Catalogo Corsi Unico Percorsi Formativi per la Farmacia Primavera 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Catalogo Corsi Unico Percorsi Formativi per la Farmacia Primavera 2015"

Transcript

1 Catalogo Corsi Unico Percorsi Formativi per la Farmacia Primavera 2015

2 Una passione per la qualità UNICO ha ottenuto già nel 2005 la certificazione ISO 9001 da parte di UNITER (ente accreditato ACCREDIA) per la Progettazione ed erogazione di corsi di formazione tecnico-professionale in ambito farmaceutico e sanitario. Tale certificazione è un riconoscimento delle capacità aziendali di operare con una gestione efficiente, strutture idonee e competenze adeguate così da offrire e garantire ai propri clienti professionalità, affidabilità, competenza e serietà, nell ottica della massima soddisfazione reciproca. UNICO Uffico Formazione Via Garibaldi 3/B, Calderara di Reno (BO) f Responsabile Dr.ssa Valentina Tomasi t p Coordinatore Dr.ssa Federica Previdi t progetto grafico catalogo sandrostefanelli.com

3 Percorsi Formativi per la Farmacia Primavera 2015

4 UBS, Unico S.p.A. Business School Scuola di Strategie Aziendali per la Farmacia Un percorso formativo che ha lo scopo di aiutare i farmacisti a capire l attuale momento di transizione e a strutturare il proprio lavoro in maniera innovativa ed efficace. Nata a gennaio del 2012, la scuola ha condensato tutta l esperienza di oltre 10 anni di attività formativa di UNICO nel campo della gestione strategica e operativa della farmacia. La scuola si rivolge a persone che hanno responsabilità nella gestione e organizzazione dell azienda farmacia e nello sviluppo del business. All interno dei moduli proposti si sviluppano idee per ottimizzare l esistente e allineare in una nuova ottica i fondamenti della gestione della farmacia, quali le risorse umane, le vendite, l organizzazione. L impostazione dei corsi di formazione I corsi sono strutturati in maniera tale da portare ad un definitivo cambiamento dell atteggiamento lavorativo secondo schemi operativi ben collaudati ma personalizzabili. I corsi alternano momenti di aula e applicazioni in farmacia. Nei momenti di aula, con l aiuto di schemi, griglie e file, progettati esclusivamente per la farmacia, il partecipante impara ad usare strumenti operativi da utilizzare immediatamente nel proprio contesto lavorativo; in questo modo si sperimentano le nozioni apprese attraverso esercitazioni, simulazioni e confronto diretto tra i partecipanti. Il lasso di tempo che intercorre tra un incontro e il successivo permette invece di applicare quanto sperimentato in aula e consolidare il nuovo comportamento. Valore aggiunto della formazione UNICO S.p.A. Business School Progettata esclusivamente per la farmacia attraverso puntuali analisi dei fabbisogni Ricca di strumenti operativi Docenti esperti in gestione della farmacia Continuo scambio di informazioni con i colleghi e costruzione di un knowledge comune Principali risultati Sviluppare e ottenere cambiamenti nei comportamenti Migliorare le performance dell azienda farmacia Impostare riflessioni strategiche Ottimizzare l organizzazione interna, la visibilità e il servizio al pubblico Sedi di erogazione Principali capoluoghi di regione e dovunque, su richiesta, con un minimo di partecipanti.

5 Indice corsi 1 Marketing e gestione: dalle decisioni operative al controllo del risultato economico 1.1 Razionalizzare l assortimento attraverso logiche economiche, 7 valutarne le performance attraverso indicatori (KPI), comunicare distintività e specializzazione 1.2 Valutare l impatto delle decisioni operative in chiave economico-finanziaria: 8 simulazioni da casi reali 1.3 Organizzazione pratica del reparto dermocosmetico in farmacia: 9 comunicazione e realizzazione di eventi. Costruire un progetto vincente reclutando e fidelizzando il cliente 2 Gestire l azienda: i fondamentali 2.1 Il rischio di credito della farmacia (rating bancario) attraverso 11 i principali indicatori economici, patrimoniali e finanziari: uno strumento semplice ed efficace di monitoraggio 2.2 Le best practices in farmacia: magazzino, acquisti e liquidità, 12 le scelte da effettuare. Confronto guidato tra partecipanti 3 Aumentare la forza commerciale della farmacia 3.1 L arte di vendere in farmacia: prendersi cura del cliente personalizzando 14 le proposte commerciali con un Pacchetto Trattamento Salute. Il link ricetta-prodotto/servizio 3.2 Pillole di vendita etica per la farmacia Incentivare i collaboratori alla vendita: 16 il sistema economico per obiettivi di squadra e del singolo 4 Aggiornamenti scientifici 4.1 Prevenzione e cura in ambito metabolico. 18 Dislipidemie: come gestire farmaci e integratori in maniera corretta 4.2 Fegato, epatite C e dintorni: l assalto dei nuovi farmaci 19 e la pratica quotidiana in farmacia 4.3 Le patologie ortopediche: il corretto consiglio dei presidi terapeutico-riabilitativi e delle terapie elettromedicali 4.4 La fragilità dell anziano: importanza dei principi attivi nutrizionali 21 nel declino cognitivo correlato all età 4.5 Le risposte della farmacia alle nuove forme di alimentazione. 22 La celiachia nel paziente con un regime nutrizionale vegetariano. Indicazioni e preparazioni per un alimentazione sana ed equilibrata.

