GUIDA ODONTOIATRICA. FONDO ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA per i dirigenti di aziende produttrici di beni e servizi

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GUIDA ODONTOIATRICA. www.fasi.it. FONDO ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA per i dirigenti di aziende produttrici di beni e servizi"

Transcript

1 GUIDA ODONTOIATRICA NOMENCLATORE TARIFFARIO IN VIGORE DALL STRUTTURE SANITARIE ODONTOIATRICHE CONVENZIONATE FONDO ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA per i dirigenti di aziende produttrici di beni e servizi 2009 INFORMATIVA AD ESCLUSIVO UTILIZZO DEGLI ISCRITTI AL FONDO - E VIETATA LA DIVULGAZIONE E LA RIPRODUZIONE

2 INDICE 1 PREMESSA pag. 3 NORME OPERATIVE 4 Assistenza in Forma Indiretta MODALITA DI FATTURAZIONE DELLE PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE 8 Assistenza in Forma Indiretta ESAMI DIAGNOSTICI PRE E POST CURE 10 CERTIFICAZIONE DEL LABORATORIO ODONTOTECNICO 11 O DELL ODONTOIATRA DI FIDUCIA CURE ODONTOIATRICHE ESEGUITE ALL ESTERO 12 SUGGERIMENTI AVVERTENZE 13 NORME OPERATIVE 15 Assistenza in Forma Diretta AVVERTENZE AMMINISTRATIVE/SANITARIE 18 PER LA FORMA DIRETTA CENTRALE INFORMATIVA SANITARIA ODONTOIATRICA 20 IMPOSTA DI BOLLO SU RICEVUTE MEDICHE A RIMBORSO 21 STRUTTURE SANITARIE ODONTOIATRICHE 22 Convenzionate in Forma Diretta ELENCO STRUTTURE SANITARIE ODONTOIATRICHE 23 Convenzionate in Forma Diretta NOMENCLATORE TARIFFARIO ODONTOIATRIA FASI (in vigore anche per l anno 2009)

3

4 PREMESSA LA COLLABORAZIONE DEGLI ISCRITTI PER UN SERVIZIO PUNTUALE ED EFFICIENTE 3 La presente Guida Odontoiatria 2009, riporta l elenco aggiornato di tutte le Strutture Sanitarie odontoiatriche convenzionate in forma diretta per l anno Con l occasione, ancorché non siano state apportate modifiche, abbiamo ritenuto utile, in quanto di più agevole lettura, riepilogare tutti gli adempimenti stabiliti per accedere ai rimborsi previsti per le prestazioni odontoiatriche nonché il Tariffario Odontoiatria edizione , che rimane in vigore anche per l anno Si invitano gli iscritti, pertanto, a prendere visione della nuova Guida Odontoiatria 2009, nonché a leggere con attenzione le diverse sezioni in essa contenute, rinnovando l avvertenza che seguire le previste modalità permetterà di ottenere un servizio puntuale ed efficiente. Operando diversamente, si potranno determinare disguidi e/o disservizi, con il conseguente ritardo nelle liquidazioni, nonché la possibile perdita del diritto al rimborso delle spese sostenute.

5 4 NORME OPERATIVE ASSISTENZA IN FORMA INDIRETTA presso Strutture Sanitarie Odontoiatriche NON convenzionate con il FASI MODELLO UNIFICATO PIANO DI CURE/RICHIESTA DI RIMBORSO Il modello è utilizzabile per trasmettere al FASI il Piano di Cure, ove previsto, oppure, in alternativa, la Richiesta di Rimborso, limitatamente alle prestazioni odontoiatriche per le quali non è espressamente necessaria la presentazione preventiva al Fondo del suddetto Piano di Cure (vedere Nomenclatore-Tariffario riportato a pag. 77 della presente Guida). UTILIZZO DEL MODULO UNIFICATO COME PIANO DI CURE Il Piano di Cure è finalizzato a consentire all iscritto la preventiva conoscenza di quali tra le prestazioni ivi previste saranno ammesse al rimborso, secondo quanto stabilito dal Nomenclatore-Tariffario FASI in vigore, in termini di tipologia di prestazioni e di relative limitazioni temporali. Nel caso fosse necessario sottoporsi a cure odontoiatriche che prevedano anche prestazioni di tipo protesiche o implantologiche e/o ortodontiche, è indispensabile inviare preventivamente il Piano di Cure utilizzando il modulo (si consiglia di fare delle copie dei modelli ancora non compilati, oppure di scaricarlo dal sito sezione modulistica ) allegato alla presente GUIDA edizione 2009 e quindi: presentare al proprio odontoiatra di fiducia il modello (utilizzare una copia per ciascun componente il nucleo familiare assistito, avendo cura di conservarne sempre una ulteriore copia non compilata), unitamente al Tariffario Odontoiatria, invitando l odontoiatra medesimo alla sua compilazione. Per la compilazione, è necessario che il medico odontoiatra curante trascriva il codice (individuato tra i codici indicati nel Nomenclatore Tariffario in vigore) corrispondente alla prestazione da eseguire, sotto il numero della sede dentaria (elemento dentario/arcata/emiarcata) soggetta a cure; accertare se tra le prestazioni odontoiatriche da eseguire sono previsti limiti od obblighi da rispettare, rilevabili dal Nomenclatore Tariffario Odontoiatria in vigore. In particolare, i limiti indicano se una certa prestazione, ai fini dell ottenimento del rimborso da parte del FASI, può essere ripetuta nel tempo da ciascun assistito. Gli obblighi, invece, indicano quali esami diagnostici e/o certificazioni devono essere obbligatoriamente prodotti al FASI (esempio: radiografie pre/post cure, copie referti esami istologici, copie certificazioni laboratorio odontotecnico, foto intraorale, ecc.); ottenuto il Piano di Cure dall odontoiatra, l iscritto dovrà trasmetterlo a: FASI SERVI- ZIO ODONTOIATRIA Via Vicenza, Roma, per posta prioritaria, unitamente alla documentazione radiografica o fotografica pre cure prevista dagli obblighi, che verrà restituita all iscritto unitamente all Esito della Verifica del Piano di Cure. La mancata indicazione FASI SERVIZIO ODONTOIATRIA ne impedirebbe l immediata individuazione, causando inevitabili ritardi di lavorazione. Non è necessario attendere l esito della verifica del Piano di Cure per iniziare i trattamenti di cui si necessita.

6 5 Esito della Verifica del Piano di Cure Al ricevimento del Piano di Cure, il FASI effettuerà le opportune verifiche di compatibilità tra i codici inseriti nel Piano di Cure, anche mediante consulenti medici odontoiatri, ed invierà, entro 12 giorni lavorativi dall arrivo al Fondo del suddetto Piano, ad ogni assistito e per ogni Piano di Cure trasmesso, l esito della verifica amministrativa identificato da un numero di riconoscimento univoco. Nel caso in cui fossero rilevate delle incompatibilità tra i codici, come sopra riferito, con particolare riguardo alle specifiche di branca e sottobranca, ai limiti temporali di rimborsabilità ed agli obblighi, riportati nel Tariffario Odontoiatria, il FASI ne evidenzierà i motivi. La valutazione dei limiti temporali avviene in funzione delle prestazioni già liquidate al momento dell esame del Piano di Cure inviato e non può tener conto di quelle in via di liquidazione. Pertanto potrebbe accadere che, benché una prestazione sia validata in sede di Piano di Cure, in sede di Richiesta Trimestrale di Rimborso venga negata con la motivazione di Prestazione Eccedente i Limiti. A tal proposito si ricorda, come indicato anche nelle precedenti pubblicazioni, che l esito della Verifica del Piano di Cure non deve essere considerato quale impegno al pagamento da parte del FASI. Esito verifica anagrafico/contributiva L esito della Verifica del Piano di Cure comprende anche eventuali segnalazioni (riportate nell ultima pagina) su problemi di natura anagrafica e/o contributiva (proroghe familiari non pervenute, irregolarità contributiva, etc.), in modo tale che l iscritto possa provvedere tempestivamente alla risoluzione di tali problemi, evitando in tal modo ritardi nella liquidazione delle richieste di prestazioni (attualmente i ritardi per irregolarità anagrafiche e/o contributive continuano a riguardare oltre il 10% delle richieste di rimborso che pervengono al Fondo). Invio all iscritto del Modulo Richiesta Trimestrale di Rimborso Odontoiatria unicamente nei casi di presentazione del Modello Unificato: PIANO DI CURE Contestualmente all esito della verifica del Piano di Cure il FASI provvederà a trasmettere all iscritto il Modulo Richiesta di Rimborso Odontoiatria (graficamente diverso dal Modello Unificato), pre compilato dal FASI medesimo e riportante, oltre agli estremi anagrafici dell iscritto e/o dei familiari, anche le istruzioni per la compilazione. Il suddetto modulo riporterà anche l indicazione di tutte le prestazioni indicate nel Piano di Cure, e ad esso saranno anche allegati, in restituzione, gli eventuali accertamenti radiografici o foto trasmessi dall iscritto unitamente al Piano di Cure. Modifica del Piano di Cure Ove il medico odontoiatra curante disponesse eventuali modifiche di un Piano di Cure già trasmesso dall iscritto al FASI, tali modifiche potranno essere comunicate: inviando

7 6 un nuovo Piano di Cure, ad annullamento del precedente (scrivere chiaramente questo piano di cure annulla e sostituisce il Piano di Cure n. xxxxx), completo di tutte le prestazioni del precedente Piano di Cure che si intendono mantenere (e quindi ad eccezione delle prestazioni che si intendono sostituire) ed aggiungendo i codici delle nuove prestazioni (questa procedura è valida sia in caso di sostituzione di prestazioni sia in caso di aggiunta di prestazioni). Il FASI, effettuate le relative verifiche amministrative e di compatibilità rispetto al Nomenclatore-Tariffario, trasmetterà all iscritto il nuovo esito della verifica amministrativa del nuovo Piano di Cure nonché il Nuovo Modello di Richiesta di Rimborso Odontoiatria, ai quali sarà attribuito un diverso numero di riconoscimento. Questi sostituiranno integralmente quelli trasmessi in precedenza (che si consiglia di cestinare). Nel caso della sola integrazione di prestazioni (non vincolate ad obblighi o comunque con obblighi già presentati), l iscritto ha la facoltà di aggiungerle come prestazioni Fuori Piano nella Richiesta Trimestrale di Rimborso. In tal caso, la verifica di compatibilità delle prestazioni inserite Fuori Piano di Cure sarà effettuata solo all atto della liquidazione della pratica in essere. Monitoraggio on line dello stato di lavorazione del Piano di Cure Si segnala che tramite il sito del FASI (www.fasi.it), sulla pagina personale dell iscritto, a cui si accede mediante password personale, sarà possibile seguire lo stato di lavorazione del Piano di Cure. Si potrà prelevare e stampare on line l esito della verifica amministrativa del Piano di Cure ed anche il Modulo Richiesta di Rimborso Odontoiatria, senza dover attendere necessariamente la risposta trasmessa dal Fondo per posta. Invio trimestrale delle richieste di rimborso spese odontoiatriche usufruite in forma indiretta Il Modulo di Richiesta Trimestrale di Rimborso Odontoiatria, al quale l iscritto dovrà allegare la documentazione di spesa nonché i riscontri delle cure effettuate (eventuali radiografie o foto post cure), oltre, ove previsto, alle certificazioni del laboratorio odontotecnico o dell odontoiatra di fiducia, dovrà essere trasmesso trimestralmente al FA- SI SERVIZIO ODONTOIATRIA Via Vicenza, Roma, mediante assicurata o raccomandata semplice senza ricevuta di ritorno. La richiesta di rimborso delle prestazioni odontoiatriche dovrà essere inoltrata al FASI, nei termini trimestrali previsti e richiamati all articolo M del Regolamento vigente, separatamente dalla richiesta di rimborso riferita ad altre tipologie di prestazioni (visite specialistiche, interventi chirurgici, analisi di laboratorio, ecc.), per le quali deve essere utilizzato un diverso modello che prevede anche l applicazione della etichetta autoadesiva trimestrale.

8 7 UTILIZZO DEL MODULO UNIFICATO COME RICHIESTA TRIMESTRALE DI RIMBORSO Nel caso in cui non fosse necessaria la presentazione preventiva del Piano di Cure, in quanto le prestazioni da eseguire non prevedono tale necessità (vedere in proposito il Nomenclatore-Tariffario Odontoiatria riportato in questa Guida da pag. 77 a pag. 88), sarà sufficiente far compilare dal proprio odontoiatra la Richiesta Trimestrale di Rimborso. Per utilizzare il Modello Unificato come Richiesta Trimestrale di Rimborso, è sufficiente far indicare, oltre al codice relativo alla prestazione eseguita, anche l importo pagato relativamente alla prestazione stessa. Tale Richiesta Trimestrale di Rimborso, come già riferito, accompagnata dalla documentazione di spesa, nonché dalla ulteriore documentazione eventualmente prevista ed esposta nel Tariffario, dovrà essere inviata a: FASI SERVIZIO ODONTOIATRIA Via Vicenza Roma, con le consuete modalità e nei termini trimestrali previsti, per il relativo rimborso. NOTA IMPORTANTE Si precisa che l emissione di un unico giustificativo di spesa per più assistiti, da parte del medico odontoiatra, può dar luogo a tempi di verifica e liquidazione non conformi alle attese. Si richiede, quindi, di trasmettere una fattura/ricevuta per ogni assistito che abbia usufruito di cure odontoiatriche, da allegare alla rispettiva richiesta di rimborso.

9 8 MODALITA DI FATTURAZIONE DELLE PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE ASSISTENZA IN FORMA INDIRETTA Non sono rimborsabili: la visita odontoiatrica, l ablazione tartaro, la mesostruttura di ricostruzione su impianti, la riparazione/aggiunta/sostituzione di elementi dentari e/o ganci di protesi preesistenti, i trattamenti su elementi soprannumerari ed i trattamenti ortodontici oltre l anno di compimento del 20esimo anno di età. Non sono altresì rimborsabili: la sostituzione di parte di componenti protesiche soggette ad usura (sarà rimborsabile solo l intero componente, sempre nel rispetto dei limiti temporali), i trattamenti di natura estetica (es.: intarsi sul gruppo anteriore). Inoltre, le prestazioni eseguite con metodica diretta e indiretta non sono rimborsabili contestualmente e sono, comunque, soggette a limiti temporali. Le fatture devono sempre essere intestate alla persona che ha eseguito le cure. Nel caso di assistiti minorenni, anche se la fattura viene intestata al Titolare dell iscrizione al FASI, il nome del minore soggetto a cure deve comunque comparire in fattura, ovvero, deve sempre essere identificabile il soggetto per cui è stato emesso il giustificativo di spesa. Si ricorda che i giustificativi di spesa devono essere inviati in originale al FASI Servizio Odontoiatria Via Vicenza 23, Roma, entro il trimestre successivo a quello di emissione della fattura di saldo (art. M del Regolamento), utilizzando il Modulo Richiesta di Prestazioni Odontoiatria, trasmesso dal FASI di volta in volta in riscontro alla presentazione del Piano di Cure, oppure utilizzando, laddove è espressamente previsto, il Modello Unificato Odontoiatria. Si rammenta inoltre che, nel caso di invio in un unico plico di più richieste di rimborso afferenti a più componenti del nucleo familiare, queste devono essere chiaramente suddivise e distinguibili all interno dello stesso plico. Possibilmente, il giustificativo di spesa ed eventuale altra documentazione prevista riferita ad ogni familiare deve essere spillato alla relativa Richiesta Trimestrale di rimborso oppure, laddove previsto, al Piano di Cure. Cure Ortodontiche (cicli di cure per correzione di malocclusioni) Questa tipologia di cure necessita sempre di un Piano di Cure preventivo. Poiché si tratta di cure che si estendono, di norma, su più anni con pagamenti periodici, a semplificazione della precedente modalità, tutti i documenti di spesa riferiti al medesimo trimestre devono essere trasmessi al Fondo entro il trimestre successivo a quello nel quale gli stessi documenti sono stati emessi. Al riguardo si precisa che il FASI prevede un rimborso annuo di 500,00, per ciascuna arcata dentaria sottoposta a cura ortodontica. Conseguentemente, i rimborsi avverranno trimestralmente fino a concorrenza di detto importo, come da esempio che segue: nel caso in cui il costo complessivo annuo (1 gennaio/31 dicembre) per arcata sia di 1.200,00, con pagamenti trimestrali pari ad 300,00 ciascuno, l iscritto dovrà trasmettere nel periodo 1 aprile/30 giugno la richiesta di rimborso riferita al 1 trimestre, relativa al 1 pagamento eseguito ( 300,00). In tal caso, il FASI provvederà al rimborso dell intera spesa sostenuta. Per il secondo pagamento, riferito al 2 trimestre dell anno, l interessato dovrà procedere all invio della documentazione di spesa dal 1 luglio al 30 settembre; il FASI, da parte sua, procederà a riconoscere l ulteriore importo di 200,00 ( 500,00 rimborso massimo previsto meno 300,00 già rimborsate nel 1 trimestre = 200,00) a saldo dell anno di cura.

10 9 Pertanto, poiché non saranno assoggettabili a rimborso le ulteriori spese sostenute nel medesimo anno, queste non dovranno essere inviate al FASI. Nel caso in cui, invece, venga emessa una unica fattura per l intero anno di trattamento, questa deve essere inviata entro il trimestre successivo a quello di competenza della data della fattura. Si ricorda, inoltre, che le cure ortodontiche sono rimborsabili fino all anno di compimento del 20esimo anno di età, per un massimo di tre anni, anche non consecutivi, indipendentemente dal numero delle arcate sottoposte a trattamento, secondo le modalità riportate nell ulteriore seguente esempio: arcata superiore e inferiore fatturate nel 2007 corrispondono ad un anno di rimborso; solo arcata superiore oppure solo inferiore fatturata nel 2008, corrisponde ad un secondo anno. In tale esempio resta quindi a disposizione un ultimo anno di rimborso per una oppure due arcate. Si precisa che per gli anni di cura successivi al primo, nel caso non siano previste variazioni al trattamento (arcate), non è necessario inviare un nuovo Piano di Cure. In tal caso, è infatti possibile trasmettere la documentazione di spesa unitamente ad una copia del Modulo Richiesta Trimestrale di Rimborso Odontoiatria inviato dal FASI a seguito del ricevimento del primo Piano di Cure. Cure Odontoiatriche Questa tipologia di cure necessita di un Piano di Cure preventivo solo per quanto riguarda le prestazioni di tipo protesiche ed implantologiche. Si ricorda che le fatture di acconto a se stanti non sono rimborsabili. Le fatture d acconto devono sempre essere accompagnate da quella di saldo la cui data di rilascio determina il trimestre di competenza successivamente al quale la richiesta di prestazione deve essere obbligatoriamente inviata al FASI per il previsto rimborso. Si precisa ulteriormente che una fattura d acconto è una fattura che non ha particolare correlazione tra pagamenti e cure già completate e deve essere inviata unitamente a quella di saldo. La fattura di saldo parziale, è una fattura che si riferisce specificatamente alla parte di cure già effettuata e terminata, ancorché altre siano in corso. La fattura di saldo parziale va inviata secondo il trimestre a cui si riferisce la sua data di rilascio. Si ricorda che le prestazioni vengono imputate sulla posizione di ciascun assistito in relazione al trimestre a cui si riferisce la data di rilascio della fattura (esempio: una prestazione fatturata nel mese di febbraio 2009, verrà imputata al 1 trimestre 2009). Pertanto, la cadenza delle rimborsabilità delle prestazioni soggette a limiti temporali (ad esclusione di: ortodonzia, radiografie e foto), verrà calcolata secondo il seguente esempio: una otturazione eseguita su un certo elemento dentario è rimborsabile al massimo una volta ogni 3 anni, indipendentemente dalla tipologia; in tal caso, se la prestazione è stata fatturata nel corso del 2 trimestre 2006 e successivamente rimborsata dal FASI, la medesima prestazione, se ripetuta, non potrà essere nuovamente rimborsata se fatturata prima del 2 trimestre Infine, si ricorda che al Modello Unificato utilizzato come Piano di Cure non deve essere allegata documentazione di spesa che, in tal caso, verrebbe restituita al mittente senza che il Fondo ne conservi copia.

11 10 ESAMI DIAGNOSTICI PRE E POST CURE Si pone in particolare evidenza che, nel caso in cui il Piano di Cure preveda prestazioni di implantologia, protesi fisse o terapia ortodontica (codici di tariffa: 2615, 2616, 2617, 2618, 2619, 2636) occorre allegare al predetto Piano di Cure gli accertamenti radiografici (o foto), a seguito di prescrizione del medico odontoiatra curante, che devono essere eseguiti prima dell inizio delle relative cure. Al riguardo, si precisa inoltre che sia la documentazione radiografica che fotografica deve essere completa di nome, cognome e data. Nel caso di ortopanoramiche anche dei riferimenti (destra e/o sinistra). Possono essere presentate anche eventuali indagini radiografiche eseguite precedentemente all inizio delle cure odontoiatriche riportate nel relativo Piano di Cure, comunque non antecedenti a 4 anni, a condizione che nei predetti 4 anni non siano state eseguite le stesse prestazioni richieste nel Piano di Cure. Al termine delle cure, sempre limitatamente a quelle previste dai suddetti codici, unitamente al Modulo Richiesta Trimestrale di Rimborso Odontoiatria dovranno essere inviati al Fondo gli accertamenti eseguiti alla fine delle cure, oltre alle eventuali certificazioni odontoiatriche, odontotecniche, radiografie o foto post cure, copie referti istologici, etc.. Fotografia intraorale Non essendo intendimento del FASI imporre linee di protocollo medico, nei casi in cui l odontoiatra dell assistito non ritenesse necessario prescrivere le indagini radiografiche previste, il FASI, in alternativa, accetterà la fotografia o immagine video intraorale pre e post cure. Relativamente al codice 2615 (impianti osteointegrati), si ricorda che tali foto devono essere eseguite, per il pre cure, prima del posizionamento dell impianto (pre estrattive o intraoperatorie), mentre per il post cure, l immagine deve mostrare la vite di guarigione. Sempre per tale codice, non saranno considerate valide le fotografie intraorali pre e post cure con protesi già posizionate. Si ricorda agli iscritti che la documentazione radiografica e/o fotografica può essere inviata anche su supporto magnetico quale CD o Floppy disk in formato file Jpeg. Non sono ammesse, come sostitutivo delle radiografie e/o fotografie, le diapositive e/o negativi di fotografie. Di norma, è possibile eseguire la fotografia intraorale presso il proprio odontoiatra curante. In caso ciò non fosse possibile, si suggerisce di contattare la Centrale Informativa Sanitaria FASI, che potrà fornire informazioni in merito. Cure ortodontiche Per le cure ortodontiche è accettabile, in alternativa al telecranio pre cure, la foto del morso/morso inverso, accompagnata da una relazione dell ortodontista che descriva la malocclusione rilevata ed il trattamento correttivo da eseguire, nonché la foto dei modelli in occlusione post cure.

12 CERTIFICAZIONE DEL LABORATORIO ODONTOTECNICO O DELL ODONTOIATRA DI FIDUCIA 11 Gli iscritti, per ottenere i rimborsi relativi ad alcune prestazioni (vedere gli obblighi riportati nel Nomenclatore-Tariffario in vigore) devono trasmettere al FASI, unitamente alla documentazione già più volte richiamata nei precedenti capitoli, copia, rilasciata dall Odontoiatra, della certificazione dei lavori eseguiti in favore dell assistito dal laboratorio odontotecnico di fiducia dell Odontoiatra stesso. Si precisa che non si tratta della copia della fattura del laboratorio odontotecnico all Odontoiatra, né della prescrizione medica redatta dall Odontoiatra, né della scheda di progettazione tecnica del laboratorio odontotecnico, bensì di una certificazione dei lavori eseguiti, come previsto dalle normative vigenti, ovvero la Dichiarazione di Conformità alla Direttiva 93/42/CEE. Inoltre, poiché alcuni tipi di lavoro possono essere eseguiti direttamente dall Odontoiatra (prestazioni eseguite con metodo diretto, esclusivamente nei casi chiaramente specificati nel Nomenclatore-Tariffario in vigore), in tal caso sarà sufficiente il rilascio di una certificazione da parte di quest ultimo redatta su carta intestata, dove viene indicato chiaramente il tipo di lavoro e il destinatario di questo.

13 12 CURE ODONTOIATRICHE ESEGUITE ALL ESTERO Rimane invariata la necessità di far compilare al medico odontoiatra il relativo Piano di Cure nel caso in cui si rendessero necessarie prestazioni di tipo protesico, ortodontiche o implantologico. Nel caso ciò non fosse possibile, in via del tutto eccezionale, fermo restando i limiti di rimborsabilità e gli obblighi previsti dal Nomenclatore Tariffario del Fondo, in alternativa potrà essere trasmessa una relazione redatta dal medico odontoiatra (accompagnata da una traduzione in italiano), nella quale siano specificate in modo dettagliato le prestazioni da eseguire, con l indicazione degli elementi dentari e/o arcate e/o emiarcate oggetto del trattamento. Nel caso non fosse possibile fornire una esatta traduzione in italiano, fornire almeno una traduzione in inglese associata sempre e comunque alla relazione originaria. Sarà il FASI, nel caso suindicato, a procedere alla predisposizione d ufficio del Piano di Cure e ad inviare all iscritto il risultato della Verifica (identificato da un numero di riconoscimento univoco) con il relativo Modulo Richiesta Prestazioni. Tale Modulo dovrà essere compilato ed associato ai giustificativi di spesa e agli obblighi previsti per i codici richiesti e spedito a: FASI Servizio Odontoiatria Via Vicenza Roma. Nel caso in cui non si trattasse di prestazioni di tipo protesico, implantologico e ortodontiche, l assistito deve comunque inviare la relazione sopra indicata con la relativa traduzione e specifica degli elementi soggetti a cure, allegando al contempo anche la fattura ed eventuali certificazioni. Sarà il FASI ad istruire direttamente la richiesta di rimborso.

14 SUGGERIMENTI - AVVERTENZE 13 Si consiglia: Effettuare sempre una fotocopia del Piano di Cure compilato, prima di inviarlo al FA- SI (tale copia potrà essere cestinata una volta ricevuto l esito dal FASI). Nel caso in cui si è inviato un Piano di Cure in sostituzione di uno precedentemente inviato, mantenere sempre una copia del precedente esito e del nuovo Piano di Cure fino all arrivo del nuovo esito; solo allora cestinare i precedenti e mantenere solo la copia più recente. Una volta ricevuto l esito del Piano di Cure, unitamente al modulo per la Richiesta Trimestrale di Rimborso, effettuare (come già indicato) una copia del modulo di richiesta ancora non compilata dal medico (può rivelarsi utile nel caso si rendesse necessario effettuare richieste parziali di rimborso). Nel caso di richieste parziali di rimborso, si consiglia (sempre dopo aver eseguito la copia), di cancellare tutte le prestazioni per la quale non si deve, ancora, chiedere il rimborso. Nel caso di richieste di rimborso di cui si è già chiesto parzialmente la liquidazione, ovvero dopo la prima richiesta parziale, per effettuare una nuova richiesta, cancellare tutte le prestazioni di cui si è già chiesto il rimborso ed eventualmente quelle di cui non se ne chiede ancora la liquidazione. Fare una copia delle richieste di rimborso (totali o parziali), delle fatture ad esse associate e della documentazione inviata. Non spedire, nella stessa busta, piani di cure e richieste di rimborso relative ad altre prestazioni (visite specialistiche, accertamenti diagnostici, ecc.). Ulteriori avvertenze Nei casi in cui, in via residuale, dovesse essere riscontrata la non idoneità dei mezzi di accertamento (foto intraorale, ortopanoramica, pre e post cure, foto del morso/morso inverso, etc.) atti a fornire gli elementi di valutazione strettamente indispensabili al FASI per accertare l effettiva esecuzione delle cure, il FASI medesimo si riserva la facoltà di chiamare l assistito ad una visita medica di controllo. Tale visita verrà effettuata da un medico incaricato dal FASI, presso una delle strutture di riferimento (indicate in guida), al fine di fugare eventuali dubbi rilevati durante l esame della richiesta di rimborso. Se del caso, il predetto medico potrà anche prescrivere l esecuzione dei necessari accertamenti diagnostici. Si fa presente che per ogni richiesta di rimborso si possono ricevere tante comunicazioni quante sono le fasi di esame della pratica ovvero: - una volta pervenuta la richiesta di rimborso, questa viene esaminata dal punto di

15 14 vista amministrativo, per quanto riguarda la completezza e la correttezza della compilazione; in caso di errore di compilazione e/o di mancanza o inadeguatezza della documentazione di spesa, viene generata una comunicazione; - successivamente, superata la prima fase, la richiesta viene visionata dai consulenti medici che, se del caso, fanno rilevare le eventuali problematiche medico amministrative (documentazione radiografica/certificazioni/chiarimenti vari) generando, così, una seconda comunicazione; - superate queste fasi, la pratica viene avviata alla fase istruttoria per un ulteriore controllo anagrafico/contributivo e successivamente alla liquidazione, secondo le medesime modalità seguite per le richieste di rimborso di prestazioni non odontoiatriche.

16 NORME OPERATIVE ASSISTENZA IN FORMA DIRETTA presso Strutture Sanitarie Odontoiatriche convenzionate con il FASI 15 Gli iscritti che usufruiscono delle prestazioni odontoiatriche in forma diretta non devono inviare al FASI alcuna documentazione poiché tale incombenza è totalmente a carico della Struttura Odontoiatrica convenzionata. Le Strutture Sanitarie odontoiatriche convenzionate in forma diretta sono collegate telematicamente con il Fondo, 24 ore al giorno per 365 giorni l anno. Il suddetto collegamento, che garantisce la massima sicurezza dei dati, con particolare riferimento al D.lgs. 196/03 sulla privacy, ha permesso al FASI di aumentare notevolmente il numero delle Strutture Odontoiatriche convenzionate in forma diretta, il cui elenco è riportato da pag. 23 a pag. 73. Si ricorda che gli accordi di convenzione in forma diretta prevedono che il Fondo riconosca alla Struttura Odontoiatrica scelta dall iscritto la quota a carico FASI, sulla base delle tariffe di rimborso previste dal Nomenclatore-Tariffario in vigore. Conseguentemente, l iscritto dovrà saldare alla Struttura Odontoiatrica le sole eccedenze, preventivamente concordate tra il Fondo e la Struttura stessa (differenza tra la tariffa applicata dalla Struttura Odontoiatrica convenzionata concordata con il FASI e la tariffa di rimborso prevista dal FASI). Si precisa, inoltre, che il FASI, per le problematiche squisitamente mediche, si avvale della Società Pro.ge.sa. (Progetti e Gestioni Sanitarie), che con i suoi medici-chirurghiodontoiatri presta la propria collaborazione al Fondo. La predetta Società è coadiuvata da Consulenti Odontoiatri con comprovata esperienza per tematiche puramente scientifiche. Premesso quanto sopra, di seguito si riportano le procedure da seguire per accedere alle prestazioni odontoiatriche fornite in forma diretta dalle Strutture convenzionate: gli iscritti che desiderino usufruire degli accordi diretti dovranno comunicare immediatamente e comprovare, all ufficio preposto dalle Strutture Sanitarie convenzionate, la loro appartenenza al Fondo, mediante esibizione del tesserino di iscrizione al FASI (intestato sempre al titolare della posizione) ed un documento di riconoscimento (per i minori, di chi ne fa le veci) ed assumere, o farsi confermare, presso gli uffici medesimi, tutte le informazioni necessarie per utilizzare correttamente la convenzione ad evitare eventuali malintesi; l odontoiatra prescelto, dopo aver stabilito le cure da eseguire, stilerà il Piano di Cure che trasmetterà al FASI, per via telematica; all atto dell invio del piano di cure telematico, la Struttura Sanitaria potrebbe ricevere una generica segnalazione sugli eventuali impedimenti al rimborso in forma diretta a seguito di anomalie rilevate sulla posizione anagrafico/contributiva. In questo caso la Struttura riceverà una immediata e sommaria segnalazione di pratica Trasmessa non Approvata senza che ne siano specificati i motivi mentre, il Fondo, comunicherà

17 16 per lettera, esclusivamente all iscritto l esito della verifica anagrafico/contributiva e la non autorizzazione ad eseguire le prestazioni secondo le procedure della forma diretta, trasmettendo contemporaneamente una Richiesta Trimestrale di Prestazioni Odontoiatria, da utilizzare per richiedere il rimborso in forma indiretta (vedi procedure previste a pag. 4). il Fondo, effettuerà per le prestazioni presenti nel piano di cure telematico, le previste verifiche di compatibilità con il Nomenclatore-Tariffario in vigore, fornendo alla Struttura Odontoiatrica, entro 12 giorni lavorativi dalla sua presentazione: - le motivazioni circa le eventuali prestazioni che potrebbero non essere ammesse al rimborso; - le indicazioni sul superamento di eventuali limiti temporali/amministrativi all erogazione di rimborsi per specifiche cure; la Struttura Sanitaria, ricevuto l esito favorevole ad eseguire le prestazioni con le modalità previste nella forma diretta, comunicherà all assistito quali prestazioni sono soggette ad obblighi pre e post cure, la cui documentazione sarà trasmessa direttamente al FASI da parte della Struttura Sanitaria, al termine delle cure stesse (di cui l assistito è a conoscenza e ne autorizza l esecuzione); al completamento delle prestazioni previste nel Piano di Cure, la Struttura Sanitaria provvederà ad emettere i relativi giustificativi di spesa (eventuali fatture di acconto e di saldo), inviandoli in originale al Fondo, unitamente alla documentazione radiografica (o fotografica) e/o di laboratorio odontotecnico, oltre alla documentazione amministrativa prevista, consegnando all assistito copia dei predetti giustificativi di spesa; il FASI, al ricevimento dei giustificativi di spesa e di tutta la documentazione sanitaria prevista, avvierà l esame, con l ausilio dei consulenti medici, della documentazione stessa, disponendo, in nome e per conto dei propri iscritti, il pagamento di quanto dovuto, nei limiti delle tariffe previste dal Nomenclatore-Tariffario in vigore. Da parte sua, l iscritto provvederà al pagamento degli importi eccedenti la tariffa di rimborso del FASI, di quelli relativi a qualsiasi prestazione non descritta nel sopra citato Nomenclatore-Tariffario nonché di qualsiasi prestazione nello stesso esposta che all atto dell esame della richiesta di rimborso risultasse come non rimborsabile; nel caso in cui le ulteriori verifiche anagrafico/contributive, eseguite dal Fondo su richiesta del medico Odontoiatra, durante l esecuzione delle cure, oppure immediatamente prima della messa in liquidazione della richiesta di rimborso, già trasmessa dalla struttura e pervenuta al Fondo, dovessero evidenziare delle irregolarità, l iscritto dovrà saldare direttamente alla Struttura stessa l intero ammontare delle prestazioni fruite. In quest ultimo caso, sarà indispensabile farsi rilasciare dal Centro odontoiatrico prescelto:

18 17 - la stampa del Piano di Cure a suo tempo inviato al FASI, per via telematica, dalla Struttura interessata; - gli eventuali esami radiografici pre e post già eseguiti; - le certificazioni previste, etc.; al fine di poter istruire la pratica di rimborso secondo l iter della forma indiretta con il Fondo, da inviare quindi con le modalità e i tempi previsti per la procedura indiretta (vedere capitolo assistenza in forma indiretta); il rimborso in forma diretta potrebbe non essere riconosciuto alla Struttura interessata nel caso non vengano soddisfatti gli obblighi previsti nel Nomenclatore-Tariffario in vigore, ovvero anche nel caso in cui l assistito non consegni le radiografie, le foto, ecc..necessarie per il completamento della pratica.

19 18 AVVERTENZE AMMINISTRATIVE/SANITARIE PER LA FORMA DIRETTA Si ricorda che: gli iscritti che fruiscono di prestazioni sanitarie odontoiatriche in forma diretta A non devono per nessun motivo inviare alcuna fattura/ricevuta sanitaria al FASI per richiedere rimborsi, in quanto il Fondo salda quanto di propria competenza, in nome e per conto dell iscritto od avente diritto, direttamente alle Strutture Sanitarie, sulla base della documentazione originale trasmessa al FASI dalle Strutture Sanitarie stesse; è proibito dalle leggi vigenti emettere due fatture/ricevute sanitarie originali per la stessa prestazione/servizio; per cui, se le Strutture Sanitarie conven- B zionate in forma diretta compissero tale errore, peraltro penalmente perseguibile, gli iscritti sono invitati a restituirle immediatamente alla Struttura Sanitaria, richiedendo le relative fotocopie; C il FASI non può svolgere un servizio di fotocopiatura delle fatture/ricevute sanitarie. Pertanto, gli iscritti devono sempre chiedere, al momento del pagamento, le fotocopie della predetta documentazione, utilizzabili anche a fini fiscali, direttamente alle Strutture Sanitarie. Questa procedura deve essere attuata anche nel caso di spese interamente poste a carico del Fondo senza il pagamento di alcuna quota da parte degli assistiti; le Strutture Sanitarie convenzionate, per tutte le prestazioni non riconosciute come rimborsabili o non descritte, ove possibile si sono impegnate a praticare ta- D riffe inferiori al loro tariffario privato; E alcune prestazioni non sono rimborsabili dal Fondo. Al fine di evitare equivoci, nei casi dubbi, gli iscritti possono chiamare la Centrale Informativa Sanitaria del FASI al numero per ottenere i necessari chiarimenti; F gli iscritti dovranno sottoscrivere, al termine delle prestazioni fruite, l apposito modulo predisposto dal FASI, in possesso delle Strutture Sanitarie convenzionate, attraverso il quale l iscritto/assistito, che ha richiesto ed usufruito delle prestazioni: - autorizza le Strutture Sanitarie Odontoiatriche a recuperare le somme dalle stesse anticipate in suo favore; - scioglie dal segreto professionale i medici-chirurghi-odontoiatri che lo hanno tenuto in cura; - dichiara di aver saldato qualsiasi eccedenza a suo carico, di cui non ha diritto al rim-

20 borso da parte del FASI; - si impegna, a norma di quanto previsto dall articolo M del Regolamento, a rimborsare al FASI, fino alla concorrenza di quanto pagato dal Fondo in suo nome, eventuali somme ricevute da terzi a titolo di risarcimento, qualora la spesa si riferisca ad eventi dipendenti da responsabilità di terzi, nei limiti di quanto il FASI ha pagato in nome e per conto dell iscritto/assistito; - concede il consenso al trattamento dei dati personali, comuni e sensibili, così come previsto dal D.lgs. 196/2003 sulla privacy. 19

GUIDA ODONTOIATRICA. www.fasi.it NOMENCLATORE TARIFFARIO IN VIGORE DALL 1.1.2007 - STRUTTURE SANITARIE ODONTOIATRICHE CONVENZIONATE

GUIDA ODONTOIATRICA. www.fasi.it NOMENCLATORE TARIFFARIO IN VIGORE DALL 1.1.2007 - STRUTTURE SANITARIE ODONTOIATRICHE CONVENZIONATE GUIDA ODONTOIATRICA NOMENCLATORE TARIFFARIO IN VIGORE DALL 1.1.2007 - STRUTTURE SANITARIE ODONTOIATRICHE CONVENZIONATE FONDO ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA per i dirigenti di aziende produttrici di beni

Dettagli

PREMESSA pag. 3. NORME OPERATIVE 4 Assistenza in Forma Indiretta ESAMI DIAGNOSTICI PRE E POST CURE 9 CURE ODONTOIATRICHE ESEGUITE ALLʼESTERO 12

PREMESSA pag. 3. NORME OPERATIVE 4 Assistenza in Forma Indiretta ESAMI DIAGNOSTICI PRE E POST CURE 9 CURE ODONTOIATRICHE ESEGUITE ALLʼESTERO 12 INDICE 1 PREMESSA pag. 3 NORME OPERATIVE 4 Assistenza in Forma Indiretta MODALITAʼ DI FATTURAZIONE DELLE PRESTAZIONI ORTODONTICHE ED ODONTOIATRICHE 7 Assistenza in Forma Indiretta ESAMI DIAGNOSTICI PRE

Dettagli

PREMESSA pag. 3. NORME OPERATIVE 5 Assistenza in Forma Indiretta ESAMI DIAGNOSTICI PRE E POST CURE 13 CURE ODONTOIATRICHE ESEGUITE ALLʼESTERO 16

PREMESSA pag. 3. NORME OPERATIVE 5 Assistenza in Forma Indiretta ESAMI DIAGNOSTICI PRE E POST CURE 13 CURE ODONTOIATRICHE ESEGUITE ALLʼESTERO 16 INDICE 1 PREMESSA pag. 3 NORME OPERATIVE 5 Assistenza in Forma Indiretta MODALITAʼ DI FATTURAZIONE DELLE PRESTAZIONI ORTODONTICHE ED ODONTOIATRICHE 9 Assistenza in Forma Indiretta ESAMI DIAGNOSTICI PRE

Dettagli

Semplificazione delle procedure pag. 3. NORME OPERATIVE Assistenza in Forma Indiretta» 7

Semplificazione delle procedure pag. 3. NORME OPERATIVE Assistenza in Forma Indiretta» 7 INDICE 1 Semplificazione delle procedure pag. 3 PREMESSA» 5 NORME OPERATIVE Assistenza in Forma Indiretta» 7 MODALITÀ DI FATTURAZIONE DELLE PRESTAZIONI ORTODONTICHE ED ODONTOIATRICHE Assistenza in Forma

Dettagli

PREMESSA pag. 3. NORME OPERATIVE 5 Assistenza in Forma Indiretta ESAMI DIAGNOSTICI PRE E POST CURE 13 CURE ODONTOIATRICHE ESEGUITE ALLʼESTERO 16

PREMESSA pag. 3. NORME OPERATIVE 5 Assistenza in Forma Indiretta ESAMI DIAGNOSTICI PRE E POST CURE 13 CURE ODONTOIATRICHE ESEGUITE ALLʼESTERO 16 INDICE 1 PREMESSA pag. 3 NORME OPERATIVE 5 Assistenza in Forma Indiretta MODALITAʼ DI FATTURAZIONE DELLE PRESTAZIONI ORTODONTICHE ED ODONTOIATRICHE 9 Assistenza in Forma Indiretta ESAMI DIAGNOSTICI PRE

Dettagli

PREMESSA CONDIZIONI GENERALI DI LIQUIDABILITÀ

PREMESSA CONDIZIONI GENERALI DI LIQUIDABILITÀ MANUALE OPERATIVO Assistiti Cassa Uni.C.A. PREMESSA SOMMARIO 1. Premessa 2. Condizioni Generali di Liquidabilità 3. Prestazioni e relative Condizioni Specifiche di Liquidabilità 4. Il sito www.pronto-careperunica.com

Dettagli

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria FWA ODONTOIATRIA MINORI. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria FWA ODONTOIATRIA MINORI. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO servizi d integrazione sanitaria FWA ODONTOIATRIA MINORI Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto FWA ODONTOIATRIA MINORI FORMA DI ASSISTENZA BASE Contributo associativo

Dettagli

Pubblicato all albo e sul sito internet Aziendale www.asp.siena.it il giorno 23.12.2011 A.S.P. CITTA DI SIENA. Via Campansi n.

Pubblicato all albo e sul sito internet Aziendale www.asp.siena.it il giorno 23.12.2011 A.S.P. CITTA DI SIENA. Via Campansi n. Pubblicato all albo e sul sito internet Aziendale www.asp.siena.it il giorno 23.12.2011 Scadenza presentazione domande: ore 12,00 del 09/01/2012 A.S.P. CITTA DI SIENA Via Campansi n. 18 - SIENA AVVISO

Dettagli

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria FWA PREVENZIONE DONNE. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria FWA PREVENZIONE DONNE. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO servizi d integrazione sanitaria FWA PREVENZIONE DONNE Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto FWA PREVENZIONE DONNE FORMA DI ASSISTENZA BASE Contributo associativo

Dettagli

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria FWA ODONTOIATRIA MINORI. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria FWA ODONTOIATRIA MINORI. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO servizi d integrazione sanitaria FWA ODONTOIATRIA MINORI Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto 1 Fwa Odontoiatria Minori Allegato al Regolamento applicativo dello

Dettagli

Fondo integrativo sanitario Impresa Sociale Veneto 60. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto. servizi d integrazione sanitaria

Fondo integrativo sanitario Impresa Sociale Veneto 60. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto. servizi d integrazione sanitaria SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO servizi d integrazione sanitaria Fondo integrativo sanitario Impresa Sociale Veneto 60 Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto 1 Fondo integrativo sanitario Impresa

Dettagli

Vorrei sapere... Uni.C.A. Polizza collettiva odontoiatrica. 01 febbraio 2012 31 gennaio 2014. A cura della Segreteria Fiba cisl Gruppo Unicredit

Vorrei sapere... Uni.C.A. Polizza collettiva odontoiatrica. 01 febbraio 2012 31 gennaio 2014. A cura della Segreteria Fiba cisl Gruppo Unicredit Vorrei sapere... A cura della Segreteria Fiba cisl Gruppo Unicredit Uni.C.A. Polizza collettiva odontoiatrica 01 febbraio 2012 31 gennaio 2014 Aggiornato a Gennaio 2012 Polizza collettiva odontoiatrica

Dettagli

Articolo 1 Finalità generali

Articolo 1 Finalità generali Allegato A Deliberazione della G.R. n. 104/2014 Avviso pubblico per la realizzazione di Progetti finalizzati al sostegno alle famiglie per la frequenza delle scuole dell'infanzia paritarie, private e degli

Dettagli

Roma, ottobre 2013. Ai Responsabili Regionali pro tempore Ai Responsabili di Zona pro tempore

Roma, ottobre 2013. Ai Responsabili Regionali pro tempore Ai Responsabili di Zona pro tempore Roma, ottobre 2013 Ai Responsabili Regionali pro tempore Ai Responsabili di Zona pro tempore OGGETTO: NOMINA DEI RESPONSABILI DEL TRATTAMENTO DEI DATI L AGESCI Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani,

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013.

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA SOSTITUZIONE DI GENERATORI DI CALORE Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. 1. FINALITÀ DELL INIZIATIVA La Provincia di

Dettagli

GUIDA ALL ASSISTITO LE PRESTAZIONI IN REGIME DI ASSISTENZA SANITARIA IN FORMA RIMBORSUALE E DIRETTA

GUIDA ALL ASSISTITO LE PRESTAZIONI IN REGIME DI ASSISTENZA SANITARIA IN FORMA RIMBORSUALE E DIRETTA GUIDA ALL ASSISTITO LE PRESTAZIONI IN REGIME DI ASSISTENZA SANITARIA IN FORMA RIMBORSUALE E DIRETTA FASIFIAT è una associazione senza scopo di lucro che persegue lo scopo di garantire ai propri assistiti

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA AVVISO DI SELEZIONE PER CONFERIMENTO INCARICO DI SERVIZI ATTINENTI L INGEGNERIA E L ARCHITETTURA DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 EURO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

GUIDA ALL ASSISTITO LE PRESTAZIONI IN REGIME DI ASSISTENZA SANITARIA IN FORMA RIMBORSUALE E DIRETTA

GUIDA ALL ASSISTITO LE PRESTAZIONI IN REGIME DI ASSISTENZA SANITARIA IN FORMA RIMBORSUALE E DIRETTA GUIDA ALL ASSISTITO LE PRESTAZIONI IN REGIME DI ASSISTENZA SANITARIA IN FORMA RIMBORSUALE E DIRETTA FASIFIAT è una associazione senza scopo di lucro che persegue lo scopo di garantire ai propri assistiti

Dettagli

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO Art. 1 PREMESSE L Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per i Biologi, in ottemperanza alle finalità di cui all art. 3,

Dettagli

Prot. n 960/22 Circolare N 3/FEBBRAIO 2015 FEBBRAIO 2015 A tutti i colleghi (*)

Prot. n 960/22 Circolare N 3/FEBBRAIO 2015 FEBBRAIO 2015 A tutti i colleghi (*) Prot. n 960/22 Circolare N 3/FEBBRAIO 2015 FEBBRAIO 2015 A tutti i colleghi (*) L AGENZIA DELLE ENTRATE CON IL PROVVEDIMENTO DIRETTORIALE DEL 23 FEBBRAIO 2015 HA DEFINITO LE MODALITA TECNICHE PER VISUALIZZARE

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER LA COPERTURA DI UN POSTO DI SPECIALISTA TECNICO

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER LA COPERTURA DI UN POSTO DI SPECIALISTA TECNICO BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER LA COPERTURA DI UN POSTO DI SPECIALISTA TECNICO La Società Trasporti Provinciale S.p.A. Bari (STP Bari SpA), in applicazione del proprio regolamento del 22/10/2008 per le

Dettagli

RICHIESTE DEGLI ISCRITTI

RICHIESTE DEGLI ISCRITTI CONTATTI Tel. rete fissa: 800.08.37.78 Tel. rete mobile: 99.8.48.37 Tel. dall'estero: +39.04.7.44.055 Fax: 04.7.44.555 E-mail Assistenza in convenzione: centraleoperativa.fsi@previmedical.it Consulenza

Dettagli

COMUNICAZIONE ORGANIZZATIVA n. 46.1/AD del 14 nov 2007 Procedura Tutela Legale del personale aziendale vittima di aggressioni

COMUNICAZIONE ORGANIZZATIVA n. 46.1/AD del 14 nov 2007 Procedura Tutela Legale del personale aziendale vittima di aggressioni COMUNICAZIONE ORGANIZZATIVA n. 46.1/AD del 14 nov 2007 Procedura Tutela Legale del personale aziendale vittima di aggressioni Con la presente Comunicazione Organizzativa vengono definite le modalità operative

Dettagli

Ad Personam Azienda dei Servizi alla Persona del Comune di Parma Via Cavestro, 14 43121 PARMA (PR)

Ad Personam Azienda dei Servizi alla Persona del Comune di Parma Via Cavestro, 14 43121 PARMA (PR) Ad Personam Azienda dei Servizi alla Persona del Comune di Parma Via Cavestro, 14 43121 PARMA (PR) Ufficio Contabilità e Bilancio Determinazione Dirigenziale n. 11/10 Oggetto: Conferimento incarico al

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI SUSSIDI PER INTERVENTI ASSISTENZIALI

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI SUSSIDI PER INTERVENTI ASSISTENZIALI REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI SUSSIDI PER INTERVENTI ASSISTENZIALI A FAVORE DEL PERSONALE TECNICO, AMMINISTRATIVO E DI BIBLIOTECA DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TERAMO Articolo 1 - Ambito di applicazione

Dettagli

Progetto E-Inclusion. Integrazione scolastica attraverso l uso delle tecnologie. Disciplinare di rendicontazione

Progetto E-Inclusion. Integrazione scolastica attraverso l uso delle tecnologie. Disciplinare di rendicontazione Progetto E-Inclusion Integrazione scolastica attraverso l uso delle tecnologie Disciplinare di rendicontazione (Premessa) A seguito della pubblicazione dell Avviso per la presentazione di progetti e modalità

Dettagli

O P E R A R O M A N I

O P E R A R O M A N I O P E R A R O M A N I (Azienda Pubblica di Servizi alla Persona) Via Roma, 21 38060 - NOMI (TN) Costituita ai sensi della L.R. 21 settembre 2005, n. 7. DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE Determinazione n. 4

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE ISPEZIONI DI SORVEGLIANZA PERIODICA

REGOLAMENTO PER LE ISPEZIONI DI SORVEGLIANZA PERIODICA REGOLAMENTO PER LE ISPEZIONI DI SORVEGLIANZA PERIODICA (Art. 13 D.P.R. 162/99) INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2. RIFERIMENTI LEGISLATIVI 3. NORME TECNICHE 4. GENERALITÀ 5. PERSONALE IMPIEGATO

Dettagli

STUDIO BD e ASSOCIATI Associazione Professionale Cod. Fisc. e Partita Iva 01727930354 web: www.bdassociati.it e-mail: info@bdassociati.

STUDIO BD e ASSOCIATI Associazione Professionale Cod. Fisc. e Partita Iva 01727930354 web: www.bdassociati.it e-mail: info@bdassociati. Circolare n. 1/2013 Pagina 1 di 7 A tutti i Clienti Loro sedi Circolare n. 1/2013 del 15 gennaio 2013 Deducibilità dall Irpef / Ires dell Irap relativa alle spese per il personale dipendente e assimilato

Dettagli

Controlli sulle Dichiarazioni sostitutive uniche (DSU) trasmesse dai Caf nell anno 2014. Avvio del procedimento.

Controlli sulle Dichiarazioni sostitutive uniche (DSU) trasmesse dai Caf nell anno 2014. Avvio del procedimento. Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 22-12-2015 Messaggio n. 7578 OGGETTO: Controlli sulle Dichiarazioni sostitutive uniche (DSU)

Dettagli

COMUNE DI SIENA REGOLAMENTO DEL COMUNE DI SIENA CONCERNENTE LA VERIFICA DI RISPONDENZA DEGLI IMPIANTI TERMICI ALLE NORME VIGENTI

COMUNE DI SIENA REGOLAMENTO DEL COMUNE DI SIENA CONCERNENTE LA VERIFICA DI RISPONDENZA DEGLI IMPIANTI TERMICI ALLE NORME VIGENTI COMUNE DI SIENA DIREZIONE MANUTENZIONE DELLA CITTA REGOLAMENTO DEL COMUNE DI SIENA CONCERNENTE LA VERIFICA DI RISPONDENZA DEGLI IMPIANTI TERMICI ALLE NORME VIGENTI approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

COMUNE DI MISSAGLIA. Provincia di Lecco CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIO ASSISTENZIALE A FAVORE DEI CITTADINI DI MISSAGLIA *** TRA

COMUNE DI MISSAGLIA. Provincia di Lecco CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIO ASSISTENZIALE A FAVORE DEI CITTADINI DI MISSAGLIA *** TRA COMUNE DI MISSAGLIA Approvata con deliberazione della G.C. n. 136 del 29/11/2012 Provincia di Lecco CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIO ASSISTENZIALE A FAVORE DEI CITTADINI DI MISSAGLIA PERIODO

Dettagli

Avviso per il finanziamento di interventi finalizzati all inserimento socio lavorativo di minori. stranieri non accompagnati e di giovani migranti

Avviso per il finanziamento di interventi finalizzati all inserimento socio lavorativo di minori. stranieri non accompagnati e di giovani migranti Avviso per il finanziamento di interventi finalizzati all inserimento socio lavorativo di minori stranieri non accompagnati e di giovani migranti MODALITA DI ATTUAZIONE Art. 1 NORME REGOLATRICI La partecipazione

Dettagli

2. SOGGETTI BENEFICIARI

2. SOGGETTI BENEFICIARI ALLEGATO A CRITERI E MODALITÀ PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI, PER PROGETTI INERENTI LE TEMATICHE DEFINITE DAL PIANO REGIONALE ANNUALE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 1. CRITERI

Dettagli

GUIDA ALL ASSISTITO LE PRESTAZIONI IN REGIME DI ASSISTENZA SANITARIA IN FORMA RIMBORSUALE E DIRETTA

GUIDA ALL ASSISTITO LE PRESTAZIONI IN REGIME DI ASSISTENZA SANITARIA IN FORMA RIMBORSUALE E DIRETTA GUIDA ALL ASSISTITO LE PRESTAZIONI IN REGIME DI ASSISTENZA SANITARIA IN FORMA RIMBORSUALE E DIRETTA Il Fondo Assistenziale Interno (di seguito per brevità definito Fondo o FAI) della Trelleborg Wheel Systems

Dettagli

Manuale di Gestione. Progetto Percorso formativo integrativo lavoratori ex Jabil.

Manuale di Gestione. Progetto Percorso formativo integrativo lavoratori ex Jabil. Manuale di Gestione Progetto Percorso formativo integrativo lavoratori ex Jabil. Provincia di Milano Area Sistema produttivo, Lavoro e Welfare Settore Sviluppo Economico Via Soderini, 24 20146 Milano Sommario

Dettagli

Mini Guida Informativa per i dipendenti

Mini Guida Informativa per i dipendenti Piano Sanitario Dipendenti a cui si applica il CCNL Telecomunicazioni Mini Guida Informativa per i dipendenti Sintesi delle Condizioni del Piano Sanitario MINI GUIDA AL PIANO SANITARIO PER I DIPENDENTI

Dettagli

KIT SINISTRI Assicuratrice Milanese

KIT SINISTRI Assicuratrice Milanese KIT SINISTRI Assicuratrice Milanese Gestione del rischio scolastico COSA DEVE FARE LA SCUOLA? GESTIONE DEI SINISTRI SE IL SINISTRO AVVIENE A SCUOLA O DURANTE ATTIVITÀ CHE COMPORTANO LA PRESENZA DI PERSONALE

Dettagli

Prot. 9740/C14g Roma 15 ottobre 2014 CIG N. ZEE113F818

Prot. 9740/C14g Roma 15 ottobre 2014 CIG N. ZEE113F818 Prot. 9740/C14g Roma 15 ottobre 2014 CIG N. ZEE113F818 BANDO DI GARA NOLEGGIO FOTOCOPIATRICI Alle ditte RCO - l.bassotti@rcoonline.it Vema Copy info@vemacopy.it BASCO BAZAR info@basco-bazar2.it FASTREND

Dettagli

Mini Guida Informativa per i dipendenti

Mini Guida Informativa per i dipendenti ASSICASSA Piano Sanitario Dipendenti a cui si applica il CCNL Telecomunicazioni Mini Guida Informativa per i dipendenti Sintesi delle Condizioni del Piano Sanitario MINI GUIDA AL PIANO SANITARIO ASSICASSA

Dettagli

POLIZZA LONG TERM CARE CIPAG / POSTE VITA RICHIESTA DI ACCERTAMENTO E LIQUIDAZIONE DELLA PERDITA DI AUTOSUFFICIENZA

POLIZZA LONG TERM CARE CIPAG / POSTE VITA RICHIESTA DI ACCERTAMENTO E LIQUIDAZIONE DELLA PERDITA DI AUTOSUFFICIENZA POLIZZA LONG TERM CARE CIPAG / POSTE VITA RICHIESTA DI ACCERTAMENTO E LIQUIDAZIONE DELLA PERDITA DI AUTOSUFFICIENZA Il presente modulo deve essere inviato a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento

Dettagli

con sede in via Città Cap Prov Partita IVA Codice fiscale Cognome Nome Nato/a il codice fiscale Recapiti telefono Fax Cell e-mail @

con sede in via Città Cap Prov Partita IVA Codice fiscale Cognome Nome Nato/a il codice fiscale Recapiti telefono Fax Cell e-mail @ RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO (da compilare, sottoscrivere e inviare in originale a mezzo posta al CAF in Via Ontani 48, 36100 Vicenza, o a mezzo telefax al n. 0444-349 501 o via mail a vistoiva@cafinterregionale.it)

Dettagli

PUBBLICA. REQUISITI PER L AMMISSIONE AGLI ESAMI Art. 1

PUBBLICA. REQUISITI PER L AMMISSIONE AGLI ESAMI Art. 1 Ufficio Attività Produttive AVVISO PUBBLICO per il conseguimento delle abilitazioni all esercizio delle professioni di Guida turistica e Accompagnatore turistico da parte dei soggetti in possesso dei requisiti

Dettagli

ASSESSORATO DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E SICUREZZA SOCIALE

ASSESSORATO DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E SICUREZZA SOCIALE APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE D.G.R. n.36/6 del 5 settembre 2006 D. Dirett. n.407 del 12 dicembre 2005 A VVISO PUBBLICO per la presentazione delle domande di assegnazione di voucher formativi per apprendisti

Dettagli

Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A.

Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A. 1 Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 1 giugno

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Campo di applicazione Qualsiasi contratto stipulato tra Nossa Elettronica s.a.s (d ora in poi Nossa) per la fornitura dei propri Prodotti/Servizi (d ora in poi Prodotto)

Dettagli

CAPITOLATO PER LA FORNITURA DI LIBRI DI TESTO PER LE SCUOLE PRIMARIE DEL COMUNE DI CORSICO - ANNO SCOLASTICO 2014/2015

CAPITOLATO PER LA FORNITURA DI LIBRI DI TESTO PER LE SCUOLE PRIMARIE DEL COMUNE DI CORSICO - ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Allegato 1 CAPITOLATO PER LA FORNITURA DI LIBRI DI TESTO PER LE SCUOLE PRIMARIE DEL COMUNE DI CORSICO - ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Art. 1 OGGETTO DELLA FORNITURA L appalto ha per oggetto la fornitura di

Dettagli

Settore 3 Servizi al Cittadino

Settore 3 Servizi al Cittadino Settore 3 Servizi al Cittadino Deliberazione della G.R. n.104/2014 Avviso pubblico per la realizzazione di Progetti finalizzati al sostegno alle famiglie per la frequenza delle scuole dell'infanzia paritarie,

Dettagli

Convenzione per il trattamento e smaltimento dei rifiuti non pericolosi L anno duemilaquattordici, il giorno del mese di, tra i sottoscritti: -

Convenzione per il trattamento e smaltimento dei rifiuti non pericolosi L anno duemilaquattordici, il giorno del mese di, tra i sottoscritti: - Convenzione per il trattamento e smaltimento dei rifiuti non pericolosi L anno duemilaquattordici, il giorno del mese di, tra i sottoscritti: - SICULA TRASPORTI S.R.L., con sede a Catania in Via Antonino

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE Dott. Carlo Nicora

IL DIRETTORE GENERALE Dott. Carlo Nicora DELIBERAZIONE N. 1786/2014 ADOTTATA IN DATA 13/11/2014 OGGETTO: Convenzione con l azienda ospedaliera di Padova per l esecuzione di indagini molecolari in campo ematologico. IL DIRETTORE GENERALE Assistito

Dettagli

SINT Società Immobiliare Nuove Terme SpA. Viale Terme 3/5 Castellammare di Stabia (NA) AVVISO PUBBLICO

SINT Società Immobiliare Nuove Terme SpA. Viale Terme 3/5 Castellammare di Stabia (NA) AVVISO PUBBLICO SINT Società Immobiliare Nuove Terme SpA Viale Terme 3/5 Castellammare di Stabia (NA) AVVISO PUBBLICO per la ricerca di n. 1 consulente, sia esso persona fisica, giuridica, associazione professionale,

Dettagli

MODULO DI DENUNCIA SINISTRO TESSERATI F.I.G.C. (DA COMPILARSI IN OGNI SUA SINGOLA VOCE IN STAMPATELLO) N. DOSSIER Contattare il numero verde 800 338168 per farsi comunicare il numero di dossier. DATI DELL

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DELL AQUILA E L ISTITUTO DI CREDITO...

CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DELL AQUILA E L ISTITUTO DI CREDITO... SCHEMA DI CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DELL AQUILA E GLI ISTITUTI DI CREDITO CHE VI ADERIRANNO PER L ATTIVAZIONE DEL FONDO A FAVORE DEI LAVORATORI COINVOLTI IN PROCESSI DI CRISI AZIENDALE CONVENZIONE TRA

Dettagli

REGOLAMENTO SIA/CERSOI

REGOLAMENTO SIA/CERSOI REGOLAMENTO SIA/CERSOI per l Attestazione degli Studi Medici di Andrologia I N D I C E Articolo 1) - Oggetto Articolo 2) - Condizioni generali Articolo 3) - Attivazione iter certificativo, istruzione della

Dettagli

REGOLAMENTO BIBL. STORIA DELLA MUSICA

REGOLAMENTO BIBL. STORIA DELLA MUSICA REGOLAMENTO BIBL. STORIA DELLA MUSICA ART. 1 PRINCIPI GENERALI La Biblioteca di Storia della Musica del Dipartimento di Studi Greco-Latini, Italiani, Scenico-Musicali è una struttura di supporto alla didattica

Dettagli

PROCEDURA DI SELEZIONE

PROCEDURA DI SELEZIONE DIREZIONE REGIONALE PER LA TOSCANA AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA COMPARATIVA (ai sensi del regolamento interno allegato alla delibera del Pres. C.S. 222/2009) per il conferimento di incarichi di collaborazione

Dettagli

GUIDA ALL ASSISTITO LE PRESTAZIONI IN REGIME DI ASSISTENZA SANITARIA IN FORMA DIRETTA E RIMBORSUALE

GUIDA ALL ASSISTITO LE PRESTAZIONI IN REGIME DI ASSISTENZA SANITARIA IN FORMA DIRETTA E RIMBORSUALE GUIDA ALL ASSISTITO LE PRESTAZIONI IN REGIME DI ASSISTENZA SANITARIA IN FORMA DIRETTA E RIMBORSUALE La presente guida fornisce le indicazioni all Assistito circa l accesso alle prestazioni sia in regime

Dettagli

Cosa imparerai. 12-13 Giugno 2015 Dove: Dental Trey Via Partisani, 3 Fiumana di Predappio (FC)

Cosa imparerai. 12-13 Giugno 2015 Dove: Dental Trey Via Partisani, 3 Fiumana di Predappio (FC) Fotografia odontoiatrica e Previsualizzazione digitale e clinica del sorriso Enrico Cogo - Pietro Sibilla - Roberto Turrini 14,2 CREDITI FORMATIVI ECM Quando: 12-13 Giugno 2015 Dove: Dental Trey Via Partisani,

Dettagli

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE (REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE)

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE (REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE) GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE (REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE) FASIE è una associazione senza scopo di lucro che persegue lo scopo di garantire ai propri assistiti trattamenti sanitari

Dettagli

Città di Verbania Provincia del Verbano Cusio Ossola

Città di Verbania Provincia del Verbano Cusio Ossola ALLEGATO 1 ANALISI DELLA PROCEDURA DI SPESA Tentuto conto di quanto prescritto dalle norme contenute nel TUEL (D.Lgs. 267/2000) e nel Regolamento di contabilità dell Ente, nonché dalla prassi invalsa per

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare di concerto con Ministero dell ambiente e della tutela del territorio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE 1 C O M U N E D I S C I A R A P R O V I N C I A D I P A L E R M O REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE IV SETTORE : CORPO POLIZIA MUNICIPALE ED ATTIVITÀ

Dettagli

DENTISTA per la FAMIGLIA GUIDA ALLE PRESTAZIONI

DENTISTA per la FAMIGLIA GUIDA ALLE PRESTAZIONI DENTISTA per la FAMIGLIA GUIDA ALLE PRESTAZIONI Sommario DENTISTA per la FAMIGLIA In collaborazione con ANDI Associazione Nazionale dei Dentisti Italiani, CADIPROF rimborsa direttamente le prestazioni

Dettagli

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING ATTI del DIRETTORE GENERALE dell anno 2016 Deliberazione n. 0000283 del 09/03/2016 - Atti U.O. SC Libera Professione e Marketing Oggetto: STIPULA CONVENZIONE CON L A.S.S.T. OVEST MILANESE, PER PRESTAZIONI

Dettagli

PROCEDURA GESTIONALE MODALITÀ DI VALUTAZIONE DEGLI AUDITOR INTERNI DI SISTEMI DI GESTIONE QUALITA E AMBIENTE

PROCEDURA GESTIONALE MODALITÀ DI VALUTAZIONE DEGLI AUDITOR INTERNI DI SISTEMI DI GESTIONE QUALITA E AMBIENTE Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.it PROCEDURA GESTIONALE sigla: PG08 Pag. 1 di 6 0 01.10.2013 CEPAS srl R.A. Favorito

Dettagli

Art. 1 Definizioni 1. Ai fini della presente convenzione si intende per: a) modello F24, il modello di pagamento F24, di cui al capo III, sezione I,

Art. 1 Definizioni 1. Ai fini della presente convenzione si intende per: a) modello F24, il modello di pagamento F24, di cui al capo III, sezione I, CONVENZIONE TRA L AGENZIA DELLE ENTRATE E L ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO PER IL PAGAMENTO MEDIANTE IL MODELLO F24 DEI PREMI E DEI CONTRIBUTI DI SPETTANZA DELL

Dettagli

ICI S/L (SC) 1. premesso:

ICI S/L (SC) 1. premesso: ICI S/L (SC) 1 CONVENZIONE TRA L AGENZIA DELLE ENTRATE E IL COMUNE DI CASSANO ALLO IONIO (COSENZA) PER IL PAGAMENTO DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI, DELLE SANZIONI E DEGLI INTERESSI E LA FORNITURA

Dettagli

PROCEDURA CONCILIATIVA

PROCEDURA CONCILIATIVA PROCEDURA CONCILIATIVA PROTOCOLLO D INTESA tra Findomestic Banca S.p.A, con sede legale in Via J. Da Diacceto, 48 50128 Firenze (di seguito Findomestic ) e le Associazioni di Consumatori Adiconsum, Adoc

Dettagli

U.O. PATRIMONIO GARE E CONTRATTI

U.O. PATRIMONIO GARE E CONTRATTI U.O. PATRIMONIO GARE E CONTRATTI Determinazione nr. 1061 Trieste 07/04/2014 Proposta nr. 762 Del 03/04/2014 Oggetto: Regolamento Regionale n.116/pres. dd. 28/05/2010 - Fondo Sociale Europeo Obiettivo 2

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE Allegato 3 Schema di convenzione SCHEMA DI CONVENZIONE ai sensi dell art 9.1 dell Avviso per l individuazione di soggetti interessati ad erogare interventi di di formazione di base e trasversale di cui

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI EMISSIONE ACUSTICA AMBIENTALE DELLE MACCHINE ED ATTREZZATURE DESTINATE A FUNZIONARE ALL APERTO APRILE 2012

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI EMISSIONE ACUSTICA AMBIENTALE DELLE MACCHINE ED ATTREZZATURE DESTINATE A FUNZIONARE ALL APERTO APRILE 2012 DIRETTIVA 2000/14/CE REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI EMISSIONE ACUSTICA AMBIENTALE DELLE MACCHINE ED ATTREZZATURE DESTINATE A FUNZIONARE ALL APERTO APRILE 2012 INDICE 1 - Generalità...2 2 - Applicabilità...2

Dettagli

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria FWA ASSISTENZA A DOMICILIO. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria FWA ASSISTENZA A DOMICILIO. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO servizi d integrazione sanitaria FWA ASSISTENZA A DOMICILIO Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto FWA ASSISTENZA A DOMICILIO FORMA DI ASSISTENZA BASE Contributo associativo

Dettagli

6. invieremo 2 originali del contratto da noi compilato e firmato a mezzo posta

6. invieremo 2 originali del contratto da noi compilato e firmato a mezzo posta Istruzioni: 1. prendere visione del contratto (fac simile allegato) 2. leggere e compilare il presente documento a: pagina n.2 con indicato il numero di automezzi da parcheggiare (x); pagina n.3 inserire

Dettagli

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO AZIENDA PER L ASSISTENZA SANITARIA N. 1 TRIESTINA TRIESTE REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Decreto n 440 del 28/10/2015 OGGETTO Contributi economici aziendali in favore delle Associazioni di Volontariato

Dettagli

DIREZIONE GESTIONE TRIBUTI e MONOPOLIO GIOCHI UFFICIO APPARECCHI DA INTRATTENIMENTO LINEE GUIDA INDICE

DIREZIONE GESTIONE TRIBUTI e MONOPOLIO GIOCHI UFFICIO APPARECCHI DA INTRATTENIMENTO LINEE GUIDA INDICE DIREZIONE GESTIONE TRIBUTI e MONOPOLIO GIOCHI UFFICIO APPARECCHI DA INTRATTENIMENTO LINEE GUIDA INDICE - CREDENZIALI DI ACCESSO E REGISTRAZIONE NELL AREA RISERVATA - COMPILAZIONE DOMANDA ISCRIZIONE - FIRMA

Dettagli

Polizza Rimborso Spese Mediche Comunicazioni Operative Convenzionamenti Area Web Generali

Polizza Rimborso Spese Mediche Comunicazioni Operative Convenzionamenti Area Web Generali Benvenuto nella guida all area web di Generali Italia - Agenzia di FIRENZE RIFREDI Polizza Rimborso Spese Mediche Comunicazioni Operative Convenzionamenti Area Web Generali La presente guida è valida per

Dettagli

Determinazione. del 07-02-2008. SETTORE: Settore Direzione

Determinazione. del 07-02-2008. SETTORE: Settore Direzione Comune n. 116 di del 07-02-2008 Argenta PROVINCIA DI FERRARA Determinazione SETTORE: Settore Direzione OGGETTO: Dott.ssa Anna Pappalardo - Affidamento incarico per sorveglianza sanitaria ai sensi del D.Lgs.

Dettagli

Comune di San Giorgio delle Pertiche (Provincia di Padova)

Comune di San Giorgio delle Pertiche (Provincia di Padova) Comune di San Giorgio delle Pertiche (Provincia di Padova) AREA AFFARI GENERALI Ufficio Segreteria Via Canonica, 4 TEL. 049-9374720 Cod.fiscale 00682290283 FAX 049-9374712 Centralino 049-9374711 35010

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI Approvato con deliberazione di C.C. n. 51 del 29/09/2008

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE AI CORSI DI RECUPERO PUNTI PATENTE (sottocategoria A1, categorie A, B, B + E e patenti superiori)

DOMANDA DI ISCRIZIONE AI CORSI DI RECUPERO PUNTI PATENTE (sottocategoria A1, categorie A, B, B + E e patenti superiori) - 1 DOMANDA DI ISCRIZIONE AI CORSI DI RECUPERO PUNTI PATENTE (sottocategoria A1, categorie A, B, B + E e patenti superiori) Modulo da compilare e trasmettere via fax al numero 02. 7601.4531 o via e-mail

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI DISCIPLINARE DI GARA Procedura negoziata di cottimo fiduciario per l affidamento della fornitura di n. 10 contatori automatizzati

Dettagli

ISTITUTI RIUNITI di ASSISTENZA San Giovanni Battista CHIETI --- ---

ISTITUTI RIUNITI di ASSISTENZA San Giovanni Battista CHIETI --- --- ISTITUTI RIUNITI di ASSISTENZA San Giovanni Battista CHIETI --- --- Avviso di selezione per l affidamento a Cooperative Sociali di tipo B ex L.R. n 85/94 del Servizio di pulizia e sanificazione degli ambienti.

Dettagli

Settore Formazione e Lavoro Servizio Attività formative AVVISO

Settore Formazione e Lavoro Servizio Attività formative AVVISO PROVINCIA DI FROSINONE Settore Formazione e Lavoro Servizio Attività formative AVVISO PER LA COSTITUZIONE DELL ALBO DI ASPIRANTI PRESIDENTI DI COMMISSIONE D ESAME PER I CORSI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

NORME E CONDIZIONI OPZIONE PREMIUM TRUCK

NORME E CONDIZIONI OPZIONE PREMIUM TRUCK NORME E CONDIZIONI OPZIONE PREMIUM TRUCK TELEPASS (di seguito TLP) offre ai propri Clienti che abbiano sottoscritto il contratto TELEPASS collegato ad un contratto VIACARD di conto corrente (di seguito

Dettagli

Ai Prefetti delle Province di L Aquila Chieti Pescara Teramo

Ai Prefetti delle Province di L Aquila Chieti Pescara Teramo Eventi sismici della provincia dell Aquila Vice Commissario delegato alle operazioni di soccorso e assistenza alle popolazioni sfollate e per l accelerazione e la chiusura della prima fase dell emergenza

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

Sono presenti altresì, in qualità di consulenti il. 02.06.1962 e il Dott. Albanese nato a Ferrara (FE)

Sono presenti altresì, in qualità di consulenti il. 02.06.1962 e il Dott. Albanese nato a Ferrara (FE) 1 COMUNE DI PRATO VERBALE DI GARA PER AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ASSI- CURATIVO INERENTE LA POLIZZA RCA LIBRO MATRICOLA E LA POLIZZA RITIRO PATENTE PERSONALE POLIZIA MU- NICIPALE. *** **** **** *** Il giorno

Dettagli

REGOLAMENTO. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 maggio 2014)

REGOLAMENTO. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 maggio 2014) REGOLAMENTO (Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 maggio 2014) 1 Indice Articolo1 Oggetto del Regolamento Articolo 2 Requisiti di iscrizione Articolo 3 Modalità di adesione e comunicazione

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA Policlinico Gaetano Martino di Messina

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA Policlinico Gaetano Martino di Messina Policlinico Gaetano Martino di Messina Deliberazione del Commissario Straordinario n 1252 del 04.12.2013 A seguito di Proposta n 797 del 04/12/2013 U.O.C. Settore Affari Generali e Risorse Umane Il Direttore

Dettagli

Fondo integrativo sanitario Impresa Sociale 60. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto. servizi d integrazione sanitaria

Fondo integrativo sanitario Impresa Sociale 60. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto. servizi d integrazione sanitaria SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO servizi d integrazione sanitaria Fondo integrativo sanitario Impresa Sociale 60 Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto Fondo integrativo sanitario Impresa Sociale

Dettagli

ALLEGATO 5 Schema di Contratto

ALLEGATO 5 Schema di Contratto ALLEGATO 5 Schema di Contratto Allegato 5: Schema di contratto Pag. 1 SCHEMA DI CONTRATTO GARA A PROCEDURA APERTA, INDETTA AI SENSI DEL D. LGS. N. 163/06, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE

Dettagli

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITÀ ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DI TRIESTE

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITÀ ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DI TRIESTE 1 REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITÀ ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DI TRIESTE Delibera numero: 24/2010 Prot. n. 24 dd. 23 giugno 2010 ESTRATTO DEL PROCESSO

Dettagli

ESEMPIO PRATICO. del Programma Operativo Lazio FSE 2007-2013.

ESEMPIO PRATICO. del Programma Operativo Lazio FSE 2007-2013. Allegato 12 Esempio pratico relativo ad attività di controllo di II livello ESEMPIO PRATICO Al fine di facilitare la comprensione di quanto esposto in precedenza, si riporta di seguito la simulazione di

Dettagli

Regolamento per lo svolgimento di attività di ispezione in qualità di Organismo di Ispezione di Tipo A.

Regolamento per lo svolgimento di attività di ispezione in qualità di Organismo di Ispezione di Tipo A. Regolamento per lo svolgimento di attività di ispezione in qualità di Organismo di Ispezione di Tipo A. In vigore dal 06. 07. 2011 RINA Via Corsica 12 16128 Genova - Italia tel +39 010 53851 fax +39 010

Dettagli

ENTE DI CERTIFICAZIONE DI QUALITA S.O.I. S.r.l. con socio unico REGOLAMENTO CERSOI

ENTE DI CERTIFICAZIONE DI QUALITA S.O.I. S.r.l. con socio unico REGOLAMENTO CERSOI REGOLAMENTO CERSOI per la Certificazione delle strutture di medicina e chirurgia oculistica secondo le norme ISO 9001/2008 I N D I C E Articolo 1) - Oggetto Articolo 2) - Condizioni generali Articolo 3)

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica d intesa con MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DIREZIONE GENERALE PER

Dettagli

Guida al Piano Sanitario Odontoiatrico per il Fondo Sanilog per i lavoratori dipendenti di aziende applicanti il CCNL LOGISTICA TRASPORTO MERCI E

Guida al Piano Sanitario Odontoiatrico per il Fondo Sanilog per i lavoratori dipendenti di aziende applicanti il CCNL LOGISTICA TRASPORTO MERCI E Guida al Piano Sanitario Odontoiatrico per il Fondo Sanilog per i lavoratori dipendenti di aziende applicanti il CCNL LOGISTICA TRASPORTO MERCI E SPEDIZIONE Procedure a carico dell Assicurato 1. L Assicurato,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE Lunedì 3 aprile 2006 Verbale n. 4 Pag. verbale:1 In data 3 aprile 2006 alle ore 13.30 presso la saletta riunioni del Dipartimento di Fisica dell Università degli Studi di Udine, sita in Via delle Scienze

Dettagli

PROCEDURA OPERATIVA. - Comunicare attraverso un filo diretto con Pronto-Care e con gli studi convenzionati

PROCEDURA OPERATIVA. - Comunicare attraverso un filo diretto con Pronto-Care e con gli studi convenzionati PROCEDURA OPERATIVA La gestione dei piani sanitari di riabilitazione è affidata a Pronto-Care. IL SOCIAL-CARE Social-Care è uno strumento gestionale delle cure di riabilitazione a disposizione di tutti

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli