In#classe#con#i#computer#

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "In#classe#con#i#computer#"

Transcript

1 In#classe#con#i#computer# istruzioni#per#l uso# Paola%Limone%%

2 2" In"classe"con"i"computer"

3 Ascuolaconicomputer Prefazione Sono un insegnante di scuola primaria da trent anni. Da molti anni mi occupo di didattica e tecnologia, gestisco il sito scolastico del mio Circolo (1 Circolo di Rivoli To), cerco e seleziono materiali e risorse per la scuola dell infanzia, primaria e secondaria di 1 grado, e lo raccolgo all interno del portale Siete pronti a navigare? Grazie anche all esperienza di coordinatrice di un gruppo di scuole in rete per la progettazione dei curricoli verticali secondo le Indicazioni Nazionali del 2007 ho imparato quanto fosse importante trovare e offrire ad altri docenti i migliori suggerimenti, i progetti, le esperienze e le risorse offerte dalla rete per fare scuola, dando loro un ordine logico per facilitarne la fruizione e l utilizzo. Essendo anche creatrice e amministratrice del gruppo insegnanti 1 che raccoglie decine di migliaia di docenti su Facebook e co-redattrice della rivista Bricks 2 (che si occupa di tecnologie e didattica ho modo di leggere quotidianamente quanto fatto in molte classi italiane, e di selezionare le esperienze che mi appaiono più significative. In queste pagine voglio raccontare ciò che è già stato fatto e ciò che si può fare in classe e a casa per imparare anche con il supporto della tecnologia. Voglio raccontare anche degli errori più comuni in cui ci si può imbattere, di ciò che si deve prevedere e organizzare prima di qualsiasi lavoro con gli allievi. Parlerò di ciò che potrà e dovrà fare l insegnante ma anche di ciò che spetta alle famiglie e dei compiti delle amministrazioni comunali e del Ministero. Ringrazio tutti i colleghi conosciuti in questi anni con cui ho avuto il piacere di collaborare e con i quali ho imparato e continuo a imparare. Prima del lavoro in classe Uno degli errori più comuni che ho potuto cogliere parlando con centinaia di insegnanti è che all arrivo dei computer nella scuola non siano state approntate tutte le necessarie operazioni per renderne l utilizzo immediato, sicuro e senza troppi oneri a carico del docente. Alcune di queste operazioni devono essere attuate dalla scuola stessa, altre dal Comune, altre ancora da tecnici di supporto e/o da associazioni e esperti. Molto spesso poi gli insegnanti delle classi vincitrici di bandi delle classi 2.0 sono stati lasciati da soli nella scelta dei computer da acquistare, e questo ha creato molte criticità nel momento del lavoro. Il rischio della sottovalutazione di alcuni problemi è alto, e può inficiare tutto il lavoro in classe. Analizziamo insieme alcune delle operazioni che andrebbero compiute: 1 https://www.facebook.com/groups/tantiinsegnanti/ 2http://bricks.maieutiche.economia.unitn.it/ PaolaLimone 1 CircolodiRivoli

4 4" In"classe"con"i"computer" 1. La scuola deve essere dotata di rete wii fii abbastanza potente da sopportare più computer. Ottimi i suggerimenti dati da Dschola 3 per creare una rete Campus e per non commettere errori 2. E necessario che tutti i computer possano salvare i loro documenti in uno spazio o piattaforma comune. E necessario che la scuola installi dei Nas: un Network Attached Storage (NAS) è un dispositivo collegato ad una rete di computer la cui funzione è quella di condividere tra gli utenti della rete una memoria di massa. Il Nas deve garantire l accesso minimo a 128 utenti simultanei 3. E necessario che la scuola sia dotata di firewall e filtri di protezione per la navigazione in internet. Una soluzione italiana e gratuita per le scuole è stata realizzata da Asso.Dschola 4. Si tratta di una soluzione firewall Open-Source che trasforma un normale PC in un potente strumento professionale di filtro per la navigazione. 4. I computer dovrebbero essere consegnanti ai bambini già con tutta la dotazione di programmi necessari per la didattica, eventuali arricchimenti dovrebbero essere fatti su tutti i computer una sola volta all anno. 5. La scelta del computer è importante: lo schermo non deve essere troppo piccolo, deve essere garantita la durata di almeno 10 ore delle batterie, sono necessari 2Gb si RAM. In caso si siano scelti dei tablet sarebbe opportuno l acquisto di tastiere rimovibili, per facilitare la scrittura. Anche la risoluzione video è importante, non dovrebbe essere inferiore a 1280x Tutti i computer degli studenti devono avere la stessa configurazione, e trattandosi di bambini di scuola primaria dovrebbero essere usati sistemi per inibire loro lo scaricamento e l installazione di programmi. 7. La manutenzione dei computer deve essere ridotta al minimo, il computer è uno strumento di lavoro al pari di un libro e di un quaderno e non si può lasciare gli allievi per troppo tempo senza uno strumento di lavoro. 8. Se i computer vengono portati a casa dai bambini è auspicabile che siano protetti da filtri di navigazione, o deve essere fatto un patto scuola famiglia in cui entrambe le parti si impegnano a seguire il minore nelle sue attività al computer con accorgimenti diversi. 9. Se i netbook e i tablet vengono usati anche a casa è necessario preventivare l acquisto di custodie protettive. 10. La scuola deve prevedere cosa succederà nel momento in cui la garanzia del fornitore scadrà. Molto utili possono essere queste slides del professor Dario Zucchini del Majorana di Grugliasco Geek Dschola Infrastruttura per il Mobile Learning - Zucchini 5 e il video relativo alla giornata Adotta una app- la scuola dei tablet secondo Dschola 6 (dal minuto 1.30) http://www.associazionedschola.it/Presentazioni/Geek Dschola Infrastruttura per il Mobile Learning - Zucchini.pptx 6https://www.youtube.com/watch?v=eLaPuSbqDnI&list=UUVQMIurZnkZPF7QhX3kQJEw

5 Ascuolaconicomputer Esperienze di classi 2.0 Nell'anno scolastico la mia classe ha avuto un pc per ogni bambino, precorrendo in qualche modo le classi 2.0. Si può rintracciare in rete il racconto dettagliato 7 della nostra esperienza. L'azione 2.0 è partita nell anno scolastico 2009/2010 con 156 classi di Scuola Secondaria di primo grado. Gli istituti sono stati selezionati tramite un bando, ripartiti regionalmente in base al numero di classi attive nell anno scolastico 2008/09 ed al numero medio di classi per regione. Per l anno scolastico , è stata prevista l estensione dell azione 2.0 alle scuole primarie e secondarie di secondo grado. Alle classi vincitrici del bando sono stati assegnati fondi per l acquisto di netbook o tablet, in alcuni casi, laddove il numero di allievi lo consentiva) è stato possibile acquistare anche stampanti e lim (lavagne interattive). In alcune sperimentazioni i computer possono essere portati a casa dagli studenti, al pari di un libro o di un quaderno, in altre i computer restano sempre a scuola e vengono messi in carica al termine delle lezioni. Anche la scelta dei computer nelle varie scuole in Italia è stata diversa: alcune classi hanno scelto dei notebook, altre dei tablet. E diversi sono stati anche i sistemi operativi scelti: Windows, Machintosh, Android, Edubuntu L Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte, la Regione Piemonte e il Comune di Torino hanno siglato nel 2012 il Protocollo d Intesa Scuola Digitale 8, che ha avuto tra gli obiettivi quello di implementare il progetto nazionale sviluppare il modello didattico già sperimentato nel progetto regionale "un computer per studente" 9 che mi ha vista tra gli ideatori, e avviare attività di monitoraggio e di valutazione. Il nostro modello si è differenziato da altre sperimentazioni italiane per alcuni punti molto importanti: i computer sono stati acquistati dalle scuole ma preparati (con software scelto dai docenti e filtri per la navigazione) dai professori e dagli studenti dei centri di Servizio, Animazione e Sperimentazione (CSAS) del Piemonte e della Valle d Aosta. I Centri sono 27 Istituti scolastici che, grazie alla loro significativa esperienza nell uso dell ICT in ambito scolastico e nella sperimentazione in campo didattico, sono stati indicati dalla Direzione Scolastica Regionale del Piemonte e dalla Sovrintendenza della Valle d Aosta per svolgere una funzione di riferimento e di laboratorio sul territorio regionale. anche la formazione dei docenti, l assistenza e l aiuto nella fase di infrastrutturazione della scuola (studio della copertura wireless, aggiornamenti alle connessioni di rete, attivazione di un filtro per la navigazione protetta e per l'installazione di sistemi di condivisione dei lavori in rete) è a cura dei centri Csas i computer vengono usati a casa e a scuola. 7 8http://share.dschola.it/scuoladigitalepiemonte/default.aspx 9http://paolalimone.wordpress.com/article/un-computer-per-ogni-studente-dq6gp1q9gjfz-2/ PaolaLimone 1 CircolodiRivoli

6 6" In"classe"con"i"computer" Il kit del docente Ho già parlato in precedenza dell importanza della distribuzione di computer già dotati di tutti gli strumenti di lavoro ai bambini. Non è pensabile che un insegnante possa perdere durante l anno scolastico ore e ore di lavoro per installare su ogni singolo computer i programmi che ritiene utili: la scelta del software dev essere fatta preventivamente. Qui di seguito fornirò un elenco di software per netbook e per tablet. Il software proposto è gratuito. kit per netbook I software elencati qui sotto sono installabili su sistema windows, sono tutti gratuiti e molti sono open source. LIBREOFFICE: suite Open Source e gratuita di produttività personale per Windows, Macintosh e Linux, che offre sei applicazioni ricche di funzionalità per tutte le necessità di produzione di documenti ed elaborazione dati: Writer, Calc, Impress, Draw, Math e Base GEOGEBRA: un software libero e multi-piattaforma di matematica dinamica per la didattica, che comprende geometria, algebra e analisi. PIVOT: Pivot Stickfigure Animator è un programma semplice ma divertente che consente di creare animazioni GIF con la classica tecnica "stop-motion", cioè fotogramma per fotogramma. GOOGLE EARTH: un software che genera immagini virtuali della Terra utilizzando immagini satellitari ottenute dal telerilevamento terrestre, fotografie aeree e dati topografici AUDACITY: editor di file audio multipiattaforma. TUX PAINT: programma di disegno per bambini. Ha un'interfaccia semplice e facile da usare, contiene effetti sonori DIDAPAGES: programma basato su Flash che permette di costruire facilmente dei libri interattivi e multimediali. L'interfaccia è quella classica del libro, con le pagine che si sfogliano cliccando sull'angolino in basso a destra. Può servire agli insegnanti per preparare esercitazioni e tutoriali multimediali e può essere utile come strumento di progettazione e di lavoro cooperativo con i bambini, per produrre libri interattivi multimediali. DRAPE: programma per insegnare a tutti alcuni aspetti di base della programmazione. Ha qualche somiglianza con il Logo, ma è completamente orientato sulle immagini. IRFANVIEW: Questo programma offre molte possibilità di lavoro e supporta numerosi formati grafici e multimediali. Non serve per disegnare, ma ha molteplici ed utili funzioni per la manipolazione delle immagini PHOTOSCAPE: semplice applicazione per l'editing e la gestione delle fotografie SCRIBUS: applicazione che permette la produzione di newsletters, piccoli quotidiani e presentazioni interattive e animate, realizzazione di volantini, piccoli poster. CMAP TOOLS: software per mappe concettuali FREE MIND: software per mappe mentali BALABOLKA: software di sintesi vocale che converte testi in audio. DISPLAYNOTE: software per il controllo e la gestione dei contenuti digitali all interno della classe. Il software è compatibile con diverse piattaforme (Windows,

7 Ascuolaconicomputer OS X, Android e IOS). Con DisplayNote il docente può controllare la LIM da distanza, sottolineare, creare note, inviare testi e messaggi personalizzati ad uno o più studenti, visualizzare il contenuto gestito da ogni singolo studente, salvare e condividere lezioni, visualizzare immagini o testi o qualsiasi contenuto digitale. kit per ipad Moltissime sono le app disponibili per la didattica nella fascia di scuola primaria. E importante che i docenti decidano, dopo averle provate, quali app saranno utili per la didattica (elenco che poi con il tempo si potrà sempre arricchire). Possiamo suddividere le app in: app gratuite a pagamento con banner pubblicitari versioni ridotte con estensioni e versioni PRO a pagamento Un interessante raccolta è stata fatta da Il portale dei ragazzi del fiume 10, rete che raccoglie molte scuole che stanno utilizzando l ipad nella didattica. Altre raccolte molto ricche sono state fatta dalla classe 2.0 Istituto Comprensivo Marconi 11 Cassola (Vi) e dal progetto di Scuola Città Pestalozzi 12. Raccolte utili anche quelle del professor Auletta 13 e su Da non dimenticare il blog App però 14, che si occupa in particolar modo dell uso dei tablet come ausilio in casi di handicap e bisogni educativi speciali. Queste raccolte possono esserci utili per la nostra indagine e selezione. Kit per tablet android Non ho trovato in rete una raccolta italiana di app utili nella didattica per tablet Android, pertanto mi limiterò a segnalare questa raccolta in inglese DkK+%28Educational+Technology+and+Mobile+Learning%29 PaolaLimone 1 CircolodiRivoli

8 8" In"classe"con"i"computer" L'esperienza byod Mentre ripartono i bandi per Scuole e Classi Digitali in tutta Italia in tanti ci si chiede come, nelle realtà in cui i finanziamenti non sono arrivati e non arriveranno, si possa comunque utilizzare nella didattica le tecnologie dell'informazione e della comunicazione. Un termine che ho appena imparato è BYOD (Bring your own device). L'idea è quella di permettere agli studenti di portare a scuola i propri computer, cellulari e tablet da usare insieme ai compagni e all'insegnante per fare scuola. Con l'organizzazione byod i server di rete sono inutili, ci sono meno costi di gestione (il terminale è dell'utente). Con una connessione di rete wireless e un buon filtro per la navigazione nella scuola i problemi tecnici maggiori sono risolti. Alcune esperienze sono visionabili sul sito Byod 16. Un tablet per ogni alunno (scuola primaria) Ringrazio gli insegnanti Alessandro Ramasco e Nicole Bianchetto e la cooperativa Tantiintenti 17 per le risposte date sul progetto dell uso dell ipad a scuola. Classe: 2, 3, 4, 5 Scuola: Primaria di Sagliano Micca Città: Biella numero allievi: 60 (13, 17, 15, 15) Da quanti anni è in atto la sperimentazione? Due (2012/2013; 2013/2014). Quali tablet vengono utilizzati? Apple I-Pad. Gli allievi portano i tablet a casa? No. In caso contrario come vi siete organizzati per ricaricarli? È stata acquistata, unitamente ai tablet, una cella in grado di stoccare tutti e dodici i dispositivi: per ognuno di essi è presente un vano con tanto di caricatore. La cella è alimentata a corrente e fornisce energia a tutti e dodici i dispositivi quando è in funzione. Come avete scelto le app da caricare? I formatori e gli insegnatni, attraverso un costante lavoro di ricerca e sperimentazione avviato nel 2012 e tutt'ora in atto, hanno testato e valutato diverse app, per poi selezionarne alcune e approfondirne i contenuti attraverso un loro utilizzo regolare e sistematico. Avete predisposto una programmazione di classe che prevede l uso del tablet in modo interdisciplinare? No. In genere il tablet viene utilizzato dalla singola insegnante in relazione alla singola materia. In quali discipline è maggiormente usato? Nelle discipline umanistiche quali italiano e storia, ma anche scientifiche quali geografia e scienze. Al momento, nonostante la presenza di numerose app a riguardo, la matematica risulta essere la materia meno applicabile in quanto le app sono in genere altamente strutturate per le unità didattiche previste nella scuola primaria. Per quali attività? 16https://sites.google.com/a/g.istruzioneer.it/byod/ 17http://www.tantintenti.org/

9 Ascuolaconicomputer Attività di ricerca, attraverso il browser e l'ausilio di materiale audiovisivo; attività di schematizzazione e riassunto delle lezioni attraverso l'utilizzo di mappe concettuali. Attività di discipline specifiche attraverso l'utilizzo di app altrettanto specifiche (ad esempio Pages/italiano, Google Earth/geografia, Duolingo/inglese, ecc.). Avete stabilito un numero minimo-massimo di ore d uso del tablet in classe? No. Avete una protezione per la navigazione in internet? Si, abbiamo attivato i i filtri e le restrizioni attraverso le impostazioni di sicurezza presenti nei dei dispositivi. Quali difficoltà avete incontrato? Inizialmente un po' di resistenze da parte delle insegnanti. In seguito, sempre nel periodo iniziale del progetto sono sorti alcuni problemi risolvibili soltanto da tecnici (connessione internet). Sono sorte alcune difficoltà relative alla scelta degli strumenti e delle applicazioni funzionali alla didattica che pian piano, attraverso la selezione e l'utilizzo costante di poche applicazioni. Il problema sta andando via via risolvendosi. Il problema più grande, che persiste tutt'ora, è l'organizzazione del tempo da dedicare alle attività digitali. Per come sono strutturate le lezioni e la scuola in generale, risulta difficile integrare il lato tradizionale con quello innovativo in modo costante, almeno per quanto riguarda l'utilizzo dei dispositivi da parte dei ragazzi. Per quanto concerne le insegnanti infatti, esse ne fanno un utilizzo maggiormente costante ed integrato con la lezione tradizionale (schematizzazioni, visualizzazioni di immagini e video, utilizzazioni di app funzionali all'argomento della lezione, ecc.). Naturalmente, rimane aperta la questione etica di quanto e come lo strumento vada affiancato all'alunno durante le attività didattiche. Come raccogliete i lavori di tutti gli allievi? In funzione del lavoro svolto possiamo scegliere se caricare il materiale su dropbox (vedi ultima domanda), mandarlo in stampa oppure entrambe le soluzioni. Avete anche una lim e/o un videoproiettore? Non disponiamo ne di lim ne di un vero e proprio proiettore, bensì di apple Tv, ossia tv led normali (LG) alle quali viene applicato un piccolo marchingegno (appletv appunto) che permette agli Ipad di interfacciarsi alla tv. Utilizzate una classe virtuale o qualche altra piattaforma di condivisione? Abbiamo creato due cartelle condivise su dropbox, una con accesso esclusivo agli insegnanti, l'altra condivisa con i dodici ipad utilizzati dai ragazzi (gli Ipad hanno ognuno un loro ID). PaolaLimone 1 CircolodiRivoli

