DELIBERAZIONE n. 21 del 27 settembre 2012

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DELIBERAZIONE n. 21 del 27 settembre 2012"

Transcript

1 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXX XXXXXXX / Eutelia XXX in XX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente Componente Componente Componente Assenti: Presiede: Sandro Vannini Segretario: Cinzia Guerrini Dirigente della struttura di assistenza al Comitato incaricata della redazione del presente atto Allegati N. 0

2 Il COMITATO REGIONALE per le COMUNICAZIONI VISTI: - la legge 14 novembre 1995, n. 481, "Norme per la concorrenza e la regolazione dei servizi di pubblica utilità. Istituzione delle Autorità di regolazione dei servizi di pubblica utilità"; - la legge 31 luglio 1997, n. 249 "Istituzione dell Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo", in particolare l art. 1, comma 6, lettera a), n. 14 e comma 13; - il decreto legislativo 1 agosto 2003 n. 259 recante il Codice delle comunicazioni elettroniche ; - la Legge 2 aprile 2007 n. 40 Conversione in legge, con modificazioni, del decretolegge 31 gennaio 2007, n. 7 recante misure urgenti per la tutela dei consumatori, la promozione della concorrenza, lo sviluppo di attività economiche e la nascita di nuove imprese ; - la Delibera Agcom n. 179/03/CSP Approvazione della direttiva generale in materia di qualità e carte dei servizi di telecomunicazioni ai sensi dell articolo 1, comma 6, lettera b), numero 2, della legge 31 luglio 1997, n. 249 e successive integrazioni; - la Delibera Agcom n. 173/07/CONS, All. A "Regolamento in materia di risoluzione delle controversie tra operatori di comunicazioni elettroniche ed utenti" e successive modifiche ed integrazioni; - la legge regionale Toscana 25 giugno 2002, n. 22 Norme e interventi in materia di informazione e comunicazione. Disciplina del Comitato regionale per le comunicazioni, in particolare l art. 30, e il Regolamento Interno di organizzazione e funzionamento del Comitato regionale per le comunicazioni (ex art. 8 legge regionale Toscana 1 febbraio 2000, n. 10); - l Accordo quadro tra l Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e la Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome, sottoscritto in data 4 dicembre 2008; - la Convenzione per l esercizio delle funzioni delegate in tema di comunicazioni, sottoscritta tra l Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e il Comitato regionale per le comunicazioni della Toscana in data 16 dicembre 2009, e in particolare l art. 4, comma 1, lett. e); - l istanza n. 171 del 26 maggio 2011 con cui il Sig. XXXXXX XXXXXXX chiedeva l intervento del Comitato Regionale per le Comunicazioni (di seguito, per brevità CoReCom) per la definizione della controversia in essere con la società Eutelia XXX in XX (di seguito, per brevità Eutelia), ai sensi dell art. 14 del Regolamento in materia di 2/7

3 procedure di risoluzione delle controversie tra operatori di comunicazioni elettroniche ed utenti, approvato con Delibera n. 173/07/CONS Allegato A; - la nota del 26 maggio 2011 con cui l Ufficio del CoReCom comunicava alle parti, ai sensi dell articolo 15 del citato Regolamento, l avvio di un procedimento finalizzato alla definizione della controversia e successivamente, con comunicazione del 17 giugno 2011, invitava le parti a presentarsi all udienza del 6 luglio 2011 per la discussione della deferita controversia; UDITA nella suindicata udienza la sola parte istante, stante l assenza della società convenuta; ESAMINATI gli atti del procedimento; CONSIDERATO quanto segue: 1. Oggetto della controversia e risultanze istruttorie. Il Sig. XXXXXX XXXXXXX lamenta il mancato funzionamento del servizio voce ed internet in modalità VOIP e la conseguente indebita fatturazione. In particolare, dall istanza introduttiva del procedimento e dalla documentazione disponibile in atti è emerso che: - in data 23 novembre 2010 il Sig. XXXXXXX sottoscriveva con l operatore Eutelia un contratto di tipo residenziale denominato Open Service per la fornitura del servizio voce e internet in modalità Voip sulla propria utenza telefonica n. XXXX XXXXXXX; - in data 24 gennaio 2011 venivano installati, a carico dell utente, gli apparati tecnici necessari all attivazione dei servizi, per una spesa di complessivi euro 277,70; dopo qualche giorno l istante riceveva la fattura n del 28 gennaio 2011 contenente l addebito di euro 60,00 relativo ad ulteriori costi di attivazione; - l utente riscontrava tuttavia gravi malfunzionamenti del servizio, tali da inibire completamente il normale utilizzo della linea, per i quali - come riferito - sporgeva più volte reclami telefonici presso il Servizio Clienti del gestore Eutelia, contestando la fatturazione ricevuta relativa al contratto de quo; - in data 17 febbraio 2011, l utente reclamava via fax presso il gestore Eutelia, attraverso l Associazione Federconsumatori, per contestare il mancato funzionamento dei servizi e sollecitare un intervento tecnico urgente, chiedendo altresì la corresponsione degli indennizzi per tutti i disservizi subiti ; -il reclamo veniva reiterato in data 8 marzo 2011, sempre per il tramite della Associazione Federconsumatori, lamentando la persistenza dei disservizi, sollecitando gli opportuni interventi tecnici ed evidenziando, in particolare, malfunzionamenti sulla linea in entrata; -in data 15 aprile 2011 la parte istante esperiva tentativo obbligatorio di conciliazione presso il CoReCom della Toscana, tentativo che si concludeva con verbale attestante il 3/7

4 fallimento dello stesso data la mancata partecipazione del gestore Eutelia alla procedura; - con l istanza di definizione della controversia il Sig. XXXXXXX ha chiesto: la risoluzione e/o annullamento e/o disdetta del rapporto contrattuale con la società Eutelia XXX ; l annullamento e/o rettifica delle fatture emesse dalla società Eutelia XXX o eventualmente ancora da emettere ; la corresponsione degli indennizzi previsti per l inadempimento contrattuale della società Eutelia XXX ; il rimborso delle spese di installazione sostenute dal Sig. XXXXXXX per un totale di 337,70 ; - la società Eutelia ha prodotto, nei termini concessi dal CoReCom, una memoria difensiva a supporto della propria posizione, nella quale ha comunicato di aver provveduto, a seguito delle segnalazioni dell utente, ad apportare modifiche all apparato Voip e ad inviare un nuovo apparato in data , al fine di migliorare la qualità del servizio ed ha precisato, con riferimento alla fatturazione che, non essendole pervenuta alcuna disdetta, essa è stata emessa fino alla cessazione del servizio avvenuta in data in seguito alla volontà del Cliente espressa nell istanza di conciliazione al CoReCom Toscana. Con la memoria, la società ha fornito, in allegato, anche copia del contratto sottoscritto dall utente. 2. Valutazioni in ordine al caso in esame. La vicenda oggetto della presente controversia si incentra sui disservizi (malfunzionamenti) subiti dal Sig. XXXXXXX in relazione al servizio Voip e sulla conseguente contestata fatturazione. Evidenziata, in via preliminare, la mancata partecipazione dell operatore Eutelia sia all udienza di conciliazione che a quella di definizione della controversia, si deve, nel merito, richiamare - sulla base dei principi generali sull onere della prova in materia di adempimento di obbligazioni - il principio più volte affermato nella consolidata giurisprudenza di legittimità (Cass. Sez. Unite, n del 30 ottobre 2001, Cass. 9 febbraio 2004 n. 2387, 26 gennaio 2007 n. 1743, 19 aprile 2007 n. 9351, 11 novembre 2008 n , e da ultimo, 3 luglio 2009 n e, da ultimo, Cass. Sez. II, 20 gennaio 2010 n. 936), secondo il quale il creditore che agisce per l adempimento, per la risoluzione o per il risarcimento del danno deve dare la prova della fonte negoziale o legale del suo diritto e, se previsto, del termine di scadenza, limitandosi alla mera allegazione della circostanza dell inadempimento della controparte; sarà il debitore convenuto a dover fornire la prova del fatto estintivo del diritto, costituito dall avvenuto adempimento. Anche nel caso in cui sia dedotto un inesatto adempimento dell obbligazione, al creditore istante sarà sufficiente allegare tale inesattezza, gravando ancora una volta sul debitore l onere di dimostrare l avvenuto esatto adempimento o che l inadempimento è dipeso da causa a lui non imputabile ex art codice civile ovvero da cause specifiche di esclusione della responsabilità previste dal contratto, dalle condizioni generali di contratto o dalla 4/7

5 Carta Servizi. Ai sensi della Delibera Agcom n. 179/03/CSP (TLC, Direttiva Generale), inoltre, gli operatori devono fornire i servizi in modo regolare, continuo e senza interruzioni, nel rispetto delle previsioni normative e contrattuali. Nella fattispecie in esame spettava, dunque, all operatore Eutelia, a fronte dei malfunzionamenti lamentati dall utente, provare di avere fornito il servizio in modo regolare e continuo, nonché di avere svolto tutte le attività necessarie a risolvere il disservizio, oppure dimostrare che l inadempimento è dipeso da cause ad esso non imputabili ex art codice civile o da cause specifiche di esclusione della responsabilità. Allo scopo non si ritengono sufficienti le dichiarazioni contenute nella memoria difensiva dell operatore da cui si evince unicamente che, al fine di migliorare la qualità del servizio, sarebbero state apportate non meglio specificate modifiche all apparato Voip e che, in data 23 febbraio 2011, è stato inviato un nuovo apparato ; l operatore avrebbe, invece, dovuto dimostrare l adempimento più efficacemente, ad esempio tramite il deposito delle prove tecniche eventualmente effettuate, dando prova di aver rispettato gli standard di qualità previsti dal contratto e dalla normativa. Neppure è stata provata l esistenza di cause esimenti dalla responsabilità. Le attività di assistenza di cui sopra si sono dimostrate, con tutta evidenza, inadeguate a risolvere il problema tecnico, che anzi è persistito nel tempo, come dimostrato dal fatto che l utente ha nuovamente richiesto l assistenza tecnica anche dopo la data del 23 febbraio 2011, in cui sono stati apportati i sopracitati interventi; di talché può ritenersi che, per tutta la durata del rapporto contrattuale, l utente non ha potuto pienamente godere, con le modalità prescelte, dei servizi promessi e acquistati. Alla luce di quanto sin qui esposto, si ritiene sussistere in capo all operatore Eutelia una responsabilità contrattuale ex art codice civile per il malfunzionamento del servizio Voip in questione, con conseguente diritto dell utente alla liquidazione di un indennizzo per l intera durata dell inadempimento (dal 17 febbraio 2011, data in cui l utente contesta formalmente e per iscritto il malfunzionamento, al 29 aprile 2011, indicata dall operatore come data di cessazione del servizio in seguito alla volontà del Cliente espressa nell istanza di conciliazione al CoReCom Toscana ). Per la quantificazione di tale indennizzo, si applica l articolo 5, comma 2, dell Allegato A della sopra citata Delibera n. 73/11/CONS, in virtù del quale l operatore è tenuto a corrispondere al cliente un indennizzo pari ad euro 2,50 per ogni giorno di malfunzionamento. Pertanto, la società Eutelia è tenuta a corrispondere all utente l importo di euro 180,00 (euro 2,50 per n. 72 giorni di disservizio). Per i motivi sopra esposti in relazione all inadempimento contrattuale da parte dell operatore, si ritiene equo disporre a favore dell utente anche il rimborso delle spese sostenute per l attivazione del servizio e per gli apparati tecnici necessari all attivazione medesima, installati a sue spese in data 24 gennaio 2011, per complessivi euro 337,70 (addebiti versati per fatture della ditta installatrice Technoffice del 24 gennaio 2011 e per fattura Eutelia n del 28 gennaio 2011). Con riferimento alla questione della debenza degli importi richiesti con la fatturazione ricevuta dall utente nel periodo di cui trattasi, si ritiene che siano dovuti gli addebiti 5/7

6 contenuti nelle fatture relative al periodo febbraio aprile 2011, fatturati a titolo di Consumo Voip poiché, dall analisi delle fatture contestate ed allegate all istanza, l utente risulta aver effettuato traffico in uscita. Diversamente, si ritiene che i rimanenti addebiti relativi al periodo di cui sopra siano stati, in conseguenza dell inadempimento descritto, illegittimamente fatturati e che i relativi importi non siano dovuti. Pertanto, tali addebiti dovranno essere annullati e, qualora i corrispondenti importi siano già stati versati, l utente avrà diritto al rimborso degli stessi. Quanto alla richiesta di cui al punto 1) delle domande avanzate in istanza ( la risoluzione e/o annullamento e/o disdetta del rapporto contrattuale con la società Eutelia XXX ), si evidenzia l inattualità della domanda medesima, atteso che dalle risultanze istruttorie il contratto tra le parti in controversia risulta non più in essere, fin dalla cessazione eseguita dall operatore Eutelia in data 29 aprile 2011 a seguito alla volontà in tal senso espressa nell istanza di conciliazione presentata dal Sig. XXXXXXX stesso al CoReCom Toscana. Si ritiene, infine, equo e proporzionale, anche a fronte delle predette considerazioni circa l omissivo comportamento della società Eutelia nei procedimenti di conciliazione e di definizione, liquidare a favore della parte istante la somma forfettaria di euro 100,00 a titolo di rimborso delle spese di procedura ai sensi dell art. 19, comma 6, della Delibera Agcom n. 173/07/CONS, Allegato A. CONSIDERATO tutto quanto sopra esposto; RITENUTO che l indennizzo e/o i rimborsi riconosciuti dal CoReCom devono soddisfare, ai sensi dell art. 84 del Codice delle comunicazioni elettroniche, il requisito dell equità, e pertanto tenere indenne l istante dal decorso del tempo necessario alla definizione della procedura; VISTI la relazione istruttoria redatta dal responsabile del procedimento, Dott.ssa Elisabetta Gonnelli, e lo schema di decisione predisposto dalla dirigente Dott.ssa Cinzia Guerrini, ex art. 19 comma 1 della Delibera Agcom n. 173/07/CONS, Allegato A; UDITA l illustrazione della Dirigente, Dott.ssa Cinzia Guerrini, svolta su proposta del Presidente nella seduta del 27 settembre 2012; Con voti unanimi D E L I B E R A La società Eutelia XXX in XX, con riferimento all istanza di definizione della controversia formulata dal Sig. XXXXXX XXXXXXX, è tenuta: 1. alla regolarizzazione contabile-amministrativa della posizione del Sig. XXXXXXX mediante annullamento degli importi sopra descritti come non dovuti fatturati nel periodo febbraio aprile 2011, ad eccezione di quanto fatturato a titolo di Consumo Voip che risulta invece dovuto, e rimborso mediante 6/7

7 bonifico o assegno bancario di quanto eventualmente già versato per gli importi non dovuti di cui sopra; 2. alla corresponsione, mediante assegno o bonifico bancario, degli importi di euro 180,00 a titolo di indennizzo per il disservizio subito e di euro 337,70 a titolo di rimborso delle spese sostenute per l attivazione del servizio e per gli apparati tecnici necessari all attivazione medesima; 3. alla corresponsione, mediante assegno o bonifico bancario, dell importo, come sopra forfettariamente determinato, di euro 100,00 a titolo di spese di procedura ai sensi dell art. 19, comma 6, della Delibera Agcom n. 173/07/CONS Allegato A. Le somme così determinate a titolo di indennizzo e/o di rimborso dovranno essere maggiorate della misura corrispondente all importo degli interessi legali calcolati a decorrere dalla data di presentazione dell istanza di risoluzione della controversia. E fatta salva la possibilità per l utente di richiedere in sede giurisdizionale il risarcimento dell eventuale maggior danno subito, come previsto dall art. 19, comma 5, della Delibera Agcom n. 173/07/CONS, Allegato A. Ai sensi dell art. 19, comma 3, della Delibera Agcom n. 173/07/CONS Allegato A, il provvedimento di definizione della controversia costituisce un ordine dell Autorità ai sensi dell art. 98, comma 11, D.lgs n. 259/2003. La presente delibera è notificata alle parti e pubblicata sul sito internet istituzionale del CoReCom, nonché trasmessa all Autorità per le garanzie nelle comunicazioni per gli adempimenti conseguenti. L operatore è tenuto, altresì, a comunicare a questo Ufficio l avvenuto adempimento alla presente delibera entro il termine di 60 giorni dalla notifica della medesima. Ai sensi dell articolo 135, comma 1, lett. b), del Codice del processo amministrativo, approvato con D.lgs. 2 luglio 2010, n. 104, il presente atto può essere impugnato davanti al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio, in sede di giurisdizione esclusiva. Ai sensi dell articolo 119 del medesimo Codice il termine per ricorrere avverso il presente provvedimento è di 60 giorni dalla notifica dello stesso. Il Segretario Cinzia Guerrini Il Presidente Sandro Vannini 7/7

DELIBERAZIONEE n. 13 del 13 marzo 2014

DELIBERAZIONEE n. 13 del 13 marzo 2014 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXX XXXX / Vodafone Omnitel XX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente Assenti:

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 9 del 10 febbraio 2014

DELIBERAZIONE n. 9 del 10 febbraio 2014 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXXXX XXXXXXXXXXXX XXX XX XXXXXXXXXXXX / Wind Telecomunicazioni XXX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 24 del 5 maggio 2014

DELIBERAZIONE n. 24 del 5 maggio 2014 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXX XXXX XXXXXXX XXXXXXX / Vodafone Omnitel XX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 19 del 12 aprile 2013

DELIBERAZIONE n. 19 del 12 aprile 2013 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXX XXXXXXXXXXXXX XXX / Telecom Italia XXX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente

Dettagli

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Enrico Buoni /Optima Italia S.p.A.

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Enrico Buoni /Optima Italia S.p.A. Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Enrico Buoni /Optima Italia S.p.A. Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente Componente

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 28 del 9 giugno 2014

DELIBERAZIONE n. 28 del 9 giugno 2014 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXXXX XXXXXXXXX / R.T.I. XXX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI Presidente Vice Presidente Assenti: MAURIZIO ZINGONI

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 12 del 7 marzo 2013

DELIBERAZIONE n. 12 del 7 marzo 2013 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXXXXXXXX XXXXXXXX XXXXXXXXXXXXXXX X XXXX XXXXXX / Sky Italia XXX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI

Dettagli

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Guido Tavanti /H3G S.p.A.

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Guido Tavanti /H3G S.p.A. Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Guido Tavanti /H3G S.p.A. Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente Componente Componente

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTO l articolo 84 del decreto legislativo 1 agosto 2003, n. 259, recante Codice delle comunicazioni elettroniche ;

IL DIRETTORE. VISTO l articolo 84 del decreto legislativo 1 agosto 2003, n. 259, recante Codice delle comunicazioni elettroniche ; DETERMINA DIRETTORIALE n. 13/17/DTC/Gu14/2586/16 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA CAPOCASALE/TELECOM ITALIA S.P.A. IL DIRETTORE VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante "Istituzione dell Autorità per

Dettagli

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Francesco Ciribì /Sky Italia S.r.l.

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Francesco Ciribì /Sky Italia S.r.l. Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Francesco Ciribì /Sky Italia S.r.l. Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente Assenti:

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 18 del 28 marzo 2014

DELIBERAZIONE n. 18 del 28 marzo 2014 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXX XX XXXXX / Wind Telecomunicazioni XXX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 41 del 28 ottobre 2013

DELIBERAZIONE n. 41 del 28 ottobre 2013 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXXX XXXX / Wind Telecomunicazioni XXX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente

Dettagli

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXX XXXXXXX / Sky Italia XXX

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXX XXXXXXX / Sky Italia XXX Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXX XXXXXXX / Sky Italia XXX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente Componente

Dettagli

DELIBERA DL/073/14/CRL/UD del 29 luglio 2014 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA P. T. / OKCOM S.P.A. IN LIQUIDAZIONE IL CORECOM LAZIO NELLA Riunione del

DELIBERA DL/073/14/CRL/UD del 29 luglio 2014 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA P. T. / OKCOM S.P.A. IN LIQUIDAZIONE IL CORECOM LAZIO NELLA Riunione del DELIBERA DL/073/14/CRL/UD del 29 luglio 2014 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA P. T. / OKCOM S.P.A. IN LIQUIDAZIONE IL CORECOM LAZIO NELLA Riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di

Dettagli

DETERMINAZIONE n. 1 del 20 gennaio Oggetto: Definizione della controversia Costanza Tommasi / Sky Italia S.r.l. IL DIRIGENTE

DETERMINAZIONE n. 1 del 20 gennaio Oggetto: Definizione della controversia Costanza Tommasi / Sky Italia S.r.l. IL DIRIGENTE DETERMINAZIONE n. 1 del 20 gennaio 2016 Oggetto: Definizione della controversia Costanza Tommasi / Sky Italia S.r.l. IL DIRIGENTE VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249 "Istituzione dell Autorità per le

Dettagli

Tit del 18/03/2015. La Responsabile del Servizio Corecom

Tit del 18/03/2015. La Responsabile del Servizio Corecom DETERMINAZIONE Determinazione n. 3/2015 DEFC.2015.3 Tit. 2012.1.10.21.666 del 18/03/2015 OGGETTO: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA TRA X E NGI X La Responsabile del Servizio Corecom Vista la legge 14 novembre

Dettagli

Determinazione n. 10/2015 DEFC Tit Del 12/06/2015 OGGETTO: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA TRA X E WIND TELECOMUNICAZIONI X

Determinazione n. 10/2015 DEFC Tit Del 12/06/2015 OGGETTO: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA TRA X E WIND TELECOMUNICAZIONI X DETERMINAZIONE Determinazione n. 10/2015 DEFC. 2015.10 Tit. 2015.1.10.21.84 Del 12/06/2015 OGGETTO: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA TRA X E WIND TELECOMUNICAZIONI X LA RESPONSABILE DEL SERVIZIO CORECOM

Dettagli

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Giuseppe Costa /Telecom Italia S.p.A.

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Giuseppe Costa /Telecom Italia S.p.A. Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Giuseppe Costa /Telecom Italia S.p.A. Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente Componente

Dettagli

Tit Del 20/7/2016. La Responsabile del Servizio

Tit Del 20/7/2016. La Responsabile del Servizio Determinazione n. 16/2016 DEFC.2016.16 Tit. 2013.1.10.21.1847 Del 20/7/2016 OGGETTO: Definizione controversia XXX/Okcom X La Responsabile del Servizio Vista la legge 14 novembre 1995, n. 481, recante "Norme

Dettagli

Presidente Vice Presidente Componente Componente Componente

Presidente Vice Presidente Componente Componente Componente Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXXXX XXXXXXX / Vodafone Omnitel XX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente

Dettagli

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Tommaso Casalotti /Sky Italia S.r.l. e Fastweb S.p.A.

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Tommaso Casalotti /Sky Italia S.r.l. e Fastweb S.p.A. Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Tommaso Casalotti /Sky Italia S.r.l. e Fastweb S.p.A. Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice

Dettagli

DELIBERA DL/040/15/CRL/UD del 30 marzo DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA xxx / WIND TELECOMUNICAZIONI xxx (LAZIO/D/115/2014)

DELIBERA DL/040/15/CRL/UD del 30 marzo DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA xxx / WIND TELECOMUNICAZIONI xxx (LAZIO/D/115/2014) DELIBERA DL/040/15/CRL/UD del 30 marzo 2015 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA xxx / WIND TELECOMUNICAZIONI xxx (LAZIO/D/115/2014) IL CORECOM DELLA REGIONE LAZIO NELLA riunione del 30 marzo 2015; VISTA la

Dettagli

DETERMINAZIONE n. 4 del 6 maggio2016. Oggetto: Definizione della controversia Elisa Marino / Wind Telecomunicazioni S.p.A.

DETERMINAZIONE n. 4 del 6 maggio2016. Oggetto: Definizione della controversia Elisa Marino / Wind Telecomunicazioni S.p.A. DETERMINAZIONE n. 4 del 6 maggio2016 Oggetto: Definizione della controversia Elisa Marino / Wind Telecomunicazioni S.p.A. IL DIRIGENTE VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249 "Istituzione dell Autorità per

Dettagli

DETERMINAZIONE n. 15 del 20 aprile Oggetto: Definizione della controversia XXXXXXXX XXXXXXXXX /Vodafone Omnitel XX IL DIRIGENTE

DETERMINAZIONE n. 15 del 20 aprile Oggetto: Definizione della controversia XXXXXXXX XXXXXXXXX /Vodafone Omnitel XX IL DIRIGENTE DETERMINAZIONE n. 15 del 20 aprile 2015 Oggetto: Definizione della controversia XXXXXXXX XXXXXXXXX /Vodafone Omnitel XX IL DIRIGENTE VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249 "Istituzione dell Autorità per

Dettagli

Tit del 29/04/2016

Tit del 29/04/2016 Determinazione n. 6/2016 DEFC.2016.6 Tit. 2014.1.10.21.120 del 29/04/2016 OGGETTO: Definizione controversia XXX / Fastweb X, società a socio unico e soggetta all attività di direzione e coordinamento di

Dettagli

DETERMINAZIONE n. 13 del 08 agosto Oggetto: Definizione della controversia XXXXXXXXX Ietti / Sky Italia XXXX IL DIRIGENTE

DETERMINAZIONE n. 13 del 08 agosto Oggetto: Definizione della controversia XXXXXXXXX Ietti / Sky Italia XXXX IL DIRIGENTE DETERMINAZIONE n. 13 del 08 agosto 2016 Oggetto: Definizione della controversia XXXXXXXXX Ietti / Sky Italia XXXX IL DIRIGENTE VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249 "Istituzione dell Autorità per le garanzie

Dettagli

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Alessandro Carbonara /Vodafone Omnitel B.V.

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Alessandro Carbonara /Vodafone Omnitel B.V. Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Alessandro Carbonara /Vodafone Omnitel B.V. Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente

Dettagli

Il giorno 2 novembre 2016 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia-romagna con la partecipazione dei componenti:

Il giorno 2 novembre 2016 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia-romagna con la partecipazione dei componenti: Protocollo: vedi segnatura XML TITOLO 2015.1.10.4.1 2013.1.10.21.1744 LEGISLATURA X Il giorno 2 novembre 2016 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia-romagna con la partecipazione

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 22 del 5 maggio 2014

DELIBERAZIONE n. 22 del 5 maggio 2014 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXXXXX XXXXXXX XXXXXXX / Sky Italia XXX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente

Dettagli

Il giorno 21 dicembre 2016 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti:

Il giorno 21 dicembre 2016 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti: Protocollo: vedi segnatura XML TITOLO 2015.1.10.4.1 2014.1.10.21.376 LEGISLATURA X Il giorno 21 dicembre 2016 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione

Dettagli

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Vespignani Costruzioni XXX /Wind Telecomunicazioni XXX (ora Wind Tre XXX)

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Vespignani Costruzioni XXX /Wind Telecomunicazioni XXX (ora Wind Tre XXX) Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Vespignani Costruzioni XXX /Wind Telecomunicazioni XXX (ora Wind Tre XXX) Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 12 del 24 maggio 2012 IL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI

DELIBERAZIONE n. 12 del 24 maggio 2012 IL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI DELIBERAZIONE n. 12 del 24 maggio 2012 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXXXX XXXXXXXXXX XXXXXXXXXXX XXX/ B.T. Italia XXX / Telecom Italia XXX IL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI nella

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 18 del 5 settembre Fastweb XXX. Oggetto: Presenti: Presidente Vice Presidente Componente Componente Componente

DELIBERAZIONE n. 18 del 5 settembre Fastweb XXX. Oggetto: Presenti: Presidente Vice Presidente Componente Componente Componente Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXXXX XXXXXXXXX / Fastweb XXX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente Componente

Dettagli

DETERMINAZIONE n. 8 del 23 novembre Definizione della controversia XXXXXXXX XXXXXXX / Tiscali Italia XXX LA DIRIGENTE

DETERMINAZIONE n. 8 del 23 novembre Definizione della controversia XXXXXXXX XXXXXXX / Tiscali Italia XXX LA DIRIGENTE DETERMINAZIONE n. 8 del 23 novembre 2011 Oggetto: Definizione della controversia XXXXXXXX XXXXXXX / Tiscali Italia XXX LA DIRIGENTE VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249 "Istituzione dell Autorità per

Dettagli

DETERMINAZIONE n. 13 del 20 aprile Oggetto: Definizione della controversia XXXXXXXX XXXXX /Sky Italia XXX IL DIRIGENTE

DETERMINAZIONE n. 13 del 20 aprile Oggetto: Definizione della controversia XXXXXXXX XXXXX /Sky Italia XXX IL DIRIGENTE DETERMINAZIONE n. 13 del 20 aprile 2015 Oggetto: Definizione della controversia XXXXXXXX XXXXX /Sky Italia XXX IL DIRIGENTE VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249 "Istituzione dell Autorità per le garanzie

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 17 del 1 luglio Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXXX XXXXXX XXXX / Telecom Italia XXXX

DELIBERAZIONE n. 17 del 1 luglio Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXXX XXXXXX XXXX / Telecom Italia XXXX DELIBERAZIONE n. 17 del 1 luglio 2011 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXXX XXXXXX XXXX / Telecom Italia XXXX IL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI nella seduta del giorno 1 luglio 2011, svolta

Dettagli

Tit Del 08/06/2016. La Responsabile del Servizio

Tit Del 08/06/2016. La Responsabile del Servizio Determinazione n. 11/2016 DEFC.2016.11 Tit. 2016.1.10.21.1802 Del 08/06/2016 OGGETTO: Definizione controversia XXX/H3G X La Responsabile del Servizio Vista la legge 14 novembre 1995, n. 481, recante "Norme

Dettagli

Comitato Regionale per le Comunicazioni

Comitato Regionale per le Comunicazioni ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Comitato Regionale per le Comunicazioni DELIBERA N. 37/2016 TITOLO 2015.1.10.4.1 2013.1.10.21.1571 LEGISLATURA X Il giorno 8 giugno 2016 si è riunito

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA n. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA VITELLARO / TELECOM ITALIA S.P.A. (GU14 n. 1790/14) L AUTORITÀ NELLA riunione della Commissione per le infrastrutture e le reti del 28 novembre 2014; VISTA la

Dettagli

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Baden S.r.l. /Telecom Italia S.p.A.

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Baden S.r.l. /Telecom Italia S.p.A. Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Baden S.r.l. /Telecom Italia S.p.A. Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente Componente

Dettagli

Il giorno 27/02/2015 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia-romagna con la partecipazione dei componenti: Presidente

Il giorno 27/02/2015 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia-romagna con la partecipazione dei componenti: Presidente DELIBERA N. 8/2015 TITOLO 2015.1.10.4 2013.1.10.21.1153 LEGISLATURA X Il giorno 27/02/2015 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia-romagna con la partecipazione dei componenti:

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTO l articolo 84 del decreto legislativo 1 agosto 2003, n 259, recante Codice delle comunicazioni elettroniche ;

IL DIRETTORE. VISTO l articolo 84 del decreto legislativo 1 agosto 2003, n 259, recante Codice delle comunicazioni elettroniche ; DETERMINA DIRETTORIALE n. 48/17/DTC/Gu14/152/17 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA PEDONE / TISCALI ITALIA S.P.A. IL DIRETTORE VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante "Istituzione dell Autorità per

Dettagli

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXX XXXXXXXX /Telecom Italia XXX /Vodafone Omnitel XX

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXX XXXXXXXX /Telecom Italia XXX /Vodafone Omnitel XX Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXX XXXXXXXX /Telecom Italia XXX /Vodafone Omnitel XX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente

Dettagli

REGIONE LIGURIA. Comitato Regionale per le Comunicazioni

REGIONE LIGURIA. Comitato Regionale per le Comunicazioni REGIONE LIGURIA Comitato Regionale per le Comunicazioni Deliberazione n. 33 dell 8 settembre 2016 Prot. n. PG/2016/242351 del 24 ottobre 2016 Sono presenti i componenti del Comitato: BENEDETTI Alberto

Dettagli

Il Direttore Generale per la Responsabile del Servizio

Il Direttore Generale per la Responsabile del Servizio Area Definizione delle controversie Protocollo: vedi segnatura.xml Tit. 2014.1.10.21.391 OGGETTO: DEFINIZIONE CONTROVERSIA XXX / TELECOM ITALIA X Il Direttore Generale per la Responsabile del Servizio

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA n. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA GIUGLIANO / TELECOM ITALIA S.P.A. (GU14 n. 320/15) L AUTORITÀ NELLA riunione della Commissione per le infrastrutture e le reti del 9 luglio 2015; VISTA la legge

Dettagli

Presidente Vice Presidente Componente Componente Componente

Presidente Vice Presidente Componente Componente Componente Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Carmela Carandente / Antea S.r.l. Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente Componente

Dettagli

Presidente Vice Presidente Componente Componente

Presidente Vice Presidente Componente Componente Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXX XXXXX / Terrecablate reti e servizi XXX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI Presidente Vice Presidente Componente

Dettagli

Tit. 2013.1.10.21.743 del 24/09/2014

Tit. 2013.1.10.21.743 del 24/09/2014 Area Definizione delle controversie DETERMINAZIONE Determinazione n. 5/2014 DEFC.2014.5 Tit. 2013.1.10.21.743 del 24/09/2014 OGGETTO: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA TRA X E SKY ITALIA X LA RESPONSABILE

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA n. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA D AMICO / FASTWEB S.P.A. / SKY ITALIA S.R.L. (GU14 n. 227/15) L AUTORITÀ NELLA riunione della Commissione per le infrastrutture e le reti dell 8 ottobre 2015;

Dettagli

DELIBERA n. 97/12/CIR. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA STEFANELLI / TELECOM ITALIA S.P.A. (GU14 n.685/12) L AUTORITA

DELIBERA n. 97/12/CIR. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA STEFANELLI / TELECOM ITALIA S.P.A. (GU14 n.685/12) L AUTORITA DELIBERA n. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA STEFANELLI / TELECOM ITALIA S.P.A. (GU14 n.685/12) L AUTORITA NELLA sua riunione della Commissione per le Infrastrutture e le reti del 4 ottobre 2012; VISTA la

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 6 del 1 febbraio Italia XXX. Oggetto: Presenti: Presidente Vice Presidente Componente Componente Componente

DELIBERAZIONE n. 6 del 1 febbraio Italia XXX. Oggetto: Presenti: Presidente Vice Presidente Componente Componente Componente Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXX XXXXX XXXXXXX XXX / Telecom Italia XXX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 24 del 5 ottobre Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXXX di XXXX & X. XXX / Telecom Italia XXX

DELIBERAZIONE n. 24 del 5 ottobre Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXXX di XXXX & X. XXX / Telecom Italia XXX DELIBERAZIONE n. 24 del 5 ottobre 2011 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXXX di XXXX & X. XXX / Telecom Italia XXX IL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI nella seduta del giorno 5 ottobre 2011,

Dettagli

ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA. Comitato Regionale per le Comunicazioni

ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA. Comitato Regionale per le Comunicazioni Protocollo: vedi segnatura.xml ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Comitato Regionale per le Comunicazioni TITOLO 2015.1.10.4.1 2013.1.10.21.1643 LEGISLATURA X Il giorno 7 settembre 2016

Dettagli

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXXX Gonzales Rosales /H3G XXX

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXXX Gonzales Rosales /H3G XXX Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXXX Gonzales Rosales /H3G XXX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente Assenti:

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA n. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA MICROTEK SERVICE DI G. / VODAFONE OMNITEL B.V. (GU14 n. 85/2015) L AUTORITÀ NELLA riunione della Commissione per le infrastrutture e le reti del 10 settembre

Dettagli

Comitato Regionale per le Comunicazioni

Comitato Regionale per le Comunicazioni ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Comitato Regionale per le Comunicazioni DELIBERA n. 8/2014 TITOLO 1.10.21/535 1.10.4 LEGISLATURA IX Il giorno 7 marzo 2014 si è riunito nella sede di

Dettagli

Il giorno 3 maggio 2017 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti:

Il giorno 3 maggio 2017 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti: TITOLO 2015.1.10.4.1 2014.1.10.21.289 LEGISLATURA X Il giorno 3 maggio 2017 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti: GIOVANNA

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA n. 113 /14/CIR DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA SCOTTI / H3G S.P.A. (GU14 n. 399/2014) L AUTORITÀ NELLA riunione della Commissione per le infrastrutture e le reti del 28 novembre 2014; VISTA la

Dettagli

DELIBERA DL/142/15/CRL/UD del 11 settembre 2015 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA xxx SERRA / ANTEA xxx (LAZIO/D/54/2014)

DELIBERA DL/142/15/CRL/UD del 11 settembre 2015 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA xxx SERRA / ANTEA xxx (LAZIO/D/54/2014) DELIBERA DL/142/15/CRL/UD del 11 settembre 2015 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA xxx SERRA / ANTEA xxx (LAZIO/D/54/2014) IL CORECOM DELLA REGIONE LAZIO NELLA riunione del 11 settembre 2015; VISTA la legge

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA n. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA RANDAZZO / ITALIACOM.NET S.R.L. (GU14 n. 124/2014) L AUTORITÀ NELLA riunione della Commissione per le infrastrutture e le reti del 19 maggio 2014; VISTA la legge

Dettagli

IL DIRIGENTE. VISTO il D. Lgs. 1 agosto 2003, n. 259, Codice delle comunicazioni elettroniche, in particolare l art. 84;

IL DIRIGENTE. VISTO il D. Lgs. 1 agosto 2003, n. 259, Codice delle comunicazioni elettroniche, in particolare l art. 84; Determinazione 22/2014 Definizione della controversia XXX/Ultracomm IL DIRIGENTE VISTA la L. 31 luglio 1997, n. 249, Istituzione dell Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui sistemi delle

Dettagli

DELIBERA N. 33/10/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA Ditta Individuale XXXX/ VODAFONE OMNITEL XXXX

DELIBERA N. 33/10/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA Ditta Individuale XXXX/ VODAFONE OMNITEL XXXX DELIBERA N. 33/10/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA Ditta Individuale XXXX/ VODAFONE OMNITEL XXXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per

Dettagli

DELIBERA n. 718/13/CONS. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA SEGYCAR / BT ITALIA S.P.A. (GU14 n. 1386/13) L AUTORITA

DELIBERA n. 718/13/CONS. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA SEGYCAR / BT ITALIA S.P.A. (GU14 n. 1386/13) L AUTORITA DELIBERA n. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA SEGYCAR / BT ITALIA S.P.A. (GU14 n. 1386/13) L AUTORITA NELLA sua riunione del Consiglio del 12 dicembre 2013; VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante

Dettagli

DELIBERA n. 65/12/CIR. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA GERMANI / H3G S.p.A. (GU14 n. 1676/09) L AUTORITA

DELIBERA n. 65/12/CIR. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA GERMANI / H3G S.p.A. (GU14 n. 1676/09) L AUTORITA DELIBERA n. 65/12/CIR DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA GERMANI / H3G S.p.A. (GU14 n. 1676/09) L AUTORITA NELLA sua riunione della Commissione per le Infrastrutture e le reti del 7 maggio 2012; VISTA la legge

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA n. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA SORRENTINO / BT ITALIA S.P.A. (GU14 n. 1693/15) L AUTORITÀ NELLA riunione della Commissione per le infrastrutture e le reti del 24 marzo 2016; VISTA la legge

Dettagli

DELIBERA n.129/12/cir. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA UMMARINO / WIND TELECOMUNICAZIONI S.P.A. (GU14 n.710/12) L AUTORITA

DELIBERA n.129/12/cir. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA UMMARINO / WIND TELECOMUNICAZIONI S.P.A. (GU14 n.710/12) L AUTORITA DELIBERA n. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA UMMARINO / WIND TELECOMUNICAZIONI S.P.A. (GU14 n.710/12) L AUTORITA NELLA sua riunione della Commissione per le Infrastrutture e le reti del 21 novembre 2012;

Dettagli

Il giorno 18 ottobre 2016 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti:

Il giorno 18 ottobre 2016 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti: Protocollo: vedi segnatura XML TITOLO 2015.1.10.4.1 2013.1.10.21.1342 LEGISLATURA X Il giorno 18 ottobre 2016 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 20 del 7 maggio XXXXXXXXX X X XXX / BT Italia XXX. Oggetto: Presenti:

DELIBERAZIONE n. 20 del 7 maggio XXXXXXXXX X X XXX / BT Italia XXX. Oggetto: Presenti: n. 20 del 7 maggio 2013 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXX XXXXXXX XX XXXXXXXXXX XXXXXXXXX X X XXX / BT Italia XXX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI

Dettagli

Il giorno 18 ottobre 2016 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti:

Il giorno 18 ottobre 2016 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti: Protocollo: vedi segnatura XML TITOLO 2015.1.10.4.1 2013.1.10.21.1617 LEGISLATURA X Il giorno 18 ottobre 2016 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione

Dettagli

DELIBERA DL/068/15/CRL/UD del 10 aprile 2015 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA ADGMH ITALIA xxx / POSTE MOBILE xxx (LAZIO/D/627/2013)

DELIBERA DL/068/15/CRL/UD del 10 aprile 2015 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA ADGMH ITALIA xxx / POSTE MOBILE xxx (LAZIO/D/627/2013) DELIBERA DL/068/15/CRL/UD del 10 aprile 2015 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA ADGMH ITALIA xxx / POSTE MOBILE xxx (LAZIO/D/627/2013) IL CORECOM DELLA REGIONE LAZIO NELLA riunione del 10 aprile 2015; VISTA

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA n. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA CHIELLO / WIND TELECOMUNICAZIONI S.P.A. (GU14 n. 1997/2015) L AUTORITÀ NELLA riunione del Consiglio del 10 novembre 2016; VISTA la legge 14 novembre 1995, n.

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 3 del 20 gennaio 2014

DELIBERAZIONE n. 3 del 20 gennaio 2014 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXXXX XXXXXXXXX / Telecom Italia XXX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente

Dettagli

Il giorno si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia-romagna con la partecipazione dei componenti: Presidente

Il giorno si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia-romagna con la partecipazione dei componenti: Presidente DELIBERA N. 57/2014 TITOLO 2014.1.10.4 2012.1.10.21.1101 LEGISLATURA IX Il giorno 12.12.2014 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia-romagna con la partecipazione dei componenti:

Dettagli

Presidente Vice Presidente Componente Componente Componente

Presidente Vice Presidente Componente Componente Componente Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Investigazioni XXXX 2000 XXX /Tiscali Italia XXX. Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice

Dettagli

PROCESSI VERBALI DELLE RIUNIONI DEL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI. Definizione della controversia XXXXX contro Telecom Italia SpA

PROCESSI VERBALI DELLE RIUNIONI DEL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI. Definizione della controversia XXXXX contro Telecom Italia SpA PROCESSI VERBALI DELLE RIUNIONI DEL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI DELIBERAZIONE N. 78 del 29 AGOSTO 2017 OGGETTO N. 3 Definizione della controversia XXXXX contro Telecom Italia SpA Pres. Ass.

Dettagli

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Umberto Melani /Tiscali Italia S.p.A.//Telecom Italia S.p.A.

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Umberto Melani /Tiscali Italia S.p.A.//Telecom Italia S.p.A. Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Umberto Melani /Tiscali Italia S.p.A.//Telecom Italia S.p.A. Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente

Dettagli

Il giorno 18 dicembre 2015 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia-romagna con la partecipazione dei componenti:

Il giorno 18 dicembre 2015 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia-romagna con la partecipazione dei componenti: DELIBERA N. 87/2015 TITOLO 2015.1.10.4.1 2013.1.10.21.1136 LEGISLATURA X Il giorno 18 dicembre 2015 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia-romagna con la partecipazione

Dettagli

DETERMINAZIONE n. 3 del 10 giugno 2011 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA DATITOUR XXX / TELECOM ITALIA XXX LA DIRIGENTE

DETERMINAZIONE n. 3 del 10 giugno 2011 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA DATITOUR XXX / TELECOM ITALIA XXX LA DIRIGENTE DETERMINAZIONE n. 3 del 10 giugno 2011 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA DATITOUR XXX / TELECOM ITALIA XXX LA DIRIGENTE VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249 "Istituzione dell Autorità per le garanzie

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 8 del 4 maggio 2012 IL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI

DELIBERAZIONE n. 8 del 4 maggio 2012 IL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI DELIBERAZIONE n. 8 del 4 maggio 2012 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXXXXX XXXXXX / Vodafone Omnitel XX IL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI nella seduta del giorno 4 maggio 2012, svolta

Dettagli

DELIBERA n. 610/13/CONS. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA DEIDDA / TISCALI ITALIA S.P.A. (GU14 n. 968/13) L AUTORITA

DELIBERA n. 610/13/CONS. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA DEIDDA / TISCALI ITALIA S.P.A. (GU14 n. 968/13) L AUTORITA DELIBERA n. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA DEIDDA / TISCALI ITALIA S.P.A. (GU14 n. 968/13) L AUTORITA NELLA riunione del Consiglio del 28 ottobre 2013; VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante "Istituzione

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA n. 16/16/CIR DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA CIM SUD / TELECOM ITALIA S.P.A. (GU14 n. 1435/15) L AUTORITÀ NELLA riunione della Commissione per le infrastrutture e le reti del 28 gennaio 2016; VISTA

Dettagli

DELIBERA n. 731/13/CONS. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA D ORAZIO / VODAFONE OMNITEL N.V. (GU14 n. 665/13) L AUTORITA

DELIBERA n. 731/13/CONS. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA D ORAZIO / VODAFONE OMNITEL N.V. (GU14 n. 665/13) L AUTORITA DELIBERA n. 731/13/CONS DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA D ORAZIO / VODAFONE OMNITEL N.V. (GU14 n. 665/13) L AUTORITA NELLA sua riunione del Consiglio del 19 dicembre 2013; VISTA la legge 31 luglio 1997,

Dettagli

Il giorno 28 settembre 2016 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti:

Il giorno 28 settembre 2016 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti: Protocollo: vedi segnatura XML TITOLO 2015.1.10.4.1 2015.1.10.21.575 LEGISLATURA X Il giorno 28 settembre 2016 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione

Dettagli

Il giorno 24 febbraio 2017 è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti:

Il giorno 24 febbraio 2017 è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti: Protocollo: vedi segnatura XML TITOLO 2015.1.10.4.1 2014.1.10.21.147 LEGISLATURA X Il giorno 24 febbraio 2017 è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione

Dettagli

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXX Manuelli /Fastweb XXX / Sky Italia XXX

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXX Manuelli /Fastweb XXX / Sky Italia XXX Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXX Manuelli /Fastweb XXX / Sky Italia XXX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente

Dettagli

REGIONE LIGURIA. Deliberazione n. 63 del 20 dicembre 2016

REGIONE LIGURIA. Deliberazione n. 63 del 20 dicembre 2016 REGIONE LIGURIA Comitato Regionale per le Comunicazioni Deliberazione n. 63 del 20 dicembre 2016 Prot. n. PG/2017/41639 del 6 febbraio 2017 Sono presenti i componenti del Comitato: BENEDETTI Alberto Maria

Dettagli

DELIBERA n. 2/14/CIR. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA GIORDANO / BT ITALIA S.P.A. (GU14 n. 1450/13) L AUTORITA

DELIBERA n. 2/14/CIR. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA GIORDANO / BT ITALIA S.P.A. (GU14 n. 1450/13) L AUTORITA DELIBERA n. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA GIORDANO / BT ITALIA S.P.A. (GU14 n. 1450/13) L AUTORITA NELLA sua riunione della Commissione per le infrastrutture e le reti del 21 gennaio 2014; VISTA la legge

Dettagli

Il giorno 13 ottobre 2017 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti:

Il giorno 13 ottobre 2017 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti: Protocollo: vedi segnatura.xml TITOLO 2015.1.10.4.1 2015.1.10.21.22 LEGISLATURA X Il giorno 13 ottobre 2017 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione

Dettagli

DELIBERA n. 83/12/CIR. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA LODO / TISCALI ITALIA S.P.A. (GU14 n. 548/12) L AUTORITA

DELIBERA n. 83/12/CIR. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA LODO / TISCALI ITALIA S.P.A. (GU14 n. 548/12) L AUTORITA DELIBERA n. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA LODO / TISCALI ITALIA S.P.A. (GU14 n. 548/12) L AUTORITA NELLA sua riunione della Commissione per le Infrastrutture e le reti del 2 agosto 2012; VISTA la legge

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA n. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA DE CARLI / WIND TELECOMUNICAZIONI S.P.A. (GU14 n. 2019/14) L AUTORITÀ NELLA riunione della Commissione per le infrastrutture e le reti del 24 febbraio 2015; VISTA

Dettagli

DELIBERA DL/055/15/CRL/UD DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA E. MERCURI/TELETU VODAFONE OMNITEL

DELIBERA DL/055/15/CRL/UD DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA E. MERCURI/TELETU VODAFONE OMNITEL DELIBERA DL/055/15/CRL/UD del 30 marzo 2015 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA E. MERCURI/TELETU VODAFONE OMNITEL xxx (LAZIO/D/323/2014) IL CORECOM DELLA REGIONE LAZIO Nella Riunione del 30 marzo 2015; VISTA

Dettagli

PROCESSI VERBALI DELLE RIUNIONI DEL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI. Definizione della controversia Studio XXXXX contro Go Internet SpA

PROCESSI VERBALI DELLE RIUNIONI DEL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI. Definizione della controversia Studio XXXXX contro Go Internet SpA PROCESSI VERBALI DELLE RIUNIONI DEL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI DELIBERAZIONE N. 39 del 4 aprile 2017 OGGETTO N. 3 Definizione della controversia Studio XXXXX contro Go Internet SpA Pres. Ass.

Dettagli

Il giorno 1 dicembre si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti:

Il giorno 1 dicembre si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti: Protocollo: vedi segnatura XML TITOLO 2015.1.10.4.1 2014.1.10.21.87 LEGISLATURA X Il giorno 1 dicembre si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione

Dettagli

Il giorno 10 marzo 2017 è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti:

Il giorno 10 marzo 2017 è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti: Protocollo: vedi segnatura XML TITOLO 2015.1.10.4.1 2014.1.10.21.389 LEGISLATURA X Il giorno 10 marzo 2017 è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione

Dettagli

DELIBERA n. 18/14/CIR. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA CAPUTI / FASTWEB S.P.A. (GU14 n. 1725/13) L AUTORITÀ

DELIBERA n. 18/14/CIR. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA CAPUTI / FASTWEB S.P.A. (GU14 n. 1725/13) L AUTORITÀ DELIBERA n. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA CAPUTI / FASTWEB S.P.A. (GU14 n. 1725/13) L AUTORITÀ NELLA riunione della Commissione per le infrastrutture e le reti del 24 febbraio 2014; VISTA la legge 14

Dettagli

Comitato Regionale per le Comunicazioni

Comitato Regionale per le Comunicazioni ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Comitato Regionale per le Comunicazioni DELIBERA N. 28/2016 TITOLO 2015.1.10.4.1 2013.1.10.21.1867 LEGISLATURA X Il giorno 22 maggio 2016 si è riunito

Dettagli

La Responsabile del Servizio

La Responsabile del Servizio Protocollo: vedi segnatura XML Tit. 2015.1.10.21.145 OGGETTO: Definizione controversia tra XXX e Optima Italia X La Responsabile del Servizio Vista la legge 14 novembre 1995, n. 481, recante "Norme per

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA n. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA ANIELLO / FASTWEB S.P.A. (GU14 n. 2532/2014) L AUTORITÀ NELLA riunione della Commissione per le infrastrutture e le reti del 25 marzo 2015; VISTA la legge 14

Dettagli