Tutto ciò porta a migliore coordinazione motoria e miglioramento delle prestazioni.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tutto ciò porta a migliore coordinazione motoria e miglioramento delle prestazioni."

Transcript

1 Cipryen Fondriest Vialli Il vantaggio per lo sportivo è quello di ottimizzare il funzionamento dell apparato muscoloscheletrico di tutto il corpo col risultato di aumentare il rilassamento muscolare e impiegare meno forza per vincere la resistenza degli antagonisti. Tutto ciò porta a migliore coordinazione motoria e miglioramento delle prestazioni.

2 La sperimentazione è stata fatta all inizio solo sugli atleti perché sono i soggetti più sani e i dati sono i più attendibili. Il loro sistema neuromuscolare è integro e quindi hanno risposte rapide e attendibili Nei periodi di allenamento tendono ad avere una vita molto metodica (soprattutto pugili, ciclisti e nell atletica leggera) cosicché la nostra variabile occlusale è una delle poche e le variazioni sono più attendibili Abbiamo a lungo cercato un soggetto in condizioni perfette da cui dedurre uno standard, a tutt oggi si è rivelata una utopia. Probabilmente la risposta è che quella perfezione della funzione, essendo dinamica per definizione, viene raggiunta in particolari condizioni, per breve tempo e dopo adeguata preparazione: come durante un...record SPORTIVO

3 In un paziente normale tutto ciò porterà ad un allargamento del proprio Range di equilibrio con miglioramento della risposta a successive interferenze; nello sportivo e, soprattutto, nell atleta professionista si avrà un miglioramento delle prestazioni sportive dovute in massima parte al miglioramento della coordinazione neuromotoria LE PLACCHE Portano ad > FORZA POTENZA RESISTENZA > ESCURSIONE ARTICOLARE > COORDINAZIONE MOTORIA OTTIMIZZANO IL RAPPORTO AGONISTI / ANTAGONISTI

4 Qualsiasi placca e protocollo di uso, purché appropriati, portano a questi risultati, ciò che cambia è in quanto tempo si ottengono Tutte le placche producono degli effetti di accumulo, cioè col tempo è necessario portarle sempre meno per avere gli stessi effetti neuromuscolari, fino a non doverle più portare se c erano solo problemi neuromotori o se il paziente ha acquisito un range sufficiente (sono richiesti dei brevi periodi di richiamo di gg nei cambi di stagione o in situazioni di stress o in imminenza di gare). In molti sport non è possibile portare placche sia perché pericolose come in Formula 1, sia perché ostacolano la fonazione come nel calcio dove devono spesso urlare, sia perché ostacolano l alimentazione come per i ciclisti in gara.

5 Quindi occorrerà utilizzare un protocollo che porti rapidamente ad un accumulo tale che non sia necessario portare nulla in gara: uso notturno, uso in allenamento o durante la preparazione atletica, uso intermittente. Secondo recenti studi Universitari il Bite risulta il presidio più lento e maggiormente da adattare, l ortottico è sicuramente più veloce portando ad ottimi risultati già dopo tre-sei mesi,

6 il MIO SET è il più veloce con risultati validi tra i primi 15 giorni e i tre mesi ed è molto agevole da riutilizzare in seguito perché non richiede adattamenti né è sensibile a variazioni occlusali (microspostamenti, interventi di conservativa, ecc.) Un soggetto in equilibrio statico ha i muscoli in tono (né contratti né rilassati); bilanciato tra l azione di agonisti ed antagonisti. Questo tono mantiene compatto l organismo che altrimenti si affloscerebbe (immaginiamo di sollevare una persona svenuta: cade da tutte le parti). La postura eretta avviene normalmente con un minimo dispendio energetico per l equilibrio tra agonisti ed antagonisti. Ogni variazione di questo rapporto provoca maggior dispendio energetico e, soprattutto, alcuni gruppi muscolari saranno contratti ed altri stirati.

7 L effetto immediato è che ci si stanca a stare in piedi, ma spesso anche seduti, e si assumono posizioni scomposte per detendere i muscoli contratti (queste persone dormono in posizioni molto contorte per lo stesso motivo). Il rapporto AG/AN dipende dal settore sportivo e dal ruolo Il rapporto quadricipite/ischiocrurali è normalmente del 50% e questo fa si che una energica contrattura del quadricipite sia bilanciata da una sufficiente opposizione degli ischiocrurali, altrimenti si scarica sul ginocchio. Si pensi alla caduta sugli sci con flessione della gamba: il quadricipite viene reclutato al massimo e, se gli ischiocrurali non bilanciano efficacemente si ha rottura dei legamenti crociati. Da qui l importanza della preparazione muscolare bilanciata soprattutto per i dilettanti ed occasionali; MIOSPORT porta al riequilibrio dei rapporti per cui la preparazione muscolare riesce facilitata. Difatti la vita sedentaria porta ad utilizzare di più alcuni gruppi muscolari a scapito di altri: il quadricipite più degli ischiocrurali, i muscoli dorsali più di quelli addominali, i bicipiti più dei tricipiti, ecc. Entro certi rapporti è normale, poi si creano squilibri e, anche quando si fa preparazione atletica si tende a preparare i muscoli più forti perché è più facile, aggravando lo squilibrio.

8 Nel caso di un ciclista avevamo una rotazione del bacino che lo portava ad urtare col ginocchio contro la canna della bicicletta, quindi doveva utilizzare della forza per non sbattere togliendola dal gesto atletico; la sola riequilibratura della rotazione ha portato ad un aumento di forza presente da sfruttare solo per l agonismo. La decontrattura muscolare è una costante, per cui si avrà uno stretching passivo che condurrà in tempi brevissimi (negli atleti: da pochi minuti a giorni) ad aumento della escursione articolare passiva e attiva di tutti i distretti. L aumento della escursione articolare porta ad una facilitazione del Gesto Atletico. I muscoli Agonisti utilizzeranno meno forza per vincere la resistenza dei muscoli antagonisti con il risultato che potranno esprimere Maggiore Forza, Potenza, Resistenza assoluta. Giovanni Parisi Pugile La decontrattura muscolare è una costante, per cui si avrà uno stretching passivo che condurrà in tempi brevissimi (negli atleti: da pochi minuti a giorni) ad aumento della escursione articolare passiva e attiva di tutti i distretti.

9 Cuccureddu prima/dopo L aumento della escursione articolare porta ad una facilitazione del Gesto Atletico. Roberto Baggio I muscoli Agonisti utilizzeranno meno forza per vincere la resistenza dei muscoli antagonisti con il risultato che potranno esprimere Maggiore Forza, Potenza, Resistenza assoluta.

10 Ragagnin Primavera Juventus 93 La sperimentazione con apparecchi endorali fatta su gruppi sportivi omogenei di vario livello (da squadre di calcio e di atletica locali fino a gruppi di livello mondiale) ha dato aumenti di Forza, Resistenza, Potenza, Lavoro del 20% su numeri statisticamente significativi con punte individuali di aumento fino al 50%, il tutto dopo tempi anche brevi. Deschamps Le misure sono state effettuate con la macchina da isocinetica della Technogym REV Ivan Gotti Vialli

11

12 Applicando apparecchi endorali, stimoliamo i recettori di cui è ricchissimo l apparato stomatognatico (denti, parodonto, ossa, articolazioni, muscoli) e, tramite questi, andiamo ad interferire sul sistema neuromuscolare legato all equilibrio del corpo nello spazio. La bocca può essere considerata una porta molto sofisticata e sensibile per interferire nella programmazione neuromotoria di tutto l organismo; come se la bocca fosse la porta dei dischetti del computer e il cervello il computer stesso. Altre porte di entrata sono i piedi, la pelle, il sistema otovestibolare, ecc. La bocca è sicuramente la più sensibile (stessa sensibilità dei polpastrelli delle mani) e, soprattutto, abbiamo notevoli ausili clinici e strumentali sia diagnostici che operativi. Il cervello usa la bocca come sistema di informazione e, quindi, anche di riprogrammazione per l equilibrio: ogni volta che deglutiamo la saliva, chiudiamo i denti stimolando i recettori e questo serve al cervello per sapere dov è la bocca, quindi la testa e tutto il corpo nello spazio.

13 Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altri distretti, servono per programmare i muscoli e mantenere l equilibrio. Un soggetto in equilibrio statico ha i muscoli in tono (né contratti né rilassati) bilanciato tra agonisti ed antagonisti. Questo tono tiene compatto l organismo che altrimenti si affloscerebbe (immaginiamo di sollevare una persona svenuta: cade da tutte le parti). La postura eretta avviene normalmente con un minimo dispendio energetico per l equilibrio tra agonisti ed antagonisti. Ogni variazione di questo rapporto provoca maggior dispendio energetico e, soprattutto, alcuni gruppi muscolari saranno contratti ed altri stirati. L effetto immediato è che ci si stanca a stare in piedi, ma spesso anche seduti, e si assumono posizioni scomposte per detendere i muscoli contratti (queste persone dormono in posizioni molto contorte per lo stesso motivo). De Santis Atletica In tempi più o meno brevi varierà anche la postura e compariranno i sintomi da contrattura non appena si esce dal range di equilibrio dell organismo. Gli apparecchi endorali non operano una correzione ma fa fare un esercizio propiocettivo che porta l organismo a riequilibrarsi. Una volta inserito in bocca svincola l apparato dalla abituale chiusura dei denti e, poiché non è ancorato ai denti, manda informazioni sempre diverse al cervello, tramite i recettori.

14 Poiché non è stabile, deve essere tenuto in posizione dalla coordinazione di guance, lingua, labbra, ecc. e quindi la propiocezione della zona è sempre all erta. Il cervello riceve treni di stimolazioni ed inizia a comandare i muscoli in risposta: la neurofisiologia ci dice che il cervello apprende con un sistema di biofeedback per cui risponde alle stimolazioni più frequenti tralasciando le altre e analizza le risposte correggendosi via via. In tempi più o meno brevi eseguirà dei movimenti dell apparato stomatognatico ottimali, influenzando rapidamente dapprima i sistemi contigui (cervicale, apparato otovestibolare) e poi tutto il sistema neuromuscolare. Gli apparecchi endorali all inizio agiscono quando lo si porta e cessa la sua azione quando si toglie, ben presto ha un effetto di accumulo per cui è efficace per sempre più tempo anche se non lo si porta. Vialli con prototipo del MIOSET E un concetto di fisioterapia: faccio una seduta di fisioterapia, sto bene, dopo poco tempo mi tornano i sintomi, rifaccio la seduta e i sintomi tarderanno a tornare e così via fino a che mi basta per sempre oppure ho bisogno di uno o due brevi richiami l anno.

15 Quindi Gli apparecchi endorali si usano, si fa un accumulo, possono essere necessari uno o due richiami l anno: non si è legati all apparecchio, ma ad un suo uso corretto. Il 60% della popolazione globale ha dei problemi all apparato stomatognatico tali da interferire su tutto il corpo, ovvero che richiede un compenso da parte dell organismo per sopperire ad una situazione odontoiatrica non ottimale. Mettendo Gli apparecchi endorali in bocca abbiamo una alta probabilità di andare a riequilibrare un sistema scompensato anche con sintomi importanti come cefalea muscolotensiva e cervicalgia. Ortottico in acetalico su Fondriest Da quanto detto finora si deduce che una variazione nella occlusione dentale interferisce su tutto l organismo e può farlo anche negativamente: si pensi alle estrazioni dei denti senza rimpiazzarli o a lavori odontoiatrici incongrui oppure ai paradenti preformati che si ammorbidiscono in acqua calda e si adattano stringendoci i denti sopra. Anche il MIOSET è stato sperimentato a lungo sugli sportivi sia dilettanti che campioni di livello mondiale in varie discipline (Pugilato, Calcio, Formula 1, Ciclismo, Atletica, Karatè, Pallavolo, Sci) e i risultati sono tutti per un riequilibrio, in nessun caso si sono avuti inconvenienti.

16 Deve essere portato però in maniera corretta: bisogna imparare a non stringere i denti sugli apparecchi endorali volontariamente finché non diventa una azione spontanea. Se si stringono i denti si può avere indolenzimento La velocità con cui agiscono dipende dalla integrità e dalla reattività del sistema neuromuscolare: quindi è molto veloce sui giovani e nelle persone che fanno attività fisica. Negli atleti, ancor più se giovani, si hanno variazioni importanti anche nei primi minuti di applicazione. Costante è l aumento della escursione articolare dovuta al maggior rilassamento muscolare. L aumento della espressione della Forza non è dovuto al fatto che abbiamo creato forza ma al fatto che impieghiamo meno forza per fare lo stesso movimento perché i muscoli antagonisti non sono contratti e quindi c è facilitazione. Tutti conoscono l utilità di fare dello stretching, soprattutto dopo attività fisica, per decontrarre la muscolatura, altrimenti diventa di ostacolo all attività stessa. Altresì è opinione comune che esprime più forza un muscolo ben decontratto rispetto ad uno gonfio, anche se più appariscente, da contrattura: la forza è espressione di quantità di fibre muscolari che si riesce ad attivare e dipende sia dalla psiche che dalle caratteristiche anatomiche del muscolo. Col MIOSET si ottiene uno stretching passivo con risultati enormi in tempi brevissimi rispetto allo stretching tradizionale.

17 Il riequilibrio di muscoli agonisti ed antagonisti, porta ad un riequilibrio posturale sia antero-posteriore che destro-sinistro. Spesso le alterazioni posturali o comunque le situazioni croniche di contrattura, portano a rotazioni soprattutto del bacino nel tentativo di compensare il calo di prestazione. Ad esempio: se il quadricipite è impegnato a vincere la resistenza degli ischiocrurali contratti e l atleta deve esprimere forza come quando si tira un calcio ad un pallone, allora il cervello ordina la rotazione del bacino per reclutare il gluteo, che è un muscolo potentissimo, e consentire un calcio potente che sarà comunque meno preciso. Questo porta all esecuzione del lavoro ma ad un cattivo utilizzo delle proprie risorse con maggiore impegno di coordinazione motoria, che portano poi a prestazioni scadenti soprattutto nell agonismo non tanto nella espressione di forza, quanto nella coordinazione motoria e quindi nella tecnica, vera base del successo agonistico. La coordinazione motoria è alla base del successo atletico; essa dipende dallo schema motorio che ci si è costruiti nel cervello con l allenamento, dalla psiche e dalla situazione anatomica. Lo schema motorio efficace deve essere il più semplice possibile; ogni necessità di compenso per un qualsiasi squilibrio (anche psichico o biochimico, come l alimentazione) porta a schemi motori sempre più complessi che abbassano la coordinazione motoria.

18 Il corretto rapporto tra agonisti ed antagonisti è, soprattutto, un fattore di protezione delle articolazioni: la stabilità articolare è in minima parte passiva, data dalle strutture anatomiche (capsula, legamenti) e in massima parte attiva, data dal tono muscolare e dal buon rapporto agonisti/antagonisti. Nei soggetti sedentari c è una ampia tolleranza anche perché si hanno scarse sollecitazioni, salvo nelle performance delle vacanze dove aumenta a dismisura il rischio infortuni. Negli atleti il rapporto AG/AN dipende dal settore sportivo e dal ruolo. Il rapporto quadricipite/ischiocrurali è del 50% normalmente e questo fa si che una energica contrattura del quadricipite sia bilanciata da una sufficiente opposizione degli ischiocrurali, altrimenti si scarica sul ginocchio. Si pensi alla caduta sugli sci con flessione della gamba: il quadricipite viene reclutato al massimo e, se gli ischiocrurali non bilanciano efficacemente si ha rottura dei legamenti crociati. Da qui l importanza della preparazione muscolare bilanciata soprattutto per i dilettanti ed occasionali; MIOSET e gli Gli apparecchi endorali portano al riequilibrio dei rapporti per cui la preparazione muscolare riesce facilitata. Difatti la vita sedentaria porta ad utilizzare di più alcuni gruppi muscolari a scapito di altri: il quadricipite più degli ischiocrurali, i muscoli dorsali più di quelli addominali, i bicipiti più dei tricipiti, ecc. Entro certi rapporti è normale, poi si creano squilibri e, anche quando si fa preparazione atletica si tende a preparare i muscoli più forti perché è più facile, aggravando lo squilibrio. Nel caso di un ciclista avevamo una rotazione del bacino che lo portava ad urtare col ginocchio contro la canna della bicicletta, quindi doveva utilizzare della forza per non sbattere togliendola dal gesto atletico; la sola riequilibratura della rotazione ha portato ad un aumento di forza presente da sfruttare solo per l agonismo.

19 Non ci sono controindicazioni assolute, l unico limite è che devono essere presenti i denti (anche provvisori). E fondamentale il modo in cui deve essere portato. Bisogna utilizzarlo per 15 gg. solo per imparare a portarlo (anche se la maggior parte delle persone impara dopo pochi minuti). Bisogna prendersi 30 minuti al giorno, mettersi rilassati col MIOSET o gli Gli apparecchi endorali in bocca, eventualmente ascoltare musica, non leggere, non guardare la televisione, ottimo durante la guida dell auto, e fare l unico esercizio di non stringere i denti. Sembra banale ma il Gli apparecchi endorali invitano a piantarci i denti dentro, ma questo fa si che si crei indolenzimento dentale, anche contratture. La bocca deve rimanere leggermente aperta col MIOSET e gli apparecchi endorali tra i denti, come si tocca bisogna riaprire leggermente. E consentito chiudere i denti solo quando si deglutisce perché la forza esercitata sarà più fisiologica. E opportuno succhiare contemporaneamente una piccola caramella per indurre la salivazione e quindi la deglutizione e per vincere il senso di nausea che all inizio dà il corpo estraneo in bocca. Dopo essersi abituati basta portarlo 3-4 ore al giorno anche intervallate, ma almeno di 30 minuti.

20 Se non lo si porta correttamente è inutile e, a volte anche dannoso. Non esiste un presidio che o fa bene o non fa nulla: se può far bene può fare almeno altrettanto male se viene usata male. C è una categoria di persone dette Bruxisti che digrignano abitualmente i denti e non riescono a controllarsi neanche con la volontà, per loro c è una versione apposta. Dopo 3-6 mesi (comunque massimo un anno) si è fatto un accumulo sufficiente e si può interrompere facendo dei richiami periodici: in imminenza di gare, di situazioni stressanti o di super lavoro e nei cambi di stagione (primavera e autunno). Durante la prestazione atletica non è molto agevole portarlo, ma nell allenamento può essere portato con beneficio. Nei soggetti in crescita condiziona lo sviluppo perché porta la colonna a curve più fisiologiche. L azione indiretta è poi sui dolori cervicali e sulla cefalea muscolotensiva. Altro modo di utilizzarlo è come azione di stretching dopo l allenamento in palestra per l azione decontratturante e quindi rilassante. Basta già portarlo mentre ci si cambia e si fa la doccia dopo l allenamento in palestra ed agisce come la seduta di stretching che bisognerebbe fare a fine allenamento e che si tende a non fare perché nessuno ne ha più voglia.

21 Tutte queste sono le azioni muscolari, poi c è tutto il campo della azione sulla componente della Articolazione Temporo-Mandibolare che è meglio riservare ai medici poiché occorrono maggiori competenze per gestirla: comunque l uso degli apparecchi endorali come abbiamo detto ha una influenza nza positiva anche sulla componente articolare ma di minore portata (per essere efficace bisogna fare la diagnosi, portarlo 24 ore su 24 e poi bisogna essere in grado di valutare l andamento, per cui è un atto medico). Tutti riescono a portarlo anche di notte mentre dormono; nel nostro caso non è necessario ma è possibile. Non bisogna portarlo di notte se i riflessi sono inibiti come nel caso di chi ingerisce alcolici, tranquillanti maggiori, droghe; nel sonno se si dovesse spostare viene subito sputato per riflesso (come il ciuccio nei neonati) Portando il MIOSET e gli apparecchi endorali si induce un rilassamento che può portare anche ad addormentarsi, attenzione durante la guida. La sperimentazione è stata fatta all inizio solo sugli atleti perché sono i soggetti più sani e i dati sono i più attendibili. per il MIOSET spesso si obietta : come fa a stare fermo. Primo si trova in uno spazio che normalmente è chiuso: sotto e sopra ha i denti, ai lati le guance, dentro la lingua, avanti le labbra, dietro la branca montante della mandibola. Secondo è come avere in bocca due caramelle contemporaneamente, tutti riescono a mantenerle in bocca e a parlare senza sputarle in faccia a chi è di fronte solo grazie alla coordinazione motoria e spesso senza neanche allenarsi.

22

23

INCREMENTO delle PRESTAZIONI SPORTIVE

INCREMENTO delle PRESTAZIONI SPORTIVE INCREMENTO delle PRESTAZIONI SPORTIVE L'esperienza in questo campo è iniziata nel 1990, con apice tra il 1992 e il 1997; abbiamo effettuato sperimentazioni, prima su atleti di Alessandria (atletica leggera,

Dettagli

La Gnatologia è la scienza che si occupa della chiusura dei denti (ovvero dei rapporti tra mandibola e mascella tramite l occlusione dentale).

La Gnatologia è la scienza che si occupa della chiusura dei denti (ovvero dei rapporti tra mandibola e mascella tramite l occlusione dentale). La Gnatologia è la scienza che si occupa della chiusura dei denti (ovvero dei rapporti tra mandibola e mascella tramite l occlusione dentale). Chiusura dei denti = Occlusione Dentale La chiusura dei denti

Dettagli

BITE tratto da Sport Invernali - Organo Ufficiale F.I.S.I.

BITE tratto da Sport Invernali - Organo Ufficiale F.I.S.I. BITE tratto da Sport Invernali - Organo Ufficiale F.I.S.I. Introduzione di Chicco Cotelli Negli ultimi anni sempre più sciatori, nelle varie specialità di sci alpino e nordico della Coppa del Mondo, usano

Dettagli

Ortodonzia vestibolare e linguale L Ortodonzia studia il corretto allineamento dei denti nelle rispettive arcate, corregge anomalie e malocclusioni, sia nei bambini che negli adulti. Le nostre apparecchiature

Dettagli

L allenamento posturale per il Biker di Saverio Ottolini

L allenamento posturale per il Biker di Saverio Ottolini L allenamento posturale per il Biker di Saverio Ottolini Saverio Ottolini L allenamento posturale per il biker www.mtbpassione.com L allenamento posturale per il biker Per chi si allena e gareggia in Mountain

Dettagli

LO STRETCHING. Metodiche di stretching. Tecniche di stretching statico

LO STRETCHING. Metodiche di stretching. Tecniche di stretching statico LO STRETCHING Chi corre deve avere una buona flessibilità per esprimere al meglio il proprio potenziale e per non incorrere in continui ed invalidanti infortuni. La flessibilità è l insieme della mobilità

Dettagli

Paganoni Cristian. Manella Federica 5 ERRORI DA EVITARE NELLO STRETCHING

Paganoni Cristian. Manella Federica 5 ERRORI DA EVITARE NELLO STRETCHING Paganoni Cristian con la partecipazione di Manella Federica Insegnante di Fitness 5 ERRORI DA EVITARE NELLO STRETCHING Tutto quello che dovete evitare per ottenere i massimi benefici dall allungamento

Dettagli

Il corpo, per quello che riguarda il nostro argomento, è formato fondamentalmente dalle seguenti strutture:

Il corpo, per quello che riguarda il nostro argomento, è formato fondamentalmente dalle seguenti strutture: Premessa Andare sugli sci è un po come andare in bicicletta: non si dimentica mai. Lo sci è uno sport tecnico, quindi anche un soggetto non preparato dal punto di vista fisico, ma che possiede una buona

Dettagli

STUDIO DI ODONTOIATRIA MAINI www.dottmaini.it. Faq: Gnatologia

STUDIO DI ODONTOIATRIA MAINI www.dottmaini.it. Faq: Gnatologia STUDIO DI ODONTOIATRIA MAINI www.dottmaini.it Faq: Gnatologia Cosè la gnatologia? E' una branca dell' odontoiatria che si occupa del funzionamento dei mascellari, dei denti e dell'articolazione mandibolare.

Dettagli

La sindrome algico disfunzionale della A.T.M. dalla meccanica neuro-motoria alla psiconeuroendocrinoimmunologia

La sindrome algico disfunzionale della A.T.M. dalla meccanica neuro-motoria alla psiconeuroendocrinoimmunologia Cefalee e nevralgie facciali in Medicina Integrata Sabato 23 Maggio 2015 Genova La sindrome algico disfunzionale della A.T.M. dalla meccanica neuro-motoria alla psiconeuroendocrinoimmunologia Dott. Roberto

Dettagli

Movimento e fisioterapia

Movimento e fisioterapia Movimento e fisioterapia Spesso il primo sintomo della Malattia di Pompe è la debolezza dei muscoli utilizzati per camminare. È possibile che i bambini nel primo anno di età appaiano ipotonici o non siano

Dettagli

Diagnosi e terapia delle Disfunzioni Gnato-Posturali: Il BITE PLANE SPLINT DIAGNOSTICO

Diagnosi e terapia delle Disfunzioni Gnato-Posturali: Il BITE PLANE SPLINT DIAGNOSTICO Diagnosi e terapia delle Disfunzioni Gnato-Posturali: Il BITE PLANE SPLINT DIAGNOSTICO Dott. Samoncini Piero Medico Chirurgo Odontoiatra Libero professionista Pisa Riassunto L occlusione dentale svolge

Dettagli

DOMANDE FREQUENTI. CST srl Neuromotor Controlling Operators. NEMOCO srl. Cro System Trading CRO SYSTEM E UN BREVETTO INTERNAZIONALE

DOMANDE FREQUENTI. CST srl Neuromotor Controlling Operators. NEMOCO srl. Cro System Trading CRO SYSTEM E UN BREVETTO INTERNAZIONALE COME AGISCE IL CRO SYSTEM? Ottimizza la performance muscolare potenziando marcatamente la sensibilità propriocettiva, ovvero la raccolta di informazioni da muscoli, articolazioni ed ossa, su cui si basa

Dettagli

LO STRETCHING A cura della Dott.ssa Ft. Bruna Cancelli Tel. 380 3499791 E-mail: bruna.cancelli@cheapnet.it

LO STRETCHING A cura della Dott.ssa Ft. Bruna Cancelli Tel. 380 3499791 E-mail: bruna.cancelli@cheapnet.it LO STRETCHING A cura della Dott.ssa Ft. Bruna Cancelli Tel. 380 3499791 E-mail: bruna.cancelli@cheapnet.it Stretching (da to stretch, allungare) è il nome dato a una serie di tecniche e metodologie, il

Dettagli

Lo Stretching per il ciclista 17 semplici esercizi

Lo Stretching per il ciclista 17 semplici esercizi 2012 Lo Stretching per il ciclista 17 semplici esercizi Una raccolta di esercizi specifici per chi pratica ciclismo a tutti i livelli dall'agonista al semplice cicloturista De Servi Giuseppe STUDIO BIOMEC

Dettagli

Esercizi per la fatigue

Esercizi per la fatigue Esercizi per la fatigue È stato dimostrato che, praticando una costante e adeguata attività fisica, la sensazione di fatigue provata dal paziente si riduce notevolmente e che di conseguenza si ottiene

Dettagli

LA MOBILITÀ ARTICOLARE

LA MOBILITÀ ARTICOLARE LA MOBILITÀ ARTICOLARE DEFINIZIONE La mobilità articolare (detta anche flessibilità o scioltezza articolare) è la capacità di eseguire, nel rispetto dei limiti fisiologicamente imposti dalle articolazioni,

Dettagli

LA STABILOMETRIA (ANALISI POSTUROGRAFICA)

LA STABILOMETRIA (ANALISI POSTUROGRAFICA) Giovanni Magnani LA STABILOMETRIA (ANALISI POSTUROGRAFICA) La Stabilometria (analisi posturografica) è un esame che permette di valutare e misurare il controllo fine della postura. Il soggetto esaminato

Dettagli

BRUX LA SOLUZIONE AL BRUXISMO CHE MIGLIORA LA PERFORMANCE

BRUX LA SOLUZIONE AL BRUXISMO CHE MIGLIORA LA PERFORMANCE BRUX LA SOLUZIONE AL BRUXISMO CHE MIGLIORA LA PERFORMANCE Brux il primo bite automodellante scelto dai campioni delle maggiori discipline sportive è oggi uno strumento efficace per migliorare le performance

Dettagli

Prof. Massimiliano Lattanzi L ALLENAMENTO MUSCOLARE TRA AGONISTI E ANTAGONISTI

Prof. Massimiliano Lattanzi L ALLENAMENTO MUSCOLARE TRA AGONISTI E ANTAGONISTI Prof. Massimiliano Lattanzi L ALLENAMENTO MUSCOLARE TRA AGONISTI E ANTAGONISTI la corsa, come qualsiasi altro movimento del nostro corpo è una sinergia di forze e allungamento un gioco di muscoli agonisti

Dettagli

MEZZOFONDO VELOCE : Mezzi di Allenamento. - Esercitazioni tecniche della Corsa :

MEZZOFONDO VELOCE : Mezzi di Allenamento. - Esercitazioni tecniche della Corsa : MEZZOFONDO VELOCE : Mezzi di Allenamento - Esercitazioni tecniche della Corsa : Queste rappresentano il mezzo più specifico per l apprendimento di un corretto utilizzo della corsa. Questa, infatti, dovrebbe

Dettagli

PROPONIMENTO CHE DETERMINA IL PERCORSO DEL TRATTAMENTO

PROPONIMENTO CHE DETERMINA IL PERCORSO DEL TRATTAMENTO PROPONIMENTO CHE DETERMINA IL PERCORSO DEL TRATTAMENTO A RIPOLARIZZARE LA STRUTTURA MUSCOLARE (RILASCIO GLOBALE FIBRE MUSCOLARI) B RIMODELLARE LA POSTURA SCHELETRICA C ALLEVIARE PROBLEMI ALLA SCHIENA O

Dettagli

CANOTTAGGIO: PREVENZIONE E RIEDUCAZIONE DELLE ALTERAZIONI POSTURALI INDOTTE DAL CICLO DI VOGA. Tesi di Laurea di: CAUDULLO Claudio Matricola N 3809553

CANOTTAGGIO: PREVENZIONE E RIEDUCAZIONE DELLE ALTERAZIONI POSTURALI INDOTTE DAL CICLO DI VOGA. Tesi di Laurea di: CAUDULLO Claudio Matricola N 3809553 UNIVERSITA CATTOLICA DEL SACRO CUORE DI MILANO Facoltà di scienze della formazione Corso di Laurea in Scienze E Tecniche Delle Attività Motorie Preventive e Adattate CANOTTAGGIO: PREVENZIONE E RIEDUCAZIONE

Dettagli

ATTENTO A COME DORMI!

ATTENTO A COME DORMI! ATTENTO A COME DORMI! Se ti corichi in posizione scorretta puoi avere problemi dentali e di salute in generale Terapia e prevenzione a costo zero, senza medicine e apparecchi Salute, conforto e benessere

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Francesco Vinci Logopedista

Francesco Vinci Logopedista Francesco Vinci Logopedista Tale terapia consiste nella rieducazione della postura linguale statica e dinamica e delle alterazioni gnosico-prassiche e muscolari oro facciali, delle alterazioni respiratorie,

Dettagli

LA PREVENZIONE NELLA PALLAVOLO Aspetti teorici ed esercitazioni pratiche

LA PREVENZIONE NELLA PALLAVOLO Aspetti teorici ed esercitazioni pratiche Corso aggiornamento allenatori Comitato Provinciale di Reggio Emilia LA PREVENZIONE NELLA PALLAVOLO Aspetti teorici ed esercitazioni pratiche Relatore Prof. Nicola Piccinini www.volleyballproject.it La

Dettagli

Fisioterapia Posturologia Massoterapia Linfodrenaggio Riabilitazione. Dott.ssa. fisioterapista. Sara Vignoli

Fisioterapia Posturologia Massoterapia Linfodrenaggio Riabilitazione. Dott.ssa. fisioterapista. Sara Vignoli Fisioterapia Posturologia Massoterapia Linfodrenaggio Riabilitazione fisioterapista Dott.ssa Sara Vignoli Dott.ssa Sara Vignoli fisioterapista specializzata in posturologia Laureata nel 2010 presso l Università

Dettagli

LE CAPACITÀ FISICHE: DEFINIZIONE E LORO SVILUPPO. Tecnico Nazionale Maurizio Castagna

LE CAPACITÀ FISICHE: DEFINIZIONE E LORO SVILUPPO. Tecnico Nazionale Maurizio Castagna LE CAPACITÀ FISICHE: DEFINIZIONE E LORO SVILUPPO Tecnico Nazionale Maurizio Castagna CAPACITÀ FISICHE E SVILUPPO LE CAPACITÀ FISICHE SONO: FORZA, RESISTENZA, RAPIDITÀ. La mobilità articolare è una capacità

Dettagli

ALLENAMENTO CICLISMO PER I TRIATLETI

ALLENAMENTO CICLISMO PER I TRIATLETI ALLENAMENTO CICLISMO PER I TRIATLETI Premessa L elaborazione di un programma di allenamento deve tener conto dei concetti basilari della metologia. Lo scopo di quanto andremo ad esporre è principalmente

Dettagli

INTERVENTO DI PROTESI D ANCA: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE

INTERVENTO DI PROTESI D ANCA: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE INTERVENTO DI PROTESI D ANCA: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE Agnese Teruzzi, 78 anni Ex consulente d'azienda Operata 5 anni fa di protesi alle anche Sul sito web www.storiedivitainmovimento.it

Dettagli

L'ALLENAMENTO, IL RISCALDAMENTO, LO STRETCHING

L'ALLENAMENTO, IL RISCALDAMENTO, LO STRETCHING L'ALLENAMENTO, IL RISCALDAMENTO, LO STRETCHING 1 - ALLENAMENTO FISICO O TRAINING L ALLENAMENTO consente di raggiungere e mantenere l organismo e/o le varie prestazioni a ben definiti livelli ottimali di

Dettagli

Attivo di Bionaïf è un plantare anatomico che partendo dai piedi dona benessere a tutto il tuo corpo.

Attivo di Bionaïf è un plantare anatomico che partendo dai piedi dona benessere a tutto il tuo corpo. il benessere ai tuoi piedi Attivo di Bionaïf è un plantare anatomico che partendo dai piedi dona benessere a tutto il tuo corpo. Attivo è stato studiato per chi soffre di problemi di postura e di mal di

Dettagli

Postural Posturologia Sportiva Applicata

Postural Posturologia Sportiva Applicata MASTER Postural Posturologia Sportiva Applicata Corso Accreditato COS È LA POSTUROLOGIA? Il sistema posturale è un insieme molto complesso, che vede coinvolte strutture del sistema nervoso centrale e periferico,

Dettagli

la palestra su misura

la palestra su misura STUFO DI CODE AGLI ATTREZZI? STUFO DI AMBIENTI AFFOLLATI? STUFO DI SENTIRTI SENZA UNA GUIDA? SE NON AMI LA PALESTRA TRADIZIONALE SCEGLI la palestra su misura scopri chi siamo Siamo la prima palestra su

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

Il massaggio consiste in manipolazioni che si praticano sui tessuti molli a fini terapeutici.

Il massaggio consiste in manipolazioni che si praticano sui tessuti molli a fini terapeutici. Il massaggio consiste in manipolazioni che si praticano sui tessuti molli a fini terapeutici. Ogni seduta deve essere iniziata con particolare cautela, onde saggiare la reattività del soggetto ed evitare

Dettagli

Associazione di Pugliese di Medicina Olistica e Centro Studi di Posturologia Clinica Integrata

Associazione di Pugliese di Medicina Olistica e Centro Studi di Posturologia Clinica Integrata Associazione di Pugliese di Medicina Olistica e Centro Studi di Posturologia Clinica Integrata Il corso si terrà presso Centro corsi APMO c/o Parco Tecnologico Cittadella della Ricerca S S. 7 per MESAGNE

Dettagli

Biomeccanica e psicosomatica dell organo masticatorio Terapia del dolore oro cranio cervico facciale

Biomeccanica e psicosomatica dell organo masticatorio Terapia del dolore oro cranio cervico facciale Medica Libra Studio Associato Odontoiatra Dr.ssa Veronica Vismara Dr. Antonio Busato Via Gian Girolamo Savoldo 3 Milano Tel. 02/6437937 Biomeccanica e psicosomatica dell organo masticatorio Terapia del

Dettagli

APPROCCIO INTERDISCIPLINARE... 3 SCROSCI... 4 CLASSI... 5 PRECONTATTI... 6 INDICE

APPROCCIO INTERDISCIPLINARE... 3 SCROSCI... 4 CLASSI... 5 PRECONTATTI... 6 INDICE APPROCCIO INTERDISCIPLINARE... 3 SCROSCI... 4 CLASSI... 5 PRECONTATTI... 6 INDICE IL FISIOTERAPISTA NEL TRATTAMENTO DELL ATM E DELLE AREE COINVOLTE DALLA MASTICAZIONE MANDIBOLA APPROCCIO INTERDISCIPLINARE

Dettagli

PREPARAZIONE Fisica Mobilità articolare e Allungamento muscolare STRETCHING

PREPARAZIONE Fisica Mobilità articolare e Allungamento muscolare STRETCHING PREPARAZIONE Fisica Mobilità articolare e Allungamento muscolare STRETCHING La continua voglia di migliorarsi in quel magico processo di confronto uomo macchina determinato dalla competizione, i gesti

Dettagli

Studio Ortodontico. Dott. Giovanni Bavaresco Specialista in Odontostomatologia ed Ortodonzia. Documento informativo per il paziente

Studio Ortodontico. Dott. Giovanni Bavaresco Specialista in Odontostomatologia ed Ortodonzia. Documento informativo per il paziente Studio Ortodontico Dott. Giovanni Bavaresco Specialista in Odontostomatologia ed Ortodonzia INTRODUZIONE AL TRATTAMENTO ORTODONTICO Documento informativo per il paziente Pratica esclusiva in Ortodonzia

Dettagli

PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE

PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE Recupero della palla ( anticipo, intercettamento, contrasto) Marcamento ( principi

Dettagli

FORZA RAPIDA (o veloce)

FORZA RAPIDA (o veloce) FORZA RAPIDA (o veloce) Per FORZA RAPIDA (o VELOCE) si intende la capacità del sistema neuromuscolare di superare resistenze con un elevata velocità di contrazione. Viene definita: - Forza esplosiva quando

Dettagli

PREVENZIONE E CURA DEL MAL DI SCHIENA

PREVENZIONE E CURA DEL MAL DI SCHIENA PREVENZIONE E CURA DEL MAL DI SCHIENA Indicazioni Generali Gli esercizi Consigli utili Indicazioni generali Questo capitolo vuole essere un mezzo attraverso il quale si posso avere le giuste informazioni

Dettagli

INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE

INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE Francesco Albanese, 67 anni Ex titolare di una impresa edile Operato 5 anni fa di protesi alle ginocchia Sul sito web www.storiedivitainmovimento.it

Dettagli

Il linguaggio dell insegnante. Scienze Motorie Prof.ssa Marta Pippo

Il linguaggio dell insegnante. Scienze Motorie Prof.ssa Marta Pippo Il linguaggio dell insegnante Scienze Motorie Prof.ssa Marta Pippo A Assi e piani Asse longitudinale: è la linea immaginaria che ti attraversa dall alto (vertice della testa) in basso (in mezzo ai talloni).

Dettagli

L'allenamento in diretta

L'allenamento in diretta Novembre 2001 Dopo che nelle ultime settimane di ottobre avete (spero) fatto un poco di scarico iniziamo la preparazione per la nuova stagione podistica iniziamo dal 5 Novembre con la prima fase della

Dettagli

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce 4. Esercizi raccomandati La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce una indicazione ed un invito ad adottare un vero e proprio stile di vita sano, per tutelare l integrità e conservare

Dettagli

SPORT di SQUADRA OVER 40:

SPORT di SQUADRA OVER 40: SPORT di SQUADRA OVER 40: Tempi e metodi Relatore: prof. MODESTO BONAN Sabato 3 dicembre 2011 Centro Congressi Belluno - Sala Teatro Centro Giovanni XXIII Componenti esterni Struttura delle componenti

Dettagli

Il Minibasket e la preparazione atletica: obiettivi comuni per il miglioramento delle capacità del bambino

Il Minibasket e la preparazione atletica: obiettivi comuni per il miglioramento delle capacità del bambino Il Minibasket e la preparazione atletica: obiettivi comuni per il miglioramento delle capacità del bambino Il ruolo dell istruttore nel Minibasket è di fondamentale importanza in quanto deve migliorare

Dettagli

La Prevenzione del Rischio da MMC. Introduzione. Newsletter 08/2014

La Prevenzione del Rischio da MMC. Introduzione. Newsletter 08/2014 Codroipo, lì 15 settembre 2014 Prot. 4714LM La Prevenzione del Rischio da Movimentazione Manuale dei Carichi MMC Introduzione Newsletter 08/2014 ECONSULTING del dott. Luciano Martinelli Via Roma, 15 int.

Dettagli

Corsi di Massaggio Occidentale

Corsi di Massaggio Occidentale Corsi di Massaggio Occidentale Per massaggio occidentale intendiamo tutte quelle tecniche massoterapiche che per cultura sono legate al trattamento dei classici inestetismi, del benessere corporeo e del

Dettagli

Catene muscolari: una visione globale per comprendere l origine di molte rachialgie. Prima parte: la cervicale

Catene muscolari: una visione globale per comprendere l origine di molte rachialgie. Prima parte: la cervicale Catene muscolari: una visione globale per comprendere l origine di molte rachialgie Prima parte: la cervicale Per impostare un programma di lavoro che abbia la massima efficacia su una rachialgia dobbiamo

Dettagli

MASSAGGIO MIOFASCIALE

MASSAGGIO MIOFASCIALE MASSAGGIO MIOFASCIALE Tale massaggio viene utilizzato sia a scopo preventivo, che per il trattamento delle rigidità e delle contratture della muscolatura. Questa tecnica agisce sulla fascia (tessuto connettivale

Dettagli

MOBILITÀ ARTICOLARE Testo e disegni di Stelvio Beraldo

MOBILITÀ ARTICOLARE Testo e disegni di Stelvio Beraldo MOBILITÀ ARTICOLARE Testo e disegni di Stelvio Beraldo - Aspetti generali - Stretching - Facilitazione Neuromuscolare Propriocettiva (P.N.F.) - Contrazione-Rilasciamento-Contrazione dei muscoli agonisti

Dettagli

I MUSCOLI PER CORRERE E PER SALTARE

I MUSCOLI PER CORRERE E PER SALTARE I MUSCOLI PER CORRERE E PER SALTARE Testo e disegni di Stelvio Beraldo L' ottimale di scatti, salti e balzi è legata alla FORZA RAPIDA (o veloce) che è la capacità del sistema neuromuscolare di superare

Dettagli

CENTRO IDROKIN. V.le XXIV maggio, 11 TREVIGLIO BENESSERE IN GRAVIDANZA

CENTRO IDROKIN. V.le XXIV maggio, 11 TREVIGLIO BENESSERE IN GRAVIDANZA BENESSERE IN GRAVIDANZA La gravidanza è l evento più bello che una donna possa affrontare. Il lavoro corporeo in gravidanza rappresenta una sorta di viaggio, di esplorazione e riscoperta di sé. È occasione

Dettagli

Come promotori della Campagna Postura Corretta e nostro piacere fornirvi questa Guida per la salute della colonna vertebrale e della vista.

Come promotori della Campagna Postura Corretta e nostro piacere fornirvi questa Guida per la salute della colonna vertebrale e della vista. Come promotori della Campagna Postura Corretta e nostro piacere fornirvi questa Guida per la salute della colonna vertebrale e della vista. Le patologie vertebrali e visive sono considerate le malattie

Dettagli

emiplegico in fase acuta

emiplegico in fase acuta Il pre-occuparsi terapeutico Il trattamento del paziente emiplegico in fase acuta Associazione RMP Elementi basilare dell approccio terapeutico Conoscenza delle varie forme di emiplegia Conoscenza per

Dettagli

Bite terapeutici 1. Patologia orale Unità 15 Patologia orale generale

Bite terapeutici 1. Patologia orale Unità 15 Patologia orale generale Bite terapeutici 1 Lo stretto legame tra il sistema stomatognatico e le caratteristiche posturali può portare a disturbi funzionali che interessano vari distretti corporei. In particolare, alcune disfunzioni

Dettagli

RUNNING. il re degli allenamenti

RUNNING. il re degli allenamenti Naturale, dimagrante, ottima per tonificare il cuore e il sistema circolatorio. E soprattutto a costo zero. La corsa è un training senza eguali e le giornate di questo periodo, tiepide e gradevoli, invitano

Dettagli

Esercizi per il potenziamento e la stabilizzazione della muscolatura

Esercizi per il potenziamento e la stabilizzazione della muscolatura Esercizi per il potenziamento e la stabilizzazione della muscolatura Specifico per il tiro con la pistola ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

MOBILITA FUNZIONALE PER LA CANOA CANADESE

MOBILITA FUNZIONALE PER LA CANOA CANADESE MOBILITA FUNZIONALE PER LA CANOA CANADESE a cura di ELISABETTA INTROINI COORDINATRICE SETTORE JUNIORES VELOCITA FICK con la collaborazione di ANTONIO CANNONE SOMMARIO 1. Cosa è la mobilità funzionale e

Dettagli

Nella introduzione si è fatto un breve cenno alla specificità

Nella introduzione si è fatto un breve cenno alla specificità 3. Misure comportamentali di prevenzione Nella introduzione si è fatto un breve cenno alla specificità della forma e delle funzioni statiche e dinamiche del rachide. Tali proprietà sono uniche nel regno

Dettagli

Testi Andrea Frosini Foto Antonio Pavone. Introduzione

Testi Andrea Frosini Foto Antonio Pavone. Introduzione Testi Andrea Frosini Foto Antonio Pavone Introduzione Spessissimo si parla o si leggono articoli su metodologie di allenamento e, in generale, si tratta di argomenti relativi al miglioramento delle prestazioni

Dettagli

Che cos'è la postura

Che cos'è la postura Che cos'è la postura Si può definire la Postura come il modo di stare in equilibrio del corpo umano.. Essa esprime una funzione relativa alle capacità del corpo d acquisire e mantenere tutte le posizioni,

Dettagli

Ginnastica preparatoria

Ginnastica preparatoria Ginnastica preparatoria Le attività di una ginnastica per attività sportiva sono essenzialmente 4: Riscaldamento muscolare allungamento dei muscoli tonificazione (potenziamento ) muscolare minimo allenamento

Dettagli

VALUTAZIONE DELL IMPEGNO NELLE ATTIVITÀ SPORTIVE PER DISABILI INTELLETTIVI-RELAZIONALI, FISICI E SENSORIALI

VALUTAZIONE DELL IMPEGNO NELLE ATTIVITÀ SPORTIVE PER DISABILI INTELLETTIVI-RELAZIONALI, FISICI E SENSORIALI VALUTAZIONE DELL IMPEGNO NELLE ATTIVITÀ SPORTIVE PER DISABILI INTELLETTIVI-RELAZIONALI, FISICI E SENSORIALI Seregni Roberta (Roberta.seregni@libero.it), M Martinelli Il presente lavoro di ricerca si è

Dettagli

Il controllo posturale

Il controllo posturale Il controllo posturale Dario Riva e Paola Trevisson Dipartimento di Ricerche Scuola Universitaria Interfacoltà in Scienze Motorie Università degli Studi di Torino La qualità dei movimenti dipende dal controllo

Dettagli

Tecnica. Capacità di Prestazione del Giocatore di pallacanestro. Condizione. Forza Velocità Resistenza Mobilità articolare

Tecnica. Capacità di Prestazione del Giocatore di pallacanestro. Condizione. Forza Velocità Resistenza Mobilità articolare 1 Le forme principali di sollecitazione motoria rappresentate dalla forza, velocità, resistenza, mobilità articolare e dalle capacità coordinative costituiscono i presupposti fondamentali per l apprendimento

Dettagli

I MUSCOLI L APPARATO MUSCOLARE

I MUSCOLI L APPARATO MUSCOLARE IL GINOCCHIO Il ginocchio la più grande articolazione dell uomo è un articolazione doppia, che si costituisce grazie all intersezione di 3 diverse ossa: - Rotula - Perone - Femore La parte più robusta

Dettagli

massamagra.com Programmi per la pedana vibrante alternata Galileo Basic

massamagra.com Programmi per la pedana vibrante alternata Galileo Basic Programmi per la pedana vibrante alternata Galileo Basic Scheda Rapida Galileo Basic Base per tonificazione, rassodamento, rafforzamento, reattività, mantenimento della forma, potenziamento. N.Esercizi

Dettagli

CONInforma Sport e corretti stili di vita

CONInforma Sport e corretti stili di vita Numero 2 del 17 febbraio 2014 A cura del Dott. Sergio Zita Responsabile sportello CONInforma ATTIVITA FISICA E SPORT IN ETA EVOLUTIVA L età di avviamento dei bambini alla pratica sportiva preoccupa non

Dettagli

Scrivanie regolabili in altezza

Scrivanie regolabili in altezza Scrivanie regolabili in altezza - aggiungi benessere, attività fisica e comfort alla tua giornata lavorativa LINEAR ACTUATOR TECHNOLOGY Negli ambienti di lavoro moderni l ufficio è diventato molto più

Dettagli

SCUOLA DI FORMAZIONE BIENNALE IN TECNICHE DEL MASSAGGIO

SCUOLA DI FORMAZIONE BIENNALE IN TECNICHE DEL MASSAGGIO SCUOLA DI FORMAZIONE BIENNALE IN TECNICHE DEL MASSAGGIO 11 week-end Il sabato e domenica dalle 9:00 alle 18:00 Frequenza obbligatoria PROGRAMMA DEL PRIMO ANNO Un weekend al mese da settembre a giugno più

Dettagli

Aumentare la forza muscolare

Aumentare la forza muscolare Una delle migliori vie per migliorare il proprio rendimento in salita, è allenare la forza resistente. La forza resistente si allena principalmente in due modi: 1. aumentare il grado di forza dei muscoli

Dettagli

SCOLIOSI NEL CALCIATORE:

SCOLIOSI NEL CALCIATORE: SCOLIOSI NEL CALCIATORE: UN CASO STUDIO A cura di: Christian Casella SOGGETTO Anno e Ruolo: Centrocampista allievi regionali fascia B (1998); Problema: dolore alla schiena (zona lombare), specie dopo un

Dettagli

Mezzofondo e resistenza, pianificazione per la categoria allievi. Esposito Vincenzo

Mezzofondo e resistenza, pianificazione per la categoria allievi. Esposito Vincenzo Mezzofondo e resistenza, pianificazione per la categoria allievi. Esposito Vincenzo Introduzione sulle diverse tipologie di resistenza. Resistenza: la facoltà di svolgere per lungo tempo una qualsiasi

Dettagli

SCUOLA DI FORMAZIONE BIENNALE IN TECNICHE DEL MASSAGGIO

SCUOLA DI FORMAZIONE BIENNALE IN TECNICHE DEL MASSAGGIO SCUOLA DI FORMAZIONE BIENNALE IN TECNICHE DEL MASSAGGIO 11 week-end Il sabato e domenica dalle 9:00 alle 18:00 Frequenza obbligatoria PROGRAMMA DEL PRIMO ANNO Un weekend al mese da settembre a giugno più

Dettagli

RETRAZIONE CATENA MUSCOLARE POSTERIORE

RETRAZIONE CATENA MUSCOLARE POSTERIORE RETRAZIONE CATENA MUSCOLARE POSTERIORE È il test iniziale della batteria di prove a carattere funzionale : da posizione seduta, con arti inferiori distesi e piedi a martello, distendere gli arti superiori

Dettagli

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro Introduzione Che si lavori seduti o in piedi, la mancanza di movimento legata a una postura statica prolungata può a lungo andare

Dettagli

ADOTTARE UNA POSTURA CORRETTA

ADOTTARE UNA POSTURA CORRETTA ADOTTARE UNA POSTURA CORRETTA Gli Osteopati,i Fisioterapisti ed i Posturologi sono molto attenti riguardo la postura dei loro pazienti, consigliando loro come correggerla e come eseguire esercizi correttivi,

Dettagli

LA STORIA. Da patologia della ARTICOLAZIONE TEMPOROMANDIBOLARE P.Cascone C. Di Paolo

LA STORIA. Da patologia della ARTICOLAZIONE TEMPOROMANDIBOLARE P.Cascone C. Di Paolo I PRESIDI OCCLUSALI LA STORIA LA FINALITA PRINCIPALE DEGLI SPLINT OCCLUSALI E QUELLA DI RICREARE UN EQUILIBRIO TRA LE COMPONENTI DELL APPARATO STOMATOGNATICO OTTENENDO COSI UNA CONDIZIONE DI STABILITA

Dettagli

Meglio informati sul mal di schiena

Meglio informati sul mal di schiena Meglio informati sul mal di schiena 11309-270801 www.mepha.ch Quelli con l arcobaleno Quelli con l arcobaleno Armonia alterata Quando i tendini, i legamenti, i muscoli e le articolazioni cessano di funzionare

Dettagli

ROSARIO BELLIA E FRANCISCO SELVA SARZO

ROSARIO BELLIA E FRANCISCO SELVA SARZO ROSARIO BELLIA E FRANCISCO SELVA SARZO La tecnica di applicazione del nastro elastico, affrontando in modo globale gli squilibri dell organismo, cerca di ristabilire il corretto equilibrio funzionale,

Dettagli

LEGAMENTO CROCIATO INFORMAZIONI SU LL INTERVENTO ESERCIZI DI FISIOTERAPIA

LEGAMENTO CROCIATO INFORMAZIONI SU LL INTERVENTO ESERCIZI DI FISIOTERAPIA LEGAMENTO CROCIATO INFORMAZIONI SU LL INTERVENTO ESERCIZI DI FISIOTERAPIA Cos è il legamento crociato anteriore e a che cosa serve All interno dell articolazione del ginocchio vi sono due legamenti interposti

Dettagli

CORSO DI POSTUROLOGIA APPLICATA

CORSO DI POSTUROLOGIA APPLICATA Organizzato da: Associazione Armonia e Benessere Presso: Mercure Hotel Viale Pietro Pitramellara, 59 40121 Bologna (di fronte la stazione centrale) Tel.: 051 42211 Stagione formativa 2013 Per informazioni:

Dettagli

IL VALORE DELLA GINNASTICA DOLCE E RIABILITATIVA LIFETRAIL Una palestra all aria aperta

IL VALORE DELLA GINNASTICA DOLCE E RIABILITATIVA LIFETRAIL Una palestra all aria aperta IL VALORE DELLA GINNASTICA DOLCE E RIABILITATIVA LIFETRAIL Una palestra all aria aperta LIFETRAIL è un innovativo sistema concepito per la ginnastica dolce e riabilitativa della terza e quarta età. Si

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA Progetto esecutivo MD-STCW/02-7.3_2 Sistema Gestione Qualità per la Formazione Marittima MOD 7.3_2 Ed. 1 REV. 0 del 01.12.2014 Red. RSG App.DS Pag. 1/9 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA MODULI RELATIVI ALLE COMPETENZE

Dettagli

Curare il mal di schiena. Nicola Magnavita

Curare il mal di schiena. Nicola Magnavita Curare il mal di schiena Nicola Magnavita Lombalgia acuta Vivo dolore alla schiena, che insorge all improvviso dopo un movimento particolare o uno sforzo ( colpo della strega ) Colpisce il 10-15% della

Dettagli

del progetto Stretching in classe

del progetto Stretching in classe Riduce il rischio di: 1) malattie cardiovascolari 2) diabete 3) ipertensione arteriosa 4) tumore al colon Aiuta a: 5) ridurre la pressione arteriosa a chi soffre di ipertensione 6) controllare il peso

Dettagli

TECNICA DI COSTRUZIONE DI PLACCHE

TECNICA DI COSTRUZIONE DI PLACCHE TECNICA DI COSTRUZIONE DI PLACCHE Parlando di placche occlusali in odontoiatria occorre prima di tutto chiarire quale tipo d apparecchiatura s intenda e in questo lavoro sono da classificare come apparecchiature

Dettagli

COME COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA DIPARTIMENTO DI RIABILITAZIONE

COME COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA DIPARTIMENTO DI RIABILITAZIONE COME COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA DIPARTIMENTO DI RIABILITAZIONE Struttura Semplice Dipartimentale Rieducazione Funzionale Ospedale Albenga/Territorio Albenganese Responsabile Dssa. Anna Maria Amato 2

Dettagli

ALLENAMENTO DELLA FORZA MASSIMA E DELLA FORZA RESISTENTE NEL CANOTTAGGIO

ALLENAMENTO DELLA FORZA MASSIMA E DELLA FORZA RESISTENTE NEL CANOTTAGGIO ALLENAMENTO DELLA FORZA MASSIMA E DELLA FORZA RESISTENTE NEL CANOTTAGGIO Testo e disegni di Stelvio Beraldo - IL RUOLO E LA PROGRAMMAZIONE DELLA FORZA NEL CANOTTAGGIO - FORZA MASSIMA: Parametri di lavoro,

Dettagli

Performance ed elasticità: una nuova metodica al servizio dello sportivo. 16 Febbraio 2003 Prof. Paolo Beretta

Performance ed elasticità: una nuova metodica al servizio dello sportivo. 16 Febbraio 2003 Prof. Paolo Beretta PREPARAZIONE ATLETICA Performance ed elasticità: una nuova metodica al servizio dello sportivo. 16 Febbraio 2003 Prof. Paolo Beretta La Performance Nello sport, risultato di particolare rilievo ottenuto

Dettagli

Riequilibrarsi Naturalmente

Riequilibrarsi Naturalmente Riequilibrarsi Naturalmente di Maria Elisa Marchiani l Equilibrio Muscolare che dà voce al corpo! Liberarsi dalle tensioni muscolari, sentire l armonia del corpo, la libertà della schiena e il piacere

Dettagli