Tutto ciò porta a migliore coordinazione motoria e miglioramento delle prestazioni.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tutto ciò porta a migliore coordinazione motoria e miglioramento delle prestazioni."

Transcript

1 Cipryen Fondriest Vialli Il vantaggio per lo sportivo è quello di ottimizzare il funzionamento dell apparato muscoloscheletrico di tutto il corpo col risultato di aumentare il rilassamento muscolare e impiegare meno forza per vincere la resistenza degli antagonisti. Tutto ciò porta a migliore coordinazione motoria e miglioramento delle prestazioni.

2 La sperimentazione è stata fatta all inizio solo sugli atleti perché sono i soggetti più sani e i dati sono i più attendibili. Il loro sistema neuromuscolare è integro e quindi hanno risposte rapide e attendibili Nei periodi di allenamento tendono ad avere una vita molto metodica (soprattutto pugili, ciclisti e nell atletica leggera) cosicché la nostra variabile occlusale è una delle poche e le variazioni sono più attendibili Abbiamo a lungo cercato un soggetto in condizioni perfette da cui dedurre uno standard, a tutt oggi si è rivelata una utopia. Probabilmente la risposta è che quella perfezione della funzione, essendo dinamica per definizione, viene raggiunta in particolari condizioni, per breve tempo e dopo adeguata preparazione: come durante un...record SPORTIVO

3 In un paziente normale tutto ciò porterà ad un allargamento del proprio Range di equilibrio con miglioramento della risposta a successive interferenze; nello sportivo e, soprattutto, nell atleta professionista si avrà un miglioramento delle prestazioni sportive dovute in massima parte al miglioramento della coordinazione neuromotoria LE PLACCHE Portano ad > FORZA POTENZA RESISTENZA > ESCURSIONE ARTICOLARE > COORDINAZIONE MOTORIA OTTIMIZZANO IL RAPPORTO AGONISTI / ANTAGONISTI

4 Qualsiasi placca e protocollo di uso, purché appropriati, portano a questi risultati, ciò che cambia è in quanto tempo si ottengono Tutte le placche producono degli effetti di accumulo, cioè col tempo è necessario portarle sempre meno per avere gli stessi effetti neuromuscolari, fino a non doverle più portare se c erano solo problemi neuromotori o se il paziente ha acquisito un range sufficiente (sono richiesti dei brevi periodi di richiamo di gg nei cambi di stagione o in situazioni di stress o in imminenza di gare). In molti sport non è possibile portare placche sia perché pericolose come in Formula 1, sia perché ostacolano la fonazione come nel calcio dove devono spesso urlare, sia perché ostacolano l alimentazione come per i ciclisti in gara.

5 Quindi occorrerà utilizzare un protocollo che porti rapidamente ad un accumulo tale che non sia necessario portare nulla in gara: uso notturno, uso in allenamento o durante la preparazione atletica, uso intermittente. Secondo recenti studi Universitari il Bite risulta il presidio più lento e maggiormente da adattare, l ortottico è sicuramente più veloce portando ad ottimi risultati già dopo tre-sei mesi,

6 il MIO SET è il più veloce con risultati validi tra i primi 15 giorni e i tre mesi ed è molto agevole da riutilizzare in seguito perché non richiede adattamenti né è sensibile a variazioni occlusali (microspostamenti, interventi di conservativa, ecc.) Un soggetto in equilibrio statico ha i muscoli in tono (né contratti né rilassati); bilanciato tra l azione di agonisti ed antagonisti. Questo tono mantiene compatto l organismo che altrimenti si affloscerebbe (immaginiamo di sollevare una persona svenuta: cade da tutte le parti). La postura eretta avviene normalmente con un minimo dispendio energetico per l equilibrio tra agonisti ed antagonisti. Ogni variazione di questo rapporto provoca maggior dispendio energetico e, soprattutto, alcuni gruppi muscolari saranno contratti ed altri stirati.

7 L effetto immediato è che ci si stanca a stare in piedi, ma spesso anche seduti, e si assumono posizioni scomposte per detendere i muscoli contratti (queste persone dormono in posizioni molto contorte per lo stesso motivo). Il rapporto AG/AN dipende dal settore sportivo e dal ruolo Il rapporto quadricipite/ischiocrurali è normalmente del 50% e questo fa si che una energica contrattura del quadricipite sia bilanciata da una sufficiente opposizione degli ischiocrurali, altrimenti si scarica sul ginocchio. Si pensi alla caduta sugli sci con flessione della gamba: il quadricipite viene reclutato al massimo e, se gli ischiocrurali non bilanciano efficacemente si ha rottura dei legamenti crociati. Da qui l importanza della preparazione muscolare bilanciata soprattutto per i dilettanti ed occasionali; MIOSPORT porta al riequilibrio dei rapporti per cui la preparazione muscolare riesce facilitata. Difatti la vita sedentaria porta ad utilizzare di più alcuni gruppi muscolari a scapito di altri: il quadricipite più degli ischiocrurali, i muscoli dorsali più di quelli addominali, i bicipiti più dei tricipiti, ecc. Entro certi rapporti è normale, poi si creano squilibri e, anche quando si fa preparazione atletica si tende a preparare i muscoli più forti perché è più facile, aggravando lo squilibrio.

8 Nel caso di un ciclista avevamo una rotazione del bacino che lo portava ad urtare col ginocchio contro la canna della bicicletta, quindi doveva utilizzare della forza per non sbattere togliendola dal gesto atletico; la sola riequilibratura della rotazione ha portato ad un aumento di forza presente da sfruttare solo per l agonismo. La decontrattura muscolare è una costante, per cui si avrà uno stretching passivo che condurrà in tempi brevissimi (negli atleti: da pochi minuti a giorni) ad aumento della escursione articolare passiva e attiva di tutti i distretti. L aumento della escursione articolare porta ad una facilitazione del Gesto Atletico. I muscoli Agonisti utilizzeranno meno forza per vincere la resistenza dei muscoli antagonisti con il risultato che potranno esprimere Maggiore Forza, Potenza, Resistenza assoluta. Giovanni Parisi Pugile La decontrattura muscolare è una costante, per cui si avrà uno stretching passivo che condurrà in tempi brevissimi (negli atleti: da pochi minuti a giorni) ad aumento della escursione articolare passiva e attiva di tutti i distretti.

9 Cuccureddu prima/dopo L aumento della escursione articolare porta ad una facilitazione del Gesto Atletico. Roberto Baggio I muscoli Agonisti utilizzeranno meno forza per vincere la resistenza dei muscoli antagonisti con il risultato che potranno esprimere Maggiore Forza, Potenza, Resistenza assoluta.

10 Ragagnin Primavera Juventus 93 La sperimentazione con apparecchi endorali fatta su gruppi sportivi omogenei di vario livello (da squadre di calcio e di atletica locali fino a gruppi di livello mondiale) ha dato aumenti di Forza, Resistenza, Potenza, Lavoro del 20% su numeri statisticamente significativi con punte individuali di aumento fino al 50%, il tutto dopo tempi anche brevi. Deschamps Le misure sono state effettuate con la macchina da isocinetica della Technogym REV Ivan Gotti Vialli

11

12 Applicando apparecchi endorali, stimoliamo i recettori di cui è ricchissimo l apparato stomatognatico (denti, parodonto, ossa, articolazioni, muscoli) e, tramite questi, andiamo ad interferire sul sistema neuromuscolare legato all equilibrio del corpo nello spazio. La bocca può essere considerata una porta molto sofisticata e sensibile per interferire nella programmazione neuromotoria di tutto l organismo; come se la bocca fosse la porta dei dischetti del computer e il cervello il computer stesso. Altre porte di entrata sono i piedi, la pelle, il sistema otovestibolare, ecc. La bocca è sicuramente la più sensibile (stessa sensibilità dei polpastrelli delle mani) e, soprattutto, abbiamo notevoli ausili clinici e strumentali sia diagnostici che operativi. Il cervello usa la bocca come sistema di informazione e, quindi, anche di riprogrammazione per l equilibrio: ogni volta che deglutiamo la saliva, chiudiamo i denti stimolando i recettori e questo serve al cervello per sapere dov è la bocca, quindi la testa e tutto il corpo nello spazio.

13 Queste informazioni, insieme a quelle che provengono da altri distretti, servono per programmare i muscoli e mantenere l equilibrio. Un soggetto in equilibrio statico ha i muscoli in tono (né contratti né rilassati) bilanciato tra agonisti ed antagonisti. Questo tono tiene compatto l organismo che altrimenti si affloscerebbe (immaginiamo di sollevare una persona svenuta: cade da tutte le parti). La postura eretta avviene normalmente con un minimo dispendio energetico per l equilibrio tra agonisti ed antagonisti. Ogni variazione di questo rapporto provoca maggior dispendio energetico e, soprattutto, alcuni gruppi muscolari saranno contratti ed altri stirati. L effetto immediato è che ci si stanca a stare in piedi, ma spesso anche seduti, e si assumono posizioni scomposte per detendere i muscoli contratti (queste persone dormono in posizioni molto contorte per lo stesso motivo). De Santis Atletica In tempi più o meno brevi varierà anche la postura e compariranno i sintomi da contrattura non appena si esce dal range di equilibrio dell organismo. Gli apparecchi endorali non operano una correzione ma fa fare un esercizio propiocettivo che porta l organismo a riequilibrarsi. Una volta inserito in bocca svincola l apparato dalla abituale chiusura dei denti e, poiché non è ancorato ai denti, manda informazioni sempre diverse al cervello, tramite i recettori.

14 Poiché non è stabile, deve essere tenuto in posizione dalla coordinazione di guance, lingua, labbra, ecc. e quindi la propiocezione della zona è sempre all erta. Il cervello riceve treni di stimolazioni ed inizia a comandare i muscoli in risposta: la neurofisiologia ci dice che il cervello apprende con un sistema di biofeedback per cui risponde alle stimolazioni più frequenti tralasciando le altre e analizza le risposte correggendosi via via. In tempi più o meno brevi eseguirà dei movimenti dell apparato stomatognatico ottimali, influenzando rapidamente dapprima i sistemi contigui (cervicale, apparato otovestibolare) e poi tutto il sistema neuromuscolare. Gli apparecchi endorali all inizio agiscono quando lo si porta e cessa la sua azione quando si toglie, ben presto ha un effetto di accumulo per cui è efficace per sempre più tempo anche se non lo si porta. Vialli con prototipo del MIOSET E un concetto di fisioterapia: faccio una seduta di fisioterapia, sto bene, dopo poco tempo mi tornano i sintomi, rifaccio la seduta e i sintomi tarderanno a tornare e così via fino a che mi basta per sempre oppure ho bisogno di uno o due brevi richiami l anno.

15 Quindi Gli apparecchi endorali si usano, si fa un accumulo, possono essere necessari uno o due richiami l anno: non si è legati all apparecchio, ma ad un suo uso corretto. Il 60% della popolazione globale ha dei problemi all apparato stomatognatico tali da interferire su tutto il corpo, ovvero che richiede un compenso da parte dell organismo per sopperire ad una situazione odontoiatrica non ottimale. Mettendo Gli apparecchi endorali in bocca abbiamo una alta probabilità di andare a riequilibrare un sistema scompensato anche con sintomi importanti come cefalea muscolotensiva e cervicalgia. Ortottico in acetalico su Fondriest Da quanto detto finora si deduce che una variazione nella occlusione dentale interferisce su tutto l organismo e può farlo anche negativamente: si pensi alle estrazioni dei denti senza rimpiazzarli o a lavori odontoiatrici incongrui oppure ai paradenti preformati che si ammorbidiscono in acqua calda e si adattano stringendoci i denti sopra. Anche il MIOSET è stato sperimentato a lungo sugli sportivi sia dilettanti che campioni di livello mondiale in varie discipline (Pugilato, Calcio, Formula 1, Ciclismo, Atletica, Karatè, Pallavolo, Sci) e i risultati sono tutti per un riequilibrio, in nessun caso si sono avuti inconvenienti.

16 Deve essere portato però in maniera corretta: bisogna imparare a non stringere i denti sugli apparecchi endorali volontariamente finché non diventa una azione spontanea. Se si stringono i denti si può avere indolenzimento La velocità con cui agiscono dipende dalla integrità e dalla reattività del sistema neuromuscolare: quindi è molto veloce sui giovani e nelle persone che fanno attività fisica. Negli atleti, ancor più se giovani, si hanno variazioni importanti anche nei primi minuti di applicazione. Costante è l aumento della escursione articolare dovuta al maggior rilassamento muscolare. L aumento della espressione della Forza non è dovuto al fatto che abbiamo creato forza ma al fatto che impieghiamo meno forza per fare lo stesso movimento perché i muscoli antagonisti non sono contratti e quindi c è facilitazione. Tutti conoscono l utilità di fare dello stretching, soprattutto dopo attività fisica, per decontrarre la muscolatura, altrimenti diventa di ostacolo all attività stessa. Altresì è opinione comune che esprime più forza un muscolo ben decontratto rispetto ad uno gonfio, anche se più appariscente, da contrattura: la forza è espressione di quantità di fibre muscolari che si riesce ad attivare e dipende sia dalla psiche che dalle caratteristiche anatomiche del muscolo. Col MIOSET si ottiene uno stretching passivo con risultati enormi in tempi brevissimi rispetto allo stretching tradizionale.