10 10" In"classe"con"i"computer" Conoscenze, abilità, competenze L unione Europea indica la Competenza Digitale come la quarta Competenza Chiave: La competenza digitale consiste nel saper utilizzare con dimestichezza e spirito critico le tecnologie della società dell informazione (TIS) per il lavoro, il tempo libero e la comunicazione. Essa è supportata da abilità di base nelle TIC: l uso del computer per reperire, valutare, conservare, produrre, presentare e scambiare informazioni nonché per comunicare e partecipare a reti collaborative tramite Internet. Obiettivo prioritario della scuola dev essere sviluppare negli allievi le capacità di cercare, trovare, selezionare e utilizzare informazioni per la soluzione di un problema, attivando un atteggiamento di continua autoformazione, e collegare tutto ciò con la capacità di instaurare relazioni, confrontarsi e collaborare con altri. L approccio costruttivista socio-culturale parte dal presupposto che l apprendimento sia un fenomeno fondamentalmente sociale, nel quale la conoscenza è il prodotto di una costruzione attiva e consapevole, attuata attraverso forme di collaborazione e negoziazione. Questo tipo di approccio porta ad una continua ristrutturazione della propria rete concettuale, generando nuovi saperi e rendendo gli allievi consapevoli delle loro modalità di apprendimento. Nell'ottica costruttivista il docente progetta ambienti di apprendimento, intenzionalmente costruiti per consentire percorsi attivi, ricchi, variegati e consapevoli per orientare ma non dirigere lo studente, consentendogli l utilizzo di una grande varietà di strumenti e di risorse. Ambienti arricchiti da momenti di riflessione individuale e collettiva, da domande e da consegne che lo studente potrà affrontare scegliendo percorsi e modalità, a seconda del proprio stile, di interessi e di strategie personali. Qualsiasi innovazione implica una visione sistemica e richiede progettazione, formazione continua e aggiornamento delle competenze. Le innovazioni metodologiche più significative mettono lo studente al centro del processo di apprendimento, e lo coinvolgono in modo attivo. Le tecnologie e la rete, contenitore di informazioni e comunità virtuale, rappresentano uno strumento ricco di potenzialità a disposizione di chi ha la responsabilità di organizzare e gestire i sistemi di formazione e di educazione. Anche la formazione dei docenti dev essere coerente con un modello di scuola che vuole diventare ambiente atto a costruire competenze oltre che conoscenze e non più luogo di trasmissione di saperi codificati e rigidi. Solo un docente che utilizzi con un minimo di continuità queste modalità di studio e formazione può trasferire in modo significativo questo comportamento a scuola facendolo sperimentare ai propri studenti. Le tecnologie possono essere finalizzate al miglioramento dell apprendimento se utilizzate all interno di specifiche strategie didattiche, per sostenere la realizzazione di attività di apprendimento che portino gli allievi ad esplorare ed a costruire nuove conoscenze, ad applicarle per la realizzazione del prodotto ed a rappresentare ciò che hanno appreso. Usando le tecnologie per costruire (artefatti materiali ed immateriali) gli allievi:

11 Ascuolaconicomputer - assumono un ruolo attivo nel proprio apprendimento; - sviluppano responsabilità; - sono coinvolti cognitivamente ed emozionalmente; - elaborano e rielaborano le proprie conoscenze; - esplorano ed analizzano nuove conoscenze; - sviluppano abilità di pensiero; Le competenze indicate dalle Nuove Indicazioni Nazionali e il curricolo verticale Chi apprende non impara direttamente dalla tecnologia, impara pensando a ciò che sta facendo.nel corso dell'anno scolastico ho avuto l'opportunità di guidare un gruppo di docenti appartenenti al gruppo di lavoro di scuole in rete sulle Nuove Indicazioni Nazionali. L'impegno è stato quello di costruire curricoli verticali (dalla scuola dell infanzia al primo biennio della scuola secondaria di primo grado) per le diverse discipline. Ho lavorato con il mio gruppo alla costruzione dei curricoli di tecnologia e di didattica e tecnologie dell'informazione e della comunicazione. Il curricolo verticale è stato poi aggiornato nel 2013 alla luce delle Nuove Indicazioni. In questa guida riporto la tabella relativa al curricolo per la scuola primaria. Nel curricolo verticale abbiamo voluto dare grande spazio al gioco didattico digitale, che a nostro parere rappresenta un approccio ottimale per tutti i campi di conoscenza, utilizzabile per sviluppare abilità, per presentare un nuovo argomento, per l approfondimento o in fase di verifica delle competenze. Il gioco ha una funzione aggregatrice, stimola gli allievi a collaborare tra loro, e permette anche al docente più intimidito dalle tecnologie di attivare percorsi didattici imparando e divertendosi con i suoi allievi. L'avvicinamento e la familiarizzazione con le tecnologie della comunicazione, se supportati dalla presenza di un adulto fin dalla scuola dell infanzia, favoriscono il passaggio del pensiero concreto a quello simbolico, supportandone la maturazione delle capacità di attenzione, riflessione, analisi e creatività, attraverso la progettazione di esperienze significative a livello affettivo, cognitivo, metacognitivo e relazionale. In questo libro presento la sezione dedicata alla scuola primaria. PaolaLimone 1 CircolodiRivoli

12 12" In"classe"con"i"computer" Traguardi di Competenze al termine della scuola primaria (Nuove Indicazioni) 1. L alunno si orienta tra i diversi mezzi di comunicazione ed è in grado di farne un uso adeguato a seconda delle diverse situazioni. 2. Produce semplici modelli o rappresentazioni grafiche del proprio operato utilizzando elementi del disegno tecnico o strumenti multimediali. 3. Inizia a riconoscere in modo critico le caratteristiche, le funzioni e i limiti della tecnologia attuale Contesto didattico interdisciplinare 1 Classi Esplorazione di interfacce Approccio alla logica operativa del pc Motricità fine Abiilità oculo-manuali Aree di riferimento attività propedeutiche all uso del pc educazione fisica Skills (abilità-conoscenze) Sa utilizzare il mouse Sa riconoscere le principali icone (verificare preconoscenze) Sa salvare i propri lavori Sa utilizzare alcune opzioni della barra degli strumenti Contenuti/attività Giochi di manualità Giochi di riconoscimento Creazione di una cartella personale Salvataggio di documenti di testo e disegni Copia/incolla Scelta dimensione e colore del carattere Allineamento del testo Risorse digitali Giochi di gestione del puntatore giochi di trascinamento desktop Valutazione in itinere Gioco a punteggio e a tempo Riconoscimento icone e abbinamento al loro significato Creazione di una cartella personale

13 Ascuolaconicomputer Salvataggio di un documento Precisione nella produzione di brevi testi seguendo la consegna Contesto didattico interdisciplinare 2 Classi Gioco Analisi/scoperta/costruzione di relazioni: causa-effetto tempo spazio ordinamento e classificazione Aree di riferimento attività interdisciplinari area matematico-scientificotecnologica area storico-geografica area linguistico-artistico-espressiva Skills (abilità-conoscenze) Sa trovare e usare giochi su internet e sul computer Sa essere collaborativo nei momenti di gioco Contenuti/attività Giochi per: abilità e riflessi coordinazione puzzle memoria logica colorare e disegnare attenzione e osservazione singole discipline per: PaolaLimone 1 CircolodiRivoli

14 14" In"classe"con"i"computer" introdurre un nuovo argomento o Ripassare o Consolidare o Approfondire Risorse digitali Giochi in rete Giochi e app da scaricare Valutazione in itinere Capacità di accedere al portale ed ai giochi desiderati Capacità di collaborare Contesto didattico interdisciplinare 3 Classi 1-2 Scrittura e lettura area linguistico-artistico-espressiva Aree di riferimento Skills (abilità-conoscenze) Sa gestire la tastiera Sa abbinare immagini a parole e a semplici frasi Contenuti/attività Scrivere lettere, numeri, alcuni semplici simboli, Cancellare, annullare la digitazione, salvare. Uso degli spazi tra le parole Giochi ed esercizi di abbinamento, trascinamento Risorse digitali Programmi di word processing Giochi in rete Giochi e app da scaricare Valutazione in itinere Completamento di semplici frasi, semplici operazioni

15 Ascuolaconicomputer Abbinamento immagine/parola. Immagine/frase Contesto didattico interdisciplinare 4 Classi 1-2 Scrittura creativa area linguistico-artistico-espressiva Aree di riferimento Skills (abilità-conoscenze) Sa completare brevi storie Contenuti/attività Giochi di completamento Risorse digitali Programmi di word processing Giochi in rete Giochi e app da scaricare Valutazione in itinere Saper inventare la fine di una storia Contesto didattico interdisciplinare 5 Classi Scrittura e lettura area linguistico-artistico-espressiva Aree di riferimento PaolaLimone 1 CircolodiRivoli

16 16" In"classe"con"i"computer" Skills (abilità-conoscenze) Sa scrivere semplici testi Sa inserire immagini inerenti al testo da file e da Internet Contenuti/attività Utilizzo della tastiera e della barra degli strumenti Riassunti Testi liberi- poesie filastrocche Risorse digitali Programmi di word processing Valutazione in itinere Analisi del testo prodotto (errori, formattazione, immagini inserite ) Contesto didattico interdisciplinare 6 Classi Schematizzazioni e mappature Aree di riferimento area linguistico-artistico-espressiva area matematico-scientificotecnologica area storico-geografica Skills (abilità-conoscenze) Sa progettare, collaborativamente e con l aiuto dell insegnante, diagrammi, mappe mentali e concettuali Contenuti/attività Produzione di mappe in gruppo e con l aiuto dell insegnante Risorse digitali Programmi per rappresentazioni grafiche della realtà

17 Ascuolaconicomputer Valutazione in itinere Correttezza in produzione/ completamento di mappe Contesto didattico interdisciplinare 7 Classi Scrittura creativa area linguistico-artistico-espressiva Aree di riferimento Skills (abilità-conoscenze) Sa progettare e creare un fumetto utilizzando disegni o fotografie Contenuti/attività Produzione fumetti Risorse digitali Programmi per fumetti Valutazione in itinere Contesto didattico interdisciplinare 8 Classi Composizione di storie ramificate area linguistico-artistico-espressiva PaolaLimone 1 CircolodiRivoli

18 18" In"classe"con"i"computer" Aree di riferimento Skills (abilità-conoscenze) Sa utilizzare le risorse per la creazione di testi Sa usare scanner e stampante, sa scaricare fotografie sul computer Contenuti/attività Produzione di audiolibri Produzione di ipertesti e ipermedia Uso di macchina digitale, scanner, programma di fotoritocco, stampante Risorse digitali Programmi di word processing Programmi per audiolibri Programmi per ipertesti Scanner, stampante, macchina fotografica, programma di fotoritocco Valutazione in itinere Grado di partecipazione ed impegno nella progettazione e creazione di un fumetto, individuale o di gruppo Contesto didattico interdisciplinare 9 Classi Attività grafiche e creative Aree di riferimento area linguistico-artistico-espressiva Skills (abilità-conoscenze) Contenuti/attività Ricercare, utilizzare e modificare le immagini(disegni, fotografie) Ritoccare e modificare disegni e fotografie

19 Ascuolaconicomputer Inserire elementi Risorse digitali Programma per ritocco fotografico Foto camera Scanner Valutazione in itinere Descrizione ed attuazione del percorso necessario per l inserimento di un link ipertestuale Descrizione ed attuazione del percorso necessario per trasferire una foto su computer e per modificarla Contesto didattico interdisciplinare 10 Classi Ricerca, selezione, organizzazione e elaborazione di informazioni Aree di riferimento area matematico-scientificotecnologica area storico-geografica area linguistico-artistico-espressiva Skills (abilità-conoscenze) Sa usare Internet per fare ricerche e per conoscere ambienti diversi Contenuti/attività Costruire un percorso di ricerca a partire da una mappa mentale. Caccia al tesoro digitale Simulazione di viaggi visite a musei, mostre e altri ambienti virtuali Risorse digitali Motori di ricerca Per bambini Siti per bambini PaolaLimone 1 CircolodiRivoli

20 20" In"classe"con"i"computer" Google earth Valutazione in itinere Modifica di una fotografia o di un disegno(con consegna) Inserimento nel testo dell immagine adeguata Descrizione ed attuazione del percorso necessario per trasferire una foto su computer e per modificarla Contesto didattico interdisciplinare 10 Classi Introduzione di un nuovo argomento, ripasso, consolidamento approfondimento Gioco Aree di riferimento area matematico-scientificotecnologica area storico-geografica area linguistico-artistico-espressiva Skills (abilità-conoscenze) Sa trovare e usare giochi su internet e sul computer Sa essere collaborativo nei momenti di gioco Contenuti/attività Giochi su singole discipline per: introdurre un nuovo argomento Ripassare Consolidare Approfondire Risorse digitali Giochi in rete Giochi e app da scaricare

Progetto per le scuole del Piemonte. Gruppo Consiliare Regionale Insieme per Bresso 1

Progetto per le scuole del Piemonte. Gruppo Consiliare Regionale Insieme per Bresso 1 Progetto per le scuole del Piemonte Gruppo Consiliare Regionale Insieme per Bresso 1 Le classi coinvolte La scuola Don Milani. 1 Circolo Rivoli (TO) per l'intero anno scolastico 3^ A e 3^ B, Borgofranco

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Pag. 1 di 8 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Disciplina Tecnologie informatiche a.s. 2015/2016 Classe: 1 a Sez. Q,R,S Docente : Prof. Emanuele Ghironi / Prof.Davide Colella Pag. 2 di 8 PERCORSI MULTIDISCIPLINARI/INTERDISCIPLINARI

Dettagli

COMPETENZA DIGITALE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE

COMPETENZA DIGITALE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE COMPETENZA DIGITALE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE Dalla raccomandazione del parlamento europeo e del consiglio del 18 dicembre 2006 La competenza digitale consiste nel saper utilizzare con dimestichezza

Dettagli

Questionario per la rilevazione delle competenze digitali e i bisogni formativi dei docenti dell'istituto COMPRENSIVO DI TRASAGHIS (PNSD)

Questionario per la rilevazione delle competenze digitali e i bisogni formativi dei docenti dell'istituto COMPRENSIVO DI TRASAGHIS (PNSD) Sezione 1 di 10 Questionario per la rilevazione delle competenze digitali e i bisogni formativi dei docenti dell'istituto COMPRENSIVO DI TRASAGHIS (PNSD) Facciamo il punto della nostra situazione nell'ambito

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ENEA TALPINO Nembro. Curricolo verticale COMPETENZE DIGITALI

ISTITUTO COMPRENSIVO ENEA TALPINO Nembro. Curricolo verticale COMPETENZE DIGITALI ISTITUTO COMPRENSIVO ENEA TALPINO Nembro Curricolo verticale COMPETENZE DIGITALI 1 ORIZZONTE DI RIFERIMENTO EUROPEO: COMPETENZA DIGITALE PROFILO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE:

Dettagli

CLASSE 2.0 Progetto APPLE

CLASSE 2.0 Progetto APPLE CLASSE 2.0 Progetto APPLE L A MIGLIORE CLASSE 2.0 DEL MONDO! La classe ideale si basa sulle migliori tradizioni pedagogiche che insistono sul principio della partecipazione attiva dello studente. Partecipare

Dettagli

Per questo motivo l'attività online è da considerarsi come parte imprescindibile di quella in presenza.

Per questo motivo l'attività online è da considerarsi come parte imprescindibile di quella in presenza. CORSO DI FORMAZIONE Insegnare e apprendere con i SocialMedia e gli Ambienti didattici 2.0 Ricordo a tutti quanti che le lezioni in presenza avranno un taglio teorico ma anche operativo dal momento che

Dettagli

CURRICOLO PER LE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO INFORMATICA

CURRICOLO PER LE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO INFORMATICA CURRICOLO PER LE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO INFORMATICA La pervasività dell informatica e il suo essere ormai indispensabile nella vita quotidiana hanno reso necessario l

Dettagli

TECNOLOGIA SCUOLA PRIMARIA

TECNOLOGIA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO RIVA 1 PIANO DI STUDIO DI ISTITUTO TECNOLOGIA SCUOLA PRIMARIA PREMESSA Secondo le Linee Guida per l elaborazione dei Piani di Studio Provinciali (2012) la TECNOLOGIA, intesa nel suo

Dettagli

PROFILO DELL ANIMATORE DEL PNSD

PROFILO DELL ANIMATORE DEL PNSD PROFILO DELL ANIMATORE DEL PNSD FORMAZIONE INTERNA: stimolare la formazione interna alla scuola negli ambiti del PNSD, attraverso l organizzazione di laboratori formativi (senza essere necessariamente

Dettagli

Programmazione Laboratorio Informatica

Programmazione Laboratorio Informatica Istituto Comprensivo Maria Montessori Scuola Primaria Fratelli Pagliero San Maurizio Canavese Scuola Primaria di Ceretta Anno scolastico 2015/2016 Insegnante Benzo Margherita Programmazione Laboratorio

Dettagli

lingue: non funzionano gli audio senza linea. Difficoltà dopo l'aggiornamento delle app nel caricare i libri.

lingue: non funzionano gli audio senza linea. Difficoltà dopo l'aggiornamento delle app nel caricare i libri. Libr@ Verifica anno 2013/14 ASPETTI PUNTI DI FORZA LIMITI MIGLIORAMENTO Motivazione e organizzazione Interesse, motivazione e coinvolgimento da parte di tutti. Uso del web Possibilità di reperire in Internet

Dettagli

Installare un nuovo programma

Installare un nuovo programma Installare un nuovo programma ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva Introduzione Installare un nuovo programma sul computer installazione Quando acquistiamo

Dettagli

Relazione finale sul Progetto IL CORPO UMANO

Relazione finale sul Progetto IL CORPO UMANO Diploma On Line secondo anno 2006/07 Relazione finale sul Progetto IL CORPO UMANO Corsista: Orazio Rapisarda classe C1 Il progetto scaturisce dall opportunità di lavorare con un gruppo di alunni che avevano

Dettagli

PIANO DI LAVORO (a.s. 2015/2016)

PIANO DI LAVORO (a.s. 2015/2016) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO (a.s. 2015/2016)

Dettagli

QUESTIONARIO RILEVAZIONE RAPPORTO DOCENTE DIGITALE

QUESTIONARIO RILEVAZIONE RAPPORTO DOCENTE DIGITALE QUESTIONARIO RILEVAZIONE RAPPORTO DOCENTE DIGITALE Caro collega, grazie per la tua disponibilità. Compilando questo questionario, che richiederà solo 5 10 minuti, ci aiuterai a calibrare meglio la scelta

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Don Lorenzo Milani Ferrara Curricolo 2014/2015 Infanzia-Primaria-Secondaria di I grado COMPETENZE DIGITALI

Istituto Comprensivo Statale Don Lorenzo Milani Ferrara Curricolo 2014/2015 Infanzia-Primaria-Secondaria di I grado COMPETENZE DIGITALI Dal Curricolo Scuola Primaria e Secondaria di I grado di Franca Da Re Indicazioni Nazionali 2012 La competenza digitale è ritenuta dall Unione Europea competenza chiave, per la sua importanza e pervasività

Dettagli

PROGETTO MULTIMEDIALITA LE NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALLA DIDATTICA

PROGETTO MULTIMEDIALITA LE NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALLA DIDATTICA Scuola primaria di Ponchiera Istituto Comprensivo Paesi Retici Sondrio PREMESSA : CORPO - CUORE contemporanea MENTE PROGETTO MULTIMEDIALITA LE NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALLA DIDATTICA Lo sviluppo delle

Dettagli

10 INDICAZIONI PER REALIZZARE MATERIALI INTERATTIVI E MULTIMEDIALI ALLA LIM FACILITANTI PER L'APPRENDIMENTO DI TUTTI (ANCHE DI ALUNNI CON DSA)

10 INDICAZIONI PER REALIZZARE MATERIALI INTERATTIVI E MULTIMEDIALI ALLA LIM FACILITANTI PER L'APPRENDIMENTO DI TUTTI (ANCHE DI ALUNNI CON DSA) 10 INDICAZIONI PER REALIZZARE MATERIALI INTERATTIVI E MULTIMEDIALI ALLA LIM FACILITANTI PER L'APPRENDIMENTO DI TUTTI (ANCHE DI ALUNNI CON DSA) FRANCESCO ZAMBOTTI LIBERA UNIVERSITÀ DI BOLZANO, GRIIS www.integrazioneinclusione.wordpress.com

Dettagli

Luoghi. Contenuti digitali. didattiche aperte. Competenze digitali del docente. In aula: 9 h A casa: 4 h

Luoghi. Contenuti digitali. didattiche aperte. Competenze digitali del docente. In aula: 9 h A casa: 4 h 88 l e z i o n i d i g i ta l i U n i tà d i A P P R e n d i M e n t o A10 LA LUCE Tempi In aula: 9 h A casa: 4 h Luoghi Aula con lavagna LIM o PC con videoproiettore 1 PC per lavori individuali Per alcune

Dettagli

Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE. Prof. Marco Scancarello Prof.ssa Carolina Biscossi Email: didatticaelim@gmail.com

Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE. Prof. Marco Scancarello Prof.ssa Carolina Biscossi Email: didatticaelim@gmail.com Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE Prof. Marco Scancarello Prof.ssa Carolina Biscossi Email: didatticaelim@gmail.com IL CORSO L utilizzo sempre più frequente delle nuove tecnologie nella vita quotidiana

Dettagli

MODELLO DI PROPOSTA DI STRATEGIA DIDATTICA

MODELLO DI PROPOSTA DI STRATEGIA DIDATTICA MODELLO DI PROPOSTA DI STRATEGIA DIDATTICA ( Scheda analitica dell idea progettuale 2.0 ) DATI ANAGRAFICI SCUOLA CODICE MECCANOGRAFICO DENOMINAZIONE ISTITUTO meic83503 ISTITUTO COMPRENSIVO DI FRANCAVILLA

Dettagli

LABORATORIO INFORMATICO/ PROGETTO GIORNALINO

LABORATORIO INFORMATICO/ PROGETTO GIORNALINO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A. S. 2013/14 ATTIVITA EXTRACURRICULARE LABORATORIO INFORMATICO/ PROGETTO GIORNALINO Denominazione del progetto/laboratorio A PORTATA DI MOUSE Responsabile di progetto Analisi

Dettagli

Titolo dell'attività (max 255 caratteri, spazi compresi) Sintesi dell'attività (max 1000 caratteri, spazi compresi)

Titolo dell'attività (max 255 caratteri, spazi compresi) Sintesi dell'attività (max 1000 caratteri, spazi compresi) RIFLESSIONE SULLA PROGETTAZIONE Titolo dell'attività (max 255 caratteri, spazi compresi) Fare Scienze con un approccio innovativo: l Apparato Circolatorio. Sintesi dell'attività (max 1000 caratteri, spazi

Dettagli

PROPOSTE FORMATIVE E-LEARNING PER LA PROFESSIONALITA DEI DOCENTI NOVITER OBIETTIVI:

PROPOSTE FORMATIVE E-LEARNING PER LA PROFESSIONALITA DEI DOCENTI NOVITER OBIETTIVI: PROPOSTE FORMATIVE E-LEARNING PER LA PROFESSIONALITA DEI DOCENTI NOVITER è una società di studio e ricerca nell ambito dei sistemi di istruzione, formazione e lavoro. OBIETTIVI: Supportare le istituzioni

Dettagli

Relazione finale. Fasi I fase: attività di brainstorming problematizzazione, formulazione di ipotesi, ricerca di soluzioni

Relazione finale. Fasi I fase: attività di brainstorming problematizzazione, formulazione di ipotesi, ricerca di soluzioni Russi Grazia Classe F1 a.s. 2008/09 Tutor: Silvia Rossi Titolo: Ambiente e territorio Relazione finale Contenuti Il progetto ha lo scopo di sviluppare nei ragazzi il senso di appartenenza nei confronti

Dettagli

Internet e Storia. Internet. INTERNET, uno strumento per la didattica della storia

Internet e Storia. Internet. INTERNET, uno strumento per la didattica della storia INTERNET, uno strumento per la didattica della storia Internet e Storia Internet Internet è come la più grande rete mondiale ed anche detta rete delle reti che collega centinaia di milioni di computer.

Dettagli

Descrizione dell unità. Titolo English with Seurat. Autore Francesca Panzica

Descrizione dell unità. Titolo English with Seurat. Autore Francesca Panzica Descrizione dell unità Titolo English with Seurat Autore Francesca Panzica Tematica Come motivare i ragazzi all apprendimento della lingua straniera rendendoli protagonisti attivi del proprio apprendimento

Dettagli

La lavagna interattiva multimediale nella scuola primaria. Istituto Comprensivo F.De Pisis Ferrara

La lavagna interattiva multimediale nella scuola primaria. Istituto Comprensivo F.De Pisis Ferrara La lavagna interattiva multimediale nella scuola primaria Istituto Comprensivo F.De Pisis Ferrara Lim in classe o in laboratorio? Il progetto suggeriva l introduzione della Lim nelle singole classi, ma

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CASTELVERDE. Scuola dell infanzia il girasole. Anno scolastico 2013-2014. Piccibaby MOTIVAZIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO CASTELVERDE. Scuola dell infanzia il girasole. Anno scolastico 2013-2014. Piccibaby MOTIVAZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO CASTELVERDE Scuola dell infanzia il girasole Anno scolastico 2013-2014 Piccibaby MOTIVAZIONE L'approccio corretto alle tecnologie è indispensabile per i bambini di oggi che hanno bisogno

Dettagli

Maria Vittoria Alfieri Head of Digital Teaching & Learning RCS Education. seguici e commenta su. #primariaday

Maria Vittoria Alfieri Head of Digital Teaching & Learning RCS Education. seguici e commenta su. #primariaday Maria Vittoria Alfieri Head of Digital Teaching & Learning RCS Education seguici e commenta su #primariaday Napoli 7 aprile 2014 Il nuovo ambiente RCS Education per la didattica digitale CONTENUTI e SERVIZI

Dettagli

Istituto San Tomaso d Aquino

Istituto San Tomaso d Aquino Istituto San Tomaso d Aquino alba pratalia aràba Linee di progetto per l utilizzo delle tecnologie nella didattica a.s. 2013 2014 a.s. 2014 2015 0 Linee di progetto per l utilizzo delle tecnologie nella

Dettagli

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Uno strumento unico per risolvere i problemi di compatibilità tra le diverse lavagne interattive Non fermarti alla LIM, con

Dettagli

CL@SSI 2.0. I l G u e r c i n o. I l P r o g e t t o d i C l a s s e 1A

CL@SSI 2.0. I l G u e r c i n o. I l P r o g e t t o d i C l a s s e 1A CL@SSI 2.0 I S T I T U T O C O M P R E N S I V O N. 9 B O L O G N A S c u o l a s e c o n d a r i a d i I g r a d o I l G u e r c i n o a. s. 2009-2 0 1 0 I l P r o g e t t o d i C l a s s e 1A F e b b

Dettagli

Dal f lipped all EAS

Dal f lipped all EAS Dal flipped all EAS Lo sviluppo della tecnologia e i piani nazionali permettono oggi di portare con sempre maggior costanza e diffusione le TIC all interno della classe, il luogo per definizione deputato

Dettagli

Dropbox di classe. É un servizio internet fornito gratuitamente (funzioni base).

Dropbox di classe. É un servizio internet fornito gratuitamente (funzioni base). Dropbox di classe Lo scopo del servizio Dropbox di classe è quello di far conoscere ai docenti del nostro istituto il funzionamento di un sistema di Cloud Storage, pronto e facile da usare, per esplorare

Dettagli

Antonella Foco Relazione finale 2 Anno 2008/2009 Classe E12 Tutor: Angela Passoni Allegato 2

Antonella Foco Relazione finale 2 Anno 2008/2009 Classe E12 Tutor: Angela Passoni Allegato 2 Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti 1 Il Progetto è nato dall esigenza di sperimentare nuove strategie per implementare nei ragazzi il desiderio di avvicinarsi

Dettagli

Inoltre il progetto intende perseguire i seguenti obiettivi:

Inoltre il progetto intende perseguire i seguenti obiettivi: E idea ormai consolidata che l uso delle tecnologie multimediali nella scuola primaria influisca positivamente sul grado di apprendimento dell alunno. Infatti, i mezzi multimediali mettono in gioco una

Dettagli

Scheda Progetto. Dati generali. Nome progetto. Il mondo intorno a noi. Ordine scolastico. Professionale. Proponenti. Marco Lega

Scheda Progetto. Dati generali. Nome progetto. Il mondo intorno a noi. Ordine scolastico. Professionale. Proponenti. Marco Lega Scheda Progetto Dati generali Nome progetto Il mondo intorno a noi Ordine scolastico Professionale Proponenti Marco Lega Data Inizio 15/01/2015 Data Fine 19/03/2015 Destinatari 27 studenti classe 2N Ipia

Dettagli

Un computer per amico

Un computer per amico UNITA DI APPRENDIMENTO DI INFORMATICA Un computer per amico Quello proposto è un percorso da sviluppare con in bambini di classe SECONDA nel laboratorio di informatica. Alcune delle attività possono essere

Dettagli

Associazione Nazionale Docenti

Associazione Nazionale Docenti www.associazionedocenti.it and@associazionedocenti.it Didattica digitale Le nuove tecnologie nella didattica Presentazione del Percorso Formativo Il percorso formativo intende garantire ai Docenti il raggiungimento

Dettagli

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato A SCUOLA CON JUMPC Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli studenti che hanno partecipato Roma, 20 aprile 2009 Indice dei contenuti Gli esiti del sondaggio

Dettagli

GLI STRUMENTI COMPENSATIVI

GLI STRUMENTI COMPENSATIVI GLI STRUMENTI COMPENSATIVI La Sintesi Vocale Le mappe concettuali e mentali I programmi di Video Scrittura I Software delle Cooperativa Anastasis LA SINTESI VOCALE Un sintetizzatore vocale è un software

Dettagli

La nostra soluzione integrata

La nostra soluzione integrata Avagliano ischool nasce dalla consolidata esperienza in campo editoriale di Avagliano editore, marchio di prestigio dell editoria libraria tradizionale che vanta più di trent anni di attività La casa editrice

Dettagli

Guida all uso! Moodle!

Guida all uso! Moodle! Guida all uso della piattaforma online Moodle Guida Piattaforma Moodle v. 1.3 1. Il primo accesso Moodle è un CMS (Course Management System), ossia un software Open Source pensato per creare classi virtuali,

Dettagli

COMPETENZA DIGITALE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE

COMPETENZA DIGITALE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE COMPETENZA DIGITALE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE Dalla raccomandazione del parlamento europeo e del consiglio del 18 dicembre 2006 La competenza digitale consiste nel saper utilizzare con dimestichezza

Dettagli

Introduzione Surfing time,navigare nel tempo, è stato il filo conduttore che il consiglio di classe si è dato per sviluppare il progetto, come illustrato nella mappa inserita nel documento di progettazione.

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA 10 CIRCOLO SCUOLA PRIMARIA SALICETO PANARO MODENA

DIREZIONE DIDATTICA 10 CIRCOLO SCUOLA PRIMARIA SALICETO PANARO MODENA DIREZIONE DIDATTICA 10 CIRCOLO SCUOLA PRIMARIA SALICETO PANARO MODENA Mod. g 2 b - Unità di apprendimento CLASSE: 5^ A TITOLO: Appunti di viaggio: ricordi e racconti delle esperienze della classe Quinta

Dettagli

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola?

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola? PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Quando si compila il modulo di registrazione, selezionare l opzione scuola.una volta effettuata la registrazione, si può accedere a un ambiente molto

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE anno scolastico 2011-2012

PIANO DI LAVORO ANNUALE anno scolastico 2011-2012 Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 Sezione Associata: telefono: 025300901 via Karl Marx 4 - Noverasco - 20090 OPERA MI

Dettagli

Consulenza, Progettazione e Realizzazione. Nuove Tecnologie per la Didattica

Consulenza, Progettazione e Realizzazione. Nuove Tecnologie per la Didattica Via C.L. Maglione 151/A 80026 Casoria (NA) Tel 081 19718013 Mobile 334 8349047 Fax 081 19718013 info@dfrsystem.it www.dfrsystem.it Casoria 80026 (NA)www.techinform-an.it Consulenza, Progettazione e Realizzazione

Dettagli

Direzione Didattica di Fucecchio A. S. 2010/11. Plesso G.Carducci

Direzione Didattica di Fucecchio A. S. 2010/11. Plesso G.Carducci Direzione Didattica di Fucecchio A. S. 2010/11 Plesso G.Carducci 1 PREMESSA Prosegue anche quest anno l esperienza legata al Progetto Ministeriale Tecnocrea-Innovascuola del Dipartimento per l Innovazione

Dettagli

Informatica. Classe Prima

Informatica. Classe Prima Informatica Classe Prima Obiettivo formativo Conoscenze Abilità Conoscere e utilizzare il computer per semplici attività didattiche Conoscere i componenti principali del computer. o Distinguere le parti

Dettagli

IL RACCONTO GIALLO Scuola primaria classe V disciplina: italiano. Candidata: Maria Ghirardi

IL RACCONTO GIALLO Scuola primaria classe V disciplina: italiano. Candidata: Maria Ghirardi IL RACCONTO GIALLO Scuola primaria classe V disciplina: italiano Candidata: Maria Ghirardi LA MIA CLASSE La mia classe V di scuola primaria è composta da 20 bambini, di cui 11 maschi e 9 femmine. Tra i

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA

ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA PROGETTO INFORMATICA: UNPLUGGED ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PREMESSA Come è noto, l insegnamento della tecnologia/informatica è entrata a far parte del normale curricolo

Dettagli

Relazione finale progetto Click, che racconto!

Relazione finale progetto Click, che racconto! Relazione finale progetto Click, che racconto! Corsista: - Tutor Mauro Cocchi 1. Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti 2. Numero di classi coinvolte, di insegnanti,

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOANALISI PROFESSIONALE

QUESTIONARIO DI AUTOANALISI PROFESSIONALE QUESTIONARIO DI AUTOANALISI PROFESSIONALE Il presente questionario autovalutativo si pone come strumento per consentire ai docenti della scuola primaria e secondaria di primo grado una rilettura critica

Dettagli

Piano Nazionale Scuola Digitale CATALOGO CORSI COMPETENZE DIGITALI

Piano Nazionale Scuola Digitale CATALOGO CORSI COMPETENZE DIGITALI Piano Nazionale Scuola Digitale CATALOGO CORSI COMPETENZE DIGITALI 206 INTRODUZIONE I corsi si rivolgono agli insegnanti della scuola primaria e secondaria di primo grado, di tutte le discipline, non solo

Dettagli

I. C. I. NIEVO CAPRI. Modello di PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Anno Scolastico

I. C. I. NIEVO CAPRI. Modello di PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Anno Scolastico I. C. I. NIEVO CAPRI Scuola secondaria di I grado Classe Coordinatore di classe 1. DATI RELATIVI ALL ALUNNO: Modello di PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Anno Scolastico Cognome e nome Data e luogo di nascita

Dettagli

SCHEDA N DIREZIONE DIDATTICA PINEROLO 3 CIRCOLO SCUOLA ELEMENTARE DI RIVA. Titolo dell ipertesto: LULU. Anno Scolastico 1997/99

SCHEDA N DIREZIONE DIDATTICA PINEROLO 3 CIRCOLO SCUOLA ELEMENTARE DI RIVA. Titolo dell ipertesto: LULU. Anno Scolastico 1997/99 SCHEDA N DIREZIONE DIDATTICA PINEROLO 3 CIRCOLO SCUOLA ELEMENTARE DI RIVA Titolo dell ipertesto: LULU Anno Scolastico 1997/99 Soggetti coinvolti: A tale lavoro sono state coinvolte tutte le cinque classi

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Telecomunicazioni Classe: 1BM A.S. 2015/16 Docenti: Lombino Giuseppe Codocente Gianello Annalisa ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da 16 alunni maschi di cui quattro

Dettagli

Istituto Scolastico comprensivo G. Lanfranco Gabicce Mare. Educare nell era digitale ARGG! : un esperienza di didattica aumentata NADIA VANDI

Istituto Scolastico comprensivo G. Lanfranco Gabicce Mare. Educare nell era digitale ARGG! : un esperienza di didattica aumentata NADIA VANDI Istituto Scolastico comprensivo G. Lanfranco Gabicce Mare Educare nell era digitale ARGG! : un esperienza di didattica aumentata Perché la scuola si è occupata di tecnologie digitali Esperienza di didattica

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

molte volte ci si distrae;

molte volte ci si distrae; FIRST LEGO LEAGUE ITALIA MILANO 6-7 marzo 2015 Squadra FLL4: LICEO ROSMINI RELAZIONE SCIENTIFICA TITOLO DEL PROGETTO: FLIP the SCHOOL ARGOMENTO STUDIATO L argomento che abbiamo deciso di affrontare si

Dettagli

DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO gestione della «normale specialità»

DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO gestione della «normale specialità» DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO gestione della «normale specialità» PROGRAMMA Obiettivi dell incontro: Conoscenza reciproca e condivisione di obiettivi e strategie Aspetti normativi ed implicazioni

Dettagli

Programmazione per la disciplina Informatica

Programmazione per la disciplina Informatica ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE TUROLDO ZOGNO Procedura Pianificazione, erogazione e controllo attività didattiche e formative Programmazione per la disciplina Informatica PROGRAMMAZIONE DI INFORMATICA PRIMO

Dettagli

Proposta a cura del Gruppo di coordinamento del Piemonte in collaborazione con le classi

Proposta a cura del Gruppo di coordinamento del Piemonte in collaborazione con le classi DIREZIONE DIDATTICA STATALE G. MAZZINI C.so Orbassano, 155/A - 10136 TORINO Tel. e fax : 011/390778 e-mail: ddmazzinisegreteria@ddmazzinitorino.it Cod. fisc. : 80090820012 Cl@ssi 2.0 I fase Progettazione

Dettagli

Il lavoro condotto ha portato alla realizzazione di tre sistemi: - Ingranditore e Lettore di testi - Controller digitale - Comunicatore

Il lavoro condotto ha portato alla realizzazione di tre sistemi: - Ingranditore e Lettore di testi - Controller digitale - Comunicatore Il progetto Freedom è nato dalla volontà di applicare alcune moderne ed innovative tecnologie alle semplici attività giornaliere. L obiettivo del progetto è stato quello di fornire nuovi e semplici strumenti

Dettagli

Linee guida per itunes U

Linee guida per itunes U Indice Panoramica 1 Per cominciare 2 Impostazioni del corso 3 Modificare e organizzare i contenuti 5 Aggiungere avvisi, compiti e materiali 6 Gestione e collaborazione 8 Gestire le iscrizioni 9 Best practice

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO (P.D.P.) per alunni BES (Bisogni Educativi Speciali)

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO (P.D.P.) per alunni BES (Bisogni Educativi Speciali) PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO (P.D.P.) per alunni BES (Bisogni Educativi Speciali) (Dir. Min. del 27/12/2012; C.M. n.8 del 6/03/2013; Nota prot n.2563 del 22/11/2013) ANNO SCOLASTICO 2014/15 ALUNNO/A:

Dettagli

Istituto Comprensivo Rignano - Incisa INDICAZIONI PER IL CURRICOLO DI INFORMATICA scuola primaria CLASSE PRIMA

Istituto Comprensivo Rignano - Incisa INDICAZIONI PER IL CURRICOLO DI INFORMATICA scuola primaria CLASSE PRIMA Istituto Comprensivo Rignano - Incisa INDICAZIONI PER IL CURRICOLO DI INFORMATICA scuola primaria Utilizzare semplici materiali digitali per l apprendimento e conoscere a livello generale Usare strumenti

Dettagli

CATALOGO CORSI COMPETENZE DIGITALI 2015

CATALOGO CORSI COMPETENZE DIGITALI 2015 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GR AFICO MUSICALE LUCIANO BIANCIARDI CATALOGO CORSI COMPETENZE DIGITALI 2015 Agenzia Formativa Bianciardi Consorzio Istituti Professionali Associati

Dettagli

Progetto Cl@sse 2.0. - Strumenti e Metodologie -

Progetto Cl@sse 2.0. - Strumenti e Metodologie - M I N I S T E R O D E L L I S T R U Z I O N E, D E L L U N I V E R S I T A E D E L L A R I C E R C A ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE JEAN MONNET Istruzione Tecnica e Liceale Via S. Caterina 3 22066 MARIANO

Dettagli

Corso PNSD. Progettazione di ambienti di apprendimento. Comunicazione e relazioni con la LIM, social

Corso PNSD. Progettazione di ambienti di apprendimento. Comunicazione e relazioni con la LIM, social Corso PNSD CORSO AVANZATO (durata 38 : A r e a tematica Contenuto Tutor per o g n i modulo CALENDA RIO 726 Progettazione di setting per la didattica: la classe laboratorio (attrezzata con LIM, document

Dettagli

L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI

L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI Workshop n. 10 L APPRENDIMENTO AL TEMPO DI INTERNET TRA NUOVI LINGUAGGI E APPARTENENZE VIRTUALI Introducono il tema e coordinano i lavori - Simona Cherubini, Lega delle Cooperative - Giancarlo Pasinetti,

Dettagli

LA COMPETENZA DIGITALE

LA COMPETENZA DIGITALE LA COMPETENZA DIGITALE PREMESSA Attraverso le TIC (Tecnologie dell'informazione e della Comunicazione) in ambito didattico si indicano sia l'apprendimento che l'uso di media digitali ed in particolare

Dettagli

PON PER LA SCUOLA FONDI STRUTTURALI EUROPEI 2014-2020

PON PER LA SCUOLA FONDI STRUTTURALI EUROPEI 2014-2020 PON PER LA SCUOLA FONDI STRUTTURALI EUROPEI 2014-2020 LA CLASSE OLTRE I CONFINI PER UNA DIDATTICA 3.0 Progetto dell Istituto Comprensivo Vittorio Veneto 1 Lorenzo Da Ponte NOME DEL PROGETTO: LA CLASSE

Dettagli

I servizi cloud per la didattica

I servizi cloud per la didattica I servizi cloud per la didattica Un servizio offerto da DidaCloud srls Fare startup significa fare cose nuove che cambiano la vita propria e altrui Riccardo Luna, primo direttore dell edizione italiana

Dettagli

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 10 OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI AUTOCONTROLLO ATTENZIONE E PARTECIPAZIONE ATTEGGIAMENTO E COMPORTAMENTO

Dettagli

PROPOSTE SECONDARIA STORIA, SCIENZE PERO BISOGNA ESSERE COLLEGATI IN RETE INTERNET E ISCRIVERSI, ISCRIZIONE GRATIS WWW.PIANETINO.

PROPOSTE SECONDARIA STORIA, SCIENZE PERO BISOGNA ESSERE COLLEGATI IN RETE INTERNET E ISCRIVERSI, ISCRIZIONE GRATIS WWW.PIANETINO. PROPOSTE SECONDARIA STORIA, SCIENZE PERO BISOGNA ESSERE COLLEGATI IN RETE INTERNET E ISCRIVERSI, ISCRIZIONE GRATIS WWW.PIANETINO.IT MATEMATICA, GEOMETRIA, PIANI CARTESIANO, TRIGONOMETRIA www.ripmat.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Anno Scolastico Scuola: ALUNNO/A: CLASSE: LINGUA MADRE: DOCENTI: DATI RELATIVI ALL ALUNNO Bisogno Educativo Speciale rilevato da: Relazione

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

PredictiOnDemand Manuale Utente 1. Benvenuti nel mondo della previsione delle parole! Benvenuti in PredictiOnDemand!

PredictiOnDemand Manuale Utente 1. Benvenuti nel mondo della previsione delle parole! Benvenuti in PredictiOnDemand! PredictiOnDemand Manuale Utente 1 PredictiOn Demand for Windows La predizione quando serve! 1. Panoramica Benvenuti nel mondo della previsione delle parole! Benvenuti in PredictiOnDemand! PredictiOnDemand

Dettagli

PROMUOVIAMO LA LETTUR! ANNO SCOLASTICO 2015/2016 DIREZIONE DIDATTICA IS MIRRIONIS - CAGLIARI

PROMUOVIAMO LA LETTUR! ANNO SCOLASTICO 2015/2016 DIREZIONE DIDATTICA IS MIRRIONIS - CAGLIARI P R O G E T T O D I C I R C O L O NOI A SCUOLA DI RACCONTERIA PROMUOVIAMO LA LETTUR! ANNO SCOLASTICO 2015/2016 DIREZIONE DIDATTICA IS MIRRIONIS - CAGLIARI PREMESSA Com è possibile riuscire a far sì che

Dettagli

Guida all uso. Questa Guida contiene le istruzioni per agevolarti nell uso del tuo ME book in tutte le sue versioni (computer e tablet).

Guida all uso. Questa Guida contiene le istruzioni per agevolarti nell uso del tuo ME book in tutte le sue versioni (computer e tablet). Guida all uso Guida all uso Questa Guida contiene le istruzioni per agevolarti nell uso del tuo ME book in tutte le sue versioni (computer e tablet). La Guida è sempre disponibile all interno della tua

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD DIREZIONE DIDATTICA LORENZINI CASERTA Sede centrale: Viale Cappiello, 23 81100 CASERTA (CE) Tel./fax 0823443641 Cod. Fiscale 93082920617 Codice Meccanografico Scuola CEEE100002 E-mail: ceee100002@istruzione.it

Dettagli

Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso

Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso Titolo: Confronto tra fiabe: Pinocchio e le fiabe di paesi lontani Possibili discipline coinvolte - Italiano, Lingua2 (inglese,

Dettagli

MOOseo virtuale delle fiabe: nuovi sviluppi e prospettive Alcune indicazioni per la produzione dei grafi (utilizzo di FreeMind)

MOOseo virtuale delle fiabe: nuovi sviluppi e prospettive Alcune indicazioni per la produzione dei grafi (utilizzo di FreeMind) MOOseo virtuale delle fiabe: nuovi sviluppi e prospettive Alcune indicazioni per la produzione dei grafi (utilizzo di FreeMind) Lucia Furlanetto 1. PREMESSA Una fase fondamentale per passare dal testo

Dettagli

PROGETTO PER LA COSTITUZIONE DI UNA CLASSE SPERIMENTALE PER L A.S. 2014/15 CHE UTILIZZI IN MODO ESTENSIVO LE TECNOLOGIE DIGITALI.

PROGETTO PER LA COSTITUZIONE DI UNA CLASSE SPERIMENTALE PER L A.S. 2014/15 CHE UTILIZZI IN MODO ESTENSIVO LE TECNOLOGIE DIGITALI. PROGETTO PER LA COSTITUZIONE DI UNA CLASSE SPERIMENTALE PER L A.S. 2014/15 CHE UTILIZZI IN MODO ESTENSIVO LE TECNOLOGIE DIGITALI. PREMESSA L utilizzo delle tecnologie didattiche nel processo d insegnamento

Dettagli

INDICE PROGRAMMA CORSO

INDICE PROGRAMMA CORSO INDICE PROGRAMMA CORSO PRIMA LEZIONE: Componenti di un computer: Hardware, Software e caratteristiche delle periferiche. SECONDA LEZIONE: Elementi principali dello schermo di Windows: Desktop, Icone, Mouse,

Dettagli

STRUMENTI COMPENSATIVI PER DSA

STRUMENTI COMPENSATIVI PER DSA Titolo STRUMENTI COMPENSATIVI PER DSA STRUMENTI COMPENSATIVI PER DSA Destinatari Docenti Primaria Docenti secondaria I e II Buona conoscenza e utilizzo del computer Buona conoscenza e utilizzo del computer

Dettagli

LABORATORIO INFORMATICA : IL MIO AMICO COMPUTER (5 anni)

LABORATORIO INFORMATICA : IL MIO AMICO COMPUTER (5 anni) LABORATORIO INFORMATICA : IL MIO AMICO COMPUTER (5 anni) PREMESSA Le riflessioni sulla natura del computer, sulle risorse che possiede, sui rischi che programmi sbagliati possono comportare, ci spingono

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 DOCENTE PROF. LUCCHI ENEA MATERIA DI INSEGNAMENTO TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE CLASSE 1 A - 1 B - 1 C Competenze di base

Dettagli

PREMESSA. Piano Animatore Digitale per PTOF 2016/2019

PREMESSA. Piano Animatore Digitale per PTOF 2016/2019 La Scuola che cambia Proposta progettuale dell Animatore Digitale Ins. Francesca Cocchi Dirigente Scolastico Rosella Puzzuoli Allegato al POF TRIENNALE 2016/2019 PREMESSA Il Piano Nazionale per la Scuola

Dettagli

L attività progettuale, è rivolta ai docenti come azione formativa e agli alunni con attività differenziate per segmenti scolastici.

L attività progettuale, è rivolta ai docenti come azione formativa e agli alunni con attività differenziate per segmenti scolastici. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Alessandro Faedo Via Fante d Italia, 31-36072 - CHIAMPO (VI) Tel. 0444/475810 Fax 0444/475825 email viic87800x@istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO 1 ORTONA PROGETTO DI LINGUA INGLESE SCUOLA DELL INFANZIA

ISTITUTO COMPRENSIVO 1 ORTONA PROGETTO DI LINGUA INGLESE SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO 1 ORTONA PROGETTO DI LINGUA INGLESE SCUOLA DELL INFANZIA 1 In una realtà multiculturale come la nostra, l apprendimento precoce di una lingua straniera, qual è l inglese, è ormai fondamentale

Dettagli

DIDATEC Corso base e corso avanzato

DIDATEC Corso base e corso avanzato PROGETTI DI FORMAZIONE PER DOCENTI DIDATEC Corso base e corso avanzato PER I TUTTI DOCENTI I DOCENTI DI ITALIANO Scuola Primaria e Secondaria di I Grado e Biennio Secondaria di II Grado D-5-FSE-2010-1

Dettagli

Corso di formazione CerTIC Tablet

Corso di formazione CerTIC Tablet Redattore prof. Corso di formazione CerTIC Tablet Dodicesima Dispensa Comitato Tecnico Scientifico: Gruppo Operativo di Progetto CerticAcademy Learning Center, patrocinato dall assessorato al lavoro e

Dettagli

IL VERO GESTIONALE 2.0 PER LE SCUOLE

IL VERO GESTIONALE 2.0 PER LE SCUOLE IL VERO GESTIONALE 2.0 PER LE SCUOLE PROTOMAIL REGISTRO ELETTRONICO VIAGGI E-LEARNING DOCUMENTI WEB PROTOCOLLO ACQUISTI QUESTIONARI PAGELLINE UN GESTIONALE INTEGRATO PER TUTTE LE ESIGENZE DELLA SCUOLA

Dettagli

Guida per il partecipante

Guida per il partecipante CORSO DI ALFABETIZZAZIONE DIGITALE PER CITTADINI Primo Livello COMPUTER/TABLET Guida per il partecipante Indice dei contenuti Introduzione al corso... 2 Destinatari dei Corsi... 2 Obiettivi del corso...

Dettagli