GUIDA ODONTOIATRICA. FONDO ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA per i dirigenti di aziende produttrici di beni e servizi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GUIDA ODONTOIATRICA. www.fasi.it. FONDO ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA per i dirigenti di aziende produttrici di beni e servizi"

Transcript

1 GUIDA ODONTOIATRICA NOMENCLATORE TARIFFARIO IN VIGORE DALL STRUTTURE SANITARIE ODONTOIATRICHE CONVENZIONATE FONDO ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA per i dirigenti di aziende produttrici di beni e servizi 2009 INFORMATIVA AD ESCLUSIVO UTILIZZO DEGLI ISCRITTI AL FONDO - E VIETATA LA DIVULGAZIONE E LA RIPRODUZIONE

2 INDICE 1 PREMESSA pag. 3 NORME OPERATIVE 4 Assistenza in Forma Indiretta MODALITA DI FATTURAZIONE DELLE PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE 8 Assistenza in Forma Indiretta ESAMI DIAGNOSTICI PRE E POST CURE 10 CERTIFICAZIONE DEL LABORATORIO ODONTOTECNICO 11 O DELL ODONTOIATRA DI FIDUCIA CURE ODONTOIATRICHE ESEGUITE ALL ESTERO 12 SUGGERIMENTI AVVERTENZE 13 NORME OPERATIVE 15 Assistenza in Forma Diretta AVVERTENZE AMMINISTRATIVE/SANITARIE 18 PER LA FORMA DIRETTA CENTRALE INFORMATIVA SANITARIA ODONTOIATRICA 20 IMPOSTA DI BOLLO SU RICEVUTE MEDICHE A RIMBORSO 21 STRUTTURE SANITARIE ODONTOIATRICHE 22 Convenzionate in Forma Diretta ELENCO STRUTTURE SANITARIE ODONTOIATRICHE 23 Convenzionate in Forma Diretta NOMENCLATORE TARIFFARIO ODONTOIATRIA FASI (in vigore anche per l anno 2009)

3

4 PREMESSA LA COLLABORAZIONE DEGLI ISCRITTI PER UN SERVIZIO PUNTUALE ED EFFICIENTE 3 La presente Guida Odontoiatria 2009, riporta l elenco aggiornato di tutte le Strutture Sanitarie odontoiatriche convenzionate in forma diretta per l anno Con l occasione, ancorché non siano state apportate modifiche, abbiamo ritenuto utile, in quanto di più agevole lettura, riepilogare tutti gli adempimenti stabiliti per accedere ai rimborsi previsti per le prestazioni odontoiatriche nonché il Tariffario Odontoiatria edizione , che rimane in vigore anche per l anno Si invitano gli iscritti, pertanto, a prendere visione della nuova Guida Odontoiatria 2009, nonché a leggere con attenzione le diverse sezioni in essa contenute, rinnovando l avvertenza che seguire le previste modalità permetterà di ottenere un servizio puntuale ed efficiente. Operando diversamente, si potranno determinare disguidi e/o disservizi, con il conseguente ritardo nelle liquidazioni, nonché la possibile perdita del diritto al rimborso delle spese sostenute.

5 4 NORME OPERATIVE ASSISTENZA IN FORMA INDIRETTA presso Strutture Sanitarie Odontoiatriche NON convenzionate con il FASI MODELLO UNIFICATO PIANO DI CURE/RICHIESTA DI RIMBORSO Il modello è utilizzabile per trasmettere al FASI il Piano di Cure, ove previsto, oppure, in alternativa, la Richiesta di Rimborso, limitatamente alle prestazioni odontoiatriche per le quali non è espressamente necessaria la presentazione preventiva al Fondo del suddetto Piano di Cure (vedere Nomenclatore-Tariffario riportato a pag. 77 della presente Guida). UTILIZZO DEL MODULO UNIFICATO COME PIANO DI CURE Il Piano di Cure è finalizzato a consentire all iscritto la preventiva conoscenza di quali tra le prestazioni ivi previste saranno ammesse al rimborso, secondo quanto stabilito dal Nomenclatore-Tariffario FASI in vigore, in termini di tipologia di prestazioni e di relative limitazioni temporali. Nel caso fosse necessario sottoporsi a cure odontoiatriche che prevedano anche prestazioni di tipo protesiche o implantologiche e/o ortodontiche, è indispensabile inviare preventivamente il Piano di Cure utilizzando il modulo (si consiglia di fare delle copie dei modelli ancora non compilati, oppure di scaricarlo dal sito sezione modulistica ) allegato alla presente GUIDA edizione 2009 e quindi: presentare al proprio odontoiatra di fiducia il modello (utilizzare una copia per ciascun componente il nucleo familiare assistito, avendo cura di conservarne sempre una ulteriore copia non compilata), unitamente al Tariffario Odontoiatria, invitando l odontoiatra medesimo alla sua compilazione. Per la compilazione, è necessario che il medico odontoiatra curante trascriva il codice (individuato tra i codici indicati nel Nomenclatore Tariffario in vigore) corrispondente alla prestazione da eseguire, sotto il numero della sede dentaria (elemento dentario/arcata/emiarcata) soggetta a cure; accertare se tra le prestazioni odontoiatriche da eseguire sono previsti limiti od obblighi da rispettare, rilevabili dal Nomenclatore Tariffario Odontoiatria in vigore. In particolare, i limiti indicano se una certa prestazione, ai fini dell ottenimento del rimborso da parte del FASI, può essere ripetuta nel tempo da ciascun assistito. Gli obblighi, invece, indicano quali esami diagnostici e/o certificazioni devono essere obbligatoriamente prodotti al FASI (esempio: radiografie pre/post cure, copie referti esami istologici, copie certificazioni laboratorio odontotecnico, foto intraorale, ecc.); ottenuto il Piano di Cure dall odontoiatra, l iscritto dovrà trasmetterlo a: FASI SERVI- ZIO ODONTOIATRIA Via Vicenza, Roma, per posta prioritaria, unitamente alla documentazione radiografica o fotografica pre cure prevista dagli obblighi, che verrà restituita all iscritto unitamente all Esito della Verifica del Piano di Cure. La mancata indicazione FASI SERVIZIO ODONTOIATRIA ne impedirebbe l immediata individuazione, causando inevitabili ritardi di lavorazione. Non è necessario attendere l esito della verifica del Piano di Cure per iniziare i trattamenti di cui si necessita.

6 5 Esito della Verifica del Piano di Cure Al ricevimento del Piano di Cure, il FASI effettuerà le opportune verifiche di compatibilità tra i codici inseriti nel Piano di Cure, anche mediante consulenti medici odontoiatri, ed invierà, entro 12 giorni lavorativi dall arrivo al Fondo del suddetto Piano, ad ogni assistito e per ogni Piano di Cure trasmesso, l esito della verifica amministrativa identificato da un numero di riconoscimento univoco. Nel caso in cui fossero rilevate delle incompatibilità tra i codici, come sopra riferito, con particolare riguardo alle specifiche di branca e sottobranca, ai limiti temporali di rimborsabilità ed agli obblighi, riportati nel Tariffario Odontoiatria, il FASI ne evidenzierà i motivi. La valutazione dei limiti temporali avviene in funzione delle prestazioni già liquidate al momento dell esame del Piano di Cure inviato e non può tener conto di quelle in via di liquidazione. Pertanto potrebbe accadere che, benché una prestazione sia validata in sede di Piano di Cure, in sede di Richiesta Trimestrale di Rimborso venga negata con la motivazione di Prestazione Eccedente i Limiti. A tal proposito si ricorda, come indicato anche nelle precedenti pubblicazioni, che l esito della Verifica del Piano di Cure non deve essere considerato quale impegno al pagamento da parte del FASI. Esito verifica anagrafico/contributiva L esito della Verifica del Piano di Cure comprende anche eventuali segnalazioni (riportate nell ultima pagina) su problemi di natura anagrafica e/o contributiva (proroghe familiari non pervenute, irregolarità contributiva, etc.), in modo tale che l iscritto possa provvedere tempestivamente alla risoluzione di tali problemi, evitando in tal modo ritardi nella liquidazione delle richieste di prestazioni (attualmente i ritardi per irregolarità anagrafiche e/o contributive continuano a riguardare oltre il 10% delle richieste di rimborso che pervengono al Fondo). Invio all iscritto del Modulo Richiesta Trimestrale di Rimborso Odontoiatria unicamente nei casi di presentazione del Modello Unificato: PIANO DI CURE Contestualmente all esito della verifica del Piano di Cure il FASI provvederà a trasmettere all iscritto il Modulo Richiesta di Rimborso Odontoiatria (graficamente diverso dal Modello Unificato), pre compilato dal FASI medesimo e riportante, oltre agli estremi anagrafici dell iscritto e/o dei familiari, anche le istruzioni per la compilazione. Il suddetto modulo riporterà anche l indicazione di tutte le prestazioni indicate nel Piano di Cure, e ad esso saranno anche allegati, in restituzione, gli eventuali accertamenti radiografici o foto trasmessi dall iscritto unitamente al Piano di Cure. Modifica del Piano di Cure Ove il medico odontoiatra curante disponesse eventuali modifiche di un Piano di Cure già trasmesso dall iscritto al FASI, tali modifiche potranno essere comunicate: inviando

7 6 un nuovo Piano di Cure, ad annullamento del precedente (scrivere chiaramente questo piano di cure annulla e sostituisce il Piano di Cure n. xxxxx), completo di tutte le prestazioni del precedente Piano di Cure che si intendono mantenere (e quindi ad eccezione delle prestazioni che si intendono sostituire) ed aggiungendo i codici delle nuove prestazioni (questa procedura è valida sia in caso di sostituzione di prestazioni sia in caso di aggiunta di prestazioni). Il FASI, effettuate le relative verifiche amministrative e di compatibilità rispetto al Nomenclatore-Tariffario, trasmetterà all iscritto il nuovo esito della verifica amministrativa del nuovo Piano di Cure nonché il Nuovo Modello di Richiesta di Rimborso Odontoiatria, ai quali sarà attribuito un diverso numero di riconoscimento. Questi sostituiranno integralmente quelli trasmessi in precedenza (che si consiglia di cestinare). Nel caso della sola integrazione di prestazioni (non vincolate ad obblighi o comunque con obblighi già presentati), l iscritto ha la facoltà di aggiungerle come prestazioni Fuori Piano nella Richiesta Trimestrale di Rimborso. In tal caso, la verifica di compatibilità delle prestazioni inserite Fuori Piano di Cure sarà effettuata solo all atto della liquidazione della pratica in essere. Monitoraggio on line dello stato di lavorazione del Piano di Cure Si segnala che tramite il sito del FASI (www.fasi.it), sulla pagina personale dell iscritto, a cui si accede mediante password personale, sarà possibile seguire lo stato di lavorazione del Piano di Cure. Si potrà prelevare e stampare on line l esito della verifica amministrativa del Piano di Cure ed anche il Modulo Richiesta di Rimborso Odontoiatria, senza dover attendere necessariamente la risposta trasmessa dal Fondo per posta. Invio trimestrale delle richieste di rimborso spese odontoiatriche usufruite in forma indiretta Il Modulo di Richiesta Trimestrale di Rimborso Odontoiatria, al quale l iscritto dovrà allegare la documentazione di spesa nonché i riscontri delle cure effettuate (eventuali radiografie o foto post cure), oltre, ove previsto, alle certificazioni del laboratorio odontotecnico o dell odontoiatra di fiducia, dovrà essere trasmesso trimestralmente al FA- SI SERVIZIO ODONTOIATRIA Via Vicenza, Roma, mediante assicurata o raccomandata semplice senza ricevuta di ritorno. La richiesta di rimborso delle prestazioni odontoiatriche dovrà essere inoltrata al FASI, nei termini trimestrali previsti e richiamati all articolo M del Regolamento vigente, separatamente dalla richiesta di rimborso riferita ad altre tipologie di prestazioni (visite specialistiche, interventi chirurgici, analisi di laboratorio, ecc.), per le quali deve essere utilizzato un diverso modello che prevede anche l applicazione della etichetta autoadesiva trimestrale.

8 7 UTILIZZO DEL MODULO UNIFICATO COME RICHIESTA TRIMESTRALE DI RIMBORSO Nel caso in cui non fosse necessaria la presentazione preventiva del Piano di Cure, in quanto le prestazioni da eseguire non prevedono tale necessità (vedere in proposito il Nomenclatore-Tariffario Odontoiatria riportato in questa Guida da pag. 77 a pag. 88), sarà sufficiente far compilare dal proprio odontoiatra la Richiesta Trimestrale di Rimborso. Per utilizzare il Modello Unificato come Richiesta Trimestrale di Rimborso, è sufficiente far indicare, oltre al codice relativo alla prestazione eseguita, anche l importo pagato relativamente alla prestazione stessa. Tale Richiesta Trimestrale di Rimborso, come già riferito, accompagnata dalla documentazione di spesa, nonché dalla ulteriore documentazione eventualmente prevista ed esposta nel Tariffario, dovrà essere inviata a: FASI SERVIZIO ODONTOIATRIA Via Vicenza Roma, con le consuete modalità e nei termini trimestrali previsti, per il relativo rimborso. NOTA IMPORTANTE Si precisa che l emissione di un unico giustificativo di spesa per più assistiti, da parte del medico odontoiatra, può dar luogo a tempi di verifica e liquidazione non conformi alle attese. Si richiede, quindi, di trasmettere una fattura/ricevuta per ogni assistito che abbia usufruito di cure odontoiatriche, da allegare alla rispettiva richiesta di rimborso.

9 8 MODALITA DI FATTURAZIONE DELLE PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE ASSISTENZA IN FORMA INDIRETTA Non sono rimborsabili: la visita odontoiatrica, l ablazione tartaro, la mesostruttura di ricostruzione su impianti, la riparazione/aggiunta/sostituzione di elementi dentari e/o ganci di protesi preesistenti, i trattamenti su elementi soprannumerari ed i trattamenti ortodontici oltre l anno di compimento del 20esimo anno di età. Non sono altresì rimborsabili: la sostituzione di parte di componenti protesiche soggette ad usura (sarà rimborsabile solo l intero componente, sempre nel rispetto dei limiti temporali), i trattamenti di natura estetica (es.: intarsi sul gruppo anteriore). Inoltre, le prestazioni eseguite con metodica diretta e indiretta non sono rimborsabili contestualmente e sono, comunque, soggette a limiti temporali. Le fatture devono sempre essere intestate alla persona che ha eseguito le cure. Nel caso di assistiti minorenni, anche se la fattura viene intestata al Titolare dell iscrizione al FASI, il nome del minore soggetto a cure deve comunque comparire in fattura, ovvero, deve sempre essere identificabile il soggetto per cui è stato emesso il giustificativo di spesa. Si ricorda che i giustificativi di spesa devono essere inviati in originale al FASI Servizio Odontoiatria Via Vicenza 23, Roma, entro il trimestre successivo a quello di emissione della fattura di saldo (art. M del Regolamento), utilizzando il Modulo Richiesta di Prestazioni Odontoiatria, trasmesso dal FASI di volta in volta in riscontro alla presentazione del Piano di Cure, oppure utilizzando, laddove è espressamente previsto, il Modello Unificato Odontoiatria. Si rammenta inoltre che, nel caso di invio in un unico plico di più richieste di rimborso afferenti a più componenti del nucleo familiare, queste devono essere chiaramente suddivise e distinguibili all interno dello stesso plico. Possibilmente, il giustificativo di spesa ed eventuale altra documentazione prevista riferita ad ogni familiare deve essere spillato alla relativa Richiesta Trimestrale di rimborso oppure, laddove previsto, al Piano di Cure. Cure Ortodontiche (cicli di cure per correzione di malocclusioni) Questa tipologia di cure necessita sempre di un Piano di Cure preventivo. Poiché si tratta di cure che si estendono, di norma, su più anni con pagamenti periodici, a semplificazione della precedente modalità, tutti i documenti di spesa riferiti al medesimo trimestre devono essere trasmessi al Fondo entro il trimestre successivo a quello nel quale gli stessi documenti sono stati emessi. Al riguardo si precisa che il FASI prevede un rimborso annuo di 500,00, per ciascuna arcata dentaria sottoposta a cura ortodontica. Conseguentemente, i rimborsi avverranno trimestralmente fino a concorrenza di detto importo, come da esempio che segue: nel caso in cui il costo complessivo annuo (1 gennaio/31 dicembre) per arcata sia di 1.200,00, con pagamenti trimestrali pari ad 300,00 ciascuno, l iscritto dovrà trasmettere nel periodo 1 aprile/30 giugno la richiesta di rimborso riferita al 1 trimestre, relativa al 1 pagamento eseguito ( 300,00). In tal caso, il FASI provvederà al rimborso dell intera spesa sostenuta. Per il secondo pagamento, riferito al 2 trimestre dell anno, l interessato dovrà procedere all invio della documentazione di spesa dal 1 luglio al 30 settembre; il FASI, da parte sua, procederà a riconoscere l ulteriore importo di 200,00 ( 500,00 rimborso massimo previsto meno 300,00 già rimborsate nel 1 trimestre = 200,00) a saldo dell anno di cura.

10 9 Pertanto, poiché non saranno assoggettabili a rimborso le ulteriori spese sostenute nel medesimo anno, queste non dovranno essere inviate al FASI. Nel caso in cui, invece, venga emessa una unica fattura per l intero anno di trattamento, questa deve essere inviata entro il trimestre successivo a quello di competenza della data della fattura. Si ricorda, inoltre, che le cure ortodontiche sono rimborsabili fino all anno di compimento del 20esimo anno di età, per un massimo di tre anni, anche non consecutivi, indipendentemente dal numero delle arcate sottoposte a trattamento, secondo le modalità riportate nell ulteriore seguente esempio: arcata superiore e inferiore fatturate nel 2007 corrispondono ad un anno di rimborso; solo arcata superiore oppure solo inferiore fatturata nel 2008, corrisponde ad un secondo anno. In tale esempio resta quindi a disposizione un ultimo anno di rimborso per una oppure due arcate. Si precisa che per gli anni di cura successivi al primo, nel caso non siano previste variazioni al trattamento (arcate), non è necessario inviare un nuovo Piano di Cure. In tal caso, è infatti possibile trasmettere la documentazione di spesa unitamente ad una copia del Modulo Richiesta Trimestrale di Rimborso Odontoiatria inviato dal FASI a seguito del ricevimento del primo Piano di Cure. Cure Odontoiatriche Questa tipologia di cure necessita di un Piano di Cure preventivo solo per quanto riguarda le prestazioni di tipo protesiche ed implantologiche. Si ricorda che le fatture di acconto a se stanti non sono rimborsabili. Le fatture d acconto devono sempre essere accompagnate da quella di saldo la cui data di rilascio determina il trimestre di competenza successivamente al quale la richiesta di prestazione deve essere obbligatoriamente inviata al FASI per il previsto rimborso. Si precisa ulteriormente che una fattura d acconto è una fattura che non ha particolare correlazione tra pagamenti e cure già completate e deve essere inviata unitamente a quella di saldo. La fattura di saldo parziale, è una fattura che si riferisce specificatamente alla parte di cure già effettuata e terminata, ancorché altre siano in corso. La fattura di saldo parziale va inviata secondo il trimestre a cui si riferisce la sua data di rilascio. Si ricorda che le prestazioni vengono imputate sulla posizione di ciascun assistito in relazione al trimestre a cui si riferisce la data di rilascio della fattura (esempio: una prestazione fatturata nel mese di febbraio 2009, verrà imputata al 1 trimestre 2009). Pertanto, la cadenza delle rimborsabilità delle prestazioni soggette a limiti temporali (ad esclusione di: ortodonzia, radiografie e foto), verrà calcolata secondo il seguente esempio: una otturazione eseguita su un certo elemento dentario è rimborsabile al massimo una volta ogni 3 anni, indipendentemente dalla tipologia; in tal caso, se la prestazione è stata fatturata nel corso del 2 trimestre 2006 e successivamente rimborsata dal FASI, la medesima prestazione, se ripetuta, non potrà essere nuovamente rimborsata se fatturata prima del 2 trimestre Infine, si ricorda che al Modello Unificato utilizzato come Piano di Cure non deve essere allegata documentazione di spesa che, in tal caso, verrebbe restituita al mittente senza che il Fondo ne conservi copia.

11 10 ESAMI DIAGNOSTICI PRE E POST CURE Si pone in particolare evidenza che, nel caso in cui il Piano di Cure preveda prestazioni di implantologia, protesi fisse o terapia ortodontica (codici di tariffa: 2615, 2616, 2617, 2618, 2619, 2636) occorre allegare al predetto Piano di Cure gli accertamenti radiografici (o foto), a seguito di prescrizione del medico odontoiatra curante, che devono essere eseguiti prima dell inizio delle relative cure. Al riguardo, si precisa inoltre che sia la documentazione radiografica che fotografica deve essere completa di nome, cognome e data. Nel caso di ortopanoramiche anche dei riferimenti (destra e/o sinistra). Possono essere presentate anche eventuali indagini radiografiche eseguite precedentemente all inizio delle cure odontoiatriche riportate nel relativo Piano di Cure, comunque non antecedenti a 4 anni, a condizione che nei predetti 4 anni non siano state eseguite le stesse prestazioni richieste nel Piano di Cure. Al termine delle cure, sempre limitatamente a quelle previste dai suddetti codici, unitamente al Modulo Richiesta Trimestrale di Rimborso Odontoiatria dovranno essere inviati al Fondo gli accertamenti eseguiti alla fine delle cure, oltre alle eventuali certificazioni odontoiatriche, odontotecniche, radiografie o foto post cure, copie referti istologici, etc.. Fotografia intraorale Non essendo intendimento del FASI imporre linee di protocollo medico, nei casi in cui l odontoiatra dell assistito non ritenesse necessario prescrivere le indagini radiografiche previste, il FASI, in alternativa, accetterà la fotografia o immagine video intraorale pre e post cure. Relativamente al codice 2615 (impianti osteointegrati), si ricorda che tali foto devono essere eseguite, per il pre cure, prima del posizionamento dell impianto (pre estrattive o intraoperatorie), mentre per il post cure, l immagine deve mostrare la vite di guarigione. Sempre per tale codice, non saranno considerate valide le fotografie intraorali pre e post cure con protesi già posizionate. Si ricorda agli iscritti che la documentazione radiografica e/o fotografica può essere inviata anche su supporto magnetico quale CD o Floppy disk in formato file Jpeg. Non sono ammesse, come sostitutivo delle radiografie e/o fotografie, le diapositive e/o negativi di fotografie. Di norma, è possibile eseguire la fotografia intraorale presso il proprio odontoiatra curante. In caso ciò non fosse possibile, si suggerisce di contattare la Centrale Informativa Sanitaria FASI, che potrà fornire informazioni in merito. Cure ortodontiche Per le cure ortodontiche è accettabile, in alternativa al telecranio pre cure, la foto del morso/morso inverso, accompagnata da una relazione dell ortodontista che descriva la malocclusione rilevata ed il trattamento correttivo da eseguire, nonché la foto dei modelli in occlusione post cure.

12 CERTIFICAZIONE DEL LABORATORIO ODONTOTECNICO O DELL ODONTOIATRA DI FIDUCIA 11 Gli iscritti, per ottenere i rimborsi relativi ad alcune prestazioni (vedere gli obblighi riportati nel Nomenclatore-Tariffario in vigore) devono trasmettere al FASI, unitamente alla documentazione già più volte richiamata nei precedenti capitoli, copia, rilasciata dall Odontoiatra, della certificazione dei lavori eseguiti in favore dell assistito dal laboratorio odontotecnico di fiducia dell Odontoiatra stesso. Si precisa che non si tratta della copia della fattura del laboratorio odontotecnico all Odontoiatra, né della prescrizione medica redatta dall Odontoiatra, né della scheda di progettazione tecnica del laboratorio odontotecnico, bensì di una certificazione dei lavori eseguiti, come previsto dalle normative vigenti, ovvero la Dichiarazione di Conformità alla Direttiva 93/42/CEE. Inoltre, poiché alcuni tipi di lavoro possono essere eseguiti direttamente dall Odontoiatra (prestazioni eseguite con metodo diretto, esclusivamente nei casi chiaramente specificati nel Nomenclatore-Tariffario in vigore), in tal caso sarà sufficiente il rilascio di una certificazione da parte di quest ultimo redatta su carta intestata, dove viene indicato chiaramente il tipo di lavoro e il destinatario di questo.

13 12 CURE ODONTOIATRICHE ESEGUITE ALL ESTERO Rimane invariata la necessità di far compilare al medico odontoiatra il relativo Piano di Cure nel caso in cui si rendessero necessarie prestazioni di tipo protesico, ortodontiche o implantologico. Nel caso ciò non fosse possibile, in via del tutto eccezionale, fermo restando i limiti di rimborsabilità e gli obblighi previsti dal Nomenclatore Tariffario del Fondo, in alternativa potrà essere trasmessa una relazione redatta dal medico odontoiatra (accompagnata da una traduzione in italiano), nella quale siano specificate in modo dettagliato le prestazioni da eseguire, con l indicazione degli elementi dentari e/o arcate e/o emiarcate oggetto del trattamento. Nel caso non fosse possibile fornire una esatta traduzione in italiano, fornire almeno una traduzione in inglese associata sempre e comunque alla relazione originaria. Sarà il FASI, nel caso suindicato, a procedere alla predisposizione d ufficio del Piano di Cure e ad inviare all iscritto il risultato della Verifica (identificato da un numero di riconoscimento univoco) con il relativo Modulo Richiesta Prestazioni. Tale Modulo dovrà essere compilato ed associato ai giustificativi di spesa e agli obblighi previsti per i codici richiesti e spedito a: FASI Servizio Odontoiatria Via Vicenza Roma. Nel caso in cui non si trattasse di prestazioni di tipo protesico, implantologico e ortodontiche, l assistito deve comunque inviare la relazione sopra indicata con la relativa traduzione e specifica degli elementi soggetti a cure, allegando al contempo anche la fattura ed eventuali certificazioni. Sarà il FASI ad istruire direttamente la richiesta di rimborso.

14 SUGGERIMENTI - AVVERTENZE 13 Si consiglia: Effettuare sempre una fotocopia del Piano di Cure compilato, prima di inviarlo al FA- SI (tale copia potrà essere cestinata una volta ricevuto l esito dal FASI). Nel caso in cui si è inviato un Piano di Cure in sostituzione di uno precedentemente inviato, mantenere sempre una copia del precedente esito e del nuovo Piano di Cure fino all arrivo del nuovo esito; solo allora cestinare i precedenti e mantenere solo la copia più recente. Una volta ricevuto l esito del Piano di Cure, unitamente al modulo per la Richiesta Trimestrale di Rimborso, effettuare (come già indicato) una copia del modulo di richiesta ancora non compilata dal medico (può rivelarsi utile nel caso si rendesse necessario effettuare richieste parziali di rimborso). Nel caso di richieste parziali di rimborso, si consiglia (sempre dopo aver eseguito la copia), di cancellare tutte le prestazioni per la quale non si deve, ancora, chiedere il rimborso. Nel caso di richieste di rimborso di cui si è già chiesto parzialmente la liquidazione, ovvero dopo la prima richiesta parziale, per effettuare una nuova richiesta, cancellare tutte le prestazioni di cui si è già chiesto il rimborso ed eventualmente quelle di cui non se ne chiede ancora la liquidazione. Fare una copia delle richieste di rimborso (totali o parziali), delle fatture ad esse associate e della documentazione inviata. Non spedire, nella stessa busta, piani di cure e richieste di rimborso relative ad altre prestazioni (visite specialistiche, accertamenti diagnostici, ecc.). Ulteriori avvertenze Nei casi in cui, in via residuale, dovesse essere riscontrata la non idoneità dei mezzi di accertamento (foto intraorale, ortopanoramica, pre e post cure, foto del morso/morso inverso, etc.) atti a fornire gli elementi di valutazione strettamente indispensabili al FASI per accertare l effettiva esecuzione delle cure, il FASI medesimo si riserva la facoltà di chiamare l assistito ad una visita medica di controllo. Tale visita verrà effettuata da un medico incaricato dal FASI, presso una delle strutture di riferimento (indicate in guida), al fine di fugare eventuali dubbi rilevati durante l esame della richiesta di rimborso. Se del caso, il predetto medico potrà anche prescrivere l esecuzione dei necessari accertamenti diagnostici. Si fa presente che per ogni richiesta di rimborso si possono ricevere tante comunicazioni quante sono le fasi di esame della pratica ovvero: - una volta pervenuta la richiesta di rimborso, questa viene esaminata dal punto di

15 14 vista amministrativo, per quanto riguarda la completezza e la correttezza della compilazione; in caso di errore di compilazione e/o di mancanza o inadeguatezza della documentazione di spesa, viene generata una comunicazione; - successivamente, superata la prima fase, la richiesta viene visionata dai consulenti medici che, se del caso, fanno rilevare le eventuali problematiche medico amministrative (documentazione radiografica/certificazioni/chiarimenti vari) generando, così, una seconda comunicazione; - superate queste fasi, la pratica viene avviata alla fase istruttoria per un ulteriore controllo anagrafico/contributivo e successivamente alla liquidazione, secondo le medesime modalità seguite per le richieste di rimborso di prestazioni non odontoiatriche.

16 NORME OPERATIVE ASSISTENZA IN FORMA DIRETTA presso Strutture Sanitarie Odontoiatriche convenzionate con il FASI 15 Gli iscritti che usufruiscono delle prestazioni odontoiatriche in forma diretta non devono inviare al FASI alcuna documentazione poiché tale incombenza è totalmente a carico della Struttura Odontoiatrica convenzionata. Le Strutture Sanitarie odontoiatriche convenzionate in forma diretta sono collegate telematicamente con il Fondo, 24 ore al giorno per 365 giorni l anno. Il suddetto collegamento, che garantisce la massima sicurezza dei dati, con particolare riferimento al D.lgs. 196/03 sulla privacy, ha permesso al FASI di aumentare notevolmente il numero delle Strutture Odontoiatriche convenzionate in forma diretta, il cui elenco è riportato da pag. 23 a pag. 73. Si ricorda che gli accordi di convenzione in forma diretta prevedono che il Fondo riconosca alla Struttura Odontoiatrica scelta dall iscritto la quota a carico FASI, sulla base delle tariffe di rimborso previste dal Nomenclatore-Tariffario in vigore. Conseguentemente, l iscritto dovrà saldare alla Struttura Odontoiatrica le sole eccedenze, preventivamente concordate tra il Fondo e la Struttura stessa (differenza tra la tariffa applicata dalla Struttura Odontoiatrica convenzionata concordata con il FASI e la tariffa di rimborso prevista dal FASI). Si precisa, inoltre, che il FASI, per le problematiche squisitamente mediche, si avvale della Società Pro.ge.sa. (Progetti e Gestioni Sanitarie), che con i suoi medici-chirurghiodontoiatri presta la propria collaborazione al Fondo. La predetta Società è coadiuvata da Consulenti Odontoiatri con comprovata esperienza per tematiche puramente scientifiche. Premesso quanto sopra, di seguito si riportano le procedure da seguire per accedere alle prestazioni odontoiatriche fornite in forma diretta dalle Strutture convenzionate: gli iscritti che desiderino usufruire degli accordi diretti dovranno comunicare immediatamente e comprovare, all ufficio preposto dalle Strutture Sanitarie convenzionate, la loro appartenenza al Fondo, mediante esibizione del tesserino di iscrizione al FASI (intestato sempre al titolare della posizione) ed un documento di riconoscimento (per i minori, di chi ne fa le veci) ed assumere, o farsi confermare, presso gli uffici medesimi, tutte le informazioni necessarie per utilizzare correttamente la convenzione ad evitare eventuali malintesi; l odontoiatra prescelto, dopo aver stabilito le cure da eseguire, stilerà il Piano di Cure che trasmetterà al FASI, per via telematica; all atto dell invio del piano di cure telematico, la Struttura Sanitaria potrebbe ricevere una generica segnalazione sugli eventuali impedimenti al rimborso in forma diretta a seguito di anomalie rilevate sulla posizione anagrafico/contributiva. In questo caso la Struttura riceverà una immediata e sommaria segnalazione di pratica Trasmessa non Approvata senza che ne siano specificati i motivi mentre, il Fondo, comunicherà

17 16 per lettera, esclusivamente all iscritto l esito della verifica anagrafico/contributiva e la non autorizzazione ad eseguire le prestazioni secondo le procedure della forma diretta, trasmettendo contemporaneamente una Richiesta Trimestrale di Prestazioni Odontoiatria, da utilizzare per richiedere il rimborso in forma indiretta (vedi procedure previste a pag. 4). il Fondo, effettuerà per le prestazioni presenti nel piano di cure telematico, le previste verifiche di compatibilità con il Nomenclatore-Tariffario in vigore, fornendo alla Struttura Odontoiatrica, entro 12 giorni lavorativi dalla sua presentazione: - le motivazioni circa le eventuali prestazioni che potrebbero non essere ammesse al rimborso; - le indicazioni sul superamento di eventuali limiti temporali/amministrativi all erogazione di rimborsi per specifiche cure; la Struttura Sanitaria, ricevuto l esito favorevole ad eseguire le prestazioni con le modalità previste nella forma diretta, comunicherà all assistito quali prestazioni sono soggette ad obblighi pre e post cure, la cui documentazione sarà trasmessa direttamente al FASI da parte della Struttura Sanitaria, al termine delle cure stesse (di cui l assistito è a conoscenza e ne autorizza l esecuzione); al completamento delle prestazioni previste nel Piano di Cure, la Struttura Sanitaria provvederà ad emettere i relativi giustificativi di spesa (eventuali fatture di acconto e di saldo), inviandoli in originale al Fondo, unitamente alla documentazione radiografica (o fotografica) e/o di laboratorio odontotecnico, oltre alla documentazione amministrativa prevista, consegnando all assistito copia dei predetti giustificativi di spesa; il FASI, al ricevimento dei giustificativi di spesa e di tutta la documentazione sanitaria prevista, avvierà l esame, con l ausilio dei consulenti medici, della documentazione stessa, disponendo, in nome e per conto dei propri iscritti, il pagamento di quanto dovuto, nei limiti delle tariffe previste dal Nomenclatore-Tariffario in vigore. Da parte sua, l iscritto provvederà al pagamento degli importi eccedenti la tariffa di rimborso del FASI, di quelli relativi a qualsiasi prestazione non descritta nel sopra citato Nomenclatore-Tariffario nonché di qualsiasi prestazione nello stesso esposta che all atto dell esame della richiesta di rimborso risultasse come non rimborsabile; nel caso in cui le ulteriori verifiche anagrafico/contributive, eseguite dal Fondo su richiesta del medico Odontoiatra, durante l esecuzione delle cure, oppure immediatamente prima della messa in liquidazione della richiesta di rimborso, già trasmessa dalla struttura e pervenuta al Fondo, dovessero evidenziare delle irregolarità, l iscritto dovrà saldare direttamente alla Struttura stessa l intero ammontare delle prestazioni fruite. In quest ultimo caso, sarà indispensabile farsi rilasciare dal Centro odontoiatrico prescelto:

18 17 - la stampa del Piano di Cure a suo tempo inviato al FASI, per via telematica, dalla Struttura interessata; - gli eventuali esami radiografici pre e post già eseguiti; - le certificazioni previste, etc.; al fine di poter istruire la pratica di rimborso secondo l iter della forma indiretta con il Fondo, da inviare quindi con le modalità e i tempi previsti per la procedura indiretta (vedere capitolo assistenza in forma indiretta); il rimborso in forma diretta potrebbe non essere riconosciuto alla Struttura interessata nel caso non vengano soddisfatti gli obblighi previsti nel Nomenclatore-Tariffario in vigore, ovvero anche nel caso in cui l assistito non consegni le radiografie, le foto, ecc..necessarie per il completamento della pratica.

19 18 AVVERTENZE AMMINISTRATIVE/SANITARIE PER LA FORMA DIRETTA Si ricorda che: gli iscritti che fruiscono di prestazioni sanitarie odontoiatriche in forma diretta A non devono per nessun motivo inviare alcuna fattura/ricevuta sanitaria al FASI per richiedere rimborsi, in quanto il Fondo salda quanto di propria competenza, in nome e per conto dell iscritto od avente diritto, direttamente alle Strutture Sanitarie, sulla base della documentazione originale trasmessa al FASI dalle Strutture Sanitarie stesse; è proibito dalle leggi vigenti emettere due fatture/ricevute sanitarie originali per la stessa prestazione/servizio; per cui, se le Strutture Sanitarie conven- B zionate in forma diretta compissero tale errore, peraltro penalmente perseguibile, gli iscritti sono invitati a restituirle immediatamente alla Struttura Sanitaria, richiedendo le relative fotocopie; C il FASI non può svolgere un servizio di fotocopiatura delle fatture/ricevute sanitarie. Pertanto, gli iscritti devono sempre chiedere, al momento del pagamento, le fotocopie della predetta documentazione, utilizzabili anche a fini fiscali, direttamente alle Strutture Sanitarie. Questa procedura deve essere attuata anche nel caso di spese interamente poste a carico del Fondo senza il pagamento di alcuna quota da parte degli assistiti; le Strutture Sanitarie convenzionate, per tutte le prestazioni non riconosciute come rimborsabili o non descritte, ove possibile si sono impegnate a praticare ta- D riffe inferiori al loro tariffario privato; E alcune prestazioni non sono rimborsabili dal Fondo. Al fine di evitare equivoci, nei casi dubbi, gli iscritti possono chiamare la Centrale Informativa Sanitaria del FASI al numero per ottenere i necessari chiarimenti; F gli iscritti dovranno sottoscrivere, al termine delle prestazioni fruite, l apposito modulo predisposto dal FASI, in possesso delle Strutture Sanitarie convenzionate, attraverso il quale l iscritto/assistito, che ha richiesto ed usufruito delle prestazioni: - autorizza le Strutture Sanitarie Odontoiatriche a recuperare le somme dalle stesse anticipate in suo favore; - scioglie dal segreto professionale i medici-chirurghi-odontoiatri che lo hanno tenuto in cura; - dichiara di aver saldato qualsiasi eccedenza a suo carico, di cui non ha diritto al rim-

20 borso da parte del FASI; - si impegna, a norma di quanto previsto dall articolo M del Regolamento, a rimborsare al FASI, fino alla concorrenza di quanto pagato dal Fondo in suo nome, eventuali somme ricevute da terzi a titolo di risarcimento, qualora la spesa si riferisca ad eventi dipendenti da responsabilità di terzi, nei limiti di quanto il FASI ha pagato in nome e per conto dell iscritto/assistito; - concede il consenso al trattamento dei dati personali, comuni e sensibili, così come previsto dal D.lgs. 196/2003 sulla privacy. 19

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/60 del 12 novembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Servizio Idrico Integrato - Approvazione della revisione tariffaria

Dettagli

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica Altri Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico IRCCS (area di ricerca oncologica) presenti sul territorio nazionale, suddivisi per area geografica Gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria. Salute Più. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria. Salute Più. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO servizi d integrazione sanitaria Salute Più Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto Edizione 2013 1 Salute Più Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto Edizione

Dettagli

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA Graduatoria Docenti aspiranti all UTILIZZAZIONE nei LICEI MUSICALI Anno Scolastico 0/ Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA sul posto o sulla quota orario assegnata nell anno scolastico 0/ (docenti titolari

Dettagli

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 Sortino Consuelo Pisano Antonino Impellizzeri Giulia Petriglieri Emilio Silvestro Federica Ciadamidaro Rocco graphic design 3 / triennio lunedì

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1 Posti disponibili A 245 CIACCI Angela pos.214 punt.70,20 CHEILAN Claria Marie pos.221 punt.70,00 MELLI CREMONINI Elisabetta pos.210 punt.70,50 MUCCHINO Valentina pos.212 punt.70,30 APPIGNANESI SIMONA pos.224

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI Giovedì 28 agosto 2014: inizio operazioni ore 10,00 PROV. 1 CISCO EMANUELA 02/02/1982 VI 2 RONCAGLIA FRANCESCA 06/03/1983 VI 3 PAGLIAMINUTA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale CDS Master Organizzazione: Trionfo Ligure - Genova RISULTATI 100 METRI MASTER F Serie Unica VILLA GENTILE - 18 Maggio 2013 Ora Inizio: 16:26 - Vento: +0.4 1 4

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 SOGGETTO PROMOTORE: F.C. Internazionale Milano Spa, Corso Vittorio Emanuele II 9, 20122 Milano P.IVA 04231750151 (di seguito Promotore ). SOGGETTO

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA

RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA Si rende noto che è indetta una procedura selettiva per individuare un soggetto idoneo a ricoprire la posizione di Informatore/trice

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2

Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2 Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2 Esordienti 2004-05 Femmine (50 mt) anno Società TEMPO 1

Dettagli

DETERMINAZIONE N 1 DEL 2009

DETERMINAZIONE N 1 DEL 2009 Oggetto: approvazione graduatoria finale della selezione pubblica per titoli per il reperimento di figure professionali necessarie al funzionamento dell ufficio di Piano e per attività e servizi previsti

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

D E C R E T A 3 D ADDARIO TEODOLINDA AD01 ITC CASALBORDINO 5 DI BIASE LUCIA AD01 IM LANCIANO 6 DI BLASIO TERESA AD01 ITIS VASTO

D E C R E T A 3 D ADDARIO TEODOLINDA AD01 ITC CASALBORDINO 5 DI BIASE LUCIA AD01 IM LANCIANO 6 DI BLASIO TERESA AD01 ITIS VASTO Prot. n. AOOUSPCH2813 IL RESPONSABILE DELL UFFICIO VI VISTO il proprio atto n. 2462 del 22 luglio 2013, con il quale sono stati individuati i posti di sostegno agli alunni in situazione di handicap negli

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Area Affari Generali Servizio Società Partecipate INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Di seguito si riportano i dati relativi alle partecipazioni in società

Dettagli

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari.

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari. Avviso agli enti. Presentazione di progetti di servizio civile nazionale per complessivi 6.426 volontari (parag. 3.3 del Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

+ + + Servizi e Risorse Umane. per Aziende Private e Pubbliche

+ + + Servizi e Risorse Umane. per Aziende Private e Pubbliche c o r d u s i o + + + Servizi e Risorse Umane per Aziende Private e Pubbliche La Nostra Storia e i nostri Servizi Con oltre 250 professionisti la Cordusio Servizi S.C.P.A. opera su tutto il territorio

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Nominativo / SCS AZIONINNOVA SPA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BOLOGNA UNIVERSITA' LA

Dettagli

GRADUATORIA DOCENTI DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE (GIA' D.O.P.) - SCUOLA SECONDARIA II GRADO NOTA ESPLICATIVA

GRADUATORIA DOCENTI DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE (GIA' D.O.P.) - SCUOLA SECONDARIA II GRADO NOTA ESPLICATIVA INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 NOTA ESPLICATIVA I PUNTEGGI PER I DOCENTI INCLUSI NELLA PRESENTE GRADUATORIA SONO DETERMINATI NEL SEGUENTE MODO: 1) PER I DOCENTI GIA' TITOLARI SULLA

Dettagli

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015 ORDINE DEI SANTI MAURIZIO E LAZZARO Delegazione Gran Magistrale della Sardegna SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

TOT SEDE ASSEGNATA PUNTI 1 DSGA QUATTRINI ROBERTA 581 I.I.S. CAVAZZI PAVULLO N/F FIGLI INF ANNI 6

TOT SEDE ASSEGNATA PUNTI 1 DSGA QUATTRINI ROBERTA 581 I.I.S. CAVAZZI PAVULLO N/F FIGLI INF ANNI 6 1 DSGA QUATTRINI ROBERTA 581 I.I.S. CAVAZZI PAVULLO N/F 1 DSGA CARIDI MASSIMO 24 16 40 DD 1 CIRCOLO MODENA 2 DSGA LERA GIORGIO FRANCESCO 24 24 IC SAN CESARIO S/P 3 DSGA PETRUZZO ANTONIETTA 24 24 IC FERRARI

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE MODULO DOMANDA / NUOVO CAS-SISMA MAGGIO 2012 DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE (Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà resa ai sensi degli artt. 46 e 47

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Corte dei conti. Sezione Centrale del controllo di legittimità sugli atti del Governo. formata dai magistrati Giovanni DATTOLA, Carlo CHIAPPINELLI,

Corte dei conti. Sezione Centrale del controllo di legittimità sugli atti del Governo. formata dai magistrati Giovanni DATTOLA, Carlo CHIAPPINELLI, Delibera n. SCCLEG/16/2012/PREV REPUBBLICA ITALIANA la Corte dei conti Sezione Centrale del controllo di legittimità sugli atti del Governo e delle Amministrazioni dello Stato presieduta dal Presidente

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

GARLASCO 5 Maggio 2013 C0* Ordine di Partenza. Premio n. 1 - CAT. LP60 SOLO PONY - 05/05/2013 LP60 - n. 1 di Precisione - Tab.

GARLASCO 5 Maggio 2013 C0* Ordine di Partenza. Premio n. 1 - CAT. LP60 SOLO PONY - 05/05/2013 LP60 - n. 1 di Precisione - Tab. Premio n. 1 - CAT. LP60 SOLO PONY - 05/05/2013 LP60 - n. 1 di Precisione - Tab. A 03/05/2013 14.12 Pagina 1 di 1 1 2 GONZALES ITA 2008 GAVIRATI ANGELA J ITA Brev.J [Propr. FRASSONE LUCA] 2 3 GORAN ITA

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

TITOLOPROGETTO SEDE DI ATTUAZIONE N. VOL... ED IO AVRÒ CURA DI TE A CASTELLAMMARE - Viale Europa -

TITOLOPROGETTO SEDE DI ATTUAZIONE N. VOL... ED IO AVRÒ CURA DI TE A CASTELLAMMARE - Viale Europa - BANDO PER LA SELEZIONE DI 2.005 VOLONTARI DA IMPIEGARE IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA EUROPEO GARANZIA GIOVANI NELLA REGIONE CAMPANIA Art. 1 Progetti e sedi di

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 AREA:

Dettagli

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI LISTE REGIONALI SEZ. 1 SEZ. 2 SEZ.3 SEZ.4 SEZ. 5 SEZ. 6 SEZ. 7 SEZ. 8 SEZ. 9 SEZ. 10 SEZ. 11 SEZ. 12 SEZ. 13 TOTALE LISTA N. 1 CANCELLERI Giovanni Carlo 72 103 104 106 70 53 90 91 59 86 77 89 96 1096 LISTA

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

Elenco enti, istituti e aziende per il diritto allo studio universitario

Elenco enti, istituti e aziende per il diritto allo studio universitario Elenco enti, istituti e aziende per il diritto allo studio universitario Ancona Ente regionale per il diritto allo studio universitario (Ersu), Vicolo della Serpe 1, 60121 Ancona, tel. 071-227411 (centr.),

Dettagli

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc.

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc. Classe: 3A TERZE E QUARTE NUOVO ORDINAMENTO LICEO SCIENTIFICO STATALE "P. RUGGIERI" MARSALA 1 ANGILERI VITO 11/02/1999 2 ARISTODEMO MARCO 17/03/1999 3 BONFRATELLO SAMUELE 26/06/1999 4 CAMAGNA MICHELE 12/05/1999

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. CLASSE - 4^A MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (elettr./elettronico) MATERIA D INSEGNAMENTO

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. CLASSE - 4^A MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (elettr./elettronico) MATERIA D INSEGNAMENTO CLASSE - 4^A MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (elettr./elettronico) BATTAGLIA FRANCESCO MATEMATICA Giovedì / 08.58 09.56 CECCHINI ANTONELLA INGLESE Riceve su appuntamento CEOTTO PIETRO TECN MECC ed APPLIC

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI Soggetto delegato #WHYILOVEVENICE PROMOSSO DALLA SOCIETA BAGLIONI HOTELS SPA BAGLIONI HOTELS S.P.A. CON

Dettagli

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Credito annuale IVA 2014 al via la compensazione fino ad 5.000,00 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che dal 1 gennaio 2015, è possibile procedere

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

STUDIO E REALIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI GESTIONE INTEGRATO DEI COLOMBI DI CITTÀ

STUDIO E REALIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI GESTIONE INTEGRATO DEI COLOMBI DI CITTÀ Il 6 e 7 novembre 2014 INFFU organizza a Roma il I corso nazionale di Igiene Urbana: STUDIO E REALIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI GESTIONE INTEGRATO DEI COLOMBI DI CITTÀ Accreditato ECM dall Istituto Zooprofilattico

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

STANDARD DI COMPOSIZIONE INDIRIZZI

STANDARD DI COMPOSIZIONE INDIRIZZI STANDARD DI COMPOZIONE INDIRIZZI EDIZIONE APRILE 2009 La corretta scrittura dell indirizzo da apporre sugli oggetti postali contribuisce a garantire un recapito rapido e sicuro. Per le aziende l indirizzo

Dettagli

Foglio Informativo n AF01 aggiornamento n 023 data ultimo aggiornamento 12.03.2015

Foglio Informativo n AF01 aggiornamento n 023 data ultimo aggiornamento 12.03.2015 Foglio Informativo n AF01 aggiornamento n 023 data ultimo aggiornamento 12.03.2015 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli artt. 115 e segg. T.U.B. FOGLIO

Dettagli

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE)

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE) Brochure Montesilvano 2015 30/07/15 12: Pagina 1 Associazione Italiana Operatori Sanitari di Stomaterapia INCONTR- 2015 Certificazione EN ISO 9001:2008 IQ-0905-12 per formazione ed aggiornamento COMPETENZE

Dettagli

Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale

Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale COMUNE DI CESENA Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale Seduta del 31/07/2014 - delibera n. 57 OGGETTO: TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (IUC-TASI) - ALIQUOTE E ALTRE MISURE APPLICATIVE

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante REGOLAMENTO FUI anni termici 2014-2016 Regolamento disciplinante le procedur re concorsuali per l individuazione dei fornitori i di ultima istanza di gass naturale per il periodo 1 ottobre 2014-30 settembre

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli