuole, oltre ad essere propedeutico per un nuovo assetto dell intero comparto intorno a via Camposabbionario e via Scandiana, ha anche ricevuto il premio speciale per la progettazione partecipata nell ambito del Premio IQU-Innovazione e Qualità Urbana (Rimini, Salone della Pubblica Amministrazione EuroPA2007). Anche nel vallo delle mura, tra il parcheggio Kennedy e l ex MOF, abbiamo completato il tratto mancante del tracciato ciclabile del sottomura, dotando il percorso anche dell impianto di pubblica illuminazione. Tutti i lavori naturalmente sono stati autorizzati e condivisi con la Soprintendenza e realizzati mediante l utilizzo di materiali e tipologie di intervento consone ai luoghi ed in sintonia con il progetto mura degli anni 90. INTERVENTI NELLE SCUOLE COMUNALI Durante il mandato abbiamo realizzato diversi interventi sulle scuole del territorio, volti soprattutto al recupero degli spazi ed al miglioramento delle aree verdi. Presso la Scuola G. Galilei, ad esempio, è stata completamente ricostruita la recinzione in muratura, e si è provveduto al rifacimento ed alla manutenzione dell area verde e dei giochi; presso la Scuola A. Costa, invece, è stato completamente recuperato il giardino, attraverso un percorso partecipato con ragazzi e insegnanti, e sono stati realizzati un piccolo anfiteatro per eventi all aperto, uno spazio per l orto ed un area adibita a prato per i giochi. Per la Scuola Guarini, inoltre, è stato finanziato, per il 2009 e in accordo con il Comune, il rifacimento del giardino, con particolare attenzione a quello della Scuola d Infanzia. 31

32 INTERVENTO RECUPERO AREA VIA BALUARDI ANGOLO VIA PORTA ROMANA Alcuni residenti della zona lamentavano da tempo lo stato di degrado della piazzetta sita all ingresso sud-est della città, tra via Baluardi e via Porta Romana, di proprietà del Comune. La Circoscrizione ha riqualificato la suddetta area, provvedendo al rifacimento dell intera pavimentazione, alla posa a dimora di una pianta di Ciliegio Giapponese, ed alla creazione di un area di carico e scarico posta a servizio delle attività commerciali della zona. UN NUOVO PARCO PER I CITTADINI IN VIA BORSARI (CASA DELLE VEDOVE) La Circoscrizione ha finanziato la sistemazione del giardino della Casa delle Vedove in via Mortara, ritornata dopo i lavori di restauro sede di un alloggio studentesco, al fine di dare all area verde risistemata anche una funzione di uso pubblico. L ex Casa delle Vedove è un immobile di origine quattrocentesca costituito da un interessante impianto di tipo seriale, uno dei primi concepiti a Ferrara, che ha subito, nel corso dei secoli, parecchi interventi di restauro, l ultimo dei quali, finanziato in parte dalla Regione. La sua destinazione è sempre stata quella di ricovero di persone povere, anche nel corso del Novecento, fino al restauro del 1978 che ha trasformato le unità abitative in alloggi per studenti. Questa funzione è ancora oggi attuale, anche se per alcuni anni gli appartamenti sono rimasti vuoti. Dopo il restauro si è deciso di intervenire sull area verde, di circa mq, anche per sperimentare la condivisione di uno spazio di servizio allo studentato con una nuova area giochi protetta e dedicata ai piccoli cittadini del quartiere sfruttando l accesso dalla laterale via Borsari.. L intervento che ha previsto, oltre alla sistemazione del verde e l acquisto dei giochi, anche l illuminazione ed un sistema di chiusura automatica per impedire l accesso notturno all area, sarà inaugurato nella primavera del

33 Bilancio di Mandato 2004/2009 LE ATTIVITÀ CULTURALI CHIOSTRO DI SAN PAOLO Ogni anno la Circoscrizione assegna gratuitamente ad artisti e associazioni lo spazio espositivo del Chiostro di San Paolo. Viene così definito un calendario ricco e variegato, che propone occasioni per conoscere e far conoscere artisti giovani e meno giovani, ma anche per promuovere le attività di associazioni e gruppi. Oltre ai consueti appuntamenti con le mostre del Fotoclub Ferrara, del Mercatino della Fantasia pre natalizio, o con le attività ludicomusicali della Busker s House estiva, in questi anni si sono aggiunti alcuni eventi molto interessanti, fra i quali citiamo i concerti estivi di musica classica del Circolo Frescobaldi, FerraraLibri, una tre giorni a contatto con l editoria ferrarese e gli autori locali e, novità dell ultimo anno, la mostra in occasione del Festival Internazionale, appuntamento che sarà ripreso già il prossimo anno. Oltre a tutto ciò sono da segnalare gli eventi in occasione della Notte Bianca, compreso il seguitissimo appuntamento notturno a Simpson&Ciambelle, l importante mostra sul Ruanda e, anche se organizzata presso la Casa di Stella dell Assassino, la mostra Un Muro non basta sulla costruzione del Muro fra Israele e la Cisgiordania. NIGHT&BLUES Night&Blues nasce nella scorsa legislatura, nell'estate del 2003 su idea del Rione Santo Spirito insieme alla Commissione Cultura della Circoscrizione. Il progetto si basa sull'esigenza di coinvolgere tanta più gente possibile in uno spazio, il bellissimo Chiostro di Santa Maria della Consolazione in via Mortara, non molto conosciuto e poco frequentato dai Ferraresi. Gli eventi musicali di ottimo livello succedutesi in questi anni, hanno spaziato dal jazz, al blues, dall'avanguardia alla musica etnica fino al pop più sofisticato. Le serate che si tengono fra luglio ed agosto sono passate dalle due della prima edizione del 2003 alle sette dell ultimo anno, con un crescendo continuo di interesse e con punte di presenze di pubblico che hanno spesso toccato le 500 presenze a sera. Le esibizioni hanno visto coinvolti un gran numero di musicisti, ferraresi e non, ma anche musicisti statunitensi e brasiliani. Il recente accordo con il Conservatorio ed il Circolo del Jazz ha saldato un forte legame con altre realtà che operano quotidianamente sul territorio, oltre ad avere ulteriormente elevato il livello di una manifestazione che è ormai da considerarsi fra gli eventi più interessanti dell'estate ferrarese. Da 33

34 sottolineare inoltre la cura con cui gli esponenti del Rione Santo Spirito allestiscono una scenografia molto suggestiva che contribuisce anch'essa al successo degli eventi. FAVOLE SOTTO GLI ALBERI La rassegna di teatro per ragazzi organizzata dalla Circoscrizione Centro cittadino e dall associazione Il Baule Volante ha animato, per quattro anni, le sere d estate di piccoli e grandi. Iniziata nel 2005, la rassegna è progressivamente cresciuta, trovando nell ultima edizione una collocazione naturale nello splendido Giardino delle Duchesse. L iniziativa ha riscosso grande successo sia per la qualità degli spettacoli proposti ad un pubblico di piccoli e piccolissimi, che diversamente riesce difficilmente ad essere raggiunto da altre attività culturali dell estate ferrarese, sia per l affluenza di pubblico, sempre in crescendo. Ciò ha permesso di collocare saldamente la rassegna di Teatro Ragazzi come uno dei punti forti del calendario di Estate a Ferrara anche nei prossimi anni. LE ALTRE ATTIVITÀ Nonostante la dimunizione delle risorse economiche a nostra disposizione, sono stati mantenuti gli appuntamenti tradizionali realizzati in stretta collaborazione con le associazioni del territorio, come la Befana in Piazza, organizzata dalla Contrada di San Paolo. Contestualmente sono state avviate nuove attività ed appuntamenti, tra cui il Carnevale dei bambini della Scuola Alda Costa, Darsena Rock (sempre organizzata dalla Contrada di San Paolo) e gli spettacoli estivi della Contrada di Santa Maria della Consolazione. 34

35 Bilancio di Mandato 2004/2009 AREE DII RENDIICONTAZIIONE MANUTENZIONE E VERDE PUBBLICO Dal Programma di Mandato: Definire un programma che garantisca rapidità e qualità nella manutanzione di strade, marciapiedi, impianti di illuminazione, verde pubblico, arredi urbani e segnaletica, specificando la fonte del finanziamento: mezzi propri della Circoscrizione o Amministrazione comunale. Innanzitutto si è operata una ricognizione dei lavori ancora non realizzati dalle precedenti legislature, consentendo un recupero del pregresso (ad esempio il restauro parziale della Tomba del Boldini, la riqualificazione di via del Mercato, la sistemazione di via Belriguardo e via Paradiso, la sistemazione del verde nell area del Montagnone), per ripartire con una programmazione degli interventi di piccola manutenzione e riqualificazione. Fra le piccole manutenzioni ci preme segnalare un paio di interventi di particolare interesse per la città e per la nostra memoria collettiva: l installazione di una copia donata dall artista ferrarese Alfredo Filippini della statua San Giovanni Battista in via Cortevecchia angolo via Boccaleone ( 6.000, 00 fondi ordinari 2005); la pulitura ed il restauro della Tomba de Pisis presso la Certosa ( 5.400,00 fondi ordinari 2006). Inoltre 2005 marciapiede e baluetti in c.so Isonzo (intervento parzialmente realizzato a causa di concomitanti lavori in zona ,00); la pista ciclabile nel sottomura tra p.le Kennedy e l ex MOF: sistemazione del verde, arredo urbano, completamento ciclabile e completamento illuminazione opere elettriche ( ,00) marciapiedi in via Fossato di Mortara (proposta di intervento emerso durante gli incontri propedeutici alla definizione dei PPQ ,00) la pista ciclabile ed il marciapiede in v.le Alfonso d'este - lato opposto alle mura - (da via Cisterna del Follo sino a via Coperta) e piazzetta angolo via Porta Romana - via dei Baluardi (primo stralcio dell intervento realizzato nell ambito dei percorsi sicuri casa-scuola ,00, secondo stralcio finanziato nel 2009) illuminazione di via della Ghiara (in attesa dell appalto ,00). 35

36 2009 la pista ciclabile ed il marciapiede v.le Alfonso d'este lato opposto alle mura (da via Coperta sino alla prospettiva di via XX settembre) - intervento da realizzare ,00; via Carlo Mayr: nuova segnaletica e riorganizzazione della mobilità e della sosta definita in accordo con residenti e commercianti (in corso di progettazione, finanziata dalla Circoscrizione con 8.000,00); Inoltre, nel corso della legislatura, l Amministrazione comunale in accordo con la Circoscrizione, ha provveduto alla manutenzione delle seguenti strade e marciapiedi: via Terranuova; v.le Alfonso d Este; via Giuoco del Pallone; c.so Isonzo; via Cavedone; via Carri; via Porta d Amore; via del Podestà; via Boccaleone; marciapiedi da via del Podestà a p.tta Schiatti; via del Gregorio; via Mortara; via dei Romei; via Rampari di San Rocco; p.le M. D Oro; via Porta Romana; via Fossato di Mortara; via Paradiso. Dal Programma di Mandato:...Assicurare la cura e l arricchimento del verde pubblico e privato nel territorio della nostra Circoscrizione in collaborazione con le associazioni ambientaliste.... Rifacimento cortile Scuola d Infanzia G. Galilei (intervento realizzato in diversi anni 4.000,00); ripiantumazione lecci Santa Maria della Consolazione ( 3.500,00 fondi ordinari 2008); angolo verde fronte Facoltà di Lettere in via Savonarola ( 1.000,00 fondi ordinari 2008) ristrutturazione partecipata del cortile interno della Scuola Elementare A. Costa (intervento realizzato in collaborazione con l ufficio Città Bambina del Comune di Ferrara ,00); 36

37 Bilancio di Mandato 2004/2009 riqualificazione aree verdi ed arredo urbano via Piangipane e via Ripagrande (intervento sospeso in attesa del progetto complessivo di riqualificazione delle piazzette di via Ripagrande ,34 - Programma Speciale d Area -) area verde di Casa delle Vedove (inaugurazione prevista nei primi mesi del ,34) interventi diversi di ripiantumazione nel centro storico (in corso di progettazione ,00); rifacimento del cortile della Scuola Guarini ,00 (in corso di progettazione - ulteriore contributo di ,00 previsto dal Comune). Dal Programma di Mandato:...Ricognizione degli spazi urbanistici in stato di abbandono, non utilizzati o sotto-utilizzati, per promuoverne il riutilizzo, con maggiore attenzione al recupero di spazi sociali e culturali.... Oltre al consueto lavoro di manutenzione e riqualificazione degli spazi urbani e di alcune aree verdi cittadine, si sono promosse attività per ravvivare e riutilizzare alcune di queste: ricordiamo, ad esempio, le attività realizzate in collaborazione con alcuni uffici comunali e le associazioni presso il Giardino delle Duchesse, in p.zza della Repubblica, al parchetto di Girolamo da Carpi, presso la Darsena e a Santa Maria della Consolazione. Oltre a questo si è provveduto a finanziare alcuni interventi di riqualificazione con i fondi circoscrizionali, fra cui ci preme segnalare: 2006 riqualificazione del cortile antistante il Monastero Sant Antonio in Polesine (intervento emerso durante gli incontri propedeutici alla definizione dei PPQ ,00) illuminazione delle aree verdi di via Girolamo da Carpi, via Camposabbionario e via Coperta (in attesa delle autorizzazioni per l appalto ,00) illuminazione e sistemazione delle aree verdi di via Saffi: (intervento in corso di realizzazione ,00); ex Chiesa di Sant'Andrea - sistemazione della staccionata, dell area verde e del piazzale su via Camposabbionario (in attesa delle autorizzazioni per l appalto ,00, di cui ,00 derivano da ribassi d asta di precedenti interventi della Circoscrizione) riqualificazione del sagrato della Chiesa della Madonnina (in corso di progettazione ,00). 37

38 MOBILITÀ All inizio della legislatura è stato predisposto un documento, approvato all unanimità dal Consiglio, circa le politiche da realizzare nell ambito della mobilità, così detta dolce ; in questo sono contenuti gli indirizzi che hanno successivamente orientato le scelte fatte dalla nostra Circoscrizione in questo ambito, sia dal punto di vista degli interventi strutturali e di arredo che per quanto riguarda i pareri come quelli sul Piano Strutturale Comunale o sul Piano Urbano della Mobilità. Dal Programma di Mandato:...Riorganizzare e potenziare il servizio del trasporto pubblico, con riferimento agli attuali percorsi degli autobus nel centro storico, alla tipologia dei mezzi impiegati e agli orari di percorrenza.... La Circoscrizione ha fortemente sostenuto la riorganizzazione del Trasporto Pubblico Locale, organizzando diversi incontri con l Assessorato alla Mobilità del Comune di Ferrara e l Agenzia della Mobilità: nonostante le scarse risorse disponibili (ovvero a parità di chilometri finanziati dalla Regione), si è registrato un aumento delle frequenze nei passaggi degli autobus e, a regime, dei biglietti venduti. L ACFT ha inoltre continuato a perseguire la politica di acquisto di mezzi meno inquinanti e avviato, prima in Italia, la sperimentazione dei filtri antiparticolato brevettati dalla nostra università. Mentre l Amministrazione ha provveduto alla sostituzione di gran parte delle pensiline delle fermate, la Circoscrizione ne ha curato i dettagli, comead esempio la collocazione di cestini e portabici in prossimità delle stesse. Dal Programma di Mandato:...Definire la riorganizzazione nelle aree pedonali e nella ZTL, anche in una sua ottica di estensione, delle aree adibite a carico e scarico commerciali e per residenti, circolazione mezzi autorizzati e permanenza dei veicoli davanti ai negozi.... Con i progetti legati ai percorsi casa-scuola sicuri del comparto via Camposabbionario e via Borgo di Sotto, si stanno ponendo le basi per un eventuale estensione dell area ZTL all intera zona del Castrum medievale: ulteriori condizioni necessarie per realizzare il suddetto obiettivo sono; la realizzazione del parcheggio della caserma di via Cisterna del follo, la diminuzione della presenza di auto private dirette ai servizi ospedalieri ora ubicati al Sant Anna. Inoltre, si sono realizzate aree di carico e scarico ed è stata regolamentata la sosta in alcune strade e piazze del centro (p.tta Colomba, p.tta Corelli, via del Mercato, via Centoversuri, via Fossato di Mortara). 38

39 Bilancio di Mandato 2004/2009 Dal Programma di Mandato:...Aumentare i sostegni economici per l abbattimento delle barriere architettoniche, iniziando dalle aree comunali (compresi parchi e vie) per continuare con agevolazioni agli esercenti che attuano queste iniziative.... Tutti gli interventi realizzati in questi anni dalla nostra Circoscrizione hanno costantemente tenuto conto dell abbattimento delle barriere architettoniche, precedendo nella pratica anche la neonata Commissione Tecnica Accessibilità. Sì è inoltre provveduto nel corso del 2007 alla realizzazione di un progetto di riqualificazione della galleria che collega via Garibaldi a via Borgoricco, sperimentando la collaborazione con il condominio proprietario dell area, in uso pubblico. L accordo prevedeva l impegno della Circoscrizione ad eliminare le barriere architettoniche, sistemare la pavimentazione e l arredo urbano, rinnovare l impianto d illuminazione collegandolo alla rete pubblica. Mentre il condominio si era impegnato a ritinteggiare i muri, eliminare vecchi impianti, rendere più gradevoli le vetrine che si affacciano sulla galleria. Purtroppo, allo stato attuale, mentre la Circoscrizione ha ottemperato a tutti gli impegni presi, il condominio non ha fatto altrettanto. Ma siamo fiduciosi che presto verranno rispettati gli impegni assunti. Nonostante questo sono state comunque avviate ulteriori iniziative che potrebbero concretizzarsi già nei primi mesi del Dal Programma di Mandato:...Aumentare la dotazione di porta biciclette belli e funzionali, e prevedere spazi da adibire al parcheggio di motocicli per residenti.... La Circoscrizione, nel corso della legislatura, fra sostituzioni e nuove installazioni, ha acquistato e fatto posizionare numerosissimi porta biciclette, portando a 600 i posti disponibili complessivi. In particolare nel 2007 è stato realizzato un Piano generale di rilevazione dei bisogni, anche a seguito di quanto emerso negli incontri propedeutici alla definizione dei PPQ, che ha portato alla realizzazione di 400 posti nel solo centro storico ( ,00) che è poi proseguito negli anni successivi con altri acquisti e collocazioni. 39

40 ATTIVITÀ PRODUTTIVE Dal Programma di Mandato: Promuovere l omogeneità degli interventi di sistemazione e di arredo lungo le strade e nelle piazze, per evitare il proliferare di scenografie troppo diverse e non adeguate all aspetto della città.... Nell esprimere pareri sulle numerose richieste di occupazione di spazi pubblici, si è insistito sull opportunità di installare strutture poco invasive e facilmente rimovibili, richiedendo nello stesso tempo all Amministrazione l individuazione precisa delle tipologie e dei materiali eventualmente utilizzabili a questo scopo. Inoltre, come più volte sottolineato, la Circoscrizione si è impegnata per migliorare/armonizzare l arredo urbano, proprio a partire dalle piazze centrali, con un piano avviato nel 2005 di complessiva implementazione. Dal Programma di Mandato:...Avviare politiche di sostegno, incentivazione, riduzione o agevolazione per i commercianti che fanno propria la proposta di rispetto del decoro urbano (insegne, settori merceologici, etc...).... La Circoscrizione ha condiviso la scelta del Comune di vincolare una serie di vetrine storiche, chiedendo al contempo di attivare una linea di sostegno anche economico, per favorire la riqualificazione e sostenere l attività di questi esercizi: al momento, nostro malgrado, l iniziativa non è stata ancora finanziata. Dal Programma di Mandato:...Avviare campagne tra i commercianti per sostenere alcune categorie, in collaborazione con l Amministrazione comunale: ad esempio, proponendo sconti per anziani, oppure promuovendo un paniere con prodotti di largo consumo (uova, latte, burro, pane, etc...) a prezzi accessibili; l esercente che riconosce questo servizio, potrà usufruire di agevolazioni su tasse o tariffe comunali.... Nell ambito del Progetto Giuseppina promosso dall Amministrazione comunale in collaborazione con le Circoscrizioni, sono stati attivati alcuni interessanti servizi rivolti alla popolazione anziana: fra questi ricordiamo la consegna della spesa a casa, alla quale hanno aderito pochi esercizi commerciali ma ancor meno cittadini. Ritengo che in futuro questa particolare attività debba essere rimodulata per rispondere meglio ai reali bisogni dei nostri cittadini anziani. 40

41 Bilancio di Mandato 2004/2009 CITTADINANZA A TEMPO PIENO Dal Programma di Mandato:...Incentivare la cultura della cittadinanza responsabile: i cittadini sono i custodi ed i tutori della città.... Nel corso del 2006 l Amministrazione ha avviato un processo partecipativo insieme alle Circoscrizioni, che ha portato alla definizione dei Programmi Partecipati di Quartiere. Al di là dell effettiva partecipazione dei cittadini e della difficoltà da parte dell Amministrazione a rispondere prontamente alle istanze presentate, si sono raccolte una serie di importanti indicazioni, già realizzate in buona parte (consultare la scheda Azioni e Priorità a pag. 53), che rappresentano comunque la grande vitalità presente nella nostra comunità e la voglia di collaborare alla vita cittadina. Dal Programma di Mandato:...Incentivare nel centro storico e nelle aree verdi comportamenti per promuovere l utilizzo dei cestini, posacenere e cestini per la raccolta differenziata.... Oltre ai numerosi interventi sull arredo urbano del centro storico, sono state avviate in collaborazione con HERA, alcune interessanti sperimentazioni e/o nuovi servizi: tra questi ricordiamo le compostiere donate alle scuole del quartiere e a tutti i residenti che possiedono un giardino e i nuovi bidoncini e cassonetti (presto anche interrati) per la raccolta differenziata di vetro e plastica. Si è inoltre avviata da pochi mesi la raccolta porta a porta della carta, che ha dato sinora ottimi e incoraggianti risultati. Dal Programma di Mandato:...Sostenere ed ampliare l esperienza dei condomini sostenibili, mirata a diffondere nelle famiglie la consapevolezza che anche i comportamenti quotidiani hanno riscontri oggettivi sulla qualità dell ambiente.... A causa della scarsa presenza di grandi condomini nel centro storico, si è preferito attivare iniziative volte soprattutto alla sensibilizzazione, tramite la diffusione di materiali informativi sia presso uffici circoscrizionali che durante le iniziative pubbliche con i cittadini. Dal Programma di Mandato:...Trovare luoghi, ambiti e modalità atti a facilitare lo scambio di esperienze tra studenti universitari, sempre più numerosi in città, e i cittadini residenti.... Sono stati individuati due interventi progettuali, che potranno essere compiutamente realizzati nella prossima legislatura: il primo è quello chiamato Abitare Insieme, che 41

42 punta alla condivisione degli spazi abitativi fra residenti anziani soli e studenti universitari. Il secondo è invece legato alla gestione del parco della Casa delle Vedove, che nella vision della Circoscrizione dovrà essere luogo di incontro virtuoso fra gli studenti che lì risiedono e i cittadini fruitori dell area. 42

43 Bilancio di Mandato 2004/2009 CULTURA Dal Programma di Mandato:...Salvaguardare i contenitori culturali esistenti.... Non ci siamo semplicemente limitati alla salvaguardia dei contenitori esistenti: gli spazi propri della Circoscrizione, in particolare i Chiostri di San Paolo e Santa Maria della Consolazione, hanno certamente giovato di un arricchimento della programmazione, con mostre ed eventi di livello internazionale; ma abbiamo anche individuato nuovi spazi, uno fra tutti il Giardino delle Duchesse. Dal Programma di Mandato:...Sostenere formule di autogestione e di aggregazione giovanile ed universitaria.... La Circoscrizione ha condiviso la nuova formula di autogestione di Sonika, la sala prove insonorizzata (vedi pag. 21), che permette tutti i giorni a decine di ragazzi ed ai loro gruppi musicali, di provare liberamente, provvedendo anche alla mediazione con il vicinato. Inoltre, presso il Chiostro di San Paolo ed il Giardino delle Duchesse sono state ospitate numerose mostre e rassegne di giovani artisti. Dal Programma di Mandato:...Impegno a coordinarsi nella programmazione delle attività culturali con l Amministrazione comunale e con le altre realtà operanti nel territorio.... A differenza della precedente legislatura, tutte le attività organizzate in questo ambito dalla nostra Circoscrizione, non solo quelle realizzate in estate, sono state coordinate con quelle dell Amministrazione comunale e delle associazioni del territorio, incidendo positivamente sull organizzazione e conseguentemente sui risultati. 43

44 SICUREZZA Dal Programma di Mandato:...Incentivare l esperienza dei vigili urbani di quartiere.... Nel corso della legislatura sono aumentate le risorse umane a disposizione del servizio e si è provveduto a livello centrale ad un coordinamento con le altre forze di polizia di vicinato. I contatti settimanali con i vigili di quartiere hanno poi permesso la risoluzione di molti piccoli problemi segnalati con tempestività ai servizi competenti. Dal Programma di Mandato:...Assicurare la collocazione di cartelli, così come previsto dalla normativa, che avvisino i cittadini della presenza di telecamere, anche a tutela del diritto alla privacy.... Si è sollecitata la collocazione in tutto il centro storico di cartelli atti a segnalare la presenza di telecamere. Inoltre sono state verificate numerose segnalazioni, fra queste ricodiamo che in un caso si è anche richiesto l intervento dell Autorità Garante della Privacy, che ha provveduto a far rimuovere una videocamera impropriamente posizionata. 44

45 Bilancio di Mandato 2004/2009 PATTI SOLIDALI DI CONVIVENZA Dal Programma di Mandato:...Prevedere agevolazioni e finanziamenti di microprogetti per il sostegno fra persone, tra generazioni e tra nuclei familiari del centro.... Si sono poste le basi del progetto Abitare Insieme, che propone ad anziani soli di ospitare studenti universitari che ricevono un alloggio gratuito in cambio di una collaborazione nelle spese e un aiuto nel disbrigo delle quotidiane incombenze (ad esempio andare a far la spesa o altr commissioni). Dal Programma di Mandato:...Valorizzare l apporto e l esperienza in vari campi, soprattutto quello sociale, del Terzo Settore (volontariato, associazionismo di promozione sociale e cooperazione), per costruire reti di associazioni, utili ad esempio per incrementare l esperienza degli sportelli informativi (informanziani e informagiovani).... La Circoscrizione ha ospitato per alcuni anni un servizio di mediazione sociale, e, tuttora, ospita presso la sala Ferretti numerose associazioni. Nel tempo le informazioni che la Circoscrizione è stata in grado di erogare sono aumentate in maniera esponenziale, anche grazie ad una sempre maggiore integrazione con l URP - Informacittà. Dal Programma di Mandato:...Sostenere alcune categorie (anziani prioritariamente soli) atraverso: il monitoraggio dei bisogni, il sostegno della domiciliarità (sviluppo di azioni concrete), l accompagnamento, azioni di promozione della partecipazione, la promozione di reti di vicinato, il controllo delle situazioni abitative precarie, la rete con competenze della Circoscrizione.... Nuovamente dobbiamo citare il Progetto Giuseppina, ma anche i protocolli per la consegna a domicilio dei farmaci, il sostegno al trasporto delle persone anziane, l avvio del progetto di attività motoria per persone anziane. Dal Programma di Mandato:...Sostenere le associazioni impegnate nell assistenza ai senza tetto e le strutture di accoglienza.... Attraverso numerosi incontri del Tavolo del Piano Sociale di Zona, si è provveduto ad un monitoraggio costante, adeguando le risposte dell Amministrazione alle crescenti necessità abitative. 45

46 Dal Programma di Mandato:...Incentivare la pratica della raccolta degli invenduti dai negozi alimentari, che potranno essere così distribuiti alle associazioni che gestiscono mense sociali.... Il progetto Last Minute Market, coordinato dall Amministrazione comunale, ha positivamente superato la sua fase di sperimentazione: sono ormai diversi gli esercizi commerciali aderenti che ogni sera cedono l invenduto deperibile a mense e associazioni di volontariato. Sono salite a 14 le attività che vi partecipano (erano 10 ad inizio legislatura), di cui un terzo operano nel centro storico. Questi dando la possibilità ad oltre 150 persone di mangiare, ricevono in cambio uno sconto sulla Tariffa d Igiene Ambientale ( 8.856,00 nel 2006). Nell anno 2007 sono stati recuperati in questo modo kg di cibo, che, anziché essere cestinato, è stato utilizzato da 5 associazioni di volontariato. 46

47 Bilancio di Mandato 2004/2009 IILL TERRIITORIIO La Circoscrizione Centro Cittadino si estende su una superficie di 3,5 kmq ed ha una popolazione di abitanti 1. Di seguito sono riportate note storiche relative a monumenti o percorsi cittadini meno conosciuti, ma di grande valore storico e culturale. La Circoscrizione Centro Cittadino è intervenuta restaurando alcuni di essi e incentivando iniziative di promozione e conoscenza. Essendo impossibile illustrare tutte le ricchezze presenti nel centro storico di Ferrara, coincidente di fatto con buona parte della nostra Circoscrizione, ci limitiamo a fornire informazioni su alcuni luoghi, magari meno conosciuti di altri, ma che sono stati oggetto di importanti interventi di riqualificazione e di attività culturali e sociali. IL COMPLESSO DI SAN PAOLO 2 La Chiesa di San Paolo, secondo la tradizione, venne fondata nel X secolo; le prime tracce documentate risalgono agli inizi del XII secolo. Nel 1295 fu donata dal Vescovo di Ferrara all ordine dei Carmelitani che la ingrandirono e pian piano acquisirono gli edifici limitrofi, nell isolato compreso tra l attuale p.tta Schiatti e la via delle Volte. Nel 1438 un rovinoso incendio distrusse gran parte del primo chiostro, che fu ricostruito in forme rinascimentali. Il terremoto del 1570 produsse invece seri danni alla chiesa, che fu riedificata dai frati su progetto dell architetto Alberto Schiatti. In questa fase sono state costruite le cappelle che, addossandosi alla parete ovest, hanno occluso gli affreschi della vecchia chiesa. Alla fine del XVII secolo la confraternita della Beata Vergine del Monte Carmelo, tacciata di condotta sconveniente, venne sostituita dai Carmelitani Calzati. Il rigore della gestione di questi ultimi causò la copertura e la conseguente perdita degli affreschi, attribuiti a Girolamo da Carpi, che adornavano il primo chiostro con le immagini delle Delizie Estensi. Sono invece del XIII e XIV secolo gli elementi marmorei che formano il portale d ingresso all intero complesso posto nel primo chiostro. Con la dominazione francese, iniziò un periodo difficile per il convento: soppresso l ordine religioso, i frati vennero trasferiti alla Certosa e solo la chiesa riuscì a mantenere le sue funzioni di parrocchia. Già nel 1798 gli ambienti vennero utilizzati dalla Guardia Nazionale, da altri affittuari e dal Carcere dei precettati. È in questa 1 Fonte: Ufficio Statistica Comune di Ferrara. Dati aggiornati al 31 dicembre Informazioni fornite dalla Circoscrizione Centro Cittadino 47

REGOLAMENTO COMUNALE DEL BILANCIO PARTECIPATO 2015. Capo I - Disposizioni generali

REGOLAMENTO COMUNALE DEL BILANCIO PARTECIPATO 2015. Capo I - Disposizioni generali Comune di c Caronno Pertusella Provincia di Varese Iniziativa del Sindaco di Caronno Pertusella coordinata da Marco Giudici: Assessore Bilancio, Tributi, Attività Economiche Produttive, Tempo Libero. REGOLAMENTO

Dettagli

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 La situazione economico e sociale dalla quale partiamo per la elaborazione del nostro programma elettorale è completamente variata rispetto

Dettagli

... RocCaffè. Una seconda Piazza per Pieve. Pieve di Cento, 03 marzo 2012. La riqualificazione dell area fra Porta Bologna e la Rocca:

... RocCaffè. Una seconda Piazza per Pieve. Pieve di Cento, 03 marzo 2012. La riqualificazione dell area fra Porta Bologna e la Rocca: ...... RocCaffè Pieve di Cento, 03 marzo 2012 La riqualificazione dell area fra Porta Bologna e la Rocca: Una seconda Piazza per Pieve Percorso di consultazione partecipata della cittadinanza Rapporto

Dettagli

Vogliamo una Bergamo sempre più di qualità

Vogliamo una Bergamo sempre più di qualità Vogliamo una Bergamo sempre più di qualità Cara amica bergamasca, caro amico bergamasco, sono Franco Tentorio, Sindaco di Bergamo. Ho deciso di ricandidarmi alla guida della coalizione che comprende Forza

Dettagli

DISCIPLINARE PER L AFFIDAMENTO IN ADOZIONE DI AREE VERDI

DISCIPLINARE PER L AFFIDAMENTO IN ADOZIONE DI AREE VERDI DISCIPLINARE PER L AFFIDAMENTO IN ADOZIONE DI AREE VERDI Art. 1 Finalità L Amministrazione comunale, nella consapevolezza che il verde urbano si inserisce nel contesto più ampio di bene paesaggistico da

Dettagli

Un Cuore nuovo per Velletri

Un Cuore nuovo per Velletri Un Cuore nuovo per Velletri Programma Politico per la Città di Velletri Solitamente nei programmi elettorali si tende a fare un elenco di numerosi progetti e svariate proposte per cercare di accattivarsi

Dettagli

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Programma Elettorale Elezioni Amministrative 25 Maggio 2014 1 Presentazione La lista civica OBIETTIVO COMUNE nasce dalla volontà di una numerosa squadra

Dettagli

Piano Strategico Aree Gioco Urbane RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Piano Strategico Aree Gioco Urbane RELAZIONE ILLUSTRATIVA Piano Strategico Aree Gioco Urbane RELAZIONE ILLUSTRATIVA PROGETTO DEFINITIVO Ottobre 2009 Coordinamento progettuale Laboratorio Città Sostenibile Pier Giorgio Turi Responsabile Settore Gestione Verde

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici. Terzo incontro di ascolto in Zona 6. Ex Fornace Naviglio Pavese, Alzaia Naviglio Pavese 16

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici. Terzo incontro di ascolto in Zona 6. Ex Fornace Naviglio Pavese, Alzaia Naviglio Pavese 16 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Terzo incontro di ascolto in Zona 6 Ex Fornace Naviglio Pavese, Alzaia Naviglio Pavese 16 15 Settembre 2015 Il terzo incontro di ascolto con i cittadini della

Dettagli

Presentazione Programma Amministrativo. Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010

Presentazione Programma Amministrativo. Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010 Presentazione Programma Amministrativo Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010 FILOSOFIA E PRINCIPI ISPIRATORI DELLA LISTA N.1 INSIEME PER DIANO - al servizio della

Dettagli

AREA SERVIZI AL CITTADINO Direzione Centrale DECENTRAMENTO E SERVIZI AL CITTADINO Direzione di Progetto Area metropolitana e Municipalità

AREA SERVIZI AL CITTADINO Direzione Centrale DECENTRAMENTO E SERVIZI AL CITTADINO Direzione di Progetto Area metropolitana e Municipalità AREA SERVIZI AL CITTADINO Direzione Centrale DECENTRAMENTO E SERVIZI AL CITTADINO Direzione di Progetto Area metropolitana e Municipalità «Decentramento e Municipalità: i casi di Bologna, Napoli, Roma»

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è?

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è? 5CHIACCIERE5 Anno 2014 2015 Quartiere, dove è? Non è sparito, c è e lavora, anche se avrebbe bisogno di più persone che diano il loro contributo. Partiamo da qua per affermare che spesso confondiamo un

Dettagli

Un nuovo modello di sviluppo LA CENTRALITA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA CASTAGNETO CARDUCCI

Un nuovo modello di sviluppo LA CENTRALITA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA CASTAGNETO CARDUCCI Un nuovo modello di sviluppo LA CENTRALITA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA CASTAGNETO CARDUCCI AGRICOLTURA COMMERCIO TURISMO ARTIGIANATO In questi anni l Amministrazione Comunale ha portato avanti l azione

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 La politica non è nelle competizioni degli uomini; non è nei sonanti discorsi. È, o dovrebbe essere, nell interpretare l epoca in cui si vive (..).

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca LINEE DI INDIRIZZO Partecipazione dei genitori e corresponsabilità educativa Pagina 1 di 8 Premessa La nostra Costituzione assegna alla famiglia e alla scuola la responsabilità di educare e di istruire

Dettagli

Comune di Bologna Dipartimento Qualità della Città U.i. Tutela e Gestione del Centro Storico. Piazza verdi Progetto degli arredi.

Comune di Bologna Dipartimento Qualità della Città U.i. Tutela e Gestione del Centro Storico. Piazza verdi Progetto degli arredi. Comune di Bologna Dipartimento Qualità della Città U.i. Tutela e Gestione del Centro Storico Piazza verdi Progetto degli arredi Relazione PIAZZA VERDI: UTILIZZAZIONE, TUTELA E ARREDO Descrizione tecnica

Dettagli

Comune di SCANDICCI. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi BROSHURË XHEPI E SCANDICCI-T. Udhëzues shërbimesh për qytetarët

Comune di SCANDICCI. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi BROSHURË XHEPI E SCANDICCI-T. Udhëzues shërbimesh për qytetarët Progetto cofinanziato da 1 UNIONE EUROPEA Comune di SCANDICCI Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi SCANDICCI IN TASCA Guida ai servizi per i cittadini SCANDICCI IN YOUR POCKET Guide

Dettagli

progetto scandellara interventi di trasformazione urbana in San Vitale

progetto scandellara interventi di trasformazione urbana in San Vitale progetto scandellara interventi di trasformazione urbana in San Vitale fe r ma t a S. R it a via ma ssaren ti Nella zona intorno a via Scandellara (tra via del Terrapieno, la ferrovia Sfm Veneta e la

Dettagli

Programma Amministrativo Alla gente di Ranica chiederemo sempre di partecipare e di esprimere le opinioni e le proposte di ciascuno sui vari problemi: sarà per noi il punto di partenza per risolverli.

Dettagli

(Approvato dalla Giunta Municipale con deliberazione n 3244 del 16 luglio 1997 e dal Consiglio comunale con delibera n 46 del 12 febbraio 1998)

(Approvato dalla Giunta Municipale con deliberazione n 3244 del 16 luglio 1997 e dal Consiglio comunale con delibera n 46 del 12 febbraio 1998) COMUNE DI NAPOLI Carta dei Parchi Urbani della Città di Napoli (Approvato dalla Giunta Municipale con deliberazione n 3244 del 16 luglio 1997 e dal Consiglio comunale con delibera n 46 del 12 febbraio

Dettagli

Cittadini e Amministrazione insieme per progettare il nuovo volto del Centro Storico. Sala della Giostra 19/09/2015

Cittadini e Amministrazione insieme per progettare il nuovo volto del Centro Storico. Sala della Giostra 19/09/2015 Cittadini e Amministrazione insieme per progettare il nuovo volto del Centro Storico Sala della Giostra 19/09/2015 Presentazione Risultati - Il programma Accoglienza partecipanti e caffè di benvenuto Presentazione

Dettagli

COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna) REGOLAMENTO DEL MUSEO E DELLE MOTO E DEI CICLOMOTORI DEMM

COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna) REGOLAMENTO DEL MUSEO E DELLE MOTO E DEI CICLOMOTORI DEMM COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna) REGOLAMENTO DEL MUSEO E DELLE MOTO E DEI CICLOMOTORI DEMM Approvato con D.G.C. n. 50 del 18/05/09 Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE Il presente regolamento disciplina

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE WELFARE E SERVIZI EDUCATIVI

DIREZIONE CENTRALE WELFARE E SERVIZI EDUCATIVI DIREZIONE CENTRALE WELFARE E SERVIZI EDUCATIVI Affari Generali e Controlli interni 1) affari generali: a. gestione amministrativa di tutto il personale della Direzione Centrale, sulla base delle attestazioni

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 4. Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 4. Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno Sintesi degli incontri di ascolto di Zona 4 Molise Calvairate, Ortomercato Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno spazio di aggregazione, di promozione culturale e di documentazione,

Dettagli

Legge Regionale Marche 2 marzo 1998, n. 2

Legge Regionale Marche 2 marzo 1998, n. 2 Legge Regionale Marche 2 marzo 1998, n. 2 Interventi a sostegno dei diritti degli immigrati pubblicata su B.U.R. MARCHE n. 23 del 12 marzo 1998 Capo I Principi generali Art. 1 (Finalità) 1. La Regione,

Dettagli

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI LETTERA AI CITTADINI Cari concittadini, il presente lavoro è redatto per approfondire la conoscenza degli interventi previsti

Dettagli

Giunta Regionale della Campania. Interventi a sostegno dei diritti degli immigrati stranieri in campania provenienti da paesi extra comunitari

Giunta Regionale della Campania. Interventi a sostegno dei diritti degli immigrati stranieri in campania provenienti da paesi extra comunitari Legge regionale n. 33 del 3 novembre 1994 Interventi a sostegno dei diritti degli immigrati stranieri in campania provenienti da paesi extra comunitari Il Consiglio Regionale ha approvato. Il Commissario

Dettagli

REPORT WORLD CAFÈ 07 E 14 MARZO 2015

REPORT WORLD CAFÈ 07 E 14 MARZO 2015 REPORT WORLD CAFÈ 07 E 14 MARZO 2015 Facciamo Centro è un percorso partecipativo promosso dal Comune di Reggiolo per costruire con i cittadini una decisione condivisa sulla rigenerazione e sul rilancio

Dettagli

Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005

Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005 Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005 I conti del cittadino: come sono stati spesi i soldi di tutti Ecco le cifre del conto del bilancio 2005 LE ENTRATE ACCERTATE NEL 2005 SONO STATE PARI AD 43.962.251,42

Dettagli

FACILITATORI: Chiara Pignaris, Damiano Partescano, Francesco Acciai, Elisa Bertagnini

FACILITATORI: Chiara Pignaris, Damiano Partescano, Francesco Acciai, Elisa Bertagnini INCONTRO WORLD CAFÈ - REPORT Gorarella e Barbanella Martedì 30 Giugno ore 18:00-20:00 presso l ex sala circoscrizionale di Barbanella, via Gozzi 22 Grosseto PARTECIPANTI: 36 cittadini di diversa età e

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE DELLA LISTA LA PRIMAVERA ROCCANA

PROGRAMMA ELETTORALE DELLA LISTA LA PRIMAVERA ROCCANA PROGRAMMA ELETTORALE DELLA LISTA LA PRIMAVERA ROCCANA I componenti della lista non provengono da diverse forze politiche, ma sono persone che con esperienze diverse hanno deciso di mettersi, con impegno

Dettagli

I disabili (di età superiore a 18 anni)

I disabili (di età superiore a 18 anni) 3.9 3.8 I disabili (di età superiore a 18 anni) ambiti bisogni SERVIZI C.I.S.S. DOMICILIARITà POVERTà LAVORO RESIDENZIALITà Continuare a vivere nel proprio ambiente di vita Avere un sostegno quando la

Dettagli

Carta dei Servizi della Cooperativa Sociale Il Sogno

Carta dei Servizi della Cooperativa Sociale Il Sogno Carta dei Servizi della Cooperativa Sociale Il Sogno 1 PRESENTAZIONE Gentili lettori, la Cooperativa Sociale Il Sogno ha scelto da tempo di impostare il proprio lavoro nell'ottica di un alto livello di

Dettagli

Assessore LORENA ANASTASI

Assessore LORENA ANASTASI Assessorato: INFORMATIZZAZIONE (AGENDA DIGITALE) E SEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA FIBRA OTTICA REGIONALE E COMPLETAMENTO WI.FI CENTRO STORICO A fine 2015 abbiamo ottenuto comunicazione dell approvazione

Dettagli

(Prototipo di) PIATTAFORMA PROGRAMMATICA per lo sviluppo di un nuovo modello di welfare locale

(Prototipo di) PIATTAFORMA PROGRAMMATICA per lo sviluppo di un nuovo modello di welfare locale (Prototipo di) PIATTAFORMA PROGRAMMATICA per lo sviluppo di un nuovo modello di welfare locale La piattaforma che qui si propone è stata elaborata in forma di prototipo proprio perché vuole essere una

Dettagli

LEGGE REGIONALE 28 APRILE 2000, N.76 DIRETTIVE GENERALI DI ATTUAZIONE

LEGGE REGIONALE 28 APRILE 2000, N.76 DIRETTIVE GENERALI DI ATTUAZIONE Direzione Qualità della Vita, Beni ed Attività Culturali, Sicurezza e Promozione Sociale Servizio Servizi Sociali LEGGE REGIONALE 28 APRILE 2000, N.76 Norme in materia di servizi educativi per la prima

Dettagli

/////////// remarket - Progetto per il riuso temporaneo del mercato coperto di Terni

/////////// remarket - Progetto per il riuso temporaneo del mercato coperto di Terni /////////// remarket - Progetto per il riuso temporaneo del mercato coperto di Terni situazione attuale abbandono, incuria, degrado stallo dovuto alla querelle giudiziaria tra amministrazione e nuova proprieta

Dettagli

COMUNE DI CONSELICE Provincia di Ravenna REGOLAMENTO DELLE CONSULTE COMUNALI E DEI FORUM TEMATICI

COMUNE DI CONSELICE Provincia di Ravenna REGOLAMENTO DELLE CONSULTE COMUNALI E DEI FORUM TEMATICI COMUNE DI CONSELICE Provincia di Ravenna REGOLAMENTO DELLE CONSULTE COMUNALI E DEI FORUM TEMATICI Approvato con delibera di C.C. n. 30 del 27/4/2010 Modificato con delibera di C.C. n. 42 del 27/9/2011

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici I Incontro di ascolto in Zona 3 presso Circolo ACLI Milan Noeuva, via Pascoli 4 22 luglio 2015

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici I Incontro di ascolto in Zona 3 presso Circolo ACLI Milan Noeuva, via Pascoli 4 22 luglio 2015 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici I Incontro di ascolto in Zona 3 presso Circolo ACLI Milan Noeuva, via Pascoli 4 22 luglio 2015 All incontro hanno partecipato 40 persone registrate (più alcuni

Dettagli

REGOLAMENTO UNITARIO DELLE SCUOLE DELL INFANZIA ADERENTI ALLA

REGOLAMENTO UNITARIO DELLE SCUOLE DELL INFANZIA ADERENTI ALLA REGOLAMENTO UNITARIO DELLE SCUOLE DELL INFANZIA ADERENTI ALLA f.i.s.m. PIEMONTE Federazione Italiana Scuole Materne REGIONE PIEMONTE Maggio 2012 Pag. 1 PARTE PRIMA Finalità e caratteri della scuola dell

Dettagli

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano www.stefanoboeri.it 5 modi per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. Stefano Boeri Cambiamo città. Restiamo a Milano. 5 PROPOSTE. Un altra Milano comincia da

Dettagli

RILIEVO CONSISTENZE STRUTTURE COMUNALI AD USO TECNICO-AMMINISTRATIVO FINALIZZATO ALLA AGGREGAZIONE DELLE STESSE IN SEDE UNICA

RILIEVO CONSISTENZE STRUTTURE COMUNALI AD USO TECNICO-AMMINISTRATIVO FINALIZZATO ALLA AGGREGAZIONE DELLE STESSE IN SEDE UNICA RILIEVO CONSISTENZE STRUTTURE COMUNALI AD USO TECNICO-AMMINISTRATIVO FINALIZZATO ALLA AGGREGAZIONE DELLE STESSE IN SEDE UNICA SERVIZIO PROGETTAZIONE E DIREZIONE LAVORI SU STRUTTURE Il Responsabile (Arch.

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici II Incontro di ascolto in Zona 5 presso CAM Via Verro 87 9 settembre 2015

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici II Incontro di ascolto in Zona 5 presso CAM Via Verro 87 9 settembre 2015 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici II Incontro di ascolto in Zona 5 presso CAM Via Verro 87 9 settembre 2015 All incontro hanno preso parte 31 persone, di cui 18 donne e 13 uomini, tutti molto

Dettagli

ALLEGATO alla delibera C.P. nn. 76/67066 del 13-9-2012

ALLEGATO alla delibera C.P. nn. 76/67066 del 13-9-2012 INDICE ALLEGATO alla delibera C.P. nn. 76/67066 del 13-9-2012 L.R. 1/2000 e successive modifiche Indirizzi provinciali per lo sviluppo, il consolidamento e la qualificazione dei servizi educativi rivolti

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Finalità 1.1 Il

Dettagli

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Lo scenario: Il punto di partenza L isolamento che Castelfranco Veneto soffre da anni è testimoniato anche dalla mancanza di strategia e di progettualità

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Selezione di un progetto per la promozione turistica della DESTINAZIONE FIRENZE (Approvato con DD. 2015/4376)

AVVISO PUBBLICO Selezione di un progetto per la promozione turistica della DESTINAZIONE FIRENZE (Approvato con DD. 2015/4376) AVVISO PUBBLICO Selezione di un progetto per la promozione turistica della DESTINAZIONE FIRENZE (Approvato con DD. 2015/4376) Premessa Nell ambito del programma di mandato 2014-2019 La città delle opportunità,

Dettagli

La provincia di Rieti Assessorato ai servizi sociali

La provincia di Rieti Assessorato ai servizi sociali La provincia di Rieti Assessorato ai servizi sociali Le Province, alla luce della riforma del titolo V della Costituzione hanno assunto un nuovo e diverso ruolo; si riduce la loro possibilità di erogare

Dettagli

ALLEGATO B. Sistema di indici e di indicatori per valutare la qualità degli spazi verdi urbani

ALLEGATO B. Sistema di indici e di indicatori per valutare la qualità degli spazi verdi urbani ALLEGATO B Sistema di indici e di indicatori per valutare la qualità degli spazi verdi urbani Questa parte è dedicata alla presentazione della fase analitica e valutativa della qualità degli spazi verdi

Dettagli

STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG REGIONE CAMPANIA

STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG REGIONE CAMPANIA SETTORE POLITICHE GIOVANILI E DEL FORUM REGIONALE DELLA GIOVENTU STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG ALLEGATO REGIONE 1 CAMPANIA AZIONE A DI SISTEMA COMUNE DI Allegato F SETTORE POLITICHE

Dettagli

PROGETTO TAVOLO GIOVANI

PROGETTO TAVOLO GIOVANI PROGETTO TAVOLO GIOVANI Costituzione di un Tavolo di coordinamento con le associazioni di giovani di Cinisello Balsamo e le organizzazioni sociali che compongono il mondo delle realtà giovanili locali

Dettagli

PROGRAMMA 06 POLITICHE SOCIALI

PROGRAMMA 06 POLITICHE SOCIALI PROGRAMMA 06 POLITICHE SOCIALI Responsabile: sotto il profilo gestionale Aldini Laura Sotto il profilo di indirizzo amministrativo politico Grioni Mario Linee Programmatiche 2010-2015 SEGRATE AIUTA I PIU

Dettagli

PIANO DI ACCESSIBILITA SICURA E SOSTENIBILE ALLE SCUOLE. La mia Scuola va in Classe A ALLEGATO 4 - SCOP RO

PIANO DI ACCESSIBILITA SICURA E SOSTENIBILE ALLE SCUOLE. La mia Scuola va in Classe A ALLEGATO 4 - SCOP RO PIANO DI ACCESSIBILITA SICURA E SOSTENIBILE ALLE SCUOLE La mia Scuola va in Classe A ALLEGATO 4 - SCOP RO Raccolta dei dati sulla mobilità scolastica Gli obiettivi della raccolta dei dati sulla mobilità

Dettagli

COMUNE DI TREVISO Settore Polizia Locale COMUNICAZIONE DI GIUNTA

COMUNE DI TREVISO Settore Polizia Locale COMUNICAZIONE DI GIUNTA COMUNE DI TREVISO Settore Polizia Locale COMUNICAZIONE DI GIUNTA OGGETTO: Proposta di riqualificazione di Piazza S.Maria dei Battuti. Treviso, 17.06.2015 Visto quanto previsto dal Programma integrato di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DI PIAZZALE ROMA LA PISTA

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DI PIAZZALE ROMA LA PISTA Comune di Castelnuovo di Val di Cecina Provincia Di Pisa REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DI PIAZZALE ROMA LA PISTA Approvato con atto di Consiglio Comunale n. 090 del 22.12.2009

Dettagli

Progetto V.A.I. Valorizzazione Accoglienza Integrata. Guida ai servizi degli Enti aderenti alla Rete. Centro di Orientamento dell Alto Friuli

Progetto V.A.I. Valorizzazione Accoglienza Integrata. Guida ai servizi degli Enti aderenti alla Rete. Centro di Orientamento dell Alto Friuli Centro di Orientamento dell Alto Friuli Azienda per i Servizi Sanitari n. 3 Alto Friuli Distretto Socio-sanitario n. 1 Distretto Socio-sanitario n. 2 C.I.C. Centro Informazione e Consulenza Dipartimento

Dettagli

La mappa delle esigenze del territorio

La mappa delle esigenze del territorio La mappa delle esigenze del territorio Settembre - Ottobre 2014 Luoghi di aggregazione Valorizzando strutture già esistenti, serve la creazione di nuovi luoghi di socializzazione e integrazione, per favorire

Dettagli

Carta del Servizio Informagiovani

Carta del Servizio Informagiovani CITTÀ DI NOVATE MILANESE Assessorato alla Cultura e Biblioteca, Politiche Giovanili, Pubblica Istruzione, Informagiovani, Comunicazione e Informatica Servizio Informagiovani Via Vittorio Veneto, 8 20026

Dettagli

Contro la crisi accanto alle famiglie

Contro la crisi accanto alle famiglie Contro la crisi accanto alle famiglie Coesione sociale Servizi educativi Sicurezze Coesione sociale e sostegno alle persone in difficoltà Misure anticrisi e sostegno alle famiglie Protocollo d intesa fra

Dettagli

Programma amministrativo

Programma amministrativo Programma amministrativo AMBIENTE E SOSTENIBILITA Riduzione dei rifiuti: Redazione del Piano Comunale per la Riduzione della Produzione dei Rifiuti. Il Piano è uno strumento necessario per individuare

Dettagli

CASA DELLE CULTURE Relazione Tecnica

CASA DELLE CULTURE Relazione Tecnica CASA DELLE CULTURE Relazione Tecnica Premessa Il progetto della Casa delle Culture a Modena nasce dall esigenza delle Associazioni degli immigrati presenti nel territorio di usufruire di spazi per costituire

Dettagli

Schede servizi delle Grandi città Descrizione dei parametri e degli indicatori

Schede servizi delle Grandi città Descrizione dei parametri e degli indicatori Schede servizi delle Grandi città Descrizione dei parametri e degli indicatori Ottobre 2015 Struttura del documento Presentazione del processo Schede servizi, con parametri dimensionali e Indicatori Servizi

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici IV Incontro di ascolto in Zona 1 CAM Falcone e Borsellino - corso Garibaldi, 27 24 settembre 2015

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici IV Incontro di ascolto in Zona 1 CAM Falcone e Borsellino - corso Garibaldi, 27 24 settembre 2015 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici IV Incontro di ascolto in Zona 1 CAM Falcone e Borsellino - corso Garibaldi, 27 24 settembre 2015 All incontro hanno preso parte 34 persone, di cui 19 donne e

Dettagli

In questi mesi ho chiesto a ciascuno di voi di contribuire alla redazione del programma per il futuro di Torino. Mi sono rivolto direttamente a tutte

In questi mesi ho chiesto a ciascuno di voi di contribuire alla redazione del programma per il futuro di Torino. Mi sono rivolto direttamente a tutte In questi mesi ho chiesto a ciascuno di voi di contribuire alla redazione del programma per il futuro di Torino. Mi sono rivolto direttamente a tutte le donne e agli uomini che vivono in questa nostra

Dettagli

C O M U N E DI C A I V A N O. Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224

C O M U N E DI C A I V A N O. Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224 C O M U N E DI C A I V A N O Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224 GUIDA AI SERVIZI 2011 Comune di Caivano - Guida ai Servizi

Dettagli

PROGRAMMA POLITICO PER LA LEGISLATURA 2016 2021

PROGRAMMA POLITICO PER LA LEGISLATURA 2016 2021 Il Movimento Politico NoiCambiamo si affaccia per la prima volta sulla scena politica Nojana e si presenta come l unica vera novità volendo offrire all Elettorato attivo un autentica alternativa alle cosiddette

Dettagli

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA COMUNE DI CISTERNA DI LATINA MEDAGLIA D ARGENTO AL VALOR CIVILE REGOLAMENTO CENTRO DIURNO PER MINORI LA TARTARUGA INDICE CAP 1 - Principi generali Art. 1 Definizione del servizio Art. 2 Finalità e obiettivi

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONIMICI AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI E SOGGETTI PRIVATI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONIMICI AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI E SOGGETTI PRIVATI REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI MUZZANA DEL TURGNANO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONIMICI AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI E SOGGETTI PRIVATI

Dettagli

c. MIGLIORAMENTO ED ESPANSIONE DELLE INFRASTRUTTURE E CON- SEGUENTE VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO

c. MIGLIORAMENTO ED ESPANSIONE DELLE INFRASTRUTTURE E CON- SEGUENTE VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO INFRASTRUTTURE E TERRITORIO Pag. 51 c. MIGLIORAMENTO ED ESPANSIONE DELLE INFRASTRUTTURE E CON- SEGUENTE VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO Quadro di riferimento Le infrastrutture sono lo scheletro del territorio,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DELLE AREE VERDI DEL COMUNE DI TEMPIO PAUSANIA ARTICOLO 1 - FINALITÀ

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DELLE AREE VERDI DEL COMUNE DI TEMPIO PAUSANIA ARTICOLO 1 - FINALITÀ REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DELLE AREE VERDI DEL COMUNE DI TEMPIO PAUSANIA ARTICOLO 1 - FINALITÀ 1. L Amministrazione Comunale nella consapevolezza che il verde urbano si inserisce nel contesto più ampio

Dettagli

Primo Incontro di ascolto in Zona 2

Primo Incontro di ascolto in Zona 2 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Primo Incontro di ascolto in Zona 2 Cascina Cattabrega,via Trasimeno 49 20 luglio 2015 All incontro hanno preso parte 36 persone. I partecipanti sono stati 25

Dettagli

Partecipazione. Pianificazione. Responsabilità

Partecipazione. Pianificazione. Responsabilità Programma Elezioni Comunali Rimini 2011 Partecipazione Non ci sono politici di mestiere, i cittadini partecipano al governo della città Pianificazione Si condivide un progetto complessivo, si attua per

Dettagli

COMUNE DI CERRETO LAZIALE

COMUNE DI CERRETO LAZIALE COMUNE DI CERRETO LAZIALE REGOLAMENTO COMUNALE DEL CENTRO SOCIALE PER ANZIANI - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - APPROVATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

3. Il rapporto tra il Piano triennale delle opere pubbliche e il Piano dei servizi. 3.1. Qualche considerazione di carattere normativo e programmatico

3. Il rapporto tra il Piano triennale delle opere pubbliche e il Piano dei servizi. 3.1. Qualche considerazione di carattere normativo e programmatico 3. Il rapporto tra il Piano triennale delle opere pubbliche e il Piano dei servizi 3.1. Qualche considerazione di carattere normativo e programmatico La Lr. 12/2005 per il governo del territorio individua

Dettagli

Partito della Rifondazione Comunista Gruppo Consiliare di Sovicille

Partito della Rifondazione Comunista Gruppo Consiliare di Sovicille Sovicille, 30 Settembre 2008 Partito della Rifondazione Comunista Gruppo Consiliare di Sovicille Al Sindaco Dott. Alessandro Masi E p.c. al responsabile Ufficio Tecnico al responsabile della Polizia Municipale

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2014

PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2014 PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2014 Linee guida, criteri e principi ispiratori della lista N. 2 per le elezioni amministrative 25.05.2014 SOMMARIO: PREMESSA LINEE PROGRAMMATICHE CONCLUSIONI PREMESSA

Dettagli

Gruppo di lavoro territorio. I questionari conoscitivi

Gruppo di lavoro territorio. I questionari conoscitivi Gruppo di lavoro territorio I questionari conoscitivi Aprile 2010 Presentazione Questionario sul "Puc Partecipato" a cura di Alessia Fracchia e Valentina Rivera In previsione della redazione del nuovo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E ALTRI BENEFICI ECONOMICI A ENTI, ASSOCIAZIONI O ALTRI ORGANISMI PRIVATI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E ALTRI BENEFICI ECONOMICI A ENTI, ASSOCIAZIONI O ALTRI ORGANISMI PRIVATI Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E ALTRI BENEFICI ECONOMICI A ENTI, ASSOCIAZIONI O ALTRI ORGANISMI PRIVATI Approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

RENDICONTO DI GESTIONE PARCO E VILLA REALE DI MONZA - ANNO 2006

RENDICONTO DI GESTIONE PARCO E VILLA REALE DI MONZA - ANNO 2006 RENDICONTO DI GESTIONE PARCO E VILLA REALE DI MONZA - ANNO 2006 ENTRATE CODICE RISORSA DESCRIZIONE RISORSA ACCERTATO 3010440 PROVENTI DIVERSI PARCO E VILLA REALE 6.015,00 3020520 FITTI REALI DI FONDI RUSTICI

Dettagli

BILANCIO PARTECIPATIVO: ECCO I RISULTATI Gettonati soprattutto parchi e piste ciclabili

BILANCIO PARTECIPATIVO: ECCO I RISULTATI Gettonati soprattutto parchi e piste ciclabili BILANCIO PARTECIPATIVO: ECCO I RISULTATI Gettonati soprattutto parchi e piste ciclabili Si è chiusa lo scorso 30 settembre la prima fase del bilancio partecipativo. Nelle righe che seguono diamo conto

Dettagli

PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011

PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011 PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011 ELEZIONI COMUNALI AL COMUNE DI FISCIANO - 15/16 MAGGIO 2011 Programma 1 Area Politiche Sociali e Servizi alla Persona 2 Ambiente e Territorio 3 Giovani -

Dettagli

Cinque anni passati e la sfida per i cinque anni futuri

Cinque anni passati e la sfida per i cinque anni futuri Cinque anni passati e la sfida per i cinque anni futuri E un resoconto ampio quello che attiene ai cinque anni (2009-2013) della prima amministrazione guidata da Paolo Lucchi, così come è dettagliato il

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI ED AUSILII FINANZIARI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI ED AUSILII FINANZIARI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI ED AUSILII FINANZIARI Delib. C.C. n. 22 in data 08.04.1991 e ss.mm.ii. Il presente regolamento, a mente del disposto del 1 comma dell

Dettagli

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it Il piano generale di sviluppo 2010-2014 1 Cos è il piano generale di sviluppo Uno degli strumenti di programmazione e di rendicontazione finanziaria di mandato Citato (solamente citato) in due norme sull

Dettagli

COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como

COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como ASSESSORATO ALLE POLITICHE GIOVANILI ASSESSORATO ALLA PARTECIPAZIONE STATUTO DELLA CONSULTA COMUNALE DEI GIOVANI CAPO I - NORME ISTITUTIVE E ATTRIBUZIONI Art. 1 - Istituzione...

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE DATI GENERALI Dati informativi - descrittivi Denominazione del museo o della

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Oggetto

REGOLAMENTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Oggetto (Approvato con deliberazione del C.C. n. 101 del 16/11/2006) REGOLAMENTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Oggetto Il Comune di Mogliano Veneto nell ottica di promozione

Dettagli

MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA

MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA Elenco della macro struttura: Organi di riferimento Staff Sindaco e/o Giunta Strutture di secondo livello di staff 1) Servizio Polizia Municipale 2) Servizio Legale

Dettagli

ALLEGATOB alla Dgr n. 1420 del 05 agosto 2014 pag. 1/6 1. OBIETTIVI E FINALITÀ DEL BANDO 2. SOGGETTI CHE POSSONO PRESENTARE RICHIESTA DI FINANZIAMENTO

ALLEGATOB alla Dgr n. 1420 del 05 agosto 2014 pag. 1/6 1. OBIETTIVI E FINALITÀ DEL BANDO 2. SOGGETTI CHE POSSONO PRESENTARE RICHIESTA DI FINANZIAMENTO ALLEGATOB alla Dgr n. 1420 del 05 agosto 2014 pag. 1/6 FONDO PER LO SVILUPPO E LA COESIONE 2007-2013 - ASSE 5 SVILUPPO LOCALE BANDO B ATTUAZIONE DELLA LINEA DI INTERVENTO 5.3 RIQUALIFICAZIONE DEI CENTRI

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO LISTA CIVICA VIGNATE SI CAMBIA

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO LISTA CIVICA VIGNATE SI CAMBIA PROGRAMMA AMMINISTRATIVO LISTA CIVICA VIGNATE SI CAMBIA Vignate Elezioni Amministrative 25 maggio 2014 PREMESSA Vignate SI Cambia non è solo il nome più o meno originale della lista con cui ci presenteremo

Dettagli

Disciplina organica sul volontariato e sulle associazioni di promozione sociale e norme sull associazionismo. Il Consiglio regionale ha approvato Il

Disciplina organica sul volontariato e sulle associazioni di promozione sociale e norme sull associazionismo. Il Consiglio regionale ha approvato Il Disciplina organica sul volontariato e sulle associazioni di promozione sociale e norme sull associazionismo. Il Consiglio regionale ha approvato Il Presidente della Regione promulga la seguente legge:

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Quarto Incontro di ascolto in Zona 2 Centro Socio Ricreativo, via Sammartini 71/73 28 settembre 2015

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Quarto Incontro di ascolto in Zona 2 Centro Socio Ricreativo, via Sammartini 71/73 28 settembre 2015 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Quarto Incontro di ascolto in Zona 2 Centro Socio Ricreativo, via Sammartini 71/73 28 settembre 2015 Il quarto incontro di ascolto con i cittadini della zona

Dettagli

Documento di Proposta Partecipata (DocPP)

Documento di Proposta Partecipata (DocPP) Documento di Proposta Partecipata (DocPP) Titolo del processo Superare le barriere mentali: l'accessibilità come chiave della qualità del turismo sulle colline piacentine Responsabile del processo e curatore

Dettagli

SINTESI DEI CONTENUTI EMERSI DALLA 2 GIORNI DEI COMITATI CITTADINI PER MILANO

SINTESI DEI CONTENUTI EMERSI DALLA 2 GIORNI DEI COMITATI CITTADINI PER MILANO SINTESI DEI CONTENUTI EMERSI DALLA 2 GIORNI DEI COMITATI CITTADINI PER MILANO Intervento iniziale di Pisapia Prima fase difficile per la mancanza di risorse, l impegno prioritario è quello di far fronte

Dettagli

COMUNE DI SOLOFRA. Piano Urbanistico Comunale L.R. 16/2004

COMUNE DI SOLOFRA. Piano Urbanistico Comunale L.R. 16/2004 CONSULTAZIONI PER LA DEFINIZIONE CONDIVISA DEGLI OBIETTIVI E DELLE SCELTE STRATEGICHE DELLA PIANIFICAZIONE ( Legge 241/90, art. 5 L.R.16/04 e Regolamento di attuazione per il governo del territorio della

Dettagli

CONSULTA DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE. Premessa della Dirigente

CONSULTA DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE. Premessa della Dirigente Allegato n. 1 C.I. del 29.04.2014 ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEMARCIANO MARINA Via G. Marotti, 26 60018 MONTEMARCIANO (AN) ic.montemarciano@libero.it - www.icsmontemarciano.it Tel. 071 915239 - Fax 071 915050

Dettagli

ASSESSORATO ISTRUZIONE E POLITICHE PER I GIOVANI PREMESSA

ASSESSORATO ISTRUZIONE E POLITICHE PER I GIOVANI PREMESSA Allegato A INFORMAGIOVANI DEL LAZIO PREMESSA Obiettivo del presente documento è delineare elementi, caratteristiche, modalità e formule possibili per adeguare al meglio - anche alla luce dei nuovi scenari

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici. Terzo incontro di ascolto in Zona 2. Casa delle Associazioni, via Miramare 9.

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici. Terzo incontro di ascolto in Zona 2. Casa delle Associazioni, via Miramare 9. Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Terzo incontro di ascolto in Zona 2 Casa delle Associazioni, via Miramare 9 16 Settembre 2015 Il terzo incontro di ascolto con i cittadini della zona 2 ha avuto

Dettagli