17 Il riequilibrio di muscoli agonisti ed antagonisti, porta ad un riequilibrio posturale sia antero-posteriore che destro-sinistro. Spesso le alterazioni posturali o comunque le situazioni croniche di contrattura, portano a rotazioni soprattutto del bacino nel tentativo di compensare il calo di prestazione. Ad esempio: se il quadricipite è impegnato a vincere la resistenza degli ischiocrurali contratti e l atleta deve esprimere forza come quando si tira un calcio ad un pallone, allora il cervello ordina la rotazione del bacino per reclutare il gluteo, che è un muscolo potentissimo, e consentire un calcio potente che sarà comunque meno preciso. Questo porta all esecuzione del lavoro ma ad un cattivo utilizzo delle proprie risorse con maggiore impegno di coordinazione motoria, che portano poi a prestazioni scadenti soprattutto nell agonismo non tanto nella espressione di forza, quanto nella coordinazione motoria e quindi nella tecnica, vera base del successo agonistico. La coordinazione motoria è alla base del successo atletico; essa dipende dallo schema motorio che ci si è costruiti nel cervello con l allenamento, dalla psiche e dalla situazione anatomica. Lo schema motorio efficace deve essere il più semplice possibile; ogni necessità di compenso per un qualsiasi squilibrio (anche psichico o biochimico, come l alimentazione) porta a schemi motori sempre più complessi che abbassano la coordinazione motoria.

18 Il corretto rapporto tra agonisti ed antagonisti è, soprattutto, un fattore di protezione delle articolazioni: la stabilità articolare è in minima parte passiva, data dalle strutture anatomiche (capsula, legamenti) e in massima parte attiva, data dal tono muscolare e dal buon rapporto agonisti/antagonisti. Nei soggetti sedentari c è una ampia tolleranza anche perché si hanno scarse sollecitazioni, salvo nelle performance delle vacanze dove aumenta a dismisura il rischio infortuni. Negli atleti il rapporto AG/AN dipende dal settore sportivo e dal ruolo. Il rapporto quadricipite/ischiocrurali è del 50% normalmente e questo fa si che una energica contrattura del quadricipite sia bilanciata da una sufficiente opposizione degli ischiocrurali, altrimenti si scarica sul ginocchio. Si pensi alla caduta sugli sci con flessione della gamba: il quadricipite viene reclutato al massimo e, se gli ischiocrurali non bilanciano efficacemente si ha rottura dei legamenti crociati. Da qui l importanza della preparazione muscolare bilanciata soprattutto per i dilettanti ed occasionali; MIOSET e gli Gli apparecchi endorali portano al riequilibrio dei rapporti per cui la preparazione muscolare riesce facilitata. Difatti la vita sedentaria porta ad utilizzare di più alcuni gruppi muscolari a scapito di altri: il quadricipite più degli ischiocrurali, i muscoli dorsali più di quelli addominali, i bicipiti più dei tricipiti, ecc. Entro certi rapporti è normale, poi si creano squilibri e, anche quando si fa preparazione atletica si tende a preparare i muscoli più forti perché è più facile, aggravando lo squilibrio. Nel caso di un ciclista avevamo una rotazione del bacino che lo portava ad urtare col ginocchio contro la canna della bicicletta, quindi doveva utilizzare della forza per non sbattere togliendola dal gesto atletico; la sola riequilibratura della rotazione ha portato ad un aumento di forza presente da sfruttare solo per l agonismo.

19 Non ci sono controindicazioni assolute, l unico limite è che devono essere presenti i denti (anche provvisori). E fondamentale il modo in cui deve essere portato. Bisogna utilizzarlo per 15 gg. solo per imparare a portarlo (anche se la maggior parte delle persone impara dopo pochi minuti). Bisogna prendersi 30 minuti al giorno, mettersi rilassati col MIOSET o gli Gli apparecchi endorali in bocca, eventualmente ascoltare musica, non leggere, non guardare la televisione, ottimo durante la guida dell auto, e fare l unico esercizio di non stringere i denti. Sembra banale ma il Gli apparecchi endorali invitano a piantarci i denti dentro, ma questo fa si che si crei indolenzimento dentale, anche contratture. La bocca deve rimanere leggermente aperta col MIOSET e gli apparecchi endorali tra i denti, come si tocca bisogna riaprire leggermente. E consentito chiudere i denti solo quando si deglutisce perché la forza esercitata sarà più fisiologica. E opportuno succhiare contemporaneamente una piccola caramella per indurre la salivazione e quindi la deglutizione e per vincere il senso di nausea che all inizio dà il corpo estraneo in bocca. Dopo essersi abituati basta portarlo 3-4 ore al giorno anche intervallate, ma almeno di 30 minuti.

20 Se non lo si porta correttamente è inutile e, a volte anche dannoso. Non esiste un presidio che o fa bene o non fa nulla: se può far bene può fare almeno altrettanto male se viene usata male. C è una categoria di persone dette Bruxisti che digrignano abitualmente i denti e non riescono a controllarsi neanche con la volontà, per loro c è una versione apposta. Dopo 3-6 mesi (comunque massimo un anno) si è fatto un accumulo sufficiente e si può interrompere facendo dei richiami periodici: in imminenza di gare, di situazioni stressanti o di super lavoro e nei cambi di stagione (primavera e autunno). Durante la prestazione atletica non è molto agevole portarlo, ma nell allenamento può essere portato con beneficio. Nei soggetti in crescita condiziona lo sviluppo perché porta la colonna a curve più fisiologiche. L azione indiretta è poi sui dolori cervicali e sulla cefalea muscolotensiva. Altro modo di utilizzarlo è come azione di stretching dopo l allenamento in palestra per l azione decontratturante e quindi rilassante. Basta già portarlo mentre ci si cambia e si fa la doccia dopo l allenamento in palestra ed agisce come la seduta di stretching che bisognerebbe fare a fine allenamento e che si tende a non fare perché nessuno ne ha più voglia.

21 Tutte queste sono le azioni muscolari, poi c è tutto il campo della azione sulla componente della Articolazione Temporo-Mandibolare che è meglio riservare ai medici poiché occorrono maggiori competenze per gestirla: comunque l uso degli apparecchi endorali come abbiamo detto ha una influenza nza positiva anche sulla componente articolare ma di minore portata (per essere efficace bisogna fare la diagnosi, portarlo 24 ore su 24 e poi bisogna essere in grado di valutare l andamento, per cui è un atto medico). Tutti riescono a portarlo anche di notte mentre dormono; nel nostro caso non è necessario ma è possibile. Non bisogna portarlo di notte se i riflessi sono inibiti come nel caso di chi ingerisce alcolici, tranquillanti maggiori, droghe; nel sonno se si dovesse spostare viene subito sputato per riflesso (come il ciuccio nei neonati) Portando il MIOSET e gli apparecchi endorali si induce un rilassamento che può portare anche ad addormentarsi, attenzione durante la guida. La sperimentazione è stata fatta all inizio solo sugli atleti perché sono i soggetti più sani e i dati sono i più attendibili. per il MIOSET spesso si obietta : come fa a stare fermo. Primo si trova in uno spazio che normalmente è chiuso: sotto e sopra ha i denti, ai lati le guance, dentro la lingua, avanti le labbra, dietro la branca montante della mandibola. Secondo è come avere in bocca due caramelle contemporaneamente, tutti riescono a mantenerle in bocca e a parlare senza sputarle in faccia a chi è di fronte solo grazie alla coordinazione motoria e spesso senza neanche allenarsi.

22

23

LA MOBILITÀ ARTICOLARE

LA MOBILITÀ ARTICOLARE LA MOBILITÀ ARTICOLARE DEFINIZIONE La mobilità articolare (detta anche flessibilità o scioltezza articolare) è la capacità di eseguire, nel rispetto dei limiti fisiologicamente imposti dalle articolazioni,

Dettagli

C.A.S. Teoria dell allenamento PARTE II: IL MOVIMENTO UMANO. Le funzioni Le componenti

C.A.S. Teoria dell allenamento PARTE II: IL MOVIMENTO UMANO. Le funzioni Le componenti Di Marco Mozzi PARTE II: IL MOVIMENTO UMANO Le funzioni Le componenti Avendo riportato, all interno del paragrafo dedicato agli obiettivi, alcuni concetti che possono risultare di difficile comprensione

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

Occhio alle giunture La migliore prevenzione

Occhio alle giunture La migliore prevenzione Occhio alle giunture La migliore prevenzione 1 Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Telefono 041

Dettagli

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Il lavoro sedentario può essere all origine di vari disturbi, soprattutto se il posto di lavoro è concepito secondo criteri non

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Descrivere la struttura e la funzione di un fuso neuromuscolare. Che cosa si intende per coattivazione alfa-gamma? Differenziare fra riflesso

Descrivere la struttura e la funzione di un fuso neuromuscolare. Che cosa si intende per coattivazione alfa-gamma? Differenziare fra riflesso Descrivere la struttura e la funzione di un fuso neuromuscolare. Che cosa si intende per coattivazione alfa-gamma? Differenziare fra riflesso miotatico fasico e riflesso miotatico tonico. Inibizione dell

Dettagli

MEZZI E METODI PER LO SVILUPPO DELLA FORZA (link PAGINA La Forza e PAGINA AREA SPORTIVA)

MEZZI E METODI PER LO SVILUPPO DELLA FORZA (link PAGINA La Forza e PAGINA AREA SPORTIVA) MEZZI E METODI PER LO SVILUPPO DELLA FORZA (link PAGINA La Forza e PAGINA AREA SPORTIVA) L allenamento della Forza come capacità condizionale, è oggi di rigore anche nelle discipline sportive in cui era

Dettagli

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio Lo sport è caratterizzato dalla RICERCA DEL CONTINUO MIGLIORAMENTO dei risultati, e per realizzare questo obiettivo è necessaria una PROGRAMMAZIONE (o piano di lavoro) che comprenda non solo l insieme

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE

11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE 11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE 11+ MANUALE UN PROGRAMMA DI RISCALDAMENTO COMPLETO PER RIDURRE GLI INFORTUNI NEL CALCIO INDICE PREFAZIONE 4 INTRODUZIONE

Dettagli

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale Quant è difficile rilassarsi veramente e profondamente anche quando siamo sdraiati e apparentemente immobili e distesi, le tensioni mentali, le preoccupazioni della giornata e le impressioni psichiche

Dettagli

Flauto Polmonare/Lung Flute

Flauto Polmonare/Lung Flute Flauto Polmonare/Lung Flute Modello per TERAPIA, DOMICILIO, IGIENE BRONCHIALE Manuale di istruzioni per il paziente: Il Flauto Polmonare è generalmente indicato per una terapia a pressione respiratoria

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA

CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA ISTITUTO ORTOPEDICO GALEAZZI - MILANO Responsabili: M. DENTI - H. SCHÖNHUBER - P. VOLPI Responsabile:

Dettagli

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende Formazione e informazione perla prevenzione nell hotellerie e nella Gastronomia 2 Traduzione e adattamento italiani a cura di: Gruppo di lavoro

Dettagli

Ergonomia in uffi cio. Per il bene della vostra salute

Ergonomia in uffi cio. Per il bene della vostra salute Ergonomia in uffi cio Per il bene della vostra salute Ogni persona è unica, anche per quanto riguarda la struttura corporea. Una postazione di lavoro organizzata in modo ergonomico si adatta a questa individualità.

Dettagli

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d

Dettagli

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO Le capacità cognitive richieste per far fronte alle infinite modalità di risoluzione dei problemi motori e di azioni di gioco soprattutto

Dettagli

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato Il Codice

Dettagli

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA DAI 5 AI 7 ANNI LO SCOPO FONDAMENTALE DELL ALLENAMENTO E CREARE SOLIDE BASI PER UN GIUSTO ORIENTAMENTO VERSO LE DISCIPLINE SPORTIVE DELLA GINNASTICA. LA PREPARAZIONE

Dettagli

Metodiche di allenamento delle tecniche di gamba

Metodiche di allenamento delle tecniche di gamba - 1 - Metodiche di allenamento delle tecniche di gamba Mentore Siesto Le tecniche di gamba costituiscono un bagaglio molto importante nella preparazione di un karateka. In campo agonistico, le tecniche

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

ESERCIZI PER COSCE E ANCHE

ESERCIZI PER COSCE E ANCHE ESERCIZI PER COSCE E ANCHE Testo e disegni di Stelvio Beraldo ANDATURA DA SEMIACCOSCIATA Varianti: andatura frontale (a) e andatura laterale (b) (a carico naturale, con manubri o cintura zavorrata) - Con

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente...

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente... ISTRUZIONI: Il questionario intende valutare cosa lei pensa della sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere aggiornati su come si sente e su come riesce a svolgere le sue attività' consuete.

Dettagli

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori L ergonomia al microscopio 10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori 1 Regolare correttamente l altezza della sedia. Per lavorare in maniera confortevole è importante adattare gli

Dettagli

Edizione 2004 PSICOPEDAGOGIA. Lo sviluppo, le funzioni organiche e la motricità Le fasi dello sviluppo Biologico Psicologico Cognitivo Socio affettivo

Edizione 2004 PSICOPEDAGOGIA. Lo sviluppo, le funzioni organiche e la motricità Le fasi dello sviluppo Biologico Psicologico Cognitivo Socio affettivo PSICOPEDAGOGIA FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO COMITATO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Lo sviluppo, le funzioni organiche e la motricità Le fasi dello sviluppo Biologico Psicologico Cognitivo Socio affettivo Le fasi

Dettagli

Giorni e orari A Torino: Lunedì e Venerdì dalle 9,20 alle 13,20 e dalle 16,00 alle 20,00 Mercoledì dalle 9,20 alle 13,20.

Giorni e orari A Torino: Lunedì e Venerdì dalle 9,20 alle 13,20 e dalle 16,00 alle 20,00 Mercoledì dalle 9,20 alle 13,20. Lo Studio Lo StudioFisiocenter del Dottor Marco Giudice è un team di professionisti che offre supporto e assistenza per la risoluzione di un ampia gamma di problemi fisici. Operano in ambito preventivo,

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA CORSO DI LAUREA IN SCIENZE MOTORIE Educazione motoria preventiva ed adattata DISPENSA PER IL CORSO: GINNASTICA DI BASE COORDINAZIONE ESERCIZI A CORPO LIBERO STRETCHING A

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

Informazioni per i portatori di C Leg

Informazioni per i portatori di C Leg Informazioni per i portatori di C Leg C-Leg : il ginocchio elettronico Otto Bock comandato da microprocessore per una nuova dimensione del passo. Gentile Utente, nella Sua protesi è implementato un sofisticato

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 MATERIA: Scienze Motorie classe : V A SIA dell'istituto Superiore D'istruzione

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. Controlla il peso e mantieniti sempre attivo Il peso corporeo Il nostro peso corporeo rappresenta l'espressione tangibile del bilancio energetico

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

ALLENARE GLI ADDOMINALI

ALLENARE GLI ADDOMINALI ALLENARE GLI ADDOMINALI La teoria di allenamento degli addominali spesso non è ben compresa; molte persone si limitano ad eseguire centinaia di crunch senza però capire come funzionano i muscoli addominali

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE La programmazione nel settore giovanile P R O G R E S S I O N I D I D A T T I C H E, S

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

CURRICULUM VITAE del Prof. ANTONIO DAL MONTE

CURRICULUM VITAE del Prof. ANTONIO DAL MONTE CURRICULUM VITAE del Prof. ANTONIO DAL MONTE Il Prof. Antonio Dal Monte si è laureato in Medicina e Chirurgia a Roma ed ha conseguito la docenza in Fisiologia Umana ed in Medicina dello Sport. E specialista

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI appunti dalla lezione del 19 maggio 2002 al Clinic di Riccione relatore Maurizio Cremonini, Istruttore Federale Set. Scol. e Minibasket I BAMINI DEVONO SCOPRIRE CIO DI CUI

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga Le basi anatomiche del sistema nervoso autonomo Reazioni connesse alla digestione

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE

Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE La bocca o cavità orale (Fig. 1) è il primo tratto dell apparato digerente. È un organo cavo, di forma ovoide

Dettagli

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante!

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport non solo stanno meglio in salute ma prendono anche voti migliori a scuola! Lo dimostra una ricerca svolta al dipartimento

Dettagli

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione Riscaldamento Anello Anello Anello 1 2 3 1 25 2 24 23 22 3 4 21 20 5 6 7 18 8 9 10 15 11 12 13 14 19 17 16 Defaticamento 1 2 3 4 Piattaforme per stiramento arti inferiori Twister per tonificazione busto

Dettagli

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3 Compito Categoria Numero di partenza Posizione Tempo: 10 minuti Leggere attentamente il questionario allegato. Rispondere alle domande sul tema. Nel contempo si tratta di risolvere un caso pratico. Per

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

Quaderno d'allenamento G+S Pattinaggio sul ghiaccio Danza sul ghiaccio Pattinaggio artistico Pattinaggio sincronizzato

Quaderno d'allenamento G+S Pattinaggio sul ghiaccio Danza sul ghiaccio Pattinaggio artistico Pattinaggio sincronizzato Una produzione della Scuola universitaria federale dello sport di Macolin SUFSM 30.910.310 i / Edizione 2002 (02.04) Quaderno d'allenamento G+S Pattinaggio sul ghiaccio Danza sul ghiaccio Pattinaggio artistico

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

>Briciole di italianità

>Briciole di italianità >Briciole di italianità :: I tortellini: un capolavoro italiano La forma del tortellino fu ispirata, secondo una leggenda, dalla forma dell ombelico della dea Venere. Raccontano che un giorno la dea dell

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

Ambientamento Galleggiamento Scivolamento Propulsioni Partenze e tuffi. Br = braccio/a R.R. = Ritmo Respiratorio

Ambientamento Galleggiamento Scivolamento Propulsioni Partenze e tuffi. Br = braccio/a R.R. = Ritmo Respiratorio Brevetto N. 1 Seduti sul bordo con gambe in acqua (valutare emotività) Discesa dalla scaletta (valutare emotività) Studio equilibrio verticale Andature con Remate, movimenti braccia SL e Do (M.I.) Valutazione

Dettagli

Le professioni nello studio medico dentistico

Le professioni nello studio medico dentistico Le professioni nello studio medico dentistico L assistente dentale AFC L assistente di profilassi La segretaria odontoiatrica L igienista dentale SSS L assistente dentale AFC Requisiti Buona formazione

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche

SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna Dipartimento di Sanità Pubblica SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche Giorgio Ghedini Medico

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

DIFETTO INTERVENTRICOLARE

DIFETTO INTERVENTRICOLARE DIFETTO INTERVENTRICOLARE Divisione di Cardiologia Pediatrica Cattedra di Cardiologia Seconda Università di Napoli A.O. Monaldi Epidemiologia 20% di tutte le CC Perimembranoso: 80% Muscolare: 5-20% Inlet:

Dettagli

COMUNICAZIONE E IMMAGINE

COMUNICAZIONE E IMMAGINE COMUNICAZIONE BLZ E IMMAGINE La Neurofisiologia Elettromiografia Elettroencefalogramma Potenziali Evocati m IRCCS MultiMedica m1 1 2 Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Via Milanese, 300

Dettagli

Perché far praticare Karate ai Bambini.

Perché far praticare Karate ai Bambini. Perché far praticare Karate ai Bambini. Spesso ci si domanda se il karate è una pratica adatta ai bambini. Gli attuali sistemi didattici forniscono all'insegnante di karate dei metodi grazie ai quali i

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Che cos è l ergonomia

Che cos è l ergonomia norme ergonomiche per le attrezzature di lavoro, il posto di lavoro e l ambiente di lavoro. Che cos è l ergonomia La parola ergonomia deriva dal greco ergo, che significa lavoro, e nomos che significa

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Effetti fisiopatologici della corrente elettrica sul corpo umano

Effetti fisiopatologici della corrente elettrica sul corpo umano Effetti fisiopatologici della corrente elettrica sul corpo umano La vita è regolata a livello cerebrale, muscolare e biologico da impulsi di natura elettrica. Il cervello è collegato ai muscoli ed a tutti

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO ALL. D) REGOLA 5 Persone ammesse nel recinto di gioco 1) Per le gare organizzate dalla LNP, dalla Lega PRO e dalla Lega Nazionale Dilettanti in ambito nazionale sono ammessi

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO U.S. ALESSANDRIA CALCIO 1912 SETTORE GIOVANILE ALLENAMENTO PORTIERI SCHEDA TIPO DELLA SETTIMANA ALLENATORE ANDREA CAROZZO GRUPPO PORTIERI STAGIONE 2009/2010 GIOVANISSIMI NAZIONALI 1995 ALLIEVI REGIONALI

Dettagli

Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto?

Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto? Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto? di Anna de Angelini La maggior flessibilità in entrata introdotta dalla normativa sui rapporti di lavoro a partire seconda

Dettagli

Modificazioni morfologiche della colonna vertebrale in calciatori professionisti in preparazione precampionato

Modificazioni morfologiche della colonna vertebrale in calciatori professionisti in preparazione precampionato Modificazioni morfologiche della colonna vertebrale in calciatori professionisti in preparazione precampionato Dott.ssa Elisa Parri*, Prof. Mario Marella*, Dott.ssa Elena Castellini*, Dott. Matteo Levi

Dettagli

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n.

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n. INDICE pag. FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY PREMESSA 3 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA Under 14/12/10/ 8/ 6 TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5 TABELLA RIASSUNTIVA n. 2 6 REGOLAMENTO U14 8 REGOLAMENTO U12

Dettagli

4.03 Stato al 1 gennaio 2013

4.03 Stato al 1 gennaio 2013 4.03 Stato al 1 gennaio 2013 Mezzi ausiliari dell AI Professione e vita quotidiana 1 Gli assicurati dell AI hanno diritto, nei limiti fissati in un elenco allestito dal Consiglio federale, ai mezzi ausiliari

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

tanhαl + i tan(ωl/v) 1 + i tanh αl tan(ωl/v). (10.1)

tanhαl + i tan(ωl/v) 1 + i tanh αl tan(ωl/v). (10.1) 10 - La voce umana Lo strumento a fiato senz altro più importante è la voce, ma è anche il più difficile da trattare in modo esauriente in queste brevi note, a causa della sua complessità. Vediamo innanzitutto

Dettagli

Attività con la fune

Attività con la fune lo sport a scuola Attività con la fune percorso n. 1 Attrezzatura: - uno spazio adatto (palestra, cortile) - una fune Scansione delle attività: 1. Fase motoria 2. Fase espressivo-analogica 3. Fase ludica

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA

CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA 1 CONCORSI Concorso individuale LIVELLO A Categorie: ALLIEVE: un attrezzo a scelta e Corpo libero obbligatorio JUNIOR: 2 attrezzi a scelta SENIOR:

Dettagli

PROPR MOTOR. 104 Olympian s News

PROPR MOTOR. 104 Olympian s News PROPR MOTOR Non c è dubbio che la genetica giochi un ruolo di primo piano nella predisposizione personale alla forza muscolare e all ipertrofia. Quasi tutti gli autori riconoscono la necessità di un livello

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C.

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C. Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI T.A.C o meglio T.C. Gentili Pazienti in modo molto semplice vogliamo fornirvi alcune informazioni utili per

Dettagli

I DEFICIT COGNITIVI NELL ICTUS

I DEFICIT COGNITIVI NELL ICTUS I DEFICIT COGNITIVI NELL ICTUS Manuale informativo per il paziente e la sua famiglia INTRODUZIONE L'ictus colpisce in Italia 194.000 soggetti ogni anno e di questi 80% sono primi episodi ed il 20% recidive.

Dettagli