6 Marketing e gestione: dalle decisioni operative al controllo del risultato economico 1 6

7 Corso Residenziale non ECM 15 ore (3 incontri da 5 ore) 14:00-19:00 Docente Maria Grazia Cardinali Professore di marketing strategico, esperta in strumenti relazionali di marketing per settore retail, Facoltà di Economia, Università di Parma Sedi e date Bologna 14 aprile 12 maggio 21 maggio UNICO Calderara di Reno 1.1 Razionalizzare l assortimento attraverso logiche economiche, valutarne le performance attraverso indicatori (KPI), comunicare distintività e specializzazione iva 22% UNICO Ufficio Formazione, utilizzare la scheda di iscrizione a pag. 23 Ottimizzare l efficacia dello spazio e dell assortimento in farmacia attraverso precise strategie commerciali Analisi dei principali indicatori economici e della reale redditività del metro lineare di ogni reparto e categoria merceologica Comunicare la distintività dell assortimento, innovazione e specializzazione Metodologie didattiche: Esercitazioni in aula: Effettuare politiche di razionalizzazione dell assortimento mediante analisi delle performance economiche Imparare a leggere le carenze espositive di alcuni display merceologici e misurare la redditività per metro lineare Project work individuali: applicare le nozioni apprese in aula alla propria farmacia, per reparto e categoria merceologica Discussione in plenaria dei lavori Assortimento La logica economica di formazione degli assortimenti commerciali in farmacia Le mappe di posizionamento delle categorie e ruoli di marketing delle categorie merceologiche La diversificazione dell assortimento: nuove logiche di inserimento di reparti e categorie merceologiche partendo dai bisogni del cliente La valorizzazione dei nuovi reparti e delle nuove categorie per comunicare innovazione e specializzazione. L immagine di specializzazione della farmacia: nuove logiche e nuovi approcci per gestire varietà, ampiezza e profondità dell assortimento La gestione della farmacia secondo un approccio di Category Management Analisi delle performances economiche dell assortimento ABC delle vendite ABC del margine complessivo Performances economiche delle marche e delle referenze all interno della categoria Mappe di posizionamento delle referenze per valutare il contributo alle vendite e al margine Comunicazione La comunicazione della distintività dell assortimento della farmacia e dell innovazione assortimentale in risposta ai bisogni della clientela 7

8 1.2 Valutare l impatto delle decisioni operative in chiave economico-finanziaria: simulazioni da casi reali Corso Residenziale non ECM 10 ore (2 incontri da 5 ore) 14:00-19:00 Docente Giovanni Ciafrè Docente e consulente specializzato nelle aree finanza di impresa e controllo di gestione, marketing e sistemi di accounting. Alla Luiss Business School (Roma) tiene il corso Gestione e innovazione della farmacia, inoltre è Professore a contratto di Analisi finanziaria e piani aziendali presso l Università Politecnica delle Marche Definire con esattezza gli obiettivi da raggiungere all interno della propria farmacia e valutarne l impatto sulla redditività e liquidità. Metodologie didattiche Il corso sarà caratterizzato da spiegazioni e dimostrazioni da un caso reale su file excel creato ad hoc Strumenti operativi Verrà rilasciato un file in excel che conterrà tutte le fasi dell analisi contenute nel programma: 1) Analisi del venduto: come sviluppare marginalità e come indirizzarla verso le tendenze di mercato 2) Tradurre questo risultato in obiettivi di redditività e liquidità della farmacia 3) Redigere il Master Budget della farmacia (3 lezione opzionale) È stato elaborato un modello simulatore che riproduce i dati storici di una farmacia tipo relativi a: fatturato e margine per prodotto e categoria costi della struttura e punto di pareggio in volume e a valore rotazioni del capitale circolante netto (crediti, magazzino e debiti commerciali) cassa prodotta-assorbita Attraverso il modello simulatore si è in grado di valutare e discutere: l impatto sulla redditività mediante il modello del punto di pareggio l impatto sulla liquidità mediante la formula del Free Cash Flow l impatto degli obiettivi relativi alla revisione dell assortimento l impatto degli obiettivi relativi alla base retention: up selling (maggior volume venduto), cross selling (maggiore varietà venduta), trading up (vendite a margini superiori) l impatto degli obiettivi relativi ad investimenti riguardanti il capitale fisso: capitale espositivo e capitale per il processo di erogazione del servizio l impatto degli obiettivi relativi ai costi di struttura organizzativa Le simulazioni incroceranno i dati storici della farmacia con il contesto competitivo nel quale opera (es. dati ISTAT, analisi e rilevazione dei prezzi dei competitor, tipo di competitor, ecc.). Sedi e date Bologna 21 aprile 5 maggio UNICO Calderara di Reno Treviso 22 aprile 6 maggio Best Western Titian Inn Hotel Treviso Torino 29 aprile 13 maggio UNICO Rivoli Udine 20 maggio 3 giugno UNICO Udine iva 22% UNICO Ufficio Formazione, utilizzare la scheda di iscrizione a pag. 23 8

9 Corso Residenziale non ECM 4 ore 14:30-18:30 Docente Elena Penazzi Farmacista e giornalista, Titolare di farmacia, Referente Dermocosmesi Farmacista33, autrice del libro Reparto dermocosmetico: guida all uso Ed. EDRA 2015 Sedi e date Bologna 19 maggio UNICO Calderara di Reno 1.3 Organizzazione pratica del reparto dermocosmetico in farmacia: comunicazione e realizzazione di eventi. Costruire un progetto vincente reclutando e fidelizzando il cliente 50 + iva 22% UNICO Ufficio Formazione, utilizzare la scheda di iscrizione a pag. 23 Definire un progetto personale di sviluppo del reparto dermocosmetico della farmacia, imparando a programmare calendario, esposizione, vetrine, giornate e comunicazione offline/online, al fine di intercettare le persone che si rivolgono ad altri canali o anche solo al banco etico per i farmaci Metodologie didattiche Lezione frontale, presentazione di casi, esercizi, discussione Costruzione del reparto dermocosmetico vincente personalizzandolo sulla propria realtà: il percorso e gli ostacoli. Una figura importante, la responsabile di reparto: inquadramento professionale Comunicazione del reparto dermocosmetico: come comunicano le farmacie e le altre realtà Metodi per comunicare: front / offline / online Le regole della comunicazione: esempi virtuosi ed errori Gli eventi e il calendario della farmacia: importanza, come realizzarli e come comunicarli Esempi di eventi particolarmente importanti: realizzazione, numeri, risultati economici Link banco etico/ banco cosmetico per la gestione della comunicazione e degli eventi al reparto dermocosmetico Esercizi: creare un calendario, creare un evento 9

10 Gestire l azienda: i fondamentali 2

11 Corso Residenziale non ECM 4 ore 14:30-18:30 Docente Nicola Poponi Commercialista e consulente di farmacie del nord Italia sui temi della fiscalità e del miglioramento delle performance economiche Sedi e date Bologna 17 marzo UNICO Calderara di Reno 2.1 Il rischio di credito della farmacia (rating bancario) attraverso i principali indicatori economici, patrimoniali e finanziari: uno strumento semplice ed efficace di monitoraggio Torino 25 marzo UNICO Rivoli 70 + iva 22% UNICO Ufficio Formazione, utilizzare la scheda di iscrizione a pag. 23 Conoscere e identificare dal bilancio i principali indicatori economici, patrimoniali e finanziari della farmacia Valutare il rischio di credito della farmacia (il rating bancario) Metodologie didattiche Il corso sarà caratterizzato da spiegazioni e dimostrazioni da due casi reali su file excel creato ad hoc (modello simulatore) Strumenti operativi Ai partecipanti verrà rilasciato il modello simulatore utilizzato in aula da riempire con i propri dati per verificare il posizionamento degli indici di redditività e rating della farmacia Principali indicatori da monitorare per il controllo di gestione in tempo di crisi: indicatori economici, patrimoniali e finanziari per il rating della farmacia Dove identificare questi numeri all interno del bilancio della farmacia (esercitazione con riclassificazione di due bilanci) Lo strumento operativo utilizzato: spiegazione del modello simulatore rilasciato ai partecipanti Analisi dei risultati e strategie correttive Come valutare il rischio di credito della farmacia (rating bancario) attraverso il modello simulatore di cui sopra Le procedure di controllo periodiche da attuare per un efficace controllo di gestione 11

12 2.2 Le best practices in farmacia: magazzino, acquisti e liquidità, le scelte da effettuare. Confronto guidato tra partecipanti Corso Residenziale non ECM 5 ore 14:00-19:00 Docente Edoardo Maione Fondatore di Sviluppo Impresa e consulente senior di farmacia, è stato direttore marketing, vendite e poi direttore commerciale in aziende multinazionali quali Unilever, Janssen-Cilag, Telefonica Sedi e date Roma 13 aprile UNICO Castelnuovo di Porto Individuare e condividere con i colleghi dei percorsi ottimali di comportamento nella gestione del magazzino attraverso una discussione guidata in plenaria da parte di un relatore/moderatore su un programma ben definito Sviluppare modelli, processi e procedure al fine orientare i comportamenti verso livelli sempre più elevati e condivisi di efficienza ed efficacia Metodologie didattiche Discussioni guidate, dimostrazioni, esercitazioni I concetti fondamentali come premessa alla discussione guidata Il magazzino come componente del reddito nel conto economico La politica delle scorte, degli acquisti e delle vendite: come impatta sul conto economico Magazzino e primo margine Stock e liquidità: relazione inversa Come individuare il vero costo del magazzino Discussione guidata Gestione ottimale delle scorte: rotazione, giacenza media e fatturato. Equilibri, economicità ed efficienza Lo stock e l analisi per categorie di prodotto Acquisto diretto vs indiretto, piani di acquisto Le decisioni che influenzano la liquidità Il ciclo finanziario della farmacia Conclusioni Le best practice nella gestione del magazzino in farmacia e confronto con un modello diverso, la GDO, sui principali KPI s del Conto Economico Varese 14 aprile Hotel le Robinie Bari 21 maggio UNICO Modugno Parma 25 maggio Sede da definire Rimini 26 maggio Federfarma Rimini 80 + iva 22% UNICO Ufficio Formazione, utilizzare la scheda di iscrizione a pag

13 Aumentare la forza commerciale della farmacia 3

14 3.1 L arte di vendere in farmacia: prendersi cura del cliente personalizzando le proposte commerciali con un Pacchetto Trattamento Salute. Il link ricetta-prodotto/servizio Corso Residenziale non ECM 12 ore (3 incontri da 4 ore) 14:30-18:30 Docente Paolo Infortuna Farmacista, consulente e formatore per singole farmacie e per aziende che operano nel settore farmacia Sedi e date Modena 30 marzo 13 aprile 4 maggio Federfarma Modena Torino 15 aprile 6 maggio 27 maggio UNICO Rivoli Padroneggiare il metodo per migliorare la vendita assistita, arrivando alla proposta di un trattamento completamente personalizzato sul bisogno primario. Aumentare le competenze nella vendita, migliorando lo scontrino medio e la redditività della farmacia Metodologie didattiche Tutto il corso sarà caratterizzato da continue esercitazioni, in gruppo o individuali, discussioni e simulazioni di vendita, anche con riprese video e decodifica immediata delle varie fasi del consiglio Strumenti operativi Ai partecipanti verranno rilasciati: Dispense con domande per singola esigenza Griglie per associazioni farmacoparafarmaco-servizi-consigli Modulo 1 - Il metodo: la proposta del trattamento completo partendo dalla richiesta del cliente Fare emergere i bisogni del cliente: come fare domande senza interrogare. L ascolto attivo Andare in proposta: far vivere il prodotto, come presentare proposta/ prodotto in maniera chiara e sintetica con la tecnica del CVB Abbinamenti: schemi complementari al bisogno primario del cliente (ricetta, problema, richiesta di prodotto e/o servizio) Durante questo incontro sono previsti esempi pratici, esercitazioni e simulazioni di consiglio in farmacia con vendita, associazione e presentazione del prodotto proposto Modulo 2 e Modulo 3 Personalizzare la vendita al cliente a 360 Analisi delle principali esigenze in farmacia Pianificazione del consiglio in base alle richieste primarie dei clienti: creare una documentazione di base a supporto delle specifiche di consiglio e prodotto Sviluppo di un percorso focalizzato sui bisogni del cliente: dalla richiesta alla domanda link, prodotto complementare, servizi, prevenzione (stili di vita) e consigli utili con tecnica del PTS I metodi per creare ampia condivisione all interno del team sulle scelte effettuate Durante questi due incontri sono previste esercitazioni e role play con riprese video e decodifica immediata delle varie fasi del consiglio iva 22% UNICO Ufficio Formazione, utilizzare la scheda di iscrizione a pag

15 Corso Residenziale non ECM 8 ore (2 moduli da 4 ore) 14:00-18:00 Docente Alice Alessandri Consulente aziendale sui temi della comunicazione efficace e servizio al cliente, tecniche di vendita, relazioni interne e leadership efficace 3.2 Pillole di vendita etica in farmacia Sedi e date Ferrara 28 maggio 4 giugno Federfarma Ferrara iva 22% UNICO Ufficio Formazione, utilizzare la scheda di iscrizione a pag. 23 Acquisire strumenti efficaci di relazione per accogliere i clienti più difficili e gestirli al meglio; saper rispondere con professionalità alle obiezioni per creare fidelizzazione e apertura al consiglio Metodologie didattiche Tutto il corso sarà caratterizzato da continue esercitazioni e simulazioni Modulo 1 - Il cliente difficile e la gestione dei reclami Mettere il cliente al centro dell esperienza in farmacia Saper utilizzare efficacemente le parole: quelle che aprono il dialogo e le espressioni da evitare Identificare le tipologie dei clienti difficili: l aggressivo, l arrabbiato, il diffidente. Comportamenti da adottare Le fasi della gestione del reclamo: dall accoglienza alla soluzione Modulo 2 Superare resistenze e obiezioni Distinguere commenti, domande, obiezioni e saper rispondere efficacemente in ogni situazione Le principali obiezioni in farmacia: costa troppo, su internet ho letto che, ci devo pensare Come presentare il prezzo focalizzando il cliente sul valore 15

16 3.3 Incentivare i collaboratori alla vendita: il sistema economico per obiettivi di squadra e del singolo Corso Residenziale non ECM 5 ore 14:00-19:00 Docente Paolo Infortuna Farmacista, consulente e formatore per singole farmacie e per aziende che operano nel settore farmacia Sedi e date Roma 5 maggio UNICO Castelnuovo di Porto Genova 20 maggio Sede da definire Perché frequentare Incrementare le vendite in farmacia è oggi un azione essenziale per migliorare la marginalità: per far questo è necessario un preciso lavoro organizzativo, volto a premiare con costanza i risultati ottenuti sul campo. Al termine del corso il titolare saprà impostare con metodo un sistema remunerativo volto a riconoscere l impegno quotidiano dei collaboratori Fornire metodologie e griglie operative per: Individuare obiettivi aziendali di crescita di fatturato Impostare un sistema remunerativo dei collaboratori in base alle vendite Le regole per un buon sistema di incentivazione in farmacia Individuazione del comparto oggetto di incentivazione Definizione dell obiettivo di budget da realizzare e tempi di realizzazione Costruzione in plenaria di un premio di incentivazione (business game) Cenni sugli strumenti operativi da dare al collaboratore per aumentare le vendite: griglie stagionali e Pacchetti Trattamento Salute Varese 21 maggio Hotel Le Robinie 80 + iva 22% UNICO Ufficio Formazione, utilizzare la scheda di iscrizione a pag. 23 Metodologie didattiche Relazioni e dimostrazioni su file di excel Strumenti operativi Ai partecipanti verrà rilasciato il file di excel utilizzato in aula per la simulazione dei premi di incentivazione 16

17 Aggiornamenti scientifici 4

18 4.1 Prevenzione e cura in ambito metabolico. Dislipidemie: come gestire farmaci e integratori in maniera corretta Corso Residenziale non ECM 4 ore 14:30-18:30 Docente Arrigo F.G. Cicero Medico, specializzato in farmacologia ad indirizzo clinico, esperto in malattie cardiovascolari, aterosclerosi, medicina interna e dell invecchiamento. Autore di libri e pubblicazioni scientifiche internazionali nell ambito del metabolismo, della nutrizionistica e della farmacoterapia Sedi e date Bologna 7 maggio UNICO Calderara di Reno Valorizzare il ruolo del farmacista nel concetto di prevenzione e cura del paziente dislipemico attraverso: aggiornamenti farmacologici integratori nutrizionali: indicazioni, dosi e avvertenze da seria lettura scientifica prevenzione, alimentazione e suggerimenti utili Dislipidemie: terapia farmacologica Inquadramento del problema Terapia farmacologica: farmaci usati in terapia domiciliare ed effetti collaterali Farmaci di ultima generazione/novità in arrivo La pratica quotidiana dietro al banco su base scientifica: nutraceutici e alimenti funzionali Aspetti alimentari e di stile di vita nel controllo delle dislipidemie Come e quando utilizzare nutraceutici e alimenti funzionali Ruolo qualificato del farmacista La prevenzione ad ogni età Servizi in farmacia abbinabili al problema delle dislipidemie Siti e link da cui trarre informazioni qualificate, anche per il pubblico 50 + iva 22% UNICO Ufficio Formazione, utilizzare la scheda di iscrizione a pag

19 Corso Residenziale non ECM 4 ore 14:30-18:30 Docente Marco Montagnani Medico, specialista in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva e specialista in Microbiologia e Virologia; ricercatore presso il Dipartimento di Medicina Interna e Gastroenterologia Policlinico S. Orsola di Bologna 4.2 Fegato, epatite C e dintorni: l assalto dei nuovi farmaci e la pratica quotidiana in farmacia Maurizio Ventrucci Medico, specialista in Gastroenterologia e Medicina del lavoro, Professore a contratto di Gastroenterologia, Scuola di Specializzazione in Gastroenterologia, Università di Bologna Sedi e date Bologna 27 maggio UNICO Calderara di Reno 50 + iva 22% UNICO Ufficio Formazione, utilizzare la scheda di iscrizione a pag. 23 Fare chiarezza sui nuovi farmaci per la cura delle epatiti (in particolare la C) e delle più comuni malattie del fegato, sia dal punto di vista scientifico che dal punto di vista della disponibilità all accesso alle cure. Verificare l adeguatezza dell utilizzo degli integratori e alimenti funzionali e fornire consigli utili relativamente ad aspetti alimentari e di stile di vita Epatite, steatosi e sindromi colestatiche: quali farmaci? Epatite C. I nuovi farmaci antivirali orali a confronto con le precedenti terapie. Nuovi farmaci in arrivo in Italia Epatiti B, A, E: presente e futuro, terapie ed effetti collaterali La cura delle epatiti autoimmuni Steatoepatite non alcolica e sindromi colestatiche: i nuovi farmaci I danni al fegato dei farmaci di comune utilizzo: FANS, ticlopidina, azatioprina, ecc. Gli esami di screening quali informazioni forniscono? La pratica quotidiana dietro al banco: nutraceutici, alimenti funzionali, stili di vita e consigli pratici Segni e sintomi delle malattie epatiche, a cosa il farmacista deve prestare attenzione. Consigli pratici a paziente e familiari Aspetti alimentari e di stile di vita per mitigare i danni al fegato Nutraceutici e alimenti funzionali Siti e link da cui trarre informazioni qualificate, anche per il pubblico 19

20 4.3 Le patologie ortopediche: il corretto consiglio dei presidi terapeutico-riabilitativi e delle terapie elettromedicali Corso Residenziale non ECM 12 ore Diverso a seconda del luogo di erogazione Docenti (Udine) Mauro Cardinale Medico specialista in ortopedia e traumatologia, specialista in medicina dello sport (Vicenza) Giorgio Zappalà Medico specialista in ortopedia, ospedale Papa Giovanni XXIII, Bergamo Paolo Bernuzzi Farmacista, libero professionista, docente senior e responsabile servizi presso la Farmacia Corbellini (BG) Fornire al farmacista le conoscenze professionali tecniche e pratiche per una corretta gestione delle problematiche legate alle patologie articolari ortopediche in ambito terapeutico e riabilitativo Permettere la completa gestione del paziente nel consiglio, in collaborazione con i medici specialisti e la scelta di apparecchiature e ortesi da proporre in farmacia Sviluppare un nuovo reparto professionale Ginocchio, caviglia, spalla, rachide cervicale e lombare, gomito e mano Anatomia, fisiologia, patologia, traumatologia e riabilitazione Corretto utilizzo delle ortesi in fase acuta e pre-post operatoria. Dimostrazioni pratiche Utilizzo delle terapie elettromedicali nel trattamento della sintomatologia dolorosa e nella riabilitazione post immobilizzazione o intervento (magnetoterapia, ultrasuonoterapia, elettrostimolazione, tens, ionoforesi) Prova pratica di utilizzo degli apparecchi elettromedicali La gestione dei noleggi Il concetto e l utilizzo del Kinesio Tape, bendaggio adesivo elastico con effetto terapeutico bio-meccanico Il reparto in farmacia: analisi del mercato, motivazioni per lo sviluppo e redditività Gestione del cliente Sedi, date e orari Udine 28 aprile - incontro 1 12 maggio - incontro 2 9 giugno - incontro 3 14:30-18:30 UNICO Udine Vicenza 17 maggio - incontro 1 09:00-17:30 27 maggio - incontro 2 14:00-19:00 c/o Casa Vinicola Zonin, via Borgolecco 9 Gambellara (VI) (durante la pausa visita guidata alla cantina, pranzo a buffet e degustazione vini) Gratuito. Con la partecipazione incondizionata delle Società FGP, Globus Italia e Ability Group UNICO Ufficio Formazione, utilizzare la scheda di iscrizione a pag

21 Corso Residenziale non ECM, al termine della serata verrà consegnato un corso FAD gratuito di 5 crediti formativi, sul tema: Deficit cognitivi correlati all età (provider ECM - IMS Health) 1 ora e 30 minuti 21:00-22:30 A partire dalle ore 20:00 verrà offerto un buffet di benvenuto 4.4 La fragilità dell anziano: importanza dei principi attivi nutrizionali nel declino cognitivo correlato all età Docente (Milano) Riccardo Castoldi Medico Geriatra presso istituto Geriatrico P. Radaelli di Milano (Verona) Laura De Togni Neurologa e responsabile del Centro Decadimento Cognitivo Az. ULSS20 Verona Sedi e date Milano 26 Marzo Marriott Hotel via Washington 66 Verona 13 Maggio Villa 40 Park Hotel via Ospedaletto 57 Ospedaletto di Pescantina Gratuito. Con la partecipazione incondizionata di Nutricia Consentire al farmacista di erogare un consiglio professionale adeguato per la gestione del paziente con declino cognitivo correlato all età Declino cognitivo correlato all età: inquadramento della problematica, cause e sintomi Invecchiamento, nutrizione e funzioni cognitive: quali relazioni? La farmaconutrizione: un approccio possibile alla cura delle demenza Efficacia dei principi attivi nutrizionali in pazienti con declino cognitivo: ipotesi fisiopatologiche e revisione degli studi clinici UNICO Ufficio Formazione, utilizzare la scheda di iscrizione a pag

22 4.5 La celiachia nel paziente con un regime nutrizionale vegetariano. Indicazioni e preparazioni per un alimentazione sana ed equilibrata. Le risposte della farmacia alle nuove forme di alimentazione Fornire una specifica preparazione nell ambito dell alimentazione e delle problematiche del paziente celiaco che segue una dieta vegetariana, ad esempio le possibili carenze proteiche e vitaminiche. Proporre soluzioni nutrizionali attraverso ricette studiate ad hoc, sane e gustose. Introduzione: la celiachia Definizione e diffusione nella popolazione nazionale Diagnosi Sintomi e segni clinici Celiachia e allattamento al seno Differenza tra celiachia e gluten sensitivity Alimenti Alimenti consentiti e consigliati Alimenti naturalmente privi di glutine Proprietà dei cereali privi di glutine Proprietà e utilizzo dei pseudocereali Proprietà delle principali proteine vegetali senza glutine, focus sulla canapa L alimentazione del celiaco vegetariano: esempi e preparazioni (showcooking) La dieta vegetariana del celiaco: luci ed ombre. Le possibili carenze nutrizionali Caratteristiche e composizione dei dietoterapici Esempi di alimentazione con e senza integrazione di dietoterapici Showcooking interattivo: proposte di ricette e soluzioni appetitose ed accattivanti con realizzazioni in loco grazie allo chef gluten free Marcello Ferrarini Commento delle preparazioni da parte della nutrizionista Metodologie didattiche innovative Le due sessioni didattiche, teorica e pratica, saranno rese ancora più interattive dall utilizzo di tablet, attraverso cui rispondere alle domande poste dal relatore o scegliere gli ingredienti per un piatto vegetariano gluten free Corso Residenziale ECM 8 crediti formativi (provider ECM - Espirit) 8 ore 09:00-18:00 Docenti Lorenza Jannuzzo Biologa nutrizionista, master in alimentazione e dietetica vegetariana, dal 1998 si occupa di celiachia e di sana alimentazione nel bambino e nell adulto in collaborazione con farmacie e specialisti del settore Marcello Ferrarini Chef e Psicologo, formatosi a pieni voti presso l Italian Cooking School, celiaco e specializzato nella cucina Gluten Free. Suo è il primo programma TV tematico SENZA GLUTINE, CON GUSTO in onda su Gambero Rosso Channel. Sedi, date e orari: Udine 16 aprile - Hotel Astoria Roma 23 aprile - Hotel NH Midas Milano 7 maggio - Sede da definire Bologna 14 maggio - Novotel Torino 20 maggio - Jet Hotel Bari 28 maggio - Hotel Majesty Primo partecipante iva 22%, dal secondo partecipante della stessa farmacia iva 22% Inviare la scheda di iscrizione a pag. 23 a specificando a quale data si partecipa 22

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO Generalità (per informazioni specifiche sui singoli corsi (date, sedi,) consultare il sito del provider

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011 PROGRAMMA DEL CORSO: L'OCCHIO VEDE CIO' CHE L'OCCHIO CONOSCE: DAL NORMALE AL PATOLOGICO NELL'APPARATO LOCOMOTORE - APPLICAZIONE CLINICA DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DOCENTE : Dott. Nicola Gandolfo RESPONSABILE

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI DESTINATARI: INFERMIERE, INFERMIERE PEDIATRICO INIZIO: 01/01/2012 FINE: 31/12/2012 COSTO: 84,70 (IVA INCLUSA) OBIETTIVI

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari Sistema Regionale ECM Pagina 1 di 7 1 Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari 1. Presentazione: L evento, destinato alle figure professionali di Tecnici

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Corso ECM di formazione per gli operatori addetti alla gestione del Sistema Informativo sulle Malattie Professionali (Malprof )

Corso ECM di formazione per gli operatori addetti alla gestione del Sistema Informativo sulle Malattie Professionali (Malprof ) Centro nazionale per r la Prevenzione e il Controllo delle Malattie Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro Dipartimento

Dettagli

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA 24 ottobre 2013 WEB CONFERENCE LEZIONE LIVE IN VIDEOCONFERENZA PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per l aggiornamento professionale

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

DIETE E PIANI ALIMENTARI: ELABORAZIONE E GESTIONE Roma, 19-22 novembre 2015

DIETE E PIANI ALIMENTARI: ELABORAZIONE E GESTIONE Roma, 19-22 novembre 2015 BRAIN HEALTH CENTRE CENTRO STUDI E RICERCHE CLINICHE NEUROPSICOFISIOLOGICHE Anagrafe Nazionale delle Ricerche (D.P.R. 11/7/1980 n.382-artt.63 e 64) n.55643fru Organizzatore di Attività Formativa Sede legale:

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE)

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE) Brochure Montesilvano 2015 30/07/15 12: Pagina 1 Associazione Italiana Operatori Sanitari di Stomaterapia INCONTR- 2015 Certificazione EN ISO 9001:2008 IQ-0905-12 per formazione ed aggiornamento COMPETENZE

Dettagli

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011 Gruppo di Studio di Ecografia Pediatrica Società Italiana di Pediatria Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica ECOPED 2011 PISTOIA 27-30 Giugno 2011 PROGRAMMA DOCENTI E TUTORS Giuseppe Atti Carlo

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015 Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA 26 marzo - 16 aprile - 7 maggio 18 giugno - 9 luglio - 24 settembre 8 ottobre - 19 novembre Relatori Dr. Alessandro Ceccherini,

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

FORMAZIONE PROFESSIONALE

FORMAZIONE PROFESSIONALE FORMAZIONE PROFESSIONALE Le coperture a tutela dell impresa EDIZIONE 21 maggio 2014 DOCENZA IN WEBCONFERENCE PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per il conseguimento della formazione professionale

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Corsi p e r O d o n t o i a t r i

Corsi p e r O d o n t o i a t r i corsi accreditati ECM Corsi p e r O d o n t o i a t r i 2015 20 marzo Approccio Razionale alla Terapia Implantare dalla pianificazione del caso alla realizzazione protesica 22 maggio Rialzo del Pavimento

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA A CURA DELLA DOTT.SSA MARIANGELA BRUNO (LOGOPEDISTA E FORMATRICE AID) ANNO SCOLASTICO 2011-2012 1 INDICE 1. ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO...

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time

Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time NOVITÀ 2013! CONSUMER INTELLIGENCE FORUM 7 Aziende: Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time > Nicola Aliperti Global It Project Manager Marketing

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Parma, 23 settembre 2011 Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Dopo il meeting europeo svoltosi a Granada e partendo dal percorso formativo l

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE.

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. Casi pratici sulla corretta registrazione delle operazioni attinenti la gestione collettiva del risparmio

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI

MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI Dalla tecnica PSInSAR al nuovo algoritmo SqueeSAR : Principi, approfondimenti e applicazioni 30 Novembre - 1 Dicembre 2010 Milano Il corso è accreditato

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE LINEE GUIDA PER UNA EFFICACE PRESENTAZIONE DI UN BUSINESS PLAN INTRODUZIONE ALLA GUIDA Questa breve guida vuole indicare in maniera chiara ed efficiente gli elementi salienti

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

64 CONGRESSO NAZIONALE SICPRE

64 CONGRESSO NAZIONALE SICPRE 64 CONGRESSO NAZIONALE SICPRE Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica MILANO (16) 17-19 Settembre 2015 PROSPETTO SPONSOR INFORMAZIONI GENERALI: Presidente: Prof. Riccardo Mazzola,

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

DETERMINAZIONE DELLA CNFC IN MATERIA DI VIOLAZIONI

DETERMINAZIONE DELLA CNFC IN MATERIA DI VIOLAZIONI DETERMINAZIONE DELLA CNFC IN MATERIA DI VIOLAZIONI LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA VISTO il decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, e successive modificazioni e, in particolare,

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti. Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico

Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti. Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico Procedura per sottoscrivere la partecipazione Il professionista sanitario che voglia

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli